Chiese di rito orientale

Uniate Chiese

INFORMAZIONI GENERALI

Chiese di rito orientale sono le comunità di cristiani orientali in unione con la Chiesa cattolica romana.

Noto anche come Uniate chiese, che conservano la loro in modo distintivo spirituale, liturgica, canonica e tradizioni.

Oltre alle differenze dal romano (occidentale) liturgia in rito, molte delle chiese di rito orientale consentire un clero sposato.

Tra il 10 e 11 milioni di cattolici sono membri di queste chiese.

Come la Chiesa ortodossa, si sono divisi in famiglie; le cinque grandi famiglie sono i alessandrina, antiochena, armeno, caldeo, bizantino.

Che spesso ha origine tra ortodossi e le altre comunità cristiane orientale sotto l'influenza politica di un sovrano cattolica romana.

La più grande chiesa di rito orientale - la chiesa cattolica ucraina - quando è stato formato ucraino soggetti del re di Polonia si sono uniti a Roma nel 1596.

Un altro grande gruppo - il maroniti del Libano - stabilito legami con il papato, quando il loro paese è stato occupato da occidentali crociati nel 12 ° secolo.

Il rumeno chiesa di rito orientale è stato creato sotto Habsburg regola nel 1700.

La chiesa cattolica ucraina, con una stima da 4 a 5 milioni di membri, è concentrata in Ucraina occidentale, in particolare nelle aree di Leopoli e Ivano - Frankovsk, che sono stati sotto austriaco e polacco competenza giurisdizionale fino a quando la seconda guerra mondiale.

Dopo la guerra, quando la regione a far parte dell'Unione sovietica, la chiesa è stato bandito e guidato in sotterraneo di governo sovietico.

E 'stato consentito di riprendere l'attività aperta nella libera atmosfera della fine degli anni 1980.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Ciascuna delle chiese di rito orientale è guidata da un suo Patriarca, che ha giurisdizione sui vescovi, clero e popolo di quel rito.

Tutti i patriarchi sono membri della Congregazione per le Chiese Orientali, che disciplina i rapporti del Vaticano con i riti orientali.

Bibliografia


D Attwater, le Chiese cristiane d'Oriente (1961); B Proko, cattolici ucraini in America (1982).

Chiese di rito orientale

Uniate Chiese

INFORMAZIONI GENERALI

Il rito orientale Chiese orientali sono le chiese cristiane di cinque riti derivati da antiche tradizioni delle chiese cristiane in Oriente.

Essi sono ora in comunione con la chiesa occidentale sotto il papato. Distinto da entrambe le Chiese ortodosse e le cosiddette indipendenti Chiese d'Oriente, nessuno dei quali riconoscere il primato papale, le chiese di rito orientale a volte sono anche noti come orientali cattoliche, o Uniate, chiese. Oggi più di 10 milioni di cattolici orientali sono nei vari riti.

I cinque sono i riti bizantino, alessandrino, antiocheno, caldeo, armeno.

All'interno di questi riti sono ulteriori suddivisioni in base al livello nazionale o origine etnica.

Il più grande singolo gruppo di orientali cattolici ucraini è la chiesa (rito bizantino), ha circa 7 milioni di membri, con circa il 70 per cento in Ucraina.

Negli Stati Uniti ci sono circa 250000 cattolici ucraini.

Un rito significa più di una liturgia, ma denota distintivo tradizioni su un ampio fronte.

Tra questi degni di nota per i cattolici orientali, in contrasto con quelli di rito romano, è un clero sposato. Distintivo sacramentale pratiche si trovano anche, come ad esempio l'immediata ammissione dei bambini battezzati a conferma e l'Eucaristia.

Piuttosto che il latino, le lingue liturgiche di rito orientale chiese sono sia quelle pronunciate dal missionario originale o fondatori oggi volgare. Il Concilio Vaticano II, nel suo decreto sulle Chiese orientali cattoliche, ha confermato l'impegno a preservare la riti orientali intatto.

Tale rassicurazione è stato il benvenuto a causa di ripetute critiche di queste chiese che le loro tradizioni sono state progressivamente erose dal loro comunione con Roma.

Effettuare la di questa comunione è stato un lungo processo.

Dopo il Grande Scisma del 1054 fra Oriente e Occidente cristiani, alcuni gruppi, come ad esempio i maroniti e armeni, sono stati uniti a Roma nel secolo successivo.

La vera storia dello sviluppo di rito orientale chiese, tuttavia, è iniziato nel 16 ° secolo.

Nel 1596, da parte di Brest-Litovsk Unione, due vescovi ucraini ortodossi riconosciuto il primato del papa.

Seguiti altri gruppi, come ad esempio i caldei (1681) e di altre chiese di rito bizantino (il Ruthenians nel 1592, i rumeni nel 1698, e la Melkites nel 1724).

L'ultima sono stati i Malankarese (rito antiocheno) di India nel 1930.

Come questi diversi gruppi di cattolici è cresciuto Orientale, Roma gerarchie ecclesiastiche stabilito per loro.

Le Chiese orientali hanno il loro diritto canonico e non sono vincolati dal Codice di Diritto Canonico della Chiesa occidentale.

Ogni chiesa è disciplinata da un patriarca (i patriarchi di Alessandria, Babilonia, e Cilicia, e tre patriarchi di Antiochia).

Un patriarca con il suo sinodo ha la più alta autorità di sua competenza ed è anche in grado di nominare vescovi e creare diocesi.

Tuttavia, la Sacra Congregazione per le Chiese Orientali, di cui fanno parte la rito orientale patriarchi, ha competenza generale su riti orientali.

John W. O'Malley


Inoltre, si veda:


Chiese di rito orientale


Chiesa cattolica romana


Chiesa ortodossa orientale

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a