Novazione scisma, Novaziano

INFORMAZIONI GENERALI

Novaziano, c.200-c.258, un teologo romano e il primo scrittore della chiesa occidentale di utilizzare il latino, è stato un primo antipapa.

Egli stesso aveva consacrato vescovo di Roma nel 251 in opposizione a papa Cornelio.

Novaziano creduto che Cornelio era troppo indulgente verso coloro che avevano apostatized durante la persecuzione Decian (249-50) e aveva quindi chiesto di riammissione alla chiesa.

Egli ritiene che più rigorosi standard di riammissione dovrebbe applicare.

Novaziano è stato scomunicato, ma i suoi seguaci scismatico formato una setta che persiste per diversi secoli.

Novaziano stesso è stato probabilmente il martirio nella persecuzione di Valeriano.

Novaziano's opera più importante è De Trinitate (c.250), una interpretazione ortodossa della Chiesa primitiva dottrina sulla Trinità.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Novazione Scisma

Informazioni avanzate

Questo era iniziato come un dibattito sul corretto trattamento che la Chiesa deve accordare ai cristiani che avevano negato la loro fede in periodi di persecuzione.

Nella diffusa persecuzione sotto Decio, Papa Fabiano subì il martirio nel mese di gennaio di 250, ma la chiesa è stata in questi Dire Straits che il suo successore non è stato eletto fino alla primavera del 251.

La maggioranza è stata espressi per Cornelio, che favorì la piena accettazione di coloro che avevano decaduta nel terribile pericolo.

La scelta è stata ripudiata dal clero che era stato convinto la maggior parte durante la persecuzione, in opposizione essi consacrata Novaziano, un presbitero romano che è stato apparentemente già acclamato per la sua importante e il lavoro teologico ortodosso, La Trinità.

Cristianità è stato quindi di fronte a due papi rivali, ciascuna in cerca di sostegno del più ampio chiesa.

Come ogni papa ha difeso la legittimità della sua posizione, la demarcazione è diventata più pronunciata.

Questioni sono state sollevate sul modo in cui la chiesa dovrebbe trattare con quelle che aveva acquistato da un magistrato falsi certificati affermando di aver offerto un sacrificio pagano più di quanto nei confronti di coloro che avevano effettivamente svolta il sacrificio, una pratica in cui anche i vescovi avevano assunto.

La Novatianists sostenuto che solo Dio può accordare il perdono per tale grave peccato, mentre la parte ha sostenuto Cornelio per un uso oculato di "il potere delle chiavi" in perdonando i decaduta dopo un adeguato periodo di penitenza.

Cipriano di Cartagine divenne il principale portavoce di questa posizione cattolica di clemenza.

Egli opined che la salvezza è stato impossibile al di fuori della comunione della Chiesa e che la vera penitenti deve essere ricevuto indietro nel volte il più rapidamente possibile, mentre Novaziano ed i suoi sostenitori ha sostenuto che la chiesa deve essere preservato nella sua purezza, senza il defilement di coloro che avevano non dimostrato perseverano.

Sono stati più tardi per andare fino a negare il perdono per qualsiasi reato grave (ad esempio, fornicazione o idolatria) dopo il battesimo, anche se potrebbe essere il perdono offerto a quelli ritenuti vicino alla morte.

Quando sono stati scomunicato da un sinodo dei vescovi a Roma, il Novatianists, volendo evitare di compromesso e con compiacimento il peccato, ha istituito un separato chiesa con la sua disciplina e clero, tra cui vescovi.

La loro enfasi sulla purezza e rigorism così come un veemente scontro di personalità ha un sostegno significativo in tutta la Chiesa in generale e, soprattutto, da un presbitero di nome cartaginese Novatus, se stesso in contrasto con Cipriano.

Non vi è stato un forte seguito in Frigia, in particolare tra Montanist gruppi.

