Scripture Sacre Scritture

Advanced Information Informazioni avanzate

The rendering of graphe, a Greek term occurring in the NT in reference to the canonical OT literature. Il rendering di graphe, un termine greco che si verificano nel NT in riferimento alla letteratura canonica OT. Its plural form denotes the entire collection of such compositions (Matt. 21:42; I Cor. 15:3-4), but when used in the singular, graphe can mean either a specified passage (Mark 12:10) or the constituent body of writings (Gal. 3:22). La sua forma plurale denota l'intera collezione di tali composizioni (Matteo 21:42;. Cor 15,3-4), ma quando viene utilizzato al singolare, graphe può significare sia un passaggio specifico (Marco 12:10) o il componente di corpo di scritti (Gal. 3:22). The (Holy) Scriptures were referred to by the term hiera grammata on one occasion (II Tim. 3:15), while in the Pauline literature the word gramma ("writing") refers consistently to the Hebrew Torah or law. I (Santo) Scritture sono stati sottoposti all'esame con il termine Hiera grammata in una sola occasione (II Tim. 3,15), mentre nella letteratura paolina la parola gramma ("scrittura") si riferisce costantemente alla Torah ebraica o di diritto. The content of a particular verse, or group of verses, is sometimes described as to gegrammenon (Luke 20:17; II Cor. 4:13). Il contenuto di un verso particolare, o un gruppo di versi, è talvolta descritto come a gegrammenon (Luca 20:17;. II Corinzi 4:13).

The term "book" can describe a single composition (Jer. 25:13; Nah. 1:1; Luke 4:17), while the plural could indicate a collection of prophetic oracles (Dan. 9:2; II Tim. 4:13), both forms being used as a general designation of Scripture. Il termine "libro" in grado di descrivere una singola composizione (Geremia 25:13; Nah 1:1;. Lc 4,17), mentre il plurale potrebbe indicare una raccolta di oracoli profetici (Dan. 9:02; II Tim 4. : 13), entrambe le forme di essere usato come una denominazione generale della Scrittura. The divine author of this material is the Holy Spirit (Acts 28:25), and the writings that are the result of divine revelation and communication to the various biblical authors are said to be inspired (theopneustos, II Tim. 3:16). L'autore divina di questo materiale è lo Spirito Santo (Atti 28:25), e gli scritti che sono il risultato della rivelazione divina e della comunicazione ai rispettivi autori biblici si dice di essere ispirato (theopneustos, II Tim. 3:16). Though grammatically passive, this term is dynamic in nature, meaning literally "God-breathed" in an outward rather than an inward direction. Anche se grammaticalmente passiva, questo termine è di natura dinamica, che significa letteralmente "ispirata da Dio" in un verso l'esterno, piuttosto che una direzione verso l'interno. God has "breathed out" Scripture as a function of his creative activity, making the revealed word of God authoritative for human salvation and instruction in divine truth. Dio ha "respirato fuori" Scrittura in funzione della sua attività creativa, rendendo la parola di Dio rivelata autorevole per la salvezza dell'uomo e l'istruzione nella verità divina.

BELIEVE Religious Information Source web-siteCREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
BELIEVE Religious Information SourceCREDERE Informazione Religiosa Fonte
Our List of 2,300 Religious Subjects

Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mailE-mail
RK Harrison RK Harrison
(Elwell Evangelical Dictionary) (Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliography Bibliografia
EJ Young, Thy Word Is Truth; R. Mayer, NIDNTT, III, 482-97. EJ Young, la tua parola è verità; R. Mayer, NIDNTT, III, 482-97.


Scripture Sacre Scritture

Advanced Information Informazioni avanzate

Scripture invariably in the New Testament denotes that definite collection of sacred books, regarded as given by inspiration of God, which we usually call the Old Testament (2 Tim. 3:15, 16; John 20:9; Gal. 3:22; 2 Pet. 1:20). Scrittura sempre nel Nuovo Testamento indica che la raccolta definitiva dei libri sacri, considerati come ispirata da Dio, che di solito chiamiamo l'Antico Testamento (2 Tim 3:15, 16;. Giovanni 20:9;. Gal 3:22; 2 Pi. 1:20). It was God's purpose thus to perpetuate his revealed will. E 'stato lo scopo di Dio in tal modo di perpetuare la sua volontà rivelata. From time to time he raised up men to commit to writing in an infallible record the revelation he gave. Di tanto in tanto alzava gli uomini fino a impegnarsi a scrivere in un record infallibile della rivelazione ha dato. The "Scripture," or collection of sacred writtings, was thus enlarged from time to time as God saw necessary. La "Scrittura", o degli scritti di raccolta di sacri, è stato quindi ampliato di volta in volta come Dio vide necessario. We have now a completed "Scripture," consisting of the Old and New Testaments. Abbiamo ora un termine "Scritture", che consiste dei Vecchio e Nuovo Testamento. The Old Testament canon in the time of our Lord was precisely the same as that which we now possess under that name. Il canone dell'Antico Testamento al tempo di nostro Signore era esattamente la stessa di quella che abbiamo ora con questo nome. He placed the seal of his own authority on this collection of writings, as all equally given by inspiration (Matt. 5:17; 7:12; 22:40; Luke 16: 29, 31). Ha messo il sigillo della sua autorità su questa raccolta di scritti, come tutti ugualmente ispirata (Matteo 5:17; 7:12; 22:40; Luca 16: 29, 31).

(Easton Illustrated Dictionary) (Easton Illustrated Dictionary)


Scripture Sacre Scritture

Catholic Information Informazioni cattolica

Sacred Scripture is one of the several names denoting the inspired writings which make up the Old and New Testament. La Sacra Scrittura è uno dei diversi nomi che denotano ispirato scritti che compongono il Vecchio e Nuovo Testamento.

I. USE OF THE WORD I. USO DELLA PAROLA

The corresponding Latin word scriptura occurs in some passages of the Vulgate in the general sense of "writing"; eg, Ex., xxxii, 16: "the writing also of God was graven in the tables"; again, II Par., xxxvi, 22: "who [Cyrus] commanded it to be proclaimed through all his kingdom, and by writing also". La scriptura corrispondente parola latina si verifica in alcuni passi della Vulgata, nel senso generale di "scrittura": ad esempio, Ex, XXXII, 16: "la scrittura anche di Dio era scolpita nelle tavole", ancora una volta, II Par, XXXVI.. , 22: "Chi [Ciro] comandato a essere proclamato con tutto il suo regno, e scrivendo anche". In other passages of the Vulgate the word denotes a private (Tob., viii, 24) or public (Ezra 2:62; Nehemiah 7:64) written document, a catalogue or index (Ps. lxxxvi, 6), or finally portions of Scripture, such as the canticle of Ezechias (Isaiah 38:5), and the sayings of the wise men (Ecclus., xliv, 5). In altri passi della Vulgata la parola indica un privato (Tob., viii, 24) o pubblica (Esdra 2:62; Neemia 7:64) documento scritto, un catalogo o un indice (Sal. LXXXVI, 6), o infine porzioni della Scrittura, come il cantico di Ezechia (Isaia 38:5), e le parole dei saggi (Ecclus., XLIV, 5). The writer of II Par., xxx, 5, 18, refers to prescriptions of the Law by the formula "as it is written", which is rendered by the Septuagint translators kata ten graphen; para ten graphen, "according to Scripture". . Lo scrittore di II Par., xxx, 5, 18, si riferisce alle prescrizioni della Legge, con la formula "come è scritto", che è reso dai Settanta traduttori dieci kata graphen; para dieci graphen, "secondo le Scritture". The same expression is found in I Esdr., iii, 4, and II Esdr., viii, 15; here we have the beginning of the later form of appeal to the authority of the inspired books gegraptai (Matthew 4:4, 6, 10; 21:13; etc.), or kathos gegraptai (Romans 1:11; 2:24, etc.), "it is written", "as it is written". La stessa espressione si trova in I ESDR, III, 4, e ESDR II, VIII, 15;.. Qui abbiamo l'inizio della tarda forma di ricorso alla autorità del ispirato libri gegraptai (Matteo 4:4, 6, 10, 21:13, ecc), o Kathos gegraptai (Romani 1:11; 2:24, ecc), "è scritto", "come è scritto".

As the verb graphein was thus employed to denote passages of the sacred writings, so the corresponding noun he graphe gradually came to signify what is pre-eminently the writing, or the inspired writing. Come il graphein verbo è stato quindi impiegato per indicare passaggi degli scritti sacri, in modo che il sostantivo corrispondente è graphe è venuto gradualmente a significare ciò che è per eccellenza la scrittura, o la scrittura ispirata. This use of the word may be seen in John, vii, 38; x, 35; Acts, viii, 32; Rom., iv, 3; ix, 17; Gal., iii, 8; iv, 30; II Tim., iii, 16; James, ii, 8; I Pet., ii, 6; II Pet., i, 20; the plural form of the noun, ai graphai, is used in the same sense in Matt., xxi, 42; xxii, 29; xxvi, 54; Mark, xii, 24; xiv, 49; Luke, xxiv, 27, 45; John, v, 39; Acts, xvii, 2, 17; xviii, 24, 28; I Cor., xv, 3, 4. Questo uso della parola può essere visto in Giovanni, VII, 38, x, 35; Atti, VIII, 32; Rom, iv, 3,. IX, 17,. Gal, III, 8, iv, 30, II Tim. , iii, 16; James, ii, 8, I Pet, ii, 6;. II Pietro, I, 20,. la forma plurale del sostantivo, ai graphai, viene utilizzato nello stesso senso in Matteo, XXI, 42. , XXII, 29, XXVI, 54; Mark, xii, 24; xiv, 49, Luca, XXIV, 27, 45, Giovanni, v, 39, Atti, XVII, 2, 17, xviii, 24, 28, I Cor. , xv, 3, 4. In a similar sense are employed the expressions graphai hagiai (Romans 1:2), ai graphai ton propheton (Matthew 26:56), graphai prophetikai (Romans 16:26). In un certo senso simile sono impiegate le espressioni graphai hagiai (Romani 1:2), ai graphai ton propheton (Matteo 26:56), graphai prophetikai (Romani 16:26). The word has a somewhat modified sense in Christ's question, "and have you not read this scripture" (Mark 12:10). La parola ha un senso un po 'modificato in questione, di Cristo, "e non avete letto questa Scrittura" (Marco 12:10). In the language of Christ and the Apostles the expression "scripture" or "scriptures" denotes the sacred books of the Jews. Nel linguaggio di Cristo e degli Apostoli la "scrittura" espressione o "scritture" indica i libri sacri degli ebrei. The New Testament uses the expressions in this sense about fifty times; but they occur more frequently in the Fourth Gospel and the Epistles than in the synoptic Gospels. Il Nuovo Testamento utilizza le espressioni in questo senso una cinquantina di volte, ma si verificano più frequentemente nel Quarto Vangelo e le Epistole che nei Vangeli sinottici. At times, the contents of Scripture are indicated more accurately as comprising the Law and the Prophets (Romans 3:21; Acts 28:23), or the Law of Moses, the Prophets, and the Psalms (Luke 24:44). A volte, il contenuto della Scrittura sono indicati con maggiore precisione come comprendente la Legge ei Profeti (Romani 3:21; Atti 28:23), o la Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi (Luca 24:44). The Apostle St. Peter extends the designation Scripture also to tas loipas graphas (2 Peter 3:16), denoting the Pauline Epistles; St. Paul (1 Timothy 5:18) seems to refer by the same expression to both Deuteronomy 25:4 and Luke 10:7. L'Apostolo San Pietro si estende la Scrittura designazione anche per tas loipas graphas (2 Pietro 3:16), che indica le Epistole paoline, St. Paul (1 Timoteo 5:18) sembra fare riferimento per la stessa espressione sia Deuteronomio 25:4 e Luca 10:7.

