Fatalismo

INFORMAZIONI GENERALI

Determinismo è talvolta confusa con predestinazione e di fatalismo, ma in quanto tale, essa afferma che né vicende umane sono state predisposte da un essere al di fuori del nesso di causalità, né per una persona che ha un destino inevitabile.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Breve Definizioni

INFORMAZIONI GENERALI

determinismo

Il parere che ogni evento ha una causa e che tutto nell'universo è assolutamente dipendente da e disciplinati dalle disposizioni legislative nesso di causalità.

Determinists dal momento che crediamo che tutti gli eventi, tra cui azioni umane, sono predeterminati, determinismo è in genere il pensiero di essere incompatibili con il libero arbitrio.

fatalismo

La convinzione che "quello che sarà sarà", dato che tutti i passati, presenti e futuri eventi sono stati già predeterminato da Dio o di un altro onnipotente vigore.

Nella religione, questo punto di vista può essere chiamata predestinazione, ma ritiene che se le nostre anime vanno in paradiso o inferno è determinato prima di noi sono nati e indipendente del nostro buone azioni.

libera volontà

La teoria che gli esseri umani hanno la libertà di scelta o di auto-determinazione, cioè, dato che una situazione del genere, una persona potrebbe avere fatto diverso da quello che ha fatto.

Filosofi hanno sostenuto che la libera volontà è incompatibile con il determinismo.

Vedi anche indeterminism.

indeterminism

La vista che vi sono eventi che non hanno alcun motivo; molti fautori della libera volontà credono che gli atti di scelta sono in grado di non essere determinato in base a uno stato fisiologico o psicologico causa.

Destino, fatalismo

Informazioni avanzate

Destino, personificato dai Greci sotto il nome di Moira, significata nel mondo antico il potere invisibile che le norme sul destino umano.

Nel pensiero classico destino è stato creduto di essere superiore agli dei, in quanto anche essi non sono stati in grado di sfidare tutti i suoi - che comprende il potere.

Destino non è casuale, che può essere definita come l'assenza di disposizioni legislative, ma invece uno determinismo cosmico che non ha alcun senso ultimo o scopo.

Nel pensiero classico e in Oriental religione è un destino oscuro, sinistro potere legati alla tragica visione della vita.

Non si connota l'assenza di libertà, ma la sottomissione della libertà.

E 'la necessità trascendente in cui la libertà è impigliata (Tillich).

Destino è cieco, imperscrutabile, e inevitabile.

Cristianesimo sostituito il concetto di ellenistica destino la dottrina della divina provvidenza.

Considerando che è il destino portentous, impersonale potere che thwarts e overrules libertà umana, la Provvidenza libera l'uomo a compiere il destino per il quale egli è stato creato.

Destino significa l'abrogazione di libertà; provvidenza significa la realizzazione di autentica libertà attraverso la presentazione alla guida divina.

Provvidenza è la direzione e il sostegno di un Dio amorevole, che in ultima analisi, rende la vita sopportabile; destino è la regola della contingenza che getta uno Pall oltre ogni umana cercando.

Considerando che il destino rende il futuro incerto e precario, provvidenza riempie il futuro con speranza.

Destino è impersonale e irrazionale; provvidenza è estremamente personale e suprarational.

Fatalismo è stato presente tra le antiche Stoics, e pervade gran parte del pensiero di induismo, buddismo, e Islam.

Filosofi moderni che hanno intrattenuto idee per il mio destino sono Oswald Spengler, Herbert Spencer, John Stuart Mill, e Arthur Schopenhauer.

DG Bloesch


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


WC Greene, Moira: Destino, del bene e del male nel pensiero greco; R Guardini, libertà, la grazia, e il destino; P Tillich, "Filosofia e Destino", in Il protestante Era, e il coraggio di essere; H Ringgren, ed., Credenze fatalista nella religione, il folklore, e Letteratura; J Den Boeft, Calcidio riguardanti il destino.

Fatalismo

Informazioni cattolica

Fatalismo è, in generale, l'opinione che assicura che tutti gli eventi nella storia del mondo, e, in particolare, le azioni e gli episodi che compongono la storia di ogni vita individuale, sono determinati dal destino.

La teoria prende molte forme, o, piuttosto, la sua caratteristica essenziale di un antecedente vigore predeterminare rigidamente tutte le occorrenze entra in una forma o in un altro molte teorie dell'universo.

Talvolta nel mondo antico destino è stato concepito come un ferro da stiro necessità nella natura delle cose, di passare oltre il controllo e la volontà e la potenza degli dei.

A volte è stato spiegato come il decreto inesorabile degli dei dirigere il corso del cosmo; talvolta si è personificata come una particolare divinità, la dea o dee del destino.

La loro funzione era quella di garantire che ogni uomo della partita, "parti", o parte infallibilmente dovrebbe venire a lui.