Novaziano la Chiesa continuò per diversi secoli ed è stato ricevuto dal Concilio di Nicea come un ortodosso se scismatico gruppo.

In particolare la sua affermazione di Cristo come di una sostanza con il Padre è stato applaudito.

Più tardi la setta è sceso sotto disfavor imperiale, è stato vietato il diritto di culto pubblico, e aveva distrutto i suoi libri.

La maggioranza dei suoi membri sono stati reabsorbed nell'economia generale della Chiesa cattolica, anche se la Chiesa Novaziano era un entità identificabili fino al settimo secolo.

RC Kroeger e CC Kroeger


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


ANF, V; Eusebio, Storia della Chiesa, VI, VII; Un Harnack, SHERK, VIII.

Novaziano e Novatianism

Informazioni cattolica

Novaziano era un scismatico del terzo secolo, e fondatore della setta degli Novatians; era un sacerdote romano, e si è fatto antipapa.

Il suo nome è dato come Novatus (Noouatos, Eusebio; Nauatos, Socrates) di scrittori greci, e anche nei versi di Damaso e Prudenzio, per conto del metro.

Biografia

Sappiamo poco della sua vita.

San Cornelio nella sua lettera a Fabio di Antiochia riferisce che Novaziano era posseduto da Satana per una stagione, aparently mentre un catecumeno, per la esorcisti partecipato lui ed egli cadde in una malattia da cui morte è stata istantanea previsto; egli è stato, pertanto, dato il battesimo di affusion laici come lui per il suo letto.

Il resto dei riti non sono stati forniti per il suo recupero, né egli è stato confermato dal vescovo.

"Come può quindi aver ricevuto lo Spirito Santo?"

chiede Cornelio.

Novaziano era un uomo di apprendimento e sono stati addestrati in composizione letteraria.

Cornelio parla di lui come sarcastically "che costitutore di dogmi, che campione di apprendimento ecclesiastiche".

La sua eloquenza è menzionato da Cipriano (Ep. lx, 3) e di un papa (presumibilmente Fabian) promosso lui al sacerdozio, nonostante le proteste (secondo Cornelio) di tutto il clero e molti dei laici che era per una uncanonical che aveva ricevuto il battesimo solo clinica di essere ammessi tra il clero.

La storia raccontata da Eulogius di Alessandria che Novaziano era Arcidiacono di Roma, e si è fatto un sacerdote dal papa al fine di prevenire il suo successo al papato, in contraddizione con il titolo di Cornelio e suppone un secondo stato di cose quando il romano diaconi sono stati statisti piuttosto che i ministri.

L'anonimo lavoro "annunci Novatianum" (xiii) ci dice che Novaziano, "finché egli era in una casa, che è la Chiesa di Cristo, si battevano il petto i peccati dei suoi vicini, come se fossero suoi, hanno sostenuto la oneri dei fratelli, come esorta l'Apostolo, e rafforzato con la consolazione celeste in regressione fede ".

La Chiesa ha goduto di una pace di trenta-otto anni, quando Decio emesso il suo editto di persecuzione nei primi mesi del 250.

Papa San Fabiano è stato martirizzato il 20 gennaio, e non è stato possibile eleggere un successore.

Cornelio, iscritto per l'anno successivo, dice di Novaziano che, attraverso la codardia e di amore della sua vita, ha negato che era un sacerdote nel tempo di persecuzione, per lui è stato di esortava i diaconi per venire fuori dalla cella, in cui aveva terminato se stesso, di assistere i fratelli come un sacerdote, ora che essi erano in pericolo.

Ma era arrabbiato e defunti, dicendo che non intende più essere un sacerdote, perché egli è stato innamorato di un'altra filosofia.

Il significato di questa storia non è chiara.

Ha fatto Novitian desiderano eschew l'attiva opera di sacerdozio e donare se stesso ad una vita ascetica?

