Preghiera

INFORMAZIONI GENERALI

La preghiera è una necessità per il genere umano perché è inficiato da religiosi.

Si tratta di un fenomeno universale.

Mentre non esclusivamente cristiana, è più reale nel cristianesimo, perché la vita cristiana è una vita di comunione con Dio.

In nessun altra religione possiamo trovare tali preghiere quali si trovano pronunciata da uomini come Mosè, Davide e Paolo.

Nella religione biblica, il rapporto tra Dio e l'uomo è veramente interpersonali.

Alcune cose sono portate a passare solo come uomo prega (1Tim. 2,1-4).

La preghiera è essenzialmente comunione.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Come molte sfaccettature fenomeno, la preghiera comprende i seguenti elementi:


Il fattore cruciale è in atteggiamento di preghiera.

Postura, di lingua, di luogo o di tempo non importa. Cuore dell'uomo deve essere in rapporto con Dio.

Gesù ci ha lasciato uno insuperabile e perfetto esempio di l'importanza della preghiera nella propria vita (il Padre nostro in Matteo 6).

I seguenti principi sono regolativa nella preghiera:


Preghiera si avvale solo come


Dal punto di vista della responsabilità umana, la preghiera è l'elemento fondamentale per il lavoro di fuori di Dio redentore di programma (1Tim. 2,1-4).

Trascurare di preghiera è un peccato (1Sam. 12,23).

Preghiera

INFORMAZIONI GENERALI

La preghiera è il processo di affrontare un sovrumano esseri in corso o ai fini di lode, adorazione, il ringraziamento, petizione, penitenza, e così via. Preghiera è una parte di ogni cultura e non appartiene a nessuna particolare tradizione religiosa. Le basi per la preghiera, tuttavia, diversi a seconda che la comprensione del rapporto di Dio per l'uomo e per il mondo. Nel giudaico-cristiana tradizione, la preghiera si fonda sulla convinzione che Dio è trascendente e personale, un agente attivo nella storia umana.

Nella fede cristiana, Dio preoccupazione per l'umanità si è manifestato nella incarnazione di Gesù Cristo.

Preghiera possono essere comunali, come nel culto pubblico o privato; vocale, di preghiera, ha detto ad alta voce da parte di individui o gruppi, o mentale, come in meditazione e la contemplazione.

Forme popolari di preghiera includere litanie (v. Litanie) e preghiere per i defunti (per esempio, l'ebraico Kaddish).

Gesù ha insegnato ai suoi discepoli il Padre nostro.

Joan A. Range

Bibliografia


Bemporad, Jack, ed., Fondamenti teologici di Preghiera (1967); Bradshaw, Paul F., la preghiera quotidiana nella Chiesa primitiva (1982); Fenton, JC, la teologia della Preghiera (1939); Huck, G., e Klenicki , L., eds., Spiritualità e di preghiera, ebraica e cristiana (1983).

Preghiera

INFORMAZIONI GENERALI

Preghiera, nella religione, sia di una persona atto di comunione con Dio, o qualsiasi altro oggetto di culto, e le parole utilizzate.

Essa è il risultato naturale di una persona di fede in Dio.

La preghiera può essere individuale o di gruppo, formale o spontanea, in silenzio o parlato.

In una o più forme, è al centro di culto.

La inseparabile accompagnamento di sacrificio, nella maggior parte dei primitivi religioni, la preghiera occupato una posizione centrale nella religione ebraica dalla prima giorni.

Il Tempio è stata "una casa di preghiera" (cfr. Isaia 56:7) e Salmi, o Salterio, divenne la preghiera della liturgia del Tempio e la sinagoga e si forma la sostanza di preghiera all'inizio del cristianesimo.

La preghiera cristiana normalmente include invocazione, lode, ringraziamento, petizione (per se stessi e gli altri), confessione, e di ricorso per il perdono. Ne consegue il modello di preghiera noto come il Padre nostro (Latina Paternoster) dato da Gesù Cristo ai suoi discepoli (cfr. Matteo 6:9-13; Luca 11,2-4).

Preghiera forme di culto aziendali variano da altamente formalizzati preghiera liturgica dell'Ufficio divino nella Chiesa cattolica romana e il libro della preghiera comune della Chiesa d'Inghilterra e di altre chiese anglicana, per il tramite della estemporanea parlato preghiere di nonliturgical ai servizi, alla preghiera silenziosa Amici di un 'Meeting.

Nel suo senso più stretto, la preghiera è intesa come comunione spirituale per il bene di chiedere una sorta di divinità.

Nel suo senso più ampio, la preghiera è una forma rituale progettato per portare uno in più stretta relazione a ciò che uno crede di essere l'ultimo.

In questo senso, sia la danza ceremonials dei nativi americani e la meditazione buddista di ricerca di auto-perfezionamento sono forme di preghiera.

Al più alto livello, sacrificio viene assorbita in preghiera nel sacrificio di sé a Dio per mezzo di un impegno totale.

Aiuti alla preghiera, evoluto attraverso i secoli, comprendono preghiera sfere, che consentono una worshiper contare le preghiere lui o lei è in preghiera, la preghiera ruota, una scatola cilindrica contenente preghiere scritte creduto di diventare efficace come la casella è ruotato sul suo asse, utilizzati principalmente da buddisti tibetani, e il tappeto di preghiera, utilizzato dai musulmani.

Preghiera

Informazioni avanzate

Che è la teologia biblica ed evangelica sempre essere alimentata dalla preghiera.

Inoltre, si darà particolare attenzione alla vita di preghiera, dal momento che la teologia è inseparabile dalla spiritualità.

La teologia è interessato non solo con il Logos, ma anche con lo Spirito che rivela e si applica la saggezza di Cristo per i nostri cuori.

John Calvin di cui alla preghiera come "l'anima della fede, della" fede e senza la preghiera diventa presto senza vita.

E 'di preghiera che si metteranno in contatto con Dio.

È ugualmente attraverso la preghiera che Dio comunica con noi.

Heiler's Tipologia

Probabilmente l'opera più significativa sulla fenomenologia della preghiera è Friedrich Heiler's Das Gebet [Preghiera], scritto verso la fine della prima guerra mondiale.

Heiler, un convertito al cattolicesimo dal Luteranesimo e per molti anni professore di storia delle religioni presso l'Università di Marburg, fa un convincente che la preghiera prende forme molto diverse, a seconda del tipo di religione o di spiritualità in cui si trovano. Egli vede sei tipi di preghiera: primitiva, rituale, greco culturali, filosofiche, mistiche, e profetica.

Nella preghiera di Dio l'uomo primitivo è previsto come un essere superiore (o esseri) che ascolta e risponde alle richieste delle persone, anche se egli non è generalmente inteso come onnipotente e di tutti i santi.

Primitiva preghiera è nata dalla necessità e di paura, e la richiesta è di frequente per liberazione dal disgrazia e pericolo.

La preghiera rituale rappresenta uno stadio più avanzato della civiltà, anche se non necessariamente più profonda o più significative di preghiera.

Qui è la forma, non il contenuto, di preghiera che porta la risposta.

La preghiera è ridotto a litanie e ripetizioni che sono spesso creduto di avere un effetto magico.

In greco religione popolare petizione è stata incentrata su valori morali, piuttosto che semplicemente rudimentale esigenze.

Gli dei sono state ritenute benigna, ma non onnipotente.

La preghiera degli antichi greci è stato un purificato forma primitiva di preghiera.

Esso riflette, ma non trascendono i valori culturali della civiltà ellenica.

Filosofico preghiera significa la dissoluzione di realistico o ingenui preghiera.

La preghiera diventa ora la riflessione su senso della vita o di dimissioni al divino ordine del cosmo.

Al meglio, filosofiche preghiera comprende una nota di ringraziamento per le benedizioni della vita.

Secondo Heiler, i due tipi più alto della preghiera sono la mistica e profetica. Mistica cristiana nel suo contesto rappresenta una sintesi di Neoplatonic e motivi biblici, ma è anche un fenomeno religioso universale.

Qui l'obiettivo è l'unione con Dio, che è generalmente raffigurato in termini suprapersonal.

Antropomorfe il dio della religione primitiva è ora trasformato in un Dio che trascende la personalità, quello che è meglio descritta come l'Assoluto, l'infinito abisso, o le infinite terra e la profondità di ogni essere.

Misticismo vede la preghiera come l'elevazione dello spirito a Dio.

Rivelazione è una illuminazione interiore piuttosto che l'intervento di Dio nella storia (come nella fede biblica). Mistici spesso parlare di una scala di preghiera o fasi di preghiera, e la petizione è sempre considerato il più basso fase.

La più alta forma di preghiera è contemplazione, che spesso culmina in estasi.

Per Heiler, profetica preghiera significa sia una riappropriazione e una trasformazione delle intuizioni di uomo primitivo.

Ora la preghiera si basa non solo sulla necessità, ma anche su amore.

Non è né un incantesimo, né una meditazione, ma una spontanea ondata di emozione.

Infatti, supplica di cuore è l'essenza della vera preghiera.

Profetica preghiera comporta importunity, e anche l'accattonaggio reclamo.