Antica classica fatalismo

Il greco tragedians spesso raffigurano l'uomo come un aiuto creatura di carico lungo destino.

A volte questo è un destino Nemesi che persegue lui per conto di alcuni reati commessi dai suoi antenati o se stesso; altre volte che è quello di compensare per la sua eccessiva fortuna, al fine di educare e umile di lui.

Con Æschylus è la natura di un destino unpitying; a Sofocle, quella di una volontà di passare oltre.

Ancora, la più importante caratteristica è che la futura vita di ogni individuo è predeterminato in modo rigorosamente in tutti i suoi dettagli da un organismo esterno antecedente che il suo volitions o desideri non hanno alcun potere di modificare il corso degli eventi.

L'azione del destino è cieco, arbitraria, inesorabile.

Si muove inesorabilmente in poi, che effettua il più terribili catastrofi, imprimere con noi un senso di costernazione indifesi, e straziante il nostro senso morale, se vogliamo venture su un giudizio morale a tutti.

Fatalismo, in generale, è stato incline a trascurare immediatamente antecedenti e soffermarmi su piuttosto remote e le cause esterne come l'agenzia che in qualche stampi il corso degli eventi.

Socrate e Platone ha dichiarato che la volontà umana è stato determinato da necessariamente l'intelletto.

Anche se questo punto di vista sembra incompatibile con la dottrina della libera volontà, non è necessariamente il fatalismo.

La teoria della meccanica Democrito, il che spiega l'universo come il risultato della collisione di atomi di materiale, a rigor di logica impone un fatalismo su spontanea volontà umana.

Il clinamen, o attitudine alla deviazione fortuita che Epicuro introdotte nella teoria atomica, anche se essenzialmente un fattore di opportunità, sembra essere stato concepito da alcuni come non agiscono a differenza di una forma di destino.

La Stoics, che sono stati entrambi pantheists e materialisti, siamo presenti con un molto spinto in corso, sotto forma di fatalismo.

Per loro il corso del l'universo è un ferro da stiro-vincolati necessità.

Non c'è spazio per qualsiasi caso o contingenza.

Tutti i cambiamenti sono, ma l'espressione di legge immutabile.

Vi è un eternamente provvidenza stabilito di passare oltre il mondo, ma è in ogni suo aspetto immutabile.

Natura è un infrangibile catena di causa ed effetto.

Provvidenza è il motivo nascosto contenute nella catena.

Destino è l'espressione esterna di questa provvidenza, o organismi con cui essa viene effettuata.

E 'a causa di questo che la previsione del futuro è possibile agli dei.

Cicerone, che aveva scritto a lungo su l'arte di divining il futuro, insiste sul fatto che se ci sono gli dei ci deve essere esseri che può prevedere il futuro.

Quindi il futuro devono essere certi, e, se alcuni, necessario.

Ma la difficoltà si presenta quindi: che cosa è l'uso di divinazione se Espiatoria sacrifici e le preghiere non può impedire l'predestinati mali?

Tutta la forza della logica la difficoltà è stata avvertita da Cicerone, e anche se egli osserva che le preghiere e sacrifici potrebbero anche essere stati previsti dalla divinità e inserite come condizioni essenziali della loro decreti, non è abbastanza deciso come la vera soluzione.

L'importanza attribuita a questo problema di fatalismo nel mondo antico è evinced dal gran numero di autori che hanno scritto trattati "De Fato", ad esempio, Crisippo, Cicerone, Plutarco, Alexander di Aphrodisias, e vari scrittori cristiani verso il basso per il Medio Evo.

Fatalismo e cristianesimo

Con la nascita del cristianesimo la questione di fatalismo necessariamente ha adottato una nuova forma.

Pagana vista di un esterno, inevitabile costringere vigore e di controllo tutte le azioni, se umana o divina, si è trovato in conflitto con la concezione di un libero, personale, infinito, Dio.

Di conseguenza, molti dei primi scrittori cristiani sono stati interessati e per opporsi a confutare la teoria del destino.

Ma, d'altro canto, la dottrina di un Dio personale in possesso di uno infallibile conoscenza del futuro e di una onnipotenza che disciplina tutti gli eventi di intensificare l'universo alcune fasi della difficoltà.

Una caratteristica principale, del resto, della nuova religione è stata l'importanza del principio di uomo morale della libertà e della responsabilità.

Moralità non è più presentato a noi come un semplice auspicabile bello per essere perseguiti.

Si tratta per noi un imperativo nella forma di un codice di leggi procedimento dal Sovrano dell'universo e obbedienza esigenti sotto le più gravi sanzioni.

È il peccato più grave di tutti i mali.

L'uomo è tenuto a rispettare la legge morale, e lo riceverà meritato castigo o ricompensa secondo come egli viola o osserva che legge.

