Infallibilità

INFORMAZIONI GENERALI

Infallibilità significa, letteralmente, l'immunità da errore.

Nella teologia cristiana, il termine viene applicato a tutta la Chiesa, che, si ritiene da molti cristiani, non può sbagliarsi nel suo insegnamento della verità rivelata, perché è aiutata dallo Spirito Santo.

Cristiani d'accordo, tuttavia, su come infallibilità può essere riconosciuto.

Alcuni accettare come quelle dottrine infallibile universalmente insegnato e creduto dall'antichità.

Altri riconoscono come l'infallibile dottrinale decisioni dei Concili ecumenici della chiesa.

I cattolici credono che il papa può fare infallibile definizioni sulla fede o di morale quando parla ex cathedra - come capo della chiesa - e quando si ha la chiara intenzione di impegnare tutta la Chiesa di accettare come dogma quello che egli definisce.

Infallibilità papale è stata formalmente definita in occasione del Concilio Vaticano I (1870).

La dottrina è stato ribadito nel Concilio Vaticano II (1962-65), che ha sottolineato anche che l'intero corpo dei vescovi in unione con il Papa insegnare infallibilmente quando tutti d'accordo in un unico punto di vista su questioni di fede e di morale.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Richard P. McBrien

Bibliografia


Kirvan, John, ed., L'infallibilità Dibattito (1971); Kung, Hans, infallibile?

Un'indagine (1971).

Infallibilità

INFORMAZIONI GENERALI

Infallibilità, nella teologia cristiana, è la dottrina che in materia di fede e di morale della chiesa, sia in dottrina e nella fede, è protetto da errore di dispensa divina.

La dottrina è generalmente associata con la Chiesa cattolica romana, ma è anche applicato dalla chiesa ortodossa alle decisioni di Concili ecumenici.

La dottrina è ampiamente respinta dal protestanti per il fatto che solo Dio può essere descritto come infallibile.

La teologia cattolica romana afferma che la Chiesa intera è infallibile (e quindi non può sbagliarsi in materia di fede), quando, da vescovi a laici, mostra universale accordo in materia di fede e di morale. Solo le seguenti persone nella chiesa - quelle che la sua più alto magistero - sono creduto ad annunciare la dottrina cristiana infallibilmente:


Secondo la definizione promulgata nel 1870 dal Concilio Vaticano il papa esercita un magistero infallibile solo quando


Il Papa è infallibile non hanno mai considerato nella sua personale o privato opinioni. Dalla metà del 19 ° secolo, solo due ex cathedra dichiarazioni sono state fatte nella Chiesa cattolica romana: la definizione del dogma dell'Immacolata Concezione nel 1854 da Pope Pius IX , E la definizione dell 'Assunzione della Vergine nel 1950 da Pope Pius XII.

Infallibilità non è considerata di suoi sostenitori, come qualcosa di miracoloso o come una sorta di chiaroveggenza.

Piuttosto, essa è considerata una grazia, o dono divino, che è biblically e teologicamente fondata.

I fautori punto a molti passaggi scritturali, come ad esempio i discorsi di addio a Giovanni, in particolare la promessa dello Spirito di verità (cfr. Giovanni 14:17; 15:26; 16,13).

Essi ritengono che la chiesa deriva questo dono da Dio, che solo è la fonte ultima di infallibilità.

Le materie oggetto di infallibilità dottrine sono radicati nella Scrittura e nelle antiche tradizioni della chiesa, nessuno dei quali può essere contraddetta; così, nuovi dottrine e altre innovazioni sono ritenute essere esclusa.

Infallibilità è quindi visto come un dono che deve essere esercitata con la massima cura nel servizio del Vangelo.

Infallibilità

Informazioni avanzate

Infallibilità è lo stato di essere incapace di errore.

La parola "infallibile" si verifica nel AV in Atti 1:3 con riferimento alla risurrezione di Cristo.

Non vi è alcuna parola corrispondente in greco, tuttavia, e si è omesso nelle versioni successive.

Che la rivelazione di Dio in Gesù Cristo è infallibile, in senso generale che presenta l'umanità con la infallibile via di salvezza, sarebbe accettato da tutti i cristiani, ma la sede di infallibilità è una questione di polemiche.

Tre principali linee di pensiero possono essere individuate corrispondenti ai tre principali divisioni della cristianità.

La Chiesa ortodossa orientale ritiene che i consigli generali della Chiesa sono guidati dallo Spirito Santo in modo da non sbagliare; la Chiesa cattolica romana ritiene che il papa si è conservato da errore di Dio, e il pensiero protestante si basa sulla adeguatezza della Sacra Scrittura come la guida di Dio.

Possiamo riguardano questi tre teorie nel modo seguente.

I cristiani di tutte le tradizioni accordo di Sacra Scrittura un luogo unico nella determinazione del Vangelo, e non vi esiste un vasto corpo di credenza comune che ne derivano.

Questa comune convinzione è ulteriormente descritti e definiti i Consigli di detenuti nei primi secoli, quattro delle quali in ogni caso comando universale approvazione.

La Chiesa ortodossa continua a contare su consigli, la Chiesa latina ha finalmente arrivato a definire la sede della infallibilità come il papato, mentre i protestanti guardare le Scritture come la fonte ultima di autorità.

Particolare attenzione deve essere data la dottrina della infallibilità papale, e la dottrina della protestante la sufficienza e la supremazia della Scrittura.

La dottrina della infallibilità del papa è stata definita dalla Chiesa cattolica romana per l'anno 1870.

Si dichiara che il papa è attivata da Dio per esprimere infallibilmente ciò che la Chiesa deve credere in materia di questioni di fede e di morale quando parla nella sua veste ufficiale come "vicario di Cristo sulla terra," o ex cathedra.

Alla base di questo dogma si trovano tre ipotesi che sono contestati da altri cristiani: (1) che Cristo ha istituito un ufficio di "vicario" per la sua Chiesa sulla terra; (2) che questo ufficio è detenuto dal vescovo di Roma e (3) che Vicario di Cristo è infallibile nella sua dichiarazione di fede e di morale.

I motivi che la Chiesa di Roma basi di queste ipotesi possono essere riassunti come segue: (1) Il nostro Signore dice a Pietro registrati in Matt.

16:18, "Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa", significa che Cristo ha fatto di Pietro il capo della Chiesa, o il suo "vicario in terra."

(2) Pietro è stato vescovo a Roma e, quindi, costituito vedere questo supremo vescovado oltre la chiesa, la trasmissione, ai suoi successori la prerogativa di essere vicario di Cristo.

(3) Il vicario di Cristo deve essere infallibile per la natura stessa del caso.

Tutti e tre gli argomenti sono necessarie per la dottrina della infallibilità papale, e tutti e tre i visualizzare un fallibilità che rende impossibile per gli ortodossi e protestanti chiese di accoglierli.

Di recente, cattolica romana atteggiamenti verso l'infallibilità papale si sono spostati un po 'in risposta al dialogo ecumenico, di indagine storica, e più recentemente Hans Kung il libro.

Se la sfida, provocata dalla sentenza papale in materia di contraccezione, insieme a un grande e ancora irrisolto dibattito all'interno cattolicesimo.

Se ha sostenuto che il magistero papale (magistero) aveva in realtà contraddittoria e molte decisioni errate nel corso dei secoli, e che i cattolici dovrebbero quindi parlare solo di un "indefettibilità della Chiesa," una posizione sorprendentemente simile a quello di alcuni protestanti, come molti cattolici sottolineato.

Il dibattito ha costretto tutti i cattolici a definire più chiaramente ciò che comporta l'infallibilità papale, riducendo in tal modo molti esagerate nozioni di esso; progressiva e molti cattolici hanno cercato di comprendere i vescovi, teologi, e anche tutta la Chiesa nella loro nozione di conserve di tradizione infallibilmente della vera fede.

Nel frattempo in tempo gli storici hanno dimostrato che indefettibilità della chiesa è stato ricevuto la vista in Occidente verso il basso per circa 1200, poi lentamente sostituito da infallibilità della chiesa e, infine, di infallibilità del papato, una posizione proposto per la prima volta circa 1300 ma hotly discusso nelle scuole e mai ufficialmente sancito fino al 1870.

Quando ci rivolgiamo a protestanti o evangelici pensiero su questa materia, abbiamo stabilito che, nella misura in cui essa è utilizzata a tutti i, infallibilità è attribuito alla OT e NT Scritture come la profetica e apostolica record.

E 'così nel senso quadruplicato (1) che la parola di Dio infallibilmente a raggiungere il suo fine, (2) che ci dà affidabile testimonianza del risparmio e della redenzione rivelazione di Dio in Cristo, (3) che ci fornisce un autorevole norma di fede e di condotta, e (4) che ci parla attraverso di essa il infallibile Spirito di Dio di cui essa si è data.

Negli ultimi anni la concentrazione su di storico e scientifico domande, e il sospetto di dogmatica infallibilità sostenuto dal papato, ha portato a gravi critiche di tutto il concetto applicato anche come la Bibbia, e bisogna ammettere che la nozione di per sé non è un biblico uno e non gioca alcun gran parte in realtà la teologia della Riforma.

Ancora indicato i sensi è ben adattato a mettere in evidenza l'autorità e la autenticità della Scrittura.

La chiesa accoglie e conserva l'infallibile Parola come la vera norma della sua apostolicità e, con la Parola stessa, vale a dire, Sacra Scrittura, deve la sua infallibilità, non a qualsiasi intrinseco o indipendente di qualità, ma per il divino autore e soggetto al quale la nozione di infallibilità possano essere applicate.

Ironia della sorte, attentati alla infallibilità biblica, che per oltre un secolo è venuto soprattutto da liberali protestanti, venuti negli ultimi dieci anni da conservatori, che sostengono che solo "interrancy" (un'altra parola non è stato trovato nella Scrittura) protegge adeguatamente la totale veridicità e l'affidabilità dei la Bibbia.

Mainstream evangelici, quindi, in particolare quelle che accettare alcuni dei metodi e dei risultati delle moderne scritturale studio, sono costretti a difendere il concetto tradizionale di infallibilità biblica più liberali nei confronti di una base necessaria per la ricezione di rivelazione divina, e più conservatori, come nei confronti di una base adeguata .

WCG Proctor e J van Engen


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia H.

Kung, infallibile?

G. Salmon, l'infallibilità della Chiesa; BB Warfield, l'ispirazione e l'autorità della Bibbia.

Infallibilità

Informazioni cattolica

In generale, l'esenzione o immunità dalla responsabilità per errore o il fallimento, in particolare in uso teologica, la prerogativa di soprannaturale che la Chiesa di Cristo è, da una speciale assistenza divina, conservate dalla responsabilità per errore nel suo insegnamento dogmatico definitivo per quanto riguarda le questioni di fede e di morale.

In questo articolo oggetto saranno trattati ai sensi delle seguenti capi:

I. vero significato della infallibilità

II. La prova della infallibilità della Chiesa

III. Organi di infallibilità

Concili Ecumenici

Il Papa

Loro rapporti reciproci

IV. Campo di applicazione e di oggetti di infallibilità

V. Che cosa insegnamento è infallibile?

I. vero significato della infallibilità

E 'bene cominciare affermando la verità ecclesiologica che si presume essere stabiliti prima che la questione si pone di infallibilità.

Si presume:

che Cristo ha fondato la sua Chiesa, come visibile e perfetta società e che Egli è destinato a essere assolutamente universale e imposto su tutti gli uomini una solenne obbligo di fatto di appartenere ad esso, a meno che l'ignoranza inculpable dovrebbe scusa;

Egli ha voluto che questa Chiesa a essere uno, con un visibile unità aziendali di fede, di governo, e di culto e che

al fine di garantire questa triplice unità, Egli ha donato sugli Apostoli e dei loro legittimi successori nella gerarchia - e su di essi esclusivamente - la pienezza di insegnare, governare, e liturgica poteri con cui Egli ha voluto questa Chiesa ad essere dotato.