In questa categoria di religione profetica Heiler luoghi non solo biblico profeti e apostoli, ma anche i riformatori, soprattutto Lutero, e il puritani.

Ebraismo e Islam a loro agio anche specchio profetico religione, se la mistica è presente in questi movimenti come bene.

La spiritualità che Heiler non prendere in considerazione e che è veramente un fenomeno contemporaneo può essere chiamato spiritualità laica. E 'questo significa una mistica del mondo-in cui l'accento è posto sulla non distacco dal mondo, ma l'immersione nel mondo.

Questo è stato già anticipato in entrambi Hegel e Nietzsche.

JAT Robinson descrive laica preghiera come la penetrazione attraverso il mondo a Dio.

La liberazione teologo Juan Luis Segundo definisce come la preghiera e riflessione su apertura a ciò che Dio sta facendo nella storia.

Henry Nelson Wieman, i religiosi naturalista, vede la preghiera come un atteggiamento verso la vita che ci pone in contatto con il processo creativo in natura.

Dorothy Solle parla di "politica di preghiera", che è orientato verso la prassi piuttosto che sia adorazione o petizione.

Caratteristiche della preghiera cristiana

Nella religione biblica, la preghiera è intesa come un dono e un compito.

Dio prende l'iniziativa (cfr Ez. 2:1-2; Sal. 50:3-4), ma l'uomo deve rispondere.

Questo tipo di preghiera è personalistica e dialogica.

Essa comporta che rivelano il nostro intimo stessi a Dio, ma anche la rivelazione di Dio del suo desiderio di noi (cfr Prov. 1,23).

Preghiera nella prospettiva biblica è spontaneo, anche se può assumere forme strutturate.

Ma le forme stesse deve essere sempre considerato con esitazione e posto a parte quando diventano ostacoli alla conversazione di cuore con il Dio vivente.

Vera preghiera, nella profetica o senso biblico, irrompe attraverso tutte le forme e le tecniche.

È perché essa ha il suo fondamento nello Spirito di Dio, che non possono essere inseriti in una casella sacramentale o un rituale formula.

Nella Bibbia petizione e intercessione sono primario, anche se l'adorazione, il ringraziamento, la confessione e hanno anche un ruolo.

Ancora il petitionary elemento è presente in tutte queste forme di preghiera.

Preghiera biblica è che grida a Dio fuori dalla profondità; è il versando fuori l'anima di fronte a Dio (cfr. I Sam. 1:15; PSS. 88:1-2; 130:1-2; 142:1-2 ; Lam. 2:19; Matt. 7:7-8; Fil. 4:6; Eb. 5,7).

Spesso assume la forma di importunity, memoria appassionata a Dio, anche la lotta con Dio.

Un tale atteggiamento presuppone che Dio ultimo si è immutabile, ma il modo in cui egli decide di realizzare ciò dipende dalle preghiere dei suoi figli.

Egli vuole che noi come partner di alleanza, non come automi o schiavi.

In questo senso limitato preghiera può essere detto per cambiare la volontà di Dio.

Ma più fondamentalmente è la condivisione con Dio i nostri bisogni e desideri in modo che si possa essere più pienamente conforme alla sua ultima volontà e scopo.

La meditazione e la contemplazione hanno un ruolo nella religione biblica, anche se, tuttavia, non come superiore fasi di preghiera (come nel misticismo), ma come supplementi alla preghiera.

Al centro della nostra meditazione non è l'essenza di Dio o la profondità infinita di ogni essere, ma a Dio redentore di azioni in biblico si conclude la storia in Gesù Cristo.

L'obiettivo non è più il distacco dal mondo di disordini e confusione, ma un maggiore attaccamento a Dio e ai nostri compagni di esseri umani.

Spiritualità biblica rende un luogo di silenzio, il silenzio è ancora a non essere utilizzato per arrivare al di là della parola, ma a prepararci per ascoltare la Parola.

Nei confronti di determinati tipi di misticismo, la fede-pietà (Heiler) non cerca di trascendere la ragione, ma a ragione posto nel servizio di Dio.

Non ci può essere una preghiera che consiste solo in gemiti o sospiri o in grida e grida di giubilo; ancora non è completa o completa preghiera fino a quando non assume la forma di comunicazione significativa con il Dio vivente.

Il paradosso di preghiera

La preghiera in senso cristiano non nega la dimensione mistica, ma essa non accettare l'idea di uno stadio superiore in preghiera in cui petizione è lasciato alle spalle.

I progressi che si vede nella vita spirituale è da la preghiera di rosso per la preghiera del cuore.

Nella preghiera biblica o spiritualità evangelica è radicata in entrambi l'esperienza di Godforsakenness e nel senso della presenza di Dio.

Essa si ispira sia sentito bisogno di Dio e di gratitudine per il suo lavoro di riconciliazione e di redenzione in Gesù Cristo.

Preghiera biblica comprende la dimensione di importunity e di presentazione.

Si tratta di wrestling sia con Dio nelle tenebre e di riposo nella quiete.

C'è un tempo per discutere e si lamentano a Dio, ma vi è anche un tempo per presentare.

La fede biblica vede sottomissione alla volontà di Dio a venire dopo il tentativo di scoprire la sua volontà attraverso il cuore di supplica.

La preghiera è una memoria sia con Dio che egli sentire e di leggere le nostre richieste e di una rinuncia fiduciosa a Dio nella fiducia che egli agisce nel suo tempo e modo.

Ma la fiducia viene solo attraverso la lotta.

La preghiera cristiana è sia aziendali e individuali. Troviamo Dio in solitariness, ma non abbiamo mai rimanere in questo stato.

Invece, cerchiamo di unire i nostri sacrifici di lode e le nostre suppliche e intercessioni con quelli della società del borsista credenti.

L'uomo o una donna di preghiera possono trovare sia Dio nella solitudine e nella fraternità.

Anche in solitudine riteniamo che il firmatario non è solo, ma è circondato da un nugolo di testimoni (Eb 12,1), i santi e angeli nella chiesa trionfante.

Siamo chiamati a presentare personali e le esigenze individuali a Dio, ma allo stesso tempo siamo invitati a intercedere per tutta la società dei santi (Giovanni 17:20-21; Ef. 6:18) e anche per il mondo in generale (I Tim. 2,1-2).

Spiritualità biblica non comporta il ritiro dal turmoils del mondo, ma l'identificazione con il mondo nella sua vergogna e afflizione.

Personali petizione diventare egocentrico se non si sono svolte in equilibrio con intercessione, adorazione, e di ringraziamento.

L'obiettivo di preghiera non è assorbimento nel corso di Dio, ma la trasformazione del mondo per la gloria di Dio.

Aneliamo per la beata visione di Dio, ma ancor più cerchiamo di portare la nostra volontà e la volontà di tutti gli uomini in conformità con le finalità di Dio.

Noi preghiamo non solo per fini personali o per la felicità di protezione (come in preghiera primitiva), ma per il progresso e l'estensione del regno di Dio.

DG Bloesch


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


DG Bloesch, la lotta di preghiera; J. Ellul, la preghiera e l'uomo moderno; O. Hallesby, Preghiera; PT Forsyth, l'anima della preghiera; K. Barth, Preghiera, F. von Hugel, la vita di preghiera; T. Merton , Preghiera contemplativa; HU von Balthasar, Preghiera; P. Lefevre, Intese di preghiera.


Pray'er

Informazioni avanzate

La preghiera è dialogo con Dio, il rapporto dell'anima con Dio, non nella contemplazione o meditazione, ma in diretta indirizzo a lui. Preghiera può essere orale o mentale, occasionale o costante, eiaculatorio o formale. Si tratta di un "beseeching il Signore" (Es. 32:11); "versando il l'anima davanti al Signore" (1 Sam. 1,15); "pregando e piangendo al cielo" (2 Chr. 32:20); "fino alla ricerca di Dio e la supplica" (Gb 8,5); "vicino a Dio" (Sal 73:28); "piegando le ginocchia" (Ef 3,14).

Preghiera presuppone una credenza nella personalità di Dio, la sua capacità e volontà di tenere i rapporti con noi, il suo personale di controllo di tutte le cose e di tutte le sue creature e tutte le loro azioni. Accettabile preghiera deve essere sincera (Eb 10,22), ha offerto con riverenza e timore godly, con un umile senso della nostra insignificanza come creature e della nostra indegnità di peccatori, con importunity serio, senza esitazioni e con la presentazione alla volontà divina.

La preghiera deve essere offerto anche nella fede che Dio è, ed è la ascolta e risposto di preghiera, e che egli soddisfa la sua parola, "Chiedete e vi riceve" (Mt 7:7, 8; 21:22; Marco 11:24; Giovanni 14:13, 14), e nel nome di Cristo (16:23, 24; 15:16; Ef. 2:18; 5:20; Col 3:17; 1 Pt. 2 : 5). Preghiera è di natura diversa, segreto (Mt 6,6); sociali, come la famiglia preghiere, e nel culto sociale e pubblica, al servizio del santuario.

