Regali spirituale

Informazioni avanzata

Regali spirituali sono doni del Dio cristiano che consente di eseguire la sua (a volte specializzati).

Non ci sono più parole nel NT utilizzato per doni spirituali.

Dorea casa e sono così utilizzati, ma sono rari (Ef 4:8; At 11,17).

Pneumatikos carisma e sono spesso trovati, con il carisma di essere il più comune.

Il termine carisma ( "dono spirituale"), ad eccezione di 1 Pt.

4:10, è utilizzato solo da Paolo.

Charisma significa redenzione o salvezza come il dono della grazia di Dio (Rm 5:15, 6:23), e un dono che permette al cristiano di svolgere il proprio servizio in chiesa (1 Cor. 7,7), così come la definizione di una speciale Dono un cristiano che consente di eseguire un particolare ministero nella chiesa (ad esempio, 12:28 ss.).

Paolo offre istruzioni su doni spirituali e Rom.

12:6 - 8; 1 Cor.

12:4 - 11, 28 - 30; Ef.

4:7 - 12.

Doni spirituali erano insoliti manifestazioni della grazia di Dio (charis), in normali e anormali forme.

Non ogni dono spirituale influenzato la vita morale di colui che esercita, ma il suo scopo è sempre stato l'edificazione dei credenti.

L'esercizio di un dono spirituale di servizio impliciti nella chiesa.

Questo approccio pratico non è mai perso di vista nel NT, questi doni spirituali spesso diviso in nonmiraculous e miracolosa, ma dal momento che alcuni sono sinonimo di dazi specifici, esse devono essere classificate in base alla loro importanza per la predicazione della parola, da un lato, Esercizio pratico e ministeri, dall'altro.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail

Doni dello Spirito


Ci sono cinque doni dello Spirito

Lavoro dei Miracoli (1 Cor. 12:10, 28 - 29)

"Miracoli" è il rendering di dynameis (poteri).

In At dynameis riferisce al casting di spiriti maligni e la guarigione del corpo acciacchi (8:6 - 7, 13; 19:11 - 12).

Questo può spiegare "di lavoro di potere", ma questo dono non è sinonimo di "doni di guarigione".

Probabilmente l'ex era molto più spettacolare di questi ultimi, ha significato e può aumentare i morti (Atti 9:36 ss.; 20,9 ss.).

Paolo stesso esercitato questo dono di lavoro dei poteri, ed è stata per lui la prova del suo apostolato (2 Cor. 12,12), e autenticate sia la buona notizia che egli predicava e il suo diritto a proclamarla (Rm 15:18 ss.) .

Regali di Guarigione (1 Cor. 12:9, 28, 30)

Come già suggerito, doni di guarigione simile "lavoro dei miracoli" (poteri).

Testimonianza del ministero di nostro Signore (Mt 4:23 - 24), dei Dodici (Mt 10,1), e dei Settanta (Luca 10:8 - 9).

Doni di guarigione sono stati anche prominente nella chiesa dopo la Pentecoste (At 5:15 - 16; cf. Anche Giacomo 5:14 - 15).

"Regali" (plurale) indica la grande varietà di entrambe le malattie e guarito i mezzi utilizzati e le guarigioni.

La persona che ha esercitato il dono, e il paziente che è stato guarito, ha avuto uno essenziali in comune, la fede in Dio.

Gli scritti dei padri della chiesa dimostrare che "i doni di guarigioni" sono state esercitate nella chiesa secoli dopo il periodo apostolico.

Da allora, questo dono è apparsa a intermittenza nella chiesa.

Per lungo doni di guarigione sono stati in sospeso, ma oggi ci sono riconosciute rami della chiesa, che credono che essi stanno cominciando a riapparire.

Purtroppo, il modo in cui un atto che affermano di aver ricevuto il dono che ha portato in discredito.

Il genere di disturbi che sono guariti nel NT periodo, la natura e il luogo di fede, il significato della sofferenza in Dio, l'economia, l'importanza del subconscio e la natura della sua influenza sul corpo, le relazioni tra i doni di guarigioni e medici Scienza (un medico stato annoverato fra compagni di viaggio di Paolo!), Questi non hanno ricevuto l'attenzione di cui hanno bisogno oggi.

Doni di guarigioni permanenti sono un dono dello Spirito alla Chiesa, ma sono correttamente esercitato solo da uomini dello Spirito, e di umiltà e di fede.

