Lettera ai Colossesi

INFORMAZIONI GENERALI

La Lettera ai Colossesi è un libro del Nuovo Testamento della Bibbia.

Studiosi sono divisi sul fatto che sia stato scritto da san Paolo nel corso di uno dei suoi AD carcerazione dopo 60 o più tardi da un seguace di Paolo che ha sviluppato ulteriormente alcune delle sue idee. L'autore affronta un tipo di gnosticismo che ha insegnato che angelico poteri regola il cosmo e ascetico che le varie pratiche e rituali sono necessari dei cristiani. Contro questi insegnamenti, l'epistola mostra che, dal momento che Cristo è sovrano di tutto il cosmo e ha salvato i credenti, né paura né pratiche estreme sono appropriati. Colossesi ha molti passaggi in comune con la Lettera a Efesini, in particolare i passaggi che descrivono la chiesa come un corpo, con Cristo come la sua testa.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Anthony J Saldarini

Bibliografia


Un Patzia, Colossesi, Filemone, Efesini (1984).

Lettera ai Colossesi

Breve Outline

  1. Saluto e di ringraziamento (1:1-8)

  2. Dottrinale (1:9-2:5)

  3. Pratica esortazioni (2:6-4:6)

  4. La conclusione di salutations (4:7-18)

    Lettera ai Colos'sians

    Informazioni avanzate

    La Lettera ai Colossesi è stato scritto da Paolo a Roma, durante la sua prigionia prima Consulta (Atti 28:16, 30), probabilmente nella primavera del 57 dC, o, come alcuni pensano, 62, e subito dopo aveva scritto a sua Epistola Efesini.

    Come alcune delle sue epistole altri (ad esempio, quelli di Corinto), questo sembra essere stato scritto in conseguenza di informazioni che era stato trasportato in qualche modo a lui di stato interno della chiesa (Col 1:4-8).

    Il suo scopo era quello di contrastare falso insegnamento.

    Una gran parte di esso è diretto contro alcuni speculatists che ha tentato di combinare le dottrine orientali di ascesi mistica e con il cristianesimo, così promettenti i discepoli il godimento di una vita spirituale superiore e una conoscenza sempre più profonda nel mondo degli spiriti.

    Paolo sostiene contro tale insegnamento, il che dimostra che, in Cristo Gesù, che avevano tutte le cose.

    Egli riporta la maestà della sua redenzione.

    La menzione della "luna nuova" e "giorno sabato" (2,16) mostra anche che vi sono stati qui Judaizing insegnanti che hanno cercato di trarre i discepoli di distanza dalla semplicità del Vangelo.

    Come la maggior parte delle epistole di Paolo, questo consiste di due parti, una dottrinale e pratico.

    (1.) Il dottrinale parte comprende i primi due capitoli.

    Il suo tema principale è sviluppato nel capitolo 2.

    Egli mette in guardia contro la loro fase di definizione di distanza da Lui in cui abitare in tutti la pienezza della divinità, e che è stato il capo spirituale di tutti i poteri.

    Cristo è stato il capo del corpo, delle quali erano membri, e se fossero veramente uniti a Lui, ciò che essi necessari di più?

    (2.) La parte pratica della epistola (3-4) fa rispettare varie funzioni, naturalmente, derivanti dalla dottrina esposta.

    Sono esortati a mente le cose che sono al di sopra (3:1-4), a mortificare ogni male principio della loro natura, e di mettere su l'uomo nuovo (3:5-14).

    Molte funzioni particolari della vita cristiana sono anche insistito su come l'installazione di elementi di prova il carattere cristiano.

    Tychicus è stato il portatore della lettera, come è stato anche di quella agli Efesini e a Filemone, e dire loro che dello stato d'l'apostolo (4:7-9).

    Dopo il saluto amichevole (10-14), egli offerte loro interscambio con la presente lettera che egli aveva inviato alla vicina chiesa di Laodicea.

    Egli ha poi chiude questa breve ma colpisce con la sua epistola al solito autografo saluto.

    Vi è una notevole somiglianza tra questa epistola e che agli Efesini (qv).

    La genuinità di questa epistola non è stata messa in questione.

    (Easton Illustrated Dictionary)

    Lettera ai Colossesi

    Informazioni cattolica

    Uno dei quattro cattività Epistole scritto da St. Paul durante la sua prima prigionia a Roma - gli altri tre Efesini, Filemone e Filippesi.

    Che sono state scritte in carcere è affermato nella Epistole stessi.

