Apostoli 'Credo

Informazioni avanzate

Per centinaia di anni i cristiani creduto che i dodici apostoli sono stati gli autori della ben nota credo che porta il loro nome. Secondo un'antica teoria, i dodici composto Credo ogni apostolo con l'aggiunta di una clausola di formare il tutto.

Oggi praticamente tutti gli studiosi di capire questa teoria di composizione apostolica a essere leggendario.

Tuttavia, molti continuano a pensare a come il credo apostolico in natura perché il suo insegnamento di base sono piacevoli per il formulazioni teologiche di età apostolica.

La piena forma in cui la religione sembra derivi da circa 700 dC.

Tuttavia, i segmenti di essa si trovano in cristiana scritti risalenti fin dal secondo secolo.

La più importante predecessore degli Apostoli 'Credo era l'antico simbolo romano, che probabilmente è stato sviluppato nel corso della seconda metà del secondo secolo.

Le aggiunte agli Apostoli 'Credo che si riflettono quando la sua forma attuale è confrontata con la vecchia versione romana:

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Credo in Dio Padre onnipotente.

E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, che è nato dello Spirito Santo e la Vergine Maria, crocifisso sotto Ponzio Pilato e sepolto, il terzo giorno è risorto dai morti, egli ascese al cielo e siede alla destra di Padre, da lì egli entra a giudicare il rapido ed i morti.

E nello Spirito Santo; la santa Chiesa, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne.

Prima ancora frammenti di credenze sono stati scoperti, che dichiarano semplicemente:

"Credo in Dio Padre onnipotente, e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore. E nello Spirito Santo, la santa Chiesa, la risurrezione della carne."

Apostoli 'Credo funzionato in molti modi nella vita della chiesa.

Da un lato, essa è stata associata con l'ingresso in borsa come una confessione di fede per quelle che saranno battezzati.

Inoltre, l'istruzione catechistica è stata spesso basate sui grandi principi della religione.

Nel tempo, un terzo uso sviluppato quando la religione è diventata una "regola della fede" per dare continuità agli insegnamenti cristiani da luogo a luogo e che chiaramente separato la vera fede da deviazioni eretiche.

Essa, infatti, può anche essere stato che il principale fattore che coinvolti in aggiunta alle clausole Old romana Credo di sviluppare gli Apostoli 'Credo è stata la sua utilità in queste variegate forme nella vita della chiesa.

Dal sesto o settimo secolo la religione era venuto per essere accettato come una parte della liturgia ufficiale della Chiesa occidentale.

Allo stesso modo, è stato utilizzato da persone devote insieme con il Padre nostro, come una parte del loro mattino e alla sera devozioni.

Le chiese della Riforma ha dato volentieri la loro fedeltà alla fede e aggiunto alle loro collezioni dottrinale e utilizzati nel loro culto.

La natura trinitaria degli Apostoli 'Credo è immediatamente evidente.

Credenza in "Dio Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra" è affermato prima.

Ma il cuore della fede è la confessione in materia di "Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore", con particolare attenzione agli eventi che circondano la sua concezione, la nascita, la sofferenza, crocifissione, risurrezione, ascensione, esaltazione, e provenienti sentenza.

La terza sezione dichiara credo nello Spirito Santo.

A questa confessione trinitaria sono aggiunte le clausole relative alla santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, il perdono dei peccati, la risurrezione del corpo, e la vita eterna.

Il carattere polemico degli Apostoli 'Credo sia altrettanto evidente.

Sottolineando l'unità della paternità di Dio e la sovranità Marcion contestato il rifiuto dello stesso.

L'affermazione della realtà del Cristo l'umanità e la storicità negato di contesa Marcionite e docetic eretici che egli non era una persona pienamente umana che potrebbe essere nato, soffrono e muoiono.

La sua concezione dallo Spirito Santo e la nascita della Vergine Maria e la sua esaltazione dopo la risurrezione Gesù ha affermato 'più di divinità nei confronti di coloro che negavano.

Altre clausole può anche essere stato aggiunto per affrontare con particolare crisi di fronte alla chiesa.

Per esempio, la confessione per quanto riguarda il perdono dei peccati possono avere riguarda il problema del postbaptismal peccati nel terzo secolo.

Allo stesso modo, affermare la santa Chiesa cattolica può avere affrontato il Donatist scisma.

Apostoli 'Credo continua ad essere oggi utilizzati tanto quanto lo fosse in passato: come una confessione battesimale; come una bozza di insegnamento; come una guardia e guida contro l'eresia; come un summarization della fede; come affermazione nel culto.

