Autorità nella Bibbia

Informazioni avanzata

Authority è il concetto di legittimo potere.

È utilizzato nella Bibbia, con una buona dose di elasticità.

Sebbene il termine inglese utilizzato per sé non è di Dio e la OT come è nel NT (di solito per exousia), il presupposto permea sia testimonianze è che Dio solo è l'autorità suprema e lui solo l'ultima fonte di autorità per gli altri.

Autorità di Dio

Il suo sovrano, universale ed eterno dominerà l'intero universo dà prova della sua autorità (ad esempio, Exod. 15:18; Job 26:12; Pss. 29:10; 47; 93:1-2; 95:3-5 ; 103:19; 146:10; 147:5; Isa. 40:12 ss.; 50:2).

Egli ha fissato con la sua autorità volte o epoche (Acts. 1,7) e "non secondo la sua volontà e di accoglienza del cielo e tra gli abitanti della terra" (Dan. 4:34-35).

Questa autorità è l'uomo più rispetto a quella di un vasaio sulla sua argilla (Rm 9:20-23).

Quindi ultimo è l'autorità di Dio che tutte le autorità tra gli esseri umani viene da Dio solo (Rm 13,1).

L'autorità di Dio comprende non solo l'autorità della Provvidenza e della storia, ma anche la domanda per la presentazione e la responsabilità da uomo, espresso, ad esempio, nel giardino di Eden, i Dieci Comandamenti, il Vangelo e le sue esigenze evangeliche.

Insito in Dio è l'autorità awesome il potere di gettare uno che non lo temono in inferno (Lc 12,5) e la gloriosa potere di perdonare i peccati, e dichiarare quelli giusti in Cristo (Rm 3,21-26).

Nel giorno della collera di Dio e la misericordia di Dio come creatore legittima autorità (Ap 4,11) e in Cristo Redentore (Rev. 5:12-13) sarà riconosciuto in un modo pacifico.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

L'autorità di Gesù Cristo

In quanto Dio-uomo, il Figlio di Dio incarnato, Gesù Cristo manifesta la sua autorità in una duplice capacità.

Da un lato, la sua autorità è quella di colui che è il Figlio di Dio ed è intrinseca a lui, e non derivati.

D'altro canto, come il Figlio incarnato, che è il Figlio dell'uomo, egli agisce nella presentazione e di obbedienza al Padre.

Così egli può dire in uno e lo stesso respiro sui suoi piani per la sua vita: "Nessuno ha tenuto lontano da me, ma io ho laici che su mia iniziativa. Ho l'autorità di offrirla, e ho Potere di riprenderla di nuovo ", e che" questo comandamento ho ricevuto dal Padre mio "(Giovanni 10,18).

Ma perché la sua vita, come ha promesso il Figlio dell'uomo è uno rappresentativo di agire di Dio a nome di uomini come uno che è anche un uomo (cfr Dan. 7:13-14), Gesù parla quasi sempre di sua autorità, in termini di Agisce per Dio Padre.

In tal modo egli esercita tutte le prerogative di Dio, ad esempio, perdona i peccati (Mc 2,5-8), guarisce (Marco 1,34), exorcises demoni (Mc 1,27), controlla la potenza della natura (Luca 8:24 -25), Risuscita i morti (Luca 7:11-17; Giovanni 11:38-44), insegna con autorità (Mt 7:28-29; cfr. Suo "dico," Matt. 5:21-48 ), E chiede che gli uomini presentare alla sua autorità, sia sulla terra (Luca 14:25-35) e al giudizio (Mt 7:22-23).

Come il Figlio obbediente egli riconosce e segue la parola del Padre, le Scritture, e si appella a loro come l'autorità finale (Matteo 4:1-10; 22:23-46; Giovanni 10:33-36).

Con la vittoria di Cristo sul peccato e sulla morte e la sua morte e risurrezione, la usurpato l'autorità di uno male e per i suoi angeli è rotto (Eb 2:14-15; I Giovanni 3:8; Col 2,15).

Così tutti potere in cielo e sulla terra, è dato a Gesù e di esercitare il suo ruolo messianico (Mt 28,18-20), fino a che egli ha completato il suo compito di soggiogare finalmente tutti i nemici di Dio e consegnando il regno a Dio Padre (I Cor. 15:24-28).

Nella fase intermedia Cristo esercita la leadership e autorità in un modo provvidenziale su tutte le cose per il bene della sua chiesa (Ef 1:20-23).

Con un redentrice di autorità e di potere, che consente così come i comandi, ha autorevolmente esigenze sia di evangelizzazione di tutte le nazioni e di obbedienza a tutti i suoi comandamenti (Mt 28:19-20; Atti 1:8; Rom. 6:1 ss.; 8 : 1 ss.; Fil. 2,12-13).

Apostoli 'Autorità

L'autorità di Dio è esercitata nel OT non solo da vari mezzi diretti, ma anche con coloro ai quali egli ha dato il potere di agire in suo nome i sacerdoti, i profeti, i giudici, e il re.

