San Marco

Informazioni generali

Nella Bibbia, Mark è stato il figlio di Maria di Gerusalemme (la cui casa è stata utilizzata come luogo di raduno primi cristiani) e il cugino di San Barnaba.

Mark era il suo cognome romano, il suo nome era Giovanni (At 12,12).

Ha accompagnato Barnaba e San Paolo il loro primo viaggio missionario (At 12 e 13), ma bruscamente a sinistra li Perge.

Paolo quindi rifiutato di prendere Marco sul secondo viaggio, una decisione che precipitare una pausa tra l'apostolo e Barnaba (Atti 15:36-40).

Paolo e Marco successivamente riconciliato loro differenze (Col 4:10; Filemone 24).

Mark è stato anche associato a Pietro (At 12:12; 1 Pietro 5:13).

Egli è accreditato con la scrittura il primo Vangelo, che rispecchia l'insegnamento di Pietro a Gerusalemme, anche se l'orientamento Gentile e apparente mancanza di conoscenza circa la Palestina sono la prova del contrario.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Douglas Ezell

Bibliografia


Hiebert, D. Edmond, Mark: Un Ritratto del Servo (1974).

San Marco

Informazioni avanzata

Marco, l'evangelista; "Giovanni il cui cognome era Mark" (Atti 12:12, 25).

Mark (Marcus, Col 4:10, ecc) era il suo nome romano, che è venuto a sostituire gradualmente il suo nome ebraico Giovanni.

Egli è chiamato Giovanni in Atti 13:5, 13, e Mark e 15:39, 2 Tim.

4:11, ecc Egli era il figlio di Maria, una donna apparentemente di alcuni mezzi e di influenza, e probabilmente era nato a Gerusalemme, dove risiedeva sua madre (At 12,12).

Di suo padre sappiamo nulla.

Era cugino di Barnaba (Col 4,10).

Fu in casa di sua madre che Pietro trovato "molti radunati in preghiera" quando è stato liberato dal carcere; ed è probabile che fu qui che egli è stato convertito da Pietro, che lo chiama il suo "figlio" (1 Pt 5. 13).

È probabile che il "giovane uomo" parla in Marco 14:51, 52 Mark è stato se stesso.

Egli è menzionato per la prima volta in Atti 12: 25.

Egli andò con Paolo e Barnaba nel loro primo viaggio (circa 47 dC), come il loro "ministro", ma da qualche causa tornato indietro quando hanno raggiunto Perge in Panfilia (Atti 12:25; 13,13).

Tre anni dopo, un "brusco contesa" sorto tra Paolo e Barnaba (15:36-40), perché Paolo non avrebbe Mark con lui.

Egli, tuttavia, era evidentemente a lungo riconciliare con l'apostolo, per lui e con lui è stata la sua prima prigionia a Roma (Col 4:10; Filemone 24).

In un secondo periodo fu in Babilonia con Pietro (1 Pt. 5,13), allora, e per alcuni secoli dopo, è uno dei principali posti di apprendimento ebraico, e lui era con Timoteo in Efeso, quando Paolo ha scritto di lui durante la sua seconda Reclusione (2 Tim. 4,11).

Egli ha poi scompare dalla vista.

(Easton Illustrated Dictionary)

San Marco

Informazioni cattolica

(Markos greco, il latino Marcus).

Si è ipotizzato in questo articolo che l'individuo di cui al At come John Mark (xii, 12, 25; xv, 37), Giovanni (xiii, 5, 13), Mark (xv, 39), è identico al marchio di cui Da St. Paul (Colossesi 4:10; 2 Timoteo 4:11; Filemone 24) e da San Pietro (1 Pietro 5:13).

La loro identità non è in discussione da nessun antico scrittore di nota, mentre è fortemente raccomandato, da un lato, per il fatto che il marchio di Pauline epistole è stato il cugino (ho anepsios) di Barnaba (Colossesi 4,10), al quale Marco Atti del sembra essere stato vincolato da un po 'di cravatta (Atti 15:37, 39); dall'altro dalla probabilità che il Marco, San Pietro, il quale chiama suo figlio (1 Pietro 5,13), non è altro che il Figlio di Maria, l'apostolo del vecchio amico di Gerusalemme (Atti 21:12).