E questo è assunto, la questione che ci preoccupa è se, e in che modo e in che misura, Cristo ha reso la sua Chiesa ad essere infallibile, nell'esercizio della sua autorità dottrinale.

E 'solo in relazione alle autorità dottrinale in quanto tale che, praticamente, la questione si pone di infallibilità, vale a dire, quando si parla della infallibilità della Chiesa si intende, almeno in primo luogo e soprattutto, ciò che è talvolta chiamato anche attivo come distinto da passiva infallibilità.

Si intende in altre parole che la Chiesa è infallibile nel suo obiettivo definitivo di insegnamento per quanto riguarda la fede e la morale, che i credenti non sono infallibili nella loro soggettiva interpretazione del suo insegnamento.

Questo è evidente nel caso delle persone fisiche, uno dei quali incorso in un errore di maggio la sua comprensione della dottrina della Chiesa, né è il generale o addirittura unanime consenso dei fedeli nella fede distinta e indipendente organo di infallibilità.

Tale consenso, infatti, quando può essere verificato in quanto a parte, è il maggior valore come prova di ciò che è stato o potrebbe essere, definito dal magistero, ma, tranne nella misura in cui essa è quindi la controparte soggettiva e completare obiettivo di insegnamento autorevole, non si può dire di essere in possesso di un punto assolutamente decisivo valore dogmatico.

Sarà meglio quindi di limitare la nostra attenzione attiva infallibilità in quanto tale, in quanto così facendo si evita la confusione che è l'unica base di molte delle obiezioni che sono la maggior parte del persistente e la maggior parte plausibilmente esortato contro la dottrina della infallibilità ecclesiastica.

Infallibilità deve essere attentamente distinto sia da ispirazione e da Rivelazione.

Ispirazione significa una speciale influenza positiva divina e di assistenza a causa di cui la persona non è solo conservati dalla responsabilità per errore, ma è talmente guidato e controllato che ciò che dice o scrive è veramente la parola di Dio, che Dio stesso è il principale autore della parola ispirata, ma implica soltanto infallibilità esonero dalla responsabilità per errore.

Dio non è l'autore di un solo infallibile, come Egli è di un ispirato, di esprimersi; l'ex resta un atto meramente umano.

Rivelazione, d'altra parte, i mezzi di far conoscere Dio, soprannaturalmente di alcune verità finora sconosciuto, o almeno non documentati, di autorità divina; che infallibilità riguarda l'interpretazione e l'efficace tutela della verità già rivelato.

Di conseguenza, quando diciamo, ad esempio, che alcuni dottrina definita dal papa o di un concilio ecumenico è infallibile, si intende semplicemente che la sua inerrancy è divinamente garantito secondo i termini della promessa di Cristo alla sua Chiesa, che non sia il papa o il Padri del Consiglio sono ispirati come sono stati gli scrittori della Bibbia o che qualsiasi nuova rivelazione si incarna nel loro insegnamento.

È ben più a spiegare:

infallibilità che significa più di esenzione da quelle attuali di errore, significa esenzione da la possibilità di errore;

fatto che non richiede la santità di vita, molto meno implica impeccability nella sua organi; peccatori e gli uomini malvagi possono essere agenti di Dio nella definizione infallibile e, infine, che la validità del Divino garanzia è indipendente dalla fallible argomenti su cui una decisione definitiva a maggio essere fondata, e, eventualmente, dei motivi umani indegno che in caso di lotte può sembrare che hanno influenzato il risultato.

E 'il risultato definitivo stessa, e da soli, che è garantita essere infallibile, non le fasi preliminari di cui si è raggiunto.

Se Dio elargito il dono della profezia a Caiphas che ha condannato Cristo (Giovanni 11:49-52; 18:14), sicuramente Egli può elargire il dono minore di infallibilità anche su indegno agenti umani.

E ', quindi, una mera perdita di tempo per gli avversari di infallibilità per cercare di creare un pregiudizio nei confronti della Chiesa cattolica di credito in cui si sottolinea l'intellettuale, morale o carenze di papi o consigli che hanno pronunciato decisioni dottrinale definitivo, o per cercare di dimostrare che storicamente tali decisioni in alcuni casi sono stati l'apparentemente naturale e inevitabile risultato di condizioni esistenti, morale, intellettuale e politico.

Tutti che la storia può essere abbastanza rivendicata come testimonianza sotto uno di questi capi possono liberamente essere concessa senza la sostanza della richiesta cattolica essere colpiti.

II. La prova della infallibilità della Chiesa

Che la Chiesa è infallibile nel suo definizioni sulla fede e di morale è di per sé un dogma cattolico, che, anche se è stato formulato ecumenicamente per la prima volta nel Concilio Vaticano II, era stato esplicitamente insegnato molto tempo prima, era stato assunto fin dall'inizio senza dubbio verso il basso per il tempo della Riforma protestante.

L'insegnamento del Concilio Vaticano II è da ricercarsi nella Sessione III, cap.

4, dove si è dichiarato che "la dottrina della fede, che Dio ha rivelato, non è stato proposto come una scoperta filosofica essere migliorata dal talento umano, ma è stato commesso un deposito di Divina Sposa di Cristo, per essere fedelmente custodito infallibilmente e interpretato da lei "e, in Sessione IV, cap.

4, dove si è definito che il romano pontefice, quando insegna ex cathedra "gode, a causa delle assistenza divina a lui promessa nel beato Pietro, che infallibilità con il quale il divin Redentore ha voluto la sua Chiesa ad essere dotato nel definire la dottrina in materia di fede e di morale ".

Anche il Concilio Vaticano II, sarà visto, solo introduce il generale dogma della infallibilità della Chiesa come distinta da quella del papa obliquamente e indirettamente, in seguito a tale riguardo l'uso tradizionale secondo la quale il dogma è assunto come uno di coinvolgere ecumenico magisteriale autorità.

Istanze di questa verrà riportata qui di seguito e da questi verrà visualizzato che, se la parola infallibilità come un termine tecnico difficilmente si verifica a tutti i nei primi consigli o nei Padri, la cosa significata da esso è stato capito e creduto e ha agito su da l'inizio.

Ci si limitano la nostra attenzione in questa sezione per la questione generale, riservando la dottrina della infallibilità papale per un trattamento speciale.

Il presente accordo è adottato perché non è il migliore o il più logico, ma perché ci permette di viaggiare una certa distanza in amichevole compagnia di coloro che aderiscono al grande dottrina ecclesiastica di infallibilità e respinge le affermazioni del Papa.

Prendendo gli elementi di prova sia scritturale e tradizionale come sia in realtà attuale, piuttosto si può sostenere che ciò risulti infallibilità papale in un più semplice, più diretto e, più in modo convincente di quanto non dimostra la dottrina generale indipendente, e non vi può essere alcun dubbio, ma che si tratta di così se accettiamo come l'alternativa alla infallibilità papale, la vaga e impraticabile teoria ecumenico di infallibilità che la maggior parte alta anglicani Chiesa avrebbe sostituto per la dottrina cattolica.

Né sono le Chiese Orientali schismatical molto meglio rispetto al anglicana in questo senso, ad eccezione del fatto che ciascuno ha mantenuto una sorta di virtuale fede nella sua infallibilità e che, in pratica, sono stati più fedeli nella custodia le dottrine infallibilmente definita dal precoce ecumenico consigli.

Ancora alcuni anglicani e tutti gli orientali ortodosse d'accordo con i cattolici nel mantenimento che Cristo ha promesso di infallibilità la vera Chiesa, e accogliamo con favore il loro sostegno nei confronti del generale protestante negazione di questa verità.

Prova da Scrittura

1 Al fine di prevenire malinteso e quindi anticipare una comune opposizione popolare che è interamente basato su un malinteso va presupposto che quando ci appelliamo le Scritture per la prova della Chiesa infallibile autorità ci appelliamo a loro solo come affidabili fonti storiche, e astratta del tutto dalla loro ispirazione.

Anche considerato come puramente umano fornire documenti che noi, mantenere, con una relazione di fiducia di Cristo detti e promesse, e, assumendo che sia un dato di fatto che Cristo ha detto ciò che è attribuito a lui nei Vangeli, abbiamo ulteriormente sostenere che Cristo promette di Apostoli ei loro successori nel magistero includere la promessa di tale orientamento e assistenza, come chiaramente implica infallibilità.

Che hanno quindi utilizzato le Scritture come semplici fonti storiche per dimostrare che Cristo ha dotato la Chiesa con infallibile magistero non è un circolo vizioso, ma un perfettamente legittimo iogical procedura, di far valere le autorità della Chiesa per la prova di ciò che sono scritti ispirati.

2 Limitarsi a remarking per il presente che i testi in cui Cristo ha promesso di orientamento infallibile soprattutto a Pietro e ai suoi successori nel primato potrebbe essere oggetto di ricorso, fino a qui, come in possesso di uno, a fortiori, valore, è sufficiente prendere in considerazione la classica testi di solito utilizzati per la prova generale della infallibilità della Chiesa, e di questi i principali sono:

Matteo 28:18-20; Matteo 16:18; Giovanni 14, 15, e 16; I Timoteo 3:14-15; Atti 15:28 e sq

Matteo 28:18-20

In Matteo 28:18-20, abbiamo Cristo solenne commissione agli Apostoli consegnato poco prima della sua Ascensione: "Tutto il potere è dato a me in cielo e in terra. Going dunque, insegnare voi tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutte le cose di qualsiasi vi ho comandato: ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, anche per la consumazione del mondo ".

In Marco 16:15-16, la stessa Commissione è dato più brevemente con l'ulteriore promessa di salvezza per i credenti e la minaccia di dannazione per i miscredenti; "Andate voi in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Egli crede che e sarà battezzato sarà salvo, ma egli non crede che essere condannato. "

Ora non si può negare che da nessuno ammette che Cristo ha istituito una Chiesa visibile a tutti, e dotato con qualsiasi tipo di insegnamento efficace autorità, che questa Commissione, con tutto ciò che implica, è stata data non solo agli Apostoli personalmente per il loro ciclo di vita , Ma ai loro successori fino alla fine dei tempi ", anche per la consumazione del mondo".

E supponendo che si è onnisciente il Figlio di Dio che ha parlato in queste parole, con un pieno e chiaro la realizzazione di importazione che, in combinato disposto con il suo altre promesse, sono stati calcolati in modo da trasmettere agli Apostoli e semplice a tutti i credenti e sincero per la fine dei tempi, l'unica interpretazione ragionevole a mettere in su di loro è che essi contengono la promessa di guida infallibile in insegnamento dottrinale apportate al Collegio apostolico in prima istanza e poi al collegio gerarchico che era successo.

In primo luogo non è stato senza ragione che Cristo ha preceduto la sua Commissione di appello alla pienezza di potere egli stesso aveva ricevuto: "Tutto il potere è dato a me", ecc Questo è evidentemente destinato a sottolineare il carattere straordinario e la portata delle Egli è l'autorità comunicare alla sua Chiesa - l'autorità, è implicita, che non poteva comunicare personalmente non sono stati Egli stesso onnipotente.

Quindi la promessa che segue non può ragionevolmente essere inteso di ordinaria naturale provvidenziale di orientamento, ma deve riferirsi ad un soprannaturale molto speciale assistenza.