Nel NT l'autorità del Padre e, in particolare, di Gesù Cristo si esprime in modo singolare attraverso gli apostoli, che sono, per definizione, la diretta e personale ambasciatori di Gesù Cristo (Matteo 10:1, 40; Mark 3:14; Giovanni 17:18; 20:21; At 1:1-8; II Cor. 5:20; Gal. 1:1; 2,8), di parlare e di agire con la sua autorità (Sig.ra 1:11 ss.; 2:7 -9).

Essi sostengono di parlare autorità (Gal 1:11 ss.; 2:7-9).

Essi pretendono di parlare a nome di Cristo e sotto la direzione dello Spirito sia in termini di contenuto e la forma di espressione (I Cor. 2:10-13; I Thess. 2,13), per dare la permanente norma per la fede (Gal 1: 8; II Thess. 2,15) e di comportamento (I Cor. 11:2; II Thess. 3:4, 6, 14), come è indicato anche per le auto-conscio riferimento a "tutte le Chiese" (cfr , Per esempio, I Cor. 7:17; 14:34), e anche per designare le loro decisioni su una questione come "il comandamento del Signore" (I Cor. 14,37).

Esse stabiliscono l'ordine o il governo della chiesa, in modo che una regola condivisa da un gruppo di uomini, spesso, ma non sempre designata come vescovi o anziani, è universale e il periodo di NT, come dimostrato non solo nella riunione di Gerusalemme (At 15) , Ma anche in vari scritti e località geografiche (Atti 14:23; I Tim. 3:1 ss.; I Pet. 5:1 ss.; Cfr. 1:1; Fil. 1:1; I Thess. 5:12 -- 13; Eb. 13:7, 17; James 5,14).

Accanto a questa leadership uno ministero diaconale è stabilito dagli apostoli (At 6:1-6; Fil. 1:1; I Tim. 3:8-13).

Non solo impostare l'ordine della chiesa, ma anche la disciplina di prescrivere, nel nome di Cristo e con la sua autorità (I Cor. 5:4; II Thess. 3,6).

E così agendo hanno funzionato come la fondazione della chiesa (Ef 2:20; 3:5; cfr. I Cor. 12,28), che non hanno successori e fondazionale cui autorità è stata messa in atto in modo permanente da loro scritti, Che hanno trasmesso, a comando di Cristo e in fullment della sua promessa, la verità avrebbe la chiesa sempre obbedire e insegnare (cfr Giovanni 14:26; 16,13).

Così che sono riconosciuti come autorevoli accanto "il resto della Scrittura", vale a dire, la OT (II Pet. 3,15-16).

Varie sfere di autorità

La Bibbia riconosce nelle sue pagine dei vari settori in cui Dio ha affidato l'autorità nelle mani dei leader.

La Chiesa

Cristo ha dato potere di alcuni uomini ad essere leader (spesso definito anziani o vescovi), e la sua chiesa.

Il loro compito è quello di pastore della chiesa, con amore e umiltà, come servi di Cristo e il suo popolo (I Tim. 3:5; I Pet. 5:1-4).

Una presentazione di amare la loro leadership è spinto i cristiani (I Thess. 5:12-13; Eb. 13:7, 17).

Matrimonio e la Famiglia

Le donne come gli uomini di uguale in entrambi i creazione e della redenzione (cfr I Pt. 3:7; Gal. 3:28), sono invitati a presentare ai propri mariti come capi di casa a causa del modello stabilito da Dio nella creazione (I Cor. 11:3, 8-9; I Tim. 2:12-15; Ef. 5:22; I Pet. 3,1-6).

Entrambi i mariti e le mogli sono invitati a compensare gli effetti del peccato su questo Dio-ordinato autorità rapporto da loro atteggiamento e di comportamento, cioè, il marito esercizio headship con amore, onore, e senza amarezza (Ef 5:28; Col 3: 19; I Pet. 3,7) e le mogli, con rispetto, come al Signore, e con uno spirito gentile (Ef 5:22, 33; I Pet. 3,4).

I bambini sono comandato ad obbedire ai loro genitori (Ef 6:1-3; Col 3,20) e di prendersi cura di loro in caso di necessità (I Tim. 5,4).

Governo civile

I cristiani sono a riconoscere che Dio ha concesso autorità in questo regno a coloro che con la sua provvidenza "esistere" (Rm 13:1; cfr. Giovanni 19:11).

Così essi sono chiamati a doverosamente soggetto ad autorità civili (I Pet. 2,13-17), che vengono descritti come servi di Dio per impedire malfattori e di incoraggiare un buon comportamento (Rm 13:1 ss.).

Questa autorità richiede non solo soggezione, ma anche la prestazione di varie tasse, il rispetto e onore (Rm 13,7).

Altre autorità e la vita umana

Il NT riconosce le istituzioni umane, che esistono all'interno della società umana, tra cui governo civile è il primo esempio.

La sua parola di istruzione è che i cristiani, per amore del Signore, deve presentare adeguate ad ogni istituzione umana (I Pet. 2,13).

La parola di qualificazione assunta, ma non dichiarato in ognuno di questi settori si trova esplicitamente in Atti 5:29 in riferimento alla sfera civile e religiosa; vale a dire, "bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini" (cf.4: 19).

