Fozio

INFORMAZIONI GENERALI

Un santo della Chiesa ortodossa, Photius, bc820, d.

6 febbraio, 891?, Patriarca di Costantinopoli (858-67, 877-86), è stato a lungo considerato l'iniziatore dello scisma tra orientale e occidentale chiese.

Il più grande studioso di Bisanzio medievale, ha avuto una carriera come distinguere un diplomatico, insegnante, scrittore e prima di diventare patriarca.

Quando imperatore bizantino Michele III costretto alle dimissioni del patriarca Ignazio nel 858, Photius, ancora un laico, è stato elevato al patriarcato dopo aver ricevuto il minore ordini in sei giorni.

Presto egli è entrato in un conflitto con Papa Niccolò Nicholas I. era impaziente di estendere sia il crescente potere del papato più di Bisanzio e interessati alla competenza giurisdizionale sui bulgari, convertito (864) al cristianesimo bizantino sotto Photius.

Il conflitto, puramente amministrativa all'inizio, acquisito dottrinale undertones quando Franchi missionari in Bulgaria, che agiscono in qualità di emissari del Papa, ha cominciato a introdurre un interpolati testo del Simbolo niceno.

Nel testo originale, lo Spirito Santo è stato detto di aver proceduto "dal Padre", mentre in Europa carolingia (ma non ancora a Roma), il testo è stato rivisto a dire "dal Padre e dal Figlio" (Filioque).

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Nel 867, Photius convocato un Consiglio che deposto Nicola.

Un cambiamento di dinastia a Costantinopoli, tuttavia, ha proposto il deposito (867) e di Photius un temporaneo ritorno di Ignazio al trono patriarcale.

Una riconciliazione infine si è verificato tra Ignazio e Photius, e Photius è stata restaurata (878) per il patriarcato dopo la morte di Ignazio.

879-80 in un grande consiglio, presieduta da Photius, si è svolto a Santa Sofia, con legati di Pope John VIII presente.

Il Consiglio, con l'legati 'approvazione, ha confermato la forma originaria del Credo, e normali relazioni tra Roma e Costantinopoli sono stati ripristinati.

Photius è stato costretto ad andare in pensione in 886.

Giorno di festa: 6 febbraio.

John Meyendorff

Bibliografia


Dvornik, Francesco, Il Patriarca Photius alla luce dei recenti della ricerca (1958) e The Photian Scisma, Storia e Leggenda (1958); Gerostergios, Asterios, St Photios il Grande (1980; Haugh, Richard, Photius e la Carolingi (1974 ); Meyendorff, Giovanni, ortodossia e la cattolicità (1966); Bianco, Despina S., Patriarca Photius e della sua corrispondenza (1978).

Photius di Costantinopoli

Informazioni cattolica

Photius di Costantinopoli, autore principale del grande scisma tra Oriente e Occidente, è stata b.

a Costantinopoli C.

815 (Hergenröther dice "non molto prima del 827", "Photius", I, 316; altri, circa 810); d.

probabilmente 6 febbraio, 897.

Suo padre è stato un spatharios (lifeguard) di nome Sergio.

Simeone Magister ( "De Mich et Theod.", Bonn ed., 1838, XXIX, 668) dice che sua madre era una monaca fuggì e che egli è stato illegittimo.

Egli riferisce inoltre che un santo vescovo, Michele di Synnada, prima della sua nascita ha preannunciato che sarebbe diventato patriarca, ma dovrebbe funzionare così tanto male che sarebbe meglio che egli non dovrebbe essere nato.

Poi il padre voleva uccidere lui e sua madre, ma il vescovo ha detto: "Non si può ostacolare ciò che Dio ha ordinato. Prendersi cura di te".

Sua madre anche sognato che darebbe vita a un demone.

Quando era nata l'abate del monastero Maximine battezzato lui e gli ha dato il nome Photius (Illuminati), dicendo: "Forse l'ira di Dio sarà girato da lui" (Simeone Magister, ibid., Cfr. Hergenröther, "Photius" , I, 318-19).

Queste storie non devono essere prese sul serio.

