Libro di Michea, Micheas

INFORMAZIONI GENERALI

Michea è il 6 ° dei 12 libri dei Profeti Minori nel Vecchio Testamento della Bibbia.

Composto sia dire le avvertenze e le promesse incoraggianti, questo piccolo ma importante libro registra il profeta Michea la predicazione in Giuda alla fine del secolo aC 8a.

Michea osservati gli assiri 'conquista del nord di Israele e prevede la distruzione di Gerusalemme, come punizione per l'ingiustizia sociale e la corruzione tra i sacerdoti e di leadership politica.

La sua chiamata per la giustizia è temperata dalla promessa messianica di un righello da Betlemme (5:2 - 6), il cui regno è vedere spade picchiato in plowshares (4:3).

La maggior parte degli studiosi ritengono che i capitoli 4 - 7 sono stati scritti dopo il periodo di tempo di Michea.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Libro di Michea, Micheas

Breve Outline

  1. Desolazione di Samaria e Gerusalemme preannunciato (1:1-3:12)

  2. Eventuali benedizioni per Sion (4:1-8)

  3. Invasioni e di liberazione dal sovrano davidico (4:9-5:15)

  4. Condanna per i peccati (6:1-7:6)

  5. Eventuale aiuto di Dio (7:7-20)


Mi'cah

Informazioni avanzate

Michea, una forma abbreviata di Micaiah, che è come Geova?

(1.) Un uomo di Mount Ephraim, la cui storia finora è introdotto in Judg.

17, apparentemente allo scopo di condurre su un conto della composizione della tribù di Dan nella Palestina del Nord, e al fine di illustrare anche le illegalità dei tempi in cui visse (Judg. 18; 19:1-29; 21:25).

(2.) Il figlio di Merib-Baal (Mephibosheth), 1 Chr.

8:34, 35.

(3.) Il primo nella classifica dei sacerdoti della famiglia di Kohathites (1 Chr. 23:20).

(4.) Un discendente di Joel la Reubenite (1 Chr. 5,5).

(5.) "Il Morasthite", così chiamato per distinguere da lui Micaiah, il figlio di Imlah (1 Re 22:8).

Egli è stato un profeta di Giuda, un contemporaneo di Isaia (Michea 1,1), nativo di Moresheth di raccolta (1:14, 15).

Molto poco si sa delle circostanze della sua vita (Ger comp. 26:18, 19).

(Easton Illustrated Dictionary)

Libro di Mi'cah

Informazioni avanzate

Libro di Michea è il sesto in ordine di cosiddetti profeti minori.

La superscription a questo libro si afferma che il profeta esercitato il suo ufficio nella regna di Jotham, Ahaz, e Ezechia.

Se si calcolano a partire dall'inizio del regno di Jotham per la fine di Ezechia (759-698 aC), poi ministero per circa cinquanta-nove anni, ma se vogliamo fare i conti dalla morte di Jotham per l'adesione di Ezechia (743-726 aC ), Il suo ministero è durato solo sedici anni.

E 'stato notato come degno di nota che questo libro comincia con le ultime parole di un altro profeta, "Micaiah il figlio di Imlah" (1 Re 22:28): "Hearken, O uomini, ognuno di voi."

Il libro si compone di tre sezioni, ognuna che inizia con un rimprovero, "Ascolta voi", ecc, e chiusura con una promessa, (1), ch.

1; 2; (2), ch.

3-5, indirizzata soprattutto ai principi e capi di popolo; (3), ch.

6-7, in cui Geova è rappresentata come l'azienda o una controversia con il suo popolo: l'intero concludere con un canto di trionfo la grande liberazione che il Signore realizzerà per il suo popolo.

La chiusura versetto è citato nel brano di Zaccaria (Luca 1:72, 73).

La previsione per quanto riguarda il luogo "dove Cristo dovrebbe essere nato," uno dei più notevoli messianica profezie (Michea 5,2), è citato in Matt.

2:6. Ci sono le seguenti riferimenti a questo libro nel Nuovo Testamento:, 5:2, comp.

Matt. 2:6; Giovanni 7:42.

7:6, comp.

Matt. 10:21, 35, 36.

7:20, comp.

Luca 1:72, 73.

(Easton Illustrated Dictionary)

Libro di Michea

Da: Home Bibbia studio di commento di James M. Gray

Il poco noto di Michea è brevemente indicato.

Chiamando se stesso uno Morasthite indica Moresheth, o Mareshah, come suo luogo natale nel sud-ovest Giuda, vicino a raccolta.

Il tempo della sua profezia è mostrato in questo stesso versetto di riferimento per il re di Giuda, tra 758 a 700 aC Egli sembra essere stato l'autore del suo libro, se noi possiamo giudicare dalle allusioni personali di cui al capitolo 3: 1, 8, e sono morti in pace, a giudicare da Geremia 26:18, 19.

