S. Maria Maddalena

Informazioni cattolica

Maria Maddalena era così chiamato sia da Magdala vicino a Tiberiade, sulla riva ovest della Galilea, o eventualmente da un talmudica espressione significa "curling femminile capelli", che spiega come il Talmud di un adultera.

Nel Nuovo Testamento è menzionata tra le donne che hanno accompagnato Cristo e ministrato a lui (Lc 8,2-3), dove è anche detto che sette demoni erano stati espressi su di lei (Marco 16:9).

Ella è accanto chiamato come ai piedi della croce (Marco 15:40; Matteo 27:56; Giovanni 19:25; Luca 23:49).

Ha visto Cristo deposto nel sepolcro, e fu registrato il primo testimone della Risurrezione.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Padri greci, nel suo insieme, distinguere le tre persone:

Il "peccatore" di Luca 7:36-50;

La sorella di Lazzaro e di Marta, Luca 10:38-42 e Giovanni 11, e

Maria di Magdala.

D'altra parte la maggior parte dei Latini ritenere che questi tre si sono uno e lo stesso.

Protestante critici, tuttavia, credo ci fossero due, se non tre, persone distinte.

E 'impossibile dimostrare l'identità dei tre, ma i commentatori indubbiamente andare troppo lontano, che affermare, come fa Westcott (Giovanni 11:1), "che l'identità di Maria, con Maria Maddalena è una mera congettura non supportate da prove dirette , E si oppone a quello generale tenour dei Vangeli ".

È l'identificazione di Maria di Betania con il "peccatore" di Luca 7:37, che è la più combattuta dai protestanti.

Sembra quasi come se questa riluttanza a identificare il "peccatore", con la sorella di Marta, sono stati a causa di un guasto a cogliere il pieno significato del perdono dei peccati.

Armonizzare le tendenze moderne di tanti critici, troppo, sono responsabili di gran parte della confusione esistente.

La prima, infatti, ricordato nel Vangelo, relativa alla questione in discussione è l'unzione di Cristo ai piedi da una donna, un "peccatore" e la città (Luca 7:37-50).

Questo appartiene al ministero il Galileo, che precede il miracolo della alimentazione dei cinque mila e la terza Pasqua.

Subito dopo San Luca descrive un circuito missionaria in Galilea e ci racconta delle donne che ha ministrato a Cristo, di essere tra di loro ", che si chiama Maria di Magdala, dalla quale erano sette demoni andato via" (Lc 8,2), ma egli Non ci dicono che lei è di essere identificati con la "peccatrice" del capitolo precedente.

In 10:38-42, egli ci dice di Cristo, la visita a Marta e Maria ", in un certo comune", è impossibile individuare questa città, ma è chiaro da 9:53, che Cristo aveva definitivamente lasciato la Galilea, e È del tutto possibile che questa "città" è stato Betania.

Questo sembra confermata dalla precedente parabola del buon Samaritano, che deve quasi certamente si è parlato sulla strada tra Gerusalemme e Gerico.

Ma qui ancora una volta dobbiamo constatare che non vi è alcuna proposta di un codice di identificazione delle tre persone (il "peccatore", Maria di Magdala e Maria di Betania), e se avessimo solo a San Luca ci guida dobbiamo certamente non hanno alcun motivo di Sono loro identificazione.

San Giovanni, però, identifica chiaramente Maria di Betania, con la donna che unse i piedi di Cristo (12; cf. Matteo 26 e Marco 14).

È degno di nota che già in 11:2, San Giovanni ha parlato di Maria come ", che ha unto del Signore piedi", ha aleipsasa; Si dice comunemente che egli si riferisce alla successiva unzione, che egli stesso descrive in 12:3 -- 8;, ma potrebbe essere in dubbio il fatto che egli avrebbe utilizzato aleipsasa se ha un'altra donna, e lei un "peccatore" della città, aveva fatto lo stesso.

È concepibile che San Giovanni, proprio perché egli è iscritto così a lungo dopo l'evento e in un momento in cui Maria era morto, tiene a sottolineare che per noi era davvero lo stesso del "peccatore".

Allo stesso modo San Luca velata può avere la sua identità proprio perché egli non ha voluto diffamare colui che era ancora viva, ma non certamente qualcosa di simile nel caso di S. Matteo, la cui identità con il pubblicano Levi (5,7), Nasconde.

Se l'argomento precede vale, Maria di Betania e il "peccatore" sono uno e lo stesso.

Ma un esame di St John's Vangelo rende quasi impossibile negare l'identità di Maria di Betania, con Maria di Magdala.

Da San Giovanni si impara il nome della "donna" che unse i piedi di Cristo precedente per l'ultima cena.

