Processo di teologia, di processo teismo

Informazioni avanzate

Processo di Teologia è un movimento contemporaneo dei teologi che insegnano che Dio è dipolar, o ha due nature, e che egli è integralmente coinvolti nel processo senza fine del mondo.

Dio ha un "primordiale" o trascendente natura, la sua perfezione senza tempo di carattere, e lui ha un "conseguente" immanente o natura di cui egli è parte del processo cosmico.

Questo processo è "epocale", vale a dire, non secondo la proposta di atomi o changeless sostanze, ma di eventi o di unità di esperienza creativa che influenzano l'un l'altro in sequenza temporale.

Il metodo della teologia processo è più filosoficamente di biblically o confessionally basata, anche se molti dei suoi fautori uso processo di pensiero contemporaneo come un modo per esprimere tradizionali insegnamenti cristiani o cercare di temi biblici riferiscono a concetti di processo.

Anche il metodo sottolinea l'importanza delle scienze nella formulazione teologica.

Così la teologia processo è in genere la tradizione della teologia naturale, e, in particolare, è associato con la tradizione empirica teologia in America (Shailer Mathews, DC Macintosh, Henry Nelson Wieman), che il campionato induttivo, approccio scientifico nella teologia liberale.

Anche processo di teologia ha un po 'filosofica parentela con il pensiero evolutivo di H. Bergson, S. Alexander, C. Lloyd Morgan, e P. Teilhard de Chardin.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

L'influenza di Whitehead

Alfred North Whitehead (1861-1947), famoso matematico-filosofo, ha raccolto una serie di concetti metafisici che sarebbe in grado di spiegare tutti i singoli esseri, da Dio per il più insignificante cosa.

Attraverso la speculazione filosofica in interazione con la scienza ha sviluppato il suo modello di rilievo l'unità di base della realtà, che ha definito il "reale occasione" o "reale entità."

Tutte le cose può essere spiegato come i processi di effettiva occasioni, correlati e variabili in grado di complessità.

Ogni effettivo occasione è un evento momentaneo che è parzialmente auto-creato e in parte influenzato da altri reali occasioni.

Ogni occasione o effettiva entità è dipolar, avendo sia fisica che mentale funzioni.

Con il suo fisico polo reale entità sente o "prehends" la realtà fisica di altre entità reali, e con il polo mentale è prehends "eterna oggetti" che di effettiva entità hanno concettuale definiteness.

L'eterno oggetti astratti sono le possibilità dell'universo, e l'effettiva entità sono distinti gli uni dagli altri secondo il loro modo di realizzare o di realizzare queste possibilità.

Whitehead utilizza il termine "prehend" per riferirsi a un sentimento o di afferrare il fisico e concettuale di dati reali entità.

Prehending di ogni altra effettiva entità sono interamente correlato (invece di esternamente connessi, come in materialista meccanicistico o filosofie).

Ciò significa che gli enti non sono isolate o esseri indipendenti, ma sono presenti anche in altri effettiva entità interdipendenti, come momenti di un processo in corso.

Questa caratteristica di prehension o sensazione non è un consapevole o intelligenti, tranne che con atto di forme superiori di vita, ma dipolar la struttura e la funzione prehensive ci sono in una certa misura, in ogni effettiva entità, tuttavia elementare o complessa del suo livello di esistenza.

La creatività è un altro dei Whitehead universale concetti; ogni effettiva entità ha una misura di libertà che si esprime in un "obiettivo soggettiva".

L'auto-processo creativo di un vero e proprio che realizza la sua entità soggettiva obiettivo unificante include i suoi numerosi prehensions del passato e aggiungendo a loro qualcosa di nuovo che è l'entità del proprio contributo creativo al processo cosmico.

Quando l'effettiva entità ha realizzato il suo scopo soggettivo, ha raggiunto la "soddisfazione" e, successivamente, cessa di esistere come soggetto vivendo, diventando invece l'obiettivo o il dato di una delle successive prehensions effettiva entità.

