San Tommaso cristiani

Informazioni cattolica

Un antico corpo dei cristiani sulla costa est e ovest di India, rivendicando spirituale discesa dal San Tommaso Apostolo.

Il tema sarà trattato secondo i seguenti capi:

I loro primi tradizioni e il loro legame con l'Apostolo S. Tommaso

II. L'Apostolo la tomba a Mylapur

III. Questo confermata dalla Chiesa Edessan

IV. Per la loro prima periodo sono in possesso di alcuna scritta, ma una tradizionale storia

V. Record di queste tradizioni incarnato in un manoscritto dichiarazione datata 1604

VI. Il mercante siriano Thomas Cana arriva a Malabar, un evento importante nella loro storia i benefici sociali e ne

VII. Anche l'arrivo di due fratelli pio, chiesa-costruttori

VIII. Croci di pietra antica e le loro iscrizioni

IX. I loro primi prelati

X. Se questi cristiani infettati con Nestorianism prima di 1599?

XI. Medievale viaggiatori su Thomas cristiani

XII. I loro ultimi due vescovi siro

XIII. Arcivescovo Menezes e il Sinodo di Diamper

XIV. I loro primi tre vescovi Gesuiti

XV. Il carmelitano periodo

XVI. Latina due Vicari Apostolici

XVII. Diviso in tre vicariati nativo con i vescovi

I loro primi tradizioni e il loro legame con l'Apostolo S. Tommaso di interesse per la storia di questi cristiani deriva da più di una caratteristica.

La loro antica discesa in una volta sola attira l'attenzione.

Teofilo (surnamed indiano) - uno Arian, inviato da Imperatore Costanzo (circa 354) in una missione di Arabia Felix e Abissinia - è uno dei primi, se non il primo, che attira la nostra attenzione a loro.

Era stato inviato molto giovane quando un ostaggio uno Divoeis, dagli abitanti delle Maldive, ai Romani e il regno di Costantino il Grande.

I suoi viaggi sono registrati da Philostorgius, uno storico della Chiesa greco-Arian, che riferisce che Teofilo, dopo la sua missione per la Homerites, navigato a casa sua isola.

Quindi ha visitato altre parti d'Italia, la riforma molte cose - per i cristiani del luogo ascoltato la lettura del Vangelo, in una seduta, ecc Questo riferimento a un corpo di cristiani con la chiesa, presbitero, della liturgia, nelle immediate vicinanze di Maldive, può essere applicato solo ad una Chiesa e dei fedeli cristiani sulla costa adiacente di India, e non a Ceylon, che era ben noto anche allora sotto la propria denominazione, Taprobane.

Le persone a cui i cristiani erano conosciuti come un corpo che avevano la loro liturgia in lingua siriaca e abitato della costa occidentale dell'India, cioè malabarese.

Questa Chiesa è accanto e trova citato da Cosma Indicopleustes (circa 535) "e Maschio (Malabar), dove cresce il pepe", e aggiunge che i cristiani di Ceylon, che egli indica come Persiani, e "quelli di Malabar" (in quest'ultimo caso, Lascia indeterminato, in modo che deve essere stato nativi del paese) ha avuto un vescovo residente a Caliana (Kalyan), ordinati in Persia, e di un altrettanto sull'isola di Socotra.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
II. L'Apostolo la tomba a Mylapur

San Gregorio di Tours (Glor. Mart.), Prima del 590, i rapporti che Theodore, un pellegrino, che si era recato alla Gallia, gli disse che in quella parte di India, dove il corpus (ossa), di Tommaso Apostolo prima aveva riposato (Mylapur Ad est o la costa di Coromandel India), vi era un monastero e la chiesa di impressionanti dimensioni e elaboratedly adorna, aggiungendo: "Dopo un lungo intervallo di tempo, questi resti sono stati rimossi verso la città di Edessa".

La posizione della tomba del primo Apostolo in India è la prova sia del suo martirio e del suo apostolato in India.

Le prove di Theodore è quella di un testimone oculare, che aveva visitato entrambe le tombe - il primo in India, mentre il secondo è stato a Edessa.

La primitiva cristiani, dunque, che si trova su entrambe le coste est e ovest, e la testimonianza di individuare la tomba a Mylapur, "S. Tommaso", un po 'a sud di Madras; nessun altro posto in India prevede alcuna pretesa di possedere la tomba , Né di qualsiasi altro paese.

Su questi elementi si basa la loro pretesa di essere conosciuto come San Tommaso cristiani.

III. Questo confermata dalla Chiesa Edessan

Ulteriori prove possono essere addotti per giustificare questa affermazione.

Un siriano calendario ecclesiastico di una prima conferma la data di cui sopra.

E la citazione di seguito due punti sono da notare che sostengono la sua antichità - il fatto, il nome dato a Edessa e il fatto che la memoria di traduzione delle reliquie Apostolo era così fresco al scrittore che il nome della persona che Aveva portato loro è stato ancora ricordato.

L'iscrizione recita: "3 luglio, San Tommaso, che è stato trafitto con una lancia in India. Il suo corpo è a Urhai [l'antico nome di Edessa] essendo stato portato lì dal commerciante Khabin. Una grande festa".

È naturale aspettarsi che dobbiamo ricevere da Edessa di prima mano la prova della rimozione delle reliquie di quella città, e non siamo delusi, per S. Efrem, il grande dottore della Chiesa Siro, ci ha lasciato ampio dettagli Nei suoi scritti.

Efrem è venuto a Edessa sulla rinuncia di Nisibis al Persiani, e vi ha vissuto dal 363 al 373, quando morì.

Questa prova si trova soprattutto nel suo ritmico composizioni.

In quaranta secondi della sua "Carmina Nisibina" ci dice l'Apostolo è stato messo a morte in India, e che i suoi resti sono stati successivamente sepolto in Edessa, ci ha portato da un commerciante.

Ma il suo nome non è mai stato dato, a tale data, il nome aveva lasciato la memoria popolare.

Lo stesso si ripete in forma diversa in molti dei suoi inni a cura di Lamy (Ephr. Hymni et Sermones, IV).

"E 'stata una terra di scuro persone è stato inviato, per loro dal Battesimo vestito di bianco vesti. Grato sua alba India's doloroso dissipato le tenebre. Fu la sua missione in India per la sposano One-Begotten. Il commerciante è beata per aver così Grande un tesoro. Edessa divenne così la città benedetta da possiedono la più grande perla India potrebbe resa. Thomas opere miracoli in India, a Edessa e Thomas è destinata a battezzare i popoli perversa e immersa nelle tenebre, e che in terra d'India ".

IV. Per la loro prima periodo sono in possesso di alcuna scritta, ma una tradizionale storia

Questi cristiani non hanno scritto il record di incidenti della loro vita sociale, dal momento della loro conversione verso il basso per l'arrivo del portoghese sulla costa, così come l'India non ha avuto storia fino all'arrivo dei Mohammedans.

V. Record di queste tradizioni incarnato in un manoscritto dichiarazione datata 1604

Fortunatamente il British Museum ha una grande collezione consiste di vari volumi folio contenenti manoscritti, lettere, rapporti, ecc, dei Gesuiti per missioni in India e altrove; tra questi e volume addizionale 9853, che inizia con la foglia 86 e matita e inchiostro e 525, Vi è un "Rapporto" sulla "Serra" () 1604, ma non ha firmato dallo scrittore; vi è la prova che questo "Rapporto" è stato Notoriamente F. de Souza, autore del "Conquistado Oriente", e utilizzata da lui.

Lo scrittore ha messo insieme con cura la tradizionale record di questi cristiani, il documento è ancora inedito, e quindi la sua importanza.

Estratti dalla stessa, che riguarda ciò che si può dire della prima parte di questa storia, offrirà la migliore garanzia che possono essere offerti.

Lo scrittore del "Rapporto" distintamente ci informa che questi cristiani non aveva alcuna documentazione scritta di storia antica, ma si è basato interamente su tradizioni tramandate dai loro predecessori, e di questi sono stati più tenacemente attaccati.

Prima del loro periodo di record tradizione che, dopo la morte dei suoi discepoli, l'apostolo è rimasto fedele per un lungo tempo, la fede è propagato con grande zelo, e la Chiesa è aumentato considerevolmente.

Ma più tardi, guerre e carestie sopravvenute, il St Thomas cristiani di Mylapur got sparse e cercato rifugio altrove, e molti di loro restituiti al paganesimo.

I cristiani, però, che erano sul lato Cochin, cavata meglio che il primo, da diffondere Coulac (Quilon) a Palur (Paleur), un villaggio nel nord del Malabar.

Questi erano cavata meglio, come hanno vissuto sotto nativo principi che raramente interferito con la loro fede, e che probabilmente mai sofferto la persecuzione reale, come i loro fratelli befell dall'altra costa; oltre, uno dei primaria rajahs di Malabar, Cheruman Perumal, aveva conferito Su di essi uno stato civile.

Il comune tradizione nel paese che detiene da tempo l'Apostolo delle sette chiese sono state erette in varie parti del paese, oltre a quello che l'Apostolo stesso aveva eretto a Mylapur.

Questa tradizione è più tenacemente detenuti ed è confermata dal "Rapporto".

Esso afferma inoltre che l'apostolo Tommaso, dopo la predicazione agli abitanti dell'Isola di Socotra, e che istituisce esiste una comunità cristiana, era venuto a malabarese e sbarcati al porto antico di Cranganore.

Essi ritengono che, dopo la predicazione e malabarese è andato oltre l'Apostolo a Mylapur sul Coromandel Coast, questo è possibile attraverso una delle molte strade in tutto il dividendo catene montuose che erano ben noti e molto frequentati in tempi antichi.

Il Socotrians aveva ancora conservato la loro fede nel 1542, quando San Francesco per la sua visita in India.

In una lettera del 18 settembre dello stesso anno, indirizzata alla Società a Roma, egli ha lasciato un interessante conto della situazione degeneri dei cristiani ha trovato lì, che erano Nestorians.

Egli ci dice anche che rendono speciale onora l'Apostolo S. Tommaso, la pretesa di essere i discendenti dei cristiani generato a Gesù Cristo, che da Apostolo.

Dal 1680, quando il carmelitano Vincenzo Maria di Santa Catarina sbarcati vi ha trovato abbastanza Christanity estinte, solo deboli tracce ancora persistente.

L'estinzione di questa primitiva Christanity è dovuto alla repressione degli arabi, che ora costituiscono la principale popolazione dell'isola, e per la scandelous la negligenza del Nestorian Patriarchi, che in passato era consuetudine per la fornitura del vescovo e del clero per l'isola.

Quando San Francesco ha visitato l'isola uno Nestorian sacerdote era ancora in carica.

