Justification by FaithGiustificazione per Fede

General Information Informazioni generali

In Christianity, salvation is variously conceived. Nel cristianesimo, la salvezza è variamente concepito. One prominent conception emphasizes justification-- the process through which the individual, alienated from God by sin, is reconciled to God and reckoned just or righteous through faith in Christ. Una concezione sottolinea la motivazione prominente - il processo attraverso il quale l'individuo, alienata da Dio dal peccato, è riconciliato con Dio e solo a decorrere giusti o mediante la fede in Cristo.

Second only to belief in the Bible as a mark of Protestantism is the conviction that humans are not saved by their merits or good works, as the 16th-century reformers heard Catholics claiming, but only "by grace, through faith." According to Protestants, God took the initiative in saving the world from sin through his activity in Jesus Christ, and even the faith that led people to believe in this activity was a gift, not an achievement. Nonetheless, however consistent Protestant teaching on this subject may be, Protestant cultures have often produced earnest strivers after God--sober and hard-working people who try to prove that they are God's elect (Predestination) and preachers or other leaders who seem as legalistic in their approach to church life as the 16th-century Catholics were. Seconda solo alla fede nella Bibbia come un marchio del protestantesimo è la convinzione che gli umani non sono salvati dai loro meriti o le buone opere, come il 16o secolo riformatori cattolici rivendicando sentito, ma solo "per grazia, mediante la fede." Secondo i protestanti , Dio ha preso l'iniziativa di salvare il mondo dal peccato attraverso la sua attività in Gesù Cristo, e anche la fede che ha portato a credere in questa attività è stata un dono, non un risultato. Nondimeno, coerente protestante insegnamento su questo tema può essere, Protestante culture hanno spesso prodotto serio strivers dopo Dio - sobrio e laborioso persone che cercano di dimostrare che sono eletti di Dio (predestinazione) e predicatori o di altri leader che sembrano come legalistico e il loro approccio alla vita come la chiesa 16o secolo cattolici Sono stati.

BELIEVE Religious Information Source web-siteCREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
BELIEVE Religious Information SourceCREDERE Informazione Religiosa Fonte
Our List of 2,300 Religious Subjects

Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mailE-mail

Additional Note from BELIEVE's Editor Nota aggiuntiva da Editor's CREDERE

Among the large amount of e-mail that BELIEVE receives is a significant amount from non-Protestants who cannot understand how or why someone might get into Heaven without having done a long list of Good Works. Tra le grandi quantità di e-mail che riceve BELIEVE è una quantità significativa da non-protestanti, che non è in grado di capire in che modo o perché qualcuno potrebbe avere in cielo senza aver fatto un lungo elenco di buone opere. A brief overview is that Protestants recognize that the Original Sin of Adam and Eve caused every one of their descendants (us) to be irresistably sin-filled. Una breve panoramica è che i protestanti riconoscere che il peccato originale di Adamo ed Eva causato ognuno di loro discendenti (noi) di essere irresistibilmente peccato-riempita. Zwingli and Luther and all of the following Protestant leaders have seen this situation as being totally "hopeless" for mankind, that absolutely nothing that any human could ever say or do could possibly overcome Original Sin. Zwingli e di Lutero e di tutte le seguenti leader protestanti hanno visto questa situazione come totalmente "speranza" per l'umanità, che assolutamente nulla che ogni umano potrebbe mai dire o fare potrebbe superare peccato originale.

Since Adam and Eve had broken a Covenant with God, some resolution would therefore be necessary in order to allow ANY humans to avoid Hell. Dal momento che Adamo ed Eva si era rotto uno alleanza con Dio, alcuni risoluzione sarebbe quindi necessario, al fine di consentire QUALSIASI umani al fine di evitare l'inferno. Therefore, to resolve that broken Covenant, God Sacrificed His Son, Jesus. Pertanto, per risolvere tale rotto Alleanza, Dio Sacrificed suo Figlio, Gesù. Jesus' Death therefore Atoned for each person's (previous) sins as of the moment they are Saved. Gesù 'Morte Atoned quindi per ogni persona (precedente), come peccati del momento sono salvati. Through absolutely no merit of their own, people are Saved completely and solely by God's Grace. Attraverso assolutamente alcun merito di loro, le persone sono salvati completamente ed esclusivamente dalla grazia di Dio. In order to request this Grace, a person must ONLY express Faith in Jesus as Savior. Per richiedere questo Grace, una persona deve esprimere SOLO fede in Gesù come Salvatore.

Non-Protestants (and a lot of Protestants, too) see this as resulting in an over-population of Heaven, by a lot of people who probably don't really belong there. Non-protestanti (e un sacco di protestanti, troppo) vedere come questo si traduca in un eccesso di popolazione del Cielo, da un sacco di persone che probabilmente non ci appartengono. After all, if a mass-murderer would end a killing spree with a statement "I believe and accept Jesus as Savior", it's hard to imagine how or why that person would belong in Heaven! Dopo tutto, se un assassino di massa sarebbe un omicidio spree fine con una dichiarazione "Credo e accettare Gesù come Salvatore", è difficile immaginare come quella persona o perché si fanno in Cielo!

But Protestants see the alternative, of each individual doing many Good Works, essentially trying to "score points", as being a non-Scriptural method of getting to Heaven. Ma protestanti vedere l'alternativa, facendo di ogni singolo molte buone opere, in sostanza, il tentativo di "punti", come essere un non-Scrittura metodo di arrivare al Cielo. Such a situation seems to imply that an absolutely sin-filled person could somehow "overcome" Original Sin and come to merit being in Heaven on his/her own. Una tale situazione sembra implicare che un peccato assolutamente-riempita persona potrebbe in qualche modo "superare" peccato originale e da meritare di essere venuto in cielo sulla sua propria. Protestants have real problems with the consequences of such a possibility! I protestanti hanno problemi reali con le conseguenze di una tale eventualità! Therefore, the concept of Justification by Faith arose and is now central to Protestant beliefs. Pertanto, il concetto di Giustificazione per fede è sorto ed è ora al centro protestante credenze. Technically, the correct name should be "Justification BY God's Grace, as a response to a person's Faith". Tecnicamente, il nome corretto dovrebbe essere "Motivazione PER Grazia di Dio, come una risposta a una persona di fede". This view eliminates any good or bad a person might do from affecting God's Grace. Questo punto di vista elimina qualsiasi bene o male una persona potrebbe fare da interessano Grazia di Dio.

Critics fairly point out Scriptures such as Rev. Critica piuttosto sottolineare Scritture come Rev 22:12 and Matt. 22:12 e Matt. 25:41 seem to suggest that, once in Heaven (or Purgatory), people are then judged by God and then possibly sent to Hell. 25:41 sembrano suggerire che, una volta in cielo (o Purgatorio), le persone sono quindi giudicati da Dio e quindi eventualmente inviate a Fornace. Those Verses (and others) seem to support the Catholic position of REQUIRING Good Works in order to first be Saved. Coloro Versetti (e altri) sembra sostenere la posizione cattolica di ESIGENDO buone opere per essere salvati prima. (Protestants read from James that Good Works ARE A RESULT OF a Saved person learning to become more Christ-like. (Protestanti leggere da James che Good Works SONO UN RISULTATO DELLE uno Salvato persona imparando a diventare più simile a Cristo.


Justifica'tion

General Information Informazioni generali

Justification is a forensic term, opposed to condemnation. Motivazione forense è un termine, contrari alla condanna. As regards its nature, it is the judicial act of God, by which He pardons all the sins of those who believe in Christ, and accounts, accepts, and treats them as righteous in the eye of the law, i.e., as conformed to all its demands. Per quanto riguarda la sua natura, è l'atto giudiziario di Dio, mediante la quale Egli perdona tutti i peccati di coloro che credono in Cristo, e la contabilità, accetta, e li tratta come giusti negli occhi della legge, vale a dire, come conformazione a tutti Le sue esigenze. In addition to the pardon (q.v.) of sin, justification declares that all the claims of the law are satisfied in respect of the justified. Oltre al perdono (qv), del peccato, la giustificazione dichiara che tutte le richieste di legge sono soddisfatte per quanto riguarda i giustificata. It is the act of a judge and not of a sovereign. The law is not relaxed or set aside, but is declared to be fulfilled in the strictest sense; and so the person justified is declared to be entitled to all the advantages and rewards arising from perfect obedience to the law (Rom. 5:1-10). È l'atto di un giudice, e non di un sovrano. La legge non è rilassato o messa da parte, ma viene dichiarato di essere soddisfatte in senso stretto, e così la persona è giustificata dichiarato di avere il diritto di tutti i vantaggi e le ricompense derivanti Da perfetta obbedienza alla legge (Rm 5:1-10). It proceeds on the imputing or crediting to the believer by God himself of the perfect righteousness, active and passive, of his Representative and Surety, Jesus Christ (Rom. 10:3-9). Si procede sulla imputazione o di accredito per il credente da Dio stesso della giustizia perfetta, attiva e passiva, del suo rappresentante e Surety, Gesù Cristo (Rm 10:3-9).

