Giuda Iscariota

Informazioni generali

Giuda Iscariota, l'Apostolo, che è stato tradito Gesù Cristo, per le autorità.

Secondo Matteo 27:4, Giuda, distraught su Gesù 'condanna, ha restituito la sua ricompensa di 30 pezzi d'argento e impiccati stesso.

Secondo Atti 1:18, Giuda comprato un campo con il denaro, ma cadde a testa in essa, feriti se stesso, e morì.

Il suo cognome potrebbe indicare che egli apparteneva alla Sicarii, un gruppo politico radicale.

Bibliografia: Gartner, Bertil, Iscariota (1971); Schaumberg, EL, Giuda (1981).

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Giuda Iscariota

Informazioni cattolica

L'Apostolo, che tradito il suo Maestro divino.

Il nome di Giuda (Ioudas) è la forma greca di Giuda (ebraico "lodato"), un nome proprio di frequente trovare sia nel Vecchio e il Nuovo Testamento.

Anche fra i dodici c'erano due che portava il nome, e per questo motivo è di solito associato con il cognome Iscariota [ebraico "un uomo di Kerioth" o Carioth, che è una città di Giuda (cfr Joshua 15:25)] .

Non vi può essere alcun dubbio che questa sia la giusta interpretazione del nome, anche se la vera origine è oscurata in greco ortografia, e, come ci si potrebbe attendere, altre derivazioni sono state suggerite (ad esempio, da Issachar).

Molto poco è ci ha detto nelle Sacre testo riguardante la storia di Giuda Iscariota al di là dei nudi fatti della sua chiamata per l'Apostolato, il suo tradimento, e la sua morte.

Il suo luogo di nascita, come abbiamo visto, è indicato nel suo nome Iscariota, e può essere osservato che la sua origine lo separa dagli altri Apostoli, che sono stati tutti Galilei.

Per Kerioth è una città di Giuda.

È stato suggerito che questo fatto possa avere avuto qualche influenza sulla sua carriera da causando desidera di simpatia con i suoi fratelli nella Apostolato.

Ci è stato detto nulla in merito alle circostanze della sua chiamata o la sua quota di miracoli e il ministero degli Apostoli.

Ed è significativo il fatto che egli non è mai menzionato senza qualche riferimento alla sua grande tradimento.

Così, nella lista degli Apostoli dato nei Vangeli sinottici, si legge: "e Giuda Iscariota, che ha tradito anche lui".

(Matteo 10:4. Cfr. Marco 3:19; Lc 6,16).

Quindi, di nuovo in S. Vangelo di Giovanni il nome prima si verifica in connessione con l'annuncio del tradimento: "Gesù rispose loro: Non ho scelto voi dodici, e uno di voi è un diavolo? Ora egli intende Giuda Iscariota, figlio di Simone : Per questo stesso stava per tradire lui che è stato uno dei dodici "(Giovanni 6:71-2).

In questo passaggio di San Giovanni aggiunge un ulteriore e particolare che citano il nome del traditore apostolo il padre, che non è registrato dagli altri evangelisti.

Ed è ancora lui che ci dice che Giuda portato la borsa.

Infatti, dopo aver descritto l'unzione dei piedi di Cristo da Maria Bethania e la festa, l'evangelista prosegue:

Poi uno dei suoi discepoli, Giuda Iscariota, che egli stava per tradirlo, ha detto: 'Perché non è stato questo olio venduto per trecento pence, e dato ai poveri?'

Ora egli ha detto questo, non perché egli cura per i poveri, ma perché era un ladro, e tenendo la borsa, condotte le cose che sono stati messi in essa (Giovanni 12:4-6).

Questo fatto che Giuda portato la borsa è di nuovo a cui si riferisce lo stesso evangelista nel suo conto dell'ultima cena (13:29).

Vangeli sinottici non si accorgono di questo ufficio di Giuda, né dicono che sia stato lui che ha protestato presso la presunta rifiuti di unguento.

Ma è significativo il fatto che sia in Matteo e Marco il racconto della unzione è seguito da vicino la vicenda di tradimento:

Poi è andato uno dei dodici, che è stato chiamato Giuda Iscariota, ai sommi sacerdoti, e disse loro: che cosa ti dà me e io lo consegnerà a voi?

(Matteo 26:14-5)

E Giuda Iscariota, uno dei dodici, andò ai sommi sacerdoti, a tradire lui a loro.

Udienza, che si trattasse di piacere, e lui ha promesso che si sarebbero dargli denaro.

(Mark 14:10-1)

In entrambi questi conti si noterà che Giuda prende l'iniziativa: egli non è tentati e sedotti dai sacerdoti, ma li avvicina per la sua iniziativa.