Per il nome ebraico di Giovanni è stato aggiunto il pronomen romano Marco, e da quest'ultimo era comunemente noto ai lettori di At (xv, 37, tonnellate kaloumenon Markon) e delle Epistole.

Mark's madre era un importante membro della Chiesa nascente di Gerusalemme; è stato per la sua casa che Pietro accesa la sua liberazione dal carcere, la casa è stato avvicinato da un portico (pulon), vi era una ragazza slave (paidiske), probabilmente il portress , Per aprire la porta, e la casa era un luogo di incontro per i fratelli, "molti", di cui vi sono stati in preghiera la notte di San Pietro arrivati dal carcere (Atti 12:12-13).

Quando, in occasione della carestia del 45-46 dC, Barnaba e Saulo aveva completato il loro ministero a Gerusalemme, che Mark ha preso con sé, sulla loro ritorno ad Antiochia (At 12,25).

Non molto tempo dopo, quando è iniziato il St. Paul's primo viaggio apostolico, che avevano Mark con loro come una sorta di assistente (hupereten, At 13,5), ma l'imprecisione e la varietà del significato del termine greco rende incerti e che cosa Precisa capacità ha agito.

Né selezionati dallo Spirito Santo, né delegata dalla Chiesa di Antiochia, in quanto sono stati Barnaba e Saulo (At 13:2-4), fu probabilmente presa dagli Apostoli come uno che potrebbe essere di aiuto generali.

Il contesto di Atti, xiii, 5, suggerisce che ha aiutato anche nella predicazione della Parola.

Quando Paolo e Barnaba decisi a spingere sulla centrale da Perge in Asia Minore, Marco, partì da loro, in effetti, se non avesse già fatto a Paphos, e ritornò a Gerusalemme (At 13,13).

Quali sono stati i suoi motivi per tornare indietro, non si può dire con certezza; Atti, xv, 38, sembra suggerire che egli temeva la fatica.

In ogni caso, l'incidente non è stato dimenticato da St. Paul, che ha rifiutato il conto di Mark a prendere con lui il secondo viaggio apostolico.

Questo rifiuto ha portato alla separazione di Paolo e Barnaba, e la seconda, tenendo Marco con lui, navigato a Cipro (Atti 15:37-40).

A questo punto (49-50 dC), si perdano di vista di Marco negli Atti, e noi non incontrarlo più nel Nuovo Testamento, egli appare fino a una decina di anni dopo, come il collega-lavoratore di St. Paul, e in compagnia di San Pietro, a Roma.

St. Paul, scrivendo ai Colossesi, durante la sua prima prigionia romana (59-61 dC), dice: "Aristarco, il mio collega prigioniero, saluteth lei, e Marco, il cugino di Barnaba, toccando i quali avete ricevuto comandamenti; se egli venire A voi, ricevere lui "(Colossesi 4:10).

Al momento questo è stato scritto, Mark è stato evidentemente a Roma, ma ha intenzione di visitare alcuni Asia Minore.

Chi lo stesso tempo di St. Paul invia saluti a Filemone da Marco, il quale ha tra i suoi nomi di collaboratori (sunergoi, Philem., 24).

L'evangelista l'intenzione di visitare Asia Minore è stata probabilmente effettuata, per St. Paul, la scrittura poco prima della sua morte a Timoteo a Efeso, raccogliere le offerte di lui Marco e portare lui con lui a Roma, aggiungendo "per lui è redditizia per me per la Ministero "(2 Timoteo 4:11).

Se Marco è venuto a Roma in questo momento, è stato probabilmente St. Paul, quando vi fu martirizzato.

Passando a Pietro I, v, 13, si legge: "La Chiesa che è in Babilonia, eletto insieme con voi, saluteth voi, e (in modo ben) Mark mio figlio" (Markos, che huios aou).

Questa lettera è stata indirizzata a varie Chiese dell'Asia Minore (1 Pietro 1:1), e si può concludere che Marco era conosciuto a loro.

Quindi, anche se egli si era rifiutato di penetrare in Asia Minore con Paolo e Barnaba, St. Paul rende probabile, e di S. Pietro, certo, che egli è andato dopo, e il fatto che San Pietro invia Mark's saluto a un certo numero di Chiese implica Che egli deve essere stata ampiamente conosciuto lì.