Così la "vita" di una vera entità è terminato nel momento in cui, nel processo e il mondo deve essere visto come un susseguirsi di occasioni organicamente collegate o momentanea esperienze.

Di conseguenza, ciò che la filosofia tradizionale che definirei una duratura sostanza, Whitehead chiede una successione o "rotta" del reale occasioni con una caratteristica comune.

Cambiamento si spiega con il contributo creativo di ogni occasione della serie, e la resistenza è spiegato comune di qualità che sono ereditate da antecedente occasioni.

Il flusso e la stabilità di tutte le cose sono spiegate in questo modo, sia che si tratti di elettroni, rocce, piante, mammiferi, o uomini.

È un uomo estremamente complesso itinerario o "Nexus" di occasioni con la memoria, l'immaginazione, e le accresciute concettuale sentimenti.

Dio è il supremo effettiva entità e, come tale, egli presenta perfettamente tutte le funzioni di effettiva entità.

Whitehead sostiene che la coerenza metafisica non può essere era di vedere Dio come eccezione alle regole, al contrario, egli è il capo esemplificazione dei principi metafisici di tutte le cose che devono essere spiegati.

Così Dio prehends perfettamente tutte le entità nell'universo prehended ed è in parte da loro.

Ha anche la suprema influenza su tutti gli effettivi entità, stabilendo i limiti della propria creatività e soggettivi che influenzano la loro obiettivi attraverso la fornitura di ognuna con un ideale "obiettivo iniziale".

Dio fa questo in virtù del suo polo mentale o "natura primordiale" in cui tutti i prevede l'eterno oggetti e la loro classificato valori rilevanti per il mondo reale.

Per sostenere l'esistenza di Dio, Whitehead sostiene che senza l'eterno oggetti non vi sarebbe alcuna possibilità razionale o valori di essere attualizzata, ma solo ciò che è reale è in grado di incidere effettiva entità.

Pertanto deve esserci un reale entità che afferra e valuates tutti gli oggetti eterna e può agire in qualità di agente universale e trascendente fonte di ordine e di valore nel mondo.

Per Whitehead, quindi, senza Dio il processo cosmico non sarebbe in modo ordinato, processo creativo, ma solo un caos.

Dio, con la sua natura primordiale, agisce come il "principio di limitazione" o "concrezione," il mondo a diventare concretamente determinato di volte a certi valori divinamente entro limiti dati di libertà.

Dio, come dipolar, ha anche un polo fisico, o "conseguente natura", di cui si sente la completato l'attualità di ogni occasione.

(Ricorda che "fisico" non significa sostanza fisica, come nel materialismo.) Egli prende effettivamente la completa entità nella sua vita divina come oggetti di sua perfetta prehension e dà loro "immortalità" nel suo essere conseguente con la sua valutazione delle loro realizzazioni .

(N. effettiva entità ha soggettiva immortalità, eccetto Dio; finita esseri viventi continuare soggettivamente solo in virtù di un continuo susseguirsi di occasioni reali.) Inoltre, Dio "dà indietro" per il mondo i dati della entità oggettiva che ha prehended in modo che il mondo processo proseguirà e sarà arricchita dal passato.

Così Dio, di essere prehending e prehended, interagisce con ogni essere nel mondo, in ogni caso momentanea nel susseguirsi di occasioni che costituiscono la "vita" di che essere.

In questo modo Dio è radicalmente immanente nel mondo stesso processo, che porta su verso una maggiore valore estetico e di intensità, non di coercizione ma di persuasione simpatico.

E anche se Dio nella sua primordiale natura trascende il mondo, ha come reale entità comprende il mondo di conseguenza, dentro di sé, e soffre e cresce con essa attraverso la creatività che egli e il mondo possiedono.

I contributi di Hartshorne

Anche se la filosofia di Whitehead aveva già raggiunto la maturità con la pubblicazione del processo e Realtà nel 1929, a pochi Whitehead utilizzati come fonte di pensiero teologico prima del 1950.

