Libro dei Salmi, Salterio

INFORMAZIONI GENERALI

Il libro dei Salmi, nel Vecchio Testamento della Bibbia, è la più grande raccolta di poesia religiosa ebraica, che consiste di 150 pezzi suddivisi in 5 sezioni.

Originariamente parlata o cantata in varie impostazioni di culto, i salmi sono stati composti individualmente dal 10 attraverso il 4 ° secolo aC e compilato nella loro forma attuale di almeno 200 aC.

Tradizione assegna i salmi di Re Davide, ma i titoli di particolare salmi anche il nome di Mosè, Salomone, Ethan, Asaph, e i figli di Korah come autori. Salmi sono numerati in modo diverso in varie versioni della Bibbia.

Come tutti i ebraico poesia, i salmi sono scritti in linee parallele che parola equilibrio di masse, immagini e pensieri e avere l'effetto di nuancing e sottolineando il senso di una manodopera qualificata attraverso la miscela di ripetizione e variazione.

Il pensiero in linee parallele possono essere ripetute, contrasto, o estesa e qualificata.

Lo stesso letteraria dispositivi appaiono anche in poesia religiosa cananea da Ugarit in Siria.

E 'evidente che Israele ha assunto queste forme e stili con la Cananea lingua.

Babilonese, assira, egizia e influenze sono visto anche nei salmi.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Molti salmi possono essere classificati in grandi opere letterarie tipi:

Molti stock di temi e termini, come ad esempio il contrasto tra la pia e ungodly e tra saggio e sciocco, indicano che il salmo forma aperto alla didattica e riflessiva sulla base di pietà saggezza e la legge.

Ulteriori salmi appaiono nel centro storico e profetico libri del Vecchio Testamento, sottolineando inoltre che il libro dei Salmi è una raccolta selettiva da una misura più grande di materiali letterari.

Norman K Gottwald

Bibliografia


Al Ash, Salmi (1980); ME Chase, I Salmi per il comune Reader (1962); L Dunlop, pattern di preghiera nei Salmi (1982); HH Guthrie, Israele Sacra's Songs (1984); R Knox, I Salmi ( 1947); HJ Kraus, Teologia dei Salmi (1986); WM Kroll, Salmi (1987); SO Mowinckel, I Salmi nel culto di Israele (1962); Guai Oesterley, I Salmi (1939); SL Terrien, I Salmi e la loro Significato per oggi (1952); C Westerman, I Salmi (1980).

Libro dei Salmi

Breve Outline

  1. Salmi 1-41

  2. Salmi 42-72

  3. Salmi 73-89

  4. Salmi 90-106

  5. Salmi 107-150

    Salmi

    Informazioni avanzate

    I salmi sono la produzione di vari autori.

    "Solo una parte del libro dei Salmi sostiene David, poiché il suo autore. Altri ispirato poeti nelle successive generazioni aggiunto ora uno ora un altro contributo per il sacro raccolta e, quindi, nella saggezza della Provvidenza che più rispecchia completamente ogni fase dell'esistenza umana emozione e le circostanze di quello che potrebbe altrimenti ".

    Ma è specialmente a Davide e dei suoi contemporanei che dobbiamo questo prezioso libro.

    Nel "titoli" dei salmi, la genuinità dei quali non vi è una ragione sufficiente per dubitare, 73 sono attribuiti a Davide.

    Pietro e Giovanni (At 4,25) attribuiscono a lui anche il secondo salmo, che è uno dei 48 che sono anonimi.

    Circa i due terzi di tutta la collezione è stata attribuita a David.

    Salmi 39, 62, e 77 sono rivolte a Jeduthun, da cantare dopo il suo modo o nel suo coro.

    Salmi 50 e 73-83 sono rivolte a Asaph, come il suo maestro di coro, di essere cantato nel culto di Dio.

    I "figli di Korah," che costituivano una parte del leader del Kohathite cantanti (2 Chr. 20: 19), sono stati intrusted con la mediazione e il canto di Sal.

    42, 44-49, 84, 85, 87, e 88.

    In Luca 24:44 la parola "salmi": il Hagiographa, vale a dire, la santa scritti, una delle sezioni in cui gli ebrei diviso l'Antico Testamento.

    (Vedi Bibbia.) Nessuno dei salmi può essere dimostrato di avere avuto un momento successivo rispetto al tempo di Esdra e Neemia, di conseguenza, l'intera collezione si estende su un periodo di circa 1000 anni.

    Ci sono nel Nuovo Testamento 116 citazioni dirette dal Salterio. Il Salterio è diviso, dopo l'analogia del Pentateuco, in cinque libri, ognuno di chiusura con una benedizione o dossologia:,


    Ps. 136 è generalmente chiamato "il grande Hallel".

    Ma il Talmud comprende anche Sal.

    120-135.

    Ps. 113-118, integrazione, costituiscono il "Hallel" recitate le tre grandi feste, presso la nuova luna, e sugli otto giorni della festa di dedizione.

    "

    Si presume che queste diverse collezioni sono state effettuate in periodi di alta vita religiosa: la prima, probabilmente, vicino alla chiusura della vita di David, il secondo nei giorni di Salomone; la terza dal cantanti di Jehoshaphat (2 Chr. 20:19 ); La quarta con gli uomini di Ezechia (29, 30, 31) e il quinto nei giorni di Esdra. "Il Mosaico rituale non contiene alcuna disposizione per il servizio del canto nel culto di Dio.

    David prima insegnato la Chiesa per cantare le lodi del Signore.

    Ha introdotto per la prima volta nel rituale del tabernacolo musica e canto.

    Subacquei nomi sono indicati ai salmi.

    (1.) Alcuni recare la denominazione ebraico Shir (Gr. Ode, una canzone).

    Tredici hanno questo titolo.

    Significa che il flusso di parola, per così dire, in linea retta o in un ceppo regolari.

    Questo titolo comprende secolare come pure il canto sacro.

    (2.) Cinquanta-otto salmi recano la denominazione (Eb) mitsmor (Gr. Psalmos, un salmo), una lirica Ode, o impostare un brano di musica, una canzone sacra accompagnata da uno strumento musicale.

    (3.) Ps.

    145, e molti altri, hanno la designazione (Eb) tehillah (Gr. hymnos, un inno), il che significa un canto di lode; una canzone il pensiero di rilievo che è la lode di Dio.

    (4.) Sei salmi (16, 56-60) hanno il titolo (Eb) michtam (qv).

    (5.) Ps.

    7 e abit.

    3 recano la denominazione (Eb) shiggaion (qv).

    (Easton Illustrated Dictionary)


    Da: Home Bibbia studio di commento di James M. Gray

    (Abbiamo incluso Salmi 1 - 37)

    I loro autori

    Il libro dei Salmi è stato talvolta classificati in base agli autori.

    Ad esempio, i titoli indicano che il settanta-tre sono stati scritti da David; cinquanta sono anonimi; dodici hanno il nome di Asaph, e che dieci di Korah, o figli di Korah, due sono associati a Salomone e uno ciascuno a Mosè, Heman e Ethan.

    Un confronto degli Atti 4:25 e Ebrei 4,7 mostra che Salmi 2 e 95, rispettivamente, sono stati inoltre scritto da David, anche se non imputabile a lui nel libro, e pone la questione se egli può non essere stato l'autore di un ancora maggior numero di anonimi Salmi.

    Come alcuni con il nome dei figli di Korah evidentemente sono state scritte per loro, egli è stato il loro autore pure?

    Alla stessa query di ricerca si pone sul Salmo 72d, uno dei due a cui il nome di Salomone è allegato.

    Si potrebbe aggiungere che i titoli dei Salmi, sono considerate da molti come autorità di parità con il testo e, di conseguenza, se siamo in grado di verificare che cosa significa il titolo, possiamo costruire venture conclusioni su di esso.

    Loro sudditi

    Il libro ancora una volta, è stato classificato in base alle materie.

    Angus, nel suo Manuale Bibbia, ha una comoda classificazione, dando in materia, e in ogni caso il numero di alcuni Salmi che illustrano.

    Per esempio, ci sono Salmi di Istruzione, come 1, 19, 39.

    Lode, 8, 29, 93, 100.

    Grazie, 30, 65, 103, 107, 116.

    Penitenza, 6, 32, 38, 51, 143.

    Fiducia, 3, 27, 31, 46, 56, 62, 86.

    Angoscia e dolore, 4, 13, 55, 64, 88.

    Aspirazione, 42, 63, 80, 84, 137.

    Storia, 78, 105, 106.

    Profezia (messianica), 2, 16, 22, 24, 40, 45, 68, 69, 72, 97, 110, 118.

    I loro libri

    Può sembrare strano parlare di "Libri" dei Salmi, ma che esprime un altro tipo di classificazione.

    L'intero libro è stato suddiviso in cinque libri, ognuno termina con un analogo dossologia, come segue: Libro I, Salmi 1-41.

    Libro II, Salmi 42-72.

    Libro III, Salmi 73-89.

    Libro IV, Salmi 90-106.

    Libro V, Salmi 107-150.

    Avviso la chiusura di ciascun di questi libri per la dossologia.

    Ci sono quelli che domanda il valore di questa divisione, tuttavia, sul terreno, in primo luogo, che il titolo del libro stesso in ebraico, (Sepher Tehillim), è singolare anziché plurale.

    Non è il "libri", ma il libro dei Salmi.

    In secondo luogo, i numeri dei Salmi continuare ininterrotta fra l'inizio e la fine del libro.

    In terzo luogo, vi sono altri doxologies soprattutto da quelli di cui si fa riferimento, ad esempio, Salmi 117 e 134.

    La loro unità

    L'opinione degli altri, pertanto, è che i Salmi, ma comprende un libro con un ordine e di unità in tutto, la chiave per che si trova nella sua applicazione finale per il millenario di età e di stabilimento del regno di Dio sulla terra.

    Secondo questi, questo spiega che cosa sono noti come i imprecatory o maledizione Salmi.

    Queste perplessità sono molte, ma se consideriamo come chiude a quel periodo, quando l'era della misericordia per le nazioni Gentile chiude, e il tempo della loro sentenza inizia, è lightens loro problema molto.

    Nella stessa connessione dobbiamo ricordare che l'autore sta parlando in spirito profetico, e che i nemici sono nemici di Dio, la cui permanente rifiuto di Lui è implicita.

    Questo punto di vista, del resto, quelli come spiega la 91a Salmo che promettono di esenzione da tali cose come peste e la guerra.

    Questo Salmo è stato scritto senza dubbio in occasione della liberazione di Israele dall'Egitto, ma la sua lingua sembra indicare che si tratta di un tipo di loro una maggiore liberazione e permanente nel tempo a venire.

    Questo è rafforzata se si concepire la precedente Salmo come immagine di Israele per giorno.

    Il parere che vede la chiave per i Salmi nella loro millenaria applicazione fornisce anche una spiegazione dei frequenti riferimenti a Cristo trovato nei Salmi.

    Urquhart, che mantiene sopra la vista, riguarda l'intero libro come formato di una combinazione di dodici sezioni.

    Ognuna di queste contiene un continuo ricorrenti storia dello stabilimento del regno di Dio sulla terra, in cui Salmi di reclamo e di memoria a parte di Israele sono seguiti da quelli di giubilo per la liberazione.

    In alcuni di questi jubliations tutta la terra è visto aderire.

    Queste dodici sezioni sono indicate a lui dal seguente jubilant Salmi: 10, 18, 24, 30, 48, 68, 76, 85, 100, 118, 136, 150.

    "Nel primo ciclo di dieci vi è un progresso da l'annuncio della sentenza (1), e la manifestazione di Cristo (2), attraverso il suo rifiuto (3-7), la sofferenza e l'ascensione (8), l'attesa e la persecuzione del suo popolo (9), per la consumazione di tutte le cose (10). "

    Questa analisi non raccomandare a tutti, ma è interessante e può portare a ulteriori riflessioni.

    Salmo 1

    La vera felicità è il tema di questo Salmo, il cui autore è anonimo.

    Il lato negativo della vera felicità è dichiarato (v. 1), e poi il positivo (v. 2).

    Segue la sua ricompensa (v. 3).

    La sua natura e il valore sono sottolineati da un forte contrasto.

    Quali un uomo è godly, il suo opposto ungodly (v. 4).

    Il primo è caratterizzato da stabilità, la seconda di instabilità (v. 4).

    Il primo ha infinite fruitfuless e la benedizione, la seconda non ha nulla e nulla di peggio che (v. 5), perché egli non può essere assolto presso la sentenza giorno.

    Il segreto di tutto questo si trova in Geova (v. 6).

    Il Salmo è una sintesi di tutto il libro, ed è opportunamente collocato all'inizio come una sorta di prefazione.

    Salmo 2

    È profetica e messianica in uno (vedi lezione introduttiva).

    Aveva un parziale a compimento il primo avvento di Cristo (Atti 4:25; 13,33), ma una completa uno è quello di seguire in occasione del secondo avvento, come si vedrà nello studio dei profeti.

    Le nazioni si rabbia e il re della terra impostare nuovamente contro Geova e il suo Cristo sotto la guida di l'Anticristo (vv. 1-3), ma saranno considerati con disprezzo e terrorizzato, di sentenze divina (vv. 4, 5).

    Dio scopo non sarà alterato, che è quello di stabilire su di suo Figlio suo regno sulla terra di Gerusalemme (v. 6).

    Il Figlio stesso parla a sette versi, l'ultimo di clausola che fa riferimento alla sua inaugurazione come Mediatorial re, e non in alcun modo impugn sua divinità.

    La Gentile nazioni devono essere in quel suo giorno (v. 8), e anche se sarà la millenaria giorno, ancora la pace e la giustizia sarà garantita attraverso sentenze e dalla fermezza del suo Santo Regolo (v. 9).

    Re e principi sono avvertito di prepararsi per il suo prossimo (vv. 10-12).

    "Kiss il Figlio", a presentare la sua autorità, "perché non ha essere arrabbiato e voi perire nel modo in cui, per la sua collera sarà presto acceso" (Ap).

    Salmo 3

    Come indica il suo titolo, dovrebbe essere letto in connessione con 2 Samuel 15.

    Nella sua difficoltà a cui fa ricorso David (v. 1)?

    Non solo gli uomini avevano voltato le spalle su di lui ma è stato addebitato che Dio aveva fatto.

    Ricordare la possibile causa di questo sospetto in David's peccato con Betsabea, che precede il ribellione di Assalonne.

    David non ancora conservare la sua fede alle promesse di Dio in deroga (v. 3)?

    Qual è il terreno di sua fiducia (v. 4)?

    E la sua espressione (vv. 5, 6)?

    Qual è la natura della sua ulteriore ricorso (v. 7)?

    "Cheek di ossa" e "denti" rappresentano i suoi nemici come belve pronto a divorare lui.

    Di fede che egli vede già superare questi nemici, e loda Dio come suo liberatore (v. 8).

    La parola "Selah" al momento della chiusura di due versi è oscuro, e può denotare una pausa o di riposo, nel canto, o un accento deve essere posto sulla particolare sentimento espresso.

    Salmo 4

    Un grido di angoscia è presente, composta da David, può essere stato, nella stessa occasione, come l'ultima.

    Egli non è fiduciosa nella sua giustizia, ma giustizia di Dio (v. 1).

    La dottrina della giustizia imputato è stato fermato dalla spiritualmente illuminato nel Vecchio Testamento, così come nel Nuovo Testamento volte.

    Per un ulteriore esempio di questo in David confrontare l'apertura versetti del Salmo 32, con Paolo la domanda di essi in Romani 4.

    David è incoraggiato a pronunciare questo grido di misericordie passato, "Tu mi hai allargata", e confido Te di nuovo.

    Versetto 2 mostra la sua fonte di guai.

    La sua "gloria" può fare riferimento alla sua dignità regale ora disonorata di esilio.

    Ma i regimi dei nemici erano "vanità", e ha di mentire "leasing").

    È stata la sua fiducia nella divina scopo verso di lui (v. 3), e che sono contro di lui sono avvertiti a pentirsi e rivolgiamo al Signore (vv. 4, 5).

    In mezzo ai suoi patimenti di valori che il favore divino (v. 6), che porta gioia più sperimentale a lui quello husbandman sa al momento del raccolto tempo (vv. 7, 8).

    "Per il capo musicista a Neginoth", indica gli scopi per i quali è stato fissato ad eccezione come una composizione musicale "Neginoth" sono state le corde strumenti utilizzati nella Levitical servizio, e il "capo musicista" è stato il leader di quella parte del coro .

    Salmo 5

    È una preghiera del mattino (v. 3).

    Le parole, "cercare" siano resi "vigila" nella versione riveduta.

    Il salmista si vigila su se stesso, che la sua vita e di comportamento potrebbero essere tali da assicurare la risposta alla sua preghiera (vv. 4-7).

    La necessità della preghiera è indicato nel versetto otto.

    I nemici di cui al vengono poi descritti (v. 9), e il loro giudizio impegnati nelle mani di Dio che difende il giusto (vv. 11, 12).

    "Nehiloth," meants flauti o strumenti a fiato.

    Salmo 6

    David rappresenta nella più profonda angoscia di anima di quello che hanno trovato finora lui.

    Convinzione del peccato è su di lui.

    Coloro che hanno studiato 2 Samuel non avranno bisogno di essere ricordato più volte per questa esperienza, anche se la connessione con Betsabea in primo luogo suggerire stesso.

    Si sente la giustizia divina di rimprovero (v. 1), ma a favore di misericordia (v. 2).

    Il tempo di buio spirituale è stato esteso a lungo (vv. 3, 4).

    Si è fine a morte (v. 5)?

    Egli è heartbroken (vv. 6, 7).

    Nemici sono gioia nel suo dolore, ma la loro glee è di breve durata (vv. 7, 8).

    Luce break, la mattina all'alba, le lacrime sono cancellato, perché il Signore ha ascoltato lui!

    Begone, miniera nemici, vergognatevi e tornare indietro (vv. 9, 10)!

    Cinque versi non deve essere interpretata come esprimere dubbio di un futuro Stato, ma può essere semplicemente un contrasto tra questa scena di vita e il mondo invisibile dei morti simboleggiata dalla "tomba" (Eb "sheol").

    "Sheminith", la "ottava", e forse questo è stato un Salmo per l'ottavo tasto, o il basso degli strumenti a corde.

    Domande 1.

    Memorizzare Salmo 1.

    2. Che cos'è un adeguato per tema?

    3. Stato il duplice applicazione del Salmo 2.

    4. Sarà il millennio rappresentano solo la pace e allegro obbedienza a Dio e di suo figlio?

    5. Ti è riletto 2 Samuel 15?

    6. Su ciò che potrebbe terra Dio abbia abbandonato David secondo Salmo 3?

    7. Ciò che può "Selah"?

    8. Che cosa grande Vangelo dottrina trova illustrazione nei Salmi di Davide?

    9. Definire "Neginoth" e "Nehiloth".

    10. Qual è il ebraico di "gravi"?

    Salmi 7-10

    La lunghezza delle nostre lezioni in questo libro sono determinati piuttosto arbitrariamente dalla lunghezza dei vari Salmi, o il particolare interesse trovato in loro. Abbiamo in mente settimanale classi che desiderano studiare l'intera Bibbia in un modo collegato, e ancora evitare in tediousness il processo. I sei Salmi inclusi negli ultimi lezione potrebbe facilmente essere letta dalla classe in una settimana, e nel giorno del Signore, l'insegnante con l'assistenza delle domande, avrebbe poche difficoltà di fissaggio i fatti e la loro applicazione sul loro mente in un modo interessante e redditizio. Allo stesso tempo la persona media, indipendente da qualsiasi classe di preparazione, la lettura di un salmo al giorno per i privati la meditazione, probabilmente trovare le brevi commenti e domande su di esso il più egli sarà in grado di assimilare.

    Salmo 7

    Siamo iniziare questa nuova lezione con questo Salmo, perché offre un punto di partenza nel titolo.

    Ciò, tuttavia, è piuttosto oscura, poiché non è chiaro che può essere intende per "Cush".

    Il margine di King James Version identifica con lui "Shimei" del 2 Samuel 16:5-14, storia che sarebbe bene a esaminare ancora una volta, anche se vi sono diversi incidenti in Saul la persecuzione di David che si adatta su come bene.

    La parola "Shiggaion" nel titolo significa "un brano o plaintive elegia".

    David è perseguitata (vv. 1, 2), e accusato di cattivo operato a uno in pace con lui (vv. 3, 4).

    L'accusa è falsa così che egli può offrire la sfida in versi cinque.

    Geova è oggetto di ricorso, e ha chiesto di stare in giudizio su questo tema: "Ritorno, Tu in alto" (v. 7).

    "La mia giustizia" (vv. 8-10) si intende la sua innocenza di questa particolare tariffa.

    Un avvertimento è pronunciato contro i malvagi (vv. 11-13), la cui follia è descritto in gravi wit (vv. 14-16).

    David's esperienza illustra la conclusione di questi versi più di una volta.

    Salmo 8

    Se l'intero libro dei Salmi essere considerata una catena montuosa di poetica profezia, allora questo è uno dei più alti picchi.

    Osservare in che modo il margine è spesso citato nel Nuovo Testamento, e applicati a Gesù Cristo.

    Leggi Ebrei 2:5-9 particolare.

    "O Signore, nostro Signore," gves migliore senso come "O Geova, nostro Signore".

    La sua gloria è nei cieli come vediamo in versi tre, e ancora è "sopra i cieli", sia in natura e in grado.

    Tanta è la sua gloria che Egli usa "le cose deboli del mondo per confondere le cose che sono potenti".

    (V. 2 Confronta con Matt. 11:25, 21:15, 16 e 1 Cor. 1,27).

    Versetti 4-8 trovare una parziale realizzazione in quanto l'uomo ha creato nel primo Adamo, ma la loro piena realizzazione è visto solo in rigenerata e redento l'uomo nel secondo Adamo.

