Santi Innocenti

Informazioni generali

Nel Nuovo Testamento, Santi Innocenti sono stati i bambini di Betlemme messo a morte da Erode il Grande nel suo tentativo di uccidere il Cristo bambino.

Questo episodio nel racconto infanzia (Matteo 2) ha un parallelo nel conto di Pharaoh's massacro di neonati maschi ebrei ai tempi di Mosè 'nascita (Esodo 1-2).

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Santi Innocenti

Informazioni cattolica

I bambini di cui al San Matteo 2:16-18:

Erode percepire che era delusi dai saggi, è stata superiore a arrabbiato, e l'invio di uomini uccisi tutti i bambini che erano in Betlemme, e in tutte le frontiere, da due anni e sotto, in base al tempo che egli aveva diligentemente indagato Dei saggi.

Allora si adempì quel che era parlato da Jeremias il profeta, dicendo: Un grido è stato udito in Rama, lamento e di grande lutto; Rachel bewailing suoi figli, e non sarebbe confortato, perché non lo sono.

La liturgia greco afferma che Erode ucciso 14000 ragazzi (tonnellate hagion id chiliadon Nepion), i siriani parlare di 64000, molti autori di 144000 medievale, in base alla Ap., Xiv, 3.

Scrittori moderni ridurre il numero considerevole, poiché Betlemme era una città piuttosto piccola.

Knabenbauer porta fino a quindici o venti (Evang. S. Matt., I, 104), Bisping a dieci o dodici (Evang. S. Matt.), A circa sei Kellner (Christus e seine Apostel, Freiburg, 1908); CF.

"Anzeiger rom. Geistlichk. Deutschl.", Il 15 Febb., 1909, pag

32. Questo atto crudele di Erode non è menzionata dalla ebraico storico Giuseppe Flavio, anche se egli si riferisce piuttosto una serie di atrocità commesse dal re durante gli ultimi anni del suo regno.

Il numero di questi bambini era così piccolo che questo crimine appariva insignificante tra gli altri misfatti di Erode.

Macrobio (Saturn., IV, xiv, Augusto de et jocis ejus) riferisce che, quando Augusto sentito che tra i ragazzi di due anni e sotto Erode il proprio figlio era stato massacrato inoltre, egli ha detto: "E 'meglio essere Erode intasare [dente ], Che suo figlio [houios] ", alludendo alla legge giudaica di non mangiare, e, di conseguenza, non uccidere, la peste.

Il Medio Evo ha dato fede a questa storia; Abelardo inserito nel suo inno per la festa dei Santi Innocenti:

Ad mandatum Regis data Generale

Nca ipsius infans sicuro è un caede.

Ad Augustum hoc delatum risum movit,

Rex mitis et immiti digne de lusit:

Malum, inquit, è Herodis esse natum.

Prodest più tali regi esse porcum.

(Dreves, "Petri Abaelardi Hymnarius Paracletensis", Parigi, 1891, pp. 224, 274.)

Ma questo "bambino" di cui parla Macrobio, è Antipatro, il figlio di Erode adulti, che, dal comando del re morente è stato decapitato per aver cospirato contro la vita di suo padre.

È impossibile determinare il giorno e l'anno della morte dei Santi Innocenti, in quanto la cronologia della nascita di Cristo e la successiva Biblica eventi è più incerto.

Tutti sappiamo è che i bambini sono stati macellati entro i due anni successivi l'apparizione della stella per i saggi (Belser, in Tubinga "Quartalschrift", 1890, p. 361).

La Chiesa venera come questi bambini martiri (flores martyrum), ma sono i primi germogli della Chiesa, ucciso dal gelo di persecuzione, ma non è morto solo per Cristo, ma in sua vece (St. agosto ", Sermo 10us de sanctis" ).

In connessione con l'Apostolo li ricorda le parole del profeta Jeremias (xxxi, 15) parla del lamento di Rachele.

Al Rama è la tomba di Rachele, rappresentante della ancestresses di Israele.

Ci resti della nazione sono state raccolte per essere portato in cattività.

Come Rachele, dopo la caduta di Gerusalemme, dalla sua tomba pianto per i figli di Efraim, così adesso piange ancora per gli uomini i bambini di Betlemme.

La rovina del suo popolo, ha portato via a Babilonia, è solo un tipo di minacce, che la rovina i suoi figli adesso, quando il Messias è quello di essere uccisi ed è costretto a fuggire dal mezzo della sua nazione a fuggire dalla spada del Apparitor.

Il lamento di Rachele, dopo la caduta di Gerusalemme, riceve la sua eminente completamento alla vista della caduta del suo popolo, ha inaugurato dalla macellazione dei suoi figli e la cacciata dei Messias.

La Chiesa latina istituì la festa dei Santi Innocenti a una data ora sconosciuto, non prima della fine del quarto e non oltre la fine del quinto secolo.

È, con le feste di S. Stefano e S. Giovanni, in primo luogo nella Sacramentary Leonina, risalente a circa 485.