Ha mantenuto in tempi moderni la sua distinzione come il più ampiamente accettata e utilizzata credo tra i cristiani.

Og Oliver, Jr

(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


JND Kelly, paleocristiana credenze; W Barclay, gli Apostoli 'Credo for Everyman; S Barr, dagli Apostoli' fede agli Apostoli 'Credo; P Fuhrmann, il grande Credo della Chiesa; W Pannenberg, gli Apostoli' Credo nel Luce degli odierni Domande; J Smart, il Credo nella dottrina cristiana; HB Swete, gli Apostoli 'Credo; H Thielicke, credo: il Credo cristiano; BF Westcott, la storica Fede.

Apostoli 'Credo

Informazioni avanzate

"The Old Roman Credo"

Credo in Dio onnipotente [il Padre onnipotente-(Rufino)]


E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore


Che è nato dello Spirito Santo e la Vergine Maria


Che è stato crocifisso sotto Ponzio Pilato e fu sepolto


E il terzo giorno risuscitò dai morti


Che asceso al cielo


E sitteth sulla destra del Padre


Da dove verrà a giudicare i vivi ei morti.


E nello Spirito Santo


La santa Chiesa


La remissione dei peccati


La risurrezione della carne


La vita eterna.

[Rufino omette questa linea.]

Apostoli 'credo
(sesto secolo versione gallicana)

Credo in Dio Padre onnipotente,


Credo anche in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,


concepito di Spirito Santo, nato dalla Vergine Maria.


subito sotto Ponzio Pilato, crocifisso, morto e sepolto, discese agli inferi,


risuscitato il terzo giorno,


asceso al cielo,


siede alla destra del Padre,


egli è lì a venire a giudicare i vivi ei morti.


Credo nello Spirito Santo,


la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi,


la remissione dei peccati,


la risurrezione della carne e la vita eterna.

Apostoli 'credo
(come di solito recitato oggi)

Credo in Dio Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra: e in Gesù Cristo il suo unico Figlio, nostro Signore, che è stato concepito di Spirito Santo, nato dalla Vergine Maria, sofferto sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morto, e sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno è risuscitato dai morti, egli ascese al cielo, e sitteth sulla mano destra di Dio Padre onnipotente; da lì egli entra a giudicare il rapido ed i morti.

Credo nello Spirito Santo; la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi; la remissione dei peccati, la risurrezione della carne e la vita eterna.

Apostoli 'Credo vs Gnosticismo

Un Credo in generale sottolinea la convinzioni opposte quegli errori che i compilatori del Credo pensare più pericolose del momento.

Credo del Concilio di Trento, che è stato elaborato dalla cattolici nel 1500, ha sottolineato che tali credenze cattolici e protestanti sono stati discutere su più furiosamente del momento.

Il Credo niceno, redatto nel quarto secolo, è accentuata nel affermando la Divinità di Cristo, dal momento che è diretto contro gli ariani, che ha negato che Cristo è stato pienamente Dio.

Apostoli 'Credo, redatto il primo o il secondo secolo, sottolinea la vera umanità, compreso il corpo materiale, di Gesù, dal momento che è il punto che gli eretici del tempo (Gnostici, Marcionites, e più tardi Manicheans) negato.

(Cfr. 1 Gv 4:1-3)

In tal modo gli Apostoli 'Credo è il seguente:

* Credo in Dio Padre onnipotente,


* Creatore del Cielo e della Terra,

Gli Gnostici ha dichiarato che il fisico è male e che Dio non ha creato.

* E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,


* Chi è stato concepito di Spirito Santo,


* Nascendo da Maria Vergine,

Gli Gnostici che sono stati concordati i cristiani ortodossi sono stati di sbagliato in supponendo che Dio aveva assunto la natura umana o di un corpo umano.

Alcuni di loro distinzione tra Cristo, il quale ha riconosciuto di essere in un certo senso divino, e l'uomo Gesù, che è stato al massimo uno strumento attraverso il quale il Cristo ha parlato.

Essi ha dichiarato che l'uomo Gesù non diventare portatore o strumento di Cristo fino a quando lo Spirito scese su di lui al suo battesimo, e che lo Spirito di lui a sinistra prima della crocifissione, in modo che lo Spirito ha avuto solo una breve e debole associazione con la materia e l'umanità.

Altri affermato che non c'è mai stato un uomo Gesù a tutti, ma solo l'aspetto di un uomo, attraverso la quale aspetto saggi insegnamenti sono stati forniti ai primi discepoli.

