Lord's Prayer, Paternoster, Our FatherPreghiera del Signore

Padre Nostro

General Information Informazioni generali

The Lord's Prayer, or Our Father, is the only formula of Prayer attributed to Jesus Christ. It appears twice in the New Testament: in Matt. La Preghiera del Signore, o Padre nostro, è l'unica formula di preghiera attribuita a Gesù Cristo. Essa appare due volte nel Nuovo Testamento: a Matt. 6:9 - 13 and in a shorter version in Luke 11:2 - 4. 6:9 - 13 e in una versione più breve in Luca 11:2 - 4. In Matthew the prayer is composed of an invocation and seven petitions, the first three asking for God's glorification, the last four requesting divine help and guidance. In Matteo, la preghiera è composto di una invocazione e sette petizioni, i primi tre chiedendo glorificazione di Dio, per gli ultimi quattro chiedere aiuto divino e di orientamento. A final doxology, "For thine is the kingdom. . .," is found in some ancient manuscripts. Un'ultima dossologia, "Per tua è il regno...," Si trova in alcuni manoscritti antichi. Protestants customarily include the doxology in their recitation of the prayer; Roman Catholics do not, although it is added in the new order of Mass. The prayer, known in Latin as the Pater Noster, is the principal prayer and a unifying bond of Christians. Protestanti abitualmente la dossologia includere nella loro recita della preghiera; non cattolici, anche se è aggiunto il nuovo ordine della Messa La preghiera, conosciuto in latino come il Pater Noster, è il principale catalizzatore di preghiera e di un vincolo di cristiani.

BELIEVE Religious Information Source web-siteCREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
BELIEVE Religious Information SourceCREDERE Informazione Religiosa Fonte
Our List of 2,300 Religious Subjects

Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mailE-mail
L L Mitchell LL Mitchell

Bibliography Bibliografia
L Boff, The Lord's Prayer (1983). L Boff, La Preghiera del Signore (1983).


Lord's Prayer Preghiera del Signore

Advanced Information Informazioni avanzata

The Lord's Prayer is the name given to the only form of prayer Christ taught his disciples (Matt. 6:9-13). La Preghiera del Signore è il nome dato alla sola forma di preghiera Cristo ha insegnato ai suoi discepoli (Mt 6:9-13). The closing doxology of the prayer is omitted by Luke (11: 2-4), also in the R.V. La chiusura dossologia della preghiera è omesso di Luca (11, 2-4), anche in RV of Matt. Di Matt. 6:13. This prayer contains no allusion to the atonement of Christ, nor to the offices of the Holy Spirit. Questa preghiera non contiene alcuna allusione alla espiazione di Cristo, né agli uffici dello Spirito Santo. "All Christian prayer is based on the Lord's Prayer, but its spirit is also guided by that of His prayer in Gethsemane and of the prayer recorded John 17. The Lord's Prayer is the comprehensive type of the simplest and most universal prayer." "Tutti preghiera cristiana è basata sulla Preghiera del Signore, ma il suo spirito è guidata anche da quello della sua preghiera nel Getsemani e la preghiera di Giovanni registrati 17. La Preghiera del Signore è il tipo di completa il più semplice e universale di preghiera".

(Easton Illustrated Dictionary) (Easton Illustrated Dictionary)


Lord's Prayer Preghiera del Signore

Advanced Information Informazioni avanzata

The meaning of Jesus' pattern for prayer in Matt. Il significato di Gesù 'modello per la preghiera e Matt. 6:9-13 needs to be sought in the wider context of the units 6:5-13 and 6:1-18. 6:9-13 deve essere ricercata in un contesto più ampio delle unità 6:5-13 e 6:1-18. The larger units indicate that Jesus is contrasting surface language with depth language in worship of God. La più grande unità di indicare che Gesù è in contrasto con la profondità di superficie lingua lingua nel culto di Dio. The prayer is not a set form that he himself prayed or asked his disciples to pray, but illustrates the type of prayer appropriate to the person who worships deeply without hypocrisy. La preghiera non è un insieme forma che egli stesso ha pregato e ha chiesto ai suoi discepoli a pregare, ma illustra il tipo di preghiera appropriata per la persona che adora profondamente senza ipocrisia. The entire Sermon on the Mount (Matt. 5-7) takes its cue from Jesus' declaration in 5:20: "For I tell you, unless your righteousness exceeds that of the Scribes and Pharisees, you will never enter the kingdom of heaven." L'intero discorso della montagna (Mt 5-7) prende spunto da Gesù 'nella dichiarazione 5:20: "Vi dico, a meno che la vostra giustizia supera quello dei scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli ". Three expressions of genuine worship are given in germinal form in 6:1-18: (1) almsgiving (2-4); (2) prayer (5-6, with 7-15 as pattern); and (3) fasting (16-18). Tre manifestazioni di vero e proprio culto sono in forma germinale e 6:1-18: (1) l'elemosina (2-4), (2) la preghiera (5-6, 7-15, come modello), e (3) il digiuno ( 16-18). The theme of 5:20 is applied to these three areas and is articulated in the warning, "Beware of practicing your piety before men in order to be seen by them; for then you will have no reward from your Father who is in heaven" (6:1). Il tema della 5:20 viene applicata a questi tre settori e si articola in avvertimento, "Beware di praticare la tua pietà davanti agli uomini per essere visti da loro, per poi lei non avrà alcuna ricompensa dal vostro Padre che è nei cieli" (6:1). The warning is against play acting before a human audience; those who give, pray, or fast superficially will have their reward (refrain a, repeated in 6:2, 5, 16). L'avvertimento è di agire prima di giocare contro un uomo pubblico; coloro che dare, pregare, o veloce superficialmente avranno la loro ricompensa (astenersi uno, ripetuta in 6:2, 5, 16). Those who pray genuinely will receive their reward from God who sees en to krypto, "in secret" (refrain b, repeated in 6:3-4, 6, 17-18). Coloro che pregano veramente riceveranno la loro ricompensa da Dio, che vede a krypto it ", in segreto" (astenersi b, ripetuta in 6:3-4, 6, 17-18). The sentence and paragraph flow of 6:1-18 (with 6:19-21 as summary) brings out the antithetic contrasts of surface/depth motifs and illustrates the dominical pattern of Jesus' teaching that is picked up by Paul in his contrasts of living kata sarka, "according to the flesh," and kata pneuma, "according to the Spirit" (e.g., Gal. 5:16-24). La frase, e il paragrafo flusso di 6:1-18 (con 6:19-21 come sintesi) porta il antitetica contrasti di superficie / profondità motivi e illustra il modello di Gesù dominical 'insegnamento che viene prelevato da Paolo nella sua contrasti di Kata sarka vivente ", secondo la carne", e la parola pneuma, "secondo lo Spirito" (ad esempio, Gal. 5:16-24).

The eschatological age has broken in with the coming of Jesus, and now the law is no longer inscribed in stone but in the heart (Jer. 31:33). Escatologico età e ha rotto con la venuta di Gesù, e ora la legge non è più iscritta in pietra, ma nel cuore (Jer. 31,33). True prayer is to be a deep and spontaneous response to God, not a superficial game played out in public simply to curry favor with the world. Vera preghiera è quello di essere una profonda e spontanea risposta a Dio, non è un gioco superficiale svolto in pubblico semplicemente per favore al curry con il mondo. The flow of thought in the larger unit of 6:1-18, with the summary of 6:19-21, makes clear the serious contrast of opposites in which the Lord's Prayer is to be understood. Il flusso di pensiero e la più grande unità di 6:1-18, con il riepilogo delle 6:19-21, rende evidente la grave contrasto di opposti in cui la Preghiera del Signore è quella di essere capito.

Luke's location of the corresponding prayer (Luke 11:1-4) in the immediate context of Mary and Martha ("Martha, Martha, you are anxious and troubled about many things;...Mary has chosen the good portion, which shall not be taken away from her," 10:41-42) and the importuned friend and related sayings ("Ask, and it will be given you," 11:9; "how much more will the heavenly Father give the Holy Spirit to those who ask him," 11:13) indicates his similar understanding of the underlying meaning of Jesus' ordering of values in the new age. Luke's posizione del corrispondente preghiera (Luca 11:1-4) nel contesto immediato di Maria e di Marta ( "Marta, Marta, tu sei ansioso e turbato su molte cose; ... Maria ha scelto la parte migliore, che non Essere portato via da lei, "10:41-42) e il importuned amico e le relative parole (" Chiedete e vi sarà dato ", 11:9;" quanto più il Padre celeste dà lo Spirito Santo a coloro Che glielo chiedono ", 11:13) indica il suo simile comprensione del significato sottostante di Gesù 'ordinamento dei valori nella nuova era.

Viewed in context of Jesus' eschatological contrasts, the Lord's Prayer provides a summary model for properly ordering the priorities of the kingdom. Viste nel contesto di Gesù 'escatologico contrasti, la Preghiera del Signore fornisce un modello per la sintesi di ordinazione correttamente le priorità del regno. Both Matt. Entrambi Matt. 6:9-13 and Luke 11:2-4 preserve Jesus' order: first God, then human needs. 6:9-13 e Luca 11:2-4 preservare Gesù 'ordine: prima Dio, poi i bisogni umani. While Jesus makes use of Jewish sources in forming the prayer, he does not design it to be used as a set liturgical piece but as a model for the responsive heart in view of the demands of the new age. Mentre Gesù fa uso di fonti ebraiche nel formare la preghiera, egli non è il design ad essere utilizzato come un insieme liturgica pezzo, ma come un modello per il cuore di rispondere in vista delle esigenze della nuova età. The prayer follows a common outline in both Matthew and Luke: La preghiera segue uno schema comune in entrambi Matteo e di Luca:

  1. Petition to the Father for his glory Petizione al Padre per la sua gloria

  2. Address to the Father for human needs Indirizzo al Padre per i bisogni umani

The doxology commonly used to conclude the prayer is not well attested in the manuscript traditions, though it is consonant with the original theme. La dossologia comunemente usati per concludere la preghiera non è ben attestata nel manoscritto tradizioni, ma è consonante con l'originale tema.

R G Gruenler RG Gruenler

Bibliography Bibliografia
J. Calvin, Institutes 3.20.34ff.; F. Chase, The Lord's Prayer in the Early Church; R. Guelich, The Sermon on the Mount; J. Jeremias, The Lord's Prayer; E. Lohmeyer, The Lord's Prayer; W. Luthi, The Lord's Prayer, an Exposition. J. Calvin, Istituti 3.20.34ff.; Chase F., La Preghiera del Signore e la Chiesa; R. Guelich, Il discorso della montagna; Jeremias J., La Preghiera del Signore; E. Lohmeyer, La Preghiera del Signore; W. Luthi, La Preghiera del Signore, un Exposition.


