Ministero cristiana

Informazioni generali

Ministero significa "servizio", che è un ideale per tutti i cristiani; l'immagine di Cristo come servo (Fil 2:5-7; Mc 10,45) è stato esteso per la chiesa cristiana nel suo complesso. Fin dall'inizio, però , Alcuni individui sono stati designati a svolgere funzioni spirituale all'interno della chiesa.

Quelli ordinati a questi ministeri speciali, che sono di solito occupazioni a tempo pieno, sono ora chiamati ministri o sacerdoti.

Anche nel suo primo sviluppo, la chiesa è stata una società strutturata costituito dal corpo dei fedeli, servito da un gruppo di persone accusate di particolari funzioni e responsabilità.

I Vangeli concordano sul fatto che il primo ministro ha ricevuto le commissioni direttamente da Gesù Cristo, ma il loro ministero è stato fissato nel contesto della chiesa.

I primi ministri sono stati chiamati i Dodici, e più tardi, il termine è stato applicato Apostolo, per loro e per alcuni altri leader della comunità: Mattia, che è riuscito Giuda, Paolo, Barnaba, e altri.

Un importante qualifica di originale era di apostoli sono stati testimoni oculari di Gesù Cristo.

Gli apostoli uscì da Gerusalemme a predicare, battezzare, e di stabilire le chiese.

Altri ministri errante inclusi i 70 inviati da Gesù (Lc 10,1), evangelisti, come Philip (At 8,5), e carismatici profeti »(At 11,27).

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Come la chiesa è diventata più diffusa e istituzionalizzata, ministeri locali emerse, presieduta da eminenti converte nominato dagli apostoli.

L'originale uffici sono stati quelli dei Vescovi (overseers) e presbiteri (anziani), anche se per cominciare con questi non sono stati chiaramente distinti.

Ministri come Stefano ei suoi compagni sono stati altresì nominati per affrontare le questioni amministrative e di lasciare gli apostoli libero per la predicazione (At 6:1-6), ma anche Stephen predicato.

In cui sono state prese come prototipi di Diaconi, anche se non effettivamente chiamato con questo nome.

Durante il 2d secolo il peripatetic ministeri degli apostoli, evangelisti, e gradualmente profeti sono morti e sono stati sostituiti da una costante ministero situato nelle varie città.

All'inizio del secolo, Ignazio di Antiochia ha testimoniato al crescente potere el'influenza dei vescovi, che è venuto per essere considerati come i successori degli apostoli.

Soprattutto nelle città, dove le chiese erano state fondate da apostoli, elenchi cronologici dei vescovi sono stati redatti, e la loro ininterrotta linea di successione apostolica da un fondatore è stato chiesto di essere una garanzia di autenticità del loro insegnamento, come eretico contro insegnanti manca tale pedigree (Vedere la successione apostolica).

Sotto i vescovi, i presbiteri (che adesso sono stati chiamati i sacerdoti) eseguita la maggior parte dei compiti del ministero cristiano e le chiese locali - predicazione, amministrando i sacramenti, e di fornire cure pastorali.

I diaconi formò un ordine un po 'oltre, con alcuni chierici e laici, alcune caratteristiche, fornendo in tal modo un ponte tra clero e laici.

Il diaconato eventualmente devoluti in un rafforzamento pietra al presbiterio, fino a quando non hanno cominciato a essere ripristinato alla sua funzione originale in tempi recenti.

Anche nel Nuovo Testamento volte alcune donne esercitato un ministero simile a quello dei diaconi, anche se non fino al 4 ° secolo hanno conosciuto come deaconesses.

In che misura la deaconess l'ufficio è stato riconosciuto come un ordine del ministero comparabili agli uomini di ordini è discutibile, e la pratica, probabilmente varia da luogo a luogo.

L'antico ufficio di deaconess morto, ma è stato rianimato in tempi moderni.

Il triplice ministero di vescovi, sacerdoti e diaconi è stata mantenuta nella tradizione cattolica della chiesa, ma alla maggior parte delle chiese protestanti Riforma abolito l'ordine dei vescovi e presbiteri ministri chiamato loro.

Questi ministri potrebbe essere assistito da anziani o diaconi.

Entrata a tempo pieno ministero ora comporta un corso di formazione teologica e pratica per l'ordinazione, il processo attraverso il quale il candidato è ricevuto nel decreto ministeriale.

Nella tradizione cattolica, l'ordinazione è da un vescovo, a significare l'unità e la continuità della chiesa.

In nonepiscopal chiese protestanti, il coordinamento è di solito da un collettivo di ministri che agiscono insieme.

La tradizione cattolica sottolinea l'aspetto sacerdotale e sacramentale del ministero, mentre le chiese protestanti sottolineano la predicazione el'insegnamento. In tempi recenti, molte chiese protestanti hanno ammesso le donne al ministero.

La cattolica romana e la chiesa ortodossa respingere l'ordinazione delle donne; anglicani, o Episcopalians, sono divisi sulla questione.

John Macquarrie

Bibliografia


Kirk, CE, ed., Il Ministero Apostolica (1946); Niebuhr, H. Richard, e Williams, Daniel D., eds., Il Ministero in Historical Perspective, riv.

Ed.

(1983); Osborn, Ronald E., In Cristo's Place: Ministero cristiana nel mondo attuale (1977); Schillebeeckx, Edward, la Chiesa con un volto umano: Nuovo e del Ministero Expanded Teologia (1985); Steele, DA, Immagini della Leadership Autorità e per la Chiesa (1987); Williams, Daniel D., Il Ministero e la cura delle anime (1961).

Ministero

Informazioni avanzata

Il concetto biblico di ministero è servizio reso a Dio o alle persone.

Ministero nella chiesa ha come scopo l'edificazione di individui con una vista aziendale verso la maturità in Cristo (Ef 4:7-16).

Il concetto di ministero di servizio è visto nelle parole diakoneo ( "servire") e douleuo ( "servire come uno schiavo") e la loro corrispondente sostantivi.

La parola hyperetes indica colui che dona disposti a un altro servizio, ad esempio, gli agenti della "parola" (Lc 1,2), di Cristo (Giovanni 18:36; At 26:16; I Cor. 4:1), e di Paolo e Barnaba (At 13,5).

La parola e il suo corrispondente leitourgia verbo, leitourgeo, spesso riferimento al servizio sacerdotale di OT.