VI. Il mercante siriano Thomas Cana arriva a Malabar

Vi è un episodio del lungo periodo di isolamento di S. Tommaso cristiani dal resto del mondo cristiano, che essi non sono mai stancato di materia, ed è uno di notevole importanza per il loro stato civile essa conferite e sicuro per loro Nel paese.

Questo è il racconto di arrivo di un mercante siriano sulle loro spiagge, una certa mar Thoma Cana - i portoghesi hanno chiamato lui Cananeo e lui uno stile armeno, che egli non è stato.

Egli arrivati con la nave sulla costa, ed è entrato nel porto di Cranganore.

Il re di Malabar, Cheruman Perumal, era nelle vicinanze, e la ricezione di informazioni del suo arrivo spedito per lui e per lui ammesso alla sua presenza.

Tommaso era un ricco mercante che aveva probabilmente venire al commercio, il re ha preso il gusto di questo uomo, e quando ha espresso il desiderio di acquisire la terra e rendono una soluzione il re prontamente aderito alla sua richiesta e lo ha lasciato acquisto terra, poi occupati, A Cranganore.

Sotto gli ordini del re Thomas presto raccolto un certo numero di cristiani provenienti da paesi circostanti, che gli ha consentito di avviare una cittadina sul terreno segnato per la sua professione.

Egli ha detto di avere raccolto settantadue famiglie cristiane (questo è il tradizionale numero sempre menzionati) e di avere installato in tante case separate eretto per loro; allegare ad ogni abitazione è stato un pezzo di terreno sufficiente per la coltivazione di ortaggi per il sostegno Della famiglia, come è consuetudine del paese.

Egli ha anche eretto una dimora per se stesso ed infine una chiesa.

L'autorizzazione per il possesso di terreni e abitazioni eretta a Tommaso è stato concesso da un atto di primaria Signore e Rajah di Malabar, Cheruman Perumal, ha detto di essere stato l'ultimo della linea, il paese è stato successivamente diviso tra i suoi feudatari.

(I dati di cui sopra, nonché di quello che segue la piastra di rame di sovvenzione sono presi dal "Rapporto".) Lo stesso accordo anche parlare di diversi privilegi e onori da re a Thomas se stesso, i suoi discendenti, e per la Thomas cristiani, Da cui la comunità quest'ultimo ottenuto lo status di sopra della classi inferiori, e che li ha resi pari al Nayars, la classe media del paese.

L'atto di leggere come segue:

Maggio Cocurangon [nome personale del re] essere prospera, godere di una lunga vita e vivono 100.000 anni, divina servo degli dèi, forte, vera, giusta, piena di fatti, ragionevole, potente su tutta la terra, felice, conquistando, glorioso , Giustamente prospero al servizio degli dei, e di Malabar, nella città di Mahadeva [il grande idolo del tempio nelle vicinanze di Cranganore] regna l'anno di Mercurio il settimo giorno [testo portoghese: elle non tepo de Mercurio de feu non dia, ecc] della bocca di marzo prima della luna piena lo stesso re Cocurangon essere in Carnallur vi sbarcati Thomas Cana, un capo uomo che arrivato in una nave che desiderano vedere il più lontano parti d'Oriente.

Alcuni uomini e vedere come è arrivato informato il re.

Il re stesso venne, vide e inviato per il capo uomo Thomas, e lui è venuto prima sbarcato e il re, che ha parlato gentilmente a lui.

Onore a lui egli gli ha dato il suo nome, lui Cocurangon Styling di Cana, e andò a riposo al suo posto, e il re diede alla città di Mogoderpatanam, (Cranganore) per sempre.

E lo stesso re di essere e la sua grande prosperità è andato un giorno a caccia nella foresta, e ha inviato frettolosamente per Thomas, che è venuto, si fermò davanti al re, in un ora propizia, e il re consultato l'astrologo.

E poi il re ha parlato a Tommaso che egli deve costruire una città in quel bosco, e fece riverenza e il re rispose: Ho bisogno di questa foresta per me ', e il re è concesso a lui per sempre.

E immediatamente un altro giorno ha eliminato la foresta e ha gettato gli occhi su di esso, nello stesso anno, sulla undicesima di aprile, e in un tempo propetious diede a Thomas per un patrimonio in nome del re, che ha posto la prima pietra di La chiesa e la casa di Thomas Cana, e vi ha costruito una città per tutti, ed entra in chiesa e si pregava lo stesso giorno.

Dopo queste cose Thomas si è andato ai piedi del re e ha offerto i suoi doni, e questo ha chiesto il re di dare quella terra a lui e alla sua discendenza, e ha misurato la duecentosessantaquattro elefante cubits e ha dato loro di Thomas E alla sua discendenza per sempre, e congiuntamente sessanta-due case che immediatamente ci eretta, con i loro giardini e recinti e sentieri e dei confini interni e cantieri.

E ha concesso sette tipi di strumenti musicali e di tutti gli onori e il diritto di viaggiare in un palanquin, e ha conferito su di lui la dignità e il privilegio di diffusione di tappeti a terra e l'uso di sandali, e di erigere un padiglione della sua porta e Agenzia di viaggi su elefanti, e anche ottenuto cinque imposte a Tommaso e dei suoi compagni, uomini e donne, per tutte le sue relazioni e ai seguaci della sua legge, per sempre.

Ha detto il re ha dato il suo nome e questi principi è assistito ...

Quindi seguire i nomi di otto testimoni, e una nota, è aggiunto dal traduttore portoghese che questo è il documento con cui l'imperatore di tutti i malabarese ha dato la terra a Thomas Cranganore di Cana e anche ai cristiani di san Tommaso.

Questo documento, trascritto dal manoscritto "Report", è stato tradotto in inglese con attenzione, in quanto costituisce il "Gran Carta" di S. Tommaso cristiani.

Il "Rapporto", aggiunge: "e perché in quel momento si calcola l'epoca in cicli di dodici anni a seconda del corso, quindi, si dice nel Olla [malayalam termine di un documento scritto su foglia di palma] ha detto che la risoluzione è stata fondata nel L'anno del mercurio ... che la modalità di calcolo è del tutto dimenticata, per cento negli ultimi sette e nove anni settanta-in tutto questo tempo è stato malabarese a decorrere dal Quilon epoca. Tuttavia, dal momento che il detto Perumal, come abbiamo detto Di cui sopra, sono morti più di mille e duecento anni, ne consegue: lo stesso numero di anni trascorsi dalla Chiesa ei cristiani sono stati istituiti presso Cranganore ".

Lo scrittore del "Rapporto" aveva precedentemente dichiarato: "è mille e duecento e cinquanta anni e otto Perumal poiché, come abbiamo detto sopra, è morto il primo di marzo".

Dedurre la data del "Rapporto" questo darebbe 346 dC per la sua morte.

Diego de Couto (Decada XII), citando la concessione di cui sopra in piena, afferma che la Siria cristiani correzione 811 dC come la data corrispondente al carico relativo alla concessione, il primo è di gran lunga troppo presto, e la seconda è una data probabile circa.

Il "Rapporto" ci informa che le lastre di rame su cui questo atto, o di sovvenzione era iscritto sono state prese di distanza per il Portogallo da Padri Francescani, che ha lasciato dietro di sé una traduzione dello stesso.

È noto che il vescovo siro-malabarese di, Mar Jacob, ha depositato presso il Fattore di Cochin tutti i siriani rame sovvenzioni per la custodia sicura; offrendo, tuttavia, che, ove necessario, l'accesso potrebbe essere stato lo stesso.

Gouvea a P.

4 del suo "Jornada", spiega che, dopo essere rimasta lì per qualche tempo non potevano essere trovati e sono stati persi attraverso alcuni incuria, de Couto afferma lo stesso nel brano citato sopra e anche altrove.

Nel 1806 su proposta del Rev Claude Buchanan, il colonnello Macauly, il britannico residente, ordinato una attenta ricerca per loro e le hanno trasformate in camera il record di Cochin città.

Le tabelle contenute allora (1), la concessione di Irani Cortton di Cranganore, e (2) la serie di piatti della concessione di Maruvan Sopi Iso di Quilon, ma quelli della sovvenzione a Thomas Cana non erano tra loro; essi non erano stati Rimosso essi sarebbero stati trovati con altri piatti; questo conferma la dichiarazione dello scrittore di "Report", che erano stati presi in Portogallo.

Da ciò che è indicato nel regale atto a Thomas Cana può essere dato per scontato che quest'ultimo ha portato con sé una piccola colonia di siriani da Mesopotamia, per includere i privilegi concesso ai suoi compagni, uomini e donne, e tutti i suoi rapporti.

VII. Anche l'arrivo di due fratelli pio, chiesa-costruttori

Oltre l'arrivo di Tommaso di Cana e la sua colonia, per cui i primi cristiani hanno beneficiato notevolmente, il "Rapporto" record anche l'arrivo su questa costa di due persone di nome Iso Soper e Prodho; essi si dice che sono stati fratelli e si suppone di avere Stato siriani.

Il "Rapporto" ha pronunciato la seguente dettagli, ma è venuto a possedere una promonotory opposto Paliport sul lato nord, che è chiamato Maliankara, e sono entrati la porta con un gran carico di legname per la costruzione di una chiesa, e nei libri di questo caldea Serra, non si fa menzione di loro, tranne per il fatto che essi erano fratelli, è venuto a Quilon, costruita una chiesa lì, e ha lavorato alcuni miracoli.

Dopo la morte furono sepolti nella chiesa avevano eretto; è detto che avevano costruito altre piccole chiese del paese, che sono stati considerati come gli uomini pii e successivamente sono stati chiamati santi, la loro chiesa è stata infine dedicata a loro così come gli altri Nel paese.

Arcivescovo di Alexis Menezes cambiato dopo la dedizione di queste chiese ad altri santi nel calendario romano.

Vi è un punto importante che il "Rapporto" ha conservato: "il detto fratelli costruita la chiesa di Quilon e il centesimo anno dopo la fondazione di Quilon."

(Questo era comincia dal 25 agosto, AD 825, e la data sarà così AD 925).

La seconda delle suddette lastre di rame-citare Meruvan Sober Iso, uno dei fratelli di cui sopra.

Il "Rapporto" fa menzione anche di pilgims provenienti dalla Mesopotamia a visitare il santuario della Apostolo a Mylapur; alcuni di questi, a volte, ci si risolvono e altri in malabarese.

Esso può essere dichiarato qui che i siriani di Malabar sono come un corpo nativi delle terre da discesa, e il siriaco tratto in loro è che la loro liturgia, che è in lingua siriana.

Loro si chiamano siriani a titolo di distinzione da altri corpo dei cristiani, sulla costa, che appartengono al rito latino.