Lord's Prayer Preghiera del Signore

Advanced Catholic Information avanzate cattolica informazioni

Although the Latin term oratio dominica is of early date, the phrase "Lord's Prayer" does not seem to have been generally familiar in England before the Reformation. Anche se il termine latino oratio dominica è la data di inizio, la frase "Preghiera del Signore" non sembrano essere state generalmente familiare in Inghilterra prima della Riforma. During the Middle Ages the "Our Father" was always said in Latin, even by the uneducated. Durante il Medioevo il "Padre nostro" è sempre stato detto in latino, anche da ignoranti. Hence it was then most commonly known as the Pater noster . Di conseguenza, è stato quindi più comunemente conosciuto come il Pater noster. The name "Lord's prayer" attaches to it not because Jesus Christ used the prayer Himself (for to ask forgiveness of sin would have implied the acknowledgment of guilt) but because He taught it to His disciples. Il nome di "preghiera del Signore" non attribuisce ad esso, perché Gesù Cristo stesso utilizzato la preghiera (per chiedere perdono del peccato avrebbe comportato il riconoscimento di colpa), ma perché Egli ha insegnato ai suoi discepoli. Many points of interest are suggested by the history and employment of the Our Father. Molti punti di interesse sono suggerite dalla storia e di occupazione del Padre Nostro. With regard to the English text now in use among Catholics, we may note that this is derived not from the Rheims Testament but from a version imposed upon England in the reign of Henry VIII, and employed in the 1549 and 1552 editions of the "Book of Common Prayer". Per quanto riguarda il testo in lingua inglese adesso in uso tra i cattolici, si può notare che questo non è derivato dal Reims Testamento, ma da una versione imposto su Inghilterra e il regno di Enrico VIII, e occupato nel 1549 e 1552 le edizioni del "Libro Di preghiera comune ". From this our present Catholic text differs only in two very slight particulars: "Which art" has been modernized into "who art", and "in earth" into "on earth". Da questo nostro presente cattolica testo differisce solo in due elementi molto leggera: "Quale arte" è stata modernizzata in ", che l'arte", e "a terra" in "sulla terra". The version itself, which accords pretty closely with the translation in Tyndale's New Testament, no doubt owed its general acceptance to an ordinance of 1541 according to which "his Grace perceiving now the great diversity of the translations (of the Pater noster etc.) hath willed them all to be taken up, and instead of them hath caused an uniform translation of the said Pater noster, Ave, Creed, etc. to be set forth, willing all his loving subjects to learn and use the same and straitly commanding all parsons, vicars and curates to read and teach the same to their parishioners". La versione stessa, che piuttosto stretto accordi con la traduzione in Tyndale del Nuovo Testamento, senza dubbio la sua accettazione generale dovuto a un decreto del 1541, secondo la quale "la sua Grazia percepire adesso la grande diversità delle traduzioni (del Pater noster ecc) ha Voluto a tutti di essere ripreso, e invece di loro ha provocato un uniforme traduzione di detto Pater noster, Ave, Credo, ecc, al fine di essere enunciate, disposti tutti i soggetti sua amorevole per apprendere e utilizzare la stessa e straitly comandare tutte parsons , Vicari e vicari insegnare a leggere e lo stesso per i loro parrocchiani ". As a result the version in question became universally familiar to the nation, and though the Rheims Testament, in 1581, and King James's translators, in 1611, provided somewhat different renderings of Matthew 6:9-13, the older form was retained for their prayers both by Protestants and Catholics alike. Come risultato la versione in questione divenne universalmente noto a nazione, e se la Reims Testamento, nel 1581 1611, a condizione che un po 'diverse rendering di Matteo 6:9-13, la forma più vecchio è stato conservato per la loro Preghiere sia da protestanti e cattolici.

As for the prayer itself the version in St. Luke, xi, 2-4, given by Christ in answer to the request of His disciples, differs in some minor details from the form which St. Matthew (vi, 9-15) introduces in the middle of the Sermon on the Mount, but there is clearly no reason why these two occasions should be regarded as identical. Come per la preghiera stessa versione in San Luca, xi, 2-4, donata da Cristo, in risposta alla richiesta dei suoi discepoli, differisce in alcuni dettagli minori dalla forma che san Matteo (vi, 9-15), introduce Nel mezzo del discorso della montagna, ma non vi è alcuna ragione per cui chiaramente queste due occasioni, dovrebbero essere considerati come identici. It would be almost inevitable that if Christ had taught this prayer to His disciples He should have repeated it more than once. Sarebbe quasi inevitabile che, se Cristo ha insegnato questa preghiera ai suoi discepoli Egli avrebbe ripetuto più di una volta. It seems probable, from the form in which the Our Father appears in the "Didache" (q.v.), that the version in St. Matthew was that which the Church adopted from the beginning for liturgical purposes. Sembra probabile, dalla forma in cui appare il Padre Nostro e il "Didachè" (qv), che la versione di San Matteo, è stato quello che la Chiesa ha adottato sin dall'inizio per scopi liturgici. Again, no great importance can be attached to the resemblances which have been traced between the petitions of the Lord's prayer and those found in prayers of Jewish origin which were current about the time of Christ. Ancora una volta, grande importanza non può essere collegata al somiglianze che sono state rintracciate tra le petizioni del Signore e la preghiera di quelle che si trovano nelle preghiere di origine ebraica che erano in corso circa il tempo di Cristo. There is certainly no reason for treating the Christian formula as a plagiarism, for in the first place the resemblances are but partial and, secondly we have no satisfactory evidence that the Jewish prayers were really anterior in date. Non vi è certamente alcun motivo per trattare la formula cristiana come un plagio, per, in primo luogo, la somiglianza, ma sono parziali e, in secondo luogo, non abbiamo alcuna prova sufficiente che l'ebraico preghiere erano veramente in data anteriore.

Upon the interpretation of the Lord's Prayer, much has been written, despite the fact that it is so plainly simple, natural, and spontaneous, and as such preeminently adapted for popular use. Al momento l'interpretazione della Preghiera del Signore, molto è stato scritto, nonostante il fatto che essa è così chiaramente semplice, naturale e spontaneo, e come tale eminentemente popolare adattato per l'uso. In the quasi-official "Catechismus ad parochos", drawn up in 1564 in accordance with the decrees of the Council of Trent, an elaborate commentary upon the Lord's Prayer is provided which forms the basis of the analysis of the Our Father found in all Catholic catechisms. In quasi-1564 in conformità con i decreti del Concilio di Trento, un commento su di elaborare la Preghiera del Signore è previsto che costituisce la base delle analisi del Padre Nostro in tutte cattolica Catechismi. Many points worthy of notice are there emphasized, as, for example, the fact that the words "On earth as it is in Heaven" should be understood to qualify not only the petition "Thy will be done", but also the two preceding, "hallowed be Thy name" and "Thy Kingdom come". Molti punti degni di nota vi sono sottolineato, come, per esempio, il fatto che le parole "Sulla terra come in cielo" dovrebbe essere inteso qualificare non solo la petizione "sia fatta la tua volontà", ma anche i due precedenti, "Sia santificato il tuo nome" e "Venga il tuo Regno".

The meaning of this last petition is also very fully dealt with. Il significato di questa ultima petizione è anche molto pienamente affrontato. The most conspicuous difficulty in the original text of the Our Father concerns the interpretation of the words artos epiousios which in accordance with the Vulgate in St. Luke we translate "our daily bread", St. Jerome, by a strange inconsistency, changed the pre-existing word quotidianum into supersubstantialem in St. Matthew but left quotidianum in St. Luke. La più cospicua difficoltà nel testo originale del Padre Nostro riguarda l'interpretazione delle parole artos epiousios che, in conformità con la Vulgata di San Luca ci tradurre "il nostro pane quotidiano", San Girolamo, per una strana contraddizione, è cambiato il pre - Esistente parola quotidianum in supersubstantialem di San Matteo, ma a sinistra quotidianum a San Luca. The opinion of modern scholars upon the point is sufficiently indicated by the fact that the Revised Version still prints "daily" in the text, but suggests in the margin "our bread for the coming day", while the American Committee wished to add "our needful bread". Il parere di studiosi moderni sul punto è sufficientemente indicato dal fatto che la versione riveduta ancora stampe "quotidiano" e il testo, ma suggerisce a margine "il nostro pane per i prossimi giorni", mentre il comitato americano ha voluto aggiungere "la nostra Necessario pane ". Lastly may be noted the generally received opinion that the rendering of the last clause should be "deliver us from the evil one", a change which justifies the use of "but" in stead of "and" and practically converts the two last clauses into one and the same petition. Infine può essere osservato in genere ricevuto il parere che il rendering degli ultimi clausola dovrebbe essere "liberaci dal male", un cambiamento che giustifica l'uso di ", ma" invece di "e" e praticamente converte le ultime due clausole in Un solo e medesimo petizione. The doxology "for Thine is the Kingdom", etc., which appears in the Greek textus receptus and has been adopted in the later editions of the "Book of Common Prayer", is undoubtedly an interpolation. La dossologia "per la Tua è il Regno", ecc, che appare in greco fotoricettore receptus ed è stato approvato nella successiva edizioni del "Libro della preghiera comune", è senza dubbio uno di interpolazione.

In the liturgy of the Church the Our Father holds a very conspicuous place. Nella liturgia della Chiesa, il Padre Nostro in possesso di un luogo molto cospicua. Some commentators have erroneously supposed, from a passage in the writings of St. Gregory the Great (Ep., ix, 12), that he believed that the bread and wine of the Eucharist were consecrated in Apostolic times by the recitation of the Our Father alone. Alcuni commentatori hanno erroneamente suppone, da un passaggio negli scritti di san Gregorio Magno (Ep., ix, 12), che egli credeva che il pane e il vino dell'Eucaristia sono stati consacrati in tempi apostolici dalla recita del Padre Nostro Solo. But while this is probable not the true meaning of the passage, St. Jerome asserted (Adv. Pelag., iii, 15) that "our Lord Himself taught His disciples that daily in the Sacrifice of His Body they should make bold to say 'Our Father' etc." Ma mentre questo non è probabile il vero significato del brano, ha affermato S. Girolamo (Adv. Pelag., Iii, 15) che "il nostro Signore stesso ha insegnato i Suoi discepoli, che ogni giorno nel sacrificio del suo Corpo che dovrebbe rendere grassetto dire ' Padre nostro ', ecc " St. Gregory gave the Pater its present place in the Roman Mass immediately after the Canon and before the fraction, and it was of old the custom that all the congregation should make answer in the words "Sed libera nos a malo". San Gregorio ha dato la sua attuale Pater posto nella Messa romana subito dopo la Canon e la prima frazione, ed era l'usanza di vecchi che tutti devono fare la congregazione risposta nelle parole "Sed libera nos pochi". In the Greek liturgies a reader recites the Our Father aloud while the priest and the people repeat it silently. In greco liturgie un lettore la recita del Padre Nostro, ad alta voce, mentre il sacerdote e il popolo lo ripeto in silenzio. Again in the ritual of baptism the recitation of the Our Father has from the earliest times been a conspicuous feature, and in the Divine Office it recurs repeatedly besides being recited both at the beginning and the end. Ancora una volta e il rituale del battesimo la recita del Padre Nostro è, fin dai primi tempi stata una cospicua funzione, e in essa il Divino Ufficio ricorre ripetutamente oltre ad essere recitato sia all'inizio e alla fine.

In many monastic rules, it was enjoined that the lay brothers, who knew no Latin, instead of the Divine office should say the Lord's Prayer a certain number of times (often amounting to more than a hundred) per diem . In molti regole monastiche, è stato ingiunto di fratelli laici, che non conosceva il latino, invece del Divino ufficio dovrebbe dire la Preghiera del Signore un certo numero di volte (spesso pari a più di un centinaio) giornaliere. To count these repetitions they made use of pebbles or beads strung upon a cord, and this apparatus was commonly known as a "pater-noster", a name which it retained even when such a string of beads was used to count, not Our Fathers, but Hail Marys in reciting Our Lady's Psalter, or in other words in saying the rosary. Per contare queste ripetizioni che hanno fatto uso di ciottoli o perline strung su un cavo, e questo apparecchio è stato comunemente conosciuto come "pater noster-", un nome che ha mantenuto anche quando tale stringa di perline è stato usato per contare, non Our Fathers , Ma Ave Maria e la Madonna recitando il salterio, o in altre parole, a dire il rosario.

Herbert Thurston Herbert Thurston

The Catholic Encyclopedia, Volume IX L'Enciclopedia Cattolica, Volume IX


Lord's Prayer Preghiera del Signore

Jewish Viewpoint Information Punto di vista ebraico informazioni

Name given by the Christian world to the prayer which Jesus taught his disciples (Matt. vi. 9-13; Luke xi. 1-4). Nome dato da cristiano il mondo per la preghiera che Gesù ha insegnato ai suoi discepoli (Mt voi. 9-13; Luca xi. 1-4). According to Luke the teaching of the prayer was suggested by one of Jesus' disciples who, on seeing him holding communion with God in prayer, asked him to teach them also to pray, as John the Baptist had similarly taught his disciples a certain form of prayer. Secondo Luca l'insegnamento della preghiera è stato suggerito da uno di Gesù 'discepoli, che, vedendo lo svolgimento comunione con Dio nella preghiera, gli chiese anche di insegnare loro a pregare, come Giovanni Battista aveva analogamente ha insegnato ai suoi discepoli una certa forma di Preghiera. Obviously, then, the latter was of a similar character. Ovviamente, quindi, quest'ultimo è stato di carattere analogo. From the Talmudic parallels (Tosef., Ber. iii. 7; Ber. 16b-17a, 29b; Yer. Ber. iv. 7d) it may be learned that it was customary for prominent masters to recite brief prayers of their own in addition to the regular prayers; and there is indeed a certain similarity noticeable between these prayers and that of Jesus. Dal talmudica paralleli (Tosef., Ber. Iii. 7; Ber. 16b-17 bis, 29 ter; Yer. Ber. Iv. 7d), che possono essere apprese che era consuetudine per eminenti maestri breve a recitare le preghiere dei propri in aggiunta Per la regolare preghiere, e non vi è in effetti una certa somiglianza evidente tra queste preghiere, e che di Gesù.