E 'certo che il futuro patriarca apparteneva a una delle grandi famiglie di Costantinopoli, il Patriarca Tarasius (784-806), in cui il settimo tempo consiglio generale (Seconda di Nicæa, 787) si è svolta, è stato o fratello maggiore o di zio suo padre (Photius: Ep. ii, PG, CII, 609).

La famiglia è stata notevolmente ortodossa e aveva subito una persecuzione iconoclasta in tempi (sotto Leone V, 813-20).

Photius dice che in gioventù aveva avuto un passaggio inclinazione per la vita monastica ( "Ep. Ad Oriente. Et Oecon.", PG, CII, 1020), ma la prospettiva di una carriera nel mondo presto eclissata.

Egli ha anticipato gettato le basi di quella erudizione che eventualmente ha fatto di lui uno dei più famosi studiosi di tutto il Medio Evo.

La sua naturale attitudine deve essere stata straordinaria, la sua è stata l'industria colossale.

Photius non sembra aver avuto alcun insegnanti degno di essere ricordato, in ogni caso non ha mai allude ai suoi maestri.

Hergenröther, tuttavia, rileva che vi sono state molte buone studiosi a Costantinopoli mentre Photius è stato un bambino e giovane, e sostiene dalla sua esatta e sistematica conoscenza di tutti i rami del sapere che egli non avrebbe potuto essere interamente autodidatta (op. cit. , I, 322).

I suoi nemici apprezzato il suo apprendimento.

Niceta, l'amico e biografo del suo rivale Ignazio, Photius loda l'abilità nella grammatica, poesia, retorica, filosofia, medicina, legge, "e tutti i scienza" ( "Vita di S. Ignatii" in Mansi, XVI, 229).

Pope Nicholas I, nel calore del contenzioso scrive per l'imperatore Michele III: "Si consideri molto attentamente come Photius può stare, nonostante la sua grande virtù e conoscenza universale" (Ep. LXXXVI "annunci Mich", PG, CVII, 1030).

E 'curioso che così imparato un uomo non conosceva il latino.

Mentre egli era ancora un giovane uomo ha fatto la prima bozza della sua encyclopædic "Myrobiblion".

In età precoce, inoltre, ha iniziato ad insegnare grammatica, filosofia, teologia e nella sua casa a un numero sempre crescente di studenti.

La sua carriera di pubblico doveva essere quello di uno statista, abbinato a un comando militare.

Suo fratello Sergio sposato Irene, l'imperatore della zia.

Questa connessione e il suo indubbio merito procurato Photius rapido progresso.

E 'diventato capo segretario di Stato (protosekretis) e comandante della Guardia di vita (protospatharios).

Egli è stato non sposate.

Probabilmente circa 838 è stato inviato a un'ambasciata "per gli assiri" ( "Myrobiblion", prefazione), vale a dire, a quanto pare, al Khalifa a Bagdad.

L'anno in 857, poi, quando la crisi è nella sua vita, Photius era già uno dei più eminenti membri della Corte di Costantinopoli.

Che la crisi è la storia del Grande Scisma (cfr. CHIESA GRECO).

L'imperatore è stato Michele III (842-67), il figlio di Teodora che finalmente aveva restaurato la santa immagini.

Quando riuscì suo padre Teofilo (829-842) è stato solo tre anni di età; è cresciuto ad essere il ragazzo miserabili conosciuto in storia come bizantino Michele Drunkard (ho methystes).

Teodora, in prima reggente, pensionati, nel 856, e suo fratello Bardas riuscito, con il titolo di Cæsar.

Bardas vissuto in incesto con la sua nuora Eudocia, Pertanto il Patriarca Ignazio (846-57) ha rifiutato di lui la Santa Comunione sulla Epifania di 857.

Ignazio è stato deposto e bandito (novembre 23, 857), e la più Pliant Photius intruso è stato in suo luogo.

Egli è stato affrettato attraverso gli ordini sacri in sei giorni, il giorno di Natale, 857, Gregorio Asbestas di Siracusa, si excommunicate per insubordinazione da Ignazio, ordinato Photius patriarca.

Con questo atto Photius commesso tre reati contro diritto canonico: è stato ordinato vescovo senza aver mantenuto la interstizi, da un excommunicate consecrator, e di uno già occupato vedere.