Intercessione preghiera è ingiunto (Num. 6:23; Job 42:8; Isa. 62:6; Sal. 122:6; 1 Tm. 2:1; James 5,14), e ci sono molti casi il record di risposte essendo stata data a tali preghiere, ad esempio, di Abramo (Gen 17:18, 20; 18:23-32; 20: 7, 17, 18), di Mosè per Faraone (Es. 8: 12, 13, 30, 31; Es. 9:33), per gli Israeliti (Es. 17:11, 13; 32:11-14, 31-34; Num. 21:7, 8; Deut. 9:18, 19, 25), per Miriam (Num. 12,13), per Aaron (Dt 9,20), di Samuele (1 Sam. 7:5-12), di Salomone (1 Re 8; 2 Cr. 6), Elia (1 Re 17: 20-23), Eliseo (2 Re 4:33-36), Isaia (2 Re 19), Geremia (42:2-10), Peter (Atti 9:40), la chiesa (12:5-12 ), Paolo (28:8).

N. regole sono ovunque nella Scrittura fissate per il modo di preghiera o l'atteggiamento che dovrà assumere il suppliant.


Tranne se la "Preghiera del Signore" (Mt 6:9-13), che, tuttavia, è piuttosto un modello o modello di preghiera di una serie di preghiera da offrire, non abbiamo alcuna forma speciale di preghiera per l'uso generale dato noi nella Scrittura.

La preghiera è ingiunto di frequente nella Scrittura (Es. 22:23, 27; 1 Re 3:5; 2 Cr. 7:14; Sal. 37:4; Isa. 55:6; Joel 2:32; Ez. 36:37 , Ecc), e abbiamo molte testimonianze che essa ha ottenuto una risposta (Sal 3:4, 4:1, 6:8, 18:6; 28:6; 30:2; 34: 4; 118:5 ; James 5:16-18, ecc.)


La preghiera è come la colomba che mandò il Noè, che ha benedetto lui non solo quando è tornato con una foglia d'oliva nella sua bocca, ma quando non si è mai tornato a tutti.

Robinson's Job.

(Easton Illustrated Dictionary)

Ufficio divino

INFORMAZIONI GENERALI

Ufficio Divino (latino officium divinum, "divino dovere"), una serie di servizi nonsacramental di preghiera per essere recitato o cantava a determinate ore del giorno.

Esso è destinato a santificare particolare le parti del giorno.

La serie di "ora" è stata una prassi in cattedrali e dei monasteri in quanto il 4 ° secolo.

In origine essi sono stati eseguiti utilizzando il libro dei Salmi, letture o "lezioni" dalla Bibbia, e le collezioni di canti e preghiere.

Dal 13 ° secolo le ore sono stati integrati in un unico volume, chiamato il Breviario, per l'uso privato di monaci e clero.

Chiese ortodosse usano ancora le vecchie collezioni di libri liturgici per l'ufficio divino.

Recita del divino è stata obbligatoria per tutti i sacerdoti (e alcune monache) nella Chiesa cattolica romana dal 1918.

Il Concilio Vaticano II ha rivisto il Breviario e ha cambiato il suo nome a Liturgia delle Ore.

L'intero ufficio divino consiste di nove uffici, o ore.


Il Concilio Vaticano II obbligato a quelli vincolati la recita dell'Ufficio divino a recitare solo uno dei tre restanti po 'di ore; tutti i piccoli ora restano, tuttavia, in ortodossi divino.

Riforma in chiese, il divino ha avuto un misto storia.

Lutero Deutsche Messe (Messa tedesca), fondata nel 1526, a condizione di una forma di preghiera del mattino e sera preghiera, ma questi sono stati ben presto abbandonati di congregazioni e sopravvissuto solo in ambienti pia famiglia.

Nella chiesa anglicana, Thomas Cranmer ha avuto il Libro della preghiera comune ufficialmente ammesse nel 1549.

Esso prevede una preghiera del mattino (Mattutino) e una preghiera della sera (ben).

E 'stato rivisto più volte ed è in uso nella chiesa anglicana di oggi.

Questi uffici nel Chiese libere (Puritan, metodista, e altri) sono diventati sempre più rari, come le chiese hanno lasciato il Libro della preghiera comune.

L'ufficio della comunità ecumenica di Taizé in Francia, simile a Breviario Romano, è stato tradotto in molte lingue e gode di largo uso tra i cristiani di ogni denominazione.

Joseph M. poteri

Al giorno (Divina) Office

Informazioni avanzate

Il Quotidiano di Office sono i servizi quotidiani di culto della Chiesa cattolica romana, anglicana, luterana e Chiese.

La parola "ufficio" è dal latino Lavoro, il che significa prestazioni del dovere e che implica una cerimonia religiosa.

Talvolta chiamato l ' "ora servizi", il quotidiano uffici sono antecedenti entro il giudaismo.

Gli ebrei hanno pregato al terzo, sesto, nono e ore del giorno.

Questa usanza riportati nel NT.

In Atti si dice Pietro e Giovanni è salito nel tempio a "l'ora della preghiera" (At 3,1) e che Pietro è salito sul housetop pregare "circa la sesta ora" (At 10,9).

Questa tradizione ebraica è stata adottata dalla Islam, che ha cinque ore di preghiera quotidiana (mattina, mezzogiorno, midafternoon, sera e notte).

Il quarto di secolo i vescovi della Chiesa cattolica sono stati "per caricare la gente a venire in chiesa regolarmente la mattina e la sera di ogni giorno."

Congregazionale, mattina e sera preghiere sono stati ulteriormente sviluppati dalla comunità monastiche.

Consulta il quotidiano uffici o canonica ora (le cosiddette da canoni o le regole di Benedetto di Nursia) sono stati regolarizzata.

Forse l'ispirazione è stato un passaggio nel Salterio: "Sette volte al giorno faccio a te la lode, a causa del tuo giusti giudizi» (Sal 119:164).

Monaci pregato insieme a otto volte al giorno ha nominato: (1) Mattutino, o nocturns, iniziato a mezzanotte; (2) Lodi, a seguito immediatamente; (3) primo, presso sunrise; (4) Terza, a midmorning (9 AM); (5) sesta, a mezzogiorno; (6) Nona a midafternoon (3 pm); (7) vespri, alla sera, e (8) Compieta, al momento di coricarsi.

Ciascun ufficio di letture da Scrittura, recitations dal Salterio, preghiere, inni, e forse un sermone.

Alla fine di ogni ora ha assunto un carattere unico.

Mentre tutti gli uffici sono stati trattenuti dal cattolici, anglicani e la luterana Riformatori posto l'accento sulle principali Mattutino e dei Vespri (o ben), come gli atti di culto congregazionale.

Mattutino (dal Lat. "Della mattina") è stato il servizio di apertura della giornata.

La prima e piu 'conosciuti e varia di ora canonica, divenne normativo Domenica culto per gli anglicani (preghiera del mattino) e di un rito quotidiano per i luterani (quando non è stata celebrata la comunione).

Vespri (dal Lat. "Sera") era stato un servizio al crepuscolo.

E 'stato trattenuto da luterani e anglicani, come ben o la preghiera della sera.

Lodi (dal Lat. "Lode"), è stato meno comuni, pensato che è stato restaurato di recente come un servizio di lode tra protestanti.

CG Fry


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


LD Reed, La liturgia luterana; GC Davies, Un Seleziona Liturgiche Lessico; L. Duchesne, culto cristiano, la sua origine ed evoluzione.

Mattutino

INFORMAZIONI GENERALI

Mattutino, prima della preghiera quotidiana servizi in cattolica romana e chiese anglicana.

Nella tradizione cattolica romana, Mattutino consiste di letture della Bibbia, lezioni sulle vite dei santi, e sermoni.

Mattutino il termine deriva da una parola latina che significa "del mattino."

Mattutino

Informazioni avanzate

Preghiera del mattino è "l'ordinanza di Lodi Daily" dal libro della preghiera comune della Chiesa d'Inghilterra, lungo il principale servizio in anglicana e le chiese episcopali.

Preghiera del mattino o in inglese Mattutino deve la sua origine al lavoro di Thomas Cranmer.

Credere al giorno, mattina e sera di culto sono stati l'usanza della Chiesa antica, Cranmer sviluppato gli uffici di mattina la preghiera e la preghiera della sera (ben).

Influenzato da luterana precedenti, il Breviario Sarum, e monastica uffici del Mattutino, Lodi, e il Primo, preghiera del mattino è stato progettato per l'utilizzo durante i giorni feriali e la domenica prima della Santa Comunione.

Piccole modifiche sono state apportate nel 1928; quelli più importanti sono stati autorizzati nel 1965.

CG Fry


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


SL Ollard, ed., Un Dizionario della lingua inglese storia della Chiesa; GC Davies, ed., Westminister Dizionario di culto.

Vespri

INFORMAZIONI GENERALI

Vespri (Latina vesperae, "della serata"), parte del quotidiano nonsacramental serie di servizi di preghiera nella Chiesa cattolica romana e la Chiesa ortodossa orientale.

Vespri è di solito una serata devozione.

