Ispirazione

INFORMAZIONI GENERALI

Ispirazione è la particolare azione dello Spirito Santo guida di determinate persone di parlare o scrivere ciò che Dio ha voluto comunicare agli altri, senza sospendere la loro attività o singole personalità (1 Cor 2:13; 2Tim. 3:16; 1Peter 1:10,11; 2Peter 1,19-21).


Inspira'tion

Informazioni avanzate

L'ispirazione che è stato straordinario o soprannaturale divina influenza vouchsafed a quelli che ha scritto la Sacra Scrittura, rendendo loro scritti infallibile. "Tutta la Scrittura è data da ispirazione di Dio" (Ap, "Ogni Scrittura ispirata di Dio"), 2 Tim.

3:16. Questo è vero per tutte le "sacre scritture", non nel senso del loro essere opere di genio o di una visione soprannaturale, ma come "theopneustic", vale a dire, "soffiò nelle da Dio" in un senso che gli scrittori sono stati guidati soprannaturalmente di esprimere esattamente ciò che Dio ha destinato loro di esprimere come una rivelazione della sua mente e volontà.

La testimonianza dei sacri scrittori stessi abbondantemente dimostra questa verità, e se sono infallibile come maestri di dottrina, allora la dottrina della seduta plenaria ispirazione deve essere accolto.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Non ci sono errori nella Bibbia come ne è venuto da Dio; non sono stati accertati. Difficoltà e fenomeni non siamo in grado di spiegare non sono errori.

Tutti questi libri del Vecchio e del Nuovo Testamento sono ispirati. Noi non dire che in essi contenuti, ma che sono, la Parola di Dio. Il dono di ispirazione resi gli scrittori organi di Dio, infallibile per la comunicazione della sua mente e , in modo molto e parole in cui originariamente era stato dato.

Per quanto riguarda la natura di ispirazione non abbiamo alcuna informazione.

Solo questo sappiamo, è reso gli scrittori infallibile.

Sono stati tutti ugualmente ispirato, e sono tutte ugualmente infallibile.

L'ispirazione dei sacri scrittori non hanno modificato i loro caratteri.

Essi conservati tutti i loro singole peculiarità, come pensatori o scrittori.

(Easton Illustrated Dictionary)

Ispirazione della Bibbia

Informazioni cattolica

Il tema sarà trattato in questo articolo in quattro capi:

I. La fede in libri ispirati;

II. Natura d'ispirazione;

III. Misura d'ispirazione;

IV. Visite a protestante l'ispirazione della Bibbia.

I. fede in libri ispirati

A. tra gli ebrei

La fede nel carattere sacro di alcuni libri è antica quanto la letteratura ebraico.

Mosè e dei profeti, si era impegnato a scrivere una parte del messaggio sono stati di fornire a Israele da Dio.

Ora il naby (profeta), se ha parlato o scritto, è stato considerato da Ebrei autorizzato interprete dei pensieri e dei desideri del Signore.

È stato chiamato, allo stesso modo, "l'uomo di Dio", "l'uomo dello Spirito" (Osea 9:7).

Essa è stata di circa il Tempio e il Libro che il religioso e nazionale restoratiion del popolo ebraico è stata effettuata dopo il loro esilio (cfr. 2 Maccabei 2:13-14, e il prologo del Siracide nella Settanta).

Philo (dal 20 aC al 40 dC) parla di "libri sacri", "parola sacra", e di "più Sacra Scrittura" (De Vita Moysis, III, no. 23).

La testimonianza di Giuseppe Flavio (37-95 dC) è ancora più caratteristica, è nei suoi scritti, che la parola ispirazione (epipnoia) è si è riunito per la prima volta.

Egli parla di ventidue libri che gli ebrei con buona ragione considerare Divino, e per i quali, in caso di necessità, sono pronti a morire (Contra Apione., I, 8).

La convinzione degli ebrei è l'ispirazione delle Scritture non diminsh dal momento in cui sono state disperse in tutto il mondo, senza tempio, senza altare, senza sacerdoti, al contrario questa fede è aumentato così tanto che ha preso il posto di tutto altro.

B. Tra i cristiani

Il Vangelo non contiene alcuna esplicita dichiarazione circa l'origine e il valore delle Scritture, ma in essa vediamo che Gesù Cristo utilizzati in conformità con la generale convinzione, vale a dire come la Parola di Dio.

La maggior parte dei testi decisivo in questo senso sono presenti nel quarto Vangelo, v, 39; x, 35.

Le parole della Scrittura, Parola di Dio, Spirito di Dio, Dio, in detti e scritti degli Apostoli sono utilizzati indifferentemente (Romani 4:3; 9:17).

St. Paul espressamente solo i ricorsi più di ottanta volte a quelle Divina oracoli di cui Israele è stato effettuato il custode (cfr. Romani 3:2).

Questa persuasione dei primi cristiani è stata non solo l'effetto di una tradizione ebraica ciecamente accettato e mai capito.

S. Pietro e St. Paul dare il motivo per cui è stata accettata: è che tutti i Scrittura è ispirata di Dio (theopneustos) (2 Timoteo 2:16; cfr. 2 Pietro 1:20 21).

Sarebbe superfluo spendere qualsiasi momento a dimostrare che la tradizione ha conservato fedelmente la fede apostolica in inspiratiion della Scrittura.

Inoltre, questa demonstaration forme l'oggetto di un grande numero di opere (cfr. in particolare Chr. Pesch, "De inspiratione Sacrae Scripturae", 1906, p. 40-379).

È sufficiente per noi aggiungere che in più occasioni la Chiesa ha definito l'ispirazione dei libri canonici come articolo di fede (cfr. Denzinger, Enchiridion, 10 ° ed., N. 1787, 1809).

Ogni cristiano setta meritevoli che ancora crede nel nome l'ispirazione delle Scritture, anche se pochi sono quelli che hanno più o meno alterato l'idea di ispirazione.

