Monismo

INFORMAZIONI GENERALI

Monismo qualsiasi dottrina è basato sul presupposto di un unico principio di base. Metaphysical monismo che consente un solo tipo di corso o di essere esiste.

Un sostanziale monismo metafisico afferma che la varietà nella nostra esperienza è fenomenale a causa di diversi stati di un unico onnicomprensiva sostanza, ad esempio, Parmenide 'Plenum o Baruch Spinoza Dio o della Natura.

Attributive un monismo ammette molte sostanze, ma afferma che essi sono tutti dello stesso tipo, ad esempio, gli atomi o von GW Leibniz's monadi.

Monismo epistemologico che identifica che è immediatamente presente a conoscere la mente con il vero oggetto conosciuto.

Sia il contenuto della mente è identificata con l'oggetto conosciuto (epistemologico realismo), o l'oggetto conosciuto è identificata con la mente sapendo (idealismo epistemologico). Monismo filosofico come un termine è stato utilizzato per la prima volta da Christian Wolff a designare filosofie che hanno tentato di eliminare la mente-corpo dicotomia.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Monismo

INFORMAZIONI GENERALI

Monismo (greco monos, "unico"), in filosofia, è una dottrina che in definitiva la realtà è interamente di una sostanza.

Monismo è quindi contrario a entrambi dualismo e del pluralismo.

Tre tipi di base di monismo sono riconosciuti: monismo materialista, idealista monismo, e la mente-roba teoria.

Secondo il primo dottrina, in tutto l'universo, compresi i fenomeni mentali, è ridotto a una categoria di materia.

Nella seconda dottrina, la materia è considerata come una forma di manifestazione della mente e nel terzo dottrina, la materia e la mente sono considerati solo gli aspetti della vicenda.

Anche se monistico filosofie data a partire dalla Grecia antica, il termine monismo è relativamente recente.

E 'stato utilizzato per la prima volta dal 18 ° secolo-filosofo tedesco Christian von Wolff a designare tipi di pensiero filosofico in cui il tentativo è stato fatto per eliminare la dicotomia del corpo e della mente.

Anche se egli non era conosciuta con il termine, il 17 ° secolo filosofo olandese Baruch Spinoza è stato uno dei più influenti monists.

Ha insegnato che sia materiale che spirituale fenomeni sono attributi di una sostanza sottostante.

La sua dottrina fortemente previsto la mente-roba teoria.

Monismo

Informazioni avanzate

Anche se il termine è stato utilizzato per la prima volta dal tedesco philospher cristiana Wolff (1679-1754), è un monismo filosofico posizione con una lunga storia che risale al pre-socratico filosofi che un ricorso ad un unico principio unificante per spiegare tutte le diversità di esperienza osservati.

Tra questi pensatori è Parmenide, che sosteneva che la realtà è un indifferenziato unicità, o unità, e che di conseguenza un reale cambiamento o individualità delle cose ci sono?

Substantival monismo ( "una cosa") è del parere che vi sia una sola sostanza e che tutte le diversità in ultima analisi, è irreale.

Questa opinione è stata mantenuta da Spinoza, che ha sostenuto che vi è una sola sostanza, indipendentemente esistenti o cosa, e che sia Dio e l'universo sono aspetti di questa sostanza.

Oltre ad avere molti eminenti fautori della tradizione filosofica occidentale, substantival monismo è un cardine di induismo e buddismo.

Induismo in ogni elemento della realtà fa parte di maya o prakriti, nel buddismo e tutte le cose in ultima analisi, si compone di un interconnessi rete.

Attributive monismo ( "una categoria") sostiene che vi è un genere di cose, ma molti diversi singoli cose in questa categoria.

Materialismo e idealismo sono diverse forme di monismo attributive.

Il materialista che detiene una categoria di esistenza in cui tutte le cose reali sono trovato è materiale, mentre l'idealista dice che questa categoria è mentale.

Tutti i monisms opporsi alla visione dualistica dell'universo, che assicura che entrambi i materiali e immateriali (mentale e spirituale) realtà esiste.

Attributive monismo non è d'accordo con substantival monismo ad affermare che la realtà è in ultima analisi, composto di molte cose, piuttosto che una cosa.

Molti leader filosofi sono stati monists attributive, tra cui Bertrand Russell e Thomas Hobbes sul lato materialistico, e GW Leibniz e George Berkeley nel campo idealista.

La tradizione cristiana, intellettuale, in generale, ha dichiarato che substantival monismo non riesce a rendere giustizia alla distinzione tra Dio e creatura, e che attributive di monisms solo l'idealismo è teologicamente accettabile.

PB Fletcher


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


FC Copleston, "Spinoza," in una storia della filosofia, IV; FH Bradley, apparenza e realtà; R. Hall, "monismo e pluralismo," Enciclopedia di Filosofia, J. Passmore, un centinaio di anni di filosofia; AM Quinton, " Il pluralismo e monismo, "in EncyBrit; B. Spinoza, Etica.