It is disputed whether the word graphe in the singular is ever used of the Old Testament as a whole. E 'pacifico che il graphe parola al singolare è mai usato del Vecchio Testamento nel suo insieme. Lightfoot (Galatians 3:22) expresses the opinion that the singular graphe in the New Testament always means a particular passage of Scripture. Lightfoot (Galati 3:22) esprime il parere che la graphe singolare nel Nuovo Testamento significa sempre un particolare passaggio della Scrittura. But in Rom., iv, 3, he modifies his view, appealing to Dr. Vaughan's statement of the case. Ma in Rm., IV, 3, si modifica la sua visione, facendo appello alla dichiarazione Dr. Vaughan del caso. He believes that the usage of St. John may admit a doubt, though he does not think so, personally; but St. Paul's practice is absolute and uniform. Egli ritiene che l'uso di San Giovanni può ammettere un dubbio, anche se non la pensa così, personalmente, ma la pratica di St. Paul è assoluta ed uniforme. Mr. Hort says (1 Peter 2:6) that in St. John and St. Paul he graphe is capable of being understood as approximating to the collective sense (cf. Westcott, "Hebr.", pp. 474 sqq.; Deissmann, "Bibelstudien", pp. 108 sqq., Eng. tr., pp. 112 sqq., Warfield, "Pres. and Reform. Review", X, July, 1899, pp. 472 sqq.). Mr. Hort dice (1 Pietro 2:6), che a St. John e St. Paul ha graphe è suscettibile di essere inteso come approssimazione al senso collettivo (cfr. Westcott,, pp 474 ss "Eb.";. Deissmann , "Bibelstudien", pp 108 ss., l'Ing. tr., pp 112 ss., Warfield, "Pres. e la riforma. Recensione", X, luglio, 1899, pp 472 ss.). Here arises the question whether the expression of St. Peter (II, Pet., iii, 16) tas loipas graphas refers to a collection of St. Paul's Epistles. Qui si pone la questione se l'espressione di San Pietro (II, Pet., Iii, 16) tas loipas graphas si riferisce ad una raccolta di epistole di San Paolo. Spitta contends that the term graphai is used in a general non-technical meaning, denoting only writings of St. Paul's associates (Spitta, "Der zweite Brief des Petrus und der Brief des Judas", 1885, p. 294). Spitta sostiene che il graphai termine è usato in un generale senso non tecnico, che denota scritti solo i soci di St. Paul (Spitta, "Der zweite Brief des Petrus und der Brief des Giuda", 1885, pag. 294). Zahn refers the term to writings of a religious character which could claim respect in Christian circles either on account of their authors or on account of their use in public worship (Einleitung, pp. 98 sqq., 108). Zahn si riferisce il termine di scritti di carattere religioso, che potrebbe pretendere il rispetto negli ambienti cristiani sia a causa dei loro autori o, a causa del loro uso in pubblico il culto (Einleitung, pp 98 ss., 108). But Mr. FH Chase adheres to the principle that the phrase ai graphai used absolutely points to a definite and recognized collection of writings, ie, Scriptures. Ma il signor FH Chase si attiene al principio che la frase ai graphai usato assolutamente punti per una collezione definita e riconosciuta di scritti, vale a dire, Scritture. The accompanying words, kai, tas loipas, and the verb streblousin in the context confirm Mr. Chase in his conviction (cf. Dict. of the Bible, III, p. 810b). Le parole di accompagnamento, kai, tas loipas, e il verbo streblousin nel contesto confermano il signor Chase nella sua convinzione (cfr. Dict. Della Bibbia, III, p. 810B).

II. II. NATURE OF SCRIPTURE Natura della Scrittura

A. According to the Jews A. Secondo gli ebrei

Whether the terms graphe, graphai, and their synonymous expressions to biblion (Nehemiah 8:8), ta biblia (Dan., ix, 2), kephalis bibliou (Psalm 39:8), he iera biblos (2 Maccabees 8:23), ta biblia ta hagia (1 Maccabees 12:9), ta iera grammata (2 Timothy 3:15) refer to particular writings or to a collection of books, they at least show the existence of a number of written documents the authority of which was generally accepted as supreme. Se il graphe termini, graphai, e le loro espressioni sinonimo di biblion (Neemia 8:8), ta biblia (Dan., IX, 2), kephalis bibliou (Salmo 39:8), che iera biblos (2 Maccabei 08:23) , ta ta Biblia hagia (1 Maccabei 0:09), Iera ta grammata (2 Timoteo 3:15) si riferiscono agli scritti particolari o per una collezione di libri, per lo meno dimostrare l'esistenza di un certo numero di documenti scritti la cui autorità è stata generalmente accettata come suprema. The nature of this authority may be inferred from a number of other passages. La natura di questa autorità può essere desunta da una serie di altri passaggi. According to Deut., xxxi, 9-13, Moses wrote the Book of the Law (of the Lord), and delivered it to the priests that they might keep it and read it to the people; see also Ex., xvii, 14; Deut., xvii, 18-19; xxvii, 1; xxviii, 1; 58-61; xxix, 20; xxx, 10; xxxi, 26; 1 Samuel 10:25; 1 Kings 2:3; 2 Kings 22:8. . Secondo Dt, XXXI, 9-13, Mosè scrisse il libro della legge (del Signore), e consegnato ai sacerdoti che potrebbe mantenere e lo lesse al popolo, vedi anche Es, XVII, 14. , Deut, xvii, 18-19; XXVII, 1, XXVIII, 1, 58-61, XXIX, 20, xxx, 10, XXXI, 26; 1 Samuele 10:25; 1 Re 2:3; 2 Re 22.: 8. It is clear from 2 Kings 23:1-3, that towards the end of the Jewish kingdom the Book of the Law of the Lord was held in the highest honour as containing the precepts of the Lord Himself. E 'chiaro da 2 Re 23:1-3, che verso la fine del regno ebraico il libro della legge del Signore, si è tenuta a la più alta onorificenza come contenente i precetti del Signore stesso. That this was also the case after the Captivity, may be inferred from II Esdr., viii, 1-9, 13,14, 18; the book here mentioned contained the injuctions concerning the Feast of Tabernacles found in Lev., xxiii, 34 sq.; Deut., xvi, 13 sq., and is therefore identical with the pre-Exilic Sacred Books. Che questo è stato anche il caso dopo la cattività, possono essere dedotte da ESDR II, VIII, 1-9, 13,14, 18,. Del libro qui citato conteneva le injuctions riguardanti la festa delle Capanne si trovano in Lev, XXIII, 34. sq;. Dt, xvi, 13 mq, ed è quindi identico con i Libri Sacri pre-Esilio. According to I Mach., i, 57-59, Antiochus commanded the Books of the Law of the Lord to be burned and their retainers to slain. Secondo I Mach., I, 57-59, Antioco ordinò i libri della legge del Signore, per essere bruciati e le loro fermi a ucciso. We learn from II Mach., ii, 13, that at the time of Nehemias there existed a collection of books containing historical, prophetical, and psalmodic writings; since the collection is represented as unifrom, and since the portions were considered as certainly of Divine authority, we may infer that this characteristic was ascribed to all, at least in some degree. Impariamo da Mach II, II, 13, che, al momento di Nehemias esisteva una collezione di libri contenenti storici, scritti profetici, e salmodico,. Poiché la raccolta è rappresentata come unifrome, e dato che le porzioni sono state considerate come certamente della Divina autorità, possiamo dedurre che questa caratteristica è stata attribuita a tutti, almeno in qualche misura. Coming down to the time of Christ, we find that Flavius Josephus attributes to the twenty-two protocanonical books of the Old Testament Divine authority, maintaining that they had been written under Divine inspiration and that they contain God's teachings (Contra Appion., I, vi-viii). Scendendo al tempo di Cristo, troviamo che Flavio attributi Giuseppe Flavio ai 22 protocanonical libri del Vecchio autorità Testamento divina, sostenendo che erano stati scritti sotto ispirazione divina e che essi contengono di Dio insegnamenti (Appion Contra., I, VI-VIII). The Hellenist Philo too is acquainted with the three parts of the sacred Jewish books to which he ascribes an irrefragable authority, because they contain God's oracles expressed through the instrumentality of the sacred writers ("De vit. Mosis", pp. 469, 658 sq.; "De monarchia", p. 564). Il Philo ellenista troppo è a conoscenza delle tre parti dei libri sacri ebraici a cui egli attribuisce un'autorità irrefragabile, perché contengono oracoli di Dio espressa attraverso la strumentalità degli scrittori sacri ("De vit. Mosis", pp 469, 658 mq .; "De Monarchia", p 564)..

