Dono di Tongues

Informazioni cattolica

(Glossolaly, glossolalia).

Un dono soprannaturale della classe grazie gratis datae, progettato per un aiuto esterno e lo sviluppo della Chiesa primitiva.

Il cuscinetto teologiche del tema viene trattato in questo articolo CHARISMATA.

Il presente articolo si occupa con i suoi esegetica e fasi storiche.

San Luca riferisce (At 2:1-15), che nella festa di Pentecoste, dopo l'Ascensione di Cristo al cielo centoventi discepoli di Galileo origine erano sentito parlare "con subacquei lingue, secondo come lo Spirito Santo dava loro il potere di parlare ".

Devota gli ebrei allora dimora a Gerusalemme, la scena dell'incidente, sono stati rapidamente stabiliti insieme al numero di circa tre mila.

La moltitudine abbracciato due classi religiose, Ebrei e proseliti, da quindici distinte terre sono distribuiti geograficamente, come a rappresentare "ogni nazione che è sotto il cielo".

Tutti sono stati "confuso in mente", perché ogni uomo i discepoli sentito parlare del "meraviglioso cose di Dio" nella sua lingua, cioè, a quello in cui è nato.

Per molti discepoli, sembrava essere in uno stato di inebriation, San Pietro, che sono impegnati a giustificare l'anomalia spiegando che, alla luce della profezia, come un segno degli ultimi tempi.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Il glossolaly così descritto è stato storico, articolare, e intelligibile.

Gerusalemme è stato allora come oggi un polyglottal regione e potrebbe facilmente hanno prodotto centoventi persone che, in presenza di un cosmopolita assemblaggio, potrebbe esprimersi in quindici lingue diverse.

Dal momento che la varietà delle lingue è attribuito al gruppo, e non ai singoli individui, in particolare i discepoli non hanno usato più di loro nativa aramaico, anche se è difficile immagine alcuna di esse, storicamente e socialmente senza almeno una smattering di altre lingue.

Le condizioni linguistiche del paese sono state di gran lunga più diversi da quelli della Svizzera di oggi.

Il numero di lingue parlate eguagliato il numero di quelli in cui gli ascoltatori "nati".

Ma per questi greco e aramaico sarebbe sufficiente, con una possibile, dell'obbligo di Latina.

La distinzione di «lingue» (v. 6, dialektos; v. 11, glossa), è stato in gran parte uno dei dialetti e la causa è stata di stupore che tanti di loro dovrebbe essere ascoltati contemporaneamente da Galilei e la cui capacità linguistiche che presumibilmente sono da sottovalutare.

E 'stato lo Spirito Santo che spinge i discepoli di "parlare", forse senza essere obbligati a infondere una conoscenza di lingue sconosciute.

La condizione fisica e psichica dei revisori dei conti è stata una delle estasi e rapture in cui "le cose meravigliose di Dio" sarebbe naturalmente trovare esprimersi e acclamazioni, preghiere o inni, conned, se non già noto, nel corso della settimana precedente, quando erano " Sempre nel tempio ", fianco a fianco con gli stranieri da lontano", lodando Dio e la benedizione "(Luca 24:52-53).

Successive manifestazioni avvenute a Cesarea, Palaestina, Efeso, Corinto, polyglottal tutte le regioni.

San Pietro di Cesarea, che identifica con ciò che i discepoli befell "in principio" (Atti 11:15).

Lì, come a Efeso e Gerusalemme, lo strano incidente ha segnato il battesimo di molti convertiti, che hanno operato in gruppi.

Corinto, in piedi oltre in questo e in altri aspetti, è riservata speciale per studio.

In fase di post-biblico volte St Irenæus ci dice che "molti" dei suoi contemporanei sono state ascoltate "parla attraverso lo Spirito in tutti i tipi (pantodapais) delle lingue" ( "Contra haer.", V, vii; Eusebio ", Hist. Eccl . ", V, vii).

San Francesco Saverio è accusato di aver predicato in tutte le lingue a lui sconosciuti e San Vincenzo Ferrer, mentre utilizzando la sua lingua madre è stata registrata in altri.

Da questo ultimo fenomeno biblico glossolaly differisce in essere ciò che san Gregorio Nazianzeno sottolinea come una meraviglia di parlare e di non sentire.

Esegeti osservare anche che essa non è mai stata utilizzata per la predicazione, anche se Ss.

Agostino e Tommaso sembrano aver trascurato questo dettaglio.

St. Paul's Concept (I Corinzi 12-14) .- Per la biblica dati finora esaminati si sono indebitati al seno amico e compagno di St. Paul - San Luca.

Che essere vero, le opinioni di St. Paul sul soprannaturale glossolaly deve aver coinciso con quelli di San Luca.

Ora St. Paul aveva visto il dono conferito a Efeso e di San Luca non distingue Ephesian glossolaly da quella di Gerusalemme.

