Eusebio di Cesarea, Eusebio di Cæsarea

Informazioni cattolica

Eusebio Pamphili, Vescovo di Cæsarea in Palestina, il "Padre della Chiesa Storia", b.

Circa 260; D.

Prima del 341.

LIFE

Si farà risparmiare lunga digressione in una sola volta, se si parla di un documento, che spesso devono essere definiti in considerazione della sua importanza biografica, e cioè., La lettera scritta da Eusebio per la sua diocesi, al fine di spiegare la sua sottoscrizione del Credo proposto da Il Consiglio dei Nicæa.

Dopo alcune osservazioni preliminari, lo scrittore prosegue: "Noi prima trasmettere a voi la scritta relativa alla fede che è stata avanzata da noi, e poi la seconda, che hanno pubblicato dopo la messa in aggiunta alle nostre espressioni. Adesso la scritta presentata da noi , Che quando leggono la presenza dei nostri più religiosa imperatore è stato dichiarato di avere il diritto e il personaggio è stato approvato come segue: [La Fede addotti da noi]. Come abbiamo ricevuto dai vescovi prima di noi e sia la nostra prima istruzione catechistica e Quando siamo stati battezzati, e come abbiamo appreso dalla Divina Scrittura, e come abbiamo creduto e insegnato nel presbiterio e nella carica di vescovo si sono ora anche credere che vi offriamo la nostra fede ed è così ".

Poi segue una formale credo [Teodoreto, Hist., I, 11; Socrates, Hist., I, 8; S. Atanasio di Alessandria, da dicembre Syn.

Nic. (Appendice) e altrove.

Tradotto da Newman con note di Oxford e la Biblioteca dei Padri (Seleziona Trattati di S. Atanasio, p. 59) e di S. Atanasio, vol.

I. La traduzione data qui è la dottoressa Hort.

Le parole tra parentesi sono probabilmente vero e proprio, anche se non da Socrate e S. Atanasio].

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Dr Hort nel 1876 ( "Due di diploma", ecc, pp. 56 ss.) Sottolineato che questo è stato presumibilmente credo che della Chiesa di Cæsarea, di cui è stato vescovo Eusebio.

Questo punto di vista è ampiamente accettata (cfr Lightfoot, arte ". Euseb." E "Dict. Di Cristo. Biog." - Tutti i riferimenti a Lightfoot, se non diversamente indicato, sono a questo articolo. - Sanday, "Journal of Theolog. Studi ", Vol. I, p. 15; Gwatkin," Studi di Arianesimo ", p. 42, 2 ° edizione; McGiffert", Prolog. A CH di Euseb. "E" Selezionare Biblioteca di Nic. E post-Nic. Padri " ; Duchesne ", Hist. De l'Eglise", vol. II, p. 149).

Secondo questo punto di vista è naturale che per quanto riguarda l'introduzione, "Come abbiamo ricevuto", ecc, come autobiografico, e di dedurre che Eusebio aveva esercitato l'ufficio di sacerdozio nella città di Cæsarea prima di diventare il suo vescovo, e aveva ricevuto la sua Prima istruzione religiosa e il sacramento del Battesimo anche lì.

Ma altre interpretazioni di questo documento sono indicati, uno dei quali distrugge, mentre l'altro diminuisce, il suo valore biografico: (a) Secondo alcuni il credo proferred da Eusebio è stato redatto come una formula per essere sottoscritto da tutti i vescovi.

E 'stato, che sono stati loro a dire che essa incarna ciò che era stato insegnato come catecumeni e ha insegnato come sacerdoti e vescovi.

Questa sembra essere stata la vista generalmente prima Hort, ed è stata vista Kattenbusch's nel 1804 (Das apostolische Symbol, vol. I, p. 231).

Una obiezione a questo punto di vista può essere osservato.

Che rende tutti i vescovi equivalentemente dire che, prima di aver ricevuto l'episcopato che per qualche tempo aveva esercitato le funzioni di sacerdozio.

(B) Altri sostengono che questo credo non era il locale di Cæsarea credo, ma uno redatto da Eusebio nella sua giustificazione come recante ciò che aveva sempre creduto e insegnato.

Secondo questa interpretazione la dichiarazione preliminare resta autobiografico, ma semplicemente ci informa che lo scrittore esercitato l'ufficio di sacerdote, prima di diventare vescovo.

Questa interpretazione è stata adottata dalla Kattenbusch nel suo secondo volume (p. 239), pubblicato nel 1900.

Uno dei motivi che egli dà per il suo cambiamento di opinione è che quando si stava preparando il suo primo volume ha usato Socrate, che non dà la superscription che abbiamo stampato in parentesi.

Si tratta di una questione di vitale importanza con gli scrittori della scuola di Kattenbusch di non accettare ciò che sembra essere la naturale interpretazione delle parole di Eusebio, e cioè., Credo che l'ha letto prima che il consiglio è stato effettivamente quello che aveva sempre usato.

