Teologia di Marco

Informazioni avanzata

Un crescente consenso è emerso negli ultimi anni che il sacro evangelisti sono stati entrambi storici e teologi.

Essi producono accurata storie della vita di Cristo e, al tempo stesso predicato le sue implicazioni per la vita e la chiesa.

Inoltre, ogni evangelista ha avuto un carattere distintivo messaggio, e visto il modo in cui ha selezionato e omesse alcune scene e dettagli.

E 'quindi esatto parlare di una "teologia di Marco."

Temi principali saranno il suo essere qui tracciato e un tentativo di delineare il modo in cui ciascuno è visto in tutto il suo Vangelo.

Cristologia

Il libro si afferma che è "il vangelo di Gesù Cristo, il Figlio di Dio".

Vi è una grande divergenza di opinioni in merito alla centrale importanza a questo riguardo.

Molti hanno pensato che il Cristo / Messia è predominante ed esprime Mark's ritratto di Gesù come l'antitipo del servo sofferente di Jahvè.

Questo è quindi legata a una reale stress e re d'Israele (15:32), vale a dire, in Marco, il servo diventa re messianico.

Mentre questo è senza dubbio vero, non è la grande stress; infatti, Gesù è visto come esigente che questo fatto sia tenuta segreta.

Qui si trova il principale problema critico del Vangelo.

Ogni gruppo con il quale Gesù è coinvolto è costretto al silenzio: i demoni (1:23-25, 34; 3:11-12), quelli guariti (1:40-44; 5:43, 7:36, 8:26 ), I discepoli (8:30; 9,9).

Inoltre, i leader sono conservati dalla verità (3:22; 4:10-12; 8:11-12), e Gesù si ritira dalla folla (4:10, 7:17, 9:28) e nasconde da Li (7:24, 9:30).

Molti hanno pensato che Mark ha creato il tema, al fine di spiegare il motivo per cui Gesù non è mai stato riconosciuto nel corso della sua vita (Wrede) o per opporsi al loro discepoli, che erano Mark creduto proclamando un falso vangelo (Weeden).

Tuttavia, nessuna spiegazione è necessaria.

La folla non è stato permesso di ascoltare tale insegnamento, perché Gesù, per essere considerato solo un "lavoratore meraviglia", e i discepoli non poteva annunciare che a causa della loro propria incomprensione per quanto riguarda il significato del suo ufficio, cioè, che è interpretato alla luce del Ebraica attesa di una conquista re piuttosto che un servo sofferente.

I demoni sono stati taciuti come parte del "legame di Satana" tema (cfr 3:27 e più avanti), e il leader erano incapaci di comprendere come segno di rifiuto di Dio.

Nel complesso, Marco sottolinea che Gesù 'messiaship è essenzialmente in incognito, nascosto da tutti, ad eccezione di quelli con la visione spirituale.

In breve, mentre Gesù è davvero una meraviglia lavoratore, Mark desidera chiarire le implicazioni attentamente.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
A questo proposito dobbiamo notare "Figlio di Dio", il titolo, che inizia il Vangelo (1,1) e si verifica il culmine nel grido del centurione (15,39).

L'accento sulla figliolanza si verifica al battesimo (1,11) e la trasfigurazione (9,7), ed è un elemento chiave in Gesù 'il controllo del reame demoniaco (3,11).

Inoltre, Gesù è visto come onnisciente (2:8, 5:32, 39, 6:48, 8:17, 9:4, 33; 11:2, 14; 12:9; 13,12) e onnipotente oltre demoni , La malattia, la morte, e gli elementi naturali.

Eppure, allo stesso tempo Mark ha sottolineato la sua umanità: la sua compassione (1:41, 6:34; 8,2), indignazione (3:5; 9:19; 10,14), e la sua angoscia e dolore (14:33 -36).

Gesù "sospiri" (7:34, 8:12), e mostra la rabbia (1:43; 3,5), egli diventa stanco (4:38), e ammette limitazioni per quanto riguarda i miracoli (6,5-6) e della conoscenza (13 : 32).

L'equilibrio tra questi è importante e dimostra che Mark è probabilmente cercando di presentare un quadro equilibrato, al fine di correggere uno stress troppo entusiasta sul soprannaturale aspetti.

Marchio preferito di denominazione è "Figlio dell'uomo", un termine che è stato senza dubbio Gesù 'proprio auto-designazione, ma anche che è andato al di là di immagine celeste figura di Dan.