San Luca racconta la stessa storia, ma aggiunge un altro tocco da ascrivere l'atto per istigazione di Satana:

E Satana è entrato in Giuda, che era surnamed Iscariota, uno dei dodici.

E andò, e discoursed con i sommi sacerdoti e magistrati, come egli potrebbe tradire lui a loro.

Ed erano felici, e convenanted di dargli denaro.

E ha promesso.

E lui ha cercato opportunità di tradire lui, in assenza della moltitudine.

(Luca 22:3-6)

San Giovanni pone l'accento anche su istigazione dello spirito maligno: "il diavolo che hanno ormai messo in cuore di Giuda Iscariota, figlio di Simone, di tradirlo" (13,2).

Lo stesso evangelista, come abbiamo visto, racconta di un precedente intimation di Cristo conoscenza del tradimento (Giovanni 6:71-2), e nello stesso capitolo dice esplicitamente: "Per Gesù sapeva fin da principio, ciò che ha fatto, che sono stati Non credo, e che egli è stato, che tradirebbe di lui "(6:65).

, Ma è d'accordo con i Sinottici e la registrazione di una più esplicita previsione del tradimento durante l'Ultima Cena: "Quando Gesù aveva detto queste cose, fu turbato nello spirito, e ha testimoniato, e disse: Amen, amen vi dico, uno Di voi mi tradirà "(Giovanni 12,21).

E quando San Giovanni stesso, a richiesta di Pietro, ha chiesto che questo è stato ", rispose Gesù: Egli è per la quale mi sono immerso raggiungere il pane. E quando egli era immerso il pane, lo diede a Giuda Iscariota, figlio di Simone . E dopo la morsel, Satana è entrato in lui. E Gesù gli disse: Quello che tu, fare in fretta. Ora nessun uomo al tavolo sapeva a quale scopo egli ha detto lui. Per qualche pensiero, perché ha avuto la borsa di Giuda , Che Gesù gli disse: Compra quelle cose di cui abbiamo bisogno per la festa del giorno: o che egli deve dare qualcosa ai poveri "(12:26-9).

Questi ultimi dettagli circa le parole di Gesù, e la naturale supporre dei discepoli, sono indicati solo da San Giovanni.

Ma la previsione e l'interrogatorio dei discepoli sono registrati da tutti i sinottici (Matteo 26; Marco 14; Luca 22).

S. Matteo aggiunge che Giuda stesso ha chiesto, "E 'io, Rabbi?"

Ed è stato risposto: "Tu hai detto" (26:25).

Tutti i quattro Evangelisti d'accordo per quanto riguarda i fatti principali della effettiva tradimento, che hanno seguito da vicino in questa previsione, e di raccontare come il traditore fornito con una moltitudine o di una banda di soldati da sommi sacerdoti, e li ha portati al luogo in cui, come Egli sapeva, Gesù sarebbe trovato con i suoi fedeli discepoli (Matteo 26:47; Mark 14:43; Luca 22:47; Giovanni 18,3).

Ma alcuni dettagli non hanno trovato nelle altre narrazioni.

Che gli ha dato un bacio traditore come un segno è menzionato da tutti i Sinottici, ma non da S. Giovanni, che a sua volta è il solo a dirci che coloro che Gesù è venuto a prendere indietro cadde a terra come Egli rispose: "Sono Egli ".

Anche in questo caso, di San Marco dice che Giuda ha detto "Salve, Rabbi" prima di baciare il suo Maestro, ma non fornisce alcuna risposta.

San Matteo, dopo la registrazione di queste parole e il bacio del traditore, aggiunge: "E Gesù gli disse: Amico, whereto sei venuto:" (26:50).

San Luca (22:48) dà le parole: "Giuda, dost tu tradisci il Figlio dell'uomo con un bacio?"

San Matteo è il solo evangelista a citare la somma pagata dal sommi sacerdoti, come il prezzo del tradimento, e in conformità con la sua personalizzato che egli avvisi di uno Testamento profezia è stata soddisfatta ivi (Matteo 26:15; 27:5 -- 10).

In questo ultimo passaggio egli racconta il pentimento e il suicidio del traditore, su cui gli altri Vangeli sono silenziosi, anche se abbiamo un altro conto di questi eventi e il discorso di S. Pietro:

Uomini, fratelli, la Scrittura deve essere soddisfatte esigenze, che lo Spirito Santo ha parlato prima dalla bocca di Davide riguardanti Giuda, che era il leader di loro che Gesù interpellate: chi è stato numerato con noi, e aveva ottenuto da parte di questo ministero.

