Libro di Joel

INFORMAZIONI GENERALI

Il libro di Joel, un libro profetico dell'Antico Testamento della Bibbia, deriva il suo nome dal profeta Gioele.

Nient'altro che il suo nome è conosciuto circa il profeta.

La data di composizione è stato probabilmente tra 400 e 350 aC, anche se alcuni studiosi luogo è molto prima (9-7 secolo aC).

Il libro si suddivide in due sezioni.

Il primo (1:1 - 2,17) rende conto di una piaga delle cavallette e di una siccità che ha devastato Giuda come simbolo del giudizio divino.

La seconda (2:18 - 3:21) promette il dono dello Spirito del Signore per tutta la popolazione e dichiara sentenza definitiva a tutte le nazioni, con la protezione e la fertilità di Giuda e Gerusalemme.

Il passaggio sulla effusione dello Spirito di Dio (2:28 - 32) è citata in Saint Peter's Pentecoste sermone in Atti 2:17 - 21.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
George W. Coats

Libro di Joel

Breve Outline

  1. Locust peste e la sua rimozione (1:1-2:27)

  2. Futuro Giorno del Signore (2:28-3:21)


Jo'el

Informazioni avanzate

Joel, Geova è il suo Dio.

(1.) Il più antico di Samuele di due figli da lui nominati giudici in Beersh EBA (1 Sam. 8,2).

(Vedere VASHNI.) (2.) Un discendente di Reuben (1 Chr. 5:4,8).

(3.) Uno dei David's famoso guerrieri (1 Chr. 11:38).

(4.) Un levita della famiglia di Gershom (1 Chr. 15:7, 11).

(5.) 1 Chr.

7:3. (6.) 1 Chr.

27:20. (7.) Il secondo dei dodici profeti minori.

Egli era il figlio di Pethuel.

La sua storia personale si conosce solo il suo libro.

(Easton Illustrated Dictionary)

Libro di Jo'el

Informazioni avanzate

Joel è stato probabilmente un residente in Giuda, come la sua commissione è stata a quella gente.

Egli fa frequente riferimento di Giuda e di Gerusalemme (1:14; 2:1, 15, 32; 3:1, 12, 17, 20, 21).

Egli probabilmente fiorita nel regno di Uzziah (circa 800 aC), ed è stata contemporanea con Amos e Isaia.

Il contenuto di questo libro sono, (1.) Una profezia di un grande pubblico di calamità quindi imminente sulla terra, costituito da una mancanza di acqua e una straordinaria piaga delle cavallette (1:1-2:11).

(2.) Il profeta poi invita i suoi a pentirsi e a rivolgerci a Dio, assicurandoli della sua disponibilità al perdono (2:12-17), annuncio e il ripristino del terreno abituati alla sua fecondità (18-26) .

(3.) Poi segue una profezia messianica, citato da Pietro (Atti 2:39).

(4.) Infine, il profeta preannuncia segni e delle sentenze, come destinati a cadere sulla nemici di Dio (c. 3, ma nel testo ebraico 4).

(Easton Illustrated Dictionary)

Libro di Joel

Da: Home Bibbia studio di commento di James M. Gray

Il testo di questa lezione, ad eccezione delle questioni è tratto da l'autore della "Bibbia Studi sintetiche".

Joel è stato probabilmente il più presto dei profeti cui scritti sono scese a noi.

La sua storia personale non è nota, oltre la dichiarazione nudo, 1:1.

Il suo campo di lavoro è stato presumibilmente Giuda piuttosto che Israele, il sud, piuttosto che il regno settentrionale, a causa di allusioni al centro del culto pubblico che è stato a Gerusalemme, 1:9, 13, 14, 2:15, e perché non allusioni a Israele distintiva.

Tali luoghi come 2:27, 3:16 e si pensa a Israele come intende comprensivo di Giuda, vale a dire, l'intera nazione unita.

Anche se si presume che Joel è stata la prima dei profeti, ma gli elementi di prova è inferenziale piuttosto che diretto.

Egli è presumibilmente prima di Amos che è noto per avere profetizzato da qualche parte circa la stretta dell 'ottavo secolo aC, perché egli sembra essere citati da Amos 5:16-18.

Egli fa anche riferimento allo stesso Heathen nazioni come Amos 3:4-6, e allo stesso fisico flagelli come prevalente nella terra, 1:4, 17, 20.

(Confronta i riferimenti ai marginali Amos.)

Schema generale del libro

Per quanto riguarda il libro stesso schema che il contenuto del suo capitoli così:


Domande 1.

Che cosa fa cronologico relazione Joel recare agli altri profeti?

2. A cui regno sono stati i suoi messaggi inviati?

3. Che cosa vi è prova di questo?

4. Quale futuro benedizioni sono previsti per Israele?

5. Quando è stata la profezia di 2:28-32 parzialmente soddisfatte?


Joel

Informazioni cattolica

Il figlio di Phatuel, e il secondo nella lista dei dodici profeti minori.

Nulla si sa della sua vita.

La scena del suo lavoro è stato il Sud israelita Regno di Juda, e probabilmente la sua capitale Gerusalemme, egli l'ha più volte si riferisce a tempio e altare.

Le frequenti apostrofi ai sacerdoti (1:9, 13-14; 2,17) anche portare ad inferenza che lui stesso Joel è stato sacerdotale di discesa.