Il termine è spesso applicato alla ben (preghiera della sera) della Chiesa Anglicana, mentre in altre chiese designare un servizio musicale tenutasi il pomeriggio di Domenica.

Ben

Informazioni avanzate

Nella Chiesa Anglicana e la preghiera della sera ben significa la stessa cosa, facendo riferimento alla sera servizio che viene detto o cantato ogni giorno durante tutto l'anno.

In origine questo servizio è un conflation medievale di servizi di vespri e compieta.

Esso è composto principalmente della Scrittura, OT e NT lezioni, cantici biblici (ad esempio, il Magnificat), versicles biblico, e le risposte con il Padre nostro.

A questi si aggiungono il Kyrie eleison, credo, e preghiere.

Chiesa cattolica in preghiera della sera è a volte utilizzato per descrivere la sera ufficio dei Vespri trovato nel nuovo breviario (1971).

P Toon


(Elwell Evangelica Dictionary)

Preghiera

Informazioni cattolica

(Euchesthai greco, il latino Precari, francese prier, di far valere, a mendicare, a chiedere ardentemente).

Un atto della virtù della religione, che consiste nel chiedere a buon doni o grazie da Dio.

In senso più generale è l'applicazione della mente alla Divina cose, non solo di acquisire una conoscenza di loro, ma a fare uso di tali conoscenze come mezzo di unione con Dio.

Questo può essere fatto da atti di lode e di ringraziamento, ma petizione è il principale atto di preghiera.

Le parole utilizzate per esprimere in Scrittura sono: per richiamare (Genesi 4:26); di intercedere (Gb 22:10); a mediare (Isaia 53:10); di consultare (1 Samuele 28:6); a supplichiamo (Esodo 32:11) e, molto comunemente, a gridare.

I Padri parlano di come l'elevazione dello spirito a Dio, al fine di chiedere una corretta cose da Lui (San Giovanni Damasceno, "De fide", III, XXIV, in PG, XCIV, 1090); communing e conversare con Dio (S. Gregorio di Nissa, De oratione dom. ", PG, XLIV, 1125); parlare con Dio (San Giovanni Crisostomo," Hom. Xxx in Gen ", n. 5, PG, LIII, 280 ).

E 'quindi l'espressione del nostro desiderio di Dio sia per noi stessi o gli altri.

Questa espressione non è destinato a incaricare diretto o Dio che cosa fare, ma di fare appello alla sua bontà per le cose che abbiamo bisogno, e il ricorso è necessario, non perché Egli è ignorante dei nostri bisogni o sentimenti, ma di dare forma definitiva alla nostra desideri, di concentrare tutta la nostra attenzione su quello che dobbiamo raccomandare a Lui, per aiutarci a apprezzare la nostra stretta relazione personale con Lui.

L'espressione non deve essere esterne o vocale; interno o mentale è sufficiente.

Di preghiera riconosciamo la potenza di Dio e del bene, la nostra dipendenza e neediness.

E 'quindi un atto della virtù della religione che implica la più profonda riverenza per Dio e per habituating a guardare a Lui per tutto, non solo perché la cosa buona essere chiesto di per sé, o vantaggioso per noi, ma soprattutto perché vogliamo come un dono di Dio, e non altrimenti, non importa quanto buono o auspicabile possa sembrare a noi.

Preghiera presuppone la fede in Dio e la speranza nella sua bontà.

Di entrambi, Dio, a cui noi preghiamo, ci spinge alla preghiera.

La nostra conoscenza di Dio con la luce della ragione naturale ci spinge anche a guardare a lui per aiutarlo, ma manca di tale preghiera soprannaturale ispirazione, e se può avvalersi di tenerci da perdere la nostra conoscenza naturale di Dio e la fiducia in Lui, o, certa misura, da Lui infrazione, essa non può disporre positivamente noi a ricevere la sua grazia.

Oggetti di Preghiera

Come ogni atto che fa per la salvezza, la grazia, è richiesto non solo di disporre a pregare, ma anche a noi in aiuto la determinazione di ciò che a pregare per.

In questo "lo spirito helpeth nostra infermità. Per non sappiamo che cosa dobbiamo pregare per come si dovrebbe, ma lo Spirito stesso chiede per noi con gemiti inenarrabili" (Romani 8:26).

Per alcuni oggetti ci sono sempre sicuri dobbiamo pregare, come ad esempio la nostra salvezza e il grande mezzo ad essa, la resistenza alla tentazione, la pratica della virtù, la perseveranza finale, ma abbiamo costantemente bisogno di luce e la guida dello Spirito di conoscere la speciale significa che sarà più ci aiutano in ogni particolare esigenza.

Che non vi può essere alcuna possibilità di misjudgment da parte nostra in questo un obbligo fondamentale, Cristo ci ha insegnato che dobbiamo chiedere nella preghiera e anche in che ordine dobbiamo porci.

In risposta alla richiesta dei suoi discepoli per insegnare loro come pregare, ha ripetuto la preghiera comunemente parlato di come il Padre nostro, da cui risulta che prima di tutto noi siamo a pregare affinché Dio sia glorificato, e che a tal fine gli uomini possono essere cittadini degni del suo regno, che vivono in conformità con la sua volontà.

Infatti, la conformità è implicita in ogni preghiera: dobbiamo chiedere niente di meno che non sia strettamente in conformità con la Divina Provvidenza nei nostri confronti.

Questo per quanto riguarda gli oggetti spirituale della nostra preghiera.

Noi siamo a chiedere anche per le cose temporali, il nostro pane quotidiano, e tutto ciò che essa implica, la salute, forza, e mondana o altri beni temporali, non materiale o corporale solo, ma mentale e morale, ogni realizzazione che può essere un mezzo di servizio Dio e il nostro collega, gli uomini.

Infine, vi sono i mali che dobbiamo pregare per sfuggire, la sanzione dei nostri peccati, i pericoli della tentazione, e ogni modo di fisico o spirituale afflizione, per quanto questi possa impedire a noi in servizio di Dio.

A cui possiamo pregare

Anche se Dio è il Padre di cui al presente preghiera come quello a cui siamo a pregare, non è fuori luogo per affrontare le nostre preghiere alle altre Persone divine.

Lo speciale appello a uno non esclude le altre.

Più comunemente il Padre è indirizzata in principio delle preghiere della Chiesa, anche se stretta con l'invocazione ", per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo, tuo figlio che vive con te e in reigneth l'unità dello Spirito Santo, mondo senza fine".

Se la preghiera è rivolta a Dio Figlio, la conclusione è: "Chi livest e reignest con Dio Padre nell'unità dello Spirito Santo, Dio, mondo senza fine", o, "Chi vive con te e reigneth in unità , Ecc ".

La preghiera può essere indirizzata a Cristo come uomo, perché Egli è una persona divina, tuttavia, non alla sua natura umana in quanto tale, proprio perché la preghiera deve essere sempre indirizzata ad una persona, mai a qualcosa di impersonale o in astratto.

Un appello a tutto impersonale, come ad esempio per il cuore, le ferite, la Croce di Cristo, deve essere presa figurato come previsto per Cristo stesso.

Che possono pregare

Come Egli ha promesso di intercedere per noi (Gv 14,16), e si dice di farlo (Romani 8:34; Ebrei 7,25), si può chiedere la sua intercessione, anche se questo non è di uso comune nel culto pubblico.

Egli prega in virtù della sua propri meriti; santi interceda per noi in virtù dei suoi meriti, non loro.

Di conseguenza, quando preghiamo per loro, è per chiedere la loro intercessione in nostro nome, di non aspettarsi che possano elargire doni a noi del loro potere, o di ottenere in virtù del loro merito.

Anche le anime del purgatorio, secondo l'opinione comune dei teologi, pregare Dio per spostare i fedeli a offrire preghiere, sacrifici, e Espiatoria opere per loro.

Essi hanno anche pregare per loro e per le anime ancora sulla terra.

Il fatto che Cristo conosce il futuro, o che i santi sappia molte cose future, non impedisce loro di pregare.

In quanto prevede il futuro, in modo che anche prevedere eventi come il suo può essere influenzato da loro preghiere, e che almeno la preghiera di fare tutto quanto è in loro potere per ottenere ciò che è migliore, anche se coloro per i quali essi pregano non può disporre per il loro benedizioni così invocato.

Il giusto grado di pregare, e anche i peccatori.

Il parere del Quesnel che la preghiera del peccato aggiunge al suo peccato è stato condannato da Clemente XI (Denzinger, 10 ed., N. 1409).

Se non vi è alcun merito soprannaturale nel peccatore la preghiera, può essere sentito, e in effetti egli è tenuto a rendere così come prima di lui peccato.

Non importa quanto egli indurito può diventare nel peccato, ha bisogno ed è vincolata a pregare per essere consegnato da esso e dalla tentazioni che lo affliggono.

La sua preghiera potrebbe offendere Dio solo se fosse ipocrita, o presuntuoso, come se egli dovrebbe chiedere a Dio di soffrire di lui di continuare nel suo male.

E 'ovvio che in un inferno la preghiera è impossibile; né diavoli né perso anime può pregare, o essere oggetto di preghiera.