Justification is not the forgiveness of a man without righteousness, but a declaration that he possesses a righteousness which perfectly and for ever satisfies the law, namely, Christ's righteousness (2 Cor. 5:21; Rom. 4:6-8). The sole condition on which this righteousness is imputed or credited to the believer is faith in or on the Lord Jesus Christ. Motivazione non è il perdono di un uomo senza giustizia, ma una dichiarazione che attesti che egli possiede una giustizia che perfettamente e per sempre soddisfa la legge, cioè, la giustizia di Cristo (2 Cor. 5:21; Rom. 4:6-8). Unica condizione in cui questa giustizia è imputato o accreditato al credente è la fede nel o sul Signore Gesù Cristo. Faith is called a "condition," not because it possesses any merit, but only because it is the instrument, the only instrument by which the soul appropriates or apprehends Christ and his righteousness (Rom. 1:17; 3:25, 26; 4:20, 22; Phil. 3: 8-11; Gal. 2:16). The act of faith which thus secures our justification secures also at the same time our sanctification (q.v.); and thus the doctrine of justification by faith does not lead to licentiousness (Rom. 6:2-7). Good works, while not the ground, are the certain consequence of justification (6:14; 7:6). La fede è chiamata una "condizione", in quanto non possiede alcun merito, ma solo perché è lo strumento, l'unico strumento con il quale l'anima si appropria o apprehends Cristo e la sua giustizia (Rm 1:17, 3:25, 26; 4:20, 22; Fil. 3: 8-11; Gal. 2,16). L'atto di fede, che assicura in tal modo la nostra giustificazione assicura anche allo stesso tempo la nostra santificazione (qv), e, quindi, la dottrina della giustificazione per la fede Non porti a licenza (Rm 6:2-7). Buona opere, pur non essendo il terreno, sono la conseguenza della giustificazione alcuni (6:14; 7,6).

(Easton Illustrated Dictionary) (Easton Illustrated Dictionary)


Justification Motivazione

Advanced Information Informazioni avanzata

The basic fact of biblical religion is that God pardons and accepts believing sinners (see Pss. 32:1 - 5; 130; Luke 7:47ff.; 18:9 - 14; Acts 10:43; 1 John 1:7 - 2:2). Paul's doctrine of justification by faith is an analytical exposition of this fact in its full theological connections. As stated by Paul (most fully in Romans and Galatians, though see also 2 Cor. 5:14ff.; Eph. 2:1ff.; Phil. 3:4ff.), the doctrine of justification determines the whole character of Christianity as a religion of grace and faith. It defines the saving significance of Christ's life and death by relating both to God's law (Rom. 3:24ff.; 5:16ff.). Il fatto fondamentale è la religione biblica di Dio che perdona e accetta credere peccatori (cfr. Pss. 32:1 - 5; 130; Luca 7:47 ss.; 18:9 - 14; At 10:43; 1 Giovanni 1:7 - 2 : 2). Paul's dottrina della giustificazione mediante la fede è una esposizione analitica di questo fatto nella sua piena teologica di collegamenti. Come affermato da Paul (la maggior parte a pieno titolo Romani e Galati, anche se vedere anche 2 Cor. 5:14 ss.; Ef. 2: 1 ss.; Fil. 3:4 ss.), La dottrina della giustificazione determina il carattere di tutto il cristianesimo come una religione di grazia e di fede. Esso definisce il significato salvifico di Cristo, la vita e la morte da riguardano sia la legge di Dio (Rm 3: 24ff.; 5:16 ss.).

It displays God's justice in condemning and punishing sin, his mercy in pardoning and accepting sinners, and his wisdom in exercising both attributes harmoniously together through Christ (Rom. 3:23ff.). Esso visualizza la giustizia di Dio nel condannare e punire il peccato, la sua misericordia e perdono e di accettare i peccatori, e la sua saggezza nell'esercizio entrambi gli attributi armoniosamente insieme per mezzo di Cristo (Rm 3:23 ss.). It makes clear what faith is, belief in Christ's atoning death and justifying resurrection (Rom. 4:23ff.; 10:8ff.), and trust in him alone for righteousness (Phil. 3:8 - 9). Rende chiaro ciò che è la fede, la fede nella morte di Cristo espiazione e di giustificare la risurrezione (Rm 4:23 ss.; 10:8 ss.), E la fiducia in Lui solo per la giustizia (Fil 3:8 - 9). It makes clear what Christian morality is law - keeping out of gratitude to the Savior whose gift of righteousness made law - keeping needless for acceptance (Rom. 7:1 - 6; 12:1 - 2). Rende chiaro ciò che la morale cristiana è legge - che tiene fuori di gratitudine per il dono del Salvatore, la cui legge fatta giustizia - mantenendo inutili per l'accettazione (Rm 7:1 - 6; 12:1 - 2). It explains all hints, prophecies, and instances of salvation in the OT (Rom. 1:17; 3:21; 4:1ff.). Esso spiega tutti i suggerimenti, profezie, e le istanze di salvezza in OT (Rm 1:17; 3:21; 4:1 ss.). It overthrows Jewish exclusivism (Gal. 2:15ff.) and provides the basis on which Christianity becomes a religion for the world (Rom. 1:16; 3:29 - 30). Si rovescia esclusivismo ebraico (Gal 2:15 ss.) E fornisce la base su cui il cristianesimo diventa una religione per il mondo (Rm 1:16, 3:29 - 30). It is the heart of the gospel. È il cuore del Vangelo. Luther justly termed it articulus stantis vel cadentis ecclesiae; a church that lapses from it can scarcely be called Christian. Lutero è giustamente definito articulus stantis o cadentis ecclesiae; una chiesa che decade da essa può difficilmente essere chiamata cristiana.

The Meaning of Justification Il significato della giustificazione

The biblical meaning of "justify" (Hebrew, sadeq; Greek, LXX and NT, dikaioo) is to pronounce, accept, and treat as just, i.e., as, on the one hand, not penally liable, and, on the other, entitled to all the privileges due to those who have kept the law. Il significato biblico di "giustificare" (ebraico, sadeq; greco, LXX e NT, dikaioo) è da pronunciare, accettare, e trattare come giusto, vale a dire, in quanto, da un lato, non penally responsabile, e, dall'altro, Il diritto di tutti i privilegi a causa di coloro che hanno mantenuto la legge. It is thus a forensic term, denoting a judicial act of administering the law in this case, by declaring a verdict of acquittal, and so excluding all possibility of condemnation. Si tratta dunque di un termine forense, che denota un atto giudiziario di amministrare la legge, in questo caso, dichiarando un verdetto di proscioglimento, e sono escluse tutte le possibilità di condanna. Justification thus settles the legal status of the person justified. Motivazione risolve così lo status giuridico della persona giustificata. (See Deut. 25:1; Prov. 17:15; Rom. 8:33 - 34. In Isa. 43:9, 26, "be justified" means "get the verdict.") The justifying action of the Creator, who is the royal Judge of this world, has both a sentential and an executive, or declarative, aspect: God justifies, first, by reaching his verdict and then by sovereign action makes his verdict known and secures to the person justified the rights which are now his due. (Vedi Dt. 25:1; Prov. 17:15; Rom. 8:33 - 34. In Isa. 43:9, 26, "essere giustificato" significa "avere il verdetto.") La giustificare l'azione del Creatore, Che è il reale giudice di questo mondo, è al tempo stesso un sentential e un dirigente, o dichiarativo, aspetto: Dio giustifica, in primo luogo, da raggiungere il suo verdetto e poi da sovrano azione rende noto il suo verdetto e assicura alla persona giustificata i diritti che sono Ora la sua causa. What is envisaged in Isa. Cosa è previsto nella Isa. 45:25 and 50:8, for instance, is specifically a series of events which will publicly vindicate those whom God holds to be in the right. 45:25 e 50:8, per esempio, è in particolare una serie di eventi che rivendicare pubblicamente coloro che Dio tiene ad essere nel giusto.