L'appellativo onorifico regalato loro dal governanti del paese è quella di Mapla, che significa grande figlio o bambino, e sono stati comunemente chiamato dal popolo; questa denominazione è stata data anche ai discendenti di arabi nel paese; la San Tommaso cristiani di oggi preferiscono essere chiamati Nasrani (nazareni), la denominazione data dal Mohammedans a tutti i cristiani.

VIII. Croci di pietra antica e le loro iscrizioni

Ci sono alcune croci di pietra di antica data in India meridionale, recanti iscrizioni in pahlavi lettere.

Straordinaria leggende sono state diffuse su di loro in alcune parti d'Europa; l'attuale scrittore è stato mostrato un incisione diretta a riprodurre uno di loro, con una leggenda del Apostolato e martirio di San Tommaso, una riproduzione del iscrizione per la sua croci.

Questa è stata allegata al calendario di una delle diocesi della Francia, e questo scrittore è stato chiesto se fosse autentico.

Per evitare la diffusione di queste relazioni può essere utile stato qui attraversa uno di questi è nella Chiesa del Monte di San Tommaso, Mylapur, scoperto nel 1547, dopo l'arrivo dei portoghesi in India; altri è nella chiesa di Kottayam, Malabar.

Entrambi sono di origine Nestorian, sono incisi come un bassorilievo sul piatto di pietra con decorazioni ornamentali intorno alla croce, e recare l'iscrizione.

L'iscrizione è stata variamente leggere.

Dr Burnell, un indiano antiquary, dice che entrambe le croci recare la scritta stessa, e di offrire il seguente lettura: "In punizione dalla croce è stata la sofferenza di questo, chi è il vero Cristo, il Dio di cui sopra e Guida mai puro".

Queste croci sopportare qualche somiglianza con il siro-cinese Nestorian monumento scoperto nel 1625 a Singan-fu, antica capitale della Cina, ma eretta nel 781 e commemorare l'arrivo in Cina di caldeo Nestorian missionari in 636.

IX. I loro primi prelati

Dei prelati che hanno governato la Chiesa in India, dopo la morte l'Apostolo ben poco è noto; poco che viene raccolto e riprodotto qui.

Giovanni Persico, che è stato presente in occasione del Consiglio di Nizza (325), è il primo a conoscere la storia rivendicando il titolo.

Nella sua firma per i gradi del Consiglio, egli stesso stili; Giovanni Persico [presiedere] su tutte le chiese e la Persia e la Gran India.

La designazione implica che egli è stato il [primato] Metropolita di Persia e anche il Vescovo di Gran India.

Come metropolitane e il capo vescovo d'Oriente egli può aver rappresentato al Consiglio di Seleucia i cattolici.

Il suo controllo della Chiesa in India potrebbe solo sono stati esercitati dal suo invio di sacerdoti, sotto la sua giurisdizione il ministero per i cristiani.

Non si sa a quale data India prima di aver iniziato residente vescovi, ma tra gli anni 530-35 Cosmas Indicopleustes nel suo "topographia" ci informa della presenza di un vescovo residente in Caliana, il moderno Kalyan a breve distanza da Bombay .

Residenza, che è stato, con ogni probabilità, è stato scelto perché è quindi il principale porto di commercio, sulla costa occidentale dell'India, e ha avuto facile accesso e la comunicazione con la Persia.

Sappiamo più tardi di una contesa che ha avuto luogo tra Jesuab di Adiabene il Patriarca Nestorian e Simeone di Ravardshir, il Metropolitan di Persia, che aveva lasciato l'India unprovided con i vescovi per un lungo periodo.

Il Patriarca lo rimproverava duramente per questo grave negligenza.

Ci si può assumere che il periodo fino a 650-60 i vescovi spedito in India, come ha detto Cosma, sono stati consacrati in Persia, ma dopo questo grave negligenza, il patriarca riservato a se stesso la scelta e la consacrazione dei prelati che egli ha inviato ai India , E questa pratica è continuata fino all'arrivo dei portoghesi, sulla costa nel 1504.

Le Quien posti i due fratelli Soper Iso e Prodho sulla lista dei vescovi di India, la tradizione indiana, ma non dà sostegno, e in questo il British Museum Manoscritto Relazione e Gouvea (Jornada, p. 5) concordano.

I fratelli erano noti come chiesa-costruttori, e sono stati fama di essere santi uomini.

Inoltre, per includere Thomas Cana negli elenchi dei vescovi è assurda sulla faccia della prova della piastra di rame-sovvenzione.

Il "Rapporto" parla di un lungo periodo in cui non vi era né vescovo né sacerdote superstiti e la terra, perché avevano tutti morti; l'unico clericale sopravvivenza era un diacono, in età molto avanzata.

Gli ignoranti cristiani, la ricerca di se stessi, senza prelati, gli fece dire Messa e anche ordinare altri, ma non appena prelati provenienti da Babilonia essi porre fine a questa malattia.

L'ordine del giorno autentica informazioni che abbiamo su questa testa viene dalla Biblioteca Vaticana, ed è stato pubblicato da Assemani (Bibli. Or., III, 589).

Si compone di una dichiarazione relativa a due Nestorian vescovi e dei loro compagni e una lettera l'ex scritto in siriaco al Patriarca annoncing loro arrivo, datato 1504, vi è una traduzione in latino aggiunto ai documenti.

Nel 1490 i cristiani di Malabar spediamo tre messaggeri a chiedere al Patriarca Nestorian per l'invio di vescovi, uno è morto durante il viaggio, gli altri due si siano presentati dinanzi al Patriarca e consegnato il loro messaggio; due monaci sono stati selezionati e il Patriarca consacrata loro vescovi, assegnando A uno il nome di Tommaso e agli altri quello di Giovanni.

I due vescovi iniziato il loro viaggio in India, accompagnata da due messaggeri.

Al loro arrivo sono stati accolti con grande gioia dal popolo, e consacrare i vescovi iniziato altari e ordinare un gran numero di sacerdoti ", come erano stati per lungo tempo privato dei vescovi".

Uno di loro, Giovanni, è rimasta in India, mentre gli altri Thomas, accompagnato da Joseph, uno dei messaggeri, ritornò in Mesopotamia, portando con loro le offerte raccolte per il patriarca.

Giuseppe ritornò in India nel 1493, ma è rimasto in Mesopotamia Thomas.

Dopo circa dieci anni, quando la prossima patriarca ordinato altri tre vescovi per l'India, Thomas tornò con loro.

Questi nuovi vescovi sono stati scelti anche i monaci, uno è stato nominato Jaballa (era la metropolitana), il secondo è stato nominato Denha, e il terzo jacob.

Questi quattro vescovi hanno nave da Ormus e sbarcati a Kananur; vi hanno trovato una ventina di portoghese, che aveva recentemente arrivati e presentato a loro, hanno dichiarato di essere cristiani, ha spiegato la loro condizione e rango, e sono state gentilmente trattati.

Di questo gran numero di vescovi, solo uno è rimasto a lavorare, e questo è stato mar Giacobbe; gli altri tre, tra cui la metropolitana, dopo un breve periodo di tempo restituiti al loro paese.

Gouvea aggiunge che erano insoddisfatti o con la loro carica o non piace il paese.

Il portoghese scrittori citare solo due vescovi, come residenti, Giovanni che era venuto prima del loro arrivo in India e Mar Jacob.

Nulla di più si sa di Giovanni Giacobbe, ma vissuta nel paese fino alla sua morte.

San Francesco Saverio rende molto graziosa elogium di lui in una lettera scritta a Giovanni III, re del Portogallo, il 26 gennaio, 1549.

"Mar Jacob [o Jacome Abuna, come gli stili di San Francesco], per quarantacinque anni ha servito Dio e la vostra altezza da queste parti, una molto vecchio, un virtuoso, e di un uomo santo, e al tempo stesso con il tuo inosservato Altezza e da quasi tutti in India. Dio premia lui... Egli è notato solo dai Padri di San Francesco, e hanno così buona cura di lui che nulla è più voluto... Ha lavorato molto tra i cristiani di San Tommaso, e adesso nella sua vecchiaia, egli è molto obbediente fino alla dogana di Santa Madre Chiesa di Roma. "

Questo elogium di San Francesco riassume la sua carriera per i quarantacinque anni ha lavorato in Malabar (1504-49).

Egli è venuto come un Nestorian, sono rimasti tali, durante i suoi primi anni, ma poco a poco, come è venuto in contatto con i missionari cattolici ha consentito loro di predicare nelle sue chiese e di incaricare il suo popolo e la sua vecchiaia ha lasciato Cranganore e andò a vivere Nel convento francescano a Cochin e vi morì nel 1549.

Ci restano altri due - l'ultimo dei prelati mesopotamiche che ha presieduto i cristiani - Joseph marzo e Mar Abramo; loro carriera sarà ulteriormente approfondita.

X. Se questi cristiani infettati con Nestorianism prima di 1599?

Cosma quando ci ha dato le informazioni circa l'esistenza di una comunità cristiana e "Uomo (Malabar), dove il pepe è cresciuto", ha anche fornito ulteriori dettagli con noi: che essi hanno un vescovo residente a Kalyan; che, in Taprobano [Ceylon] "uno Isola di interiore India, dove l'Oceano Indiano si trova "vi è una" Chiesa cristiana, con il clero ei fedeli, e in modo analogo l'isola di Dioscordis [Socotra], e lo stesso Oceano Indiano ".

Poi elenca le chiese in Arabia Felix, la Bactria, e tra gli Unni, e tutte queste chiese sono da lui rappresentata per essere controllata dal Metropolitan di Persia.

Ora in quel momento il titolare di questa dignità è stata Patrick, il tutor, Assemani designa come lui, di Tommaso di Edessa, un prominente Nestorian Cosma setta a cui apparteneva anche, di conseguenza, il suo interesse per la fornitura di tutti questi dettagli.

Il Vescovo e il clero cui il Metropolitan, Patrick, dovrebbe inviare a tutti i luoghi di cui sopra e le chiese e che devono essere stati infettati senza dubbio con un solo e medesimo eresia.

Quindi è del tutto sicuro di concludere che, al momento della visita in India del Cosma (530-35 dC), tutte queste chiese, come anche la Chiesa in India, sono stati i detentori del Nestorian dottrina dei loro vescovi e sacerdoti.

Né si deve questo fatto storico causare sorpresa quando si prendono in considerazione le opportunità, il grassetto atteggiamento violento e misure adottate dai promotori di questa eresia, dopo l'espulsione dal romano.

Quando l'imperatore ordinò Ciro Zeno, vescovo di Edessa, per la sua diocesi di spurgo che eresia (AD 489), il Nestorians sono stati costretti a cercare rifugio in tutto il confine romano in Persia.