C. Valore di questo credo

Solo la storia ci permette di stabilire il fatto che gli ebrei ei cristiani hanno sempre creduto nella ispirazione della Bibbia.

Ma che cos'è questa convinzione vale la pena?

Prove di razionale e di dogmatica per unirsi in giustificano.

Quelli che prima riconosciuto nella Bibbia uno sovrumano lavoro ha avuto come fondamento della loro parere la testimonianza dei profeti, di Cristo e degli Apostoli, la cui missione divina è stato sufficientemente dimostrato di esperienza immediata o di storia.

A questo argomento puramente razionale può essere aggiunto l'autentico insegnamento della Chiesa.

Un cattolico può far valere questa ulteriore certezza, senza cadere in un circolo vizioso, perché l'infallibilità della Chiesa nel suo insegnamento è dimostrato indipendentemente l'ispirazione della Scrittura; valore storico, appartenente alla Scrittura in comune con ogni altro autentico e veritiero iscritto, è sufficiente a dimostrare questo.

II. Natura di ispirazione

A. Metodo da seguire

(1) Per determinare la natura di ispirazione biblica il teologo ha a sua disposizione un periodo di tre volte fonte di informazioni: i dati della tradizione, il concetto di ispirazione, e la concreta situazione del testo ispirato.

Se desidera ottenere risultati accettabili si terrà conto di tutti questi elementi di soluzione.

Pura speculazione potrebbe facilmente fine a una teoria incompatibile con i testi.

D'altro canto, le opere letterarie o di analisi storica di questi stessi testi, se a sinistra per le sue risorse proprie, ignora la loro origine divina.

Infine, se i dati della tradizione attestare il fatto di ispirazione, non ci fornisce un'analisi completa della sua natura.

Di conseguenza, la teologia, filosofia, esegesi e hanno ciascuna una parola da dire su questo argomento.

Positivo teologia fornisce un punto di partenza nella sua tradizionale formule: vale a dire., Dio è l'autore della Scrittura, l'ispirato scrittore è l'organo dello Spirito Santo, la Scrittura è la Parola di Dio.

Teologia speculativa prende questi formulæ, analizza il contenuto e da essi trae le sue conclusioni.

In questo modo San Tommaso, a partire dal concetto tradizionale che fa il sacro scrittore un organo dello Spirito Santo, spiega la subordinazione della sua facoltà all'azione dello ispiratore dalla teoria filosofica della causa strumentale (Quodl., VII, D. vi, a. 14, ad 5um).

Tuttavia, per evitare ogni rischio di andare smarriti, la speculazione deve pagare una costante attenzione alle indicazioni fornite dal esegesi.

(2) La Chiesa cattolica che desidera fare una corretta analisi dei ispirazione biblica maust hanno davanti agli occhi i seguenti documenti ecclesiastici: (a) "Questi libri sono tenute dalla Chiesa come sacri e canonici, come non essere stato composto solo di lavoro umano e successivamente approvato la sua autorità, né il solo fatto che essi contengono la rivelazione senza errore, ma perché, scritti sotto l'ispirazione dello Spirito Santo, hanno Dio per autore e sono stati trasmessi alla Chiesa in quanto tale. "

(Concil. Vatic., Sess. III, Const. Dogm, De fide, cap. II, in Denz., 1787).

(b) "lo Spirito Santo stesso, con la sua forza soprannaturale, sollevato e spinto la biblica scrittori di scrivere, e li assistite durante la scrittura in modo tale che essi concepito nelle loro menti esattamente, e determinati ad impegnarsi per iscritto fedelmente, e rendere esatto in lingua, con infallibile verità, tutto ciò che Dio ha comandato e nient'altro; senza che, Dio non sarebbe l'autore della Scrittura in tutti i suoi elementi "(Encycl. fornire. Deus, in Dena., 1952).

B. vista cattolico

Ispirazione può essere considerato in Dio, che lo produce; nell'uomo, che è il suo oggetto e nel testo, che è il suo termine.

(1) In Dio ispirazione è una di quelle azioni che sono ad extra, come dicono i teologi, e così è comune alle tre Persone divine.

Tuttavia, è attribuito a stanziamento di Spirito Santo.

non è una di quelle che sono le grazie per la loro immediata ed essenziale oggetto la santificazione di colui che li riceve, ma uno dei chiamati antonomastically charismata, o gratis datae, perché essi sono indicati principalmente per il bene di thers.

Inoltre, questa ispirazione ha in comune con ogni effettivo grazia, che se transitoria partecipazione della potenza divina; wirter ispirato la ricerca di se stesso con investito solo nel momento stesso della scrittura o quando pensare iscritto.

(2) in considerazione nella uomo a cui è donato questo favore, ispirazione riguarda la volontà, l'intelligenza e di tutte le facoltà esecutive dello scrittore.

(a) Senza un impulso dato alla volontà dello scrittore, non può essere concepito come Dio potrebbe ancora la causa principale della Scrittura, perché, in tal caso, l'uomo avrebbe preso l'iniziativa.

Oltre che il testo di S. Pietro è perentoria: "Per la profezia non è venuto da volere di uomo, in qualsiasi momento: ma i santi uomini di Dio ha parlato, ispirato lo Spirito Santo" (2 Pietro 1,21).

Il contesto mostra che non vi è questione di tutta la Scrittura, che è una profezia nel senso ampio del termine (Pasa propheteia graphes).

Secondo l'Enciclica Prov.

Deus, "Dio ha suscitato e spinto i sacri scrittori di determinare a scrivere tutto ciò che Dio significava loro di scrivere" (Denz., 1952).

Teologi discutere la questione se, al fine di diffondere questa proposta, Dio si muove la volontà dello scrittore, direttamente o si decide di proporre maotvies intellettuale di un ordine.

In ogni caso, tutti ammette che lo Spirito Santo può suscitare o semplicemente utilizzare le influenze esterne in grado di agire sulla volontà del sacro scrittore.