Per ricevere l'ordinazione excommunicate da una persona che lo ha reso troppo excommunicate ipso facto.

Dopo vani tentativi di fare Ignazio dimettersi suo vedere, l'imperatore ha cercato di ottenere dal Pope Nicholas I (858-67) il riconoscimento di Photius una lettera di dichiarazioni false grossolanamente i fatti e chiedendo legati a venire a decidere la questione in un sinodo.

Photius anche scritto, molto rispettosamente, per lo stesso scopo (Hergenröther, "Photius", I, 407-11).

Il papa ha inviato due legati, Rodoaldo di Porto e Zachary di Anagni, con cauto lettere.

Sono stati legati ad ascoltare entrambe le parti e di riferire a lui.

Un Sinodo si è svolto a Santa Sofia (maggio, 861).

Legati pesante ha preso tangenti ed ha accettato di Ignazio la deposizione e la successione Photius.

Sono tornati a Roma con ulteriori lettere, e l'imperatore ha mandato il suo Segretario di Stato, Leone, dopo di loro con più spiegazioni (Hergenröther, op. Cit., I, 439-460).

In tutte queste lettere sia l'imperatore e Photius enfasi riconoscere il primato romano e categoricamente invocare la giurisdizione del Papa per confermare ciò che è accaduto.

Intanto Ignazio, in esilio a Terebinth l'isola, ha inviato il suo amico Archimandrita Teognoste il Greco di Roma con una lettera urgente definire il suo caso (Hergenröther, I, 460-461).

Teognoste il Greco non sono arrivati fino al 862.

Nicola, quindi, dopo aver ascoltato entrambe le parti, ha deciso di Ignazio, e ha risposto alle lettere di Michael e Photius di Ignazio insistendo sul fatto che deve essere restaurata, che l'usurpazione del suo vedere deve cessare (ibid., I, 511-16, 516-19) .

Ha scritto anche nello stesso senso agli altri patriarchi orientali (510-11).

Da Roma atteggiamento che mai esitato: è stata la causa immediata dello scisma.

Nel 863 il papa ha tenuto un sinodo al Laterano in cui i due sono stati legati cercato, degradati, e scomunicato.

Il Sinodo ribadisce Nicola's decisione, che Ignazio è legittimo Patriarca di Costantinopoli; Photius è quello di essere excommunicate a meno che non si ritira in una sola volta usurpato dal suo posto.

Ma Photius ha avuto l'imperatore e la Corte dalla sua parte.

Invece di obbedire al Papa, ai quali egli aveva presentato ricorso, ha deciso di negare del tutto la sua autorità.

Ignazio è stato tenuto incatenato in prigione, il papa lettere non è stato permesso di essere pubblicato.

L'imperatore ha inviato una risposta dettata dalla Photius dicendo che nulla poteva fare Nicholas contribuirebbe Ignazio, che tutti i Patriarchi Orientali sono stati Photius a lato, che la scomunica di legati deve essere spiegato e che, a meno che il papa ha modificato la sua decisione, Michael sarebbe venuto a Roma con un esercito di punirlo.

Photius quindi mantenuto il suo posto indisturbata per quattro anni.

In 867 ha portato la guerra nel campo nemico di excommunicating il papa e la sua Latini.

Le ragioni egli dà per questo, in un enciclica inviata ai patriarchi orientali, sono i seguenti: che Latini

veloce a Sabato

non iniziare la Quaresima fino al Mercoledì delle Ceneri (invece di tre giorni prima, come in Oriente)

non consentono di essere sacerdoti sposati

non consentono di sacerdoti per amministrare la conferma

hanno aggiunto le Filioque per la religione.

A causa di questi errori il papa e tutti i Latini sono: "precursori di apostasia, agenti delle Anticristo che meritano un migliaio di morti, bugiardi, combattenti contro Dio" (Hergenröther, I, 642-46).

Non è facile dire ciò che il melkita patriarchi il pensiero di litigare in questo frangente.

In seguito, l'ottava al Consiglio generale, la loro legati dichiarato che si erano pronunciati contro la frase non Photius perché quella del papa è stata evidentemente sufficiente.

Poi, improvvisamente, nel corso dello stesso anno (settembre 867), Photius, decade.