Vengono utilizzati figurato nel NT per indicare finanziari "ministero" (Rm 15:27; II Cor. 9,12) e l'effusione di Paolo sacrificially la vita e il suo ministero (Fil 2,17).

Questa terminologia descrive servizio cristiano, in generale, ma nel periodo postapostolic è sempre più applicata al servizio distintivo del clero cristiano, come contropartita per l'OT Levitical ministri.

Questa è visto e ho Clemente e nelle Costituzioni Apostoliche.

Tipi di ministero visto nella Scrittura includere il servizio dei sacerdoti e leviti in OT, di apostoli, profeti, evangelisti, pastori e maestri-nel NT, insieme al generale del ministero degli anziani e dei singoli ministeri reciproco di tutti i credenti.

Il termine "ministero", pertanto, si riferisce al lavoro sia di quelli commissionati alla leadership e di tutto il corpo dei credenti.

Gli ideali del ministero sono ritratte e il servo-guida di Cristo.

Atti 6:3 fornisce linee guida per la qualità spirituale e ha cercato leader, e mi Tim.

3:1-13 (cfr Tito 1:6-9) specifica le qualità necessarie in modo più dettagliato.

Vi è una notevole divergenza di opinioni in materia di sviluppo storico del ministero nel NT e nella chiesa primitiva.

Molti hanno visto uno sviluppo da un semplice carismatico ministero, esercitato da ogni cristiano in un modo individuale, per uno o organizzata "ufficiale" ministero limitato a poche, in ultima analisi, il rilascio e la monarchial episcopato nel postapostolic periodo.

La Riforma invertita questa tendenza ad un certo grado.

Di volta in volta nella storia della chiesa e ancora in tempi recenti, vari gruppi hanno sottolineato l'aspetto carismatico del ministero.

Più di recente, i concetti di ministero sono stati modificati diversi da tali movimenti come il lavoratore sacerdoti, lo stress nella guida e dei ministeri laicali, lo sviluppo della chiesa più personale, e del moderno movimento carismatico.

Non è affatto certo, tuttavia, che la chiesa NT vissuta da uno sviluppo lineare di carismatico istituzionale ministero, e ancor meno plausibile che non vi è stato uno dei primi in antitesi chiesa tra queste forme di rimorchiare ministero come postulato di E. Kasemann e altri .

E 'vero che vi è poca indicazione nella maggior parte delle lettere di Paolo istituzionale di un ministero, e che gli anziani e diaconi sono indicati principalmente nella Pastorals (spesso considerato non Paolina) e atti (spesso considerato un "early cattolica" lavoro).

Tuttavia, la menzione in Phil.

1:1 di anziani e diaconi accordi con la foto di Paolo in At ordinare anziani in ogni chiesa.

Anche i passaggi e le relative Pastorals anziani e diaconi sottolineare il loro carattere e la funzione, e non la loro "ufficio".

Inoltre, la specifica funzione svolta da anziani, diaconi, apostoli, profeti, evangelisti, pastori e maestri-non è mai impostato su contro, o destinati a eclisse, il reciproco ( "l'un l'altro"), i ministeri dei singoli credenti Spirito-dotati.

Ci sono una serie di ulteriori questioni che circondano la teologia del ministero.

Questi includono (1) se la NT mai descritto una condizione preliminare "chiamata" al ministero diverso da quello generale comandi di Cristo, il riconoscimento della chiesa locale; (2) se le donne sono state ammesse al ministero nel NT (e, di conseguenza, dovrebbe essere oggi ), (3) se lo stile di vita (ad esempio, l'omosessualità) o prima di esperienze come il divorzio dovrebbe precludere ministero; (4) e di onore e di ciò che dovrebbe spettare alle autorità "a tempo pieno" ministri di Cristo sopra coloro che appartengono a qualsiasi fedele seguace Del Signore.

Alcune di queste domande ruotano attorno l'aspetto istituzionale del ministero.

Un ulteriore problema è se vi è un aspetto al ministero sacramentale, che è limitato a quelli ordinati sacerdoti da parte della chiesa.

Una doppia vista del ministero, vale a dire, che tutti i credenti sono stati di esercitare un ministero, in conformità con il loro dono spirituale, ma che autorevole dottrina, la leadership, e disciplina sono stati limitati ad un organismo riconosciuto di anziani, apre la strada a una risposta a quanto sopra Domande.

Paolo limitato donne da autorevoli posizioni di insegnamento, per esempio (I Tim. 2,12), ma l'universale sia la testimonianza di OT e NT è che essi esercitato una notevole varietà di ministeri.

Ci sono anche alcuni significativi esempi di donne leader nei primi secoli della chiesa.

Sia Paul's restrizioni sono stati destinati ad applicare al di là del momento in cui il NT è stata completata e quando tutti i ministeri sono stati più regolamentato è aperto alla domanda.

Il Ministero, con qualsiasi persona e in qualsiasi forma, è essenzialmente una continuazione del ministero servo del Signore Gesù Cristo.

In protestante evangelicalism è anche in gran parte un ministero della Parola di Dio.

L'obiettivo del ministero estende, naturalmente, anche al di là l'edificazione della chiesa.

Si tratta, come in tutte le attività cristiane, la gloria di Dio.

WL Liefeld


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


P. Achtemeier, "Il ministero di Gesù nei Vangeli sinottici", Int 35:157-69; HW Beyer, TDNT, II, 81-93; FJA Hort, The Christian Ecclesia; JB Lightfoot, "Il ministero cristiano", e Lettera di san Paolo ai Filippesi; TM Lindsay, La Chiesa e il Ministero e il Primo secoli; TW Manson, La Chiesa del Ministero; JKS Reid, La dottrina biblica del Ministero; E. Schillebeeckx, Ministero; E. Schweizer, Ordine e la Chiesa NT; EE Shelp e A. Sunderland, eds., A fondamento biblico per il Ministero; H. Strathmann, TDNT, IV, 215-31; HB Swete, ed., Saggi sulla Early Storia della Chiesa e del Ministero.

Sacerdote

Informazioni generali

L'ufficio di un sacerdote è essenzialmente quello di un mediatore; egli interpreta Dio (o gli dei o di altre forze soprannaturali) per i fedeli di una religione e li rappresenta davanti a Dio, di solito come colui che offre il sacrificio per loro conto.