7:13. Mark e parla della sua umanità (2:10, 27-28), il suo tradimento, la sofferenza e la morte (la passione previsioni di 9:12, 14:21, 41), e la sua esaltazione e il futuro regno (13:26 ).

E 'ovvio che in questo caso abbiamo la correzione di malintesi per quanto riguarda il suo scopo e personalità, soprattutto dal momento che si verifica soprattutto nella seconda metà del Vangelo, dove Gesù inizia a correggere i discepoli' opinioni.

Sembra certo che Marco vuole combinare una theologia crucis con una theologia gloria.

Pertanto, il cosiddetto segreto messianico centri sul fatto che la croce è il percorso di gloria e che Gesù 'vivere esaltazione può essere compresa solo da comprendere il significato della sua sofferenza.

L'ultimo aspetto di Marco accentuazioni è Gesù come insegnante.

In passato questa è stata la designazione di solito attribuito solo a Matteo, ma di recente si è sempre più riconosciuto che Mark dà Gesù 'magistero e il suo primo luogo di lavoro.

Colui che realizza così grandi e potenti azioni è dimostrato come colui che insegna, infatti, la prima è subordinata alla seconda, perché è nella sua attività di insegnante (4:38, 5:35, 9:17, 38 ; 10:51, 11:21), che entrambi i discepoli e gli oppositori sono confrontati con la realtà del Cristo evento.

E 'nel suo insegnamento che la vera autorità è manifesto (1,22), e, pertanto, questo potrebbe essere il grande stress.

Conflitto cosmico

In Marco, Cristo è presentato come colui che "lega" Satana (3:27).

Matteo su centri dove i miracoli di guarigione, Mark sottolinea esorcismo.

Questo è meglio di nulla visto comparando Marco e Matteo, per quanto riguarda la guarigione del demone-posseduto / epilettici bambino.

Matteo cita il demone solo presso il punto del miracolo (17:14-18), mentre Mark riguarda uno stupefacente racconto dettagliato con quattro distinte descrizioni degli effetti del possesso (9:18, 20, 22, 26).

Gesù è dipinto come uno che violentemente assalti peccato e cosmico forze del male.

Inoltre, egli passa su questo escatologica ministero per i discepoli, che partecipano con lui e la sua vittoria (3:15; 6:7, 13; per il problema della 9:18 vedi sotto).

Implicita in 3:27 è anche l'idea di "saccheggio" regno di Satana.

Questo è certamente il senso della esorcismo miracoli (1:23-26; 3:11-12; 5:6-13; 9:14-27).

Quando i demoni pronunciare Gesù 'nome, non sono inconsapevolmente agisce come il suo "PR" agenti, ma piuttosto sta cercando di ottenere il controllo di lui.

Nel mondo antico (come in molte aree tribali di oggi) si potrebbe avere potere su di uno spirito-creatura dal suo apprendimento "nascosto nome".

Quando Gesù forzato silenzio su di loro (1:25, 34; 3,12) o li ha resi rivelare i loro nomi (5,9), questo significava la sua maestria nel satanico forze.

Le autorità e le altre benedizioni dato Gesù 'seguaci sono i viziare da quella vittoria.

Escatologia

Molti hanno dichiarato che Mark è principalmente un fautore di un futuristico escatologia, forse anche chiamando la chiesa con l'imminente parusia in Galilea (Marxsen).

Markan ancora l'accento va al di là di questo.

Secondo le 1:15, il regno è già venuto, e il tempo di realizzazione è qui.

Gesù 'i fatti e le parole dimostrare la presenza del Regno nella storia, e Gesù continuerà a mediare questo fine-tempo di potenza fino alla consumazione finale del disegno divino (8:38; 13:24-27; 14,62).

Pertanto, il discepolo esiste nel presente speranza, e Mark's escatologia è "inaugurato" piuttosto che finale, vale a dire, che riconosce il "principio" della "fine" e il fatto che il credente vive in uno stato di tensione tra i due.

Allo stesso tempo dobbiamo riconoscere lo stress sul futuro parusia in Marco.

I tre passaggi di cui sopra (8:33, 13:26, 14:62) dimostrano che la sofferenza di Cristo può essere capito correttamente solo alla luce della sua venuta, sia a gloria della risurrezione / esaltazione e parusia.

Un evento che illustra il collegamento tra la risurrezione e l'eschaton è la trasfigurazione (9:2-8); quando ci si rende conto che è circondato da passaggi sulla sofferenza, il punto qui diventa del tutto chiaro.