Il dono di Helpers (1 Cor. 12,28)

Che dono spirituale è stato indicato dal "aiuto" possono essere raccolti da At 20,35, dove Paolo esorta Efesini anziani per il lavoro "per aiutare i più deboli" e costantemente ricordare al Signore le proprie parole, "Vi è più gioia nel dare che nel Ricevere ".

Paolo supporta questa esortazione dal suo stesso esempio.

La Chiesa primitiva sembra che abbiano avuto una particolare sollecitudine per i poveri tra i suoi membri, e quelli che hanno aiutato gli indigenti sono state ritenute dotata dallo Spirito per questo ministero.

Non è impossibile che l'ufficio di sambuco origine e il dono dello Stato o di governo.

Per lo stesso motivo, l'ufficio o il dovere di diacono può avere origine in questo dono di aiutanti.

Il diacono è stato colui che ha ministrato ai bisognosi (At 6:1 - 6).

Il dono di governi o di Amministrazione (1 Cor.12: 28; Rom.12: 8)

L'organizzazione della chiesa era ancora fluido.

Uffici ufficiale non era stato stabilito, né sono stati debitamente nominati funzionari ancora pregiudiziale chiese.

E 'stato necessario, quindi, che alcuni membri dovrebbero ricevere ed esercitare il dono della sentenza o locali che disciplinano l'assemblea dei credenti.

Questo dono potrebbe assumere la forma di una sana e prudente consiglio e la sentenza regia chiesa affari.

A poco a poco, naturalmente, questo dono di guida e di decisione in chiesa affari sarebbe venuto per essere identificati sono a stretto contatto con alcune persone che avrebbero iniziare ad assumersi le responsabilità di un quasipermanent natura.

Avrebbero riconosciuto diventare funzionari della chiesa, che soddisfano compiti ben definiti e l'amministrazione della comunità cristiana.

All'inizio, però, è stato riconosciuto che alcuni cristiani hanno ricevuto il dono della sentenza e ha avuto la libertà di esercitare.

In aggiunta alla somministrazione, le questioni pratiche e la condotta di culto pubblico richiederebbe saggezza e lungimiranza, e qui ancora riconoscibile coloro che avevano ricevuto il dono della sentenza sarebbe atteso a legiferare.

Il dono della fede (1 Cor. 12,9)

Il dono della fede, probabilmente dovrebbe essere incluso tra i doni strettamente legato alla vita pratica e lo sviluppo della chiesa.

Questi doni spirituali che, naturalmente, credenti e rafforzare la loro fede, e di convincere i miscredenti l'autenticità del messaggio della chiesa.

Il dono dello Spirito di fede potrebbe effetto potente cose (Mt 17:19 - 20), e mantenere saldi i credenti e la persecuzione.

Questi cinque doni spirituali, poi, avevano particolare riferimento agli aspetti pratici della vita della chiesa, il benessere fisico dei credenti, e il loro ordine di culto e di condotta.

Il resto dei doni dello Spirito riguardano il ministero della parola di Dio.

In questo senso, sono stati più importante di quanto precede, ma questi ultimi sono stati, tuttavia, i doni spirituali.

In origine e la natura sono state il risultato di dotazioni speciali dello Spirito.

Apostolato

Per quanto riguarda i doni particolarmente significativi per la predicazione della parola, Paolo dà orgoglio del luogo per la grazia di apostolato: "Dio ha posto alcuni nella chiesa, in primo luogo apostoli" (1 Cor. 12,28).

La designazione "apostolo" ha cominciato ad essere applicata a NT personalità diversa da quella Dodici, in particolare a Paolo.

Tanto valore ha il dono di apostolato che lo Spirito Santo aveva conferito su di lui che, in occasione fu a cura di dimostrare la propria validità (cfr. I Cor. 9:1 ss.; Gal. 1,12).

Gli apostoli che avevano concepito ricevuto questo dono spirituale, per consentire loro di adempiere il ministero della parola di Dio; nulla, quindi, dovrebbe essere consentito di impedire che soddisfano tutti i loro importante funzione (At 6,2).

Abbiamo anche raccogliere da Paolo che il dono di apostolato doveva essere esercitato principalmente tra i non credenti (1 Cor. 1,17), mentre gli altri doni spirituali sono stati più strettamente legato alle esigenze dei credenti.

Paul's apostolato è stato quello di essere soddisfatte tra genti; Pietro ministero della parola doveva essere esercitato tra gli ebrei (Gal 2:7 - 8).

Ovviamente, il dono dello Spirito di apostolato non è stata limitata rigorosamente limitato a un gruppo di uomini il cui dono di apostolato li rese ipso facto unità speciali di una grazia divina o autorità.