Se questo è ammesso ", quindi", per citare il Dr Sanday, "non posso non pensare che la teoria della Kattenbusch e Harnack [cioè. Creds orientale che erano figlie dei primi romana credo, e quest'ultimo non ha raggiunto l'Oriente Fino al 272 dC circa] rompe rompe tutto. Vescovo Lightfoot… mette la nascita di Eusebio circa 260 dC, in modo che egli sarebbe qualcosa come dodici anni quando Aureliane intervenuto negli affari interni di Antiochia. In altre parole, egli è stato con ogni probabilità già Battezzati, e aveva già stato catechised nel Cæsarean credo in un momento in cui, nel Kattenbusch-Harnack ipotesi, la madre della credo che non avevano ancora raggiunto Antiochia - molto meno Cæsarea o Gerusalemme "(Journ. Th. Studi, I, 15 ).

Il passaggio appena citato dimostra che la data di nascita di Eusebio è più di una semplice curiosità.

Secondo Lightfoot, essa non può essere stata "molto oltre il 260 dC" (p. 309); secondo Harnack, "che difficilmente può essere posizionato entro 260-265" (Chronologie, I, p. 106).

I dati da essi sostengono che sono le persone e gli eventi che Eusebio descrive come appartenenti al "nostro tempo".

Così, alla fine del suo conto delle epistole di Dionisio di Alessandria, egli dice che è ora di correlare gli eventi del "nostro tempo" (spike-'emâs. - SE, VII, 26).

Egli ha poi racconta come, a Roma, il Papa Dionisio (259-268) Xystus riuscito, e 'allo stesso tempo Paolo di Samosata divenne vescovo di Antiochia.

Altrove (HE, V, 28) che parla dello stesso Paolo come rivivere "nel nostro tempo" (spike-'emâs) l'eresia di Artemon.

Egli parla anche di Dionigi l'Alessandrino († 265) nello stesso modo (HE, III, 28).

Egli chiede Manes, che egli pone (HE, VII, 31) durante l'episcopato di Felix (270-274), "il maniaco di ieri e la nostra timess" (Theophania, IV, 30).

Un storico potrebbe naturalmente riferimento agli eventi recenti, ma prima che la sua nascita, come appartenenti al "nostro tempo"; ad esempio, un uomo di trenta potrebbe quindi parlare della guerra franco-tedesca nel 1870.

Ma il riferimento al Manes come "il maniaco di ieri" certamente suggerisce uno scrittore che allude a ciò che è accaduto all'interno del suo personale ricordo.

Per quanto riguarda la filiazione Eusebio sappiamo assolutamente nulla, ma il fatto che egli scappato con un breve periodo di reclusione, durante la terribile persecuzione di Diocleziano, quando il suo maestro Panfilo e di altri suoi compagni hanno subito il martirio, suggerisce che egli apparteneva ad una famiglia di una certa influenza e importanza .

I suoi rapporti, in seguito, con l'imperatore Costantino punto alla stessa conclusione.

Ad un certo momento nel corso degli ultimi venti anni del secolo, il terzo ha visitato Antiochia, dove ha fatto la conoscenza del sacerdote Dorotheus, e sentito esporre le Scritture (HE, VII, 32).

Con uno scivolamento della penna o la memoria, Lightfoot (p. 309) rende Dorotheus un sacerdote della Chiesa di Cæsarea.

Nel 296 egli vide per la prima volta, il futuro imperatore Costantino, come egli ha attraversato la Palestina, in compagnia di Diocleziano (Vit. Cost., I, 19).

A una data che non può essere fissato Eusebio fatto la conoscenza di Panfilo, il fondatore della magnifica biblioteca, che rimase per diversi secoli la grande gloria della Chiesa di Cæsarea.

Panfilo è venuto da Phœnicia, ma al momento stiamo esaminando risiedeva a Cæsarea, dove ha presieduto un collegio o di una scuola per gli studenti.

Un uomo di nobile nascita, e ricchi, ha venduto il suo patrimonio e ha dato il ricavato ai poveri.

Egli è stato un grande amico di indigenti studenti, fornendo loro al meglio delle sue capacità con il necessarie della vita, e dona loro copie delle Sacre Scritture.

Troppo umile per scrivere qualcosa di se stesso, ha speso il suo tempo nella preparazione accurata copie delle Scritture e di altri libri, in particolare quelli di Origene.

Eloquenti testimonianze per la cura elargiti da Eusebio Panfilo e sul sacro testo biblico si trovano in MSS.

Che hanno riprodotto le loro colophons.

Diamo tre esemplari.

(1) è il seguente prefisso di Ezechiele nel codice Marchalianus.

Un facsimile di originale saranno trovati in maggio il "Bib. Nov. Pat.", IV, p.

218, e in Migne.

E 'stampato in ordinari e di tipo Swete's OT in greco (vol. III, p. viii).

Va ricordato che Origene la propria copia del Hexapla era nella libreria di Panfilo.

Era probabilmente stati depositati lì da Origene stesso.

