Festa dei Giubilei

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Libro dei Giubilei

Informazioni cattolica

(TA Iobelaia).

Un apocrifo di scrittura, così chiamata dal fatto che le narrazioni e storie in esso contenuti sono organizzati in tutta cronologico di fantasia in un sistema di giubileo-Periodi di quarantanove anni ciascuno; ogni evento viene registrato come aver preso posto in un tale settimana di tale Un mese di tale anno giubilare.

L'autore si assume una impossibile anno solare di 364 giorni (vale a dire dodici mesi di trenta giorni ciascuno, e quattro intercalary giorni), al quale gli ebrei ecclesiastica anni di tredici mesi di venti-otto giorni ciascuno corrisponde esattamente.

L'intera cronologia, per cui l'autore sostiene autorità celeste, è basata sul numero sette.

Così la settimana aveva 7 giorni; mese 4x7 = 28; l'anno 52x7 = 364; l'anno settimana 7 anni, e il Giubileo 7x7 = 49.

È anche chiamato "Little Genesi" (egli Lepte Genesi), o "Lepto-Genesi", non per la sua dimensione, perché è notevolmente più alto rispetto a quello canonico Genesi, ma a causa della sua minore autorità o inferiore rispetto al Quest'ultimo.

È anche chiamato "Apocalisse di Mosè", "La vita di Adamo", e in Etiope è chiamato "Kufale".

Nel "Decretum Gelasianum", che riguarda la canonica e apocrifi libri della Scrittura, troviamo tra i apocrypha un lavoro intitolato "Liber de filiabus Adae Leptogenesis" (Libro delle figlie di Adamo Little Genesi), che probabilmente è una combinazione di due titoli appartenenti A due distinte opere.

Il libro è menzionato anche da Girolamo, nella sua Epistola "ad Fabiolam", in connessione con il nome di un luogo chiamato Rissa (Numeri 33:21), e da Epifanio e da Didymus di Alessandria, il che dimostra che era ben noto sia In Oriente e in Occidente.

Il Libro dei Giubilei è stato originariamente scritto in ebraico e, in base a Charles (1902), in parte in versi, ma che è giunto fino a noi, nella sua forma completa solo in Etiope, e anche in vari frammenti , Il greco e il latino.

Etiope il primo testo è stato curato da Dillmann nel 1859 ( "Kufale sive Liber Jubilaeorum, aethiopice annuncio duorum librorum manuscriptorum fidem, primum edidit Dillmann", Kiel, 1859), che nel 1850-51 aveva già pubblicato una versione tedesca di essa e Ewald's " Jahrbücher der Biblischen Wissenschaft ", vol.

II, 1850, pp.

230-256; Vol.

III, 1851, pp.1-96.

L'incompleta versione latina scoperto per la prima volta ed è stato modificato nel 1861, dal defunto Monsignor Ceriani, prefetto della Ambrosiana, e il suo "Monumenta Sacra e Profana", vol.

I, fasc.

I, pp.

15-54. Il greco frammenti sono sparsi negli scritti di diversi cronisti bizantini come Sincello, Cedrenus, Zonoras, e Glycas.

L'incompleta versione latina, che come l'Etiope è stata fatta dal greco, è stato ripubblicato nel 1874 da Rönsch, accompagnato con un rendering dal latino Dillmann della corrispondente frazione nella versione Etiope, con un commento molto prezioso e diversi excursus ( " Das Buch der Jubiläen oder die kleine ecc Genesi ", Lipsia, 1874).

Dr Littmann nel 1900 ha pubblicato una nuova versione tedesca del testo in Etiope Kautzsch's "Apocryphen e Pseudoepigraphen", 3a ed., Vol.

III, pp.

274 ss., E, nel 1888, il Dr Schodde pubblicato la prima versione in lingua inglese del libro ( "Libro dei Giubilei", Oberlin, Ohio, 1888).