As the following extracts from the Revised Version show, the prayer in Luke is much shorter than that in Matthew, from which it differs, too, in expression. Come le seguenti estratti della versione riveduta spettacolo, la preghiera in Luca è molto più breve di quella di Matteo, da cui si differenzia, anche, e di espressione. Possibly both were in circulation among the early Christians; the one in Matthew, however, is of a later origin, as is shown below: Forse entrambi erano in circolazione tra i primi cristiani, quella di Matteo, invece, è di un secondo origine, come è indicato qui sotto:

Matthew Matteo Luke Luca
Our Father which art in heaven, Hallowed be thy name. Padre nostro che sei nei cieli, Sia santificato il tuo nome. Father, Hallowed be thy name. Padre, Sia santificato il tuo nome.
Thy Kingdom come. Venga il tuo Regno. Thy will be done, as in heaven so on earth. Sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Thy Kingdom come. Venga il tuo Regno.
Give us this day our daily [Greek: apportioned or needful] bread. Dacci oggi il nostro quotidiano [greco: ripartito o necessario] pane. Give us day by day our daily [apportioned] bread. Dacci di giorno in giorno il nostro quotidiano [attribuiti] pane.
And forgive us our debts, as we also have forgiven our debtors. E rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori. And forgive us our sins: for we ourselves also forgive every one that is indebted to us. E rimetti a noi i nostri peccati: per noi stessi anche perdonare ogni uno che è in debito con noi.
And bring us not into temptation, but deliver us from the evil one. E non ci mettono in tentazione, ma liberaci dal male. [Addition in many manuscripts: For thine is the kingdom, and the power, and the glory, for ever. [Aggiunta, in molti manoscritti: Per la tua è il regno, e la potenza e la gloria, per sempre. Amen.] And bring us not into temptation. E non ci mettono in tentazione.
The prayer is a beautiful combination or selection of formulas of prayer in circulation among the Hasidæan circles; and there is nothing in it expressive of the Christian belief that the Messiah had arrived in the person of Jesus. La preghiera è una splendida combinazione di selezione o di formule di preghiera in circolazione tra i Hasidæan circoli, e non vi è nulla in essa espressiva della fede cristiana che il Messia era arrivato nella persona di Gesù. On the contrary, the first and principal part is a prayer for the coming of the kingdom of God, exactly as is the Ḳaddish, with which it must be compared in order to be thoroughly understood. Al contrario, il primo e principale parte è una preghiera per la venuta del regno di Dio, esattamente come è il Ḳaddish, con la quale essa deve essere paragonata, per essere capito a fondo.

Original Form and Meaning. Forma e significato originale.

The invocation "Our Father" = "Abinu" or Abba (hence in Luke simply "Father") is one common in the Jewish liturgy (see Shemoneh 'Esreh, the fourth, fifth, and sixth benedictions, and comp. especially in the New-Year's ritual the prayer "Our Father, our King! Disclose the glory of Thy Kingdom unto us speedily"). L'invocazione "Padre nostro" = "Abinu" o Abba (quindi in Luca semplicemente "Padre") è una comune nella liturgia ebraica (vedi Shemoneh 'Esreh, il quarto, quinto, sesto e benedictions, e comp. Specialmente nel Nuovo - Anno 's rituale, la preghiera "Padre nostro, il nostro re! Divulgare la gloria del tuo regno, noi rapidamente"). More frequent in Hasidæan circles was the invocation "Our Father who art in heaven" (Ber. v. 1; Yoma viii. 9; Soṭah ix, 15; Abot v. 20; Tosef., Demai, ii. 9; and elsewhere: "Yehi raẓon mi-lifne abinu she-bashamayim," and often in the liturgy). Più frequente nei circoli Hasidæan è stata l'invocazione "Padre nostro che sei nei cieli" (Ber. v. 1; Yoma viii. 9; Soṭah ix, 15; Abot v. 20; Tosef., Demai, ii. 9, e altrove: "Yehi raẓon mi-lifne abinu lei-bashamayim", e spesso nella liturgia). A comparison with the Ḳaddish ("May His great name be hallowed in the world which He created, according to His will, and may He establish His Kingdom . . . speedily and at a near time"; see Baer, "'Abodat Yisrael," p. 129, note), with the Sabbath "Ḳedushshah" ("Mayest Thou be magnified and hallowed in the midst of Jerusalem . . . so that our eyes may behold Thy Kingdom"), and with the "'Al ha-Kol" (Massek. Soferim xiv. 12, and prayer-book: "Magnified and hallowed . . . be the name of the supreme King of Kings in the worlds which He created, this world and the world to come, in accordance with His will . . . and may we see Him eye to eye when He returneth to His habitation") shows that the three sentences, "Hallowed be Thy name," "Thy Kingdom come," and "Thy will be done on earth as in heaven," originally expressed one idea only-the petition that the Messianic kingdom might appear speedily, yet always subject to God's will. Un confronto con la Ḳaddish ( "Possa il suo grande nome essere santificato nel mondo, che ha creato, secondo la Sua volontà, e può Egli stabilire il suo Regno... Rapidamente e ad un tempo vicino"; vedere Baer, " 'Abodat Yisrael, P. 129, nota), con il sabato "Ḳedushshah" ( "Tu Mayest essere ingrandito e santificato in mezzo a Gerusalemme... In modo che i nostri occhi può ecco Venga il tuo Regno"), e con la " 'Al Kol ha - "(Massek. Soferim xiv. 12, e-libro di preghiera:" ingrandita e santificato... Essere il nome del supremo re dei re e il mondo che ha creato, questo mondo e il mondo a venire, in conformità con la sua volontà ... E possiamo vedere Lui occhio a occhio quando Egli returneth alla sua abitazione "), mostra che le tre frasi," Hallowed essere Venga il tuo nome "," Venga il tuo Regno ", e che" sia fatta la tua volontà in terra come in cielo, "Originariamente idea espressa uno solo-la petizione che il regno messianico potrebbe apparire rapidamente, ma sempre soggetto alla volontà di Dio. The hallowing of God's name in the world forms part of the ushering in of His kingdom (Ezek. xxxviii. 23), while the words "Thy will be done" refer to the time of the coming, signifying that none but God Himself knows the time of His "divine pleasure" ("raẓon"; Isa. lxi. 2; Ps. lxix. 14; Luke ii. 14). Il hallowing del nome di Dio nel mondo fa parte del aprendo e del suo regno (Ezek. xxxviii. 23), mentre le parole "sia fatta la tua volontà" si riferiscono al tempo della venuta, a significare che Dio stesso, ma nessuno conosce il Il suo tempo di "piacere divino" ( "raẓon"; Isa. Lxi. 2; Sal. Lxix. 14; Luca ii. 14). The problem for the followers of Jesus was to find an adequate form for this very petition, since they could not, like the disciples of John and the rest of the Essenes, pray "May Thy Kingdom come speedily" in view of the fact that for them the Messiah had appeared in the person of Jesus. Il problema per i seguaci di Gesù era quello di trovare una forma adeguata per questa petizione, dal momento che non poteva, come i discepoli di Giovanni e il resto del Esseni, pregare "Venga il tuo Regno maggio rapidamente", in considerazione del fatto che, per Loro il Messia era apparso nella persona di Gesù. The form reported to have been recommended by Jesus is rather vague and indefinite: "Thy Kingdom come"; and the New Testament exegetes explain it as referring to the second coming of the Messiah, the time of the perfection of the kingdom of God (comp. Luke xxii. 18). Il modulo riportato che sono stati raccomandati da Gesù è piuttosto vago e indefinito: "Venga il tuo Regno", e il Nuovo Testamento esegeti spiegare come riferimento per la seconda venuta del Messia, il tempo della perfezione del regno di Dio (comp. . Luca xxii. 18). In the course of time the interpretation of the sentence "Thy will be done" was broadened in the sense of the submitting of everything to God's will, in the manner of the prayer of R. Eliezer (1st cent.): "Do Thy will in heaven above and give rest of spirit to those that fear Thee on earth, and do what is good in Thine eyes. Blessed be Thou who hearest prayer!" Nel corso del tempo l'interpretazione della frase "sia fatta la tua volontà" è stata ampliata, nel senso della presentazione di tutto alla volontà di Dio, e il modo di preghiera di R. Eliezer (1 ° sec.): "Fate la tua volontà Nel cielo sopra e dare riposo dello spirito di coloro che temono te sulla terra, e fare ciò che è buono e Tua occhi. Benedetto sia tu che hearest preghiera! " (Tosef., Ber. iii. 7). (Tosef., Ber. Iii. 7).

Relation to Messianic Expectation. L'attesa messianica di collegamento.

The rest of the prayer, also, stands in close relation to the Messianic expectation. Il resto della preghiera, inoltre, è in stretta relazione alla messianica aspettativa. Exactly as R. Eliezer(Mek.: "Eleazar of Modin") said: "He who created the day created also its provision; wherefore he who, while having sufficient food for the day, says: 'What shall I eat to-morrow?' Esattamente come R. Eliezer (Mek.: "Eleazar di Modin"), ha detto: "Colui che ha creato il giorno creato anche la sua prestazione; che colui che, pur avendo cibo sufficiente per il giorno, dice: 'Che cosa mangiare a indomani ? ' belongs to the men of little faith such as were the Israelites at the giving of the manna" (Mek., Beshallaḥ, Wayassa', ii.; Soṭah 48b), so Jesus said: "Take no thought for your life, what ye shall eat or . . . drink. . . . . O ye of little faith. . . . Seek ye first the Kingdom of God, . . . and all these things shall be added to you" (Matt. vi. 25-34; Luke xii. 22-31; comp. also Simeon b. Yoḥai, Mek. l.c.; Ber. 35b; Ḳid. iv. 14). Appartiene agli uomini di poca fede, quali sono stati gli Israeliti a dare la manna "(Mek., Beshallaḥ, Wayassa ', ii.; Soṭah 48b), per cui Gesù disse:" Prendete nessun pensiero per la vostra vita, che cosa vi è Mangiare o... Bere..... O voi di poca fede.... Cercate prima voi il Regno di Dio,... E tutte queste cose vi saranno aggiunte a voi "(Mt voi. 25-34; Luke xii. 22-31; comp. B. Yoḥai anche Simeone, Mek. Lc; Ber. 35 ter; Ḳid. Iv. 14). Faith being thus the prerequisite of those that wait for the Messianic time, it behooves them to pray, in the words of Solomon (Prov. xxx. 8, Hebr.; comp. Beẓah 16a), "Give us our apportioned bread" ("leḥem huḳḳi"), that is, the bread we need daily. La fede è dunque la condizione di coloro che attendere il tempo messianico, è, dunque, loro a pregare, con le parole di Salomone (Prov. xxx. 8, Eb.; Comp. Beẓah 16 bis), "Dacci il nostro pane ripartito" ( " Leḥem huḳḳi "), che è, abbiamo bisogno il pane quotidiano.

Repentance being another prerequisite of redemption (Pirḳe R. El. xliii.; Targ. Yer. and Midr. Leḳah Ṭob to Deut. xxx. 2; Philo, "De Execrationibus," §§ 8-9), a prayer for forgiveness of sin is also required in this connection. Il pentimento è un altro presupposto della redenzione (Pirḳe R. El. Xliii.; Targ. Yer. E Midr. Leḳah Ṭob a Dt. Xxx. 2; Philo, "De Execrationibus", § § 8-9), una preghiera per il perdono dei Il peccato è necessario anche in questo contesto. But on this point special stress was laid by the Jewish sages of old. Ma su questo punto specifico è stato di stress da cui gli ebrei di vecchi saggi. "Forgive thy neighbor the hurt that he hath done unto thee, so shall thy sins also be forgiven when thou prayest," says Ben Sira (Ecclus. [Sirach] xxviii. 2). "Rimetti il tuo prossimo il male che lui ha fatto a te, il tuo modo di essere perdonati i peccati, anche quando tu prayest", spiega Ben Sira (Ecclus. [Siracide] xxviii. 2). "To whom is sin pardoned? To him who forgiveth injury" (Derek Ereẓ Zuṭa viii. 3; R. H. 17a; see also Jew. Encyc. iv. 590, s.v. Didascalia). "A chi è il peccato perdonato? Per colui che perdona pregiudizio" (Derek Ereẓ Zuṭa viii. 3; RH 17 bis; vedere anche Ebreo. Lett. Iv. 590, sv Didascalia).