The word is also used in a transferred sense for ascriptions of righteousness in nonforensic contexts. La parola è usata anche in un certo senso trasferita per ascriptions di giustizia e nonforensic contesti. Thus, men are said to justify God when they confess him just (Luke 7:29; Rom. 3:4 = Ps. 51:4), and themselves when they claim to be just (Job 32:2; Luke 10:29; 16:15). Così, gli uomini sono detto per giustificare confessare Dio quando lui solo (Luca 7:29; Rom. 3:4 = Sal. 51:4), e quando essi stessi sostengono di essere solo (Giobbe 32:2; Luca 10:29 ; 16,15). The passive can be used generally of being vindicated by events against suspicion, criticism, and mistrust (Matt. 11:19; Luke 7:35; I Tim. 3:16). Il passivo può essere utilizzato generalmente di essere rivendicato da manifestazioni contro il sospetto, le critiche e la diffidenza (Matteo 11:19; Luca 7:35; I Tim. 3,16).

In James 2:21, 24 - 25 its reference is to the proof of a man's acceptance with God that is given when his actions show that he has the kind of living, working faith to which God imputes righteousness. E James 2:21, 24 - 25 il suo riferimento è la prova di un uomo che accetta con Dio che è dato quando le sue azioni dimostrano che egli ha il tipo di vita, di lavoro per la fede che Dio imputa la giustizia. James's statement that Christians, like Abraham, are justified by works (vs. 24) is thus not contrary to Paul's insistence that Christians, like Abraham, are justified by faith (Rom. 3:28; 4:1 - 5), but is complementary to it. James's dichiarazione che i cristiani, come Abramo, è giustificato dalle opere (c. 24) non è quindi contrario a Paul's insistenza che i cristiani, come Abramo, sono giustificate dalla fede (Rm 3:28; 4:1 - 5), ma è Complementari ad essa. James himself quotes Gen. 15:6 for exactly the same purpose as Paul does to show that it was faith which secured Abraham's acceptance as righteous (vs. 23; cf. Rom. 4:3ff.; Gal. 3:6ff.). James stesso virgolette Gen 15:6 esattamente per la stessa finalità, come Paolo fa a dimostrare che è stato assicurato che la fede di Abramo accettazione come giusto (c. 23; cfr. Rom. 4:3 ss.; Gal. 3:6 ss.). The justification which concerns James is not the believer's original acceptance by God, but the subsequent vindication of his profession of faith by his life. La giustificazione che riguarda James non è il credente originali di accettazione da Dio, ma la successiva vendetta della sua professione di fede con la sua vita. It is in terminology, not thought, that James differs from Paul. È nella terminologia, e non il pensiero, che differisce da James Paolo.

There is no lexical ground for the view of Chrysostom, Augustine, and the medieval and Roman theologians that "justify" means, or connotes as part of its meaning, "make righteous" (by subjective spiritual renewal). Non vi è alcun motivo per lessicale il punto di vista del Crisostomo, Agostino, e il teologi medievali e romani che "giustificare" significa, o connota come parte del suo significato, "fare giusti" (da soggettiva rinnovamento spirituale). The Tridentine definition of justification as "not only the remission of sins, but also the sanctification and renewal of the inward man" (Sess. VI, ch. vii) is erroneous. La definizione tridentina della giustificazione "non solo la remissione dei peccati, ma anche la santificazione e di rinnovo del perfezionamento attivo uomo" (Sess. VI, cap. Vii), è erronea.

Paul's Doctrine of Justification Paul's Dottrina della Giustificazione

The background of Paul's doctrine was the Jewish conviction, universal in his time, that a day of judgment was coming, in which God would condemn and punish all who had broken his laws. Lo sfondo della dottrina di Paolo è stata la convinzione ebraica, universale e il suo tempo, che un giorno del giudizio è venuta, in cui Dio avrebbe condannare e punire tutti coloro che si era rotto la sua legge. That day would terminate the present world order and usher in a golden age for those whom God judged worthy. Quel giorno potrebbe chiudere l'attuale ordine mondiale e di usciere in un epoca d'oro per coloro che Dio giudicati degni. This conviction, derived from prophetic expectations of "the day of the Lord" (Amos 5:19ff.; Isa. 2:10 - 22; 13:6 - 11; Jer. 46:10; Obad. 15; Zeph. 1:14 - 2:3, etc.) and developed during the intertestamental period under the influence of apocalyptic, had been emphatically confirmed by Christ (Matt. 11:22ff.; 12:36 - 37; etc.). Questa convinzione, derivata da profetica aspettative del "giorno del Signore" (Amos 5:19 ss.; Isa. 2:10 - 22; 13:6 - 11; Ger. 46:10; Obad. 15; Sof. 1: 14 - 2:3, ecc) e sviluppato durante il periodo intertestamental sotto l'influenza di apocalittico, era stato confermato con forza da Cristo (Matteo 11:22 ss.; 12:36 - 37; ecc.) Paul affirmed that Christ himself was the appointed representative through whom God would "judge the world in righteousness" in "the day of wrath and revelation of the righteous judgment of God" (Acts 17:31; Rom. 2:16). Paolo afferma che Cristo stesso era il rappresentante designato attraverso il quale Dio si "giudicare il mondo in giustizia" e "il giorno di ira e di rivelazione del giusto giudizio di Dio" (Atti 17:31; Rom. 2,16). This, indeed, had been Christ's own claim (John 5:27ff.) Questo, infatti, era stata la propria pretesa di Cristo (Giovanni 5:27 ss.)

Paul sets out his doctrine of the judgment day in Rom. Paolo espone la sua dottrina della sentenza giorno in Rom. 2:5 - 16. 2:5 - 16. The principle of judgment will be exact retribution ("to every man according to his works," vs. 6). Il principio della sentenza sarà esatto punizione ( "ad ogni uomo secondo le sue opere", c. 6). The standard will be God's law. Lo standard sarà la legge di Dio. The evidence will be "the secrets of men" (vs. 16); the Judge is a searcher of hearts. Le prove saranno "i segreti degli uomini" (c. 16), il giudice è un cercatore di cuori. Being himself just, he cannot be expected to justify any but the righteous, those who have kept his law (Rom. 2:12 - 13; cf. Exod. 23:7; 1 Kings 8:32). Essere solo se stesso, non può essere previsto per giustificare qualsiasi, ma i giusti, coloro che hanno mantenuto la sua legge (Rm 2:12 - 13; cf. Exod. 23:7; 1 Re 8,32). But the class of righteous men has no members. Ma la classe di uomini giusti non ha membri. None is righteous; all have sinned (Rom. 3:9ff.). Nessuno è giusto; tutti hanno peccato (Rm 3:9 ss.). The prospect, therefore, is one of universal condemnation, for Jew as well as Gentile; for the Jew who breaks the law is no more acceptable to God than anyone else (Rom. 2:17 - 27). La prospettiva, quindi, è uno dei condanna universale, per l'Ebreo così come Gentile, per l'Ebreo che si rompe la legge non è più gradito a Dio di chiunque altro (Rm 2:17 - 27). All men, it seems, are under God's wrath (Rom. 1:18) and doomed. Tutti gli uomini, a quanto pare, sono in collera di Dio (Rm 1,18) e condannati.

Against this black background, comprehensively expounded in Rom. Contro questo sfondo nero, esposta esaurientemente in Rom. 1:18 - 3:20, Paul proclaims the present justification of sinners by grace through faith in Jesus Christ, apart from all works and despite all demerit (Rom. 3:21ff.). 1:18 - 3:20, Paolo proclama la presente giustificazione dei peccatori per grazia mediante la fede in Gesù Cristo, oltre a tutte le opere e, nonostante tutti demerit (Rm 3:21 ss.). This justification, though individually located at the point of time at which a man believes (Rom. 4:2; 5:1), is an eschatological once - for - all divine act, the final judgment brought into the present. Questa la motivazione, anche se singolarmente situato presso il punto di tempo in cui un uomo crede (Rm 4:2, 5:1), è un escatologica una volta - per - tutte agire divino, il giudizio finale ha portato nel presente. The justifying sentence, once passed, is irrevocable. Giustificano la frase, una volta approvata, è irrevocabile. "The wrath" will not touch the justified (Rom. 5:9). "La collera" non toccare il giustificato (Rm 5,9). Those accepted now are secure forever. Quelli accettati adesso sono sicuro di sempre. Inquisition before Christ's judgment seat (Rom. 14:10 - 12; 2 Cor. 5:10) may deprive them of certain rewards (1 Cor. 3:15), but never of their justified status. Inquisizione prima sentenza sede di Cristo (Rm 14,10 - 12; 2 Cor. 5,10) maggio privarli di alcuni premi (1 Cor. 3,15), ma mai del loro stato giustificato. Christ will not call in question God's justifying verdict, only declare, endorse, and implement it. Cristo non chiamata in causa per giustificare verdetto di Dio, solo dichiarare, approvare, e la sua attuazione.