Tra di loro sono stati banditi i professori e gli studenti della Scuola di Edessa persiano, il centro della Nestorian errore, e hanno trovato rifugio e protezione con Barsumas, Metropolita di Nisibis, egli stesso un fanatico aderente di Nestorio.

Barsumas in questo momento anche tenuto dal re persiano la carica di governatore della frontiera.

Con l'influenza Barsumas possedeva a corte era una cosa facile per lui a fare il re, già sono smaltiti, credo che il vero vescovi azienda vede nel suo territorio sono stati amichevoli con i suoi nemici, i Romani, e che sarebbe meglio per sostituire Loro da uomini sapeva che avrebbe il dovere di fedeltà solo per il monarca persiano.

Questo stratagemma rapidamente riuscito a catturare la maggior parte di coloro vede, e il movimento è diventato così forte che, anche se Barsumas predeceased Acka (Acacio), l'occupante di vedere il capo di Seleucia, un cattolico, ancora una Nestorian è stato selezionato per il successo quest'ultimo (AD 496).

Così nel breve spazio di sette anni, la maestra bandito eresia sedeva sul trono di Seleucia, in una posizione di forza esistenti ogni vedere est dell'impero romano ad abbracciare la eresia e per garantire la sua permanenza.

Così la Chiesa indiana subito la stessa sorte, che le Chiese befell di Persia, e da 530-35 troviamo che ha un prelato Nestorian consacrata in Persia e presiedere Kalyan oltre il suo futuro destino.

Se un'ulteriore prova è voluto sostenere la ricerca di cui sopra, offriamo i seguenti fatti storici del controllo esercitato dalla Nestorian Patriarca.

Nel 650-60, come sopra indicato, Jesuab di Adiabene rivendicata autorità su India e rimproverato di Revardshir Simeone, il Metropolitan di Persia, per non aver inviato i vescovi in India e sono privi della Chiesa che la successione del suo ministero.

Nel 714-28 Saliba Zacha, un altro Nestorian Patriarca, sollevato di vedere l'India al rango metropolitane.

Sempre nel 857 Teodosio, un altro Nestorian Patriarca, inclusa la Sede di India tra gli esentati, che, a causa della distanza dal patriarcale v., in particolare, dovrebbe, in futuro, inviare lettere di comunione, ma, una volta in sei anni.

Questa sentenza è stata successivamente incorporata in un canone sinodale.

Se guardiamo al grande tradizione dei cristiani di San Tommaso sarà accertato che tutti i loro prelati provenienti da Babilonia, l'antica residenza come si dice, o del Catholicos Patriarca d'Oriente.

È inoltre noto e riconosciuto da loro che ogni volta che sono rimasti privi di un vescovo per un lungo tempo, hanno utilizzato per inviare messaggeri a quella del Patriarcato di chiedere che i vescovi essere inviato a loro.

Prova sufficiente di questa pratica è stata data precedenza al momento di discutere l'arrivo di quattro vescovi nel 1504.

La Santa Sede è pienamente consapevole del fatto che la malabarese cristiani erano sotto il controllo della Nestorian Patriarca.

Quando Giulio III diede la sua Sulaka Bolla di nomina come il patriarca cattolico caldeo, di cui egli distintamente nella stessa misura di competenza, che era stato richiesto e controllato dal suo predecessore Nestorian tardi; quindi, in ultima clausola è nettamente cui: "In Sin Massin et Calicuth e tutta l'India. "

Si rende necessario al fine di risolvere l'evidente verità storica, perché alcuni di Malabar negare questo fatto storico.

Essi vorrebbero la gente a credere che tutti i missionari portoghesi, vescovi, sacerdoti, e scrittori sono stati completamente sbagliata quando loro stile Nestorians e convinzione, e la causa di questa falsa relazione tutti i successivi scrittori hanno continuato a chiedere loro Nestorians.

Il lettore, che è passato attraverso la dichiarazione di fatti di cui sopra deve essere correlato consapevoli che un tale tentativo di falsare o fatti coraggio di negare pubblico è del tutto senza speranza.

Essi sostengono, a sostegno della loro falsa vista, sempre che non vi era stato un piccolo corpo tra i Caldei in Mesopotamia, che sono rimasti attaccati alla vera fede, e da loro hanno ricevuto i loro vescovi.

Questo motivo è storicamente falso, per i vescovi che hanno ricevuto tutti gli giunse loro dal Nestorians e, come per l'ipotesi di esistenza durante tutti questi secoli indietro di un partito cattolico tra i Nestorian Caldei, è troppo assurdo per essere discusso.

Fu solo dopo la conversione di Sulaka nel 1552 che i Caldei, in parte restituita l'unità della fede.

La verità è che la Chiesa è rimasta Malabar dal 496 dC fino ad allora in eresia.

XI. Medievale viaggiatori su Thomas cristiani

Nel corso dei secoli, questi cristiani che sono stati isolati dal resto della cristianità, il loro unico rapporto era limitato a Mesopotamia, da cui si sarebbe Nestorian Patriarca di volta in volta fornire loro prelati.

Ma dalla fine del XIII secolo, i viaggiatori occidentali, soprattutto missionari inviati dai papi, spedito verso l'Occidente occasionali notizie della loro esistenza.

Alcuni di questi sarà utile riprodurre qui.

Il primo che ha informato il mondo l'esistenza di questi cristiani di San Tommaso era frate Giovanni di Monte Corvino.

Dopo aver trascorso diversi anni come missionario in Persia e paesi confinanti, ha proceduto alla Cina, passando per i porti indiani tra gli anni 1292 e 1294.

Egli ci dice, in una lettera scritta da Cambales (Pechino), che nel 1305 aveva tredici mesi rimase in quella parte di India, dove la Chiesa di S. Tommaso Apostolo stava (Mylapore); ha battezzato anche in luoghi diversi di circa un centinaio di persone.

Nella stessa lettera si afferma che vi sono stati nel Malabar pochi ebrei e cristiani, ma erano di poco valore, ma afferma anche che "gli abitanti molto perseguitare i cristiani".

(Yule ", e la Cathay Way Thither," I)

L'ordine del giorno è ospite Marco Polo, che al suo ritorno dalla Cina (c. 1293) toccato l'India di S. Tommaso.

Della sua tomba egli ci dice: "Il corpo di Messer San Tommaso Apostolo si trova in provincia di Malabar, a un certo piccola città che non hanno grande popolazione; 'tis un luogo dove passare alcuni commercianti... Entrambi i Cristiani e Saraceni tuttavia notevolmente Frequenti in pellegrinaggio, per la Saraceni anche tenere premuto il Saint in grande riverenza .... I cristiani che si recano in pellegrinaggio richiedere un po 'di terra dal luogo dove il Santo era stato ucciso e dare una porzione di esso a chi è malato, e Per la potenza di Dio e di san Tommaso, il malato è guarito incontinently.... I cristiani ", egli riprende più tardi", che sono responsabili della chiesa hanno un gran numero di alberi di noce indiano [noci di cocco], e quindi ottenere Le loro condizioni di vita "(Marco Polo, Yule, 2a modificare., II, 338).

Frate Giordania, un domenicano, è venuto in India come missionario nel 1321, ha poi avuto come compagni di quattro frati francescani, ma di avvicinare l'India aveva parted da loro a fare diversione; nel frattempo la nave di convogliamento gli altri è stato da stress del meteo Costretto a entrare Tana, un porto sulla costa occidentale, dove il Khasi del posto messo a morte come non avrebbero abbracciare l'Islam; la festa del Beato Tommaso da Tolentino e dei suoi compagni è fissato il 6 aprile e il "Martyrologium Romanum" .

Successivamente Jordanus, udito ciò che era accaduto, hanno salvato i loro corpi e diede loro sepoltura.

Egli deve quindi sono andati indietro per l'Europa, perché egli è sentito parlare del prossimo in Francia nel 1330, quando Papa Giovanni XXII ad Avignone lo consacrò vescovo di Quilon.

Ha lasciato l'Oriente per lo stesso anno con due lettere del papa, uno per il capo dei cristiani di Quilon e gli altri ai cristiani di Molephatam, una città sul Golfo di Manaar.

Nella prima il Papa implora da "cessare e che le divisioni nuvole di errore non macchia la luminosità di fede di tutti i generati dalle acque del battesimo... E che il fantasma di scisma e la cecità di dolo intatta la fede non oscurare la visione di coloro che Credono in Cristo e adorare il suo nome. "

Più o meno lo stesso in altre parole è ripetuto nella seconda lettera, e sono invitati a unità con la Santa Chiesa Cattolica Romana.

Il papa, il vescovo raccomanda la gentilezza della gente, e li ringrazia per quello indicato per i frati che stanno lavorando in mezzo a loro.

Tutti sappiamo che il vescovo è Jordanus è stato inviato con tali lettere, ma nulla è più sentito parlare di lui.

Ha scritto un piccolo libro chiamato "Mirabilia", a cura di A. Col Yule per la Hakluyt Society, pubblicato nel 1863 (vedi anche "Cathay", I, 184).

L'ordine del giorno è visitatore Beata Oderic di Pordenone, che ha circa 1324-25 sbarcati a Tana, recuperati i corpi di quattro frati, Thomas e dei suoi compagni che ci aveva subito il martirio, e trasmesso alla Cina.

Per il suo modo ha arrestato a Quilon, che egli chiama Palumbum; verso egli ha preso su un brano cinese spazzatura per un certo Zayton città chiamata in Cina.

Egli cita i cristiani a Quilon, e che ci sono stati a Mylapore quattordici case di Nestorians ( "Cathay", I, 57).

Pochi anni più tardi, Giovanni de Marignolli, il delegato pontificio per la Cina, arrivati a Quilon.

Vi rimase in una chiesa dedicata a San Giorgio, appartenente al rito latino, e adornata con dipinti e bene ci ha insegnato il Santo legge.

Dopo vi dimora per più di un anno ha navigato per visitare il santuario della Apostolo; egli chiama la città Mirapolis.

Dopo aver descritto la cultura di pepe sulla costa, egli aggiunge: "il pepe non cresce nelle foreste, ma in giardini preparato per la fine, né i Saraceni sono i proprietari, ma i cristiani di san Tommaso, e questi sono i padroni di Di peso pubblico-office "[doganale].

Prima di lasciare Quilon eresse un monumento per commemorare la sua visita, e questo è stato un pilastro in marmo pietra con una croce su di esso, destinato a durare, come dice lui stesso, fino alla fine del mondo.

"Era il papa's armi", egli spiega, "e la mia incisi su di esso, con l'iscrizione sia in caratteri latini e indiana. Ho consacrato e benedetto è in presenza di una moltitudine infinita di persone."

Il monumento era lì fino a tardi nel XIX secolo da quando la graduale erosione della costa, che cadde in mare e scomparve.