Secondo un'antica tradizione, San Marco e San Giovanni ha scritto i loro Vangeli su istanza dei fedeli.

Che cosa diventa della libertà umana sotto l'influenza di ispirazione divina?

In linea di principio, si è convenuto che l'ispiratore può togliere l'uomo il potere di rifiuto.

In punto di fatto, è comunemente ammesso che l'ispiratore, che non significa mancanza di ottenere il nostro consenso, ha rispettato la libertà dei suoi strumenti.

Un'ispirazione che non è accompagnato da una rivelazione, che è stato adattato per il normale gioco della facoltà dell'anima umana, che può determinare la volontà del scrittore ispirato da motivi di ordine umano, non necessariamente supporre che egli che è la sua oggetto in se stesso è consapevole di questo.

Se il profeta e l'autore del Apcoalypse conoscere e dire che la loro penna è guidata dallo Spirito di Dio, altri autori biblici sembrano piuttosto essere stata guidata da "un certo influsso misterioso la cui origine è stato o non conosciute o non chiaramente individuabile da loro."

(S. agosto, De Gen annuncio Litt., II, XVII, 37; S. Tommaso II-II, q. clxxi, a. 5; D. cixxiii, a.4).

Tuttavia, la maggior parte dei teologi ammettere che normalmente lo scrittore era consapevole della sua ispirazione ow.

Da quanto abbiamo appena detto ne consegue che l'ispirazione non implica necessariamente exstasy, come Philo e, più tardi, il Montanists pensiero.

E 'vero che alcuni dei ortodossa apologeti del secondo secolo (Atenagora, Teofilo di Antiochia, S. Giustino) sono, nella descrizione che danno di ispirazione biblica, somehat stato influenzato dalle idee di divinazione allora in corso tra i pagani.

Sono troppo inclini a rappresentare l'scrittore biblico come un intermediario puramente passivo, qualcosa dopo lo stile dei Pythia.

Tuttavia, essi non ha fatto lui a essere un energumen per tutti.

La Divina intervento, se uno è consapevole di esso, può certamente riempiono l'animo umano con un certo stupore, ma non gettarlo in uno stato di delirum.

(b), per indurre una persona a scrivere è non prendere su se stessi la responsabilità di scrittura che, più in particolare non è di diventare l'autore di che scrivere.

Se Dio può rivendicare la Scrittura come il suo lavoro, è perché Egli ha portato anche l'intelletto dei ispirato scrittore sotto il suo comando.

Tuttavia, non dobbiamo rappresentare l'ispiratore come mettere un pronto amde libro nella mente della persona ispirato.

Egli non ha necessariamente a rivelare i contenuti dei lavori da realizzare.

Non importa dove la conoscenza dello scrittore su questo punto viene da, che sia naturale o acquisite a causa di rivelazione divina, l'ispirazione non ha essenzialmente per oggetto di insegnare Somethin novità per il sacro scrittore, ma per rendere lui in grado di scrivere con Divina autorità.

Così l'autore degli Atti degli Apostoli narra eventi in cui egli stesso ha partecipato, o che sono stati legati a lui.

È molto probabile che la maggior parte dei detti del libro dei Proverbi sono stati i familiari a saggi d'Oriente, prima di essere stabilito in un ispirato iscritto.

Dio, in quanto egli è la causa principale, quando si ispira uno scrittore, che subordina tutte scrittore's facoltà cognitive in modo da fargli compiere le varie azioni che sarebbe naturalmente superato da un uomo che, prima di tutto, è la progettazione di la composizione di un libro, poi si incontra il suo materiali, soggetti a un esame critico, organizza loro, li fa entrare nella sua piano e, infine, le marche con il marchio della sua personalità - vale a dire la sua pecualiar stile.

La grazia di ispirazione non esime lo scrittore da sforzo personale, né assicurare la perfezione del suo lavoro artistico da un punto di vista.

L'autore del secondo libro di Machabeees San Luca e raccontare il lettore dei dolori che hanno adottato per il loro documento di lavoro (2 Maccabei 2:24-33; Luca 1,1-4).

Le imperfezioni del lavoro sono da attribuire allo strumento.

Dio può, ovviamente, preparare in anticipo questo strumento, ma, un momento del suo utilizzo, Egli non normalmente qualsiasi modifica le sue condizioni.

Quando si applica il Creatore suo potere per le facoltà di una creatura al di fuori dei normali modo, lo fa in un modo in linea con la naturale attività di queste facoltà.

Adesso, in tutte le lingue di ricorso al confronto di luce per spiegare la natura dell'attività umana intelligenza.

È per questo che san Tommaso (II-II, q. clxxi, a. 2; D. CLVII, a. 2, ad 3um) dà il nome di luce per l'illuminazione o il movimento intellettuale comunicato da Dio per il sacro wirter.

Dopo di lui, allora, possiamo dire che questa proposta è un pecualir soprannaturale partecipazione della luce divina, in virtù della quale lo scrittore concepisce esattamente il lavoro che lo Spirito Santo vuole lui per scrivere.

Grazie a questo aiuto dato a suo intelletto, i giudici scrittore ispirato, con una certezza di Divene ordine, non solo l'opportunità di del libro da scrivere, ma anche della verità dei dettagli e del suo complesso.

Tuttavia, tutti i teologi non analizzare esattamente allo stesso modo l'influenza di questa luce di ispirazione.

(c) L'influenza dello Spirito Santo ha dovuto estendere anche a tutte le facoltà esecutive del sacro scrittore - alla sua memoria, la sua immaginazione, e anche per la mano con cui ha costituito la lettere.

Se tale influenza da procedere immediatamente l'azione di ispiratore o essere una semplice assistenza, e, ancora una volta, se tale assistenza essere positivo o negativo solo, in ogni caso tutti ammette che il suo scopo è quello di rimuovere tutti i errore ispirato dal testo.