    Lo scrittore cita il suo "catena" e la sua "obbligazioni" (Efesini 6:20, Colossesi 4:3; 4:18; Filippesi 1:7, 13, 17); egli nomi suoi compagni prigionieri (Colossesi 4:10; Filemone 23 ) Che chiama se stesso un prigioniero (Efesini 3:1, 4:1; Filemone 9): "Paolo un uomo anziano, e ora un prigioniero".

    E 'stato supposto da alcuni che queste lettere sono state scritte nel corso dei due anni' cattività a Cæsarea, ma è ora generalmente riconosciuto (da tutti ammettere che la loro autenticità) che sono state scritte durante gli anni immediatamente successivi a Roma, nel corso del tempo che " Paolo è stato subito ad abitare da lui stesso, con un soldato che lui conservati... Ed egli rimase due anni nel suo alloggio in locazione, e ha ricevuto tutto ciò che è venuto da lui "(Atti 28:16-30).

    Come St. Paul aveva presentato ricorso per l'imperatore, egli è stato consegnato, ad attendere il suo processo, il prefetto della Guardia Prætorian, che è stato in quel momento probabilmente il famoso Burrhus, l'amico di Seneca.

    Egli ha consentito l'Apostolo a vivere vicino al palazzo imperiale in quello che era conosciuto come custodia militaris, il suo diritto di essere connessi polso giorno e notte, per mezzo di una catena, a sinistra il braccio di un soldato, che è stato sollevato a intervalli regolari (Conybeare, Howson, Lewin).

    E 'in tali circostanze che queste epistole sono stati scritti, un po' di tempo tra AD 61 e 63.

    Non si può obiettare che non vi è alcuna menzione nel loro il terremoto parlato di Tacito e di Eusebio di avere distrutto Laodicea, per non vi è alcuna prova che i suoi effetti raggiunto Coloss Colossæ, aelig;, Eusebio e fissa la data entro queste lettere.

    Colossesi, Efesini, Filemone e sono state scritte e spedite allo stesso tempo, mentre Filippesi è stato composto in un po 'diverso il periodo di cattività.

    I primi tre sono uno molto strettamente collegati.

    Tychicus è il Messaggero in Ef., Vi, 21 e Coloss., IV, 7, 8, 9.

    In quest'ultimo egli è accompagnato da Onesimo, nel cui favore la Lettera a Filemone è stato scritto.

    In entrambi i Colossesi e Filemone saluti inviati da Aristarco, Marco, Epaphras, Luca, e Demas e non vi è più vicino letteraria affinità tra Efesini e Colossesi (v. autenticità del Epistola qui di seguito).

    LETTORI destinatari

    Tre città di cui sono Colossesi, Coloss Colossæ aelig; (i, 2), Laodicea, e Hierapolis (IV, 13.) Queste sono state trova circa 120 miglia a est da Efeso in Frigia, in Asia Minore occidentale, Colossæ Laodicea e il fatto di essere in rive del lico, un affluente del Mæander.

    Tutti e tre sono stati entro due o tre ore 'a piedi gli uni dagli altri.

    Sir William Ramsay ha dimostrato che queste città laici del tutto al di fuori delle rotte seguite da St. Paul nei suoi viaggi missionari, ed è dedotto dal Coloss., I, 4, 6, 7, 8 e II, 1, che essi non sono mai stati visitati l'apostolo di se stesso.

    La grande maggioranza dei cristiani Colossian sembrano essere state Gentile converte di greco e Phrygian estrazione (i, 26, 27, ii, 13), anche se è probabile che vi è stata una piccola percentuale di ebrei che vivono in mezzo a loro, come è noto che non vi sono stati molti dispersi in distretti circostanti (Giuseppe Flavio, Ant., XII, III, 4, e Lightfoot).

    PERCHE 'SCRITTA

    Colossesi è stato scritto come un avvertimento nei confronti di determinate falsi maestri, di cui St. Paul aveva probabilmente sentito da Epaphras, il suo "compagno di prigioniero" e il fondatore della Chiesa di Colossesi.

    Le più diverse opinioni hanno avuto luogo per quanto riguarda questi seducers.

    Essi sono stati chiamati filosofi di Tertulliano, Epicureans di San Clemente di Alessandria, gli ebrei di Eichhorn, Heathen seguaci di Pitagora di Grotius.

    Essi sono stati anche chiamati caldeo maghi, Judaizing cristiani, esseni, ebioniti, Cabbalists, Gnostici, o combinazioni diverse di tutti questi (cfr. Jacquier, Histoire, I, 316; Cornely, Introduzione, III, 514).

