Giustizia, Giusti

INFORMAZIONI GENERALI

Giustizia è la qualità della rettitudine o giustizia.

Si tratta di un attributo di Dio.

A causa del peccato originale e la caduta, l'uomo è corrotto e privo di giustizia (Rm 3:23) ed è anche in grado di farsi giusti (Rm 3:19,20).

Nella motivazione, l'uomo è dichiarato giusto attraverso l'imputato giustizia di Gesù Cristo, quando egli ha Fede (2 Cor 5,21).

In santificazione, l'uomo è progressivamente costituiti giusti nel carattere e di comportamento (1John 1:7-9).

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
In generale, il concetto di giustizia è così strettamente legato alla motivazione che i due soggetti sono generalmente considerati come una.

Pertanto, si prega di andare alla nostri articoli sulla Giustificazione.

I nostri articoli sulla santificazione può anche essere informativo.

Giustizia, Giusti

Informazioni avanzate

La parola ebraica regolarmente tradotti "giusto" o "giusto" è saddiq e originariamente significava "dritto" o "diritto".

Il corrispondente termine greco è dikaios, in greco e di cui la società a ciò che è in conformità con la legge o norma sociale.

Il sostantivo forme sono sedeq (o sedaqa) e dikaiosyne.

I verbi Sadak e dikaioo significa "fare giustizia", "di essere solo", "rivendicare" o "giustificare" nel senso forense di "dichiarare giusto" o "come trattare solo".

OT di utilizzo

Il Dio di Israele si rivela come un Dio di giustizia, che, giustamente, gli atti in tutte le sue opere e delle sentenze (Gen 18:25; Deut. 32:4; Sal. 11:7; Dan. 9,14).

OT il concetto di giustizia è strettamente legata a Dio judgeship (Pss. 9:8, 50:6; 143:2).

Dio giudici equamente; egli non chiaro il colpevole o abbandonare il giusto, ed i giudici di Israele sono comandato di agire secondo il suo esempio (Exod. 23:7; Dt. 1:16-17; 10:17-18; Sal . 98:9).

Così, la giustizia di Dio si rivela nella sua punizione dei malvagi e disobbedienti (Neh. 9:33; Sal. 7:9-17; Lam. 1:18; Dan. 9,14).

Ma più enfasi giustizia di Dio è reso noto nella sua liberazione del suo popolo dai suoi nemici e oppressori (I Sam. 12:6-11; PSS. 9:7-9; 51:14; Isa. 46:11-13).

Dio come giudice viene in soccorso dei poveri e degli oppressi, offrendo loro di ingiustizia e di ripristinare i loro diritti (Pss. 34:16-22; 72:1-4; 82; Isa. 11,4).

Egli ha anche li tratta come giusto, nel relativo senso di essere in diritto quanto più malvagi contro la loro oppressori (Pss. 7:6-11; 143: 1-3, 11-12).

Di conseguenza, Dio giusto sentenza viene spesso espressa in termini di risparmio suo atti.

Giustizia molte volte è strettamente legato alla volontà di Dio la salvezza, la misericordia, e lovingkindness, specialmente nei Salmi e Isaia (Pss. 40:10; 85:9-10; 98:2-3; Isa. 45:8; 46:13; 51:5; Ger. 9,24).

La sottolineatura della giustizia di Dio in forma di salvezza va inteso nel contesto dell'alleanza di Dio con Israele.

Dio con la sua grazia fatto un patto con Abramo e alla sua discendenza, e la sua giustizia è visto nella sua fedeltà che in linea alleanza (I Chr. 16:16-17, 35; Isa. 46:9-13; Ger. 33:25 -26).

L'alleanza non fa peccato Israele immune da giudizio divino, ma dopo il castigo di Dio offre il suo popolo e, quindi, rivela la sua giustizia (la lezione del Exile).

Dio giustifica la sua alleanza di persone, che dichiara la loro retta, non perché non hanno perfettamente conservato la legge, ma perché (o, a condizione che) il loro cuore pentito fiducia in lui e cercare di mantenere la sua alleanza (Gen 15:6; PSS. 32 :10-11; 103: 17-18; Isa. 50:8; 53:11).

Questa sentenza o forensi agire di Dio è, pertanto, sia un atto di giustizia e un dono della divina misericordia.

Bibbia studiosi moderni spesso overemphasize aspetto benevolo di Dio nella giustizia e OT perdere di vista giuridico e repressivo aspetti.

Ma Dio giusto judgeship è visto nella punizione dei lawbreaker e nella liberazione dei giustificati.

È degno di nota, tuttavia, che l'aspetto positivo di giustizia di Dio è più comune in OT, mentre l'aspetto repressivo è più strettamente associato con ira di Dio.

Il culmine di questo aspetto positivo è trovato nel tema del Messia, quello che sarà un vero e proprio re giusto e saprà soddisfare Dio scopo per Israele, portandolo tutte le nazioni e alla volontà di Dio finale giustizia (Sal 72; Isa. 9: 7; 11:3-5; 42:6; Ger. 23:5-6; 33:15-16; Zc. 9,9).