Lo stesso vale per il discorso Olivet (c. 13), che dimostra una volta di più che la sofferenza e persecuzione portare alla gloria.

Ma anche qui non siamo privi di forte stress realizzato, perché è visto nella grande accento sulla vigilanza (13:5, 9, 23, 33, 35, 37), che permea il capitolo.

Il vero discepolo sarà caratterizzato da un attesa di vigilanza alla luce della imminente inbreaking finale del regno.

I miracoli e soteriologia

Non si può ignorare la centralità del miracolo storie, per la loro forma di un quinto del Vangelo e il 47 per cento dei primi dieci capitoli.

La parola di base, come in tutti i sinottici, è "potenza" (dynamis), che indica la potenza di Dio operante nel suo Figlio.

Marco, tuttavia, è attento a sottolineare che i miracoli non fanno apologetico prova che Gesù è il Cristo.

Il tema centrale di Marco, è che può essere conosciuta solo per la fede, perché la fede non è in grado di produrre.

I discepoli li fraintendere (4:40, 6:52, 8:17-18), e il loro effetto è attenuata dal apparente umanità di Gesù stesso (6:1-3; cfr. 3:19-21).

Con la presenza di molti lavoratori miracolo, molti di loro falsi profeti (13.22), la gente comune potrebbe trarre solo conclusioni erronee.

Pertanto, necessario che il suo insegnamento e la sua persona a comprendere correttamente (1:37-38; 2:5, 4:40, 5:34).

Mark è stato sottolineato il nascondimento di Dio in Gesù, e ha voluto dimostrare che anche i suoi miracoli erano solo barlumi della vera realtà e, come tale, comprensibile solo dalla fede.

Inoltre, essi sono simboli di perdono a Dio, come il miracolo è eseguita, il bisogno spirituale è soddisfatta (4:35-41; 6:45-52; 7:31-37; 8:22-26).

La connessione dei miracoli con la fede e il perdono porta ad un ulteriore punto: la fede, quando è presente, il punto di miracoli la potenza salvifica di Dio in Cristo.

Da actualizing il potere e l'autorità di Dio e la situazione, essi rendono il lettore conosce le esigenze radicali di Dio.

, Spesso è stato detto che non ha alcuna vera Mark soteriologia.

Che è ancora a negare l'implicazione di tali passaggi chiave come 10:45, che presenta Cristo come colui che ha dato la sua vita «in riscatto per molti".

Mark cerca di guidare gli uomini a decisione, che egli compie impostando due scene in contrasto, evidenziando i problemi e impegnativo incontro con Dio (ad esempio, 3:7-12, in cui i demoni riconoscere lui, e 3:20-35, dove Gesù viene chiamato Belzebù; o 11:12-21, il che dimostra che la pulizia del tempio prefigurata la "maledizione" di Dio su Israele).

Mark costantemente mostra gli uomini, la gente comune, i leader, e discepoli, e il conflitto di decisione.

Discepolato

L'accento posto finale in Marco, e in qualche modo la grande attenzione con la cristologia, è il motivo discepolato.

Anche in questo caso vi è certamente polemiche qui, come alcuni hanno sostenuto che Mark ha una spinta negativa destinata a dimostrare l'errore dei discepoli (Weeden).

Tuttavia, questo è certo vero del Vangelo nel suo complesso.

Mark si desidera sottolineare il carattere radicale della chiamata e la difficoltà di raggiungere l'obiettivo.

Tuttavia, il lettore è atteso per identificare con i discepoli in questo dilemma, e che anzi costituisce il cuore del Vangelo.

All'inizio del Vangelo di Marco, Gesù compie il suo messaggio di pentimento (1,15), chiamando i discepoli ad essere "pescatori di uomini" (cfr. Mt. 4:18-22 e Luca 5:1-11, dove Arriva molto più tardi).

Poi, dopo il conflitto narrazioni (2:1-3:6) cementi Gesù il suo "ritiro" (3,7) girando per i discepoli e li committenza (3,13-19), in una scena riempita con elezione terminologia e centraggio Su di loro autorità e responsabilità.

Infine, il primo segmento del Vangelo si conclude con una scena missioni in cui Gesù "manda" i suoi discepoli, ancora una volta, con autorità e in completa dipendenza da Dio (6:7-13).

Da qui, però, il rapporto sembra peggiorare, e la sezione centrale di Marco (6:7-8:30) ha due temi, il ritiro di Gesù dalla folla combinato con il suo tempo con i dodici, e il fallimento della Discepoli a comprendere il suo insegnamento.