Ed egli infatti ha posseduto un campo della ricompensa di iniquità, e di essere impiccati, separi irrompono in mezzo: e tutte le sue viscere gushed out.

E divenne noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme: in modo che lo stesso campo è stato chiamato nella loro lingua, Haceldama, che dire, il campo di sangue.

Per esso è scritto nel libro dei Salmi: Lasciate che la loro abitazione diventare desolato, e lasciare che ci sia nessuno ad abitare in essa.

E il suo vescovato prendere un altro volo.

(Atti 1:16-20. Cfr. Salmo 68:26; 108:8)

Alcuni critici moderni laici grande stress sul apparenti discrepanze tra questo passaggio negli Atti e l'account dato da S. Matteo.

San Pietro per le parole prese da soli sembrano implicare che Giuda stesso ha acquistato il campo con il prezzo della sua iniquità, e che è stato chiamato "Campo di sangue" a causa della sua morte.

San Matteo, ma, d'altra parte, dice: "Allora Giuda, che lo tradiva, vedendo che egli è stato condannato, pentiti se stesso, ha portato indietro le trenta monete d'argento ai sommi sacerdoti e antichi, dicendo: ho peccato e tradendo Sangue innocente. Dissero: Che cosa è che a noi? Look tu ad essa. Colata E giù i pezzi d'argento nel tempio, si partì: e andò e impiccati con un halter se stesso. "

Dopo questo l'evangelista prosegue per raccontare come i sacerdoti, che scrupled a mettere i soldi nel corbona perché è stato il prezzo del sangue, è dedicato a comperare il campo del vasaio per la sepoltura degli stranieri, che per questo motivo è stato chiamato il campo Di sangue.

E in questo San Matteo vede il compimento della profezia attribuita a Jeremias (ma trovati in Zaccaria 11:12): "E loro hanno preso i trenta pezzi d'argento, il prezzo di colui che è stato premiato, con il quale essi pregiato dei figli di Israele. E lo diede loro fino al campo del vasaio, come il Signore ha nominato a me "(Matteo 27:9, 10).

, Ma non sembra essere una qualsiasi grande difficoltà nel conciliare i due conti.

Per il settore, ha acquistato con il prezzo del suo respinto tradimento, potrebbe essere descritto come acquistato o indirettamente, posseduto da Giuda, sebbene egli non comprarlo se stesso.

E San Pietro parole sul nome Haceldama potrebbe essere denominata la "ricompensa di iniquità", nonché la violenta morte del traditore.

Analoghe difficoltà sono sollevate per le discrepanze in dettaglio scoperto nei vari conti del tradimento stesso.

Ma sarà accertato che, senza fare violenza al testo, le narrazioni dei quattro Evangelisti può essere in armonia, anche se, in ogni caso, non vi rimarranno alcuni punti oscuri o dubbi.

E 'pacifico, per esempio, se Giuda era presente l'istituzione della Santissima Eucaristia e comunicare con gli altri Apostoli.

Ma l'equilibrio di potere è a favore della soluzione affermativa.

C'è stato anche qualche divergenza di opinioni, come al tempo del tradimento.

Alcuni ritengono che sia stato determinato in improvvisamente da Giuda dopo l'unzione di Bethania, mentre altri si supponga che un lungo negoziato con i sommi sacerdoti.

Ma queste testuali difficoltà e questioni di dettaglio in dissolvenza insignificanza accanto al grande problema morale presentata dalla caduta e tradimento di Giuda.

In un senso molto vero, ogni peccato è un mistero.

E la difficoltà è maggiore con la grandezza della colpa, con le ridotte dimensioni del motivo per fare male, e con la misura della conoscenza e grazie vouchsafed per l'autore del reato.

In ogni modo il tradimento di Giuda sembra essere la più misteriosa e incomprensibile dei peccati.

Per uno come potrebbe scelto come un discepolo, e godendo la grazia di Apostolato e il privilegio di intima amicizia con il divino Maestro, essere tentati di tali lordo di tale ingratitudine un misero prezzo?

E la difficoltà è maggiore quando si è ricordato che il Maestro basely tradito così non è stato duro e severo, ma un Signore della gentilezza amorevole e della compassione.

Guardò in qualsiasi luce il reato è talmente incredibile, sia in se stessa e in tutte le sue circostanze, che non c'è da meravigliarsi che molti tentativi sono stati fatti per dare qualche spiegazione più intelligibile della sua origine e motivi, e che, dal selvaggio di sogni Antichi eretici per la grassetto speculazioni della moderna critica, il problema presentato dal tradimento di Giuda e la sua è stata oggetto di strano e sorprendente teorie.