Quando l'autorità umana chiaramente in contrasto con la fedeltà a Dio, l'autorità, uno è autorizzato a ricorrere a Dio e obbedire autorità in contradistinction a quella di qualsiasi autorità umana.

In tale situazione l'autorità struttura ha opposto colui che dà la sua validità che perde la sua autorità.

Autorità di Satana

L'esercizio del potere da parte del male, i demoni e uno è anche considerato come un potere o autorità, ma un usurpato uno che è solo alle autorità suprema di Dio (Lc 4:6; At 26:18; Col 1:13; cfr. Lavoro 1).

Tali esseri angelico, che sono chiamati poteri o autorità, sono stati disarmati da Cristo (Col 2,15) e non hanno altro risultato finale rispetto a quella del diavolo finale del castigo (Rev 20:10).

GW cavaliere, III


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


W. Foerster, TDNT, II, 562-75; O. Betz e C. Blendingen, NIDNTT, II, 606-11; T. Rees, ISBE, I, 333-40; Denney J., "di Cristo", HDCG ; WM McPheeters, "Religione", HDCG; J. Rea, WBE, I, 179-80; HD McDonald, ZPEB, I, 420-21; JI Packer, IBD; GW Bromiley, ISBE (rev.), I, 364-70; JN Geldenhuys, suprema autorità; B. Ramm, Patterns of Authority.

Autorità della Bibbia

Informazioni avanzata

Nella sua personale autorità di riferimento è il diritto e la capacità di un individuo a compiere ciò che egli vuole e che, in virtù della sua posizione o ufficio, in grado di comando obbedienza.

Ha anche una domanda di parole pronunciate o scritte la cui precisione è stata stabilita e le cui informazioni possono quindi essere attendibile.

Nel NT la parola greca è a volte tradotto exousia "destra" (ONA), o "potere" (AV; ad esempio, Matt. 9:6; Giovanni 1:12; 17:2; 19,10), e, a volte, "autorità "(Ad esempio, Matt. 7:29; 8:9; 21:23; Giovanni 5:27; At 9,14).

Ciò che emerge dai suoi vari eventi è che il possesso di exousia di un potere è detenuto da destra.

In alcuni contesti l'accento cade su l'autorità che ha il possesso di potere legittimamente dà, in altri casi spetta sulla realtà del potere che condizioni l'uso di autorità.

Autorità può essere elargito o inerenti. Quando Gesù è stato chiesto da quale autorità ha insegnato e ha agito (Mt 21:23-24), è stata l'implicazione che la sua autorità è stata esterni.

Suoi interlocutori suppone essere lui a esercitare un rappresentante nella dichiarazione che Gesù ha insegnato con autorità (Mt 7,29) e "con autorità e potere" espulsi spiriti immondi (Luca 4:36), il luogo di tali autorità è stata proprio essere .

E 'stato, vale a dire, un ontologica autorità.

Così, mentre l'autorità per le sue parole e gli atti non era la sua, ma è venuto da quello che lo ha mandato "(Giovanni 14:10; 17,8), ma queste stesse parole e gli atti hanno avuto il loro ragion d'essere e la sua persona, perché Terra nel suo rapporto filiale con Dio Padre.

Come nel caso di Cristo, in cui entrambi gli aspetti di autorità, il donato e del rischio, combinate, è così che con la Bibbia.

Perché la Bibbia punti al di là di se stessa a Dio, ha un conferite autorità.

Eppure, la Bibbia è una vera e propria autorità in se stessa come l'autentica incarnazione di Dio divulgazione.

Teologi liberali rifiutare la Bibbia questo ontologica autorità, la concessione a più autorità di uno preso in prestito.

Alcuni, come Karl Barth, questa autorità permettono di essere elargiti da Dio pur insistendo sul fatto che la Bibbia stessa è essenzialmente un prodotto umano.

Altri, ad esempio, Rudolf Bultmann e Paul Tillich, quanto la Bibbia fallibile come una raccolta di scritti religiosi sui quali la Chiesa primitiva arbitrariamente imposto un'autorità che la pietà evangelica ha continuato a difendere.

Ma rifiutando la Bibbia uno ontologica autorità, teologia liberale scopre la sua fondamentale incoerenza, quindi pronunciare la propria condanna.

Per nella misura in cui essa desidera l'accettazione della propria unbiblical speculazioni, che ha a decry l'autorità della Bibbia.

Tuttavia, nella misura in cui è interessato a mantenere l'etichetta cristiana, che richiama la Bibbia come fonte autorevole.

Un approccio al tema biblico di autorità deve iniziare con Dio stesso. Per tutte le autorità in lui è finalmente trova.

Ed egli è la sua autorità per non vi è nulla al di fuori di lui su cui si fonda la sua autorità.

Così, nel fare la sua promessa ad Abramo, ha promesso il proprio nome dal momento che egli non aveva più da chi a giurare (Eb 6,13).

Questa autorità di Dio è, quindi, l'autorità di ciò che Dio è.

Ma che cosa è Dio, è reso noto nella sua auto-rivelazione, in quanto solo nella sua rivelazione di Dio può essere conosciuto.