Il seguente è stato trascritto da una copia del Padre Apollinarius il Coenobiarch, a cui sono subjoined queste parole: "E 'stato trascritto dal edizioni del Hexapla ed è stato corretto dal Tetrapla di Origene stesso, che era stato anche corretto ed arredate con scholia in La sua scrittura, da cui io, Eusebio, ha aggiunto il scholia, Eusebio Panfilo e corretti ".

(2) Alla fine del libro di Esdras, nel codice Sinaiticus, vi è la seguente nota: --

Essa è stata confrontata con una copia molto antica che era stata corretta dalla mano del beato martire Panfilo a cui è allegato alla sua stessa mano questa iscrizione: "E 'stato trascritto e corretto secondo il Hexapla di Origene, Antonino rispetto, I, Panfilo , Rettificata ".

(Swete, vol. II, p. 212.)

(3) Lo stesso codice, e anche il Vaticano e alessandrina citare un colophon come sopra, con la differenza che Antonino è diventato un confessore, e Panfilo è in carcere - "Antonino il confessore rispetto, Panfilo corretti".

Il volume di questo colophon, che è stato iniziato con subjoined I Kings e si è conclusa con Esther.

Panfilo non era certo di entrare e rimanere in carcere.

Per la maggior parte dei libri in rito siro-Hexaplar è subjoined una nota per l'effetto che essi sono stati tradotti dal Hexapla nella biblioteca di Cæsarea e confrontato con una copia sottoscritto: "Io, Eusebio, corretti [sopra], in quanto, come ho attentamente Potrebbe "(Harnack," Altchrist. Lit. ", Pp. 544, 545).

Il confessore non può Antonino essere la stessa persona, come il sacerdote di questo nome che, in seguito, con due compagni interrotto il governatore, quando fu sul punto di sacrificare, e fu decapitato?

(Mart. Pal., 9.) Un membro della famiglia del Panfilo, Apphianus, aveva fatto lo stesso, pochi anni prima, e un altro, Ædesius, dopo essere stato torturato e inviato alle miniere, per ottenere la sua liberazione ha provocato il martirio ad Alessandria andando Prima di riprendere il governatore e lui.

Verso la fine del 307, è stato arrestato Panfilo, orribilmente torturato, e spediti in prigione.

Oltre a continuare il suo lavoro di redazione dei Settanta, ha scritto, in collaborazione con Eusebio, una difesa di Origene, che è stato inviato alla confessori e le miniere - un meraviglioso dono di un uomo i cui lati sono stati al curry con pettini di ferro, per gli uomini con la loro Diritto occhi bruciato i nervi e delle loro gambe cauterized sinistra.

Agli inizi del 309 Panfilo e molti dei suoi discepoli furono decapitati.

Fuori di devozione alla sua memoria Eusebio chiama se stesso Eusebio Pamphili, il che significa, probabilmente, che ha voluto essere considerata come la bondsman di colui il cui nome "non è che devo incontrare… senza citare Styling di lui il mio signore" (Mart. Pal. , Ed. Cureton, p. 37).

Mr Gifford, nella sua introduzione alla traduzione del "Præp. Evang.", Ha suggerito un'altra spiegazione per l'autorità di un antico scholion provenienti da Cæsarea Eusebio, che invita il "figlio di Panfilo".

Egli sostiene inoltre che Panfilo, in modo da rendere Eusebio suo erede, ha preso il passo necessario per l'adozione di lui.

Durante la persecuzione Eusebio Tiro e visitato l'Egitto e testimone di numeri di martiri (HE, VIII, vii e ix).

Egli certamente non evitano il pericolo, e fu un tempo un prigioniero.

Quando, dove, come egli è sfuggita o di morte o di qualsiasi tipo di mutilazione, non lo sappiamo.

Indignato un vescovo, che era stato uno dei suoi compagni prigionieri e "perso un occhio per la Verità", ha chiesto al Consiglio di Tiro come "è venuto fuori scathless".

Per questo taunt - era quasi una questione - nelle circostanze di grande provocazione, Eusebio non si è degnato di risposta (Epiphan., Hær., Lxviii, 8; cfr. S. ATHANASIUS. ", Apol. C. Arian.", Viii, 1).

Aveva molti nemici, ma l'accusa di codardia non è mai stata fatta seriamente - la miglior prova che essa non avrebbe potuto essere sostenuta.

Si può presumere che, non appena la persecuzione ha iniziato a rilassarsi, Eusebio riuscì Panfilo in carica del collegio e biblioteca.

Forse è stato ordinato sacerdote di questo tempo.

Da 315 era già un vescovo, per lui era presente e che la capacità di dedicazione di una nuova basilica a Tiro, in occasione della quale egli ha espresso un discorso tenuto in piena e l'ultimo libro della storia della Chiesa.

Alexander, Vescovo di Alessandria, scomunicato Ario circa l'anno 320.

Gli ariani presto scoperto che per tutti gli scopi pratici Eusebio era dalla loro parte.

Ha scritto di lui con tariffazione Alexander distorce l'insegnamento della ariani e così dando loro causa "per attaccare e travisare qualsiasi cosa per favore" (vedi sotto).

Una parte di questa lettera è stata conservata negli Atti del secondo Consiglio di Nicæa, dove è stato citato per dimostrare che Eusebio era un eretico.