La maggior parte dei teologi negli anni successivi sono stati preoccupato per l'aumento di neo-ortodossia, che tendeva a respingere teologia naturale e compartmentalize teologia e della scienza.

Una notevole eccezione è stato Charles Hartshorne (1897 -), che ha sviluppato le implicazioni teologiche di Whitehead, il pensiero e ha agito come il principale catalizzatore per il processo di teologia circolazione degli anni'60 e'70.

Come Whitehead, Hartshorne è stato interessato a metafisica come lo studio di tali principi generali di cui tutti i particolari di esperienze devono essere spiegati.

Hartshorne, ma è stato più razionalista su questo studio.

Per lui la metafisica si occupa di ciò che è esterno necessario, o con un "a priori dichiarazioni circa esistenza", vale a dire, le dichiarazioni che sono necessariamente vero di qualsiasi stato di cose, indipendentemente dalle circostanze.

Hartshorne ha assunto Whitehead metafisica sistema e, con alcune modifiche, difeso come il più coerente e valida alternativa.

Egli ha concordato con Whitehead sul primato di diventare (che è inclusivo di essere, in contrasto con la filosofia classica), e ha sottolineato anche più di Whitehead la categoria di sentirsi come una qualità di qualsiasi entità (panpsychism).

Secondo la "legge di polarità" Hartshorne sviluppato la sua dipolar vista di Dio, anche se un po 'diverso da Whitehead.

Respingendo Whitehead eterna nozione di oggetti, Hartshorne chiamato mentale polo di Dio "astratto" di Dio, che è semplicemente il carattere attraverso tutti i tratti di tempo.

La conseguente natura Hartshorne chiamata di Dio "concreti natura", che è Dio nella sua effettiva esistenza in una determinata situazione concreta, con tutta la ricchezza di valori accumulati del mondo fino a quella attuale.

Gli attributi di Dio astratto natura divina sono quelle qualità che sono eternamente, necessariamente vero di Dio, indipendentemente dalle circostanze e che le qualità di Dio concreto natura sono quelle particolari di Dio che essendo egli ha acquisito dalla sua interazione con il mondo secondo la circostanze.

Dio nella sua concreta realtà è una "persona vivente", nel processo; la sua vita consiste in un eterno susseguirsi di eventi o divina occasioni.

(In questo caso è diverso da Hartshorne Whitehead, che Dio considerata come una singola entità effettiva eterna.)

Polari opposti in Dio, dunque, significa che Dio è necessario, secondo la sua natura astratta del contingente, ma secondo la sua natura concreta, e, ancora una volta, che egli è indipendente nella sua natura astratta, ma dipendente nella sua concreta natura.

Dio è indipendente, nel senso che nulla può minacciare la sua esistenza o causa di cessare di lui che agisce secondo la sua amorevole e giusto carattere, ma Dio è in carico che ciò che le creature che colpisce la sua risposta, i suoi sentimenti, e il contenuto della sua vita divina .

Secondo Hartshorne, la perfezione di Dio non deve essere vista esclusivamente in termini di assolutezza, di necessità, l'indipendenza, l'infinito, e immutabilità del tutto in contrasto con la relativamente, contingenza, dipendenza, finitezza, e changeability delle creature.

Hartshorne per questo è il grande errore di teismo classico (di tali teologi come Thomas Aquinas), con tutti i tipi di problemi come la contraddizione di Dio necessaria conoscenza di un contingente mondo, o Dio senza tempo atto di creare e governare un mondo che è temporale , O l'amore di Dio per l'uomo che presumibilmente coinvolge Dio nella storia ancora in alcun modo lo rende parente o dipendente da uomo.

Hartshorne sostiene che, se processo temporale e la creatività sono in ultima analisi, reale, allora Dio stesso deve essere in corso in un certo senso e deve essere dipende dalla libera decisioni delle creature.

In opposizione al teismo classico, poi, Hartshorne sviluppa la sua "neoclassico" teismo in cui la perfezione è intesa nel senso che Dio è insuperabile nel sociale parentela.