La Rivelazione, pertanto, è la chiave per l'autorità di Dio, in modo che i due, rivelazione e autorità, possono essere considerati come due facce della stessa realtà.

Nella rivelazione Dio dichiara la sua autorità.

I profeti di OT trovato la loro certezza e la rivelazione di Dio. In pronunciando il loro messaggio non sapevano di essere dichiara la volontà di Dio autorevole.

Come ambasciatori di Dio hanno proclamato ciò che Dio richieste del suo popolo.

Per la fede cristiana Cristo è conosciuta come la rivelazione definitiva di Dio.

In lui Dio è più autorità imperiale gentilmente espresso.

Così Cristo è la somma di tutto ciò che è divinamente autorevole per la vita dell'uomo.

Ma questo progressivo scoprimento di Dio, che è culminato in Cristo, è stato dato forma e la perpetua scritti biblici.

Scrittura di conseguenza, partecipa a Dio autorità, in modo che Cristo è decisiva rispetto ad esso, come vindicating la sua autorità.

Gesù leggere "tutte le Scritture" del OT come uno schema profetico di ciò che egli è venuto a compiere, e ha preso la sua stessa lingua di essere il naturale, e al tempo stesso il soprannaturale, espressione della volontà del Padre suo.

Con il suo atteggiamento e per l'uso della OT Cristo veramente convalidato la sua divinità.

Con la stessa convinzione della sua autorità divina NT scrittori accettato e non quotate, e nella sua luce essi stessi, in quanto ispirato interpreti del significato salvifico della persona di Cristo e del lavoro, mettere i propri scritti su un piano di parità con le Scritture OT Come divinamente autorevole.

E le parole dei suoi apostoli eleggere la piena misura della rivelazione di Dio in Cristo è stato portato a compimento in modo che Paolo poteva dichiarare, "In vista ci parlano di Dio in Cristo" (II Cor. 12,19).

Così gli apostoli rivendicare una autorità assoluta per i loro scritti (ad esempio, II Cor. 10:11; 1 Ts. 2:13; 5:27; II Thess. 2:15; 3,14).

L'autorità della Bibbia è stabilito dai propri crediti. Esso è la parola di Dio.

Tali dichiarazioni, "Così dice il Signore", o il suo equivalente, si verificano di frequente sono in OT che possa essere affermata con fiducia che l'intero conto è dominato dalla domanda.

Il NT scrittori riferimento anche a queste Scritture come Dio per la loro fonte.

Nel NT si sia Cristo e il Vangelo sono parlato di come "la parola di Dio" e così dimostrare il fatto che il legame tra i due è un elemento fondamentale e necessario.

In particolare è il Vangelo nel suo contenuto centrale e molti aspetti, per l'azione dello Spirito Santo, ha portato in forma scritta da incaricati di Cristo come autorevole parola di Dio per la chiesa e nel mondo.

Entrambe le testimonianze, pertanto, appartengono insieme sotto una denominazione, "la parola di Dio."

La parola di Dio come la Bibbia di conseguenza, porta in sé l'autorità di Dio.

È la verità della Scrittura. In OT la parola ebraica 'emet, resi "verità" in AV e spesso tradotto "fedeltà" e la RSV (ad esempio, Dt. 32:4; Sal. 108:4; Os. 2 : 20), è previsto in costante di Dio.

Dio come vero, è assolutamente fedele (cfr Sal. 117:2), e questa assoluta fedeltà di Dio assicura la sua completa affidabilità.

Questa verità di Dio passa sopra come un attributo di Dio, ciò che è in se stesso a caratterizzare tutte le sue opere (cfr Sal. 57:3) e, in particolare, la sua parola.

Così è la sua parola sia vero e fedele (cfr Sal. 119:89).

L'intero OT, allora, come "la parola di Dio" è quello di essere designato "della scrittura di verità" (Dan. 10:21 AV).

It partakes di Dio chracter, della veridicità fondamentali di colui che si dichiara di essere "non un uomo, che egli deve spettare" (Num. 23:19; cf. 1 Sam. 15:29; Sal. 89:35) .

Ps. 31:5 dichiara che il Signore è il Dio di verità, mentre Sal.

119:160 afferma la sua parola come la parola di verità.

In entrambi i luoghi lo stesso termine ebraico è impiegato.

La stessa verità è così predica di Dio e della sua parola.

Nel NT la parola aletheia ha lo stesso significato fondamentale della genuinità e veridicità al contrario di ciò che è falso e inaffidabile.

Così Dio è sia vero (1 Giovanni 5:20; Giovanni 3:33, 7:28, 8:26, 17:3; 1 Ts. 1,9) e veritiero (Rm 3:7, 15:8, etc .).

E come Dio è, così è la sua parola.

La sua parola è verità (Giovanni 17:17).

Il Vangelo è presentato con parole veritiere (II Cor. 6:7; cf. Col 15; James 1,18), e la verità del Vangelo (Gal 2,5) è identico, con la verità di Dio (Rm 3,7).

La Bibbia è, quindi, il libro della verità di Dio, e tale verità è, come dice il Catechismo di Westminster, "infallibile verità".