    Il passaggio in questa mostra Ebrei e, in particolare, a fianco di 1 Corinzi 15:22-28.

    "Su Gittith" è "impostata sul Gittith" (Ap), che, qualcuno pensa, un brano di un carattere gioioso.

    Salmo 9

    È uno dei maledizione o imprecatory Salmi, che, come dichiarato nella lezione introduttiva, trovano la loro chiave nella millenaria età e gli eventi introduttiva.

    Esso si apre con gioia (vv. 1, 2).

    Questa gioia è per la vittoria sul nemico (v. 3), ma sono nemici di Dio, piuttosto che il salmista.

    E 'sua venuta (presenza) che ha superarli.

    Inoltre, sono le nazioni, piuttosto che singoli individui.

    ( "Heathen" in versi di cinque, è "nazioni" nella RV) La loro città sono distrutte (v. 6).

    Allo stesso tempo il Signore è visto come il re seduta (v. 7, RV), a giudicare il mondo nella giustizia, di conforto degli oppressi, che abita in Sion (vv. 9-12).

    Tutte queste cifre sono millenaria.

    Israele è alzato dalla porte della morte (v. 13), e la grande tribolazione è finita.

    Ella è lodando Dio in Sion per la liberazione dal Gentile nazioni che sono affondate nella buca scavata avevano per lei (vv. 13-16).

    E così alla fine del Salmo.

    "Muth-labben" può fare riferimento come "Gittith" per il nome o il carattere del brano.

    Salmo 10

    Sembra alleate nel pensiero con quello precedente, e le due potrebbe essere stato uno, originariamente.

    Il salmista non è che fa riferimento a esperienze personali, ma di quelli che sono di carattere più generale.

    Sembra come se i poveri e gli oppressi della nazione e del mondo intero sono state pronunciando la loro denuncia per mezzo di lui.

    Perché Dio appare molto lontano, i malvagi sono fiorenti (vv. 1, 2).

    Non sarebbe fuori luogo concepire i malvagi in questo Salmo come personificata nel Anticristo alla fine di questa età, quando, come si è più avanti, sarà perseguita Israele come testimone di Dio sulla terra.

    Questo non vuol dire che, in nessun senso, il Salmo è applicabile a un periodo precedente nella storia di quel popolo, ma che, nel suo senso più ampia, è per il tempo a venire.

    I malvagi si è descritto come boastful, covetous, orgoglioso, ateo, self-opinionated, grassetto, ingannevole, oppressivo, e astuzia (vv. 3-11, RV).

    I "poveri" significa, come è consuetudine nei Salmi, "i poveri in spirito", descritto da Gesù nel discorso della montagna.

    Sono triste e dolorosa che soffrono per la giustizia 'bene, anche attraverso cui possono essere ricchi in questo mondo di merci.

    "Meek" sarebbe una parola migliore per descrivere loro di "poveri".

    La descrizione dei malvagi oppressore è seguito dal solito appello a Dio (vv. 12-15), che è rappresentata come regnante nel millenario della terra, punendo i malvagi, che istituisce il mite, e giudicare gli oppressi contro "l'uomo di terra "che, come è stato detto, può anche essere prese in considerazione per l'Anticristo.

    Domande I.

    Che cosa è il titolo o l'iscrizione del Salmo 7?

    2. Qual è il significato di "Shiggaion" e "Gittith"?

    3. Hai letto 1 Corinzi 15:22-28 e Ebrei 2:5-9?

    4. Qual è la chiave per il imprecatory Salmi?

    5. In che periodo non sembrano Salmo 10 si presenta la domanda?

    6. Che sono di solito intende per "poveri" in questi Salmi?

    7. Che cosa è il titolo dato a uno gli empi nel Salmo 10?

    Salmo 11

    Un canto di fiducia.

    La dichiarazione di versi, "nel Signore ho messo la mia fiducia," è di buttressed il motivo in versi sette, mentre tra tutti è descrittivo della condizione in cui si trova David.

    Esortato a fuggire dai suoi nemici (v. 1), mostra l'inutilità del tentativo (v. 2).

    I fondamenti morali sono indeboliti (v. 3), e solo Geova è in grado di discriminare e giudicare (vv. 4-6).

    Salmo 12

    Il male di altoparlanti.

    La stretta relazione tra questa e la precedente Salmo è facilmente scoperto.

    David's nemico è il ingannevole flatterer (vv. 1, 2).

    Ma il suo giudizio è del Signore (vv. 3-5), la sincerità di cui enunciati sono in contrasto con quelle del nemico (vv. 6-8).

    Salmo 13

    Dispiacere.

    Il Signore sembra a lungo nei prossimi al suo servo del sollievo dal slanderers nei Salmi precedente (vv. 1, 2).

    Egli sarà mai venire (vv. 3, 4)?

    Sì, Egli verrà presto, e di fede e di speranza gioire (vv. 5, 6).

    Salmo 14

    Tutto il mondo corrotto.

    Tutti i peccatori sono sciocchi (v. 1) perché pensano e agiscono in contrasto con retta ragione primo luogo, essi pensano sbagliato ( "nel suo cuore", Gen 6,12), quindi prima che agiscano sbagliato (Prov. 23:7) .

    Questo è vero per il mondo in generale (vv. 2-4).

    "Mangiare il mio popolo" è una frase che indica il "beastly furia" di Gentile nemici di Israele.

    Versetti 5 e 6 mostrano la loro indifferenza piuttosto che la loro ignoranza di Dio.

    Se la chiusura versetto sembra fare riferimento al periodo della cattività babilonese e, pertanto, solleva una questione come la paternità davidico (cfr. titolo), dobbiamo ricordare che la lingua è tipico di qualsiasi grande male, e che David può essere di parola come in altri casi, nel senso profetico.

    In tal caso il Salmo assume un aspetto millenaria.

    Salmo 15

    Santità e la sua ricompensa.

    Qui una questione del genere è chiesto, versetto uno, che trova la sua risposta nei versetti seguenti, l'intera fase di dialogo riassunta nella frase.

    A rispettare nel tabernacolo di Dio, ecc, è quello di tenere comunione con Dio e godere le benedizioni incidente.

    Questi sono per l'uomo il cui comportamento è giusto, che è veritiero, sincero, distinta da quella ungodly, e non vengono inficiati da bramosia e corruzione.

    Salmo 16

    Talvolta chiamato "Il Salmo della Risurrezione", è uno dei grandi messianica Salmi (cfr. lezione introduttiva).

    Mentre è interessante considerare come David pronunciando la preghiera, perché è una preghiera, quanto più in modo di pensare di Cristo!

    Su alcuni di montagna, nella notte di tenebre, Egli può avere effuso queste petizioni e lodi.

    (Per la sua applicazione messianica confrontare con versetti 8-11 Atti 2:25-31, e 13,35).

    Osservare lo spirito di fiducia (v. 1), la fedeltà a Dio (v. 2), l'amore verso i santi (v. 3), la separazione dal mondo (v. 4), appagamento (vv. 5, 6), di obbedienza (vv. 7, 8), di speranza (vv. 9, 10), affidamento (v. 11).

    La versione riveduta getta luce sul testo.

    "Michtam": "Un Salmo d'oro" (cfr. margine) e tale è, nella sua preziosità anche al di sopra degli altri.

    Salmo 17

    È una preghiera in cui è desiderato vendetta.

    E 'così grande sostiene che si pensa di come anche messianica (vv. 1-4), e ancora come il Salmo 7, lo scrittore potrebbe avere alcuni specifici transazione in mente come a che le sue mani sono pulite.

    Nota la testimonianza della potenza della parola di Dio (v. 4).

    Che cosa è chiesto è di orientamento (vv. 5, 6), e la conservazione (vv. 7, 8).

    Quest'ultimo è desiderato da malvagi la cui descrizione orgoglioso come segue (vv. 9, 10), infido (vv. 11, 12), e ancora prospera nel mondo le cose (v. 14).

    Questa prosperità è transitorio in confronto con il suo affidamento (v. 15).

    Hanno la versione riveduta conveniente in lettura questi Salmi, per l'interpretazione si getta su alcuni passaggi oscuri.

    Domande 1.

    Che cosa è il principale pensiero del Salmo 11?

    2. Nei confronti di ciò che i nemici di classe sono le parole del salmista spesso diretto?

    3. Il motivo per cui sono chiamati i peccatori "stolti"?

    4. Che dei Salmi di questa lezione sono millenaria e messianica?

    5. Avete il rispetto passaggi At?

    6. Che cosa significa "Michtam"?

    Salmo 18

    Un canto di vittoria.

    Esso si apre con eiaculatorio espressioni di trionfo per la liberazione.

    Tutti i natura è descritto come convulsed quando l'Onnipotente presse per il salvataggio.

    L'ordine del giorno è la divisione di meditazione sui principi coinvolti, tutta la chiusura con un ulteriore ondata di trionfo e la fiducia.

    2 Samuel 22 è una copia di questa ode risparmio pochi variazioni, e lo studente è di cui al nostro trattamento di essa in tale luogo.

    Salmo 19

    La rivelazione di Dio nel mondo e nella Parola.

    Abbiamo un contrasto tra questi due in questo Salmo.

    In versi uno a sei vi è la rivelazione generale dei cieli ", senza parole, ma ne estende il campo su tutta la terra", che poi si specializza al sole come la principale figura di tutto.

    Ma nel 7-14, la legge è celebrata, la cui funzione è quella di mettere in guardia contro il peccato e dalla conformità al quale può solo il nostro pensiero e di comportamento accettabile per diventare Dio.

    Osservare la bellezza letteraria e spirituale di insegnamento nella descrizione della legge, sei nomi, sei epiteti e sei effetti.

    La più chiara la nostra apprensione della legge, così il Salmo insegna, la più chiara è la nostra visione del peccato, e la più evidente che la grazia può solo pulire e tenere da noi.

    Salmi 20 e 21

    Sono accoppiati in The Modern Reader's Bibbia, e ha chiesto "Un inno Antiphonal guerra." Il primo dà le preghiere del re e il popolo prima della battaglia, e la seconda il ringraziamento dopo la vittoria.

    Per quanto riguarda il primo, sentiamo il popolo (vv. 1-5), il re (v. 6), quindi la gente alla fine.

    Per quanto riguarda il secondo, il re è prima (vv. 1-7), quindi la gente alla fine.

    Se questo può essere il contesto storico di questi Salmi, noi siamo ancora liberi di applicare le loro enunciati nella scena spirituale alle esperienze dei credenti nella Chiesa cristiana.

    Salmo 22

    Il Salmo della Croce. E 'questo uno dei grandi messianica Salmi? Cristo ha pronunciato il primo versetto sulla croce (Mt 27:46), e non vi è motivo di pensare le parole degli ultimi sono stati anche ascoltati.

    "Egli ha fatto" (Ap), in ebraico, è simile a "Tutto è compiuto" (Giovanni 19:30).

    Se ciò fosse così, possiamo supporre che tutto il Salmo è stata la lingua del divino sofferente come Egli nudo i nostri peccati sulla croce?

    Ci sono tre strofe, grande o poetico divisioni, ciascuna associata con la frase: "Lungi da me."

    Il primo riguarda versetti da 1 a 10, il secondo da 11 a 18, il terzo da 19 a 31.

    Nel primo, abbiamo un grido di angoscia (vv. 1, 2), espressione di fiducia (vv. 3-5), una descrizione dei nemici (vv. 6-8), e una seconda espressione di fiducia ( VV. 9-10).

    Nel secondo, abbiamo due descrizioni, i nemici circostanti (vv. 11-13), e le esperienze sofferente (vv. 14-18).

    Nel terzo l'intero tono è cambiato in una nota della vittoria (vv. 19-21), una testimonianza di lode (vv. 22-26), e una profezia gloria della risurrezione (vv. 27-31).

    Il Salmo dà una immagine grafica della morte di croce con precisione le circostanze soddisfatte al Calvario.

    Come quella forma di pena di morte è stata romana, piuttosto che ebrei, siamo d'accordo con la Bibbia Scofield di riferimento che la "prova di ispirazione è irrestible".

    Al versetto 22 del Salmo interruzioni di crocifissione alla risurrezione (confrontare Giovanni 20,17).

    Salmo 23

    Pastore Salmo è uno di questi preferito a tutti come fare un tentativo di esposizione quasi un reato.

    David ha fatto la compongono come una gioventù che tende suo padre le pecore?

    Se così non è, deve essere stato occupato quando in reminiscenze di quei primi giorni.

    Nota il possessivo, "il mio pastore", e il futuro, "non manco di nulla".

    Perché il Signore è il mio pastore Io sono nutriti con la Parola, "pascoli" Fellowshipping Spirito, "acque" Essere rinnovato, "restoreth" rinuncia, "guida" Confidando le promesse, "non temere il male" Vi piace la sicurezza, "un tabella "Fare di servizio," runneth over "in possesso di speranza," per sempre ".

    Salmo 24

    È spesso definito come l'Ascensione Salmo.

    Scofield la Bibbia parla di questi ultimi tre Salmi, tuttavia, 22 23 e 24, come una trilogia.

    Nel primo, il buon pastore offre la vita per le pecore (Gv 10,11), nella seconda, il grande Pastore "ha portato ancora una volta dai morti attraverso il sangue dei eterna alleanza", teneramente cura per le sue pecore (Eb 13,20) e, in ultimo, il Pastore supremo appare come il re della gloria di possedere e premiare le pecore (I Pet. 5,4).

    Da questo punto di vista l'ordine è: (a), la dichiarazione del titolo, "La terra è il Signore» (vv. I, 2), (b), la sfida (vv. 3-6), è un questione di dignità e nessuno è degno ma l'Agnello (confrontare Dan. 7:13, 14; Rev 5:3-10), (c), il re prende il trono (vv. 7-10), (confrontare Matt . 25: 31).

    Domande 7.

    Dove abbiamo incontrato prima, con il contenuto del Salmo 18?

    I. Che cosa sarebbe tema si assegna a Salmo 19?

    2. Dare i nomi, gli epiteti e gli effetti di legge.

    3. Qual è il contesto storico dei Salmi 20 e 21?

    4. Come funziona Giovanni 19:30 suggerire l'ultimo versetto del Salmo 22?

    5. Di ciò che è questo Salmo un quadro?

    6. Che cosa prova di ispirazione che si tratta?

    7. Nome di ciò che il Salmo 24 è stato chiamato?

    8. Come possiamo ultimi tre Salmi essere classificati?

    9. Amplificare questa ultima idea.

    10. Da questo punto di vista, qual è la fine del Salmo 24?

    11. Che cosa può essere stata l'origine storica del Salmo ultimo nome?

    Salmo 25

    In ebraico questa preghiera è organizzato come un acrostic, vale a dire, la prima parola di ogni versetto comincia con una lettera in ordine alfabetico dalla A alla Z. Di seguito abbiamo non devono dare più attenzione ad ogni Salmo come abbiamo finora, ma la fiducia il lettore a fare l'analisi dopo gli esempi forniti. Lo scopo del commento non è tanto spiegazione testuale come stimolo per lo studio della Bibbia in senso più ampio, e si presume che il lettore ha studiato la Bibbia fianco a fianco con il Commento fin dall'inizio. Il più difficile Salmi, alcuni dei più familiare e popolare, e quelli tipicamente messianica e millenaria possono essere trattati più a lungo, ma gli altri devono essere passati oltre.

    Nel presente esempio, la preghiera è per la difesa (vv. 1-3), l'orientamento (vv. 4, 5), di perdono (vv. 6-11), ecc, intermediato con la testimonianza della bontà divina (vv. 12 -- 15).

    Salmo 26

    È un altro appello a Dio sulla base dei dichiarato l'integrità e la innocenza degli oneri di nemici.

    Nota le caratteristiche del giusto carattere di cui il Salmista parla, così come la descrizione dei suoi nemici.

    The Modern Reader's Bibbia nomi di questo Salmo, "ricerche di cuore prima di culto".

    Salmo 27

    È chiamato il volume di sopra citata "Un inno di liberazione" e si esibisce in tutta fiducia, di speranza e di gioia, nel culto di Dio, con la preghiera di aiuto e di orientamento in pericolo.

    Il segreto del salmista la fiducia è dato in versi quattro come suo piacere nella divina comunione espressa in worshiping nel tabernacolo di Dio.

    Dio proteggerà lo consegneranno (vv. 5, 6).

    Sarà di più per lui quella terrena genitori (v. 10).

    Tutto ciò che è craves orientamento (v. 11).

    Egli conclude con un consulente di altri, in un caso simile (vv. 13, 14).

    Salmo 29

    "La canzone del temporale," incoraggia la fiducia in Dio dalla celebrazione della sua potenza nel suo dominio sul mondo naturale.

    "Discovereth le foreste" (v. 9) significa "stripping loro nuda".

    In mezzo a questa sublimità servi di Dio grido, "Gloria!"

    (RV)

    Salmo 30

    Afferma la sua occasione nel titolo, il riferimento è quello di David la propria casa o il palazzo (confrontare Deut. 20:5); 2 Sam.

    5:11; 7:2).

    Salmo 31

    È un grido di uno in difficoltà, che alcuni hanno denominato il periodo di David's persecuzione di Saul a Keilah.

    Leggi 1 Samuel 23:1-15, e prendere nota del Salmo, versetti 4, 8, 10-15, 20-22.

    Salmo 32

    Si legge come "David's Biografia spirituale".

    Si pensa di essere stato scritto dopo il suo peccato con Betsabea (2 Sam. 11, 12).

    E 'stato portato al pentimento per il peccato e perdonato (Salmo 51), e ora è lodando Dio per quella del perdono, e dire che cosa ha portato ad essa.

    Esso si apre con una dichiarazione generale della sua beatitudine e perché (vv. I, 2).

    Questo è seguito dalla sua prima esperienza di perdono e di quando era in fase di convinzione di peccato (vv. 3, 4).

    Confessione portato perdono (v. 5).

    Consenti ad altri agire allo stesso modo nella stessa situazione (v. 6).

    Vedere ciò che Dio è ora a lui (v. 7).

    Il Salmo ha la forma di un dialogo a questo punto, e Dio parla in versi otto e nove, che dovrebbe essere letto in versione riveduta.

    L'intera si conclude con un avvertimento e di esortazione (vv. 10, 11).

    Salmo 33

    È uno di lode.

    Si apre con un coro generale (vv. 1-3).

    Questo è seguito da un semi-coro (vv. 4-11), un secondo semi-coro (vv. 12-19), e un coro finale (vv. 20-22).

    A seguire questa divisione suggerito dal Reader's Modern Bibbia, è quello di ottenere una buona idea dei vari soggetti.

    Salmo 34

    Ha la sua occasione indicato nel titolo che si riferisce a I Samuel 21:13.

    Il nome non vi è Achish, ma alcuni pensano Abimelech generale è stato il nome dato i sovrani di raccolta in quel momento (Gen. 20:2).

    Questo è anche un acrostic, e da un musical punto di vista si compone di una introduzione (vv. I, 2), assoli e cori.

    Per uno solo, vedi versetti 3-6, e per un altro 11-14.

    Salmo 35

    Può essere letta in connessione con I Samuel 24, che alcuni considerano come la sua occasione.

    Un confronto di tale capitolo si gettano luce sul significato di molte delle sue espressioni.

    Salmo 37

    È uno dei più popolari dei Salmi di fiducia e di fiducia, i cui contenuti sono illustrati in David's storia personale.

    Si tratta di un acrostic, che richiede poco in termini di spiegazione per ogni cuore che conosce veramente Dio per mezzo di Gesù Cristo.

    Il tema è la prosperità dei malvagi con consiglio su come il figlio di Dio dovrebbe agire in merito ad esso.

    Domande I. Che cosa è un acrostic Salmo?

    2. Ciò che in precedenza Salmo è suggerita dal tema del Salmo 26?

    3. Sottolineare la descrizione poetica di un tuono-tempesta nel Salmo 29.

    4. Quali esperienze Salmo 31 è pensato per descrivere?

    5. Avete ancora una volta letto 1 Samuel 23:1-15?

    6. Dare un titolo del Salmo 32, e una ragione per questo.

    7. Idea di ciò che è trasmessa dalla "semichorus"?

    8. Memorizzare Salmo 37:1-9.

    (NOTA: Gray's commento continua durante tutto il remaninder dei Salmi)

    Salmi

    Informazioni cattolica

    Salterio, o Libro dei Salmi, è il primo libro degli "Scritti" (Kethubhim o Hagiographa), vale a dire della terza sezione della Bibbia stampata di oggi.

    In questa sezione della Bibbia ebraica per la canonica di libri è molto varia e che nel primo e nel secondo sezioni, che è, in Legge e dei Profeti, i libri sono sempre stati in praticamente la stessa fine.

    La lista talmudica (Baba Bathra 14, lettera b) dà la precedenza a Ruth Salmi.

    San Girolamo teste "Scritti" con Salmi, nella sua "Epistola ad Paulinum" (PL, XXII, 547); con il suo lavoro in "Prologus Galeatus" (PL, XXVIII, 555).

    Masoretic molti manoscritti, soprattutto spagnole, iniziare la "Scritti" con Paralipomena o Cronache.

    Tedesco Masoretic manoscritti hanno portato alla fine del libro nella Kethubhim della Bibbia ebraica moderna.

    Settanta mette Salmi primo tra i Libri sapienziali.

    Questi ultimi libri, "Cod. Alexandrinus", appartengono alla terza sezione e seguire le Profeti.

    Vulgata Clementina ha Salmi e la sapienziale Libri nella seconda sezione, e dopo il lavoro.

    Questo articolo tratterà il nome del Salterio, il suo contenuto, gli autori dei Salmi, la loro canonicity, testo, versioni, sotto forma poetica, poetica bellezza, valore teologico, liturgico e di uso.

    I. NOME

    Il libro dei Salmi ha diversi nomi in ebraico, Settanta, Vulgata e testi.