Accordingly Jesus said: "Whensoever ye stand praying, forgive, if ye have aught against any one; that your Father also which is in heaven may forgive you your trespasses" (Mark xi. 25, R. V.). Di conseguenza, Gesù disse: "Whensoever voi stanno pregando, perdonare, se siete aught contro uno; che anche il Padre vostro che è nei cieli perdonerà i vostri peccati" (Marco xi. 25, RV). It was this precept which prompted the formula "And forgive us our sins ["ḥobot" = "debts"; the equivalent of "'awonot" = "sins"] as we also forgive those that have sinned ["ḥayyabim" = "those that are indebted"] against us." E 'stato questo precetto, che ha indotto la formula "rimetti a noi i nostri peccati [" ḥobot "=" debiti ", l'equivalente del"' awonot "=" peccati "] come abbiamo anche perdonare coloro che hanno peccato [" ḥayyabim "=" coloro Che sono indebitati "] contro di noi".

Directly connected with this is the prayer "And lead us not into temptation." Direttamente collegati a questo è la preghiera "E non ci indurre in tentazione". This also is found in the Jewish morning prayer (Ber. 60b; comp. Rab: "Never should a man bring himself into temptation as David did, saying, 'Examine me, O Lord, and prove me' [Ps. xxvi. 2], and stumbled" [Sanh. 107a]). Questo è anche trovato in ebraico la preghiera del mattino (Ber. 60b; comp. Rab: "Mai un uomo dovrebbe portare in sé la tentazione di David come ha fatto, dicendo: 'Esaminare me, o Signore, e dimostrare di me' [Ps. Xxvi. 2 ], E incappati "[Sanh. 107a]). And as sin is the work of Satan (James i. 15), there comes the final prayer, "But deliver us from the evil one [Satan]." E come il peccato è opera di Satana (James i. 15), c'è la preghiera finale ", ma liberaci dal male [Satana]". This, with variations, is the theme of many Hasidæan prayers (Ber. 10b-17a, 60b), "the evil one" being softened into "yeẓer ha-ra'" = "evil desire," and "evil companionship" or "evil accident"; so likewise "the evil one" in the Lord's Prayer was later on referred to things evil (see commentaries on the passage). Questa, con varianti, è il tema di molte preghiere Hasidæan (Ber. 10b-17a, 60b), "il maligno" essere ammorbiditi in "yeẓer ha-ra '" = "desiderio del male" e "male compagnia" o " Male incidente "; così" maligno "e la Preghiera del Signore fu più tardi le cose di cui al male (vedi commenti sul passaggio). The doxology added in Matthew, following a number of manuscripts, is a portion of I Chron. La dossologia aggiunto in Matteo, a seguito di una serie di manoscritti, è una porzione di I Chron. xxix. XXIX. 11, and was the liturgical chant with which the Lord's Prayer was concluded in the Church; it occurs in the Jewish ritual also, the whole verse being chanted at the opening of the Ark of the Law. 11, ed è stato il canto liturgico con le quali la Preghiera del Signore è stato concluso nella Chiesa, che si verifica nel rituale ebraico inoltre, l'intero versetto di essere cantato in apertura del Arca della legge.

On closer analysis it becomes apparent that the closing verses, Matt. Su una più stretta analisi diviene evidente che la chiusura versi, Matt. vi. VI. 14-15, refer solely to the prayer for forgiveness. 14-15, si riferiscono esclusivamente alla preghiera per il perdono. Consequently the original passage was identical with Mark xi. Di conseguenza, il brano originale era identica con Mark xi. 25; and the Lord's Prayer in its entirety is a later insertion in Matthew. 25, e la Preghiera del Signore nella sua interezza, è l'inserimento in un secondo Matteo. Possibly the whole was taken over from the "Didache" (viii. 2), which in its original Jewish form may have contained the prayer exactly as "the disciples of John" were wont to recite it. Forse l'intero è stato ripreso dal "Didachè" (viii. 2), che nella sua forma originale ebraico potrebbe essere contenuta la preghiera esattamente come "i discepoli di Giovanni" sono stati abitudine di recitare.

Kaufmann Kohler Kaufmann Kohler
Jewish Encyclopedia, published between 1901-1906. Jewish Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliography: Bibliografia:
F. H. Chase, The Lord's Prayer in the Early Church, in Texts and Studies, 3d ed., Cambridge, 1891; Charles Taylor, Sayings of the Jewish Fathers, 1897, pp. FH Chase, La Preghiera del Signore e la Chiesa, in Studi e Testi, 3a ed., Cambridge, 1891; Charles Taylor, Proverbi dei Padri ebraico, 1897, pp. 124-130; A. Harnack, Die Ursprüngliche Gestalt des Vaterunser, in Sitzungsberichte der Königlichen Academie der Wissenschaften, Berlin, 1904.K. 124-130; A. Harnack, Die Ursprüngliche Gestalt des Vaterunser, in Sitzungsberichte der Königlichen Academie der scienze, Berlino, 1904.K.


Kaddish

Jewish Viewpoint Information Punto di vista ebraico informazioni

Name of the doxology recited, with congregational responses, at the close of the prayers in the synagogue; originally, and now frequently, recited after Scripture readings and religious discourses in schoolhouse or synagogue. Nome della dossologia recitato, con congregazionale risposte, al termine delle preghiere nella sinagoga; originariamente, e ora spesso, dopo aver recitato Scrittura, letture e discorsi religiosi e scuola o sinagoga. It is, with the exception of the last clause, composed in Aramaic. E ', con l'eccezione degli ultimi clausola, composto in aramaico. The following is the translation: La traduzione è la seguente:

"Magnified and sanctified [comp. Ezek. xxxviii. 23] be His Great Name in the world which He hath created according to His will. May He establish His Kingdom during your life and during your days, and during the life of the whole household of Israel, even speedily and in a near time! So say ye 'Amen.'" "Ingrandita e santificati [comp. Ez. Xxxviii. 23] La sua grande Nome essere nel mondo che Egli ha creato secondo la Sua volontà. Egli maggio stabilire il suo Regno durante la vostra vita e le vostre giornate durante, e durante la vita di tutta la casa Di Israele, anche rapidamente e in un tempo vicino! Quindi voi dire 'Amen.' "

Response: "Let His Great Name be blessed forever and unto all eternity!" Risposta: "La sua grande Nome essere benedetto per sempre e fino tutta l'eternità!"

"Blessed, praised, and glorified, exalted, extolled, and honored, uplifted and lauded, be the name of the Holy One, blessed be He ! above all the blessings and hymns [benedictions and psalms], the praises and consolations [the prophetic words], which are uttered in the world. So say ye 'Amen.'" "Beati, lodato, e glorificato, esaltato, esaltata, e onorato, elevato e lodato, essere il nome del Santo, benedetto sia Lui! Sopra tutte le benedizioni e inni [benedictions e salmi], le lodi e le consolazioni [profetica Parole], che vengono pronunciate in tutto il mondo. Quindi voi dire 'Amen.' "

"May the prayers and supplications of all Israel be accepted by their Father, who is in Heaven! So say ye 'Amen.'" "Possano le preghiere e suppliche di tutta Israele essere accettato da loro Padre, che è nei cieli! Quindi voi dire 'Amen.'"

Ḳaddish di-Rabanan: "Upon Israel, and the masters and their disciples, and the disciples of their disciples, and upon all those that occupy themselves with the Torah, whether in this place or in any other place, come peace and favor, and grace and mercy, and a long life and ample sustenance, and redemption, from their Father, in Heaven. So say ye 'Amen.'" Ḳaddish di-Rabanan: «Su Israele, e la loro maestri e discepoli, ei discepoli dei loro discepoli, e su tutti coloro che si dedicano con la Torah, se in questo luogo o in qualsiasi altro luogo, la pace e la grazia venire, e Grazia e di misericordia, e di una vita lunga e abbondante sostentamento, e la redenzione, dal loro Padre, in cielo. Quindi voi dire 'Amen.' "

"May there be abundant peace from Heaven and life [the Portuguese liturgy inserts: "and plenty, salvation and consolation, redemption and healing, forgiveness and pardon, freedom and safety"] for us and all Israel! So say ye 'Amen!'" "Che ci sia abbondanza di pace dal cielo e vita [il portoghese inserti liturgia:" e abbondante, la salvezza e di consolazione, la redenzione e la guarigione, il perdono e il perdono, la libertà e la sicurezza "] per noi e tutto Israele! Quindi dire voi '" Amen!' "

Response: "He who maketh peace in His Heights, may He make peace for us and all Israel! So say ye 'Amen!'" Risposta: "Egli, che rende la pace nel suo Heights, può Egli fare la pace per noi e per tutto Israele! Quindi dire voi '" Amen!' "

In place of the first paragraph, the Ḳaddish recited after burial has the following: Al posto del primo paragrafo, il Ḳaddish dopo la sepoltura ha recitato la seguente:

"Magnified and sanctified be His Great Name in the world that is to be created anew when He will revive the dead and raise them up into life eternal, and when He will rebuild the city of Jerusalem and establish His Temple in the midst thereof, and uproot all false worship from the earth, and restore the worship of the true God. May the Holy One, blessed be He! reign in His sovereignty and glory during your life and in your days, and in the days of the whole household of Israel, speedily and at a near time. So say ye 'Amen!'" "Santificati essere ingrandita e il suo Grande Nome nel mondo, che è quello di essere creato di nuovo quando si vuole rivivere i morti ed aumentare in loro la vita eterna e, quando vuole ricostruire la città di Gerusalemme e di stabilire il suo tempio in mezzo, e Sradicare tutto falso culto da terra, e ripristinare il culto del vero Dio. Maggio il Santo, benedetto sia Lui! Regno e la sua sovranità e la gloria durante la vostra vita e nei vostri giorni, e nei giorni di tutta la casa di Israele , Rapidamente e in un tempo vicino. Quindi dire voi ' "Amen!'"

Origin. Origine.

The Ḳaddish has a remarkable history. Il Ḳaddish ha una storia singolare. Originally, it had no relation whatsoever to the prayers, and still less to the dead. Originariamente, essa non ha avuto alcun rispetto verso le preghiere, e ancora meno per i morti. It was the doxology recited by the teacher or preacher at the close of his discourse, when he was expected to dismiss the assembly with an allusion to the Messianic hope, derived especially from the Prophets and the Psalms. E 'stata la dossologia recitato dal docente o predicatore alla fine del suo discorso, quando era atteso per chiudere l'assemblea con un'allusione alla speranza messianica, provenienti soprattutto da parte dei Profeti e Salmi. Therefore Ezek. Pertanto Ez. xxxviii. XXXVIII. 23 is employed; and as the last redemption of Israel was, like the first, brought in connection with the Holy Name (see Pes. 50a; Pesiḳ. 92a; Ex. iii. 15), the emphasis was put upon the congregational response, "May His Great Name be praised for all eternity!" 23 è occupato, e come ultima redenzione di Israele è stato, come il primo, ha portato in connessione con il Santo Nome (v. Pes. 50 bis; Pesiḳ. 92 bis; Es. Iii. 15), l'accento è stato messo sulla congregazione risposta, "Possa la sua grande Nome essere apprezzata per tutta l'eternità!" (see Sifre, Deut. 306). (Vedi Sifre, Dt. 306). So great was the value attached to this response that the Talmud (Soṭah 49a) declares: "Since the destruction of the Temple the world has been sustained by the Ḳedushshah of the liturgy and the 'yehe shemeh rabba' [the Ḳaddish response] of the haggadic discourse." Così grande è stato il valore allegato alla presente risposta che il Talmud (Soṭah 49 bis) dichiara: "Dal momento che la distruzione del Tempio, il mondo è stato sostenuto dalla Ḳedushshah della liturgia e il 'yehe shemeh rabba' [Ḳaddish la risposta] del Haggadic discorso ". "Joining loudly and in unison in the congregational response 'yehe shemeh rabba' has the power of influencing the heavenly decree in one's favor, or of obtaining for one forgiveness," assert R. Joshua b. "Partecipare ad alta voce e in sintonia e la congregazione di risposta 'yehe shemeh rabba' ha il potere di influenzare il decreto celeste in favore di uno o di ottenere il perdono per uno", affermano R. Joshua b. Levi and R. Johanan (Shab. 119b; comp. Midr. Mishle x. 10, xiv. 4). Levi e R. Johanan (Shab. 119b; comp. Midr. Mishle x. 10, xiv. 4). When Israel enters the synagogue or the schoolhouse and responds, "Let His Great Name be praised!" Quando Israele entra nella sinagoga o la scuola e risponde, "Lasciate che il suo nome sia lodato Grande!" the Holy One, blessed be He! Il Santo, benedetto sia Lui! says: "Happy the king who is thus lauded in his house!" Dice: "Beati i re che è così lodato nella sua casa!" (Ber. 3a). (Ber. 3a). The name "Ḳaddish" for the doxology occurs first in Masseket Soferim xvi. Il nome "Ḳaddish" per la dossologia si verifica nel primo Masseket Soferim xvi. 12, xix. 12, XIX. 1, xxi. 1, XXI. 6; the Ḳaddish at funerals is mentioned ib. 6; la Ḳaddish a funerali è menzionato i ter. xix. XIX. 12: being addressed to the whole assembly, it was spoken in the Babylonian vernacular (see Tos. Ber. 3a). 12: corso rivolto a tutta l'assemblea, si è parlato in vernacolo babilonese (vedi Tos. Ber. 3a). The two paragraphs preceding the last, which is a late addition, were originally simple formulas of dismissal by the preacher (comp. M. Ḳ. 21a). I due paragrafi che precedono l'ultimo, che è una tardiva, inoltre, sono stati inizialmente semplici formule di licenziamento da parte del predicatore (comp. M. Ḳ. 21a). The "Ḳaddish of the students" still shows its original connection with the schoolhouse, and is a prayer for the scholars; occasionally, therefore, special prayers were inserted for the "nasi" or the "resh galuta," or for distinguished scholars like Maimonides (see Ibn Verga, "Shebeṭ Yehudah," ed. Wiener; "Sefer Yuḥasin," ed. Filipowski, p. 219). Il "Ḳaddish degli studenti" mostra ancora il suo originale legame con la scuola, ed è una preghiera per gli studiosi; occasionalmente, quindi, sono state inserite speciali preghiere per la "nasi" o il "resh galuta", o per illustri studiosi come Maimonide (Cfr. Ibn Verga, "Shebeṭ Yehudah", ed. Wiener; "Sefer Yuḥasin", ed. Filipowski, p. 219).

