Stati di Gesù Cristo

Informazioni avanzata

Gli Stati di Gesù Cristo sono i diversi rapporti di Gesù Cristo aveva per la legge di Dio per l'umanità, per il possesso di autorità, e di ricevere onore per se stesso.

Generalmente due Stati (l'umiliazione e di esaltazione) si distinguono.

Così, la dottrina della duplice stato di Cristo è l'insegnamento che Cristo ha vissuto prima lo stato di umiliazione, poi lo stato di esaltazione.

All'interno di ciascuno di questi Stati quattro aspetti possono essere distinti.

L'umiliazione di Cristo

I quattro aspetti di Cristo umiliazione sono incarnazione (1), (2) la sofferenza, la morte (3), (4) e la sepoltura.

Talvolta un quinto aspetto (discesa agli inferi) è incluso.

Incarnazione

L'incarnazione, o Cristo, tenendo per sé una natura umana, è stato di per sé un passo umiliazione.

Egli ha dato l'onore e la gloria che apparteneva a lui in cielo (Giovanni 17,5).

Egli ha anche dato il suo diritto di esercitare l'autorità divina per il proprio beneficio e il diritto di godersi la sua signoria su tutte le cose in cielo e in terra (II Cor. 8:9; Fil. 2:6-7; Eb. 2:9 ).

Così egli ha dato, lo stato del righello e ha assunto lo status di servo.

Inoltre, egli stesso sottoposto alle esigenze di vivere sotto la legge (Gal 4,4), rendendo così necessario per lui ad obbedire perfettamente l'OT leggi che Dio aveva comandato del suo popolo (Giovanni 8:46; Matt. 3: 15).

Egli ha preso su di sé l'obbligo di obbedire a Dio come un uomo perfettamente, come nostro rappresentante, al fine di guadagnare la salvezza per noi attraverso un record di vita perfetta obbedienza (Rm 5:18-19).

Questo aveva a che fare con la forza della sua natura umana, senza l'assistenza di sua miracolosa poteri divini (cfr. Mt. 4,3-4).

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
E 'stata una vera natura umana, che il Figlio di Dio ha preso a se stesso.

Non è stato solo un corpo umano, ma anche una mente umana (che come abbiamo imparato imparare, Luca 2:52), e un anima umana (che potrebbe essere travagliata come siamo turbati, Giovanni 12:27; 13:21).

Così, Gesù è pienamente uomo, ha fatto come noi "in ogni senso" (Eb 2,17).

Doveva essere pienamente uomo, per diventare il sacrificio che è stato offerto per l'uomo del peccato: se non era pienamente uomo, che non avrebbe potuto essere salvata.

Tuttavia, la natura umana di Cristo non è stato sottoposto al peccato (Rm 8:3; Eb. 4:15; I Giovanni 3,5).

Così, la sua natura umana era come Adam's natura umana prima della caduta.

Ma Gesù non rinunciare a nessuno dei suoi attributi divini o meno diventare pienamente quando Dio ha assunto la natura umana.

Egli è rimasto completamente a Dio (Giovanni 1:1, 14; Col 1:19; 2,9), onnipotente (Mt 8:26-27; Isa. 9:6), onnisciente (Giovanni 2:25; 6:64 ; 16:30; 21,17), eterna (8,58), e incapace di morire (2:19; 10,17-18).

Tuttavia, questi attributi sono velate, in generale non manifesta durante Gesù 'ministero terreno (Mt 13:55-56), e mai utilizzato a proprio vantaggio o di fare il percorso di obbedienza più facile per lui (4:1-11).

Così, Gesù è rimasto completamente a Dio ed è divenuta pienamente l'uomo come bene.

Talvolta è detto, "pur rimanendo ciò che era, si è fatto ciò che egli non è stato".

(Va ricordato che è Figlio di Dio, la seconda persona della Trinità, che si è fatto uomo. Dio Padre non sia divenuto uomo, né lo Spirito Santo: Matt. 3:16-17; Giovanni 1:1; 3 : 16; Gal. 4,4).

E 'la più incredibile fatto in tutta la storia che uno che è stato eterno e infinito di Dio dovrebbe prendere a sé gli umili natura di un uomo e dovrebbe quindi continuare ad esistere per tutta l'eternità come pienamente Dio e pienamente uomo e, uniti in una sola persona.

È importante insistere sul fatto che, pur esistenti in questi due nature, Gesù Cristo è rimasta una sola persona.

La sua natura umana non è stata una persona indipendente da sé (in grado, ad esempio, di parlare con la natura divina, o di agire in opposizione ad esso).