INDICE di Gioele

Il settanta-tre versi di questo piccolo libro, nel Massoretic testo del Vecchio Testamento, sono suddivisi in quattro, in Settanta e la Vulgata in tre, capitoli, il secondo e il terzo capitoli del testo Massoretic formando un capitolo, il secondo nel Settanta e la Vulgata.

Il contenuto della profezia di Gioele può essere considerato, preso del tutto, come un tipico presentazione in miniatura dei principali temi del discorso profetico: sombre avvertenze della sentenza di Jahweh, destinato a risvegliare la gente dal torpore morale esistenti, e gioiosa, glowingly espresso annunciamo Jahweh's opera di salvezza, volte a mantenere viva la fede nella venuta del Regno di Dio.

Questi due fondamentali pensieri sembrano essere uniti, come le disgrazie della sentenza sono un processo di purificazione per preparare le persone per l'accoglienza della salvezza, e sono in realtà solo un aspetto del Divino opera della redenzione.

Nella prima divisione principale del Libro di Gioele (1:2-2:17) sono le profezie di threatenings il giorno del giudizio; le profezie nella seconda divisione, che abbraccia il resto del libro (2:18-3: 21), sono consolatoria descrizioni dei giorni di grazia.

La prima sezione è ulteriormente divisa in due discorsi sulla sentenza: capitolo 1:2-20, descrive un terribile flagello, una piaga delle cavallette, con il quale il profeta della terra sono stati visitati; questi parassiti avuto modo completamente divorato i campi che nemmeno il materiale di base per la carne e bere-offerte esistito.

Per questo motivo i sacerdoti sono a pronunciare lamentele e di ordinare una procedura accelerata.

Capitolo 2:1-17, ripete lo stesso pensiero più enfaticamente: tutte queste piaghe sono solo i precursori di flagelli ancora maggiore nel giorno del Signore, quando la terra del profeta deve diventare un deserto.

La gente deve, dunque, tornare a Jahweh, e i sacerdoti devono entreat il Signore nel luogo santo.

le profezie nella seconda sezione sono inoltre suddivisi in due discorsi: nel 2:18-32, il Signore è placato dal pentimento della nazione e dà la benedizione di bounteous raccolti.

Proprio come nella prima parte il fallimento del raccolto è stato un tipo e la prefigurazione di calamità nel giorno del giudizio, così ora l'abbondanza serve come illustrazione della pienezza di grazia nel regno di grazia.

Il Signore effondere il suo Spirito su ogni carne, e che tutti invocano il suo nome deve essere salvato.

Nel capitolo 3:1-21, la redenzione di Israele è, d'altra parte, un giudizio su Heathen nazioni: il Signore avrà vendetta, nei quattro quarti della terra, su coloro che tyrannized oltre il suo popolo, su Filistei, Fenici, Edomites, e egiziani, per le nazioni sono maturi per la campagna di raccolta nella valle di Giosafat.

Letteraria e teologica di carattere joel

Esaminato come logica di connessione, i quattro discorsi di Joel mostrano una strettamente unita, compatta schema di pensiero.

Per quanto riguarda la forma che sono un modello biblico di simmetria retorico.

La legge del ritmo retorico, che, come il diritto di armonia disciplina la forma dei discorsi, si mostra anche, in particolare, nel regolare alternanza di descrizioni in diretta o indiretta discorso, come in sezioni di cui la prima o la terza persona, in il apostrofi nella seconda persona singolare e plurale.

I primi due interventi sono simili in costruzione: 2:1-11 assomiglia 1:2-12, 2:12-17, è come 1:13-20.

Anche in questi ultimi due interventi vi è un lungo verbale somiglianza con l'accordo di pensiero, cf.

in 3:17 e 2:27, simile espressione.

La lingua di Joel è pieno di colore, animato retorica, e ritmica.

I passaggi da sq 1:13, 2:17 e, sono ancora utilizzati nella Liturgia della Chiesa durante la Quaresima.

La sua profezia del versando fuori dello spirito su ogni carne (2:28-32) è stato in seguito adottato come il primo testo biblico del primo sermone Apostolica (Atti 2:16-21).

Joel's discorsi del giorno del giudizio, e del l'abbondanza di grazia che Jahweh nella pienezza dei tempi si elargire da Sion forma una delle più belle pagine della escatologia dei Profeti.

Alcuni dei suoi ardente immagini sembrano anche essere state prese in prestito dallo scrittore of the Apocalypse del Nuovo Testamento (cfr Joel 3:13, e Apocalisse 14:15).

Il sciame di locuste, che ha così spesso ricevuto una interpretazione simbolica, non è apocalittico picture; non è una descrizione dei progressi di un esercito ostile sotto la figura di anticipo l'immaginario di locuste.

I passaggi 2:4-7, "Essi eseguire come cavalieri... Come gli uomini di guerra che si scala il muro", rendono assolutamente certo che un ipotetico sciame di locuste non è stata presa come simbolo di un esercito ostile, ma che, al contrario, un esercito ostile viene utilizzato per caratterizzano un vero e proprio sciame di locuste.

Di conseguenza, Joel si riferisce a un flagello contemporaneo, e nel stile retorico della profezia di questo passa per i mali del giorno del giudizio.

Data della profezia di Gioele

La parte più difficile nelle indagini di Joel è la data, e le molte ipotesi non hanno portato ad alcun risultato convincente.

Il primo versetto del libro non trasmettere, come altri libri profetici fare, una data, né i discorsi contengono alcun riferimento agli avvenimenti del periodo, che potrebbe costituire la base per la cronologia del Profeta.