Tutte le antiche religioni hanno avuto il loro sacerdoti, e di questi sacerdoti esercitato una grande influenza, non solo come custodi dei sacri misteri, ma spesso come l'unico letterato membri della società.

Molti oggi le religioni, come il buddismo, l'induismo, e Shintoismo hanno sacerdoti, ma altri, in particolare l'Islam, non lo fanno.

L'ebraismo aveva sacerdoti fino alla distruzione del Tempio.

Nel cristianesimo la parola sacerdote viene da due distinti termini greci, un significato sambuco o presbitero e gli altri sensi sacerdote nel senso tradizionale del mediatore.

Cattolici, anglicani (Episcopalians), e ortodossa orientale come comunemente si riferiscono a quei sacerdoti che sono stati ordinati, che corrispondono grosso modo a quelli che chiama i ministri protestanti o, talvolta, i presbiteri.

La parola sacerdote, nella sua tradizionale hieratical senso è usato nel Nuovo Testamento per riferirsi a Gesù Cristo, il mediatore della nuova alleanza e anche di tutta la Chiesa, che esercita un contratto collettivo di sacerdozio.

Cattolici, anglicani e ortodossi orientali riconoscere anche una speciale hieratical sacerdozio dei Vescovi e dei presbiteri, espresso nelle loro ministero sacramentale e, in particolare, l'offerta e del sacrificio eucaristico.

John Macquarrie

Bibliografia:


Fischer, James A., Sacerdoti: Immagini, Ideali e Cambiare Ruoli (1987); James, Edwin O., La Natura e funzione del Sacerdozio Kung, Hans, Sacerdoti Perché? Trans.

Da John Cumming (1972); Power, David N., ministro di Cristo e della sua Chiesa: La teologia del sacerdozio (1969); Rahner, Karl, Il Sacerdozio, trans.

Da Edward Quinn (1970; repr. 1973).

Sacerdozio

Informazioni avanzata

Il termine "sacerdote" è identica in origine con la parola "presbitero", che letteralmente significa "sambuco", ma in lingua inglese è diventato associato, per la maggior parte con i religiosi funzionario la cui funzione principale è l'offerta di sacrifici, Se i riformatori inglesi del XVI secolo, spera che il mantenimento del termine "sacerdote" nel Book of Common Prayer sarebbe entrata in vigore il restauro del suo significato proprio di sambuco.

Questa confusione è stata causate dal fatto strano che la lingua inglese non ha tenuto in alcun termine di uso comune, corrispondente al latino sacerdos, che designa proprio colui che offre fino sacrifici (quindi "sacerdotale").

In inglese di OT e NT "sacerdote" denota una sacerdos e "sacerdozio" il suo ministero sacerdotale.

Così il dovere appartenenti al sacerdozio è definito in Eb.

5:1 come segue: "Ogni sommo sacerdote, scelto fra gli uomini è nominato per agire a nome di uomini in relazione a Dio, per offrire doni e sacrifici per i peccati", e sulla base di tale principio si è affermato in merito al sacerdozio di Cristo, che "pertanto è necessario che questo sacerdote anche di avere qualcosa da offrire" (Eb 8,3).

La dottrina cristiana del sacerdozio e del rapporto tra il sacerdozio del OT e quella del NT è più pienamente esposta nella Lettera agli Ebrei, che è stato chiamato "la lettera di Sacerdozio".

La necessità del sacerdozio

È l'uomo del peccato universale, che rende il sacerdozio sacrificare una necessità.

I sacrifici offerti fino effetto, o simboleggiano i mezzi di effettuare, la riconciliazione tra uomo e peccatrice il suo santo Creatore.

La funzione del sacerdozio, e, di conseguenza, è una funzione mediatorial.

La donazione di legge per mezzo di Mosè e che l'istituzione del sacerdozio Aaronic o Levitical appartengono insieme.

Legge e sacerdozio sono simultanei in origine e inseparabile e funzionamento (Eb 7:11 ss.).

La ragione di ciò è che gli Israeliti, come il resto del genere umano, sono stati i peccatori, e quindi quando si confronta con la legge, che è di Dio standard di giustizia, malfattori.

Divina sorpresa certamente la legge è santa e giusta e buona e spirituale (Rm 7:12, 14) e, come tale, segna la strada della vita: da mantenere fedelmente la sua precetti di un uomo è vivo (Lev. 18:5; Ne 9. : 29; Matt. 19:16-17; Rom. 10:5; Gal. 3,12).

Ma l'uomo radicale del problema è che egli è un peccatore.

La legge lo mostra per quello che è, un lawbreaker, e "il salario del peccato è la morte" (Rm 6:23; cfr. Ez. 18:4, 20; Gen 2,17).

Di conseguenza Paolo scrive: "Il comandamento che prometteva molto la vita si è rivelato per me la morte" (Rm 7,10), che non ci sia niente di sbagliato con la legge, la colpa è in uomo che rompe la legge (Rm 7: 13).

Da qui la necessità per la formulazione del diritto di essere accompagnata dalla istituzione di un sacerdozio redemptively di mediare tra Dio e il peccatore, che ha rotto la sua legge, e che ha bisogno di essere restaurato dalla morte alla vita.

OT Sacerdozio

Il sacerdozio della vecchia alleanza non poteva effetto la realtà della riconciliazione portended dalla sua funzione sacrificale.

È stato il suo carattere preparatorio; è raffigurato il principio di sacrificio propiziatorio, ma non il compimento di tale principio.

La sua imperfezione, che ha suscitato il desiderio e l'attesa per la fornitura di perfetto sacerdozio, è stato evidente per le seguenti ragioni.


Cristo Sacerdote

Lo scopo del vecchio ordine del sacerdozio è di insegnare alla gente che espiazione per i peccati richiede la fornitura di una vittima innocente e il peccatore il posto e lo spargimento di sangue, come vittima, che muore di morte dovuta al peccatore.

L'ordine Levitical non poteva compiere questo espiazione, ma ha mantenuto viva l'attesa della venuta del prefetto sacerdote e l'offerta del sacrificio e il perfetto compimento delle promesse contenute nel Vangelo, le Scritture di OT.

La nuova ordinanza del sacerdozio di Melchisedek, che è, ed è compreso nella singola persona del nostro Redentore Gesù Cristo (Eb 7).