In un modo che supera la nostra comprensione, la natura umana e divina di Cristo, sono state integrate in una persona, ed egli rimane come sia Dio e uomo, e ancora una persona, per sempre.

Sofferenza

Gesù 'sofferenze durò per tutta la sua intera vita, anche se è culminata nel suo processo e la morte sulla croce.

Egli ha conosciuto la sofferenza ordinario di vivere in un mondo caduto.

Egli era stanco (Gv 4,6), sete (19,28), affamati (Mt 4,2), dolorosi (Giovanni 11:35), e solo (Mt 26:56).

Egli sentiva grande dolore al peccato dell'uomo e la sua terribile effetti (Matteo 23:37; Mark 3:5; 8:12; Giovanni 11:33-35, 38).

Ha sopportato umana opposizione e intenso odio contro se stesso (Luca 11:53-54; Giovanni 15:18, 24-25).

Egli è stato "un uomo dei dolori che ben conosce il patire" (Isa. 53:3).

Inoltre, egli "imparò l'obbedienza attraverso ciò che ha sofferto" (Eb 5,8); che è, la sua forza morale e la capacità di resistere alla tentazione è aumentato con il successo di ogni incontro più difficile tentazione, specialmente quelle connesse con disagio e di sofferenza.

Ha conosciuto le sofferenze del grande durevole senza cedere alle tentazioni (Mt 4: l-11; Luca 11: 53-54; 22:28; Eb. 2:18; 4:15; I Pet. 2:21-23) , In particolare nel giardino del Getsemani poco prima della sua morte (Mt 26:37-38; Eb. 5:7; 12:3-4).

Qui si deve ricordare che colui che non cedere alla tentazione sente più pienamente la sua forza, come una persona che detiene un successo pesante sovraccarico di peso si sente la sua forza molto di più di qualcuno che si scende in una sola volta.

Gesù 'humilitation aumentata in intensità al momento del suo processo e della morte.

Sofferenze fisiche connesse con crocifissione sono state terribili, come sono stati gli irridente e vergogna ad una morte.

Ma ancora peggio sono state le sofferenze e lo spirito, che Gesù ha sperimentato quando Dio Padre ha su di lui la colpa dei nostri peccati (II Cor. 5:21; Gal. 3:13; I Pet. 2:22; Isa. 53:6) .

Padre, il suo volto voltò le spalle, in modo che Gesù fu lasciato solo con la nera del peccato e della colpa su di lui (Mt 27:46; abit. 1,13).

Poi, come Gesù compie il ruolo del sacrificio propiziatorio (Rm 3:25; I Giovanni 2:2; 4,10), egli portava la furia del intensa ira di Dio contro il peccato, e la portò fino alla fine.

Morte

Poiché la pena per il peccato è la morte (Gen. 2:17; Rom. 6:23), è stato necessario che Gesù stesso a sopportare la nostra pena.

La sua morte è stata simile alla nostra, ed è il motivo per noi.

Gesù 'corpo fisico è morto (Mt 27,50), e il suo spirito umano (o anima) è stato separato dal suo corpo e il suo passato in presenza del Padre che è nei cieli (Luca 23:43, 46).

Così, egli conobbe una morte che è come quella che abbiamo come credenti di esperienza se si muore in questa età.

La conoscenza di Gesù che è passato attraverso la morte prima di noi dovrebbe rimuovere da noi, la paura della morte (I Cor. 15:55-57; Eb. 2,14-15).

Non è corretto dire che Gesù 'morto natura divina, o potrebbe morire, se "morire" implica una cessazione di attività, la cessazione della coscienza, o una diminuzione della potenza (Giovanni 2:19; 10,17-18).

Tuttavia, in virtù di unione con Gesù 'la natura umana, la sua natura divina vissuta come doveva passare attraverso la morte.

Se la natura divina è mai stata l'oggetto della stessa collera divina contro il peccato non è esplicitamente dichiarato nella Scrittura.

(Per l'idea che Gesù "discese agli inferi" dopo la sua morte sulla croce, vedi sotto).

Sepoltura

Gesù 'corpo fu deposto in un sepolcro (Mt 27:59-60), e ha continuato in stato di morte per un momento.

Così, Gesù 'umiliazione è stata completata e che ha sofferto tutte le pene e di vergogna a causa di uomini caduti a causa del peccato.

"Discesa in Hell".

Non sembra corretto dire che Gesù è disceso agli inferi, almeno non in base a qualsiasi senso in cui tale espressione può essere intesa di oggi, oltre a specializzati significati che possono essere assegnati per la parola "inferno".

