Libro di Baruch

Un libro nel Vecchio Testamento Apocrypha

INFORMAZIONI GENERALI

Baruch, considerato un libro canonico della Bibbia di cattolici, segue il Libro delle Lamentazioni.

Non è trovato nella Bibbia ed è inclusa nel Apocrypha di protestanti.

Il libro, una breve raccolta di versi dei libri di Giobbe, Daniele, Isaia, Geremia, è il nome di Baruch (a. 600 aC), segretario del profeta Geremia.

La sua dipendenza dai lavori più tardi, come Daniel, suggerisce, tuttavia, una composizione data nel 2d secolo aC.

Scritto in tre sezioni, contiene preghiere liturgiche e una omelia sulla saggezza.

Libro di Baruch

INFORMAZIONI GENERALI

Baruch è un libro del Vecchio Testamento in quelle versioni della Bibbia dei Settanta seguenti (in genere romana cattolica e ortodossa).

Baruch è incluso con il Apocrypha nella King James Version; non appare nella Bibbia ebraica.

Il libro è attribuito al Baruch, amico fidato e segretario del profeta Geremia.

Indirizzata agli ebrei esiliati in Babilonia, il lavoro è stato scritto in parte in prosa e in parte in poesia.

La sezione prosa (1-3:8) comprende un'ammissione di colpa, una promessa di liberazione dopo il pentimento, e una preghiera chiedendo misericordia e lodando Dio.

La sezione di poesia (3:9-5:9) consiste di versi in lode di sapienza e dei comandamenti di Dio e di sollecitare il versetti esuli ad essere coraggiosi e confortati.

Capitolo 6, che pretende di essere una lettera di Geremia destinata agli esuli in Babilonia, è un monito contro l'idolatria.

Le tre parti del libro sono state probabilmente scritto in momenti diversi.

Baruch possono essere stati compilati il più tardi il 1 ° o 2 ° secolo dC da un editore alessandrino utilizzando originale ebraico manoscritti, che è stata conservata in una versione greca.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Ba'ruch

Informazioni avanzate

Baruch, benedetta.

(Easton Illustrated Dictionary)


Baruch

Informazioni cattolica

(Ebraico Barûkh, benedetto, Benedetto; Barouch Settanta).

Il discepolo di Geremia, e la tradizionale autore del deuto-canonica libro, che porta il suo nome.

Egli era il figlio di Nerias (Geremia 32:12, 32:16, 36:4, 8, 32; Baruch 1,1), e molto probabilmente il fratello di Saraias, capo Chamberlain a King Sedecias (Geremia 32:12; 51 : 59; Baruch 1,1).

Dopo il tempio di Gerusalemme era stato saccheggiato da Nabucodonosor (599 aC), scrisse sotto la dettatura di Geremia l'oracolo di quel grande profeta, annuncio il ritorno dei Babilonesi, e leggerli con il rischio della sua vita in l'audizione del Popolo ebraico.

Ha scritto anche la seconda edizione ampliata e delle profezie di Geremia, dopo il primo era stato bruciato dal infuriated re, Joachim (Jer. 36).

In tutta la sua vita egli rimase fedele a gli insegnamenti e gli ideali del grande profeta, anche se a quanto pare, a volte di avere lasciato il posto a sentimenti di despondence, e forse anche di ambizione personale (cf. Ger. 45).

Egli è stato a Geremia durante l'ultimo assedio di Gerusalemme e testimoniato l'acquisto da parte del profeta ancestrale della sua tenuta in Anathoth (Jer. 32).

Dopo la caduta della Città Santa e la rovina del Tempio (588 aC), Baruch probabilmente vissuto per qualche tempo con Geremia a Masphath.

I suoi nemici lui accusato di aver indotto il profeta di consigliare gli ebrei di restare in Juda, invece di andare in Egitto (Jer. 43), dove, secondo una tradizione ebraica di conserve di San Girolamo (in Isaia 30:6, 7 ), Sia deceduto prima Nabucodonosor invaso quel paese.