Justification has two sides Motivazione ha due facce

On the one hand, it means the pardon, remission, and nonimputation of all sins, reconciliation to God, and the end of his enmity and wrath (Acts 13:39; Rom. 4:6 - 7; 2 Cor. 5:19; Rom. 5:9ff.). Da una parte, significa che il perdono, la remissione, e nonimputation di tutti i peccati, la riconciliazione con Dio, e la fine delle ostilità e la sua collera (Atti 13:39; Rom. 4:6 - 7; 2 Cor. 5:19 ; Rom. 5:9 ss.). On the other hand, it means the bestowal of a righteous man's status and a title to all the blessings promised to the just: a thought which Paul amplifies by linking justification with the adoption of believers as God's sons and heirs (Rom. 8:14ff.; Gal. 4:4ff.). D'altra parte, significa che il conferimento di un uomo giusto e un titolo di stato a tutte le benedizioni promesso ai soli: un pensiero che Paolo amplifica collegando la motivazione con l'adozione dei credenti come figli di Dio ed eredi (Rm 8:14 ff .; Gal. 4:4 ss.). Part of their inheritance they receive at once: through the gift of the Holy Spirit, whereby God "seals" them as his when they believe (Eph. 1:13), they taste that quality of fellowship with God which belongs to the age to come and is called "eternal life." Parte della loro eredità che essi ricevono in una volta sola: attraverso il dono dello Spirito Santo, il quale Dio "sigilli" come la sua quando si crede (Ef 1,13), ma il gusto che la qualità della comunione con Dio, che appartiene alla età di Venire e si chiama "la vita eterna". Here is another eschatological reality brought into the present: having in a real sense passed through the last judgment, the justified enter heaven on earth. Qui è un'altra realtà escatologica introdotte nel presente: avere in un senso reale passa attraverso l'ultima sentenza, il giustificato entrare il cielo sulla terra.

Here and now, therefore, justification brings "life" (Rom. 5:18), though this is merely a foretaste of the fullness of life and glory which constitutes the "hope of righteousness" (Gal. 5:5) promised to the just (Rom. 2:7, 10), to which God's justified children may look forward (Rom. 8:18ff.). Qui e ora, quindi, la giustificazione porta "vita" (Rm 5,18), anche se questo è solo un assaggio della pienezza della vita e della gloria, che costituisce la "speranza di giustizia" (Gal 5,5) promesso al Solo (Rm 2,7, 10), al quale Dio giustificati i bambini possono guardare in avanti (Rm 8:18 ss.). Both aspects of justification appear in Rom. Entrambi gli aspetti di giustificazione appaiono in Rm. 5:1 - 2, where Paul says that justification brings, on the one hand, peace with God (because sin is pardoned) and, on the other, hope of the glory of God (because the believer is accepted as righteous). 5:1 - 2, dove Paolo dice che la giustificazione porta, da un lato, la pace con Dio (perché il peccato è perdonato), e, dall'altra, la speranza della gloria di Dio (perché il credente è accettato come giusto). Justification thus means permanent reinstatement to favor and privilege, as well as complete forgiveness of all sins. Motivazione quindi significa ripristino permanente a favore e il privilegio, così come completare il perdono di tutti i peccati.

The Ground of Justification Il motivo di giustificazione

Paul's deliberately paradoxical reference to God as "justifying the ungodly" (Rom. 4:5), the same Greek phrase as is used by the LXX in Exod. Paul's volutamente paradossale riferimento a Dio "che giustificano l'empio" (Rm 4,5), la stessa frase greca come viene utilizzato da LXX e Exod. 23:7; Isa. 23:7; Isa. 5:23, of the corrupt judgment that God will not tolerate, reflects his awareness that this is a startling doctrine. 5:23, dei corrotti sentenza che Dio non tollererà, riflette la consapevolezza che si tratta di una dottrina sorprendente. Indeed, it seems flatly at variance with the OT presentation of God's essential righteousness, as revealed in his actions as Legislator and Judge, a presentation which Paul himself assumes in Rom. In effetti, sembra annoiati in contrasto con la presentazione di OT essenziale giustizia di Dio, rivelato in quanto le sue azioni come il Legislatore e Giudice, una presentazione che Paolo stesso si assume in Rom. 1:18 - 3:20. 1:18 - 3:20.

The OT insists that God is "righteous in all his ways" (Ps. 145:17), "a God. . . without iniquity" (Deut. 32:4; cf. Zeph. 3:5). L'OT insiste sul fatto che Dio è "giusto in tutte le sue vie" (Sal 145:17), "un Dio... Senza iniquità" (Dt 32:4; cfr. Sof. 3,5). The law of right and wrong, in conformity to which righteousness consists, has its being and fulfillment in him. La legge del giusto e sbagliato, in conformità alla giustizia, che consiste, ha il suo essere e il compimento in lui. His revealed law, "holy, just and good" as it is (Rom. 7:12; cf. Deut.4:8; Ps. 19:7 - 9), mirrors his character, for he "loves" the righteousness prescribed (Ps. 11:7; 33:5) and "hates" the unrighteousness forbidden (Ps. 5:4 - 6; Isa. 61:8; Zech. 8:17). Ha rivelato la sua legge, "santo, giusto e buono", come è (Rm 7:12; cfr. Deut.4: 8; Sal. 19:7 - 9), riflette il suo carattere, per lui "ama" la giustizia prescritto (Sal 11:7; 33:5) e "odia" vietato l'iniquità (Sal 5:4 - 6; Isa. 61:8; Zc. 8,17). As Judge, he declares his righteousness by "visiting" in retributive judgment idolatry, irreligion, immorality, and inhuman conduct throughout the world (Jer. 9:24; Ps. 9:5ff., 15ff.; Amos 1:3 - 3:2, etc.). Come giudice, egli dichiara la sua giustizia da "visitare" e retributive sentenza idolatria, dall'irreligione, immoralità, e disumano condotta in tutto il mondo (Jer. 9:24; Sal. 9:5 ss., 15ff.; Amos 1:3 - 3: 2, ecc.) "God is a righteous judge, yea, a God that hath indignation every day" (Ps. 7:11, E R V). "Dio è un giusto giudice, yea, un Dio che ha indignazione ogni giorno" (Sal 7:11, ERV). No evildoer goes unnoticed (Ps. 94:7 - 9); all receive their precise desert (Prov. 24:12). Malfattore non passa inosservato (Sal 94:7 - 9); tutti ricevano la loro precisa deserto (Prov. 24:12).

God hates sin, and is impelled by the demands of his own nature to pour out "wrath" and "fury" on those who complacently espouse it (cf. the language of Isa. 1:24; Jer. 6:11; 30:23 - 24; Ezek. 5:13ff.; Deut. 28:63). Dio odia il peccato, ed è spinto dalle esigenze della propria natura a effondere "collera" e "furia" a coloro che abbracciano la compiacenza (cf. la lingua di Isa. 1:24; Ger. 6:11; 30: 23 - 24; Ez. 5:13 ss.; Dt. 28:63). It is a glorious revelation of his righteousness (cf. Isa. 5:16; 10:22) when he does so; it would be a reflection on his righteousness if he failed to do so. Si tratta di una gloriosa rivelazione della sua giustizia (cfr Is. 5:16; 10,22), quando lo fa, ma sarebbe una riflessione sulla sua giustizia, se egli ha omesso di farlo. It seems unthinkable that a God who thus reveals just and inflexible wrath against all human ungodliness (Rom. 1:18) should justify the ungodly. Sembra impensabile che un Dio che rivela così giusta e inflessibile collera contro ogni umana ungodliness (Rm 1,18) dovrebbe giustificare l'empio. Paul, however, takes the bull by the horns and affirms, not merely that God does it, but that he does it in a manner designed "to shew his righteousness, because of the passing over of the sins done aforetime, in the forbearance of God; for the shewing, I say, of his righteousness at this present season: that he might himself be just, and the justifier of him that hath faith in Jesus" (Rom. 3:25 - 26,). Paolo, invece, prende il toro per le corna e si afferma, non solo che Dio non è, ma che lo fa in un modo progettato "mostrato per la sua giustizia, a causa del passaggio dei peccati fatto precedentemente, e la pazienza di Dio, per la shewing, dico, la sua giustizia di presentare in questa stagione: che egli stesso potrebbe essere giusto, e la justifier di colui che ha fede in Gesù "(Rm 3:25 - 26,). The statement is emphatic, for the point is crucial. La dichiarazione è enfatico, per il punto è cruciale.

Paul is saying that the gospel which proclaims God's apparent violation of his justice is really a revelation of his justice. Paolo sta dicendo che il vangelo di Dio che proclama apparente violazione della sua giustizia è veramente una rivelazione della sua giustizia. So far from raising a problem of theodicy, it actually solves one; for it makes explicit, as the OT never did, the just ground on which God pardoned and accepted believers before the time of Christ, as well as since. Quindi, lungi dal sollevare un problema di theodicy, è in realtà uno risolve, per rende esplicito, come l'ha mai OT, il terreno su cui solo Dio perdonato e accettato i credenti prima del tempo di Cristo, così come allora.