B. According to Christian Living B. Secondo la vita cristiana

This concept of Scripture is fully upheld by the Christian teaching. Questo concetto della Scrittura è pienamente confermata dalla dottrina cristiana. Jesus Christ Himself appeals to the authority of Scripture, "Search the scriptures" (John 5:39); He maintains that "one jot, or one tittle shall not pass of the law, till all be fulfilled" (Matthew 5:18); He regards it as a principle that "the Scripture cannot be broken" (John 10:35); He presents the word of Scripture as the word of the eternal Father (John 5:33-41), as the word of a writer inspired by the Holy Ghost (Matthew 22:43), as the word of God (Matthew 19:4-5; 22:31); He declares that "all things must needs be fulfilled which are written in the law of Moses, and in the prophets, and in the psalms, concerning me (Luke 24:44). The Apostles knew that "prophecy came not by the will of man at any time: but the holy men of God spoke, inspired by the Holy Ghost" (2 Peter 1:21); they regarded "all scripture, inspired of God" as "profitable to teach, to reprove, to correct, to instruct in justice" (2 Timothy 3:16). They considered the words of Scripture as the words of God speaking in the inspired writer or by the mouth of the inspired writer (Hebrews 4:7; Acts 1:15-16; 4:25). Finally, they appealed to Scripture as to an irresistible authority (Rom., passim), they supposed that parts of Scripture have a typical sense such as only God can employ (John 19:36; Hebrews 1:5; 7:3 sqq.), and they derived most important conclusions even from a few words or certain grammatical forms of Scripture (Galatians 3:16; Hebrews 12:26-27). It is not surprising, then, that the earliest Christian writers speak in the same strain of the Scriptures. St. Clement of Rome (I Cor., xlv) tells his readers to search the Scriptures for the truthful expressions of the Holy Ghost. St. Irenæus (Adv. haer., II, xxxviii, 2) considers the Scriptures as uttered by the Word of God and His Spirit. Origen testifies that it is granted by both Jews and Christians that the Bible was written under (the influence of) the Holy Ghost (Contra Cels., V, x); again, he considers it as proven by Christ's dwelling in the flesh that the Law and the Prophets were written by a heavenly charisma, and that the writings believed to be the words of God are not men's work (De princ., iv, vi). St. Clement of Alexandria receives the voice of God who has given the Scriptures, as a reliable proof (Strom., ii). Gesù Cristo stesso fa appello all'autorità della Scrittura, "le Scritture" (Giovanni 5:39), Egli afferma che "neppure un iota, o un solo apice non passerà dalla legge, senza che tutto sia compiuto" (Matteo 5:18) , Egli lo considera come un principio che "la Scrittura non può essere annullata" (Giovanni 10:35), Egli presenta la parola della Scrittura come parola del Padre eterno (Giovanni 5:33-41), come la parola di uno scrittore ispirato dallo Spirito Santo (Matteo 22:43), come la parola di Dio (Matteo 19:4-5; 22:31), Egli dichiara che "tutte le cose devono essere soddisfatte esigenze che sono scritte nella legge di Mosè, e . nei profeti e nei salmi, per quanto riguarda me (Luca 24:44) Gli Apostoli sapevano che "nessuna profezia venne mai dalla volontà dell'uomo, in qualsiasi momento: ma i santi uomini di Dio hanno parlato, ispirato dallo Spirito Santo" ( 2 Pietro 1:21). essi consideravano "Tutta la Scrittura, ispirata da Dio" come "vantaggioso per insegnare, per rimproverare, per correggere, per istruire nella giustizia" (2 Timoteo 3:16) Sono considerate le parole della Scrittura come il parole di Dio che parla nella ispirato scrittore o per bocca dello scrittore ispirato (Ebrei 4:7; Atti 1:15-16, 4:25). Infine, hanno fatto appello alla Scrittura da un'autorità irresistibile (Rm, passim ), si suppone che le parti della Scrittura hanno un senso tipico, come solo Dio può impiegare (Giovanni 19:36, Ebrei 1:5;. 07:03 ss), e loro derivati ​​conclusioni più importanti anche da alcune parole o alcune grammaticali forme della Scrittura (Galati 3:16, Ebrei 12,26-27). Non sorprende, allora, che i primi scrittori cristiani parlare nello stesso tono delle Scritture San Clemente di Roma (I Cor, XLV.). dice ai suoi lettori di cercare le Scritture per le espressioni veritiere dello Spirito Santo. S. Ireneo (Adv. Haer., II, XXXVIII, 2) ritiene che le Scritture come pronunciate dalla Parola di Dio e del suo Spirito. Origene testimonia che si tratta di concesso da ebrei e cristiani che la Bibbia è stata scritta sotto (l'influenza) dello Spirito Santo (Contra Cels, V, x.), ancora una volta, egli considera come dimostrato da dimora di Cristo nella carne che la legge ed i profeti hanno scritto da un carisma celeste, e che gli scritti che si ritiene essere le parole di Dio non sono il lavoro degli uomini (De princ., IV, VI). San Clemente di Alessandria riceve la voce di Dio che ha dato le Scritture, come un affidabile prova (Strom., ii).

C. According to Ecclesiastical Documents C. Secondo documenti ecclesiastici

Not to multiply patristic testimony for the Divine authority of Scripture, we may add the official doctrine of the Church on the nature of Sacred Scripture. Per non moltiplicare testimonianza patristica per l'autorità divina della Scrittura, possiamo aggiungere la dottrina ufficiale della Chiesa sulla natura della Sacra Scrittura. The fifth ecumenical council condemned Theodore of Mopsuestia for his opposition against the Divine authority of the books of Solomon, the Book of Job, and the Canticle of Canticles. Il quinto Concilio Ecumenico condannato Teodoro di Mopsuestia per la sua opposizione contro l'autorità divina dei libri di Salomone, del Libro di Giobbe, e il Cantico dei Cantici. Since the fourth century the teaching of the Church concerning the nature of the Bible is practically summed up in the dogmatic formula that God is the author of Sacred Scripture. Dal quarto secolo l'insegnamento della Chiesa sulla natura della Bibbia è praticamente riassunto nella formula dogmatica che Dio è l'autore della Sacra Scrittura. According to the first chapter of the Council of Carthage (AD 398), bishops before being consecrated must express their belief in this formula, and this profession of faith is exacted of them even today. Secondo il primo capitolo del Concilio di Cartagine (AD 398), prima di essere consacrati vescovi devono esprimere la loro fede in questa formula, e questa professione di fede si esige di loro ancora oggi. In the thirteenth century, Innocent III imposed this formula on the Waldensians; Clement IV exacted its acceptance from Michael Palaeologus, and the emperor actually accepted it in his letter to the Second Council of Lyons (1272). Nel XIII secolo, Innocenzo III imposto questa formula per i Valdesi, Clemente IV esigeva la sua accettazione da parte di Michele Paleologo, e l'imperatore in realtà accettata nella sua lettera al Concilio di Lione (1272). The same formula was repeated in the fifteenth century by Eugenius IV in his Decree for the Jacobites, in the sixteenth century by the Council of Trent (Sess. IV, decr. de can. Script.), and in the nineteenth century by the Vatican Council. La stessa formula è stata ripetuta nel XV secolo da Eugenio IV nel suo decreto per i Giacobiti, nel XVI secolo dal Concilio di Trento (Sess. IV, dim. De can. Script.), E nel XIX secolo da parte del Vaticano Consiglio. What is implied in this Divine authorship of Sacred Scripture, and how it is to be explained, has been set forth in the article INSPIRATION. Che cosa implica questa paternità divina della Sacra Scrittura, e come si spiega, è stato stabilito nel INSPIRATION articolo.

III. III. COLLECTION OF SACRED BOOKS RACCOLTA DEI LIBRI SACRI

What has been said implies that Scripture does not refer to any single book, but comprises a number of books written at different times and by different writers working under the inspiration of the Holy Ghost. Quanto detto implica che la Scrittura non si riferisce a nessun singolo libro, ma comprende una serie di libri scritti in tempi diversi e da diversi scrittori che lavorano sotto l'ispirazione dello Spirito Santo. Hence the question, how could such a collection be made, and how was it made in point of fact? Di qui la domanda, come potrebbe essere ad esempio una collezione fatta, e come è stato fatto in punto di fatto?

A. Question of Right Domanda A. Diritto

The main difficulty as to the first question (quoestio juris) arises from the fact that a book must be Divinely inspired in order to lay claim to the dignity of being regarded as Scripture. La difficoltà principale per quanto riguarda la prima questione (quoestio juris) deriva dal fatto che un libro deve essere divinamente ispirata, al fine di rivendicare la dignità di essere considerati come Scrittura. Various methods have been suggested for ascertaining the fact of inspiration. Vari metodi sono stati proposti per l'accertamento della inspirazione. It has been claimed that so-called internal criteria are sufficient to lead us to the knowledge of this fact. E 'stato affermato che i criteri interni cosiddetti sono sufficienti per portare alla conoscenza di questo fatto. But on closer investigation they prove inadequate. Ma un esame più attento si rivelano inadeguate.

Miracles and prophecies require a Divine intervention in order that they may happen, not in order that they may be recorded; hence a work relating miracles or prophecies is not necessarily inspired. I miracoli e le profezie richiedono un intervento divino in modo che essi non può accadere, in modo che possano essere registrati, di conseguenza un lavoro relativo miracoli o profezie non è necessariamente ispirato.

The so-called ethico-aesthetic criterium is inadequate. Il cosiddetto etico-estetico criterium è inadeguata. It fails to establish that certain portions of Scripture are inspired writings, eg, the genealogical tables, and the summary accounts of the kings of Juda, while it favours the inspiration of several post-Apostolic works, eg, of the "Imitation of Christ", and of the "Epistles" of St. Ignatius Martyr. Non riesce a stabilire che alcune parti della Scrittura sono ispirati scritti, ad esempio, le tavole genealogiche, ei conti di riepilogo dei re di Giuda, mentre favorisce l'ispirazione di alcuni post-apostolici opere, ad esempio, della "Imitazione di Cristo" , e delle "Epistole" di S. Ignazio Martire.

The same must be said of the psychological criterium, or the effect which the perusal of Scripture produces in the heart of the reader. Lo stesso si deve dire del criterio psicologico, o l'effetto che la lettura della Scrittura produce nel cuore del lettore. Such emotions are subjective, and vary in different readers. Tali emozioni sono soggettive e variano in diversi lettori. The Epistle of St. James appeared strawlike to Luther, divine to Calvin. La Lettera di San Giacomo apparve strawlike a Lutero, Calvino divina.

These internal criteria are inadequate even if they be taken collectively. Tali criteri interni sono insufficienti, anche se essere prese collettivamente. Wrong keys are unable to open a lock whether they be used singly or collectively. Tasti sbagliati non sono in grado di aprire una serratura se essere usati singolarmente o collettivamente.