    I principali orientamenti della loro errori sono, tuttavia, ha affermato con sufficiente chiarezza nella Epistola, che contiene due volte la smentita di loro: in primo luogo, attraverso una diretta affermazione della vera dottrina su Cristo, di cui i fondamenti stessi della loro insegnamento sono errate dimostrato di essere di fondamento, e in secondo luogo, da una polemica diretta in cui è a nudo la carenza di ciò che hanno messo via sotto la speciosa nome di "filosofia".

    Qui, la filosofia in generale non è condannato, ma solo la filosofia di quelli falsi maestri (Hort, del Cod. Chr., 118).

    Questo non è stato "secondo Cristo", ma secondo la "tradizione degli uomini", ed è stato in linea solo con l'alfabeto molto mondano di speculazione (kata di stoicheia tou kosmou - cfr. Galati 4:3).

    Giuseppe Flavio e Filone applicare la parola "filosofia" per l'insegnamento ebraico, e non vi può essere alcun dubbio che sia stato applicato in modo Coloss., II; alcuni dei suoi dettagli sono riportati nella 16-23: (1) I falsi maestri voluto introdurre il rispetto dei Sabbaths, nuove lune, e altri giorni.

    (2) Hanno vietato il mangiare e bere e anche la degustazione e molto toccante di alcune cose.

    (3) A norma la falsa pretesa di umiltà che inculcato il culto (threskeia) di angeli, i quali considerano pari o superiore a Cristo.

    I migliori commentatori moderni, cattolici e non cattolici d'accordo con San Girolamo che tutti questi errori sono stati di origine ebraica.

    La esseni terrà la maggior parte delle idee esagerate rispetto a sabato e purismo esterne, e che risultano avere assunto i nomi degli angeli per scopi magici (Bel. del Cod. II, VII, 2-13, Lightfoot, Col e dissertazioni).

    Molti studiosi sono del parere che il "elementi di questo mondo" (stoicheia tou kosmou) significa spiriti elementali; come, in quel momento, molti ebrei ha dichiarato che tutte le cose materiali speciali erano angeli.

    Nel libro di Henoch e il Libro dei Giubilei leggiamo degli angeli delle stelle, le stagioni mese, giorno dell 'anno, di calore, freddo, gelo, grandine, vento, nuvole ecc Abbott (Ef e Coloss, pag. 248 ) Dice che "il termine correttamente utilizzati degli elementi governato da questi spiriti potrebbe facilmente essere applicato alle bevande spiritose stessi, in particolare per quanto vi è stato nessun altro termine conveniente".

    In ogni caso angeli svolgere un ruolo importante nella maggior parte dei primi libri apocrifi degli ebrei, ad esempio, nei due libri appena citato, il Libro dei segreti di Henoch, il Testamento dei Dodici Patriarchi, ecc

    Si può osservare incidentalmente, che le parole della Lettera contro il superstizioso culto degli angeli non può essere considerato come la condanna cattolica invocazione degli angeli.

    Dr TK Abbott, un candido non cattolici studioso, ha un passaggio molto pertinente che porta a questo punto (Ef e Coloss. Pag 268): "Zonaras... Dice vi è stato un antico eresia di alcuni che ci ha detto che non dovrebbe chiamare a Cristo o per aiutare l'accesso a Dio, ma sugli angeli.... Quest'ultima affermazione, tuttavia, luogo di Cristo al di sopra degli angeli e, pertanto, non può essere stata quella di Colossesi, che deve essere insegnata la superiorità di Cristo. "

    L'opposizione ha portato a volte da un passaggio di Teodoreto il Consiglio di Laodicea, è chiaramente e completamente confutate da Estius (Comm. in Coloss., II, 18).

    Un'altra difficoltà può essere citato in relazione a questa parte della Lettera.

    La dichiarazione che la filosofia è stata vana in conformità con "la tradizione degli uomini" non è qualsiasi disparagement Apostolica di tradizioni, di cui St. Paul stesso parla come segue: "Pertanto, fratelli, stand veloce e tenere premuto il tradizioni che avete imparato, se dalla parola o dal nostro Epistola "(2 Tessalonicesi 2,14).