Some question this exegesis of Rom. Alcuni esegesi di questa questione Rom. 3:25 - 26 and construe "righteousness" here as meaning "saving action," on the ground that in Isa. 3:25 - 26 e ricostruire "giustizia" qui nel senso di "azione salvifica", per il motivo che, in Isa. 40 - 55 "righteousness" and "salvation" are repeatedly used as equivalents (Isa. 45:8, 19 - 25; 46:13; 51:3 - 6, etc.). 40 - 55 "giustizia" e di "salvezza" sono ripetutamente utilizzato come equivalenti (Isa. 45:8, 19 - 25; 46:13; 51:3 - 6, ecc.) This eliminates the theodicy; all that Paul is saying, on this view, is that God now shows that he saves sinners. Questo elimina il theodicy; tutto ciò che dice Paolo, in questa prospettiva, è che ora mostra che Dio salva i peccatori. The words "just, and" in vs. 26, so far from making the crucial point that God justifies sinners justly, would then add nothing to his meaning and could be deleted without loss. Le parole "giusto, e" nel c. 26, sono lungi dal fare il punto cruciale che Dio giustifica i peccatori giustamente, sarebbe quindi aggiungere nulla al suo significato e potrebbe essere eliminato senza perdita.

However, quite apart from the specific exegetical embarrassments which it creates (for which see V. Taylor, ExpT 50:295ff.), this hypothesis seems groundless, for (1) OT references to God's righteousness normally denote his retributive justice (the usage adduced from Isaiah is not typical), and (2) these verses are the continuation of a discussion that has been concerned throughout (from 1:18 onward) with God's display of righteousness in judging and punishing sin. Tuttavia, al di là delle specifiche esegetica embarrassments che crea (per la quale v. V. Taylor, ExpT 50:295 ss.), Questa ipotesi sembra di fondamento, per (1) OT riferimenti a Dio, la sua giustizia normalmente denotare retributive giustizia (l'uso addotti Da Isaia non è tipico), e (2) questi versi sono il proseguimento di una discussione che ha interessato tutta (da 1:18 in poi) con Dio, la giustizia e la visualizzazione di giudicare e punire il peccato. These considerations decisively fix the forensic reference here. Queste considerazioni decisamente correggere il riferimento qui forense. "The main question with which St. Paul is concerned is how God can be recognized as himself righteous and at the same time as one who declares righteous believers in Christ" (Taylor, p. 299). "La questione principale con St. Paul, che è in questione è come Dio può essere riconosciuto come giusto se stesso e al tempo stesso come colui che dichiara giusti i credenti in Cristo" (Taylor, p. 299). Paul has not (as is suggested) left the forensic sphere behind. Paolo non ha (come suggerito) ha lasciato il campo forense dietro. The sinner's relation to God as just Lawgiver and Judge is still his subject. Il peccatore la relazione con Dio come solo Legislatore e Giudice è ancora il suo oggetto. What he is saying in this paragraph (Rom. 3:21 - 26) is that the gospel reveals a way in which sinners can be justified without affront to the divine justice which, as shown (1:18 - 3:20), condemns all sin. Che cosa sta dicendo in questo paragrafo (Rm 3:21 - 26), che è il Vangelo rivela il modo in cui i peccatori può essere giustificato senza affronto alla giustizia divina, che, come mostrato (1:18 - 3:20), condanna Ogni peccato.

Paul's thesis is that God justifies sinners on a just ground, namely, that the claims of God's law upon them have been fully satisfied. Paul's tesi è che Dio giustifica i peccatori su un solo motivo, cioè, che le rivendicazioni della legge di Dio su di loro sono stati pienamente soddisfatti. The law has not been altered, or suspended, or flouted for their justification, but fulfilled, by Jesus Christ, acting in their name. La legge non è stata modificata, o sospesa, o calpestate per la loro giustificazione, ma compie, per mezzo di Gesù Cristo, che agiscono in loro nome. By perfectly serving God, Christ perfectly kept the law (cf. Matt. 3:15). Da servire perfettamente Dio, Cristo, perfettamente conservato la legge (cfr. Mt. 3,15).

His obedience culminated in death (Phil. 2:8); he bore the penalty of the law in men's place (Gal. 3:13), to make propitiation for their sins (Rom. 3:25). La sua obbedienza è culminata nella morte (Fil 2,8); egli portava la pena di legge e gli uomini del luogo (Gal 3,13), per rendere propiziazione per i loro peccati (Rm 3:25). On the ground of Christ's obedience, God does not impute sin, but imputes righteousness, to sinners who believe (Rom. 4:2 - 8; 5:19). Sul terreno di obbedienza di Cristo, Dio non imputare il peccato, ma imputa giustizia, per i peccatori che credono (Rm 4:2 - 8; 5,19). "The righteousness of God" (i.e., righteousness from God: see Phil. 3:9) is bestowed on them as a free gift (Rom. 1:17; 3:21 - 22; 5:17, cf. 9:30; 10:3 - 10): that is to say, they receive the right to be treated and the promise that they shall be treated, no longer as sinners, but as righteous, by the divine Judge. "La giustizia di Dio" (vale a dire, la giustizia di Dio: cfr Fil. 3,9) è elargito su di loro come un dono gratuito (Rm 1:17, 3:21 - 22; 5:17, cfr. 9:30 ; 10:3 - 10): vale a dire che essi ricevono il diritto di essere trattata e la promessa che devono essere trattate, non più come peccatori, ma come giusto, da parte del Giudice divino. Thus they become "the righteousness of God" in and through him who "knew no sin" personally, but was representatively "made sin" (treated as a sinner and punished) in their stead (2 Cor. 5:21). In tal modo essi diventano "giustizia di Dio" in e attraverso di lui, che "non aveva conosciuto peccato" personalmente, ma è stato rappresentativo "fatto peccato" (trattato come un peccatore e puniti), e il loro posto (2 Cor. 5,21).

This is the thought expressed in classical Protestant theology by the phrase "the imputation of Christ's righteousness," namely, that believers are righteous (Rom. 5:19) and have righteousness (Phil. 3:9) before God for no other reason than that Christ their Head was righteous before God, and they are one with him, sharers of his status and acceptance. Questo è il pensiero espresso nella teologia protestante classica dalla frase "l'imputazione della giustizia di Cristo", cioè, che i credenti sono giusti (Rm 5,19) e di avere giustizia (Fil 3,9), davanti a Dio, per nessun altro motivo se non per Che Cristo loro capo era giusto davanti a Dio, e sono una cosa sola con Lui, partecipi del suo status e accettazione. God justifies them by passing on them, for Christ's sake, the verdict which Christ's obedience merited. Dio li giustifica passando su di essi, per Cristo, il verdetto, che ha meritato l'obbedienza di Cristo. God declares them to be righteous, because he reckons them to be righteous; and he reckons righteousness to them, not because he accounts them to have kept his law personally (which would be a false judgment), but because he accounts them to be united to the one who kept it representatively (and that is a true judgment). Dio li dichiara di essere giusto, perché egli reckons loro di essere giusti, e ha reckons giustizia a loro, non perché egli rappresenta per loro hanno mantenuto la sua legge personalmente (che sarebbe una falsa sentenza), ma perché egli conti loro di essere uniti A colui che è conservato rappresentativo (e questo è un vero sentenza).

For Paul union with Christ is not fancy but fact, the basic fact, indeed, in Christianity; and the doctrine of imputed righteousness is simply Paul's exposition of the forensic aspect of it (see Rom. 5:12ff.). Per Paolo unione con Cristo non è fantasia ma realtà, il fatto fondamentale, infatti, nel cristianesimo, e la dottrina della giustizia imputato è semplicemente Paolo esposizione del forense aspetto di essa (cfr. Rm. 5:12 ss.). Covenantal solidarity between Christ and his people is thus the objective basis on which sinners are reckoned righteous and justly justified through the righteousness of their Savior. Covenantal solidarietà tra Cristo e il suo popolo è quindi la base oggettiva su cui sono calcolati giusti i peccatori e giustamente giustificata attraverso la giustizia del loro Salvatore. Such is Paul's theodicy regarding the ground of justification. Tale è Paul's theodicy per quanto riguarda il motivo di giustificazione.