Generale storia non ha preso alcuna avviso di infestazioni di locuste che sono stati di frequente, e si tratta di una supposizione arbitraria di interpretare il sciame di locuste come Scythian orda, che, secondo Erodoto (I, 103 ss.; IV, i), devastato i paesi di Asia occidentale dalla Mesopotamia in Egitto tra gli anni 630-620 aC Il libro di Joel è stata variamente attribuita a quasi tutti i secoli dei profetica era.

Rothstein, arrivando fino a assegnare lo discorsi a varie date, un tentativo che non deve, data la stretta connessione tra i quattro indirizzi.

I primi commentatori, di concerto con Girolamo, ha posto l'epoca di composizione nel VIII secolo aC, che ha preso Joel, pertanto, come un contemporaneo di Osee e Amos.

A motivazione di questa data, esso ha sottolineato che Joel è inserito tra i dodici profeti minori e tra Osee Amos; inoltre, che tra i nemici di Juda il libro non menziona gli assiri, che sono stati anathematized di ogni profeta dal momento in cui è apparso come un potere in Asia.

Tuttavia, in un libro di tre capitoli molto peso, non può essere legato ad un argomento dal silenzio.

Anche coloro che decidono a mettere il libro prima che l'esilio non sono d'accordo a individuare il re nel cui regno Joel vissuto.

L'assegnazione al periodo di re Josias è supportata dal fatto che Joel prende per il suo tema il giorno del Signore, così come la contemporanea Profeta Sophonias; a questo si può aggiungere che l'anatema su egiziani possono essere influenzati dalla battaglia di Mageddo (608 aC).

Più tardi commentatori assegnare il libro per il periodo dopo l'esilio, sia perché il capitolo III si assume la dispersione degli ebrei tra le altre nazioni, e perché l'escatologia di Joel presuppone il periodo successivo di teologia ebraica.

E ', tuttavia, Joel impossibile per essere stato un contemporaneo del Profeta Malachias, a causa del modo in cui l'ex guarda i sacerdoti del suo periodo perfetto come leader e mediatori per la nazione.

Nessuna delle ipotesi relative cronologico Joel può pretendere di essere in possesso di una prova convincente.

Pubblicazione di informazioni scritte da Michael Faulhaber.

Trascritto da Thomas J. Bress.

Della Enciclopedia Cattolica, Volume VIII.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

Visualizzare il introduzioni le Scritture di CORNELY, VIGOUROUX, GIGOT, driver, CORNILL, e STRACK.

Per le domande: PEARSON, la profezia di Gioele (Lipsia, 1885); SEBÖK, Die syrische Uebersetzung der kleinen Propheten XII (Lipsia, 1887); KESSNER, Das Zeitalter des Propheten Joel (Lipsia, 1888); Sievers, Alttest.

Miscellen (Lipsia, 1907).

Commenti su Joel .-- cattolica: SCHOLZ (Würzburg, 1885); KNABENBAUER (Parigi, 1886); Van Hoonacker (Parigi, 1908); protestante: Smith (Londra, 1897); CONDUCENTE (Cambridge, 1898); ADAMS (Londra, 1902); NOWACK (2a ed., Göttingen, 1903); MARTI (Tübingen, 1904); EISELEN (New York, 1907); Orelli (3a ed., Monaco di Baviera, 1908).

Ulteriore bibliografia in commenti.

Libro di Joel

Informazioni prospettiva ebraica

ARTICOLO VOCI:

- Biblico dei dati:

§ 1.

Carattere duplicato.

- Critica Vedi:

§ 2.

Data del libro:

Motivi per il tempo di Joash.

Motivi per il tempo di Giosia.

Obiezioni al Post-Exilic Data.

La peste di cavallette.

§ 3.

La teoria della origine di Joel in due parti diverse scritte in diversi momenti:

Differenza di back-ground.

Motivi per la Divisione.

Più tardi per motivi Composizione.

§ 4.

La teoria della Revisione di un vecchio libro in un periodo successivo:

- Biblico dei dati:

Le profezie del Libro di Gioele sono divisi in due parti, di cui, rispettivamente, (1), ch.

I.

2-II.

17 e (2), ch.

II.

18-IV.

21. Il contenuto della prima parte, possono essere riassunti come segue: Il profeta all'inizio richiama l'attenzione degli anziani e di tutti gli abitanti della terra ad un prossimo evento simile, di cui non è mai stato visto, un terribile visita di locuste ( i. 2-7), che coincide con una carestia, e che insieme vanno a ridurre il tutto a terra la miseria bitterest (I. 10-12, 16-20).

Il profeta esorta il popolo a veloce, pregare e piangere (I. 13 e segg., Ii. 1-12 e segg.).

In questo duplice visita il profeta percepisce l'approccio del "giorno del Signore" (I. 15), che sarà inaugurato da un terribile afflizione (II. 2-11) a meno che le persone diventano veramente pentito (II. 12 -17). Nella seconda parte si è connessi come prima il popolo ha effettivamente portare ad un cambiamento nella grazia di Dio piani di obbedendo il profeta's a provvedimenti inibitori (II. 18); questa è seguita da Yhwh la risposta alla preghiera del popolo (ii . 19 e segg.); Allora vi è la promessa di sollievo da carestia attraverso abbondanti piogge e attraverso una meravigliosa fecondità, dopo di che lo spirito di profezia deve essere versato su tutti i carne, e il giorno del Signore trarrà vicino, accompagnato da terribili segni di cui il cielo e la terra.

