Vecchi cattolici

INFORMAZIONI GENERALI

Vecchi cattolici comprendono numerose piccole chiese locali che sono separati dalla Chiesa cattolica romana.

La Chiesa di Utrecht - che è stato istituito nel 1724 nell'ambito di una controversia su papale accusa di giansenismo in Olanda - è stata la prima di queste chiese per separare da Roma.

Nel 1870 altri Old chiese cattoliche sono state costituite in Germania, Svizzera, Austria e di quei cattolici che ha respinto il dogma della infallibilità papale promulgata dal Concilio Vaticano I (1870).

Il primo tedesco è stato consacrato vescovo (1874) di un vescovo della Chiesa di Utrecht.

Negli Stati Uniti, cattolici polacchi, risentita di dominio da parte di non - clero polacco, suddivisi nel 1897 per formare la nazionale polacca chiesa.

Slava altri gruppi hanno anche diventare Old cattolici, come è la Chiesa filippina indipendenti (istituito 1902).

Vecchie chiese cattoliche sono in comunione gli uni con gli altri e con la Chiesa d'Inghilterra e cercano relazioni ecumeniche.

Vescovi e sacerdoti può sposare; servizi generalmente seguire la rituale romano e sono in lingua volgare, ma in alcuni sia pane e il vino sono distribuiti per l'assemblea in comunione.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Federico A Norwood

Bibliografia


R Aubert, Il cristiano secoli: La Chiesa in una società secolarizzata (1978); CB Moss, il vecchio Movimento cattolica (1964); Pruter K, una storia della Vecchia Chiesa Cattolica (1985).

Vecchi cattolici

INFORMAZIONI GENERALI

Vecchi cattolici sono un cristiano denominazione organizzato a Monaco di Baviera nel 1871 da cattolici che hanno protestato il dogma, proclamato l'anno precedente dal Concilio Vaticano I, della infallibilità personale del Papa in tutti i pronunciamenti ex cathedra (cfr. infallibilità).

Di Monaco di Baviera protesta, di 44 professori sotto la guida del tedesco teologi e gli storici Ignaz von Döllinger e Johannes Friedrich, era diretto contro il legame autorità del Concilio Vaticano II.

A questa protesta un certo numero di professori a Bonn, Breslau (ora Wroc ³ aw, Polonia), Friburgo, e Giessen dichiarato la loro adesione.

A Colonia nel 1873 il teologo tedesco Joseph Hubert Reinkens è stato eletto vescovo di Vecchio cattolici negli antichi moda, di "clero e il popolo," che è, per tutti i vecchi sacerdoti cattolici e di rappresentanti del Vecchio congregazioni cattoliche.

Egli è stato a Rotterdam consacrata dal vescovo di Deventer, Paesi Bassi, e riconosciuta dal governo tedesco afferma di Prussia, Baden, e Assia.

Döllinger rifiutato di essere coinvolti in scisma organizzato e, infine, ha rotto con il movimento, ma non ha mai restituito alla Chiesa cattolica romana.

Cattolici condotta vecchia chiesa di servizi in lingua volgare.

I sacerdoti sono permesso di sposarsi.

Intercomunione con la Chiesa d'Inghilterra è stato realizzato nel corso di una conferenza a Bonn nel luglio 1931; il Concordato è stato successivamente ratificato dal Congresso di Vienna del Vecchio Chiesa cattolica e dalla convocazione di Canterbury e York della Chiesa d'Inghilterra.

Secondo recenti dati, la Vecchia cattolici numero inferiore a 250000, con meno di 70000 negli Stati Uniti

Dichiarazione di Utrecht (1889)

INFORMAZIONI GENERALI

Una politica dichiarazione resa dai cinque Old vescovi cattolici, che nel 1897 è stato adottato come base dottrinale del Vecchio Chiese cattoliche.

Ha affermato di fedeltà al cattolicesimo, giustamente intesa, che è, come si trova nella convinzioni della Chiesa primitiva e i decreti dei Concili ecumenici fino al Grande scisma tra Roma e Costantinopoli nel 1054.

Realizzato in un periodo subito dopo il Concilio Vaticano I controversie aveva aumentato le fila dei dissidenti, ha condannato la dichiarazione di ciò che essa considerati come deviazioni dalla romana ortodossia.

Tra questi sono stati i decreti sulla Immacolata Concezione (1854) e infallibilità papale (1870), e il Sillabo (1864), che aveva condannato le dottrine liberali.

La Dichiarazione di Utrecht è stato in gran parte il lavoro di coloro che in precedenza aveva cercato invano di convincere il cattolicesimo romano di sottoporre la sua storia e le tradizioni di critica moderna.

JD DOUGLAS

(Elwell Evangelica Dictionary)

Vecchi cattolici

Informazioni aggiuntive

(Abbiamo ricevuto i seguenti due articoli da Michael Nesmith, un sacerdote nel indipendenti Vecchia Chiesa Cattolica d'America (IOCCA).)