Contro questa ortodossi cristiani ha affermato che Gesù è stato concepito attraverso l'azione dello Spirito Santo (in modo da negare la posizione Gnostico che lo Spirito non ha nulla a che fare con Gesù fino al suo battesimo), che era nato (il che significa che egli ha avuto un reale fisico corpo, e non solo un aspetto) di una vergine (che implicava che era stato speciale dal primo momento della sua vita, e non soltanto dal battesimo.

* Sofferto sotto Ponzio Pilato,

Ci sono state molte storie allora in corso circa gli dei che è morto e risorto sono state, ma sono stati offerti francamente come miti, come non-storie storico simbolo del rinnovamento della vegetazione ogni primavera dopo l'apparente morte dell'inverno.

Se lei ha chiesto: "Quando ha fatto morire Adonis, si sarebbe detto sia," Molto tempo fa e molto lontano, "o altro," La sua morte non è un evento in tempo terrena. "Gesù, d'altro canto, è morto in un determinato ora e luogo della storia, sotto la giurisdizione di Ponzio Pilato, Procuratore della Giudea dal 26 al 36 CE, o nel corso degli ultimi dieci anni di regno dell'imperatore Tiberio.

* È stato crocifisso, morto e sepolto; discese in Ade.

Credo qui martelli casa il punto che è stato veramente morto.

Egli non è stato un'illusione.

Egli è stato inchiodato a un post.

Morì.

Aveva un vero e proprio corpo, un cadavere, che è stato posto in una tomba.

Egli non solo è stato di incoscienza - il suo spirito lasciato il suo corpo e si sono recati a il regno dei morti.

Si tratta di una credenza comune tra i cristiani che in questa occasione egli ha preso le anime di coloro che erano morti confidando nelle promesse fatte sotto l'Alleanza - Abramo, Mosè, Davide, Elia, Isaia, e molti altri - e portato fuori dal regno dei morti e nella gloria celeste.

Ma la fede non è interessato a questo punto.

Il riferimento alla discesa agli inferi (o Inferno, o Sheol) è qui per mettere in chiaro che la morte di Gesù non è stato solo un swoon o coma, ma la morte in ogni senso della parola.

* Il terzo giorno è risorto dai morti, è asceso al cielo,


* E si è assiso alla destra di Dio Padre onnipotente.


* Da lì egli entra a giudicare i vivi ei morti.

* Credo in Spirito Santo,


* La santa Chiesa cattolica,

Gli Gnostici creduto che il più importante dottrine cristiane sono state riservate per pochi.

La fede ortodossa è stata che la pienezza del Vangelo doveva essere predicato a tutto il genere umano.

Da qui il termine "cattolica", o universale, che li distingue dal Gnostici.

* La comunione dei santi,


* Il perdono dei peccati,

Gli Gnostici considerato che ciò che gli uomini non è stato necessario il perdono, ma l'illuminazione.

Ignoranza, non il peccato, è stato il problema.

Alcuni di loro, ritenendo il corpo ad essere una trappola e delusione, ha portato vite di grande ascetismo.

Altri, ritenendo il corpo per essere nettamente distinte dal l'anima, ha dichiarato che non importa ciò che il corpo ha fatto, dal momento che è stato completamente fallo comunque, e le sue azioni non ha avuto alcun effetto sulla anima.

Che di conseguenza ha portato vita che non sono stati a tutti i ascetico.

In entrambi i casi, il concetto di perdono è stato estraneo a loro.

* La risurrezione del corpo,

Il principale obiettivo del Gnostici è stato quello di diventare liberi per sempre dalla macchia della materia e ceppi del corpo, e di ritornare nel regno celeste come puro Spirito.

Essi totalmente respinto qualsiasi idea di risurrezione del corpo.

* E la vita eterna.

AMEN

James Kiefer

Apostoli 'Credo

Informazioni cattolica

Una formula che contengono dichiarazioni in breve, o "articoli", i principi fondamentali della fede cristiana, e che hanno per i suoi autori, secondo la tradizione, i dodici Apostoli.

I. origine dei creed

In tutto il Medio Evo si è generalmente creduto che gli Apostoli, il giorno di Pentecoste, mentre ancora sotto la diretta ispirazione dello Spirito Santo, composto nostro presente Credo tra loro, ciascuno degli Apostoli, contribuendo uno dei dodici articoli.

Questa leggenda risale al VI secolo (cfr. Pseudo-Agostino in Migne, PL, XXXIX, 2189, e Pirminius, ibid., LXXVII, 1034), ed è prefigurata ancora prima in un sermone attribuito a sant'Ambrogio (Migne, PL, XVII, 671; Kattenbusch, I, 81), che si noterà che il Credo è stato "pieced insieme separato da dodici operai".