Questi terrori, tuttavia, non sono per gli ebrei, che verranno salvati nel giorno del giudizio, perché ha invitato il Signore, ma per i loro nemici (III. 1-5).

Al momento del cambiamento della sorte di Giuda e di Gerusalemme il Signore si riuniranno tutte le nazioni nella valle del Jehoshaphat (cfr. Jehoshaphat, Valle di), destinati ad essere distrutti attraverso il compimento della divina sentenza di collera (IV. 11 -- 13), perché hanno saccheggiato i tesori del Signore e hanno venduto i figli di Giuda e di Gerusalemme ai figli dei Grecians (IV. 5-8).

Dio sarà un rifugio per il suo popolo (IV. 16); stranieri non potranno più passare attraverso Gerusalemme (IV. 17); suolo di Giuda diventerà estremamente fruttuosa, e una fontana di acqua anche la valle del Shittim (vale a dire, la infruttuosa Giordania valle), mentre l'Egitto e Edom sarà trasformato in un deserto per conto del male che hanno fatto di Giuda (IV. 18-19).

§ 1.

Carattere duplicato.

- Critica Vedi:

Joel che si compone di due parti appare da ii.

18, che, se le regole di sintassi ebraico sono applicati, deve essere interpretato come un racconto segnalare il cambiamento di atteggiamento di Dio a seguito della esortazione al pentimento.

Solo attraverso un malinteso del metodo di narrativa ebraico sarà la domanda essere sollecitati, in opposizione a questa costruzione, che tale relazione deve necessariamente comprendere la storia della effettiva realizzazione di penitenza.

Stilistica incuria è molto usuale in ebraico narrativa, e l'atto di penitenza è lasciato che deve essere fornita da lettore dal contesto-vale a dire, in questo caso dalla profetica esortazione al pentimento (la penitenza compiuti devono essere forniti versi tra 17 e 18) .

D'altra parte, né l'interpretazione della imperfects nel versetto 17 come jussives nemmeno la lettura del imperfects consecutivi (…) come semplice storico imperfects (…) giustifica la seguente traduzione approvato dal De Wette, Baudissin, e altri: "Allora si Yhwh essere geloso per la sua terra e proteggere il suo popolo; Yhwh e parlerà e dire al suo popolo", ecc In questo rendering, che è irricevibile per motivi linguistici, le parole seguenti versetto 17 apparire come una promessa collegato con quanto precede petizione per un ritorno a favore, e la profezia di Gioele sarebbe quindi formare un intero consecutivi.

Ma anche l'accettazione di questa teoria non rimuovere le difficoltà nel modo di fissare il tempo di Joel's profezia.

§ 2.

Data del libro:

Teoria di un Pre-Exilic Periodo: (a) Secondo l'ex opinione ampiamente accettata, Joel ha scritto per l'inizio del regno di re Joash (836-797 aC), ed è stato quindi il più antico profeta di lasciare un libro di profezie.

Questa teoria di un inizio di data di composizione è stata, soprattutto, fortemente sostenuta dal fatto che non c'è menzione del assiri.

L'inizio del regno di Joash è stato sollecitato in vista del fallimento del libro per fare riferimento al nome o per il siriani a Damasco, che, secondo II Kings xii.

18 e segg., Seriamente minacciato Gerusalemme sotto Joash (comp Hazael).

Motivi per il tempo di Joash.

In ulteriore sostegno di questa teoria è stato di stress a cui l'assenza di qualsiasi riferimento al re, che punto per il periodo tra la minoranza di Joash, mentre il predominio delle sacerdotale influenza ha portato alla conclusione che Joash, all'inizio del suo regno, è stato sotto l'influenza del sommo sacerdote Jehoiada.

Un altro punto di accordo in favore di questa data è stato mostrato l'ostilità agli Israeliti di nazioni, di cui al iv.

(AV iii.) 4, 19, che è stato fatto di fare riferimento alla ribellione dei Edomites sotto Jehoram re di Giuda (849-842 aC), occasione in cui gli arabi e saccheggiato i filistei Gerusalemme (II Chron. XXI. 8 e segg., 16 e segg.; comp. § 3, qui di seguito).

Motivi per il tempo di Giosia.

(b), König luoghi la composizione del libro in una data molto più tardi, ma ancora in pre-exilic periodo, vale a dire, nel tempo del re Giosia, o nel periodo immediatamente successivo.

Le ragioni sono queste: La forma delle profezie è troppo finito a data da inizio profetica stile di scrittura, anzi, il carattere linguistico che è di circa il settimo secolo aC Inoltre, il contenuto riflettere il tempo di Giosia, perché è stato allora che la grande carestia che si è verificato Geremia (Jer. xiv. 2-6) descrive in modo simile a Joel.

Infine, la menzione degli egiziani punti agli ultimi anni di Giosia (oppure quelli immediatamente seguenti), facendo riferimento alla Josiah's campagna contro gli egiziani.

Il fatto che né gli Assiri, né i Babilonesi sono accennato a sfavore di König incontri, dal momento che tutte le altre pre-exilic profeti, da Amos a Geremia, riconoscere Dio sentenza, che è quello di cadere sul suo popolo proprio l'estensione della assira e , Più tardi, di babilonese impero.

Teoria di un Post-Exilic Periodo: Questa teoria è stata in primo luogo, e in principio piuttosto hesitatingly, portata avanti da Vatke; da allora è stato adottato dal Merx (che prende il libro per un Midrash scritta dopo 445 aC), di Stade, Kuenen, Wellhausen, Wildeboer, Nowack, Kautzsch, Duhm, Oort, Cornill, e altri.