Se Dio è veramente l'amore perfetto, allora egli si sente perfettamente o è simpatico comprensione totale di ogni creatura e risponde adeguatamente ad ogni creatura in ogni caso.

Così Dio è sommamente assoluta nella sua natura astratta, ma sommamente relativa nella sua concreta natura.

Nessuno può superare in lui la supremazia della sua parentela sociale ad ogni creatura.

Ma Dio può superare se stesso, vale a dire, egli può e significa "crescere", non diventare moralmente migliore o più perfetto, ma a crescere nella gioia e sentimento del mondo, nella conoscenza dei fatti, e l'esperienza dei valori creato da tutto il mondo.

(Si noti che per Hartshorne, Dio non può foreknow futuro contingente eventi, e così la sua conoscenza, che è completo di ciò che può essere noto, tuttavia, continua a crescere con il processo di tutto il mondo.) Così Dio è l ' "auto-superamento di tutti i surpasser ".

Dio non è solo il mondo nella sua totalità (controindicazioni panteismo), perché egli ha il suo transcedent auto-identità; ancora Dio include il mondo in se stesso (controindicazioni teismo classico) di sua conoscenza e di amore, che sono semplicemente il suo perfetto prehension o tenendo nel creativa di eventi del mondo.

Tale visione di Dio è così denominato "panenteismo" (all-in-Dio-ISM).

Panentheistic con la luce di Dio, Hartshorne è diventato uno dei principali protagonisti del ventesimo secolo la riaffermazione di argomento ontologico.

Egli afferma che la medievale Anselm veramente scoperto qualcosa che è stato fondamentale per il theistic prove, vale a dire l'idea di "perfezione" e la sua unicità tra concetti.

Anselm ma mancava l'argomento di validità in quanto dipendeva da un classico theistic vista della perfezione.

Il neoclassico vista della perfezione, Hartshorne sostiene, supera l'obiezione di filosofi moderni che la perfezione non può essere sempre definito.

La sostanza di Hartshorne l'argomento, quindi, è che la perfezione o "più perfetto", per definizione, né esiste necessariamente è necessariamente o inesistenti, e dal momento che solo la auto-contraddittorio è necessariamente inesistente, essendo perfetto, se lo è di per sé coerente a parlare di tale, è in realtà necessariamente inesistente.

La maggior parte dei filosofi ancora ritenere che tale argomento è la definizione di esistenza in Dio di confusione con necessità logica necessità esistenziale.

Hartshorne, ma sostiene che il rispetto della logica di esistenza è unica nel caso di perfezione; vale a dire, la perfezione, se è veramente la perfezione, esiste necessariamente come logicamente necessario terreno di tutta l'esistenza e di pensiero.

Qui si può vedere Hartshorne's aprioristic approccio alla metafisica molto sul lavoro, e la discussione filosofica su questo punto continua.

Tuttavia filosofi (ad esempio, anche un nontheist come JN Findlay) Hartshorne ammettere che ha fatto il concetto di perfezione razionalmente concepibile e ha riaperto l'argomento ontologico che prima sembrava chiuso.

Processo di pensiero cristiano

Dopo il 1960, come l'influenza dei neo-ortodossia è stata in calo, un numero crescente di teologi si è rivolto a Whitehead e Hartshorne come nuove fonti filosofico contemporaneo per una espressione di fede cristiana.

Inizio con la dottrina di Dio, quali i teologi come John Cobb, Schubert Ogden, Daniel D. Williams, e Norman Pittenger cercato di dimostrare che il processo di vista di Dio è più in accordo con la visione biblica di Dio (come dinamicamente connessi alla storia umana ) Che è il più tradizionale visione cristiana del teismo classico.

Essi hanno affermato che la monopolare concezione di Dio come senza tempo, immutabile, impassible, e in ogni senso è stato più indipendente rispetto ellenistica biblico.

Williams analizzato biblica, Christian tema di amore e di Whitehead ha sostenuto che la metafisica aiuta il teologo per spiegare Dio amorevole azione in modi non è possibile con i concetti classici di Dio come essere-per sé o assoluto predestinator.