Ha inoltre preso parte a un sinodo dei vescovi siriano che ha deciso che Ario dovrebbe essere ripristinato alla sua posizione precedente, ma per la sua faccia era di obbedire suo vescovo e continuamente la pace e la comunione con lui (Soz., HE, I, 15) .

Secondo Duchesne (Hist. de l'Eglise, II, 132), Ario, come Origene, prima di lui, ha trovato un asilo a Cæsarea.

In apertura del Consiglio, del Nicæa Eusebio occupato il primo posto sulla destra del imperatore, e consegnato il discorso inaugurale, che è stato "formulato in un ceppo di rendimento di grazie a Dio Onnipotente per la sua, l'imperatore del nome" (Vit. Cost., III, 11; Soz., HE, I, 19).

Evidentemente egli godeva di grande prestigio e non può irragionevolmente hanno atteso per essere in grado di guidare il consiglio attraverso i mezzi di informazione tramite tra la Scilla e Cariddi di "Sì" o "No".

Ma se egli intrattenuti tali speranze sono state presto deluse.

Abbiamo già parlato della professione di fede che egli ha portato avanti per rivendicare la propria ortodossia, o forse nella speranza che il Consiglio potrebbe adottare.

E 'stato, in vista del reale stato della controversia, un incolore, o di ciò che al giorno d'oggi sarebbe chiamato un approccio globale, formula.

Dopo un certo ritardo Eusebio iscritto al credo senza redatto dal consiglio, facendo un segreto per nessuno, e la lettera che ha scritto per la sua Chiesa, del non-senso naturale, in cui egli accettò.

Tra i 325 e 330 una accesa polemica ha avuto luogo tra il Eustathius e Eusebio, vescovo di Antiochia.

Eustathius accusato Eusebio di manomissione con la fede di Nicæa; quest'ultimo ribatté con l'accusa di Sabellianismo.

In 331 Eusebio è stato fra i vescovi che, in un sinodo svoltosi a Antiochia, deposto Eustathius.

Egli è stato offerto e rifiutato la sede vacante.

In 334 e 335 ha preso parte alla campagna contro S. Atanasio al sinodi tenutasi a Cæsarea e pneumatici rispettivamente.

Da Tiro l'assemblea dei vescovi sono stati chiamati a Gerusalemme da Costantino, per assistere alla dedicazione della basilica aveva eretto sul sito del Calvario.

Dopo la dedizione che restaurato Ario ei suoi seguaci alla comunione.

Da Gerusalemme, che sono stati chiamati a Costantinopoli (336), dove è stato condannato Marcello.

Il foilowing anni Costantino è morto.

Eusebio lui è sopravvissuto abbastanza a lungo per scrivere la sua vita e due trattati contro Marcello, ma entro l'estate del 341 era già morto, dal momento che è stato il suo successore, Acacio, che ha assistito come Vescovo di Cæsarea a un sinodo tenuto presso Antiochia e l'estate del Tale anno.

WRITINGS

Ne prendiamo Eusebio scritti secondo l'ordine dato in Harnack's "Altchrist. Lit.", Pp.

554 ss.

A. storiche

(1) Il perso la vita dei Panfilo, spesso definito da Eusebio, di cui solo un singolo frammento, che descrive Panfilo 'liberalità per studenti poveri, citato da S. Girolamo (c. Ruffin., I, ix), sopravvive.

(2) Una collezione di antichi Martiri, utilizzato dal compilatore di Wright's Martirologio siriaco, anche perso.

(3) In Martiri della Palestina.

Ci sono due forme distinte di questo lavoro, sia redatto da Eusebio.

Più lungo è il solo esistente in una versione siriaca, che è stato prima curato e tradotto da Cureton nel 1861.

La forma piu 'breve si trova nella maggior parte dei MSS.

(Non, però, nel migliore), Storia della Chiesa, a volte, alla fine dell 'ultimo libro, in genere tra i libri VIII e IX, anche in mezzo al libro VIII.

L'esistenza di uno stesso lavoro in due diverse forme solleva una serie di problemi curioso letteraria.

Non vi è, naturalmente, la questione di priorità.

Qui, con due eccezioni di rilievo, studiosi sembrano essere d'accordo a favore dei più forma.

Poi viene la questione, perché Eusebio abbreviata e, infine, come la abridgment trovato la sua strada in Storia della Chiesa.

La forma piu 'breve manca di alcune osservazioni introduttive, di cui al c.

Xiii, che ha definito il campo di applicazione del libro.

Si spezza anche quando lo scrittore sta per "registrare il palinode" dei persecutori.

Sembra probabile che una parte della conclusione è mancante esistenti in forma di appendice per l'ottavo libro della Chiesa Storia trovato in diversi MSS.

Questa appendice contrasti la misera sorte dei persecutori, con la fortuna di Costantino e di suo padre.

Da questi dati Lightfoot conclude che ciò che abbiamo ora in possesso di formati "parte di un più ampio lavoro, in cui le sofferenze dei martiri sono state imputate le morti dei persecutori".