Other students of this subject have endeavored to establish Apostolic authorship as a criterium of inspiration. Altri studenti di questo tema hanno cercato di stabilire la paternità Apostolica quale criterio di ispirazione. But this answer does not give us a criterium for the inspiration of the Old Testament books, nor does it touch the inspiration of the Gospels of St. Mark and St. Luke, neither of whom was an Apostle. Ma questa risposta non ci dà un criterio per l'ispirazione dei libri del Vecchio Testamento, né tocca l'ispirazione del Vangelo di San Marco e San Luca, nessuno dei quali era un apostolo. Besides, the Apostles were endowed with the gift of infallibility in their teaching, and in their writing as far as it formed part of their teaching; but infallibility in writing does not imply inspiration. Inoltre, gli Apostoli sono stati arricchiti con il dono dell'infallibilità nel loro insegnamento, e nella loro forma scritta, per quanto faceva parte del loro insegnamento, ma l'infallibilità in forma scritta non implica ispirazione. Certain writings of the Roman pontiff may be infallible, but they are not inspired; God is not their author. Alcuni scritti del romano pontefice può essere infallibile, ma non sono ispirati, Dio non è l'autore. Nor can the criterium of inspiration be placed in the testimony of history. Né il criterio di ispirazione essere collocato nella testimonianza della storia. For inspiration is a supernatural fact, known only to God and probably to the inspired writer. Per l'ispirazione è un fatto soprannaturale, noto solo a Dio e, probabilmente, per l'autore ispirato. Hence human testimony concerning inspiration is based, at best, on the testimony of one person who is, naturally speaking, an interested party in the matter concerning which he testifies. Quindi la testimonianza umana della ispirazione si basa, nella migliore delle ipotesi, sulla testimonianza di una persona che è, naturalmente parlando, una parte interessata nella questione che testimonia. The history of the false prophets of former times as well as of our own day teaches us the futility of such testimony. La storia dei falsi profeti di un tempo e dei nostri giorni ci insegna l'inutilità di tale testimonianza. It is true that miracles and prophecy may, at times, confirm such human testimony as to the inspiration of a work. E 'vero che i miracoli e profezia può, a volte, confermano tale testimonianza umana da l'ispirazione di un lavoro. But, in the first place, not all inspired writers have been prophets or workers of miracles; in the second place, in order that prophecies or miracles may serve as proof of inspiration, it must be clear that the miracles were performed, and the prophecies were uttered, to establish the fact in question; in the third place, if this condition be verified, the testimony for inspiration is no longer merely human, but it has become Divine. Ma, in primo luogo, non tutti gli scrittori sono stati ispirati profeti o vengono i miracoli, in secondo luogo, in modo che le profezie o miracoli possono costituire la prova di ispirazione, deve essere chiaro che i miracoli sono stati effettuati, e le profezie sono state pronunciate, per stabilire il fatto in questione, in terzo luogo, se questa condizione non è verificata, la testimonianza di ispirazione non è più soltanto umana, ma è diventata divina. No one will doubt the sufficiency of Divine testimony to establish the fact of inspiration; on the other hand, no one can deny the need of such testimony in order that we may distinguish with certainty between an inspired and a non-inspired book. Nessuno dubiterà la sufficienza della testimonianza divina per stabilire il fatto di ispirazione, d'altra parte, nessuno può negare la necessità di tale testimonianza, in modo che possiamo distinguere con certezza tra un ispirato e un non-libro ispirato.

B. Question of Fact Domanda B. Fatto

It is a rather difficult problem to state with certainty, how and when the several books of the Old and the New Testament were received as sacred by the religious community. Si tratta di un problema piuttosto difficile affermare con certezza, come e quando i diversi libri del Vecchio e del Nuovo Testamento sono stati ricevuti come sacri dalla comunità religiosa. Deut., xxxi, 9, 24 sqq., informs us that Moses delivered the Book of the Law to the Levites and the ancients of Israel to be deposited "in the side of the ark of the covenant"; according to Deut., xvii, 18, the king had to procure for himself a copy of at least a part of the book, so as to "read it all the days of his life". .. Dt, XXXI, 9, 24 ss, ci informa che Mosè consegnato il libro della legge ai leviti e gli anziani d'Israele per essere depositati "nel fianco del arca dell'alleanza",. Secondo Deut, xvii , 18, il re doveva procurare a sé una copia di almeno una parte del libro, in modo da "leggere tutti i giorni della sua vita". Josue (xxiv, 26) added his portion to the law-book of Israel, and this may be regarded as the second step in the collection of the Old Testament writings. Josue (XXIV, 26) ha aggiunto la sua parte la legge-book di Israele, e questo può essere considerato come il secondo passo nella raccolta degli scritti dell'Antico Testamento. According to Is., xxxiv, 16, and Jer., xxxvi, 4, the prophets Isaias and Jeremias collected their respective prophetic utterances. Secondo Is., Xxxiv, 16 e Ger., Xxxvi, 4, i profeti Isaia e Geremia raccolto le loro espressioni rispettivi profetiche. The words of II Par., xxix, 30, lead us to suppose that in the days of King Ezechias there either existed or originated a collection of the Psalms of David and of Asaph. Le parole di II Par., XXIX, 30, ci portano a supporre che nei giorni del re Ezechia non vi sia esistito o origine una raccolta di Salmi di Davide e di Asaf. From Prov., xxv, 1, one may infer that about the same time there was made a collection of the Solomonic writings, which may have been added to the collection of psalms. Da Prov., XXV, 1, si può dedurre che circa lo stesso tempo vi è stata fatta una raccolta di scritti Solomonic, che possono essere stati aggiunti alla raccolta di salmi. In the second century BC the Minor Prophets had been collected into one work (Ecclus., xlix, 12) which is cited in Acts, vii, 42, as "the books of the prophets". Nel II secolo aC i profeti minori erano stati raccolti in un unico lavoro (Ecclus., XLIX, 12) che è citato in Atti, VII, 42, come "i libri dei profeti". The expressions found in Dan., ix, 2, and I Mach., xii, 9, suggest that even these smaller collections had been gathered into a larger body of sacred books. Le espressioni che si trovano in Dan., IX, 2, e io Mach., XII, 9, suggeriscono che anche queste piccole collezioni erano state raccolte in un insieme più grande di libri sacri. Such a larger collection is certainly implied in the words II Mach., ii, 13, and the prologue of Ecclesiasticus. Tale insieme più grande è certamente implicita nelle parole II Mach., II, 13, e il prologo di Ecclesiastico. Since these two passages mention the main divisions of the Old-Testament canon, this latter must have been completed, at least with regard to the earlier books, during the course of the second century BC Dal momento che questi due passaggi menzionare le divisioni principali del Vecchio Testamento-canon, quest'ultimo deve essere stato completato, almeno per quanto riguarda i libri precedenti, nel corso del II secolo aC

It is generally granted that the Jews in the time of Jesus Christ acknowledged as canonical or included in their collection of sacred writings all the so-called protocanonical books of the Old Testament. E 'generalmente scontato che gli ebrei al tempo di Gesù Cristo, riconosciuto come canonico o incluso nella loro raccolta di scritti sacri tutti i libri protocanonical cosiddetti del Vecchio Testamento. Christ and the Apostles endorsed this faith of the Jews, so that we have Divine authority for their Scriptural character. Cristo e gli Apostoli, ha approvato questa fede degli ebrei, in modo da avere l'autorità divina per il loro carattere scritturale. As there are solid reasons for maintaining that some of the New-Testament writers made use of the Septuagint version which contained the deuterocanonical books of the Old Testament, these latter too are in so far attested as part of Sacred Scripture. Come ci sono solide ragioni per sostenere che alcuni dei Nuovo Testamento-scrittori si sono avvalsi della versione dei Settanta che conteneva i libri deuterocanonici dell'Antico Testamento, questi ultimi sono troppo in quanto attestata come parte della Sacra Scrittura. Again, II Pet., iii, 15-16, ranks all the Epistles of St. Paul with the "other scriptures", and I Tim., v, 18, seems to quote Luke, x, 7, and to place it on a level with Deut., xxv, 4. Anche in questo caso, II Pet., III, 15-16, classifica tutte le epistole di St. Paul con le "altre scritture", e io Tim., V, 18, sembra citare Luca, x, 7, e di collocarlo su un livello con Deut., XXV, 4. But these arguments for the canonicity of the deuterocanonical books of the Old Testament, of the Pauline Epistles, and of the Gospel of St. Luke do not exclude all reasonable doubt. Ma questi argomenti per la canonicità dei libri deuterocanonici dell'Antico Testamento, delle Epistole paoline, e del Vangelo di San Luca non escludono ogni ragionevole dubbio. Only the Church, the infallible bearer of tradition, can furnish us invincible certainty as to the number of the Divinely inspired books of both the Old and the New Testament. Solo la Chiesa, portatrice infallibile della tradizione, ci può fornire la certezza invincibile quanto riguarda il numero dei libri divinamente ispirati del Vecchio e del Nuovo Testamento. See CANON OF THE HOLY SCRIPTURES. Vedi CANON delle Sacre Scritture.

IV. IV. DIVISION OF SCRIPTURE DIVISIONE DI SCRITTURA

A. Old and New Testaments A. Antico e Nuovo Testamento

As the two dispensations of grace separated from each other by the advent of Jesus are called the Old and the New Testament (Matthew 26:28; 2 Corinthians 3:14), so were the inspired writings belonging to either economy of grace from the earliest times called books of the Old or of the New Testament, or simply the Old or the New Testament. Poiché i due dispensazioni di grazia separati l'uno dall'altro con l'avvento di Gesù sono chiamati l'Antico e il Nuovo Testamento (Matteo 26:28; 2 Corinzi 3:14), quindi erano gli scritti ispirati appartenenti a una economia della grazia fin dalla più tenera volte chiamato libri del Vecchio e del Nuovo Testamento, o semplicemente il Vecchio o del Nuovo Testamento. This name of the two great divisions of the inspired writings has been practically common among Latin Christians from the time of Tertullian, though Tertullian himself frequently employs the name "Instrumentum" or legally authentic document; Cassiodorus uses the title "Sacred Pandects", or sacred digest of law. Questo nome dei due grandi divisioni degli scritti ispirati è stato praticamente comune tra cristiani latini dal tempo di Tertulliano, anche se Tertulliano si impiega spesso il nome di "Instrumentum" o documento giuridicamente autentica, Cassiodoro usa il titolo "Pandette Sacri", o sacra digerire di diritto.