Egli non ha esperienza consapevole ulteriori sofferenze dopo morì sulla croce, egli pianse, "Tutto è compiuto" (Giovanni 19:30).

La dichiarazione di Sal.

16:10, "Tu non mi danno fino a Sheol", citato di Cristo nel NT (At 2:27; cf. 13,35) è la migliore intesa nel senso che Dio non ha abbandonato lui e la grave o in Stato di morte, per la parola ebraica se'ol può certamente avere quei significati.

Né Cristo proclamare una seconda possibilità di salvezza per coloro che sono morti. I Pet.

4:6, "questo è il motivo per cui il Vangelo è stato predicato anche ai morti", è la migliore intesa nel senso che il Vangelo è stato predicato ai credenti che era morto prima che il tempo è stato iscritto Pietro, e che il motivo è stato predicato a loro durante Il loro ciclo di vita non era per salvare dalla morte fisica, ma per salvare dalla sentenza definitiva.

E 'altrettanto improbabile che qualsiasi NT testo può essere inteso ad insegnare che Gesù, dopo la sua morte e la sua risurrezione prima è andato a proclamare il suo trionfo a spiriti ribelli in carcere (una comune visione luterana), o per portare in OT credenti la presenza di Dio in cielo (A cattolica romana vista).

In Ef.

4:9, dove Paolo dice che Cristo è disceso in "le parti più basse della terra", che non è più intesa come un genitivo di apposizione, che significa "le parti più basse, e cioè, la terra" (confrontare NIV: "il più basso, terrena, Regioni ").

Così, il testo fa riferimento alla incarnazione.

I Pet.

3:18-20, certo un testo difficile, dice che Cristo "è andato a predicato e gli spiriti in prigione, che in precedenza non obbedire, quando la pazienza di Dio atteso nei giorni di Noè, durante la costruzione del arca".

Quando si è reso conto che Pietro ha visto lo spirito di Cristo come attivi nel OT profeti (I Pet. 1,10-11), e vide Noè come un "predicatore" di giustizia (II Pet. 2,5), questo testo è Probabilmente migliore intesa nel senso che è stato lo spirito di Cristo e la predicazione attraverso l'arca di Noè, mentre era in fase di costruzione.

Così, non "discesa agli inferi" è contemplato qui.

In Apostoli 'Credo, la frase "è disceso agli inferi" è una tardiva, inoltre, compaiono solo intorno al 390 dC, e, probabilmente, in origine con il significato, "scese in tomba".

L'esaltazione di Cristo

I quattro aspetti di esaltazione di Cristo sono la risurrezione (1), (2), ascensione, (3) sessione, e (4) di ritorno nella gloria.

Resurrezione

La risurrezione è stato il punto di transizione in Gesù 'stato di esaltazione.

E 'stata la persona di Cristo, che è stato esaltato, e non solo la sua natura umana, ma al centro di questa attività è stata l'esaltazione del cambiamento nella sua natura umana ad un nuovo, molto più glorioso stato.

La risurrezione non è stato solo un restauro di vita, ma l'inizio di un nuovo tipo di vita migliore, di una "risurrezione di vita" (Rm 6:9-10).

Dopo la risurrezione, Gesù aveva ancora un corpo fisico, che può essere toccato e detenuti (Matteo 28:9; Giovanni 20:17, 27), potrebbe spezzare il pane (Luca 24:30), preparare la colazione (Giovanni 21:12-13 ), E di mangiare (Luca 24:42-43).

Si trattava di un corpo di "carne e ossa", per Gesù ha detto: "Uno spirito non ha carne e ossa come vedete che io ho" (c. 39).

Eppure questo corpo fisico di Gesù non è più soggetto a debolezza, la malattia, l'invecchiamento, o la morte.

Era incorruttibile e glorioso e potente (I Cor. 15:42-44; il termine "spirituale" qui non significa "nonmaterial", ma "la conformazione a carattere dello Spirito Santo").

È possibile che Giovanni 20:19 implica che Gesù aveva la capacità di entrare in uno spazio chiuso miracolosamente.

È chiaro, tuttavia, che, dal momento che Gesù era il "primizia" della risurrezione, saremo simili a lui, quando si ha risuscitato dai morti (I Cor. 15:20, 23, 49; Fil. 3:21; Giovanni I 3:2).

La risurrezione ha dimostrato l'approvazione di Dio Padre e la sua soddisfazione per l'opera di Cristo della redenzione (Isa. 53:11; Fil. 2:8-9).