Questa tradizione, tuttavia, in contrasto con i dati trovati nel capitolo di apertura la profezia di Baruch, in cui ci viene detto di Baruch iscritto nel suo libro Babylonia, lettura pubblicamente nel quinto anno dopo l'incendio della città santa, e sembra essere in corso inviato a Gerusalemme ebraica di prigionieri con vasi sacri e doni destinati a essere pronti a servire il Signore in del Tempio.

E 'altrettanto conflitti con le varie tradizioni, sia ebraica e cristiana, che forse contiene alcune particelle di verità, ma che non ci permettono di determinare la data, il ritmo, o modo di Baruch la morte, con probabilità nulla di simile.

Nella Bibbia cattolica "la profezia di Baruch" è composto di sei capitoli, l'ultimo dei quali porta il titolo speciale di una "Lettera di Geremia", e non appartiene a buon libro.

La profezia si apre con una introduzione storica (1:1-14), indicando prima (1-2) che il libro è stato scritto da Baruch a Babilonia nel quinto anno dopo Gerusalemme era stato bruciato dal caldei, e il prossimo (versi 3 -- 14) che è stata letta in un insieme di Jechonias re babilonese e di altri esuli, a cui ha prodotto la maggior parte dei benefici effetti.

La prima sezione nel corpo del libro (1:15; 3,8) contiene un duplice confessione dei peccati che ha portato alla esilio (1:15-2:5; 2:6-13), insieme con una preghiera che Dio può in lunghezza perdonare il suo popolo (2,14; 3,8).

Mentre la sezione precede ha molto in comune con il libro di Daniele (Dan. 9:4-19), Baruch la seconda sezione (3:9; 4,4) somigli passaggi in Job 28, 38.

E 'un bel panegirico di tale divina Sapienza che è trovato da nessuna parte, tranne nella legge a Israele; solo in veste di legge ha Sapienza apparsa sulla terra e diventano accessibili all'uomo; lasciare, quindi, Israele fedeli provare di nuovo per il Legge.

L'ultima sezione del libro di Baruch si estende da 4:5 a 5:9.

Esso è composto di quattro odi, ogni inizio con l'espressione, "Coraggio" (4:5, 21, 27, 30), e di un salmo stretto collegamento con l'undicesimo dei Salmi apocrifi di Salomone (4:36; 5,9).

Capitolo 6 contiene in appendice a tutto il libro "La lettera di Geremia", inviato dal profeta che "per loro che dovevano essere portato via in cattività in Babilonia" di Nabucodonosor.

A causa della loro peccati sono stati rimossi per essere a Babilonia e rimanere lì "per lungo tempo, anche a sette generazioni".

Heathen che in città si splendida testimonianza del culto pagati a "dèi di oro e di argento, e di pietra e di legno", ma non deve essere conforme ad essa.

Tutte queste divinità, si sostiene in vari modi, sono impotenti e deperibili opere di mani d'uomo; che possono fare né bene né male, in modo tale che essi non sono a tutti gli dèi.

E 'certo che questo sesto capitolo di Baruch è veramente distinto dal resto dei lavori.

Non solo la sua speciale titolo, "La Lettera di Geremia", ma anche il suo stile e contenuto chiaramente dimostrare che si tratta di una scrittura del tutto indipendente dalla profezia di Baruch.

Ancora una volta, mentre alcuni manoscritti greci che hanno Baruch non hanno la "Lettera", altri, tra i migliori, si sono separati dal libro di Baruch e immediatamente prima del Lamentazioni di Geremia.

Il fatto che il sesto capitolo di Baruch porta il titolo, "La Lettera di Geremia", è stato, ed è ancora agli occhi di molti, un motivo determinante per lo svolgimento del tempo onorato che il grande profeta è il suo autore.

E 'anche insistito affinché il vivido e descrizione accurata della splendida, ma infame, il culto della divinità babilonese in Baruch, vi, rende per il tradizionale paternità, in quanto Ger.

13:5, 6, probabilmente parla del duplice viaggio di Geremia per la Eufrate.

Infine si afferma che un certo numero di Hebraisms sia possibile risalire a un originale ebraico punto nella stessa direzione.

Nel corso contro questa visione tradizionale, la maggior parte dei critici contemporanei sostengono che il greco stile di Baruch, vi, dimostra che originariamente era stato scritto non in ebraico, ma in greco, e che, di conseguenza, Geremia non è l'autore della Lettera attribuita a lui.