Nel prossimo posto vi è questione soprattutto in questo passaggio di autorità dottrinale - di autorità di insegnare il Vangelo a tutti gli uomini - se Cristo la promessa di essere con gli Apostoli ei loro successori fino alla fine dei tempi nella realizzazione di questa commissione significa che coloro che sono di insegnare in suo nome e secondo la pienezza del potere Egli ha dato loro sono tenuti a ricevere l'insegnamento che come se fosse sua, in altre parole, essi sono tenuti ad accettare come infallibile.

In caso contrario, la perenne assistenza promessa non essere veramente efficace per il suo scopo, ed efficace assistenza divina è ciò che l'espressione utilizzata è chiaramente destinato a significare.

Supponendo, come noi, che Cristo effettivamente consegnato un preciso corpo di verità rivelata, da insegnare a tutti gli uomini in tutti i tempi, e per essere custodito da cambiare o di corruzione di voce vivente della sua Chiesa visibile, essa è inattivo per sostengono che questo risultato potrebbe essere realizzato in modo efficace - in altre parole la sua promessa che potrebbero essere soddisfatte in modo efficace a meno che tale voce di vita può parlare infallibilmente a ogni generazione su qualsiasi questione che possa sorgere che interessano la sostanza dell'insegnamento di Cristo.

Senza infallibilità non potevano essere definitivo per quanto riguarda uno dei grandi verità che sono stati identificati storicamente con l'essenza stessa del cristianesimo, e solo con quelli che credono nel cristianesimo storico che la questione deve essere discussa.

Prendete, ad esempio, i misteri della Trinità e Incarnazione.

Se la Chiesa primitiva non era infallibile nel suo definizioni in materia di queste verità, che cosa motivo valido può essere presunta oggi contro il diritto di far rivivere la Sabellian, o ariana, o il macedone, o la Apollinarian, o la Nestorian, o le controversie Eutichiano, e di difendere alcuni interpretazione di questi misteri che la Chiesa ha condannato come eretico?

Non si può appello alle autorità del ispirato le Scritture, in quanto per il fatto della loro ispirazione l'autorità della Chiesa deve essere invocata, e meno che non sia infallibile nel decidere questa sarebbe libero di discussione l'ispirazione di ogni del Nuovo Testamento scritti.

, Né, astrazione dalla questione di ispirazione, può essere abbastanza mantenuta, di fronte a fatti di storia, che il lavoro di interpretazione scritturale di insegnamento per quanto riguarda questi misteri e vari altri punti di dottrina che sono stati identificati con la sostanza del cristianesimo è storico così facile da eliminare la necessità di una voce alla vita che, come la voce di Cristo stesso, tutti sono tenuti a presentare.

Unità della fede è stato destinato da Cristo a essere uno dei tratti distintivi prende atto della sua Chiesa, e le autorità dottrinale Egli è stato istituito, destinato dal suo divino di orientamento e di assistenza per essere veramente efficace nel mantenere questa unità, ma la storia dei primi e le eresie dei sette protestanti dimostra chiaramente, quello che potrebbe in effetti sono stati previsti a priori, niente di meno che non si tratti di un infallibile autorità pubblica in grado di agire con decisione ogni volta che la necessità dovrebbe aumentare e pronunciare assolutamente definitiva e irreformable sentenza, è realmente efficace per questo scopo.

Praticamente l'unica alternativa al infallibilità è privato sentenza, e questo dopo alcuni secoli di prova è stato trovato a portare inevitabilmente a pronunciare razionalismo.

Se i primi definizioni della Chiesa sono stati fallible e, pertanto, reformable, forse hanno ragione quelli che dicono che oggi dovrebbe essere scartato come effettivamente erronee o addirittura perniciosa, o almeno che dovrebbe essere re-interpretato in un modo che modifiche sostanzialmente la loro significato originario, forse, anzi, non vi è alcuna cosa come verità assoluta in materia religiosa!

Come, ad esempio, è un modernista che riprende questa posizione deve essere raggiunto, ad eccezione di insistere sul fatto che l'insegnamento definitivo è irreversibile e immutabile; che esso rimanga nel suo vero senso originale di tutti i tempi: in altre parole che sia infallibile?

Per nessuno può ragionevolmente ritenere che fallible insegnamento dottrinale è irreformable o negare il diritto delle generazioni successive alla questione della correttezza delle precedenti fallible definizioni e ne chiedono la revisione o una correzione, o anche per la loro totale abbandono.

Da queste considerazioni siamo giustificati per la conclusione che, se veramente Cristo la sua promessa di essere con la sua Chiesa ad essere presi sul serio, e se Egli è stato veramente il Figlio di Dio, onnisciente e onnipotente, conoscendo la storia in anticipo e in grado di controllare il suo corso, poi la Chiesa ha diritto a chiedere infallibile autorità dottrinale.

Questa conclusione è confermata dal considerando la terribile sanzione di cui l'autorità della Chiesa è sostenuta: tutti che si rifiutano di parere conforme al suo insegnamento sono minacciati di dannazione eterna.

Ciò dimostra il valore Cristo stesso impostato su sua insegnamento e su l'insegnamento della Chiesa ha commissionato ad insegnare in suo nome; indifferentismo religioso è qui reprobated in termini inconfondibile.

Né una tale sanzione perdere il suo significato in questo contesto perché la stessa pena è minacciata per disobbedienza a fallible disciplinari disposizioni legislative o addirittura, in alcuni casi, per il rifiuto di parere conforme per l'insegnamento dottrinale che è certamente fallible.

Infatti, ogni peccato mortale, secondo l'insegnamento di Cristo, è punibile con la dannazione eterna.

Ma se uno crede in l'obiettività di eterna e immutabile verità, egli è difficile da conciliare con un degno concezione della Divina attributi di un comando sotto pena di dannazione per dare incondizionato e irrevocabile interno parere conforme a un ampio corpus di professedly Divina la dottrina tutto che è probabilmente falsa.

Né è questa difficoltà in modo soddisfacente, come alcuni hanno tentato di rispondere, richiamando l'attenzione sul fatto che nel sistema interno cattolica parere conforme a volte è richiesto, sotto pena di peccato grave, a decisioni dottrinali che non professano di essere infallibile.

Per, in primo luogo, il parere da dare in tali casi è riconosciuta come non irrevocabile ed irreversibile, come il parere conforme richiesto nel caso di definitivo e di insegnamento infallibile, ma solo provvisorio, e nei prossimi luogo, è interno parere conforme obbligatoria solo a quelli che essa può dare in coerenza con le pretese di verità oggettiva sulla loro coscienza - questa coscienza, si presume, essendo diretto da uno spirito di generosa fedeltà a veri e propri principi cattolici.

Ad assumere un particolare esempio, se Galileo è accaduto che sia giusto, mentre il tribunale ecclesiastico che lui è stato condannato sbagliato, ha avuto davvero convincente in possesso di prove scientifiche a favore della teoria eliocentrica, egli sarebbe stato giustificato il suo rifiuto di parere conforme interno il contrario teoria , A condizione che in tal modo ha osservato con profonda fedeltà tutte le condizioni coinvolti nel dovere di obbedienza esterna.

Infine occorre ricordare che fallible provvisorio insegnamento, in quanto tale, trae la sua forza vincolante principalmente dal fatto che essa emana da un'autorità che è competente, se del caso, a convertirlo in definitiva insegnamento infallibile.

Senza infallibilità in background sarebbe difficile stabilire teoricamente l'obbligo di produrre consenso interno alla Chiesa provvisori decisioni.

Matteo 16:18

In Matteo 16:18, abbiamo la promessa che "le porte degli inferi non prevarranno" contro la Chiesa che deve essere costruita sulla roccia, e anche questo, abbiamo, implica l'espressione della Chiesa in infallibilità l'esercizio delle competenze di il suo magistero.

Una tale promessa, ovviamente, deve essere intesa con limitazioni a seconda della natura della questione a cui è applicato.

Come applicata alla santità, ad esempio, che è essenzialmente una personale e individuale vicenda, ciò non significa che ogni membro della Chiesa o della sua struttura gerarchica è necessariamente un santo, ma semplicemente che la Chiesa, nel suo complesso, saranno tra le altre cospicua le cose per la santità della vita dei suoi membri.

Applicati agli dottrina, tuttavia - sempre supponendo, come noi, che Cristo ha espresso un corpo di dottrina, alla preservazione dei quali nella sua verità letterale è stato quello di essere uno dei principali compiti della Chiesa - sarebbe una beffa per sostengono che una tale promessa è compatibile con la supposizione che la Chiesa ha forse commesso un errore in forse la maggior parte delle sue definizioni dogmatiche, e che in tutta la sua storia è stata in pericolo gli uomini con dannazione eterna in nome di Cristo per il rifiuto di credere che sono dottrine probabilmente false e non sono mai state insegnate da Cristo stesso.

Questo potrebbe essere il caso, non sarebbe chiaro che le porte degli inferi può prevalere e, probabilmente, hanno prevalso la maggior parte signally contro la Chiesa?

Giovanni 14-16

Nel discorso di Cristo agli Apostoli durante l'Ultima Cena si verificano diversi passaggi che implicano chiaramente la promessa di infallibilità: "Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paraclito, che egli può rispettare con voi per sempre. Lo Spirito di verità.. . Egli si attengono con voi, e sarà in voi "(Giovanni 14:16, 17).

"Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa, e portare tutte le cose per la mente, di qualsiasi mi hanno detto a voi" (ibid., 26).

"Ma quando, lo spirito di verità, è arrivato, egli vi insegnerà ogni verità (Gv 16,13). E la stessa promessa è rinnovato immediatamente prima l'Ascensione (At 1,8). Ora che cosa la promessa di questo perenne ed efficace presenza e l'assistenza dello Spirito Santo, lo Spirito di verità, significa in connessione con autorità dottrinale, ad eccezione del fatto che la Terza Persona della Santissima Trinità è responsabile di ciò che gli Apostoli ei loro successori possono definire a far parte del l'insegnamento di Cristo ? Ma nella misura in cui lo Spirito Santo è responsabile per l'insegnamento della Chiesa, che è necessariamente insegnamento infallibile: ciò che lo Spirito di verità garanzie non può essere falso.

I Timoteo 3:15

In I Timoteo 3:15, St. Paul parla di "casa di Dio, che è la Chiesa del Dio vivente, colonna e fondamento della verità", e questa descrizione potrebbe essere qualcosa di peggio di mera esagerazione se fosse stata destinata ad essere applicata a un fallible Chiesa; sarebbe una falsa e fuorviante descrizione.

St. Paul che, tuttavia, significa che sia presa per sobrio e letterale verità è abbondantemente dimostrato di ciò che egli insiste su così fortemente altrove, vale a dire, la Divina strettamente autorità del Vangelo, che lui e gli altri Apostoli hanno predicato, e che è stato la missione dei loro successori di andare a predicare senza cambiare o la corruzione e la fine del tempo.

"Quando si aveva ricevuto di noi", scrive ai Tessalonicesi, "il termine dell 'udienza di Dio, che ha ricevuto non è come la parola di uomini, ma (come in effetti è) la parola di Dio, che in voi worketh che hanno creduto "(1 Tessalonicesi 2,13).

Il Vangelo, egli dice Corinzi, è destinato a portare "in cattività ogni comprensione sino alla obbedienza di Cristo" (2 Corinzi 10,5).

In effetti, in modo fisso e irreformable è la dottrina che è stato insegnato che Galati (1,8) sono invitate ad anathematize uno qualsiasi, anche un angelo dal cielo, che dovrebbero a loro predicare un Vangelo diverso da quello che St. Paul aveva predicato .

Inoltre, non è stato questo atteggiamento - che è intelligibile solo sulla supposizione che il collegio apostolico è stato infallibile - peculiare a St. Paul.