Monismo

Informazioni cattolica

(Dal greco monos, "uno", "solo", "unico").

Monismo è un termine filosofico, che, nei suoi diversi significati, si oppone a Dualismo o pluralismo.

Ovunque pluralistica filosofia distingue una molteplicità di cose, monismo nega che la manifoldness è reale, e che detiene il apparentemente sono molte fasi, o fenomeni, di un uno.

Ovunque filosofia dualista distingue tra corpo e anima, materia e spirito, soggetto e oggetto, la materia e vigore, il sistema che nega tale distinzione, riduce di un termine l'antitesi agli altri, o si fonde sia in una maggiore unità, è chiamata monismo .

I. In metafisica

I filosofi antichi indù affermato come una verità fondamentale che il mondo della nostra esperienza senso-è tutto illusione (Maya), che il cambiamento, la pluralità, e al nesso di causalità non sono reali, che non esiste, ma una realtà, Dio.

Questo è metafisica del monismo idealistico-tipo spirituale, tendente al misticismo.

Tra i primi filosofi greci, la Scuola Eleatica, a partire, come gli indù, con la convinzione che il senso-la conoscenza è inaffidabili, e la sola ragione affidabile, giunta alla conclusione che il cambiamento, la pluralità, e di origine non esiste veramente, che è uno Essere, immutabile, ed eterna.

Essi non hanno esplicitamente individuare una realtà con Dio, e non sono stati, finora, come sappiamo, incline al misticismo.

Monismo loro, quindi, può dire di essere del tipo puramente idealista.

Queste due forme di monismo metafisico ripetersi spesso nella storia della filosofia, ad esempio, il concetto idealistico-spirituale nel tipo neo-platonismo e in Spinoza's metafisica, e il tipo puramente idealista nel assolutismo razionale di Hegel.

Oltre monismo idealistico vi è il monismo di tipo materialista, che proclama che vi è una sola realtà, cioè, la materia, se problema è un agglomerato di atomi, un primitivo, in tutto il mondo che fanno sostanza (vedi IONIE SCUOLA DI FILOSOFIA), o il modo - chiamato nebulosa cosmica, di cui il mondo evoluto.

Vi è un'altra forma di monismo metafisico, rappresentato in questi giorni di Haeckel ei suoi seguaci, che, anche se materialista nel suo campo di applicazione e di tendenza, professa di trascendere il punto di vista del monismo materialistico e unire sia questione e la mente in un qualcosa di superiore.

Il punto debole di tutti i monismo metafisico è la sua incapacità di spiegare in che modo, se c'è, ma una realtà, e tutto il resto è solo apparente non ci può essere un reale cambiamento nel mondo, reale o le relazioni tra le cose.

Questa difficoltà è stato raggiunto in dualistica dei sistemi di filosofia da parte della dottrina della materia e forma, o di potenza e di attualità, che sono le realtà ultime in ordine metafisico.

Pluralismo respinge la soluzione proposta dal dualismo scolastico e si sforza, ma con scarso successo, di opporsi a monismo sua teoria della synechism o panpsychism (v. pragmatismo).

Il principale obiezione al monismo materialistico è che si ferma al di sotto del punto in cui il vero problema della metafisica comincia.

II. In teologia

Il termine monismo non è molto utilizzato in teologia a causa della confusione in cui il suo impiego può determinare.

Politeismo, la dottrina che ci sono molti dèi, ha per il suo contrario monoteismo, la dottrina che vi è un solo Dio ma.

Se il termine monismo è impiegato in sostituzione del monoteismo, è possibile che significa, ovviamente, teismo, che è una dottrina monoteiste, o può significare Panteismo, che si oppone al teismo.

In questo senso del termine, come sinonimo di Panteismo, il monismo sostiene che non vi è alcun reale distinzione tra Dio e l'universo.

O Dio è inabitazione nell'universo come una parte di essa, non distinto da essa (panteistica Immanentism), o l'universo non esiste a tutti i come una realtà (Acosmism), ma solo come un fenomeno o manifestazione di Dio.

Queste opinioni sono combattute con determinazione di teismo, non solo su considerazioni di logica e filosofia, ma anche su considerazioni di vita umana e la sua condotta.

Per le implicazioni etiche di panteismo sono dannosa per come le sue lacune dal punto di vista della coerenza e della ragionevolezza.

Teismo non nega che Dio è inabitazione nell'universo, ma negare che Egli è composto nell'universo.

Teismo non nega che l'universo è una manifestazione di Dio, ma negare che l'universo non ha alcuna realtà di sua iniziativa.

Teismo è, pertanto, dualistica: essa sostiene che Dio è una realtà distinta da l'universo e autonomo rispetto ad essa, e che l'universo è una realtà distinte da Dio, anche se non indipendente di Lui.

Da un altro punto di vista, è teismo monistico, ma sostiene che non vi è solo una suprema realtà e che tutte le altre realtà deriva da Lui.