Per questo e per altri motivi suggerito dallo studio del contenuto di Baruch, vi, pensano che San Girolamo è stato decisamente corretto quando ha chiamato questo pseudepigraphos scrittura, che è, iscritta con un falso nome.

Tuttavia, ciò può essere, un importante studio del Canone della Santa Writ dimostra che, nonostante le affermazioni di protestanti in senso contrario, Baruch 6 è sempre stato riconosciuto dalla Chiesa come un ispirato lavoro.

Per quanto riguarda la lingua originale del libro di Baruch e proprio (chaps. 1-5), una varietà di opinioni prevalere tra studiosi contemporanei.

Abbastanza naturalmente, quelli che semplicemente rispettare il titolo che attribuisce il libro di Baruch, ammettere che l'intero lavoro è stato originariamente scritto in ebraico.

Al contrario, la maggior parte di coloro che domanda o respingere la correttezza di tale titolo di pensare che questo è stato iscritto in tutto, o almeno in parte, composto in greco.

È vero che il greco letterario caratteristiche delle varie sezioni non punto indietro con pari vigore a un originale ebraico.

Ancora, può difficilmente essere messo in dubbio che l'intera Baruch corretto nella sua forma greca esistenti simile a una traduzione.

La prova linguistica è confermato anche dalle seguenti considerazioni:

È molto probabile che Theodotion (fine del II secolo della nostra era) ha tradotto il libro di Baruch da un originale ebraico.

Ci sono alcune note marginali di rito siro-Hexaplar testo si afferma che un paio di parole in greco "non sono trovate in ebraico".

Baruch 1:14 dice che il libro è stata destinata ad essere letta pubblicamente nel tempio; di conseguenza, deve essere composto in ebraico a tal fine.

Oltre a questa unità per quanto riguarda la sua lingua originale, Baruch presenta una certa unità di cui al punto di oggetto, in modo che la maggior parte di coloro che sostengono che l'intero lavoro è stato primitively scritta in ebraico ammettere anche la sua unità di composizione.

Vi sono, tuttavia, nel libro di Baruch molte tracce di compilatory il processo mediante il quale le sue varie parti sono stati apparentemente ha riunito.

La differenza di forma letteraria 1-3:8 tra, da un lato e 3:9-5, è enorme, e, congiuntamente con la brusca modo in cui il panegirico sul Sapienza è introdotto a 3:9, suggerisca con una differenza rispetto alla loro origine.

Le due confessioni dei peccati che ha portato alla esilio in 1:15; 3:8, sono messi fianco a fianco senza alcuna transizione naturale.

Letterario differenze tra 3:9-4:4, e 4:5-5:9, sono notevoli, e l'inizio della terza sezione a 4:5, non è meno brusco rispetto a quella del secondo a 3:9.

Ancora una volta, la storica introduzione sembra essere stato composto come una prefazione al solo 1:15-2:5.

Alla luce di questi e di altri fatti, critica contemporanea in generale credo che il lavoro è il risultato di un processo compilatory, e che la sua unità è dovuto al redattore finale, che mettere insieme i vari documenti che ovviamente foro sulla esilio.

Tale metodo letterario di composizione non è necessariamente in contrasto con la tradizionale autore del libro di Baruch.

Molti degli scrittori sacri della Bibbia sono stati compilatori, e Baruch può, e, secondo la Chiesa cattolica studiosi che ammettere il carattere compilatory dei lavori iscritta a lui, deve essere numerato tra di loro.

I motivi per i cattolici di questo punto di vista sono principalmente tre:

Il libro è attribuita a Baruch dal suo titolo;

essa è sempre stata considerata come Baruch lavori di tradizione;

i suoi contenuti presenti nulla rispetto a quella che vada oltre il momento Baruch, o che dovrebbe essere considerato come estraneo alla lo stile e le modalità di questo fedele discepolo e segretario di Geremia.

Nel corso contro questo punto di vista, non cattolici sostengono:

Che la sua ultima base è semplicemente il titolo del libro;

che questo titolo non è in armonia con la storica e letteraria contenuto dei lavori; e

che tali contenuti, quando imparziale esaminati, ad un punto molto più tardi compilatore di Baruch; infatti alcuni di essi sono addirittura ad attribuire la composizione del libro di uno scrittore di vita dopo il 70 dC.