Michele III venne assassinato e Basil I (il macedone, 867-86) sequestrati il suo posto come imperatore.

Photius condiviso la sorte di tutti gli amici di Michael.

È stato espulso dal patriarca del palazzo, restaurato e Ignazio.

Nicholas I morì (novembre 13, 867).

Adriano II (867-72), il suo successore, ha risposto Ignazio l'appello per legati a partecipare a un sinodo che dovrebbe esaminare l'intera questione inviando Donato, Vescovo di Ostia, Stefano, Vescovo di Nepi e di un diacono, Marinus.

Sono arrivati a Costantinopoli nel set, 869, e nel mese di ottobre il sinodo è stato aperto cattolici che riconoscono come l'ottava Consiglio generale (Quarta di Costantinopoli).

Questo Sinodo ha cercato Photius, ha confermato la sua deposizione, e, come ha rifiutato di rinunciare alla sua domanda, scomunicato lui.

I vescovi del suo partito di luce ricevuta penitenze (Mansi, XVI, 308-409).

Photius è stato bandito per un monastero a Stenos sul Bosforo.

Qui ha trascorso sette anni, scrivendo lettere ai suoi amici, organizzare il suo partito, e in attesa di un'altra possibilità.

Intanto Ignazio regnato come patriarca.

Photius, come parte della sua politica, professata grande ammirazione per l'imperatore e spedito lui un fittizio pedigree mostrando la sua discesa sotto forma di San Gregorio l'Illuminatore e una profezia annuncio forgiato la sua grandezza (Mansi, XVI, 284).

Basilico fu talmente soddisfatto che questo egli ha ricordato lui in 876 e lui nominato tutore di suo figlio Costantino.

Photius ingratiated se stesso e con tutti finta riconciliazione con Ignazio.

Non è chiaro in che misura Ignazio creduto in lui, ma Photius in questo momento non si stanca mai di expatiating per la sua stretta amicizia con il patriarca.

Egli divenne così popolare che, quando morì Ignazio (23 ottobre, 877) un forte partito Photius chiesto che dovrebbe succedergli; l'imperatore è stato ora dalla loro parte, e un'ambasciata si sono recati a Roma per spiegare che tutti a Costantinopoli Photius voluto essere patriarca.

Il papa (Giovanni VIII, 872-82), ha deciso, lui assolto da tutte censura, e riconosciuto come patriarca.

Questa concessione è stato molto discusso.

E 'stato rappresentato, davvero abbastanza, Photius che lui stesso aveva dimostrato non idonei per tale incarico; Giovanni VIII del riconoscimento di lui è stato descritto come mostrando deplorevole debolezza.

Dall'altro lato, di Ignatius la morte la Sede di Costantinopoli è stata davvero ora vacante; clero ha avuto un indubbio diritto di eleggere i loro patriarca; a rifiutare di riconoscere Photius avrebbe suscitato una nuova violazione con l'Oriente, non avrebbe impedito la sua professione del vedere, e avrebbe dato il suo partito (tra cui l'imperatore), a motivo di un litigio.

L'evento ha dimostrato che quasi nulla sarebbe stato meglio che a permettere al suo successione, se potesse essere evitata.

Ma il papa non potevano prevedere che, e senza dubbio auspicabile che Photius, che hanno raggiunto l'altezza della sua ambizione, sarebbe caduta la contesa.

Nel 878, poi, Photius finalmente ottenuto legalmente il luogo in precedenza aveva usurpato.

Roma ha riconosciuto lui e lui restaurato alla sua comunione.

Non è stato possibile motivo per ora un nuovo contenzioso.

Ma egli aveva identificato se stesso in modo completamente con quella forte anti-romana parte in Oriente che ha avuto principalmente formata, e, probabilmente, aveva formato così grande odio di Roma, egli che ora a bordo del vecchio contenzioso con il più amarezza come e sempre più influenza.

Tuttavia, ha chiesto a Roma per legati a venire a un altro sinodo.

Non vi era alcun motivo per il Sinodo, ma ha convinto Giovanni VIII che avrebbe chiarire gli ultimi resti di scisma e rivetto più fermamente l'unione tra Oriente e Occidente.

Il suo vero motivo è stata, senza dubbio, per annullare l'effetto del sinodo che avevano deposto lui.