Coloro che ritengono che anche le parole sono ispirate credo che anche costituisce parte integrante della grazia di ispirazione.

Comunque sia, non si può negare che l'ispirazione si estende, in un modo o aother e, nella misura del necessario, a tutti coloro che hanno veramente collaborato nella composizione del sacro prova, in particolare ai segretari, se la persona ispirato ha avuto.

Vista in questa luce, la hagiographer non appare più un ruolo passivo e inerte strumento, abased per così dire, da un impulso esterno, al contrario, la sua facoltà sono elevati al servizio di un potere superiore, che, sebbene distinta, non è il meno intimamente presente e interiore.

Senza perdere nulla della sua vita personale, o della sua libertà, o addirittura della sua spontaneità (in quanto può accadere che egli non è consapevole del potere che lo porta a), l'uomo diventa in tal modo l'interprete di Dio.

Tale, quindi è il più completo concetto di ispirazione divina.

San Tommaso (II-II, q., cixxi) riduce la grazia della profezia, nel senso ampio del termine.

(3) Considerato nel suo termine, l'ispirazione non è altro che il testo biblico stesso.

Questo testo è stato destinato da Dio, che ha ispirato, per la Chiesa universale, in modo che possa essere riconosciuto come autenticamente la sua parola scritta.

Questa destinazione è essenziale.

Senza di essa un libro, anche se fosse stata ispirata da Dio, non poteva diventare canonico; non avrebbe alcun valore più che una rivelazione privata.

È per questo che ogni iscritto in data da un secondo periodo di Apostolical le età è condannato ipso facto a essere escluse dal canone.

La ragione di questo è che il deposito della rivelazione pubblica è stata completata nel tempo degli Apostoli.

solo loro hanno avuto la missione di dare l'insegnamento di Cristo lo sviluppo che doveva essere opportunamente suggerito loro dal Paraclito, Giovanni 14,26 (cfr. Franzelin, De Divina Traditione et Scriptura (Roma, 1870), tesi xxii).

Dal momento che la Bibbia è la Parola di Dio, si può dire che ogni testo canonico è per noi una lezione divina, una rivelazione, anche se potrebbe essere stato scritto con l'aiuto di ispirazione solo, e senza una rivelazione propriamente detta.

Per questa causa, inoltre, è chiaro che un testo ispirato non può sbagliarsi.

Che la Bibbia è esente da errore è al di là di ogni dubbio, l'insegnamento della Tradizione.

L'intera Scriptural apologetica consiste precisley in materia di contabilità per questa prerogativa eccezionale.

Esegeti e apologeti ricorrere qui per considerazioni che possono essere ridotte alle seguenti capi:

invariato il testo originale, come ha lasciato la penna dei sacri scrittori, è solo in questione.

Come verità e di errore sono proprietà di giudizio, solo il assertiions del sacro scrittore devono essere affrontate.

Se egli rende qualsiasi affermazione, è l'esegeta ha il dovere di scoprire il suo significato e la portata; se egli esprime le proprie opinioni o quelli di altri; citando se in un altro egli approva, disapprova, o mantiene una riserva in silenzio, ecc

L'intento dello scrittore è quello di essere trovati secondo le leggi della lingua in cui scrive e, di conseguenza, dobbiamo prendere in considerazione lo stile di Literatur egli ha voluto usare.

Tutti gli stili sono compatibili con l'ispirazione, perché sono tutte legittime espressioni del pensiero umano, e anche, come dice sant'Agostino (De Trinitate, I, 12), "Dio, ottenendo libri scritti da uomini, non ha voluto loro di essere composto in una forma che si differenzia da quello utilizzato da loro. "

Pertanto, un distinciton deve essere effettuato tra l'affermazione e l'espressione, ma per mezzo di quest'ultimo che si arriva a prima.

Questi principi generali devono essere applicati ai diversi libri della Bibbia, mutatis mutandis, a seconda della natura della questione in essi contenute, la speciale scopo per il quale l'autore ha scritto loro, la tradizionale spiegazione che è dato di essi, le tradizionali spiegazione che è dato di loro, e anche secondo le decisioni della Chiesa.

C. opinioni erronee proposta da autori cattolici

(1) Quelle che sono sbagliato perché insufficiente.

(a) L'approvazione data dalla Chiesa ad un solo iscritto umano non può, di per sé, rendono ispirato Scrittura.

Il parere contrario hazarded da Sisto di Siena (1566), rinnovata di peggiori e Haneberg, nel XIX secolo, è stato condannato dal Concilio Vaticano II.

(Vedi Denz., 1787).

(b), di ispirazione biblica, anche quando sembra di essere al suo minimo - ad esempio, nel centro storico libri - non è una semplice assistenza agli ispirato scrittori per prevenire traviati da lui, come è stato pensato di Jahn (1793), che seguita Holden e, forse, Richard Simon.

In modo che un testo può essere Scrittura, non basta "che contengono la rivelazione senza errore" (conc Vatic., Denz., 1787).

(c) Un libro composto solo da risorse umane non diventare un testo ispirato, anche se approvato, successivamente, di Spirito Santo.

Successiva approvazione questo potrebbe far sì che la verità contenuta nel libro come credibile come se fosse un articolo della Divina Fede, ma non sembra dare una origine divina per il libro stesso.

Ogni ispirazione propriamente detta è antecedente, tant'è vero che si tratta di un contradiciton in termini di parlare di una successiva ispirazione.

Questa verità sembra essere stato perso di vista di quelli moderni che pensassero di poter rilanciare-allo stesso tempo, rendendo ancora meno accettabile - una vaga ipotesi di Lessius (1585) e del suo discepolo Bonfrère.

(1) Quelle che un errore di eccesso

Una vista che sbaglia di eccesso di ispirazione confonde con la rivelazione.

Abbiamo appena detto che queste due operazioni Divino non sono solo distinti ma può avvenire separatamente, anche se possono anche essere trovate insieme.