Mark e chiamando il suo "figlio", Pietro potrebbe implicare che aveva battezzato lui, anche se in quel caso ci si potrebbe attendere teknon piuttosto che huios (cfr. 1 Corinzi 4:17, 1 Timoteo 1:2, 18; 2 Timoteo 1: 2; 2:1; Tito 1:4; Filemone 10).

Il termine non deve essere presa alla implicano più di quanto affettuoso per un giovane uomo, che aveva tempo fa, sedeva a piedi Pietro a Gerusalemme, e la cui madre era stata l'Apostolo's amico (At 12,12).

Per quanto riguarda la Babilonia da cui Pietro, scrittori, e in cui Marco è presente con lui, non vi può essere alcun ragionevole dubbio che è Roma.

La visione di San Girolamo: "San Pietro menziona anche questa Mark nella sua Prima Lettera, pur riferendosi figurato a Roma sotto il titolo di Babilonia" (De la fonte. Illustr., Viii), è supportato da tutti i primi Padre, che si riferiscono E il soggetto.

Si può dire di essere stato interrogato per la prima volta da Erasmus, che un certo numero di scrittori protestanti poi seguita, che potrebbe più facilmente negare la connessione romana di San Pietro.

Così, troviamo Marco a Roma con San Pietro, in un momento in cui egli è stato ampiamente noti per le Chiese dell'Asia Minore.

Se supponiamo di lui, come si può, essere andati in Asia Minore dopo la data della Lettera ai Colossesi, vi rimase per qualche tempo, e ritornò a Roma, prima di Pietro è stato scritto, il petrino e Pauline riferimenti sono l'evangelista Abbastanza intelligibile e coerente.

Quando ci rivolgiamo a tradizione, Papias (Eusebio, "Hist. Eccl.", III, xxxix) afferma entro e non oltre il 130 dC, per l'autorità di un "anziano", che Marco era stato l'interprete (hermeneutes) di Pietro, e Scritto con precisione, anche se non in ordine, l'insegnamento di Pietro (cfr. infra, MARK, VANGELO DI SAINT, II).

Una diffusa, se un po 'tardiva, rappresenta la tradizione di San Marco come il fondatore della Chiesa di Alessandria.

Anche se abbastanza stranamente Clemente e Origene non fanno alcun riferimento al santo di connessione con la loro città, è attestata da Eusebio (op. cit., II, XVI, xxiv), da S. Girolamo ( "De Fonte. Illust.", Viii) , Dal Costituzioni Apostoliche (VII, xlvi), da Epifanio ( "Hær;.", Che, 6), e più tardi da molte autorità.

Il "Martyrologium Romanum" (25 aprile) annota: "Al di Alessandria l'anniversario del Beato Marco Evangelista... A Alessandria di S. Anianus Vescovo, il discepolo del Beato Marco e il suo successore e l'episcopato, che si è addormentato nel Signore ".

La data in cui è venuto a Mark Alessandria è incerto.

La Cronaca di Eusebio assegna al primo anno di Claudio (AD 41-4), e più tardi afferma che San Marco primo successore, Anianus, succeduto alla Sede di Alessandria e l'ottavo anno di Nero (61-2).

Questo renderebbe Mark Vescovo di Alessandria, per un periodo di circa venti anni.

Questo non è impossibile, se si può supporre in conformità con le prime prove del fatto che alcuni di San Pietro è venuto a Roma nel 42 dC, Mark forse lo accompagnano.

Ma At sollevare notevoli difficoltà.

Sul presupposto che il fondatore della Chiesa di Alessandria era identico al compagno di Paolo e Barnaba, troviamo lui a Gerusalemme e Antiochia 46 dC circa (At 12,25), e circa il 47 Salamina (At 13,5), a Antiochia di nuovo circa 49 o 50 (At 15:37-9), e quando ha abbandonato Antiochia, la separazione di Paolo e Barnaba, non è stato ad Alessandria, ma anche a Cipro, che si rivolse (At 15,39).

Non vi è nulla di fatto per dimostrare assolutamente che tutto ciò è in contraddizione con il suo essere Vescovo di Alessandria, al momento, ma vedendo che la cronologia di età apostolica è certamente incerta, e che non abbiamo alcun precedente autorità di Eusebio per la data della fondazione Alessandrino della Chiesa, possiamo forse concludere con più probabilità che esso è stato fondato un po 'più tardi.