Come è del tutto affidabile per quanto riguarda la sua verità, per cui esso deve essere totalmente affidabili per quanto riguarda la sua fatti.

E perché è tanto, è la nostra autorità divina in tutte le cose che appartengono alla vita e godliness.

HD McDonald


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


R. Abbà, L'Autorità Natura e della Bibbia; H. Cunliffe-Jones, L'Autorità di della Bibbia; H. Cunliffe-Jones, L'Autorità della Rivelazione biblica; RE Davies, il problema delle Autorità e la Continental Riformatori ; CH Dodd, L'Autorità della Bibbia; PT Forsyth, Il Principio di Autorità; N. Geldenhuys, suprema autorità; FJA Hort, L'Autorità della Bibbia; GH Hospers, Riformati Il Principio di Autorità; RC Johnson, Autorità nella teologia protestante ; DM Lloyd-Jones, Autorità; HD McDonald, Teorie della Rivelazione; L. Oswald, La Verità della Bibbia; B. Ramm, Patterns of Authority; Richardson e W. A. Schweitzer, eds., Biblica Autorità per oggi; J . Rogers, ed., Biblica Autorità; JWC Wand, L'Autorità delle Scritture; BB Warfield, The Inspiration e Autorità della Bibbia; RR Williams, e le Autorità Apostolica Age.

Ispirazione della Bibbia

Informazioni avanzata

L'idea teologica di ispirazione, come il suo correlativo rivelazione, presuppone un personale pensiero e nella volontà, in ebraico terminologia, il "Dio vivente", per comunicare con gli altri spiriti.

La fede cristiana e di ispirazione, non solo nella rivelazione, poggia su entrambe le affermazioni esplicite biblica e sulla pervadono l'animo di scritturale record.

Terminologia Biblica

Oggi il sostantivo e verbo inglese "ispirare" e "ispirazione" sopportare molti significati.

Questa diversa connotazione è già presente nel latino inspiro e inspiratio della Vulgata Bibbia.

Ma il senso teologico tecniche di ispirazione, in gran parte perso nella secolare atmosfera del nostro tempo, è chiaramente affermato dalle Scritture con una speciale considerazione per gli scrittori sacri ei loro scritti.

Definito in questo senso, è una ispirazione soprannaturale influsso dello Spirito Santo su divinamente scelto gli uomini in conseguenza della quale i loro scritti diventare affidabile e autorevole.

Nel AV il sostantivo appare due volte: Giobbe 32:8, "Ma vi è un uomo in spirito, e l'ispirazione della Onnipotente dà loro comprensione", e 11 di Tim.

3:16, "Tutte le Scritture è dato da ispirazione di Dio, ed è redditizio per la dottrina, per la riprovazione, per la correzione, per l'istruzione e la giustizia".

Nel primo esempio, entrambi i ASV e la RSV sostituire "respiro" per "ispirazione", un interscambio che serve a ricordarci il drammatico fatto che le Scritture si riferiscono alla creazione dell'universo (Sal 33:6), la creazione di Uomo per la comunione con Dio (Gen 2,7), e la produzione di scritti sacri (11 Tim. 3,16) per la spiration di Dio.

In quest'ultimo caso, l'ASV rende il testo "Ogni Scrittura ispirata di Dio è anche redditizia", una traduzione di dubbia abbandonato da RSV, "Tutti i Scrittura è ispirata da Dio e utile".

Insegnamento biblico

Sebbene il termine "ispirazione" di rado si verifica in versioni moderne e parafrasi, la concezione stessa resta saldamente inserita nel scritturale insegnamento.

La parola theopneustos (11 Tim. 3,16), Dio, letteralmente, "spirated" o soffiò, afferma che il Dio vivente, è l'autore della Scrittura e che la Scrittura è il prodotto del suo soffio creativo.

Il senso biblico, quindi, si erge sopra la moderna tendenza ad assegnare il termine "ispirazione" solo un significato funzionale o dinamico (in gran parte attraverso una critica dipendenza da Schleiermacher's artificiale disgiunzione che Dio comunica la vita, non verità su se stesso).

Geoffrey W. Bromiley, traduttore di Karl Barth's Church Dogmatics, fa notare che mentre Barth sottolinea la "ispiratore" della Scrittura, che è, il suo uso attuale dallo Spirito Santo verso i lettori e ascoltatori, la Bibbia si inizia più indietro con la stessa " Inspiredness "delle sacre scritture.

Gli scritti di loro, come un prodotto finito, sono assertedly Dio-soffiò.

Proprio questa concezione di scritti ispirati, e non semplicemente di uomini ispirati, definisce il concetto di ispirazione biblica pointedly contro pagana rappresentazioni di ispirazione pesante stress in cui viene immesso sul soggettivo psicologico umore e la condizione di quelle persone overmastered da divino afflatus.

Mentre il brano paolino già osservato pone l'accento sulla prossima il valore spirituale della Scrittura, è questo condizioni su un unico ministero origine divina, e la conseguenza diretta di cui la sacra record è redditizio (cfr opheleo, "a vantaggio"), per l'insegnamento, rimprovero Correzione, l'istruzione e nella giustizia.