Gli altri Apostoli e apostolica scrittori sono stati altrettanto forte in anathematizing quelle che un altro predicato il cristianesimo da quello che gli Apostoli avevano predicato (cfr 2 Pietro 2:1 ss.; 1 Giovanni 4:1 ss.; 2 Giovanni 7 ss.; Jude 4 ) E St. Paul rende chiaro che non è stato a qualsiasi privato o personale punto di vista della sua stessa che egli ha sostenuto a compiere ogni comprensione in cattività, ma per il Vangelo che Cristo ha consegnato al corpo apostolico.

Quando la sua autorità come un apostolo è stata impugnata, la sua difesa è stata che aveva visto il Salvatore risorto e ha ricevuto la sua missione direttamente da Lui, e che il suo Vangelo è stato pienamente d'accordo con quello degli altri Apostoli (cfr., vg, Galati 2: 2-9).

Atti 15:28

Infine, la coscienza di infallibilità aziendale è chiaramente manifestato l'espressione utilizzata dal Apostoli riuniti nel decreto del Consiglio di Gerusalemme: "E 'ha sembrato bene lo Spirito Santo e noi, di prevedere alcun ulteriore onere su di voi", ecc . (At 15,28).

E 'vero che i punti specifici qui trattati sono principalmente disciplinare piuttosto che dogmatico, e che nessuna pretesa di infallibilità è fatto per quanto riguarda questioni puramente disciplinare in quanto tale, ma dietro, e indipendente, disciplinare i dettagli vi è stato ampio e più importante dogmatica questione da decidere, se i cristiani, secondo l'insegnamento di Cristo, sono stati obbligati a rispettare la vecchia legge nella sua integrità, come gli ebrei ortodossi del tempo osservati.

Questa è stata la principale posta in gioco, e nel decidere gli Apostoli che sosteneva di parlare in nome e con l'autorità dello Spirito Santo.

Gli uomini che avrebbero non crede che Cristo ha assicurato loro promesse di un infallibile Divina orientamento hanno presume di parlare in questo modo?

E potrebbe essere, nella fede, hanno frainteso il significato del Maestro?

Prova da tradizione

Se, durante i primi secoli, non vi era esplicito e formale di discussione in materia di infallibilità ecclesiastica in quanto tale, ma la Chiesa, nella sua capacità delle imprese, dopo l'esempio degli Apostoli, a Gerusalemme, sempre agito sul presupposto che era infallibile in questioni dottrinali e tutti i grandi maestri ortodossa creduto che fosse così.

Quelli che si presume, su qualunque terreno, in contraddizione con l'insegnamento della Chiesa sono stati trattati come rappresentanti di Anticristo (cfr 1 Gv 2:18 sq), e sono stati scomunicato e anathematized.

E 'chiaro dalle lettere di S. Ignazio di Antiochia come intollerante è stato di errore, e come fermamente convinto che il corpo episcopale, è stato divinamente ordinato e divinamente guidato organo della verità, né può qualsiasi studente di inizio di letteratura cristiana negare che, se Divina orientamento è sostenuto in materia dottrinale, infallibilità è implicita.

Così intollerante di errore è stato di San Policarpo che, come la storia racconta, quando ha incontrato Marcion per strada a Roma, non esitò a denunciare l'eretico per il suo volto come "il primogenito di Satana".

Questo incidente, che sia vero o no, è in ogni caso a fondo in linea con lo spirito del mondo e un tale spirito è incompatibile con convinzione in un fallible Chiesa.

S. Ireneo, che nel disciplinare la questione pasquale favorite compromesso per il bene della pace, ha assunto un atteggiamento del tutto diverso nella controversia dottrinale con gli Gnostici, e il grande principio su cui si basa principalmente nel confutare gli eretici è il principio di una vita autorità ecclesiastica per la quale ha praticamente crediti infallibilità.

Ad esempio dice: "Se la Chiesa è, vi è anche lo Spirito di Dio, e dove lo Spirito di Dio è vi è la Chiesa e ogni grazia: per lo Spirito di verità" (Adv. Haer. III, XXIV, 1), e, di nuovo, dove la charismata del Signore sono indicati, ci si deve cercare la verità, vale a dire a coloro a cui appartiene il ecclesiastica successione dagli Apostoli, e la unadulterated e incorruttibile parola.

Sono loro che.

. . sono i guardiani della nostra fede.

. . e sicuro [sine periculo] esporre le Scritture a noi "(op. cit., IV, XXVI, 5).

Tertulliano, iscritto dal punto di vista cattolico, Ridicules il suggerimento che l'universale insegnamento della Chiesa può essere sbagliata: "Supponiamo ora che tutte [le Chiese] hanno commesso un errore... [Ciò significa che] lo Spirito Santo non ha guardato su qualsiasi di loro in modo da guida nella verità, anche se è stato inviato da Cristo, e ha chiesto dal Padre per questo scopo - che egli sia il maestro di verità "(medico veritatis -" De Praescript ", xxxvi, in PL, II, 49).

San Cipriano paragona la Chiesa ad una vergine incorruttibile: non potest Adulterari Sponsa Christi, et incorrupta è pudica (De unitate Eccl.).

E 'inutile andare a moltiplicare le citazioni, dal momento che le grandi realtà indiscutibile è che nel niceno-ante, non meno che nel periodo post-niceno, periodo tutti i cristiani ortodossi attribuito ad imprese voce della Chiesa, parlando attraverso il corpo dei vescovi in unione con la loro testa e del centro, tutta la pienezza di autorità dottrinale che gli stessi apostoli aveva posseduto, e per mettere in discussione l'infallibilità di tale autorità sarebbe stato considerato equivalente a mettere in discussione la veridicità di Dio e della fedeltà.

E 'per questo motivo che, durante i primi tre secoli la concomitante azione dei vescovi dispersi in tutto il mondo si è rivelato efficace nel garantire la condanna e l'esclusione di determinate eresie e il mantenimento di verità evangelica nella sua purezza e, quando dal quarto secolo in poi essa è stato trovato espediente per l'assemblaggio di Concili ecumenici, dopo l'esempio degli Apostoli, a Gerusalemme, è stato per lo stesso motivo che la decisione dottrinale di questi consigli si sono tenute a essere assolutamente definitiva e irreformable.

Anche gli eretici, per la maggior parte ha riconosciuto questo principio, in teoria, e se in realtà spesso rifiutato di presentare, lo hanno fatto, di regola, per il fatto che questo o quel Consiglio non è stato veramente ecumenico, che non ha davvero esprimere il aziendale voce della Chiesa, e non è stata, quindi, infallibile.

Ciò non può essere rifiutata da chiunque che abbia familiarità con la storia delle controversie dottrinali del quarto e quinto secoli, ed entro i limiti di questo articolo non si può fare di più che richiamare l'attenzione ai grandi conclusione in prova di cui sarebbe stato facile per citare un gran numero di particolare fatti e testimonianze.

ADDEBITI PRESUNTO

Molti degli addebiti nei confronti di solito esortato ecclesiastica infallibilità sono stati previsti nelle precedenti sezioni, ma alcuni altri meritano un passaggio legale qui.

1 E 'stato chiesto che né un fallible singoli né una collezione di fallible singoli individui possono costituire un organo infallibile.

Questo è vero in riferimento alla conoscenza naturale e sarebbe anche vero, applicati alle autorità Chiesa se il cristianesimo sono stati pari a un mero prodotto della ragione naturale.

Ma di cui da un punto di vista completamente diverso.

Non ci assumiamo come antecedently e indipendentemente stabilito che Dio può soprannaturalmente guida e illumini gli uomini, individualmente o collettivamente, in modo tale che, nonostante le naturali di fallibilità umana, si può prendere la parola e può essere conosciuto con certezza di parlare a suo nome e con La sua autorità, in modo che il loro enunciato può essere non solo infallibile, ma ispirato.

E solo con quelli che accettano questo punto di vista che la questione della infallibilità della Chiesa può essere proficuamente discusso.

2 Anche in questo caso, si dice che anche quelli che accettare il punto di vista soprannaturale devono ricadere in ultima analisi, a fallible ragione umana nel tentativo di dimostrare l'infallibilità; che dietro ogni conclusione che si propone sul cosiddetto infallibile autorità, sempre cela una premessa che non può rivendicare per per sé più di un semplice umano e fallible certezza, e che, dal momento che la forza di una conclusione non è maggiore di quella del suo più debole premessa, il principio di infallibilità è un inutile e un illogico importazione nella teologia cristiana.

In risposta è da osservare che tale argomento, se valido, potrebbe rivelarsi molto più di quello che è qui introdotto per provare; che avrebbe infatti minare le basi stesse della fede cristiana.

Per esempio, su motivi puramente razionale Ho solo morale certezza che Dio stesso è infallibile o che Cristo è stato l'infallibile mediatore di una rivelazione divina, ma se sono a dare una razionale difesa della mia fede, anche in misteri che non comprendere , Devo farlo da un appello al infallibilità di Dio e di Cristo.

Ma secondo la logica dell 'eccezione di questo ricorso sarebbe inutile e l'assenso di fede considerato come un atto razionale non sarebbe più solide o più sicuro di naturale conoscenza umana.

La verità è che il processo inferenziale qui e nel caso di infallibilità ecclesiastica trascende la regola della logica formale che è presunta.

Parere non è data per la logica vigore del sillogismo, ma direttamente all'autorità competente che l'inferenza serve a introdurre, e questo vale in misura anche quando non vi è questione di mero fallible autorità.

Una volta giunto a credere e far valere autorità ci si possa permettere di trascurare i mezzi attraverso i quali ci sono stati portati ad accettare che, proprio come un uomo che ha raggiunto una solida posizione luogo in cui si intende restare non si basa più sulla fragile scala di che ha montato.

Non si può dire che non vi è alcuna differenza essenziale in questo senso tra Divino e infallibilità ecclesiastica.

Quest'ultimo ovviamente è solo un mezzo attraverso il quale noi siamo messi sotto sottomissione alla vecchia in relazione ad un corpo di verità rivelata e una volta di essere creduto di tutti gli uomini alla fine dei tempi, e nessuno può negare piuttosto che sia utile , Per non dire necessario, a tal fine.

Alternativa è il suo giudizio privato, e la storia ha dimostrato fino a che questa alternativa risultati inevitabilmente.

3 Ancora una volta, è vivamente che il tipo di presentazione richiesta dal infallibile autorità è incompatibile con i diritti della ragione e del legittimo indagine e la speculazione, e tende a dare alla propria fede nella sua Credo asciutto, formale, orgogliosa, intollerante e carattere che sfavorevole in contrasto con la warmhearted, umile, tollerante e di fede l'uomo che crede in seguito a condanna dopo libera personali istruttoria.

In risposta, è sufficiente dire che la presentazione di infallibile autorità non implica abdicazione della ragione, né impone alcuna indebita a verificare il credente la libertà di perseguire inchiesta e di speculazione.

Se così non fosse così, come si potrebbe credere in dottrina rivelata a tutti i senza essere accusati, come miscredenti fare accusano i cristiani, di commettere suicidio intellettuale?

Se si crede nella rivelazione a tutti i si fa in modo deferenza alla volontà di Dio autorità un'autorità che è sicuramente infallibile, e per quanto riguarda il principio della censura è interessato non vi è alcuna differenza tra ecclesiastici e Divina infallibilità.

E 'piuttosto sorprendente, quindi, che professano cristiani dovrebbero ricorrere a tale argomento, che, se costantemente sollecitato, sarebbe fatale per la loro posizione.

