Riscatto

Informazioni avanzata

Riscatto è una delle metafore che lavorano presso la Chiesa primitiva a parlare di l'opera salvifica di Cristo.

Si trova sulla bocca di Gesù in Marco 10:45 / Matt.

20:28: "Il Figlio dell'uomo non è venuto per essere ministrato fino, ma per il ministro e dare la propria vita in riscatto per molti".

Paolo afferma anche che Cristo ha dato se stesso come un "riscatto per tutti" (I Tim. 2,6).

Come metafora riscatto comunemente punta a un prezzo pagato, una transazione fatta, per ottenere la libertà degli altri.

Queste idee sono supportati anche da tali espressioni come "acquisto" e di "prezzo" (I Cor. 6,20) e di "redimere" (I Pt. 1:18 ss.).

Le idee sono radicate nel mondo antico, dove gli schiavi catturati e soldati hanno avuto la loro libertà sul pagamento di un prezzo.

In OT riscatto è legato ancora una volta con gli schiavi, ma anche con diversi aspetti delle culture, nonché le funzioni di parenti (cfr Ruth 4).

Soprattutto l'idea di riscatto (riscattare) è anche collegata con la liberazione dall'Egitto (ad esempio, Dt. 7:8) e il ritorno degli esuli (ad esempio, Isa. 35,10).

In entrambe le impostazioni l'attenzione non è più il prezzo pagato, ma sulla liberazione raggiunti e la libertà ottenuta.

Ora l'attenzione si concentra sulle attività di Dio e il suo potere di liberare il suo popolo.

Quando le idee di riscatto sono legati al risparmio attività di Dio, l'idea di prezzo non è presente.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Quando il NT, dunque, parla di riscatto, con riferimento al lavoro di Cristo, l'idea non è uno di transazione, come se una delle offerte è organizzato e pagato un prezzo.

Piuttosto l'attenzione è focalizzata sulla potenza (I Cor. 1,18) della croce per salvare.

Nel famoso riscatto dicendo di Marco 10:45 Gesù parla della sua venuta di morte come strumento di liberazione per molti.

È il contrasto tra la sua morte solitaria e la liberazione di molti.

Nel NT i termini di riscatto e di acquisto, che in altri contesti suggeriscono uno scambio economico o finanziario, parla delle conseguenze o dei risultati (cfr. I Cor. 7,23).

Il comunicato è da sentenza (Rm 3:25-26), il peccato (Ef 1,7), la morte (Rm 8,2).

Non c'è bisogno, quindi, di chiedere alla domanda posta così spesso in passato: "A chi è stato pagato il riscatto?

Non è possibile considerare il pagamento di Satana, come se Dio sono stati obbligati a soddisfare le esigenze di Satana o "prezzo richiesto".

E poiché i testi parlano sempre l'attività di Dio in Cristo, non possiamo parlare di Dio che paga se stesso.

Mentre il sacrificio di Cristo è radicato nella santità e la giustizia di Dio, essa non deve essere considerato nel contesto di un solo diritto, ma soprattutto di alleanza.

In Cristo, Dio prende su di sé la libertà, la liberazione dalla schiavitù, del suo popolo.

Conosce le esigenze del proprio essere.

RW Lione


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


D. Hill, greco ed ebraico Parole Significato: Studi e la semantica di Soteriological Termini; F. Buchsel, TDNT, IV, 340-56; L. Morris, predicazione apostolica della Croce.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a