Il papa ha inviato tre legati, il Cardinale Pietro di San Crisogono, Paolo, Vescovo di Ancona, e Eugene, Vescovo di Ostia.

Il Sinodo è stato aperto in St Sophia's nel mese di novembre, 879.

Questa è la "Psuedosynodus Photiana", che gli ortodossi contano come l'ottava Consiglio generale.

Photius ha avuto tutto il suo modo tutto.

Egli ha revocato gli atti dell 'ex sinodo (869), ripetuta tutte le sue accuse contro i Latini, soffermandosi in particolare sul Filioque addebito, che tutti i anathematized aggiunto nulla a che il Credo, e ha dichiarato che la Bulgaria dovrebbe appartenere al Patriarcato bizantino.

Il fatto che vi è stata una grande maggioranza di tutte queste misure mostra come Photius forte partito era diventato in Oriente.

Legati, come i loro predecessori in 861, hanno convenuto di tutto la maggior parte desiderata (Mansi, XVII, 374 metri quadrati).

Non appena era tornato a Roma, Photius spedito Atti per il papa per la sua conferma.

Giovanni, invece, naturalmente, ancora una volta scomunicato lui.

Così lo scisma scoppiò di nuovo.

Questa volta è durata sette anni, fino al Basil I della morte nel 886.

Basilico è stato successe il figlio Leone VI (886-912), che fortemente disliked Photius.

Uno dei suoi primi atti è stato quello di accusarlo di tradimento, deposizione, e bandire lui (886).

La storia di questo secondo bando e la deposizione è oscuro.

La tassa è stata Photius che avevano cospirato per deporre l'imperatore e mettere una delle proprie relazioni sul trono --- un'accusa che probabilmente ha fatto sì che l'imperatore ha voluto sbarazzarsi di lui.

Come Stefano, Leo's fratello minore, è stato effettuato patriarca (886-93) la vera spiegazione può essere solo che Leo disliked Photius e voleva un posto per suo fratello.

Stephen's intrusione è stata eclatante come un reato contro il diritto canonico, come era stato quello di Photius in 857; così Roma ha rifiutato di riconoscerlo.

Fu solo sotto il suo successore Antonio II (893-95) che un sinodo che si è svolta restaurato reunion per un secolo e mezzo, fino al tempo di Michael Cærularius (1043-58).

Photius ma aveva lasciato un potente anti-romana partito, desiderosi di ripudiare il primato del Papa e pronto per un altro scisma.

E 'stato questo partito, a cui apparteneva Cærularius, che trionfò a Costantinopoli sotto di lui, in modo che Photius è giustamente considerato l'autore dello scisma che ancora dura.

Dopo questa seconda deposizione Photius improvvisamente scompare dalla storia.

Non è ancora noto in che monastero egli trascorse i suoi ultimi anni.

Tra le sue molte lettere non vi è nessuno che può certamente essere datati come appartenenti a questo secondo esilio.

La data della sua morte, non è certo, è generalmente dato in 6 febbraio, 897.

Photius che è stato uno dei più grandi uomini del Medio Evo, uno dei più notevoli in tutti i caratteri storia della Chiesa, non può essere contestato.

Il suo fatale litigare con Roma, anche se il più famoso, è stato un solo risultato di molti suoi lati attività.

Durante la tempesta anni ha speso per il patriarca del trono, mentre era in guerra contro i Latini, è stato negoziato con i musulmani Khalifa per la protezione dei cristiani sotto musulmani regola e la cura dei Luoghi Santi, e che esercitano nei confronti di varie controversie Orientale eretici, armeni, ecc Paulicians il suo interesse per le lettere mai diminuita.

In mezzo a tutte le sue cure ha trovato il tempo di scrivere opere a dogma, critica biblica, diritto canonico, omelie, un Encyclopædia di tutti i tipi di apprendimento, e le lettere a tutte le domande del giorno.

Se non fosse stato per il suo disastroso scisma, potrebbe essere considerato l'ultimo, e uno dei più grandi, dei Padri greci.

Non vi è ombra di sospetto contro la sua vita privata.

Egli ha dato i suoi esuli e di altri problemi manfully e bene.