Ogden sostenuto che la "nuova teismo" del processo di pensiero, con il suo mondo-l'affermazione di enfasi, esprime la rilevanza della fede cristiana laica per l'uomo, che ha bisogno di un ultimo terreno per la sua "ineradicable fiducia" nel finale del valore dell'esistenza umana.

Cobb dimostrato come Whiteheadian filosofia può essere la base di una nuova teologia cristiana naturale, una teologia che filosofico di mezzi dimostra che la peculiare visione della comunità cristiana di fede illumina il grande esperienza del genere umano.

Processo di teologi poi ha cominciato a concentrarsi sulla cristologia, in particolare negli anni'70, anche se Pittenger ha portato il modo di scrivere diverse opere sul tema da un processo di vista, la prima nel 1959.

Pittenger per l'unicità di Cristo è visto nel modo in cui si concretizza la divina obiettivo per la sua vita.

Il peccato è "deviazione di scopo"; l'uomo nella sua soggettiva obiettivo falsi o allontana da Dio obiettivo iniziale.

Nella sua soggettiva mira Cristo realizza l'ideale obiettivo di Dio (come cosmico Lover) con tale intensità che Cristo divenne la suprema incarnazione umana di "amore-in-azione".

La divinità di Gesù non significa che egli è una persona eternamente preesistente, ma si riferisce alla volontà di Dio agire in e attraverso la vita di Gesù, che ha incarnato e trasformato tutto Israele e la propria religione è diventato il eminente esempio di creativo di Dio che è amore sul posto di lavoro universalmente.

David Griffin ha parlato allo stesso modo, suggerendo che Gesù attualizzato decisivo di Dio la rivelazione, vale a dire, la "visione della realtà" dimostrato nelle sue parole e le azioni è stata l'espressione suprema di Dio eterno carattere e le finalità.

Cobb sottolinea uno Logos cristologia.

Il Logos come la primordiale natura di Dio è presente (incarnato) in tutte le cose in forma di obiettivi iniziali per le creature.

Ma Gesù è la massima incarnazione del Logos, perché in lui non vi era alcuna tensione tra il divino obiettivo iniziale e la sua auto-fini del passato.

Gesù così prehended Dio che Dio è stato immanenza "coconstitutive" di Gesù 'selfhood.

Cobb suggerisce quindi (al contrario di altri pensatori processo) che Gesù era diverso dagli altri nella sua "struttura di esistenza" non solo di grado ma in natura.

Ford Lewis pone l'accento sulla risurrezione, come la base per una cristologia.

Secondo lui, ciò che i primi discepoli esperti è stato né un aspetto del corpo di Cristo, né semplicemente un allucinazioni, ma una visione, o di un incontro con un "nonperceptual realtà" made percettiva di "hallucinatory mezzi."

In tal modo la risurrezione è di una natura spirituale, è una nuova realtà emergente, il "corpo di Cristo," in cui il genere umano si trasforma in una nuova unità organica di spirito vivente di Cristo.

Ford suggerisce anche un processo vista della Trinità, il Padre è l'unità trascendente di Dio, che da un creativo "nontemporal agire" genera il Logos (la natura primordiale) come l'eterna espressione della sapienza divina e di valutazione, e lo Spirito è la conseguente natura, nel senso di essere la immanente e potenza provvidenziale di Dio.

Attualmente, le opere processo di continuare a abbondano, si occupano di vari concetti cristiana e le preoccupazioni: il peccato e del male, una teodicea, la chiesa, cura pastorale, l'ecologia, la liberazione, e il rapporto di teologia alla scienza, filosofia e cultura.

Se la teologia processo non è ancora diventata una grande forza nella chiesa Pew, è molto influenti nel mondo intellettuale dei seminari e scuole, e dubbi è il più redditizio sotto forma di teologia neoliberale ora negli Stati Uniti.

Alcuni altri scrittori di teologia cristiana da un processo di prospettiva sono Bernard Meland, Ian Barbour, Peter Hamilton, Eugene Peters, delwin Brown, William Beardslee, Walter Stokes, Ewert Cugini, E. Baltazar, e Bernard Lee.