La perfezione del suo sacerdozio è confermato dal fatto che essa è per sempre (Sal 110:4), il sacrificio che egli offrì una volta per tutte (Eb 7:27), e che, la sua opera di espiazione completato, egli è Ora troneggia nella gloria celeste (Eb 1:3; 10:12; 12,2).

La perfezione del suo sacerdozio è stabilito dalla sinlessness della sua vita terrena come il Figlio incarnato, il nostro connazionale essere umano.

Ciò significa che, in contrasto con il primo Adamo, che ha sofferto sconfitta e trascinato il genere umano e la sua caduta, Gesù, "l'ultimo Adamo, (I Cor. 15:45, 47), ha preso la nostra umanità a se stesso, al fine di redimere E di aumentare in se stesso per la gloriosa destiney per il quale è stato sempre inteso.

Ciò significa che, nel corso di croce colui che era senza peccato, ha preso su di sé i nostri peccati e ha subito il rifiuto e la morte a causa di noi peccatori ", il giusto per gli ingiusti" (I Pt. 2:22-24; 3:18; Eb. 4:15; 7:26-27), in quanto la vittima innocente previste dalla grazia di Dio e di misericordia (I Pet. 1,18-19).

E significa, inoltre, che egli non è solo il nostro sacrificio sacerdote, ma anche il sacrificio di se stesso, perché è stato lui stesso che ha offerto per noi e, quindi, in lui abbiamo la disposizione del sostituto perfetto, un vero e proprio equivalente, i nostri connazionali L'uomo (Eb 2,14-15), che prende veramente il nostro posto.

Pertanto siamo certi che, per volontà di Dio "siamo stati santificati mediante l'offerta del corpo di Gesù Cristo, una volta per tutte", che "da un unico offrendo ... ha reso perfetti per sempre quelli che vengono santificati" (Eb . 10:10, 14).

La nuova ordinanza del sacerdozio soddisfatte nella sola persona di Cristo è, ovviamente, completamente superato il vecchio ordine.

Con Cristo come nostro unico grande sommo sacerdote che vive per sempre ora non vi è posto per qualsiasi necessità o successione di sacrificare sacerdoti.

Ora che egli ha offerto l'unico e perfetto sacrificio di se stesso non vi è spazio per nessun altro sacrificio, né per qualsiasi ripetizione di sacrifici.

In entrambi sacerdozio di Cristo e il sacrificio sono state portate a compimento e per finalità.

.

Il sacerdozio dei credenti

Resta, tuttavia, un sacerdozio che appartiene a coloro che mediante la fede, sono stati uniti a Cristo.

Questo è stato designato comunemente "il sacerdozio di tutti i credenti".

Così Pietro descrive i cristiani come "un sacerdozio santo", la cui funzione è di "offrire sacrifici spirituali graditi a Dio per mezzo di Gesù Cristo" (I Pt. 2:5; cfr. C. 9).

Questi sacrifici spirituali non sono in alcun senso redentrice sacrifici, ma sacrifici di gratitudine a Dio per tutto quello sufficiente sacrificio redentore di Cristo ha fatto di sé offrendo al Calvario per noi peccatori.

Così siamo esortati a "presentare i nostri corpi", cioè, noi stessi, "come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio" (Rm 12,1), e come abbiamo volentieri offrire noi stessi noi esprimiamo la nostra spirituale sacerdozio in atti di lode E di ringraziamento e nel servizio disinteressato dei nostri uomini come noi ministro alle loro esigenze.

L'esercizio di questo sacerdozio è riassunta nelle parole di Eb.

13:15-16: "Per mezzo di lui [Cristo] allora noi offriamo continuamente un sacrificio di lode a Dio o, cioè il frutto di labbra che riconoscere il suo nome. Non dimenticate di fare del bene e di condividere ciò che si possiede, Per questi sacrifici sono gradito a Dio ".

Nel suo celebre saggio "Il Ministero cristiana", JB Lightfoot non solo insiste sul fatto che "come individui, tutti i cristiani sono sacerdoti simili", egli richiama anche l'attenzione sul fatto che, in uffici ministeriali elencati nel I Cor.

12:28 e Ef.

4:11 "vi è un intero silenzio su funzioni sacerdotali: per la più alta carica della Chiesa, il più alto dono dello Spirito, veicolata non sacerdotale diritto che non è stato apprezzato da più umile membro della comunità cristiana."

La sua affermazione relativa al regno di Cristo e il punto di apertura del saggio non è meno enfatico: "Soprattutto non ha alcun sistema sacerdotale. Interposes non sacrificale tribù o di classe tra Dio e l'uomo, da solo Dio, il cui intervento è riconciliato l'uomo e perdonato . Ogni singolo membro detiene una comunione personale con il divin Capo. Per lui subito egli è responsabile, e da lui direttamente egli ottiene il perdono e trae forza ".

Queste parole di un grande studioso di Chiesa e NT mirabilmente presenta la posizione della chiesa apostolica, sul tema del sacerdozio.

PE Hughes


(Elwell Evangelica Dictionary)

Ministro

Informazioni avanzata

È l'insegnamento coerente NT che il lavoro dei ministri è "per il perfezionamento dei santi, ... per la edificante del corpo di Cristo" (Ef 4,12).

Il ministro di Dio è chiamato ad una posizione di responsabilità, piuttosto che privilegio, come le parole di "ministro" show (diakonos ", cameriere tavola"; hyperetes, "sotto-vogatore" in una grande nave; leitourgos, "servo", di solito Dello Stato o di un tempio).

Ci sono due passaggi nel NT, che sono di particolare importanza in questo contesto, I Cor.

12:28 e Ef.

4:11-12. Da ex ci raduniamo che includevano nei ministeri esercitati in chiesa primitiva sono stati quelli di apostolato, profezia, l'insegnamento, i miracoli, doni di guarigioni, aiuta, i governi, le diversità delle lingue (eventualmente anche interpretazioni, c. 30).

Quest'ultima aggiunge evangelisti e pastori.

In ogni caso, queste sembrano essere la diretta dono di Dio alla Chiesa.

Entrambi i brani sembrano dire questo, e questo è confermato altrove nel caso di alcune delle persone citate.

Così nel Gal.

1:1 Paolo insiste sul fatto che il suo apostolato è stato in alcun senso da uomo.

Egli esclude del tutto la possibilità di ricevere dalla sua ordinazione.