In ogni caso, durante la persecuzione ha certamente scritto in lettere il nome del clero romano, che sono stati inviati da loro a San Cipriano (Epp. xxx e xxxvi).

Le lettere sono interessati con la questione dei lapsi, e con la pretesa esagerata dei martiri a Cartagine per ripristinare tutti senza penitenza.

Clero romano d'accordo con Cipriano che la questione deve essere risolta con la moderazione di consigli che si terrà quando questo dovrebbe essere possibile; l'elezione di un nuovo vescovo deve essere atteso; corretta disciplina di gravità deve essere preservata, come aveva sempre digtinguished romana Chiesa fin dai tempi in cui la sua fede è stato elogiato da St. Paul (Romani 1:8), ma la crudeltà verso gli pentito deve essere evitato.

Evidentemente non vi è alcuna idea nella mente dei sacerdoti romani che il ripristino della decade, alla comunione si rivela impossibile o improprio, ma non vi sono gravi espressioni nelle lettere.

Sembra che Novaziano penetrato in alcuni problemi durante la persecuzione, perché dice che Cornelio San Mosè, il martire († 250), vedendo l'audacia di Novaziano, separati dalla comunione di lui, insieme con i cinque sacerdoti che sono stati associati con lui .

All'inizio del 251 la persecuzione rilassato, e S. Cornelio papa è stato eletto nel mese di marzo, "quando la presidenza di Fabiano, che è il luogo di Pietro, è stato vacante", con il consenso di quasi tutto il clero, del popolo, e dei vescovi presenti (Cipriano, Ep. lv, 8-9).

Alcuni giorni più tardi Novaziano impostare se stesso come un rivale papa.

Cornelio ci dice Novaziano subito uno straordinario e improvviso cambiamento, per aver preso una tremenda giuramento che egli non avrebbe mai tentare di diventare vescovo.

Ma ora che egli ha inviato due del suo partito di convocare tre vescovi lontani da un angolo d'Italia, dicendo loro che devono venire a Roma in fretta, per una divisione che potrebbe essere guarito da loro e che la mediazione di altri vescovi.

Questi semplici uomini sono stati costretti a conferire il episcopale su di lui al decimo ora del giorno.

Uno di questi restituito alla chiesa bewailing e confessando il suo peccato, "e noi spediti" dice Comelius ", successori degli altri due vescovi ai luoghi da dove sono venuti, dopo aver ordinare loro".

Al fine di garantire la fedeltà dei suoi sostenitori Novaziano costretti, quando si ricevono la Santa Comunione, giuro per il sangue e il corpo di Cristo che non avrebbero più di andare a Cornelio.

Cornelio e Novaziano inviato messaggeri a diverse Chiese di annunciare i rispettivi crediti.

Da San Cipriano corrispondenza sappiamo di un'accurata indagine fatta dal Consiglio di Cartagine, con il risultato che Cornelio è stato sostenuto da tutta africana episcopato.

San Dionigi di Alessandria ha preso anche il suo lato, e questi influenti aderenze presto ha fatto la sua posizione di sicurezza.

Ma per un tempo tutta la Chiesa è stata strappata dalla questione dei papi rivali.

Abbiamo alcuni dettagli.

San Cipriano Novaziano scrive che "il primato assunto" (Ep. LXIX, 8), e ha inviato il suo nuovo apostoli a molte città di impostare nuove basi per il suo nuovo stabilimento, e, se vi fosse già in tutte le province e le città di vescovi venerabile età, di pura fede, ha cercato di virtù, che erano stati vietati nella persecuzione, ha avuto il coraggio di creare altri vescovi false sulle loro teste (Ep. lv, 24) così rivendicare il diritto di sostituire i vescovi con la sua autorità come ha fatto Cornelio nel caso appena citato.