Monismo non è quindi un adeguato equivalente del termine teismo.

III. In psicologia

Il problema centrale della psicologia razionale è la questione del rapporto tra anima e corpo.

Dualismo scolastico, a seguito di Aristotele, sostiene, che l'uomo è una sostanza, composto di anima e di corpo, che sono, rispettivamente, materia e forma.

L'anima è il principio della vita, l'energia, e la perfezione; il corpo è il principio di decadimento, potenzialità, e imperfezione.

Questi due non sono completi sostanze: la loro unione non è accidentale, come Platone pensiero, ma sostanziale.

Essi sono, naturalmente, veramente distinto, e anche separabili, ma che agiscono su di loro e reagire.

L'anima, anche nelle sue funzioni più alte, ha bisogno della cooperazione, almeno estrinseca, del corpo e il corpo in tutte le sue funzioni vitali è eccitata da l'anima come il principio radicale di tali funzioni.

Essi non sono tanto due in uno di due composti che costituiscono uno.

L'immaginazione popolare in questo dualismo può essere esagerata; nella mente dell 'estrema ascetico che a volte è esagerato, fino al punto di immissione troppo forte contrasto tra la "carne" e "lo spirito", "la bestia" e "l'angelo", in noi.

Monismo psicologico tende a tutti i CANCELLAZIONE DI distinzione tra corpo e anima.

Questo è il suo ruolo in uno dei tre modi.

(A) il monismo di tipo materialista riduce l'anima alla materia o condizioni materiali e, quindi, in effetti, nega che vi sia alcuna distinzione tra anima e corpo.

La Stoics descritto l'anima come una parte del mondo materiale-sostanza; la Epicureans ha dichiarato che si tratta di un materiale composto di atomi; moderno materialismo non conosce l'anima sostanziale ad eccezione del sistema nervoso; Cabanis, ad esempio, proclama il suo materialismo nel bene - noto greggio formula: "Il cervello digest impressioni, e organicamente secretes pensiero."

Psicologico materialismo, come il materialismo metafisico, chiude gli occhi di fronte a questi fenomeni di cui l'anima non è in grado di spiegare, o addirittura nega che questi fenomeni esistono.

(B) il monismo di tipo idealistico prende un corso del tutto opposto.

Riduce il corpo a mente o mentale condizioni.

Alcuni dei neo-platonici ha dichiarato che tutti i questione è inesistente, che il nostro corpo è, quindi, un errore da parte della nostra mente, e che l'anima è la sola personalità.

Giovanni Scoto Eriugena, sotto l'influenza della neo-platonici, svoltasi il corpo ad essere un risultato di qualità che incorporeal l'anima, di pensiero e sintetizzare, crea in un corpo per sé.

In tempi moderni, Berkeley incluso il corpo umano in generale la sua negazione della realtà della materia, e ha sostenuto che non vi sono sostanze tranne l'anima e Dio.

I motivi di questa convinzione sono epistemologico.

Monismo psicologico è in contrasto con il buon senso e di esperienza.

Storicamente, si tratta di una reazione contro il materialismo.

Per confutare il materialismo non è necessario negare che il corpo è una realtà.

Unreflecting il dualismo di buon senso e scientifica che il dualismo Scolastici costruito sui fatti di esperienza guidare una cassetta di sicurezza e coerente tra il corso affrettata generalizzazione della materialista, che vede nulla, ma corpo, e il grassetto paradosso della Idealist, che non riconosce realtà fatta eccezione mente.

(C) Un terzo tipo di monismo psicologico va sotto il nome di parallelismo psicofisico.

Essa sostiene due principi, quello negativo e gli altri affermativa.

In primo luogo, essa nega categoricamente che vi sia, o possa essere, qualsiasi nesso di causalità diretta influenza dell 'anima sul corpo o del corpo, l'anima su: il nostro pensiero non può produrre i movimenti dei nostri muscoli, né può l'azione della luce sulla retina produrre in noi il "pensiero" di un colore.

In secondo luogo, essa afferma in qualche forma che sia il corpo e l'anima sono le fasi di qualcos'altro, qualcosa che questo si evolve la sua attività su due linee parallele, la fisica e la psichica, in modo che il pensiero, per esempio, di passare il mio mano è sincrono con il movimento della mia mano, senza in alcun modo influenzare gli altri.

Questa è la dottrina della Occasionalists che, come Malebranche, sostengono che l'unione di anima e corpo "consiste in una reciproca e naturale corrispondenza dei pensieri l'anima con i processi del cervello, delle emozioni l'anima con il i movimenti di spiriti animali "(Rech. de la vérité, II, V).

E 'la dottrina di Spinoza, la cui metafisica monismo costretto a tenere lui che corpo e anima sono solo gli aspetti di una sostanza, Dio, sotto gli attributi di estensione e di pensiero, ma che essi si evolverà la loro modi di attività in un modo preordinata a corrispondenza ( Eth., II, II, schol.).