Come un traditore, naturalmente, eccita uno propriamente odio violento, soprattutto tra coloro che si dedicano alla causa o la persona tradita, era del tutto naturale che i cristiani dovrebbero considerare con loathing Giuda, e, se fosse possibile, pittura blacker di lui fu da lui non consentendo Buona qualità a tutti.

Questa sarebbe una visione estrema, che, per alcuni aspetti, diminuisce la difficoltà.

Se per supporre che non ha mai creduto davvero, se era un falso discepolo dal primo, o, come il Vangelo di Apocryphal arabo ha l'Infanzia, è stato posseduto da Satana, anche nella sua infanzia, non avrebbe sentito il santo Influenza di Cristo o di godere la luce e doni spirituali di Apostolato.

Al contrario è l'estrema strano vista detenute dai primi Gnostico setta nota come Cainites descritto da S. Ireneo (Adv. haer., I, c. ult.), E più pienamente da Tertulliano (Praesc. Haeretic., Xlvii) , E di S. Epifanio (Haeres., xxxviii).

Alcuni di questi eretici, il cui parere è stato rilanciato da alcuni scrittori moderni in una forma più plausibile, è stato sostenuto che Giuda veramente illuminato, e ha agito come ha fatto in modo che l'umanità possa essere redenti dalla morte di Cristo.

Per questo motivo sono considerati degni di lui come di gratitudine e di venerazione.

Nella versione moderna di questa teoria è suggerito che Giuda, che ha in comune con gli altri discepoli cercavano un temporale, il regno di Messias, non anticipare la morte di Cristo, ma ha voluto precipitare una situazione di crisi e di affrettare l'ora del trionfo, Pensare che l'arresto provocherebbe un aumento delle persone che Lui impostare gratuitamente e luogo lui sul trono.

A sostegno di questo punto che per il fatto che, quando ha scoperto che Cristo è stato condannato e dato ai Romani, ha subito pentito di ciò che aveva fatto.

Ma, come Strauss, il commento, questo pentimento non dimostra che il risultato non era stato previsto.

Per assassini, che hanno ucciso le loro vittime con deliberata di design, sono spesso spostati in rimorso quando l'atto è effettivamente svolto.

Una cattolica, in ogni caso, non è in grado di visualizzare queste teorie con favore dal momento che è evidente che si ripugnante al testo della Scrittura e l'interpretazione della tradizione.

Tuttavia può essere difficile da capire, non possiamo questione, il senso di colpa di Giuda.

D'altra parte non si può prendere la tesi di coloro che vorrebbero negare che era una volta un vero discepolo.

Infatti, in primo luogo, questo punto di vista sembra difficile da conciliare con il fatto che egli è stato scelto da Cristo per essere uno dei Dodici.

Questa scelta, può essere tranquillamente detto, implica alcune buone qualità e il dono di non dire grazie.

Ma, a parte questa considerazione, può essere chiesto che, in originale esagerando malizia di Giuda, o negando che vi è stato anche un bene in lui, noi ridurre o perdere la lezione di questa caduta.

Gli esempi dei santi sono perso su di noi se pensiamo di loro come di un altro ordine, senza la nostra umana debolezza.

E allo stesso modo si tratta di un grave errore pensare di Giuda come un demone, senza elementi di bontà e di grazia.

E la sua caduta è lasciato un messaggio di avvertimento che anche la grande grazia di Apostolato amicizia e la familiarità di Gesù non può essere di usufruire di uno che è infedele.

E, anche se non dovrebbe essere consentito di ovviare al senso di colpa del grande tradimento, può diventare più intelligibile, se pensiamo a come il risultato della mancanza di graduale e meno cose.

Quindi, ancora una volta il pentimento può essere preso a lasciar intendere che il traditore stesso ingannato da una falsa speranza che, dopo tutti i discepoli di Cristo potrebbe passare attraverso il mezzo del suo nemici, come aveva fatto prima a brow della montagna.

E anche se le circostanze della morte del traditore dare troppa ragione di temere il peggio, il Sacro Testo non rifiutiamo nettamente la possibilità di reale pentimento.

Origene e stranamente suppone che Giuda impiccato se stesso, al fine di cercare Cristo nel mondo e altri chiedere il suo perdono (In Matt., Tratto. Xxxv).

Pubblicazione di informazioni Scritto da WH Kent.

Trascritto da Thomas M. Barrett.

L'Enciclopedia Cattolica, Volume VIII.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia

CHRYSOSTOMUS, Hom.

De Juda Proditore: MALDONATUS e altri commentatori sul Nuovo Testamento; EPIPHANIUS, Haeres., Xxxviii; Leggenda della morte di Giuda e SUICER, Thesaurus.

Vista moderno e STRAUSS, Das Leben Jesu.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a