Non potevano essere più sorprendente di prova l'importanza della Sede romana di questa improvvisa rivelazione di un episodio del terzo secolo: la Chiesa intera convulsed di credito di un antipapa; riconosciuta la impossibilità di un vescovo di essere un cattolico e legittimo pastore se egli è dalla parte sbagliata del papa, il credito non contestato di entrambi i rivali di consacrare un nuovo vescovo in qualsiasi luogo (in ogni caso, in Occidente) in cui l'attuale vescovo resistito la loro autorità.

Più tardi, nello stesso modo, in una lettera al Papa Stefano, San Cipriano lo esorta a nominare (così egli sembra implicare) un nuovo vescovo alla Arles, dove il vescovo era diventato un Novatianist.

San Dionigi di Alessandria ha scritto al Papa Stefano che tutte le Chiese in Oriente e oltre, che era stata divisa in due, sono stati ora unita, e che tutti i loro prelati sono stati ora estremamente gioia in questo inatteso pace - ad Antiochia, Cesarea di Palestina, Gerusalemme, Tiro, Laodicea di Siria, Tarso e di tutte le Chiese di Cilicia, Cesarea di Cappadocia e tutti, il Syrias e Arabia (che dipendeva l'elemosina sulla Chiesa romana), Mesopotamia, del Ponto e Bitinia, "e tutte le Chiese in tutto il mondo ", Finora ha fatto il romano scisma provocare i suoi effetti a farsi sentire.

Nel frattempo, prima della fine del 251, Cornelio era riunito un consiglio di sessanta vescovi (probabilmente da tutti i Italia o le isole vicine), in cui Novaziano è stato scomunicato.

Altri vescovi che non erano presenti aggiunto le loro firme, e l'intero elenco è stato inviato ad Antiochia e senza dubbio a tutti gli altri principali Chiese.

Non è surpr cantare che un uomo di talento come tali Novaziano avrebbe dovuto essere, consapevole della sua superiorità a Cornelio, o che avrebbe dovuto trovare sacerdoti per assistere il suo ambizioso opinioni.

È stato il suo fondamento nel confessori ancora in carcere, Massimo, Urbanus, Nicostratus, e altri.

Dionigi e Cipriano ha scritto al remonstrate con loro, e sono tornati alla Chiesa.

Un primo motore a Novaziano lato è stato il cartaginese Novatus sacerdote, che aveva favorito il lassismo a Cartagine di opposizione al suo vescovo.

A San Cipriano precedenti lettere relative a Novaziano (xliv-xlviii, 1), non c'è una parola in merito a qualsiasi eresia, l'intera questione in quanto ai legittimi occupanti del luogo di Pietro.

In Ep.

che, le parole "schismatico immo haeretico furore" si riferiscono alla malvagità di ostacolare il vero vescovo.

Lo stesso vale per "haereticae pravitatis Male factio" con Ep.

LIII.

In Ep.

liv, Cipriano ha ritenuto necessario inviare il suo libro "De lapsis" a Roma, in modo che la questione della decade, è stato già di rilievo, ma Ep.

lv è la prima in cui il "Novaziano eresia" in quanto tale, è sostenuto contro.

Le lettere di Romano confessori (Ep. LIII) e Cornelio (XLIX, 1) Cipriano a non menzionare, anche se quest'ultimo parla in termini generali di Novaziano come scismatico o di un eretico, né il papa menzionare nella sua eresia abuso di Novaziano nella lettera a Fabio di Antiochia (Eusebio, VI, xliii), da cui molto è stato già citato.

E 'altrettanto chiaro che le lettere inviate da Novaziano non sono stati interessati con il lapsi, ma sono stati "lettere piene di calunnie e maledictions spedito in gran numero, che ha gettato quasi tutte le Chiese in disordine"' (Cornelio, Ep. XLIX).

Il primo di questi inviato a Cartagine apparentemente consisteva di "amaro accuse" contro Cornelio, e San Cipriano pensiero in modo vergognoso che egli non ha letto al Consiglio (Ep. xlv, 2)., Gli inviati da Roma per il cartaginese Consiglio scoppiata in simili attacchi (Ep. xliv).