Leibniz incontra difficoltà nel suo caratteristico modo di insegnamento che tutte le monadi sono in parte materiali e immateriali in parte, e che tra tutte le monadi e la loro attività, esiste un pre-stabiliti armonia (cfr. Leibniz; monade).

Nel cosiddetto Identitätsphilosophic di alcuni Transcendentalists tedesca, come ad esempio Schelling, la realtà è mente nella misura in cui esso è attivo, e la materia nella misura in cui essa è passiva; mente e la materia sono, quindi, due armonioso, ma indipendente, serie di fasi della realtà.

Fechner, secondo è simile: egli ritiene che la realtà che pervade l'intero universo è allo stesso tempo fisica e psichica, fisica che è l ' "esterno" e psichica "interiore", o "interiore", sul lato della realtà, e che l'organismo e anima nell'uomo, ma sono una istanza di un parellelism che prevale ovunque nella natura.

Paulsen ( "Introd. A Phil.", Tr. Thilly, 87 ss.) Sostiene che "due proposte sono contenute nella teoria del parallelismo: (I) processi fisici non sono mai effetti di processi psichici; (2) i processi psichici non sono mai effetti dei processi fisici. "

Egli adotta Fechner's panpsychism, sostenendo che "tutto corporale punti a qualcos'altro, uno interno, elemento intelligibile, un essere per sé, che è simile a quello che sperimentiamo in noi stessi".

Sia il corporale e il "interiore" sono le parti del sistema universale, che è il corpo di Dio, e, se non interagiscono, che agiscano in modo tale che l'armonia risultati.

t Spencer utilizza la parola in un parallelismo leggermente diverso senso: la separata impressioni dei sensi e il flusso di coscienza interiore gli Stati devono essere modificati con l'attività della mente, se le due serie devono essere di qualsiasi utilità per la via di sviluppo o evoluzione animale o uomo, cioè, ci deve essere un parallelismo tra una certa evoluzione fisica e la correlativa evoluzione psichica "(Principi di Psych., n. 179), mentre sia mente e materia sono solo" simboli di una qualche forma di potere e assolutamente sempre a noi sconosciute "(op. cit., n. 63). Questa idea trova favore tra i evolutionists in generale, ed ha uno netto vantaggio: si evita la necessità di spiegare molti fenomeni di mente che non potrebbe essere rappresentato dai principi materialistica di evoluzione. Così, sotto il nome di "doppio aspetto teoria" è adottato da Clifford, Bain, Lewes, e Huxley. empirica Tra psicologi parallelismo è stato trovato soddisfacente come una "ipotesi di lavoro". L'esperienza, è mantenuto, racconta noi nulla di un sostanziale anima che agisce sul corpo e viene dato seguito. Essa ci dicono, però, che sono stati psichici apparentemente condizionata da membri del corpo, e che gli Stati del corpo apparentemente influenza stati d'animo. Ai fini della scienza, concludere il empiricists, è sufficiente a mantenere uno come formula empirica che i due flussi di attività sono, per così dire, parallelamente, anche se mai confluenti. Non vi è alcuna necessità di terra la formula universale su qualsiasi teoria metafisica, come ad esempio il pan - psichismo di Fechner e Paulsen. lt è sufficiente che, come sottolinea Wundt, i fatti di esperienza stabilire una corrispondenza tra fisica e psichica, mentre la differenza di quello fisico e quello psichico esclude la possibilità di uno sia la causa degli altri. Per parallelistic tutte queste dichiarazioni di relazioni tra anima e corpo la Scolastico dualists prendere eccezione. In primo luogo, gli scolastici richiamare l'attenzione sul verdetto di esperienze. Fino a un certo punto, i fatti di esperienza sono in grado di parallelistic, così come di un dualistico, spiegazione. Ma quando veniamo a prendere in considerazione l'unità di coscienza, che è un fatto di esperienza, abbiamo stabilito che la teoria del parallelismo si rompe, e la sola spiegazione che vale è quella di dualists, che mantenere la sostanzialità l'anima . In secondo luogo, se la teoria parallelistic essere vero, che cosa, chiedere al Scolastico dualists, diventa la libertà della volontà e responsabilità morale? Se il nostro corpo mentale e gli Stati non devono essere di cui al un'immediata soggetto personale, ma sono considerati fasi o aspetti di una sostanza universale, cosmica anima, mente-roba, o sconosciuto "forma di potere", non è facile vedere in che senso la volontà può essere libera, e l'uomo è responsabile per il suo corpo mentale o atti.

In un minore senso della parola monismo è talvolta usato in psicologia a designare la dottrina che non vi è alcun reale distinzione tra l'anima e le sue facoltà.

Psicologico che detiene il dualismo anima e corpo sono distinti, anche se incompleta, sostanze.

Ma come circa l'anima stessa?

Platone dottrina che ha tre parti ha avuto poco seguito in filosofia.