Circa la stessa data (c. 400) Rufino (Migne, PL, XXI, 337) dà conto in modo dettagliato della composizione del Credo, che egli professa conto di aver ricevuto da precedenti età (tradunt majores nostri).

Anche se non esplicitamente assegnare a ciascun articolo e la paternità di un apposito Apostolo, egli afferma che è stato il lavoro comune di tutti, e implica che la delibera ha avuto luogo il giorno della Pentecoste.

Inoltre, egli dichiara che "sono per molti motivi appena deciso che questa regola di fede per essere chiamati con il simbolo", parola greca che egli spiega, sia a indicium, vale a dire un token o password di cui i cristiani possono riconoscere reciprocamente, e collatio, vale a dire un'offerta di più lotti distinti contributi.

Pochi anni prima di questo (c. 390), la lettera indirizzata al Papa Siricio da parte del Consiglio di Milano (Migne, PL, XVI, 1213) fornisce il più presto noto esempio della combinazione di Symbolum Apostolorum ( "Credo degli Apostoli") queste sorprendenti parole: "Se si credito non gli insegnamenti dei sacerdoti... lasciate credito almeno essere data al simbolo degli Apostoli che la Chiesa romana sempre conserva e mantiene inviolabile".

Symbolum la parola in questo senso, in piedi da solo, prima ci soddisfa circa la metà del terzo secolo in corrispondenza di S. Cipriano e S. Firmilia, quest'ultima, in particolare, parlando del Credo, come il "simbolo della Trinità", e riconoscendo come parte integrante del rito del battesimo (Migne, PL, III, 1165, 1143).

Va aggiunto, inoltre, che Kattenbusch (II, p. 80, nota) ritiene che lo stesso uso dei termini può essere tracciato nel lontano Tertulliano.

Ancora, nei primi due secoli dopo Cristo, anche se spesso ci si menziona il Credo in virtù di altre denominazioni (ad esempio, regula fidei, doctrina, traditio), il nome Symbolum non si ripresenta.

Rufino è stato quindi sbagliato quando ha dichiarato che gli stessi apostoli erano "solo per molte ragioni" selezionato questo termine.

Questo fatto, unito con l'intrinseca improbabilità della storia, e il sorprendente silenzio del Nuovo Testamento e del Ante-niceno padri, non ci lascia altra scelta che circostanziali quanto riguarda la narrativa di Rufino come unhistorical.

Tra i critici recenti, alcuni hanno assegnato a Credo un'origine molto più tardi della Età Apostolica.

Harnack, ad esempio, afferma che nella sua forma attuale, essa rappresenta solo la confessione battesimale della Chiesa di Gallia meridionale, risalente a prima della seconda metà del quinto secolo (Das Apostolische Glaubensbekenntniss, 1892, pag 3).

Restrittivamente, i termini di questa dichiarazione sono abbastanza precise; anche se sembra probabile che non era in Gallia, ma a Roma, che il Credo veramente assunto la sua forma finale (vedi bruciare nel "Journal of Theol. Studi", luglio, 1902).

Ma lo stress di cui Harnack sulla tardività del nostro testo ricevuto (T) è, a dir poco, un po 'fuorviante.

E 'certo, in quanto permette di Harnack, che un altro e più anziani, sotto forma di Credo (R), era venuto in esistenza, nella stessa Roma, prima della metà del secondo secolo.

Inoltre, come vedremo, le differenze tra R e T non sono molto importanti ed è anche probabile che le attività di ricerca, se non si redatto dagli Apostoli, è almeno in base a uno schema che risale al Apostolica età.

Quindi, tenendo il documento nel suo complesso, possiamo dire con fiducia, con le parole di una moderna autorità protestanti, che "in e con il nostro Credo che noi confessiamo che fin dai tempi degli Apostoli è stata la fede della cristianità unita" (Zahn , Apostoli 'Credo, tr., P, 222).

La questione della apostolicità del Credo non dovrebbe essere respinto, senza la dovuta attenzione sarà rivolta alle seguenti cinque considerazioni:

(1) Non vi sono tracce molto suggestivo nel Nuovo Testamento il riconoscimento di un certo "sotto forma di dottrina" (errori di battitura didaches, Romani 6:17) che modellati, per così dire, la fede dei nuovi convertiti a Cristo la legge, e che coinvolti non solo la parola della fede creduto nel cuore, ma "con la bocca confessione fatta fino alla salvezza" (Romani 10:8-10).

