Gesù Cristo

Generale / avanzati di informazione

Gesù, o Jeshua ben Joseph, come egli era noto per i suoi contemporanei, era un Ebreo che appariva come un profeta, un insegnante, e un saggio in Palestina circa 30 dC.

I suoi seguaci lui credeva di essere il Messia d'Israele, colui nel quale Dio aveva agito definitivamente per la salvezza del suo popolo (da qui il titolo del Cristo, una speciale greca del Meshiah ebraico, che significa "unto uno").

Questa convinzione ha preso forma distintivo quando, dopo l'esecuzione di Gesù da parte dei romani (che agisce su raccomandazione del autorità ebraiche), ha riferito, si è presentato vivo di alcuni dei suoi seguaci.

La risurrezione di Gesù è diventato un cardine fondamentale della religione che sarebbe presto chiamato cristianesimo.

Secondo la fede cristiana, Gesù è Dio fatto uomo (è stato chiamato sia "Figlio di Dio" e "Figlio dell'uomo" e identificato come la seconda persona della Trinità), la sua vita e la sua morte di croce sono capito di avere ripristinato il Rapporto tra Dio e l'uomo - che era stata infranta dal peccato di quest'ultimo (Espiazione; peccato originale), e la sua risurrezione (l'evento celebrato da Pasqua) afferma la totale sovranità di Dio sulla sua creazione e offre l'umanità la speranza di salvezza.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Queste credenze fondamentali su Gesù si riassume nelle parole del Simbolo niceno-costantinopolitano: «Credo in un solo Signore Gesù Cristo, l'unico - Figlio unigenito di Dio, Begotten di suo Padre prima di tutti i mondi, Dio di Dio, Luce di Luce, Very Dio molto di Dio, Begotten, non creato, Essere di una sostanza con il Padre, da cui tutte le cose sono state fatte: Chi di noi uomini, e per la nostra salvezza discese dal cielo, è stato incarnato da E lo Spirito Santo dalla Vergine Maria , E si è fatto uomo, Ed anche fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato. Egli ha sofferto ed è stato sepolto, e il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, E Ascended in cielo, e siede alla destra del Padre. E Egli entra di nuovo con gloria a giudicare sia il rapido e dei morti: chi regno non avrà fine ".

Il Gesù storico

Il Cristo - mito della scuola del 20 ° secolo ha dichiarato che Gesù non ha mai vissuto, ma è stato inventato come una pedina su cui appendere il mito di un morendo e risorgendo Dio. Eppure, la prova per l'esistenza storica di Gesù è buono.

Non - Fonti cristiane

Tra gli storici romani, Tacito (Annali 15,44), che registra il movimento cristiano è iniziato con Gesù, che è stato condannato a morte da Ponzio Pilato.

Svetonio (Claudio 25,4) si riferisce alla cacciata degli ebrei da Roma a causa di una sommossa istigata da uno "Cresto" e AD c.

48, e questo è di solito presa di essere un confuso riferimento ai cristiani e del loro fondatore.

Plinio il Giovane (Epistole 10,96), la scrittura per l'imperatore Traiano, dice che i primi cristiani cantavano un inno a Cristo come Dio.

La maggior parte delle prove ebraico è in ritardo e la propaganda anti cristiana, ma un primo riferimento nel Talmud babilonese dice che Jeshu ha - Nocri è stato un falso profeta, che fu impiccato alla vigilia della Pasqua ebraica per la magia e la falsa dottrina.

Le prove da lo storico Flavio Giuseppe è problematica.

Egli racconta (Antichità 20.9.1) il martirio di Giacomo, "il fratello di Gesù detto il Cristo", e AD 62.

Un altro passo in Antichità (18.3.3), offre una estesa conto di Gesù e la sua carriera, ma alcune funzioni di esso sono chiaramente cristiana interpolazioni.

Se questo passaggio è un autentico nucleo è discusso.

Così Romano fonti mostrare una vaga consapevolezza che Gesù era una figura storica così come l'oggetto di un culto; l'ebraico fonti attendibili ci dicono che era un insegnante di ebraico, che è stato messo a morte per la magia e la falsa profezia, e che ha avuto un Fratello di nome James.

L'ebraico è particolarmente preziosi elementi di prova a causa delle ostilità tra ebrei e cristiani, al momento: sarebbe stato facile per la questione ebraica lato l'esistenza di Gesù, ma questo non hanno mai fatto.