Cattolici facilmente confutare questa ultima data per il libro di Baruc, ma non così facilmente smaltire le gravi difficoltà che sono state sollevate contro i loro stessi ascription di tutto il lavoro di Baruch.

Le loro risposte sono ritenute sufficienti da studiosi cattolica in generale.

Chiunque dovrebbe, tuttavia, giudicarli inadeguata e, quindi, prendere in considerazione il libro di Baruch come il lavoro di un editore, ispirato il personaggio del libro che ancora rimangono, a condizione che questa editor di se stesso dopo essere considerato come ispirato nel suo lavoro di compilazione.

Che il libro di Baruch è "una sacri e canonici" scrittura è stata definita dal Concilio di Trento, che ha appena il più diritto di essere in possesso "ispirato di Dio" come qualsiasi altro libro di Santo Writ può essere facilmente dimostrato da un un attento studio del Canone della Bibbia.

Latina sua fusione nel nostro Vulgata risale alla vecchia versione latina anteriore a S. Girolamo, ed è tolerably letterale del testo greco.

Pubblicazione di informazioni Scritto da Francesca E. Gigot.

Trascritto da Janet Grayson.

Della Enciclopedia Cattolica, volume II.

Pubblicato 1907.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1907.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York

Libro di Baruch

Informazioni prospettiva ebraica

ARTICOLO VOCI:

Contenuto.

Origine.

Data e autore.

Data della prima parte.

Data della seconda parte.

Canonicity.

Contenuto.

Uno dei apocrifi o cosiddetta deuterocanonic libri del Vecchio Testamento.

Esso è composto di due parti.

Il primo (I. 1-III. 8) è in forma di una lettera di prosa con introduzione storica.

Baruch, il segretario di Geremia, dopo aver scritto un libro, legge prima di re Jehoiachin e gli esiliati in Babilonia.

La gente piangere, veloce, e pregare.

Poi fare una raccolta di denaro, che essi inviano a Gerusalemme per essere utilizzati per il Tempio di servizio, con un provvedimento inibitorio a pregare per la vita di Nabucodonosor, re di Babilonia, e quella di Belshazzar, suo figlio, in modo che la gente possa abitare in pace sotto l'ombra di questi principi (I. 1-14).

Una lettera segue, che è presumibilmente da una scritta di Baruch, anche se non espressamente indicate come tali.

Questa lettera (I. 15-III. 8) è una confessione di peccato nazionale, un riconoscimento della giustizia della nazione punizione, e una preghiera per la misericordia.

La seconda parte del libro (III. 9-v. 9), che varia molto in forma e il tono dal primo, consiste di due poesie, il primo dei quali (III. 9-iv. 4) è un'esortazione a Israele per saperne di saggezza, che è descritto come fonte di felicità, e come "il libro dei comandamenti di Dio."

La seconda poesia (IV. 5-v. 9) è una foto della sofferenza di Israele, e un'esortazione a Gerusalemme per prendere cuore e spera attendere la salvezza di Dio, Gerusalemme essere qui rappresentato come un lutto desolato vedova nel pericolo di i suoi figli.

Origine.

Che la prima parte del libro è stato originariamente scritto in ebraico è probabile, sia da parte del carattere ebraico dello dizione e dal fatto che alcuni errori in greco sono spiegabile come incomprensioni ebraico di parole; così "manna" (I. 10) è una lettura erronea di "offerta di cereali" (); "morti" (III. 4) è per errore "gli uomini" (); "di pagare la sanzione" (III. 8), per "costernazione" (forse, o leggere ); Enigmatical e il fiume "Sud" (I. 4) è forse un errore di scrittura "Kebar" (per)

Data e autore.

Il libro inizia correttamente (dopo la superscription, I. 1, 2) con i.

15. La confessione e la preghiera sembra che consta di due parti, ovvero le i.

15-II.

5 e II.

6-35, e questi sono forse (come Marshall detiene) due produzioni separate, la prima è la confessione di palestinesi resto, il secondo quello degli esuli.