Siamo a pensare, quindi, di un gruppo di uomini direttamente ispirati dallo Spirito Santo a svolgere varie funzioni all'interno della chiesa, in via di costruzione di santi nel corpo di Cristo.

Ma ci sono anche gli altri.

Così dai primi giorni gli apostoli hanno l'abitudine di nominare anziani.

Alcuni ritengono che i sette di At 6 sono stati i primi anziani.

Questo sembra molto improbabile, ma non vi sono stati sicuramente gli anziani presso il Consiglio di Gerusalemme (At 15).

E 'molto sorprendente che anche il loro primo viaggio missionario, Paolo e Barnaba nominato anziani ", in ogni chiesa" (At 14,23).

Ci sono tutte le ragioni per pensare che questi uomini sono stati ordinati con l'imposizione delle mani, come nel caso degli anziani del sinagoga ebraica.

Poi ci sono stati i diaconi, di cui leggiamo in Fil.

1:1 e Tim.

3:8 ss.

Sappiamo nulla del loro metodo di nomina, ma è probabile che anche l'imposizione delle mani, come ha fatto certamente un po 'più avanti nella storia della chiesa.

Talvolta è detto che il primo gruppo di ministri si oppone al secondo, in quanto possedeva una diretta dono di Dio.

Questo, tuttavia, non può essere sostenuta.

In Atti 20:28 si legge, "lo Spirito Santo vi ha posti come vescovi", e in I Tim.

4:14 "il dono che è in te, che ti è stato dato dalla profezia, con l'imposizione delle mani del presbiterio".

E 'chiaro che l'atto di coordinamento non è stato pensato come in opposizione a un dono di Dio, ma come la stessa mediante il dono di Dio.

Infatti il solo motivo che un uomo possa adeguatamente ministro era che Dio gli aveva dato il dono del ministero.

L'immagine che otteniamo è quindi di un gruppo di ministri che era stato ordinato, uomini come vescovi e diaconi, e fianco a fianco con loro (a volte senza dubbio le stesse persone) coloro che hanno uno speciale dono di Dio e la via della profezia , Apostolato, o simili.

Il significato di alcuni di questi doni perirono in quanto ha per lungo tempo (ad esempio, la profezia, apostolato).

Ma sono testimonianza i doni che Dio ha dato la sua chiesa e il tempo della sua infanzia.

Ci sono alcuni che pensano del ministero come costitutiva della chiesa.

Essi sottolineano che Cristo è il capo del corpo, e che egli dà apostoli, profeti, ecc, che può essere costruito.

Esse ne deducono che il ministero è il canale attraverso il quale scorre la vita da capo.

Questo, tuttavia, sembrano essere qualcosa in lettura il passaggio.

E 'meglio prendere realisticamente NT immagine della chiesa come corpo di Cristo, come un corpo, del resto, con una diversità di funzioni.

La vita di Cristo è in essa, e la potenza divina mette tutto quello che è necessario.

Nello Spirito-riempita corpo vi emerge tali ministeriale e di altri organi come sono necessarie.

Su questo punto di vista il ministero è essenziale, ma non di più essenziale di qualsiasi altra funzione del corpo.

E conserva l'importante che la verità è che il corpo di Cristo, che fa quello che vuole all'interno di esso.

La sua benedizione non è limitata a un determinato canale.

L Morris


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


HB Swete, Early Storia della Chiesa e del Ministero; JB Lightfoot, Commento Filippesi; KE Kirk, ed., Il Ministero Apostolica; TW Manson, La Chiesa del Ministero; S. Neil, ed., Il Ministero della Chiesa; L. Morris, i ministri di Dio; DT Jenkins, Il dono del Ministero; M. Green, Chiamati a Servire; JKS Reid, La dottrina biblica del Ministero; E. Schweizer, Ordine e la Chiesa NT.


Min'ister

Informazioni avanzata

Un ministro è colui che serve, come distinto dal maestro.

(1.) Eb.

Meshereth, applicati a un guardiano su uno di rango superiore, come a Giosuè, il servo di Mosè (Es 33,11), e per il servo di Eliseo (2 Re 4:43).

Questo è anche il nome dato a partecipanti a corte (2 Chr. 22:8), e ai sacerdoti e leviti (Jer. 33:21; Ez. 44:11).

(2.) Eb.

Pelah (Ezra 7:24), un "ministro" della religione.

Qui utilizzata di questa classe di agenti santuario chiamati "servitori di Salomone" e Ezra e Ne 2:55-58.

7:57-60. (3.) Greco leitourgos, un amministratore pubblico subordinato, e in questo senso applicato a magistrati (Rm 13:6).

Esso è applicato anche al nostro Signore (Eb 8,2), e di Paolo in relazione a Cristo (Rm 15,16).

(4.) Greco hyperetes (letteralmente, "sotto-vogatore"), un personal attendant su un superiore, quindi della persona che aspettava il sacerdote officiante nella sinagoga (Luca 4:20).

Esso è applicato anche a Giovanni Marco, il guardiano su Paolo e Barnaba (At 13,5).

(5.) Greco diaconos, di solito un funzionario subordinato o assistente impiegato in relazione al ministero del Vangelo, come Paolo e di Apollo (1 Cor.3: 5), Tychicus (Ef 6:21), Epaphras (Col 1,7), Timothy (1 Ts. 3,2), e anche a Cristo (Rm 15:8).

(Easton Illustrated Dictionary)

Clero

Informazioni avanzata

La parola deriva dal greco kleros, "un sacco", che punta a un metodo di selezione che, come negli Atti 1:26 (Atti 1:17 "parte" [AV] traduce kleros).

Già nel Girolamo è stato sottolineato che il termine è ambiguo.

Esso può denotare quelle scelto di essere Dio, il Signore della "partita" (come in Dt. 32:9).

O può significare molto o coloro la cui parte è il Signore (cfr Sal. 16,5).

Nel NT la parola non è usata di un gruppo ristretto, tra i credenti, e in I Pet.

5:3 è usato al plurale del popolo di Dio nel suo complesso (patrimonio di Dio ", AV). Ma, al momento di Tertulliano è stato utilizzato l'ufficio ordinato di portabandiera nella chiesa, e cioè., Vescovi, sacerdoti e diaconi. Successivamente la parola è venuto a includere la ordini minori e, a volte, a quanto pare, i membri di ordini religiosi o anche persone istruite in genere. Ma questo uso non ultimo, e il termine denota ormai regolarmente i membri del ministero ordinato della chiesa (senza rispetto Di taglio) come distinto da laici in generale.