I Vangeli

Secondo i Vangeli di Matteo, Marco, Luca e Giovanni, i primi quattro libri del Nuovo Testamento della Bibbia, sono le principali fonti per la vita di Gesù.

Queste opere sono soprattutto le testimonianze di fede delle prime comunità cristiane, tuttavia, e devono essere utilizzate come prove critico per il Gesù storico.

I metodi includono sorgente, la forma, e la redazione critiche.

Fonte critica letteraria studi rapporti tra i Vangeli, e generalmente accettato il punto di vista è che Marco è stato scritto prima ed è stato utilizzato da Matteo e Luca, e di Matteo e di Luca che ha avuto anche un'altra fonte in comune, sconosciuta a Mark, che consisteva principalmente di Detti di Gesù.

Alcuni potrebbero aggiungere altre due fonti primarie, il materiale peculiare di Matteo e di Luca che peculiare.

Vi è un crescente consenso sul fatto che il quarto Vangelo, nonostante una pesante sovrapposizione di teologia giovannea e la disposizione degli episodi e dei discorsi, sancisce anche utili informazioni storiche e autentica detti di Gesù.

Forma critiche indaga la storia della tradizione orale dietro la scritta Vangeli e le loro fonti, mentre la redazione critiche isolati e gli studi della teologia del lavoro editoriale degli evangelisti.

Questi metodi fornire criteri per vagliare attraverso la redazione e la tradizione e ricostruire il messaggio e la missione storica di Gesù.

I criteri di autenticità sono dissomiglianza contemporanea sia per l'ebraismo e gli insegnamenti della chiesa, il posto di Pasqua; coerenza; più attestato, e linguistica e fattori ambientali.

Il criterio di dissomiglianza stabilisce un primo nucleo di materiale unico a Gesù.

Il criterio di coerenza aggiunge altri materiali coerenti con questo nucleo.

Attestato di più - materiale attestata da più di una fonte primaria o in più di una delle forme di tradizione orale stabiliti dalla forma critica - fornisce elementi di prova per la primitivity di Gesù la tradizione.

Palestinese, il background culturale e aramaico discorso forme fornire una prova supplementare.

La vita di Gesù

Applicazione della critica metodi sopra descritti rivela che il vangelo tradizione apparentemente avviato inizialmente con Gesù 'battesimo da Giovanni il Battista (Matteo 3:13 - 17; Mark 1:9 - 11; Luca 3:21 - 22; Giovanni 1:29 -- 34).

Le storie riguardanti la nascita di Gesù sono state probabilmente aggiunte in seguito.

Queste storie - annunciations a Maria e Giuseppe, il loro cammino verso Betlemme per il censimento romana, e Gesù 'vi nascita (Luca 2:1 - 7); le visite dei pastori (Luca 2:8 - 20) e le tre Magi Da Est (Mt 2,1 - 12), e la fuga della famiglia in Egitto per sfuggire alla strage di ragazzi che era stato ordinato dal re Erode (Matteo 2:13 - 23) - può essere caratterizzata convenientemente, Se vagamente, come "midrash cristologica", espressioni di fede cristologica, espressi in forma narrativa.

Se ci sono elementi in loro, questi saranno trovati tra gli elementi sui quali Matteo e di Luca d'accordo: i nomi di Maria, Giuseppe e Gesù; la datazione di Gesù 'nascita verso la fine del regno di Erode il Grande ( D. 4 aC), e, meno certamente, la posizione di Betlemme, la nascita.

Alcuni aggiungere il concepimento di Gesù tra la prima e la seconda fase del rito del matrimonio tra Maria e Giuseppe; cristiani interpretato questo, in termini di una concezione per mezzo dello Spirito Santo.

Seguendo il suo battesimo da Giovanni il Battista, Gesù ha intrapreso forse un ministero di tre anni la durata, in primo luogo, in Galilea (Era cresciuto nella città di Nazaret Galileo).

I Vangeli scegliendo il suo record di 12 discepoli, e lui predicata sia, per loro e per la popolazione in generale, spesso attrarre grandi folle (come quando ha consegnato il Discorso della Montagna, Matt. 4:25 - 7:29; cfr. Luca 6:17 - 49).

Egli ha proclamato il regno di Dio - la inbreaking di Dio atto finale del risparmio attraverso la sua parola e del lavoro (Marco 1:14; Matt. 12,28).

Ha i suoi contemporanei a confronto con la sfida di questo inbreaking regno di Dio nelle sue parabole del regno (Marco 4).