Essi sono incredibilmente ottusa nei confronti di tutti gli aspetti del suo insegnamento e sono entrambi uncomprehending (6:52, 7:18, 8:17-18) e anche "hardened" (6:52, 8:17), un sorprendente termine, in Luce delle sue connotazioni teologiche e la sua presenza, dopo i due miracoli di alimentazione.

Tuttavia, una volta di più questo fallimento non è il punto finale, anche se è certamente sottolineato alla fine, soprattutto se Mark finisce a 16:8.

Eppure, in ultima sezione del Vangelo, prima della passione (8:31-10:52), la soluzione è visto, in presenza di Gesù, il maestro, che con pazienza e con amore li istruisce.

Nota che, in 8:31 Gesù "incominciò a insegnare", un atto chiaramente legata alla loro incapacità di comprendere (8:32-33), che si contrappone con la sua istruzione (8:34-38).

Questo di per sé importante segue la guarigione del cieco (8:22-26), un miracolo in due fasi, che potrebbe essere stato destinato a prefigurare una strategia in due fasi superamento dei discepoli 'cecità (cfr 8:17-21) Via prima confessione di Pietro (parziale della vista, come si è visto in 8:31-33) e poi con la trasfigurazione, che solidificata la rivelazione di Dio ai discepoli.

La passione seguita da previsioni sono molto gravi errori da parte loro, e la guarigione del bambino demonpossessed questo viene a una crisi, quando i discepoli non sono in grado di eseguire quello che in precedenza era stato un significativo segno della sua autorità (cfr 9:18 Con 6,13).

La soluzione è visto in risvegliato fede (9,24) e la sua risposta, la preghiera (9,29).

Passaggi di questo risveglio sono sempre più visti nel racconto della passione, e lì il cuore del problema diventa ancora più evidente: il discepolato è una chiamata alla croce, e non può essere compreso fino alla croce.

L'ingresso trionfale in incognito è un messaggio riguardante Gesù 'vero missione, ed è seguita dalla sentenza sul tempio (c. 11).

In tre grandi scene di Gesù comincia a sollevare il velo ulteriormente, ei discepoli sono chiamati alla comprensione, l'unzione di Betania (14:3-9), le parole eucaristica, durante l'Ultima Cena (14:22-25), e Getsemani ( 14: 32ff.).

Infine, presso la risurrezione fallimento è ancora visto (16:8, con la maggior parte degli studiosi rendersi conto che sono le donne a essere identificati con i discepoli), ma è ovviato con la promessa di Gesù 'presenza (16,7).

Come il primo lettore identifica con il problema del discepolato e poi con Gesù (la soluzione), la vittoria diventa un atto di fede.

GR Osborne


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


P. Achtemeier, Marco e " 'Egli Taught Them Molte Cose': Reflections on Marcan cristologia", CBQ 42:465-81; GR Beasley-Murray, "Eschatology nel Vangelo di Marco," SwJT 21:37-53, e "La Parusia in Marco," SwJT 21:565-81; E. Best ", in Marco La Miracoli", 75:539-54 RE, e di seguito Gesù: Discepolato nel Vangelo di Marco; JL Blevins, "La cristologia di Mark, "RE 75:505-17; WD Carroll," Il Gesù del Vangelo di Marco, "BT 103:2105-12; RT Francia," Marco e la didattica di Gesù, "Vangelo e prospettive, I, ed.

RT Francia e D. Wenham; JJ Kilgallen, "Il segreto messianico e Mark's Purpose", CQL 7:62-65; R. Martin, Mark: Evangelista e teologo; W. Marxsen, Marco Evangelista; RP Meye, Gesù e la Dodici; NP Petersen, ed., Prospettive sul Vangelo di Marco; PS Pudussery, "Il significato di Discepolato nel Vangelo di Marco," Jeev 10:93-110; Quesnell D., La Mente di Mark D. Rhoads e D. Michie, Mark come Story, J. Rohde, Riscoprire la didattica degli Evangelisti; Senior D., "Il Vangelo di Marco," BT 103:2094-2104; RC Tannehill, "I discepoli in Marco: La funzione di un racconto Ruolo ", JR 57:386-405; Weeden TJ, Mark, Tradizioni e conflitti; W. Wrede, Il segreto messianico.


Inoltre, si veda:


Teologia di Matteo


Teologia di Luca


Teologia di Giovanni


Nuovo Testamento, la teologia

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a