In stretta connessione con questo dobbiamo ricordare la professione di fede in Gesù Cristo richiesto del eunuco (Atti 8:37) in via preliminare a battesimo (Agostino, «De Fide et Operibus", cap. IX; Migne, PL, LVII, 205) e la formula stessa del battesimo nel nome delle tre Persone della Santissima Trinità (Matteo 28:19; e cfr. Didaché 7:2, 9:5).

Inoltre, non appena cominciamo a ottenere qualsiasi tipo di descrizione dettagliata del cerimoniale del battesimo si trova che, in via preliminare della effettiva immersione, una professione di fede è stato richiesto di convertire, che espone sin dalle prime volte chiaramente diviso e separato confessione del Padre, del Figlio e Spirito Santo, che coincide con l'Persone divine invocato nella formula del battesimo.

Come non troviamo in nessun documento precedente la piena forma della professione di fede, non possiamo essere certi che esso è identico con il nostro Credo, ma, d'altra parte, è certo che nulla è stato ancora scoperto che non è compatibile con una tale supposizione.

V., ad esempio, il "Canoni di Ippolito" (c. 220) o la "Didascalia" (c. 250) in Hahn "Symbole der Bibliothek" (8, 14, 35); insieme con il slighter allusioni in Giustino Martire e Cipriano.

(2) Qualunque difficoltà possono essere sollevate per quanto riguarda l'esistenza della Disciplina Arcani all'inizio volte (Kattenbusch, II, 97 ss.), Non vi può essere alcun dubbio sul fatto che in Cirillo di Gerusalemme, Ilario, Agostino, Leone, la Gelasian Sacramentary, e molte altre fonti di quarto e quinto secoli, l'idea è molto insistito su; che, secondo l'antica tradizione è stata Credo che dobbiamo imparare di cuore, e mai essere spedite per iscritto.

Questo indubbiamente costituisce una plausibile spiegazione del fatto che, in caso di mancata primitiva religione è il testo conservato a noi completa o in una forma continua.

Che cosa sappiamo di queste formule di cui al più presto è stato derivato da quello che possiamo insieme pezzo dal citazioni, più o meno sparso, che si trovano in tali scrittori, per esempio, come Ireneo e Tertulliano.

(3) Anche se non di tipo unificato Credo può essere sicuramente riconosciuto tra i precedenti Orientale scrittori prima del Concilio di Nicea, un argomento che è stato considerato da molti a confutare l'esistenza di qualsiasi formula Apostolica, è un fatto che colpisce le Chiese Orientali nel quarto secolo sono trovato in possesso di un Credo che riproduce con variazioni vecchio tipo romano.

Questo fatto è piena ammissione da parte di tali autorità protestante Harnack (in Hauck's Realencyclopädie, I, 747) e Kattenbusch (I, 380 mq, II, 194 ss., E 737 metri quadrati).

E 'ovvio che questi dati si armonizzano molto bene con la teoria che un primitivo Credo era stato consegnato alla comunità cristiana di Roma, né di SS.

Pietro e Paolo di loro o dalla loro immediata successori, e nel corso del tempo ha avuto diffusione in tutto il mondo.

(4) Inoltre ricordiamo che verso la fine del secondo secolo siamo in grado di estrarre dagli scritti di San Irenæus nel sud della Gallia e di Tertulliano nel lontano Africa due Credo quasi completa (Transc. Nota: collegamento ipertestuale a Acreed2.gif) accordi in stretta collaborazione sia con i vecchi romani Credo (R), così come la conosciamo da Rufino, e uno con l'altro.

Sarà utile tradurre da Burn (Introduzione al Credo, pp. 50, 51) la sua presentazione tabellare degli elementi di prova nel caso di Tertulliano.

(Cf. MacDonald in "Ecclesiastica Review", febbraio, 1903):

Il vecchio credo ROMANO

Citati da Tertulliano (c. 200)

De virg.

Vel.

1De Praecept.

13

1De Praecept.

26

(1) Credere in un solo Dio onnipotente, creatore del mondo

(1) A nostro avviso, uno solo Dio

(1) Credo in un solo Dio, creatore del mondo

(2) e il Suo Figlio, Gesù Cristo

(2) e il figlio di Dio Gesù Cristo

(2) la Parola, chiamato il suo Figlio, Gesù Cristo

(3) nato dalla Vergine Maria

(3) nato dalla Vergine

(3) dallo Spirito e la potenza di Dio Padre fatto carne nel grembo di Maria e della sua data di nascita

(4) crocifisso sotto Ponzio Pilato

(4) Lui è morto subito, e sepolta

(4) Fissato a una croce.