Egli cui Dio radicale domanda di obbedienza (Mt 5:21 - 48).

Nella preghiera Gesù si rivolge a Dio come unica "Abbà" (l'indirizzo intima del bambino al suo padre terreno e la famiglia), non "il mio" o "nostro" Padre, come nel giudaismo, e ha invitato i suoi discepoli e la Preghiera del Signore per condividere Il privilegio di Dio così (Lc 11,2).

Ha mangiato con gli emarginati, come i pubblicani e le prostitute, e la sua condotta interpretato come l'attività di Dio, e cerca di salvare il perso (come nelle parabole della pecorella smarrita, la dracma, e il figlio prodigo, Luca 15) .

Ha cantato esorcismi e guarigioni come segni dei inbreaking finale del regno di Dio, in trionfo sulle potenze del male (Matteo 11:4 - 6; 12,28).

Infine, Gesù salì a Gerusalemme in occasione della Pasqua ebraica di consegnare la sua imminente sfida di giudizio e di salvezza al cuore e centro della vita del suo popolo.

Una delle azioni attribuite a lui vi era la cacciata dei cambiavalute dal Tempio (Mt 21:12 - 17; Mark 11:15 - 19; Luca 19:45 - 46).

In precedenza, Gesù aveva sostenuto l'ostilità dei farisei, che ha attaccato lui per rompere la legge e per il quale ha denunciato la loro formalistico e autonomi precetti giustizia (Mt 23:13 - 36; Luca 18:9 - 14).

A Gerusalemme suoi oppositori sono stati gli altri principali religiosa ebraica partito, il sadducei, che ha incluso l'autorità sacerdotale del Tempio.

Aiutati da uno dei discepoli, Giuda Iscariota, le autorità hanno arrestato Gesù nel giardino del Getsemani.

Egli è stato esaminato dal Sinedrio e consegnato al governatore romano, Ponzio Pilato, che lo ha condannato alla crocifissione.

In un momento di grande agitazione politica in Palestina e in alta messianica ebraica aspettative tra alcuni gruppi (per esempio, il rivoluzionario zeloti), Gesù e il suo seguito apparve a rappresentare senza dubbio alcuni politici minaccia.

La passione narrazioni dei Vangeli contengono importanti motivi teologici.

Primo Gesù 'le sofferenze e la morte sono presentati come il compimento della volontà di Dio annunciata nel Vecchio Testamento scritti.

In secondo luogo, i conti di l'Ultima Cena, un addio pasto svolgerà prima di Gesù 'arresto, proclamare il significato espiazione di Gesù' la morte e le parole sul pane e sul vino.

In terzo luogo, grande enfasi è posta sulla dichiarazione che Gesù è morto come Messia o re.

In quarto luogo, alcuni degli eventi descritti contengono simbolismo teologico, per esempio, le strazianti velo del Tempio.

Gesù 'self comprensione

. Dal momento che i titoli di maestà sono stati utilizzati solo per il post - Pasqua chiesa di proclamare Gesù, questi titoli non può, per il criterio di dissomiglianza, essere utilizzate come prove convincenti per la comprensione di sé Gesù durante il suo ministero terreno. Tale autoregolamentazione comprensione deve essere dedotto Indirettamente dalle sue parole e le sue opere.

In tutti loro si confronterà con i suoi contemporanei di Gesù con un grande senso di autorità (Marco 2:27, 11:27 - 33).

Questa qualità in Gesù evocata messianica speranze e i suoi seguaci e messianica paure e dei suoi nemici.

Le speranze dei suoi amici erano in frantumi da l'arresto e la crocifissione di Gesù, ma ristrutturato e rafforzato dalla Pasqua caso, la fede e la sua risurrezione il terzo giorno successivo alla morte e entombment.

Durante la sua vita terrena di Gesù è stata affrontata come rabbino ed è stato considerato come un profeta.

Alcune delle sue parole, anche lui posto nella categoria di salvia.

A titolo di rispetto per un rabbino sarebbe "il mio Signore".

Già prima di Pasqua suoi seguaci, impressionato dalla sua autorità, significherebbe qualcosa di più rispetto al solito, quando lui indirizzata come "il mio Signore".

Gesù apparentemente rifiutato di essere chiamato Messia a causa della sua politica associazioni (Marco 8:27 - 30; Matt. 26:64, correggendo Marco 14,62). Tuttavia, la scritta sulla croce, "Il re dei Giudei", fornisce inconfutabili Prove del fatto che egli è stato crocifisso come un pretendente messianico (Mc 15,26).