Per il quale noi possiamo pregare

Per la benedetta preghiere possono essere offerti non con la speranza di aumentare la loro beatitudine, ma che la loro gloria può essere meglio apprezzato e imitato le loro opere.

Nel pregare gli uni per gli altri si suppone che Dio elargire favori sua in considerazione di coloro che pregare.

In virtù della solidarietà della Chiesa, che è, le strette relazioni dei fedeli in qualità di membri del Corpo mistico di Cristo, uno può beneficiare di buone opere, e specialmente dalle preghiere degli altri partecipanti, come se in essi .

Questo è il terreno di St. Paul's desiderio che suppliche, preghiere, intercessioni, ringraziamenti per tutti gli uomini (Tim., II, 1), per tutti, senza eccezione, in alta o bassa della stazione, per il giusto, per i peccatori , Per infedeli; per i defunti e per le condizioni di vita; di nemici e per gli amici.

(Vedere comunione dei santi).

Effetti di Preghiera

In udienza la nostra preghiera a Dio non cambia la sua volontà o azione nei nostri confronti, ma semplicemente mette in pratica ciò che aveva decretato eternamente in vista della nostra preghiera.

Questo Egli può fare direttamente, senza l'intervento di qualsiasi causa secondaria come quando Egli imparte a noi alcuni dono soprannaturale, come ad esempio effettivo grazia, o indirettamente, quando Egli elargisce alcuni dono naturale.

In quest'ultimo caso Dirige con la sua Provvidenza le cause naturali che contribuiscono a effetto desiderato, sia che si tratti di morale o agenti libero, come ad esempio gli uomini; o alcuni morale e altri no, ma fisico e non libera; o, ancora una volta, quando nessuno di loro è gratuito.

Infine, con l'intervento miracoloso, e senza che impiegano una qualsiasi di queste cause, Egli può produrre l'effetto pregato per.

L'uso o la abitudine di preghiera ridonda a nostro vantaggio in molti modi.

Oltre a ottenere i doni e le grazie abbiamo bisogno, il processo molto eleva la nostra mente e il cuore a una conoscenza e di amore delle cose divine, una maggiore fiducia in Dio, e di altri preziosi sentimenti.

Infatti, così numerose e così utile sono questi effetti di preghiera che essi compensare noi, anche quando la particolare oggetto della nostra preghiera non è concesso.

Spesso essi sono di gran lunga maggiore vantaggio rispetto a quello che chiediamo.

Nulla che possiamo ottenere in risposta alla nostra preghiera potrebbe superare in valore la familiarità conversare con Dio in cui consiste la preghiera.

Al di là di questi effetti di preghiera, possiamo (accosentito per de) merito di restauro che alla grazia, se siamo nel peccato; nuove ispirazioni della grazia, aumento della grazia santificante, e per soddisfare la pena temporale per il peccato.

Segnale di come tutti questi benefici sono, sono solo accessori per il buon effetto di preghiera per la sua impetratory potere basato sulla infallibile promessa di Dio, "Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete: bussate e essa deve essere aperto a voi "(Matteo 7,7);" Perciò vi dico: tutte le cose di qualsiasi chiedete quando siete pregare, credo che si riceve "(Marco 11:24 - vedi anche Luca 11:11; Giovanni 16:24, così come innumerevoli garanzie in tal senso nel Vecchio Testamento).

Condizioni di Preghiera

Assoluto di Cristo anche se garanzie per quanto riguarda la preghiera sembra essere, non escludere determinate condizioni in cui l'efficacia della preghiera dipende.

In primo luogo, il suo oggetto deve essere degna di Dio e il bene per uno che prega, spiritualmente o temporalmente.

Questa condizione è sempre implicita nella preghiera di uno che è rassegnato alla volontà di Dio, pronti ad accettare qualsiasi spirituale favore Dio può essere contento di concedere, e desiderose di quelli temporali solo nella misura in cui può contribuire a servire Dio.

Prossimo, la fede è necessaria, non solo la generale convinzione che Dio è in grado di rispondere alla preghiera o che sia un potente mezzo per ottenere il suo favore, ma anche l'implicita fiducia nella fedeltà di Dio alla sua promessa di sentire una preghiera in qualche caso particolare.

Questa fiducia implica uno speciale atto di fede e di speranza che, se la nostra richiesta sia per il nostro bene, Dio le accorda, o di qualsiasi altro tipo equivalente o migliore, che a sua sapienza Egli ritiene migliori per noi.

Per essere efficace la preghiera deve essere umile.

Di chiedere, come se uno ha avuto un credito nei vincolante la bontà di Dio, o il titolo di qualsiasi colore per ottenere qualche favore, non sarebbe la preghiera, ma la domanda.

La parabola del fariseo e del pubblicano illustra molto chiaramente, e ci sono innumerevoli testimonianze nella Scrittura per il potere di umiltà nella preghiera.

"Un contrito e umiliato cuore, o Dio, tu non disprezzi" (Sal 1, 19).

"La preghiera di humbleth che lui stesso si trafiggerà le nuvole" (Eccl., xxxv, 21).

Senza sacrificio di umiltà noi possiamo e dovremmo cercare di essere sicuri che la nostra coscienza è buono, e che non vi è alcun difetto nel nostro comportamento in contrasto con la preghiera, anzi, potremmo anche appello ai nostri meriti misura in cui si segnala il sito a Dio, a condizione sempre che i principali motivi della fiducia sono la bontà di Dio e il merito di Cristo.

Sincerità è un altro necessaria qualità della preghiera.

Sarebbe inattivo a favore chiedere senza fare tutto ciò che può essere in nostro potere per ottenerlo; a mendicare per davvero senza che desiderano, o, allo stesso tempo uno che prega, a fare di tutto incoerente con la preghiera.

Serietà o fervore è un altro tale qualità, precludendo tutti i tiepida o timida petizioni.

Di essere dimesso alla volontà di Dio nella preghiera non implica che si dovrebbe essere indifferenti, nel senso che non si cura se uno essere ascoltate o non, come dovrebbe o non ricevere lief come ricevere, al contrario, vero rassegnazione alla volontà di Dio è possibile solo dopo aver desiderato ardentemente e il nostro desiderio espresso nella preghiera per queste cose, come sembra necessario fare la volontà di Dio.

Questa serietà è l'elemento che rende la perseverante preghiera così ben descritto in tali parabole come amico a mezzanotte (Luca 11:5-8), o, la vedova e le ingiuste Giudice (Luca 18:2-5), e che in ultima analisi, ottiene il prezioso dono della perseveranza nella grazia.

L'attenzione nella preghiera

Infine, l'attenzione è l'essenza stessa della preghiera.

Come espressione del sentimento provenienti dalla nostra facoltà intellettuale preghiera richiede la loro applicazione, vale a dire attenzione.

Non appena cessa questa attenzione, la preghiera cessa.

Per iniziare a pregare e consentire la mente ad essere interamente o distratti deviate ad un altro pensiero occupazione o termina necessariamente la preghiera, che è ripreso solo quando la mente è ritirato dal oggetto di distrazione.

Di ammettere distrazione è sbagliato quando si è obbligati ad applicare a se stessi la preghiera; quando non vi è tale obbligo, si è liberi di passare da oggetto di preghiera, a condizione che essere fatto senza irreverence, a qualsiasi altro soggetto corretto.

Questo è tutto molto semplice, applicato su preghiera mentale, ma non vocale preghiera richiedono la stessa attenzione mentale, in altre parole, quando pregando vocally deve assistere a uno il significato delle parole, e se uno deve cessare di farlo, sarebbe uno dal fatto stesso che cessa di pregare?

Vocal preghiera mentale diversa da proprio in questo che la preghiera mentale non è possibile senza attenzione ai pensieri che sono concepiti e espresso se internamente o esternamente.

Né è possibile pregare senza partecipare al pensiero e le parole quando si cerca di esprimere il nostro sentimento nei nostri parole e che tutto ciò che è necessario per una corretta preghiera vocale è la ripetizione di alcune parole, di solito sotto forma di una serie con l'intenzione di usarle nella preghiera.

Finché dura l'intenzione, vale a dire fino a quando non si fa nulla per porvi fine o totalmente incompatibile con esso, così a lungo come una continua a ripetere, sotto forma di preghiera, con la riverenza a disposizione e modo di andata, con solo questo scopo generale del pregando secondo la forma prescritta, così a lungo come una continua a pregare e nessun pensiero o esterno atto può essere considerato una distrazione a meno che non terminare la nostra intenzione, o di leggerezza o irreverence essere totalmente incompatibile con la preghiera.

Così si può pregare in strade affollate dove è impossibile evitare di vedere e ascoltare e conseguente immaginazione e pensieri.

Previsto uno ripete le parole della preghiera e di evitare le distrazioni di dolo mente alle cose in nessun modo attinenti alla preghiera, si può attraverso infermità mentale o inadvertence ammettere numerosi pensieri non connessi con l'oggetto della preghiera, senza irreverence.

E 'vero, questo importo di attenzione non permettono di trarre dalla preghiera il pieno vantaggio spirituale che dovrebbe portare, anzi, di essere soddisfatti di questo, di norma, comporterebbe l'ammissione di distrazioni abbastanza liberamente e abusivamente.