L Morris


(Elwell Evangelica Dictionary)

Clero, Ministero

Editor's commento

Si tratta di un raro contributo alla CREDERE commento personale, dove è coinvolto.

Per tale motivo, queste osservazioni possono essere ignorati, se non altro perché sono solo forniti da un pastore e non uno studioso della vita cristiana, come le migliaia di altri articoli in CREDERE.

Sembra che ci sia un enorme effetto recente, in cui i ministri cristiani sembrano credere che essi sono "autorità assoluta" su ogni possibile argomento correlato al cristianesimo.

Hanno partecipato Divinity School Bibbia o Collegio o qualche altro strumento educativo, dove ha ricevuto una buona istruzione, auspicabilmente, per quanto riguarda il cristianesimo.

Tuttavia, molti sembrano avere morphed a credere che "lo sanno tutti!".

Molti ministri moderna tollerare zero disaccordo con ciò che mai dire.

Maggiori informazioni, che spesso diventano veramente vizioso e attaccare chi non è d'accordo con loro.

Purtroppo, però, che spesso coinvolge i ministri delle altre Chiese.

Non hanno realizzare ciò che Gesù nebbia pensare a loro viciously attaccare altri cristiani Clero?

Come si può pensare che si possa essere giustificata in tali attacchi?

O meno capita di essere effettivamente corretta o no?

Gesù non ha Insegnaci a essere tollerante e paziente e al confine?

Egli non è Insegnaci ad essere umili, piuttosto che Arrogant?

La sorgente di questo tipo di arroganza sembra essere altrettanto preoccupanti.

SE un ministro aveva passato una vita (ad esempio, 30 anni) studia profondamente alcuni concetto come se tatuaggi o peccaminoso è accettabile, potrebbe essere opportuno per lui esprimere openions personali.

Ma la realtà è che, una volta fuori della scuola Bibbia, la maggior parte Ministero fare ben poco ulteriori studi.

Hanno settimanale responsabilità di dare Sermoni e la composizione di questi Sermoni, di preparazione e di metà settimana Servizi, e di affrontare le molte questioni che riguardano operativo quotidiana di una Chiesa, la partecipazione, l'utilità di legge, la rimozione della neve, la programmazione battesimi, ecc Pertanto, in Generale, la base per la sua opinione su qualsiasi argomento, come tatuaggi è da alcuni ALTRI ministro, che ha scritto sia un libro o di un dato discorsi SUA esprimere opinioni personali!

Una volta che sente diversi ministri ogni simili esprimere pareri, essi tendono ad avere assorbito e registrato come "roccia solida credenze".

Quasi sempre, c'è anche alcuni specifici Scrittura, che ha ottenuto allegato come la supposta base biblica per tali credenze.

Questa situazione ha portato ad intensamente appassionata ministri insistendo che l'aborto è assolutamente un peccato, ma un attento esame della Scrittura, citata raramente dice che nulla di simile!

Molti personali ipotesi per quanto riguarda l'interpretazione sono necessari per arrivare a delle conclusioni che egli esprime come fatto assoluto.

In effetti, ci sono altri ministri (e non pochi) che citare la Scrittura passione per insistere sul fatto che (alcuni) aborti non sono, a tutti i peccatori, e interessante, che a volte citare la stessa Scrittura come presunta base!

Tutto questo rende davvero cristianesimo protestante guardare veramente cattiva, come una rivendicazione di base è sempre stata che tutte le credenze sono "sola Scriptura", la Bibbia da soli.

Questo non è chiaramente ciò che si sta facendo per quanto riguarda questi temi, su entrambi i lati della tesi.

Sembra chiaro che per me TUTTI Clero bisogno di ricordare che Gesù Taught Umiltà e Tolleranza.

È pertanto inopportuno domanda che gli altri sono d'accordo con lei, anche se sono certo che lei ha ragione!

Sì, è bene avere passione e devozione al cristianesimo.

Ma ci sono anche tenuti (o presunta) di BEHAVE come cristiani, o come Cristo possa avere.

È inimmaginabile che Gesù avrebbe insultato berated o cristiani o di chiunque altro per aver convinzioni errate o incomplete.

Non vi è dubbio che Egli avrebbe invece Patiently hanno tentato di spiegare con calma fatti importanti.

Perché è ovvio che non e oggi Chiese?

Invece, vi è una tale feroce insistenza sulla rivendicazione assoluta di tutte le conoscenze di Dio Piano, una domanda che dovrebbe essere visto come effettivamente molto sciocchi.

Noi tutti siamo solo umani.

Ministro

Informazioni cattolica

Il termine è stato a lungo ministro stanziati in un modo distintivo per il clero.

La lingua di I Cor., Iv, 1-2; Eb., Viii, 2; Matt., Xx, 26, ecc devono essere aiutati a conoscere il pensiero che le persone accusate di funzioni spirituali nella Chiesa cristiana sono stati chiamati a Essere servi (ministri) dei fratelli.

Già prima della Riforma la parola il ministro è stato occasionalmente usato in inglese per descrivere quelle del clero effettivamente prendono parte a una funzione, o il celebrante come distinto da assistenti, ma non è stata poi utilizzata sine addito a designare un ecclesiastico.

Questa occupazione del termine date da Calvino, che ha contestato il nome ecc sacerdote come implicante un'attività concezione errata della natura del sacro ufficio.

Queste opinioni calvinista avuto qualche influenza in Inghilterra.

In Boo di preghiera comune la parola il ministro si verifica spesso nel senso della officiant a un servizio, e in trenta secondi dei Canoni ecclesiastica (1603) si legge "il vescovo non si rendono una persona e il diacono ministro sia su uno giorni ", Dove il ministro sta chiaramente come l'equivalente del sacerdote.

Per quanto riguarda l'utilizzo di moderne Hist.

Ing.

Dizionario dice: "L'uso del ministro come la designazione di un pastore anglicano (già ampiamente in corso, talvolta con più di una specifica applicazione beneficed pastore), è ultimamente diventato raro, e ora è principalmente associato al basso Chiesa opinioni, ma è ancora il Ordinaria denominazione di uno nominato alla carica spirituale, in ogni non-comunione episcopale, in particolare uno di avere un incarico pastorale ".