Di fatto, questo è ciò che accade ogni volta che Dio muove il sacro scrittore di esprimere pensieri o sentimenti di cui egli non può avere conoscenze acquisite in via ordinaria.

Vi è stata una certa esagerazione nel accusa portate contro primi scrittori di aver confuso con rivelazione ispirazione, tuttavia, si deve ammettere che l'esplicita distinzione tra questi due grazie è diventata sempre più sottolineato dal tempo di San Tommaso.

Si tratta di un progresso reale e ci permette di fare una più esatta analisi psicologica di ispirazione.

III. Misura di ispirazione

La questione ora non è se tutti i libri della Bibbia sono ispirato in ogni parte, anche in frammenti chiamati libri deuterocanonici: questo punto, che riguarda l'integrità della Canon, è stato risolto dal Consiglio di Tenda (Denz., 784).

Ma siamo tenuti ad ammettere che, nei libri o di parti di libri che sono canonici, non vi è assolutamente nulla, sia per quanto riguarda la questione o la forma, che non rientra nella divina ispirazione?

A. ispirazione di tutta la Argomento

Per gli ultimi tre secoli ci sono state autore-teologi, esegeti e, in particolare, aplogists - come ad esempio Holden, Rohling, Lenormant, di Bartolo e altri - che mantenuta, con più o meno la fiducia, che l'ispirazione è stata limitata a morale e dogmatica insegnamento, esclusi tutto nella Bibbia in materia di storia e scienze naturali.

Essi ritengono che, in questo modo, tutta una massa di difficoltà contro il inerrancy della bibbia sarebbe rimosso.

ma la Chiesa non ha mai cessato di protestare contro questo tentativo di limitare l'ispirazione dei libri sacri.

Questo è ciò che si è svolta quando mons d'Hulst, Rettore del l'Institut Catholique di Parigi, ha dato un simpatico conto del presente parere in "Le Corrispondente" del 25 gennaio, 1893.

La risposta è stata rapidamente nella prossima Enciclica Providentissimus Deus dello stesso anno.

In tale Enciclica di Leone XIII ha detto:

Non sarà mai lecita per limitare l'ispirazione soltanto ad alcune parti della Sacra Scrittura o concedere che il sacro scrittore potrebbe aver fatto un errore.

Né può il parere di coloro essere tollerata, che, al fine di uscire da queste difficoltà, non esitate a supporre che l'ispirazione divina si estende solo a ciò che tocca la fede e la morale, sulla falsa motivo che il vero significato è richiesta per i meno in ciò che Dio ha detto che in il motivo per il quale ha detto.

(Denz., 1950)

In effetti, un numero limitato di ispirazione cristiana in contrasto con la tradizione e l'insegnamento teologico.

B. verbale ispirazione

Teologi discutere la questione, se l'ispirazione controllato la scelta dei termini utilizzati o gestiti solo in ciò che riguardava il senso di quanto affermato nella Bibbia.

Nel XVI secolo inspiratiion verbale è stato l'attuale insegnamento.

I gesuiti di Louvain sono stati i primi a reagire nei confronti di questo parere.

Essi detenute "che non sia necessario per un testo che essere la Sacra Scrittura, per lo Spirito Santo ad avere ispirato il materiale molto usato parole".

Le proteste contro questo nuovo parere è stato così violento che Bellarmino e Francisco Suárez pensato che fosse loro dovere di tono verso il basso la formula di che dichiara "che tutte le parole del testo sono state dettate da Spirito Santo per quanto riguarda la sostanza, ma diverso a seconda le diverse conditiions degli strumenti. "

Il presente parere è andato a guadagnare in precisione, ea poco a poco si disentangled dalla stessa terminologia che aveva preso in prestito dal parere negativo, in particolare, dalla parola "dettatura".

Il suo progresso è stato così rapido che all'inizio del XIX secolo era più comunemente insegnato che la teoria del verbale ispirazione.

Cardinale Franzelin sembra aver dato la sua forma definitiva.

Durante l'ultimo quarto di secolo verbale ispirazione ha di nuovo trovato partigiani, e che diventino più numerosi ogni giorno.

Tuttavia, i teologi di oggi, pur mantenendo la terminologia della scuola di età, hanno profondamente modificato la teoria stessa.

Essi non possono più parlare di un materiale dettatura di parole per l'orecchio dello scrittore, né di una rivelazione interiore del termine di essere impiegato, ma di una mozione divina si estende a tutti i docenti e anche i poteri di esecuzione per lo scrittore, e di conseguenza influenzare l'intera opera, anche la sua modifica.

Così il testo sacro è, in tutto il lavoro di Dio e tutto il lavoro di uomo, di quest'ultima, a titolo di strumento, degli ex in via principale causa.

Ai sensi del presente modulo ringiovanito la teoria del verbale ispirazione mostra un netto progresso verso la riconciliazione con la rivale parere.

Da un esegetica e apologetical punto di vista è indifferente quale di questi due pareri che adottiamo.

Tutti d'accordo che le caratteristiche di stile e le imperfezioni che riguardano l'oggetto stesso, appartengono allo scrittore ispirato.

Per quanto riguarda il inerrancy del testo ispirato sia l'ispiratore che deve essere definitivamente attribuito, e poco importa se Dio ha assicurato la verità della sua Scrittura, dalla grazia di ispirazione per sé, come i seguaci di ispirazione verbale insegnare, piuttosto che da un provvidenziale intervento.

IV. Protestante opinioni sulla ispirazione della Bibbia

R. All 'inizio della Riforma

(1) Come una conseguenza necessaria della loro atteggiamento nei confronti della Bibbia, che avevano preso come loro unica regola di fede, sono stati i protestanti hanno portato a fin di andare al di là delle idee di un solo passiva ispirazione, che comunemente è stato ricevuto in prima metà del XVI secolo.