    A. Il nome è ebraico, "loda" (da "lodare"), o, "libro di lodi".

    Quest'ultimo nome era conosciuto a Ippolito, che ha scritto Hebraioi periegrapsanten biblon Sephra theleim (a cura di Lagarde, 188).

    Vi sono dubbi per quanto riguarda l'autenticità di questo frammento.

    Non vi può essere alcun dubbio, tuttavia, per quanto riguarda la traslitterazione Spharthelleim di Origene (PG, XII, 1084) e "sephar tallim, e interpretatur volume hymnorum" di San Girolamo (PL, XXVIII, 1124).

    Il nome di "lodi" non indica il contenuto di tutti i Salmi.

    Solo Ps.

    CXXIX (cxlv) è intitolato "lode" ().

    Un nome sinonimo Hallel è stato, più tardi nel rituale ebraico, assegnata a quattro gruppi di canti di lode, PSS.

    CIV-XCV, XCIX-CXVII, CXXII-CXXIII, cxlvi-cl (Vulgata, ciii-CVI, CX-CIV, CXXIII-CXXV, cxlv-cl).

    Non solo questi canti di lode, ma l'intera raccolta di salmi composto da un manuale per tempio di servizio - un servizio principalmente di lode; da qui il nome "plaude" è stato dato al manuale stesso.

    B. Il Settanta manoscritti del Libro dei Salmi leggere sia psalmoi, salmi, o psalterion, Salterio.

    Psalmos la parola è una traduzione di, che si verifica nei titoli dei cinquanta-sette salmi.

    Psalmos classica greco significa il twang delle corde di uno strumento musicale; suo equivalente ebraico (da ", a trim"), una poesia di "rifilato" e misurata.

    Le due parole che ci mostrano un salmo è stata una poesia di impostare la struttura ad essere cantato per l'accompagnamento di strumenti a corde.

    Il Nuovo Testamento testo utilizza i nomi psalmoi (Luca 24:44), biblos psalmon (Luca 20:42; At 1,20), e Daveid (Eb 4,7).

    C. La Vulgata segue il testo greco e si traduce psalmi, Liber psalmorum.

    Siriaco la Bibbia in modo analogo i nomi di raccolta Mazmore.

    II. INDICE

    Il libro dei Salmi contiene 150 salmi, diviso in cinque libri, insieme con quattro doxologies e i titoli della maggior parte dei salmi.

    A. NUMERO

    La Bibbia stampata elenchi 150 salmi.

    Un numero minore sono dati da parte di alcuni manoscritti Masoretic Il più anziani Settanta manoscritti (Codd. Sinaiticus, Vaticanus, e Alexandrinus) dare 151, ma dichiarano esplicitamente che l'ultimo salmo non è canonica: "Questo salmo è stato scritto da David con la sua mano ed è al di fuori della numero ", exothen tou arithmou.

    La Vulgata segue la numerazione dei Settanta, ma omette Sal.

    CLI.

    Le differenze nei numerations di ebraico e la Vulgata testi può essere visto nel seguente schema:

    Ebraico Settanta = 1-8 / 1-8 Vulgata

    9 = ebraico Settanta / Vulgata 9-10

    Ebraico Settanta = 10-112 / 11-113 Vulgata

    Ebraico Settanta = 113 / 114-115 Vulgata

    114-115 = ebraico Settanta / Vulgata 116

    Ebraico Settanta = 116-145 / 117-146 Vulgata

    146-147 = ebraico Settanta / Vulgata 147

    Ebraico Settanta = 148-150 / 148-150 Vulgata

    Nel corso di questo articolo, si deve seguire la numerazione ebraico e staffa che dei Settanta e la Vulgata.

    Ciascuno ha la sua numerazione difetti; né è preferibile alle altre.

    La varianza tra Massorah Settanta e testi in questa numerazione è abbastanza probabile a causa di un progressivo abbandono della forma poetica originale dei Salmi; tale negligenza è stato cagionato da liturgica usi e incuria di copisti.

    E 'ammesso che da parte di tutti i PSS.

    IX, X sono stati inizialmente un unico acrostic poesia; ne è stata erroneamente separati da Massorah, giustamente, uniti da Settanta e la Vulgata.

    D'altro canto Sal.

    CXXIX (cxlv) si compone di due canzoni - versetti 1-11 e 12-15.

    Pss. xlii e xliii (e xli xlii) sono mostrati di identità del soggetto (anelito per la casa di Jahweh), di struttura metrica e di astenersi (cfr Eb. Sal. XLII, 6, 12; xliii, 5), da tre strofe di una stessa poesia.

    Il testo ebraico è corretto nel conteggio come uno Ps.

    CIV (cxiv + CIII) e Sal.

    cxlvii (+ cxlvi CXXXIII).

    Più tardi l'uso liturgico sembra essere divisi questi e non pochi altri salmi.

    Zenner ( "Die im Chorgesange buche der Psalmen", II, Freiburg im Br., 1896) ingegnosamente unisce in ciò che egli ritiene l'originale sono stati corale odi: PSS.

    I, II, III, IV, VI + XIII (VI + xii); ix + x (ix); XIX, xx, XXI (xx, XXI, XXII); xlvi + xlvii (xlvii + xlviii); LXIX LXX + ( LXX LXXI +); cxiv + CIII (cxiii); CXLVIII, CXXXIV, cl.

    Un corale ode sembra essere stata la forma originale di PSS.

    xiv + LXX (xiii + LXIX).

    Le due strofe e il epode sono Sal.

    XIV, i due sono antistrophes Sal.

    LXX (cfr Zenner-Wiesmann, "Die Psalmen nach dem Urtext", Munster, 1906, 305).

    È degno di nota che, sulla scomposizione dell'immagine originale Ode, ogni porzione insinuato due volte nel Salterio: Sal.

    XIV = LIII, Sal.

    LXXX = xl, 14-18.

    Altre sono duplicati salmi Sal.

    cviii, 2-6 (XCV) = Sal.

    LVII, 8-12 (LVI); Sal.

    cviii, 7-14 (XCV) = Sal.

    lx, 7-14 (LIX); Sal.

    LXXI, 1-3 (LXX) = Sal.

    XXXI, 2-4 (xxx).

    Questa perdita di forma originale di alcuni dei salmi è consentito dalla Commissione Biblica (1 ° maggio, 1910) di essere stato a causa di usi liturgici, negligenza di copisti, o ad altre cause.

    B. DIVISIONE

    Salterio è diviso in cinque libri.

    Ogni libro, tranne l'ultimo, termina con una dossologia.

    Queste forme liturgiche differire leggermente.

    Tutti d'accordo che la doxologies alla fine dei primi tre libri non hanno nulla a che fare con le canzoni originali a cui sono stati aggiunti.

    Alcuni ritengono che il quarto dossologia è stato sempre una parte di Sal.

    CVI (cv) (cfr Kirkpatrick, "Salmi", IV e V, p. 6343).

    Noi preferiamo, con Zenner-Wiesmann (op. cit., 76) per votare come una dossologia pura e semplice.

    Il quinto libro non ha bisogno di un allegato dossologia.

    Ps. cl, se composto in quanto tale o no, lo scopo di un grande dossologia che opportunamente porta il Salterio a tutta la sua stretta.

    I cinque libri del Salterio sono costituiti come segue:

    Bk. I: PSS.

    i-xli (i-XL); dossologia, Sal.

    XLI, 14.

    Bk. II: PSS.

    xlii-LXXII (xli-LX); dossologia, Sal.

    LXXII, 18-20.

    Bk. III: PSS.

    LXII-LXXXIX (LXXII-LXXVI); dossologia, Sal.

    LXXXIX, 53.

    Bk. IV: PSS.

    XC-CVI (LXXXIX-cv); dossologia, Sal.

    CVI, 48.

    Bk. V: PSS.

    XCV-cl (CVI-cl); non dossologia.

    Masoretic nel testo, la dossologia è immediatamente seguita da un aggettivo ordinale che indica il numero di libri successivi; non così in Settanta e la Vulgata.

    Questa divisione del Salterio in cinque parti appartiene ai primi di tradizione ebraica.

    Il Midrash a Sal.

    i ci dice che David ha dato agli ebrei cinque libri di salmi a corrispondere alle cinque libri della legge dato loro da Mosè.

    Questa tradizione è stata accettata dai primi Padri.

    Ippolito, nel dubbio frammento di cui al già, invita il Salterio e dei suoi cinque libri una seconda Pentateuco (a cura di Lagarde, 193).

    San Girolamo difende la divisione nel suo importante "Prologus Galeatus" (PL, XXVIII, 553) e in Ep.

    cxl (PL, XXII, 11, 68).

    Iscritto a Marcella (PL, XXIII, 431), egli dice: "In cinque siquidem volumina psalterium apud Hebraeos divisum est".

    Egli, tuttavia, in contrasto con questa dichiarazione nella sua lettera al Sophronius (PL, XXVIII, 1123): "nn Hebraeorum auctoritatem secute et maxime Apostolorum, che sempter nella Novo Testamento psalmorum librum nominant, unum volume asserimus".

    C. TITOLI

    Nel Salterio ebraico, tutti i salmi, a meno di trenta quattro, hanno piuttosto semplice o complessa titoli.

    Settanta e la Vulgata di approvvigionamento titoli a la maggior parte dei trenta-quattro salmi che la mancanza ebraico titoli.

    Questi ultimi, chiamati "orfani salmi" di tradizione ebraica, sono così distribuiti nei cinque libri del Salterio:

    Bk. Mi ha 4 - PSS.

    I, III, x, xxxiii [I, III, IX (b), xxxii].

    Di questi, Sal.

    x è rotto da Sal.

    IX; Sal.

    xxxiii ha un titolo in Settanta e la Vulgata.

    Bk. II ha 2 - PSS.

    xliii, LXXI (XLII, LXX).

    Di questi, Sal.

    xliii è rotto da Sal.

    XLII.

    Bk. III ha nessuno.

    Bk. IV, dispone di 10 - PSS.

    XCI, XCIII-LXXXV, LXXXVII, XIV-CVI (xc, XCII-XCVI, LXXXVI, ciii-cv).

    Di questi, hanno tutti i titoli nella Vulgata e Settanta.

    Bk. V dispone di 18 - PSS.

    XCV, XCIX-CVII, CXXII-CXXIV, cxlvi-cl (CVI, CX-CVI, CXXI, cxlv-cl).

    Di questi, Sal.

    CXII ha un titolo nella Vulgata, Sal.

    CXXIV in Settanta e la Vulgata; la quasi-titolo hallelu yah precede nove (XCIX-cxiii, CXXII, cxlvi-cl); l'equivalente greco Allelouia precede sette altri (XCV, cxiv, CIV-CVII, CXXIII).

    Solo Ps.

    CIII [cxiii (b)] non ha alcun titolo o in ebraico o Settanta.

    (1) Nozione di titoli

    Questi titoli ci dicono di una o più delle cinque cose circa i salmi: (a) l'autore, o, forse, la raccolta, (b) la storica occasione della canzone, (c) la sua poetica caratteristiche, (d) la sua impostazione musicale; (e) il suo uso liturgico.

    (a) I titoli indicando l'autore

    Bk. Mi ha quattro anonimi salmi dei quaranta-one (Pss. I, II, x, XXXIII).

    Gli altri trenta-sette sono davidico.

    Ps. x è parte del IX; Sal.

    xxxiii è davidico nel Settanta e PSS.

    I e II sono prefatory a tutta la collezione.

    -- Bk.

    II ha tre anonimi salmi dei trentuno (Pss. xliii, LXVI, LX).

    Di questi, otto PSS., XLII-XLIX (xli-xlviii) sono "dei figli di Korah" (libne qorah); Sal.

    1 è "di Asaph"; PSS.

    LXXII-che "il direttore di" (lamenaççeah) e Sal.

    LXXII "di Salomone".

    Ps. xliii (xlii) è parte di xlii (xli); PSS.

    LXVI e lxvii (LVI e LXVI) e davidico in Settanta e la Vulgata.

    -- Bk.

    III è uno Salmo davidico, LXXIV (LXXXV); undici "di Asaph", LXII-LXXXIII (LXXII-LXXXII); quattro "dei figli di Korah", LXXII, LXXIII, LXXV, LXXVI (LXXI, LXXII, LXXIV, LXXV ) E uno "di Ethan", LXXXIX (LXXVI).

    Ps. LXXVI è altresì assegnato a Heman il Ezrahite.

    -- Bk.

    IV ha due salmi davidico, CI e ciii (c e CII), e uno "di Mosè".

    Inoltre, i Settanta assegna a Davide altri otto, PSS.

    XCI, XCIII-LXXXV, xciv, civ (xc, XCII-XCVI, LXXXVI, ciii).

    Il resto sono anonimi.

    -- Bk.

    V ha venti-sette salmi anonima di quaranta-quattro.

    Pss. cviii-CX, CX, cxxiv, cxxxi, CXX, CXXV-cxlv (XCV-CIX, CIX, CXI, cxxx, CXIX, CXXIV-cxlv) sono davidico.

    Ps. CXIV è "di Salomone".

    Settanta e la Vulgata assegnare Sal.

    CXXIV (CXXIII) David, PSS.

    cxlvi-CXXXIII (cxlv-CXXXIII) Aggeus e Zacharias.

    Oltre a questi nomi-titolo di autori e di collezioni che sono chiare, ci sono più di tali nomi che sono dubbi.

    -- Lamenaççeah (; Settanta, eis a telos; vulg., In finem; Douai, "sino alla fine"; Aquila, a nikopoio, "per il vincitore"; San Girolamo, victori; Simmaco, epinikios ", una canzone di vittoria "; Theodotion, eis a Nikos," per la vittoria ") ormai generalmente interpretato" del direttore ".

    Pi'el la radice dei mezzi, in I Par., XV, 22, "per essere leader" nel corso degli bassi nel servizio liturgico del canto (cfr ebraico Oxford Dictionary, 664).

    Il titolo di "direttore di" probabilmente è analogo a "di David", "di Asaph", ecc, e indica un "Director's Collection" di Salmi.

    Questa raccolta sembra essere contenute 55 della nostra canonica salmi, che sono stati 39 davidico, 9 Korahite, 5 Asaphic, e 2 anonimi.

    Al-Yeduthun, PSS.

    LXII e LXXVII (LXI e LXXVI), dove la preposizione al potrebbe portare ad interpretare uno Yeduthun come uno strumento musicale o di un brano.

    Nel titolo di Sal.

    xxxix (XXXVIII), "del direttore, di Yeduthun, una canzone di David", è senza Yeduthun Al e sembra essere il direttore (Menaççeah) di appena parlato.

    Che David ha avuto un tale regista è chiaro da I Par., XVI, 41.

    (b) I titoli che indica la storica occasione della canzone

    Tredici davidico salmi sono tali titoli.

    Pss. VII, XVIII, xxxiv, LII, liv, LVI, LVII, LIX, cxlii (VII, XVII, XXXIII, che, LIII, LV, LVI, LVIII, CXLI) di cui sono al tempo di David's persecuzione di Saul; Sal.

    lx (LIX) a quella degli vittorie in Mesopotamia e Siria; Sal.

    li (l) per il suo peccato; PSS.

    III e LXIII (LXII) per il suo volo da Assalonne.

    (c), indicando i titoli poetica caratteristiche del Salmo

    Mizmor (; Settanta, Psalmos; vulg., Psalmus; un salmo), un termine tecnico non utilizzati al di fuori dei titoli del Salterio; significato di un brano impostato su corde accompagnamento.

    Ci sono 57 salmi, la maggior parte di loro davidico, con il titolo Mizmor.

    Shir (; Settanta, ode; vulg., Canticum; una canzone), un termine generico utilizzato 30 volte nei titoli (12 volte insieme con Mizmor), e spesso nel testo dei Salmi e di altri libri.

    Nei Salmi (XLII, 9; LXIX, 31; XXVIII, 7) la canzone è in genere sacro; altrove si tratta di una lirica laici (Genesi 31:27; Isaia 30:29), un amore poesia (Cant., i, 1,1 ), O una ballata bacchanalian (Isaia 24:9; Ecclesiaste 7:5).

    Maskil (; Settanta, synedeos, o eis synesin; Vulgata intellectus o un annuncio intellectum), un oscuro forma trovato nei titoli dei salmi 13 (XXXII, XLII, xliv, xlv, LII, LV, LXXIV, LXVI, LXXVI, LXXVII, CXXIX ).

    (a) e altri Gesenius spiegare "un poema didattico", da Hiph'il di (cfr Salmo 32:8; 1 Cronache 28,19), ma solo PSS.

    xxxii e LXXVIII sono Maskilim didattica.

    (b), Ewald, Riehm e altri suggerire "un abile artistico canzone", da altri usi del verbo cognate (cfr 2 Cronache 30:22; Salmo 47:7); Kirkpatrick cose "un furbo salmo" farà.

    E 'difficile vedere che la Maskil è più o artistiche o più astuta quella Mizmor.

    (c) Delitzch e altri interpretare "una poesia contemplativa"; Briggs, "da meditazione".

    Questa interpretazione è giustificata da l'utilizzo del verbo cognate (cfr Isaia 41:20; Job 34:27), ed è l'unico che si adatta tutti i Maskilim.

    Tephillah (); Settanta, proseuche; vulg., Oratio; una preghiera), il titolo a cinque salmi, XVII, LXXXVI, xc, CII, cxlii (xvi, lxxv, LXXVII, ci, CXLI).

    La stessa parola si verifica nella conclusione a Bk.

    II (cfr Sal. LXI, 20), "Le preghiere di David figlio di Yishai sono stati chiuso".

    Qui Settanta hymnoi (Vulgata, laudes) punti per una migliore lettura,, "lode".

    Tehillah (; Settanta, ainesis; vulg., Laudatio; "una canzone di lode"), è solo il titolo del Salmo 145.

    Mikhtam (; Settanta, o stelographia eis stelographian; vulg., Tituli inscriptio o in tituli inscriptionem), un oscuro termine nel titolo di sei salmi, XVI, LVI-lux (XV, LV-LIX), sempre a "di David" .

    Briggs ( "Salmi", I, lx; New York, 1906) con i Rabbini deriva da questo titolo, "oro".

    Mikhtamim sono le canzoni d'oro ", in forma artistica e la scelta di contenuti".

    Shiggayon (; Settanta solo Psalmos; vulg., Psalmus; Aquila, agnonma; Simmaco e Theodotion, iper agnoias; San Girolamo, ignoratio o pro ignoratione), si verifica solo nel titolo di Sal.

    VII.

    La radice della parola significa "vagare", "a bobina", quindi, secondo Ewald, Delitzch, e altri, il titolo si intende un selvatici dithyrambic ode con un avvolti, vagano ritmo.

    (d) i titoli musicali che indica la fissazione di un salmo (un oscuro appositamente impostato)

    Otto titoli possono indicare la melodia del Salmo citandone l'apertura parole di alcuni famosi canzone:

    Nehiloth (; Settanta e Theodotion, iper tes kleronomouses; Aquila, apo klerodosion; Simmaco, iper klerouchion; San Girolamo, super haereditatibus; vulg., Pro e bis haereditatem quae consequitur), si verifica solo in Ps.

    V. L'antica versioni giustamente derivare il titolo da "ereditare"; Baethgen ( "Die Psalmen", 3a ed., 1904, pag xxxv) ritiene Nehiloth è stata la prima parola di alcuni antichi canti, la maggior parte dei critici tradurre "con vento strumenti "sbagliato supponendo che significa Nehiloth flauti (, cfr. Is. xxx, 29).

    Al-tashheth [; Settanta, Aquila, Simmaco, periurbane aphtharsias, ad eccezione di Sal.

    lxxv, Simmaco, periurbane aphtharsias; San Girolamo, che non disperdas (David humilem et simplicem); vulg., ne disperdas o ne corrumpas], in PSS.

    LVII-LIX, lxxv (LVI-LVIII, LXXIV), che significa "non distruggere", può essere l'inizio di una canzone d'epoca di cui al Is., LVI, 8.

    Simmaco dà, di cui al titolo di Sal.

    LVII, peri tou mi diaphtheires, e in questo saggio suggerisce che in origine preceduta.

    Al-Muth-Labben (; Settanta, iper tonnellata kyphion tou yiou; vulg., Pro occultis Filii ", riguardanti il segreto peccati del figlio"; Aquila, iper akmes tou hiou, "dei giovani del figlio"; Theodotion, iper akmes tou hyiou ", concernente la maturità del figlio") in Ps.

    IX, probabilmente significa "impostato per la sintonia 'Morte Whitens'".

    Al-ayyeleth hasshahar (; Settanta, iper antilepseos tes tes heothines; vulg., Pro susceptione MATUTINA, "per offrire la mattina"; Aquila, iper elaphou tes tes orthines; Simmaco, iper boetheias tes tes orthines, "l'aiuto della mattina "; San Girolamo, per il cervo matutino), in Ps.

    XXII (XXI, molto probabilmente significa "impostato per la musica 'Il Hind del mattino'". Al Shoshannim nel PSS. xlv e LXIX (xliv e LXVIII), Shushan-eduth in Ps. lux (LIX), Shoshannim-in eduth Ps. LXXX (LXXIX) sembrano far riferimento per l'apertura dello stesso brano, "gigli" o "gigli della testimonianza". La preposizione è al o el. Settanta traduce le consonanti iper tonnellata Alloiothesomenon; vulg., Pro iis qui commutabuntur , "Per coloro che deve essere cambiato". Yonath Al elem rehoqim, in Ps. LVI (lv) significa "impostato a 'La colomba della lontano terebinth'", o, secondo le vocali di Massorah, "impostato a 'La colomba silenziosa di essi che sono lontano ' ". Settanta rende iper tou laou tou apo ton hagion memakrymmenou; vulg., pro populo che uno sanctis Il paesaggio factus est," per il popolo che sono lontano dal santuario ". Baethgen (op . Cit, pag. Xli) spiega che la Settanta capisce a Israele di essere la colomba; legge per elim elem, e interpreta la parola significa divinità o santuario. 'Al Mahalath (Sal LIII), Mahalath leannoth (Sal LXXVI) è traslitterate di Settanta Maeleth; di vulg., pro Maeleth. Aquila rende epi choreia, "per la danza"; la stessa idea è trasmessa dalla Simmaco, Theodotion, Quinta, e di S. Girolamo (pro choro). La parola 'Al è la prova che le seguenti parole indicare alcune note a canzone la melodia di cui PSS. LIII e LXXVI (LII e LXXXVII) sono state cantate.