Ora Cristo è stato esaltato in un nuovo stato, con il rispetto della legge, come pure: egli non era più sotto la legge, nel senso di essere obbligato a rispettare il OT come nostro rappresentante, per il suo lavoro di obbedienza e il nostro posto è stato completato (Rm 5:18-19).

La risurrezione è stato anche l'avvio di un nuovo rapporto con Dio Padre, per Gesù è stato esaltato il ruolo messianico di "Figlio", con nuovi poteri e autorità, che non sono la sua prima come Dio-uomo (Matteo 28:18; At 13 : 33; Rom. 1:4; Eb. 1,5).

Ascensione

Quaranta giorni dopo la sua risurrezione (At 1,3), Gesù ascese al cielo, ed è entrato a pieno titolo nella più i privilegi del suo stato di esaltazione.

Il NT chiaramente presenta Gesù 'ascensione come una ascensione corporea, e quindi come ascensione in un luogo (Luca 24:51; Giovanni 14:1-3; 16:28; 17:11; At 1,9-11), anche se è Un luogo normalmente nascosto dai nostri occhi fisici (Atti 7:55-56; cfr. II Re 6,17).

Così, Gesù conservato la sua natura umana, quando è tornato in cielo e lo conserverà per sempre (cfr Eb. 13,8).

Tuttavia, Gesù 'la natura umana è degna di culto di tutta la creazione, a differenza della nostra natura umana.

Quando Gesù ascese al cielo, egli ha ricevuto la gloria, l'onore, e l'autorità che non erano la sua prima come Dio-uomo (Atti 2:33, 36; Fil. 2:9-11; I Tim. 3:16; Eb. 1:3 -4; 2,9), in particolare l'autorità di effondere lo Spirito Santo e la chiesa maggiore pienezza e la potenza rispetto a prima (Atti 1:8; 2,33).

Dopo Gesù asceso al cielo egli ha anche iniziato la sua attività sacerdotale elevato di rappresentare noi davanti a Dio Padre (Eb 9,24) e di intercedere per noi davanti a Dio (7:25; Rom. 8,34).

(Luterani hanno insegnato che Gesù 'la natura umana è diventato anche onnipresente sulla sua ascensione al cielo, ma questo insegnamento non riceve chiaro sostegno da Scrittura, e appare ampiamente affermato di essere al fine di sostenere una particolare vista la presenza del corpo di Cristo e il Cena del Signore.)

Seduta (Session) presso il Padre's Right Hand.

Un ulteriore stato nella esaltazione di Cristo fu la sua seduto alla destra del Padre in cielo (At 2:33; Ef. 1:20-22; Eb. 1,3).

Questa azione mostra sia il completamento del Cristo, opera di redenzione e la sua ricezione di nuove autorità come Dio-uomo a regnare l'universo.

Cristiani attualmente parti in questa sessione di Gesù alla destra di Dio (Ef 2,6), in larga misura, in termini di condivisione spirituale e autorità sulle forze demoniache (6:10-18; II Cor. 10:3-4) e il potere di acquisire Aumentando la vittoria sul peccato (Rm 6:11-14).

In questo stato di carica esaltato alla destra di Dio, Cristo regnerà fino alla fine dei tempi, quando tutti i suoi nemici verrà conquistata (I Cor. 15:24-25).

Tornare in Gloria

Quando Gesù Cristo ritorna sulla terra e la gloria, la sua esaltazione sarà completo, ed egli riceverà tutti la gloria che è dovuta a lui, come il Dio-uomo, che ha acquistato la nostra redenzione, ed è degno di onore eterno e infinito.

Se questo futuro culmine di esaltazione di Cristo si verifica in una sola fase (come amillennialists hold) o due fasi separate da un millennio (come post-premillennialists e tenere premuto), tutti d'accordo sul fatto che Gesù Cristo un giorno tornare a terra, per regnare in trionfo ( At 1:11; Ap. 1,7), in pubblico e, infine, per sconfiggere i suoi nemici (II Thess. 1:7-8; Rev 19:11-21), e di sedere come giudice di tutta la terra (Matt . 25:31-46; Rev 22:12).

Poi il suo regno sarà stabilito per sempre, e, esaltato con il Padre e con lo Spirito Santo ", egli deve regnare per tutti i secoli dei secoli" (Rev. 11:15; 22:3-5).

WA Grudem


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


L. Berkhof, Teologia sistematica; EA Litton, Introduzione alla Teologia Dogmatica; C. Hodge, Teologia sistematica, II, 610-38.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a