    "Ora Lodo voi, fratelli che in tutte le cose che sono consapevole di me: e mantenere la mia ordinanze come ho consegnato a voi" (1 Corinzi 11:2. - Vedi anche 2 Tessalonicesi 3:6; 1 Corinzi 7: 17; 11:23, 14:33, 2 Corinzi 1:18; Galati 1:8; Colossesi 2:6, 7; 2 Timoteo 1:13, 14; 2:2; 3:14; 2 Giovanni 1:12; 3 Giovanni 13).

    Infine, l'ultimo versetto, che tratta con gli errori (II, 23) è considerato uno dei passaggi più difficili in tutta la Scrittura.

    "Quali sono le cose davvero un shew di saggezza nella superstizione e umiltà, e non risparmiando il corpo; non possono in alcun pregio il ripieno di carne."

    Le ultime parole di questo versetto hanno dato luogo a una moltitudine di più interpretazioni conflittuali.

    In cui sono state prese come una condanna di mortificazione del corpo, e come un'esortazione ad esso.

    Moderni commentatori dedicare molto spazio ad una enumerazione dei tanti pareri e di uno studio esaustivo di queste parole senza alcun risultato soddisfacente.

    Ci sono pochi dubbi che il parere del Hort, Haupt, e Peake (Exp. greco Test., 535) è quello giusto, vale a dire.

    che la corretta lettura di questo versetto è divenuta irrevocabile perso, in trascrizione, in tempi molto precoce.

    INDICE

    Prima parte (1-2)

    La Lettera si compone di due parti i primi due capitoli di essere polemico-dogmatico e gli ultimi due pratico o morale.

    Nella prima parte lo scrittore dimostra l'assurdità degli errori di una diretta dichiarazione di supereminent la dignità di Cristo, di cui sangue abbiamo la redenzione dei peccati.

    Egli è l'immagine perfetta del Dio invisibile, generato prima di tutte le creature.

    Da Lui e per Lui sono state create tutte le cose in cielo e sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili, spirituale e materiale, e da Lui sono tutte le cose accolta.

    Egli è il Capo della Chiesa ed Egli ha riconciliato tutte le cose attraverso il sangue della sua croce, e Colossesi "anche lui ha riconciliato... Attraverso la morte".

    St. Paul, come l'apostolo delle genti e di un prigioniero per la loro sakes, li esorta a tenere a Cristo in cui la pienezza della divinità abita, e di non consentire che sotto il nome plausibile di filosofia, di essere ri-schiavi di tradizioni ebraiche basato sulla legge di Mosè, che è stato, ma l'ombra di cui Cristo è la realtà e che è stata abrogata dalla sua venuta.

    Non sono da ascoltare e invano rudimentale speculazioni dei falsi insegnanti, né sono a soffrire di essere delusi da un specioso motivo di umiltà per mettere angeli o demoni su un livello con Cristo, il creatore di tutto, il comandante degli angeli , E conquistatore di demoni.

    Parte seconda (3-4)

    In questa parte della Lettera St. Paul trae alcune lezioni pratiche da quanto precede insegnamento.

    Appello a loro che come sono con Cristo risorto essi dovrebbero ricordare le cose di lassù; rinviare il vecchio e rivestire l'uomo nuovo.

    In Cristo vi è quello di essere né Gentile, né Ebreo, né barbaro Scythian, obbligazioni, né libero.

    Le funzioni di mogli e mariti, figli e servitori sono prossima data.

    Egli raccomanda di costante preghiera e di ringraziamento, e dice loro di camminare con saggezza verso di loro che sono, senza lasciare che il loro discorso essere sempre in grazia condito con sale, che questi possano sapere come per rispondere ad ogni uomo.

    Dopo il saluto finale l'Apostolo termina con: "Il saluto di Paolo con la mia mano. Siate consapevoli della mia band. La grazia sia con voi. Amen".

    Autenticità dei epistola

    Prove esterne

    Elementi di prova esterna per l'Epistola è così forte che anche Davidson si è recato nella misura di dire che "si è attestata all'unanimità in tempi antichi".

    Considera la sua brevità, personaggio controverso, e gli enti locali e la natura effimera degli errori trattati, è sorprendente come spesso è stato utilizzato entro l'inizio di scrittori.

    Ci sono tracce di esso in alcuni dei Padri e apostolica era noto lo scrittore della Lettera di Barnaba, a San Policarpo, e Teofilo di Antiochia.

    E 'stato citato da Giustino, Irenæus, Tertulliano, Clemente di Alessandria, ecc Dal canone muratoriano e versioni precedenti è evidente che essa è stata contenuta nel primo collezioni di St. Paul's Epistole.