Faith and Justification Fede e Motivazione

Paul says that believers are justified dia pisteos (Rom. 3:25), pistei (Rom. 3:28), and ek pisteos (Rom. 3:30). Paolo dice che i credenti sono giustificate dia pisteos (Rm 3:25), pistei (Rm 3,28), e ek pisteos (Rm 3:30). The dative and the preposition dia represent faith as the instrumental means whereby Christ and his righteousness are appropriated; the preposition ek shows that faith occasions, and logically precedes, our personal justification. Il dativo e la preposizione dia rappresentare la fede come strumentali quali mezzi di Cristo e la sua giustizia sono stanziati; la preposizione ek mostra che la fede occasioni, e logicamente precede, il nostro personale giustificazione. That believers are justified dia pistin, on account of faith, Paul never says, and would deny. Che i credenti sono giustificate dia pistin, sul conto della fede, Paolo dice mai, e sarebbe negare. Were faith the ground of justification, faith would be in effect a meritorious work, and the gospel message would, after all, be merely another version of justification by works, a doctrine which Paul opposes in all forms as irreconcilable with grace and spiritually ruinous (cf. Rom. 4:4; 11:6; Gal. 4:21 - 5:12). Sono stati fede il terreno di giustificazione, la fede sarebbe in effetti un meritorio lavoro, e il messaggio evangelico che, dopo tutto, è solo un'altra versione di giustificazione da opere, una dottrina che Paolo si oppone a tutte le forme come inconciliabili con la grazia e spiritualmente rovinosa ( Cfr. Rom. 4:4, 11:6; Gal. 4:21 - 5:12).

Paul regards faith, not as itself our justifying righteousness, but rather as the outstretched empty hand which receives righteousness by receiving Christ. Paolo riguarda la fede, non come si giustificano la nostra giustizia, ma piuttosto come il vuoto aperte a mano che riceve giustizia da ricevere Cristo. In Hab. In abit. 2:4 (cited Rom. 1:17; Gal. 3:11) Paul finds, implicit in the promise that the godly man ("the just") would enjoy God's continued favor ("live") through his trustful loyalty to God (which is Habakkuk's point in the context), the more fundamental assertion that only through faith does any man ever come to be viewed by God as just, and hence as entitled to life, at all. 2,4 (cit. Rom. 1:17; Gal. 3,11) Paolo trova, implicito e la promessa che la pietà uomo ( "solo") godrebbe di Dio ha continuato favore ( "vivere"), attraverso la sua fedeltà a Dio fiducioso (Abacuc, che è il punto nel contesto), il più fondamentale affermazione che solo attraverso la fede non mai nessun uomo è venuto per essere viste da Dio come giusto, e, quindi, come il diritto alla vita, a tutti. The apostle also uses Gen. 15:6 ("Abraham believed God, and it was reckoned unto him for righteousness," ERV) to prove the same point (see Gal. 3:6; Rom. 4:3ff.). L'apostolo utilizza inoltre Gen 15,6 ( "Abramo credette a Dio, e fu lui a decorrere per la giustizia", ERV), per dimostrare lo stesso punto (cfr. Gal. 3:6; Rom. 4:3 ss.).

It is clear that when Paul paraphrases this verse as teaching that Abraham's faith was reckoned for righteousness (Rom. 4:5, 9, 22), all he intends us to understand is that faith, decisive, wholehearted reliance on God's gracious promise (vss. 18ff.), was the occasion and means of righteousness being imputed to him. È chiaro che, quando Paolo parafrasi questo versetto come insegnare la fede di Abramo, che è stato contabilizzato per la giustizia (Rm 4:5, 9, 22), egli intende tutti noi a capire che la fede è, decisivo, pieno affidamento sulla grazia di Dio promessa (vss . 18ff.), È stata l'occasione e strumento di giustizia sia imputato a lui. There is no suggestion here that faith is the ground of justification. Non vi è alcun suggerimento qui che la fede è il motivo di giustificazione. Paul is not discussing the ground of justification in this context at all, only the method of securing it. Paolo non è discutere il motivo di giustificazione, in questo contesto, del tutto, solo il metodo di fissaggio. Paul's conviction is that no child of Adam ever becomes righteous before God save on account of the righteousness of the last Adam, the second representative man (Rom. 5:12 - 19); and this righteousness is imputed to men when they believe. Paul's convinzione è che nessun figlio di Adamo, diventa sempre giusto davanti a Dio risparmiare sul conto della giustizia di l'ultimo Adamo, il secondo rappresentante uomo (Rm 5:12 - 19), e questa giustizia è imputato agli uomini quando si crede.

Theologians on the rationalistic and moralistic wing of Protestantism, Socinians, Arminians, and some modern liberals, have taken Paul to teach that God regards man's faith as righteousness (either because it fulfills a supposed new law or because, as the seed of all Christian virtue, it contains the germ and potency of an eventual fulfillment of God's original law, or else because it is simply God's sovereign pleasure to treat faith as righteousness, though it is not righteousness; and that God pardons and accepts sinners on the ground of their faith). Teologi sulla razionalistiche e moralistiche ala del protestantesimo, Socinians, Arminians, moderna e alcuni liberali, hanno preso Paolo di insegnare che Dio riguarda l'uomo, come la fede di giustizia (sia perché essa compie una supposta nuova legge o perché, come il seme di tutte le virtù cristiane , Che contiene il germe e la potenza di un eventuale compimento della legge di Dio originale, oppure semplicemente perché è Dio sovrano piacere per il trattamento di fede, come la giustizia, anche se non è giustizia, e che Dio perdona i peccatori e accetta sul terreno della loro fede ). In consequence, these theologians deny the imputation of Christ's righteousness to believers in the sense explained, and reject the whole covenantal conception of Christ's mediatorial work. Di conseguenza, questi teologi negare l'imputazione della giustizia di Cristo per i credenti nel senso spiegato, e di respingere l'intera covenantal concepimento di Cristo mediatorial lavoro.

The most they can say is that Christ's righteousness was the indirect cause of the acceptance of man's faith as righteousness, in that it created a situation in which this acceptance became possible. La maggior parte si può dire è che la giustizia di Cristo è stata la causa indiretta della accettazione della sua fede, come la giustizia, e che ha creato una situazione in cui l'accettazione è diventato possibile. (Thinkers in the Socinian tradition, believing that such a situation always existed and that Christ's work had no Godward reference, will not say even this.) Theologically, the fundamental defect of all such views is that they do not make the satisfaction of the law the basis of acceptance. (Thinkers in Socinian tradizione, ritenendo che una tale situazione sempre esistito e che l'opera di Cristo non aveva alcun riferimento Godward, non dire anche questo.) Teologico, il difetto fondamentale di tutti questi punti di vista è che non rendere la soddisfazione del diritto La base di accettazione. They regard justification, not as a judicial act of executing the law, but as the sovereign act of a God who stands above the law and is free to dispense with it, or change it, at his discretion. Essi considerano la motivazione, non come un atto giudiziario di esecuzione della legge, ma come un atto sovrano di un Dio che sta di sopra della legge ed è libero di rinunciare ad essa, o modificare, a sua discrezione. The suggestion is that God is not bound by his own law: its preceptive and penal enactments do not express immutable and necessary demands of his own nature, but he may out of benevolence relax and amend them without ceasing to be what he is. Il suggerimento è che Dio non è vincolato dalla propria legge: la sua precettiva e penali testi non esprimono immutabile e necessario esigenze della propria natura, ma egli può benevolenza di relax e modificarle senza smettere di essere quello che è. This, however, seems a wholly unscriptural conception. Questo, però, tutto sembra un unscriptural concepimento.

The Doctrine in History La dottrina e la storia

Interest in justification varies according to the weight given to the scriptural insistence that man's relation to God is determined by law and sinners necessarily stand under his wrath and condemnation. Interesse e motivazione varia a seconda del peso dato alla scritturale insistenza che l'uomo della relazione con Dio è determinato dalla legge e peccatori necessariamente sotto la sua ira e la condanna. The late medieval theologians took this more seriously than any since apostolic times; they, however, sought acceptance through penances and meritorious good works. Tardo medievale teologi hanno preso questo più seriamente di qualsiasi fin dai tempi apostolici, che, tuttavia, ha cercato di accettazione tramite penitenze e le buone opere meritorie. The Reformers proclaimed justification by grace alone through faith alone on the ground of Christ's righteousness alone, and embodied Paul's doctrine in full confessional statements. I riformatori proclamato da sola giustificazione per grazia mediante la fede solo sul terreno della giustizia di Cristo solo, e la dottrina di Paolo incarnato in pieno le dichiarazioni confessionale.

