San tommaso

Informazioni generali

Uno dei 12 Apostoli originale di Gesù Cristo, di Tommaso, chiamato Didymus, si è rifiutato di credere nella testimonianza degli altri Apostoli riguardanti la risurrezione di Gesù, fino a che egli vide le piaghe di Cristo stesso, risorto (Giovanni 20:24, 25, 26 -- 29).

Da questo deriva l'espressione "Tommaso".

Thomas in precedenza aveva espresso grande devozione (Giovanni 11,16) e di un interrogatorio mente (Giovanni 14,5).

Eusebio di Cesarea record che Thomas è diventato un missionario di Partia.

Gli Atti di Tommaso (3d secolo), tuttavia, afferma che fu martirizzato in India.

Il Malabar cristiani affermano che la loro chiesa è stata fondata da lui.

Questa tradizione non può né essere giustificate né negato sulla base delle attuali prove.

Saint Thomas' Monte a Madras è il tradizionale luogo del suo martirio.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Douglas Ezell

Bibliografia:


Griffith, Leonard, Personaggi Vangelo (1976); Perumalil, Hormice C., e Hambye, ER, eds., Il cristianesimo in India (1973).

Saint Thom'as

Informazioni avanzata

Thomas, gemelli, uno dei dodici (Mt 10:3; Marco 3:18, ecc.)

Egli è stato anche chiamato Didymus (Giovanni 11:16; 20:24), che è l'equivalente greco della ebraico nome.

Tutti sappiamo che lo riguardano sono registrati nel quarto Vangelo (Giovanni 11:15, 16; 14:4, 5; 20:24, 25, 26-29).

Dalla circostanza che nelle liste degli apostoli si è sempre parlato con Matteo, che era il figlio di Alfeo (Mc 3,18), e che questi due sono sempre seguiti da James, che era anche il figlio di Alfeo, È stato supposto che questi tre, Matteo, Tommaso, Giacomo, erano fratelli.

San Tommaso Apostolo

Informazioni cattolica

Little è registrato di San Tommaso Apostolo, tuttavia, grazie al quarto Vangelo, la sua personalità è chiaro per noi di quella di alcuni altri dei Dodici.

Il suo nome si verifica in tutti gli elenchi dei Synoptists (Matteo 10:3; Mark 3:18; Luca 6, cf. At 1,13), ma in San Giovanni egli svolge un distintivo parte.

In primo luogo, quando Gesù annuncia la sua intenzione di ritornare in Giudea per visitare Lazzaro, "Thomas", che è chiamato Didymus [gemelle], ha detto ai suoi connazionali discepoli: "Lasciate andare anche noi, che noi moriamo con lui" (Giovanni 11: 16).

Ancora una volta è stato S. Tommaso, che durante il discorso prima l'Ultima Cena sollevato un'obiezione: "Thomas dice a lui: Signore, non sappiamo whither tu goest, e come possiamo conoscere la via?"

(Giovanni 14,5).

, Ma soprattutto san Tommaso è ricordato per la sua incredulità quando gli altri Apostoli annuncia la risurrezione di Cristo a lui: "Salvo farò vedere nelle sue mani la stampa dei chiodi, e mettere il mio dito nel posto dei chiodi, e di mettere la mia mano Nel suo costato, non crederò "(Giovanni 20,25), ma otto giorni dopo fece il suo atto di fede, attingendo il rimprovero di Gesù:" Perché tu hai visto me, Tommaso, tu hai creduto; beati loro Che non hanno visto e hanno creduto "(Giovanni 20:29).

Questo esaurisce certo tutte le nostre conoscenze in materia di apostolo, ma il suo nome è il punto di partenza di un notevole apocrifi letteratura, e vi sono anche alcuni dati storici che suggeriscono che alcuni apocrifi di questo materiale può contiene i germi di verità.

Il principale documento relativo lui è il "Acta Thomae", conservata a noi con alcune varianti sia in greco e in siriaco, e recanti segni inconfondibili della sua origine gnostico.

Essa può essere il lavoro di Bardesanes stesso.

La storia in molti dei suoi elementi è del tutto stravagante, ma è la prima, di essere assegnato da Harnack (Chronologie, ii, 172), all'inizio del terzo secolo, prima del 220 dC.

Se la sede della sua origine è veramente Edessa, come Harnack e altri, per supposti motivi di suono (ibid., p. 176), ciò prestare notevole probabilità la dichiarazione, fatta esplicitamente in "Acta" (Bonnet, cap. 170, p .286), Che le reliquie di Tommaso, che sappiamo essere stata venerata a Edessa, aveva davvero venire da Est.

La stravaganza della leggenda possono essere giudicati dal fatto che in più di un luogo (cap. 31, p. 148) rappresenta Thomas (Giuda Tommaso, come egli è chiamato qui e altrove nella tradizione siriaca), il fratello gemello di Gesù .

Il Tommaso in siriaco è equivalant a didymos in greco, e significa gemello.

Rendel Harris, che esagera molto il culto dei Dioscuri, desidera riguarda questa come una trasformazione di un culto pagano di Edessa, ma il punto è nel migliore dei casi problematici.

La storia si corre brevemente come segue: Presso la divisione degli Apostoli, l'India è sceso alla partita di Thomas, ma ha dichiarato la sua incapacità di andare, laddove il suo Maestro Gesù apparve in un modo soprannaturale a Abban, l'inviato del Gundafor, un indiano Re, Thomas e venduti a lui di essere il suo schiavo e servire Gundafor come un carpender.

Poi Abban e Thomas navigato via fino a quando non è venuto a Andrapolis, dove è atterrato e ha partecipato alla festa di matrimonio, la figlia del sovrano.