E per quanto riguarda la libertà di ricerca e la speculazione in riferimento alla rivelato dottrine stesse, occorre ricordare che la vera libertà, in questo come in altri aspetti non significa sfrenata licenza.

Veramente efficace controllo autorevole è sempre necessario per impedire la libertà degeneri in anarchia, e nel campo della dottrina cristiana - stiamo discutendo solo con quelli che ammettere che Cristo ha espresso un corpo di dottrina che è stato, che si terrà come eternamente vero - a partire da la natura stessa del caso di specie, l'unica barriera efficace contro il Razionalismo - l'equivalente di anarchia politica - è un infallibile autorità ecclesiastica.

L'autorità dunque, a sue decisioni solo limita la libertà personale di inchiesta in materia religiosa nello stesso modo, e di un altrettanto valido titolo, come la suprema autorità dello Stato, limita la libertà dei privati cittadini.

Inoltre, come in un ben ordinato di Stato rimane la legge entro un ampio margine per l'esercizio delle competenze di libertà personale, così nella Chiesa vi è un dominio molto ampia che è dedicata alla speculazione teologica, e anche in materia di dottrine che sono stati infallibilmente definito c'è sempre spazio per ulteriori indagini in modo migliore per capire, spiegare, difendere e ampliare la loro.

L'unica cosa che non si può fare è quella di negare o la modifica.

Poi, in risposta alla carica di intolleranza, si può dire che, se questo vuol dire un onesto e sincero ripudio del liberalismo e Razionalismo, infallibilists colpevole deve valere per la carica, ma in tal modo essi sono in buona compagnia.

Cristo stesso è stato intollerante in questo senso; così erano i suoi Apostoli, e lo sono stati tutti i grandi campioni del cristianesimo storico in ogni epoca.

Infine, è del tutto falso, come ogni cattolico conosce e sente, che la fede che si lascia guidare da infallibile autorità ecclesiastica è meno strettamente personali o meno autentico in alcun modo di fede sulla base di privati sentenza.

Se questo docile fedeltà alla divina autorità che ha vera fede implica significa nulla, significa che si deve ascoltare la voce di coloro che Dio ha espressamente designato per insegnare in suo nome, piuttosto che alla propria sentenza privato di decidere ciò che Dio l'insegnamento dovrebbe essere .

Per a questo, in ultima analisi, il problema è ridotto e che egli sceglie di fare lo stesso, invece che l'autorità che Dio ha istituito, l'arbitro finale in materia di fede è lungi dal possedere il vero spirito di fede, che è il fondazione di carità e di tutta la vita soprannaturale.

4 Anche in questo caso, sollecitato dai nostri avversari che infallibilità come esercitato dalla Chiesa cattolica ha dimostrato di essere un fallimento, poiché, in primo luogo, essa non ha impedito scismi e eresie cristiane nel corpo, e, in secondo luogo, non ha cercato di risolvere per i cattolici stessi molte questioni importanti, la soluzione definitiva di cui sarebbe un grande sollievo ai credenti di liberandoli da ansia e di angoscia dubbi.

In risposta al primo punto è sufficiente dire che lo scopo per il quale Cristo ha dotato la Chiesa con l'infallibilità non è stato per prevenire l'insorgere di scismi e di eresie, che Egli ha previsto e preannunciato, ma da asportare tutti i giustificazione per la loro presenza; uomini sono stati lasciati liberi di disgregare l'unità della fede inculcato da Cristo nello stesso modo in cui essi sono stati lasciati liberi di disobbedire qualsiasi altro comandamento, ma eresia era destinato a non essere più obiettivamente giustificabili di omicidio o di adulterio.

Per rispondere al secondo punto si osserva che sembra altamente incoerente per lo stesso obiettore di colpa cattolici in un unico respiro per aver troppo definito in dottrina e il loro credo, nei prossimi respiro, per trovare con loro colpa per aver troppo poco.

Sia la parte di accusa, nella misura in cui essa è fondata, è una risposta sufficiente alle altre.

I cattolici di fatto non si sentono in alcun modo turbata o di restrizioni, da un lato, che le definizioni infallibili imporre o, dall'altro lato, di come la libertà di non definiti questioni di cui godono, e possono permettersi di declino dei servizi di un avversario che è determinato a tutti i costi di inventare una rimostranza per loro.

L'opposizione si basa su una concezione della meccanica la funzione di autorità infallibile, come se questo fosse abbastanza comparabili, ad esempio, di un orologio che si suppone che ci dicono unerringly non solo le grandi divisioni del tempo come ad esempio le ore, ma anche, se vuole essere utile come timekeeper, il processo verbale e anche il secondo.

Anche ammettendo che la regolarità della figura, è evidente che un orologio che registra le ore di correttamente, senza indicare le più piccole frazioni di tempo, è uno strumento molto utile, e che sarebbe sciocco rifiutarsi di seguirlo perché è non viene fornita con un minuto o una seconda mano sul quadrante.

Ma forse è meglio evitare tali meccanica illustrazioni del tutto.

Cattolica credente che ha fede nella reale l'efficienza delle promesse di Cristo non dubbio, ma che lo Spirito Santo che dimora nella Chiesa, e la cui assistenza garantisce l'infallibilità delle sue definizioni, fornirà inoltre che qualsiasi definizione che può essere necessario o opportuno per la salvaguardia del l'insegnamento di Cristo verrà dato al momento opportuno, e che tali domande definibile come lo sono lasciato indefinito, può, per il momento almeno, essere autorizzati a rimanere tale, senza che ciò vada a detrimento della fede o della morale dei fedeli.

5 Infine, si è obiettato che l'accettazione di infallibilità ecclesiastica è incompatibile con la teoria di sviluppo dottrinale che i cattolici comunemente ammettere.

Ma finora è presente sia vero che è impossibile per inquadrare qualsiasi teoria dello sviluppo, coerente con i principi cattolici, in cui l'autorità non è riconosciuto come una guida e il controllo fattore.

Per lo sviluppo in senso cattolico non significa che la Chiesa sempre cambia il definitivo insegnamento, ma semplicemente che col passare del tempo e la scienza umana anticipi, il suo insegnamento è più profondamente analizzato, più pienamente compreso, e più perfettamente coordinato e spiegato in sé e nella sua cuscinetti a altri dipartimenti della conoscenza.

E 'solo sulla falsa ipotesi che lo sviluppo significa cambiamento definitivo insegnamento che l'opposizione ha una reale forza.

Abbiamo limitato la nostra attenzione a ciò che si può descrivere come la razionale obiezioni contro la dottrina cattolica di infallibilità, omettendo di menzionare tutte le interminabili esegetica difficoltà che i teologi protestanti hanno sollevato contro la Chiesa cattolica interpretazione di promesse di Cristo alla sua Chiesa.

La necessità di notare questi ultimi è stato fatto fuori dalla crescita del Razionalismo, il logico successore del vecchio tempo protestantesimo.

Se l'infallibile autorità divina di Cristo, e la storicità delle sue promesse che abbiamo fatto appello essere ammessi, non vi è alcun ragionevole sfuggire alla conclusione che la Chiesa cattolica ha tratto da quelle promesse.

III. Organi di infallibilità

Dopo aver stabilito il generale dottrina della infallibilità della Chiesa, naturalmente, procedere a chiedere quali sono gli organi attraverso il quale la voce delle autorità infallibile fa parlare di sé.

Abbiamo già visto che solo nel corpo episcopale, che è riuscito al collegio degli Apostoli che infallibile autorità risiede, e che sia possibile per l'autorità di essere effettivamente esercitato da tale organismo, dispersi in tutto il mondo, ma uniti in obbligazioni di comunione con il Successore di Pietro, che è il suo Capo visibile e dal centro.

Durante l'intervallo del Consiglio degli Apostoli a Gerusalemme a quello dei loro successori a Nicea questo ordinaria quotidiana esercizio delle competenze di autorità episcopale è risultato essere sufficientemente efficaci per le necessità del tempo, ma quando una crisi come l'eresia ariana è nata, la sua efficacia è stato scoperto di essere inadeguate, come in effetti è stato inevitabile a causa della difficoltà pratica di verificare che di fatto l'unanimità morale, una volta ogni volume considerevole di dissenso doveva essere affrontato.

E mentre per le successive età fino ai nostri giorni continua ad essere teoricamente vero che la Chiesa può, mediante l'esercizio di questo magistero ordinario giungere a una definitiva e infallibile decisione in materia di questioni dottrinali, è vero allo stesso tempo che, in pratica, può essere impossibile dimostrare definitivamente che tale unanimità che potrebbe esistere ha un valore strettamente definitiva, in un caso determinato, a meno che non sia stato incorporato in un decreto del Concilio ecumenico, o in ex cathedra insegnamento del Papa, o, almeno , In alcuni formula definitiva, come il simbolo atanasiano.

Pertanto, ai fini pratici e nella misura in cui la particolare questione di infallibilità è interessato, possiamo trascurare il cosiddetto magistero ordinarium ( "magistero ordinario") e limitare la nostra attenzione a Concili ecumenici e il papa.

A. Concili ecumenici

1.

Ecumenico o generale, come distinto da un particolare o provinciale dell'ordine, è un'assemblea di vescovi che rappresenta giuridicamente la Chiesa universale come gerarchicamente costituita da Cristo e, dal momento che il primato di Pietro e del suo successore, il papa, è una caratteristica essenziale nella costituzione gerarchica della Chiesa, ne consegue che non vi può essere cosa come un concilio ecumenico indipendente, o in opposizione a, il papa.

Nessun corpo può svolgere una funzione strettamente aziendale validamente senza il consenso e la cooperazione della sua testa.

Quindi:

il diritto di convocare un concilio ecumenico appartiene propriamente al papa da soli, anche se di esprimere il suo consenso o presunta data ante o post factum, la citazione può essere rilasciato, come nel caso della maggior parte dei primi concili, in nome del civile autorità.

Per ecumenicity nel senso adeguato tutti i vescovi del mondo in comunione con la Santa Sede dovrebbe essere convocato, ma non è necessario che tutti, o addirittura la maggioranza dovrebbe essere presente.

Per quanto riguarda il comportamento delle deliberazioni, il diritto di Presidenza, ovviamente, appartiene al papa, o il suo rappresentante, mentre per quanto riguarda le decisioni arrivati a unanimità non è necessaria.

Infine, l'approvazione papale è tenuta a dare valore ecumenico e l'autorità di conciliare decreti, e questo deve essere successiva a conciliare azione, a meno che il papa, con la sua presenza personale e di coscienza, ha già dato il suo ufficiale di ratifica (per dettagli vedere Consigli Generali).

2 che un Concilio ecumenico che soddisfi le condizioni di cui sopra affermato è un organo di infallibilità non sarà negato da nessuno che ammette che la Chiesa è dotato di autorità dottrinale infallibile.

Come, se non attraverso un tale organo, infallibile autorità potrebbero esprimersi in modo efficace, se non addirittura attraverso il papa?

Se Cristo ha promesso di essere presente anche con due o tre dei suoi discepoli riuniti nel suo nome (Matteo 18,20), a fortiori, vuole essere presente efficacemente in una assemblea rappresentativa del suo legale insegnanti, e il Paraclito che Egli ha promesso sarà Attualmente, in modo che, quale che sia il Consiglio definisce può essere preceduto con la formula Apostolica, "Abbiamo deciso, lo Spirito Santo e noi".

E questa è l'opinione che i Consigli in merito ai loro autorità e su cui il difensore della ortodossia insistito.

Consigli insistito sulla loro definizioni di essere accolto sotto pena di anatema, mentre S. Atanasio, per esempio, afferma che "la parola del Signore pronunciate dal Sinodo ecumenico di Nicea sta per sempre" (Ep. ad Afros, n. 2) e S. Leone Magno dimostra l'immutabile carattere definitivo di insegnamento conciliare sulla terra che Dio ha irrevocabilmente confermato la sua verità "universae fraternitatis irretractabili firmavit assensu" (Ep. 120, 1).