La loro funzione è stata concepita per essere senza dubbio il più importante per quanto il ministero della parola è stato interessato, ma vedremo che attualmente la loro è solo uno di una serie di tali doni spirituali.

La chiesa è stata costruita su di profeti e apostoli (Ef 2,20), il primo ministero e la parola alla chiesa, il secondo la predicazione della parola ai non cristiani.

Poiché, quindi, il dono di apostolato è stato spirituale, così è stato anche l'autorità degli apostoli.

Essa è rimasta la prerogativa dello Spirito Santo e mai diventata ufficiale, nel senso che si potrebbe comunicare agli altri di sua spontanea volontà.

L'autorità esercitata dagli apostoli è stato esercitato democraticamente, non autocratically (At 15:6, 22).

Essi sono stati attenti ad includere gli anziani ei fratelli, quando sostanzia la validità delle direttive sono state diramate alla chiesa.

Anche quando Paolo è stato chiesto di legiferare per le chiese che aveva fondato, la sua autorità non è stato il suo apostolato, ma una parola del Signore (1 Cor. 7,10).

Profeti

Profeti stanno accanto e importanza per apostoli e Paul's enumerazione dei doni spirituali (1 Cor. 12:2 ss.).

Il dono della profezia è già stato differenziato dalla grazia di apostolato sul terreno della sfera in cui ciascuno è stato esercitato.

In un certo senso Mosè 'desiderio (Num. 11,29), era stato realizzato l'esperienza e la chiesa nel suo complesso (Atti 2:17 - 18; 19:6; 1 Cor. 11:4 - 5), ma alcuni individui Sembrano essere stati appositamente dotato di questa grazia (At 11:28, 15:32, 21:9 - 10).

Questi profeti nella chiesa NT spesso sembrano essere stati predicatori itineranti.

Passando da chiesa a chiesa, costruito credenti nella fede, con l'insegnamento della parola.

Il loro ministero sarà probabilmente caratterizzato da spontaneità e di potenza, dal momento che sembra aver incluso parlando dalla rivelazione (1 Cor. 14:6, 26, 30 - 31).

In questi passaggi, però, il profeta sono stati enunciati chiaramente capito rispetto al enunciati in tutte le lingue.

In occasione Dio renderebbe la sua volontà conosciuta attraverso il profeta (At 13:1 ss.), O di un evento futuro sarebbe preannunciato (Atti 11:28; 21:10 - 11), ma il profeta del dono speciale è stato l'edificazione, esortazione, Consolazione, e di istruzione delle chiese locali (1 Cor. 14).

Nel periodo subapostolic il profeta potrebbe ancora avere la precedenza rispetto al ministro locale, ma la giornata non è stata lontana, quando questo dono della profezia passati al locale ministri che hanno predicato la parola di edificare i membri della fraternità cristiana.

La natura di questo dono della profezia è stato tale che il rischio di falsi profeti deve sempre sono stati presenti.

Lo Spirito, dunque, comunicati attivato un dono che alcuni tra coloro che hanno ascoltato i profeti di riconoscere la verità o falsità della loro enunciati.

Questo non è stato naturale o intuizione accorto, ma una sentenza dono soprannaturale.

Paolo descrive questo dono spirituale come un "discernimento degli spiriti".

Il fatto che il profeta ha parlato dalla rivelazione fatta la comparsa di falsi profeti quasi inevitabile; mentre, dunque, Paolo esorta i suoi a non disprezzare converte prophesyings, esse sono state, tuttavia, di provare tutte le cose (1 Ts. 5:20 - 21).

Il dono del discernimento degli spiriti

Credenti doveva essere in grado di discriminare tra il vero e il falso spiriti, quando un profeta itinerante ha affermato di essere ispirati a parlare di rivelazione (1 Cor. 14:29).

Il dono di insegnamento

Chiaramente correlati, ma distinti da attentamente, il dono della profezia è il dono di insegnamento (1 Cor. 12:28 - 29; Rom. 12,7).

Il profeta era un predicatore della parola, il professore ha spiegato ciò che il profeta proclamato, ridotto a dichiarazioni di dottrina, e si applica alla situazione in cui la chiesa ha vissuto e testimoniato.

L'insegnante avrebbe offerto sistematico di istruzioni (2 Tim. 2,2) per le chiese locali.

In Ef.

4:11 Paolo aggiunge l'idea di pastore a quella di insegnante, perché nessuno è in grado di comunicare efficacemente (insegnare), senza amare coloro che vengono istruiti (pastore).

Allo stesso modo, per essere un efficace pastore, uno deve anche essere un insegnante.