    E 'stato utilizzato come Scrittura all'inizio del secondo secolo, di Marcion, la Valentinians, e da altri eretici di cui il "Philosophoumena", e non avrebbero accettato se fosse nato tra i loro avversari dopo aver rotto il via dalla Chiesa.

    Interno delle prove

    La Lettera ai crediti sono stati scritti da St. Paul, e gli elementi di prova interno mostra stretta connessione con Filippesi (von Soden) e Filemone, che sono ammessi a essere autentico lettere di St. Paul.

    Renan ammette che presenta diversi tratti che sono contrari alle ipotesi del suo essere un falso, e di questo numero è la sua connessione con la Lettera a Filemone.

    Va osservato, inoltre, che la morale parte della Lettera, consistente degli ultimi due capitoli è il più vicino affinità con porzioni simili di altre Epistole, mentre l'intero mirabilmente si adatta con i noti i dettagli di St. Paul's vita, e getta notevole luce su di essi.

    ADDEBITI

    Come la prova storica è molto più forte che per la maggior parte degli scritti classica, può essere chiesto il motivo per cui la sua genuinità è mai stata messa in discussione.

    Essa non è mai stata in dubbio fino al 1838, quando Meyerhoff, seguito da altri, ha cominciato a sollevare obiezioni contro di esso.

    Sarà conveniente per far fronte a tali obiezioni alle seguenti quattro teste: (1) Stile; (2) cristologia; (3) Errori trattati e (4) somiglianza con Efesini.

    (1) Stile

    (a) In generale, a confronto con la Lettera ai Corinzi, Romani, e Galati, sarà visto che lo stile, soprattutto nella prima parte, è pesante e complicato.

    Essa non contiene alcuna improvvisa domande, non dilemmi di schiacciamento, non veemente esplosioni di spazzare Pauline eloquenza.

    Alcune delle frasi sono lunghe e coinvolti, e anche se tutto è stabilito in un alto e nobile ceppo, la presentazione è uniforme e non del tutto in modo, diciamo, di Galati.

    È pertanto obiettare che essa non avrebbe potuto essere scritto da St. Paul.

    Ma tutto questo può essere molto, naturalmente, ha spiegato quando è ricordare che la lettera è stata scritta dopo diversi anni di confino monotono, quando il cristianesimo aveva preso in causa, quando il vecchio tipo di Judaizer era diventato estinte e St. Paul's posizione saldamente stabilito.

    Sua anche l'avanzare degli anni dovrebbero essere prese in considerazione.

    Non è giusto, del resto, confrontare questa Lettera, ma o parti di esso, con solo alcune parti di uno o due dei precedenti.

    Ci sono coinvolti lungo e frasi sparse Romani, I e II Corinzi, Galati, e generalmente ammesso la Lettera ai Filippesi.

    Essa ha inoltre da osservare che molti dei vecchi Pauline espressioni e dei metodi di ragionamento sono la maggior parte, naturalmente, e inestricabilmente intrecciate con la stessa sostanza dei tessuti e dei Epistola.

    Ampie prove di tutte queste dichiarazioni e altri in tutto l'articolo, sono riportati in opere di cui la bibliografia.

    Dr Sanday ha espresso il parere della leale critici quando afferma che nessuno può visualizzare la lettera nel suo insieme, senza essere colpito dal suo indissolubile unificare e Pauline carattere autentico.

    (b) Molti di St. Paul's favourite sono espressioni che vogliono.

    Da otto a una dozzina di parole non unfrequently da lui utilizzati in precedenti scritti sono assenti da questa breve lettera e circa una dozzina di particelle di collegamento, che egli impiega altrove, sono anche scomparsi.

    Uno o due casi mostrerà come tali obiezioni possono facilmente essere risolti con l'aiuto di una concordanza.

    Le parole dikaios, soteria e soteria non sono trovato nella Epistola.

    Pertanto, ecc - Ma è dikaios che vogliono sia in I Cor.

    e mi Ts.; nomos non è contenuta sia in I Cor.

    o Gal.; nomos non è stato trovato a tutti i in I Thess.

    o II Cor.

    Allo stesso modo (per quanto riguarda il collegamento particelle) ARA, che non è in questa lettera, non si trova né in Philipp.

    o la prima cento versi di I Cor., uno spazio molto più a lungo di tutta l'Epistola; ara oun, che è frequente in Romani, non è soddisfatta in I e II Cor.

    e solo una volta in Gal.

    (Vedere i dettagli del argomento a Abbott e Jacquier.)