Come sapete ci sono molti emanazione del Vecchio Chiesa cattolica qui negli Stati Uniti che gli rende tutti, ma impossibile determinare il numero effettivo di OC e indipendenti parrocchie cattoliche.

Particolare il nostro gruppo ha circa 90 sacerdoti coinvolti in tutti i tipi di ministero.

Ho incollato qui di seguito alcune informazioni supplementari sulla vecchia Chiesa cattolica Spero che troverete è di beneficio.

La Dichiarazione di Utrecht,

1889
del Vecchio Vescovi Cattolici


dei Paesi Bassi, Germania e Svizzera

  1. Siamo a rispettare fedelmente la regola della fede di cui di San Vincenzo di Lerins in questi termini: "Id teneamus, e ubique, e semper, ed ab omnibus creditum est; hoc etenim è realmente proprieque catholicum".

    Per questo motivo noi preservare nel professare la fede della Chiesa primitiva, così come formulata nel ecumenico simboli e specificato proprio dalla accettato all'unanimità decisioni dei Concili ecumenici, svoltasi a Chiesa indivisa dei primi mille anni.

  2. Abbiamo quindi respingere i decreti del cosiddetto Consiglio, del Vaticano, che sono stati promulgati 18 luglio 1870, concernente l'infallibilità e l'Episcopato universale del Vescovo di Roma, decreti che sono in contraddizione con la fede della Chiesa antica, e che distruggono la sua antica costituzione canonica attribuendo al Papa il plentitude ecclesiastica di competenze in tutte le diocesi e di tutti i fedeli.

    Di negazione di questo primaziale giurisdizione non vogliamo negare il primato storico che diversi Concili Ecumenici e Padri della Chiesa antica ha attribuito al Vescovo di Roma, riconoscendo in lui il primus inter pares.

  3. Respingiamo anche il dogma dell'Immacolata Concezione promulgato da Pio IX nel 1854 in spregio della Sacra Scrittura e in contraddizione con la tradizione dei secoli.

  4. Come per gli altri Encicliche pubblicato dai Vescovi di Roma, negli ultimi tempi, ad esempio, i Bulls Unigenitus e Auctorem fidei, e il curriculum del 1864, noi rifiutiamo loro su tutti questi punti come sono in contraddizione con la dottrina della Chiesa primitiva, e noi non riconoscono come vincolanti per le coscienze dei fedeli.

    Abbiamo anche rinnovare l'antica proteste della Chiesa cattolica d'Olanda contro gli errori della Curia Romana, e gli attacchi contro i diritti delle Chiese nazionali.

  5. Noi ci rifiutiamo di accettare i decreti del Concilio di Trento in materia di disciplina e, come per il dogmatico decisioni che il Consiglio di accettare solo ove essi siano in armonia con l'insegnamento della Chiesa primitiva.

  6. Considerando che la Santa Eucaristia è sempre stata il vero punto centrale del culto cattolico, riteniamo che il nostro diritto di dichiarare che manteniamo con perfetta fedeltà l'antica dottrina cattolica riguardanti il Sacramento dell'altare, credendo che riceviamo il Corpo e il Sangue di il nostro Salvatore Gesù Cristo sotto le specie del pane e del vino.

    La celebrazione eucaristica nella Chiesa non è né una continua ripetizione, né un rinnovamento della Espiatoria sacrificio che Gesù ha offerto una volta per tutte sulla Croce: ma è un sacrificio perché è il perpetuo commemorazione del sacrificio offerto sulla Croce, ed è l'atto con cui noi rappresentiamo sulla terra e adeguato a noi stessi una offerta che Gesù Cristo fa in cielo, secondo la Lettera agli Ebrei 9:11-12, per la salvezza dell'umanità redenta, che appare di per noi in presenza di Dio (Eb 9,24).

    Il carattere della Santa Eucaristia di essere così inteso, è, allo stesso tempo, una festa sacrificale, per mezzo del quale i fedeli a ricevere il Corpo e il Sangue del nostro Salvatore, entrare in comunione gli uni con gli altri (I Cor. 10: 17).

  7. Ci auguriamo che i teologi cattolici, nel mantenere la fede della Chiesa indivisa, di riuscire a stabilire un accordo su questioni che sono state controverted sin da quando le divisioni che sono sorte tra le Chiese.

    Esortiamo i sacerdoti sotto la nostra competenza di insegnare, sia da parte di predicazione e le istruzioni dei giovani, soprattutto essenziali verità cristiane professate da parte di tutte le confessioni cristiane, al fine di evitare, in discussione controverted dottrine, ogni violazione della verità o di carità, e in le parole e le opere di dare l'esempio ai membri.

  8. Di conservare e di professare fedelmente la dottrina di Gesù Cristo, rifiutandosi di ammettere gli errori che per colpa di uomini hanno insinuato nella Chiesa cattolica, di annullare la posa abusi in materia ecclesiastica, in collaborazione con il mondo tendenze della gerarchia, riteniamo che saremo in grado di combattere efficacemente i grandi mali del nostro tempo, che sono non credenza e di indifferenza in materia di religione.