L'ultimo nome studioso, tenendo il libro di essere un compendio di ritardo di escatologia ebraica, lo mette nel 400 aC, Gerusalemme, perché a quel tempo non solo è stata abitata, ma ha avuto un tempio (i 14, II 15), così come un muro (II. 9), che indicano un periodo di tempo dopo Neemia.

Ma egli trascura il fatto che le pareti di cui al testo sono certamente quelli delle case all'interno della città.

Di tutto ciò che è stato fornito a sostegno della post-exilic teoria, solo i passaggi come iv.

(AV iii.) 17 hanno davvero alcun peso.

La dichiarazione ", quindi deve essere santa Gerusalemme, e non vi sono stranieri non passare attraverso la sua più", indica una città che era stata distrutta a un destino che befell Gerusalemme solo sotto Nabucodonosor (si veda oltre § 3, qui di seguito). D'altro mano, IV.

(AV iii.) 1 non può essere oggetto di ricorso, dal momento che le parole non significano, come è stato precedentemente creduto », di riportare la cattività"-che in effetti portare a presupposto che la deportazione degli abitanti della Giudea e di Gerusalemme aveva preceduta - ma più correttamente "a sua volta il destino."

Obiezioni al Post-Exilic Data.

Gli altri motivi avanzati per il post-exilic teoria non sono molto plausibile.

Quindi, il fatto che il re non è menzionata non è notevole, poiché il re non è neppure menzionato nella Naum e Abacuc.

Se il silenzio di questo tipo è di peso, dovrebbe essere considerato come decisivo nei confronti di un post-exilic risalente se il governatore e sommo sacerdote non sono stati menzionati in un lavoro.

Né è l'assenza di qualsiasi riferimento l'alta e la loro luoghi di culto accanto al tempio di Gerusalemme notevole, dal momento che Isaia e, prima di lui, Amos riconoscere solo il tempio di Gerusalemme come abitazione di Dio, e Isaia, a differenza di Amos e Osea, anche polemizes nei confronti di altri luoghi di culto.

Quando, tuttavia, Joel in i.

9 parla della soppressione dei carne e bere-come l'offerta di una calamità, e in i.

13 e segg.

invita i sacerdoti a veloce di conseguenza, questo non dovrebbe essere considerata come una prova di ogni stima per il rituale, un atteggiamento in modo del tutto estraneo al pre-exilic periodo.

Isaia menziona anche l'offerta di carne (Isa. i. 13), Amos e sottolinea l'osservanza del sabato (Amos viii. 5); e quando il pre-exilic profeti respingere il culto esterno di Dio, lo fanno solo in misura in cui essa tende a rappresentare tutto l'uomo della vita religiosa e per spostare tutto il vero interno rapporto a Dio (obbedienza).

D'altro canto, la nomina di un rapido in occasione di eccezionali afflizioni si trova nella narrativa del Libro dei Re (I Kings XXI. 9; comp. II Chron. Xx. 3).

E 'stato giustamente ha sottolineato che il modo in cui Joel, dalla forza del suo ufficio profetico, dà, per così dire, comandi superiore ai sacerdoti, non a tutti i accordo con la posizione che il sacerdozio occupati nel corso del tempo dei Persiani e più tardi.

Post-exilic composizione del libro di meno può essere provato tutti dalla menzione del "anziani" (cfr. in particolare i. 14, in cui, tuttavia, è accusativo, non vocativo), dal momento che Joel non parla di loro come persone ufficiali , Ma connota di "vecchi" solo i più rispettati del popolo.

Post-exilic teoria, del resto, lungi dal rimuovere difficoltà, dà luogo a varie altre supplementari di grave natura.

In primo luogo, l'accettazione di post-exilic teoria della composizione richiede l'ipotesi del tutto improbabile che il profeta in i.

1 e segg.

si pone alla fine dei tempi e parla alla generazione degli ultimi giorni.

Poiché non vi è alcun annuncio del giorno finale, la conclusione è naturale che l'apertura del libro è stato destinato al contemporanei del parlante, ma, in caso affermativo, la apocalittica interpretazione delle parole diventa impossibile, e questo uno dei negativi la più pesante argomenti in favore del tardo data di composizione.

Va osservato, inoltre, che non si parla di una futura sentenza è fatta solo dopo iii.

1 (AV ii. 28), ragion per cui le nazioni ostili a Israele non sono menzionati fino ad allora (ad esempio, in iv. [AV iii.] 2).

La peste di cavallette.

Un'altra difficoltà sorge quando, per motivi di post-exilic teoria, le locuste si intendono non reale ma "apocalittico locuste", cioè, come ad esempio la fantasia del profeta ha inventato per illustrare il giudizio finale.

Ma la piaga delle cavallette è rappresentata come effettivamente iniziata; descrive il profeta senza che indica che c'è da aspettarsi nel futuro e, pertanto, egli esorta i suoi concittadini, che hanno subito questa afflizione con lui, a lamento e pentimento.

Inoltre, di "locuste" non è inteso, come alcuni hanno affermato, il montato di un esercito nemico umani, per non vi è nulla nella descrizione per indicare altro che una vera e propria piaga delle cavallette.

Se fosse vero che da essi il profeta destinati cavalieri del nemico, non vi sarebbe il risultato del confronto incongruenza di un esercito di cavalli e cavalieri di eroi e di guerrieri (II. 4. E segg.).

Quando il sciami di locuste sono chiamati "nord" () in II.