The sixteenth and seventeenth centuries were the doctrine's classical period. XVI e XVII secolo erano la dottrina del periodo classico. Liberalism spread the notion that God's attitude to all men is one of paternal affection, not conditioned by the demands of penal law; hence interest in the sinner's justification by the divine Judge was replaced by the thought of the prodigal's forgiveness and rehabilitation by his divine Father. Liberalismo diffondere l'idea che Dio l'atteggiamento di tutti gli uomini è uno di paterno affetto, non condizionata da esigenze del diritto penale; quindi interesse per la giustificazione del peccatore da parte del giudice divino è stato sostituito dal pensiero di prodigo di perdono e di riabilitazione dal suo divino Padre . The validity of forensic categories for expressing man's saving relationship to God has been widely denied. La validità delle categorie forense per esprimere l'uomo del risparmio rapporto con Dio è stato ampiamente negato. Many neo orthodox thinkers seem surer that there is a sense of guilt in man than that there is a penal law in God, and tend to echo this denial, claiming that legal categories obscure the personal quality of this relationship. Molti neo ortodossa pensatori sembrano certi che vi è un senso di colpa e che l'uomo che vi è un diritto penale in Dio, e tendono a echo questa negazione, sostenendo che le categorie giuridiche oscurare il personale della qualità di questo rapporto. Consequently, Paul's doctrine of justification has received little stress outside evangelical circles, though a new emphasis is apparent in recent lexical work, the newer Lutheran writers, and the Dogmatics of Karl Barth. Di conseguenza, Paul's dottrina della giustificazione ha ricevuto poco al di fuori di stress ambienti evangelici, anche se un nuovo accento è evidente negli ultimi lessicale lavoro, il più recente luterana scrittori, e il Dogmatics di Karl Barth.

J I Packer JI Packer
(Elwell Evangelical Dictionary) (Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliography Bibliografia
Sanday and Headlam, Romans; E D Burton, Galatians; L Morris, The Apostolic Preaching of the Cross; V Taylor, Forgiveness and Reconciliation; Calvin, Institutes 3.11 - 18; J Owen, Justification by Faith; J Buchanan, The Doctrine of Justification; W Cunningham, Historical Theology, II; A Ritschl, Critical History of... Sanday e Headlam, Romani; DE Burton, Galati; L Morris, La predicazione apostolica della Croce; V Taylor, il perdono e la riconciliazione; Calvin, Istituti 3,11 - 18; J Owen, Giustificazione per la Fede; J Buchanan, La Dottrina della Giustificazione; W Cunningham, storiche Teologia, II; Un Ritschl, Storia della Critica ... Justification; C Hodge, Systematic Theology, III; L Berkhof, Systematic Theology; G Quell, T D N T, II; J A Ziesler, The Meaning of Righteousness in Paul; H Seebass and C Brown, N I D N T T, III; H Kung, Justification; G B Stevens, The Christian Doctrine of Salvation; J W Drane, Paul, Libertine or Legalist? Motivazione; C Hodge, Teologia sistematica, III; L Berkhof, Teologia sistematica; G Quell, TDNT, II; JA Ziesler, Il Significato della Giustizia e Paolo; H Seebass e C Brown, NIDNTT, III; H Kung, Motivazione, GB Stevens , La dottrina cristiana della salvezza; Drane JW, Paolo, Libertine o Legalist? E Kasemann, "The Righteousness of God in Paul," in NT Questions of Today; G C Berkouwer, Faith and Justification. E Kasemann, "La Giustizia di Dio e Paolo," Domande e NT di oggi; GC Berkouwer, Fede e Motivazione.


Justification Motivazione

Advanced Information Informazioni avanzata

Justification (noun), denotes "the act of pronouncing righteous, justification, acquittal"; its precise meaning is determined by that of the verb dikaioo, "to justify" (see B); it is used twice in the Ep. Motivazione (sostantivo), denota "l'atto di pronunciare giusti, la giustificazione, proscioglimento", il suo preciso significato è determinato da quello del verbo dikaioo ", per giustificare" (cfr. B), è usato due volte in Ep. to the Romans, and there alone in the NT, signifying the establisment of a person as just by acquittal from guilt. Ai Romani, e non solo nel NT, a significare l'establisment di una persona solo da come assoluzione dalla colpa. In Rom. In Rom. 4:25 the phrase "for our justification," is, lit., "because of our justification" (parallel to the preceding clause "for our trespasses," i.e., because of trespasses committed), and means, not with a view to our "justification," but because all that was necessary on God's part for our "justification" had been effected in the death of Christ. 4:25 la frase "per la nostra giustificazione", è, illuminato. ", A causa della nostra giustificazione" (parallela alla precedente clausola "per i nostri peccati", cioè, a causa dei peccati commessi), e di mezzi, non in vista Il nostro "giustificazione", ma perché tutto ciò che è necessario da parte di Dio per la nostra "giustificazione" era stata effettuata e la morte di Cristo. On this account He was raised from the dead. Su questo conto è stato risuscitato dai morti.

The propitiation being perfect and complete, His resurrection was the confirmatory counterpart. La propiziazione essere perfetto e completo, la sua risurrezione è stata la conferma controparte. In 5:18, "justification of life" means "justification which results in life" (cf. v. 21). Nel 5:18 ", la giustificazione della vita" significa "la motivazione che si traduce in vita" (cfr v. 21). That God "justifies" the believing sinner on the ground of Christ's death, involves His free gift of life. Dio che "giustifica" il peccatore credente sul terreno della morte di Cristo, coinvolge il suo dono gratuito della vita. On the distinction between dikaiosis and dikaioma, see below. Sulla distinzione tra dikaiosis e dikaioma, vedere qui sotto.

In the Sept., Lev. In settembre, Lev. 24:22.


Justification Motivazione

Advanced Information Informazioni avanzata

Justification (noun), has three distinct meanings, and seems best described comprehensively as "a concrete expression of righteousness"; it is a declaration that a person or thing is righteous, and hence, broadly speaking, it represents the expression and effect of dikaiosis (No. 1). Motivazione (sostantivo), ha tre distinti significati, e sembra più esaurientemente descritto come "una concreta espressione di giustizia", è una dichiarazione che una persona o cosa è giusto, e quindi, in generale, essa rappresenta l'espressione e per effetto di dikaiosis (N. 1).

It signifies (a) "an ordinance," Luke 1:6; Rom. Essa significa (a) "un decreto," Luca 1:6; Rom. 1:32, RV, "ordinance," i.e., what God has declared to be right, referring to His decree of retribution (KJV, "judgment"); Rom. 1:32, RV, "decreto", vale a dire, ciò che Dio ha dichiarato di essere di destra, facendo riferimento alla Sua decreto di punizione (KJV, "giudizio"); Rom. 2:26, RV, "ordinances of the Law" (i.e., righteous requirements enjoined by the Law); so 8:4, "ordinance of the Law," i.e., collectively, the precepts of the Law, all that it demands as right; in Heb. 2:26, RV, "le ordinanze della legge" (vale a dire, giusti requisiti ingiunto dalla legge); sono 8:4, "decreto di legge", vale a dire, collettivamente, i precetti della legge, tutto ciò che essa esige come A destra, in Eb. 9:1, 10, ordinances connected with the tabernacle ritual; (b) "a sentence of acquittal," by which God acquits men of their guilt, on the conditions (1) of His grace in Christ, through His expiatory sacrifice, (2) the acceptance of Christ by faith, Rom. 9:1, 10, ordinanze collegato con il tabernacolo rituale; (b) "una sentenza di assoluzione", mediante il quale gli uomini di Dio acquits loro colpa, sulle condizioni (1) della sua grazia in Cristo, per mezzo del suo sacrificio expiatory, ( 2) l'accettazione di Cristo mediante la fede, Rm. 5;16; (c) "a righteous act," Rom. 5; 16; (c), "un atto giusto," Rom. 5:18, "(through one) act of righteousness," RV, not the act of "justification," nor the righteous character of Christ (as suggested by the KJV: dikaioma does not signify character, as does dikaiosune, righteousness), but the death of Christ, as an act accomplished consistently with God's character and counsels; this is clear as being in antithesis to the "one trespass" in the preceding statement. 5:18 ", (attraverso uno) atto di giustizia", RV, e non l'atto di "giustificazione", né il giusto carattere di Cristo (come suggerito dal KJV: dikaioma carattere non significa, come fa dikaiosune, giustizia), Ma la morte di Cristo, come un atto compiuto in coerenza con il carattere di Dio e consigli, questo è chiaro come in antitesi alla "una violazione" nella precedente dichiarazione.

Some take the word here as meaning a decree of righteousness, as in v. 16; the death of Christ could indeed be regarded as fulfilling such a decree, but as the apostle's argument proceeds, the word, as is frequently the case, passes from one shade of meaning to another, and here stands not for a decree, but an act; so in Rev. 15:4, RV, "righteous acts" (KJV, "judgments"), and 19:8, "righteous acts (of the saints)" (KJV, "righteousness"). Alcuni qui prendere la parola nel senso di un decreto di giustizia, come nel v. 16; la morte di Cristo, infatti, potrebbe essere considerato come adempimento di tale decreto, ma, come l'apostolo procede l'argomento, la parola, come è spesso il caso, passa da All'ombra di uno ad un altro significato, e sta qui non per un decreto, ma un atto, in Rev 15:4, RV, "atti giusti" (KJV, "sentenze"), e 19:8, "giusti atti ( Dei santi) "(KJV," giustizia "). Note: For dikaiosune, always translated "righteousness," Righteousness. Nota: Per dikaiosune, sempre tradotto "giustizia", Giustizia.