È necessario notare questo punto, perché è così spesso trascurato dagli storici, che rappresentano l'improvvisa, ma di breve durata perturbazione in tutta la Chiesa cattolica causate da Novaziano's ordinazione è stata una divisione tra Vescovi, sul tema della sua eresia.

Ma è abbastanza evidente che la questione non ha potuto presentare se stessa: "Qual è preferibile, la dottrina di Cornelio o quella di Novaziano?"

Novaziano se sono stati mai così ortodosso, il primo problema è stato quello di esaminare se la sua ordinazione è stato legittimo o meno, e se le sue accuse contro Cornelio erano false o vere.

Una mirabile risposta indirizzata a lui di San Dionigi di Alessandria è stata conservata (Eusebio, VI, XLV): "Dionigi al fratello Novaziano, saluto. Se si è contro la tua volontà, come dici tu, che sei stato portato, sarà dimostrare di pensionamento del vostro libero arbitrio. Per te avrebbe dovuto subito nulla piuttosto che dividere la Chiesa di Dio e di essere il martirio, piuttosto che causare un scisma woul sono stati non meno glorioso, piuttosto che essere il martirio, piuttosto che impegnarsi idolatria, anzi nella mia parere sarebbe stato un atto ancora maggiore; in un caso, uno è un martire per la propria anima da solo, negli altri per tutta la Chiesa ".

Anche in questo caso non si tratta di eresia.

Ma ancora all'interno di un paio di mesi Novaziano è stato chiamato un eretico, non solo di Cipriano, ma in tutta la Chiesa, per il suo punto di vista sulla grave il ripristino di quelle che aveva decade, nella persecuzione.

Egli ha dichiarato che l'idolatria è stato un imperdonabile peccato, e che la Chiesa non aveva alcun diritto di restituire alla comunione che le era caduta in lui.

Essi si pentono e potrebbe essere ammessi a una vita di penitenza, ma il loro perdono deve essere lasciato a Dio; non poteva essere pronunciato in questo mondo.

Tali sentimenti duri non sono stati del tutto una novità.

Tertulliano aveva resistito alla perdono di adulterio da papa Callisto come l'innovazione.

Ippolito è stato altrettanto inclini a gravità.

In vari luoghi e in diversi momenti disposizioni legislative che sono state apportate alcune peccati puniti con la proroga di Comunione fino l'ora della morte, o anche con il rifiuto della comunione nella l'ora della morte.

Anche S. Cipriano approvato il corso di quest'ultimo nel caso di coloro che ha rifiutato di fare pennance pentito e solo a loro letto di morte, ma perché questo è stato un tale pentimento sembrava di dubbia sincerità.

Ma la gravità in sé ma è stato crudeltà o ingiustizia; non vi era alcuna eresia fino a quando non è stato negato che la Chiesa ha il potere di concedere l'assoluzione in determinati casi.

Questo è stato Novaziano di eresia, e San Cipriano dice il Novatians detenuto non è più la religione cattolica e battesimale interrogatorio, per quando ha detto "mi credono in remissione dei peccati, e la vita eterna, attraverso la Santa Chiesa?"

sono stati bugiardi.

Scritti

San Girolamo cita un certo numero di scritti di Novaziano, solo due dei quali sono giunti fino a noi, il "De Cibis Judaicis" e il "De Trinitate".

La prima è una lettera scritta in pensione nel corso di un tempo di persecuzione, ed è stata preceduta da altre due lettere a Circoncisione e il sabato, che sono persi.

Interpreta la animali sporchi come significare diverse classi di uomini vizioso, e spiega che la maggiore libertà permesso ai cristiani non deve essere motivo di lusso.

Il libro "De Trinitate" è un bel pezzo di scrittura.

I primi otto capitoli riguardano la trascendenza e la grandezza di Dio, che è al di sopra di tutti pensiero e può essere descritto da nessun nome.