Essa, tuttavia, deve essere ricordato che le parti mancanti non sarebbe molto da aggiungere il libro.

Per quanto riguarda i martiri sono interessati, è evidentemente completo, e la sorte dei persecutori non avrebbe a lungo nel raccontare.

Tuttavia, manca la conclusione può spiegare il motivo per cui il suo conto Eusebio ridotta dei Martiri.

Il libro, in entrambe le forme, è stato destinato per la lettura popolare.

Si è pertanto auspicabile per mantenere basso il prezzo di copie.

Se questo doveva essere fatto, e la nuova questione (ad esempio, la sorte dei persecutori) aggiunto, la vecchia questione doveva essere un po 'ridotto.

Nel 1894, in Theologische Literaturzeitung (p. 464) Preuschen buttato fuori l'idea che la forma piu 'breve era solo un abbozzo non destinate alla pubblicazione.

Bruno Viola, e il suo "Die Palästinischen Martyrer" (Texte u. Untersuch., XIV, 4, 1896), seguita a questa idea e ha precisato che, mentre la forma più lungo è stato costantemente utilizzato dalla compilatori di Martyrologies, Menologies, e simili , La forma piu 'breve non è mai stato utilizzato.

In una recensione di Violet (Theolog. Litz, 1897, p. 300), Preuschen ritorna alla sua idea originale, e propone inoltre che la forma piu 'breve devono essere stati uniti alla Chiesa da parte di alcuni Storia copista che aveva accesso a Eusebio's MSS.

Harnack (Chronologie, 11, 115) vale per la priorità del modulo di più, ma si dice che la forma piu 'breve era composto quasi al tempo stesso, per i lettori di Storia della Chiesa.

(4) La Cronaca (cfr. articolo separato, EUSEBIO, CRONACA DI).

(5) La Chiesa Storia.

Sarebbe difficile sopravvalutare l'obbligo che i posteri è sotto di Eusebio di questa opera monumentale.

Vivere nel corso del periodo di transizione, quando il vecchio ordine è stato cambiando e con esso tutti collegati è stato superato nel dimenticatoio, egli è venuto in avanti al momento critico con la sua immensa negozi di apprendimento e conservati preziosi tesori dell'antichità cristiana.

Questo è il grande merito di Storia della Chiesa.

Non si tratta di un lavoro letterario, che possono essere lette con qualsiasi piacere per il bene del suo stile.

Eusebio "dizione", come Photius ha detto, "non è mai piacevole, né chiare".

Né è il lavoro di un grande pensatore.

Ma è un magazzino di informazioni raccolte da un instancabile studente.

Ancora, come è stato grande Eusebio di apprendimento, che ha avuto i suoi limiti.

Egli è provokingly male informati circa l'Occidente.

Che egli conosce molto poco di Tertulliano o di San Cipriano è dovuto, senza dubbio, per la sua scarsa conoscenza del latino, ma nel caso di uno scrittore greco, come Ippolito, possiamo solo supporre che le sue opere non riuscito in qualche modo a rendere il loro modo di Il libaries d'Oriente.

Eusebio di buona fede e di sincerità è stato ampiamente rivendicato da Lightfoot.

Gibbon's celebrato sneer, su uno scrittore ", che indirettamente confessa che egli ha correlato a quello che potrebbe redound la gloria, e che egli ha soppresso tutto ciò che potrebbe tendere alla vergogna, di religione", in grado di essere sufficientemente soddisfatti facendo riferimento alla passaggi (HE , VIII, ii; Mart. Pal. C. 12) su cui essa si fonda.

Eusebio non "confessare indirettamente", ma apertamente avows, che egli passa su alcuni scandali, ed egli li elenca e li denuncia.

"Non ancora", per citare Lightfoot ", in grado di oneri speciali contro il suo onore come un narratore essere sostenuta. Non vi è nessun motivo qualunque per la carica che Eusebio forgiato o interpolati il passaggio da Flavio Giuseppe relative al nostro Signore citato in HE, I, 11, anche se Heinchen sia disposta a intrattenere l'addebito. Nella misura in cui questo passaggio è contenuto in tutti i nostri MSS., E non vi è prova sufficiente che le altre interpolazioni (anche se non presente), sono stati introdotti nel testo di Flavio Giuseppe a lungo prima del suo tempo (cfr. Orig ., C. Cels., I, 47, nota Delarue's) non sospetto può giustamente attribuire a se stesso Eusebio. Un'altra interpolazione in ebraico storico, che egli cita altrove (11, 23), è stato certamente noto a Origene (lc). Indubbiamente Anche l'omissione della civetta e il racconto della morte di Erode Agrippa (HE, 11, 10) era già in alcuni testi di Giuseppe Flavio (Ant., XIX, 8, 2). Il modo in cui Eusebio si occupa con i suoi numerosi offerte altrove, Dove siamo in grado di testare la sua onestà, è una sufficiente vendetta contro questa ingiusta tassa "(L., p. 325).

