Bibbia Amiatina

Informazioni cattolica

Il più celebre manoscritto della Vulgata Latina Bibbia, notevoli come la migliore testimonianza del vero testo di S. Girolamo e di una multa esemplare di calligrafia medievale, ora conservata a Firenze nella Bibliotheca Laurentiana.

Il simbolo è scritto o am A (Wordsworth).

Esso è conservato in un immenso tome, di misura in altezza e larghezza 19 1 / 4 pollici da 13 3 / 8 pollici, e spessore 7 pollici - sono impressionanti, come dice Hort, come per riempire le osserva con un sentimento simile a soggezione .

Alcuni ritengono che, con il Bianco, forse come "il miglior libro del mondo"; ci sono ancora parecchi manoscritti, che sono, come hanno scritto e magnificamente oltre, come il Libro di Kells o Libro di Lindisfarne, quelli squisiti ornamenti di cui è privo Amiatinus .

Esso contiene 1029 foglie di forte, liscia vellum, fresco-looking oggi, nonostante il loro grande antichità, disposti in richiede di quattro fogli, o quaternions.

È scritto in caratteri uncial, di grandi dimensioni, chiare, regolari, e il bello, due colonne di una pagina, e 43 o 44 righe per una colonna.

Un po 'di spazio è spesso lasciato tra le parole, ma la scrittura è, in generale, continua.

Il testo è diviso in sezioni, che nei Vangeli corrispondono strettamente al Ammonian Sezioni.

Non vi sono segni di punteggiatura, ma il lettore è guidato qualificati in senso da stichometric, o in versi-come, in accordo Coda e commata, che corrispondono a circa i principali clausole e dipendente di una frase.

Questo modo di scrivere il copista è creduto di aver modellato su grande Bibbia di Cassiodorus, ma risale forse anche a San Girolamo, che può essere visualizzato meglio da un esempio:

Quia in POTESTATE erat

SERMO IPSIUS

Et in synagoga erat homo HABENS

DAEMONIUM INMUNDUM

EXCLAMAVIT et voce magna

DICENS

Sine quid nobis et tibi IHU

NAZARENE VENISTI perdere NN

Sapere presente che il SIS di SCS

Et INCREPAVIT che IHS DICENS

Si noterà che la sezione "ET IN" e la coda inizia a circa la stessa linea perpendicolare, il commata iniziare ulteriormente nel quadro della terza o seconda lettera, e così anche la continuazione di un colon o una virgola che scorre al di là di un unico Line (vedi facsimile pagina).

Questa disposizione, oltre ad agevolare l'intelligenza del testo, ha dato un ampio e diversificato, e piuttosto aspetto artistico alla pagina.

La prima lettera di una sezione è stata spesso scritta con inchiostro di un colore diverso, e così è stato anche la prima linea di un libro.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Il codice (o pandect) è di solito ha detto a contenere l'intera Bibbia, ma va notato che il libro di Baruch manca, anche se la lettera di Jeremias, di solito incorporato con essa, è qui allegata al libro di Jeremias.

Oltre al testo della Scrittura libri, che contiene San Girolamo "Prologus Galeatus" e la sua prefazioni ai singoli libri; la capitula, o sommari dei contenuti, e, in primo quaternion, alcuni materiali, che sono stati molto discusso e si sono rivelati di Il più grande servizio di tracciare la storia del codice, tra i quali dedicatoria versi, un elenco dei libri contenuti nel codice, una foto del Tabernacolo (ex pensato per essere il Tempio di Salomone), una divisione dei libri biblici secondo Girolamo, Un altro secondo e Hilary Epifanio, e un terzo secondo Agostino.

Parte, la preghiera di Salomone (1 Re 8:22-30) in un vecchio testo latino è riportato alla fine del Ecclesiastico.

Una iscrizione greca all'inizio del Levitico, la registrazione che "il Signore Servandus preparato" questo codice o parte di essa, è entrato in gran parte la discussione della sua origine.

Il recupero della storia della Bibbia Amiatina, che ha importanti su cuscinetti la storia della Vulgata di sé e il testo della Bibbia, era dovuto al lavoro di molti studiosi e la visione di un uomo di genio, de Rossi.

All'inizio del pandect, come abbiamo detto, ci sono alcuni versetti dedicatoria, che registra il dono (del codice) per la venerabile convento di San Salvatore, da un certo Pietro, che fu abate dal territorio estremo dei Longobardi.

Il testo latino è il seguente:

CENOBIUM annuncio EXIMII merito

VENERABILE SALVATORIS

Quem caput ecclesiae

ALTA dedicati fides

PETRUS LANGOBARDORUM

FINIB de extremis.

ABBAS

DEVOTI AFFECTUS

PIGNORA MITTO MEI

St Saviour's è il nome del monastero sul Monte Amiata (donde Amiatinus), vicino a Siena; qui questo codice è stata tenuta dal nono secolo fino all'anno 1786, quando fu portato a Firenze dopo la soppressione del monastero.

Naturalmente, il codice doveva essere un regalo per la casa, ma nulla è stato conosciuto del donatore.