Egli conclude il suo racconto dicendo che, dopo il soggiorno di un anno e quattro mesi ha preso congedo per i fratelli, vale a dire che sono stati i missionari che operano in questo campo.

XII. I loro ultimi due vescovi siro

Gli ultimi due sono stati i vescovi siro marzo Joseph Sulaka e Mar Abramo; sia arrivato in Malabar, dopo l'arrivo dei portoghesi.

Il loro caso presenta due domande per la discussione; canonicamente essi sono stati nominati, e se fossero completamente respinti Nestorianism?

Per quanto riguarda la prima non vi è dubbio che la sua nomina è stato canonico, per lui, il fratello del primo patriarca caldeo, è stato nominato dal suo successore Abed Jesu e inviato a Malabar, e sia i patriarchi di cui sopra hanno avuto il loro giurisdizione su la Chiesa in Malabar confermata dalla Santa Sede.

Joseph marzo è stato inviato in India con lettere di introduzione dal papa alle autorità portoghesi, era accompagnata da oltre vescovo Ambrogio, un domenicano e papale commissario per la prima patriarca, dal suo socio Padre Anthony, e da marzo Elias Hormaz, Arcivescovo di Diarbekir.

Goa sono arrivati a circa 1563, e sono stati arrestati a Goa per diciotto mesi prima di essere autorizzati ad entrare nella diocesi.

Procedimento a Cochin hanno perso il vescovo Ambrogio; gli altri attraverso Malabar viaggiato per due anni e mezzo a piedi, per visitare la chiesa e staccato ogni insediamento.

Con il tempo sono arrivati a Angamale scoppiò la guerra.

Poi marzo Elias, Anthony al socio del defunto presule, e uno dei due monaci siriana che aveva accompagnato, a sinistra per tornare in India, l'altro è rimasto con il monaco Arcivescovo Joseph Sulaka.

Per qualche tempo il nuovo prelato ha ottenuto il bene con il portoghese e missionari Gesuiti, infatti, che lo ha lodato per aver introdotto ordine, decoro e correttezza nella Chiesa e tutti i servizi sono andati armoniosamente per qualche tempo.

Più tardi, l'attrito sorto a causa della sua ostacolare l'ordinato localmente-siriani da dire di massa e la predicazione e istruire il suo gregge.

Finalmente un incidente di marzo ha rivelato che non era sceso Joseph Nestorian suoi errori, perché è stato segnalato al Vescovo di Cochin, che aveva tentato di manomettere la fede di alcuni giovani ragazzi in servizio di sua appartenenza alla Diocesi di Cochin.

Questo è venuto a conoscenza del vescovo, per mezzo di lui per il Metropolitan di Goa, poi il vicerè; si è deciso di rimuovere e mandarlo al Portogallo, per essere esaminati dalla Santa Sede.

Il seguente è la natura dell'incidente.

Tenendo conto di queste giovani oltre, ha incaricato i loro che devono venerare la Vergine Santissima come il rifugio dei peccatori, ma che non sono state per chiamare la sua Madre di Dio, che non era vero, ma lei dovrebbe avere uno stile Madre di Cristo (Nestorio, rifiutando a Il Concilio di Efeso il termine Theotokos proposto dal Consiglio, che sostituisce quella di Christokos, che i Padri hanno rifiutato di accettare sotto questa denominazione, perché egli potrebbe mantello suo errore di due persone in Cristo).

Joseph marzo è stato inviato al Portogallo; arrivano lì è riuscito a garantire la buona volontà della regina, allora reggente per il suo giovane figlio, ma il suo errore prima abjured Cardinale Henry, espresso pentimento, e per ordine della regina è stata rinviata per la sua diocesi .

Gouvea ci dice che, come egli ha continuato a propagare la sua errori al suo ritorno fu nuovamente espulso e il Cardinale Henry segnalato il caso di San Pio V. Il papa ha inviato un breve a Jorge, Arcivescovo di Goa, in data 15 1567, ordinando Lui a fare in enqueries la condotta e la dottrina di un prelato, in conseguenza di questo il primo consiglio provinciale si è svolta; le accuse contro Joseph marzo sono stati trovati per essere vero ed è stato inviato al Portogallo nel 1568, quindi a Roma, dove morì Poco dopo il suo arrivo.

Mentre il primo è stato di lasciare l'India ci sono arrivati da Mesopotemia un impostore di nome Abramo, inviato da Simeone Nestorian il Patriarca.

Egli è riuscito ad entrare malabarese inosservata.

Alla comparsa di un altro caldea, che ha proclamato uno stesso vescovo le persone erano molto felici e con lui ricevuto applausi; ha fissato a circa una volta in qualità di vescovo, azienda episcopale funzioni, e che conferiscono Santo ordini e silenziosamente si stabilì nella diocesi.

(Gouva, p. col. 2).

Successivamente il portoghese catturato lui e lo manda a Portugual, ma il percorso è scappato in Mozambico, ha trovato il suo viaggio di ritorno a Mesopotamia, e sono andati direttamente a marzo Abed Jesu il Patriarca caldeo, dopo aver realizzato dalla sua esperienza indiana che, se non ha ottenuto una nomina da Lui sarebbe difficile stabilire se stesso nel Malabar.

Riuscì nel suo ammirevole dispositivi, ha ottenuto la nomina, la consacrazione, e una lettera al papa dal patriarca.

Con questo egli ha proceduto a Roma, e mentre ci presso un pubblico con il papa ha divulgato la sua vera posizione (Du Jarric, "RER. Ind Thesaur.", Tom. III, lib. II, p. 69).

Egli ha dichiarato al papa, con la sua stessa bocca che aveva ricevuto ordini sacri non valido.

Il papa ha ordinato Vescovo di San Severino a dare ordini da lui tonsura al sacerdozio, e una breve è stato inviato al Patriarca di Venezia a consacrare il vescovo Abramo.

I fatti sono stati attestata, sia come il minore ordini e la consacrazione episcopale, da lettere originali, che sono stati trovati nel archieves della Chiesa di Angamale dove risiedeva e dove era morto.

Papa Pio IV utilizzati grande tatto e la gestione di questo caso.

Abed Jesu deve avere avuto Abramo di essere un sacerdote, ma si suppone che hanno abjured Nestorianism, e professi la fede cattolica, e su di lui conferito la consacrazione episcopale, il papa ha dovuto prendere in considerazione la posizione in cui il patriarca era stato posto dalla consacrazione e La nomina di uomo; difetti sono stati forniti, e Abramo è riuscito anche ad ottenere la sua nomina e la creazione come Arcivescovo Angamale dal papa, con lettere al Arcivescovo di Goa, e al Vescovo di Cochin datata 27 febbraio, 1565.

Tale è stato il successo di questa audace uomo.

Al suo arrivo a Goa era detenuto in un convento, ma è scappato ed è entrato malabarese.

Il suo arrivo è stato una sorpresa e una gioia per la gente.

Ha conservato fuori dalla portata dei portoghesi, che vivono tra le chiese e il collinare parti del paese.

Con il passare del tempo è stato lasciato in pace e occupazione.

È come al solito in questi casi il vecchio tendenze assunto una volta di più la loro ascendenze, e ritornò al suo insegnamento Nestorian e pratiche, i reclami sono stati effettuati; Roma avvisi inviati ad Abramo per consentire la dottrina cattolica a essere predicato e insegnato al suo popolo.

A un certo momento ha preso sul serio l'avvertimento al suo cuore.

Nel 1583 Padre Valignano, allora Superiore delle Missioni dei Gesuiti, ha messo a punto un mezzo di forzare una riforma.

Egli persuase marzo Abramo per l'assemblaggio di un sinodo, e di convocare il clero ei capi dei laici.

Egli ha inoltre preparato una professione di fede che doveva essere reso pubblico dal vescovo e da tutti i presenti.

Inoltre, sono state sanzionate urgenza delle riforme e approvato.

Una lettera è stata inviata da Papa Gregorio XIII, il 28 novembre, 1578, che stabilisce ciò che Abramo aveva a che fare per il miglioramento della sua diocesi; dopo il sinodo di cui sopra Abramo ha inviato una lunga lettera al papa, in risposta, specificando tutto ciò che egli Era stato in grado di fare con l'aiuto dei Padri (cfr. lettera, pp. 97-99, e Giamil).

Questo è il primo chiamato i siriani di riconciliazione con la Chiesa.

Era formale e pubblico, a sinistra, ma nessun miglioramento generale sul corpo, i libri liturgici non sono state corrette, né è stato introdotto l'insegnamento cattolico e la Chiesa.

Nel marzo 1595 Abramo cadde ammalato pericolosamente (Du Jarric, tom. I, lib. II, p. 614).

Purtroppo egli è sopravvissuto l'eccellente sentimenti e poi aveva recuperato.

Dopo circa due anni, nel 1597 (Gouva, p.ii) fu una seconda volta di nuovo pericolosamente ammalato; Arcivescovo Aleixo de Menezes ha scritto e lo esortava a riformare il suo popolo, ma per la risposta che egli aveva solo frivilous scuse.

Egli non avrebbe nemmeno avvalersi delle esortazioni dei Padri che hanno circondato il suo letto, né ha ricevere gli ultimi sacramenti.

Così morì.

Il vicerè reso noto per la sua morte arcivescovo Menezes, quindi assente su un percorso di visita, con lettera del 6 febbraio, 1597.

XIII. Arcivescovo Menezes e il Sinodo di Diamper

Arcivescovo Menezes ricevuto l'intelligenza della morte di marzo Abramo mentre in un tour di visita pastorale a Damao.

Temendo il lavoro sulla parte non poteva essere rinviata, ha deciso di agire sui poteri delegati a lui dal papa nel suo ultimo breve, e nominato Padre Francisco Roz della Compagnia di Gesù, che undoubtly soddisfatto i requisiti richiesti dal papa per la nomina.

Al ricevimento della lettera di accompagnamento e le istruzioni, il superiore, sapendo che alla fine Abramo prima della sua morte aveva assegnato al suo arcidiacono il governo della chiesa in attesa l'arrivo di un altro vescovo di Babilonia, e lo stesso era stato accettato dal popolo , E prevedendo anche la precarietà della situazione, ha deciso che sarebbe prudente attendere il ritorno del arcivescovo prima di prendere qualsiasi ulteriore passo.

L'arcivescovo di ritorno a Goa pesato la gravità del caso, e sentivo rilegato in coscienza a salvaguardare la cristiani siriani di cadere di nuovo nelle mani di un nuovo eretica intruso.

Egli ha deciso di visitare la Serra personalmente.