Non ha mai despaired della sua causa e trascorse gli anni di avversità a costruire il suo partito, scrivendo lettere per incoraggiare i suoi vecchi amici e fare nuove.

E ancora l'altro lato del suo carattere non è meno evidente.

La sua insaziabile ambizione, la sua determinazione a ottenere e mantenere la patriarcale v., in particolare, lo ha portato alle estreme di disonestà.

La sua richiesta è stata inutile.

Ignazio che è stata la giusta patriarca finché visse, e Photius un intruso, non può essere negato da uno che non concepire la Chiesa come solo lo schiavo di un governo civile.

E di mantenere questo posto Photius sceso al minimo la profondità di inganno.

Al molto tempo è stato protestano sua obbedienza al papa è stato a dettare l'imperatore insolente lettere che ha negato ogni giurisdizione papale.

Egli ha travisato la storia di Ignazio la deposizione unblushing con menzogne, e lui almeno connived a Ignazio di maltrattamenti nel bando.

Egli ha proclamato apertamente tutta la sua sottomissione allo Stato in tutta la questione della sua intrusione.

Si ferma a nulla nella sua guerra contro i Latini.

Egli cumuli di accuse contro di loro che egli deve avere conosciuto sono state menzogne.

Effrontery a sua volte è quasi incredibile.

Per esempio, come uno di più di reclamo nei confronti di Roma, egli non si stanca mai di inveighing contro il fatto che il Papa Marinus I (882-84), Giovanni VIII successore, è stato tradotto da un altro vedere, invece di essere ordinato dal clero romano.

Egli descrive questo come un terribile violazione del diritto canonico, che cita nei suoi confronti il primo e il secondo canoni di Sardica, e allo stesso tempo egli stesso continuamente trasferito vescovi nel suo patriarcato.

Ortodossi, che guardano su di lui, giustamente, come il grande campione della loro causa nei confronti di Roma, hanno perdonato tutti i suoi reati per i motivi di questo campionato.

Essi hanno canonizzato lui, e il 6 febbraio, quando a mantenere la sua festa, il loro ufficio overflow con la sua lode.

Egli è la "misura-luminoso della stella radiosa la chiesa", la "guida ispirato la maggior parte degli ortodossi", "tre volte benedetto Dio per oratore", "saggia e gloria divina della gerarchia, che ha rotto le corna di orgoglio romano" ( "Menologion" per 6 febbraio, ed. Maltzew, I, 916 metri quadrati).

La Chiesa cattolica ricorda questo straordinario uomo con sentimenti contrastanti.

Noi non negare la sua eminente qualità e certamente ancora non ricordo di lui come a un oratore tre volte benedetto di Dio.

Si può forse riassumere Photius dicendo che era un grande uomo con una macchia per il suo carattere --- la sua insaziabile ambizione e senza scrupoli.

Ma che macchia così copre la sua vita che eclissi tutto il resto e lo rende meritano il nostro giudizio finale come uno dei peggiori nemici della Chiesa di Cristo ha mai avuto, e la causa dei più grandi calamità che mai befell lei.

OPERE

Di Photius's prolifica produzione letteraria parte è stata persa.

Un grande merito di ciò che rimane è che egli ha conservato almeno frammenti di precedenti opere di greco che altrimenti dovremmo sapere nulla.

Ciò vale in particolare per il suo "Myriobiblion".

Il "Myriobiblion" o "Bibliotheca" è una raccolta di descrizioni di libri che aveva letto, con note e talvolta copiosa estratti.

Esso contiene 280 detti avvisi di libri (o meglio 279 e non. 89 è perso), su ogni possibile argomento --- teologia, filosofia, retorica, grammatica, fisica, medicina.

Egli cita pagani e cristiani, Atti dei Consigli, Atti dei Martiri, e così via, in nessun tipo di procedura.

Per le opere così parzialmente salvato (altrimenti sconosciuto) vedere Krumbacher, "Byz. Figliata.", 518-19.

Il "Lessico" (Lexeon Synagoge) è stato compilato, probabilmente, in larga misura dai suoi studenti sotto la sua direzione (Krumbacher, ibid., 521), dal greco dizionari più anziani (Pausania, Harpokration, Diogenianos, Ælius Dionigi).