L'apostolo Paolo non esita a parlare di sacro ebraico scritti come la vera "oracoli di Dio" (Rm 3,2).

S. James Stewart non sopravvalutare la questione quando egli afferma che Paolo come un Ebreo e poi come un cristiano detenuto l'alta considerazione che "ogni parola" dei OT era "l'autentica voce di Dio" (Un uomo in Cristo, pag 39).

L'accento sulla origine divina della Scrittura è trovato anche in petrino scritti.

La "parola di profezia" è dichiarato di essere "più sicuro", anche di quella dei testimoni oculari della gloria di Cristo (11 Pt. 1:17 ss.).

Un soprannaturale tutte le proprie qualità, quindi, inheres nella Scrittura.

Mentre il coinvolgimento di organismi "santi uomini", afferma la Scrittura è, tuttavia, il dovere la sua origine non umana, ma per iniziativa divina, in una serie di dichiarazioni la cui attenzione è prossima l'attendibilità della Scrittura:

Gesù 'Visualizza della Scrittura

Se i passaggi già citata indicare qualcosa non solo della natura, ma la portata di ispirazione ( "tutte le Scritture", "la parola di profezia", una sintesi altrove termine per la totalità della Scrittura), un versetto del giovannea scritti indica qualcosa L'intensità di ispirazione e allo stesso tempo ci permette di contemplare Gesù 'vista della Scrittura.

In Giovanni 10:34-35, Gesù indica un oscuro passaggio nei Salmi ( "siete dèi", Sal. 82:6) a rafforzare il punto che "la Scrittura non può essere spezzato".

Il riferimento è doppiamente significativa, perché anche scredita la moderna pregiudizi contro individuare Scrittura come la parola di Dio, per il motivo che questa assertedly dishonors la suprema rivelazione di Dio incarnato in Cristo.

Ma in Giovanni 10:35 Gesù di Nazareth, mentre parla di sé come una "il Padre ha consacrato e mandato nel mondo", tuttavia, si riferisce a quelle di un passato dispensa "a cui la parola di Dio è venuto (e la Scrittura non può essere Rotti). "

L'inevitabile conseguenza è che tutta la Scrittura è di irrefragable autorità.

Questo è anche il punto di vista del discorso della montagna riportato nel Vangelo di Matteo: "Non pensate che io sia venuto ad abolire la legge ei profeti; non sono venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: , Fino al cielo e la terra passeranno, non uno iota, non un punto, passerà dalla legge fino a quando tutto è compiuto. Rilassa Chi poi uno solo di questi comandamenti e insegna agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli "(Mt 5:17-19 RSV).

Tentativi di trasformare le ripetute dichiarazioni, "Avete inteso che fu detto ... ma io vi dico" in una sostenuta critica alla legge mosaica non hanno fatto il loro caso convincente contro la probabilità che Gesù 'di protesta contro la tradizionale piuttosto livellato Riduzioni della domanda e l'effettiva intenzione interiore di tale legge.

Infatti, il necessario compimento di tutto ciò che è scritto è un tema frequente sulle nostre labbra del Signore (Mt 26:31; 26:54; Marco 9:12-13; 14:19, 27; Giovanni 13:18; 17:12 ).

Chi cerca narrazioni fedelmente il Vangelo di Gesù in vista 'atteggiamento verso le sacre scritture sarà guidata di nuovo e di nuovo per la conclusione di Reinhold Seeberg: "Gesù stesso descrive e impiega l'Antico Testamento come un infallibile autorità (ad esempio, Matt. 5:17 ; Luca 24,44) "(libro di testo di Storia della dottrine, I, 82).

OT Visualizza

In entrambi la parola e la scrittura OT profeti sono segnati fuori dal loro costante certezza che essi sono stati portavoce del Dio vivente.

Hanno creduto che la verità si pronunciò circa l'Altissimo e le sue opere e la volontà, e la loro comandi e le esortazioni espresse nel suo nome, derivato loro origine da lui e portato la sua autorità.

Il costantemente ripetuta formula "così dice il Signore" è così caratteristica dei profeti, come a lasciare alcun dubbio che essi consideravano scelto agenti della divina auto-comunicazione.

Emil Brunner e riconosce che "le parole di Dio che i profeti annunciano come quelli che hanno ricevuto direttamente da Dio, e sono stati commissionati a ripetere, in quanto essi hanno ricevuto li ... forse si trova la più vicina per analogia il significato del Teoria del verbale di ispirazione "(Apocalisse e ragione, p. 122).

Chi impugns la fiducia dei profeti che sono stati strumenti di un vero Dio e la loro divulgazione della verità circa la natura e le sue relazioni con l'uomo è spinto, con coerenza, se non necessariamente, per l'unica alternativa possibile della loro delusione.

Da questa stessa tradizione profetica è impossibile staccare Mosè.

Egli stesso un profeta, giustamente chiamato "il fondatore della religione profetica", ha il diritto e media sacerdotale e sacrificale elementi della religione rivelata nella ferma convinzione che egli promulga la vera volontà di Geova.

Dio sarà la bocca del profeta (Exod. 4:14 ss.); Mosè è di essere Dio, per così dire, per il profeta (Exod. 7:1).