    'Al-Haggittith, nei titoli a PSS.

    VIII, LXXXI, LXXXIV (VII, LXXX, LXXXIII).

    Settanta e Simmaco, iper tonnellata lenon; vulg., E di S. Girolamo, pro torcularibus, "per il vino-presse".

    Che leggono gittoth, pl.

    di raccolta.

    Il titolo può significare che sono stati questi salmi da cantare in una certa vendemmia-melodia.

    Masoretic il titolo può significare uno strumento Gittite (Targ., "ha portato l'arpa di David da raccolta"), o una Gittite melodia.

    Aquila e Theodotion seguire la lettura di Masorah e, in Ps.

    viii, tradurre il titolo iper tes getthitidos; ancora questa stessa lettura è detto di Bellarmino ( "Explanatio in Psalmos", Parigi, 1889), I, 43) di essere di significato.

    Un titolo probabilmente significa il tipo di strumento musicale da utilizzare.

    Neginoth (; Settanta, it psalmois, in Ps. IV, it hymnois altrove; vulg., In carminibus; Simmaco, diam psalterion; San Girolamo, nel psalmis) si verifica nel PSS.

    IV, VI, liv, lxvii, LXXVI (IV, VI, LIII, liv, LXVI, lxxv).

    La radice della parola significa "per giocare a strumenti a corde" (1 Samuele 16:16-18, 23).

    Il titolo probabilmente significa che questi sono stati salmi essere accompagnata cantilation esclusivamente "con strumenti a corde".

    Ps. LXI (lx) ha Al Neginath nel suo titolo, ed è stato forse per essere cantate con uno strumento a corda.

    Due titoli sembrano fare riferimento a tono.

    Al-Alamoth (Salmo 46), "impostato su fanciulle", vale a dire, per essere cantate con un soprano o falsetto voce.

    Settanta rende iper tonnellata kryphion; vulg., Pro occultis, "per il nascosto"; Simmaco, iper aionion ton ", per l'eterna"; Aquila, epi neanioteton; San Girolamo, pro juventutibus, "per i giovani".

    Al-Hassheminith (Pss. vi e XII), "impostare l'ottava"; Settanta, iper tes ogdoes; vulg., Pro Octava.

    E 'stato conjectured che "l'ottava", un'ottava più basso, inferiore o un basso registro, in contrasto con la parte superiore o soprano registro.

    In I Prof., XV, 20-21, Leviti sono assegnati alcuni "con psalteries impostato a 'Alamoth'" (registro superiore), altre "con arpe Sheminith impostato su" (registro inferiore).

    (e), indicando i titoli liturgica uso di un salmo

    Hamma'aloth, di cui al titolo del PSS.

    CXX-CXXI (CVII-CXX); Settanta, ode tonnellata anabathmon; San Girolamo, canticum graduum, "la canzone dei passi".

    La parola è usata in Es., Xx, 26 per indicare i passaggi che portano dalle donne agli uomini del tribunale di Tempio trama.

    Non vi sono stati quindici tali misure.

    Alcuni commentatori ebrei e Padri della Chiesa hanno preso che, a ciascuno dei quindici passi, uno di questi quindici graduale Salmi è stato cantava.

    Una tale teoria non siano coerenti con il contenuto di questi salmi, non sono tempio-salmi.

    Un'altra teoria, proposta da Gesenius, Delitzsch, e altri, si riferisce "la procedura" per le scale-come il parallelismo di graduale Salmi.

    Questa scala-come parallelismo non è stato trovato in tutti i Salmi la graduale, né è distintivo di uno di essi.

    Una terza teoria è la più probabile.

    Aquila e Simmaco leggere eis del anabaseis, "per il goings"; Theodotion ha asma a nanabaseon.

    Si tratta di un pellegrino Salterio, una raccolta di canzoni-pellegrino di tali "salire a Gerusalemme per il festival" (1 Samuele 1,3).

    Issias ci racconta i pellegrini è salito di canto (xxx, 29).

    Salmi in questione sarebbe adatto per pellegrino-canzone.

    La frase "salire" a Gerusalemme (anabainein) sembra fare riferimento appositamente per il pellegrino goings-up (Marco 10:33; Luca 2:42, ecc.)

    Questa teoria è ora comunemente ricevute.

    A meno probabile spiegazione è che la graduale Salmi sono state cantate da quelle "salire" dal babilonese (Esdra 7,9).

    Altri titoli sono liturgica: "Per la ringrazio offerta", in Ps.

    c (LXXXVII); "Per portare un ricordo", nel PSS.

    xxxviii e LXX (xxxvii e LXIX); "Insegnare", in Ps.

    XL (xxxix); "Per l'ultimo giorno o la festa dei tabernacoli", nel Settanta di Sal.

    XXIX (XXVIII), exodiou skenes; vulg., in consummatione tabernaculi.

    Salmo xxx (xxix) è intitolato "Una canzone a Dedicazione della Casa".

    Il salmo potrebbe essere stato utilizzato presso la festa della Dedicazione del Tempio, la Encaenia (Giovanni 10,22).

    Questa festa è stata istituita da Giuda Machabeus (1 Maccabei 4:59) per commemorare il rededication del tempio dopo la profanazione di Antioco.

    Il suo titolo ci mostra che Sal.

    LXXX (XCI) è stato da cantare di sabato.

    Settanta dà diritto Sal.

    XXIV (xxiii) tes MIAS sabbaton, "per il primo giorno della settimana"; Sal.

    xlviii (xlvii) deutera sabbatou ", per il secondo giorno della settimana"; Sal.

    xciv (XCIII), tetradi sabbaton, "per il quarto giorno della settimana"; Sal.

    XCIII (XCII) eis dieci hemeran, "per il giorno prima del sabato».

    The Old latino dà diritto Sal.

    LXXXI (LXXX) quinta sabbati, "il quinto giorno della settimana".

    La Mishna (Tamid, VII, 13) assegna lo stesso salmi per il Tempio di servizio giornaliero e ci dice che Sal.

    LXXXII (LXXXI) è stato per il sacrificio della mattina del terzo giorno (cfr James Wm. Thirtle, "i titoli dei Salmi, la loro natura e significato spiegato", New York, 1905).

    (2) Valore dei titoli

    Molti dei critici hanno questi titoli di marca come spurie e respinto come non appartiene alla Santa Writ; quali sono i critici de Wette, Cheyne, Olshausen, e Vogel.

    Più recenti critiche protestanti studiosi, come ad esempio Briggs, Baethgen, Kirkpatrick, e Fullerton, hanno seguito le linee di Ewald, Delitzsch, Gesenius, e Koster, e hanno reso molto più dei titoli, in modo così per saperne di più e di più sulla autori, collezioni, occasioni, musicali impostazioni, e liturgica fini dei Salmi.

    Cattolica studiosi, pur non insistendo sul fatto che l'autore dei Salmi superscribed i titoli, hanno sempre considerato questi titoli come parte integrante del Santo Writ.

    San Tommaso (in Ps. Vi) assegna i titoli a Esdras: "Sciendum est e tituli ab Esdra facti sunt partim secundum bis sintonia quae agebantur, et partim secundum quae contigerunt bis".

    Così completo una dichiarazione del caso di specie è poco, fino al punto; più moderni studiosi a dare i titoli più variegata storia.

    Quasi tutti, però, sono a uno nel considerare come tali canonica a volte oscurato le direzioni.

    In questo unanimità cattolici svolgere tradizione ebraica.

    Pre-Masoretic tradizione conservati i titoli come Scrittura, ma perso gran parte dell'anno liturgico e musicale significato, molto probabilmente a causa di cambiamenti nelle liturgica cantilation dei Salmi.

    Masoretic tradizione ha conservato con cura qualsiasi dei titoli ricevuti.

    Rende ai titoli da parte della Sacra Scrittura, conservando la loro consonanti, vocale-punti, accenti e con la stessa cura che è dato per il resto del Canon ebraico.

    I Padri a dare i titoli che il rispetto e l'autorità che essi danno al resto della Scrittura.

    Vero, l'oscurità dei titoli porta spesso i Padri di mistico e altamente interpretazioni di fantasia.

    San Giovanni Crisostomo ( "De Compunctione", II, 4: PG, XLIV, 415) interpreta iper tes ogdoes ", per l'ottavo giorno", "il giorno di riposo", "il giorno di eternità".

    S. Ambrogio (In Lucam, V, 6) vede in questo titolo lo stesso numero mistico che egli osserva negli otto Beatitudini di San Matteo, l'ottavo giorno come un compimento della nostra speranza, e in otto come somma di tutti i virtù: "pro Octava enim multi inscribuntur psalmi".

    In materia di mistica interpretazioni dei titoli, S. Agostino è in anticipo rispetto al genere letterale e materia-di fatto-SS.

    Ambrogio e Giovanni Crisostomo.

    Eppure, quando si trattano il valore e la genuinità dei titoli, non è più Padre e ha deciso che è il grande Vescovo di Ippona.

    A lui i titoli sono ispirati Scrittura.

    Commentando il titolo di Sal.

    che, "di David, quando il profeta Natan venne a lui, che ora si era recato in Bethsabee", S. Agostino (PL, XXXVI, 586) dice che è un ispirato come è la storia di David's caduta, ha detto durante la Seconda Libro dei Re (xi, 1-6); "Utraque Scriptura canonica est, utrique sine dubitatione Ulla uno Christianis fides adhibenda est".

    Alcuni recenti cattolica che sono studiosi di S. Agostino la mente in questo ambito sono: Cornely, "Introduzione specialis in VT libros", II, 85; Zschokke, "Hist. Sacr. VT", 206; Thalhofer, "Erklärung der Psalmen", 7a ed., 1904, 8; Patrizi, "Cento Salmi", Roma, 1875, 32; Danko, "Historia VT", 276; Hoberg, "Die Psalmen der Vulgata", 1892, pag

    XII.

    Pochissime cattolica studiosi hanno negato che i titoli sono parte integrante arte di Santo Writ.

    Gigot, in "Speciale Introduzione al Vecchio Testamento" (New York, 1906), II, 75, cita con l'approvazione di questa negazione Lesêtre, "Le Livre des Psaumes" (Parigi, 1883), pag

    1. Barry, in "La tradizione della Scrittura" (New York, 1906), 102, dice: "E 'plausibile sostenere che le iscrizioni di cui la Massorah, LXX, Vulgata e testimoniare non può essere respinta. Ma a guardare a loro, sotto tutti i circostanze, come porzioni della Scrittura sarebbe quella di ceppo i decreti tridentino ".

    A causa del pericolo che, senza grave motivo, queste tempo onorato parti della Bibbia può essere classificato come extra-canoniche, la Commissione Biblica ha recentemente (1 ° maggio, 1910) di cui speciale a sottolineare il valore dei titoli.

    Da l'accordo che abbiamo osservato tra i titoli di Massorah e quelli dei Settanta, Vulgata, Aquila, Simmaco, Theodotion, San Girolamo, ecc, la Commissione ha deciso che i titoli sono di età superiore a Settanta e sono venuto fino a noi , Se non da parte degli autori dei Salmi, almeno da antica tradizione ebraica, e che, su questo conto, non può essere messa in dubbio, a meno che non vi sia qualche ragione grave contro la loro genuinità.

    Del resto, l'disaccordi che abbiamo osservato ci ha portato alla stessa conclusione.

    Con il tempo i Settanta è stato scritto, i titoli devono essere stati estremamente vecchia e, con la loro tradizione di vocalization era già molto oscurato.

    III. Autori dei salmi

    A testimonianza della tradizione

    (1) tradizione ebraica è incerto in quanto gli autori dei Salmi.

    Baba Bathra (14 f), menziona dieci; Pesachim (10) attributi di tutti i Salmi di Davide.

    (2) tradizione cristiana è tanto incerta.

    S. Ambrogio, "In Ps. Xliii e xlvii" (PL, XIV, 923), rende David essere l'unico autore.

    S. Agostino, nel "De Civitate Dei", XVII, 14 (PL, XLI, 547), ritiene che tutti i Salmi sono davidica e che i nomi dei Aggeus e Zacharias sono stati superscribed dal poeta in spirito profetico.

    St Philastrius, Haer.

    130 (PL, XII, 1259), i marchi, l'opposto parere, come eretico.

    D'altro canto, la pluralità di paternità è stato difeso da Origene, "In Ps."

    (PG, XII, 1066); S. Ilario ", in Ps. Procem. 2) (PL, IX, 233); Eusebio," In Ps.

    Procem. In PSS.

    41, 72 "(PG, XXIII, 74, 368) e molti altri. San Girolamo," Ad Cyprianum, Epist.

    140, 4 (PL, XXII, 1169), afferma che "hanno commesso un errore ritenere che tutti i salmi sono David's e non il lavoro di quelli i cui nomi sono superscribed".

    (3) Questo disaccordo, in materia di paternità dei Salmi, è esercitata dai Padri ai teologi.

    Davidico autore è difeso da San Tommaso, l'Ebreo convertito Arcivescovo Paul di Burgos, Bellarmino, Salmeron, S, Mariana; più paternità è difeso da Nicola di Lira, Gaetano, Sisto Senensis, Bonfrere, e Menochio.

    (4) La Chiesa è venuto a nessuna decisione in materia.

    Il Concilio di Trento (Sess. IV, 8 aprile, 1546), nella sua decreti sulla Sacra Scrittura, comprende "Psalterium Davidicum, 150 Psalmorum" tra le Canonical Libri.

    Questa frase non definisce davidico di autore non più di quanto il numero 150, ma solo designa il libro, che è definito in modo da essere canonica (cfr Pallavicino, "Istoria del Concilio di Trento", l. VI, 1591. Napoli, 1853, I , 376).

    In via preliminare vota, quindici Padri sono stati per il nome di "Psalmi David"; sei per "Psalterium Davidicum"; nove per il "libro Psalmorum"; due per "Libri 150 Psalmorum"; sedici per il nome adottato, "Psalterium Davidicum 150 Psalmorum" E due non ha avuto alcun preoccupazione che di questi nomi è stato scelto (cfr Theiner, "Acta Authentica Councilii Tridentini", I, 72 sq).

    Da vari vota è chiaro che il Consiglio non aveva alcuna intenzione di definire davidico autore.

    (5) Il recente decreto della Commissione Biblica (1 ° maggio, 1910) decide i seguenti punti:

    Né il testo dei decreti di Concili, né le opinioni di alcuni Padri hanno tale peso di determinare che David è unico autore di tutto il Salterio.

    Essa non può essere negato a criteri di prudenza che David è il principale autore dei brani del Salterio.

    Soprattutto non può essere negato che David è l'autore di quelle salmi che, sia nel Vecchio o nel Nuovo Testamento, sono chiaramente citati sotto il nome di David, ad esempio, ii, XVI, XVIII, XXXII, LXIX, cx (ii , XV, XVII, XXXI, LXVIII, CIX).

    B. testimonianza di Antico Testamento

    Nella suddetta decisione, la Commissione Biblica ha seguito non solo ebraica e tradizione cristiana, ebraica e cristiana e Scrittura.

    L'Antico Testamento testimoniare la paternità dei Salmi è principalmente i titoli.

    Questi sembrano attributo vari salmi, in particolare dei Libri I-III, David, Asaph, i figli di Korah, Salomone, Mosè, e altri.

    (1) David

    I titoli di settanta-tre salmi nel Masoretic di testo e di molti di più in Settanta sembrano evidenziare David come autore: cfr.

    Pss. III-xli (III-XL), vale a dire di tutti i Bk.

    I salvare solo x e xxxiii; PSS.

    che-LXX (l-LXIX), ad eccezione LXVI e lxvii, Bk.

    II; Sal.

    LXXIV (LXXXV) di Bk.

    III; Sal.

    ciii (CII) in Bk.

    IV; PSS.

    cviii-CX, CX, cxxiv, cxxxi, CXX, CXXII-cxlv (XCV-CIX, CIX, CXI, cxxx, CXXI-CXXIX), del Bk.

    V. Il titolo è ebraico.

    E 'ormai generalmente ritenuto che, in questo ebraico, la preposizione le ha la forza di un genitivo, e che la Settanta tou David "di David", è una traduzione migliore rispetto alla Vulgata ipsi David, "fino alla David se stesso".

    Ciò significa preposizione autore?

    Non in ogni titolo; altro sia David e il direttore sono gli autori di Sal.

    XIX (xviii), e tutti i figli di Korah, insieme con il direttore, sono entrambi autori dei salmi loro imputabili.

    Nel caso di tali composito titoli come "del direttore, un salmo di Davide" (Sal xix), o "del direttore, dei figli di Korah, un salmo" (Sal xlviii), probabilmente non hanno indicazioni di paternità, ma di varie raccolte di salmi - le collezioni dal titolo "David", "direttore", "i figli di Korah".

    Così come il Nuovo Testamento, il Concilio di Trento, e molti Padri della Chiesa parlano di "David", "il Salterio di Davide", "Salmi di Davide", non in verità per concludere che tutti i salmi sono David's, ma perché era il salmista per eccellenza, così i titoli di molti salmi assegnarli non tanto per i loro autori per quanto attiene alla loro collezionisti o per il principale autore della raccolta a cui si riferiscono.

    D'altra parte, alcuni dei titoli più andare a dimostrare che "di David" può significa autore.

    Prendere un esempio: "del direttore, il brano 'non Destroy', di David, un pezzo scelto (Mikhtam), quando egli fuggì dalla faccia di Saulo in grotta" (Sal LVII).

    La storica occasione della davidica composizione del brano, la lirica di qualità della canzone, la sua inclusione nei primi anni di raccolta "di Davide" e più tardi nella Director's hymnbook, il brano a cui il salmo è stato né scritto da David o di impostare il Regista - tutte queste cose sembrano essere indicato dal titolo molto composito in esame.

    Di una sorta con la davidica titoli è il sottoscritto che termina ai primi due libri dei Salmi: "Amen, Amen; si è conclusa sono le frasi di Davide, figlio di Yishai" (Sal LXI, 20).

    Questo abbonamento è più antica di Settanta; sarebbe del tutto fuori luogo non sono stati il capo David autore dei salmi dei due libri whereto che figura in allegato.

    Old-ulteriore prova della Testamento davidico autore dei Salmi, come suggerito dalla Commissione Biblica il recente decreto, sono David's naturale talento poetico, mostrato nella sua canzone e dirges di 2 Samuel e 1 Cronache, insieme con il fatto che essa che egli è stato istituito la solenne levitical cantilation di salmi in presenza dei Arca dell'Alleanza (1 Cronache 16:23-25).

    Le canzoni e dirges attribuito a David sono notevolmente simili ai salmi davidico in spirito e lo stile e la formulazione.

    Cerchiamo di esaminare la linea di apertura del 2 Samuele 22:

    "E David ha parlato a Jahweh le parole di questo brano nel giorno in cui Jahweh salvati da lui la conoscenza della sua nemici e dalle mani di Saul, e disse: 2. Jahweh è la mia roccia, mia fortezza, mio modo di evadere , 3. Mio Dio, mio Rock al quale ho betake me, il mio scudo, il Corno della mia salvezza, mia Torre. Il mio rifugio, il mio Salvatore, da sbagliato mi salvare me. 4. Shouting lode, io grido a Jahweh, E dal mio nemico ottenere la salvezza ".

    I due brani sono chiaramente identici, la fase di leggere differenze probabilmente a causa di cui alla causa principale a diversi redactions liturgica del Salterio.

    Alla fine lo scrittore di 2 Samuel dà "le ultime parole di Davide" (XXIII, 1) - vale a dire, un breve Salmo davidico in stile in cui David parla di se stesso come "Israele dolce cantante di canzoni", "egregius psaltes Israele "(2 Samuele 23:2).

    In modo analogo il cronista (1 Cronache 16:8-36) cita come davidico un brano composto di Sal.

    cv, 1-13, Sal.

    XCVI, e una piccola porzione di Sal.

    CVI.

    Infine, il profeta Amos affronta il Samarians: "Voi che a cantare il suono del psaltery; essi stessi hanno pensato di avere strumenti di musica come David" (VI, 5).

    La potenza poetica di David si distingue come una caratteristica dei Re Pastore.

    La sua elegiaca reclami per la morte di Saul e Jonathan (2 Samuele 1:19-27) rivelano alcuni potere, ma non quello di davidica salmi.

    Le ragioni di cui sopra per davidico autore sono impugnata da molti che insistere sulla tardiva redazione di 2 Samuel 21-24 e su le discrepanze tra i passi che abbiamo parallelo.

    La questione dei ritardi di redazione del davidica canzoni in 2 Samuel non è nel nostro campo di applicazione, né tale ritardo redazione distruggere la forza del nostro appello al Vecchio Testamento, dal momento che tale ricorso è la Parola di Dio.

    Per quanto riguarda le differenze, abbiamo già detto che sono spiegabile con l'ammissione che il nostro salterio è il risultato di vari redactions liturgica, e non presenta tutti i salmi nella forma precisa in cui si procede nella loro scrittori.

    (2) Asaph

    Asaph è accreditato, di titoli, con dodici salmi, l, LXII-LXXXIII (XLIX, LXXII-LXXXII).

    Questi sono tutti i salmi di carattere nazionale e si riferiscono a ampiamente separato da periodi di storia ebraica.

    Ps. LXXXIII (LXXXII), anche se assegnato da Briggs ( "Salmi", New York, 1906, pag lxvii) ai primi anni del periodo persiano, sembra essere stata scritta al momento del caos battuto dal assira invasione di Tiglat-Pilesar III nel 737 aC Sal.