    (c) è obiettato che la lettera contiene molte strane parole, nessun altro luogo utilizzato da St. Paul.

    Che, tuttavia, è precisamente ciò che dobbiamo aspettarci in una lettera di St. Paul.

    Ogni lettera scritta da lui contiene molte parole da lui impiegato non altrove.

    Alford fornisce un elenco di trenta-due Apax legomena in questa Lettera, e di questi diciotto verificarsi nel secondo capitolo, dove gli errori sono trattati.

    La stessa cosa si verifica nelle precedenti epistole, dove l'Apostolo parla di nuovi soggetti o particolari errori, e ci Apax legomena più abbondano.

    Epistola questo non mostra più che la quota ordinaria di nuove parole e in questo senso il confronto con il vero e proprio II Cor.

    Inoltre, i composti parole presenti nella Epistola hanno i loro analoghi in simili passi della fede Lettera ai Romani.

    Sarebbe più assurdo di impegnare fino a un ristretto vocabolario e impostare uno scrittore di tali vigore intellettuale e letteraria versatilità come St. Paul.

    Il vocabolario scrittori di tutti i cambiamenti con il tempo, luogo e oggetto.

    Salmone, Mahaffy, e altri hanno sottolineato che simili cambiamenti di vocabolario verificarsi negli scritti di Senofonte, che è stato un viaggiatore, come St. Paul.

    Confrontare la prima e dopo le lettere di Lord Acton (a cura di Abate Gasquet) o del Cardinale Newman.

    (2) Chrisiology

    Ha obiettato che l'idea di esaltato Cristo presentati nella Epistola non avrebbe potuto essere scritto da St. Paul.

    In risposta a questo sarà sufficiente citare il seguente passaggio dalla vera e propria Lettera ai Filippesi: "Chi [Gesù Cristo] di essere in forma di Dio, non ha ritenuto rapina a essere pari a Dio: ma spogliò se stesso, assumendo la sotto forma di servo "(2:6, 7, ecc vedi Romani 1:3-4; testo greco, 8:3; 1 Corinzi 7:6; 2 Corinzi 8:9; Galati 4:6, ecc.)

    Che la cristologia del Epistola non differisce in qualsiasi punto essenziale da quella di St. Paul's Epistole altri è visto da uno studio imparziale di questi ultimi.

    Il tema è stato elaborato scientificamente di Père Rose (Rev bibl. 1903), M. Lépin (Gesù Messie, 341), Sanday (Critica del quarto Vangelo, lect. VII, Oxford, 1905), Knowling (la testimonianza di St. Paul a Cristo, Londra, 1905), Lacey (storico Cristo, Londra 1905), ecc non può neppure le parole (i, 24): I.

    . . "riempire quelle cose che sono desiderosi di sofferenze di Cristo nella mia carne, per il suo corpo, che è la Chiesa", presente alcuna difficoltà quando si è ricordato che aveva appena detto che Cristo ha riconciliato tutti attraverso il sangue della sua croce , E che il corretto significato di antanaplero di hysteremata tonnellata thlipseon tou Christou en te sarki mou iper autou tou somatos, ho Estin ekklesia egli è: "Io sono inondati di quelle cristiane sofferenze che rimangono per me sopportare per il bene della Chiesa di Cristo ", ecc Confronta II Cor., I, 5," Per come le sofferenze di Cristo abbondano in noi "(di pathemata tou Christou).

    (3) Errori trattati

    L'obiezione a questo titolo non ci trattengono a lungo.

    Alcuni anni fa è stato spesso affermato che gli errori combattute in questa lettera sono stati errori gnostico del secondo secolo, e che la lettera è stata quindi scritto molti anni dopo St. Paul's morte.

    Ma questo parere è ora considerato, anche dalla critica più avanzata, come è esplosa e antiquato.

    Nessuno è in grado di leggere gli scritti di questi Gnostici senza diventare convinto che termini impiegati di loro sono stati utilizzati in un senso molto diverso da quello loro attribuito nella Epistola.

    Baur stesso sembra aver avuto notevoli perplessità sul punto.

    Gli errori del giudaica gnosticismo, condannato nel Epistola, sono stati molto embrionale quando confrontato con la vera gnosticismo greco del II secolo (cfr. Lightfoot, Coloss., Ecc.)

    (4) somiglianza con Efesini

    La principale obiezione contro la Lettera è la sua grande somiglianza con Efesini.