Se la teologia processo sviluppato soprattutto nel protestantesimo, ora ha influenza anche con pensatori cattolica romana (come risulta dagli ultimi quattro nomi appena citato).

Processo di pensatori cattolici sono stati prossimi alle prese non solo con Whitehead, ma anche con Teilhard de Chardin, il cui pensiero è storicamente separati, ma ha qualche affinità con filosofica, il Whiteheadian tradizione.

Valutazione

Filosofiche o di norme razionale processo di teologia ha diversi punti di lodevole.

In primo luogo, si sottolinea la coerenza metafisica; vale a dire, cerca di esprimere una visione di Dio e il mondo da una coerente e chiaramente definiti insieme di concetto metafisico.

In secondo luogo, essa integra la scienza e la teologia, e viceversa, sono insieme nella stessa sfera universale di discorso, cioè, di processo metafisica.

Di conseguenza, e in terzo luogo, la teologia processo fornisce una risposta sostenibile alla tariffa teologica lingua è di significato.

Il processo teologo sostiene che, se la metafisica descrive quelli generali concetti o principi di tutte le informazioni che devono essere spiegati e, se Dio è la principale esemplificazione di tali principi, quindi parlare di Dio è eminentemente significativa e fondamentale per la rilevanza di tutto il resto.

In quarto luogo, processo di teologia in modo eloquente campioni teologia naturale.

Quinto, processo di teologia dà chiara e plausibile forma ad una dinamica opinione personale di Dio.

Qualità personali come auto-coscienza, creatività, conoscenze, sociale e parentela sono attribuiti a Dio nel senso più letterale.

Razionale di norme processo anche la teologia ha i suoi punti deboli o discutibili caratteristiche.

In primo luogo, si può questione se il modello di processo rende giustizia agli auto-identità di un individuo persona in processo.

In secondo luogo, processo di teologia ha alcuni problemi riguardanti la finitezza e la temporalità di Dio, ad esempio, il problema della relativa infinito di Dio, nontemporal, primordiale natura di Dio finito, temporale, crescendo, e la conseguente natura, o il problema di vedere l'unità di esperienza in ogni momento di Dio onnipresente esistenza in vista del l'insegnamento della relatività fisica che non vi è alcuna traduzione simultanea presente in tutto l'universo.

In terzo luogo, c'è la questione dei religiosi adeguatezza del panenteismo.

È il più degno oggetto di culto di Dio che ha bisogno il mondo per essere un essere personale o di un Dio che è un essere personale prima di tutto il mondo?

Al di là di questi problemi filosofici, ci sono alcune caratteristiche del processo di teologia, che, dal punto di vista della teologia evangelica, sono contrarie alla Scrittura.

Queste includono un nontripersonal vista della Trinità, un Nestorian o Ebionite tendenza in cristologia, un nonsupernaturalistic vista della Bibbia e delle opere di Cristo, la negazione della conoscenza divina e predestinazione, e di una debole luce di depravazioni umane.

DW Diehl

(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


JB Cobb, Jr, cristiano, teologia naturale; LS Ford, la tentazione di Dio; D. Griffin, un processo cristologia, C. Hartshorne, La Divina relatività, la logica di perfezione, di sintesi e Creative Metodo e filosofica; S. Ogden , La realtà di Dio; N. Pittenger, cristologia riconsiderata di processo e di pensiero e di fede cristiana; UN Whitehead, Processo e realtà; D. Brown, R. James, G. Reeves, eds., Processo di Filosofia e pensiero cristiano; W. Cristiano, un'interpretazione del Whitehead Metafisica; JB Cobb, Jr, e D. Griffin, processo di Teologia: una introduttiva Exposition; N. Geisler, "Processo di Teologia," in tensioni nella teologia contemporanea, ed.

SN Gundry e AF Johnson.


Inoltre, si veda:


Panteismo


Teismo


Razionalismo


Agnosticismo


Panenteismo

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a