Egli è spesso indicato come profeta, e la sua enunciati citato, non solo nei casi di cui sopra determinato, ma in Isaia 2:2-4 e 41:15; Ezechiele 22: 27; Sofonia 3:19; Matteo 2:5; e Giovanni 7:42.

Gesù cita lui in Matteo 10:35, 36.

Per ulteriori riferimenti al suo periodo, vedere le nostre lezioni di Isaia.

Una descrizione della sentenza

1-3 capitoli contengono una descrizione delle avvicinando sentenza su entrambi i regni, Israele e Giuda.

Come si versetti 1 e 5 del capitolo 1 è emerso che entrambe sono regni in esame?

Avviso l'ordine in cui le tre classi di ascoltatori sono rivolte: (1) La popolazione in generale, capitolo 1:2.

(2) I principi, capitolo 3.

(3) I falsi profeti, 3:5.

In base al versetto 11 quella che sembra essere stata la più piangere il peccato di tutti?

E ancora, nonostante la loro bramosia e avidità, come hanno mostrare ipocrisia o lordo o lordo ignoranza di Dio (stesso versetto, ultima parte)?

E 'a questo punto che la dichiarazione di giudizio è espresso, in lingua, che è stato letteralmente soddisfatte, versetto 12.

Una visione di speranza

Capitoli 4 e 5 si evolverà il futuro e la più felice, perché santo, l'esperienza della nazione.

I primi quattro versetti del capitolo 4 sono citati quasi letteralmente in Isaia 2, a meno di non invertire l'ordine e dire che Michea Isaia citato.

A che ora sono meglio queste cose a venire per passare secondo l'inizio di questo capitolo?

Come sono queste cose figurato espresso nel versetto 1?

Non è difficile riconoscere in queste cifre di parola l'esaltazione di Gerusalemme e di Giuda su tutte le nazioni in quel giorno.

Ma come si fa versetto 2 mostrano che l'esaltazione non essere esigenti e tyrannous, ma il contrario?

Che lingua dimostra che la millenaria età a cui è, e nessun periodo che non è ancora apparso nella storia del mondo?

Come si versi 3 e 4 rafforzare questa convinzione?

Che cosa espressione nel versetto 7 quasi direttamente afferma che questo è il caso?

In Joel abbiamo visto che prima della liberazione di Israele, e, come incidente, il Gentile nazioni saranno besieging Gerusalemme e desiderose di sequestro di lei, e che Geova si interpose per il suo nome.

Come la chiusura versetti di questo capitolo parallelo che profezia?

Noi stessi per affrontare il capitolo 5, scopriamo qual è il comune insegnamento dei profeti che queste buone prossimi tempi per Israele e Giuda sono collegati con la persona e del lavoro del Messia.

Come è che ha portato fino al versetto 2?

Di sicuro, queste parole sono quotati in Matteo 2, ad applicare la prima venuta di Cristo, ma che non esclude la sua seconda venuta.

Inoltre, tutti i successivi versetti in questo capitolo punto di eventi che non si è verificato nella sua prima venuta, ma si troveranno ad essere basata in modo uniforme di Sua seconda venuta.

Un contrasto tratte

Capitoli 6 e 7 presentare un "contrasto tra la ragionevolezza, di purezza e di giustizia divina, e la ingratitudine, l'ingiustizia e la superstizione del popolo che ha causato la loro rovina."

La chiusura capitolo è propriamente interessano, una sorta di soliloquio di pentimento sulla parte di Israele.

Il migliore elemento tra la gente si lamenta e confessando la loro condizione di peccato in versetti 1-6, ma che esprime la fiducia nel Dio favore ritorno (7, 8).

Mettere tutti insieme, ci sono alcuni versetti della Bibbia più espressiva di tranquilla la speranza e la fiducia di queste.

È bello vedere lo spirito della confessione e la presentazione nel versetto 9, e la certezza della vittoria su ogni nemico, versetto 10.

Osservare come Geova stesso parla attraverso il profeta in versetti 11-13.

(Versione riveduta).

Vedere la promessa di interposizione a nome di Israele in quel giorno, versetto 15, e la confusione del Gentile nazioni a loro trionfo, e la loro discomfiture, 16, 17.

Naturalmente, i temporali benedizioni così venuta su Israele sono il presupposto di tutti i loro ritorno al Signore e al suo perdono dei loro peccati (18, 19).

Tuttavia queste cose si svolgerà sul campo di originale promessa ad Abramo (20).

Domande 1.

Cosa puoi dire della storia di Michea?

