Teodoreto

Informazioni cattolica

Vescovo di Ciro e teologo, nato ad Antiochia di Siria circa 393; morì circa 457.

Egli stesso afferma che la sua nascita è stata una risposta alla preghiera del monaco Macedonius ( "Hist. Rel.", IX; Epist. Lxxi).

Sul conto di un voto fatto da sua madre era dedicata, dalla nascita al servizio di Dio e fu educato e istruito dai monaci Macedonius e Peter.

In occasione di una età molto precoce è stato ordinato lettore.

Ha studiato teologia e soprattutto gli scritti di Diodoro di Tarso, San Giovanni Crisostomo e Teodoro di Mopsuestia.

Teodoreto è stato anche ben addestrato in filosofia e letteratura.

Ha capito siriaco, nonché greco, ma non era a conoscenza o ebraico o latino.

Quando era ventitre anni di età e di entrambi i genitori erano morti, ha diviso la sua fortuna tra i poveri (Epist. cxiii; PG, LXXXIII, 1316), e divenne un monaco del monastero di Nicerte non lontano da Apamea, quando ha vissuto per Sette anni, di dedicarsi alla preghiera e di studio.

Molto contro la sua volontà circa 423 si è fatto Vescovo di Cyrus.

Sua diocesi inclusi quasi 800 parrocchie ed era suffraganea di Hierapolis.

Un gran numero di eremi e monasteri anche apparteneva ad esso, ancora, nonostante tutto questo, ci sono stati molti heathen eretici e all'interno dei suoi confini.

Teodoreto ha portato molti di questi nella Chiesa, tra gli altri, più di un migliaio di Marcionites.

Egli ha anche distrutto non meno di duecento copie del "Diatessaron" di Tatian, che erano in uso in quel quartiere ( "Hæret. Fab.", I, xix; PG, LXXXIII, 372).

Egli spesso correvano grossi rischi per la sua viaggi apostolici e fatiche; più di una volta ha subito maltrattamenti dal heathen di utilizzo ed è stato anche in pericolo di perdere la sua vita.

La sua fama come predicatore è stato diffuso e il suo servizio come un oratore erano molto ricercato al di fuori della sua diocesi; andò ad Antiochia venti-sei volte.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Teodoreto esercitata anche se stesso per il benessere materiale degli abitanti della sua diocesi.

Senza accettare donazioni (Epist. lxxxi) egli è stato in grado di costruire molte chiese, ponti, portici, acquedotti, ecc (Epist. lxxxi, lxxviii, cxxxviii).

Verso la fine del 430 Teodoreto divenne Nestorian coinvolti nella controversia.

In collaborazione con Giovanni di Antiochia Nestorio non ha chiesto di respingere l'espressione Theotokos come eretico (Mansi, IV, 1067).

Tuttavia, egli ha tenuto saldamente con le altre Antiochenes di Nestorio e per l'ultimo ha rifiutato di riconoscere che la dottrina insegnata Nestorio di due persone in Cristo.

Fino al Concilio di Calcedonia nel 451 fu il campione del letterario antiochena partito.

Nel 436 ha pubblicato il suo 'Anatropé (Confutazione) del Anathemas di Cirillo al quale quest'ultima ha risposto con una Apologia (PG, LXXVI, 392 ss.).

Al Concilio di Efeso (431) Teodoreto lati con Giovanni di Antiochia e di Nestorio, e pronunciato con loro la deposizione di Cirillo e l'anatema contro di lui.

Era inoltre un membro della delegazione di "orientali", che era quello di gettare la causa di Nestorio, prima l'imperatore, ma non è stato ammesso alla presenza imperiale un secondo tempo (Hefele-Leclerq, "Hist. Des Conc.", II, I, 362 ss.).

Lo stesso anno ha frequentato il sinodi di Tarso e Antiochia, in entrambi dei quali è stato ancora deposto Cirillo e anathematized.

Teodoreto dopo il suo ritorno a Cyrus continuato ad opporsi da Cirillo discorso e la scrittura.

Il simbolo (Credo), che ha costituito la base della riconciliazione (c. 433) di Giovanni di Antiochia e di altri con Cirillo era apparentemente elaborata da Teodoreto (PG, LXXII, 209 ss.), Che, però, non entrare nel Accordo di se stesso, perché egli non era disposto a condannare Nestorio Cirillo come richiesto.

Non è stato fino a circa 435 Teodoreto, che sembra essere diventata riconciliato con Giovanni di Antiochia, senza, tuttavia, essere obbligati ad accettare la condanna di Nestorio (Synod. cxlvii e cli; Epist. Clxxvi).

La controversia con Cirillo, quando scoppiò di nuovo in 437 quest'ultimo chiamato Diodoro di Tarso e Teodoro di Mopsuestia reali autori della Nestorian eresia.