Per questo motivo è consigliabile non solo per mantenere la mente piegato a pregare, ma anche a pensare al senso della preghiera e, nella misura del possibile pensare il significato di alcuni almeno dei sentimenti o le espressioni di preghiera.

Come mezzo di coltivare l'abitudine, si raccomanda, in particolare nel esercizi spirituali di Sant'Ignazio, spesso a recitare alcune preghiere familiare, il Padre nostro, il Angelical Titolo, il Credo, il confiteor, lentamente sufficiente per ammettere l'intervallo di un soffio tra le principali parole o frasi, in modo da avere il tempo di pensare a loro significato, e di sentirsi in un solo cuore le emozioni del caso.

Un'altra pratica fortemente raccomandato dallo stesso autore è prendere ogni frase di queste preghiere come un argomento di riflessione, di non ritardare troppo a lungo su uno di essi se non si trova in essa qualche suggerimento o utile, pensiero o sentimento, ma poi fermarsi a riflettere come purché si trova proprio di riflessione o di emozione, e, quando si è sufficientemente soffermato su qualsiasi brano, di terminare la preghiera senza ulteriori deliberata riflessione (cfr. distrazione).

Necessità di Preghiera

La preghiera è necessario per la salvezza.

Si tratta di un distinto precetto di Cristo nei Vangeli (Matteo 6:9, 7:7; Luca 11:9; Giovanni 16:26; Colossesi 4:2; Romani 12:12; 1 Pt 4,7).

Il precetto impone su di noi solo ciò che è realmente necessario come mezzo di salvezza.

Senza la preghiera non siamo in grado di resistere alla tentazione, né ottenere la grazia di Dio, né crescere e perseverare in essa.

Questa necessità è un dovere per tutti secondo le loro differenti stati di vita, soprattutto a quelli che in virtù del loro ufficio, del sacerdozio, per esempio, o altri particolari obblighi religiosi, dovrebbe in un modo speciale di pregare per il loro benessere e per gli altri.

L'obbligo di pregare incombe su di noi in ogni momento.

"E lui ha parlato anche una parabola, a loro che dobbiamo sempre pregare, e non debole" (Luca 18:1), ma è particolarmente pressante quando ci troviamo in grande bisogno di preghiera, senza di essa, quando non siamo in grado di superare alcune ostacolo o effettuare qualche obbligo; quando, per soddisfare diversi obblighi di carità, dobbiamo pregare per gli altri, e quando è appositamente implicita in alcuni obbligo imposto dalla Chiesa, come ad esempio la partecipazione a Messa, e l'osservanza di domenica e giorni di festa .

Questo vale per la preghiera vocale, e per quanto riguarda la preghiera mentale, o la meditazione, anche questo, è necessario misura in cui possiamo aver bisogno di applicare la nostra mente allo studio delle cose divine, al fine di acquisire una conoscenza delle verità necessarie per la salvezza .

L'obbligo di pregare incombe su di noi in ogni momento, che la preghiera non dovrebbe essere la nostra esclusiva occupazione, come il Euchites, o Messalians, e simili sette eretiche professi credere.

I testi della Scrittura offerte a pregare senza sosta significa che dobbiamo pregare ogni volta che è necessario, come tante volte è necessario; che dobbiamo continuare a pregare fino a quando avremo ottenuto ciò di cui abbiamo bisogno.

Alcuni autori parlano di una vita virtuosa come una preghiera ininterrotta, e il ricorso a adagio "è fatica a pregare" (laborare è orare).

Ciò non significa che la forza lavoro o sostituisce il dovere della preghiera, perché non è possibile né a praticare virtù o per lavoro correttamente senza uso frequente di preghiera.

La Wyclifites e Waldenses, secondo Francisco Suárez, sostenuto ciò che essi hanno chiesto preghiera vitale, consistente in buone opere, ad esclusione di tutti, anche la preghiera vocale, tranne il Padre Nostro.

Per questo motivo Francisco Suárez non approva l'espressione, anche se San Francesco di Sales lo usa per significare la preghiera rafforzata dal lavoro, o meglio il lavoro che si ispira alla preghiera.

La prassi della Chiesa, devotamente seguita dai fedeli, è quello di iniziare e terminare la giornata con la preghiera, e se al mattino e alla sera la preghiera non è di obbligo rigoroso, la pratica di così bene che soddisfa il nostro senso della necessità della preghiera che trascurare di esso, soprattutto per lungo tempo è considerato più o meno peccatrice, secondo la causa della negligenza, che è comunemente una qualche forma di pigrizia.

La preghiera vocale

La preghiera può essere classificata come vocale o mentale, privata o pubblica.

In alcuni preghiera vocale d'azione verso l'esterno, di solito espressione verbale, accompagna l'atto interno implicita in ogni forma di preghiera.

Questa azione esterna non solo aiuta a mantenere siamo attenti alla preghiera, ma aggiunge anche per la sua intensità.

Esempi di che si verificano nella preghiera degli Israeliti in cattività (Esodo 2,23); di nuovo dopo il idolatria tra i Chanaanites (Giudici 3,9); la Preghiera del Signore (Matteo 6,9); Cristo la propria preghiera dopo resuscitating Lazzaro ( Giovanni 11:41) e le testimonianze in Eb., V, 7, e XIII, 15, e spesso ci si raccomanda di utilizzare inni, cantici, e di altre forme vocali di preghiera.

E 'stato comune nella Chiesa fin dall'inizio; né ha mai stata negata, salvo che dal Wyclifites e la Quietists.

L'ex opposti ad essa come inutile, come Dio non ha bisogno di parole per conoscere ciò che avviene nelle nostre anime, e la preghiera è un atto spirituale bisogno di essere eseguito solo l'anima senza il corpo.

Quest'ultimo considerato tutte le azioni esterne nella preghiera come una morte perturbazione o interferenze con la passività dello spirito necessario, a loro parere, a pregare correttamente.

E 'ovvio che la preghiera deve essere l'azione di tutta l'uomo, corpo e anima; che Dio che è creato sia soddisfatto del servizio di entrambi, e che, quando i due agire all'unisono aiutano invece di interferire con l'un l'altro delle attività .

La Wyclifites opposti non solo a tutti gli esterni espressione di preghiera in generale, ma di preghiera vocale nel suo senso proprio, vale a dire.

Preghiera espressa in serie sotto forma di parole, ad eccezione del solo il Padre Nostro.

L'uso di una varietà di queste forme è sancito dalla preghiera nei primi frutti-(Deuteronomio 26:13).

Se è diritto di utilizzare una forma, quella del Padre Nostro, perché non anche altri?

Litanie, collettiva e la preghiera eucaristica della Chiesa primitiva sono stati sicuramente impostare forme, e la familiarità preghiere quotidiane, il Padre nostro, Ave Maria, Apostoli 'Credo, confiteor, Atti della fede, della speranza e della carità, tutti i attestano l'utilizzo del Chiesa in questo senso e la preferenza dei fedeli approvato per tali forme di altri di loro composizione.

Posture in preghiera

Posture in preghiera sono anche una prova della tendenza nella natura umana di esprimere il sentimento di perfezionamento attivo di segno esteriore.

Non solo tra ebrei e cristiani, ma tra i popoli pagani, inoltre, alcune posizioni sono state considerate adeguate in preghiera, come, ad esempio, in piedi a braccia sollevate tra i Romani.

Il orante indica la favorita di posture i primi cristiani, in piedi con le mani esteso, come Cristo sulla croce, secondo Tertulliano, o con le mani sollevate verso il cielo, con ceduto o più capi, ovvero, per i fedeli, con gli occhi sollevato verso il cielo, e , Per i catecumeni, con gli occhi piegato sulla terra; prostrazione, in ginocchio, genuflection, e come tali gesti che colpisce il seno sono tutti segni di andata la riverenza corretto per la preghiera, sia in pubblico o privato.

La preghiera mentale

Meditazione è una forma di preghiera mentale che consiste nella domanda delle varie facoltà dell'anima, della memoria, l'immaginazione, l'intelletto e volontà, per l'esame di alcuni mistero, in linea di principio, di verità, o di fatto, al fine di una corretta eccitante spirituale emozioni e la soluzione di alcuni atto o corso d'azione considerato come la volontà di Dio e come mezzo di unione con Lui.

In alcuni Corsi di laurea o altri è sempre stata praticata da Dio timorato di anime.

Non vi è abbondante prova di questo nel Vecchio Testamento, come, ad esempio, in Ps.

XXXVIII, 4; LXII, 7; LXXVI, 13; CVI in tutto; Ecclus., XIV, 22; Is., XXVI, 9; LVII, 1; Ger., XII, 11.

Nel Nuovo Testamento Cristo ha dato esempi di frequente, e St. Paul spesso fa riferimento ad essa, come in Ef., Vi, 18; Col, IV, 2; I Tim., IV, 15; I Cor., XIV, 15.

E 'sempre stata praticata nella Chiesa.