Aristotele distingue tra la sostanza dell 'anima e le sue competenze (dynameis), o facoltà, e lasciato il Schoolmen il problema se queste facoltà sono davvero, o solo fittiziamente, distinto da l'anima stessa.

Quelle che favoriscono la reale distinzione sono talvolta chiamato pluralists in psicologia, e la loro avversari, che dire che la distinzione è nominale o, al massimo, fittizia, sono talvolta chiamato Monists psicologico.

La questione è deciso di inferenze dai fatti di coscienza.

Coloro che detengono reale distinzione della funzione sostengono che questo è motivo sufficiente per una reale distinzione di facoltà.

IV. IN epistemologia

Come in psicologia, monismo è utilizzato in vari sensi per significare, in modo generale, l'antitesi di dualismo.

Il dualista in epistemologia concorda con l'ordinaria osservatore, che distingue sia nella teoria e nella pratica, tra "cose" e "pensieri".

Il senso comune, o unreflecting coscienza, prende le cose in generale ad essere ciò che sembrano.

Agisce sulla convinzione che il mondo interiore dei nostri pensieri corrisponde con il mondo esterno della realtà.

Filosofico dualista domande la portata e la precisione di tale corrispondenza; apprende dalla psicologia che molti casi di cosiddetta immediata percezione hanno in loro una grande quota di interpretazione, e sono, nella misura in cui, riconducibili alle attività della mente.

Tuttavia, egli non vede alcun motivo di contesa con il verdetto generale di buon senso che c'è un mondo di realtà al di fuori di noi, così come un mondo di rappresentanza dentro di noi, e che quest'ultima corrisponde a una misura per l'ex.

Egli distingue, quindi, tra soggetto e oggetto, tra sé e non-sé, e ritiene che il mondo esterno esiste.

La Monist in un modo o in un altro l'obiettivo di eliminare dal campo della realtà, obliterates la distinzione tra sé e non-sé, e nega che il mondo esterno è reale.

A volte si prende la terra di idealismo, sostenendo che i pensieri sono cose, che l'unica realtà è la percezione, o meglio, che una cosa è vera solo nel senso che è percepito, è percipi esse.

Scornfully egli respinge il punto di vista del realismo ingenuo, si riferisce con disprezzo per la copia-teoria (l'opinione che i nostri pensieri rappresentano le cose) ed è piuttosto orgogliosi del fatto che egli è in conflitto con il senso comune.

Talvolta si tratta di un Solipsist, azienda che da sola auto esiste, che l'esistenza di non-sé è un'illusione e che la fede nella esistenza di altre menti di nostro è un errore volgare.

Talvolta, infine, è un acosmist: egli nega che il mondo esterno esiste soltanto nella misura in cui si pensa di esistere: o egli afferma che noi creare il nostro mondo esterno dei nostri pensieri.

Tuttavia, il classico foro di monismo epistemologico, in questo momento è noto come l'assolutismo.

Il suo principio fondamentale è metafisico il monismo di tipo puramente idealista.

Si ritiene che sia soggetto e oggetto sono solo le fasi di un abstract, illimitata, impersonale coscienza chiamato l'Assoluto; cose che né pensieri, né hanno alcuna realtà, a parte l'Assoluto.

Insegna che l'universo è un razionale e sistematico suo complesso, costituito da un intellettuale "terra" e multiforme "apparizioni" di quella terra, un aspetto di essere ciò che il realista chiede cose, e un altro che cosa chiede il realista pensieri.

Questa è la dottrina della Hegelians, da Hegel sé fino al suo ultimo rappresentanti, Bradley e McTaggart.

Tutte queste forme di monismo epistemologico - vale a dire, l'idealismo, solipsismo, acosmism, e assolutismo - hanno, ovviamente, metafisica cuscinetti e, talvolta, a riposo metafisica fondazioni.

Tuttavia, storicamente parlando, sono rintracciabili a un presupposto psicologico, che è, e sarà sempre, la linea di demarcazione tra dualismo e monismo in epistemologia.

La Dualists, nella loro analisi dell 'atto di conoscere, richiamare l'attenzione sul fatto che in ogni processo di percezione che l'oggetto è dato immediatamente.

Sembra che sottolinea l'evidente di dirlo, ma è proprio su questo punto che l'intera questione turni.

Percepire ciò che non è una sensazione di bianco, ma un oggetto bianco.

Ciò che ho gusto non è la sensazione di dolcezza, ma una sostanza dolce.

Non importa quanto l'attività della mente maggio elaborare, sintetizzare, o ricostruire i dati di senso-percezione, l'obiettivo di riferimento non può essere il risultato di tali attività soggettiva; che è dato inizialmente di coscienza.

Al contrario, la Monist inizia con la idealistica presupposto che ciò che percepiamo è la sensazione.

Qualunque riferimento obiettivo ha la sensazione nella nostra coscienza è conferite dal attività della mente.

L'obiettivo è, quindi, riducibile a soggettivo; cose sono pensieri; facciamo il nostro mondo.