E 'stata concepita come un aiuto concreto ai lettori dei classici greci, dei Settanta, e il Nuovo Testamento.

Un solo manoscritto di esiste, la difettosi "Codex Galeanus" (già in possesso di Thomas Gale, ora a Cambridge), scritto circa 1200.

Il "Amphilochia", dedicata ad uno dei suoi discepoli preferiti, Amphilochius di Cyzicus, sono le risposte alle domande di biblica, filosofica, teologica e difficoltà, scritta durante il suo primo esilio (867-77).

Ci sono 324 temi discussi, ciascuno in una forma regolare - domanda, risposta, le difficoltà, soluzioni --- ma ancora una volta organizzato in nessun ordine.

Photius dà la maggior parte delle opinioni di celebri Padri greci, Epifanio, Cirillo di Alessandria, Giovanni Damasceno, soprattutto Teodoreto.

Biblico opere .--- solo frammenti di questi sono esistenti, soprattutto nel Catenas.

La più lunga sono da Commentari su San Matteo e Romani.

Diritto Canonico .--- La classica "Nomocanone" (qv), il codice ufficiale della Chiesa ortodossa, è attribuito a Photius.

E ', tuttavia, di età superiore a suo tempo (cfr. Giovanni SCHOLASTICUS).

Esso è stato rivisto e ha ricevuto aggiunte (dal sinodi del 861 e 879) nel Photius il momento, probabilmente, di suoi ordini.

Il "Collezioni e accurate Expositions" (Eunagolai kai apodeixeis akribeis) (Hergenröther, op. Cit., III, 165-70) sono una serie di domande e risposte sui punti di diritto canonico, in realtà una vendetta indiretta dei propri crediti e la posizione .

Un certo numero di sue lettere a sopportare canonica domande.

Omelie .--- Hergenröther venti-cita due sermoni di Photius (III, 232).

Di questi due sono stati stampati quando ha scritto Hergenröther (PG, CII, 548, sq), uno sulla Natività della Beata Vergine, e uno presso la dedicazione di una nuova chiesa, durante la sua seconda patriarcato.

Più tardi, S. Aristarches pubblicato ottanta-tre omelie di diversi tipi (Costantinopoli, 1900).

Dogmatica e polemico opere .--- Molti di questi recano per la sua accuse contro i Latini e così forma l'inizio della lunga serie di anti-cattolica controversia prodotta da teologi ortodossi.

La più importante è "Per quanto riguarda la Teologia circa lo Spirito Santo" (Peri tes hagiou tou pneumatos mystagonias, PG, CII, 264-541), una difesa della processione da Dio Padre solo, basato principalmente su Giovanni, XV, 26.

Un sommario della stessa opera, composta di un secondo autore e contenute nel Euthymius Zigabenus "Panoplia", XIII, divenne la preferita di arma ortodossa controversialists per molti secoli.

Il trattato "nei confronti di coloro che dicono che Roma è la prima Vedere", anche una molto popolare ortodossa arma, è solo l'ultima parte o supplemento di "Collezioni", spesso scritte in modo distinto.

La "tesi quanto riguarda il ritorno del Manichæans" (Diegesis peri tes manichaion anablasteseos, PG, CII, 9-264), in quattro libri, è una storia e la smentita della Paulicians.

Gran parte del "Amphilochia" appartiene a questa voce.

Il piccolo lavoro "Contro i Franchi e altri Latini" (Hergenröther, "Monumenta", 62-71), attribuito al Photius, non è fede.

Esso è stato scritto dopo Cærularius (Hergenröther, "Photius", III, 172-224).

Lettere .--- Migne, PG, CII, pubblica 193 lettere disposte in tre libri; Balettas (Londra, 1864) ha curato una più completa raccolta in cinque parti.

Essi coprono tutti i principali periodi di Photius la vita, e sono la fonte più importante per la sua storia.

A. Ehrhard (in Krumbacher, "Byzantinische Letteratura", 74-77) Photius giudici come un insigne predicatore, ma non come un teologo di primaria importanza.

Il suo lavoro teologico è soprattutto la raccolta di estratti da Padri greci e da altre fonti.