Theodore iscritti negli elenchi di cui alla loro difesa.

L'amarezza con la quale queste polemiche sono stati condotti su due è indicata con la lettera e il discorso di Teodoreto, quando ha appreso della morte e 444 del Patriarca di Alessandria (Epist. clxxx).

L'episcopato di Dioscurus, il successore di Cirillo, è stato un periodo di grande difficoltà per Teodoreto.

Dioscurus, attraverso la mediazione di Eutyches e la influenti Chrysaphius, ottenuto un editto imperiale, che vietava Teodoreto di lasciare la sua diocesi (Epist. lxxix-lxxxii).

Inoltre è stato accusato di Teodoreto Nestorianism (Epist. lxxxiii-lxxxvi), in risposta a questo tipo di attacco, egli scrisse la sua opera più importante polemico, chiamato "Eranistes".

Teodoreto è stato anche considerato il primo motore di condanna di Eutyches dal Patriarca Flavio.

In cambio Dioscurus ottenuto un decreto imperiale nel 449 Teodoreto quale è stato vietato di prendere qualsiasi parte nel sinodo di Efeso (Robber Concilio di Efeso).

In occasione della terza sessione di questo sinodo Teodoreto fu deposto dagli sforzi di Dioscurus e l'imperatore ordine di immettere nuovamente il suo ex monastero vicino Apamea.

Tempi migliori, però, è venuto a lungo prima.

Teodoreto appello a Papa Leone, che ha dichiarato non valida la sua deposizione, e, come l'imperatore Teodosio II morì l'anno successivo (450), è stato consentito di inserire nuovamente la sua diocesi.

Per il prossimo anno, nonostante la violenta opposizione del partito alessandrina, Teodoreto è stato ammesso come membro a regolare le sessioni del Concilio di Calcedonia, ma è astenuta dal voto.

Alla sessione (26 ottobre, 451), è stato ammesso alla piena adesione, dopo aver accettato la anatema contro Nestorio; probabilmente voleva dire solo questo accordo, nel senso: nel caso in cui Nestorio aveva veramente insegnato il eresia imputato a lui ( MANSI, VII, 190).

Non è certo se Teodoreto trascorso gli ultimi anni della sua vita nella città di Cyrus, o nel monastero dove aveva già vissuto.

Esiste ancora una lettera scritta da Papa Leone nel periodo dopo il Concilio di Calcedonia, in cui egli incoraggia Teodoreto di collaborare senza esitazioni e la vittoria di Calcedonia (PG, LXXXIII, 1319 ss.).

Gli scritti di Teodoreto contro Cirillo di Alessandria sono stati anathematized durante i disordini che sono sorte in connessione con la guerra dei tre capitoli.

WRITINGS

A. Exegetical

Teodoreto scrisse brevi trattati in forma di domande e risposte su particolari passaggi del Octateuch, quattro libri dei Re, e di due libri di Paralipomenon (PG, LXXX, 75-858).

Ha scritto commenti che coprono l'intero libri su: I Salmi (PG, LXXX, 857-1998, e LXXII, 19-32), scritto prima di 436 (Epist. lxxxi); Cantici (PG, LXXXI, 27-214); la Greater Profeti, Daniel e prima di Ezechiele 436, e Isaias Jeremias prima di 448, di cui il commento Isaias è stato perso, salvo alcuni frammenti conservati nel "Catenæ", la prima di Profeti Minori 436 (PG, LXXXI, 495-1988), e Le epistole di St. Paul, scritta prima di 448 (PG, LXXXII, 35-878).

B. Apologetic

"Græcarum affectionum curatio" (Remedy per le malattie dei Greci), dodici libri, scritta prima del 437 ", l'ultimo e probabilmente anche la più completa delle numerose scuse, che ha prodotto l'antichità greco" (Bardenhewer, "Patrologie", 3rd ed ., 1910, p. 327).

"De Divina Providentia", dieci sermoni, probabilmente il suo miglior lavoro, in cui si dimostra l'amministrazione della Divina Provvidenza dal fisico, morale e sociale dei sistemi di tutto il mondo.

C. Dogmatico-polemico

"Refutatio duodecim Anathematum", contro san Cirillo, che è stata conservata e la risposta di Cirillo (PG, LXXVI, 392 ss.; Latino da Marius Mercator, PL, XLVIII, 972 ss.).

"De Sancta Trinitate et vivifica" (PG, LXIII, 1147-90), e "De Incarnatione Domini" (ib., 1419-78), questi ultimi due citati sono stati trattati da A. Ehrhard dimostrato di essere stata scritta da Teodoreto (Vedi bibliografia).