Non solo essi non fanno distinzione tra ispirazione e rivelazione, ma la Scrittura, sia in materia e il suo stile, è stato considerato come rivelazione stessa.

In essa Dio ha parlato per il lettore così come ha fatto agli Israeliti di vecchi dalla misericordia-sedile.

Quindi questo tipo di culto che alcuni protestanti di oggi chiamiamo "Bibliolatry".

In mezzo alle incertezza, vaghezza, e antinomies di quei primi tempi, quando la Riforma di Lutero come se stesso, stava cercando di trovare un modo e un simbolo, si può discernere una costante preoccupazione, che unisce indissolubilmente di credo religioso per la verità molto di Dio per mezzo della sua parola scritta.

I luterani che si dedicarono a comporre la teoria protestante di ispirazione sono stati Melantone, Chemzitz, Quenstedt, Calov.

Presto, per l'ispirazione delle parole è stato aggiunto che la vocale di punti di presentare il testo ebraico.

Questo non è stato un semplice parere in possesso di due Buxtorfs, ma una dottrina definita, e ha imposto a pena di reclusione, e l'esilio, da parte della Confessione della svizzera Chiese, promulgata nel 1675.

Tali disposizioni sono state abrogate nel 1724.

I puristi ha dichiarato che nella Bibbia ci sono né barbarisms né solecisms; che il greco del Nuovo Testamento è la pura come quella degli autori classici.

E 'stato detto, con una certa quantità di verità, che la Bibbia era diventato un sacramento per i riformatori.

(2) Nel XVII secolo cominciarono le polemiche che, nel corso del tempo, sono stati alla fine nella teoria di ispirazione ormai generalmente accettato di protestanti.

I due principi che ha circa la Riforma sono stati proprio gli strumenti di questa rivoluzione, da un lato, la richiesta per ogni anima umana di un insegnamento dello Spirito Santo, che è stata immediata e indipendente esterno di ogni regola; dall'altro, la di diritto privato sentenza, o autonomia delle singole ragionamento, nel leggere e studiare la Bibbia.

In nome della prima linea di principio, su cui Zwingli avesse insistito più di Lutero e di Calvino, il pensiero Pietists a liberarsi dalla lettera della Bibbia che fettered l'azione dello Spirito.

Un ugonotti francesi, Seb.

Castellion († 1563), era già stato il coraggio di distinguere tra la lettera e lo spirito; secondo lui solo lo spirito è venuto da Dio, la lettera non era altro che un "caso, buccia, guscio o dello spirito."

Quaccheri, i seguaci di Swedenborg, e la Irvingites sono state vigore a questa teoria alla sua massima limiti; reale revealation - l'unico che istruisce e santifica - che è stata prodotta sotto la diretta influenza dello Spirito Santo.

Mentre il Pietists leggere i loro Bibbia, con l'aiuto di illuminazione interiore da soli, altri, in numero ancor più grande, hanno cercato di ottenere un po 'di luce da filologico e ricerche storiche che hanno ricevuto la loro impulso decisivo dal Rinascimento.

Ogni impianto è stato assicurato ai loro indagini da parte il principio della libertà di giudizio privato, e di questo hanno preso vantaggio.

Le conclusioni ottenuti con tale metodo non poteva essere fatali per la teoria di ispirazione di rivelazione.

Invano ha fatto del suo partigiani dire che la volontà di Dio era stata a rivelare agli Evangelisti in quattro modi diversi per le parole che, in realtà, Cristo aveva uattered solo una volta che lo Spirito Santo Il suo stile varia secondo quanto è stato dettato a Isaias o di Amos -- Una tale spiegazione è stata a dir poco uno di avowal la capacità di soddisfare i fatti addotti contro di loro.

Di fatto, Faustus Socinus († 1562) aveva già dichiarato che le parole e, in generale, lo stile della Scrittura non sono stati ispirati.

Poco dopo, George Callisto, Episcopius, e Grotinus fatta una chiara distinzione tra ispirazione e rivelazione.

Secondo l'ultimo nome, nulla è stato rivelato, ma le profezie e le parole di Gesù Cristo, tutto il resto era solo ispirato.

Ancora di più, egli riduce ispirazione per una pia la mozione di (potrebbe vedere "Pro Pace vuole Ecclesiae" nella sua opera, III (1679), 672).

La scuola olandese Arminian poi rappresentata da J. Leclerc, e, in Francia, di L. Capelle, Daillé, Blondel, e, dall'altro, ha seguito lo stesso corso.

Anche se tenuti attuale terminologia, che ha reso evidente, tuttavia, che la formula, "La Bibbia è la Parola di Dio," era già sul punto di essere sostituito da "La Bibbia contiene la Parola di Dio."

Inoltre, il termine parola doveva essere prese in un senso equivoco.

B. biblico razionalismo

A dispetto di tutti, la Bibbia è stata ancora detenuti come il criterio della fede religiosa.

A rubare è prerogativa di questo è stato il lavoro che il XVIII secolo si è fissata a compiere.

In attacco quindi effettuato sulla divina ispirazione delle Scritture tre classi di assalitori devono essere distinte.

(1) Il Naturalista filosofi, che sono stati i precursori della moderna non credenza (Hobbes, Spinoza, Wolf); la lingua inglese Deists (Toland, Collins, Woolston, Tindal, Morgan), il tedesco razionalisti (Reimarus, Lessing), il francese Encyclopedists ( Voltaire, Bayle) adoperò con ogni mezzo, senza dimenticare gli abusi e sarcasmo, a dimostrare l'assurdità è stato di rivendicare la divina origine di un libro in cui tutti i difetti e gli errori umani sono scritti per essere trovato.

(2) La critica applicata la Bibbia, i metodi adottati per lo studio di autori profano.

Essi, dal letterarie e storico punto di vista, ha raggiunto la stessa conclusione della infedeli filosofi, ma hanno pensato che potrebbe rimanere credenti di distinguere nella Bibbia tra il religioso e il profano elemento.