2. Il nome delle tre grandi divisioni del libro.

3. Analizzare i capitoli 1-3.

4. Con ciò che evento futuro è la liberazione di Israele sempre associato?

5. Che cosa rende la chiusura capitolo riguardanti in particolare?

Libro di Micheas

Informazioni cattolica

Micheas (Eb Mikhah; Geremia 26:18: Mikhayah keth.), L'autore del libro che detiene il sesto posto nella raccolta dei Dodici Profeti Minori, è nato a Moresheth (Michea 1:1; Geremia 26:18) , Una località poco distante dalla città di Geth (Michea 1,14).

Gerusalemme è stata la scena del suo ministero, e si è verificato, come apprendiamo dal titolo del suo libro, sotto la Joathan Kings (c. 740-735 aC), Achaz (735-727?), E Ezechias (727-698? ).

Che facciamo, tuttavia, non sembrano di essere in possesso di uno qualsiasi dei suoi indirizzi prima il regno di Ezechias.

E 'stato quindi un contemporaneo del profeta Isaias.

Il suo libro si suddivide in tre parti.

Una parte (capitoli 1-3)

La prima parte è costituita da capitoli 1-3.

Micheas inizia annunciando l'imminente distruzione di Samaria come una punizione per i suoi peccati, e Gerusalemme è anche minacciato.

Nel capitolo 2 sviluppa il profeta sue minacce contro il Regno di Juda e dà le sue ragioni per loro.

Nel capitolo 3 si rimprovera la sua pronuncia con una maggiore distinzione contro le principali colpevoli: i profeti, i sacerdoti, i principi, e giudici.

A causa della loro trasgressioni, Sion deve essere arato come un campo, ecc (3, 12).

Questo passaggio è stato citato dal difensori dei Jeremias nei confronti di coloro che ha voluto punire con la morte l'audacia con cui quest'ultima aveva annunciato di Dio chastisements: Micheas di Morashti non è stato punito con la morte, ma, al contrario, Ezechias e la gente ha fatto penitenza e il Signore ha ritirato la sua minaccia nei confronti di Gerusalemme (Geremia 16:18 sq).

Vi è un generale consenso di opinione di attribuire al Profeta Micheas la paternità di questa parte del libro; seri dubbi sono stati espressi solo in materia di 2:11-12.

Capitoli 1-3 deve essere stato composto poco prima della distruzione del Regno di Samaria dalla assiri (722 aC).

Parte seconda (capitoli 4-5)

Nella seconda parte (4-5), si ha un discorso annunciando il futuro di conversione delle nazioni della legge del Signore e la descrizione pace messianica, un tempo per essere inaugurata dal trionfo di Israele più di tutti i suoi nemici, simboleggiata dalla Assiri.

In sq 5:1 (Eb, 2 sq), il profeta introduce il re messianico il cui luogo di origine è Betlemme-Ephrata; Signore solo rinunciare al suo popolo "fino al momento in cui lei che travaileth membri mettono via ", Un'allusione al ben noto brano di Isaia 7:14.

Più recenti critici hanno sostenuto che i capitoli 4-5, in tutto o in parte, sono di post-exilic origine.

Ma i loro argomenti, principalmente sulla base di considerazioni ispirate da alcune teorie sulla storia della dottrina messianica, non sono convincenti.

Né è necessario supporre che in 4:8, il confronto tra la cittadella di Sion con la "torre del gregge" allude alla rovinosa condizione di Giudea e di Gerusalemme al momento della composizione dei indirizzo; questo confronto si limita a rinviare per la situazione morale svolgerà verso il resto del paese di capitale, da cui il Signore si presume che vigila.

La connessione di idee, è vero, è interrotto in 4:10, in 5:4-5 (5-6 Vulgata), che possono essere aggiunte successive.

Un tratto caratteristico di Micheas dello stile nel capitolo 1 si trova nella puns sui nomi delle località, ed è evidente che un pun del tutto simile può essere visto in 5:1 (Eb 4,14), in particolare quando la LXX versione è preso in considerazione.

La lettura di suppone la LXX suggerisce una interpretazione molto soddisfacente di questo difficile passaggio: "Ed ora, intorno a te un muro (gadher), Beth-Gader".

La differenza di tono e di contenuti mostrano chiaramente che 4-5 deve essere stato composto in altre circostanze di 1-3.

Probabilmente data da poco dopo la caduta di Samaria nel 722 aC In 1-3 Micheas aveva espresso il timore che dopo la conquista di Samaria assira esercito avrebbe invadere la Giudea, ma? Signore ha ritirato la sua minaccia (Geremia 16,19), e la nemico a sinistra senza attaccare la Palestina Gerusalemme.