The Ḳaddish for the dead was originally recited at the close of the seven days' mourning, with the religious discourses and benedictions associated with it, but, according to Masseket Soferim xix. Il Ḳaddish per i morti è stato originariamente recitato al termine dei sette giorni 'lutto, con i religiosi e discorsi benedictions ad esso associati, ma, secondo Masseket Soferim xix. 12, only at the death of a scholar; afterward, in order not to put others to shame, it was recited after every burial (Naḥmanides, "Torat ha-Adam," p. 50; see Mourning). 12, solo per la morte di uno studioso; dopo, in modo da non mettere altri per vergogna, è stato recitato dopo ogni sepoltura (Naḥmanides, "Torat ha-Adam, p. 50; vedere lutto).

In the course of time the power of redeeming the dead from the sufferings of Gehenna came to be ascribed, by some, to the recitation of the Ḳaddish. Nel corso del tempo il potere di riscattare i morti dalle sofferenze della Geenna venuto per essere attribuito, da alcuni, per la recita del Ḳaddish.

Redeeming Powers Ascribed to the Ḳaddish. Poteri redentrice Ascribed al Ḳaddish.

In "Otiyyot de-R. 'Aḳiba," a work of the geonic time, it is said, under the letter "zayin," that "at the time of the Messiah God shall sit in paradise and deliver a discourse on the new Torah before the assembly of the pious and the angelic hosts, and that at the close of the discourse Zerubbabel shall rise and recite the Ḳaddish with a voice reaching from one end of the world to the other; to which all mankind will respond 'Amen.' In "Otiyyot de-R. 'Aḳiba," un lavoro del geonic tempo, si dice, sotto la lettera "zayin", che "al momento il Messia di Dio si riunisce in paradiso e consegnare un discorso sulla nuova Torah La prima assemblea dei pii e la angelico ospita, e che al termine del discorso Zorobabele aumenteranno e recitare il Ḳaddish raggiungere con una voce da un capo del mondo per gli altri, a tutti gli uomini, che risponderà ' "Amen.' All souls of Jews and Gentiles in Gehenna will respond with 'Amen,' so that God's mercy will be awakened and He will give the keys of Gehenna to Michael and Gabriel, the archangels, saying: 'Open the gates, that a righteous nation which observeth the faith may enter' [Isa. xxvi. 2, "shomer emumim" being explained as "one that sayeth 'Amen'"]. Then the 40,000 gates of Gehenna shall open, and all the redeemed of Gehenna, the wicked ones of Israel, and the righteous of the Gentiles shall be ushered into paradise." Tutte le anime degli ebrei e gentili e Geenna risponderà con 'Amen,' in modo che la misericordia di Dio sarà risvegliato ed Egli darà le chiavi della Geenna a Michael e Gabriel, il arcangeli, dicendo: 'Apri le porte, che una nazione che giusto Observeth la fede può entrare '[Isa. Xxvi. 2, "shomer emumim" essere spiegato come "uno che sayeth'" Amen ""]. Poi il 40000 porte della Geenna è aperta, e tutti i redenti della Geenna, i cattivi di quelli Israele, e il giusto delle genti è inaugurato in paradiso ". The following legend is later: Akiba met a spirit in the guise of a man carrying wood; the latter told Akiba that the wood was for the fire in Gehenna, in which he was burned daily in punishment for having maltreated the poor while tax-collector, and that he would be released from his awful torture if he had a son to recite the Bareku and the Ḳaddish before a worshiping assembly that would respond with the praise of God's name. Il seguente è la leggenda più tardi: Akiba ha incontrato lo spirito e le spoglie di un uomo che trasportano legno; quest'ultimo Akiba ha detto che il legno è stato per il fuoco e Geenna, in cui egli è stato bruciato al giorno in punizione per aver maltrattato i poveri, mentre sul collettore , E che egli sarebbe liberato dai suoi terribili torture se avesse un figlio a recitare il Bareku e la Ḳaddish adorare prima di una riunione che avrebbe risposto con la lode del nome di Dio. On learning that the manhad utterly neglected his son, Akiba cared for and educated the youth, so that one day he stood in the assembly and recited the Bareku and the Ḳaddish and released his father from Gehenna (Masseket Kallah, ed. Coronel, pp. 4b, 19b; Isaac of Vienna, "Or Zarua'," ed. Jitomir, ii. 11; Tanna debe Eliyahu Zuṭa xvii., where "R. Johanan b. Zakkai" occurs instead of "R. Akiba"; "Menorat ha-Ma'or," i. 1, 1, 1; Manasseh ben Israel, "Nishmat Ḥayyim," ii. 27; Baḥya ben Asher, commentary on Shofeṭim, at end; comp. Testament of Abraham, A. xiv.). L'apprendimento che il manhad assolutamente trascurato suo figlio, Akiba curato ed educato i giovani, in modo che un giorno egli stava nel montaggio e recitato il Bareku e la Ḳaddish e rilasciato da suo padre Geenna (Masseket Kallah, ed. Coronel, pp. 4b, 19b; Isacco di Vienna, "Or Zarua '", ed. Jitomir, ii. 11; Tanna deve Eliyahu Zuṭa xvii., Dove "R. Johanan b. Zakkai" si verifica invece di "R. Akiba"; "ha Menorat - Ma 'o, "i. 1, 1, 1; Manasse ben Israele", Nishmat Ḥayyim, "ii. 27; Baḥya ben Asher, commento Shofeṭim, alla fine; comp. Testamento di Abramo, A. xiv.).

The idea that a son or grandson's piety may exert a redeeming influence in behalf of a departed father or grandfather is expressed also in Sanh. L'idea che un figlio o nipote di pietà maggio esercitare un influsso redentore in nome di un padre o nonno partì è espresso anche in Sanh. 104a; Gen. R. lxiii.; Tanna debe Eliyahu R. xvii.; Tanna debe Eliyahu Zuṭa xii.; see also "Sefer Ḥasidim," ed. 104 bis; Gen R. lxiii.; Tanna deve Eliyahu R. xvii.; Tanna deve Eliyahu Zuṭa xii.; Vedere anche "Sefer Ḥasidim", ed. Wiztinetzki, No. 32. Wiztinetzki, n. 32. In order to redeem the soul of the parents from the torture of Gehenna which is supposed to last twelve months ('Eduy. ii. 10; R. H. 17a), the Ḳaddish was formerly recited by the son during the whole year (Kol Bo cxiv.). Per riscattare l'anima dei genitori dalla tortura della Geenna, che si suppone ultimi dodici mesi ( 'Eduy. Ii. 10; RH 17 bis), il Ḳaddish era già recitato dal figlio durante tutto l'anno (Kol Bo cxiv. ). Later, this period was reduced to eleven months, as it was considered unworthy of the son to entertain such views of the demerit of his parents (Shulḥan 'Aruk, Yoreh De'ah, 376, 4, Isserles' gloss; see Jahrzeit). Più tardi, questo periodo è stato ridotto a undici mesi, come è stato considerato indegno del figlio di intrattenere tali opinioni dei demerit dei suoi genitori (Shulḥan 'Aruk, Yoreh De'ah, 376, 4, Isserles' brillantezza; vedere Jahrzeit). The Ḳaddish is recited also on the Jahrzeit. Il Ḳaddish è recitato anche sul Jahrzeit. The custom of the mourners reciting the Ḳaddish in unison is approved by Jacob Emden, in his "Siddur," and that they should recite it together with the reader is recommended by Ẓebi Hirsch Ḥayot, in "Minḥat Ḳena'ot," vii. L'usanza del mourners recitando il Ḳaddish all'unisono è approvato da Jacob Emden, nella sua "Siddur", e che dovrebbe recitare insieme con il lettore è consigliato da Ẓebi Hirsch Ḥayot, in "Minḥat Ḳena'ot," vii. 1. That the daughter, where there is no son, may recite the Ḳaddish was decided by a contemporary of Jair Ḥayyim Bacharach, though it was not approved by the latter (Responsa, No. 123; "Leḥem ha-Panim," p. 376). Che la figlia, in cui non vi è alcun figlio, possono recitare la Ḳaddish è stato deciso da un contemporaneo di Jair Ḥayyim Bacharach, anche se non è stata approvata da quest'ultima (Responsa, n. 123; "Leḥem ha-Panim", p. 376) . A stranger, also, may recite the Ḳaddish for the benefit of the dead (Joseph Caro, in "Bet Yosef" to Yoreh De'ah, l.c.). Un straniero, inoltre, possono recitare la Ḳaddish per il beneficio dei morti (Joseph Caro, in "Scommessa Yosef" per Yoreh De'ah, lc). For the custom in Reform congregations see Reform. Per la riforma personalizzato e congregazioni vedere Riforma.

Bibliography: M. Brück, Pharisäische Volkssitten und Ritualien, 1840, pp. Bibliografia: M. Brück, Pharisäische Volkssitten e Ritualien, 1840, pp. 94-101; Hamburger, R. B. T. ii.; Landshuth, Seder Biḳḳur Ḥolim, 1853, pp. 94-101; Hamburger, RBT ii.; Landshuth, seder Biḳḳur Ḥolim, 1853, pp. lix.-lxvi.; Zunz, G. V. 1892, p. Lix.-. 1892, pag 387.A. K.

-Ritual Use: Ritual-Implementazione:

There are five forms of the Ḳaddish: (1) Ḳaddish di-Rabanan (Scholar's Ḳaddish); (2) Ḳaddish Yaḥid (Individual, or Private, Ḳaddish); (3) Ḳaddish de-Ẓibbur (Congregational Ḳaddish; this form of the Ḳaddish has two divisions-the Ḥaẓi Ḳaddish [Semi-Ḳaddish] and the Ḳaddish Shalem [Full Ḳaddish]); (4) the Burial Ḳaddish (the Mourner's First Ḳaddish); (5) Ḳaddish Yatom (Orphan's Ḳaddish), or Ḳaddish Abelim (Mourner's Ḳaddish). Ci sono cinque forme di Ḳaddish: (1) Ḳaddish di-Rabanan (Scholar's Ḳaddish); (2) Ḳaddish Yaḥid (individuale, o privata, Ḳaddish); (3) Ḳaddish de-Ẓibbur (congregazionale Ḳaddish; questa forma di Ḳaddish Ha due divisioni-la Ḥaẓi Ḳaddish [Semi-Ḳaddish] e la Ḳaddish Shalem [Full Ḳaddish]), (4) la Sepoltura Ḳaddish (Mourner's First Ḳaddish); (5) Ḳaddish Yatom (ORFANO Ḳaddish), o Ḳaddish Abelim (Mourner's Ḳaddish).