Justify Giustificare

Advanced Information Informazioni avanzata

Justify (verb), primarily, "to deem to be right," signifies, in the NT, (a) "to show to be right or righteous"; in the passive voice, to be justified, Matt. Giustificare (verbo), in primo luogo, "ritenere di essere di destra," significa, nel NT, (a) "per dimostrare di essere di destra o giusti", e la voce passiva, per essere giustificata, Matt. 11:19; Luke 7:35; Rom. 11:19; Luca 7:35; Rom. 3:4; 1 Tim. 3:4; 1 Tim. 3:16; (b) "to declare to be righteous, to pronounce righteous," (1) by man, concerning God, Luke 7:29 (see Rom. 3:4, above); concerning himself, Luke 10:29; 16:15; (2) by God concerning men, who are declared to be righteous before Him on certain conditions laid down by Him. 3:16; (b) "a dichiarare di essere giusti, di pronunciare giusti", (1) da uomo, per quanto riguarda Dio, Luca 7:29 (cfr. Rm. 3:4, di cui sopra); che lo riguardano, Luca 10:29 ; 16:15; (2) concernente gli uomini da Dio, che sono dichiarati di essere giusto davanti a Lui a determinate condizioni fissate da Lui. Ideally the complete fulfillment of the law of God would provide a basis of "justification" in His sight, Rom. Idealmente la completa realizzazione della legge di Dio sarebbe fornire una base di "giustificazione" e la sua vista, Rm. 2:13. But no such case has occurred in mere human experience, and therefore no one can be "justified" on this ground, Rom. Ma questo caso non si è verificato nella mera esperienza umana, e quindi nessuno può essere "giustificata" su questo terreno, Rm. 3:9-20; Gal. 3:9-20; Gal. 2:16; 3:10, 11; 5:4. 2:16, 3:10, 11; 5:4.

From this negative presentation in Rom. Da questa presentazione in negativo Rom. 3, the apostle proceeds to show that, consistently with God's own righteous character, and with a view to its manifestation, He is, through Christ, as "a propitiation... by (en, "instrumental") His blood," 3:25, RV, "the Justifier of him that hath faith in Jesus" (v. 26), "justification" being the legal and formal acquittal from guilt by God as Judge, the pronouncement of the sinner as righteous, who believes on the Lord Jesus Christ. 3, l'apostolo procede a dimostrare che, in coerenza con Dio giusto carattere, e in vista della sua manifestazione, Egli è, per mezzo di Cristo, come "una propiziazione da ... (it," strumentale "), il suo sangue," 3 : 25, RV, "il Justifier di colui che ha fede in Gesù" (v. 26), "giustificazione" essere legali e formali assoluzione dalla colpa da Dio come giudice, il pronunciamento del peccatore, come giusto, che crede in Signore Gesù Cristo. In v. 24, "being justified" is in the present continuous tense, indicating the constant process of "justification" in the succession of those who believe and are "justified." Nel v. 24, "essere giustificato" è in continuo l'attuale tensione, indicando il costante processo di "giustificazione" e la successione di coloro che credono e sono "giustificate".

In 5:1, "being justified" is in the aorist, or point, tense, indicating the definite time at which each person, upon the exercise of faith, was justified. In 5:1, "essere giustificato" è in aorist, o punto, tesa, indicando il preciso momento in cui ogni persona, dietro l'esercizio della fede, è stata giustificata. In 8:1, "justification" is presented as "no condemnation." In 8:1, "giustificazione" è presentato come "non condanna". That "justification" is in view here is confirmed by the preceding chapters and by verse 34. Che "giustificazione" è in vista qui è confermata da precedenti capitoli e dal versetto 34. In 3:26, the word rendered "Justifier" is the present participle of the verb, lit., "justifying"; similarly in 8:33 (where the article is used), "God that justifieth," is, more lit., "God is the (One) justifying," with stress upon the word "God." In 3:26, la parola resa "Justifier" è il participio presente del verbo, illuminato. "Giustificano"; analogamente a 8:33 (dove l'articolo è utilizzato), "Dio che justifieth," è, più acceso. , "Dio è la giustificano (One)," con lo stress alla parola "Dio". "Justification" is primarily and gratuitously by faith, subsequently and evidentially by works. "Motivazione" è principalmente e gratuitamente dalla fede, e successivamente da evidentially opere.

In regard to "justification" by works, the so-called contradiction between James and the apostle Paul is only apparent. Per quanto riguarda la "motivazione" di opere, la cosiddetta contraddizione tra James e l'apostolo Paolo è solo apparente. There is harmony in the different views of the subject. C'è armonia nei diversi punti di vista del soggetto. Paul has in mind Abraham's attitude toward God, his aceptance of God's word. Paolo ha in mente di Abramo atteggiamento verso Dio, la sua aceptance della parola di Dio. This was a matter known only to God. Questo è stato un problema noto solo a Dio. The Romans epistle is occupied with the effect of this Godward attitude, not upon Abraham's character or actions, but upon the contrast between faith and the lack of it, namely, unbelief, cf. I Romani epistola è occupata con l'effetto di questo atteggiamento Godward, non su Abramo, il carattere o le azioni, ma al momento il contrasto tra la fede e la mancanza di essa, cioè, non credenza, cfr. Rom. 11:20. James (2:21-26) is occupied with the contrast between faith that is real and faith that is false, a faith barren and dead, which is not faith at all. James (2:21-26) è occupato con il contrasto tra fede, che è reale e di fede che è falso, una fede sterile e morto, che non è la fede a tutti.

Again, the two writers have before them different epochs in Abraham's life, Paul, the event recorded in Gen. 15, James, that in Gen. 22. Ancora una volta, i due scrittori hanno davanti a loro diverse epoche e la vita di Abramo, Paolo, l'evento registrato in Gen 15, James, che in Gen 22. Contrast the words "believed" in Gen. 15:6 and "obeyed" in 22:18. Contrasto le parole "creduto" in Gen 15:6 e "obbedito" e 22:18. Further, the two writers use the words "faith" and "works" in somewhat different senses. Inoltre, i due scrittori usare le parole "fede" e di "opere" e un po 'diverse accezioni. With Paul, faith is acceptance of God's word; with James, it is acceptance of the truth of certain statements about God, (v. 19), which may fail to affect one's conduct. Con Paolo, la fede è l'accettazione della parola di Dio; con James, è l'accettazione della verità di certe affermazioni su Dio, (v. 19), che potrebbe non riuscire ad influenzare il comportamento.

Faith, as dealt with by Paul, results in acceptance with God., i.e., "justification," and is bound to manifest itself. La fede, come trattata da Paolo, risultati e accettazione con Dio., Vale a dire, "giustificazione", ed è legato a manifestarsi. If not, as James says "Can that faith save him?" Se non, come dice James "che la fede può salvarlo?" (v. 14). (V. 14). With Paul, works are dead works; with James they are life works. Con Paolo, le opere sono opere morte; con James opere sono vita. The works of which Paul speaks could be quite independent of faith: those referred to by James can be wrought only where faith is real, and they will attest its reality. Le opere di cui parla Paolo potrebbe essere abbastanza indipendente di fede: quelle di cui agli da James può essere battuto solo nel caso in cui la fede è reale, e che attestano la sua realtà. So with righteousness, or "justification": Paul is occupied with a right relationship with God, James, with right conduct. Quindi, con giustizia, o "giustificazione": Paolo è occupato con un giusto rapporto con Dio, James, con il giusto comportamento. Paul testifies that the ungodly can be "justified" by faith, James that only the right-doer is "justified.". Paolo testimonia che l'empio può essere "giustificata" da fede, James che solo il diritto-doer è "giustificata"..


Also, see: Inoltre, si veda:
Sanctification Santificazione
Conversion Conversione
Confession Confessione
Salvation Salvezza
Various Attitudes Atteggiamenti diversi
Supralapsarianism Supralapsarianism
Infralapsarianism Infralapsarianism
Amyraldianism Amyraldianism
Arminianism Arminianism

This subject presentation in the original English language Questo oggetto la presentazione in lingua originale inglese


Send an e-mail question or comment to us: E-mail Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

The main BELIEVE web-page (and the index to subjects) is at http://mb-soft.com/believe/belieita.html Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a http://mb-soft.com/believe/belieita.html