Ancora, "loro" (II. 4, 5), che sembra fare riferimento al esuli, può essere un scribal slip, e sembra più probabile che la lettera è una giustapposizione di due forme di confessione.

Pochissimi studiosi ritengono che ora il libro è stato composto da Geremia il segretario, come al suo rapporto con i libri di Geremia e Daniel osta a tale origine.

La notevole verbale di accordo tra la confessione (I. 15-III. 8) e Dan.

IX è naturalmente la maggior parte spiegato con la supposizione che prende in prestito da Baruch Daniel; l'ipotesi che prende in prestito da Daniel Baruch o che entrambe le precedenti attingere materiale in meno soddisfacente.

Qui, però, è una difficoltà incontrate.

Nel II.

26, il Tempio è detto di essere in rovina-una dichiarazione che si accorda con solo due periodi, quelli dei caldei e romana conquiste.

In quanto il primo periodo è fuori discussione, alcuni studiosi, come ad esempio Kneucker, ad esempio, assegnare questa parte del libro per un tempo più tardi la distruzione di Gerusalemme da Tito.

E 'difficile, tuttavia, da conciliare con un tale data, la vista dei morti di cui ii.

17, dove si dice che coloro i cui spiriti sono state prese dai loro organismi non attribuiscono onore e giustizia al Signore.

Questa affermazione è in conformità con la Old-ebraico concezione della vita in Sheol, che può a malapena sono stati attuale dopo l'anno 70 del comune era.

Quindi, nel testo così com'è, non vi sono dati discordanti, ma se (come Kneucker detiene) ii.

26 bis deve essere respinta in quanto uno di interpolazione, non vi è alcun motivo per cui la confessione e la preghiera non dovrebbe essere assegnato alla Maccabean tempo.

Data della prima parte.

La storica introduzione è confusa e non facilmente attribuiscono a sé il corpo della confessione, anzi, esso sembra essere stato un ripensamento.

La singolare storia di dichiarazioni (ad esempio, che il re Sedecia fatto argento navi), così come l'ingiunzione di pregare per Nabucodonosor e Belshazzar, tutti i indicare un periodo di ritardo, e consigliamo vivamente di dipendenza dal libro di Daniele.

E 'impossibile, tuttavia, a dire come anticipato l'opinione che è nata Belshazzar è stato un figlio di Nabucodonosor.

Alcuni recenti scrittori vedere i nomi dei due principi babilonese un'allusione a Vespasiano e Tito, che è una ipotesi plausibile se ii.

26 bis, essere mantenuta.

La data di cui I.

2, il "quinto anno", è oscuro, che può significare il quinto anno dopo la caduta di Gerusalemme (581 aC), o, più probabilmente, possono essere presi da Ezechiele, la cui epoca è il quinto anno di Jehoiachin della cattività (592 aC ).

Ma non vi è alcun motivo di presumere (come, ad esempio, da Ger. XXIX. E Li.) Baruch che è stato sempre in Babilonia.

Se vi sono difficoltà in qualsiasi ipotesi, sembra probabile, su tutto, che la prima parte del Baruch si compone di due confessioni, che aneditor nel tempo Maccabean combinati, Prefissare la dichiarazione circa Baruch.

Data della seconda parte.

L'evidente imitazione di Giobbe e Ecclus.

(Siracide) nella seconda parte del libro (cfr. Job XXVIII.; Ecclus. (Siracide) XXIV.) Rende impossibile assegnare a questo pezzo ad un tempo anteriore a quella del secondo secolo aC, e le condizioni sembrano accordo con il precoce Maccabean periodo.

Kneucker, Marshall, e molti altri recenti critici, tuttavia, il luogo la sua composizione dopo la cattura di Gerusalemme da Tito, ritenendo che la "strana nazione" di iv.

3 ( "non dare thine onore... A una strana nazione") si riferisce ai cristiani, e si riferisce a un momento in cui l'antagonismo tra ebraismo e cristianesimo era diventato pronunciate.

Anche se questo è possibile, l'espressione può anche essere inteso un riferimento alle antagonismo tra ebraismo e l'ellenismo, nel secondo secolo aC Il versetto iii.