Per il Philocalian Calendario del 354 è sconosciuto.

Latini tenerlo in data 28 dicembre, i greci, il 29 dicembre, i siriani e caldei, il 27 dicembre.

Queste date non hanno nulla a che fare con l'ordine cronologico della manifestazione; la festa è mantenuto entro l'ottava del Natale, perché i Santi Innocenti hanno dato la loro vita per il neonato Salvatore.

Il primo martire Stefano (martire dalla volontà, amore, e il sangue), Giovanni, il discepolo di Amore (martire dalla volontà e amore), e questi primi fiori della Chiesa (dal sangue dei martiri solo) accompagnare il Santo Bambino Gesù di entrare questo mondo Il giorno di Natale.

Solo la Chiesa di Roma si applica la parola Innocentes a questi bambini, e altri paesi latini che sono chiamati semplicemente Infantes e la festa ha avuto il titolo di "Allisio infantium" (Brev. Goth.), "Natale infantum", o "Necatio infantum".

Armeni mantenerlo il lunedì dopo la seconda domenica dopo Pentecoste (armeno Menology, 11 maggio), poiché ritengono che il Santo innocenti sono stati uccisi quindici settimane dopo la nascita di Cristo.

Nel Breviario Romano la festa è stata solo una semi-doppia (in altre breviari un piccolo doppio) fino al tempo di Pio V, che, nel suo nuovo Breviario (1568), ha sollevato a un doppio di seconda classe con una ottava (G. Schober, "Expl. Rit. Brev. Rom.", 1891, p. 38).

Egli ha anche introdotto i due inni "Salvete flores martyrum" e "Audit tyrannus anxius", che sono i frammenti di Epifania inno di Prudenzio.

Prima Pio V la Chiesa di Roma ha cantato inni di Natale per la festa dei Santi Innocenti.

La corretta prefazione del Gelasian Sacramentary per questa festa si trova ancora nel Messale ambrosiano.

Siamo in possesso di un lungo inno in onore dei Santi Innocenti dalla penna di Beda il Venerabile, "Hymnum canentes martyrum" (Dreves, "Analecta hymnica"), e composto da una sequenza Notker, "Laus tibi Christe", ma la maggior parte delle Chiese durante la Messa Utilizzato il "Clesa pueri concrepant melodia" (Kehrein, "Sequenzen", 1873, p. 348).

A Betlemme, la festa è un giorno di Santo obbligo.

Il colore liturgico della Chiesa romana è viola, non rosso, perché questi bambini sono stati uccisi in un momento in cui non potevano raggiungere la visione beatifica.

Ma di compassione, per così dire, verso il pianto delle madri di Betlemme, la Chiesa durante la Messa sia omette il Gloria e Alleluia; questa usanza è stata, tuttavia, sconosciuto e le Chiese di Francia e Germania.

Sulla ottava giornata, e anche quando la festa cade di domenica, la liturgia romana, prescrive il colore rosso, il Gloria, l'Alleluia.

In Inghilterra la festa è stata chiamata "Festa".

La stazione romana del 28 dicembre è a St. Paul's Fuori le Mura, perché questa chiesa è creduto di possedere i corpi di molti dei Santi Innocenti.

Una parte di queste reliquie venne trasferita da Sisto V a Santa Maria Maggiore (festa il 5 maggio, è una semi-doppia).

La chiesa di S. Giustina di Padova, le cattedrali di Lisbona e di Milano, e di altre chiese anche preservare gli organismi che sostengono di essere quelli di alcuni dei Santi Innocenti.

In molte chiese, in Inghilterra, Germania e Francia per la festa di San Nicola (6 dicembre), un ragazzo è stato eletto Vescovo, che officiata per la festa di San Nicola e dei Santi Innocenti.

Egli indossava una mitra e le altre insegne pontificie, ha cantato la raccolta, predicato, e ha dato la benedizione.

Egli sedeva in cattedra del vescovo, mentre il coro cantava-ragazzi e le bancarelle dei canoni.

Essi hanno diretto il coro in questi due giorni e ha avuto la loro solenne processione (Schmidt, "Thesaurus jur eccl.", III, 67 ss.; Kirchenlex., IV, 1400; PL, CXLVII, 135).

Pubblicazione di informazioni Scritto da Federico G. Holweck.

Trascritta da Robert B. Olson.

Offerto a Dio Onnipotente per la protezione dei bambini in grembo e la conversione delle persone che promuovono, per il voto, e di eseguire aborti.

L'Enciclopedia Cattolica, Volume VII.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 Giugno, 1910.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

HELMLING E Kirchenlex., XII, 369-71; NILLES, Kal.

L'uomo.

Entrambi eccl.

(Innsbruck, 1897); TONDINI, Calendrier de la nazione armenienne (Roma, 1906); HAMPSON, Calendarium medii aevi (Londra, 1857); HOEYNCK, Augsburger Liturgie (Augsburg, 1889); ROCK, Church of Our Fathers (Londra, 1905 ).

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a