Dualista nella sua analisi non vi è immediata, presentative nella coscienza di contatto tra il soggetto e l'oggetto.

Nel Monist conto della questione vi è un abisso tra soggetto e oggetto, che deve essere colmato in qualche modo più.

Il problema di dualismo o monismo in epistemologia dipende, quindi, per soluzione sulla questione se la percezione è presentative o rappresentante e la dualista, che detiene il presentative teoria, sembra essere dalla sua parte il verdetto della psicologia introspettiva nonché per l'approvazione di buon senso.

Negli ultimi contributi al pragmatico epistemologia si è presentata una visione diversa del monismo epistemologico da quella indicata nei paragrafi precedenti, e una soluzione è offerta del tutto diverso da quello del tradizionale dualismo.

William James in opere, per esempio, il monismo è descritto come tale specie di assolutismo che "pensa che il tutto sotto forma collettiva o unità di forma è l'unica forma che è razionale", mentre contrari ad essa è il pluralismo, che è la dottrina che "la ogni forma-è un eterno sotto forma di realtà non meno di quanto lo sia la forma di aspetto temporale" (Un Universo pluralista, 324 ss.).

La moltitudine di "ogni forma di" costituiscono, non un caos, ma un cosmo, perché sono "inestricabilmente interfused" in un sistema.

L'unità, tuttavia, che esiste tra le "forme-ogni" della realtà non è un integrante unità né un articolare o biologica, e tanto meno una logica, di unità.

Si tratta di una unità "dei strung-lungo tipo, il tipo di continuità, contiguità, o concatenazione" (op. cit., 325).

In questo universo incompiuto, in questo flusso di una successione di esperienze, l'oggetto passi a un certo momento.

Di un processo che appartiene, non la logica, ma alla vita, che supera la logica, egli collega fino a queste esperienze in una concatenazione di serie.

In altre parole, egli stringhe unico sfere a una stringa, non di pensiero, ma di esigenze pratiche e le finalità della vita.

Quindi il soggetto rende il suo mondo, e, veramente, non siamo in alcun meglio che se abbiamo accettato il verdetto della intellectualistic idealista.

Abbiamo semplicemente messo la ragione pratica in sostituzione della parte teorica: per quanto riguarda il valore della conoscenza è interessato l'antitesi tra il monismo e il pluralismo è più apparenti che reali, e quest'ultimo è ancora ben lungi dall'essere la saneness di Dualismo realistico in quanto il primo.

E 'vero che il pluralismo ammette, in un certo senso, l'esistenza del mondo esterno, ma anche il modo di Absolutist.

Il problema è che né ammette che in un certo senso, che permetterebbe di salvare la distinzione tra soggetto e oggetto.

Per il pluralismo e la Monist è impigliata nella rete di idealismo soggettivo, non appena egli favorisce la dottrina che la percezione è rappresentante, non presentative.

V. in cosmologia

La questione centrale è l'origine dell'universo.

I primi filosofi Ionio assegnato, come la causa o in linea di principio (arche è la parola aristotelica) dell'universo, una sostanza che è allo stesso tempo il materiale di cui l'universo è fatto e la forza con la quale è stata effettuata.

Come dice Aristotele, non hanno saputo distinguere tra il materiale di causa e la causa efficiente.

Sono stati, quindi, dynamists e hylozoists.

Che è, si terrà questione sia di sua natura attiva, e dotato di vita.

Senza l'aiuto di una forza estrinseca, hanno detto, l'originale sostanza, di un processo di ispessimento e assottigliamento, o di accensione e spegnimento, o in altro modo immanente, ha fatto sorgere l'universo come la vediamo ora,.

Questa primitiva cosmothetic monismo ha progressivamente il passo ad una concezione dualistica di origine del mondo.

Esitazione a prima, e poi più decisamente, il più tardi Ionians introdotto la nozione di una forza primitiva, distinta dalla materia, che plasmò l'universo fuori dalla sostanza primordiale.

Anassagora è stato, che, definendo chiaramente questa forza e descrivendola come mente (nous), guadagnato il encomium di essere il "primo dei filosofi antichi che senso ha parlato".

Dualismo, così introdotto, withstood la onslaughts di atomismo materialistico e Epicureanism, panteistica Stoicism e emanationistic neo-platonismo.

E 'stato sviluppato da Socrate, Platone e Aristotele, che ha portato alla loro descrizione del mondo-processo di formazione un più alto concetto di cosmothetic mente di pre-socratico filosofi posseduto.

E 'stato lasciato per il cristiano filosofi di Alessandria e dei loro successori, gli scolastici di epoca medievale, al fine di elaborare la dottrina della creazione ex nihilo e, quindi, far emergere più chiaramente il ruolo svolto dal potere divino e Will nella formazione dell'universo.

L'ordine, armonia, e purposiveness evidente ovunque in natura sono citati dalla creationists come prova per dimostrare che mente deve avere presieduto l'origine delle cose.

Inoltre, la questione del dinamismo o meccanismo si basa sul problema della natura della materia.