B. Protocanonical and Deuterocanonical B. protocanonici e deuterocanonici

The word "canon" denoted at first the material rule, or instrument, employed in various trades; in a metaphorical sense it signified the form of perfection that had to be attained in the various arts or trades. La parola "canone" indicato in un primo momento la regola materiale, o strumento, impiegato in diversi mestieri, in senso metaforico, stava a indicare la forma di perfezione che doveva essere raggiunto nelle varie arti o mestieri. In this metaphorical sense some of the early Fathers urged the canon of truth, the canon of tradition, the canon of faith, the canon of the Church against the erroneous tenets of the early heretics (St. Clem., "I Cor.", vii; Clem. of Alex., "Strom.", xvi; Orig., "De princip.", IV, ix; etc.). In questo senso metaforico alcuni dei primi Padri esortato il canone della verità, il canone della tradizione, il canone della fede, il canone della Chiesa contro i principi erronei dei primi eretici (San Clem. "Cor." vii,.. Clem di Alex, "Strom.", XVI, Orig., "De Princip.", IV, IX,. ecc.) St. Irenæus employed another metaphor, calling the Fourth Gospel the canon of truth (Adv. haer., III, xi); St. Isidore of Pelusium applies the name to all the inspired writings (Epist., iv, 14). Sant'Ireneo impiegato un'altra metafora, chiamando il quarto Vangelo il canone della verità (Adv. Haer, III, xi.), S. Isidoro di Pelusio applica il nome a tutti gli scritti ispirati (Epist., IV, 14). About the time of St. Augustine (Contra Crescent., II, xxxix) and St. Jerome (Prolog. gal.), the word "canon" began to denote the collection of Sacred Scriptures; among later writers it is used practically in the sense of catalogue of inspired books. Circa il tempo di S. Agostino (. Contra Crescent, II, xxxix) e San Girolamo (. Prolog. gal), la parola "canone" ha cominciato a indicare la raccolta di Sacre Scritture, tra gli scrittori più tardi viene utilizzato praticamente in senso di catalogo dei libri ispirati. In the sixteenth century, Sixtus Senensis, OP, distinguished between protocanonical and deuterocanonical books. Nel XVI secolo, Sisto Senensis, OP, distingue tra protocanonical libri e libri deuterocanonici. This distinction does not indicate a difference of authority, but only a difference of time at which the books were recognized by the whole Church as Divinely inspired. Questa distinzione non indica una differenza di autorità, ma solo una differenza di tempo in cui sono stati riconosciuti i libri da tutta la Chiesa come divinamente ispirato. Deuterocanonical, therefore, are those books concerning the inspiration of which some Churches doubted more or less seriously for a time, but which were accepted by the whole Church as really inspired, after the question had been thoroughly investigated. Deuterocanonici, quindi, sono quei libri riguardanti l'ispirazione di cui alcune Chiese dubitava più o meno seriamente per un tempo, ma che sono stati accettati da tutta la Chiesa come veramente ispirato, dopo che la questione era stata oggetto di studi approfonditi. As to the Old Testament, the Books of Tobias, Judith, Wisdom, Ecclesiasticus, Baruch, I, II, Machabees, and alos Esther, x, 4- xvi, 24, Daniel, iii, 24-90, xiii, 1-xiv, 42, are in this sense deuterocanonical; the same must be said of the following New- Testament books and portions: Hebrews, James, II Peter, II, III John, Jude, Apocalypse, Mark, xiii, 9-20, Luke, xxii, 43-44, John, vii, 53-viii, 11. Per quanto riguarda l'Antico Testamento, i libri di Tobia, Giuditta, Sapienza, Ecclesiastico, Baruch, I, II, Maccabei, e alos Esther, x, 4 - xvi, 24, Daniel, III, 24-90, XIII, 1-xiv , 42 anni, sono in questo senso deuterocanonici, lo stesso si deve dire dei seguenti Nuovo Testamento-libri e porzioni: Ebrei, Giacomo, Pietro II, II, III Giovanni, Giuda, Apocalisse, Mark, XIII, 9-20, Luca, XXII, 43-44, John, vii, 53-VIII, 11. Protestant writers often call the deuterocanonical Books of the Old Testament the Apocrypha. Scrittori protestanti spesso chiamano i libri deuterocanonici dell'Antico Testamento gli Apocrifi.

C. Tripartite Division of Testaments C. divisione tripartita di Testamenti

The prologue of Ecclesiasticus shows that the Old-Testament books were divided into three parts, the Law, the Prophets, and the Writings (the Hagiographa). Il prologo del Siracide mostra che i Vecchio Testamento-libri sono stati divisi in tre parti, la Legge, i Profeti e gli Scritti (Hagiographa). The same division is mentioned in Luke, xxiv, 44, and has been kept by the later Jews. La stessa divisione è menzionato in Luca, XXIV, 44, ed è stato mantenuto dai successivi ebrei. The Law or the Torah comprises only the Pentateuch. La legge o la Torah comprende solo il Pentateuco. The second part contains two sections: the former Prophets (Josue, Judges, Samuel, and Kings), and the latter Prophets (Isaias, Jeremias, Ezechiel, and the Minor Prophets, called the Twelve, and counted as one book). La seconda parte contiene due sezioni: i profeti del passato (Giosuè, Giudici, Samuele e Re), e dei Profeti questi ultimi (Isaia, Geremia, Ezechiele, e dei Profeti Minori, chiamò i Dodici, e considerato come un libro). The third division embraces three kinds of books: first poetical books (Psalms, Proverbs, Job); secondly, the five Megilloth or Rolls (Canticle of Canticles, Ruth, Lamentations, Ecclesiastes, Esther); thirdly, the three remaining books (Daniel, Esdras, Paralipomenon). La terza divisione comprende tre tipi di libri: in primo luogo libri poetici (Salmi, Proverbi, Giobbe), in secondo luogo, i cinque Megilloth o Rolls (Cantico dei Cantici, Ruth, Lamentazioni, Ecclesiaste, Esther), in terzo luogo, i tre libri rimanenti (Daniel, Esdras, Paralipomenon). Hence, adding the five books of the first division to the eight of the second, and the eleven of the third, the entire Canon of the Jewish Scriptures embraces twenty-four books. Quindi, sommando i cinque libri della prima divisione alle otto del secondo, e gli undici del terzo, l'intero Canone delle Scritture ebraiche abbraccia ventiquattro libri. Another arrangement connects Ruth with the Book of Judges, and Lamentations with Jeremias, and thus reduces the number of the books in the Canon to twenty-two. Un'altra sistemazione collega Ruth con il Libro dei Giudici, e Lamentazioni di Geremia, e riduce in tal modo il numero dei libri nel canone per 22. The division of the New-Testament books into the Gospel and the Apostle (Evangelium et Apostolus, Evangelia et Apostoli, Evangelica et Apostolica) began in the writings of the Apostolic Fathers (St. Ignatius, "Ad Philad.", v; "Epist. ad Diogn., xi) and was commonly adopted about the end of the second century (St. Iren., "Adv. haer.", I, iii; Tert., "De praescr.", xxxiv; St. Clem. of Alex., "Strom.", VII, iii; etc.); but the more recent Fathers did not adhere to it. It has been found more convenient to divide both the Old Testament and the New into four, or still better into three parts. The four parts distinguish between legal, historical, didactic or doctrinal, and prophetic books, while the tripartite division adds the legal books (the Pentateuch and the Gospels) to the historical, and retains the other two classes, ie, the didactic and the prophetic books. La divisione del Nuovo Testamento-libri nel Vangelo e l'Apostolo (Evangelium et Apostolus, Evangelia et Apostoli, et Evangelica Apostolica) ha iniziato negli scritti dei Padri Apostolici (S. Ignazio,, v "Ad Philad."; "Epist .. Diogn annuncio, xi) ed è stata comunemente adottata verso la fine del secondo secolo (San Iren, "Adv Haer."., I, iii,. Tert, "De praescr"., xxxiv,. San Clem. di Alex, "Strom.", VII, iii,. ecc)., ma i Padri più recenti non ha aderito ad esso E 'stato trovato più conveniente dividere sia l'Antico Testamento e il Nuovo in quattro, o ancora meglio in tre parti. Le quattro parti di distinguere tra giuridico, storico, didattico o dottrinale, e libri profetici, mentre la divisione tripartita aggiunge i libri legali (il Pentateuco e il Vangelo) per il patrimonio storico, e mantiene le altre due classi, vale a dire, la didattica ei libri profetici.

D. Arrangement of Books Disposizione D. di libri

The catalogue of the Council of Trent arranges the inspired books partly in a topological, partly in a chronological order. Il catalogo del Concilio di Trento organizza libri ispirati in parte in una topologico, in parte in ordine cronologico. In the Old Testament, we have first all the historical books, excepting the two books of the Machabees which were supposed to have been written last of all. Nell'Antico Testamento, dobbiamo prima tutti i libri storici, ad eccezione dei due libri dei Maccabei, che avrebbero dovuto essere stato scritto l'ultimo di tutti. These historical books are arranged according to the order of time of which they treat; the books of Tobias, Judith, and Ester, however, occupy the last place because they relate personal history. Questi libri storici sono disposti secondo l'ordine di tempo di cui trattano, i libri di Tobia, Giuditta, Ester e, comunque, occupano l'ultimo posto in quanto riguardano la storia personale. The body of didactic works occupies the second place in the Canon, being arranged in the order of time at which the writers are supposed to have lived. Il corpo di opere didattiche occupa il secondo posto nel Canone, essendo disposte in ordine di tempo in cui si suppone gli scrittori che hanno vissuto. The third place is assigned to the Prophets, first the four Major and then the twelve Minor Prophets, according to their respective chronological order. Il terzo posto è assegnato ai Profeti, in primo luogo i quattro Major e poi i dodici profeti minori, secondo il loro ordine cronologico corrispondente. The Council follows a similar method in the arrangement of the New- Testament books. Il Consiglio segue un metodo simile nella disposizione dei Nuovo Testamento-libri. The first place is given to the historical books, ie, the Gospels and the Book of Acts; the Gospels follow the order of their reputed composition. Il primo posto è data ai libri storici, vale a dire, i Vangeli e il libro degli Atti, il Vangelo secondo l'ordine della loro composizione fama. The second place is occupied by the didactic books, the Pauline Epistles preceding the Catholic. Il secondo posto è occupato dai libri didattici, le Epistole paoline precedono la cattolica. The former are enumerated according to the order of dignity of the addresses and according to the importance of the matter treated. I primi sono elencati secondo l'ordine di dignità degli indirizzi e secondo l'importanza della materia trattata. Hence results the series: Romans; I, II Corinthians; Galatians; Ephesians; Philippians; Colossians; I, II, Thessalonians; I, II Timothy; Titus; Philemon; the Epistle to the Hebrews occupies the last place on account of its late reception into the canon. Risulta qui la serie: Romani, I, II Corinzi, Galati, Efesini, Filippesi, Colossesi, I, II, Tessalonicesi, I, II Timoteo, Tito, Filemone, la Lettera agli Ebrei occupa l'ultimo posto a causa della sua ricezione in ritardo nel canone. In its disposition of the Catholic Epistles the Council follows the so- called western order: I, II Peter; I, II, III John; James; Jude; our Vulgate edition follows the oriental order (James; I, II, III, John; Jude) which seems to be based on Gal., ii, 9. Nella disposizione delle Epistole Cattoliche il Consiglio segue il cosiddetto occidentale ordine: I, II Pietro, I, II, III, Giovanni, Giacomo, Giuda, la nostra edizione Vulgata segue l'ordine orientale (Giacomo, I, II, III, John , Jude), che sembra essere basata su Gal, ii, 9.. The Apocalypse occupies in the New Testament the place corresponding to that of the Prophets in the Old Testament. L'Apocalisse occupa nel Nuovo Testamento, il posto corrispondente a quello dei profeti dell'Antico Testamento.