    LXXIV (LXII) è stato scritto probabilmente, come Briggs surmises, durante l'esilio babilonese, dopo il 586 aC Asaph era un levita, il figlio di Barachias (1 Cronache 6:39), e uno dei tre capi di Levitical il coro (1 Cronache 15:17).

    I "figli di Asaph" sono stati messi a riposo "per profezia con arpe e con psalteries e con cembali" (1 Cronache 25:1).

    E 'probabile che i membri di questa famiglia composta salmi che in seguito sono stati raccolti in un Asaph Salterio.

    Le caratteristiche di questi Asaph salmi sono uniformi: frequenti allusioni alla storia di Israele con uno scopo didattico; sublimità e la veemenza di stile; vivida descrizione, un esaltato la concezione della divinità.

    (3) i figli di Korah

    I figli di Korah sono chiamati nei titoli di undici salmi - xlii-XLIX, LXXII, LXXIII, LXXV, LXXVI (xli-xlviii, LXXI, LXXII, LXXIV, LXXV).

    La Korahim sono stati una famiglia di cantanti tempio (2 Cronache 20,19).

    NON CI SI PUO 'essere che ogni salmo di questo gruppo è stato composto congiuntamente da tutti i figli di Korah, ognuna è stato invece composto da alcuni membri della corporazione di Korah, o, forse, tutti sono stati raccolti da varie fonti in una liturgica dal hymnal gilda dei figli di Korah.

    In ogni caso, vi è una unicità di stile a questi inni che è indicativo di unicità di Levitical spirito.

    Caratteristiche dei salmi sono Korahite; un grande amore per la Città Santa, un anelito per il culto pubblico di Israele; una suprema fiducia in Jahweh; poetica e una forma che è semplice, elegante, artistico, e ben equilibrata.

    Messianica da loro idee e storico allusioni, questi salmi sembra essere stata composta tra il giorno di Isaias e il ritorno dall'esilio.

    (4) Mosè

    Mosè è il titolo di Sal.

    XC (LXXVII).

    S. Agostino (PL, XXXVII, 1141) non ammette Mosaico autore; S. Girolamo (PL, XXII, 1167) fa.

    L'autore imita le canzoni di Mosè in Dt., E xxxii xxxiii; imitazione questo può essere il motivo del titolo.

    (5) Salomone

    Salomone è in titoli a PSS.

    LXXII e CXIV (LX e cxxvi), probabilmente per un simile motivo.

    (6) Ethan

    Ethan, nel titolo del Salmo 89, dovrebbe probabilmente essere Idithun.

    Salterio di Idithun, di Yeduthun, contenute anche Salmi 39, 62 e 77.

    C. testimonianza del Nuovo Testamento

    Per i cattolici, credenti come fanno pienamente nella divinità di Cristo e inerrancy della Santa Writ, Nuovo Testamento citazioni rendere PSS.

    ii, XVI, XXXII, xxxv, LXIX, CIX, cx (II, XV, XXXI, xxxiv, LXVIII, cviii, CIX) davidico senza ombra di dubbio.

    Quando i farisei ha detto che il Cristo è stato il Figlio di Davide, Gesù li la domanda: "Come poi doth David nello spirito chiamarlo Signore, dicendo: Il Signore ha detto al mio Signore" (cfr Matteo 22:43-45; Mark 12:36-37, Luca 20:42-44; Salmo 110:1).

    Non vi può essere alcun dubbio qui il nome di una collezione "di Davide".

    Né vi è una questione di quando una collezione di San Pietro, e per la prima Pentecoste a Gerusalemme, dice: "Per David non asceso al cielo; ma egli stesso ha detto: Il Signore ha detto al mio Signore, ecc"

    (At 2,34).

    Davidico autore si intende con Pietro, quando egli cita PSS.

    LXIX (LXVIII), 26, CIX (cviii), 8, e ii, 1-2 come "dalla bocca di Davide" (Atti 1:16, 4:25).

    E quando il capo Apostolo ha citato Sal.

    XVI (XV), 8-11, come le parole di David, egli spiega come queste parole sono stati destinati dal patriarca morto come una profezia di secoli a venire (Atti 2:25-32).

    St. Paul's è una testimonianza, quando (Romani 4:6; 11,9) assegna a David parti del PSS.

    XXXII, xxxv, e LXIX (XXXI, xxxiv, LXVIII).

    Un cattolico non potrebbe obiettare che St. Paul si riferisce a una raccolta chiamata "David", soprattutto in quanto tali una raccolta sembra chiaramente intende per "David", it Daveid di Eb., IV, 7.

    Abbiamo risposta, che si tratta di una frode: St. Paul aveva comportato una collezione, avrebbe dettato it Daveid nella lettera ai Romani.

    D. L'inclinazione della Critica di eliminare tutti i davidico questione della paternità.

    Briggs dice: "E 'evidente dal carattere interno di questi salmi, con alcune possibili eccezioni, che David non avrebbe potuto scritto loro" (Salmi, pag LXI).

    Ewald permette che questa mostra interno elementi di prova a David hanno scritto PSS.

    III, IV, VII, XI, XV, XVIII, prima parte del XIX, XXIV, XXIX, XXXII, CI (III, IV, VII, XI, XIV, XVII, XXIII, XXVIII, XXXI, c).

    IV. CANONICITY

    Canon cristiana

    A. La Canon cristiana dei Salmi non presenta alcuna difficoltà; ammettere tutti i cristiani nel loro canone i 150 salmi del Canone di Trento; respingere tutti i Sal.

    cli dei Settanta, probabilmente un Machabean Oltre al canone.

    Canon ebraica

    B. La ebraica Canon presenta un fastidioso problema.

    Come è stato il Salterio evoluto?

    La tradizionale ebraica parere, generalmente difeso da studiosi cattolici, è che non solo la Canon ebraico dei Salmi, ma l'intero palestinese di Canon, l'Antico Testamento è stato praticamente chiuso durante il periodo di Esdras (v. sentenza Canon).

    Questo tradizionale parere è probabile, per gli argomenti a suo favore, cfr.

    Cornely, "Introductio Generalis nel NT Libros", (Parigi, 1894), 42.

    (1) La critica

    Questi argomenti non sono ammessi da tutti i critici.

    Driver dice: "Per il parere che la Canon del Vecchio Testamento è stato chiuso da Ezra, o dei suoi soci, non vi è alcun fondamento in quanto l'antichità" ( "introduzione alla letteratura del Vecchio Testamento", New York, 1892, pag x).

    Per quanto riguarda i Salmi Wellhausen dice: "Poiché il Salterio è l'inno-libro della Congregazione del Secondo Tempio, la questione non è se contiene qualsiasi post-exilic salmi, ma se contiene alcuna pre-exilic salmi" (bleek's "Introduzione", ed. 1876, 507).

    Hitzig ( "Kritik der Begriff", 1831) ritiene che i Libri III-V sono interamente Machabean (168-135 aC).

    Olshausen ( "Die Psalmen", 1853) porta alcuni di questi salmi giù per la Hasmonaean dinastia, e il regno di Giovanni Hyrcanus (135-105 aC).

    Duhm ( "Die Psalmen", 1899, pag xxi) consente pochissimi pre-Machabean salmi, e assegna PSS.

    ii, xx, xxi, LXI, LXIII, LXXII, LXXXIV (b), CXIX [ii, XIX, LX, LXII, LXXI, LXXXIII (b), cxxxi] per la regna di Aristobulo I (105-104 aC) e la sua Jannaus fratello Alexander (104-79 aC); modo che la Canon del Salterio non è stato chiuso al 70 aC (p. xxiii).

    Tali posizioni estreme non sono a causa di argomenti di valore.

    Fintanto che uno rifiuta di accettare la forza della tradizionale argomento a favore della Esdras Canon, si deve in ogni caso ammettere che la Canon ebraico dei Salmi è stato senza dubbio chiuso prima della data di traduzione dei Settanta.

    Questa data è 285 aC, se accettiamo l'autorità della Lettera di Aristeas (cfr. Settanta); o, al più tardi 132 aC, periodo in cui ha scritto Ben Siracide, nel prologo a Ecclesiasticus, che "la legge stessa e i profeti e il resto dei libri [vale a dire la Hagiograha, dei quali sono stati i Salmi] era stato tradotto in greco ".

    Questo è il parere del Briggs (p. xii), che fissa la redazione finale del Salterio nel mezzo del secondo secolo aC

    La progressiva evoluzione del libro dei Salmi è ora generalmente molto preso dalla critica come una questione di corso.

    La loro applicazione dei principi di maggiore critica non tradursi in una uniformità di opinioni in merito ai vari strati del Salterio.

    Presenteremo questi strati in cui sono indicati dal Prof Briggs, probabilmente meno di coloro eruzioni cutanee che hanno di recente pubblicato quello che è chiamato "edizioni critiche" dei Salmi.

    Il suo metodo di critica è la solita; di uno standard piuttosto soggettiva interno di elementi di prova, egli carves alcuni salmi, patch di altri, getta le porzioni di altri, e "modifiche".

    Egli assegna sette salmi ai primi ebraico monarchia; sette a metà monarchia; tredici a tarda monarchia; a tredici il tempo di esilio; trenta-tre ai primi anni del periodo persiano; sedici a metà periodo persiano (i tempi di Nehemias) ; Undici a la fine del periodo persiano, "il grande avvento Salmo regale" (Salmi 93, 96-100) insieme con altri otto ai primi anni del periodo greco (che inizia con Alexander's conquista); quaranta-due-alla fine del periodo greco, e di Machabean il periodo PSS.

    XXXIII, CII (b), CIX (b), CVI, CXXVI (c), CXVI del pellegrino Salterio e cxlvii, CXXXIV dei Hallels.

    Di questi salmi e porzioni di salmi, secondo Briggs, trenta-sono uno "salmi oltre", cioè, non sono stati incorporati in un Salterio prima della redazione attuale canonica è stato rilasciato.

    Il resto sono state modificate in due o più dei dodici Psalters che segnano l'evoluzione del libro dei Salmi.

    La prima raccolta di salmi era composta da sette Mikhtamim, "pezzi d'oro", da metà periodo persiano.

    Alla fine del periodo di tredici persiano Maskilim sono stati messi insieme a una raccolta di meditazioni.

    Allo stesso tempo, settantadue due salmi sono state modificate, come un libro di preghiera per l'uso nella sinagoga, sotto il nome di "David"; di questi tredici hanno il titolo riferimenti a David la vita, e sono accusate di aver costituito un precedente raccolta da loro stessi.

    Nei primi periodo greco in Palestina, undici salmi sono stati raccolti in minore Salterio intitolato "Figli di Korah".

    Circa lo stesso tempo in Babylonia, dodici salmi sono stati effettuati in un Salterio intitolato "Asaph".

    Non molto tempo dopo, nello stesso periodo, il exilic Sal.

    LXXVI, insieme a due orfani PSS.

    LXVI e lxvii, sono stati modificati con le selezioni da "David", "Figli di Korah", e "Asaph", per il culto pubblico della canzone nella sinagoga; il nome di questo Salterio è stato "Mizmorim".

    Un grande Salterio, il Elohist, PSS.

    xlii-LXXXIII (xli-LXXXII), si suppone che siano state fatte, in Babylonia, durante il medio periodo greco, di selezioni da "David", "Korah", "Asaph" e "Mizmorim", il nome è dovuto al l'uso di Elohim e di evitare di Jahweh in questi salmi.

    Nello stesso periodo, in Palestina, una preghiera-libro è stato composto da 54 dal "Mizmorim, 16 salmi da" David ", 4 da" Korah ", e 1 da" Asaph "; questo grande Salterio recava il nome di" Regista ". Il Hallels, o Alleluiatic canti di lode, sono state effettuate in un tempio Salterio per servizio nel periodo greco. Salmi Questi hanno halleluyah (Lode voi yah) o all'inizio (Pss. XCIX, CXII), o su close (Pss. CIV, cv, CIII, CXVII), oppure a livello sia l'inizio e di chiusura (Pss. CVI, cxiii, CXXII, cxlvi-cl). Settanta Allelouia dà anche l'inizio di PSS. cv, XCV, cxiv, CIV, CVII, CXXIII. Briggs comprende come Hallels tutte queste e ad eccezione CVI CVII ", l'ex essere un trionfale Machabean canzone, quest'ultima la grande lode alfabetico della legge". minore come un Salterio del periodo greco è stato il "Pilgrim Salterio "(Pss. CXX-CXXI), una raccolta di" canti di pellegrinaggio ", la" Salita di Songs ", o" graduale Salmi ", che i pellegrini cantava mentre salendo a Gerusalemme per le tre grandi feste.

    (2) La Chiesa cattolica Visualizza

    In modo estensivo una domanda di divisione di critiche a Salterio non soddisfa l'approvazione di esegeti cattolici.

    Successive redazione dei Salmi che ammetto, a condizione che la dottrina della ispirazione della Santa Writ non essere impugnata.

    La dottrina è di ispirazione per i Salmi in cui oggi nel canone, e non ostacolare un cattolico da ammettere vari redactions del Salterio precedente alla nostra redazione attuale; di fatto, anche liturgica uninspired redazione dei Salmi ispirati non sarebbe contrariamente a quanto la Chiesa insegna in materia di ispirazione, fintanto che il redattore ha conservato intatta e assolutamente inalterato il significato della ispirato il testo sacro.

    La Commissione Biblica (1 ° maggio, 1910) non permetterà che la nostra redazione attuale contiene molti Machabean salmi; né Drive, Delitzsch, Perowne, Renan, e molti altri studiosi, critici.

    "Se fosse così tanti salmi in data da questa età, è difficile non pensare che essi avrebbero più carico di marchi di rilievo nel loro stile e la dizione" (driver, "Introduzione alla loro Letteratura del Vecchio Testamento", New York, 1892 , 365).

    Pss. xliv, LXXIV, LXXIX, e LXXXIII, che Delitzsch e Perowne a motivi storici ammettere di essere Machabean, occasione per Davison (Hastings, "dict. della Bibbia", IV, 152) "indiscutibile difficoltà derivanti dal loro luogo nel secondo e nel terzo libri ".

    Non vi sono prove certe che queste o di qualsiasi salmi sono Machabean.

    La Commissione Biblica non, su questo conto, negare qualsiasi dei salmi sono Machabean; lascia tale questione ancora aperta.

    In materia di redazione, permette che "per liturgica o musicali o altri motivi sconosciuti, salmi possono essere stati divisi o uniti" nel corso del tempo, e che "ci sono altri salmi, come il Miserere mei, Deus [Sal . Che], che, in modo che essi possano essere più corrispondente alle circostanze storiche e la solennità del popolo ebraico, sono stati leggermente ri-a cura modificare, e l'omissione o aggiunta di un versetto o due, fintanto che l'ispirazione di l'intero testo rimane intatto ".

    Che è la cosa importante; la dottrina della ispirazione della Santa Writ non deve soffrire in meno.

    Come, allora, è la dottrina della ispirazione di tutto il testo conservato intatto?

    Sono stati i precedenti redattori ispirato?

    Nulla è stato determinato da qualsiasi autorità della Chiesa in queste materie.

    Siamo inclinazione il parere che Dio ha ispirato i significati dei Salmi, come originariamente scritto, e in modo analogo ispirato ogni redattore raccolti e che queste canzoni a cura di Israele fino a quando l'ultimo ispirato redattore li insieme nella loro forma attuale.

    V. TESTO

    I Salmi sono stati originariamente scritti in ebraico lettere, come ad esempio vediamo solo su monete e in pochi iscrizioni lapidarie; il testo è giunto fino a noi in piazza aramaico lettere.

    Solo le versioni darci qualsiasi idea di pre-Masoretic testo.

    Finora nessun pre-Masoretic manoscritto dei Salmi è stato scoperto.

    Masoretic il testo è stato conservato in più di 3400 manoscritti, di cui nessuno sia anteriore a quella del nono secolo e solo nove o dieci sono anteriori al dodicesimo (cfr. manoscritti della Bibbia).

    Masoretic questi manoscritti rappresentano due famiglie leggermente variante di una tradizione - il testo di Ben Asher e di Ben Naftali.

    Le loro variazioni sono di poco momento l'interpretazione dei Salmi.

    Lo studio della struttura ritmica dei Salmi, insieme con le variazioni tra Massorah e le versioni, hanno reso chiaro che il nostro testo ebraico è lungi dall'essere perfetto, e che i suoi punti sono spesso sbagliato.

    Gli sforzi dei critici di perfezionare il testo sono a volte a causa di non più di un accorto supporre.

    La metrica stampo è scelto, quindi il salmo è forzatamente adattato ad esso.

    Fosse meglio lasciare il testo nella sua condizione imperfetta piuttosto che renderla peggiore di indovinare-lavoro.

    Il decreto della Commissione Biblica è rivolto a coloro ai quali i imperfezioni del Testo Masoretic sono un'occasione, anche se non scusa, per innumerevoli congetturale emendations, a volte selvaggia e di fantasia, che oggi passa il corrente come esegesi critica dei Salmi.

    VI. VERSIONI

    A. GRECO

    Il capo versione dei Salmi è la Settanta.

    E 'conservato a noi in Cod.

    U, Brit.

    Mus. Pap. 37, settimo secolo, contenente PSS.

    x-xxxiii; Lipsia Pap., quarto secolo, contenente PSS.

    xxix congedo;, Cod.

    Sinaiticus, quarto secolo, completa; B. Cod.

    Vaticanus, quarto secolo, completo, ad eccezione, PSS.

    cv, 27-CXXIV, 6; A, Cod.

    Alexandrinus, quinto secolo, ad eccezione di completare PSS.

    XLIX, 19-LXXVI, 10; I, Cod.

    Bodleianus, IX secolo, completo e in molti altri manoscritti più tardi Settanta La Versione è di grande valore per l'esegesi dei Salmi.

    Essa prevede di pre-Masoretic letture che sono chiaramente preferibile a quelle dei Massoretes.

    Essa ci riporta a un testo almeno del secondo secolo aC A dispetto di un apparente servilismo di parole e di costruzioni ebraico, un servilismo che probabilmente esisteva in greco alessandrino degli ebrei del periodo, i Settanta traduttore di salmi mostra un ottima conoscenza della lingua ebraica, e teme di non discostarsi dalla lettera e per dare il senso della sua originale.

    Il secondo secolo dC-greco versioni di Aquila, Simmaco, e Theodotion esistenti sono in pochi frammenti; questi frammenti sono testimoni di un testo praticamente la stessa Masoretic come il nostro.

    B. LATINO

    Circa la metà del secondo secolo il Salterio Settanta è stato tradotto in latino.

    Di questo vecchio latino, o Itala, versione che abbiamo solo pochi manoscritti e le citazioni dai primi Padri latini.

    Su richiesta di Papa San Damaso I, AD 383, San Girolamo rivisto la Itala e portato di nuovo più vicina ai Settanta.

    La sua revisione è stato presto in modo distorto che ha lamentato, "più antiquum errorem quam novam emendationem valere" (PL, XXIX, 117).

    Si tratta di San Girolamo "Salterio romano", è utilizzato nella recita dell'Ufficio in San Pietro, Roma, e nel Messale.

    La corruzione della sua prima traduzione San Girolamo ha portato ad intraprendere una nuova traduzione dei Hexapla edizione dei Settanta.

    Ha lavorato con grande cura, a Betlemme, un po 'di tempo prima del 392 dC.

    Egli ha indicato di asterischi le parti del testo ebraico che erano stati omessi dalla Settanta e sono stati presi in prestito da lui da Theodotion, ha segnato con la Obelus () le parti dei Settanta che non sono stati in ebraico.

    Queste critiche si sono marchi nel corso del tempo per essere del tutto trascurata.

    Questa traduzione è "gallicana Salterio", che fa parte della Vulgata.

    Un terzo traduzione latina dei Salmi, composto dal testo ebraico, con Origene Hexapla e le altre antiche versioni in vista, è stato completato da S. Girolamo a proposito della fine del quarto secolo a Betlemme.

    Questa versione è di grande valore per lo studio del Salterio.

    Dr Briggs dice: "Dove si differenzia da H. e G., la sua prova è particolarmente prezioso come dare il parere dei migliori studioso biblico di tempi antichi, come nel testo originale, basata sull'uso di una ricchezza di materiale molto critico maggiore di quella in possesso di qualsiasi altro critico, prima o poi "(p. XXXII).

    Altre versioni

    Per le altre traduzioni, vedere VERSIONI della Bibbia; RHYMED Bibbie.

    VII. FORMA POETICA

    A. PARALLELO

    Parallelismo (qv) è il principio di equilibrio che è ammesso da tutti di essere il più caratteristico e caratteristica essenziale della forma poetica dei Salmi.

    Sinonimo di sintetici, antithetic, emblematica, scale-simili, o introversi parallelismo, il pensiero è equilibrato con il pensiero, linea con linea, unitamente distico, strofa con Antistrofe, nella lirica edificazione della poetica immagine o imprecation o esortazione.

    B. METRI

    C'è metro nei Salmi?

    Gli ebrei del primo secolo dC pensiero.

    Giuseppe Flavio parla del hexameters di Mosè (Antiq., II, XVI, 4; IV, VIII, 44) e la trimeters e tetrameters e molteplici i metri di odi e inni di David (Antiq., VII, XII, 3).

    Philo dice che Mosè aveva appreso la "teoria del ritmo e armonia" (De Vita Mosis, I, 5).

    Primi scrittori cristiani voce stesso parere.

    Origene († 254) dice Salmi sono in trimeters e tetrameters (In Ps. CVI, cf. Card. Pitra, Analecta Sacra ", II, 341) e Eusebio († 340), nel suo" De Praeparatione evangelica ", XI, 5 (PG, XXI, 852), parla dello stesso metri di Davide.