    Davidson ha dichiarato che dei 155 versetti in quest'ultimo Epistola 78 sono stati identici a Colossesi.

    De Wette Efesini ha dichiarato che è stato prolisso ma una amplificazione di Colossesi.

    Baur pensiero Efesini superiore lettera, e Renan chiesto come si può supporre l'Apostolo passare le sue giornate in una trascrizione calvo di se stesso.

    Ma come Dr Salmone sottolineato, un apostolo può scrivere una lettera circolare, cioè, potrebbe inviare a diversi luoghi lettere formulato in termini identici.

    Molte teorie sono state elaborate per spiegare questi indubbi di somiglianza.

    Ewald sostenuto che la sostanza è stata St. Paul's, mentre la composizione è stato lasciato a Timoteo.

    Weiss e Hitzig ha fatto ricorso a una teoria di interpolazioni.

    Ma la teoria che ha acquisito la più grande quantità di notorietà è quello di HJ Holtzmann.

    Nel suo "Kritik der Epheser-und Kolosser-Briefe" (1872) ha istituito una più elaborata ed esaustivo confronto tra le due epistole.

    Egli ha preso una serie di passaggi che sembrava dimostrare la priorità di Efesini e un numero uguale che sono stati proprio come Colossesi conclusiva che è stata la prima.

    La naturale conclusione può essere che tutte queste somiglianze sono dovute allo stesso autore iscritto e dispacciamento questi Epistole allo stesso tempo.

    Holtzmann, ma la spiegazione è stata molto diversa.

    Egli suppone che St. Paul ha scritto una breve lettera ai Colossesi.

    Dallo studio di questa epistola un secondo scrittore composto la Lettera agli Efesini.

    Poi tenendo St. Paul's breve Lettera ai Colossesi egli ha fatto interpolazioni e aggiunte ad essa dalla sua composizione agli Efesini e quindi costruito il nostro presente Lettera agli Efesini, e che con tale successo che la cosa non è mai stata sospettata fino al XIX secolo .

    Questa intricata e complessa teoria non avere un unico aderenti, anche tra le più avanzate critiche scuola.

    Hilgenfeld respinta nel 1873, ma il suo migliore è la smentita von Soden's dettagliate critiche 1885.

    Egli ha dichiarato che solo circa otto versi potrebbe essere considerato come interpolazioni.

    Sanday in Smith "dict. Della Bibbia" (I, 625) ha sottolineato che von Soden's linee di demarcazione sono state puramente immaginario, e Pfleiderer ha dimostrato l'incoerenza coinvolti nel suo rifiuto di questi versetti.

    I risultati di queste critiche e di un ulteriore studio convinto von Soden, nel 1891, che l'intero Epistola è stato vero e proprio, con l'eccezione di un solo versetto - un versetto ormai generalmente ritenuta vera e propria.

    Nel 1894 Jülicher dichiarato che la soluzione migliore è stato quello di ammettere l'autenticità di entrambe le Epistole, anche se egli parla più hesitatingly in "Lett. Rif."

    1889. J. Weiss fatto un fallito tentativo di resuscitare Holtzmann's moribondi teoria nel 1900.

    Mentre Holtzmann's fatti sono innegabili, e solo andare a provare la comunità di paternità, la sua spiegazione (in cui egli sembra aver perso la fede) è respinto dagli studiosi come artificiali e irreale.

    Offre alcuna spiegazione di molte cose connesse con queste epistole.

    Essa non spiega come i primi cristiani consentito una vera e propria lettera di St. Paul di diventare completamente perso senza lasciare traccia o menzione, per il bene di due falsi di data molto più tardi.

    Ogni Epistola, presa di per sé, mostra una tale unità e la connessione delle difese e la lingua, che, se gli altri non sono stati in esistenza nessuno avrebbe sospettato il minimo grado di interpolazione.

    Le parti respinto in quanto interpolazioni rompere l'unità di argomento e il flusso di idee.

    Perché uno dovrebbe falsario, in grado di scrivere la maggior parte di entrambe le Epistole, prendere la briga di interpolare i versi e la metà della sua produzione da un Epistola nelle altre, e che in una diversi tipi di connessione?

    Inoltre, come osserva principale Salmond, non vi è una noiosa identicità di stile in entrambe le Epistole.

    Efesini è rotondo, pieno, ritmico; Colossesi più osservato, logico e conciso.

    Efesini ha diversi riferimenti al Vecchio Testamento; Colossesi unico.

    Ci sono diverse nuove parole in ciascuno, e ci sono interi passaggi in un solo e nulla di meglio che li trovate in altri.