Ma in tal caso, l'uomo deve avere in suo potere per mantenere o rompere la legge.

Inoltre, il peccato non può essere imputato a tutto-Dio santo.

Di conseguenza, libera volontà è un fatto centrale nella concezione cristiana della vita umana; e quant'altro sembra in contrasto con il presente deve essere in qualche modo a conciliarsi.

Il problema della pagana fatalismo diventa così in teologia cristiana il problema della predestinazione divina e armonizzare la prescience della Divina Provvidenza e con la libertà umana.

(Vedere libera volontà; predestinazione; Provvidenza.)

Musulmani fatalismo

I musulmani concezione di Dio e il suo governo del mondo, l'insistenza sulla sua unità e l'assolutezza del metodo di questa norma, così come la tendenza a Orientali sminuire l'individualità di uomo, sono stati tutti favorevoli allo sviluppo di una teoria della predestinazione ravvicinamento verso il fatalismo.

Di conseguenza, anche se ci sono stati i difensori del libero arbitrio tra insegnanti musulmani, ma la vista ortodosso che ha prevalso più diffuso tra i seguaci del Profeta è stato che tutti i bene e il male le azioni e le manifestazioni si svolgono dal eterna decreti di Dio, che hanno sono state scritte da tutta l'eternità sulla tabella prescritto.

La fede del credente e tutte le sue buone azioni sono stati tutti approvati e decretato, mentre le cattive azioni dei malvagi decretato allo stesso modo se non sono stati approvati.

Alcuni dei musulmani medici hanno cercato di armonizzare questo fatalismo teoria con l'uomo ha la responsabilità, ma il Orientali temperare generalmente accettati con facilità il fatalismo presentazione del Credo, e alcuni dei loro scrittori hanno presentato ricorso a questo lungo passato predestinazione e privazione della libertà di scelta come giustificazione per la negazione della responsabilità personale.

Mentre la fede in predestinati partita ha avuto la tendenza a rendere i musulmani nazioni lethargic e indolente per quanto riguarda le industrie ordinarie della vita, che ha messo a punto un tipo di colpa in pericolo che si è dimostrato un prezioso elemento del carattere militare del popolo.

Moderna fatalismo

I riformatori del XVI secolo ha insegnato una dottrina della predestinazione poco, se del caso, meno rigida rispetto al fatalismo musulmano.

(Vedere CALVIN; LUTERO; libera volontà.) Con la nuova partenza in filosofia e la sua separazione da teologia sin dai tempi di Descartes, l'antica pagana nozione di un altro destino, che era cresciuto obsoleto, è stato di riuscita o trasformato in teoria dei Necessarianism.

Lo studio della fisica, la crescente conoscenza del regno di diritto uniforme in tutto il mondo, così come il ritorno al naturalismo avviato dalla estrema rappresentanti del Rinascimento, ha stimolato la crescita del razionalismo nel XVII e XVIII secolo e portato alla divulgazione dei vecchi obiezioni alla libera volontà.

Alcuni elementi meccanici nella filosofia di Descartes e nel occasionalism del suo sistema, che i suoi seguaci e Malebranche Geulinex sviluppato, limitando tutti i reali d'azione a Dio, ovviamente, tendono verso una visione fatalista dell'universo.

Moderna panteistica fatalismo

Spinoza's panteistica necessarianism, tuttavia, è forse il frankest rigide e la maggior parte sotto forma di fatalismo sostenuto da qualsiasi leader moderno filosofo.

A partire da l'idea di sostanza, che egli definisce in modo che non vi può essere, ma uno, egli deduce geometrici in tutte le forme di moda di essere nell'universo da questa nozione.

Questa sostanza deve essere infinita.

Esso si evolve necessariamente attraverso un numero infinito di attributi in un'infinità di modi di trasporto.

L'apparentemente individuale e indipendente esseri del mondo, le menti e gli organismi, sono solo questi modi di infinito sostanza.

Il mondo intero processo di azioni e di eventi è necessario rigidamente in ogni dettaglio; le nozioni di contingence, di possibili esseri diversi da quelli che esistono, sono puramente illusoria.

Nulla è possibile, ad eccezione di ciò che effettivamente è.

Consulta la libera volontà né in Dio né l'uomo.

Volitions umani e le decisioni di flusso con la stessa inesorabile necessità da uomo natura come proprietà geometriche dal concetto di un triangolo.

Spinoza's critici sono stati rapidi a sottolineare che in questa visione l'uomo non è più responsabile se commette un reato, né meritevoli di lode in ricompensa per le sue buone azioni, e che Dio è l'autore del peccato.

Spinoza è unica risposta è stata che premi e punizioni hanno ancora il loro uso come motivi, che il male è solo di limitazione e, pertanto, non reale, e che ciò che è reale è buona.

Vice, tuttavia, egli detiene, è come opinabile come dolore fisico o la corruzione.