    San Girolamo (420), in "Praef. Annuncio Eusebii Chronicon" (PL, XXVII, 36), trova iambics, Alcaics, e Sapphics nel Salterio, e, scrivendo a Paula (PL, XXII, 442), spiega che acrostic il PSS.

    XCIX e CXII (cx e XCIX) è composta di iambic trimeters, mentre il acrostic PSS.

    CVII e cxlv (CVI e CXXIX) sono iambic tetrameters.

    Esegeti moderni non sono d'accordo in questa materia.

    Per un tempo molti non ammettere metro a tutti i nei Salmi.

    Davison (Hast., "dict. Della Bibbia", sv) scrive: "se metro non è visibile nei Salmi, ciò non significa che il ritmo è escluso".

    Questo ritmo, tuttavia, "sfida l'analisi e la sistematizzazione".

    Driver ( "Introd. A Lit. Di OT", New York, 1892, 339) ammette la poesia in ebraico "no metro in senso stretto del termine".

    Esegeti che trovare metro nei Salmi sono di quattro scuole, secondo quanto spiegano ebraico metro di quantità, per il numero di sillabe, di accento, o da entrambe le quantità e accento.

    (1) Difensori di latino e greco metriche standard di quantità applicati agli ebraico poesia sono Francesco Gomarus, in "Davidis LYRA", II (Lione, 1637), 313; Mark Meibom, in "Davidis psalmi X" (Amsterdam, 1690 ) E in due altre opere, che affermano di aver appreso il suo sistema di ebraico metri dalla divina rivelazione; William Jones, "Poeseos Asiaticae commentariorum" (Lipsia, 1777), che ha cercato di forza ebraico parole in arabo metri.

    (2) Il numero di sillabe è stato preso come standard di metri di lepre, "liber Psalmorum in versiculos metrice divisus" (Londra, 1736); egli ha fatto tutti i piedi dissyllabic, il metro trochaic in una linea di un numero di sillabe, iambic in una linea di un numero dispari di sillabe.

    Masoretic il sistema è stato respinto, il siriaco mettere al suo posto.

    Il parere trovato capo della difesa negli scritti di Innsbruck imparato il professor Gustav, e in Bickell "Metrices biblicae" (Innsbruck, 1879), "Suplementum annuncio Metr. Rif."

    (Innsbruck), "Carimina veteris testamenti metrice" (1882), "Dichtungen der Hebraer" (1882-84).

    Gerard Gietmann, SJ, "De re mentrica Hebraeorum" (Freiburg im Br., 1880); Rohling A., "Das Solomonische Spruchbuch" (Mainz, 1879); Lesetre H., "Le livre des psaumes" (Parigi, 1883) ; Knabenbauer J., SJ, in "Lavoro" (Parigi, 1885), pag

    18; F. Vigouroux, "Manuel Biblique", II, 203, hanno seguito in tutti i Bickell le orme più o meno vicino.

    Nei confronti di questo sistema di brevetti alcuni fatti.

    La quantità di una parola è fatto di variare arbitrariamente.

    Ebraico viene considerato come siriaco, un ritardo di dialetto aramaico - che non è, di fatto, anche una rapida siriaco poesia non misura le sue linee per il numero di sillabe.

    Infine la Massorah osservato struttura metrica di accenti; almeno Soph pasuk e athnah indicare comlete linee o due hemistichs.

    (3) Accent è il principio della determinazione ebraico metro secondo CA Anton, "Conjectura de Hebraeorum metropolitana" (Lipsia, 1770), "Vindiciae disput. De metr. Eb".

    (Lipsia, 1771), "Modello editionis psalmorum" (Vitebsk, 1780); Leutwein, "Versuch einer Theorie richtigen von der biblischen Verkunst" (1775); Ernst Meier, "Die Form der hebraischen Poesie nachgewiesen" (Tübingen, 1853); Giulio Ley, "Die Metrischen forme der hebraischen Poesie" (Lipsia, 1886); "Ueber die im allitterazione Hebraischen" in "Zeitsch. D. Deutsch. Morgenlandisch. Ges.", XX, 180; JK Zenner, SJ, "Die Chorgesange nel mese di buche der Psalmen "(Freiburg im Br., 1896), e in molti contributi al" Zeitsch. kathol pelliccia. theologiae. ", 1891, 690 e 1895, 373; 1896, 168, 369, 378, 571, 754; Hontheim , SJ, in "Zeitsch. Kathol pelliccia. Theologiae.", 1897, 338, 560, 738, 1898, 172, 404, 749, 1899, 167; Dr CA Briggs, in "Il libro dei Salmi", in "International Commento critico "(New York, 1906), pag

    XXXIX, e in molte altre pubblicazioni ivi elencate; Francesco Brown, "Misure di Poesia ebraico: in" Journal of Biblical Literature ", IX, 91; CH Toy," Proverbi "in" int.

    Crit. Comm. "(1899); GL Harper," Amos e Osea "in" int.

    Crit. Comm. "(1905); Cheyne," Salmi "(New York), 1892; Duhm," Die Psalmen "(Freiburg im Br., 1899), pag xxx. Questa teoria è la migliore ipotesi di lavoro insieme con il tutto - principio essenziale del parallelismo, ma non molto meno violenza per il Testo di Masoretic uno dei precedenti teorie. Essa non Masoretic vigore le sillabe in scanalature che sono latino, greco, arabo, o aramaico. Esso è indipendente dalla spostamento di accento; e postula solo una cosa, uno fisso e armonioso numero di accenti alla linea, indipendentemente dal numero di sillabe in esso. Questa teoria di un tonico e non un metro sillabica è anche questo, in suo favore che accento è la linea di principio nella determinazione antico egiziano, babilonese, assira e poesia.

    (4) di questi ultimi anni il pendolo delle teorie metriche ebraico ha oscillato ritornare su di quantità; la sillabica non deve essere assolutamente trascurato.

    Hubert Grimme, in "Grundzuge der Hebraischen Akzent und Volkallehre", Friburgo, 1896, e "Psalmenprobleme" (1902), edifica la metro soprattutto su tonica linea di principio, allo stesso tempo, tenendo conto della morae o mettere in pausa a causa di quantità.

    Schlogl, "De re Metrica veterum Hebraeorum" (Vienna, 1899), difende la teoria Grimme.

    Sievers, "Metrische Studien" (1901), prende anche in unaccented sillabe metriche per la considerazione; così fa Baethgen, "Die Psalmen" (Gottinga, 1904), pag

    XXVII.

    C. altre caratteristiche

    Allitterazione e assonanza sono frequenti.

    Acrostic o alfabetico salmi sono IX-X, XXV, xxxiv, xxxvii, XCIX, CXII, CVII, cxlv (IX, XXIV, XXXIII, xxxvi, cx, XCIX, CVI, CXXIX).

    Le lettere dell'alfabeto iniziare successive linee, couplets, o strofe.

    In Ps.

    CVII (CVI) la stessa lettera inizia successivi otto linee in ciascuna delle ventidue strofe alfabetico.

    In PSS.

    XIII, XXIX, LXII, CXLVIII, e cl (XII, XXVIII, LXi, cxlvii, e CXXXIV) la stessa parola o le parole sono ripetute molte volte.

    Rime, di ripetizione dello stesso suffisso, sono in PSS.

    ii, XIII, XXVII, xxx, liv, LV, cxlii, ecc (II, XII, XXVI, XXIX, LIII, liv, CXLI, ecc); queste rime verificarsi alle estremità di linee e di pause in caesural.

    Linee sono stati raggruppati in strofe e antistrophes, comunemente in coppie e triplette, raramente in modo più multipli; a volte indipendente strofa, come il epode del coro greco, è stato utilizzato tra uno o più strofe e il corrispondente antistrophes.

    La parola Selah () quasi sempre segna la fine di una strofa.

    Il significato di questa parola e il suo scopo è ancora una questione Moot.

    Riteniamo che era stato originariamente (da "buttare"), e significa "un lancio verso il basso", "una prostrazione".

    Durante il antiphonal cantilation dei Salmi, i sacerdoti blew loro trombe per marcare la fine di una strofa, e il segnale a due cori o le persone o di entrambi cori e le persone si prosternarono stessi (cfr Haupt, "Espositori Times", maggio, 1911).

    Il principio del parallelismo determinato questi stophic regime di linee.

    Koster, in "die Psalmen nach loro strophischen Anordnung" (1837), distingue vari tipi di parallelismo in linee e mezzo-linee, sinonimo, antitetiche, di sintesi, identici, introverso.

    Zenner, SJ, nel suo "Chorgesange im buche der Psalmen" (Freiburg im Br., 1896) è molto esplicativo disposti molti dei salmi come corale odi, cantava da due o tre cori.

    Hermann Wiesmann, SJ, in "Die Psalmen nach dem Urtext" (Münster, 1906), ha applicato i principi di metrica Zenner, e rivedere e pubblicare di quest'ultimo traduzioni e gli studi dei Salmi.

    Questo lavoro prende troppo grande libertà con il testo sacro, e ha di recente (1911) stati immessi sul Index.

    VIII. POETICA BELLEZZA

    La stravagante parole di Lamartine in "Voyage en Orient" sono classico: "Lisez de l'Orazio ou du Pindare apres un Psaume! Pour moi, je ne le Posso Plus".

    Ci si chiede se Lamartine mai leggere un salmo in originale.

    A criticare i Salmi come la letteratura è molto difficile.

    Il loro testo ci è giunta con molte perdite in materia di forma poetica.

    Gli autori varia molto in stile.

    La loro bellezza letteraria non dovrebbero essere valutati per confronto con la poesia di Orazio e di Pindaro.

    E 'con la inni di Egitto, Babilonia, Assiria e che dobbiamo confrontare le canzoni di Israele.

    Quelli antichi inni sono grezzo e rude dal lato dei Salmi.

    Anche il imprecatory PSS.

    XVIII, xxxv, LII, LIX, LXIX, CIX, CXXIV (XVII, xxxiv, che, LVIII, LXVIII, cviii, CXXIII), tali inni nazionali così pieno di amore di Israele e quasi sorprendente nel loro odio per i nemici e di Jahweh di Israele, se letto dal punto di vista di scrittori, sono sublimi, vivido, incandescente, entusiasta, anche se esagerate, poetica esplosioni, le istanze di una "gravità superiore e una maggiore veridicità", come Aristotele mai si sarebbe trovato ina canzone di Babylonia o di Sumeria.

    Se i loro toni sono quelli di lode o di colpa, di dolore o di gioia, di umiliazione o di esaltazione, di profonda meditazione o di didattica dogmatismo, sempre e ovunque gli scrittori dei Salmi sono dignitosa e grande, vero per gli ideali di Jahweh scelto folk, spirituale e devozionale.

    La gamma di pensiero è immenso.

    Prende in Jahweh, il suo tempio, culto, sacerdoti, religiosi, la creazione; uomo, amico e nemico; bestie, uccelli; tutti natura, animare e inanimata.

    La gamma di emozioni è completa; emozione di ogni uomo che è puro e nobile è stato fissato a parole nei Salmi.

    Come un 'istanza di poetica bellezza, subjoin il famoso Sal.

    XXIII (xxii), tradotto dal ebraico.

    Il poeta parla prima della sua stessa persona, quindi nella veste di pecora.

    La ripetizione del primo distico come un envoi è suggerito dal Zenner e molti commentatori, per completare la dotazione-la forma di poesia, o introverso parallelismo dei strophic struttura:

    Il poeta:

    1. Jahweh è il mio pastore;

    Non ho alcuna voglia,

    Le pecore:

    2. In pascoli di erba tenera egli setteth me;

    Fino ad acque egli mi conduce;

    3. Egli mi torna indietro di nuovo;

    Egli mi guida a destra, lungo sentieri per il suo

    Proprio nome fine a se stessa.

    4. Sì, se a piedi attraverso la valle di

    L'ombra della morte,

    Non temerei alcun male;

    Tu sei con me;

    Bludgeon tuo e personale, che rimangono a me.

    5. Tu settest cibo prima di me,

    In presenza dei miei nemici;

    Tu ha unto il mio capo con olio;

    Attraverso il mio runneth.

    Il poeta:

    6. Ah, la bontà e la misericordia di me hanno seguito

    Tutti i giorni della mia vita,

    Vorrei tornare indietro verso la casa del Jahweh

    Anche per la lunghezza dei miei giorni.

    Jahweh è il mio pastore;

    Non ho alcuna voglia!

    IX. Valore teologico

    Teologico idee dei Salmi sono globale; l'esistenza e gli attributi di Dio, l'anima della anelito di immortalità, l'economia di grazia e di virtù, di morte, il giudizio, cielo, inferno, la speranza della risurrezione e della gloria, la paura della pena -- tutte le principali verità dogmatiche della fede d'Israele e appaiono di nuovo e di nuovo nel suo Salterio.

    Queste verità sono stabilite non in forma dogmatica, ma ora nel bambino semplice e lirica anelito dei ingenua anima, sempre nel più alti e più forti esplosioni di cui l'uomo la natura è in grado.

    I Salmi sono in una volta di più umano e più sovrumano, che affondano al più basso profondo del cuore umano e soar di altezze più in alto della divina contemplazione.

    In modo molto umano sono i salmi come imprecatory di apportare una serie di chiedersi in che modo potrebbe essere stata ispirata di Dio.

    Jahweh sicuramente non può avere ispirato il cantante che pregava:

    "Come per loro che la mia anima piano per distruggere, fino alle profondità della terra si vanno; Per cogliere la spada di essi deve essere consegnata; Una preda ai jackals essi devono diventare".

    -- Salmo 83:10-11 (82:10-11)

    Una tale obiezione si basa su un malinteso.

    La perfezione dei consigli di Cristo è una cosa, l'obiettivo del buon levita è ben altra cosa.

    Gli ideali del discorso della montagna sono più elevate di quella spiritualità sono gli ideali di imprecatory il salmo.

    Ancora gli ideali di imprecatory il salmo non sono cattive - anzi, sono buone, sono Divino nella loro origine e di autorità.

    Imprecatory i salmi sono inni nazionali; essi esprimono una nazione ira, non un individuo.

    Umiltà e di mitezza e di perdono del nemico sono le virtù in un individuo, non necessariamente di una nazione; non di così eletto Nazione di Jahweh, la gente che sapeva di rivelazione che Jahweh voluto che dovrebbe essere una grande nazione e dovrebbe mettere fuori i loro nemici dal terreno che diede loro.

    Nazionale la loro grande amore per il loro stesso popolo postulato un grande amore per la nazionale Jahweh.

    L'amore per Jahweh postulato un odio dei nemici di Jahweh, e, nel teocratico economia del popolo ebraico, i nemici di Jahweh sono stati i nemici di Israele.

    Se si nazionale questo scopo in mente, e non dimenticare che tutti i poesia e, soprattutto, semitico poesia, è molto colorato e esagerato, noi non deve essere sconvolto per la mancanza di misericordia nella scrittori del imprecatory salmi.

    Il capo teologica idee dei Salmi sono quelli che hanno per l'Incarnazione.

    Ci sono Salmi messianica?

    Senza aiuto da parte del potere di interpretazione autentica della Chiesa e di neglectful il consenso dei Padri, protestanti sono generalmente molto venire a guardare al Salmi come non sia in messianica letterale o in senso tipico; la vecchia interpretazione messianica è eliminato come indossati-out e threadbare.

    Delitzsch ammette solo Ps.

    cx (CIX) per essere messianico nel suo significato letterale.

    Cheyne nega sia letterale e tipici significato messianico di i Salmi ( "Origine del Ps.", 339).

    Davison (Hast., loc. Cit.) Dice, "potrebbe essere che il Salterio contiene quasi una singola istanza di diretta profezia messianica".

    I cattolici hanno sempre dichiarato che alcuni dei Salmi sono nel senso messianico, sia letterale o tipici.

    (Cfr. articoli incarnazione; Gesù Cristo; MESSIAS.) Il Nuovo Testamento si riferisce chiaramente alcuni salmi per il Messias.

    I Padri sono unanimi per l'interpretazione di molti salmi come profezie dei prossimi, regno, sacerdozio, passione, morte e risurrezione del Messias.

    La venuta del Messias sono prevedibili in PSS.

    XVIII, l, LXVIII, XCVI-LXXXVI (XVII, XLIX, lxvii, XCV-LXXXV).

    St. Paul (Efesini 4,8) interpreta di Cristo ascesa al cielo le parole di Sal.

    LXVIII, 18, la descrizione di Jahweh la salita dopo conquistare il mondo.

    Il regno dei Messias sono prevedibili in PSS.

    ii, XVIII, xx, xxi, xlv, LXi, LXXII, LXXVII, cx, CXIX (II, XVII, XIX, xx, xliv, LX, LX, LXXVI, CIX, cxxxi); sacerdozio in Ps.

    CX.

    La passione e la morte del Messias sono chiare alle sofferenze del Servo di Jahweh del PSS.

    xxii, XL, LXIX (XXI, XXXIX, LXVIII).

    Ps. xxii è stato utilizzato in parte, forse del tutto, da Cristo sulla croce; il Salmista descrive come proprie le emozioni e le sofferenze di Messias.

    ÁEquindi che la Commissione Biblica (1 ° maggio, 1910) respinge il parere di coloro che eliminano l'messianico e profetico carattere dei Salmi e si riferiscono solo al futuro molto il popolo eletto quelle parole che sono profezie riguardanti Cristo.

    Cf. Maas, "Cristo in Tipo e profezia" (New York, 1893).

    X. uso liturgico

    A. liturgia ebraica

    L'uso dei Salmi nella liturgia ebraica ha parlato di.

    Cf. anche articoli sinagoga; tempio.

    --

    B. liturgia cristiana

    Uso liturgico cristiano del Salterio risale al tempo di Cristo e della sua Apostoli.

    Ha recitato il Hallels l'ultimo Pasqua, PSS.

    cxiii-cxiv prima l'Ultima Cena, PSS.

    CIII-CVI successivamente; Sal.

    xxii è stato il suo morire parole; autorevoli citazioni di altri salmi appaiono nelle sue e quelle dei suoi Apostoli (cfr Luca 20:42; 24:44; At 1,20).

    Apostoli utilizzati Salmi nel culto (cf. At 16:25; James 5:14; 1 Corinzi 14,26).

    Le prime servizio liturgico è stata presa dal Salterio.

    St. Paul rappresenta la Ephesian cristiani, a tutti i apparente, psalmodizing, un coro di risposta, dall'altra; "Parlando a una vicenda con salmi, inni, cantici spirituali, cantando e psalmodizing [psallontes] nei vostri cuori al Signore, rendendo grazie [eucharistountes ] Sempre per tutte le cose "(Efesini 5:19).

    Probabilmente eucaristica è l'agape di cui al.

    Un simile riferimento è in Col, III, 16.

    San Basilio (PG, XXXII, 764) parla di questa psalmodizing in due cori - antipsallein allelois.

    L'usanza di salmodia, o antiphonal canto, si dice che sono stati introdotti nella Chiesa di Antiochia di S. Ignazio (Socrates, "Hist. Eccl.", VI, VIII).

    Dalla Siria, questa usanza della Sinagoga sembra essere passata sopra alla Palestina e Egitto, in Asia Minore, Costantinopoli, e l'Occidente.

    Sant'Ambrogio è stato il primo a inaugurare in Occidente il canto dei Salmi da due cori (cfr Batiffol, "Histoire du breviaire romain", 1893).

    In proprium de tempore del rito romano, tutti i Salmi sono cantava almeno una volta alla settimana, circa due volte e oftener.

    Nel Mattutino e Lodi, secondo la numerazione della Vulgata, sono PSS.

    i-cx, tranne alcune che sono fissati per il primo e altre ore; nel Vespri sono PSS.

    XCIX-cxlvii, salvo qualche fissato per le altre ore.

    Il grande alfabetico lode della Legge, Sal.

    CVI, è distribuito tra il Primo, Terza, Sesta e Nona.

    Benedettini, francescani, carmelitani, e Domenicani, che hanno il loro rito, tutti i chant Salterio una volta a settimana; Gesuiti seguire il rito romano.

    In rito latino, PSS.

    vi, XXXI, xxxvii, l, ci, CXVI, cxlii (Douai) sono stati a lungo recitato, nel suddetto ordine, come preghiere di dolore per il peccato, sono grida di lirica il sorrowing anima e sono quindi stati chiamati i "Salmi penitenziali ".

    La loro recitazione durante la Quaresima, è stata condannata da Innocenzo III (1198-1216).

    Pio V (1566-72), ha istituito l'usanza, ora non più di obbligo generale, in base al quale questi salmi è diventato una parte dei Ferial Ufficio Venerdì di Quaresima.

    Il rito ambrosiano, ancora usato nel Duomo di Milano, distribuisce i Salmi più di due settimane.

    Riti orientali in unione con Roma (melkita, maronita, siriaci, caldei, copti, ÁEhiopic, ecc), insieme con la eretica Chiese Orientali, tutti mantenere la recita del Salterio come loro ufficio divino.

    Pubblicazione di informazioni scritte da Walter tamburo.

    Trascritto da Thomas M. Barrett.

    Dedicato alla memoria di Rev AJ Maas, SJ L'Enciclopedia Cattolica, Volume XII.

    Pubblicato 1911.

    New York: Robert Appleton Company.

    Nihil obstat, 1 ° giugno 1911.

    Remy Lafort, STD, Censor.

    Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

    Bibliografia

    La bibliografia dei Salmi, naturalmente, è enorme e può essere dato solo in piccola parte.

    Padri greci: Origene, Selecta in Psalmos in PG, XII.

    1043; Idem, Omelie in Psalmos in PG, XII, 1319; IDEM, Originis Hexaplorum quae supersunt, ed.

    CAMPO; Eusebio, Comm.

    in Psalmos in PG, XXIII, 65; XXIV, 9; ST.

    Atanasio, Epist.

    Annuncio Marcellinum in PG, XXVII, 11; IDEM, Exegeses in Psalmos in PG, XXVII, 55; IDEM, De Titulis Psalmorum in PG, XXVII, 645; ST.