Questa fase della questione è stata sviluppata soprattutto nella fase di post-filosofia cartesiana, alcuni sostenendo che la materia è sostanzialmente inerte e deve, pertanto, hanno acquisito forza e di attività dal di fuori, mentre altri come stoutly sostengono che la materia è di natura attiva e, di conseguenza, possono aver sviluppato la propria forza dal di dentro.

Evoluzione dei approfondita tipo prende quest'ultimo punto di vista.

Che detiene nella primitiva cosmica questione è stata contenuta "la potenza e la potenza" di tutta la vita e movimento, in modo tale che nessun agente esterno è stato necessario al fine di renderla effettiva di esistenza.

Qui, come nella questione del teismo, filosofia cristiana è francamente dualistica, anche se riconosce che, dal momento che l'attualità antecedes potenza di natura e, di fatto, il mondo ha origine nel tempo, mentre Dio è eterno, non vi è stata, prima della creazione , Ma una realtà.

VI. In materia di etica

La parola monismo è molto poco utilizzato.

In alcuni lavori tedesco è utilizzata per descrivere la dottrina che la legge morale è autonoma.

L'etica cristiana è essenzialmente heteronomic: insegna che tutti i legge, anche la legge naturale, proviene da Dio.

L'etica kantiana e etica evoluzionista ritenere che la legge morale è o auto-imposti o emana da il senso morale che è un prodotto della lotta per l'esistenza.

In entrambi i kantiana e la evoluzionista sistemi esiste solo una fonte di forza morale di discriminazione e di approvazione.

Per questo motivo la parola monismo è qui utilizzato nel suo senso generico.

In inglese letteratura filosofica, tuttavia, la parola non ha tale significato.

In materia di contabilità per l'origine del male, un problema che, anche se appartiene alla metafisica, è importante cuscinetti sulle questioni etiche, alcuni filosofi hanno adottato una dottrina e dualistico ha spiegato che il bene e il male provengono da due distinti principi, quello sommamente buono, il altri completamente e assolutamente male.

Questa è stata la dottrina degli antichi persiani, dal quale è stato preso in prestito da Manes, il fondatore della setta manichea.

Contrari a questa è la vista monistico, che Dio è effettivamente la causa di tutto ciò che è buono nell'universo, e che il male non è quello di essere assegnato a qualsiasi causa suprema distinto da Dio.

Qualsiasi spiegazione essere data l'esistenza del male nel mondo, si è sostenuto che un supremo principio del male è del tutto impossibile, e anche inconcepibile.

VII. Contemporanea monistico movimenti e le scuole

In letteratura corrente filosofica, quando non qualifica speciale è aggiunto, monismo generalmente si intende la modifica di monismo materialistico Haeckel.

Materialistica moderna monismo in Germania inizia con Feuerbach, un discepolo di Hegel.

Feuerbach è stata seguita da Vogt e Moleschott.

A questi riuscito Haeckel, che combina l'evoluzione darwiniana con una interpretazione materialistica di Spinoza e Bruno.

Haeckel opere, sia in originale e traduzioni in inglese, hanno avuto una vasta circolazione, la loro popolarità è dovuta piuttosto superficiale modo in cui Haeckel dispone dei più gravi problemi della metafisica rispetto a qualsiasi eccellenza intrinseca di contenuti o di metodo.

Haeckel è presidente onorario del Monistenbund (Società di Monists), fondata a Jena nel 1906, allo scopo di propagare le dottrine di monismo.

La società è apertamente anti-cristiana, e rende attiva contro la guerra la Chiesa cattolica.

Le sue pubblicazioni, "Der Monist" (la continuazione del "Freie Glocken" - primo numero, 1906), "Blätter des Deutschen Monistenbunds» (primo numero, luglio, 1906), e vari opuscoli (Flugblätter des Monistenbunds), sono destinati a essere una campagna contro l'educazione cristiana e l'unione della Chiesa e dello Stato.

Il gruppo di scrittori che in America, sotto la editorship del dottor Caro Paolo, sono stati individuati con il "Monist" (Chicago, mensili, primo numero, gennaio, 1891) non sono, a quanto pare, azionato dalla stessa animosità contro il cristianesimo .

Tuttavia, sono titolari di Haeckel's principio fondamentale che il monismo, quali un sistema di filosofia trascende il cristianesimo come una forma di fede, ed è l'unico razionale sintesi della scienza e della religione.

"I religiosi progressi non meno di progresso scientifico", scrive Caro, "è un processo di crescita e una pulizia dalla mitologia.... La religione è la base di etica.... L'ideale della religione è la stessa di quella di scienza, si tratta di una liberazione degli elementi mitologici e il suo obiettivo è quello di riposo su una concisa ma esauriente dichiarazione di fatti "(monismo, il suo campo d'applicazione e di importazione, 8, 9).

