Upanishads Upanishad

General Information Informazioni generali

The Upanishads are chronologically the latest portions of the Vedas, the sacred texts of Hinduism. Le Upanishad sono in ordine cronologico le ultime parti dei Veda, i testi sacri dell'induismo. The earliest Upanishads, probably dating from 900 to 600 BC, represent the first development of philosophical reflections in Sanskrit literature; later works have also been accepted from time to time as Upanishads. Le prime Upanishad, probabilmente risalente al 900 a 600 aC, rappresenta il primo sviluppo di riflessioni filosofiche nella letteratura sanscrita; opere successive sono stati accolti anche di volta in volta come Upanishad. According to a widespread tradition the oldest Upanishads are the Isa, Kena, Katha, Prasna, Mundaka, Mandukya, Taittiriya, Aitareya, Chandogya, Brhadaranyaka, Svetasvatara, Kaushitaki, and Maitri Upanishads. The material they comprise is part poetry, part prose. Secondo una diffusa tradizione delle più antiche Upanishad sono l'Isa, Kena, Katha, Prasna, Mundaka, Mandukya, Taittiriya, Aitareya, Chandogya, Brhadaranyaka, Svetasvatara, Kaushitaki e Maitri Upanishad. Il materiale di comprendere parte è poesia, prosa parte. They contain didactic stories, allegories, and passages for meditation, a number of which are repeated in more than one Upanishad or elsewhere in the Vedic corpus. Essi contengono storie didattiche, allegorie, e passaggi per la meditazione, alcuni dei quali si ripetono in più di una Upanishad o altrove nel corpus vedico.

The fundamental concern of the Upanishads is the nature of reality. They teach the identity of the individual soul (atman) with the universal essence soul (Brahman). La preoccupazione fondamentale delle Upanishad è la natura della realtà. Insegnano l'identità dell'anima individuale (atman) con l'anima essenza universale (Brahman). Because they are the final portions of the Vedas, they are also known as Vedanta, "the end of the Vedas," and their thought, as interpreted in succeeding centuries, is likewise known as Vedanta. Perché sono le parti finali dei Veda, che sono noti anche come Vedanta, "la fine dei Veda", e il loro pensiero, come interpretato nei secoli successivi, è altresì noto come Vedanta.

BELIEVE Religious Information Source web-siteCREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
BELIEVE Religious Information SourceCREDERE Informazione Religiosa Fonte
Our List of 2,300 Religious Subjects

Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mailE-mail
Karl H Potter Karl H Potter

Bibliography: Bibliografia:
P Deussen, The Philosophy of the Upanishads (1960); E Easwaren, The Upanishads: A Selection (1987); NA Nikam, Ten Principal Upanishads: Some Fundamental Ideas (1974); S Sharma, Life in the Upanishads (1985). P Deussen, La filosofia delle Upanishad (1960), E Easwaren, le Upanishad: A Selection (1987); NA Nikam, dieci Upanishad principali: Alcune idee fondamentali (1974), S Sharma, La vita nelle Upanishad (1985).



This subject presentation in the original English language Questo tema la presentazione in originale in lingua inglese


Send an e-mail question or comment to us: E-mail Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

The main BELIEVE web-page (and the index to subjects) is at http://mb-soft.com/believe/belieita.html Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a http://mb-soft.com/believe/belieita.html