Strani eventi e seguire Cristo sotto l'aspetto di Thomas esortava la sposa di rimanere una Vergine.

Venendo in India Thomas è impegnata a costruire un palazzo per Gundafor, ma spendere il denaro a lui affidata sui poveri.

Gundafor imprigionato lui, ma l'apostolo e miracolosamente scampato Gundafor è stato convertito.

Andando sul paese a predicare, Thomas si è incontrato con strane avventure da draghi e valutare selvatici.

Poi è venuto alla città di re Misdai (Mazdai siriaco), dove si è convertito Tertia Misdai la moglie di suo figlio e Vazan.

Dopo questo fu condemed a morte, ha portato fuori città, a una collina, e con lance trafitto da quattro soldati.

Egli è stato sepolto nella tomba degli antichi re, ma i suoi resti sono stati rimossi in seguito verso l'Occidente.

Ora è certamente un notevole fatto che intorno all'anno 46 dC è stato un re che regna su quella parte di Asia sud di Himalaya ora rappresentata da Afghanistan, in Baluchistan, il Punjab, Sind, che portava il nome Gondophernes o Guduphara.

Questo sappiamo entrambi dalla scoperta di monete, alcune delle Parthian tipo greco con leggende, altri tipi di indiani con le leggende in un dialetto indiano e Kharoshthi caratteri.

Nonostante varie variazioni minori l'identità del Gundafor con il nome di "Acta Thomae" è inconfondibile e difficilmente è contestato.

Ulteriori abbiamo le prove di Takht-i-Bahi iscrizione, che è datata e che i migliori specialisti come accettare che istituisce il re Gunduphara probabilmente iniziò a regnare su AD 20 ed era ancora in carica e 46.

Anche in questo caso ci sono ottime ragioni per ritenere che Misdai o Mazdai potrebbe essere la trasformazione di un nome indù effettuato il suolo iraniano.

In questo caso sarà probabilmente rappresentano un certo Vasudeva re di Mathura, il successore di Kanishka.

Senza dubbio può essere chiesto che la romancer Gnostico che ha scritto il "Acta Thomae" possono avere adottato alcuni nomi storici indiano a dare verosimiglianza alla sua fabbricazione, ma come Mr Flotta invita nella sua critica severamente carta "i nomi presentati qui in Connessione con St.Thomas sono nettamente non come hanno vissuto nella storia e nella tradizione indiana "(di R. Joul. asiatici Soc., 1905, p.235).

D'altro canto, se la tradizione che San Tommaso predicato e "India" è stato ampiamente diffuso in entrambi Oriente e Occidente e si trova in questi scrittori come Efrem Siro, Ambrogio, Paolino, Girolamo, e, più tardi, Gregorio di Tours e Altri, ancora, è difficile scoprire il sostegno adeguato per la conservazione a lungo accettato convinzione che san Tommaso ha spinto i suoi viaggi missionari, come estremo sud come Mylapore, non distante da Madras, e ci hanno subito il martirio.

In quella regione deve ancora essere trovato un granito bassorilievo con una croce Pahlavi (persiano antico) iscrizione risalente al VII secolo, e la tradizione che fu qui che San Tommaso di cui la sua vita è molto forte a livello locale.

Certo è anche che, sulla costa occidentale del Malabar o di India meridionale un corpo di cristiani esiste ancora utilizzando una forma di siriaco per la sua lingua liturgica.

Se questa Chiesa risale al tempo di San Tommaso Apostolo (non vi è stato un vescovo siro-caldea Giovanni "da India e la Persia" che ha assistito al Concilio di Nicea nel 325), o se il Vangelo è stato predicato prima nel 345 a causa di Persico persecuzione sotto Sapore (o Sapor), o se la Siria missionari che hanno accompagnato un certo Thomas Cana penetrato per la costa di Malabar circa l'anno 745 sembra difficile da determinare.

Sappiamo solo che, nel sesto secolo Cosmas Indicopleustes parla della presenza di cristiani a Male (? Malabar) in base a un vescovo che era stato consacrato in Persia.

King Alfred il Grande è riportata nel "Anglo-Saxon Chronicle" di avere inviato una spedizione di stabilire relazioni con i cristiani d'Oriente.

D'altra parte la reputazione reliquie di S. Tommaso sono stati certamente a Edessa nel quarto secolo, e ci sono rimasti fino a quando non sono stati tradotti a Chios nel 1258 e nei confronti di Ortona.

Il suggerimento improbabile che San Tommaso predicato in America (American Eccles. Rev, 1899, pp.1-18) si basa su un equivoco, del testo degli Atti degli Apostoli (i, 8; cfr. Berchet "Fonte italiane per La storia della scoperta del Nuovo Mondo ", II, 236, I, 44).

Oltre al "Acta Thomae", di cui una diversa redazione più breve e, in particolare, esiste in Etiope e latina, abbiamo una forma abbreviata di un cosiddetto "Vangelo di Tommaso" originariamente gnostico, così come la conosciamo ora semplicemente una fantastica storia del infanzia Di Gesù, senza alcuna particolare colorazione eretiche.

Vi è anche un "Revelatio Thomae", condannato come apocrifi e la Laurea di Papa Gelasio, che è stato recentemente recuperato da diverse fonti in una condizione frammentaria (vedi il testo completo in Revue benedettino, 1911, pp. 359-374).

Pubblicazione di informazioni scritto da Herbert Thurston.

Trascritto da Maria e Giuseppe Tommaso.

In memoria di Ella Barkyoumb Enciclopedia Cattolica, volume XIV.

Pubblicato 1912.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ° luglio 1912.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a