Bandini, bibliotecario della Laurentiana, nelle cui mani è venuto il codice, notato che i nomi delle né il donatore, né il destinatario originale apparteneva alla dedizione.

Essi sono stati scritti in un altro lato più parti di iscrizione originale, come tradito da evidenti segni di cancellazione.

Le lettere di cui sopra sono stati corsivo dalla seconda mano, mentre la prima lettera C della prima linea e l'indirizzo e il quinto sono stati originali.

Bandini notato, inoltre, che cenobium sostituito uno più breve termine e che gli ultimi cinque lettere di salvatoris sono stati scritti su pergamena, che non era stato cancellato, e in modo che i dieci lettere di questa parola di cinque sostituito l'originale parola.

Il metro è stato anche interamente a colpa.

L'indizio per ricostruire l'originale linee ha trovato espressione in caput ecclesiae, che ha giudicato di cui a San Pietro.

E, come nel Medio Evo un favorito per il titolo la Sede Apostolica è stata culmen apostolicum, ha ricostruito la riga in questo modo:

Culmen annuncio EXIMII merito VENERABILE PETRI

Questo prodotto una congettura corretta hexameter versetto, conservato l'originale iniziale C, fornito una parola di lunghezza corretta all'inizio e alla fine di un altro, e beneficiano di un senso giusto e perfettamente con la probabilità del caso.

Nella quinta riga, invece di Petrus Langobardorum, Bandini suggerito Servandus Latii, perché l'iscrizione di circa Servandus di cui sopra.

Questo Servandus era creduto di essere un amico di San Benedetto, a cui egli ha compiuto una visita a Monte Cassino nel 541 e fu abate di un monastero vicino alla estremità del Lazio.

Queste congetture sono stati accolti dalla appreso mondo; Tischendorf, per esempio, la scrittura di settantacinque anni più tardi, ha detto Bandini aveva così ben dimostrato il suo caso, che senza dubbio è rimasto.

Di conseguenza, si è risolta che la Bibbia Amiatina, risalente alla metà del VI secolo, è stato il più antico manoscritto della Vulgata, ed è stato scritto in Italia meridionale.

A poche proteste sono state sollevate, tuttavia, che, per esempio, di Paul de Lagarde.

Aveva curato la traduzione di San Girolamo del Salterio ebraico, utilizzando liberamente a tal fine un codice del IX secolo; Amiatinus ha giudicato, con una parzialità non innaturale, per essere "con ogni probabilità" dalla mano dello scriba del suo nono Salterio secolo, scritto "a Reichenau sul lago di Costanza".

Ma, per citare Corssen, fu GB de Rossi, "quel grande studioso romano, la cui mancanza non-perspicacia e di apprendimento in una volta scoperto il luogo di nascita del nostro famoso manoscritto" (Accademia, il 7 aprile, 1888).

De Rossi Bandini seguita nella sua ricostruzione del primo versetto, ma ha ritenuto improbabile che un abate, la presentazione di un libro del papa a Roma, dovrebbe parlare di "limiti estremi del Lazio", in realtà, ma a poca distanza da Roma.

Anzizni, il bibliotecario di Laurentiana, ha sottolineato che per lui lo spazio cancellati per fare spazio a Petrus Langobardorum è stato superiore richiesto dalla congettura di Bandini.

De Rossi è al momento impegnato in una inchiesta sulla storia antica della Biblioteca Vaticana, e, ricordando un passaggio di Beda, ha perso divined che il nome è stato Ceolfridus.

Il cancellature, che sono state irregolari, apparente a seguire molto da vicino le lettere, corrispondeva perfettamente a questa congettura.

Egli ha proposto quindi il versetto:

CEOLFRIDUS BRITONUM extremis de FINIB.

ABBAS

La frase adatta esattamente un abate da fine del mondo, come l'Inghilterra è stata quindi considerata e stile, e la storia di Ceolfrid fatta de Rossi's congetture accettabile in una sola volta, in particolare a studiosi inglese.

Ceolfrid è stato il discepolo di Benedetto Biscop, che ha fondato i monasteri di Wearmouth Jarrow e in Northumberland, verso la fine del settimo secolo.

Inghilterra, in quei giorni, è stata dedicata la maggior parte figlia della Sede romana, e Benedetto abate fu entusiasta e la sua devozione.

La sua monasteri erano a carico direttamente su Roma.

Cinque volte durante la sua vita ha viaggiato a Roma, di solito riportare con lui una biblioteca di libri presentati dal papa.

Ceolfrid, che aveva accompagnato in una di queste visite, divenne il suo successore nel 686 e ha ereditato la sua passione per i libri; Beda cita tre pandects di San Girolamo della traduzione che egli aveva compiuto, uno dei quali ha determinato nella sua vecchiaia, in 716 , Per portare alla chiesa di San Pietro a Roma.

Morì sulla strada, ma il suo dono è stato portato al Santo Padre, poi Gregorio II.

Questo codice de Rossi identificato con Amiatinus.