(5) il terzo giorno ha portato alla vita dai morti

(5) riportato alla vita

(5) si alzò il terzo giorno

(6) ha ricevuto in cielo

(6) prese di nuovo in cielo

(6) è stato catturato in cielo

(7) ora seduta alla destra del Padre

(7) siede alla destra del Padre

(7) fissato alla destra del Padre

(8) verrà a giudicare i vivi ei morti

(8) verrà a giudicare i vivi ei morti

(8) verrà con gloria a prendere il bene in vita eterna, e condannare gli empi al fuoco perpetuo

(9) che ha inviato dal Padre lo Spirito Santo.

(9) vicaria spedito il potere del suo Santo Spirito

(10) per governare i credenti

(In questo passaggio articoli 9 e 10 precedere 8)

(12) attraverso la risurrezione della carne.

(12) ripristino della carne.

Tale tabella serve mirabilmente per mostrare come è incompleta gli elementi di prova forniti dalla mera quotazioni del Credo

con cautela e come dovrà essere affrontata.

Se avessimo posseduto solo il "De virginibus Velandis"

ci si sarebbe potuto dire che l'articolo concernente lo Spirito Santo non fanno parte di Tertulliano del Credo.

Ha avuto il "De virginibus Velandis" stato distrutto, dovremmo avere dichiarato che Tertulliano sapeva nulla della clausola di "sofferto sotto Ponzio Pilato".

E così via.

(5) Non si deve dimenticare che, anche se non esplicita dichiarazione della composizione di una formula di fede dagli Apostoli è prossimo prima della chiusura del quarto secolo, prima Padri come ad esempio Tertulliano e San Irenæus insistere in un modo molto chiaro che la "regola della fede" è parte della tradizione apostolica.

Tertulliano, in particolare, nel suo "De Praescriptione", dopo di che dimostrano che questa regola (Regula doctrinoe) capisce qualcosa praticamente identici con il nostro Credo, insiste sul fatto che lo Stato è stato istituito da Cristo e consegnato a noi (tradita) a partire da Cristo dagli Apostoli (Migne. PL, II, 26, 27, 33, 50).

In conclusione di questa prova l'attuale scrittore, l'accordo su tutto con tali autorità come Semeria e Batiffol che non si può affermare con sicurezza la composizione apostolica del Credo, ritiene allo stesso tempo che a negare la possibilità di tale origine è di andare oltre rispetto a quella dei dati attualmente mandato.

Una più conservatore pronouncedly punto di vista è sollecitato da MacDonald nel "Ecclesiastica Review", da gennaio a luglio, 1903.

II. Il vecchio credo ROMANO

Il Catechismo del Concilio di Trento si assume apparentemente l'origine apostolica della nostra esistenti Credo, ma un simile pronunciamento non ha alcuna forza dogmatica e lascia libero di parere.

Moderni apologeti, nel difendere la rivendicazione di apostolicità, estenderla solo per la vecchia forma romana (R), e sono un po 'ostacolato dalla obiezione che se R davvero era stato ritenuto ispirato la parola degli Apostoli, non sarebbe stato modificati a piacere da varie chiese locali (Rufino, ad esempio, testimonia tale espansione nel caso della Chiesa di Aquileia), in particolare non sarebbe mai stato del tutto soppiantato da T, la nostra forma attuale.

La differenza tra i due sarà più visibile di stampa loro fianco a fianco (Credo e T R):

Credo di età romana (R)

Credo esistenti Moderna (T)

(1) Credo in Dio Padre onnipotente;

(1) Credo in Dio Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra

(2), in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore;

(2), in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore;

(3) Chi è nato di (de) lo Spirito Santo e di (ex) la Vergine Maria;

(3) Chi è stato concepito di Spirito Santo, nato dalla Vergine Maria,

(4) crocifisso sotto Ponzio Pilato e sepolto;

(4) sofferto sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morto e sepolto;

(5) Il terzo giorno è risuscitato dai morti,

(5) Egli è disceso agli inferi, il terzo giorno è risuscitato dai morti;

(6) E 'salito in cielo,

(6) E 'salito al Cielo, sitteth alla destra di Dio Padre onnipotente;

(7) Sitteth alla destra del Padre,

(7) Da lì Egli è venuto a giudicare i vivi ei morti.

(8) da dove è venuto a giudicare i vivi ei morti.

(8) Credo nello Spirito Santo,

(9) e in Spirito Santo,

(9) La Santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi

(10) La Santa Chiesa,

(10) Il perdono dei peccati,

(11) Il perdono dei peccati;

(11) La risurrezione del corpo, e

(12) La risurrezione del corpo.