Novaziano va a dimostrare la divinità del Figlio a lungo, sostenendo sia dal Vecchio e il Nuovo Testamento, e aggiungendo che si tratta di un insulto per il Padre a dire che un Padre che è Dio non può generare un Figlio che è Dio.

Novaziano, ma cade in errore commesso da tanti primi scrittori di separare il Padre dal Figlio, così che egli fa il Padre indirizzo al Figlio il comando per creare, e il Figlio obbedisce; egli identifica il Figlio con gli angeli che apparso in Testamento di Agar, Abramo, ecc "Spetta alla persona di Cristo, che egli dovrebbe essere Dio perché Egli è il Figlio di Dio, e che Egli dovrebbe essere un angelo, perché Egli annuncia la volontà del Padre" (paternae dispositionis è annuntiator ).

Il Figlio è "la seconda persona dopo il Padre", meno del Padre che in Lui è nato dal Padre; Egli è l'imitatore di tutte le sue opere, ed è sempre obbediente al Padre, ed è uno con Lui "di concordia , Di amore e di affetto ".

Non c'è da stupirsi che una tale descrizione dovrebbe avversari sembrano fare due Divinità, e, di conseguenza, dopo un capitolo sulla lo Spirito Santo (xxix), Novaziano restituisce l'oggetto in una sorta di appendice (xxx-xxxi).

Due tipi di eretici, egli spiega, provare a custodire l'unità di Dio, l'unico tipo di supporto (Sabellians) di individuare il Padre con il Figlio, l'altro (ebioniti, ecc) di negare che il Figlio è Dio; così è di nuovo Cristo crocifisso tra due ladri, ed è reviled di entrambi.

Novaziano dichiara che esiste effettivamente, ma un solo Dio, unbegotten, invisibile, immenso, immortale; la Parola (Sermo), suo figlio, è una sostanza che procede da Lui (substantia prolata), la cui generazione non apostolo né angelo né qualsiasi creatura può dichiarare .

Egli non è un secondo Dio, perché Egli è eternamente nel Padre, il Padre altro non sarebbe eternamente Padre.

Egli ha proceduto dal Padre, quando il Padre ha voluto (questo syncatabasis ai fini della creazione è chiaramente distinta da quella generazione eterna nel Padre), ed è rimasta con il Padre.

Se fosse anche il unbegotten, invisibile, incomprensibile, potrebbe effettivamente essere detto di essere due divinità, ma in realtà egli ha dal Padre, quello che egli ha, e non vi è una sola origine (Origo, principium), il Padre.

"Un Dio è dimostrato, il vero ed eterno Padre, dal quale solo di questa energia è il Dio mandò il, di essere trasmessa al Figlio e, nuovamente, di comunione di sostanza è tornato al Padre."

In questa dottrina non vi è tanto che non è corretto, ancora molto che sembra destinato ad esprimere il consubstantiality del Figlio, o almeno la sua generazione fuori dalla sostanza del Padre.

Ma è molto insoddisfacente unità che è raggiunto, e sembra essere suggerito che il Figlio non è immenso o invisibili, ma l'immagine del Padre in grado di manifestare Lui.

Ippolito è nella stessa difficoltà, e sembra che Novaziano presi in prestito da lui e da Tertulliano e Justin.

Sembrerebbe che Tertulliano e Ippolito capito un po 'meglio di Novaziano ha fatto la dottrina tradizionale romana del consubstantiality del Figlio, ma che tutte e tre sono stati sviati dalla portato la loro conoscenza con la teologia greca, interpretata che il Figlio di Dio come Scriptural espressioni (in particolare quelli di St. Paul), che applicano correttamente a Lui come il Dio-Uomo.

Ma almeno Novaziano ha il merito di non identificare la Parola con il Padre, né Sonship con la prolation della Parola ai fini della creazione, Egli chiaramente insegna l'eterna generazione.