Padre Nicholáo Pimenta, allora il Superiore dei Gesuiti di missioni in India, la scrittura Generale della Società, Padre Claudio Acquaviva, riprende il racconto come segue: "Non era piccolo conforto a tutti di che Alexious Menezes, il Signore Arcivescovo di Goa, si trasferì Dal suo zelo per la salvezza delle anime e alle nostre persuation impegnati a visitare gli antichi cristiani di san Tommaso, attraverso la diffusione collinare parti del Malabar. C'era grande pericolo che, dopo la morte di Abramo a Angamale Arcivescovo, e la successione delle Arcidiacono George al governo della chiesa, sulla scomparsa di un prelato, avrebbe lasso di nuovo sotto l'influenza di Nestorian prelati, né ci sono state persone che vogliono ecclesiastico di rango posseduto di mezzi che propone di procced a Babilonia e portare verso un altro Mons. Per il Arcivescovo di Goa, non solo da destra metropolitane, ma anche in virtù delle lettere Apostolica appertained il diritto di assumere la gestione di sede vacante, che la Chiesa, e ha preso su di sé il compito di mantenere l'arcidiacono vacillating in causa la presentazione alla Santa Sede ed evitando Scisma ".

Egli ha quindi emanato istruzioni per il Rettore del Collegio Vaipicotta, allegando una lettera di assunzione di denominazione arcidiacono l'amministratore della diocesi ha fornito alla presenza del rettore fatto una solenne professione di fede.

L'arcidiacono espresso la sua soddisfazione per la ricezione del intimation e ha promesso di rendere la professione chiesto in un giorno di festa.

Ma più tardi avrebbe né la professione, né egli accettare la nomina di amministratore come provenienti da l'arcivescovo della diocesi.

In seguito ha causato da segnalare che egli avesse agito su consiglio di altri.

L'arcivescovo di Goa, dopo l'assunzione di un consulente con i Padri, ha deciso di iniziare la visita della Arcidiocesi di Angamale che per indurre la Chiesa a ricevere un prelato dal Sommo Pontefice.

Su questo provenienti da conoscere tutti i tipi di difficoltà che sono state sollevate a lui indurre ad abbandonare il suo progetto, anche da ecclesiastici, con i quali pertinacity che l'arcivescovo di Pimenta ha scritto: "Il cielo e la terra hanno cospirato contro il mio disegno".

Ma egli manfully affrontato il lavoro prima di lui, e attraverso di esso è andato con singolare fermezza di carattere e di prudenza, e supportata da un aiuto divino ha iniziato, ha continuato, e ha completato l'arduo compito che aveva intrapreso con successo completo.

Durante la visita (tutti i dettagli di cui sono forniti da Gouvea nella "Jornada", una sorgente da cui tutti gli altri scrittori hanno ottenuto le loro informazioni, alcune persino per quanto interamente a distorcere i fatti per soddisfare i loro pregiudizi), l'arcivescovo ha subito tutti i Tipi di difficoltà, visitando i principali parrocchie, che affronta la gente, azienda di servizi, e ovunque conferimento dei sacramenti, di cui queste persone sono state private.

Egli ha causato la Nestorian libri in possesso delle chiese e nelle mani delle persone ad essere parziali dei loro errori, e che sono poi stati restaurati e riportati al loro proprietari.

Tutti i libri allora esistenti tra i siriani erano in forma manoscritto; stampato libri tra i quali non esistono in questo periodo.

Passaggi che ha negato la suprema autorità della Sede Apostolica di Roma, sono stati eliminati in modo analogo.

Egli ha anche causato sacerdoti capaci di essere ricercato, e questi ha messo in carica delle parrocchie.

Infine ha stabilito ottanta parrocchie.

Così Egli ha preparato la sua terra per la riforma di questa Chiesa che egli intendeva svolgere.

Il Sinodo è stato inaugurato con grande solennità e sfarzo, il 20 giugno 1599, presso il villaggio di Udiamparur, dove è conosciuto come il Sinodo di Diamper.

Gli Atti sono stati pubblicati in portoghese come appendice a "Jornada", che sono stati tradotti anche in lingua latina.

La legge di apertura del Sinodo è stata la professione di fede.

L'arcivescovo è stato il primo a fare la sua professione, a cui seguirono i arcidiacono che ha fatto in malayalam, una traduzione della ex preparato per la fine.

Successivamente, il clero, a sua volta reso loro nelle mani dei arcivescovo come aveva fatto anche arcidiacono.

Il testo latino del sinodo, e distinto in "juris Pontificii de Propaganda Fide", Parigi.

I, vol.

VI, parte II, p.

243. Oltre l'arcivescovo e alcuni Padri Gesuiti che ha assistito lui c'erano 153 siriano circa 600 sacerdoti e laici deputata dalla Congregazione per rappresentarli; tutti questi firmato i decreti che erano passati dal sinodo ortodosso e proclamato la fede incarnata in atto di professione Presa da tutto il clero.

L'arcivescovo ha affrontato il sinodo sulla falsità degli errori di Nestorio fino ad allora detenuto da quella Chiesa, l'assemblea ha denunciato, anathematized il Nestorian Patriarca, e promise obbedienza e di sottomissione al Romano Pontefice.

Tra le calunnie contro la diffusione Menezes e il sinodo il più importante è che tutti i libri siriaco della comunità sono state bruciate e distrutte per ordine del sinodo.

Che cosa è stato fatto in questo campo nell'ambito del decreto è passata nella quinta sessione viene così descritta nella "Jornada" (tr. Glen, libro I, cap. Xxiii, p. 340).

Dopo la condanna degli errori di cui sopra è stato deciso che alcuni libri che era stato chiamato e sono stati corrente in serra e pieno di errori dovrebbero essere bruciati; che altri dovevano essere censurata solo fino a quando non sono stati corretti e parziali.

L'elenco dei libri a essere bruciato è dato il 14o decreto della terza sessione.

I libri consistono:

Di coloro ex professo insegnamento Nestorian errori;

Contenenti false leggende;

Libri di magie e pratiche superstiziose.

Nessuno di questi sono stati in grado di correzione.

In tutti gli altri libri che aveva alcun dichiarazioni contenenti errori dottrinali, questi ultimi sono stati cancellati.

La "Jornada" (p. 365) dà il sistema adottato durante la visita della Chiesa per la correzione dei libri: dopo la S. Messa è stato detto tutti i libri scritti in siriaco, sia di proprietà della Chiesa o di privati, sono state consegnate alla Padre Roz Francisco, che con tre Cathanars (siriano sacerdoti), appositamente selezionati per la fine di ritirarsi alla sagrestia e vi correggere i libri in conformità con le indicazioni fornite dal sinodo; coloro che sono stati condannati e proibiti sono stati consegnati alla arcivescovo, che Sarebbe per loro di essere bruciato pubblicamente.

Sotto il suo libro ordini non in grado di essere eliminati da eretica errore sarebbe distrutto, ma quelli ex professo insegnamento eresia sarebbe distrutta.

Dopo la conclusione del sinodo arcivescovo Menezes proseguito la sua visita delle chiese fino a Quilon e poi tornò a Goa.

Egli non ha dimenticato di inviare una lettera dal verso di un caloroso ringraziamento al Padre Pimenta per il continuo ed importante aiuto dato dai Padri della Società attraverso tutto il lavoro che ha dovuto svolgere nel Malabar.

XIV. I loro primi tre vescovi Gesuiti

Nel rendere disposizioni per il futuro governo della Chiesa siro-malabarese e, Clemente VIII aveva, per adottare le misure di sicurezza la sua permanenza nella fede e di escludere il pericolo di una ricaduta.

Ha deciso che sarebbe stato più sicuro il corso di nominare un prelato Latina, in coincidenza con la gente e con la loro piena conoscenza della lingua liturgica.

La scelta cadde su Padre Roz, senza dubbio sentito il parere del arcivescovo Menezes.

Padre Roz è stata consacrata dall 'arcivescovo a Goa con il titolo di vescovo di Angamale nel 1601.

Quattro anni più tardi, lo ha trasferito Paolo V (1605) per la nuova Sede di Cranganore, che ha creato uno archbishopric, in modo che i fedeli portati a unità non deve sentire che l'onore di vedere il loro ha subito una diminuzione di onore.

Il prelato ha fatto una nuova visita tour attraverso la diocesi, la correzione dei libri liturgici in ogni chiesa in cui questo non fosse stato fatto, in tutto il mondo e far rispettare le norme sanzionate dal Sinodo di Diamper.

Nel 1606 ha convocato e ha tenuto un sinodo diocesano; ulteriori dettagli della sua amministrazione sono tramandate fino a noi.

Dopo ventitre anni di episcopato strenui morì a Parur, la sua residenza normale, il 18 febbraio del 1624, e fu sepolto nella chiesa.

Oltre al latino della Messa Canon aveva anche tradotto il rito latino in siriaco per l'amministrazione dei Sacramenti Santo dal clero.

Anni dopo, in occasione della prima visita pastorale del primo Vicario apostolico di Trichur alla chiesa di Parur nel 1888, il richiedente dopo la tomba del vescovo, è stato detto che la sua tomba non è stata conosciuta a esistere, ma dopo Un'attenta ricerca era stata fatta la pietra tombale, con la sua malayalam lapide in caratteri antichi Tamil, è stato trovato e ora è affissa al muro interno della chiesa.

La perdita di tutte le conoscenze della lapide è stata causata dal saccheggio e la masterizzazione di questa chiesa con molti altri dai soldati del sultano Tippoo per la sua seconda invasione della costa.

Paolino Sancto Bartholomaeo uno, che aveva visitato la chiesa nel 1785 e aveva preso una trascrizione di iscrizione, al momento, di cui egli dà una traduzione latina nel suo "India Cristo. Oriente.", Pag

64, non ha letto il nome Roz sulla pietra, ma il nome e non vi è un difetto della pietra ed è stato letto sulla riscoperta.

Padre Estevão de Brito, anche un gesuita, è stato designato successore, e fu consacrata dal Arcivescovo di Goa e la Chiesa del Bom Jesus, Goa, il 29 settembre del 1624, e lasciò Goa per la sua diocesi, in data 4 novembre.

Morì il 2 dicembre 1641, dopo aver governato per più di vedere i diciassette anni.

Il terzo della serie è stata Francisco Garcia, della stessa società.

Egli è stato consacrato Vescovo di Ascalon, il 1 ° novembre del 1637, con diritto di successione dal Arcivescovo di Goa, nella Chiesa dei Gesuiti di Bom Jesus, Goa, e ci è riuscito alla Sede di Cranganore nel 1641.

In base a questo prelato una spaventosa scisma scoppiò (1653) e di tutto il suo gregge, con tutto il suo clero e le chiese, si ritirò dalla sua fedeltà.

Fuori di tutto il corpo di 200000 cristiani siriani solo circa 400 persone sono rimaste fedeli.