(12) la vita eterna.

Trascurare minori punti di differenza, che in effetti per la loro adeguata discussione richiederebbe uno studio del testo latino, possiamo notare che le attività di ricerca non contiene le clausole di "Creatore del cielo e della terra", "disceso agli inferi", "comunione dei santi "," Vita eterna ", né le parole" concepito "," subito "," morto "e" cattolica ".

Molte di queste aggiunte, ma non è tutto, sono stati probabilmente noto a San Girolamo in Palestina (c. 380 .-- Vedi Morin in Revue benedettino, gennaio, 1904) e circa la stessa data per i dalmata, Niceta (Burn, Niceta di Remesiana, 1905).

Ulteriori aggiunte appaiono nel simboli della Gallia meridionale, all'inizio del prossimo secolo, ma probabilmente T assunto la sua forma definitiva a Roma per sé un po 'di tempo prima del 700 dC (Burn, Introduzione, 239; ufficiale e di theologiae. Studi, luglio, 1902) .

Sappiamo nulla di certo tra i motivi che hanno portato all'adozione di T di preferenza a R.

III. Articoli del Credo

Anche se veramente T contiene più di dodici articoli, è sempre stato di uso comune per mantenere la divisione twelvefold con cui origine e, più strettamente si applica a, R. Alcuni dei punti più discussi invito a presentare alcune brevi osservazioni.

Il primo articolo della R presenta una difficoltà.

Dalla lingua di Tertulliano, è sostenuto che le attività di ricerca originariamente omessa la parola Padre e ha aggiunto la parola; così: "Credo in un solo Dio Onnipotente".

Zahn deduce quindi un sottostante originale greco ancora in parte superstite nel Simbolo niceno, e ritiene che il primo articolo del Credo subito un aggiornamento per contrastare gli insegnamenti del Monarchian eresia.

Essa deve bastare a dire qui che, anche se la lingua originale delle attività di R può essere eventualmente greco, Zahn locali per quanto riguarda la formulazione del primo articolo non sono accettati da tali autorità come Kattenbusch e Harnack.

Un altro testo su di giri difficoltà l'inserimento della parola solo nel secondo articolo, ma una più seria questione sollevata dal Harnack il rifiuto a riconoscere, sia nel primo o secondo articolo di R, qualsiasi riconoscimento di un pre-esistente o di relazione eterna Figliolanza e di paternità le Persone divine.

La teologia trinitaria di età più tardi, egli dichiara, ha letto il testo in un senso che esso non possiede per la sua framers.

E dice, ancora una volta, per quanto riguarda il nono articolo, che lo scrittore del Credo non ha concepire lo Spirito Santo come una Persona, ma come un dono e potere.

"Nessuna prova può essere dimostrato che circa la metà del secondo secolo lo Spirito Santo è stato creduto in quanto persona."

E 'impossibile fare di più qui che direttamente al lettore di tali risposte cattolica come quelli di Baumer e Blume; tra anglicani e per il molto conveniente volume di Swete.

Per citare solo uno esempio di insegnamento precoce patristica, Sant'Ignazio, alla fine del primo secolo più volte si riferisce a un Sonship che si trova al di là dei limiti di tempo: "Gesù Cristo... Uscito da un Padre", "è stato con il Padre prima che il mondo fosse "(Magn., 6 e 7).

Mentre, per quanto riguarda lo Spirito Santo, San Clemente di Roma in una data anteriore ancora scrive: "Come Dio abita, e dal Signore Gesù Cristo vive, e lo Spirito Santo, la fede e la speranza degli eletti" (cap. LVIII ).

Questo e altri passaggi, come indica chiaramente la coscienza di una distinzione tra Dio e lo Spirito di Dio analoga a quella riconosciuta ad esistere tra Dio e il Logos.

Un simile appello ai primi di scrittori devono essere effettuati in connessione con il terzo articolo, affermando che la Vergine nascita.

Harnack ammette che le parole «concepito di Spirito Santo" (T), davvero aggiungere nulla a che il "nato dello Spirito Santo" (R).

Di conseguenza, egli ammette che "all'inizio del secondo secolo la fede nella concezione miracolosa era diventato parte integrante della Chiesa tradizione".

Ma egli nega che la dottrina facevano parte della prima predicazione evangelica, ed egli ritiene di conseguenza impossibile che l'articolo avrebbe potuto essere formulato nel primo secolo.