Uso NT

Gran parte del NT è ripreso con lo scopo di mostrare che Gesù di Nazaret è il Messia promesso, e quindi di Dio fini di giustizia e di salvezza sono parlato di come centrato in lui.

Comprensibilmente, quindi, troviamo giustizia strettamente legato al tema della NT il regno di Dio (Mt 5:10, 6:33, 13:43; Rom. 14,17), un regno e di una giustizia per la quale John the Baptist preparato la strada e che in Gesù il Figlio giusti e Redentore porta a compimento (Mt 3:15; 5:17-20; 21:32; Atti 3:14, 25-26).

Gesù ha parlato di una falsa giustizia che si trova in quelle che la fiducia in se stesso come giusto o giustificato a causa della loro morale realizzazioni (Mt 23:28; Luca 16:15; 18:9), ma ha insegnato che la vera giustificati sono quelli riconoscere che il peccato e la loro fiducia in Dio per il perdono e la sua giustizia (Mt 5:36; Marco 2:17; Luca 18:14).

Ancora una volta la comprensione forensi della giustizia è la chiave, e questo è messa pienamente la maggior parte di Paolo.

In seguito l'insegnamento di Cristo, Paolo spiega che nessuno cerca di essere retti dalle opere della legge può essere giustificato davanti a Dio, poiché tutti sono un peccatore e non ha dato i risultati di Dio giusto standard (Rm 3:9-10, 20, 23; Gal. 2,16).

Quindi la giustizia di Dio viene come un dono che non merito (Rm 3:24; 5:15-17), una graziosa dichiarazione in cui Dio pronuncia una retta che mette la sua fede in Gesù Cristo (Atti 13:39 ; Rom. 3:22; 5:1, 18).

In tale dichiarazione Dio perdona il peccato del giustificato sulla base di espiazione di Cristo la morte, in modo tale che Dio stesso è confermata come solo nella sua giustificazione dei peccatori (Rm 3:25-26; 5:8-9; cfr. Giovanni I 1:9, 2:2).

Tuttavia, il NT, è chiaro che l'uno di fede che è giusto anche dichiarato di fede cerca di fare le opere di giustizia e di crescere nella giustizia per grazia di Dio (Rm 6:12-18; Ef. 4:24; 5: 9; Fil. 1:11; Eb. 11; James 2:17-26; I Pt. 2:24; I Giovanni 2:29).

Questa grazia di Dio anche la porterà giustificati in un finale giustizia (Gal 5:5; Eb. 12:23; II Pet. 3,13) fino al giorno di Cristo, quando Dio giudicherà il mondo intero (Luca 14:14 ; Atti 17:31; II Tim. 4,8).

Pertanto, come in OT così anche nel NT, giustizia di Dio, che si esprime in collera e il giudizio nei confronti di unrepentant peccatori (II Thess. 1:5-9; Rom. 2:5-9; Rev 19,2), attraverso l'amore trionfa in forma di salvezza dal peccato per coloro che si pentono e affermano di Dio promessa soddisfatte in Cristo.

Concetti teologici

In teologia sistematica giustizia o la giustizia sia percepita, prima di tutto, come un attributo di Dio di essere (uno dei morale e le attributi), quindi derivatively come un attributo di uomo creato a immagine di Dio.

Giustizia di Dio (giustizia)

Giustizia che è attributo di Dio che è considerata la natura di essere eternamente perfetto standard di ciò che è giusto.

Essa è strettamente legato la santità di Dio (o perfezione morale), da un lato, e alla volontà di Dio legge morale o come espressione della sua santità, d'altra parte.

Anche se non vi è alcuna distinzione tra il bene e la giustizia nel vocabolario biblico, teologi spesso usano l'ex di fare riferimento a l'attributo di Dio in se stesso e il secondo di fare riferimento alle azioni di Dio nei confronti di sua creazione.

Di conseguenza, la giustizia di Dio è visto nel modo in cui egli l'universo soggetti a diverse leggi e dota con vari diritti secondo la gerarchia di esseri che egli ha creato.

Questo è "legislativo giustizia".

Inoltre, vi è "giustizia distributiva", in cui Dio mantiene le disposizioni legislative e dei diritti di dare tutto il suo debito, o di rispondere adeguatamente a esseri creati in base al loro valore o il luogo nell'universo.

La sua giustizia distributiva in materia di morale creature si esprime nella punizione del peccato o disobbedienza (retributive giustizia) e di premiare le buone o obbedienza (remunerativi giustizia; Rm. 2,5-11).

In teologia sistematica l'armonia della giustizia di Dio e di amore è trattato in primo luogo sotto la dottrina di Cristo espiazione.

Nella croce Dio soddisfa le esigenze della sua giustizia contro il nostro peccato, in modo tale che da Cristo redentore di agire di Dio "santo amore" è visto come sia l'espressione suprema di giustizia e retributive l'espressione suprema grazia di perdono.