3 Resta da osservare, in contrapposizione con la teoria di conciliare infallibilità di solito difeso da forte Chiesa anglicani che, una volta che la necessaria conferma papale è stato dato dottrinale decisioni del Concilio ecumenico diventare infallibile e irreformable; non vi è alcun bisogno di aspettare forse centinaia di anni per l'unanime accettazione e approvazione di tutto il mondo cristiano.

Una tale teoria veramente ammonta a un diniego di conciliare infallibilità, ed istituisce, in ultima corte d'appello uno del tutto vaga e inefficace tribunale.

Se la teoria essere vero, non sono stati gli ariani perfettamente giustificata nella loro lunga lotta per invertire Nicea, e non ha il persistente rifiuto del Nestorians fino ai nostri giorni per accettare di Efeso e il Monophysites ad accettare Calcedonia è stato sufficiente per sconfiggere la ratifica di tali consigli?

Praticabile regola non può essere dato per decidere quando tali successiva ratifica di questa teoria richiede diventa efficace e anche se questo potrebbe essere fatto nel caso di alcuni dei precedenti consigli di cui definizioni sono ricevute dalla anglicani, saremmo comunque vero che, dal momento che la Photian scisma si è praticamente impossibile garantire una tale consenso è necessario - in altre parole che il gruppo di lavoro di autorità infallibile, il cui scopo è di insegnare ogni generazione, è stato sospeso dal nono secolo, e che Cristo promette di La sua Chiesa siano stati falsificati.

E 'consolante, senza dubbio, abbia solo la dottrina astratta di un infallibile autorità, ma se si adotta una teoria che rappresenta l'autorità come incapaci di assolvere il suo compito nominato durante la maggior parte della vita della Chiesa, non è facile vedere come consolatoria questa convinzione è nulla più di una delusione.

B. Il Papa

Dichiarazione di infallibilità papale

Il Concilio Vaticano II ha definito come "un dogma divinamente rivelato" che "il Romano Pontefice, quando parla ex cathedra - è che, quando nell 'esercizio del suo ufficio come pastore e maestro di tutti i cristiani egli definisce, in virtù della sua suprema Autorità apostolica, una dottrina di fede o di morale, che si terrà da tutta la Chiesa - è, a motivo delle assistenza divina a lui promessa nel beato Pietro, in possesso di quella infallibilità con il quale il divin Redentore ha voluto la sua Chiesa ad essere dotato nella definizione dottrine di fede e di morale, e di conseguenza che tali definizioni del romano pontefice sono irreformable della loro natura (ex Sese) e non a motivo della Chiesa del consenso "(non Densinger. 1839 - vecchie no. 1680).

Per la corretta comprensione di questa definizione va osservato che:

quanto è richiesto per il papa è solo infallibilità, non impeccability o ispirazione (vedi sopra sotto I).

ha sostenuto l'infallibilità del papa è lo stesso nella sua natura, del campo di applicazione, e la portata di quello che la Chiesa nel suo insieme possiede, il suo insegnamento ex cathedra non deve essere ratificato dalla Chiesa per essere infallibile.

infallibilità non è attribuito ad ogni atto di dottrinale del papa, ma solo al suo insegnamento ex cathedra e le condizioni richieste per l'insegnamento ex cathedra sono menzionati in Vaticano decreto:

Il pontefice deve insegnare in pubblico e la sua qualità di ufficiale di pastore e dottore di tutti i cristiani, non solo nella sua veste di privato un teologo, predicatore o allocutionist, né in qualità di principe temporale o come una semplice ordinaria della Diocesi di Roma .

Deve essere chiaro che egli parla come capo spirituale della Chiesa universale.

Allora è solo quando, in tale veste, egli insegna alcuni dottrina di fede o di morale che egli è infallibile (cfr. infra, IV).

Ulteriori esso deve essere sufficientemente evidente che egli intende insegnare a tutti la pienezza e la finalità della sua suprema autorità apostolica, in altre parole che egli intende determinare un certo punto della dottrina in un assolutamente definitiva e irrevocabile, o di definire in tecnica senso (cfr. definizione).

Questi sono ben riconosciuto formule per mezzo del quale la definizione intenzione può essere manifestato.

Infine per un ex cathedra decisione deve essere chiaro che il papa intende impegnare tutta la Chiesa.

Alla domanda interna assenso di tutti i fedeli al suo insegnamento sotto pena di incorrere spirituale naufragio (naufragium fidei) secondo l'espressione usata da Pio IX nel definire l'Immacolata Concezione della Beata Vergine.

In teoria, questa intenzione può essere fatto sufficientemente chiaro in una decisione papale che si rivolge solo ad una Chiesa particolare, ma in condizioni odierne, quando è così facile per comunicare con le parti più remote della terra e di garantire un letteralmente universale promulgazione papale di atti, la presunzione è che, a meno che il papa ha formalmente gli indirizzi di tutta la Chiesa in modo ufficiale riconosciuto, egli non intende suo insegnamento dottrinale, che si terrà da parte di tutti i fedeli come ex cathedra e infallibile.

Occorre ricordare, in conclusione, che l'infallibilità papale è personale e incommunicable carisma, che non è condiviso da qualsiasi tribunale pontificio.

E 'stato promesso direttamente a Pietro, ed a ciascuno dei successori di Pietro nel primato, ma non come prerogativa l'esercizio delle competenze di cui potrebbero essere delegato ad altri.

Di conseguenza, le decisioni dottrinali o istruzioni impartite dalla Congregazioni romane, anche se approvate dal papa in via ordinaria, non hanno alcuna pretesa di essere considerato infallibile.

Di essere infallibile devono essere emesse dal papa stesso in nome proprio secondo le condizioni già indicate come necessarie per l'insegnamento ex cathedra.

Prova di infallibilità papale della Sacra Scrittura

Della Sacra Scrittura, come già detto, la prova speciale della infallibilità del Papa è, semmai, più forte e più chiaro rispetto al generale la prova della infallibilità della Chiesa nel suo insieme, così come la prova del suo primato è più forte e più chiara rispetto a qualsiasi la prova che può essere avanzata indipendentemente per apostolica autorità dello episcopato.

Matteo 16:18

"Tu sei Pietro (Kepha)", ha detto Cristo, "e su questa pietra (kepha) edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa" (Matteo 16,18).

Vari tentativi sono stati fatti dagli oppositori della papali pretende di eliminare il solo ovvio e naturale significato di queste parole, secondo il quale Pietro è di essere la roccia-fondamento della Chiesa, e la fonte della sua indefettibilità contro le porte di inferno.

Si è suggerito, ad esempio, che "questa pietra" è Cristo stesso o che sia la fede di Pietro (typifying la fede dei credenti futuro), non la sua persona e ufficio, sul quale la Chiesa è di essere costruito.

Ma questi e simili interpretazioni semplicemente distruggere la coerenza logica di Cristo e la dichiarazione sono esclusi dal greco e il latino testi, in cui una sorta di giocare su le parole Petros (Petrus) e Petra è chiaramente destinato, e ancor più la forza di originale aramaico che Cristo ha parlato, e in cui la stessa parola Kêpha devono essere stati utilizzati in entrambe le clausole.

E la concessione, come la migliore moderno non cattolici commentatori sovvenzione, che il testo di S. Matteo contiene la promessa di San Pietro che doveva essere la pietra-fondamento della Chiesa, è impossibile negare che i successori di Pietro nel primato sono eredi di questa promessa - a meno che, anzi, si è disposti ad ammettere il principio, che sarebbe del tutto sovversiva dei hierarchial sistema, che l'autorità donata da Cristo sugli apostoli non erano destinati a essere trasmesso ai loro successori, e di rispettare nella Chiesa in modo permanente.

Pietro headship come è stato sottolineato molto da Cristo stesso, e come è stato chiaramente riconosciuto nella Chiesa nascente, come è stato il perdurante autorità del corpo episcopale, ed è un puzzle che la Chiesa cattolica ritiene difficile da risolvere, come quelli che negano che il suprema autorità del Successore di Pietro è un fattore essenziale per la costituzione della Chiesa può mantenere costante la divina autorità dei episcopato.

Ora, come abbiamo già visto, dottrinale indefettibilità è certamente implicita in Cristo la promessa che le porte degli inferi non prevarranno contro la sua Chiesa, e non possono essere garantiti in modo efficace senza infallibilità dottrinale, in modo tale che se la promessa di Cristo significa nulla - se il Successore di Pietro è in ogni senso, il vero fondamento e la fonte della indefettibilità della Chiesa - egli deve, in virtù di questo ufficio è anche un organo di infallibilità ecclesiastica.

La metafora utilizzata implica chiaramente che è stato il rock-fondazione che è stato per dare stabilità alla sovrastruttura, non la sovrastruttura di roccia.

Né può essere detto che questo argomento non di provare troppa - di dimostrare, cioè, che il papa dovrebbe essere impeccabile, o almeno che egli dovrebbe essere un santo, dal momento che, se la Chiesa deve essere santa, al fine di superare le porte degli inferi, l'esempio e ispirazione di santità dovrebbe essere dato da lui che è il fondamento visibile dell'unità della Chiesa indefettibilità.

Dalla natura stessa del caso di specie occorre operare una distinzione tra la santità o impeccability, e infallibile autorità dottrinale.

Santità personale è essenzialmente incommunicable come tra gli uomini, e non può pregiudicare gli altri, tranne nei fallible e indiretti modi, come di preghiera o di esempio; insegnamento dottrinale, ma che è accettato come infallibile, è in grado di garantire che la certezza e la conseguente unità di fede di che, oltre come di altre obbligazioni, i membri di Cristo sono stati visibili Chiesa ad essere "compattato e fitly uniti" (Efesini 4:16).

E 'vero, naturalmente, che l'insegnamento infallibile, in particolare sulle questioni morali, contribuisce a promuovere la santità tra quelli che accettiamo, ma nessuno seriamente suggeriscono che, se Cristo aveva fatto il papa impeccabile e infallibile, avrebbe in tal modo hanno fornito per la santità personale dei singoli credenti qualsiasi modo più efficiente rispetto, a principi cattolici, ciò che effettivamente ha fatto.

Luca 22:31-32

Cristo dice qui a San Pietro e ai suoi successori nel primato: "Simone, Simone, ecco Satana ha desiderato avere voi, che egli può vagliarvi come il grano: Ma io ho pregato per te, la tua fede che non mancherà: e tu, una volta convertiti, confermare la tua fratelli. "

Questa speciale preghiera di Cristo è stata per Pietro solo nella sua qualità di capo della Chiesa, come risulta dal testo e contesto, e dal momento che non siamo in grado di dubbio l'efficacia della preghiera di Cristo, che è seguita a San Pietro e ai suoi successori l'ufficio è stato impegnato personalmente autorevolmente di confermare i fratelli - altri vescovi, credenti e in generale - nella fede, e ciò implica l'infallibilità.

Giovanni 21:15-17

Qui abbiamo il record di Cristo-tre volte ripetuta richiesta di una confessione di Pietro, l'amore e la ripetuta tre volte-commissione per nutrire gli agnelli e le pecore:

Quindi quando avevano cenato, Gesù disse a Simon Pietro: Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?

Gli disse: Sì, Signore, tu sai che ti amo.

Gli disse: Pasci i miei agnelli.

Gli disse ancora: Simone, figlio di Giovanni, mi ami?

Gli disse: Sì, Signore, tu sai che ti amo.