Anche se è possibile che Gesù 'la famiglia ha dichiarato di essere di discendenza davidica, è improbabile che il titolo di "Figlio di Davide" è stato attribuito a lui o accettato da lui durante il suo ministero terreno.

"Figlio di Dio", in ex volte il titolo di re ebraico (Psa. 2,7), è stata adottata per la prima volta nella chiesa di Pasqua post come equivalente del Messia, e non ha avuto connotazioni metafisiche (Rm 1,4).

Gesù era consapevole di un unico rapporto filiale con Dio, ma non è certo che il Padre / Figlio lingua (Marco 18:32; Matt. 11:25 - 27 par.; Giovanni passim) risale a Gesù stesso.

La maggior parte dei problemi di tutti è il titolo "Figlio dell'uomo".

Questo è l'unico titolo utilizzato ripetutamente da Gesù come una designazione autonoma, e non vi è una chiara prova del fatto che esso è stato utilizzato come titolo di maestà dalla chiesa post Pasqua.

Di conseguenza, è detenuto da molti di essere autentici, in quanto passa il criterio di dissomiglianza.

Coloro che ritengono unauthentic vedere in essa il post Pasqua chiesa di identificazione di Gesù con il "Figlio dell'uomo" o di Dan.

7:13 o - se il titolo è veramente esistito prima vi Gesù - e la tradizione ebraico apocalittico.

Una possibile visualizzare, basato sulla distinzione Gesù fa tra se stesso e il prossimo "Figlio dell'uomo" (Luca 12: 8 - 12; Marco 8,38), è che questa figura ha invocato a sottolineare la finalità della sua parola e del lavoro -- Questa finalità sarebbe rivendicato dal "Figlio dell'uomo", alla fine.

In questo caso il posto di Pasqua chiesa è stata in grado di identificare con Gesù che "Figlio dell'uomo", perché l'evento è stato Pasqua rivendicazione della sua parola e del lavoro.

Il post di Pasqua chiesa formata poi ulteriormente "Figlio dell'uomo" dicevano, alcuni molto parlare in termini apocalittici del suo ritorno e la seconda venuta (per esempio, Marco 14,62), altri esprimono l'autorità esercitata durante il ministero terreno (per esempio, Marco 2:10, 28), e altri ancora imminente esprimendo la sua sofferenza e la certezza della vendetta (Marco 8:31, 9:31, 10:33).

Cristologia

Anche se è vero che c'è stata una differenza fondamentale tra Gesù 'messaggio del regno e il post del messaggio di Pasqua chiesa di lui come atto salvifico di Dio, di Gesù tutte le' parole e di lavoro implica una cristologia.

Così la critica per la ricerca storica di Gesù rese una base sufficiente per il messaggio di Pasqua del post chiesa ed è quindi necessario che legittimo.

Messaggio di Pasqua, la Chiesa Post

La cristologia dei primi palestinese, la comunità cristiana ha avuto due apparentemente si concentra.

Si è guardato indietro per la vita terrena di Gesù come profeta e servitore di Dio e la trasmette al suo ritorno definitivo come Messia (At 3,21).

Intanto Gesù è stato pensato come inactively attesa in cielo, alla quale egli è stato creduto di aver salito dopo la risurrezione (At 1,9).

Presto la loro esperienza dello Spirito Santo, la cui discesa è registrato in At 2, ha portato i primi cristiani a pensare in termini di una cristologia in due fasi: la prima fase è stato il ministero terreno e la seconda fase attiva la sua sentenza in cielo.

Questa fase due cristologia, in cui Gesù è esaltato come Messia, Signore, e il Figlio di Dio (At 2:36; Rm. 1,4), è spesso chiamato adoptionist.

Non è la Adoptionism di eresia più tardi, tuttavia, per la pensa in termini di funzione piuttosto che essere.

Alla sua esaltazione al cielo Gesù ha cominciato a funzionare come lui non fosse in precedenza.

Un'altra affermazione cristologica primitiva associa la nascita di Gesù con la sua discendenza davidica, così qualificante per lui presso il suo ufficio messianico esaltazione (per esempio, Rm. 1,3).

Questo ha introdotto la nascita di Gesù come un momento significativo Christologically.

Come il cristianesimo si diffuse a parlare mondo greco tra il 35 e il 50 dC, sono stati ulteriormente sviluppati cristologica prospettive.

L'invio - di - la - Figlio modello è stato uno di loro.