    Basilico, Omelie su PSS.

    in PG, XXIX, 209; ST.

    Didimo di Alessandria nel PG, XXIX, 1155; ST.

    Gregorio di Nissa in PG, XLIV, 431, 608; ST.

    Giovanni Crisostomo in PG, LV, 35, 527; ST.

    Cirillo di Alessandria nel PG, LXIX, 699; THEODORETUS in PG, LXXX, 857.

    Padri latini: ST.

    Ambrogio, Enarrationes in XII Psalmos in PL, XIV, 921; ST.

    Girolamo, Liber Psalmorum juxta hebraicam veritatem in PL, XXVIII, 1123; IDEM, Excerpta de Psalterio (Maredsous, 1895); IDEM, Epistolae in PL, XXII, 433, 441, 837; IDEM, Breviarium in Psalmos in PL, XXVI, 821 ; ST.

    Agostino, Enarrationes in PSS.

    in PL, XXXVII, 67; IDEM, Expositio in PSS.

    C-CL in PL, LI, 277; CASSIODORIUS in PL, LXX, 9.

    Commentatori del Medio Evo: Beda, Peter Lombard, ST.

    THOMAS, ST.

    Bonaventura e altri del Medio Evo dipendono principalmente su i Padri per le loro interpretazioni.

    Nicola di LYRA, nel suo Postilla, e il convertito Ebreo, Paul, Arcivescovo di Burgos, nel suo Aggiunte alla Postilla, ci dà molto di interpretazione rabbinica.

    Moderni: Bellarmino, Explanatio in Psalmos (1611), è stato di gran lunga il miglior commentatore sui Salmi fino a tempi recenti, come ha usato metodi scientifici nella critica testuale; SCHEGG, Die Psalmen (Monaco di Baviera, 1845); ROHLING (1871); THALHOFER ( Ratisbona, 1904); WOLTER, Psallite Sapienter (Freiburg im Br., 1904); BICKELL, Der Salterio (1884); VAN STEENKISTE (1870); PATRIZI, Cento Salmi tradotte e commentati (1875); MINOCHI, I Salmi tradotte del Testo Ebreo (1895); LE hir, Les Psaumes traduits de l'hebreu en latino con la Vulgata en riguardo (Parigi, 1876); LESETRE (Parigi, 1883); FILLION, Les Psaumes commentes secondo la Vulgata e l'Hebreu (Parigi, 1893); CRAMPTON (1889); PANNIER (1908); ZENNER-WIESMANN, Die Psalmen nach dem Urtext (Münster, 1906); NIGLUTSCH (Trento, 1905); Eaton, Sing a voi il Signore (Londra, 1909); HOBERG, Die Psalmen nach der Vulgata (Friburgo, 1892); M'SWINEY, Salmi e dei Cantici (St. Louis, 1901).

    Protestanti: i commenti di De WETTE (1811-56); HITZIG (1863-65); OLSHAUSEN (1853); HUPFELD (1855-88); Ewald (1839-66); Delitzsch (1895); DUHM (Freiburg im Br. , 1899); BAETHGEN (Gottinga, 1904); CHEYNE (New York, 1892); Critica Internazionale di commento, ed.

    Briggs (New York, 1907), il migliore dei non cattolici commentatori sui Salmi; Kirkpatrick Bibbia a Cambridge (1893-95).

    Salmi

    Informazioni prospettiva ebraica

    ARTICOLO VOCI:

    - Biblico dei dati:

    Inni di lode:

    Elegie:

    Didattica Salmi:

    Forma letteraria.

    Religiosa e etica.

    In Rabbinico Letteratura:

    Composizione del Salterio.

    Canzoni liturgica.

    Inno-Libro di Secondo Tempio.

    - Critica Vedi:

    Didattica Salmi.

    Il "Lamed auctoris."

    Data del Salterio.

    Storia di riflessione.

    Riflesso della politica.

    Canzoni pellegrino.

    Accompagnamento musicale.

    Nome deriva dal greco ψαλμόρE(plurale ψαλμοί), che significa in primo luogo che giocano su uno strumento a corda, e in secondo luogo la composizione svolto o il brano accompagnato a un tale strumento.

    In Settanta (Codex Alexandrinus) ψαλρEριον è utilizzato, che denota un grande strumento a corda, anche una raccolta di brani destinati ad essere cantato per l'accompagnamento di archi (arpa).

    Questi termini sono utilizzati per tradurre l'ebraico "mizmor" e "tehillim".

    L'esatto significato e derivazione del vecchio sono incerti.

    Sembrerebbe che, etimologicamente indica "punto", deve il suo significato di "salmo", "canzone" o "inno" alla circostanza che essa si trova anteposto al superscriptions di un certo numero di salmi.

    La parola "tehillim" è un plurale, non si verificano in ebraico biblico, dal singolare "tehillah" = "canto di lode".

    Si tratta dunque di un titolo di montaggio per la raccolta di canzoni trovato nel "Ketubim" o Hagiographa (il terzo principale divisione del canone ebraico), e più ampiamente descritto come "Sefer Tehillim," o il "Libro dei Salmi."

    "Tehillim" è anche per contratto di "Tillim" (aramaico, "tillin").

    - Biblico dei dati:

    Nella Bibbia ebraica stampato il libro dei Salmi è il primo dei Ketubim, ma non sempre occupare tale posizione, dopo aver già stata preceduta da Ruth.

    (BB 14 ter; Tos.. BB LC).

    Girolamo, tuttavia ( "Prologus Galeatus"), ha un altro ordine, in cui lavoro è il primo e il secondo Salmi, mentre sefarditi manoscritti Cronache di assegnare il primo e per i Salmi il secondo posto (comp 'Ab. Zarah 19 bis).

    Il libro dei Salmi è uno dei tre libri di poesia denominato (EMaT = Lavoro [Iyyob], Proverbi [Mishle], e Salmi [Tehillim]) e una accentuazione (vedi Accenti in ebraico) di loro.

    Il Sefer Tehillim consiste di 150 salmi diviso in cinque libri, come segue: i. libro

    = Sal.

    I.-XLI.

    II.

    = Sal.

    xlii.-LXXII.; iii.

    = Sal.

    lxxiii.-LXXXIX. IV.

    = Sal.

    xc.-CVI.; v. = Sal.

    cvii.-cl., le divisioni tra questi libri indicati da doxologies (Sal xli. 14 [AV 13]; LXXII. 19 [18-19]; LXXVII. 53 [52]; CVI. 48).

    La conclusione del libro ii.

    è ancora più marcata dalla brillantezza = "La preghiera di Davide, figlio di Jesse, sono terminate."

    Dei 150 salmi 100 sono attribuiti, nella loro superscriptions, di vari autori per nome: uno, Sal.

    XC., a Mosè; settanta-tre a David; due, LXXII.

    e CXIV., a Salomone; dodici, 1.

    e LXII.

    a LXXXIII., a Asaph; uno, LXXVI., a Heman; uno, LXXVII., a Ethan; dieci per i figli di Korah (undici se LXXVI., attribuito anche a Heman, è assegnato a loro).

    Settanta in altri dieci salmi sono accreditati David.

    Sedici sono altri salmi (soprattutto musicali) rubriche.

    In base al loro contenuto, i Salmi possono essere raggruppate come segue: (1) inni di lode, (2) Elegie, e (3) didattico salmi.

    Inni di lode:

    Questi glorificare Dio, la sua potenza, e la sua gentilezza amorevole manifesta in natura o dimostrato di Israele, o si celebra la Torah, Sion, e il regno davidico.

    In questo gruppo sono composti i salmi di gratitudine, esprimendo gratitudine per un aiuto esteso e trovato rifugio nei momenti di pericolo e di angoscia.

    Il gruppo abbraccia circa un terzo del Salterio.

    Elegie:

    Questi si prestano voce a sentimenti di dolore per il diffondersi di iniquità, il trionfo dei malvagi, le sofferenze dei giusti, "umile", o "poveri" e l'abbandono di Israele.

    In questa categoria sono compresi i salmi di supplica, l'onere di cui è fervente preghiera per il miglioramento delle condizioni, la restaurazione di Israele alla grazia, e il pentimento dei peccatori.

    La linea di demarcazione tra elegia e di supplica non è nettamente disegnato.

    Lamento spesso si conclude con petizione e la preghiera, a sua volta, termina in lamento.

    Forse alcuni di questo gruppo dovrebbe essere considerata come una distinta categoria di se stessi, e di essere designati come salmi di pentimento o penitenziale inni; chiave per la loro nota-è aperta confessione del peccato e della trasgressione richiesto ardente di pentimento, preluding l'anelito per perdono.

    Questi aredistinct dagli altri Elegie nella misura in cui si sono ispirati da coscienza di colpa e non dal senso di gnawing immeritata miseria.

    Didattica Salmi:

    Questi, di umore silenzioso, fornisce consulenza in materia di giusto comportamento e intervento, e di cautela nei confronti di un comportamento improprio e atteggiamento.

    Dello stesso carattere generale, anche se destinato a una specifica classe o gruppo di persone, sono le imprecatory salmi, in cui, spesso in forte lingua, le carenze sono censurata e le loro conseguenze expatiated su, o dei loro autori sono amaramente denunciato.

    La maggior parte dei 150 salmi può, senza sforzo il contesto e il contenuto della loro lingua, da assegnare a uno o un altro di questi tre (o, con le loro suddivisioni, sette) gruppi.

    Alcuni studiosi Aggiungo un'altra classe, vale a dire., Che del re-salmi, ad esempio, Sal.

    ii., XVIII., xx., xxi., XLV., LXI., LXXII., e altri.

    Anche se in queste re-salmi c'è sempre allusione a un re, che di norma si troveranno a essere o inni di lode, gratitudine, o di supplica, didattico o canzoni.

    Un altro principio di gruppo è interessato con il carattere di chi parla.

    E 'la nazione che riversa i suoi sentimenti, o è un individuo che unburdens la sua anima?

    In tal modo l'asse di scissione tra corse nazionali e dei singoli salmi.

    Forma letteraria.

    In forma Salmi in mostra un elevato grado di perfezione fascino del linguaggio e della ricchezza della metafora e del ritmo di pensiero, vale a dire, tutte le varietà di parallelismo.

    Il regime prevalente è il distico di due corrispondenti linee.

    La tripletta e quatrain anche verificarsi, anche se non frequentemente.

    Per la discussione di un più regolare del sistema metrico nei Salmi di questo parallelismo si fa riferimento a J. Ley ( "Die Metrischen forme der Hebräischen Poesie", 1866; "Grundzüge des Rhythmus der Hebräischen Poesic", 1875), Bickell ( "Carmina VT Metrice ", 1882, e in" ZDMG "1891-94), Grimme (" Abriss der Biblisch-Hebräischen Metrik, "i ter. 1896-97), Ed.

    Sievers ( "Studien zur Hebräischen Metrik," Leipsic, 1901; vedere anche "Theologische Rundschau", 1905, viii. 41 e segg.).

    Il ritornello può dire che costituiscono una delle caratteristiche salienti verbale di alcuni dei salmi (Sal comp. XLII. 5, 11; xliii. 5; XLVI. 7, 11; LXXX. 3, 7, 19; XCV. 8 , 15, 21, 31; CXXIII., Ogni mezzo di-versi che consiste nel "e la sua bontà endureth per sempre").

    Molti dei salmi sono acrostic alfabetico o nel loro disposizione, la successione delle lettere dell'alfabeto ebraico che si verificano in diverse posizioni-all'inizio di ogni versetto, ogni hemistich, oppure ogni distico; in detto ultimo caso le lettere possono verificarsi in coppie, vale a dire, in ogni distico le due linee può iniziare con la stessa lettera.

    Ps. CIX.

    ha tutto otto versetti che inizia con la stessa lettera.

    Di tanto in tanto il regime non è completamente realizzate (Sal ix.-x.), una lettera riportata nel posto di un altro (cfr. anche Sal. XXV., XXXVII., XCIX., CXII.).

    Religiosa e etica.

    I religiosi ed etici contenuti dei Salmi possono essere riassunti come una viva coscienza di Dio-sostenere tutti, guidare, suprema potestà.

    Il verbale termini sono spesso antropomorfe; le smiles, grassetto (ad esempio, Dio è seduto nei cieli con la sua terra come piedi; Egli fa sì che il cielo a chinarsi; Egli disperde i nemici del suo popolo; Egli diffonde una tabella).

    La giustizia di Dio e la misericordia sono le note dominanti nella teologia dei Salmi.

    La sua gentilezza amorevole è il tema preferito dei salmisti.

    Dio è il Padre che ama e ha pietà i suoi figli.

    Egli innalza gli umili e gli arroganti sconfitte.

    Il suo regno dura per sempre.

    Egli è il Santo.

    I cieli dichiarare la sua gloria: sono sue mani.

    Religiosa interpretazione della natura è l'intenzione di molti di questi inni di lode (in particolare Sal. Viii., XIX., XXIX., LVI., XCIII., Civ.).

    Man's fragilità, withal e la sua forza, la sua eccezionale posizione nel sweep della creazione, sono altri temi preferiti.

    Peccato e peccatori sono al centro di alcuni salmi, ma anche così è ben assicurato fiducia dei timorato di Dio.

    Pentimento è il percorso-puntatore a Dio il perdono.

    Ps. 1., Per esempio, anelli con un Isaianic protesta contro sacrificale ritualismo.

    I sacrifici di Dio sono uno spirito rotto.

    Spesso la nazione è fatto di parlare, ma la "I" nei Salmi non è sempre nazionale.

    Individualizzazione della religione non è oltre l'orizzonte.

    Non è neppure vero che il solo spirito nazionale trova espressione e che l'uomo perfetto, nella foto è sempre e necessariamente concepita come un figlio d'Israele.

    La nota è universalistico, come spesso colpito.

    La imprecations di tali salmi come CIX.

    non sono le manifestazioni di vindictiveness di gretto nazionalismo.

    Letta alla luce dei tempi, quando sono stati scritti (cfr. Salmi, critica), questi fanatici enunciati deve essere intesa come diretta contro Israeliti non-non-ebrei.

    Ps. XV.

    è la proclamazione di un etica della religione che non tiene limitazioni di nascita o di sangue.

    Ancora una volta, i "poveri" e la "mite" o "umile", così spesso citato-"povertà" o umiltà di essere trovato anche tra gli attributi di Dio (xviii. 35)-sono Israeliti, i "servi di Yhwh," la cui sofferenze sono evocata Deutero-Isaia la descrizione del (Isa. LIII:).

    Il "ritorno di Israele" e la creazione di Dio, regno di giustizia contemporaneamente con Israele di restauro sono focale nella escatologia dei Salmi, trattati nel suo complesso.

    Ma forse questo metodo di considerare i Salmi come praticamente identici riflettendo opinioni devono essere abbandonati, le ragioni per le quali sono illustrate in dettaglio al Salmi, critica.

    In Rabbinico Letteratura:

    La più ricca di contenuti e il più prezioso dei tre grandi Ketubim (Ber. 57a), il Sefer Tehillim è considerata come una seconda Pentateuco, il cui virtuale è stato compositore David, spesso paragonata a Mosè (Il Midr.. Ch. I.).

    "Mosè ha dato [Israele] i cinque libri della Torah, e corrispondere con loro [] David ha dato loro il Sefer Tehillim, in cui ci sono anche cinque libri" (ib.).

    Il suo carattere sacro come distinto da tali libri come "Sifre Homerns" (opere di Hermes, non Omero) è esplicitamente sottolineato (Il Midr.. LC; Yalḳ. Ii. 613, 678).

    I Salmi sono essenzialmente "canzoni e laudations" ().

    Secondo Rab, la corretta designazione per il libro sarebbe "Halleluyah" (Il Midr.. LC), perché questo termine comprende sia il nome divino e la sua glorificazione, e per questa ragione è ritenuto il migliore dei dieci parole per lode che si verificano nei Salmi.

    Queste dieci parole, in numero corrispondente ai dieci uomini che ha avuto una parte nella composizione dei Salmi, sono: "berakah" (benedizione); Hallel; "tefillah" (preghiera); "Shir" (canzone); "mizmor" (Salmo ); "Neginah" (melodia); "nazeaḥ" (si gioca su uno strumento); "ashre" (felice, benedetto); "hodot" (grazie); "halleluyah" (ib.).

    Composizione del Salterio.

    Dieci uomini avevano una quota per la compilazione di questa raccolta, ma il redattore capo è stato David (BB 15 bis; MIDR.. I.).

    Dei dieci nomi di due variante elenchi sono indicati, ossia: (1) Adamo, Mosè, Asaph, Heman, Abramo, Jeduthun, Melchisedek, e tre figli di Korah; (2) Adamo, Mosè, Asaph, Heman, Abramo, Jeduthun, Davide, Salomone, i tre figli di Korah considerato come uno, e Ezra (BB 14 ter; Cant. R. Per versetto iv. 4; Eccl. R. a VII. 19; a volte per Abramo, Ethan ha-Ezraḥi è sostituito).

    Adam's salmi sono come ad esempio fare riferimento alla cosmogonia, la creazione.

    Ps. V., XIX., XXIV., XCII.

    (Ii Yalḳ.. 630) sono stati detto di essere stato scritto da David, anche se Adam è stato degno di loro hanno composto.

    La divisione in cinque libri noti per la Rabbini corrispondeva a quello osservato in edizioni moderne.

    L'ordine dei Salmi è stata identica a quella della moderna recensions, ma il sospetto di rabbini che non era del tutto corretta.

    Rabbi Joshua ben Levi è riferito di aver voluto fare modifiche (Il Midr.. XXXVII.).

    Mosè è stato accreditato con l'autore di undici salmi, xc.-c.

    (ib. XC.).

    Essi sono stati esclusi dalla Torah, perché essi non sono stati composti nel spirito profetico (ib.).

    Ps. xxx. ( "a la dedizione alla casa"), è stato attribuito a David così come a Ezra (ib. xxx.).

    Ventidue volte è "ashre" trovato nei Salmi, e questo ricorda i ventidue lettere dell'alfabeto ebraico (ib. i.).

    "Barki nafshi" cinque volte si verifica in Ps.

    ciii., ricordando l'analogia con il Pentateuco (ib. ciii.).

    Ps. XXIX.

    Yhwh nomi di diciotto volte, in analogia con i diciotto benedictions dei Shemoneh 'Esreh (ib. XXIX.).

    Ps. CXXIII.

    si chiama "Hallel ha-Gadol" (Pes. 118), alla quale, secondo alcuni, i brani "dei titoli di studio" anche appartengono.

    Normali "Hallel" è stato composto di Sal.

    cxiii-CVI.

    (Pes. 117 bis).

    La Masorah divide il libro in diciannove "sedarim", l'undicesimo di queste inizia con Sal.

    LXVI.

    38 (cfr. nota Masoretic alla fine del testo stampato).

    Un palestinese, R. Joshua b.

    Levi, conta solo 147 salmi (Yer. Shah. 15).

    Secondo Grätz ( "Psalem, p. 9), questa varianza è stato dovuto allo sforzo per pareggiare il numero di salmi con quella della Pentateuchal pericopes secondo il ciclo triennale.

    Ps. I.

    e II.

    sono stati conteggiati come uno in Babilonia (Ber. 9 ter, 10 bis; come nel LXX.).

    Ps. X.

    15 apparteneva alla IX.

    (Meg. 17b).

    La conclusione di versetto di Sal.

    XIX.

    è stato aggiunto al Sal.

    XVIII.

    (Ber. 9 ter); XLII.

    e XLIII.

    sono stati conteggiati come uno (cfr. Fürst, "Kanon", pag 71).

    Ps. LXVI.

    è stato diviso in due parti comprende versetti da 1 a 37 e da 38 a 72, rispettivamente (Ḳid. 30 bis).

    Ps. cxiv. e CIII.

    sono stati uniti (cfr. Ḳimḥi, commento Sal. cxiv.), CVI, è stato diviso in due.

    Salmi cui autori non erano noti, o l'occasione per la cui composizione non è stato indicato, sono stati descritti come "orfani" (; 'Ab. Zarah 24 ter).

    Canzoni liturgica.

    Secondo la tradizione talmudica, salmi sono state cantate da i Leviti immediatamente dopo la quotidiana libation di vino; liturgica e di ogni Salmo è cantato in tre parti (Suk. iv. 5).

    Durante gli intervalli tra le parti i figli di Aronne blew tre diverse esplosioni a tromba (Tamid vii. 3).

    Il quotidiano salmi sono chiamati secondo l'ordine in cui sono stati recitati: Domenica, XXIV.; Lunedi, xlviii.; Martedì, LXXXII.; Mercoledì, xciv.; Giovedi, LXXXI.; Venerdì, XCIII. E sabato, XCII.

    (Tamid LC).

    Questa scelta dimostra che essa è stata fatta in un momento in cui Israele è stato minacciato di catastrofe (cfr. Rashi a Suk. 55a).

    I quindici "Canzoni di gradi" sono state cantate da i Leviti presso la festa dei tabernacoli, su disegno di festa d'acqua.

    Ps. CXXII.

    e CXXIII.

    sono stati recitati i antiphonally di officiante liturgo e le persone.

    Come Nuova-Anno salmi, LXXXI.

    e la conclusione di versetti del XXIX.

    sono stati utilizzati (RH 30 ter).

    Quelli designati per la semiholy giorno di Sukkot sono elencati nel Suk.

    55 bis.

    Massek. Soferim XVIII.

    2 nomi di quelli assegnati per Pasqua.

    Luna Nuova a un certo salmo (numero non figurano nel Talmud) è stato cantato nel tempio (Suk. 55 bis); Soferim nomi Sal.

    CV.

    con la conclusione di versetti del civ.

    Ps per Ḥanukkah.

    xxx. è riservata (Soferim xviii. 2).

    Da Soṭah IX.

    10 (cfr. Tosefta annuncio loc.) Risulta evidente che in una sola volta Sal.