Gli disse: Pasci i miei agnelli.

Gli disse la terza volta: Simone di Giovanni, mi ami tu?

Pietro è stato addolorato, perché egli aveva detto la terza volta: Mi ami tu?

E gli disse: Signore, tu sai tutto: tu sai che ti amo.

Gli disse: Pasci le mie pecorelle.

Qui il testo completo e supremo incarico pastorale di tutta la del gregge di Cristo - pecore e agnelli - è dato a San Pietro e dei suoi successori, e in questo è senza dubbio costituito suprema autorità dottrinale.

Ma, come abbiamo già visto, l'autorità dottrinale nella Chiesa non può essere veramente efficace nel garantire l'unità della fede, destinato dal Cristo, se non in ultima istanza è infallibile.

E 'inutile fare i conti, come non cattolici hanno spesso fatto, che questo passaggio è solo un record di Pietro di restauro al suo personale parti nell'immaginario collettivo autorità apostolica, che aveva incamerato dal suo triplice rinnegamento.

E 'abbastanza probabile che la ragione per la quale Cristo ha chiesto la triplice confessione di amore è stato come un set-off per il triplice rinnegamento, ma se le parole di Cristo in questo e in altri passi citati significa nulla, e se vogliono essere intesa nel ovvia e naturale modo in cui i difensori di autorità divina l'episcopato di capire le parole altrove indirizzata agli Apostoli collettivamente, non si può negare che il petrino e papale crediti sono più chiaramente supportato da un Vangeli sono più quelle di un episcopato monarchico.

E 'altrettanto inutile sostengono che queste promesse sono state fatte, e questo dato potere, solo a Pietro, come rappresentante del Collegio apostolico: nei testi del Vangelo, Pietro è singolarmente individuato e affrontato con particolare attenzione, in modo che, a meno che negando con il razionalista la genuinità delle parole di Cristo, non vi è alcuna logica fuggire dalla posizione cattolica.

Inoltre, risulta chiaramente da tali elementi di prova, come degli Atti degli Apostoli fornitura, che Pietro supremazia è stata riconosciuta nella Chiesa nascente (cfr PREMINENZA) e se questa supremazia è stato destinato ad essere efficace per gli scopi per i quali è stato istituito, deve avere inclusa la prerogativa di infallibilità dottrinale.

Prova di infallibilità papale da tradizione

Una necessità non si aspettano di trovare nei primi secoli una formale ed esplicito riconoscimento in tutta la Chiesa sia del primato o della infallibilità del papa nei termini in cui queste dottrine sono definite dal Concilio Vaticano II.

Ma il fatto non si può negare che fin dall'inizio vi è stato un diffuso riconoscimento di altre chiese di qualche tipo di autorità suprema nel romano pontefice per quanto riguarda non solo a disciplinare, ma anche di affari dottrinale.

Questo è chiaro, ad esempio da:

Clemente's Lettera ai Corinzi, alla fine del primo secolo, il modo in cui, poco dopo, Ignazio di Antiochia indirizzi Chiesa romana;

la condotta di Papa Victor nella seconda metà del secondo secolo, in connessione con la controversia pasquale;

l'insegnamento di S. Ireneo, che stabilisce in giù come una regola pratica che la conformità a Roma è una prova sufficiente della apostolicità della dottrina contro gli eretici (Adv. Haer., III, iii);

la corrispondenza tra il Papa Dionisio e il suo omonimo ad Alessandria nella seconda metà del terzo secolo;

e da molti altri fatti che potrebbero essere menzionato (cfr. PREMINENZA).

Anche eretici riconosciuto qualcosa di speciale nel autorità dottrinale del papa, ed alcuni di essi, come Marcion nel secondo secolo e Pelagio e Caelestius nel primo trimestre del quinto, appello a Roma nella speranza di ottenere l'annullamento di una condanna di loro provinciale vescovi o sinodi.

E in età dei consigli, da Nicea in poi, esiste un collegamento sufficientemente esplicito e formale riconoscimento della supremazia dottrinale del Vescovo di Roma.

S. Agostino, ad esempio, le voci cattolica sentimento prevalente quando in riferimento alla vicenda Pelagie egli dichiara, in un sermone consegnato a Cartagine dopo il ricevimento di Papa Innocenzo la lettera, confermando i decreti del Consiglio di Cartagine: "Roma la risposta è giunta : Il caso è chiuso "(Inde etiam rescripta venerunt: causa finita est serm. 131, cx);

e di nuovo quando in riferimento allo stesso soggetto egli insiste sul fatto che "tutti i dubbi bassorilievo stato rimosso dalla lettera di Papa Innocenzo di beata memoria" (C. Duas Epp. Pelag., II, III, 5).

E ciò che è ancora più importante, è il riconoscimento esplicito in termini formali, di consigli che sono ammessi a essere ecumenico, della finalità, e implicitamente l'infallibilità papale di insegnamento.

In tal modo i Padri di Efeso (431) dichiarano che "sono costretti" a condannare la eresia di Nestorio "di sacri canoni e dalla lettera del nostro Santo Padre e di co-ministro, Celestino il Vescovo di Roma."

Vent'anni dopo (451) i Padri di Calcedonia, dopo aver sentito Leo leggere la lettera, si sono responsabile per la dichiarazione: "lo fanno tutti noi crediamo... Pietro ha parlato per mezzo Leo."

Più di due secoli dopo, in occasione del terzo Concilio di Costantinopoli (680-681), la stessa formula si ripete: "Pietro ha parlato per mezzo Agatho".

Dopo la scadenza di un termine di ancora altri due secoli, e poco prima dello scisma Photian, la professione di fede redatto dal Papa Ormisda è stato accettato dalla quarta Concilio di Costantinopoli (869-870), in questa professione, si afferma che, di virtù della promessa di Cristo: "Tu sei Pietro, ecc"; "la religione cattolica è inviolabile conservati nella Sede Apostolica".

Infine, la riunione del Consiglio di Firenze (1438-1445), ripetendo ciò che era stato sostanzialmente contenute nella professione di fede di Michele Paleologo approvato dal Concilio di Lione (1274), definito "che il Santo Sede Apostolica e il Romano Pontefice esercita la primato sopra il mondo intero e che il romano Pontefice stesso è il successore del beato Pietro Principe degli Apostoli e il vero Vicario di Cristo, e il capo di tutta la Chiesa, e il padre e maestro di tutti i cristiani, e che a lui nel beato Pietro tutta la potenza di alimentazione, le sentenze e disciplinano la Chiesa universale è stata data dal Signore nostro Gesù Cristo, e questo è anche riconosciuta negli atti del Consiglio Ecumenico e in sacri canoni (quemadmodum ancora... continetur.)

Quindi è chiaro che il Concilio Vaticano II ha introdotto nessuna nuova dottrina quando è definita l'infallibilità del papa, ma si limita a ri-affermato ciò che era stato implicitamente ammesso e di azione fin dall'inizio e ha anche proclamato stato esplicitamente e in termini di equivalente di più di uno dei primi Concili ecumenici.

Fino a quando il Photian Scisma in Oriente e gallicana la circolazione in Occidente non vi era alcuna formale negazione della supremazia papale, o di infallibilità papale in aggiunta di suprema autorità dottrinale, mentre le loro istanze di riconoscimento formale che sono stati di cui ai primi secoli sono solo alcuni dei molteplici che potrebbero essere citati.

ADDEBITI PRESUNTO

L'unico degno di nota obiezioni nei confronti di infallibilità papale, come distinta dal infallibilità della Chiesa in generale, si basano su alcuni casi storici in cui essa ha sostenuto che alcuni papi nella ex cathedra esercizio del loro ufficio hanno effettivamente insegnato eresia e condannato come eretico che cosa ha successivamente si è rivelato essere vero.

Il capo di solito le istanze di ricorso sono quelle dei Papi Liberio, Onorio, e Vigilio nei primi secoli, e la vicenda di Galileo all'inizio del XVII secolo.

Papa Liberio

Liberio, è presunto, Arian sottoscritto uno o semi-Arian credo redatto dal Consiglio di Sirmio e anathematized S. Atanasio, il grande campione di Nicea, come un eretico.

Ma anche se si trattasse di un accurato stato di fatto storico, è una dichiarazione molto inadeguata.

L'importantissima circostanza deve aggiungere che il papa ha così agito sotto la pressione di una coercizione molto crudele, che in una sola volta la sua azione priva di qualsiasi pretesa di essere considerato ex cathedra, e che egli stesso, non appena egli aveva recuperato la sua libertà, modifica fatta per la debolezza morale era stato colpevole di.

Si tratta di una risposta soddisfacente alle obiezioni, ma dovrebbe essere aggiunto che non vi è alcuna prova che qualunque Liberio mai anathematized S. Atanasio espressamente come un eretico, e che essa rimane un punto controverso che di tre o quattro Sirmian Simboli ha sottoscritto , Due delle quali non conteneva alcuna affermazione positiva di dottrina eretica difettosi e sono stati solo negativi per la ragione che essi non insistere sulla definizione completa di Nicea.

Papa Onorio

L'accusa nei confronti di Papa Onorio è un doppio uno: che, in sede di appello nel Monothelite controversia, ha effettivamente insegnato il Monothelite eresia nella sua due lettere a Sergio, e che egli è stato condannato come eretico dalla sesta Concilio Ecumenico, i decreti del che sono stati approvati da Leone II.

Ma in primo luogo è del tutto evidente dal tono e termini di queste lettere che, finora da intendono dare alcuna finale, o ex cathedra, decisione sulla questione dottrinale di cui trattasi, Onorio semplicemente cercato di placare la crescente amarezza della controversie di garantire silenzio.

Nel prossimo luogo, prendendo le lettere così come sono, molto più che può essere chiaramente desunta incontrovertibly e da loro è, Onorio che non è stata una profonda acuta o teologo, e che egli stesso ha permesso di essere confusi e ingannati da Sergio il pacchetto Galeon come a ciò che la questione è stata veramente e troppo facilmente accettato di quest'ultimo di aver dichiarato il falso suoi oppositori 'posizione, nel senso che l'affermazione di due volontà in Cristo si trattava di due o contrario discordanti testamenti.

Infine, in riferimento alla condanna di Onorio come un eretico, occorre ricordare che non vi è alcuna ecumenico frase affermando il fatto che sia Onorio lettere a Sergio contenere eresia, o che essi siano destinati a definire la questione con cui affrontare.

La pena pronunciata dalla Padri del Concilio ecumenico ha valore solo nella misura in cui esso è stato approvato da Leone II, ma, approvando la condanna di Onorio, il suo successore aggiunge la qualifica molto importante che egli è condannato, non per il motivo dottrinale che ha insegnato eresia, ma il morale a terra che egli è stato nel voler vigilanza prevista da lui nel suo ufficio apostolico e, quindi, di un eresia compiere progressi che egli avrebbe dovuto schiacciato nel suo inizio.

Papa Vigilio

Vi è ancora meno motivo per cercare di trovare un 'obiezione di infallibilità papale a esitante condotta di Papa Vigilio in connessione con la controversia dei tre capitoli, ed è tanto più inutile ritardo su questo esempio come la maggior parte delle moderne oppositori del papali non rivendica alcun più ricorso ad essa.

Galileo

Per quanto riguarda la vicenda di Galileo, è del tutto sufficiente per sottolineare il fatto che la condanna della teoria eliocentrica è stato il lavoro di un tribunale fallible.

Il papa non può delegare l'esercizio delle competenze di sua infallibile autorità alle Congregazioni romane, e indipendentemente questioni formalmente in nome di una di queste, anche quando approvato e confermato nel modo ordinario ufficiale dal papa, non pretende di essere ex cathedra e infallibile .