Noi possiamo solo rispondere che l'onere della prova spetta a lui, e che l'insegnamento dei Padri Apostolici, come citato da Swete e altri punti ad una conclusione molto diversa.

Rufino (c. 400) afferma esplicitamente che le parole disceso agli inferi non sono stati in Credo romano, ma che esisteva in di Aquileia.

Essi sono anche in alcuni Credo greco e in quello di San Girolamo, recentemente recuperato da Morin.

E 'stato senza dubbio un ricordo di Pietro I, III, 19, come interpretato dalla Ireneo e altri, che ha causato il loro inserimento.

La clausola di "comunione dei santi", che appare nel primo Niceta e San Girolamo, dovrebbero senza dubbio essere considerato come una semplice espansione del l'articolo "santa Chiesa".

Santi, come qui utilizzato, originariamente significava non oltre le membra vive della Chiesa (vedi l'articolo di Morin in Revue d'Histoire et de letteratura ecclesiastique. Maggio, 1904, e la monografia di JP Kirsch, Die apprendistato von der Gemeinschaft der Heiligen, 1900).

Per il resto non si può non notare che la parola "cattolica", che appare nel primo Niceta, è trattata separatamente e che "il perdono dei peccati" è probabilmente quello di essere inteso in primo luogo del battesimo e devono essere comparati con i "un solo battesimo per il perdono dei peccati "del Credo niceno.

IV. Uso e l'autorità del Credo

Come già indicato, si deve a sua volta il rito del Battesimo per i più primitivi e importante l'uso degli Apostoli 'Credo.

È molto probabile che il Credo è stato originariamente nient'altro che una professione di fede nel Padre, Figlio e Spirito Santo della formula battesimale.

Pienamente sviluppato il cerimoniale che troviamo nel settimo Ordo romana, e la Gelasian Sacramentary, e che probabilmente rappresentato la pratica del quinto secolo, assegna un giorno speciale di "controllo", per il impartendo del Credo (traditio symboli), e un altro, immediatamente prima della somministrazione del sacramento, per la redditio symboli, quando il neofita ha dato prova della sua competenza di recitare ad alta voce il Credo.

Un imponente indirizzo accompagnato la traditio e in un importante articolo, Dom de Puniet (Revue d'Histoire Ecclesiastique, ottobre, 1904) ha recentemente dimostrato che questo indirizzo è quasi certamente la composizione di S. Leone Magno.

Inoltre, tre domande (interrogationes) sono stati messi ai candidati in un atto di battesimo, che domande sono essi stessi solo una sintesi della più antica forma di Credo.

Sia la recita del Credo e le questioni sono ancora conservati nella Ordo baptizandi effettivo del nostro rituale romano, mentre il Credo in una forma interrogativa appare anche nel Battesimo del Servizio anglicano "Libro della preghiera comune".

Al di fuori dell 'amministrazione del battesimo Apostoli' Credo si recita quotidiana nella Chiesa, non solo all'inizio del Mattutino e il Primo e la fine di Compieta, ma anche ferially nel corso del primo e Compieta.

Molti sinodi ingiunto medievale che deve essere appreso da tutti i fedeli, e vi è una grande quantità di elementi di prova per dimostrare che, anche in paesi come l'Inghilterra e la Francia, si è appreso in precedenza in latino.

Come risultato di questa intima associazione con la liturgia e la dottrina della Chiesa, gli Apostoli 'Credo è sempre stato detenuto per avere l'autorità di un ex cathedra esprimersi.

E 'comunemente insegnato che tutti i punti di dottrina contenuta in esso fanno parte della fede cattolica, e non può essere rimessa in discussione sotto pena di eresia (S. Tommaso, Summa Teologica, II-II: 1,9).

Di conseguenza, i cattolici sono stati generalmente contenuto di accettare il Credo nella forma e nel senso in cui è stato autorevolmente enunciato dalla voce vivente della Chiesa.

Per i protestanti che accettano solo nella misura in cui essa rappresenta la dottrina evangelica apostolica di età, è diventata una questione di suprema importanza per indagare la sua originale forma e significato.

Questo spiega la preponderating importo di ricerca dedicato a questo tema di studiosi protestanti rispetto ai contributi dei loro rivali cattolica.

Pubblicazione di informazioni scritte da Herbert Thurston.

Trascritto da Donald J. Boon.

Dedicato a Jack e Kathy Graham, amici fedeli nella Chiesa universale L'Enciclopedia Cattolica, Volume I. Pubblicato 1907.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 marzo 1907.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York


Inoltre, si veda:


Creed

Credo niceno

Simbolo atanasiano

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a