Si tratta di un notevole anticipo sulla Tertulliano.

Sulla incarnazione Novaziano sembra essere stato ortodossa, anche se egli non è esplicito.

Parla correttamente da una persona che abbia due sostanze, la divinità e umanità, nel modo in cui è abituale per più esatto teologi occidentali.

Ma molto spesso egli parla di "l'uomo" assunto dalla persona divina, perché egli è stato sospettato di Nestorianizing.

Questo non è giusto, poiché egli è ugualmente responsabile verso il fronte accusa di fare "l'uomo" in modo tutt'altro che una spiccata personalità, che Egli è solo carne assunto (Caro, o substantia carnis et corporis).

Ma non vi è alcun reale motivo di presumere che Novaziano vuole negare un intellettuale anima in Cristo; egli non pensare al punto, ed è solo ansioso di affermare la realtà della nostra carne del Signore.

Il Figlio di Dio, egli dice, si unisce a sé il Figlio dell'uomo, e da questa connessione e mingling egli fa il Figlio dell'uomo diventare Figlio di Dio, che egli non è stato di natura.

Questa ultima frase è stata descritta come Adozionismo.

Ma gli spagnoli Adoptionists insegnato che la natura umana di Cristo, uniti per la divinità è adottato il Figlio di Dio.

Novaziano significa solo che prima della sua assunzione non era di natura il Figlio di Dio, sotto forma di parole è male, ma non è necessariamente ogni eresia nel pensiero.

Newman, anche se egli non fare il meglio di Novaziano, dice che egli "si avvicina di più a quasi dottrinale precisione di uno qualsiasi degli scrittori d'Oriente e Occidente" che lo ha preceduto (Tracts teologiche ed ecclesiastiche, pag 239).

I due pseudo-Cyprianic opere, sia di un autore, "De Spectaculis" e "De Bono pudicitiae", sono attribuiti a Novaziano di Weyman, seguita da Demmler, Bardenhewer, Harnack e altri.

La pseudo-Cyprianic "De laude martyrii" è stata attribuita a Novaziano di Harnack, ma con meno probabilità.

La pseudo-Cyprianic sermone, "Adversus Judaeos", è di un amico vicino o seguace di Novaziano se non da lui stesso, secondo Landgraf, seguita da Harnack e la Giordania.

Nel 1900 mons Batiffol con l'aiuto di Dom A. Wilmart pubblicato, con il titolo di "Tractatus de libris Origenis SS. Scripturarum", venti sermoni che egli aveva scoperto in due manoscritti a Orléans e St Omer.

Weyman, Haussleiter, Zahn e percepito che questi curiosi omelie sul Vecchio Testamento sono stati scritti in latino e non sono traduzioni dal greco.

Essi attribuito loro di Novaziano con tanta fiducia che un discepolo di Zahn, H. Giordania, ha scritto un libro sulla teologia della Novaziano, fondato principalmente su questi sermoni.

E 'stato, tuttavia, sottolineato che la teologia è di un più sviluppati e più tardi carattere di quella di Novaziano.

Funk è emerso che la menzione del competenti (candidati per il battesimo) implica il quarto secolo.

Dom Morin ha suggerito Papa Gregorio Baeticus di Illiberis (Elvira), ma questo ha ritirato quando sembrava chiaro che l'autore aveva utilizzato Gaudentius di Brescia e Rufino 'traduzione di Origene sulla Genesi.

Ma questi somiglianza deve essere risolta nel senso che il "Tractatus" sono gli originali, per infine Dom Wilgory dimostrato che Gregorio di Elvira è il loro vero autore, di un confronto soprattutto con i cinque omelie di Gregorio sul Cantico dei Cantici (in Heine's "Bibliotheca Anecdotorum" Lipsia, 1848).

La setta Novationist

I seguaci di nome Novaziano katharoi stessi, o puritani, colpite e di chiamare la Chiesa cattolica Apostaticum, Synedrium, o Capitolinum.