Questi ultimi hanno dato fino alla sentenza della libera critica storica; l'ex che fingeva di difendere, ma non senza restrizioni, che profondamente cambiato la sua importazione.

Secondo Semler, il padre del Razionalismo biblica, Cristo e gli Apostoli sistemati a false opinioni dei loro contemporanei; secondo Kant e Eichborn, tutto ciò che non è d'accordo con sano motivo deve essere considerato come invenzione ebraica.

Religione ristretta entro i limiti della ragione - che è stato il punto che la critica ha avviato circolazione di Grotius e Leclerc ha in comune con la filosofia di Kant e la teologia della Wegscheider.

Il dogma della seduta plenaria ispirazione trascinato con sé, nella sua definitiva rovina, la nozione stessa di rivelazione (A. Sabatier, Les religioni di autorità e la religione de l'espirit, 2a ed., 1904, p. 331).

(3) Queste filosofico storico controversiers circa Scriptural autorità provocato grande ansia religiosa in mente.

Ci sono stati molti che ha quindi la loro salvezza in uno dei principi proposti dalla earlly riformatori, in particolare, di Calvino: vale a dire, che veramente cristiana certezza è venuto dalla testimonianza dello Spirito Santo.

Ma l'uomo ha avuto a suonare la sua anima al fine di trovare l'essenza della religione, che non è stata una scienza, ma una vita, un sentimento.

Tale è stato il verdetto della filosofia kantiana allora in voga.

E 'stato inutile, dal punto di vista religioso, per discutere i crediti estrinseca della Bibbia; di gran lunga migliore è stato il morale della sua esperienza intrinisc vale la pena.

La Bibbia stessa, ma nulla è stato uno dei hostory esperienze religiose dei profeti, di Cristo e della sua Apostoli, della Sinagoga e della Chiesa.

La verità e la fede non è venuto dal di fuori, ma nasce dalla coscienza cristiana della loro origine.

Ora questa coscienza è stata risvegliata e sostenuta dalla narrazione delle esperienze religiose di coloro che si era recato prima.

Ciò che importava, allora, la sentenza di critiche sulla verità storica di questa narrazione, se solo evocato un salutare emozione nel anima?

Qui il sole è stato utile vero.

Non il testo, ma il lettore è stato ispirato.

Tale, nelle sue linee generali, è stata la fase finale di un movimento che Spener, Wesley, di Moravia, fratelli, e, in generale, la Pietists avviato, ma di cui Schleiermacher (1768-1834) è stato quello di essere il teologo e il propagatore in XIX secolo.

C. presenti condizioni

(1) Il tradizionale punto di vista, tuttavia, non sono stati abbandonati senza resistenza.

Un movimento ritornare alla vecchia idea del theopneustia, tra cui l'ispirazione verbale, di cui quasi ovunque nella prima metà del XIX secolo.

Questa reazione è stata chiamata la Réveil.

Tra i suoi principali promotori devono essere indicati la svizzera L. Gaussen, W. Lee, in Inghilterra, A. Dlorner in Germania, e, più recentemente, W. Rohnert.

le loro fatiche in prima evocata interesse e simpatia, ma sono stati destinati a fallire gli sforzi prima di una contro-reazione che ha cercato di completare il lavoro di Schleiermacher.

essa è stata guidata da Alex, Vinet, l'EDM.

Scherer, e E. Rabaud in Francia; Rich.

Rothe Ritschl e soprattutto in Germania; ST Coleridge, FD Maurice, e Matthew Arnold in Inghilterra.

Secondo loro, l'antico dogma della theopneustia non deve essere riformato, ma dato tutto.

Nel calore della battaglia, tuttavia, professori universitari come E. Reuss, liberamente utilizzato il metodo storico; senza negare ispirazione essi ignorate.

(2) abstracting accidentale da differenze, il presente parere dei cosiddetti progressisti protestanti (che professano, tuttavia, di rimanere sufficientemente ortodosso), come rappresentato in Germania da B. Weiss, RF Grau, e H Cremer, in Inghilterra da W . Sanday, C. Gore, e la maggior parte anglicana studiosi, può essere ridotto alle seguenti capi: (a) il carattere puramente passivo, meccanico theopneustia, che si estende per le stesse parole, non è più sostenibile.

(b) Ispirazione aveva gradi: suggerimento, direzione, altitudine, e Soprintendenza.

Tutti i sacri scrittori non sono state ugualmente ispirato.

(c) L'ispirazione è personale è che, dato direttamente al sacro scrittore di illuminare, incoraggiare, e purificare la sua facoltà.

Questo entusiasmo religioso, come ogni grande passione, esalta i poteri dell 'anima; appartiene, quindi, di ordine spirituale, e non è semplicemente un aiuto dato immediatamente agli intelletto.

Ispirazione biblica, essendo un sequestro degli ntire uomo di Divina forza, non differiscono sostanzialmente dal dono dello Spirito Santo impartita a tutti i fedeli.

(d) E 'a dir poco, un uso improprio del linguaggio per chiamare il sacro testo stesso ispirato.

In ogni caso, questo testo può e reale, non solo errore profano in materia, ma anche in quelle di competenza più o meno alla religione, dal momento che i profeti e Cristo stesso, nonostante la sua divinità, non in possesso di assoluta infallibilità.

(Cf. Denney, A dict. Di Cristo e il Vangelo, I, 148-49.) La Bibbia è un documento storico che prese in tutti i suoi elementi contiene il racconto della fede rivelazione, la novella della salvezza.

(c), la verità rivelata, e, di conseguenza, la fede che ne derivano non sono fondata sulla Bibbia, ma su Cristo stesso, è da Lui e per mezzo di Lui che il testo scritto acquisisce tutti i suoi sicuramente vale la pena.

Ma come siamo noi per raggiungere la realtà storica di Gesù - il suo insegnamento, la sua istituzioni - se la Scrittura, così come tradizione, ci offre non fedeli quadro?