20, è infatti più naturale pensare a un esercito proveniente da nord, perché locuste in Palestina sempre provenire da sud.

Considerando che non è ragionevole sostenere che le locuste qui descritto potrebbe essere stato spinto in Palestina da un vento da nord-est del deserto siriano (così Volck), questa teoria, di fronte al più naturale di spiegazione, sembra solo un ripiego.

Ma la difficoltà scompare con l'ipotesi accanto a essere presa in considerazione.

§ 3.

La teoria della origine di Joel in due parti diverse scritte in diversi momenti:

Differenza di back-ground.

La teoria che Ch.

iii.-iv. (AV ii. 28-III.) Devono essere separati da i.-ii.

è stato portato avanti prima di Rothstein nella traduzione tedesca del Driver's "Introduzione al Vecchio Testamento", Berlino, 1896 (pag. 333).

Egli inizia con il fatto che l'ipotesi in generale le due parti sono del tutto diversa: in cap.

I.

e segg.

popolo e lo stato (Giuda) appaiono in perfetta integrità, il male del giorno è una terribile piaga delle cavallette in collaborazione con un'associazione di divorando siccità; nei passaggi in cui il rapporto con le altre nazioni è caratterizzato, non vi è alcuna traccia di una penosa condizione portato, in senso politico, da parte del nemico (II. 17; comp. ter. 19b).

D'altra parte, in iii.

e segg.

(AV ii. 28 e segg.) Tutta la storia è politica; un riferimento alla necessità di tempo indicato nel i.

1 e segg.

non deve essere scoperto (non più in ii. 18); inoltre, le persone, almeno una gran parte di essi, sono in esilio; sentenza da cui devono essere salvati in base alle i.

e segg.

ha per lungo tempo a venire, poiché passa, e Gerusalemme è già percorsa verso il basso e dissacrato da genti.

Infine, va aggiunto che un gran numero di passaggi in iii.

(II. 28 e segg.) sono del tutto privi di originalità (con l'eccezione della iv. [iii]. 9 e segg., dove probabilmente frammenti di una vigorosa originale sono stati conservati).

Rothstein conclude che cap.

I.

e II.

sono stati scritti da Joel durante la minoranza di re Joash; che, d'altra parte, cap.

III.

(II. 28 e segg.) e IV.

(III.) data da un postexilic periodo, e sono state scritte da un autore whowas privo di originalità, di modo che egli collegato la sua elaborazione con la vecchia profezia nel cap.

I.

e ii., come è il caso riconosciuto con Obadiah, versetti 10-21 (con la quale molti parallelismi sezione si trovano in Joel iii. segg. [ii. 28 e segg.]) e 1-9.

Questo autore, tuttavia, che per la sua parte riguarda la piaga delle cavallette annunciato nel cap.

II.

come un riferimento simbolico alla inroad di orde ostili, anche scritto ii.

20, luogo in cui egli ha scelto espressamente espressioni che porterebbe a pensare del "nord" esercito (vale a dire, l'esercito di Heathen che era già entrato nel paese) insieme con il sciami di locuste che egli interpreta simbolicamente.

Allo stesso modo, ii.

10-11 (oppure solo 11 bis) provenivano dalla stessa parte, dal momento che questi versetti dare l'impressione che l'autore intende potenti eserciti piuttosto che locuste.

Motivi per la Divisione.

Quando, invece, si è obiettato (di Baudissin, in "Einleitung in die Bücher des Alten Testamento", 1901, p. 499) che in questo modo le difficoltà guardiano del tempo determinazione non sono affatto rimosso, dal momento che la ragioni a favore e contro una pre-exilic data si applicano ad entrambe le metà del libro, deve ancora essere riconosciuto (come lui stesso ammette Baudissin) che le difficoltà di pre-exilic teoria sono maggiori nella seconda parte.

Inoltre, essa non può essere ammesso che le ragioni che possano giustificare l'accettazione di pre-exilic teoria si trovano quasi interamente nella seconda parte solo.

Il vincolo di una profezia nel periodo d'apertura del re Joash's regno, che si basava su l'identificazione di ostilità di cui al iv.

(III.) 4 e segg.

con la rivolta dei Edomites sotto Jehoram, sarà, comunque, devono essere abbandonati.

La difficoltà che queste descrizioni si applica ancora meno a un post-exilic periodo piuttosto che il tempo del re Joash (vedi sotto).

In ogni caso il carattere profetico di CH.

I.

e ii., in contrasto con il carattere apocalittico, che in realtà inizia con iii.

1 (II. 28), è sufficiente da solo (come è anche sottolineata da Baudissin) per giustificare l'cronologico determinazione delle due parti.

Inoltre, l'atteggiamento oratorical, la vigorosa lingua, e l'originalità di espressione e di illustrazioni-di cui l'immagine di essere disteso come la mattina su la montagna è trovato solo in Joel (II. 2)-parlare per la vecchia data di la composizione della prima parte.

E 'sbagliato supporre che la perfezione della forma di questa profezia indica che non è stato scritto nel primo periodo di composizione profetica, perché, a fronte della canzone di Deborah e del Elegie a Saul e Jonathan, la possibilità di perfezione di forma nel periodo in cui Joel ha scritto non può essere negato; così come in altre letterature anche i primi scritti poetici sono sempre state precedute da una fase più poetica di sviluppo.

O no Joel veramente profetizzato sotto Joash, o deve essere immessi solo poco prima di Amos, è irrilevante, se si separa ch.

III.

e IV.

e allo stesso tempo ii.