Non vi è abbondanza di tempo tra il 50 e il 60 dC, periodo durante il quale il Nuovo Testamento è silenzioso nei riguardi di San Marco, per la sua attività in Egitto.

Nella prefazione al suo Vangelo in un manoscritto della Vulgata, Mark è rappresentato come uno stato ebraico sacerdote: "Marco Evangelista, che ha esercitato l'ufficio sacerdotale in Israele, un levita da corsa".

Early autorità, tuttavia, sono in silenzio sul punto, e forse è solo una inferenza da Barnaba, il suo legame con il levita (Atti 4:36).

Papias (in Eusebio ", Hist. Eccl.", III, xxxix), afferma che, per l'autorità di "anziano", che Marco né sentito il Signore né seguita Lui (oute addirittura ekouse tou kurion oute parekoluthesen auto), e lo stesso Dichiarazione è contenuta nel Dialogo di Adamantius (quarto secolo, Lipsia, 1901, p. 8), da Eusebio ( "Demonst. Evang.", III, v), da S. Girolamo ( "In Mt."), Da San . Agostino ( "De Consens. Evang."), Ed è suggerito dalla Muratorian Frammento.

Tradizione successiva, tuttavia, rende Mark uno dei settantadue discepoli, e di S. Epifanio ( "Hær", che, il 6), afferma che egli è stato uno di quelli che si sono ritirati da Cristo (Giovanni 6:67).

La tradizione successiva non può avere peso contro la prima prova, ma la dichiarazione che Mark sentito né il Signore né seguita Lui non deve essere premuto troppo strettamente, né ci costringono a credere che Cristo non ha mai visto.

Molti sono infatti del parere che il giovane uomo che fuggì dal nudo Getsemani (Marco 14:51), è stato lo stesso Marco.

All'inizio del terzo secolo Ippolito ( "Philosophumena", VII, xxx), si riferisce a Segna come ho kolobodaktulos, cioè "tronco-fingered" o "mutilate e il dito (s)", e più tardi le autorità alludono allo stesso difetto.

Varie spiegazioni del appellativo sono state suggerite: Mark che, dopo aver abbracciato il cristianesimo, tagliare il suo pollice per se stesso non idonei per il sacerdozio ebraico; che le sue dita erano naturalmente stumpy; che alcuni difetti nella sua dita è accennato, che è l'epiteto Essere considerata come metaforica, e significa "deserta" (cfr At 13,13).

La data di morte di Marco è incerto.

San Girolamo ( "De Fonte. Illustr.", Viii) assegna al ottavo anno di Nerone (62-63) (Mortuus est octavo Neronis anno et sepultus Alexandriæ), ma questo è probabilmente solo una inferenza da una dichiarazione di Eusebio ( "Hist. Eccl.", II, xxiv), che in questo anno è riuscito Anianus San Marco e la Sede di Alessandria.

Certo, se San Marco era vivo quando è stato scritto II Timoteo (2 Timoteo 4:11), egli non può avere morì nel 61-62.

Né Eusebio fece dire; lo storico maggio semplicemente significa che poi le dimissioni di San Marco il suo vedere, e di aderire a sinistra Alessandria Pietro e Paolo a Roma.

Per quanto riguarda le modalità della sua morte, gli "Atti" di Marco dare il santo della gloria del martirio, e dire che morì mentre viene trascinato per le strade di Alessandria; così anche il cammino pasquale.

Ma non abbiamo prove anteriori al quarto secolo che il santo fu martirizzato.

Questa prima silenzio, tuttavia, non è affatto decisivo contro la verità delle tradizioni più tardi.

Per il santo presunta connessione con Aquileia, vedere "Acta SS.", XI, pp.

346-7, e per la rimozione del suo corpo da Alessandria a Venezia e la sua cultus, ibid., Pp.

352-8. In letteratura e arte cristiana di San Marco è simbolicamente rappresentato da un leone.

Il latino e il greco Chiese celebrare la sua festa il 25 aprile, ma la Chiesa greco mantiene anche la festa di Giovanni Marco in data 27 settembre.

Pubblicazione di informazioni scritto da J. MacRory.

Trascritto da Ernie Stefanik.

L'Enciclopedia Cattolica, Volume IX.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, Censore.

Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York


Inoltre, si veda:


Libro di Mark

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a