L'Antico e il Nuovo

Il NT osservazioni circa la Scrittura applicare in primo luogo, naturalmente, per la OT scritti, che esistevano in forma di canone unitario.

Ma gli apostoli esteso la tradizionale pretesa di ispirazione divina.

Gesù, il loro Signore, non solo aveva convalidato il concepimento di un corpus unico e autorevole delle sacre scritture, ma ha parlato di un ulteriore ministero di insegnamento dallo Spirito (Giovanni 14:26; 16,13).

Gli apostoli affermare con fiducia che così parlare dallo Spirito (I Pet. 1,12).

Attribuiscono sia la forma e la materia del loro insegnamento a lui (I Cor. 2,13).

Essi non solo assumono una autorità divina (I Thess. 4:2, 14; II Thess. 3:6, 12), ma fanno la loro accettazione di una prova scritta comandi di obbedienza spirituale (I Cor. 14,37).

Esse si riferiscono anche ad ogni altri scritti con lo stesso proposito, come per la OT (cfr l'identificazione e la I Tim. 5:18 di un passaggio dal Vangelo di Luca, "L'operaio è degno della sua noleggio" [Luca 10:7] come Scrittura, e la giustapposizione delle epistole paoline II Pet. 3:16 con "le altre scritture").

Visualizza storico

La teoria tradizionale, che la Bibbia nel suo insieme e in ogni parte è la parola di Dio scritta, che si tiene fino al valuta l'aumento delle moderne teorie di critica di un secolo fa.

W. Sanday, affermando che l'alta considerazione è stata la comune fede cristiana e la metà del secolo scorso, i commenti che questo punto di vista è "sostanzialmente non molto diverso da quello ... ha tenuto due secoli dopo la nascita di Cristo", infatti, che "Gli stessi attributi" sono stati la predica di OT prima della Nuova (Ispirazione, pp. 392-93).

Bromiley alcune note di razionalizzare le tendenze che sono sorti sul bordo alto della vista: i farisei 'il rifiuto di Gesù di Nazareth come il Messia promesso, nonostante il loro riconoscimento formale della divina ispirazione della Scrittura; l'attribuzione di ispirazione per la vocale da punti e la punteggiatura XVII secolo dogmaticians luterana, e un deprezzamento (ad esempio, nel Medio Evo), del ruolo di illuminazione e l'interpretazione della Scrittura ( "La dottrina della Chiesa Inspiration" nella Rivelazione e la Bibbia, ed. CFH Henry, pp. 213ff.) .

I protestanti Riformatori custodito il loro punto di vista della Bibbia dagli errori del razionalismo e misticismo.

Per evitare che il declino del cristianesimo a mera metafisica essi hanno sottolineato che lo Spirito Santo dà la vita da sola.

E per evitare il declino della religione cristiana forma di misticismo hanno sottolineato le Scritture come unica fonte affidabile della conoscenza di Dio e la sua finalità.

La vista storico evangelico afferma che accanto alla speciale rivelazione divina e il risparmio atti, la divulgazione di Dio ha assunto la forma di verità e anche le parole.

Questa rivelazione è stata comunicata in un limitato canone di scritti di fiducia, deeding caduti esposizione un autentico uomo di Dio e delle sue relazioni con l'uomo.

Scrittura stessa è considerata come parte integrante di attività redentrice di Dio, una speciale forma di rivelazione, una singolare modalità della divina rivelazione.

In realtà, essa diventa un fattore determinante per l'attività redentrice di Dio, interpretare e unificare l'intera serie di opere redentore, e che espongono il loro significato e il significato divino.

Teoria critica

Il postevolutionary critica della Bibbia esercitata da Julius Wellhausen e di altri studiosi moderni ridotto la tradizionale fiducia nella infallibilità escludendo le questioni della scienza e della storia.

Quanto è stata posta in gioco in un indebolimento della fiducia nel centro storico di affidabilità della Scrittura non è stata in prima evidente a chi ha posto l'accento sulla affidabilità della Bibbia in materia di fede e la pratica.

Per non opera alcuna distinzione tra le questioni storiche e dottrinali è istituito dalla NT vista di ispirazione.

Senza dubbio ciò è dovuto al fatto che la storia è OT visto come l'evoluzione della rivelazione salvifica di Dio; storico elementi sono un aspetto centrale della rivelazione.

Fu presto evidente che gli studiosi che hanno abbandonato la credibilità della storia biblica aveva fornito il cuneo di entrare per l'abbandono di elementi dottrinali.

Teoricamente un tale risultato potrebbe forse avrebbe potuto essere evitato da un atto di volontà, ma in pratica non lo era.

Newton William Clark L'uso delle Scritture in Teologia (1905) ha dato teologia biblica ed etica per la critici, come pure la scienza e la storia biblica, ma riservato l'insegnamento di Gesù Cristo come fede.

Studiosi britannici è andato oltre.

Poiché Gesù 'approvazione della creazione, i patriarchi, Mosè, e la donazione della legge lui coinvolto in una accettazione della scienza e della storia biblica, alcuni influenti critici accettato solo l'insegnamento morale e teologica di Gesù.