    Le espressioni suppone che sono venuti da molto Colossesi verificarsi naturalmente in Efesini, ma non nello stesso contesto e la connessione, e viceversa.

    Come Holtzmann L'ipotesi è completamente ripartito, il suo studio dei Epistole mostra tali stretta relazione tra loro che non ci può essere solo un altro possibile spiegazione: che entrambi sono la vera scritti di un uomo, e che l'uomo è stato St. Paul.

    Paley, che ha scritto il suo "Horæ Paulinæ" nel 1790, di cui questa parte dell 'argomento molto tempo prima che queste obiezioni sono state di pensiero, e il fatto che egli può ancora essere citato, senza qualificazione, a questo proposito, è la migliore prova della futilità di tutte queste obiezioni.

    Egli dice (Horæ Paulinæ, Londra, 1790, 215):

    Chi scrive due lettere o discorsi su quasi sullo stesso argomento e senza grande distanza di tempo, ma senza esprimere il ricordo di ciò che aveva scritto prima che si troverà di ripetere alcune frasi in ordine di molto i termini in cui era già in uso; ma più spesso ritrovare se stesso e dà lavoro a condizioni principali, con l'ordine inavvertitamente cambiato, o con l'ordine turbato dal intermixture di altre parole e frasi espressive di idee in aumento fino al momento, o in molti casi non ripetere le singole parole, né ancora frasi intere, ma le parti e frammenti di frasi.

    Di tutte queste varietà l'esame dei nostri due epistole fornirà esempi pianura, e dovrebbero basarsi su questa classe di più di casi l'ultimo, perché anche se uno impostor potrebbe trascrivere in un falso e frasi intere frasi, eppure la dislocazione di parole, la parziale ricordo di espressioni e frasi, il intermixture di nuovi termini e nuove idee con termini e idee prima utilizzata, che verrà visualizzato negli esempi che seguono, e che sono i prodotti naturali di scrittura prodotta, secondo le circostanze in cui questi sono rappresentati epistole di essere stato composto - non sarebbe, credo, si sono verificati per l'invenzione di un falsario, né, se si fossero verificati che sono stati così facilmente eseguito.

    Questa variazione è stato studiato un affinamento in falsificazione che credo non esistesse, o se si può supporre che sia stato praticato nei casi qui di seguito fornito, perché, può essere chiesto, non è stata la stessa arte esercitato su quelli che abbiamo raccolto nella precedente classe?

    Egli ha poi ad illustrare tutti questi punti di numerosi esempi presi da tutte le parti di queste epistole.

    Pubblicazione di informazioni scritte Cornelio Aherne.

    Trascritto da Vernon Bremberg.

    Dedicato alle Claustrali Dominicana monache del Monastero di Gesù Bambino, Lufkin, in Texas L'Enciclopedia Cattolica, Volume IV.

    Pubblicato 1908.

    New York: Robert Appleton Company.

    Nihil obstat.

    Remy Lafort, Censor.

    Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York

    Bibliografia

    ST. Girolamo, Ep.

    CIX, annunci Algas., q.

    x in Opera (Venezia, 1766), I Pt.

    I, 878; CORNELY, Introd.

    (Parigi, 1897), III, il salmone, Intro.

    Nuovo Test.

    (Londra, 1897); Jacquier, Histoire des Livres du Nouveau Test.

    (Parigi, 1906), I; ESTIUS, Commentarius (Magonza, 1844); BISPING, Spiegazione der Briefe uno morire Ef., Filippo., Kol.

    (Münster, 1855); MCEVILLY, Esposizione (Dublino, 1860); Alford, nuovo test. Critiche e esegetica di commento (Londra, 1856); Ellicott, critiche e grammaticali Comm.

    (Londra, 1857); Lightfoot, Colossesi e Filemone (Londra, 1879); IDEM, Elaborati di diploma in età apostolica (Londra, 1875); Sanday nel SMITH, dict.

    della Bibbia (Londra, 1893); VON Soden, Die Briefe uno Kolosser morire, ecc (Lipsia, 1893); SALMOND, Efesini; Peake, in Colossesi Exp.

    Greco di prova. (Londra, 1903).

    Uno dei migliori libri su questo argomento è Abbott, Efesini e Colossesi.

    Si veda anche la critica internazionale di commento, ed.

    CLARK (Edimburgo, 1907); REVE, giudaica del cristianesimo (Londra, 1898).

    Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


    Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

    Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a