I bandi e gli avvisi nella Chiesa Storia cuscinetto sul Nuovo Testamento, Canon, sono talmente importanti che una parola deve essere detto circa la regola seguita da Eusebio in quello che ha registrato e che ha lasciato non registrati.

Parlando in generale, il suo principio sembra essere stato per citare le testimonianze a favore e contro quei libri i cui crediti solo in un luogo al di Canon era stato contestato.

In caso di indiscusso libri diede qualsiasi interessanti informazioni sulla loro composizione, che aveva incontrato nella sua lettura.

La maggior parte dei soggetti è stato attentamente studiato da Lightfoot in un articolo in "Il Contemporaneo" (gennaio, 1875, ristampato in "Saggi sulla Religione Supernatural"), dal titolo "Il silenzio di Eusebio".

Per quanto riguarda il Vangelo di San Giovanni, Lightfoot conclude: "Il silenzio di Eusebio rispetto primi testimoni del Quarto Vangelo è una prova in suo favore".

Per la liste episcopale nella Chiesa Storia, vedere l'articolo sul Chronicle.

Il decimo libro della Chiesa Storia registra la sconfitta di Licinio e 323, e deve essere stata completata prima della morte e della vergogna Crispus e 326, per essa si riferisce a lui come Costantino "più pio figlio".

Il nono libro è stata completata tra la sconfitta di Massenzio nel 312, e Costantino prima rottura con Licinio nel 314.

(6) La vita di Costantino, in quattro libri.

Questo lavoro è stato più ingiustamente accusato, dal tempo di Socrate verso il basso, perché si tratta di un panegirico, piuttosto che di una storia.

Se mai c'è stato un uomo in virtù di un obbligo di rispettare la massima, De mortuis nil nisi bonum, questo uomo è stato Eusebio, la scrittura della vita di Costantino, entro tre anni dopo la sua morte (337).

Questa vita è preziosa soprattutto a causa della dà conto del Consiglio, del Nicæa e le prime fasi della controversia ariana.

È bene ricordare che uno dei nostri principali fonti di informazione per la storia del consiglio che è un libro scritto per ingrandire Costantino.

B. Apologetic

(7) Contro Hierocles.

Hierocles, che, come governatore in Bitinia e in Egitto, è stato un crudele nemico dei cristiani durante la persecuzione, prima che la persecuzione aveva attaccato con la penna.

Non vi era nulla di originale sul suo lavoro, salvo l'uso fece di Philostratus's Life di Apollonio di Tyana di istituire un raffronto tra il Signore e il Apollonio a favore di questi ultimi.

Nella sua risposta Eusebio si limita a questo punto.

(8) "Contro Porphyry", un lavoro in venticinque libri di cui non sopravvive un frammento.

(9) Il "Præparatio Evangelica", in quindici libri.

(10) Il "Demonstratio Evangelica", in venti libri, di cui gli ultimi dieci, con l'eccezione di un frammento del XV, sono persi.

L'oggetto di questi due trattati, che devono essere considerati come due parti di un lavoro completo, è stato per giustificare il rifiuto di cristiana e la religione e la filosofia dei Greci, a favore di quella degli Ebrei, e quindi per giustificare lui e non osservando le Ebraica modo di vita.

Il "Præparatio" è dedicato al primo di questi oggetti.

La seguente sintesi del suo contenuto è tratto dal Sig Gifford's introduzione alla sua traduzione dell ' "Præparatio": "I primi tre libri discutere il triplice sistema di Pagan Teologia, mitica, allegorica, e politici. L'ordine del giorno tre, IV-VI, Rendere conto dei principali oracoli, del culto di dæmons, e delle varie opinioni dei filosofi greci sulle dottrine di Platone e Free Will. Libri VII-IX dare ragioni per preferire la religione degli Ebrei, fondato principalmente sulla testimonianza di Vari autori di eccellenza per la loro Scritture e la verità della loro storia. In Libri X-XII, Eusebio sostiene che i greci avevano preso in prestito dalla vecchia teologia e la filosofia degli Ebrei, soffermandosi in particolare sulla presunta dipendenza di Platone su Mosè. In Ultimi tre libri di Mosè, il confronto è proseguito con Platone, e il reciproco contraddizioni di altri filosofi greci, in particolare la Peripatetics e Stoics, sono esposti e criticato ".

Il "Præparatio" è un gigantesco feat di erudizione, e, secondo Harnack (Chronologie, II, p. 120), è stato, come molti di Eusebio di altre opere, in realtà, composto durante lo stress della persecuzione.

Si schiera, con la cronaca, seconda solo alla Chiesa Storia e importanza, a causa della sua copiosa estratti da antichi autori le cui opere hanno perirono.

Il primo libro della Demonstratio occupa principalmente con il carattere temporaneo della legge mosaica.

Nel secondo le profezie riguardanti la vocazione delle Genti e il rifiuto degli ebrei sono discussi.

Nei rimanenti otto le testimonianze dei profeti di Cristo sono trattati.

Ora passa a tre libri, di cui nulla è noto salvare quello in cui sono stati letti da Photius, vale a dire.