4, 11, che sono basati sulla teoria precoce.

In favore del tempo poco prima di Amos, Baudissin ha suggerito, non senza giustizia, che anche in Amos una piaga delle cavallette insieme a una siccità è indicato come un castigo divino (Amos iv. 6-9; comp. Vii. 1-6 ), E che in questo libro, come anche in Joel iv.

(III.) 4 e segg.

(se questo passaggio così come iv. [iii]. 9 e segg. date anche da una vecchia profezia), vi è una denuncia relativa alla fornitura di schiavi catturati (Amos I. 6, 9), che, nonostante le variazioni unico , Rende facile supporre che lo stesso evento è qui intesa, vale a dire, l'uccisione dei Giudei, al momento della rivolta contro Edom di Giuda sotto Jehoram (comp Amos i. 11 e Joel iv. [Iii.] 19) .

La menzione dei "figli dei Grecians" (In IV. [Iii.] 6, se questo ancora appartiene alla parte più anziani) può difficilmente essere considerato come una prova contro questa teoria (anche se sono stati portati avanti a provare un tardiva data di composizione), poiché non vi è alcun motivo perché i greci non avrebbero dovuto essere menzionati in una prima pre-exilic periodo.

Più tardi per motivi Composizione.

D'altro canto, il fatto che la maggior parte dei dati che punta a un post-exilic composizione si trovano nella seconda metà del libro, dopo ch.

III.

(II. 28), parla per la successiva composizione del cap.

III.

e IV.

(II. 28-III.).

Questo è assunto per i seguenti motivi: Solo Giuda è espressamente menzionato, che l'idea sembra essere quella di connotare sia Giuda e Israele (così ch. Iv. [Iii.] 2; ma non così in II. 27); anche perché in la descrizione dei avvicina giorno del giudizio per le nazioni e la glorificazione del popolo di Dio non vi è alcun riferimento a Ephraim; infine, soprattutto, perché in iv.

(III.) 17, come è già stato osservato, non solo la distruzione di Gerusalemme è presupposta, ma anche la dispersione del popolo di Dio, Israele, tra le nazioni, e la divisione della terra di Israele.

Per quanto riguarda la questione riguardante l'profetica fonti dei rispettivi passaggi, probabilmente è più facile ricavare i passaggi iii.

5 (II. 32) da Obadiah, versetto 17; iv.

(III.) 18 da Ez, XLVII.

1 e segg.; E iv.

(III.) 16 da Amos i.

2-tutti in una parte che dà l'impressione di una noiosa e sterile stile di scrittura-che per supporre questi passaggi Joel essere stato originale.

Per questi motivi, la supposizione che iii.

e IV.

(II. 28-III.) sono state scritte in un post-exilic periodo sembra offrire la soluzione più semplice la difficoltà.

§ 4.

La teoria della Revisione di un vecchio libro in un periodo successivo: La divisione del libro in due parti convince Baudissin (LCP 499) che tale revisione deve avere avuto luogo.

Egli ritiene che la descrizione della sentenza della nazioni con il suo riferimento alla dispersione d'Israele, la divisione della terra di Yhwh, e il passare degli stranieri attraverso Gerusalemme come le aggiunte del revisore.

Ma la teoria lascia aperta la possibilità che singole parti della seconda metà del libro può avere apparteneva alla composizione originale e sono stati inseriti nella compilazione dei più tardi scrittore, direttamente o altro con alcune modifiche per soddisfare i tempi.

In considerazione di ciò, e degli ulteriori ipotesi, in primo luogo suggerito di Rothstein, che il secondo autore apportate le modifiche e le aggiunte anche nella prima parte, vi è poca differenza tra le due teorie.

Inoltre, è possibile concordare con Baudissin che la scrittura originale non ha bisogno abbia avuto origine nel periodo persiano.

E 'infatti opportuno luogo la sua composizione più tardi il tempo del Ptolemies, da allora la menzione d'Egitto potrebbe essere indicata la guerra in Egitto.

Emil G. Hirsch, Victor Ryssel

Enciclopedia ebraica, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:

Commenti: Hitzig, in Kommentar zu den Kleinen Propheten, 1838 (nuova ed. Di J. Steiner, 1881, in Kurzgefasstes Exegetisches Handbuch); Keil, in Biblischer Kommentar, 3a ed., 1888; Orelli, Strack e Zoeckler, Kurzgefasster Kommentar , 2d ed., 1888; J. Wellhausen, Die Kleinen Propheten (transl. con note in Skizzen und Vorarheiten, parte V.), 1892; W. Nowack, Handkommentar, 1897; B. Pusey, Il Profeti Minori, 1888; FW Farrar, Il Profeti Minori, la loro vita e Times, negli uomini della Bibbia serie, 1890; KA Credner, Der profeta Gioele, Uebersetzt und spiega, 1831, E. Meier, Der profeta Gioele, Neu Uebersetzt und spiega; agosto Wünsche , Die Weissagung des Propheten Joel, 1872 (fornisce una bibliografia completa su Joel al 1872); Adalberto Merx, Die Prophetie des Joel und ihre Ausleger, 1879; Beck, Die Propheten Micha e Joel, spiega, ed.

Lindemeyer, 1898; Ant.

Scholz, Commentar zum buche des Propheten Joel, 1885; Eugéne le Savoureux, Le Prophète Joel: Introduzione, critica, Traduction, et Commentaire, 1888; WWL Pearson, la profezia di Gioele: la sua unità, il suo obiettivo, e l'età della sua composizione , I.