Questo "concisa ma esauriente dichiarazione dei fatti" è positivo il monismo, la dottrina, cioè che tutta la realtà costituisce uno e indivisibile inseparabile insieme.

Monismo non è la dottrina che una sostanza da sola, sia che si tratti mente o materia, esiste: un tale teoria, afferma Dr Caro, è designato come miglior Henism.

Monismo vera "porta a mente che le nostre parole sono abstract che rappresentano parti o le caratteristiche di tutti e di ciascuno, e non separato esistenze" (op. cit., 7).

Questo è il monismo positivista, perché il suo obiettivo è "la sistematizzazione della conoscenza, cioè, di una descrizione dei fatti" (ibid.).

"Radicale libero pensiero" è il motto di questa scuola di monismo; allo stesso tempo, si declina qualsiasi simpatia con distruttivo ateismo, agnosticismo, materialismo, e negativismo in generale.

Tuttavia, il poco studente di filosofia potranno essere più profondamente influenzata dalla monistico critica del cristianesimo che dalla costruttivo sforzo di mettere qualcosa in luogo degli errori di cui al.

Tutti i monismo può essere descritto come risultanti dalla tendenza della mente umana di scoprire unitario in cui concetti di sottintendere la quantità di esperienza.

Finché ci sono contenuti a prendere e preservare il mondo della nostra esperienza come abbiamo trovate, con tutti i suoi manifoldness, varietà, e la frammentazione, siamo nella condizione di uomo primitivo, e poco più di bruta animali.

Non appena cominciamo a riflettere sui dati dei sensi, noi siamo guidati da un istinto della nostra natura razionale per ridurre le molteplici effetti per l'unità di un nesso di causalità concetto.

Questo abbiamo prima fare nel piano scientifico.

Dopo, portando il processo a un più elevato piano, cerchiamo di unificare queste sotto categorie filosofiche, come sostanza e di incidente, la materia e la forza, il corpo e la mente, soggetto e oggetto.

La storia della filosofia, tuttavia, dimostra con inequivocabile chiarezza che esiste un limite a questo processo unificante, in filosofia.

Se sono state diritto di Hegel, e la formula: "Il solo razionale è reale", fosse vero, allora dobbiamo pensare di essere in grado di bussola tutte le realtà con poteri mentali che possediamo.

, Ma, detiene filosofia cristiana, la vera estende al di là del dominio del (finite) razionale.

Realtà sfugge il nostro tentativo di comprimere entro le categorie che abbiamo per il telaio.

Di conseguenza, Dualismo è spesso la risposta definitiva in filosofia e monismo, che non è contenuto con il parziale sintesi del dualismo, ma ha lo scopo di un ideale di completezza, si traduce spesso in un fallimento.

Dualismo lascia spazio alla fede, e le mani oltre alla fede molti dei problemi che la filosofia non può risolvere.

Monismo non lascia spazio alla fede.

L'unica mistica che è compatibile con esso è razionalista, e molto diversa da quella "visione" in cui, per la mistica cristiana, tutte le limitazioni, le imperfezioni, e di altre lacune del nostro debole sforzi vengono rimossi dalla luce della fede.

Pubblicazione di informazioni scritte da William Turner.

Trascritto da Douglas J. Potter.

Dedicato al Sacro Cuore di Gesù Cristo L'Enciclopedia Cattolica, Volume X. Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ottobre 1911.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

Vedere le opere di cui alla metafisica; inoltre, VEITCH, dualismo e monismo (Londra, 1895): Ward, Naturalismo e Agnosticismo (2 voll., Londra, 1899); Royce, il mondo e la individuali (New York, 1901); Bakewell , Del pluralismo e monismo in Philos.

Rev, VII (1898), 355 ss.; BOWEN, dualismo, materialismo o idealismo a Princeton Rev, (1878), 423 ss.; Gurney, il monismo in mente, VI (1881), 153 ss.; Articoli in Monist (1891 -); ADICKES, Kant controindicazioni Haeckel (Berlino, 1901); GUTBERLET, Der Monismus MECHANISCHE (Paderborn, 1893); ENGERT, Der naturalistiche Monismus Haeckels (Berlino, 1907); Drews, Der Monismus (Lipsia, 1908); KLINIKE di articoli in Jahrbuch für Fil.

U.

Spek. Theol. (1905, 1906); maltese, Monismo e Nichilismo (2 voll., Vittoria, 1887); ABATE, Il monismo nelle diverse forme (Catania, 1893); Haeckel, Der Monismus als Band tra Religione und Wissenschaft, tr, Gilchrist (Londra , 1894); IDEM, Die Welträthsel, tr.

McCabe (Londra, 1900).

Caro a Scuola di monismo, oltre alla Monist (1891 -) e The Open Corte (edizioni quindicinale, primo numero, febbraio 17, 1887), cfr.

Caro, Primer di Filosofia (Chicago. 1896); IDEM, problemi fondamentali (Chicago, 1894); IDEM, monismo, il suo campo d'applicazione e di importazione (Chicago. 1891).

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a