Contemporanei rapidamente cancellati anche questo resto, l'affermazione di Gesù 'teologica fallibilità.

Effettivo credenza in Satana e demoni è stato insufferable alla mente critica, e deve pertanto invalidare la sua integrità teologica, mentre la finta credenza in loro (come una concessione ai tempi) si invaliderebbe la sua integrità morale.

Eppure Gesù aveva rappresentato tutto il suo ministero come una conquista di Satana e il suo appello a esorcismo dei demoni e la prova della sua missione soprannaturale.

I critici potrebbe dedurre solo la sua scarsa conoscenza anche della verità teologica e morale.

La cosiddetta scuola di Chicago empirica teologi hanno sostenuto che il rispetto per il metodo scientifico e teologia impedisca qualsiasi difesa di ciò che Gesù 'assolutezza e infallibilità.

Harry Emerson Fosdick's The Modern Utilizzo della Bibbia (1924) promosso solo "abidingly valido" esperienze in Gesù 'la vita che potrebbe essere rivissuto normatively da noi.

Gerald Birney Smith è andato un altro passo nella corrente cristiana Thinking (1928), mentre si può ottenere ispirazione da Gesù, la nostra esperienza e dottrina determina una valida visione della vita.

Simultaneamente molti critici scrittori hanno cercato di screditare la dottrina della Scrittura come un autorevole la partenza da il punto di vista della scrittori biblici stessi, o di Gesù di Nazaret, prima di loro, o, se certamente Gesù 'vista, hanno cercato di respingere, tuttavia, è come un teologica Alloggio, se non l'indicazione di conoscenza limitato.

Le difficoltà interne di tali teorie sono stati indicati con precisione classico da Benjamin B. Warfield ( "The Real Problema d'ispirazione", in The Inspiration e Autorità della Bibbia).

Questo tentativo di conformarsi alla vista di ispirazione biblica alla moderna critica rilassato nozioni possono ora essere detto di aver fallito.

La contemporanea rivolta colpisce più profondamente.

Si attacca la rivelazione di vista storico, nonché di ispirazione, affermando e deferenza alla dialettica filosofia che la rivelazione divina non si assume la forma di concetti e parole, una premessa che viene eseguito direttamente in contrasto con la testimonianza biblica.

Qualunque cosa deve essere detto per i diritti legittimi di critica, rimane il fatto che la critica biblica, ha incontrato il test della borsa di studio con il solo obiettivo qualificata successo.

Superiore critica si è mostrato molto più efficace nella creazione di una fede ingenua e l'esistenza di manoscritti per i quali non vi è alcuna prova palese (ad esempio, J, E, P, S, D, primo secolo nonsupernaturalistic "vangeli" e il secondo secolo supernaturalistic redazioni) Nel sostenere che la comunità cristiana di fiducia nella manoscritti solo la chiesa ha ricevuto come una sacra fiducia.

Forse il più significativo guadagno nella nostra generazione è il nuovo approccio alla Scrittura disposizione, in termini di testimonianza primitiva remoto invece di ricostruzione.

Se si può non capannone ulteriori luce sulle modalità di funzionamento dello Spirito sulla scelta scrittori, critica biblica può fornire un commento sulla natura e la portata di tale ispirazione, e per la gamma di affidabilità della Scrittura.

La visione biblica, certamente è stato assalito nella nostra generazione, in particolare da parte di un ricorso a tali fenomeni testuali della Scrittura come il problema sinottica e apparenti discrepanze e la segnalazione di eventi e di numeri.

Evangelica studiosi hanno riconosciuto il pericolo di imputazione ventesimo secolo criteri scientifici per gli scrittori biblici.

Essi hanno inoltre rilevato che il canone OT unqualifiedly hanno avallato da Gesù contiene molte delle difficoltà del problema sinottica e le caratteristiche dei libri dei Re e Cronache.

E ammettere che il ruolo proprio di uno studio induttivo dei fenomeni reali della Scrittura in dettaglio la dottrina di ispirazione derivata da l'insegnamento della Bibbia.

CFH Henry


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


K. Barth, La dottrina della Parola di Dio; C. Elliott, il Trattato di ispirazione della Sacra Scrittura; Engelder T., la Scrittura non può essere danneggiato; L. Gaussen, Theopneustia: La Plenaria ispirazione della Sacra Scrittura; CFH Henry, Dio, la Rivelazione, e Autorità, 4 voll., E (a cura di), la rivelazione e la Bibbia; J. Orr, la rivelazione e ispirazione; NB Stonehouse e P. Woolley, eds., Infallible La Parola; J. Urquhart, L'ispirazione e la precisione delle Sacre Scritture; JF Walvoord, ed., Ispirazione e interpretazione; BB Warfield, The Inspiration e Autorità della Bibbia; JC Wenger, la Parola di Dio scritta; JI Packer, Dio ha conosciute; HD McDonald, Che la Bibbia Chi insegna la Bibbia; Achtemeier P., L'ispirazione della Scrittura; FE Greenspan, ed., La Scrittura e la tradizione ebraica e cristiana.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a