Essi sono stati trovati in ogni provincia, e in alcuni luoghi sono stati molto numerosi.

Il nostro capo le informazioni ad essi è dalla "storia" di Socrate, che è molto favorevole a loro, e ci dice molto sulla loro vescovi, soprattutto quelli di Costantinopoli.

Il capo opere scritte nei loro confronti sono quelle di San Cipriano, l'anonimo "di annunci Novatianum" (attribuita da Harnack a Sisto II, 257-8), scritti di S. Pacian di Barcellona e di sant'Ambrogio (De paenitentia), "Contra Novatianum ", opera del IV secolo tra le opere di Sant'Agostino, il" eresie "di Epifanio e Philastrius, e le" Quaestiones "di Ambrosiaster.

In Oriente esse sono menzionate in particolare di Atanasio, Basilio, Gregorio di Nazianzo, Crisostomo.

Eulogius di Alessandria, non molto tempo prima di 600, ha scritto sei libri contro di loro.

Refutations di Reticius di Autun e Eusebio di Emesa sono perse.

Novaziano era rifiutato l'assoluzione a idolatri; suoi seguaci questa dottrina esteso a tutti i "peccati mortali" (idolatria, omicidio e adulterio o fornicazione).

La maggior parte di loro vietato secondo matrimonio, e che hanno fatto molto uso di opere di Tertulliano, anzi, in Frigia che combinata con la Montanists.

Alcuni di loro non rebaptize converte da altre persuasioni.

Teodoreto dice che non ha utilizzato la conferma (che Novaziano stesso hadnever ricevuto).

Eulogius lamentato che non avrebbero venerare martiri, ma probabilmente si riferisce alla Chiesa cattolica martiri.

Essi hanno sempre avuto un successore di Novaziano a Roma e in tutto il mondo sono stati disciplinati da vescovi.

Loro vescovi a Costantinopoli sono stati più stimabili persone, secondo Socrate, che ha molto a che su di essi si riferiscono.

La conformazione a Chiesa in quasi tutto, compreso il monachesimo nel quarto secolo.

Il loro vescovo a Costantinopoli è stato invitato da Costantino il Concilio di Nicea.

Ha approvato i decreti, anche se egli non avrebbe il consenso di unione.

Sul conto del homoousion la Novatians sono stati perseguitati come i cattolici di Costanzo.

In Paflagonia il Novatianist attaccato i contadini e uccise i soldati inviati da l'imperatore di far rispettare la conformità alle semi-ufficiale arianesimo.

Costantino il Grande, che in prima trattati come schismatics, non eretici, poi ha ordinato la chiusura delle loro chiese e cimiteri.

Dopo la morte di Costanzo sono stati protetti da Julian, ma ariana Valens perseguitati loro ancora una volta.

Onorio incluso in una legge contro eretici nel 412, e di S. Innocenzo ho chiuso alcune delle loro chiese di Roma.

San Celestino espulsi da Roma, come san Cirillo aveva da Alessandria.

San Crisostomo precedenti avevano chiuso le loro chiese a Efeso, ma a Costantinopoli sono state tollerate, e la loro vescovi ci sono Socrate ha detto di essere stato molto rispettato.

Il lavoro di Eulogius dimostra che vi sono stati ancora Novatians ad Alessandria circa 600.

In Frigia (circa 374) alcuni dei quali divenne Quartodecimans, e sono stati chiamati Protopaschitoe; essi inclusi alcuni ebrei convertiti.

Teodosio fatto una legge severa contro questa setta, che è stato importato a Costantinopoli circa 391 di un certo Sabbatius, i cui aderenti sono stati chiamati Sabbatiani.

Pubblicazione di informazioni scritte da John Chapman.

Trascritto da Christopher R. Huber.

Della Enciclopedia Cattolica, Volume XI.

Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 febbraio 1911.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a