Il papa, naturalmente, può convertire dottrinale decisioni del Santo Uffizio, che non sono di per sé infallibile, in ex cathedra papale pronunciamenti, ma in tal modo egli deve essere conforme alle condizioni già spiegato - che non hanno né Paolo V, Urbano VIII fece nel caso di Galileo.

Conclusione

Le grandi, infatti, resta pertanto certo che non ex cathedra definizione di ogni papa è mai stato dimostrato essere errata.

C. relazioni reciproche degli organi di infallibilità

A pochi brevi osservazioni ai sensi del presente capo servirà a rendere la concezione cattolica della ecclesiastica infallibilità ancora più chiaro.

Tre organi sono stati menzionati:

i vescovi dispersi in tutto il mondo in unione con la Santa Sede; Concili ecumenici sotto la headship del Papa, e il papa stesso separatamente.

Attraverso il primo di questi è esercitato descrivere ciò che i teologi come il magistero ordinarium, vale a dire i comuni o quotidiana magistero della Chiesa, attraverso la seconda e la terza il magistero solemne, innegabilmente o definitivo.

In pratica, a oggi, e per molti secoli in passato, solo le decisioni dei Concili ecumenici e la ex cathedra insegnamento del papa sono state trattate come strettamente definitivo nel senso canonico, e la funzione del magistero è stata ordinarium interessato con l'effettiva promulgazione e la manutenzione di ciò che è stato formalmente definiti dal Magistero solemne o possono essere legittimamente desunta dalla sua definizioni.

Ordinarium anche il magistero non è indipendente dal papa.

In altre parole, solo i vescovi che sono in aziendali unione con il Papa, divinamente costituita la testa e il centro del Corpo mistico di Cristo, l'unica vera Chiesa, che ha alcuna pretesa di condividere il carisma di cui l'infallibilità del loro moralmente unanime divinamente insegnamento è garantita secondo i termini di promesse di Cristo.

E come la supremazia del Papa è anche un fattore essenziale per la costituzione di un concilio ecumenico - ed è stato effettivamente il formale e fattore determinante per decidere il ecumenicity molto di tali consigli la cui autorità è riconosciuta dal schismatics Orientale e anglicani - che naturalmente si verifica per chiedere informazioni su come conciliare infallibilità è legato al papale.

Ora questa relazione, in vista cattolico, può essere spiegato brevemente come segue:

Teorie di conciliare e di infallibilità papale non logicamente stand o cadere insieme, dato che, in vista cattolico la cooperazione e la conferma del Papa nel suo primaziale puramente capacità sono necessarie, in base alla costituzione divina della Chiesa, per il ecumenicity e infallibilità del Consiglio.

Ciò ha, di fatto, è la prova formale di ecumenicity, e sarebbe necessario anche in ipotesi che il papa stesso sono stati fallible.

Infallibile un organo può essere costituito dal capo e dei membri di un ente che agisce congiuntamente, anche se non presi separatamente è infallibile.

Di conseguenza, il papa insegnamento ex cathedra e di un Concilio ecumenico soggetta alle approvazione del papa a suo capo sono distinti organi di infallibilità.

Di conseguenza, anche, gallicana la contesa è escluso, che un Concilio ecumenico è superiore, sia in competenza o in autorità dottrinale, ad un certo legittimo papa, e che si può presentare ricorso da quest'ultimo alla vecchia.

Né tale conclusione è contraddetta dal fatto che, ai fini di porre fine al Grande Scisma occidentale e garantire un certo legittimo papa, il Concilio di Costanza deposto Giovanni XXIII, la cui elezione è stata considerata dubbia, l'altro probabilmente legittimo ricorrente, Gregorio XII, dopo aver rassegnato le dimissioni.

Questo è stato quello che potrebbe essere descritto come un extra-crisi costituzionale e, come la Chiesa ha il diritto, in tali circostanze, a rimuovere ogni ragionevole dubbio e fornire un papa i cui crediti sarebbe indiscutibile, anche uno acephalous Consiglio, sostenuto dal corpo dei vescovi in tutto il mondo, era competente per rispondere a questa emergenza del tutto eccezionale, senza per questo l'istituzione di un precedente che potrebbe essere costruito in una norma costituzionale regolari, come la Gallicans erroneamente immaginato.

Una simile situazione eccezionale che potrebbero derivare sono stati un papa per diventare un pubblico eretico, vale a dire, sono stati egli pubblicamente e ufficialmente per insegnare qualche dottrina chiaramente contrari a ciò che è stato definito come catholicâ de fide.

Ma in questo caso molti teologi hoId che non formale frase di deposizione sarebbe necessario, come, di diventare un pubblico eretico, il papa avrebbe ipso facto cessa di essere papa.

Ciò, tuttavia, è un caso ipotetico che non ha mai effettivamente avuto luogo; anche il caso di Onorio, se così non fosse provato che ha insegnato la Monothelite eresia, non sarebbe un caso di cui al punto.

IV. Campo di applicazione e oggetto della infallibilità

1 Nella definizione infallibilità del Vaticano (se di fhe Chiesa in generale o del papa) si afferma solo per quanto riguarda le dottrine di fede o di morale, ma all'interno della provincia di fede e di morale suo campo di applicazione non è limitata a dottrine che sono stati formalmente rivelato .

Ciò, tuttavia, è chiaramente inteso come ciò che i teologi chiamata diretta e oggetto principale di autorità infallibile: era per la manutenzione e la legittima interpretazione e lo sviluppo dell'insegnamento di Cristo che la Chiesa è stata dotata di questo carisma.

Ma se questa funzione primaria è quella di essere adeguatamente ed efficacemente scarica, è chiaro che ci deve essere anche indiretto e secondario oggetti a cui si estende l'infallibilità, vale a dire, dottrine e fatti che, pur non potendo essere a rigore ha detto di essere rivelato, tuttavia, così intimamente connesso con verità rivelate che, sono stati uno gratuitamente a negare l'ex, avrebbe logicamente negare quest'ultima sconfitta e, quindi, l'obiettivo principale della infallibilità che è stato promesso da Cristo alla sua Chiesa.

Questo principio è espressamente affrmed dal Concilio Vaticano II quando dice che "la Chiesa, che, insieme con l'ufficio apostolico di insegnamento ricevuto il comando di custodire il deposito della fede, possiede anche da autorità divina (divinitus) il diritto di condannare la scienza falsamente cosiddetto, perché chiunque dovrebbe essere truffati di filosofia e vana presunzione (cfr Col 2,8) "(Denz., 1798, vecchio no. 1845).

2 teologi cattolici sono concordi nel riconoscere il principio generale che è stato appena dichiarato, ma non si può dire che essi sono ugualmente all'unanimità per quanto riguarda le applicazioni concrete di questo principio.

È ancora detenuto in generale, e può essere detto di essere teologicamente certa, (a), che ciò che sono tecnicamente definito "conclusioni teologiche", vale a dire deduzioni deduce da due locali, uno dei quali e 'rivelata e gli altri verificato dalla ragione, rientrano nel campo di applicazione il campo di applicazione della Chiesa infallibile autorità.

(b) Inoltre, è generalmente in possesso, e giustamente, che le questioni di dogmatica, infatti, per quanto riguarda la definitiva certezza che è necessario per la custodia e l'interpretazione della verità rivelata, può essere determinato infallibilmente dalla Chiesa.

Tali domande, ad esempio, potrebbe essere: se un certo papa è legittimo, o un certo consiglio ecumenico, o se obiettivo eresia o di errore viene insegnata in un certo libro o altro documento pubblicato.

Questo ultimo punto, in particolare, di rilevanza nel figurato Jansenist la controversia, gli eretici sostenendo che, mentre il famoso cinque proposizioni attribuito al Jansenius sono stati giustamente condannati, non hanno veramente esprimere la dottrina contenuta nel suo libro "Augustinus".

Clemente XI, nel condannare questo sotterfugio (cfr. Denz., 1350, vecchio non. 1317) semplicemente riaffermato il principio che era stato seguito da padri di Nicea nel condannare il "Thalia" di Ario, di padri di Efeso nel condannare gli scritti di Nestorio, e dal secondo Concilio di Costantinopoli nel condannare i tre capitoli.

(c) E 'anche comunemente e giustamente considerato che la Chiesa è infallibile nella canonizzazione dei santi, vale a dire, quando canonizzazione si svolge secondo la solenne processo che è stato seguito dal IX secolo.

Beatificazione semplice, tuttavia, come distinto da canonizzazione, non è ritenuto infallibile, e in sé la canonizzazione solo fatto che è infallibilmente determinato è che l'anima di santo canonizzato il partito in stato di grazia e gode già della visione beatifica.

(d) Per quanto riguarda precetti morali o leggi distinte da dottrina morale, l'infallibilità non va più lontano di proteggere contro la Chiesa universale passando leggi che in linea di principio, sarebbe immorale.

Sarebbe fuori luogo parlare di infallibilità in relazione l'opportunità o la somministrazione di disciplinare necessariamente cambiare le leggi, anche se, ovviamente, i cattolici credono che la Chiesa riceve Divina opportuno orientamento in questo e in simili questioni per le quali la saggezza pratica spirituale è obbligatorio.

V. CHE COSA insegnamento è infallibile?

Una parola o due ai sensi del presente capo, riassume ciò che è stato già spiegato in questo e in altri articoli sarà sufficiente.

Per quanto riguarda la questione, solo dottrine di fede e di morale, e fatti così intimamente connesso con tali da richiedere un infallibile determinazione, rientrano nel campo di applicazione di insegnamento infallibile ecclesiastica.

Queste dottrine o fatti non deve necessariamente essere rivelato, ma è abbastanza rivelato se il deposito non può essere adeguatamente ed efficacemente custodito e spiegato, a meno che essi non sono infallibilmente determinata.

Per quanto riguarda l'organo di amministrazione entro la quale tali dottrine o fatti sono determinati, tre possibili organi esistenti.

Uno di questi, il magistero ordinarium, rischia di essere un po 'indefinito nella sua pronunciamenti e, di conseguenza, praticamente inefficace come un organo.

Gli altri due, tuttavia, sono adeguatamente efficiente organi, e quando si decide definitivamente ogni questione di fede o di morale che possono sorgere, non crede che paga la dovuta attenzione alle promesse di Cristo può sempre rifiutare di parere conforme con assoluta certezza e irrevocabile per il loro insegnamento.

Ma prima di essere vincolati a dare un tale parere, il credente ha il diritto di essere certi che l'insegnamento in questione è definitivo (in quanto solo l'insegnamento definitivo è infallibile), e il mezzo attraverso il quale il definitivo intenzione, se di un consiglio o dei papa, può essere riconosciuto sono stati indicati sopra.

E 'necessario essere aggiunti solo qui che non tutto in una conciliare o pronunciamento papale, in cui alcuni dottrina è definito, è quello di essere trattati come definitivo e infallibile.

Ad esempio, nel lungo Bolla di Pio IX che definisce l'Immacolata Concezione strettamente il definitivo e infallibile porzione è composto in una frase o due, e lo stesso vale in numerosi casi per quanto riguarda le decisioni conciliari.

Il solo argomentativi e justificatory dichiarazioni contenute nelle sentenze definitive, tuttavia vero e autorevole possa essere, non sono coperti dalla garanzia di infallibilità che attribuisce al definitivo strettamente frasi - a meno che, anzi, la loro infallibilità è stato precedentemente o successivamente stabilite da un indipendente decisione.

Pubblicazione di informazioni scritte PJ toner.

Della Enciclopedia Cattolica, Volume VII.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ° giugno 1910.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York


Inoltre, si veda:


Inerrancy

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a