Forms of Ḳaddish and Their Use. Forme di Ḳaddish e del loro utilizzo.

1.

The Scholar's Ḳaddish is recited upon the completion of a division of the Mishnah or of a masseket of the Talmud, or of a lecture by the rabbi or maggid. Il Scholar's Ḳaddish viene recitato al completamento di una divisione del Mishnah o di un masseket del Talmud, o di una lezione dal rabbino o maggid. The students of the various yeshibot, or private scholars, are frequently called upon to recite a chapter of the Mishnah, after which, as a rule, the baraita of R. Hananiah b. Gli studenti dei vari yeshibot, studiosi o privati, sono spesso chiamati a recitare un capitolo della Mishnah, dopo di che, di norma, il baraita di R. Hananiah b. 'Akashya (end of Makkot) is read, followed by Ḳaddish di-Rabanan, for the repose of the souls of the dead. 'Akashya (fine del Makkot) viene letta, seguita da Ḳaddish di-Rabanan, per il riposo delle anime dei morti.

2.

The Ḳaddish Yaḥid usually preceded a supplication for the satisfaction of worldly needs. Il Ḳaddish Yaḥid solito preceduto una supplica per la soddisfazione dei bisogni del mondo. The beginning of the so-called "Lord's Prayer" is an example of the formula used in early times, and resembles that contained in Tanna debe Eliyahu Rabbah (e.g., in ch. v. and xiv.). L'inizio della cosiddetta "Preghiera del Signore" è un esempio della formula utilizzata nei primi tempi, e assomiglia a quella contenuta nella Tanna deve Eliyahu Rabbah (ad esempio, nel cap. V. e xiv.). The Ḳaddish Yaḥid was also a response to the Ḳaddish recited by the synagogal reader. Il Ḳaddish Yaḥid è stata anche una risposta alla Ḳaddish recitato dalla synagogal lettore. The prayer-book of Amram Gaon of the ninth century contains various forms (pp. 3, 10, 12, 13, 14, and 18, ed. Warsaw, 1865). Il libro di preghiera-Amram Gaon del nono secolo, contiene varie forme (pp. 3, 10, 12, 13, 14, e 18, ed. Varsavia, 1865). The response of the congregation has since been curtailed to "Yehe Shemeh Rabbah." La risposta della congregazione nel frattempo è stato ridotto a "Yehe Shemeh Rabbah".

3.

The Ḳaddish de-Ẓibbur is recited by the ḥazzan at public prayer. Il Ḳaddish de-Ẓibbur viene recitato dal ḥazzan alla preghiera pubblica. This Ḳaddish consists of Ḥaẓi Ḳaddish and Ḳaddish Shalem. Questo Ḳaddish consiste di Ḥaẓi Ḳaddish e Ḳaddish Shalem. The Ḥaẓi Ḳaddish, up to "Titḳabbal," is said by the ḥazzan: (1) before "Bareku"; (2) after the morning "Taḥanun" (prostration); (3) after the "Ashre" of the "Minḥah" (afternoon prayer); (4) before "Wehu Raḥum"; (5) before the "'Amidah" (standing prayer), in the evening; (6) before "Wi-Yehi No'am," on Saturday night; (7) before the "Musaf" prayer; (8) after reading the Torah. Il Ḥaẓi Ḳaddish, fino a "Titḳabbal", è detto il ḥazzan: (1) prima di "Bareku"; (2), dopo la mattina "Taḥanun" (prostrazione); (3), dopo la "Ashre" della "Minḥah" (Pomeriggio preghiera); (4) prima di "Wehu Raḥum"; (5) prima della " 'Amidah" (in piedi preghiera), la sera; (6), prima di "Wi-Yehi No'am", il sabato notte; ( 7) prima del "Musaf" preghiera; (8), dopo la lettura della Torah. The Ḳaddish Shalem is recited: (1) after "U-ba le-Ẓiyyon," at morning prayer; (2) after the "'Amidah" of "Minḥah"; (3) after the "'Amidah" for the evening; (4) before "Weyitten Leka," on Saturday night; (5) after the "Musaf" prayer. Il Ḳaddish Shalem è recitato: (1), dopo "U-ba-Ẓiyyon solo", presso la preghiera del mattino, (2) dopo il " 'Amidah" di "Minḥah"; (3), dopo la "' Amidah" per la sera; (4) prima di "Weyitten Leka", il sabato notte; (5), dopo il "Musaf" preghiera.

4.

The Burial Ḳaddish, recited immediately after the burial, is quoted in Soferim xix. La Sepoltura Ḳaddish, recitato subito dopo la sepoltura, è citato in Soferim xix. (end). (Fine). According to Maimonides this is the Rabanan Ḳaddish, and should be recited after study; this is the present practise of the Orient; but Western custom has reserved it for burials, at which the assembly joins in the recitation of the mourners up to the word "beḥayyekon" (Baer, "Seder 'Abodat Yisrael," p. 588). Secondo Maimonide questo è il Rabanan Ḳaddish, e dovrebbe essere recitato dopo lo studio; questo è l'attuale pratica d'Oriente, ma ha riservato Western personalizzato per sepolture, in cui l'assemblea si unisce alla recita del mourners fino alla parola " Beḥayyekon "(Baer," seder 'Abodat Yisrael ", p. 588).

5.

The Ḳaddish Yatom, like the regular mourner's Ḳaddish, is the full Ḳaddish of the ḥazzan (with the exception of the "Titḳabbal" sentence), up to "Yehe Shelama." Il Ḳaddish Yatom, come il normale mourner's Ḳaddish, è la piena Ḳaddish del ḥazzan (con l'eccezione del "Titḳabbal" frase), fino a "Yehe Shelama". The Ḳaddish after the "'Alenu" is usually recited by the orphan. Il Ḳaddish dopo la " 'Alenu" è di solito recitato dalla orfani. The Ḳaddish Yatom is said also after "Piṭṭum ha-Ḳeṭoret," "An'im Zemirot," the Daily Psalm, and "Bame Madliḳin" (on Friday night). Il Ḳaddish Yatom è detto anche dopo "Piṭṭum ha-Ḳeṭoret", "An'im Zemirot", il Daily Salmo, e "Bame Madliḳin" (il venerdì sera).

Rules of Precedence. Regole di precedenza.

Concerning the precedence of the various classes of mourners as regards the right of saying Ḳaddish, there is a difference of opinion. Per quanto riguarda la priorità delle varie classi di mourners per quanto riguarda il diritto di dire Ḳaddish, vi è una differenza di opinione. The Ashkenazic custom gives the following order: (1) Jahrzeit; (2) the first seven days of mourning; (3) the first thirty days of mourning; (4) the first year, or rather eleven months, of mourning less one day. Il Ashkenazic personalizzato pronunciato la seguente ordine: (1) Jahrzeit; (2) i primi sette giorni di lutto; (3) i primi trenta giorni di lutto; (4) il primo anno, o meglio undici mesi di lutto meno uno giorni . The Jahrzeit mourner has the precedence over all for one Ḳaddish. Il Jahrzeit mourner ha la precedenza su tutti per uno Ḳaddish. If several Jahrzeit mourners are represented, the Ḳaddishim are divided among them to the exclusion of others. Se più Jahrzeit mourners sono rappresentati, il Ḳaddishim sono divisi tra di loro, ad esclusione di altri. If there are more Jahrzeit mourners than there are Ḳaddishim in the service, lots are drawn. Se ci sono più Jahrzeit mourners che ci sono Ḳaddishim al servizio, molti sono disegnati. After each of the Jahrzeit mourners has recited one Ḳaddish the rest go to the seven-day mourners. Dopo ciascuna delle Jahrzeit mourners ha recitato uno Ḳaddish il resto andare al di sette giorni mourners. If there are no seven-day mourners, the thirty-day mourners recite them. Se non ci sono sette giorni mourners, i trenta giorni mourners recitare. The first-year mourner, in the absence of other mourners, recites one Ḳaddish after the Daily Psalm, and the Jahrzeit mourners all the rest. Il primo anno mourner, in assenza di altre mourners, recita uno Ḳaddish dopo il Daily Salmo, e la Jahrzeit mourners tutto il resto. A minor who is an orphan takes precedence over an older person. Un minore che è un orfano ha la precedenza su una persona anziana. A resident or a Jahrzeit mourner has the preference over a newcomer, unless the latter be a seven-day mourner, when their rights are equal. Un residente o un Jahrzeit mourner è la preferenza per un nuovo arrivato, a meno che quest'ultimo sia un mourner di sette giorni, quando i loro diritti sono uguali. Mourners whose rights of precedence are equal decide among themselves by drawing lots.The Sephardic minhag, however, allows the mourners to recite the Ḳaddish jointly, but they are so distributed in the synagogue that the congregation may distinguish their voices at various points and respond "Amen." Mourners i cui diritti di precedenza sono uguali tra di loro da decidere disegno lots.The sefarditi minhag, tuttavia, consente il mourners a recitare il Ḳaddish congiuntamente, ma sono così distribuiti nella sinagoga che la congregazione maggio distinguere le loro voci in diversi punti e rispondere " Amen ". This custom is gradually being accepted by the Ashkenazic synagogues. Questa usanza è progressivamente accettati dal Ashkenazic sinagoghe. In Seder R. Amram Gaon (p. 4) an explanation is given of the custom of bowing five times during the recital of Ḳaddish-at the words (1) "yitgadal," (2) "ba-agala," (3) "yitbarak," (4) "shemeh," (5) "'oseh shalom": the five inclinations correspond with the five names of God mentioned in Mal. In seder R. Amram Gaon (pag. 4) è data una spiegazione di piegando l'usanza di cinque volte durante la recita del Ḳaddish-a parole (1) "yitgadal," (2) "ba-agala", (3) "Yitbarak," (4) "shemeh," (5) " 'assi shalom": i cinque inclinazioni corrispondono con i cinque nomi di Dio di cui Mal. i. I. 11. The seven synonyms of praise-"blessed," "praised," "glorified," "exalted," "extolled," "honored," and "uplifted" (the word "lauded" is omitted)-signify the seven heavens above. I sette sinonimi di lode-"benedetta", "lodato", "glorificato", "esaltato", "celebrata", "onorato", e "sollevato" (la parola "lodato" è omesso)-significano i sette cieli sopra. See Jahrzeit. Vedi Jahrzeit.

Bibliography: Bibliografia:
Baer, Seder 'Abodat Yisrael, p. Baer, seder 'Abodat Yisrael, pag 16, Rödelheim, 1868; Dembitz, Jewish Services in the Synagogue and Home, pp. 16, Rödelheim, 1868; Dembitz, Servizi ebraica nella sinagoga e Home, pp. 105-111, Philadelphia, 1898; 105-111 1898;

Landshuth, Seder Biḳḳur Ḥolim, Introduction, § 31, and p. Landshuth, seder Biḳḳur Ḥolim, Introduzione, § 31, e pag 112, Berlin, 1867.A. 112, Berlin, 1867.A. J. D. E. JDE

-Musical Rendering: - La riproduzione del suono musicale:

From the position of the Ḳaddish at the conclusion of each service, and more particularly from the employment of its shorter form, "Ḳaddish Le'ela," as marking off each section of the service, more importance came to be attached to the particular form of its intonation as the accompanying circumstances varied, than was due even to the nature of the doxology and the responses necessitating its public intonation. Da la posizione della Ḳaddish a conclusione di ogni servizio, e più in particolare dal lavoro della sua forma più breve, "Ḳaddish Le'ela", come la marcatura off ogni sezione del servizio, la più importante è venuto per essere allegato alla particolare forma Della sua intonazione come accompagnamento varie circostanze, che è dovuta anche per la natura del dossologia e le risposte che richiedono la sua intonazione pubblico. Following, too, the fundamental constructive principle of all synagogal chants, explained under Cantillation and Ḥazzanut, in consequence of which the same text varies alike in tonality and in melodic outline according to the importance of the occasion and to the esthetic expression associated with it, there have gradually shaped themselves in each of the traditional uses a number of tuneful renderings of the Ḳaddish which have become in themselves typical melodies of the day or of the service. In seguito, anche il fondamentale principio costruttivo di tutti i synagogal canti, ha spiegato Ḥazzanut sotto Cantillation e, di conseguenza, di cui lo stesso testo varia sia in tonalità e, in base alle linee melodiche l'importanza di occasione per l'estetica e di espressione ad esso associati, Ci sono gradualmente plasmato in ciascuna delle tradizionali utilizza un numero di tuneful rendering del Ḳaddish che sono diventati loro stessi e melodie tipiche del giorno o del servizio. As early as the fifteenth century such melodies were recognized; and the utmost importance was attached to their faithful reproduction at the point in the liturgy with which they had become traditionally associated (comp. MaHaRIL, ed. Sabbionetta, 43b, 49a, 61a, b, etc.). Già nel XV secolo, sono stati riconosciuti tali melodie, e la massima importanza è stata attribuita alla loro riproduzione fedele al punto nella liturgia con la quale esse erano diventate tradizionalmente associati (comp. MaHaRIL, ed. Sabbionetta, 43 ter, 49 bis, 61 bis, b , Ecc.)