Per quanto riguarda l'uso cattolica, il ministro è il titolo di alcuni superiori in vari ordini religiosi.

Il capo del Francescano Secolare è conosciuto come il ministro generale, e la superiora delle diverse province delle varie filiali è chiamato ministro provinciale.

Lo stesso vale per l'Ordine dei Trinitari per la redenzione di Captives e di alcuni altri ordini.

E la Compagnia di Gesù, il secondo in comando in ogni casa, che è di solito pagano con la disciplina interna, il commissariato, ecc, è chiamato ministro.

La dichiarazione di Addis e Arnold's "Dizionario cattolica" e quindi inseriti nella grande Hist.

Ing.

Dizionario che ciascuno dei cinque assistenti del Generale dei Gesuiti è chiamato ministro è privo di fondamento.

Pubblicazione di informazioni scritto da Herbert Thurston.

Trascritto da Bruce C. Berger.

L'Enciclopedia Cattolica, Volume X. Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ottobre 1911.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Pastore

Informazioni cattolica

Questo termine denota un sacerdote che ha la cura delle anime (cura animarum), che è, che è tenuto in forza del suo ufficio per promuovere il bene spirituale dei fedeli, con la predicazione, amministrando i sacramenti, e di esercitare alcuni poteri di governo esterna, Ad esempio, il diritto di controllo, dando precetti, che impone correzioni luce - poteri piuttosto paterna e la loro natura, e diverse da quelle di un vescovo, che sono legislativo, giudiziario, e coactive.

Un pastore è correttamente chiamato un sacerdote parrocchiale-(parochus) quando egli esercita la cura delle anime e il proprio nome in relazione a un determinato numero di soggetti che sono tenuti ad applicare a lui per la ricezione di alcuni sacramenti specificato nella legge.

In questo articolo "parrocchia-sacerdote" è sempre preso in questo senso stretto.

Pastori (se parrocchia-sacerdoti o non) sono inamovibili (inamovibiles) o mobili (amovibiles ad nutum).

Inamovibili un pastore o il cui rettore è uno ufficio gli dà il diritto di perpetuità del mandato, che è, non può essere rimosso o trasferito tranne che per una ragione canonica, e cioè., Un motivo di cui alla legge e, nel caso di un Penale, solo dopo il processo.

(Vedi IRREMOVABILITY.) Un pastore beni mobili o il cui rettore è una carica non dargli questo diritto, ma il vescovo deve avere una giusta e proporzionata causa di licenziamenti o il trasferimento di lui contro la sua volontà, e, il sacerdote deve credere in se stesso torto Questione, egli può ricorrere alla Santa Sede, o il suo rappresentante in cui vi è uno che ha il potere in questi casi.

Inoltre, secondo alcuni canonisti, anche mobili pastori, in caso di una penale non può essere assolutamente rimosso dal loro ufficio senza un processo (cfr Pierantonelli, "Praxis Fori Ecclesiastici", tit. Iv; Smith, "Elementi di Diritto Ecclesiastico", N. 418.) Questo, sicuramente, è il caso degli Stati Uniti d'America (decreti di Propaganda, il 28 marzo, e il 20 maggio, 1887).

Il Concilio di Trento (Sess. XXIV, cap. Xiii, de Ref.) Dimostra di essere la mente della Chiesa, che dovrebbe diocesi, per quanto è possibile, essere diviso in canonica parrocchie (Vedi PARROCCHIA), per essere governati da Inamovibili parrocchia-sacerdoti.

In luoghi, quindi, dove il tridentino legge non possono essere pienamente realizzati, vescovi adottare misure che rispondono a questo requisito, come quasi come le circostanze lo consentono.

Una misura di questo tipo è stato l'erezione di quasi-parrocchie, distretti, con limiti definiti, ordinato per gli Stati Uniti nel 1868 (Seconda Plenaria del Consiglio di Baltimora, n. 124).

Un altro simile è stata l'istituzione di inamovibili rettori (pastori con il diritto di perpetuità di conduzione), ordinata per l'Inghilterra nel 1852 (primo Consiglio Provinciale di Westminster Decr. Xiii), e per gli Stati Uniti nel 1886 (Terza plenaria del Consiglio di Baltimora, n . 33).

Il potere di nominare i pastori è normalmente attribuite al vescovo.

Tra i candidati in possesso delle qualifiche necessarie per la nomina deve cadere su quello che è meglio attrezzate per l'ufficio.

Inoltre, secondo il Concilio di Trento (Sess. XXIV, cap. Xviii, de Ref) candidati per la carica di parrocchia-sacerdote dovrebbe (salvo alcuni casi), passare un esame di concorso (concursus).

Questa disposizione del Concilio di Trento è a volte da particolari disposizioni attuative applicati per la selezione di candidati per la carica di inamovibili rettori, come succede negli Stati Uniti (Terza plenaria del Consiglio di Baltimora, tit. Ii, cap. Vi).

Per quanto riguarda la facoltà e poteri di pastori, i sacerdoti della parrocchia-sono sufficientemente definite dalla legge e, di conseguenza, sono normali, non delegata.

Alcune di queste facoltà sono chiamati diritti strettamente parrocchiale, perché in una parrocchia appartengono esclusivamente alla parrocchia-sacerdote, in modo che i loro argomenti non possono a loro per quanto riguarda il ricorso ad un altro sacerdote, tranne che con il consenso del vescovo.

Questi diritti sono i seguenti: il diritto di amministrare il battesimo, santo viatico, e l'estrema unzione, in tutti i casi in cui non vi è alcuna necessità urgente, il diritto di amministrare la comunione pasquale, di proclamare la banns del matrimonio, e la benedizione di matrimoni.

Per la parrocchia-sacerdote sono riservati anche la celebrazione dei funerali (tranne in alcuni casi specificati dalla legge), e impartire la benedizione di alcuni, il capo di essere uno benedizione del fonte battesimale.

Per i pastori, che non sono in parrocchia-sacerdoti, il diritto di assistere a matrimoni è dato dalla legge, come ad parrocchia-sacerdoti.

Gli altri diritti di solito sono loro concessi dai vescovi e sono definite in particolare le leggi; tale è il caso molto comunemente negli Stati Uniti, Inghilterra, la Scozia e, per quanto riguarda il battesimo, santo viatico, estrema unzione, e funerali.