(11), La "Præparatio Ecclesiastica", (12), il "Demonstratio Ecclesiastica", (13) e di due libri di obiezione e di difesa, di cui, da Photius l'account, non vi sembrano essere state due distinte edizioni.

(14) Il "Theophania" o "Manifestazione divina".

Fatta eccezione per un paio di frammenti di quella originale, il lavoro è solo esistenti in una versione siriaco dsicovered da Tattam, a cura di Lee nel 1842, e tradotto dalla stessa nel 1843.

Si tratta della funzione cosmica della Parola, la natura dell'uomo, la necessità della rivelazione, ecc, il quarto e il quinto libri sono particolarmente notevoli, come una sorta di anticipazione della moderna libri di testimonianze cristiane.

Un curioso letteraria problema dei rapporti tra il "Theophania" e il lavoro "De Laudibus Constantini".

Ci sono interi passaggi che sono quasi letteralmente lo stesso in entrambe le opere.

Lightfoot decide in favore della priorità del primo chiamato lavoro.

Gressel, che ha curato la "Theophania" per la Berlino edizione dei Padri greci, prende la tesi opposta.

Egli paragona il parallelo passaggi e sostiene che essi sono migliorate nel "De Laudibus Constantini".

(15) "In numerosi Progeny degli antichi".

Questo lavoro è da Eusebio di cui al due volte, nel "Præp. Ev.", VII, 8, e nella "Dem. Ev.", VII, 8, e anche (Lightfoot Harnack e pensare) da San Basilio ( " De Spir. Sanct. ", Xxix), dove egli dice," vorrei attirare la sua attenzione su [Eusebio] parole e discutere le difficoltà iniziato nel collegamento con l'antica poligamia ".

Discutendo da parole di San Basilio, Lightfoot pensa che in questo trattato Eusebio trattate con la difficoltà presentata dalla Patriarchi che possiedono più di una moglie.

Ma egli ha trascurato il riferimento al "Dem. Ev.", Da cui sembra che la difficoltà affrontata è stata, forse, una più generale, vale a dire., Il contrasto presentato dal desiderio dei Patriarchi di numerosi figli e L'onore e la continenza, che è stata tenuta da cristiani.

C. Exegetical

(16) Eusebio narra, nella sua Vita di Costantino (IV, 36, 37), come è stato commissionato dalla imperatore a preparare sontuosi cinquanta copie della Bibbia per l'uso nelle Chiese di Costantinopoli.

Alcuni studiosi hanno supposto che il Codex Sinaiticus è stata una di queste copie.

Lightfoot respinge questo punto di vista soprattutto per il motivo che "il testo del codice per molti aspetti diverso da troppo ampiamente le letture trovati in Eusebio".

(17) Sezioni e Canoni.

Eusebio ha elaborato dieci canonici, il primo contenente un elenco dei passaggi comuni a tutti i quattro Evangelisti, la seconda, comuni a quelle dei primi tre e così via.

Egli ha anche diviso in sezioni Vangeli numerati continuamente.

Un numero, contro una sezione, di cui il lettore al canone particolare, dove potrebbe trovare il sezioni parallele o passaggi.

(18) Le fatiche di Panfilo e Eusebio di editing e Settanta hanno già parlato.

Essi "creduto (come ha fatto San Girolamo quasi un secolo dopo) che Origene era riuscito a ripristinare la vecchia versione greca per la sua primitiva purezza".

Il risultato è stato una "miscela di malizioso l'Alessandrino versione con le versioni di Aquila e Theodotion" (Swete, "Introd. A OT in greco", pp. 77, 78).

Per il lavoro dei due amici sul testo del NT il lettore può essere riferito a Rousset, "Textcritische Studien zum NT", c.

II.

Se, come nel caso del Testamento, che ha lavorato su un preciso critica principi non è noto.

(19) (a) Interpretazione della etnologica in termini ebraico Scritture; (b), del Chronography Antica con la Giudea Inheritances dei Dieci Tribù, (c) Un piano di Gerusalemme e il tempio; (d), sulla Nomi di luoghi Nella Sacra Scrittura.

Questi quattro opere sono state scritte su richiesta di Eusebio amico di Paolino.

È solo la quarta esistenti.

È conosciuta come la "Temi", o il "Onomasticon".

(20) Nella nomenclatura del Libro dei Profeti.

Questo lavoro fornisce una breve biografia di ogni profeta e un conto delle sue profezie.

(21) di commento ai Salmi.

Ci sono molte lacune nella MSS.

Di questo lavoro, e si finisce nella 118a Salmo.

Le parti mancanti sono in parte forniti dagli estratti dei Catenae.

Un'allusione alla scoperta del Santo Sepolcro fissa la data a circa 330.

Lightfoot parla molto di questo commento.

(22) commento su Isaia, scritta dopo la persecuzione.

(Da 23 a 28) Commentari su altri libri della Sacra Scrittura, di cui alcuni di quelli che possono essere estratti sono conservati.

(29) commento su S. Luca, di ciò che sembra essere estratti sono conservati.

(30) Commento I Cor., La cui esistenza sembra essere implicita da S. Girolamo (Ep. xlix).