37 ( "più tardi egli ha fatto [o] mostrare se stesso [o si] sulla terra e conversare con gli uomini"), che è stato molto precoce citato da scrittori cristiani, interrompe la connessione ed è senza dubbio un cristiano di interpolazione.

La seconda poesia (IV. 5-v. 9) appartiene allo stesso periodo generale come il primo.

E 'diviso in una serie di strofe, ogni inizio con le parole "essere di buona allegria".

Le persone, sparse e afflitti, sono esortati a fiducia in Dio e Gerusalemme, lutto oltre i suoi figli, è invitata a prendere coraggio.

Il quadro accordi sia con la fine del periodo di Maccabean o con il tempo subito dopo la cattura romana di Gerusalemme.

La somiglianza tra IV.

36-v. 9 e Salmi di Salomone, xi.

Colpisce.

Di quale potrebbe essere stato il mutuatario, i due probabilmente appartengono allo stesso periodo, e Salmi di Salomone sono stati composti non lontano dal 48 aC

Canonicity.

Il libro di Baruch non è mai stato accettato come canonico di palestinesi ebrei (Baba Batra 14b).

Secondo la "Apostolical Costituzioni," è stato letto in pubblico il culto il decimo giorno del mese Gorpiaios (probabilmente Ab).

Questa affermazione, tuttavia, non può essere considerato autorevole, e anche se sia corretta, essa può riferirsi soltanto l'uso di alcuni ellenistica gruppo di ebrei.

Se, come è probabile, la prima parte del libro è stato scritto in ebraico, la sua esclusione dalla canone palestinese deve essere stato a causa della sua presunta mancanza di autorità profetica.

E 'stato, tuttavia, accettato dalla alessandrino ebrei come un lavoro di edificazione e per il tramite dei Settanta passò nelle mani dei cristiani, tra i quali rapidamente divenne popolare, essendo spesso citato da Atenagora, Clemente di Alessandria, e molti altri come un lavoro di Geremia e come Sacra Scrittura.

In un certo numero di paleocristiana canonica elenchi il lavoro è stato incluso in Geremia, e insieme con gli altri libri apocrifi è stata pronunciata canonica (libri deuterocanonici) da parte del Concilio di Trento (1545-63).

La sua canonicity, tuttavia, non è accettato dalla chiese protestanti.

Oltre al suo valore come uno specchio del tempo, il libro, anche se privo di nuove idee, contiene molti liturgica e poetico passaggi di grande bellezza e potenza.

La lettera di Geremia è di solito stampati in appendice al libro di Baruch e marcati come cap.

VI.

di quel libro.

E ', tuttavia, un lavoro indipendente (cfr. Geremia, Lettera di).

Crawford Howell giocattolo

Enciclopedia ebraica, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:

Il testo greco è dato Swete's Settanta.

Per un account di greco MSS., Vedere Swete e Gifford, per le altre versioni antiche (latino, siriaco, copto, ecc) vedi Kneucker e Schürer.

Ci sono traduzioni ebraico moderno di Fränkel, 1830; Plessner, 1833; Kneucker, 1879.

Il miglior discussione generale del libro è quello di Kneucker, Das Buch Baruch, 1879, il più grande elenco di citazioni di primi scrittori cristiani è in Reusch, Erklärung des Buches Baruch, 1853.

Altre autorità sono: Fritzsche, Exegetisches Handbuch zu den Apokryphen, 1851; Hitzig, Hilgenfeld's Zeitschrift, 1860; Hilgenfeld, IB.

1879-1880; Ewald, Gesch.

des Volkes Israele, 1864; idem, Propheten, 1868; Bissell, Apocrypha, nella serie Lange, 1880; Gifford, in Commentario del parlatore, 1888; Reuss, Gesch.

Schriften der Heiligen des Alten Testamentes, 1890; Schürer, Hist.

Popolo ebraico, 1891; Ryle, Smith dict.

della Bibbia, 1893; Marshall, in Hasting's dict.

della Bibbia, 1898; Bevan, Cheyne's Enc.

Bibl. 1899; Introduzioni di Eichhorn, Welte, e altri.

Per le altre opere attribuite a vedere Baruch Charles, Apocal.

di Baruch, 1896, e articolo Apocrypha, in Enc.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a