Questa ipotesi è stata salutata da tutti come una vera e propria scoperta di grande importanza.

Berger, tuttavia, contestato Britonum, suggerendo Anglorum.

Hort presto posto la questione al di là della possibilità di dubbio.

Nella vita di un anonimo Ceolfrid, la principale fonte di informazioni di Beda, che, anche se pubblicato due volte, era stata trascurata da tutti, Hort trovato la storia di Ceolfrid viaggio a Roma e che trasportano il pandect inscritto con i versi:

Corpus annuncio EXIMII merito VENERABILE PETRI

Dedicati quem ecclesiae caput alta fides

CEOLFRIDUS, ANGLORUM EXTIMIS de finibus abbas

Ecc Nonostante le varianti, non vi può essere alcun dubbio della loro identità con la dedicatoria versetti del Amiatinus; Corpus è stato naturalmente l'originale, non Culmen, e Anglorum, non Britonum; le altre differenze sono stati forse a causa di un lasso di memoria, o Questa versione può rappresentare l'originale progetto di dedizione.

De Rossi's chief punto è rivelata giusta.

E 'accertato che Amiatinus origine in Northumberland circa l'inizio del secolo, essendo stata fatta, come Beda afferma, in ordine Ceolfrid's.

Ciò non significa, tuttavia, che il copista è stato un inglese, la scrittura e di alcune peculiarità di ortografia hanno indotto alcuni a credere di lui un italiano.

Sappiamo che questi due monasteri aveva portato più di un musicista romano per la formazione dei monaci e il canto romano, ed è anche possibile che, per un simile scopo, hanno procurato da un abile calligrafo Italia.

La grafia di Amiatinus porta una forte somiglianza con alcuni frammenti di San Luca in un manoscritto Durham, Nuovo Testamento frammenti legato con il Salterio di Utrecht, e per la Stonyhurst San Giovanni; questi fatti, insieme con la dichiarazione del Beda che aveva tre Ceolfrid Pandects scritta, indicano che "non vi è stata una grande e fiorente scuola di calligrafia a Wearmouth Jarrow o nel settimo e ottavo secolo, di cui fino al ultimamente abbiamo avuto nessuna conoscenza a tutti" (bianco).

Questa conclusione è confermata dalla peculiarità nel testo e in alcune delle sintesi.

Il contenuto del primo quaternion di Amiatinus sono notevolmente coincidono con le descrizioni del celebre Codex Grandior di Cassiodorus che è stato supposto che le foglie che sono stati trasferiti dal corpo, la congettura è stata resa più credibile dal fatto che questo codice è stato effettivamente visto In Inghilterra da Beda, forse prima Amiatinus è stata condotta a Roma.

Inoltre, il contenuto del nostro codice non corrispondono esattamente alla lista prefissato, che pretende di dare il contenuto.

Queste ragioni, però, sarebbe solo dimostrare che il Codex Grandior servita come modello, che sembra indubitabile, mentre, d'altro canto, sono stati gravi motivi esortato contro l'altro attraente ipotesi (v. bianco e de Rossi).

Nonostante l'abbassamento del livello della sua data da un secolo e mezzo, Amiatinus detiene il primo posto per la purezza di testo tra i manoscritti della Vulgata.

La sua eccellenza è meglio spiegato, per il motivo che il suo prototipo è stato un antico manoscritto italiano, forse uno di quelli portati da Roma da Benedetto Biscop, forse portata da uno Adrian, abate di un monastero vicino a Napoli, quando nel 668 ha accompagnato Benedetto e di Theodore Inghilterra.

È degno di nota che Amiatinus Northumbrian e gli altri codici sono più vicino al testo in italiano manoscritti, soprattutto a sud italiano, e di manoscritti tradire discendenza italiana.

Il gruppo al quale essa appartiene porta il rapporto più vicino al più pregiati manoscritti greci esistenti, aleph, B. (cf. MANUSCRIPTS DELLA BIBBIA; CRITICABILE, BIBLICA, sotto-titolo testuali). Nell'Antico Testamento, il testo non è Di parità di tutta la purezza; Berger, ad esempio, le note di inferiorità della Sapienza e Ecclesiastico, e di Machabees Tischendorf.

Il Salterio non presenta la Vulgata testo, ma San Girolamo di traduzione dalla lingua ebraica (cfr PSALTER; VULGATE).

L'eccellenza della Amiatine testo non è una nuova scoperta: era noto per la Sixtine revisori della Vulgata, che è costantemente utilizzato e preferito che, in linea di principio, a tutte le altre.

Per questo è dovuto in gran parte la purezza comparativa Vulgata ufficiale del testo e la sua libertà da tanti dei danni trovati in ricevuto il testo greco, che poggia, come è noto, su alcune delle più recenti e più imperfetta manoscritti greci.

Pubblicazione di informazioni Scritto da Giovanni Francesco Fenlon.

Trascritto da Sean Hyland.

L'Enciclopedia Cattolica, volume IV.

Pubblicato 1908.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat.

Remy Lafort, Censore.

Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a