"Eranistes seu Plymorphos" (PG, LXXXIII, 27-l336), scritto nel 448 in forma di tre dialoghi tra un ortodosso (Teodoreto), e un mendicante (Eutyches); questi dialoghi ha cercato di dimostrare che la divinità di Cristo è (un ) Immutabile, (b), mescolate con l'umanità, (c), in grado di sofferenza.

Nel quarto libro i primi tre sono brevemente riassumere in sillogismi.

"Hæreticarum fabularum compendio" in cinque libri (ib., 336-556), i primi quattro contengono un breve riassunto delle eresie fino al momento di Teodoreto, e il loro ultimo libro contrasta con la fede cattolica e dei costumi.

D. Storico

"Historia Ecclesiastica" (PG, LXXXII, 881-1280), in cinque libri tratta il periodo dal Ario fino a 429.

In questo lavoro Teodoreto utilizzato Eusebio, Rufino, Socrates, Sozomenus, Philostorgius, così come i documenti da tempo perso.

Come uno storico ecclesiastico, tuttavia, è inferiore ai suoi predecessori.

"Historia religiosa" (ib., 1283-1522) contiene le biografie dei trenta celebrato asceti o eremiti, il trattato "De Divina charitate" costituisce la fine del lavoro.

E. lettere

Teodoreto's lettters sono di gran valore, sia per la sua storia personale e per quella della sua epoca.

Cfr.

PG, LXXXIII, 1173-1494, e Sakkelion, "Quarantotto Lettere di Teodoreto di Ciro" (Atene, 1885).

F. perso Scritti

"Opus mysticum", in dodici libri; "Responsiones annuncio quæstiones magorum persarum" (Epist. lxxxii e cxiii), cinque "Sermones in laudem S. Johannis Chrysostomi", di cui i frammenti sono presenti in Photius, "Rif." , 273, e altri "Sermones".

Von Harnack ( "Texte und Untersuchungen", NF 6, IV, 1901), assegnato il "Responsiones annuncio quæstiones" di Diodoro di Tarso, ma un manoscritto del decimo secolo, a cura di Papadopulos Kerameus (San Pietroburgo, 1895), attribuisce la Teodoreto di lavoro (cfr. A. Erhard in "Byzantinische Zeitschrift", VII, 1898, 609 ss.).

DOTTRINA

In ermeneutica Teodoreto seguito i principi della scuola antiochena, ma evitando il bias di Teodoro di Mopsuestia.

Nella sua cristologia ha seguito anche la terminologia di Diodoro e Theodore, e vide e l'insegnamento di Cirillo per un rilancio dei Apollinarianism.

Egli non avrebbe mai riconoscere che l'insegnamento di Nestorio presuppone l'accettazione di due persone in Cristo o, come Cirillo creduto, necessariamente portato ad essa.

Scritto da pubblicazione di informazioni Crisostomo Baur.

Trascritto da WGKofron.

In memoria di Fr.

Giovanni Hilkert, Akron, Ohio - Fidelis servus et prudens, quem constituit Dominus super familiam suam L'Enciclopedia Cattolica, Volume XIV.

Pubblicato 1912.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ° luglio 1912.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia


TILLEMONT, Mémoires, XV (Parigi, 1700-13), 207-340; GROTTA, Hist.

Lett., I (Oxford, 1740-43), 405 ss.; CEILLIER, Auteurs sacrés, X (Parigi, 1729-63), 19-142; NEANDER, Storia Chiesa, ed.

CLARK, IV (Edimburgo, 1851-58), 141-247; NEWMAN, Prove di Teodoreto e Hist.

Schizzi, III (2 voll., London, 1890), 307-62; GLUBOKOVSKIJ, Der seelige Teodoreto, Bischof von Cyrus (2 voll., Mosca, 1890), in russo; SPECHT, Der exegetische Standpunkt des Theodor von Mopsuestia u.

Teodoreto di Ciro… (Monaco, 1871); SALTET, Les sources de l'Eranistes de Théodoret in Revue d'Histoire Ecclés., VI (Louvain, 1905), 289-303, 513-536, 741-754; GÜLDENPENNING, Die Kirchengesch.

Teodoreto des von Kyrrhos, Eine Untersuchung über Quellen (Halle, 1889); SCHULTE, Teodoreto di Ciro als Apologet (Vienna, 1904); EHRHARD, Die Cyrill von Alexandrien zugeschriebene Schrift Perí tês toû kuríon 'enandropéseos, ein Werk Theodorets von Cyrus (Tubinga , 1888); MAHÉ, Les anathématismes de S. Cyrille d'Aléxandrie et les vescovi orientaux du patriarchat d'Antioche in Revue d'Hist.

Eccl., VII (Louvain, 1906), 505-542; BERTRAM, Theodoreti Episcopi Cyrensis Doctrina christologica (Hildesheim, 1883).

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a