This misfortune has by most writers been attributed to Garcia's want of tact, obstinancy, and sarcastic disposition: as to the latter defect there is one instance, and that at the last opportunity for reconciliation, which fell through owing to his harsh treatment of the delegates sent to him by his revolted flock.

But he was not responsible for the schism. This had been hatched many years previously during the lifetime of his predecessor de Brito, secretly and unknown to him. Here the dates only of documents can be quoted. On 1 January, 1628 the Archdeacon George wrote a letter to the papal nuncio at Lisbon complaining that no answer was given to a letter sent some twenty years earlier regarding the spiritual wants of this Christian people. In 1630 Rome was informed of these complaints, the substance of which was that only Jesuits controlled these Christians, that they were unsuited, and had controlled them for over forty years, and they wanted other religious orders to be sent. The Sacred Congregation sent instructions that other orders should be admitted into the diocese.

Paulinus (op. cit., pp. 70 sq.) adduces further evidence of the trickery and treachery of Archdeacon George. In 1632 he convened a meeting at Rapolin consisting of clergy and laity, when a letter of complaint was sent to the King of Portugal against the Jesuit Fathers; these very same complaints formed the heads of their grievances in 1653, when open schism was proclaimed to secure independence and oust the Jesuits.

The plot had been hatched for a good number of years; it was begun by Archdeacon George (d. 1637) who was succeeded in office by a relative, another Thomas de Campo (Thoma Parambil) who in 1653 headed the revolt. After the schism had broken out the intruder Ahatalla, a Mesopotamian prelate, was deported by the Portuguese, who took him by ship off Cochin and there lay at anchor. The Christians, coming to know of the fact, threatened to storm the fort, which the governor had to man with his soldiers, while the ship sailed away to Goa during the night. The revolted seeing their last attempt to secure a Baghdad prelate frustrated, leaders and people took a solemn vow that they would never again submit to Archbishop Garcia. Finding themselves in this position they thought of calling to their aid the Carmelite Fathers who had visited Malabar but were then at Goa. When Alexander VII came to know the calamity which had befallen the Syrian community, he sent out (1656) the Carmelites, Fathers José de Sebastiani and Vincente of St. Catherine, to work for the return to unity and to their archbishop of this revolted church .

Later other Carmelite Fathers joined in the good work. Within a year of their arrival (1657) the Carmelites had succeeded in reconciling forty-four churches. Although Archdeacon George had remained obdurate, a relative of his, Chandy Perambil (Alexander de Campo) headed the return movement, but they would have nothing to do with Archbishop Garcia.

XV. Il carmelitano periodo

In queste circostanze, Padre José de Sebastiani ha deciso di tornare a Roma e il papa di informare la vera difficoltà, che sorgeva sulla via della riconciliazione permanente.

Il papa per imparare la situazione del caso di specie ha avuto Padre José consacrata e lui nominato Commissario Apostolico per Malabar, con potere di consacrare altri due vescovi, con la nomina di loro vicari Apostolica.

Caricato con questi poteri è tornato a Malabar nel 1861 e ha assunto il suo lavoro.

Da questo momento, Arcivescovo Garcia era stata rimossa dalla scena dalla morte.

Tra il 1661 e il 1662 i Frati Carmelitani sotto il Vescovo José aveva rigenerato il gran numero di ottanta-quattro chiese, lasciando per il leader della rivolta - i suddetti Arcidiacono Thomas - solo trenta-due chiese.

Entrambi questi dati sono di grande importanza per la successiva storia del Malabar siriani.

L'ottanta-quattro chiese e le loro congregazioni sono stati il corpo, da cui tutte le Romo-siriani hanno disceso, mentre gli altri trentadue rappresentare il nucleo da cui si Jacobites e loro suddivisioni, riformati siriani, ecc, hanno avuto origine.

Nel gennaio del 1663, la situazione politica in materia di questi cristiani è stata completamente cambiata.

L'olandese era arrivato sulla costa e aveva catturato Cochin.

Il portoghese è diminuito il potere.

I nuovi padroni espulsi non solo tutti i portoghesi clero, ma anche forzato e il suo Vescovo José religiosi di lasciare il paese.

In questo imbarazzo della scelta e consacrato vescovo il sacerdote nativo Chandy Perambil (Alexander de Campo), e ha fatto di lui uno Vicario Apostolico oltre il gregge è stato costretto a lasciare.

Prima di partire, però, ha consegnato al governo olandese di Cochin un elenco delle ottantaquattro chiese, che erano sotto il suo controllo e la elogiato Vescovo e Chandy i cristiani di queste chiese, per la sua protezione.

Questo il governatore è impegnata a rispettare.

Anche se l'olandese non ha problemi a se stessi sulla cristiani siriani, ma non avrebbero permesso di qualsiasi Gesuiti o portoghese prelato a risiedere in Malabar, anche se in contemporanea con il Vescovo José de Sebastiani, gli altri missionari carmelitani aveva anche allontanarsi.

Tuttavia, essi non sono stati a lungo assente, per poi sono tornati e da quelli a due e non sono stati molestato.

Più tardi, nel 1673, si stabilirono a Verapoly e vi costruì una chiesa, dopo aver ottenuto il terreno libero da affittare-il Rajah di Cochin, ma è ancora il quartier generale dei Carmelitani e malabarese.

Uno dei padri carmelitani anche il nome di Matteo è entrato in rapporti di amicizia con il governatore olandese Van Rheede, e aiutato nella compilazione di lui il suo lavoro su voluminosi locali botanica nota come "Hortus Malabaricus".

I Carmelitani di lavoro tra i siriani sotto il Vescovo Chandy rimasto in buoni rapporti con lui, il vescovo è morto nel 1676.

Raffaello, un sacerdote della diocesi di Cochin, è stato selezionato per il successo del primo, ma ha rivelato un fallimento e morì nel 1695. "L'anno seguente, Padre Peter-Paul, carmelitana, è stato creato Arcivescovo titolare di Ancira, ed è stato nominato Vicario Apostolico di Malabar. Con il suo arrivo nel 1678 vi è stato un notevole miglioramento nei rapporti fra il governo olandese e Padri Carmelitani. L'Arcivescovo Pietro-Paolo era un principe della Casa di Parma, e sua madre era la sorella di Papa Innocenzo XII; prima di venire a Malabar aveva ottenuto un decreto del governo dei Paesi Bassi autorizza la residenza in uno di Malabar vescovo carmelitano e dodici sacerdoti che doveva essere sia italiani, tedeschi o belgi, ma non sono stati ammessi in Cochin.

Il viaggiatore francese Anquetil du Perron, che ha visitato di Malabar nel 1758, offre le seguenti statistiche riguardanti il numero dei cristiani, sulla costa aveva ottenuto dal Vescovo Florentius, carmelitana Vicario Apostolico di Malabar.

Egli ci dice che il vescovo creduto il numero totale di cristiani a ammontano a 200.000, di questi 100.000 sono cattolici siriani, un altro sono stati 50.000 di rito latino; entrambi questi erano sotto la sua giurisdizione, mentre il ribellati siriani, che possono essere classificati come Jacobites, Erano sotto mar Thomas VI (che per la sua consacrazione nel 1772 assunse il nome e lo stile di Dionisio I), e numerata 50000.

Dalla morte di Mons Garcia nel 1659 la Sede di Cranganore non aveva vescovo residente fino a 1701, quando Clemente XI nominato João Rebeiro, gesuita.

Quando quest'ultimo ha assunto la carica carmelitana Vicario Apostolico, Angelus Francesco, ha detto il suo gregge siriano che aveva cessato la sua giurisdizione e devono ora passare a quella del nuovo Arcivescovo di Cranganore.

I siriani rifiutato di riconoscere il nuovo arcivescovo e inviato una petizione a Roma, che hanno preferito rimanere sotto i Carmelitani, che aveva settantadue uno chiese in completa sottomissione e diciotto in unione parziale (ad esempio, la parrocchia è stato diviso e la parte aveva presentato a Roma ), Mentre solo il venti-otto chiese rimaste del tutto separata.

Papa Clemente, dopo aver informato il re del Portogallo dello stato delle cose, extented nel 1709 la giurisdizione del Vescovo Angelus oltre le diocesi di Cochin e Cranganore, e il papa ha assegnato come un motivo per fare in modo che l'olandese non tollerare alcuna porporato portoghese Nel paese, e i cristiani minacciati piuttosto reture di scisma di accettare il vescovo inviato.

Per informazioni più complete di questo periodo, di cui è il lettore a: GT Mackenzie, "Storia del cristianesimo in Travangore", e la relazione del Censimento 1901, Trivandrum, e Paolino uno Sancto Bartholomaeo, "India Orientalis Cristo" (Roma, 1794).

All'arrivo della olandese e la cattura di Cranganore divenne impossibile per i Gesuiti a conservare il collegio a Vipicotta; abbandonato il loro posto e la rimozione verso l'interno al di là della portata dei loro nemici, ha aperto un nuovo collegio, a Ambalacad, da cui essi Controllato le loro nuove missioni sulla costa orientale.

Vescovo Rebeiro vi ritornò e portato avanti il suo lavoro; eventualmente più delle parrocchie siro-cattolico è andato oltre al successo Arcivescovo di Cranganore, e questi vescovi decaduti eventualmente sotto il controllo degli Arcivescovi di Goa.

Vescovo Rebeiro morto al collegio dei Ambalacad il 24 settembre del 1716, è sepolto nella chiesa di Puttencherra e ha una lapide con l'iscrizione in portoghese.

I suoi successori fisso Puttencherra come loro residenza, e la chiesa parrocchiale è diventato un pro-cattedrale.

Le seguenti indicazioni della loro nomina e la morte sono qui registrati.

Arcivescovo Rebeiro era riuscito da Antonio Carvallo Pimental anche un gesuita, consacrata, in quanto il primo ha avuto la chiesa di Bom Jesus, Goa, per l'arcivescovo su 29 1722, d.

Puttencherra in data 6 marzo 1752.

Paolino dice di lui: fonte doctus et Malabarensibus gratus, che eum nomine Budhi Metran, sapientis et eruditi praesulis compellebant. "Ha una lapide con iscrizione. João Luiz Vasconcellos, anche un gesuita, a Calicut è stata consacrata dal vescovo Clemente di Cochin nel 1753 E d. a Puttencherra nel 1756. 1758, D. il 7 aprile 1777, a Puttencherra e ha la sua lapide con iscrizione nella stessa chiesa. Paolino record di lui "fonte di sanctimonia vitae eccellente", ha sopravvissuto alla soppressione del suo ordine. Questo chiude l'elenco dei vescovi che hanno governato Sede di Cranganore.