Capitoli 4-5 ci hanno conservato l'eco della gioia di Gerusalemme causato dalla rimozione del pericolo.

Parte terza (capitoli 6-7)

Capitoli 6-7 sono espressi in una forma drammatica.

Signore interpellates le persone e le rimostranze con l'ingratitudine (6:3-5).

Il popolo di chiedere ciò che le offerte possono espiare i loro peccati (6:6-7).

Il profeta risposte che il Signore sostiene l'osservanza della legge morale piuttosto che sacrifici (6,8).

Ma questa legge è stata vergognosamente violati dalla nazione, che ha così portato su di sé la punizione di Dio (6:9 ss.).

7:2-13 il passaggio potrebbe essere recepita a seguire 7:6; in questo modo la giustificazione del pene assume una forma collegato in 6:6 a 7:6 e 7:11-13.

Il resto del capitolo 7 (7-11 + 14 ss.) Contiene una preghiera in cui la caduta della città esprime la speranza in un prossimo restauro e la fiducia in Dio.

I pareri di critici sono molto diviso sulla composizione di questi capitoli.

Li considerano più una semplice raccolta di frammenti staccati di più o meno recente origine, ma l'analisi appena dato dimostra che vi è un soddisfacente connessione tra di loro.

Il principale motivo per cui i critici è difficile attribuire a Micheas la paternità di capitoli 6-7, o almeno di una parte importante, perché è identificare i caduti città di 7:7 ss., A Gerusalemme.

Ma il profeta non menziona Gerusalemme, e non vi è alcuna prova del fatto che Gerusalemme è la città destinati.

Al contrario, alcuni tratti sono meglio spiegato sulla supposizione che la città del profeta della mente è la Samaria; cfr. in particolare 6:16 e 7:14.

Secondo questa ipotesi, il profeta in 6-7:6 e 7:11-13, getta uno sguardo retrospettivo alle cause che hanno portato circa la caduta di Samaria, e in 7:7-11 + 14 ss., Egli esprime la sua desideri per il suo ritorno alla grazia del Signore.

Come nella situazione storica così suppone non vi è nulla che non coincidono esattamente con le circostanze della Micheas il momento, come non vi è alcun disaccordo in idee tra Micheas 1 ss., 6-7 e come al contrario reale affinità di stile e vocabolario esistono tra Micheas 1 ss., e 6-7, sembra inutile negare il Profeta Micheas la paternità di questi due capitoli.

Pubblicazione di informazioni scritte da A. Van Hoonacker.

Trascritto da Sean Hyland.

Dedicata a Trish, miei cari sorella in Cristo L'Enciclopedia Cattolica, Volume X. Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ottobre 1911.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Libro di Michea

Informazioni prospettiva ebraica

ARTICOLO VOCI:

- Biblico dei dati:

- Critica Vedi:

Contenuti e di unità.

Stile.

- Biblico dei dati:

Il sesto libro nella raccolta denominata "I Dodici Profeti Minori", è attribuita a Michea la Morasthite (cfr. Michea n. 1).

Esso è composto di sette capitoli, il cui contenuto è il seguente: Ch.

I.: L'idolatria della Samaria e Gerusalemme sono denunciato; profeta lamenta la loro caduta e esorta il popolo a lutto.

Ch. ii.: Denuncia di oppressione; la previsione della pena della gente; il restauro di Israele preannunciato.

Ch. iii.: Il profeta rimprovera il primo principi per la loro crudeltà, quindi i falsi profeti, che sono la causa di tutti i mali.

Egli rimprovera ancora una volta i principi per la loro oppressione, che, dice, causerà la rovina di Gerusalemme.

Ch. iv.: Nel linguaggio poetico il restauro di Gerusalemme e della gloria di casa del Signore e la vittoria di Israele sulle altre nazioni sono preannunciato.

Ch. v.: Prediction che un potente re di Giuda sarà vincere le altre nazioni, in particolare Ashur, e destroyidolatry.

Ch. vi.: Israele è reproved per i suoi peccati, in particolare la sua ingiustizia; la sua punizione è profetizzato.

Ch. vii.: La mancanza di uomini giusti e la corruzione di Israele sono lamentati; profeta comfort Israele, promettendo che sarà restituito alla sua terra e il suo trionfo su nemici.

- Critica Vedi:

Per quanto riguarda il periodo di Michea l'attività, è stato osservato sotto Michea (n. 1) che vi è una differenza tra il superscription del Libro di Michea, dove si dice che Michea profetica ha iniziato la sua carriera nei giorni di Jotham, e Ger.

XXVI.

18, dove la sua profezie si limitano a Ezechia del regno.

Ma un esame più approfondito di profezie stessi può comportare l'accettazione di un periodo tra i due, perché è evidente dal MIC.