La questione è un doloroso.

Per stabilire l'ispirazione e autorità divina della Bibbia primi riformatori ha sostituito l'insegnamento della Chiesa criteri interno, in particolare, la testimonianza interiore dello Spirito Santo e spirituale l'efficacia del testo.

La maggior parte dei teologi protestanti di oggi d'accordo nel dichiarare questi criteri né scientifica né tradizionale, e in ogni caso che ritengono loro insufficiente.

(Su il vero criterio di ispirazione cfr. canone della Sacra Scrittura.) Essi professano, di conseguenza, a completarli, se non di sostituirli del tutto, da una dimostrazione razionale dei autheticity e sostanziale affidabilità del testo biblico.

Il nuovo metodo potrebbe fornire un punto di partenza per la teologia fondamentale della Rivelazione, ma non può fornire una giustificazione completa dei Canon, come è stato finora mantenuto nelle Chiese della Riforma.

Anglicana teologi, troppo, come Gore e Sanday, volentieri ricorso tot egli dogmatica la testimonianza di coscienza collettiva della Chiesa universale, ma, così facendo, esse rottura con uno dei primi principi della Riforma, l'autonomia della coscienza individuale.

(3) La posizione dei liberali protestanti (vale a dire quelli che sono indipendenti di tutti i dogmi), possono essere facilmente definiti.

La Bibbia è proprio come altri testi, né ispirato, né la regola della fede.

Credo religioso è molto soggettivo.

Finora è da seconda del dogmatico o addirittura storico autorità di un libro che dà ad essa, a sua volta, il suo reale valore.

Quando testi religiosi, la Bibbia, è composto in questione, la storia - o, almeno, quello che la gente in generale credo di storico - è in larga misura un prodotto della fede, che ha trasfigurato i fatti.

Gli autori della Bibbia può essere chiamato ispirato, che è dotato di una superiore percezione di questioni religiose; religiosa, ma questo entusiasmo non differisce sostanzialmente da quella che animava Omero e Platone.

Questa è la negazione di tutto ciò che soprannaturale, nel normale senso della parola, come pure nella Bibbia come nella religione in generale.

Tuttavia, coloro che detengono questa teoria difendersi da l'accusa di infedeltà, soprattutto repudiating il freddo razionalismo del secolo scorso, che è stato costituito esclusivamente di negazioni.

Pensano che essi rimangono sufficientemente cristiana di rispetto del sentimento religioso al quale Cristo AHS dato la più perfetta espressione ancora noto.

In seguito Kant, Schleiermacher, Ritschl, che professano una religione liberato da tutti i filosofiche intellettualismo e da ogni prova storica.

Fatti e le formule del passato, ai loro occhi, solo un simbolico e un valore transitorio.

Questa è la nuova teologia di diffondere il più noto professori e scrittori in particolare in Germania - storici, esegeti, filologi, o anche i pastori delle anime.

Basti citare Harnack, HJ Holtzmann, Fried.

Delitzsch, Cheyne, Campbell, A. Sabatier, Albert Réville e Giovanni.

è a questa trasformazione del cristianesimo che "Modernismo", condannato dalla Enciclica Pascendi gregis, deve la sua origine.

Nel moderno protestantesimo la Bibbia è decisamente diminuita dal primato che la Riforma ha avuto così forte ad essa conferite.

La caduta è un fatale, sempre più profonda di giorno in giorno, e senza rimedio, dal momento che è la logica conseguenza del principio fondamentale di avanzare di Lutero e di Calvino.

La libertà di esame è stato destinato prima o poi a produrre la libertà di pensiero.

(Cfr. A. Sabatier, Les religioni d'autorite e la religione de l'espirité, 2a ed., 1904, pp. 399-403.)

Pubblicazione di informazioni scritte da Alfred Durand.

Che cosa trascritto da Ste-Marie.

Della Enciclopedia Cattolica, Volume VIII.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

CATTOLICA WORKS.-FRANZELIN, Tractatus de divina traditione et Scriptura (2a ed., Roma, 1875), 321-405; Schmid, De inspirationis bibliorum vi et ratione (Lovanio, 1886); ZANECCHIA, Divina inspiratio Sacrae Scripturae (Roma, 1898 ); Scriptor Sacer (Roma, 1903); BILLOT, De inspiratione Sacrae Scripturae (Roma, 1903); CH.

PESCH, De inspiratione Sacrae Scripturae (Freiburg im Br., 1906); LAGRANGE in Revue Biblique (Parigi, 1895), pag

(Londra, 6 novembre, 1897, al 5 febbraio, 1898); HUMMELAUER, Exegetisches zur Inspirationsfrage (Freiburg im Br., 1904); FONCK, Der Kampf um die Warheit der heil.

Schrift seit 25 anni (Innsburck, 1905); DAUSCH, Die Schrifitnspiration (Freiburg im Br., 1891); HOLZHEY, Die Inspiration de heil.

Schrift in der Anschauung des Mittelaters (Monaco di Baviera, 1895); CH.

PESCH, Zur neuesten Geschichte der Katholischen Inspirationslehre (Freiburg im Br., 1902)

Protestante WORKS.-GUSSEN, Theopneustic (2a ed., Parigi, 1842), tr.

Pleanry ispirazione della Sacra Scrittura; LEE, L'ispirazione della Sacra Scrittura (Dublino, 1854); ROHNERT, Die ispirazione, der heil, Schrift und ihre Bestreiter (Lipsia, 1889); Sanday, La oracoli di Dio (Londra, 1891); Farrar, La Bibbia, il suo significato e Supremacy (Londra, 1897); Storia della Interpretazione (Londra 1886); Un Clerical Simposio su ispirazione (Londra, 1884); RABAUD, Histoire de la dottrina de l inspriaation dans les pays de langue francaise depuis la Reforme jusqu uno nos jours (Parigi, 1883).

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a