Lo stesso fatalista conseguenze di moralità logicamente sono coinvolti nelle varie forme di recente panteistica monismo.

Materialistica moderna fatalismo

Moderno materialismo, a partire dalla nozione di materia come unico originale causa di tutte le cose, si sforza di elaborare una teoria puramente meccanico dell'universo, in cui il suo contenuto e il corso della sua evoluzione sono tutte le informazioni necessarie esito della collocazione originale della particelle di materiale insieme con le loro proprietà chimiche e fisiche e le leggi della loro azione.

La più approfondita sostenitori della teoria della meccanica, come ad esempio Clifford e Huxley, francamente accettare le logiche conseguenze di questa dottrina che la mente non può agire su di materia, e insegnare che l'uomo è "un automa consapevole", e che pensieri e volitions esercitare alcuna reale influenza sui movimenti di oggetti materiali nel mondo attuale.

Stati mentali sono solo di prodotti di materiale modifiche, ma non possono in alcun modo modificare il secondo.

Essi sono anche descritti come gli aspetti soggettivi di processi nervoso, e come epiphenomena, ma tuttavia concepito sono necessariamente in possesso di discepoli della scuola materialista di essere in grado di interferire con i movimenti di materia o di entrare in alcun modo efficiente come le cause in catena di eventi che costituiscono la fisica storia del mondo.

La posizione è in qualche modo più estremo di antichi pagani fatalismo.

, Mentre la prima scrittori insegnato che i fatti della vita e fortuna sono stati inesorabilmente regolato da una schiacciante potere contro cui è stato inutile e impossibile a lottare, essi in genere si terrà il comune buon senso che il nostro fare volitions indirizzare i nostri interventi immediati , Anche se il nostro destino, in ogni caso, essere realizzati.

Ma il materialistica scienziato logicamente è impegnata a concludere che, mentre l'intera serie dei nostri stati mentali sono rigidamente legata a cambiamenti nervoso dell'organismo, che sono stati tutti inesorabilmente predeterminato in originale collocazione del materiale particelle dell'universo, questi mentale stessi Stati non possono in alcun modo modificare il corso degli eventi o pregiudicare i movimenti di una singola molecola della materia.

Refutation il fatalismo di tutti i tipi sta nel assurde e incredibili conseguenze che essi comportano tutti.

(1) Ancient fatalismo implicita che gli eventi sono stati determinati, indipendentemente dal loro immediato cause.

È negato il libero arbitrio, o libero arbitrio che potrebbero influenzare il corso della nostra vita.

Logicamente è distrutta la base della moralità.

(2) Il fatalismo poggiante sulla Divina decreti (a), fatto uomo irresponsabile per i suoi atti, e (b) fa Dio l'autore del peccato.

(3) Il fatalismo materialistica della scienza non solo annienta moralità, ma, logicamente motivato, che chiede la fede nella proposta incredibile che i pensieri ei sentimenti di umanità non hanno avuto alcuna reale influenza sulla storia umana Mill distinto: (a), pura o fatalismo orientale che, egli dice, sostiene che le nostre azioni non dipendono i nostri desideri, ma sono annullati da una potenza superiore, (b) modificati fatalismo, che insegna che le nostre azioni sono determinate dalla nostra volontà, la nostra volontà e dal nostro carattere e le motivazioni che agiscono su di noi - il nostro carattere, tuttavia, essendo stato dato a noi, (c) infine determinismo, che, secondo lui, sostiene che non solo la nostra condotta, ma il nostro carattere, si prestano a nostra volontà: e che si può migliorare il nostro carattere.

In entrambe le forme di fatalismo, egli conclude, l'uomo non è responsabile dei suoi atti.

Ma a rigor di logica, in teoria deterministiche, se noi motivo la questione, siamo spinti a proprio la stessa conclusione.

Per la volontà di migliorare il nostro carattere non può sorgere se non come il risultato del necessario carattere precedente e presentare motivi.

Praticamente non vi può essere una differenza tra il comportamento dei professi fatalist che saranno inclini a dire che, come il suo futuro è sempre inflexibly predeterminato non vi è alcun uso nel tentativo di modificare, e la deterministiche, che sostengono maggio il rafforzamento delle buone motivazioni.

In stretta coerenza, tuttavia, dal determinismo nega di causalità reale iniziativa ai singoli mente umana, la coerente visione della vita e della moralità dovrebbe essere proprio lo stesso per il deterministiche e le più estreme fatalist (vedi determinismo).

Pubblicazione di informazioni scritte da Michael Maher.

Trascritto da Rick McCarty.

Della Enciclopedia Cattolica, Volume V. Pubblicato 1909.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 maggio 1909.

Remy Lafort, Censor.

Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York


Inoltre, si veda:


Determinismo


Predestinazione

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a