Il dono della Esortazione (Rm 12,8)

Il possessore del dono di esortazione di compiere un ministero strettamente connesse con quella del cristiano profeta e maestro.

La differenza tra di loro sarebbe trovato nella approccio più personale del precedente.

Se la sua esortazioni dovesse avere successo, esse devono essere fornite nel potere persuasivo di amore, di comprensione e simpatia.

Il suo obiettivo sarebbe quello di vincere i cristiani a una più alta forma di vita e ad una più profonda auto dedizione a Cristo.

Lo Spirito, dunque, che ha donato il dono di esortazione di comunicare con il dono spirituale persuasione e winsomeness.

Il dono della Parlando della Parola della Sapienza (1 Cor. 12,8)

Una parte importante dello Spirito's dotazione di quanto la comunità cristiana è stata interessata era saggezza.

Questo dono di comunicare capacità di ricevere e spiegare "le profondità di Dio».

In Dio con gli uomini è molto misterioso, e la cristiana ordinaria è spesso ha bisogno di una parola, che gettano luce sulla sua situazione, e la persona munita dallo Spirito per compiere questo ministero è attraverso lo Spirito dato la parola di saggezza.

A causa del forte senso di rivelazione o intuizione implicita nella frase, forse questo è stato il mio regalo ad un revelational enunciato dal profeta cristiano.

Il dono della Parola Parlando della conoscenza (1 Cor. 12,8)

Parlando della parola di conoscenza suggerisce una parola parlata solo dopo lunga e attenta considerazione.

Questa sarebbe una parola che l'educatore cristiano sarebbe parlare normalmente.

Naturalmente, questa attività mentale non sarebbe del tutto da soli; un punto di essere raggiunto quando lo Spirito che dà la conoscenza, la comprensione, l'intuizione, che potrebbe essere descritto come intuizione.

Ma dal momento che Paolo ricorda che sia la parola di sapienza e la parola di conoscenza sono fornite attraverso o secondo lo Spirito, l'accento è posto sulla ricezione della parola, non sulla sua interpretazione.

Il dono delle lingue

Ancora un altro dono spirituale è menzionato da Paolo.

Lo Spirito dà "tipi di lingue» (1 Cor. 12:10, 28).

La natura di questo dono è spiegato in 1 Cor.

14. (1) La lingua in cui la persona ha parlato è stato incomprensibile, e quindi per il cristiano unedifying assemblea (vss. 2 - 4), (2) la lingua (glossa), non è stata una lingua straniera (vss.10 - 12); ( 3) La lingua di altoparlanti indirizzate a Dio a cui ha offerto probabilmente, la preghiera e la lode (vss. 14 - 17); (4) La lingua edificata l'altoparlante (c. 4), (5) La lingua di altoparlanti perso il controllo della intellettuale Facoltà (vss. 14 - 15), la lingua è probabilmente uno sconnesso, molto acuto, estatica serie di ejaculations, simile a lingue parlate in tempi di risveglio spirituale vissuta a intermittenza dalla chiesa.

Il dono di Interpretazione di Tongues (1 Cor. 12:10, 30)

Un corollario necessario di parlare in lingue era l'interpretazione delle lingue.

La lingua di altoparlanti potrebbe inoltre esercitare il dono di interpretare, ma di solito è esercitato altri (vss. 26 - 28; 12,10), anche se il consiglio di Paolo in 1 Cor.

14:13 è interessante.

Ciò implicherebbe dare un senso alla unmeaningful estatica ejaculations come un critico d'arte interpreta un gioco, una sinfonia, o una tela per i non iniziati, anche se la lingua interprete non dipendono dalla conoscenza naturale.

L'evangelista

Un altro dono per la chiesa è l'evangelista.

Timoteo è chiamato uno evangelista e 2 Tim.

4:5, come è Filippo, uno dei sette, in Atti 21:8.

Il compito di predicare il Vangelo, anche se teoricamente la responsabilità di tutti, è affidata in particolare a certe persone dallo Spirito Santo.

Sono di esercitare il loro ministero e la piena realizzazione del potere che viene da Dio, rendendo faddish e tecniche manipolative non solo inutile, ma sbagliata.

Quando questi sono presenti, è una chiara indicazione che lo Spirito è assente.

Converte la evangelista ministero verranno funneled nella chiesa, dove verranno costruite da coloro che esercitano gli altri doni.

Servizio (Gr., diakonia)

Servizio è chiamato un dono in Rom.