Man's Giustizia

Doctrinally, la giustizia umana può essere analizzata nel seguente modo quadruplicato: (1) giustizia originale.

Dio fatto uomo in posizione verticale o moralmente buono (Eccles. 7:29; Gen 1,31), ma l'uomo è sceso da questo stato giusto in uno stato di peccato.

(2) giustizia di Cristo.

Poiché caduta di Adamo Cristo è l'unico essere umano che ha perfettamente soddisfatti di Dio e la legge morale a mantenere un giusto natura (Mt 5:17; Giovanni 8:29, 46; Eb. 4:15; I Pt. 2,22).

Dal momento che Cristo è il Godman, la sua giustizia è di valore infinito, che offrano la salvezza per tutti che credono.

(3) Fitti giustizia (motivazione).

La motivazione è che passo nella salvezza in cui Dio dichiara il credente giusti.

Teologia protestante ha sottolineato che questo include l'imputazione della giustizia di Cristo (di accreditarlo al credente il "conto"), mentre la teologia cattolica romana sottolinea che Dio giustifica in accordo con un infuso giustizia meritato da Cristo e mantenuto da parte del credente di opere buone.

(4) Il rilancio della giustizia (santification).

Essere stato dichiarato giusto, il credente cresce a somiglianza di Cristo (essere rinnovati a immagine di Dio) e diventa effettivo nel giusto carattere morale, vale a dire, egli diventa santificati.

La maggior parte dei teologi ritengono che la santificazione è progressiva e non completa in questa vita terrena.

DW Diehl


Elwell evangelica dizionario

Bibliografia


JA Baird, La giustizia di Dio nella dottrina di Gesù; H. Bavinck, la dottrina di Dio, C. Brown, NIDNTT, III, 352-77; E. Brunner, la dottrina cristiana di Dio; PJ Achtemeier, IDB, IV , 80-99; R. Garrigou-Lagrange, Dio, la sua esistenza e la sua natura; AC Knudson, la dottrina di Dio; L. Morris, della predicazione apostolica della Croce; JI Packer, conoscere Dio; G. Rupp, La Giustizia di Dio; P. Tillich, Amore, potere e giustizia.

Giustizia originale

Informazioni avanzate

Il termine si riferisce alla situazione originale morale o di una condizione di uomo prima della sua caduta nel peccato.

Scrittura testi che informano il concetto sono Gen 1:31; Eccles.

7:29, che parlano di come l'uomo creato "buone" e "verticale", e Ef.

4:24; Col 3:10, che parla di rinnovo (in Cristo) l'immagine di Dio nell'uomo in "conoscenza" e "giustizia e nella santità vera" (cfr Rm. 8:29; II Cor. 3 : 18).

Chiesa cattolica vede originale giustizia come un supernaturale donum aggiunto al "naturale" immagine di Dio.

In autunno giustizia originale (di cui l'uomo era soprannaturale comunione con Dio) è stato perso, ma l'immagine naturale (composto da uomo ragione, della libertà, e la spiritualità) è rimasta relativamente intatta.

Lutero ha respinto questa duplice distinzione, e ha insegnato che la giustizia originale è stata l'essenza stessa della sua natura originaria o l'immagine, non un soprannaturale Oltre ad esso.

In tal modo, per Lutero l'immagine nel suo complesso è stato perso in autunno.

Calvin anche respinto la cattolica naturale-soprannaturale distinzione, ma ha avuto una visione più ampia di quella l'immagine ha fatto Lutero.

Calvin per la perdita di giustizia originale in autunno il significato di corruzione approfondito l'immagine ma non la sua perdita totale.

Liberalismo moderno, influenzato dalla filosofia evolutiva, le opinioni Genesi narrative di uomo come origine miti e trova la dottrina della giustizia originale, invece di essere privo di significato.

Neo-ortodossi, troppo, respinge un letterale, primitivo stato di giustizia nella storia umana, ma trova il concetto di giustizia originale ancora valido e importante.

Essa si riferisce a uomo "natura essenziale", il Dio-creato l'uomo diritto di essere vero (la legge d'amore), in piedi in contraddizione con l'uomo del peccato, natura esistenziale (Brunner e Niebuhr).

Originale è che la giustizia di cui l'uomo è debolmente a conoscenza attraverso la sua auto-trascendenza, e da cui egli è caduto inevitabilmente attraverso l'uso sbagliato della libertà.

Ma anche che è l'uomo che viene a comprendere più chiaramente per mezzo di Cristo.

DW Diehl


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


L. Berkhof, Teologia sistematica; DG Bloesch, Elementi essenziali della teologia evangelica, I, 88-97, 103-9, E. Brunner, L'uomo in rivolta, C. Hodge, Teologia sistematica, III, 99-102; R. Niebuhr, La natura e il destino di Man, I, 265-300; P. Schoonenberg, Uomo e il peccato.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a