Tra gli altri che hanno raccomandato ai fedeli come Crisostomo nella sua due libri sulla preghiera, come anche nel suo "Hom. Xxx in Gen"

e "Hom. vi. in Isaiam"; Cassiano in "Conferenza IX"; San Girolamo in "Epistola 22 annuncio Eustochium"; S. Basilio nel suo "Omelia a S. Julitta, M.", e "In breviori regolare" , 301; S. Cipriano, "In expositione orationis dominicalis"; Sant'Ambrogio, De sacramentis ", VI, III; S. Agostino," Epist. 121 annuncio Probam ", cc.

V, VI, VII; Boctius, "De Spiritu et anima", xxxii; San Leo, "Sermo viii de jejunio"; San Bernardo, "De consecratione '", I, VII; S. Tommaso, II-II, D. LXXXIII, A.

2.

Gli scritti dei Padri stessi e dei grandi teologi sono in larga misura il frutto di devota meditazione e di studio dei misteri della religione.

Non vi è, però, nessuna traccia di meditazione prima metodica XV secolo.

Prima di tale momento, anche nei monasteri, non sembra regolamento sono esistite per il coro o accordo di soggetto, l'ordine, il metodo e il momento della riflessione.

Fin dall'inizio, prima della metà del XII secolo, i certosini volte aveva fissato separatamente per la preghiera mentale, come emerge dal Guigo "Consuetudinary", ma nessuna ulteriore regolamentazione.

Chi l'inizio del XVI secolo uno dei Fratelli della vita comune, Jean Mombaer di Bruxelles, ha rilasciato una serie di soggetti o punti per la meditazione.

Monastica norme generalmente tempi prescritti per la preghiera comune, di solito la recita dell'Ufficio, lasciando ai singoli a riflettere come egli potrebbe a uno o l'altro dei testi.

All'inizio del XVI secolo il Dominicana capitolo di Milano prescritto preghiera mentale per mezz'ora al mattino e alla sera.

Tra i francescani vi è metodico record di preghiera mentale verso la metà di quel secolo.

Tra i Carmelitani non vi era alcuna regolamentazione per fino santa Teresa introdotto per due ore al giorno.

Sant'Ignazio, anche se la meditazione ridotto a un tale metodo definito nel suo esercizi spirituali, non è stato fatto parte del suo Stato fino a trenta anni dopo la costituzione della Società.

Il suo metodo e quella di St Sulpice hanno contribuito a diffondere l'abitudine di meditazione al di là del chiostro tra i fedeli in tutto il mondo.

Metodi di meditazione

Nel metodo di S. Ignazio l'oggetto della meditazione è scelto in precedenza, di solito la sera precedente.

Essa può essere una qualsiasi verità o qualunque fatto o in materia di Dio l'anima umana, l'esistenza di Dio, suoi attributi, come ad esempio la giustizia, misericordia, amore, di saggezza, la sua legge, la provvidenza, rivelazione, la creazione e il suo scopo, il peccato e le sue sanzioni, la morte, creazione e il suo scopo, il peccato e le sue sanzioni, la morte, il giudizio, l'inferno, redenzione, ecc L'esatto aspetto del soggetto dovrebbe essere determinato con estrema definitivamente, altrimenti il suo esame sarà di carattere generale o di superficiale e non dei vantaggi pratici.

Per quanto possibile la sua applicazione ai propri bisogni spirituali dovrebbe essere previsto, e di lavorare fino interesse in essa, come uno ritira e sale, si dovrebbe ricordare che alla mente in modo da farne un sonno veglia e un pensiero.

Quando è pronto per la meditazione, un poco di tempo dovrà essere rivolta alle recollecting ciò che stiamo per fare in modo da iniziare con tranquille della mente e profondamente impressionato con la sacralità della preghiera.

Una breve atto di adorazione di Dio segue naturalmente, con una petizione che la nostra intenzione di onorare Lui nella preghiera può essere sincero e perseverante, e che ogni facoltà e di agire, interni ed esterni, possono contribuire al suo servizio e lode.

L'oggetto della meditazione è poi ricordato in mente, e al fine di fissare l'attenzione, l'immaginazione è qui impiegati per la costruzione di alcuni scena opportuno oggetto, ad esempio, il Giardino del Paradiso, se la meditazione sulla creazione, o la caduta del L'uomo; la Valle dei Jehosaphat, per il Giudizio Universale, o, per l'Inferno, il fondo e sconfinato buca di incendio.

Questo è chiamato la composizione del luogo, e anche quando l'oggetto di meditazione non ha alcuna apparente materiale associazioni, l'immaginazione può sempre elaborare alcuni scena o sensibili immagine che aiuteranno a stabilire o richiamare l'attenzione e apprezzare la spirituale questione in esame.

Così, quando si considera il peccato, soprattutto peccato carnale, come enslaving l'anima, il Libro della Sapienza, IX, 15, suggerisce la somiglianza del corpo nella prigione di casa l'anima: "Il corpo è corruttibile un carico su l'anima, e terrena abitazione presseth giù la mente che museth su molte cose. "

Molto spesso questo primo passo, preludio o come viene chiamato, potrebbe occupare uno con profitto l'intero periodo prescelto per la meditazione, ma normalmente dovrebbe essere reso in pochi minuti.

A breve segue petizione per la grazia speciale si spera di ottenere e poi la meditazione buon inizio.

La memoria ricorda come il tema sicuramente possibile, un punto alla volta, ripetendo che oltre se del caso, come sempre una questione di intimo interesse personale, e con un forte atto di fede fino a quando l'intelletto apprehends naturalmente la verità o l'importazione del fatto in esame, e comincia a concepirla come una questione per un attento esame, ragionamento su di esso e studiare ciò che essa implica per il benessere degli animali.

Gradualmente un intenso interesse suscitato in queste riflessioni, fino a quando, con la fede accelerare la naturale intelligenza si comincia a percepire le domande di verità o di fatto alla propria condizione ed ha bisogno di sentirsi e il vantaggio o necessità di agire sulle conclusioni tratte da una delle riflessioni.

Questo è il momento importante della meditazione.

La convinzione che abbiamo bisogno o dovrebbe fare qualcosa in conformità con la nostra considerazione genera in noi desidera o risoluzioni che abbiamo a lungo a compiere.

E 'grave che stiamo noi ammette di non auto-inganno sia per quanto riguarda la correttezza o la possibilità di tali risoluzioni da parte nostra.

Non importa quello che può costare di essere coerenti, le adotta, e più si apprezzano le loro difficoltà e la nostra debolezza o incapacità, più si deve cercare di valore i motivi che inducono ad adottare noi, e soprattutto il più si deve pregare per la grazia di essere in grado di eseguirla.

Se vogliamo sul serio non saremo soddisfatti con un processo superficiale.

Alla luce della verità che stiamo meditando, la nostra esperienza passata verrà a mente e confrontarsi con noi, forse memoria di fallimento di precedenti tentativi simili a quelle che stiamo esaminando ora, o almeno con un acuto senso della difficoltà di essere fermato, rendendoci più solleciti circa i motivi che anima noi e umile di petizioni la grazia di Dio.

Queste petizioni, così come tutte le diverse emozioni che nascono dalle nostre riflessioni, trova espressione in termini di preghiera a Dio che sono chiamati colloqui, o conversazioni con lui.

Essi possono verificarsi in qualsiasi punto del processo, quando il nostro pensiero ci ispirano a rivolgersi a Dio per le nostre esigenze, o anche per la luce di percepire e apprezzare e conoscere i mezzi di ottenerli.

Questo processo generale è soggetta a variazioni a seconda del carattere della questione in esame.

Il numero di colloqui e preannuncia possono variare, e il tempo trascorso in ragionamento può essere più o meno secondo la nostra familiarità con il soggetto.

Non vi è nulla di meccanico nel processo, anzi, se analizzati, chiaramente, è il naturale funzionamento di ciascuna facoltà e di tutti gli in concerto.

Roothaan, che ha preparato la migliore sintesi di esso, raccomanda una preparazione remota per essa, in modo da sapere se siamo ben disposti ad entrare in meditazione, e, al termine di ogni esercizio, una breve rassegna di ogni parte di esso in dettaglio per vedere in quale misura si possono avere successo.

Si consiglia vivamente di selezionare come un mezzo per ricordare il primo pensiero o motivo o affetto alcuni breve memorandum, preferibilmente redatta secondo le parole di un testo della Scrittura, la "Imitazione di Cristo", i Padri della Chiesa, o di alcuni accreditati Writer a cose spirituali.

Meditazione fatta regolarmente secondo questo metodo tende a creare un clima o spirito di preghiera.

Il metodo in voga tra i Sulpicians e seguita dagli studenti nel loro seminari non è sostanzialmente diverso da questo.

Secondo Chenart, compagno di Olier e per lungo tempo direttore del Seminario di San Sulpice, la meditazione dovrebbe consistere di tre parti: la preparazione, la preghiera e proprio, e la conclusione.

In via di preparazione che dovremmo iniziare con atti di adorazione di Dio Onnipotente, di auto-umiliazione, e con fervida petizione è diretto dallo Spirito Santo nella nostra preghiera di sapere come fare bene e ottenere i suoi frutti.