I.

2 e segg.

Michea profetizzato che prima della caduta di Samaria, che, contrariamente a Kings II xviii.

10, ha avuto luogo sotto il regno di Ahaz, come possono essere dedotte da un confronto tra Kings II xviii.

13 e le iscrizioni cuneiformi (cfr. Ezechia, critica).

Di conseguenza, si può concludere che Michea profetizzato già nel regno di Ahaz, ma nulla nel suo profezie mostra che essi sono stati pronunciati prima di tale periodo.

Ciò non significa, tuttavia, che il citato passaggio di Geremia veramente in contrasto con questo punto di vista, per può essere che Ezechia's regno è menzionato solo o perché era più importante di quella dei suoi predecessori, o perché la redazione di Michea's profezie, eventualmente, ha avuto luogo durante la regola di tale re.

Come l'apertura parole del libro, "Ascolta, tutti voi gente!"

sono gli stessi di quelli che chiude la profezia di Micaiah, il figlio di Imlah (I Kings XXII. 28), può essere che quest'ultimo è stato identificato con Michea dal compilatore del Libro dei Re, come egli è stato in seguito di pseudo Epifanio (cfr. Michea n. 1).

La risoluzione del Micaiah della profezia con le parole di identico l'inizio del Libro di Michea sembra indicare nella ex un'allusione a questi ultimi (comp fine del II Chron. Con inizio di Ezra).

Hengstenberg ( "Christologic des Alten Testamento," I. 475) e Keil ( "Lehrbuch der Kritischen Historisch-Einleitung in die Schriften des Alten Testamento", § § 92, 93), tuttavia, si supponga che le parole di Micaiah in I Kings ( LC) sono stati aggiunti più tardi, nel VIII secolo aC

Contenuti e di unità.

Per quanto riguarda la divisione dei contenuti moderni critici non sono d'accordo.

Alcuni dividono in tre parti, cap.

i.-ii.; iii.-v.; VI-VII.; altri, in due grandi divisioni: profetico-politico, cap.

iv. e riflettenti, cap.

VI-VII.

Pone la questione se tutto il libro è stato scritto da Michea.

E 'generalmente accettato che i primi tre capitoli, a parte ii.

12-13, appartengono a lui.

Egli inizia con annunciando il giudizio divino su di Samaria e Giuda (cap. i.), e poi il motivo di tale sentenza (II.-III).

I due versetti II.

12-13 sono considerati di Stade Kuenen e di come la exilic, e di come Wellhausen del post-exilic, periodo, e Micah's paternità di loro è negato da parte di tutti i critici.

Ch. iv.-v., che si riferiscono al tempo messianico, sembrano aver emanato da qualche altra parte, per le seguenti ragioni: (1) il contrasto di questi capitoli con iii.

12; (2) la natura di alcuni versi-per esempio, "e tu shalt venire a Babilonia" (IV. 10)-mostra chiaramente che essi non sono state pronunciate da Michea (comp Hartmann, "Das Buch Neu Micha Uebersetzt und spiega ", 1800); (3) le idee di cui alcuni brani (ad esempio, iv. 11-13, v. 9.13) non sono stati attuale nel tempo di Michea.

Ch. VI.-VII.

6 rappresentano Yhwh della controversia con Israele, la denuncia della corruzione del popolo, e il profeta del lamento sul decadimento degli Israeliti, da potrebbero procedere al loro contenuto da Michea, ma vii.

7 e seguenti versetti sono considerati dalla maggior parte dei critici come spurie, in quanto la caduta di Gerusalemme, che è preannunciato nel precedente capitolo, è qui indicato come hanno già avuto luogo (comp driver, "Introduzione", pp. 310 e segg.).

Altre teorie relative alla composizione del libro sono avanzate, tra cui quella di Elhorst, nel suo "De Profetie Micha van" (1891), è il più peculiare.

Egli ritiene che, a causa di un malinteso da parte dei trascrittore, la disposizione dei capitoli è un confuso, e che il vero ordine deve essere: i., ii.

1-5; III.

1-5; II.

6-11; III.

6-11; II.

12 e segg.; Iii.

12; VI.

1-5; VII.

1-6; VI.

6-16; VII.

13, 7-12, 14-20; iv.

1-8; v. 1-7; iv.

9-14; v. 8-14.

Egli ammette, tuttavia, che iv.

9-14 e V. 8 sono post-exilic.

Il presente accordo è plausibile in una certa misura, ma la posizione del iii.

12 dopo II.

13 e del VII.

13, prima VII.

7 è impossibile.

Infine, può essere osservato che le parole di iv.

1-3 sono identici a quelli di ISA.

II.