La sua erudizione è vasta, e probabilmente senza eguali nel Medio Evo, ma lui ha poco originalità, anche nella sua polemica contro i Latini.

Anche in questo caso, ha solo bisogno di raccogliere arrabbiato ha detto cose di teologi bizantino prima del suo tempo.

Ma la sua scoperta del Filioque reclamo sembra essere originale.

Il suo successo come arma è notevolmente maggiore rispetto al suo valore reale merita (FORTESCUE, "Chiesa ortodossa orientale", 372-84).

Edizioni .-- Le opere di Photius noti al momento sono stati raccolti da Migne, PG, CI-CV.

J. Balettas, Photiou epistolai (Londra, 1864), contiene altre lettere (complessivamente 260) non in Migne.

A. Papadopulos-Kerameus, "S. Patris Photii Epistolæ XLV" (San Pietroburgo, 1896) dà quaranta-altri cinque, di cui, tuttavia, solo i primi venti-uno fanno fede.

S. Aristaches, Photiou logoi kai homiliai 83 (Costantinopoli, 1900, 2 voll.), Dà altre omelie non in Migne.

Oikonomos ha modificato il "Amphilochia" (Atene, 1858) in un testo più completo.

J. Hergenröther, "Monumenta græca annuncio Photium eiusque historiam pertinentia" (Ratisbona, 1869), e Papadopulos-Kerameus, "Monumenta græca et latina annuncio historiam Photii patriarchæ pertinentia" (San Pietroburgo, 2 parti, 1899 e 1901), aggiungere ulteriori documenti.

Pubblicazione di informazioni scritte da Adrian FORTESCUE.

Trascritto da Thomas J. Bress.

Della Enciclopedia Cattolica, volume XII.

Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ° giugno 1911.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

Atti degli Sinodi dei 869 e 879 sono le fonti più importanti (Mansi, XVI e XVII).

Teognoste il Greco (Archimandrita a Costantinopoli), Libellos periechon panta di kata ton Megan, un contemporaneo di conto l'inizio dello scisma (in Mansi, XVI, 295, sq); NIKETAS DAVID PAPHLAGON († 890); Bios Ignatiou (Mansi, XVI, 209 metri quadrati).

PAPADOPULOS-KERAMEUS dichiarato che si tratta di un quattordicesimo secolo falsificazione nel Vizant.

Vremennik (1899), 13-38, Pseudoniketas ho paphlagon; egli è stato confutato da VASILJEWSKI (ivi, 39-56); cfr.

Byzant. Zeitschrift, IX, (1900), 268 sq GENESIOS, Basileiai (redatto tra 945-959), una storia di imperatori e la Corte di Leone V (813-20) a Basil I (867-86), pubblicato nel Corpus Scriptorum Hist.

Byzantinæ (Bonn, 1834) e PG, CIX, 15 ss.; LEO Grammaticus, ri-edizione di Simeone Magister, Cronaca, in Corpus Script., 1842, e PG CVIII, 1037 ss.

HERGENRÖTHER, Photius, Patriarca von Konstantinopel, sein Leben, seine Schriften u.

das Griechische Schisma (Ratisbona, 1867-69) (il più esaustivo imparato e lavori in materia).

DEMETRAKOPULOS, Historia tou schismatos tes latinikes apo tes orthodoxou ekklesias (Lipsia, 1867), è un tentativo di controreplica a HERGENRÖTHER, come è anche KREMOS, Historia tou schismatos tonnellata duo ekklesion (Atene, 1905-07, due volumi pubblicati su quattro).

LÄMMER, Papst Nikolaus U.

byzantinsche die Zeit Staatskirche con reti a circuizione (Berlino, 1857); Pichler, Geschichte der Trennung kirchlichen tra i Oriente.

U.

Occidente (Monaco di Baviera, 1864-65); Norden, Das Papsttum und Byzanz (Berlino, 1903); KRUMBACHER, Geschichte der Byzantinischen Letteratura (Monaco di Baviera, 1897), 73-79, 515-524 (con abbondante bibliografia); FORTESCUE, gli ortodossi Chiesa orientale (Londra, 1907), 135-171; RUINAUT, Le schisme de Photius (Parigi, 1910).


Inoltre, si veda:


Concili Ecumenici

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a