E. Liturgical Division E. liturgico Divisione

The needs of liturgy occasioned a division of the inspired books into smaller parts. Le esigenze della liturgia causato una divisione dei libri ispirati in parti più piccole. At the time of the Apostles it was a received custom to read in the synagogue service of the sabbath-day a portion of the Pentateuch (Acts 15:21) and a part of the Prophets (Luke 4:16; Acts 13:15, 27). Al tempo degli Apostoli era una consuetudine ricevuto per leggere nel servizio sinagoga del sabato-giorno una porzione del Pentateuco (Atti 15:21) e una parte dei profeti (Luca 4:16, Atti 13:15, 27). Hence the Pentateuch has been divided into fifty-four "parashas" according to the number of sabbaths in the intercalary lunar year. Di qui il Pentateuco è stato suddiviso in 54 "parashas" in base al numero dei sabati dell'anno intercalare lunare. To each parasha corresponds a division of the prophetic writings, called haphtara. Ad ogni Parasha corrisponde una divisione degli scritti profetici, chiamati haphtara. The Talmud speaks of more minute divisions, pesukim, which almost resemble our verses. Il Talmud parla di divisioni più minute, pesukim, che quasi ricordano i nostri versi. The Church transferred to the Christian Sunday the Jewish custom of reading part of the Scriptures in the assemblies of the faithful, but soon added to, or replaced, the Jewish lessons by parts of the New Testament (St. Just., "I Apol.", lxvii; Tert., "De praescr.", xxxvi, etc.). La Chiesa trasferito la Domenica cristiana l'usanza ebraica di leggere una parte della Scrittura nelle assemblee dei fedeli, ma ben presto aggiunto, o sostituito, le lezioni di ebrei da parte le parti del Nuovo Testamento (San Giusto., "I Apol. ", LXVII,. Tert," De praescr ", XXXVI, ecc.). Since the particular churches differed in the selection of the Sunday readings, this custom did not occasion any generally received division in the books of the New Testament. Dal momento che le Chiese particolari differivano nella selezione delle letture della domenica, questa usanza non cagionare alcuna divisione generalmente ricevuto nei libri del Nuovo Testamento. Besides, from the end of the fifth century, these Sunday lessons were no longer taken in order, but the sections were chosen as they fitted in with the ecclesiastical feasts and seasons. Inoltre, a partire dalla fine del V secolo, queste lezioni domenicali non erano più presi in ordine, ma le sezioni sono stati scelti in quanto montati con le feste ecclesiastiche e le stagioni.

F. Divisions to facilitate reference Divisioni F. per facilitare riferimento

For the convenience of readers and students the text had to be divided more uniformly than we have hitherto seen. Per la comodità dei lettori e studenti il ​​testo doveva essere diviso in modo più uniforme di quello che abbiamo visto finora. Such divisions are traced back to Tatian, in the second century. Tali divisioni sono riconducibili a Taziano, nel II secolo. Ammonius, in the third, divided the Gospel text into 1162 kephalaia in order to facilitate a Gospel harmony. Ammonio, nel terzo, diviso il testo evangelico in kephalaia 1162 al fine di facilitare l'armonia Vangelo. Eusebius, Euthalius, and others carried on this work of division in the following centuries, so that in the fifth or sixth the Gospels were divided into 318 parts (tituli), the Epistles into 254 (capitula), and the Apocalypse into 96 (24 sermones, 72 capitula). Eusebio, Euthalius, e altri portato avanti questo lavoro di divisione nei secoli successivi, tanto che nel quinto o sesto i Vangeli sono stati divisi in 318 parti (tituli), le Epistole in 254 (capolini), e l'Apocalisse in 96 (24 Sermones, 72 capolini). Cassiodorus relates that the Old Testament text was divided into various parts (De inst. div. lit., I, ii). Cassiodoro riferisce che il testo dell'Antico Testamento è stato diviso in varie parti (De inst. Div. Lit., I, ii). But all these various partitions were too imperfect and too uneven for practical use, especially when in the thirteenth century concordances (see CONCORDANCES) began to be constructed. Ma tutte queste varie partizioni erano troppo imperfetta e troppo irregolare per l'uso pratico, soprattutto quando nelle concordanze XIII secolo (cfr. concordanze) ha cominciato ad essere costruito. About this time, Card. In questo periodo, il card. Stephen Langton, Archbishop of Canterbury, who died 1228, divided all the books of Scripture uniformly into chapters, a division which found its way almost immediately into the codices of the Vulgate version and even into some codices of the original texts, and passed into all the printed editions after the invention of printing. Stephen Langton, Arcivescovo di Canterbury, morto 1228, diviso tutti i libri della Scrittura in modo uniforme in capitoli, una divisione che ha trovato la sua strada quasi immediatamente nei codici della versione Vulgata e anche in alcuni codici dei testi originali, e passò in tutte le edizioni a stampa dopo l'invenzione della stampa. As the chapters were too long for ready reference, Cardinal Hugh of St. Cher divided them into smaller sections which he indicated by the capital letters A, B, etc. Robert Stephens, probably imitating R. Nathan (1437) divided the chapters into verses, and published his complete division into chapters and verses first in the Vulgate text (1548), and later on also in the Greek original of the New Testament (1551). Come i capitoli erano troppo lunghi per una consultazione rapida, il cardinale Ugo di San Cher li divise in sezioni più piccole che ha indicate dalle lettere maiuscole A, B, ecc Robert Stephens, probabilmente imitando R. Nathan (1437) diviso i capitoli in versi , e pubblicato la sua divisione completa in capitoli e versetti prima nel testo della Vulgata (1548), e più tardi anche in originale greco del Nuovo Testamento (1551).

V. SCRIPTURE V. SCRITTURA

Since Scripture is the written word of God, its contents are Divinely guaranteed truths, revealed either in the strict or the wider sense of the word. Dal momento che la Scrittura è la parola di Dio scritta, i suoi contenuti sono divinamente garantite verità, rivelate, sia in senso stretto o il senso più ampio della parola. Again, since the inspiration of a writing cannot be known without Divine testimony, God must have revealed which are the books that constitute Sacred Scripture. Anche in questo caso, dal momento che l'ispirazione di una scrittura non può essere conosciuto senza la testimonianza divina, Dio deve aver rivelato quali sono i libri che costituiscono la Sacra Scrittura. Moreover, theologians teach that Christian Revelation was complete in the Apostles, and that its deposit was entrusted to the Apostles to guard and to promulgate. Inoltre, i teologi insegnano che la Rivelazione cristiana è completa degli Apostoli, e che il suo deposito è stato affidato agli Apostoli di custodire e di promulgare. Hence the apostolic deposit of Revelation contained no merely Sacred Scripture in the abstract, but also the knowledge as to its constituent books. Di qui il deposito apostolico della Rivelazione non conteneva soltanto Sacra Scrittura in astratto, ma anche la conoscenza per i suoi libri che lo compongono. Scripture, then, is an Apostolic deposit entrusted to the Church, and to the Church belongs its lawful administration. Scrittura, quindi, è un deposito apostolico affidato alla Chiesa, e alla Chiesa appartiene la sua amministrazione legittimo. This position of Sacred Scripture in the Church implies the following consequences: Questa posizione della Sacra Scrittura nella Chiesa, comporta le seguenti conseguenze:

(1) The Apostles promulgated both the Old and New Testament as a document received from God. (1) Gli Apostoli promulgato sia il Vecchio e Nuovo Testamento come un documento ricevuto da Dio. It is antecedently probable that God should not cast his written Word upon men as a mere windfall, coming from no known authority, but that he should entrust its publication to the care of those whom he was sending to preach the Gospel to all nations, and with whom he had promised to be for all days, even to the consummation of the world. E 'probabile che antecedentemente Dio non dovrebbe lanciare la sua Parola scritta agli uomini come una manna pura, proveniente da nessuna autorità conosciuto, ma che avrebbe dovuto affidare la sua pubblicazione, la cura di coloro che egli mandava a predicare il Vangelo a tutte le nazioni, e con il quale aveva promesso di essere per tutti i giorni, fino alla consumazione del mondo. In conformity woth this principle, St. Jerome (De script. eccl.) says of the Gospel of St. Mark: "When Peter had heard it, he both approved of it and ordered it to be read in the churches". In conformità woth questo principio, S. Girolamo (De copione Eccl..) Dice del Vangelo di San Marco: "Quando Peter aveva sentito, entrambi approvati di essa e ne ha ordinato essere letto nelle chiese". The Fathers testify to the promulgation of Scripture by the Apostles where they treat of the transmission of the inspired writings. I Padri testimoniano la promulgazione della Scrittura dagli Apostoli dove si trattano della trasmissione degli scritti ispirati.

(2) The transmission of the inspired writings consists in the delivery of Scripture by the Apostles to their successors with the right, the duty, and the power to continue its promulgation, to preserve its integrity and identity, to explain its meaning, to use it in proving and illustrating Catholic teaching, to oppose and condemn any attack upon its doctrine, or any abuse of its meaning. (2) La trasmissione degli scritti ispirati consiste nella consegna della Scrittura dagli Apostoli ai loro successori, con il diritto, il dovere e il potere di continuare la sua promulgazione, di preservarne l'integrità e l'identità, per spiegare il suo significato, per usare nel dimostrare e illustrare la dottrina cattolica, di opporsi e condannare ogni attacco alla sua dottrina, o qualsiasi abuso del suo significato. We may infer all this from the character of the inspired writings and the nature of the Apostolate; but it is also attested by some of the weightiest writers of the early Church. Possiamo dedurre tutto questo dal carattere degli scritti ispirati e la natura di Apostolato, ma è attestata anche da alcuni dei ponderosa scrittori della Chiesa antica. St. Irenæus insists upon these points against the Gnostics, who appealed to Scripture as to private historical documents. San Irenæus insiste su questi punti contro gli gnostici, che ha fatto appello alla Scrittura da privati ​​documenti storici. He excludes this Gnostic view, first by insisting on the mission of the Apostles and upon the succession in the Apostolate, especially as seen in the Church of Rome (Haer., III, 3-4); secondly, by showing that the preaching of the Apostles continued by their successors contains a supernatural guarantee of infallibility through the indwelling of the Holy Ghost (Haer., III, 24); thirdly, by combining the Apostolic succession and the supernatural guarantee of the Holy Ghost (Haer., IV, 26). Egli esclude questa visione gnostica, prima insistendo sulla missione degli Apostoli e sulla successione nel apostolato, soprattutto come si vede nella Chiesa di Roma (Haer., III, 3-4), in secondo luogo, dimostrando che la predicazione di gli Apostoli continuato dai loro successori contiene una garanzia di infallibilità soprannaturale attraverso la presenza dello Spirito Santo (Haer., III, 24), in terzo luogo, combinando la successione apostolica e la garanzia soprannaturale dello Spirito Santo (Haer., IV, 26 ). It seems plain that, if Scripture cannot be regarded as a private historical document on account of the official mission of the Apostles, on account of the official succession in the Apostolate of their successors, on account of the assistance of the Holy Ghost promised to the Apostles and their successors, the promulgation of Scripture, the preservation of its integrity and identity, and the explanation of its meaning must belong to the Apostles and their legitimate successors. Sembra chiaro che, se la Scrittura non può essere considerato come un documento storico privato a causa della missione ufficiale degli Apostoli, a causa della successione ufficiale l'Apostolato dei loro successori, a causa della assistenza dello Spirito Santo promesso al Apostoli e ai loro successori, la promulgazione della Scrittura, la conservazione della sua integrità e identità, e la spiegazione del suo significato deve appartenere agli Apostoli e ai loro successori legittimi. The same principles are advocated by the great Alexandrian doctor, Origen (De princ., Praef.). Gli stessi principi sono sostenuti dal grande medico alessandrino, Origene (De princ., Praef.). "That alone", he says, "is to be believed to be the truth which in nothing differs from the ecclesiastical and Apostolical tradition". "Che da solo", dice, "è da credere di essere la verità, che in nulla si differenzia dalla tradizione ecclesiastica e Apostolica". In another passage (in Matth. tr. XXIX, n. 46-47), he rejects the contention urged by the heretics "as often as they bring forward canonical Scriptures in which every Christian agrees and believes", that "in the houses is the word of truth"; "for from it (the Church) alone the sound hath gone forth into all the earth, and their words unto the ends of the world". In un altro passo (in Mt. Tr. XXIX, n. 46-47), rifiuta la tesi sollecitato dagli eretici "tutte le volte che presentare Scritture canoniche in cui ogni cristiano è d'accordo e ritiene", che "nelle case è la parola della verità "," perché da essa (la Chiesa) da solo il suono ha sparsa per tutta la terra, e le loro parole fino agli estremi confini del mondo ". That the African Church agrees with the Alexandrian, is clear from the words of Tertullian (De praescript., nn, 15, 19). Che la Chiesa africana è d'accordo con l'Alessandrino, è chiaro dalle parole di Tertulliano (De praescript., Nn, 15, 19). He protests against the admission of heretics "to any discussion whatever touching the Scriptures". Egli protesta contro l'ammissione degli eretici "per ogni discussione tutto ciò che tocca le Scritture". "This question should be first proposed, which is now the only one to be discussed, `To whom belongs the faith itself: whose are the Scriptures'?. . .For the true Scriptures and the true expositions and all the true Christian traditions will be wherever both the true Christian rule and faith shall be shown to be". "Questa domanda deve essere proposta per la prima, che ora è l'unico ad essere discusso,` A chi appartiene la fede stessa: di chi sono le Scritture '... Per le Scritture veri e le esposizioni reali e tutte le vere tradizioni cristiane? essere ovunque sia la vera regola cristiana e la fede deve essere dimostrato di essere ". St. Augustine endorses the same position when he says: "I should not believe the Gospel except on the authority of the Catholic Church" (Con. epist. Manichaei, fundam., n. 6). Sant'Agostino sostiene la stessa posizione quando dice: "Io non crederei al Vangelo se non per l'autorità della Chiesa cattolica" (Cost. Epist Manichaei, fondam, n 6...).