2-4, e che probabilmente la maggior parte sono stati successivamente interpolati dal trascrittore.

Stile.

Michea la lingua è classica.

Per quanto riguarda le peculiarità retorica egli si trova tra Osea e Isaia, ma più vicina a quest'ultima rispetto alla vecchia, per anche se, come il precedente, è talvolta brusca, egli è simile a quest'ultimo nel mingling di dolcezza e di forza, di dolcezza e altezza sul livello del mare.

Un altro punto di somiglianza tra Michea e Isaia è l'uso frequente di paronomasia (Mic comp. I. 10-15, ii. 4), con la differenza che Isaia campo di applicazione è superiore a quello di Michea, che nelle sue profezie rimane tra i la città di pianura marittima, in cui è stata la sua città natale.

Come al suo messaggio, Michea, come Isaia, attacchi i falsi profeti (ib. iii. 6-8; comp. Isa. XXIX. 10 e segg.), Ma va anche oltre in Isaia avvertimento contro la sopravvalutazione dei sacrifici ( Mic. Vi. 6-8; comp. Isa. I. 11 e segg.), In cui risulti che la famiglia di Davide deve perdere il trono prima che il rampollo più perfetta sarà nato (Mic. v. 1 e segg.; comp. Isa. xi. 1 e segg.).

Isidore Singer, M. Seligsohn

Enciclopedia ebraica, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:

Baudissin, Einleitung in die Bücher des Alten Testamento, 1901, punti 132 e segg.; Cornill, Einleitung, sezione 2, pp.

182 e segg.; Nowack, Erklärung des Zwölfprophetenbuches, Handkommentar zum Alten Testamento, 1897; GA Smith, i dodici profeti minori, in Il Expositor's Bible.SM Sel.

Michea

Informazioni prospettiva ebraica

ARTICOLO VOCI:

In Rabbinico Letteratura:

- Critica Vedi:

1. Profeta; autore del sesto libro nella raccolta denominata "I Dodici Profeti Minori" (Mic. I. 1).

Il nome del profeta sembra essere una forma abbreviata, "Micaiah" (= "Chi è come Yhwh?"), E così è scritto in Ger.

XXVI.

18 (comp anche Michea n. 2).

I dati relativi solo Michea sono quelli che figurano nella superscription del libro che porta il suo nome.

Era un Morasthite; vale a dire, nativo di Moreshethgath (Mic. i. 14); ha profetizzato e nei giorni di Jotham, Ahaz, e di Ezechia, re di Giuda a un periodo che copre al massimo cinquanta-nove anni (756-697 aC).

Nel citato passaggio di Geremia, tuttavia, solo il regno di Ezechia è data come il periodo di Michea l'attività.

Pseudo-Epifanio ( "Opera," II. 245) rende Michea uno Ephraimite.

Confondimento Micaiah con lui, figlio di Imlah (I Kings XXII. 8 e segg.), Egli afferma che Michea, inauspicious per la sua profezia, è stato ucciso per ordine di Acab attraverso essere gettato da un precipizio, e fu sepolto a Morathi (Maroth? ; Mic. I. 12), vicino al cimitero di Enakim (Ένακεὶμ Settanta di rendering; ter. I. 10).

Secondo "Gelilot Ereẓ Yisrael" (citato in "Seder ha-Dorot," I. 118, Varsavia, 1889), Michea è stato sepolto in Chesil, una città nel sud della Giuda (Josh. xv. 30).

2. Dati biblico: un residente di Mount Ephraim che, dopo aver rubato 1100 pezzi di argento da sua madre, il ripristino, a lei per la sua audizione presso le maledizioni furto.

La madre aveva dedicato l'argento a Yhwh, e ha di conseguenza dato 200 pezzi ad un fondatore, che ha fuso immagine che è stato posto in casa di Michea.

Michea così stabilito una casa di idoli con un ephod e teraphim, e consacrato uno dei suoi figli ad essere suoi sacerdote (giudici xvii. 1-5).

Nel corso del tempo un giovane di nome Jonathan levita, figlio di Gershon, avvenuto a venire a casa, ed è stato nominato di Michea come suo sacerdote (ib. xvii. 7-13).

L'immagine, insieme con il sacerdote, è stato catturato dalla Danites, che configurarla a Dan, dove ha continuato ad essere un oggetto di culto, fintantoché il Tabernacolo è stato a Shiloh (ib. xviii.; Vedi Jonathan n. 1) .

In giudici XVII.

1, 4, il nome di "Michea" appare in forma. SM Sel.

In Rabbinico Letteratura:

Michea è identificata da rabbini con la Saba, figlio di Bichri, e con Nebat, il padre di Jeroboam (Sanh. 101b).