Nel 1895 l'Etiope testo è stato ripubblicato in una forma riveduta da Charles, e da lui tradotta in inglese, e nel 1893-5 "Jewish Quarterly Review" (ottobre 1893, luglio 1894, gennaio 1895) e, successivamente, In un volume separato con molte altre note e discussioni ( "Il Libro dei Giubilei", London, 1902).

Una traduzione francese è promesso dal Abbé F. Martin, professore di lingue semitiche presso l'Istituto Cattolico di Parigi, nella sua preziosa collezione intitolata "Documenti per l'Etude de la Bibbia".

Il contenuto del Libro dei Giubilei trattare con i fatti e gli eventi legati al canonico Libro della Genesi, arricchito da una ricchezza di storie e leggende che si era creata nel corso dei secoli nella fantasia popolare del popolo ebraico, e scritta dal Rigida Pharisaic punto di vista dell'autore e della sua età, e come l'autore cerca di riprodurre la storia del primitivo volte, nello spirito della sua stessa giornata, si occupa con il testo biblico in un libero molto di moda.

Secondo lui, è stato ebraico originariamente la lingua parlata da tutte le creature, gli animali e l'uomo, ed è la lingua dei Cieli.

Dopo la distruzione della torre di Babele, è stata dimenticata fino a quando Abramo è stato insegnato da angeli.

Henoch è stato il primo uomo avviato dagli angeli, e l'arte di scrivere, e scrisse, di conseguenza, tutti i segreti di astronomia, di cronologia, e di tutto il mondo epoche.

Quattro classi di angeli sono citati, vale a dire.

La presenza di angeli, di angeli sanctifications, angeli custodi più individui, angeli e presiede i fenomeni della natura.

Per quanto riguarda demonology lo scrittore è in gran parte la posizione del che del Nuovo Testamento e del Vecchio Testamento-scritti apocrifi.

Tutti questi dettagli leggendario, che sostiene, sono state rivelate da Dio a Mosè attraverso l'angelo della presenza (probabilmente Michael), insieme con la legge, che era originariamente conosciuto, ma alcuni dei patriarchi Testamento, come ad esempio Henoch, Methusala, Noè, Shem, Abramo, Isacco, Giacobbe, e Levi.

È piuttosto difficile determinare la particolare Judaistic scuola apparteneva al suo autore; egli apertamente nega la risurrezione del corpo, egli non crede nella tradizione scritta; egli non reprobate sacrifici di animali, ecc.

. . E il fatto che egli ha scritto in ebraico, esclude l'ipotesi della sua ellenistica tendenze.

Parimenti insostenibile è l'ipotesi avanzata da Birra, che era un Samaritano, che esclude per il Monte Garizim, il sacro monte dei Samaritani dalla lista dei quattro posti di Dio sulla terra, cioè.

Il giardino di Eden, il Monte d'Oriente, il Monte Sinai e il Monte Sion.

Se l'autore apparteneva a nessuna scuola particolare, egli deve essere stato con ogni probabilità uno fariseo (Hasidaean), del tipo più rigido del tempo di Giovanni Hyrcanus, nel cui regno studiosi generalmente d'accordo il libro è stato scritto (135-105 aC).

Dr Headlam suggerisce che l'autore era un fervente oppositore della fede cristiana (cfr. Hastings, "Dizionario della Bibbia").

Ma se l'autore, come si propone in questa ipotesi piuttosto improbabile, vissuto nei primi tempi del cristianesimo, egli deve aver scritto il suo libro prima della caduta di Gerusalemme e la distruzione del Tempio, in quanto quest'ultimo si assume tutta per essere ancora in vita Come grande centro di culto ebraico.

Pubblicazione di informazioni scritte da Gabriel Oussani.

Trascritto da Alison S. Britton.

Per il trionfo del Cuore Immacolato di Maria L'Enciclopedia Cattolica, Volume VIII.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York Bibliografia Oltre alla letteratura menzionato nel corpo dell'articolo, vedere i vari articoli riguardanti l'oggetto e il Dizionario della Bibbia, e soprattutto Schürer's Storia del popolo ebraico nel tempo di Cristo, tr ., V, 134-141.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a