Possiamo qui annotazione che sembra inutile, perché ritengono che San Matteo e San Marco dire "due giorni prima della Pasqua ebraica", mentre San Giovanni dice: "sei giorni" ci sono stati, quindi, due distinte unzioni seguenti l'un l'altro.

San Giovanni non significa necessariamente che l'unzione e la cena ha avuto luogo sei giorni prima, ma solo che Cristo è venuto a Betania sei giorni prima della Pasqua ebraica.

Al che la cena, poi, Maria ha ricevuto il glorioso encomio ", ella ha battuto un buon lavoro su di me... E versando questo olio su Il mio corpo, lo ha fatto per il mio sepoltura... Ovunque questo Vangelo deve essere predicato... Che anche lei ha fatto, che deve essere detto per una memoria di lei. "

È credibile, in considerazione di tutto questo, che questa dovrebbe Maria non hanno posto ai piedi della croce, né presso la tomba di Cristo?

Ma è Maria Maddalena che, in base a tutti gli Evangelisti, stava ai piedi della croce e assistito presso la entombment ed è stato registrato il primo testimone della Risurrezione.

E mentre San Giovanni la chiama "Maria Maddalena" in 19:25, 20:1, e 20:18, egli la chiama semplicemente "Maria", a 20:11 e 20:16.

In vista abbiamo sostenuto la serie di eventi costituisce un insieme coerente, il "peccatore" viene anticipata e il ministero per cercare di perdono; ella subito dopo è descritto come Maria Maddalena "di cui sette demoni erano andati via"; poco dopo , Troviamo il suo "seduta a piedi del Signore e di sentire le sue parole."

Per la mente che tutti i cattolici sembra giusto e naturale.

In un secondo periodo di Maria e di Marta sua volta a "il Cristo, il Figlio del Dio vivente", ed Egli li restaura per il loro fratello Lazzaro; dopo un breve periodo di tempo fanno di Lui una cena e Maria ripete ancora una volta, l'atto che aveva eseguito quando Penitente.

Alla passione sta vicino; vede Lui deposto nel sepolcro, e lei è la prima testimone della sua risurrezione - salvo sempre la sua Madre, a cui Egli deve esigenze sono apparsi in primo luogo, se il Nuovo Testamento è in silenzio su questo punto .

Dal nostro punto di vista, quindi, non vi sono stati due unzioni i piedi di Cristo - che dovrebbe sicuramente essere alcuna difficoltà che san Matteo e san Marco parlare della sua testa - la prima (Lc 7) ha avuto luogo in una data relativamente precoce; In secondo luogo, due giorni prima della Pasqua scorsa.

Ma era una sola e stessa donna che ha eseguito questa pia agire in ogni occasione.

Successivi la storia di S. Maria Maddalena

La Chiesa greco sostiene che il santo si ritirò a Efeso con la Beata Vergine e vi morì, che le sue reliquie furono trasferite a Costantinopoli nel 886 e vi sono conservate.

Gregorio di Tours (De miraculis, I, xxx) sostiene la dichiarazione che lei è andato a Efeso.

Tuttavia, secondo una tradizione francese (cfr. SAN LAZZARO DI BETHANY), Maria, Lazzaro, e di alcuni compagni venuti a Marsiglia e convertito tutta la Provenza.

Maddalena si è ritirato ad una collina, La Sainte-Baume, da vicino, in cui ha dato se stessa fino a una vita di penitenza per trenta anni.

Quando il tempo della sua morte arrivati ella è stata condotta da angeli e ad Aix in oratorio di San Massimino, dove ha ricevuto il viatico, il suo corpo è stato poi deposto in un oratorio costruito da S. Massimino a Villa Lata, in seguito chiamato St Maximin.

Storia tace su queste reliquie fino al 745, quando secondo il cronista Sigeberto, sono stati rimossi a Vézelay per timore dei Saraceni.

Nessun record è conservata del loro ritorno, ma nel 1279, quando Carlo II, re di Napoli, eresse un convento a La Sainte-Baume per i domenicani, il santuario è stato trovato intatto, con una iscrizione indicarne il motivo per cui sono stati nascosti.

Nel 1600 le reliquie sono stati collocati in un sarcofago inviato da Clemente VIII, il capo di essere immessi in un apposito recipiente.

Nel 1814 la chiesa de La Sainte-Baume, distrutto durante la Rivoluzione, è stato restaurato e nel 1822 è stato consacrato alla grotta di nuovo.

La testa del santo ora si trova lì, dove è rimasto così a lungo, e in cui è stato al centro di tanti pellegrinaggi.

Pubblicazione di informazioni Scritto da Hugh T. Papa.

Trascritto da Paul T. Crowley.

In Memoriam, Sr Maria Leah, OP e Suor Maria Lilly, op Enciclopedia Cattolica, Volume IX.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, Censore.

Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a