Il suo nome, derivato da loro è da interpretarsi nel senso "schiacciato", una denominazione a causa di un miracolo che è successo a lui.

Secondo un haggadah, gli Israeliti, quando non riesci a completare il racconto di mattoni da loro richiesto dagli egiziani, sono stati costretti a mettere i loro figli in muratura al posto dei mattoni che sono stati carenti.

Mosè ha ritirato un bambino (Michea), già schiacciati, rianimato e lui, ma, come Dio aveva predetto, è cresciuto fino a essere un idolater (Tan., Yelammedenu, Ki Tissa; comp. Rashi a Sanh. LC).

I Rabbini d'accordo sul fatto che tutti i Michea è stato tra quelli che attraversò il Mar Rosso con Mosè, ma essi differiscono per quanto riguarda il suo idolo.

Secondo Sanh.

103B e Tan., Yelammedenu (LC), Michea ha avuto l'idolo con lui, ma secondo Ex.

R. (xli. 1) egli prese con sé solo l'argento di cui l'idolo è stato fatto dopo.

Un passaggio in Pesaḥim (117 bis) sembra sostenere quest'ultimo parere.

Vi è anche una tradizione che si è fatto Michea che il vitello d'oro e la natura, e nel modo seguente: Mosè, al fine di portare Giuseppe bara per la superficie del Nilo, ha scritto su una scheggia (= "Vieni, bue "; Joseph comparato a un bue; cfr. Dt. XXXIII. 17) e si gettò in acqua.

Michea trovato la scheggia, e, più tardi, quando Aronne espressi l'oro nel fuoco (Es. XXXII. 24), ha gettato la scheggia dopo.

Come risultato un vitello è uscito (Tan., Yelammedenu, LC; vedi anche Ebreo. Lett. Iii. 509a, sv Vitello, Golden).

Michea, anche se uno idolater, è stato elogiato per la sua ospitalità ai viaggiatori.

Gareb, dove il suo idolo è stata istituita, è stata di tre miglia lontana da Shiloh, dove sorgeva il Tabernacolo, e il fumo dei due altari mescolata a causa della loro vicinanza.

Gli angeli voluto buttare giù l'idolo, ma Dio disse loro: "Lascia solo; di Michea offre pane per i viaggiatori".

Michea è anche supposto di avere una quota in futuro mondo (Sanh. 103B); è per questo che il suo nome è scritto due volte "Micaiah" (cfr. Michea n. 2, della Bibbia dei dati), che è, con una parte del il Tetragramma, come i nomi dei giusti (Num. R. x. 14). SSM Sel.

- Critica Vedi:

Il racconto di Michea's idolo, la storica base dei quali è indubbio, apparentemente è stato scritto con lo scopo di mostrare l'origine del tempio di Dan (comp I Kings xii. 29). Allo stesso tempo è molto getta luce sullo stato Yhwh del culto e dei Leviti nel tempo dei giudici.

L'autore espressamente ricorda che è stato un Michea worshiper di Yhwh, per il cui culto aveva il suo santuario privato con un regolare servizio sacerdotale.

Anche se le disposizioni legislative di Yhwh vietato l'erezione di qualsiasi santuario, oltre a quello in scelto il luogo e la realizzazione di qualsiasi immagine di Lui (Es. xx. 4 e passim; Dt. Xii. 5 e segg.), Michea, evidentemente, di ignoranti la legge, non solo istituire incisa e fuso immagini che rappresentano la divinità ha adorato, ma ha aggiunto altri idoli, il teraphim per esempio.

La narrazione ulteriormente dimostra che i Leviti, essendo privi di una quota nella terra, ha avuto a vagare da un luogo all'altro, accettando l'ufficio di famiglia sacerdote, al fine di procurarsi un sostentamento.

Il conto si presenta molte difficoltà per quanto riguarda la sua costruzione.

Oltre a diversi discrepanze, nel testo ci sono contraddizioni assoluta.

Così, nel XVII giudici.

7, il levita è un giovane uomo che ha vissuto nel quartiere di Michea, mentre nei seguenti versi si tratta di un levita che vagano.

Vi è inoltre una discrepanza tra i versi 19 e 27 del cap.

XVIII.

e tra i versi 30 e 31 dello stesso capitolo concernente la durata del culto dei idolo a Dan.

Secondo Oort, Wellhausen, e Kuenen, il testo ha ricevuto molte interpolazioni, con l'obiettivo di gettare su di disprezzo per il culto di Dan.

D'altro canto, Vatke ( "Alttestamentliche Theologie", 1835, p. 268) e Berthau, seguito da altri critici, riconoscono due racconti paralleli uniti da un redattore.