(3) By virtue of its official and permanent promulgation, Scripture is a public document, the Divine authority of which is evident to all the members of the Church. (3) In virtù della sua promulgazione ufficiale e permanente, la Scrittura è un documento pubblico, l'autorità divina che è evidente a tutti i membri della Chiesa.

(4) The Church necessarily possesses a text of Scripture, which is internally authentic, or substantially identical with the original. (4) La Chiesa possiede necessariamente un testo della Scrittura, che è internamente autentici o sostanzialmente identica a quella originale. Any form or version of the text, the internal authenticity of which the Church has approved either by its universal and constant use, or by a formal declaration, enjoys the character of external or public authenticity, ie, its conformity with the original must not merely be presumed juridically, but must be admitted as certain on account of the infallibility of the Church. Ogni forma o versione del testo, l'autenticità interna di cui la Chiesa ha approvato sia dal suo uso universale e costante, o con una dichiarazione formale, gode il carattere di autenticità esterno o pubblico, vale a dire, la sua conformità con l'originale non deve solo si presume giuridicamente, ma deve essere ammessa come certa a causa della infallibilità della Chiesa.

(5) The authentic text, legitimately promulgated, is a source and rule of faith, though it remains only a means or instrument in the hands of the teaching body of the Church, which alone has the right of authoritatively interpreting Scripture. (5) Il testo originale, legittimamente promulgata, è una fonte e regola di fede, anche se rimane solo un mezzo o uno strumento nelle mani del corpo insegnamento della Chiesa, che da solo ha il diritto di interpretare autorevolmente Scrittura.

(6) The administration and custody of Scripture is not entrusted directly to the whole Church, but to its teaching body, though Scripture itself is the common property of the members of the whole Church. (6) L'amministrazione e la custodia della Scrittura non è affidata direttamente a tutta la Chiesa, ma al suo corpo docente, anche se la Scrittura stessa è proprietà comune dei membri di tutta la Chiesa. While the private handling of Scripture is opposed to the fact that it is common property, its administrators are bound to communicate its contents to all the members of the Church. Mentre la gestione privata della Scrittura si oppone al fatto che si tratta di un bene comune, i suoi amministratori sono tenuti a comunicare i suoi contenuti a tutti i membri della Chiesa.

(7) Though Scripture is the property of the Church alone, those outside her pale may use it as a means of discovering or entering the Church. (7) Anche se la Scrittura è di proprietà della Chiesa da sola, chi è fuori il suo pallido può utilizzare come mezzo di scoperta o di entrare nella Chiesa. But Tertullian shows that they have no right to apply Scripture to their own purposes or to turn it against the Church. Ma Tertulliano dimostra che essi non hanno il diritto di applicare la Scrittura per i propri scopi o farne contro la Chiesa. He also teaches Catholics how to contest the right of heretics to appeal to Scripture at all (by a kind of demurrer), before arguing with them on single points of Scriptural doctrine. Insegna anche cattolici come contestare il diritto degli eretici di fare appello alla Scrittura a tutti (da una sorta di demurrer), prima di discutere con loro su singoli punti della dottrina biblica.

(8) The rights of the teaching body of the Church include also that of issuing and enforcing decrees for promoting the right use, or preventing the abuse of Scripture. (8) I diritti del corpo insegnamento della Chiesa includono anche quello di emissione e di decreti attuativi per promuovere il giusto uso, o impedire l'abuso della Scrittura. Not to mention the definition of the Canon (see CANON), the Council of Trent issued two decrees concerning the Vulgate, and a decree concerning the interpretation of Scripture (see EXEGESIS, HERMENEUTICS), and this last enactment was repeated in a more stringent form by the Vatican Council (sess. III, Conc. Trid., sess. IV). Per non parlare della definizione del Canone (vedi CANON), il Concilio di Trento ha emesso due decreti riguardanti la Vulgata, e un decreto concernente l'interpretazione della Scrittura (cfr. l'esegesi, l'ermeneutica), e questo decreto ultimo è stato ripetuto in una forma più rigorosa dal Concilio Vaticano II (Sess. III, Conc. Trid., sess. IV). The various decisions of the Biblical Commission derive their binding force from this same right of the teaching body of the Church. Le varie decisioni della Commissione Biblica derivano la loro forza vincolante da questo stesso diritto del corpo docente della Chiesa. (Cf. Stapleton, Princ. Fid. Demonstr., X-XI; Wilhelm and Scannell, "Manual of Catholic Theology", London, 1890, I, 61 sqq.; Scheeben, "Handbuch der katholischen Dogmatik", Freiburg, 1873, I, 126 sqq.). (Cfr. Stapleton, Princ Fid Demonstr, X-XI,... Wilhelm e Scannell, "Manuale di teologia cattolica", Londra, 1890, I, 61 ss,. Scheeben, "Handbuch der Katholischen Dogmatik", Freiburg, 1873, I, 126 ss.).

VI. VI. ATTITUDE OF THE CHURCH TOWARDS THE READING OF THE BIBLE IN THE VERNACULAR ATTEGGIAMENTO DELLA CHIESA VERSO LA LETTURA DELLA BIBBIA in lingua volgare

The attitude of the Church as to the reading of the Bible in the vernacular may be inferred from the Church's practice and legislation. L'atteggiamento della Chiesa per quanto riguarda la lettura della Bibbia in lingua volgare, possono essere dedotte dalla pratica della Chiesa e della legislazione. It has been the practice of the Church to provide newly-converted nations, as soon as possible, with vernacular versions of the Scriptures; hence the early Latin and oriental translations, the versions existing among the Armenians, the Slavonians, the Goths, the Italians, the French, and the partial renderings into English. E 'stata la prassi della Chiesa di fornire le nazioni neo-convertiti, nel più breve tempo possibile, con le versioni in volgare delle Scritture, quindi le prime traduzioni latine e orientali, le versioni esistenti tra gli armeni, degli Slavi, i Goti, gli italiani , i rendering francese, e il parziale in lingua inglese. As to the legislation of the Church on this subject, we may divide its history into three large periods: Per quanto riguarda la legislazione della Chiesa su questo argomento, si può dividere la sua storia in tre grandi periodi:

(1) During the course of the first millennium of her existence, the Church did not promulgate any law concerning the reading of Scripture in the vernacular. (1) Nel corso del primo millennio della sua esistenza, la Chiesa non ha promulgato una legge riguardante la lettura delle Scritture in lingua volgare. The faithful were rather encouraged to read the Sacred Books according to their spiritual needs (cf. St. Irenæus, "Adv. haer.", III, iv). I fedeli erano piuttosto incoraggiati a leggere i Libri Sacri secondo le loro necessità spirituali (cfr S. Ireneo, "Adv. Haer.", III, iv).