(31) Commento al Ebrei.

Un passaggio che sembra appartenere a un tale commento è stato scoperto e pubblicato da maggio.

(32) Sul Discrepanze dei Vangeli, in due parti.

Un sommario, molto probabilmente, dalla mano di Eusebio, di questo lavoro è stato scoperto e pubblicato da Mai nel 1825.

Estratti originali sono conservati.

Delle due parti, la prima, dedicata a un certo Stefano, discute questioni rispettando le genealogie di Cristo, la seconda, dedicata a uno Marinus, le questioni riguardanti la risurrezione.

Il Discrepanze sono stati presi in prestito da gran parte da S. Girolamo e di S. Ambrogio, e quindi indirettamente hanno esercitato una notevole influenza sulle studi biblici.

(33) Introduzione generale Elementare, composto di dieci libri, di cui il VI-IX esistenti sono sotto il titolo di "Prophetical Estratti".

Questi sono stati scritti durante la persecuzione.

Ci sono anche alcuni frammenti dei restanti libri.

"Questo lavoro sembra essere stata una introduzione generale alla teologia, e il suo contenuto sono molto varie, come dimostrano i resti esistenti" (L., p. 339).

D. dogmatica

(34) L'Apologia di Origene.

Questo lavoro è già stato menzionato in connessione con Panfilo.

Essa consisteva in sei libri, l'ultimo dei quali è stato aggiunto da Eusebio.

Solo il primo libro è esistenti, in una traduzione da Rufino.

(35) "Contro Marcello, vescovo di Ancira", e (36) "Sulla teologia della Chiesa", una smentita di Marcello.

In due articoli della "Zeitschrift für die Neutest. Wissenschaft" (vol. IV, pp. 330 ss. E vol. VI, pp. 250 ss.), Scritto in inglese, il prof Conybeare ha sostenuto che la nostra non poteva Eusebio Stato l'autore di due trattati contro Marcello.

Sue argomentazioni sono respinte dal Prof Klostermann, nella sua introduzione a questi due lavori pubblicati nel 1905 per l'edizione di Berlino, i Padri greci.

Il "Contra Marcellum" è stato scritto dopo il 336 per giustificare l'azione del sylnod tenutasi a Costantinopoli, quando fu deposto Marcello, la "teologia" uno o due anni più tardi.

(37) "Il Festival di Pasqua" (una mistica interpretazione).

Questo lavoro è stato indirizzato a Constantine (Vit. Cost., IV, 35, 3l6).

Un lungo frammento di essa è stato scoperto da maggio.

(38) Un trattato contro la Manichæans è forse implicita da Epifanio (Hær., lxvi, 21).

E. Orations e sermoni

(39) Al Dedicazione della Chiesa di Tiro (vedi sopra).

(40) Al Vicennalia di Costantino.

Questo sembra essere stato il discorso di apertura consegnati presso il Consiglio d'Nicæa.

Non è esistenti.

(41) Il Sepolcro del Salvatore, AD 325 (Vit. Cost., IV, 33) non esistenti.

(42) Al Tricennalia di Costantino.

Questo lavoro è generalmente conosciuto come il "De Laudibus Constantini".

La seconda parte (11-18) sembra essere stato separato oration aderito al Tricennalia.

(43) "In Praise dei Martiri".

Questo oration è conservata nello stesso Stato membro.

Come il "Theophania" e "Martiri della Palestina".

E 'stato pubblicato e tradotto in "Rivista di Letteratura Sacra" di Mr HB Cowper (Nuova Serie, V, pp. 403 ss., E ibid. VI, pp. 129 ss.).

(44) In caso di assenza della pioggia, non esistenti.

F. Lettere

La storia della conservazione delle tre lettere, (45) di Alexander di Alessandria, (46) a Euphrasion, o Euphration, (47) alla Imperatrice Constantia, è abbastanza curioso.

Constantia Eusebio chiesto di inviare una certa sua somiglianza di Cristo, di cui aveva sentito parlare, il suo rifiuto è stato formulato in termini che sono stati secoli dopo dal ricorso a Iconoclasts.

Una parte di questa lettera è stata letta nel corso della Seconda Nicæa del Consiglio, e contro di essa sono stati fissati dalle lettere porzioni di Alessandro e Euphrasion di dimostrare che Eusebio "è stato consegnato, fino ad un reprobate senso, e di un parere mente e con coloro che seguono Ariana superstizione "(Labbe," Conc. ", VIII, 1143-1147; Mansi," Conc. ", XIII, 313-317).

Oltre al passo citato nel comune, in altre parti della lettera a Constantia sono esistenti.

(48) Per la Chiesa di Cæsarea dopo che il Consiglio di Nicæa.

Questa lettera è già stata descritta.

FJ BACCHUS


Trascritto da WGKofron Dedicato al Rev David J. Collins, SJ L'Enciclopedia Cattolica, Volume V © Copyright 1909 da Robert Appleton Company Nihil Obstat, 1 maggio 1909.

Remy Lafort, Censore Imprimatur.

+ John M. Farley, Arcivescovo di New York

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a