Esse devono, pertanto, sono stati simili e St. Paul sembra che abbiano avuto sia in mente quando ha comandato ai Corinzi (14,37), ma nessuno di impiegare articolare e "plain discorso" e il loro uso del dono (9), e ad astenersi Da tale uso, anche se non in chiesa il unlearned potrebbe cogliere ciò che è stato detto (16).

Nessuna lingua potrebbe essere autentico "senza voce" e di utilizzare tale lingua sarebbe l'atto di un barbaro (10, 11).

Per lui l'impulso a lodare Dio, in una o più lingue strane dovrebbe procedere da Spirito Santo. E 'stato poi anche uno inferiore dono che egli classifica accanto a ultimo in una lista di otto charismata.

E 'stato un semplice "segno" e, come tale, non è stato destinato per i credenti, ma per i non credenti (22).

Corinzio abusi (I Corinzi 14 passim) .- medievale e moderna scrittori erroneamente dare per scontato che il carisma esisteva permanentemente a Corinto &151; come ha fatto nessun altro-e che St. Paul, e raccomandando il dono ai Corinzi, essa ha dato La sua garanzia che le caratteristiche del corinzio glossolaly sono stati quelli del dono stesso.

Tradizionali scrittori e domina questo punto posto San Luca in contrasto con St. Paul, e attributo al carisma proprietà sono contrario in modo tale da rendere proibitivo inspiegabile e misterioso.

C'è abbastanza in St. Paul per mostrare che ci sono state le peculiarità corinzi verrebbe ignobile e abusi.

Hanno fatto delle "lingue" una fonte di scisma nella Chiesa e di scandalo, senza (14,23).

Il carisma era precipitata in un miscuglio di senso inarticulate gabble (9, 10) con un elemento di incertezza suoni (7, 8), che a volte potrebbe essere interpretata come poco a corto di blasfemo (12,3).

La Divina lodi sono state riconosciute e poi adesso, ma l'effetto generale è stato uno dei disedification confusione e per la stessa non credenti per la quale il normale dono è stato destinato (14:22, 23, 26).

Corinzi, ingannato, ma non da insincerity dalla semplicità e ignoranza (20), sono stati azionati da un indisciplinati spirito religioso (pneuma), o piuttosto dalla frenetica emozioni e non dalla comprensione (nous), dello Spirito di Dio (15).

Quello che oggi pretende di essere il "dono delle lingue" presso alcuni protestanti revival è la riproduzione di un equo glossolaly corinzi, e dimostra la necessità c'era in Chiesa primitiva di Apostolo consiglio di fare tutte le cose "decentemente, e secondo ordine" ( 40).

Fedele adesione al testo della Sacra Scrittura rende obbligatoria di respingere quelle opinioni che accendere il carisma delle lingue in poco più di babbling infantile (Eichhorn, Schmidt, Neander), incoerenti esclamazioni (Meyer), pythonic enunciati (Wiseler), o profetica dimostrazioni Del tipo arcaico (cfr. 1 Samuele 19:20, 24).

Il puro carisma è stato il più un esercizio di come l'intelligenza delle emozioni.

Lingue o dialetti, ora kainais (Marco 16,17) per presentare il loro scopo, e ora spontaneamente preso in prestito dal conservatore ebraico Gentile da stranieri (eteroglossois, cheilesin eteron, 1 Corinzi 14,21), sono stati utilizzati come mai prima.

Ma essi sono stati compresi anche da coloro che li utilizzate.

La maggior parte dei commentatori hanno creduto latino, al contrario, ma gli antichi Greci, S. Cirillo di Alessandria, Teodoreto, e altri che sono stati più vicini alla scena, e si impegna a testimonianza di come i testi di cui sopra sembra studiato a portare loro.

Pubblicazione di informazioni scritte da Thomas A 'K. Reilly.

Trascritto da Thomas M. Barrett.

Dedicato a Elizabeth Brown Cavaliere Enciclopedia Cattolica, volume XIV.

Pubblicato 1912.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ° luglio 1912.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Bibliografia


CORLUY e JAUGEY, Dict.

Apolegetique (Parigi, 1889); MELVILLE, Observationes teologico-exegeticae de dono linguarum ecc (Basilea, 1816); HILGENFELD, Die Glossolalie in der alten Kirche (Lipsia, 1850); FOUARD, St. Paul, le sue missioni (Parigi, 1892 ); BLEEK, Ueber die Gabe ecc Theologische Studien und Kritiken, II (1829); REUSS, La glossolalie in Revue de theologie, III (Strasburgo, 1851); SHEPPARD, The Gift of Tongues in Early Chiesa in Amer.

Eccl. Rev, XLII (Philadelphia, maggio, 1910), 513-22; REILLY, The Gift of Tongues, Che cosa è stato?

In Amer.

Eccl. Ap XLIII (Philadelphia, luglio, 1910), 3-25.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a