Fixed Melodies. Melodies fisso.

These were probably the settings of the Ḳaddish, at least in outline, which are now most widely accepted; but most of those settings which exhibit formal construction are more likely later introductions due to the influence of contemporary folk-songs (see Music, Synagogal). Queste sono state probabilmente le impostazioni del Ḳaddish, almeno in bozza, che ora sono più ampiamente accettata, ma la maggior parte di coloro che espongono le impostazioni di costruzione formale è più probabile introduzioni più tardi a causa della influenza della contemporanea folk-canzoni (vedi Musica, Synagogal) . For, originally, the model vocal phrase which, when amplified and developed to the text of the particular 'Amidah (comp. Ḥazzanut) with which it was associated, formed the intonation to which that prayer was recited, reproduced itself also in the Ḳaddish which immediately preceded the prayer. Infatti, in origine, il modello vocale frase che, quando amplificato e sviluppato per il testo della particolare 'Amidah (comp. Ḥazzanut) con il quale è stato associato, formata a cui l'intonazione che la preghiera è stata recitata, riprodotto anche in se stessa, che la Ḳaddish Immediatamente preceduto la preghiera. Such, indeed, still are the intonations in the ordinary week-day services, in the Sabbath afternoon service, those at the close of the Psalms, etc., in the morning service, or those before the "Musaf" of Ṭal and Geshem or the Atonement Ne'ilah, in the Ashkenazic, as well as most of the intonations in the Sephardic use. Tale, infatti, sono ancora i intonations nel giorno ordinario week-servizi, in servizio il sabato pomeriggio, quelle alla chiusura dei Salmi, ecc, e la mattina del servizio, o quelle che prima del "Musaf" di Ṭal e Geshem o L'Espiazione Ne'ilah, nel Ashkenazic, così come la maggior parte dei sefarditi intonations in uso.

Other settings of this class continue the intonation of the passage immediately preceding the Ḳaddish, as that for Sabbath eve in the Sephardic use (comp. De Sola and Aguilar, "Ancient Melodies," No. 9, London, 1852), or those of the New-Year and Atonement evening service in the Ashkenazic use. Altre impostazioni di questa classe continuare l'intonazione del passaggio immediatamente precedente la Ḳaddish, come quello per il sabato e la vigilia uso sefardita (9 1852), o quelle di Il Nuovo Anno e-Espiazione sera Ashkenazic il servizio in uso. Others, again, such as the powerful, if florid, recitative associated with the penitential "Musaf" (see music), have been developed from traditional material independently of the associated service. Altri, ancora una volta, come la potente, se fiorito, recitativo associati con la penitenziale "Musaf" (vedi musica), sono stati sviluppati indipendentemente dal materiale tradizionale del servizio associato.

Representative Themes. Temi rappresentante.

More formal in structure, and thus more nearly allied to melody according to modern conceptions, are the later, and more numerous, settings of the Ḳaddish which have been adapted from, or built on similar lines to, contemporary folk-songs. Maggiori informazioni nella struttura formale, e quindi più quasi alleate per la melodia in base alle moderne concezioni, sono i più tardi, e più numerosi, le impostazioni del Ḳaddish che sono state adattate in modo da, o costruita su linee simili, contemporaneo, folk-songs. Several are far from solemn in character, as, for example, national or patriotic airs (the "Marseillaise" was employed for the Ḳaddish in Lorraine about 1830; and still more incongruous tunes have been used), or mere jingles like the festival evening melodies still utilized in England (comp. Mombach, "Sacred Musical Compositions," pp. 115, 117, London, 1881) or that often used in Germany after the Festival of the Reading of the Law (comp. Baer, "Ba'al Tefillah," No. 825, Göteborg, 1877; Frankfort, 1883). Diversi sono lungi dal carattere solenne e, come, per esempio, nazionale o patriottica arie (1830), o di semplici sigle come il festival sera melodie Ancora utilizzata in Inghilterra (comp. Mombach, "Sacra Composizioni musicali", pp. 115, 117, London, 1881) o che spesso utilizzato in Germania, dopo il Festival della lettura della Legge (comp. Baer, "Ba'al Tefillah ", N. 825, Göteborg, 1877; Frankfort, 1883). Others, enriched with characteristically Hebraic adornment, majestic or pathetic in themselves, have in turn become representative themes, like the prayer-motives of the ḥazzanut, typifying the sentiment prominent in the service or occasion with which they are associated. Altri, arricchito con ornamenti tipicamente ebraica, maestoso o patetica in se stessi, hanno a loro volta diventare rappresentante temi, come la preghiera, le motivazioni della ḥazzanut, typifying il sentimento di rilievo o in occasione di servizio a cui sono associati. Such, for instance, are the obviously Spanish air known among Sephardim as "La Despidida," and sung as a farewell on the last day of each festival, and the beautiful melodies employed after the reading of the lesson from the Law among the northern Jews (see music). Quali, per esempio, sono, ovviamente, la spagnola aria tra Sephardim noto come "La Despidida", e cantato come un addio l'ultimo giorno di ogni festa, e le belle melodie occupati dopo la lettura della lezione dalla legge tra gli ebrei del nord (Vedi musica).

A very curious and unesthetic custom formerly prevailed among the Ashkenazim of chanting the Ḳaddish, after the lessons on the rejoicing of the law, to a cento of phrases from melodies in use throughout the rest of the year, the version once employed in London (comp. Mombach, "Sacred Musical Compositions," p. 137) introducing fragments of no less than twelve such airs. Un curioso e molto personalizzato unesthetic ex prevalso tra gli Ashkenazim di canto il Ḳaddish, dopo le lezioni sulla gioia di legge, ad un cento di frasi da melodie in uso in tutto il resto dell 'anno, la versione impiegata una volta a Londra (comp. . Mombach, "Sacra Composizioni musicali", p. 137) l'introduzione di frammenti di non meno di dodici arie tali.

The congregational responses were originally toneless, a mere loud acclaim. Le risposte sono state originariamente congregazionale neutra, un semplice forte acclamano. To Sulzer is due the casting of them into the generally accepted shape. Sulzer è dovuto al di casting di essi in forma generalmente accettati. Other composers also have presented suitable definite melodic phrases. Altri compositori hanno anche presentato adatto definito frasi melodiche. The tendency is properly to model the responses upon the tuneful material of the particular Ḳaddish itself (comp. Baer, "Ba'al Tefillah," passim, and Cohen and Davis, "The Voice of Prayer and Praise," pp. xx. et seq., London, 1899). La tendenza è corretto per il modello di risposte su tuneful il materiale del particolare Ḳaddish stesso (comp. Baer, "Ba'al Tefillah", passim, e Cohen e Davis, "La voce di Preghiera e Lode", pp. Xx. Et Segg., London, 1899).

Cyrus Adler, Kaufmann Kohler, Judah David Eisenstein, Francis L. Cohen Cyrus Adler, Kaufmann Kohler, Giuda David Eisenstein, Francesco L. Cohen
Jewish Encyclopedia, published between 1901-1906. Jewish Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliography: Bibliografia:
Most collections of synagogal melodies present some form of the Ḳaddish or responses for it; see particularly those given in Baer, Ba'al Tefillah. La maggior parte delle collezioni di synagogal melodie presenti una qualche forma di Ḳaddish le risposte o per esso, vedi in particolare quelle contenute nel Baer, Ba'al Tefillah. Of especial interest, in addition to those enumerated above, are: Consolo, Canti d'Israele, Nos. 127, 302, Florence, 1892; as given in Sulzer, Shir Ẓiyyon, No. 128, Vienna, 1840; Naumbourg, Aggudat Shirim, No. 15, Paris, 1874; Baer, l.c. Di particolare interesse, in aggiunta a quelli suindicati, sono: Consolo, Canti d'Israele, nn. 127, 302, Firenze, 1892; quale figura in Sulzer, Shir Ẓiyyon, n. 128, Vienna, 1840; Naumbourg, Aggudat Shirim , N. 15 1874; Baer, lc No. 1466 (both Polish and German forms); Marksohn and Wolf, Synagogal-Melodien., Nos. 11, 13, Leipsic, 1875; Naumbourg, l.c. N. 1466 (entrambe le forme polacco e tedesco); Marksohn e Wolf, Synagogal-Melodien., Nn. 11, 13, Leipsic, 1875; Naumbourg, lc No. 23; Pauer and Cohen, Traditional Hebrew Melodies, No. 11, London, 1892; Braham and Nathan, Byron's Hebrew Melodies, No. 3, London, 1815; Naumann, History of Music, Eng. N. 23; Pauer e Cohen, tradizionale ebraico Melodies, n. 11, Londra, 1892; Braham e Nathan, Byron's Hebrew Melodies, n. 3, Londra, 1815; Naumann, Storia della Musica, Ing. ed., p. Ed, pag. 82, London, 1886; Young Israel, i. 82 1886; Coppia Israele, i. 243, ii. 243, II. 104 and 152, London, 1898-99; H. Zivi, Der Jahrkaddisch für Simchasthora, Leipsic, 1902; Nowakowsky, Schlussgebet für Jom Kippur, No. 1.A. 104 e 152, Londra, 1898-99; H. Zivi, Der Jahrkaddisch für Simchasthora, Leipsic, 1902; Nowakowsky, Schlussgebet für Jom Kippur, No 1.A. F. L. C.ḲADDISH (La Despidida) FLCḲADDISH (La Despidida)


Lord's Prayer (in English, translated from Greek) Preghiera del Signore (in inglese, tradotto dal greco)

Orthodox Church Text Chiesa ortodossa di testo

Our Father, who art in heaven, Padre nostro, che sei nei cieli,
Hallowed be Thy name. Sia santificato il tuo nome.
Thy kingdom come. Venga il tuo regno.
Thy will be done, Sia fatta la tua volontà,
on earth as it is in heaven. Sulla terra come in cielo.
Give us this day Dacci oggi
our daily bread; Il nostro pane quotidiano;
and forgive us our trespasses, E rimetti a noi i nostri debiti,
as we forgive those who trespass against us; Come abbiamo perdonare coloro che violazione contro di noi;
and lead us not into temptation, E non ci indurre in tentazione,
but deliver us from evil. Ma liberaci dal male.


The Lord's Prayer La Preghiera del Signore

Catholic Information Informazioni cattolica

Although the Latin term oratio dominica is of early date, the phrase "Lord's Prayer" does not seem to have been generally familiar in England before the Reformation. Anche se il termine latino oratio dominica è la data di inizio, la frase "Preghiera del Signore" non sembrano essere state generalmente familiare in Inghilterra prima della Riforma. During the Middle Ages the "Our Father" was always said in Latin, even by the uneducated. Durante il Medioevo il "Padre nostro" è sempre stato detto in latino, anche da ignoranti. Hence it was then most commonly known as the Pater noster. Di conseguenza, è stato quindi più comunemente conosciuto come il Pater noster. The name "Lord's prayer" attaches to it not because Jesus Christ used the prayer Himself (for to ask forgiveness of sin would have implied the acknowledgment of guilt) but because He taught it to His disciples. Il nome di "preghiera del Signore" non attribuisce ad esso, perché Gesù Cristo stesso utilizzato la preghiera (per chiedere perdono del peccato avrebbe comportato il riconoscimento di colpa), ma perché Egli ha insegnato ai suoi discepoli.