Per completare la storica conto della Chiesa siro-malabarese, breve è inoltre opportuno ricordare la linea dei prelati che governavano il schismatics che poi divenne Jacobites, abbracciando errore che attraverso i loro prelati: Thomas I, proclamato un vescovo da quelli che aveva portato (1653) nella predetta scisma dopo l'imposizione delle mani di dodici sacerdoti suoi seguaci e la sua immissione sul capo di un mitra in mano e una pastorale personale.

Ha continuato obdurate e morì di morte improvvisa nel 1673.

Tommaso II, fratello del precedente, proclamata nel 1674, otto giorni dopo morì colpito da illuminazione.

Tommaso III, nipote del precedente, ha ricevuto nel 1676 il mitra, una Jacobite.

Thomas IV, della famiglia, è riuscito nel 1676 e morto nel 1686, un Jacobite.

Thomas V, nipote del vecchio, ha fatto ogni sforzo per ottenere la consacrazione, ma non è riuscita, d.

Nel 1717, un Jacobite.

Thomas VI ricevuto il mitra dal suo zio morente e l'imposizione delle mani di dodici sacerdoti.

Egli ha scritto al Patriarca di Antiochia Jacobite di inviare vescovi.

Infine, le autorità olandesi hanno contribuito a lui e per lui ottenuto tre vescovi, a condizione della sua defraying le spese.

Tre vescovi Jacobite uscito in India nel 1751, marzo Basilio, Gregorio marzo, e John marzo.

Il primo nome è morto un anno dopo l'arrivo, il secondo anno più tardi marzo consacrato vescovo Tommaso VI nel 1772, e ha assunto il nome di Dionigi I. Le autorità olandesi hanno trovato grande difficoltà ad ottenere il pagamento per le spese sostenute, un seme è stato istituito contro Il Jacobites nel Travancore Rajah's corte nel 1775 e per il pagamento della somma dodici migliaia di sterline, è stato ottenuto.

Morì nel 1808.

Per il lungo periodo compreso tra il 1678 e il 1886, i cattolici siriani rimasti sotto il controllo ininterrotto di circa quindici Vescovi carmelitani come vicari Apostolica.

Durante questo periodo non vi era spesso sorti gravi problemi che non possono essere qui dettagliate, litigi tra siriani e latino-cristiani, agitazione contro il controllo di alcuni vescovi; al di là di queste normali processi di controllo di una tale grande, faziosi, e difficile corpo.

Vi era anche stata due più gravi schismatical intrusioni all'interno di questo siriano volte da cattolico caldeo prelati che erano venuti dalla Mesopotamia con la piena connivenza del patriarca caldeo e contro gli ordini di esprimere il Romano Pontefice.

Il carmelitano ha dovuto affrontare e superare tutte queste difficoltà e mantenere il gregge, a tempo debito, per la presentazione del regime ecclesiastico.

Instrusions dei due, il primo è stato quello del Vescovo caldeo Roccos marzo, che nel 1861 è entrato malabarese.

Pio IX lo ha denunciato ai fedeli come un intruso, ma si è incontrato con un compiacente accoglienza in molte delle chiese, è riuscito a suscitare il dormienti hydra di scisma, e causato una grande agitazione.

Fortunatamente per la pace della Chiesa era persuaso per tornare alla Mesopotamia entro l'anno.

La seconda, che è venuto a Malabar nel 1874, ha causato un danno molto maggiore, il male di cui effetti sembrano essere permanente e la chiesa principale di Trichur, anche se altrove nel processo di tempo quelle male effetti siano state sanate.

Questo è stato il Vescovo Mellus, che il patriarca aveva inviato oltre nonostante il severo divieto dello stesso papa.

Fu solo quando, dopo ripetute ammonizioni, il papa aveva fissato un limite di tempo dopo il quale egli dovrebbe continuare refrattari egli sarebbe scomunicato, e dato che egli ha inviato mons Mellus istruzioni per andata e ritorno.

Quando il fastidioso carattere di queste persone è presa in considerazione si riflette sulla grande credito che l'Ordine carmelitano vescovi in carica sono riusciti a mantenere come un corpo e l'unità della santa Chiesa.

XVI. Latina due Vicari Apostolici

Il Mellusian scisma, ma spezzato da avverse sentenze della High Court di Madras, è stata in alcun modo ancora spento quando nell'autunno del 1878 la Santa Sede ha deciso di posizionare il siriano cristiani separati sotto amministrazione, la nomina di due vicari apostolica di rito latino per Lo scopo.

Questi erano Rev AE Medlycott, Ph.D., cappellano militare e il Punjab, istruiti nel Collegio di Propaganda, Roma, e consacrata da parte del Delegato Apostolico Mons.

A. Ajuti su 18 1887, a Ootacamund, Vescovo titolare di Tricomia, nominato per il Vicariato apostolico di Trichur, e il Rev Charles Lavinge, SJ, ex segretario privato del defunto Beckx Padre, il Generale della Compagnia, consacrata In Belgio prima di venire fuori, nominato alla Sede di Kottayam, più tardi chiamata di Changanacherry.

Sotto il Concordato di Leone XIII con il re del Portogallo un importante vantaggio era stata acquisita dalla soppressione della giurisdizione Padroado (Cranganore Arcivescovi) per il siriano chiese.

Il primo compito dei nuovi vescovi dovuto affrontare è stato quello di amalgamare in una armonica tutta le due sezioni di questa Chiesa, quella che era stata sotto i Carmelitani con quella che era appartenuta alla Goan Padroado o giurisdizione, per i due era stato per lunghi anni In aperto antagonismo.

Questa unione, fortunatamente, è stata effettuata con successo.

L'altro compito era quello di creare qualcosa come una corretta gestione e controllo sulle chiese.

Questo ha preso più tempo.

Settentrionale chiese appartenenti a Trichur non avevano visto i loro prelati, magari per un secolo, i due vescovi caldei aveva utilizzato il fatto a proprio vantaggio, e la loro problemi causati da queste chiese e può essere facilmente immaginato, ma con fermezza e pazienza un equo Somministrazione di lavoro è stato introdotto.

Il risultato, quindi, può essere brevemente riassunta.

Il Vicariato di Trichur cattolica siriana aveva una popolazione di 108422-ottanta con tre chiese parrocchiali e ventidue cappelle di facilità, servito da 118 sacerdoti di rito siriano, oltre 23 siriano Terziario Carmelitano monaci, e due monasteri; vi è stato anche un Convento di monache 24 nativo terziario con una classe media di 33 ragazze della scuola.

Il vescovo sulla presa in carico rilevato che non vi sia praticamente nessuna scuole, ad eccezione del fatto che quello previsto per i religiosi; ha primi passi per aprire il maggior numero di scuole elementari parrocchia possibile; entro nove anni (1888-96), il Vicariato è stato fornito con non meno di 231 scuole elementari parrocchia per entrambi i sessi, oltre 12000 educare i bambini, oltre a una scuola superiore (St Thomas' College), con 95 studenti; c'era anche 56 ragazzi di San Luigi's High School, sotto la Terziario monaci.

Un catechumanate è stato aperto, dove ogni anno circa 150 heathen converte furono battezzati; un bel edificio è stato in costruzione per un adeguato soggiorno, e sono stati elaborati piani per la casa e la scuola sopra un bel struttura.

Questa è stata la condizione di cose, quando il vescovo è andato a Europa in congedo per malattia.

Il Vicariato di Kottayam aveva una popolazione di 150000 cattolica, con 108 parrocchie e 50 cappelle dipendenti, servito da un numeroso clero di oltre 300 sacerdoti, che ha avuto oltre 35 Terziario monaci novizi, in cinque monasteri; anche tre conventi di suore carmelitane nativo Terziario Educare le ragazze, due orfanotrofi sotto Terziario Suore di San Francesco, quattro catechumenates, due seminari, con 96 studenti.

La classe più elevata clericale studenti di entrambi i vicariati frequentato il Pontificio Seminario centrale a Puttenpally.

Le scuole parrocchiali numerati 200, ma il numero di studenti che non è stato pubblicato.

Ci sono stati tre Scuole di inglese: Mananam, 60; Campalam, 80, e un altro con 20 studenti.

Nel 1895 entrambi i vicari Apostolica accaduto ad essere assente in aspettativa.

Durante questo periodo, la Santa Sede ha deciso su un cambiamento di regime, cedere alla volontà del popolo nativo di concedere loro vescovi.

XVII. Diviso in tre vicariati nativo con i vescovi

I due vicariati sopra descritti sono stati suddivisi in tre, e sono state arredate in stile Trichur, Ernaculam, Changanacherry; la nuova vicariato è stato formato della porzione meridionale di Changanacherry.

Le modifiche sono state eseguite nell'ambito di Leone XIII Breve del 28 luglio 1896, "Quae rei Sacrae".

Rev John Menacherry, come Vescovo di Paralus, è stato nominato a Trichur.

Rev Aloysius Pareparampil, Vescovo titolare di Tio, è stato nominato Ernaculam, e Rev Mathew Makil, Vescovo di Tralles, è stato nominato di Changanacherry; tutti e tre i consacrazione ricevuta dal Delegato Apostolico Mons.

Zaleski, a Kandy, il 15 ottobre, 1896.

Al tempo di questi cambiamenti, gli ecclesiastici di rendimento di questi tre vicariati (1911) ha dato:

Trichur: popolazione cattolica, 91064; bambini vengono educati, 19092; Ernaculam: popolazione cattolica, 94357; bambini vengono educati, 9950; Changanacherry: popolazione cattolica, 134791; bambini vengono educati, 2844.

Il futuro di questo popolo dipende in larga misura in materia di istruzione per il loro benessere e la formazione tecnica per il loro sviluppo.

Pubblicazione di informazioni Scritto da AE Medlycott.

Trascritto da Maria e Giuseppe P. Thomas.

In memoria di Kurien Poovathumkal L'Enciclopedia Cattolica, Volume XIV.

Pubblicato 1912.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ° luglio 1912.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia


ASSEMANI, Bibliotheca Orientalis (Roma, 1719-28); DE SOUZA, Conquistado Orientale (2 voll., Indiana ristampa, Examiner Press, Bombay); Gouvea, Jornada a Arcebispo Aleixo de Menezes come quando foy Serra do Malaubar (Coimbra, 1606) ; Fr.

TR.

DE GLEN, ecc Histoire Orientale (Bruxelles, 1609); DU JARRIC, Thesaurus rerum mirabilium in India Oriente (3 vols., Colonia, 1615); PAULINUS A SANTO BARTHOLOMAEO, India Orientalis Christiana (Roma, 1794); MACKENZIE, in Christanity Tranvancore, con la relazione del Censimento 1901 (Trevandrum); MEDLYCOTT, l'India e l'Apostolo S. Tommaso (Londra, 1905).

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a