12:7. Questo termine è utilizzato in vari modi nel NT, da una generalizzata idea di ministero (2 Cor. 5:18, dove la predicazione di Paolo è chiamato un ministero di riconciliazione) ad uno specifico compito o ufficio (1 Tim. 1:12 ).

È difficile sapere esattamente come Paolo significa che qui.

Forse è un dono di potere generalizzato a tutti coloro che esercitano una funzione specifica nella chiesa.

Contribuire

Paolo parla di contribuire come un dono (Rm 12,8).

Tutti sono a dare ai bisogni della chiesa, il suo ministero, e dei poveri, ma un dono speciale permette di fare qualche sacrificio gioiosa in questo settore.

Paolo aggiunge che questo dono deve essere esercitato "senza grudging" o "e liberalità".

Gli atti di misericordia (Rm 12,8)

Misericordioso atti devono essere eseguite con allegria, sotto la guida dello Spirito.

Potrebbe essere questo il motivo per cui si è chiesto un nobile atto richiederebbe carismatico dotazione, ma le circostanze del tempo di spiegarlo.

Per rendere aiuto è stato pericoloso.

L'identificazione con gli altri cristiani e la necessità di marca uno come cristiano, come pure, aprendo la possibilità di persecuzione per se stessi.

Dando Aid (Rm 12,8)

Dare un aiuto, anche menzionato come un dono, deve essere esercitato con zelo.

È possibile che questo dono è un'altra forma di dono amministrative.

Se è così, questa non è una novità.

Se così non è, più strettamente paralleli atti di misericordia.

Conclusione

Istruire i cristiani e per l'esercizio di questi doni, Paolo si preoccupa di sottolineare la loro natura pratica.

Lo Spirito Santo dona la sua charismata per l'edificazione della chiesa, la formazione del carattere cristiano, e il servizio della comunità.

La ricezione di un dono spirituale, quindi, ha gravi responsabilità, dal momento che è stato essenzialmente un'opportunità per la donazione e di sacrificio, di servizio per gli altri.

La più spettacolare doni (lingue, guarigioni, miracoli) ha richiesto un certo grado di ordine, che impedisce loro uso indiscriminato (1 Cor. 14,40).

Gli spiriti dei profeti devono essere sottoposti ai profeti (c. 32).

Paolo insiste sul fatto che chiaramente spettacolare doni sono stati inferiori a quelli che ha incaricato i credenti nella fede e di morale e di evangelizzare i non cristiani.

Parlando la lingua non è stata vietata (c. 39), ma intelligente esposizione della parola, l'istruzione nella fede e di morale, e di predicare il vangelo erano infinitamente superiore.

I criteri utilizzati per giudicare i valori relativi di doni spirituali sono stati dottrinale (1 Cor. 12,3), morale (1 Cor. 13), e pratica (1 Cor. 14).

Il problema è dove trovare l'equilibrio.

Il pericolo più grande e laici overemphasizing i doni, che tende ad esaltare le cariche che è cresciuto fuori di essi.

Che ha portato inevitabilmente a ecclesiasticism istituzionale e l'inevitabile perdita corrispondente della chiesa la consapevolezza della presenza dello Spirito e di esperienza della potenza dello Spirito.

JGSS Thomson e WA Elwell


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


L Morris, Spirito del Dio vivente; H W. Robinson, il cristiano l'esperienza dello Spirito Santo; JRW Stott, il Battesimo e la pienezza dello Spirito Santo; C Williams, The Descent di Colomba; M Griffiths, Grace - Doni; K Stendahl, Paolo Tra ebrei e pagani; JR Williams, Il dono dello Spirito Santo di oggi; AA Hoekema, Tongues e Battesimo Spirito; FD Bruner, Una teologia dello Spirito Santo; EE Ellis, Profezia e ermeneutica.

Regali spirituale

Informazioni avanzata

Regali spirituale (Gr. charismata), sono doni elargiti su soprannaturalmente i primi cristiani, ciascuno con il suo proprio dono o doni per l'edificazione del corpo di Cristo.

Queste sono il risultato di straordinaria operazione dello Spirito, così come il giorno della Pentecoste.

Erano i doni di parlare con lingue, casting, i demoni, la guarigione, ecc (Marco 16:17, 18), di solito comunicata dal mezzo della imposizione delle mani degli apostoli (At 8:17; 19:6 ; 1 Tim. 4,14).

Questi sono stati charismata goduto solo per un tempo.

Essi non potevano continuare sempre nella Chiesa.

Essi erano adatti alla sua infanzia e alle necessità di quei tempi.

(Easton Illustrated Dictionary)

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a