Many points of interest are suggested by the history and employment of the Our Father. Molti punti di interesse sono suggerite dalla storia e di occupazione del Padre Nostro. With regard to the English text now in use among Catholics, we may note that this is derived not from the Rheims Testament but from a version imposed upon England in the reign of Henry VIII, and employed in the 1549 and 1552 editions of the "Boo of Common Prayer". Per quanto riguarda il testo in lingua inglese adesso in uso tra i cattolici, si può notare che questo non è derivato dal Reims Testamento, ma da una versione imposto su Inghilterra e il regno di Enrico VIII, e occupato nel 1549 e 1552 le edizioni di "Boo Di preghiera comune ". From this our present Catholic text differs only in two very slight particulars: "Which art" has been modernized into "who art", and "in earth" into "on earth". Da questo nostro presente cattolica testo differisce solo in due elementi molto leggera: "Quale arte" è stata modernizzata in ", che l'arte", e "a terra" in "sulla terra".

The version itself, which accords pretty closely with the translation in Tyndale's New Testament, no doubt owed its general acceptance to an ordinance of 1541 according to which "his Grace perceiving now the great diversity of the translations (of the Pater noster etc.) hath willed them all to be taken up, and instead of them hath caused an uniform translation of the said Pater noster, Ave, Creed, etc. to be set forth, willing all his loving subjects to learn and use the same and straitly commanding all parsons, vicars and curates to read and teach the same to their parishioners". La versione stessa, che piuttosto stretto accordi con la traduzione in Tyndale del Nuovo Testamento, senza dubbio la sua accettazione generale dovuto a un decreto del 1541, secondo la quale "la sua Grazia percepire adesso la grande diversità delle traduzioni (del Pater noster ecc) ha Voluto a tutti di essere ripreso, e invece di loro ha provocato un uniforme traduzione di detto Pater noster, Ave, Credo, ecc, al fine di essere enunciate, disposti tutti i soggetti sua amorevole per apprendere e utilizzare la stessa e straitly comandare tutte parsons , Vicari e vicari insegnare a leggere e lo stesso per i loro parrocchiani ". As a result the version in question became universally familiar to the nation, and though the Rheims Testament, in 1581, and King James's translators, in 1611, provided somewhat different renderings of Matthew 6:9-13, the older form was retained for their prayers both by Protestants and Catholics alike. Come risultato la versione in questione divenne universalmente noto a nazione, e se la Reims Testamento, nel 1581 1611, a condizione che un po 'diverse rendering di Matteo 6:9-13, la forma più vecchio è stato conservato per la loro Preghiere sia da protestanti e cattolici.

As for the prayer itself the version in St. Luke 11:2-4, given by Christ in answer to the request of His disciples, differs in some minor details from the form which St. Matthew (6:9-15) introduces in the middle of the Sermon on the Mount, but there is clearly no reason why these two occasions should be regarded as identical. Come per la preghiera stessa versione in San Luca 11:2-4, donata da Cristo, in risposta alla richiesta dei suoi discepoli, differisce in alcuni dettagli minori dalla forma che san Matteo (6:9-15) e introduce Al centro del discorso della montagna, ma non vi è alcuna ragione per cui chiaramente queste due occasioni, dovrebbero essere considerati come identici. It would be almost inevitable that if Christ had taught this prayer to His disciples He should have repeated it more than once. Sarebbe quasi inevitabile che, se Cristo ha insegnato questa preghiera ai suoi discepoli Egli avrebbe ripetuto più di una volta. It seems probable, from the form in which the Our Father appears in the "Didache", that the version in St. Matthew was that which the Church adopted from the beginning for liturgical purposes. Sembra probabile, dalla forma in cui appare il Padre Nostro e il "Didachè", che la versione di San Matteo, è stato quello che la Chiesa ha adottato sin dall'inizio per scopi liturgici. Again, no great importance can be attached to the resemblances which have been traced between the petitions of the Lord's prayer and those found in prayers of Jewish origin which were current about the time of Christ There is certainly no reason for treating the Christian formula as a plagiarism, for in the first place the resemblances are but partial and, secondly we have no satisfactory evidence that the Jewish prayers were really anterior in date. Ancora una volta, grande importanza non può essere collegata al somiglianze che sono state rintracciate tra le petizioni del Signore e la preghiera di quelle che si trovano nelle preghiere di origine ebraica che erano in corso circa il tempo di Cristo, vi è sicuramente alcuna ragione per trattare il cristiano come una formula Plagio, per, in primo luogo, la somiglianza, ma sono parziali e, in secondo luogo, non abbiamo alcuna prova sufficiente che l'ebraico preghiere erano veramente in data anteriore.

Upon the interpretation of the Lord's Prayer, much has been written, despite the fact that it is so plainly simple, natural, and spontaneous, and as such preeminently adapted for popular use. Al momento l'interpretazione della Preghiera del Signore, molto è stato scritto, nonostante il fatto che essa è così chiaramente semplice, naturale e spontaneo, e come tale eminentemente popolare adattato per l'uso. In the quasi-official "Catechismus ad parochos", drawn up in 1564 in accordance with the decrees of the Council of Trent, an elaborate commentary upon the Lord's Prayer is provided which forms the basis of the analysis of the Our Father found in all Catholic catechisms. In quasi-1564 in conformità con i decreti del Concilio di Trento, un commento su di elaborare la Preghiera del Signore è previsto che costituisce la base delle analisi del Padre Nostro in tutte cattolica Catechismi. Many points worthy of notice are there emphasized, as, for example, the fact that the words "On earth as it is in Heaven" should be understood to qualify not only the petition "Thy will be done", but also the two preceding, "hallowed be Thy name" and "Thy Kingdom come". Molti punti degni di nota vi sono sottolineato, come, per esempio, il fatto che le parole "Sulla terra come in cielo" dovrebbe essere inteso qualificare non solo la petizione "sia fatta la tua volontà", ma anche i due precedenti, "Sia santificato il tuo nome" e "Venga il tuo Regno". The meaning of this last petition is also very fully dealt with. Il significato di questa ultima petizione è anche molto pienamente affrontato. The most conspicuous difficulty in the original text of the Our Father concerns the interpretation of the words artos epiousios which in accordance with the Vulgate in St. Luke we translate "our daily bread", St. Jerome, by a strange inconsistency, changed the pre-existing word quotidianum into supersubstantialem in St. Matthew but left quotidianum in St. Luke. La più cospicua difficoltà nel testo originale del Padre Nostro riguarda l'interpretazione delle parole artos epiousios che, in conformità con la Vulgata di San Luca ci tradurre "il nostro pane quotidiano", San Girolamo, per una strana contraddizione, è cambiato il pre - Esistente parola quotidianum in supersubstantialem di San Matteo, ma a sinistra quotidianum a San Luca. The opinion of modern scholars upon the point is sufficiently indicated by the fact that the Revised Version still prints "daily" in the text, but suggests in the margin "our bread for the coming day", while the American Committee wished to add "our needful bread". Il parere di studiosi moderni sul punto è sufficientemente indicato dal fatto che la versione riveduta ancora stampe "quotidiano" e il testo, ma suggerisce a margine "il nostro pane per i prossimi giorni", mentre il comitato americano ha voluto aggiungere "la nostra Necessario pane ". Lastly may be noted the generally received opinion that the rendering of the last clause should be "deliver us from the evil one", a change which justifies the use of "but" in stead of "and" and practically converts the two last clauses into one and the same petition. Infine può essere osservato in genere ricevuto il parere che il rendering degli ultimi clausola dovrebbe essere "liberaci dal male", un cambiamento che giustifica l'uso di ", ma" invece di "e" e praticamente converte le ultime due clausole in Un solo e medesimo petizione. The doxology "for Thine is the Kingdom", etc., which appears in the Greek textus receptus and has been adopted in the later editions of the "Boo of Common Prayer", is undoubtedly an interpolation. La dossologia "per la Tua è il Regno", ecc, che appare in greco fotoricettore receptus ed è stato approvato nella successiva edizioni del "Boo of Common Prayer", è senza dubbio uno di interpolazione.

In the liturgy of the Church the Our Father holds a very conspicuous place. Nella liturgia della Chiesa, il Padre Nostro in possesso di un luogo molto cospicua. Some commentators have erroneously supposed, from a passage in the writings of St. Gregory the Great (Ep., ix, 12), that he believed that the bread and wine of the Eucharist were consecrated in Apostolic times by the recitation of the Our Father alone. Alcuni commentatori hanno erroneamente suppone, da un passaggio negli scritti di san Gregorio Magno (Ep., ix, 12), che egli credeva che il pane e il vino dell'Eucaristia sono stati consacrati in tempi apostolici dalla recita del Padre Nostro Solo. But while this is probably not the true meaning of the passage, St. Jerome asserted (Adv. Pelag., iii, 15) that "our Lord Himself taught His disciples that daily in the Sacrifice of His Body they should make bold to say 'Our Father' etc." Ma mentre ciò non è probabilmente il vero significato del brano, ha affermato S. Girolamo (Adv. Pelag., Iii, 15) che "il nostro Signore stesso ha insegnato i Suoi discepoli, che ogni giorno nel sacrificio del suo Corpo che dovrebbe rendere grassetto dire ' Padre nostro ', ecc " St. Gregory gave the Pater its present place in the Roman Mass immediately after the Canon and before the fraction, and it was of old the custom that all the congregation should make answer in the words "Sed libera nos a malo". San Gregorio ha dato la sua attuale Pater posto nella Messa romana subito dopo la Canon e la prima frazione, ed era l'usanza di vecchi che tutti devono fare la congregazione risposta nelle parole "Sed libera nos pochi". In the Greek liturgies a reader recites the Our Father aloud while the priest and the people repeat it silently. In greco liturgie un lettore la recita del Padre Nostro, ad alta voce, mentre il sacerdote e il popolo lo ripeto in silenzio. Again in the ritual of baptism the recitation of the Our Father has from the earliest times been a conspicuous feature, and in the Divine Office it recurs repeatedly besides being recited both at the beginning and the end. Ancora una volta e il rituale del battesimo la recita del Padre Nostro è, fin dai primi tempi stata una cospicua funzione, e in essa il Divino Ufficio ricorre ripetutamente oltre ad essere recitato sia all'inizio e alla fine.

In many monastic rules, it was enjoined that the lay brothers, who knew no Latin, instead of the Divine office should say the Lord's Prayer a certain number of times (often amounting to more than a hundred) per diem. In molti regole monastiche, è stato ingiunto di fratelli laici, che non conosceva il latino, invece del Divino ufficio dovrebbe dire la Preghiera del Signore un certo numero di volte (spesso pari a più di un centinaio) giornaliere. To count these repetitions they made use of pebbles or beads strung upon a cord, and this apparatus was commonly known as a "pater-noster", a name which it retained even when such a string of beads was used to count, not Our Fathers, but Hail Marys in reciting Our Lady's Psalter, or in other words in saying the rosary. Per contare queste ripetizioni che hanno fatto uso di ciottoli o perline strung su un cavo, e questo apparecchio è stato comunemente conosciuto come "pater noster-", un nome che ha mantenuto anche quando tale stringa di perline è stato usato per contare, non Our Fathers , Ma Ave Maria e la Madonna recitando il salterio, o in altre parole, a dire il rosario.

Publication information Written by Herbert Thurston. Pubblicazione di informazioni scritto da Herbert Thurston. Transcribed by Tomas Hancil. Trascritto da Tomas Hancil. The Catholic Encyclopedia, Volume IX. L'Enciclopedia Cattolica, Volume IX. Published 1910. Pubblicato 1910. New York: Robert Appleton Company. New York: Robert Appleton Company. Nihil Obstat, October 1, 1910. Nihil Obstat, 1 ottobre 1910. Remy Lafort, Censor. Remy Lafort, Censore. Imprimatur. +John M. Farley, Archbishop of New York + John M. Farley, Arcivescovo di New York


Also, see: Inoltre, si veda:
Society of Friends (Quakers) Society of Friends (Quakers)

Book of Common Prayer Libro della preghiera comune

Rosary Rosario

Prayer Preghiera


This subject presentation in the original English language Questo oggetto la presentazione in lingua originale inglese


Send an e-mail question or comment to us: E-mail Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

The main BELIEVE web-page (and the index to subjects) is at http://mb-soft.com/believe/belieita.html Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a http://mb-soft.com/believe/belieita.html