È opportuno inoltre menzionare qui l'usanza di che esiste in alcune diocesi degli Stati Uniti, in cui i fedeli di un distretto sono autorizzati a ricevere tali sacramenti dal parroco di un altro distretto se affittare una pew nella sua chiesa (Seconda Plenaria del Consiglio di Baltimora , Nn. 117, 124, 227, e gli statuti delle diverse sinodi diocesani).

I diritti non strettamente parrocchiale sono quelli che appartengono di diritto alla parrocchia-sacerdoti, ma non solo.

Quali sono le facoltà di celebrare la Messa predicazione, basso o solenne, sentite le confessioni, amministrare la Santa Comunione.

Pastori, che non sono parrocchia-sacerdoti ricevono tali facoltà dal loro vescovo.

Pastori sono, naturalmente, ha diritto ad una retribuzione.

Questo è fornita mediante i ricavi del beneficio parrocchiale, vi dovrebbe essere uno, altrimenti, è presa dal ricavi della chiesa o delle offerte.

Tali offerte di contribuire come i fedeli di propria iniziativa, senza specificare lo scopo della loro donazione, appartengono al pastore.

Questa affermazione si basa sulla presunzione che questi doni sono destinati a dimostrare la gratitudine dei fedeli verso i sacerdoti che trascorrono la loro vita e per la cura delle anime impegnata a loro carico.

Tale presunzione, tuttavia, cessa ovunque personalizzati o legge prevede che almeno una certa parte di queste offerte devono appartenere alla chiesa.

Questo è generalmente il caso in cui le chiese, non in possesso di altre fonti di reddito, dipende interamente dalle offerte.

Un esempio di tali leggi si trova in ottava decreto della Seconda Consiglio Provinciale di Westminster, approvato da Leone XIII nella Costituzione "Romani Pontifices" dell '8 maggio 1881.

Di conseguenza, nei paesi in cui è in vigore, le solite collezioni ripreso nelle chiese appartengono ad ogni missione, in aggiunta alle pew-affitti, ed è da queste entrate che gli stipendi di pastori e gli assistenti sono normalmente stabiliti.

Pastori, oltre ad avere diritti, hanno anche obblighi.

Essi devono predicare e prendersi cura di istruzione religiosa dei fedeli, specialmente dei giovani, i loro bisogni spirituali di fornitura da parte della amministrazione dei sacramenti, risiedono nella loro parrocchia o missione, amministrare con diligenza i beni affidati alla loro cura, veglia su di morale Svolgimento delle loro parrocchiani, e rimuovere, per quanto possibile, tutti gli ostacoli alla loro salvezza.

Inoltre, parrocchia-i sacerdoti devono fare una professione di fede e di prestare giuramento prescritto da Pio X nel suo "Motu Proprio", 1 settembre, 1910, ma devono anche offrire il Santo Sacrificio, a nome del loro gregge, la domenica ei festivi impostare alcune Nella legge.

Quando il numero dei fedeli affidati alla cura del pastore è così grande che egli solo non è in grado di adempiere tutti i doveri che incombono sul suo ufficio, il vescovo ha il diritto di ordinare lui a prendere il maggior numero di sacerdoti, che lo aiutino a come potrebbe essere necessario.

Questi sono chiamati assistenti o ausiliario sacerdoti, e differiscono sia dal coadjutors che vengono offerti ai pastori per altri motivi determinati dalla legge, e da amministratori che si facciano carico di una parrocchia, durante la sua vacanza, o l'assenza del suo pastore.

Diritto positivo (Concilio di Trento, Sess. XXI, cap. Iv, de Ref.), Modificato in alcuni paesi da consuetudine, si riserva per la parrocchia-sacerdote il diritto di scegliere i suoi collaboratori, una scelta, tuttavia, che è soggetto alla L'approvazione del vescovo, e che è anche il vescovo, che da assistenti ricevono la loro facoltà.

L'ammontare del loro stipendio è altresì, che sarà determinato dal vescovo, e, per quanto riguarda la sua fonte, le stesse regole come tenere quelle già menzionate per quanto riguarda i pastori.

Per quanto attiene alla loro rimozione, (a), quando la loro nomina da diritto appartiene alla parrocchia-sacerdote, che può essere rimosso o da lui o dal vescovo, (b) quando le loro appartiene alla nomina del vescovo, egli solo può rimuoverli; Ogni caso un ragionevole motivo è necessario, almeno per quanto riguarda la legittimità dell 'atto, e la ragazza che crede di aver subito un torto può fare ricorso alle autorità superiori, come detto sopra per quanto riguarda beni mobili di pastori.

Il loro ufficio, tuttavia, non cessa con la morte del sacerdote o vescovo che li ha designati, a meno che ciò non è stato chiaramente espresso nelle lettere di nomina.

Per la recente legislazione in materia di eliminazione delle parrocchia-sacerdoti, vedere PARISH, sezione II, 2.

Pubblicazione di informazioni Scritto da Hector Papi.

BOBIE trascritto da Jo M. Bilz.

Dedicato al reverendo Ronald J. Knott, Pastore della Cattedrale dell 'Assunzione, Louisville, Kentucky, 1983-1997.

L'Enciclopedia Cattolica, Volume XI.

Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 febbraio 1911.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

BAART, legali Formulary (4a ed., New York), nn.

86-113; BOUIX, De Parocho (3a ed., Parigi, 1889); FERRARIS, ecc Bibliotheca Canonica (Roma, 1885-99); NARDI, Dei Parrochi (Pesaro, 1829-60); SANTI, Pr £ lectiones juris Canonici (New York, 1905); SCHERER, Handbuch des Kirchenrechts (Graz, 1886), iii-xcii; SMITH, Elementi di Diritto Ecclesiastico, I (9a ed., New York, 1893), nn.

639-70; WERNZ, Jus Decretalium (Roma, 1899), tit.

Xxxix; RAYMUNDI ANTONII EPISCOPI, Instructio Pastoralis (5 ° ed., Freiburg, 1902); AICHNER, Compendio juris eccl.

(6 ° ed., Brixon, 1887), 426-41; CRONIN, La Nuova Legislazione matrimoniali (Roma, 1908).


Inoltre, si veda:


Ordini sacri

Monache


Frati


Convento


Grandi Ordini

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a