    XLIV.

    costituiva una parte del Tempio mattina liturgia, mentre xxx.

    è stato cantato durante l'offerta della prima-Frutta.

    Lo stesso salmo, così come iii.

    e XCI., è stato cantato per l'accompagnamento di strumenti musicali in occasione dell'allargamento di Gerusalemme (Shebu. 14 bis).

    Inno-Libro di Secondo Tempio.

    - Critica Vedi:

    Il libro dei Salmi può dire di essere l'inno-libro della congregazione di Israele durante l'esistenza del Secondo Tempio, anche se non ogni salmo nella raccolta è di un personaggio a cui tale designazione può applicare.

    Prima di avanzare critiche di questo punto di vista la natura dei Salmi è stato dichiarato che sono stati cantato inni nel tempio sia i Leviti o dal popolo.

    Più tardi gli studiosi hanno modificato il presente parere in vista della circostanza che la partecipazione dei cittadini nel tempio rituale è stato molto debole e anche perché il contenuto di molti dei salmi sono tali che il loro sacrificio recita a funzioni non è molto probabile (ad esempio, Sal . XL. E L., che hanno un certo anti-sacrificale tendenza).

    Mentre Jacob B. (in Stade "Zeitschrift", 1897, xvii.) Insiste sul fatto che il Salterio è un inno-book per la congregazione assistere o partecipare a nel rito sacrificale e, come tale, deve contenere anche canti liturgici destinati ad individui che avevano per portare offerte in talune occasioni, altri sostengono che, mentre una serie di inni sono stati senza dubbio sacerdotale di importazione e, di conseguenza, sono stati destinati ad essere cantato nel tempio, molte sono state scritte per intonazione in preghiera nella sinagoga.

    In tale contesto, la determinazione di riferimento nel cosiddetto "io" salmi è di importanza.

    La scoperta del testo ebraico di Ecclesiasticus (Siracide) ha causato Nöldeke (Stade "Zeitschrift", 1900, xx.), Sulla forza di osservazione che in Ecclus.

    (Siracide) Li.

    2-29 ' "io" refersto Siracide, a sollecitare che la "I" salmi analogamente deve essere inteso come confessioni individuali.

    La visione tradizionale è stato quello di David, il noto autore della maggior parte di queste "I" salmi, è stato in loro unbosoming proprie sensazioni e la propria relative esperienze.

    E 'più probabile, tuttavia, che, mentre la "i" in alcuni casi può avere il suo significato individuale, nel complesso questo pronome personale è il riferimento alla "congregazione di Israele" o di un cerchio o un insieme di congregants in preghiera, la "pio", i "miti", il "giusto".

    La ricostruzione metrica dei Salmi (cfr. Baethgen, "Commentar," 3d ed.) Promette di far luce su questo problema, come l'ipotesi è ben fondata che inni scritti o utilizzati per il pubblico liturgica occasioni ha avuto un tipico schema metrico di loro (comp "Theologische Rundschau", viii., febbraio, 1905).

    In ogni caso, alcuni dei salmi devono aver prestato servizio presso la devozione privata (ad esempio, Sal. CXLI.), Come, anzi, l'usanza di inno-cantare di notte con tempo di alcuni dei pii è fatto riferimento (ib. LIX. , XCII., CVII., CXXXIV.).

    Didattica Salmi.

    D'altro canto, molti dei salmi didattico ricordare uno dei generale del tipo di gnomic antologie.

    Sembra più probabile che questi sono stati recitati, non cantato, e sono stati appresi di cuore per l'insegnamento etico e di orientamento.

    Che la "alfabetico" salmi non sono stati destinati in origine per usi liturgici, possono essere dedotte da almeno Sal.

    XCIX.

    La maggior parte di questa classe riflettono la camera-studio dello studioso, e la mancanza del tutto la spontaneità dei worshipful spirito.

    Ci sono buone ragioni per ritenere Sal.

    I.

    come un prologo, preceduto per la raccolta di tutta la sua ultima redattori, che non erano sacerdoti (sadducei), ma scribi (farisei) interessati alla crescita e creazione di synagogal culto nei confronti della liturgia sacerdotale del Tempio.

    In caso affermativo considerato, Sal.

    I.

    rivela l'intenzione dei redattori di fornire in questa raccolta un libro di insegnamento e di un manuale di preghiera.

    L'attuale Salterio è una raccolta di varie raccolte in diverse volte.

    La divisione in più parti non è stata in ogni caso del tutto a causa di un desiderio di imitare la struttura del Pentateuco.

    Libri I.

    (Sal I.-LXI.), Ii.

    (Sal lxii.-LXXII.), E iii.

    (Sal lxxiii.-LXXXIX.) Sono marcati come separata da collezioni doxologies, un dato di fatto che punti a separare le loro compilazione.

    La dossologia che ora divide libri iv.

    e V. dopo Sal.

    CVI.

    ha l'apparenza di essere l'inizio di un altro Salmo (comp I. Chron. xvi., in cui si verifica al momento della chiusura dei interpolazione versetti da 8 a 36).

    È impossibile determinare la data in cui queste vecchie collezioni possono essere stati messi insieme.

    I. libro, contenente "David" salmi (in origine senza Sal. I. e ii.), Può essere stato il primo ad essere compilato.

    Nei libri II.

    e III.

    (Sal LXII-LXXXIX.) Più anziani e più piccoli compilation sembrano essere rappresentati, e che, troppo, in alcuni disordini.

    (A) "David" inni (ὐμνοι =; ter. Li-LXXII.) Sono chiaramente distinto dal (b), canti dei figli di Korah (xlii.-XLIX.), (C) "Asaph" canzoni (l ., Lxxiii.-LXXXIII.) E (d), dopo i supplementi di promiscua salmi (lxxxiv.-LXXXIX.).

    Si noti che nel "David" inni duplicati di salmi sono trovati, incorporati nel libro anche i.

    (Sal LIII. = Xiv.; LXX. = XL. 14-18; LX. 1-3 = XXXI. 2-4), mentre LVII.

    8 e segg.

    è duplicata nel libro V. (cviii. 2-6).

    Un'altra particolarità di questo libro è l'uso di "Elohim" per "Yhwh", fatta eccezione per il supplemento (lxxxiv.-LXXXIX.).

    Confronto dei testi del duplicato del salmi, così come la circostanza che tali duplicati verificarsi, indica la libertà con cui tali raccolte sono state effettuate, e suggerisce che molte sono state le collezioni esistenti, con ogni variante di contenuti.

    Libro IV.

    è distinto nella misura in cui essa contiene, con l'eccezione di tre salmi (xc. "di Mosè"; CI., ciii. "di Davide", ma in più Settanta nove), solo quelli anonimi.

    Il carattere della dossologia (vedi sopra) suggerisce che questo libro è stato separato dal seguente solo a svolgere l'analogia con il Pentateuco.

    Libri IV.

    e V. sono caratterizzati dalla mancanza di "musical" superscriptions e istruzioni.

    Nel libro contro il gruppo che comprende XCV.

    a CIX.

    è facilmente riconosciuta come non organicamente collegato con quello composto da cxx.-CXXI.

    E 'possibile che il carattere liturgico e di uso di cxiii.

    a CVI.

    ([egiziano] "Hallel") aveva richiesto la redazione del "Hallel" salmi separatamente.

    I "canti di Gradi" (vedi sotto) deve aver costituito un tempo una serie di se stessi.

    La metrica accordo è la stessa in tutti, ad eccezione di CXIX.

    Il resto del libro v. è composta di sciolti "Halleluyah" salmi, in cui sono state inserite "David" salmi (cxxxviii.-cxlv.) E una vecchia canzone folk-(cxxxvii.).

    Il "Lamed auctoris."

    Come a che sono stati i compilatori di queste distinte collezioni è stato suggerito che l'inferenza potrebbe essere tratte nel caso dei salmi segnate "per i figli di Korah" o "a Asaph, Heman, Ethan, Jeduthun," rispettivamente.

    Ma il

    anteposto al superscription in questi casi non è chiaramente un "lamed auctoris," i nomi di essere quelli dei leader del coro-gilds (istituito, in base alle cronache, di David).

    Le voci in cui

    si limita a indicare che i canti sono stati di solito cantata da cantori il noto come "figli di Korah", ecc, o che il salmo che costituiscono una parte del repertorio dei cantanti così è stato chiamato ad essere cantato in base a una melodia fissa introdotta da loro .

    Questi maestri di coro, poi, avevano raccolto le loro preferita inni, e, di conseguenza, questi ha continuato ad essere chiamato dopo il collettore e ad essere cantata secondo la melodia introdotte dal gild.

    E 'stato inoltre invitato come spiegare i termini ( "fino David", "fino alla Mosè") che una certa melodia era conosciuta da tale termine, o una raccolta di successo, potrebbe essere definita in questo modo.

    E ', tuttavia, manifesto che in alcuni casi la superscription ammette nessun altro di costruzione di quella che è stata pensata per nome l'autore del Salmo (Mosè, per esempio, in Ps. XC.), Anche se tali espressioni come "David canzone, "" Sion canzone "=" Yhwh canzone "può ben venuti in voga come denominazioni di sacro come distinto da profano poesie e ceppi.

    Ancora, non bisogna dimenticare che queste sono in ritardo superscriptions aggiunte.

    Il valore storico della nota (= "sino David") non è maggiore di quella degli altri fingendo di dare l'occasione e quando le circostanze in cui la particolare salmo wascomposed.

    Le varianti in questi superscriptions nelle versioni dimostrare loro di essere in ritardo interpolazioni, che riflettono i punti di vista dei loro autori.

    Data del Salterio.

    Tradizione di David è stato considerato come lo scrittore della maggior parte dei salmi, anche gli altri nomi che si verificano nel settore didascalie essere interpretata in modo da essere quelli di cantanti sotto la sua direzione (David Ḳimḥi, Commento a Salmi, Prefazio).

    È stato detenuto per essere anche l'editor di biblica libro dei Salmi.

    Ma questo ascription di paternità a lui è dovuto alla tendenza a collegarsi con il nome di una personalità che domina il capo produzioni letterarie della nazione.

    Mosè cifre così come il legislatore, e l'autore del Pentateuco; Salomone, come il "saggio" l'uomo e, come tale, lo scrittore di Saggezza libri; David, come il cantante e, in tale veste, come il compositore di inni e come il collettore dei Salmi, nella misura in cui non sono proprie composizioni.

    Quando il libro dei Salmi prima assunto la sua forma attuale è aperto alla discussione.

    Certo è che il Nuovo Testamento e Giuseppe Flavio presuppone l'esistenza di biblica Salterio nella forma in cui esso si trova nel canone.

    Questo fatto è ulteriormente confermata dalla data del cosiddetto "Salmi di Salomone".

    Questi sono assegnati a circa 68 aC; un dato di fatto che indica che in quel periodo nessun nuovo salmi potrebbe essere inserito nel libro della Bibbia, che da questo momento deve aver raggiunto permanente e fisso sotto forma di libro dei Salmi di Davide.

    E 'quindi più sicuro per assegnare la compilazione di finale il libro della Bibbia per il primo terzo del secolo immediatamente precedente l'era cristiana.

    Riguarda la data dei due salmi LXXIX.

    e cxlvi., I Maccabei fornisce un indizio.

    In I macis.

    VII.

    17, Ps.

    LXXIX.

    2 è citato, mentre cxlvi.

    4 è utilizzata in I Macc.

    II.

    63. Questi salmi sono stati poi noto che uno scrittore di vita nel tempo dei governanti Asmonei.

    Egli ha interpretato Sal.

    LXXIX.

    come applicabili al momento della Alcimus.

    Come indicato in precedenza, la storica superscriptions sono inutili ai fini della fissazione la cronologia, anche se la concessione essere fatto che alcune di queste note storiche pretendedly anteriore alla finale di compilazione del Salterio e sono state prese dalla storica relative romanzi la vita della nazione's eroi, in cui, secondo le vigenti letteraria antica usanza, la poesia è stata introdotta per abbellire prosa (ex comp. xv.; I Sam. ii.), come del resto Sal.

    XVIII.

    si trova anche in II Sam.

    XXII.

    Storia di riflessione.

    Rispetto a quella che è nota degli eventi di ebrei interne ed esterne storia nel corso degli ultimi secoli prima della distruzione del Secondo Tempio, critico studiosi sono giunti alla conclusione che la politica e religiosa circostanze e dei conflitti di questi tempi turbolenti si riflettono in di gran lunga il maggior numero di salmi.

    La maggior parte dei 150 nel libro della Bibbia, se non di tutti, viene assegnato un post-exilic origine.

    Non uno fra gli studiosi contemporanei competenti seriamente difende davidica paternità di anche un solo salmo, e pochissimi dei recenti commentatori mantenere la pre-exilic carattere di uno o l'altro brano della raccolta.

    Exilic composizioni di Sal.

    CXXIV.

    è forse l'unico modello.

    Per il periodo persiano alcuni salmi potrebbe essere assegnato, in particolare la "natura" salmi (ad esempio, VIII., XIX.), Come espressiva del monoteismo di opposizione al dualismo.

    Ma non vi è alcuna prova di tale ipotesi.

    Ancora un gran numero di salmi deve essere stato composto in fase di pre-Maccabean anni.

    Alcuni salmi presuppone l'esistenza e l'inviolabilità del Tempio e la Città Santa (per esempio, xlvi., Xlviii., LXIV.).

    Ps. iii., iv., xi., e LXII.

    potrebbe riflettere la fiducia dei pii sacerdoti prima della Maccabean disturbi.

    Riflesso della politica.

    Ma è evidente che altri si riferiscono a salmi inganno e il tradimento della casa di Tobias (Sal LXII.).

    Maccabean la rivoluzione-con il suo eroismo, da un lato, la sua vigliaccheria, dall'altro, le sue vittorie e le sue sconfitte-ha fornito molti un inno di fede e di sfida e di gioia.

    E-i "fedeli", i "giusti", i "miti"-trovare voce a lodare Dio per il suo aiuto e per denunciare i "cattivi", le nazioni straniere che hanno fatto causa comune con la Siria (cfr. LXXIV., LXXXIII ., CVI., E CXXXIV.).

    Ps. XLIV.

    e LXV., punto agli eventi dopo la morte di Giuda Maccabeo; Sal.

    LV.

    e altri sembrano per far fronte a Alcimus.

    L'istituzione della dinastia Asmonei sul trono e conflitti tra i farisei (nazionalisti e democratici) e dei sadducei (i rappresentanti di aristocratica sacerdotalism) hanno lasciato la loro impronta su altri inni (Sal ex. 1-4, "Shim'on" acrostic).

    Alcuni dei salmi sono niente meno che il pronunciamentos dei farisei (IX., X., XIV., LVI., LVIII.).

    Date non possono essere attribuite al maggior numero di salmi, salvo nella misura in cui il loro contenuto tradisce il carattere di Tempio o synagogal inni, come escatologica costruzioni, o come apocalittico rendering di storia antica o della mitologia.

    Synagogal liturgia e strettamente regolamentato Tempio cerimoniale sono le produzioni di Maccabean e post-Maccabean conflitti.

    Apocalittico ecstasy, didattica riferimenti alla storia passata, e messianica speculazioni puntano allo stesso secolo, quando l'oppressione straniera o faide interne hanno portato i fedeli a prevedere i prossimi gloriosa sentenza.

    Il "reale" o "re" salmi appartengono alla categoria di apocalittico effusioni.

    Non è necessario assumere che si riferiscono a una decisione re o monarca.

    Il re messianico in guerra con la "nazioni"-un altro incidente-apocalittico è centrale in questi salmi.

    La " 'Aniyim" e la "' anawim" sono i "miti" in contrapposizione al "Gewim" e " 'Azim" (letture che spesso devono essere adottate per "Gentili" e "' Ammim"), la "fiera" e "ribelle".

    I primi sono i (Pharisaic) pio nazionalisti in lotta contro le orgoglioso (Sadducean) violazioni della legge di Dio, ma nella loro fedeltà ecco che la venuta del Re di Gloria, il righello messianica, il cui avvento metterà a volo e la vergogna di Israele estera e di interno nemici.

    Canzoni pellegrino.

    I "canti di Gradi" sono canzoni pellegrino, che sono stati cantati dai partecipanti nelle processioni nei tre festival pellegrino; tutti gli altri argomenti sono di fantasia.

    David Ḳimḥi nel suo commento cita l'usuale interpretazione che queste, le canzoni sono state cantate da i Leviti in piedi sul quindici stepsbetween il giudice delle donne e quello degli Israeliti.

    Ma egli suggerisce inoltre che si riferiscono al post-exilic redenzione, di essere cantato da coloro che "salire" dal cattività.

    In realtà, Ḳimḥi rivela spesso molto chiara percezione dei salmi di post-exilic origine.

    Il testo è spesso corrotti.

    Esso contiene interpolazioni, glosse marginali recepito nel corpo dei salmi, le quotazioni non in originale, liturgica glosse, note, alterazioni e intenzionale.

    Consonantal svincoli abbondano.

    Molti dei salmi sono chiaramente frammentarie torsi, altri, come chiaramente, si compone di due o più sconnesso parti tratte da altri salmi connessione o senza coerenza (comp moderno commenti, soprattutto quelli di Duhm e Baethgen; anche Grätz, "Psalmen, "Introduzione).

    Secondo Grätz (LCP 61), quali combinazioni di due salmi in uno è stato causato dalla necessità di servizi liturgici.

    Non è improbabile che alcuni salmi sono stati cantava responsively, parte del canto i Leviti uno versetto, e gli altri rispondere con il prossimo.

    Nelle sinagoghe sono state Salmi cantava antiphonally, la Congregazione spesso ripetere dopo ogni versetto cantava dal precentor il primo versetto del Salmo in questione.

    "Halleluyah" è stata la parola con cui la Congregazione è stata invitata a prendere parte a questo canto.

    Pertanto, originariamente preceduto i Salmi, non, come nel testo Masoretic, venendo alla fine.

    A conclusione dei psalmthe "maḳre" o precentor aggiunto una dossologia termina con ( "e dire voi Amen"), dopo di che la Congregazione ha risposto "Amen, Amen" ( "Monatsschrift", 1872, p. 481).

    Synagogal i salmi, in base a questo, poi, sono cv., CVI., XCV., XCIX., CXII., Cxiii., Cxiv., CIV., E CXVII.

    (il più breve di tutti i salmi), CVI., CXXII., CXXIII., cxlvi.-cl.

    Accompagnamento musicale.

    Concernente l'accompagnamento musicale è meno conosciuto.

    Ragazzi sembrano essere stati aggiunti al coro maschile ( 'Ar. 13 ter).

    Dodici adulti Leviti costituito il minimo di adesione di un coro; nove di questi svolto in merito alla "kinnor", due sulla "Nebel", e uno a piatti (ib. ii. 3-5).

    Canto sembra essere stata la principale caratteristica della loro arte, gli strumenti utilizzati dai cantanti per le loro auto-accompagnamento solo.

    Il kinnor, secondo Giuseppe Flavio, aveva dieci corde ed è stato colpito con un plettro ( "Ant." VII. 12, § 3), mentre il Nebel aveva dodici note ed è stato suonato con le dita.

    Questa informazione non è confermata da quella che è nota di "LYRA" o "kithara" dei Greci.

    Ebraico monete visualizzazione lyres di tre stringhe, in un unico esempio, uno dei cinque archi.

    Tosef., 'Ar.

    II.

    ha pronunciato la kinnor sette corde.

    Secondo Sal.

    XCII.

    3, ci deve essere stato conosciuto una dieci corde strumento.

    Il Talmud di Gerusalemme concorda con l'assegnazione di Giuseppe Flavio nel Nebel per la classe di strumenti a corde (Yer. Suk. 55c; 'Ar. 13 ter).

    Ma sembra aver avuto un attaccamento membranosa o il diaframma per aumentare l'effetto delle corde (Yer. Suk. LC).

    La Nebel e la "alamot" (I Chron. Xv. 20; Sal. Xlviii.; Sal. Ix., Rettificata lettura) sono identici (v. Grätz, lcp 71).

    Il flauto, "ḥalil," è stato svolto solo a giorni santi ( 'Ar. Ii. 3).

    Il termine ebraico per coro-master è stato "menaẓẓeaḥ".

    Vedi anche piatti.

    Cinquanta-sette salmi sono designati come, questa è una parola che indica "punto", quindi un nuovo inizio.

    Trenta salmi sono designati come (= "canzone"), che indica che probabilmente il salmo è stato effettivamente cantato nel tempio.

    Tredici salmi sono classificati, il significato della parola che è dubbia (cfr. ebraico dizionari ed i commenti).

    Sei salmi sono superscribed-un altro puzzle-tre volte con l'aggiunta, una volta (lx.), in LVI.

    con.

    Cinque salmi sono chiamati = "preghiera" (XVII., XL., LXXIV., CII., Cxlii.).

    Due salmi sono contrassegnati = "ricordare" (xxxviii., LXX.), Il cui significato non è noto.

    Ps. C.

    è designato dalla = "di rendimento di grazie", probabilmente indicando il suo uso nella liturgia come un inno per l'offerta di ringraziare.

    Ps. CLV.

    è segnato = "giubileo canzone o inno", indicando il suo contenuto.

    Ps. LX.

    è, probabilmente, uno per dittogram = "per il David."

    Ps. LXXVI.

    è la voce, che sembra essere anche un dittogram del precedente.

    Ps. VII.

    ha un altro enigmatical didascalia (vedi commenti).

    Emil G. Hirsch

    Enciclopedia ebraica, pubblicati tra il 1901-1906.

    Bibliografia:

    Le più moderne commenti sono quelli di Duhm, in KHC; Baethgen (3a ed.), Per Nowack's Handcommentar e Wellhausen, in SBOT Cheyne di traduzione (1900) e l'introduzione (1891) dare la letteratura più recente fino a quelle dates.EGH

    Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


    Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

    Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a