Mentre vi è un certo disaccordo in merito alle componenti dei due versioni, Budde della divisione sembra essere la più accettabile; detiene, cioè, che il primo racconto è composto da giudici xvii.

1, 5, 8-11 bis, 12, inizio, 13; xviii.

1, parte di 2, 3b, 4b-6, 8-10, parte del 11, 12, parte del 13, 14, 16, 18 bis, 19-29, 31; e che il modulo di intervenire versi il secondo racconto.

Budde è del parere che il primo racconto appartiene a E, ma ritiene che non vi siano motivi sufficienti per la seconda ascribing a J. Moore ritiene che la prima versione appartiene a J. Nella seconda versione (ib. xviii. 30) il culto a Dan è indicato come avente durata "fino al giorno della prigionia dei terreni", che si suppone di Moore di fare riferimento alla deportazione di Tiglath-pileser (734 aC).

Oltre le suddette discrepanze alcuni punti restano turbate dalla critica.

Ḳimḥi spiega la differenza tra i versetti 3 e 4 dei giudici xvii.

suggerendo che i 200 shekel sono stati un ulteriore artigiane tassa, mentre l'intero importo del argento è stato utilizzato nella fabbricazione dei idolo.

Kuenen, tuttavia, ritiene che l'autore destinato a dimostrare che la madre ha rotto il suo voto, e che Michea voluto gettare il disprezzo sulla idolo culto di Dan.

Inoltre, i critici non spiegano con precisione il nome di Michea ha la residenza, né il fenomeno di un levita discendono da Giuda.

Wellhausen ritiene che il termine non significa un levita, ma quello esercitato nel culto di una divinità, è dimostrato dal contesto da un erroneo.

Halévy la teoria è che l'intero racconto appartiene a un autore, il cui obiettivo era quello di dimostrare l'origine di entrambi i templi, quella di Beth-el e quella di Dan, e che cita due volte Mount Ephraim, in tal senso Beth-el (Josh comp. XVI. 1).

Che cosa così-el, avendo subito in precedenza il posto di un privato santuario che è stato in seguito trasportato a Dan, è diventata, come Dan, il luogo di un appalto pubblico di tempio.

Il Giuda dal quale è stato il levita disceso (giudici xvii. 7) non è stato il patriarca, ma l'antenato di un levita famiglia (Ne comp. Xii. 8; in Ezra ii. 40 può essere un anagramma di).

Il soggiorno di un levita a Beth-lehem, che non è stata tra le città assegnato alla controparte i Leviti, mostra che un tempio di Yhwh con un servizio di Levitical esistono (comp giudici XIX. 18).

L'autore sottolinea che è stato il levita della tribù di Levi, vale a dire, un discendente di Mosè, il cui nome in una sospensione "monaca" è stata interpolata di Masorites il segno di rispetto per il legislatore (cfr. Jonathan n. 1).

Per quanto riguarda l'apparente discrepanza tra i versi 30 e 31 dei giudici xviii., La parola nel versetto 30 è stato corretto da Ḳimḥi, poi di Hävernick, Hengstenberg, e bleek, il passaggio così lettura "fino alla deportazione degli Ark," che fa riferimento per la cattura dei Arca nella battaglia con i Filistei descritto in I Sam.

IV.

4, 11.

Ciò rende possibile un perfetto accordo tra i due segni.

Isidore Singer, M. Seligsohn, Solomon Schechter, Emil G. Hirsch ebraica Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:

J. Halévy, in REJ XXI.

207-217; Moore, giudici, pp.

366 e segg.; Idem, giudici, note a ch.

XVII.-XVIII., Polychrome Bibbia, Ing.

ed.SM Sel.

3. Figlio di Merib-Baal (I Chron. Viii. 34, 35; ix. 40, 41) o Mephibosheth (II Sam. Ix. 12; AV "Michea"; RV "Mica"), e nipote di Jonathan.

4. Capo del ramo di Uzziel la Kohathite Leviti nel tempo di David (I Chron. Xxiii. 20; XXIV. 24, 25).

5. Un Reubenite; antenato del principe di tale tribù, Beerah, che Tiglath-pileser condotte in cattività (ib. v. 5.6).

6. Contemporanea di Giosia, e padre di Abdon, uno dei messaggeri Josiah's a Huldah (II Chron. Xxxiv. 20).

In parallelo conto di II Kings XXII.

12 egli è chiamato "Micaiah", e suo figlio il nome è data come "Achbor".

7. Un levita della famiglia di Asaph cui discendenti vissuto a Gerusalemme (I Chron. Ix. 15; Ne. Xi. 17, 22).

8. Un Simeonite; padre di Ozias, uno dei dirigenti del Bethulia (Judith vi. 15). EGHM Sel.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a