(2) The next five hundred years show only local regulations concerning the use of the Bible in the vernacular. (2) I prossimi 500 anni mostrare solo norme locali che regolano l'uso della Bibbia in lingua volgare. On 2 January, 1080, Gregory VII wrote to the Duke of Bohemia that he could not allow the publication of the Scriptures in the language of the country. Il 2 gennaio, 1080, Gregorio VII scrisse al duca di Boemia che non poteva autorizzare la pubblicazione delle Scritture nella lingua del paese. The letter was written chiefly to refuse the petition of the Bohemians for permission to conduct Divine service in the Slavic language. La lettera è stata scritta principalmente a rifiutare la richiesta dei Bohemians il permesso di condurre servizio divino in lingua slava. The pontiff feared that the reading of the Bible in the vernacular would lead to irreverence and wrong interpretation of the inspired text (St. Gregory VII, "Epist.", vii, xi). Il pontefice temeva che la lettura della Bibbia in lingua volgare porterebbe all'interpretazione irriverenza e sbagliata del testo ispirato (San Gregorio VII, "Epist.", VII, XI). The second document belongs to the time of the Waldensian and Albigensian heresies. Il secondo documento appartiene al tempo delle eresie valdesi e albigesi. The Bishop of Metz had written to Innocent III that there existed in his diocese a perfect frenzy for the Bible in the vernacular. Il vescovo di Metz aveva scritto a Innocenzo III che esisteva nella sua diocesi una frenesia perfetta per la Bibbia in lingua volgare. In 1199 the pope replied that in general the desire to read the Scriptures was praiseworthy, but that the practice was dangerous for the simple and unlearned ("Epist., II, cxli; Hurter, "Gesch. des. Papstes Innocent III", Hamburg, 1842, IV, 501 sqq.). After the death of Innocent III, the Synod of Toulouse directed in 1229 its fourteenth canon against the misuse of Sacred Scripture on the part of the Cathari: "prohibemus, ne libros Veteris et Novi Testamenti laicis permittatur habere" (Hefele, "Concilgesch", Freiburg, 1863, V, 875). In 1233 the Synod of Tarragona issued a similar prohibition in its second canon, but both these laws are intended only for the countries subject to the jurisdiction of the respective synods (Hefele, ibid., 918). The Third Synod of Oxford, in 1408, owing to the disorders of the Lollards, who in addition to their crimes of violence and anarchy had introduced virulent interpolations into the vernacular sacred text, issued a law in virtue of which only the versions approved by the local ordinary or the provincial council were allowed to be read by the laity (Hefele, op. cit., VI, 817). Nel 1199 il papa ha risposto che, in generale, il desiderio di leggere le Scritture era lodevole, ma che la pratica era pericoloso per la (semplice e ignoranti "Epist, II, CXLI,. Hurter," Gesch des Papstes Innocenzo III ", Amburgo.. , 1842, IV, 501 ss) Dopo la morte di Innocenzo III, il Sinodo di Tolosa diretto nel 1229 il suo canone quattordicesima contro l'uso improprio della Sacra Scrittura da parte dei Catari:. ». prohibemus, ne libros Veteris et Novi testamenti Laicis permittatur habere "(Hefele," Concilgesch ", Freiburg, 1863, V, 875). Nel 1233 il Sinodo di Tarragona ha emesso un divieto simile nella sua seconda canonico, ma entrambe queste leggi sono destinati solo per i paesi soggetti alla giurisdizione del sinodi rispettivi (Hefele, ibid., 918). L'terzo Sinodo di Oxford, nel 1408, a causa dei disordini dei Lollardi, che oltre a loro crimini di violenza e anarchia aveva introdotto interpolazioni virulenti nel testo volgare sacro, ha emesso un legge in virtù della quale sono stati autorizzati solo le versioni approvate dalla dell'Ordinario del luogo o del consiglio provinciale per essere letto dai laici (Hefele, op. cit., VI, 817).

(3) It is only in the beginning of the last five hundred years that we meet with a general law of the Church concerning the reading of the Bible in the vernacular. (3) E 'solo all'inizio degli ultimi cinquecento anni che si incontrano con una legge generale della Chiesa riguardante la lettura della Bibbia in lingua volgare. On 24 March, 1564, Pius IV promulgated in his Constitution, "Dominici gregis", the Index of Prohibited Books. Il 24 marzo 1564, Pio IV promulgò nella Costituzione, "Dominici gregis", l'Indice dei libri proibiti. According to the third rule, the Old Testament may be read in the vernacular by pious and learned men, according to the judgment of the bishop, as a help to the better understanding of the Vulgate. Secondo la terza regola, l'Antico Testamento può essere letto in lingua volgare da uomini pii e dotti, secondo il giudizio del vescovo, come un aiuto per una migliore comprensione della Vulgata. The fourth rule places in the hands of the bishop or the inquisitor the power of allowing the reading of the New Testament in the vernacular to laymen who according to the judgment of their confessor or their pastor can profit by this practice. I luoghi quarta regola nelle mani del vescovo o all'inquisitore il potere di consentire la lettura del Nuovo Testamento in lingua volgare ai laici che, secondo il giudizio del loro confessore o il loro pastore possono trarre profitto da questa pratica. Sixtus V reserved this power to himself or the Sacred Congregation of the Index, and Clement VIII added this restriction to the fourth rule of the Index, by way of appendix. Sisto V riservato questo potere per se stesso o la Sacra Congregazione dell'Indice, e Clemente VIII aggiunte questo restrizione alla quarta regola dell'Indice, a titolo di appendice. Benedict XIV required that the vernacular version read by laymen should be either approved by the Holy See or provided with notes taken from the writings of the Fathers or of learned and pious authors. Benedetto XIV necessario che la versione volgare letto da laici dovrebbero essere sia approvato dalla Santa Sede o dotato di appunti presi dagli scritti dei Padri e degli autori dotto e pio. It then became an open question whether this order of Benedict XIV was intended to supersede the former legislation or to further restrict it. E poi è diventato una questione aperta se questo ordine di Benedetto XIV, aveva lo scopo di sostituire la normativa precedente o di limitare ulteriormente. This doubt was not removed by the next three documents: the condemnation of certain errors of the Jansenist Quesnel as to the necessity of reading the Bible, by the Bull "Unigenitus" issued by Clement XI on 8 Sept., 1713 (cf. Denzinger, "Enchir.", nn. 1294-1300); the condemnation of the same teaching maintained in the Synod of Pistoia, by the Bull "Auctorem fidei" issued on 28 Aug., 1794, by Pius VI; the warning against allowing the laity indiscriminately to read the Scriptures in the vernacular, addressed to the Bishop of Mohileff by Pius VII, on 3 Sept., 1816. Questo dubbio non è stato rimosso dalle prossime tre documenti: la condanna di alcuni errori del giansenista Quesnel per quanto riguarda la necessità di leggere la Bibbia, con la Bolla "Unigenitus" emesso da Clemente XI il 8 settembre 1713 (cfr. Denzinger, "Enchir.", nn 1294-1300),. la condanna dello stesso insegnamento mantenuto nel Sinodo di Pistoia, con la Bolla "Auctorem fidei", emesso il 28 Agosto 1794, da Pio VI, l'avvertimento di non permettere i laici indiscriminatamente a leggere le Scritture in lingua volgare, indirizzata al Vescovo di Mohileff da Pio VII, il 3 settembre 1816. But the Decree issued by the Sacred Congregation of the Index on 7 Jan., 1836, seems to render it clear that henceforth the laity may read vernacular versions of the Scriptures, if they be either approved by the Holy See, or provided with notes taken from the writings of the Fathers or of learned Catholic authors. Ma il decreto emanato dalla Sacra Congregazione dell'Indice 7 GENNAIO 1836, sembra rendere chiaro che d'ora in poi i laici possono leggere le versioni in volgare delle Scritture, se essere o approvate dalla Santa Sede, o dotati di appunti presi dagli scritti dei Padri e dei dotti autori cattolici. The same regulation was repeated by Gregory XVI in his Encyclical of 8 May, 1844. Il regolamento stesso è stato ripetuto da Gregorio XVI nella sua Enciclica dell '8 maggio 1844. In general, the Church has always allowed the reading of the Bible in the vernacular, if it was desirable for the spiritual needs of her children; she has forbidden it only when it was almost certain to cause serious spiritual harm. In generale, la Chiesa ha sempre consentito la lettura della Bibbia in lingua volgare, se era auspicabile che i bisogni spirituali dei suoi figli, lei lo ha proibito solo quando era quasi certo di causare gravi danni spirituali.

VII. VII. OTHER SCRIPTURAL QUESTIONS ALTRE DOMANDE SCRITTURALI

The history of the preservation and the propagation of the Scripture-text is told in the articles MANUSCRIPTS OF THE BIBLE; CODEX ALEXANDRINUS (etc.); VERSIONS OF THE BIBLE; EDITIONS OF THE BIBLE; CRITICISM (TEXTUAL); the interpretation of Scripture is dealt with in the articles HERMENEUTICS; EXEGESIS; COMMENTARIES ON THE BIBLE; and CRITICISM (BIBLICAL). La storia della conservazione e la propagazione della Scrittura-text è raccontata nei manoscritti articoli della Bibbia; Codice Alessandrino (ecc.); versioni della Bibbia; edizioni della Bibbia; CRITICA (testuale), l'interpretazione della Scrittura è trattati nella ERMENEUTICA articoli; esegesi; commenti sulla Bibbia, e di critica (BIBLICA). Additional information on the foregoing questions is contained in the articles INTRODUCTION; OLD TESTAMENT; NEW TESTAMENT. Ulteriori informazioni sulle domande precedenti è contenuto nel INTRODUZIONE articoli; Testamento, Nuovo Testamento. The history of our English Version is treated in the article VERSIONS OF THE BIBLE. La storia della nostra versione inglese viene trattato nelle versioni articolo della Bibbia.

Publication information Written by AJ Maas. Pubblicazione di informazioni Scritto da AJ Maas. Transcribed by Robert B. Olson. Trascritto da Robert B. Olson. Offered to Almighty God for Timothy and Kris Gray, and for a holy love and understanding of Sacred Scripture for all members of Our Blessed Lord's Church. Offerto a Dio Onnipotente per Timothy e Kris Gray, e per un amore santo e la comprensione della Sacra Scrittura per tutti i membri della Chiesa di Nostro Signore. The Catholic Encyclopedia, Volume XIII. L'Enciclopedia Cattolica, Volume XIII. Published 1912. Pubblicato 1912. New York: Robert Appleton Company. New York: Robert Appleton Società. Nihil Obstat, February 1, 1912. Nihil obstat, 1 febbraio 1912. Remy Lafort, DD, Censor. Remy Lafort, DD, Censore. Imprimatur. Imprimatur. +John Cardinal Farley, Archbishop of New York + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliography Bibliografia

A list of Catholic literature on Scriptural subjects has been published in the American Ecclesiastical Review, xxxi (August, 1904), 194-201; this list is fairly complete up to the date of its publication. Un elenco di letteratura cattolica su temi biblici è stato pubblicato nella rivista americana Ecclesiastica, XXXI (agosto, 1904), 194-201; questa lista è abbastanza completa fino alla data della sua pubblicazione. See also the works cited throughout the course of this article. Vedere anche i lavori citati nel corso di questo articolo. Most of the questions connected with Scripture are treated in special articles throughout the course of the ENCYCLOPEDIA, for instance, in addition to those mentioned above, JEROME; CANON OF THE HOLY SCRIPTURES; CONCORDANCES OF THE BIBLE; INSPIRATION OF THE BIBLE; TESTAMENT, etc. Each of these articles has an abundant literary guide to its own special aspect of the Scriptures. La maggior parte delle questioni connesse con la Scrittura sono trattati in articoli speciali per tutto il corso della ENCICLOPEDIA, ad esempio, oltre a quelle sopra citate, JEROME; CANON delle Sacre Scritture; Concordanze della Bibbia; ispirazione della Bibbia, TESTAMENT, ecc . Ognuno di questi articoli ha una guida letteraria ricca di proprio aspetto particolare delle Scritture.



This subject presentation in the original English language Questo oggetto la presentazione in lingua originale inglese


Send an e-mail question or comment to us: E-mail Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

The main BELIEVE web-page (and the index to subjects) is at http://mb-soft.com/believe/belieita.html Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a http://mb-soft.com/believe/belieita.html