885; Grätz, Joel, Breslau, 1872; EG Hirsch, l'età di Joel, Hebraica, New York, 1879; Kessner, Das Zeitalter des Propheten Joel, 1888; G. Preuss, Die Prophetie Joels, 1889; H. Holzinger, Sprachcharakter e Abfassungszeit des Buches Joel, Stade's Zeitschrift, IX.

89-131; GB Gray, il parallelo passaggi Joel nella loro incidenza sulla questione di data, in Il Expositor, 1893, Supplemento, pp.

208 e segg.; JC Matthes, in Theologisch Tijdschrift, XIX.

34-66, 129-160; XXI.

357-381; AB Davidson, in Il Expositor, marzo, 1888; Volck, Der profeta Gioele, in Herzog-Plitt, Real-Lett.

IX.

234-237; Robertson Smith e driver, Joel, in Encicl.

Brit.EGHV Ry.


Joel

Informazioni prospettiva ebraica

ARTICOLO VOCI:

-1. Dati biblico:

- Critica Vedi:

-1. Dati biblico:

La superscription del secondo libro dei cosiddetti Profeti Minori nomi come l'autore del libro "Joel, il figlio di Pethuel".

Ulteriore record storico è in divenire.

E 'addirittura impossibile farsi un'idea del profeta della personalità da tutti i contenuti del suo libro, perché, in corrispondenza con la sua parte oratorical, in parte lo stile visionario, tutti i tratti personali sono stati omessi.

Solo questo si può dedurre dai suoi scritti, che era un Judean e che al momento della sua attività profetica egli ha vissuto a Gerusalemme.

D'altro canto, supposizioni fantasiose tenta di dimostrare da brani come Joel i.

9, 13; ii.

17 che egli apparteneva alla tribù di Levi.

- Critica Vedi:

Il nome di "Joel" è stata piuttosto comune, essendo a carico del figlio primogenito di Samuele (I Sam. Viii. 2), Leviti di spicco del tempo di David (I Chron. Vi. 18 e segg.) E di Ezechia (II Chron. XXIX. 12).

"Joel" significa "Yhwh è Dio" (Sal comp. L. 1; Ger. XXII. 24); è, quindi, la forma di recepito.

Di fronte a questa chiaramente riconoscibili e del tutto pertinente significato del nome, non è necessario supporre (con Baudissin) che è la jussive di (= "può Egli [vale a dire, Dio] provare"), né (con Nestlé) che è la parte di, che, corrispondenti ai nomi propri o (arabo, "wa'il") che si verificano spesso in Sinaitic iscrizioni, si suppone che significa "forte-voluta".

Il fatto che si trova anche come un nome proprio Phenician (vedere "CSI" 132), dimostra nulla contro la interpretazione più naturale di questo nome.

Ciò che non dicono le fonti bibliche del profeta appartiene al regno della favola.

Secondo pseudo Epifanio (II. 245), Joel è stato dalla città Bethor della tribù di Reuben, ma secondo la pseudo-siriano Epifanio, la vera lettura è "Scommessa Me'on" (da leggere invece di), il luogo in cui il Mesha iscrizione (linea 9) come Moabitic, ma che, secondo Josh.

XIII.

17, originariamente apparteneva a Reuben.

Victor Ryssel, Emil G. Hirsch, M. Seligsohn

Enciclopedia ebraica, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:

Vedi bibliografia sotto Joel, Book of.V.

Ry. 2. Figlio maggiore di Samuel e padre di Heman il cantante (I Sam. Viii. 2; I Chron. Vi. 18 [AV vi. 33]).

Il suo nome è omesso in I Chron.

VI.

13 (AV vi. 28); la parola (= "e il secondo"), in danneggiato, è erroneamente supposto per essere il nome dato dal cronista per il figlio maggiore di Samuele.

Joel e il suo fratello minore Abiah, o Abijah, sono state effettuate giudici in Beer Sheba-quando Samuel è stato vecchio e non poteva più fare la sua solita circuito (I Sam comp. Vii. 16, 17).

Essi disgraced il loro ufficio di prendere tangenti e stà sovvertendo sentenza, e la loro misfatti provocato la gente a chiedere un re (ib. viii. 5 e segg.).

Per i diversi pareri della Talmudists per quanto riguarda i peccati di questi due giudici vedere Abijah Rabbinico in Letteratura.

3. Un antenato di Samuele che è citato in I Chron.

VI.

21 (AV 36), e che nel versetto 9 (AV 24) è chiamato "Shaul".

4. Un principe Simeonite (ib. iv. 35).

5. Un Reubenite; padre di Shemaiah (ib. v. 4, 8).

6. Un capo Gadite (ib. v. 12).

7. A capo di Issachar (ib. vii. 3).

8. Uno dei David's potenti uomini, indicato come il fratello di Nathan (ib. xi. 38).

In parallelo elenco di II Sam.

XXIII.

36 egli è chiamato "Igal, figlio di Nathan".

9. Un Gershonite levita, un principe nel tempo di David (I Chron. Xv. 7, XXIII. 8, XXVI. 22).

10. Figlio di Pedaiah, un capo Manassite nel tempo di David (ib. XXVII. 20).

11. Un Kohathite levita nel tempo di Ezechia (II Chron. XXIX. 12; comp. N. 2, sopra).

12. Uno di quelli che sposò mogli straniere (Ezra x. 43).

13. Figlio di Zichri; Benjamite supervisore uno dopo l'esilio (Neh. xi. 9). EGHM Sel.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a