La preghiera corretto consiste di considerazioni e spirituale emozioni o affetti che derivano da tali considerazioni.

Qualunque sia l'oggetto della meditazione può essere, dovrebbe essere considerato come potrebbe essere stato esemplificato nella vita di Cristo, di per sé, e nella sua importanza pratica per noi stessi.

Il più semplice queste considerazioni sono il meglio.

Un lungo o intricato corso del ragionamento non è affatto auspicabile.

Quando alcuni ragionamento è necessario, dovrebbe essere semplice e sempre alla luce della fede.

Speculazione, sottigliezza, la curiosità sono tutti fuori posto.

Pianura, pratico riflessioni, sempre con un occhio di auto-esame, al fine di vedere come bene o male la nostra condotta conforme alle conclusioni che derivano da queste riflessioni, sono di mezzi per essere cercato.

Il affetti sono l'oggetto principale della meditazione.

Si tratta di carità, di avere come obiettivo e la norma.

Essi dovrebbero essere pochi, se possibile, uno solo di tali semplicità e l'intensità che può ispirare l'anima ad agire per la conclusione derivata dalla considerazione e risolvere per fare qualcosa di preciso nel servizio di Dio.

A cercare troppe affetti solo dissipa o distrae l'attenzione della mente e indebolisce la risoluzione della volontà.

Se è difficile limitare le emozioni di uno, non è bene fare molto sforzo per farlo, ma è meglio dedicare le nostre energie per ricavare i frutti migliori si può ad esempio dal sorgere naturalmente e con facilità dalle nostre riflessioni mentali.

Come mezzo per tenere a mente durante il giorno il pensiero alto o il motivo di meditazione che si consiglia di macellazione spirituale nosegay, come è chiamato quaintly, con la quale per aggiornare la memoria di tanto in tanto.

Meditazione seguita attentamente le forme abitudini di ricordare e ragionamento rapidamente e con facilità su alcuni Divina cose in modo tale da suscitare pii affetti, che diventano molto ardente e che noi attribuiamo fortemente alla volontà di Dio.

Quando la preghiera è composto principalmente di tali affezioni, è chiamato da Alvarez de Paz, e di altri scrittori dal suo tempo, affettiva preghiera, per indicare che, invece di dover lavoro mentale di ammettere o afferrare una verità, siamo cresciuti così familiare con è che quasi il semplice ricordo di che ci riempie di sentimenti di fede, di speranza, di carità; ci spinge a praticare più generosamente una o l'altra delle virtù morali; ci ispira a fare qualche atto di auto-sacrificio o per tentare un po 'di lavoro per il gloria di Dio.

Quando questi affetti diventare più semplice, che è, meno numerosi, meno vario, e meno interrotta o ostacolata dal ragionamento mentale o tentativi di trovare espressione sia per considerazioni o affetti, essi costituiscono ciò che è chiamata la preghiera di semplicità di Bossuet e di quelli che seguono la sua terminologia, di semplice attenzione su un pensiero dominante o Divina oggetto senza ragionamento su di esso, ma semplicemente lasciare che si ripetono a intervalli di rinnovare o rafforzare i sentimenti che tengono uniti l'anima a Dio.

Questi gradi di preghiera sono identificati da vari termini di scrittori su temi spirituali, la preghiera del cuore, attiva raccoglimento, e la paradossale di frasi, riposo attivo, attivo quiete, il silenzio attivo, al contrario di analoghi passiva Stati; San Francesco di Vendite chiamavano la preghiera di semplice rinvio a Dio, non nel senso di non fare nulla o di rimanere inerte nella sua vista, ma facendo tutto il possibile per controllare il nostro inquieto e aberrante facoltà in modo da tenerli smaltiti per la sua azione.

Qualsiasi nome di questi gradi di preghiera può essere chiamato, è importante non confondere con uno qualsiasi dei modi di quietismo (cfr. GUYON, Molinos), come anche a non esagerare la loro importanza, come se fossero assolutamente diverse da vocali e preghiere meditazione, dato che sono solo gradi di ordinaria preghiera.

Con più del solito l'attenzione sul sentimento di un insieme sotto forma di preghiera, la meditazione inizia; la pratica della meditazione sviluppa l'abitudine di centraggio nostro affetto a cose divine; come questa abitudine è coltivato, le distrazioni sono più facilmente evitato, anche come nascono dalla nostra proprio vario e complesso pensieri o emozioni, fino a quando Dio o di qualsiasi verità o di fatto in materia di Lui diventa il semplice oggetto della nostra attenzione indisturbato, e questa attenzione si tiene salda l'impresa e ardente affetto che eccita.

S. Ignazio e di altri maestri nell'arte della preghiera hanno fornito suggerimenti per passare dalla meditazione proprio a questi ulteriori gradi di preghiera.

Nel "Esercizi Spirituali" la ripetizione di precedenti meditazioni consiste nella preghiera affettiva, e gli esercizi della seconda settimana, il contemplazioni della vita di Cristo, sono praticamente la stessa della preghiera di semplicità, che è nella sua ultima analisi lo stesso come le normali prassi di contemplazione.

Altri modi di preghiera sono descritte sotto la contemplazione; PREGHIERA DI tranquillo.

La classificazione dei privati e pubblici preghiera è fatto per indicare la distinzione tra la preghiera dei singoli, sia in o fuori dalla presenza di altri, per il suo o per altri bisogni, e di tutti i preghiera offerto ufficialmente o liturgicamente se in pubblico o in segreto, come quando un sacerdote recita la Divina Ufficio al di fuori del coro.

Tutte le preghiere liturgiche della Chiesa sono pubblici, così come lo sono tutte le preghiere che uno in ordini sacri offre nella sua capacità ministeriale.

Queste preghiere pubbliche sono solitamente offerto in luoghi prescelto per questo scopo, nelle chiese o cappelle, così come nella vecchia legge sono stati offerti nel tempio e nella sinagoga.

Tempi speciali sono nominati per loro: le ore per le varie parti del quotidiano carica del Consiglio, giorni di rogation o di veglia, stagioni di Avvento e di Quaresima, e occasioni di particolare necessità, afflizione, grazie, giubileo, da parte di tutti, o di un gran numero di fedeli.

(Vedere UNIONE di preghiera.)

Pubblicazione di informazioni scritte da John J. Wynne.

Trascritto da Thomas M. Barrett.

Dedicato a Fr.

Jim Poole, SJ della Enciclopedia Cattolica, volume XII.

Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil obstat, 1 ° giugno 1911.

Remy Lafort, STD, Censor.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

ST. THOMAS, II-II, q. LXXXIII; SUAREZ, De oratione, I, De religione, IV; PESCH, Praelectiones dogmaticae, IX (Friburgo, 1902); ST.

BERNARD, Scala claustralium, attribuito a S. Agostino con il titolo di Scala paradisi in termini di volume IX tra le sue opere; ROOTHAAN, il metodo di meditazione (New York, 1858); LETOURNEAU, Methode d'oraison mentale du seminaire de St-Sulpice ( Parigi, 1903); Catechismo del Concilio di Trento, tr.

DONOVAN (Dublino, sd); Poulain, le grazie di Orazione (St. Louis, 1911); CAUSADE, i progressi nella preghiera, tr.

Sheehan (St. Louis); Fisher, Trattato di Preghiera (Londra, 1885); Egger, sono le nostre preghiere Voci?

(Londra, 1910); ST.

Francesco di Sales, Trattato d'amore di Dio (tr. Londra, 1884); ST.

Pietro d'Alcantara, un Golden Trattato della preghiera mentale (tr. Oxford, 1906); Faber, la crescita nella santità (Londra, 1854).

Tra i molti libri di meditazione, possono essere ricordati: AVANCINI, la vita et doctrina Jesu Christi ex quatuor evangeliis collectae (Parigi, 1850); DE PONTE, Meditationes de praecipuis fidei nostrae Mysteriis (St. Louis, 1908-10), tr ., Meditazioni sulla Misteri della Santa Fede (Londra, 1854); GRANADA, Meditazioni e contemplazioni (New York, 1879); LANCICIUS, Pio affetti verso Dio ei Santi (Londra, 1883); SEGNERI, la manna del Soul ( Londra, 1892); ST.

Giovanni Battista de La Salle, Meditazioni per le domeniche e feste (New York, 1882); Bellord, Meditazioni (Londra); fortuna, Meditazioni; Challoner, considerazioni su verità cristiane e cristiana Dottrine (Philadelphia, 1863); CLARKE, Meditazioni sulla Vita , L'insegnamento e la Passione di Gesù Cristo (New York, 1901); Hamon, Meditazioni per tutti i giorni durante l'anno (New York, 1894); MEDAILLE, Meditazioni sui Vangeli, tr.

Eyre (New York, 1907); NEWMAN, Meditazioni e Devozioni (New York, 1893); Wiseman, Daily Meditazioni (Dublino, 1868); Vercruysse, pratiche Meditazioni (Londra).


Inoltre, si veda:


Preghiera del Signore


Società di Amici (Quakers)


Libro della preghiera comune


Rosario

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a