Questo modello è triplice: (1) Dio (2) ha inviato il suo Figlio (3), al fine di.

. . (Con una dichiarazione della fine di salvezza - per esempio, Galati 4:4 - 5).

La nascita narrazioni di Matteo e di Luca combinare la discendenza davidica con l'invio - di - la - Figlio cristologia.

Un altro importante sviluppo di questo periodo è l'identificazione di Gesù come l'incarnazione di celeste sapienza di speculazione ebraica (Prov. 8:22 - 31; Sir. 24:1 - 12; Wisd. 7:24 - 30).

Quindi una cristologia emerge in tre fasi: la saggezza o preesistente Logos (Word), che era l'agente della creazione e della generale rivela - zione e anche della speciale rivelazione di Israele, si incarna nella vita e nella morte di Gesù di Nazaret, e Quindi nella risurrezione e di esaltazione restituisce al cielo (Php. 2:6 - 11; Col 1:15 - 20; Eb. 1:1 - 3; Giovanni 1:1 - 14).

Con questa fase tre cristologia si verifica un mutamento da interpretazione puramente funzionale alla questione di essere o la persona di Gesù.

Così le ulteriori fasi del Nuovo Testamento preparare il terreno per le controversie cristologiche della patristica Age.

Controversie cristologica della patristica Età

L'aumento di gnosticismo come una deviazione cristiana cominciò nel 2d secolo e ha portato allo sviluppo di docetismo, la vista che l'umanità di Gesù è stata piuttosto apparente che reale.

Cattolica, il cristianesimo ha insistito sulla sua vera umanità - quindi, la dichiarazione e gli Apostoli 'Credo ", concepito da Spirito Santo, nato dalla Vergine Maria".

Nel 3d e 4 ° secolo ci sono stati alcuni che hanno continuato a interrogare la piena umanità di Gesù e di altri che ha messo in dubbio la sua piena divinità.

Quando Ario negato che il Figlio preesistente, o Word, è stato pienamente Dio, il Concilio di Nicea (325) formulato un credo (il Simbolo niceno-costantinopolitano), che contengono le frasi "di una sostanza con il Padre" e "si è fatto uomo".

Avanti, Apollinarius, desiderosa di affermare la divinità del Figlio, che ha insegnato il Logos sostituito lo spirito umano e la vicenda terrena di Gesù (Apollinarianism).

Questo insegnamento è stato condannato al Concilio di Costantinopoli (381).

Successivamente, i teologi della scuola di Antiochia erano così ansiosi di mantenere la realtà di Gesù 'umanità che sembrava compromesso la sua divinità.

Così Teodoro di Mopsuestia e il suo allievo Nestorio (Nestorianism) separati da divinità l'umanità quasi al punto di negare l'unità della sua persona.

Per preservare questa unità il Concilio di Efeso (431) afferma che Maria è stata la "Dio - portatore" (Theotokos, in seguito resi popolarmente come "Madre di Dio").

Eutyches dalla scuola alessandrina poi sostenuto che le due nature di Cristo erano, al incarnazione, fusi in uno solo.

Questo punto di vista è stato stabilito in occasione del Concilio di Calcedonia (451), che ha insistito sul fatto che Cristo era una persona in due nature (divina e umana) ", senza confusione, senza cambiamento, senza divisione e senza separazione".

Christologies moderno generalmente partono "dal basso", piuttosto che "dall'alto", la ricerca di Gesù prima di essere veramente umano, e poi scoprire la sua divinità in e attraverso la sua umanità: "Dio era in Cristo, riconciliare a sé il mondo" (2 Cor. 5,19).

Reginald H Fuller

Bibliografia


R Augstein, Gesù Figlio dell'uomo (1977); G Aulen, Gesù storiche e Contemporanea di ricerca (1976); CK Barrett, il Vangelo di Gesù e la tradizione (1967); G Bornkamm, Gesù di Nazareth (1960); R Bultmann, Gesù e Parola (1954), e Gesù Cristo e Mitologia (1958); Congar, Yves, Gesù Cristo (1966); CM Connick, Gesù: The Man, la Missione, e il messaggio (1974); H Conzelmann, Gesù (1973) ; P Fredericksen, Da Gesù Cristo (1988); RH Fuller, I fondamenti del Nuovo Testamento, cristologia (1965); EJ Goodspeed, Una Vita di Gesù (1950); M Grant, Gesù: Un storico della modifica dei Vangeli (1977) ;

F Hahn, L'titoli di Gesù nella cristologia (1969); AT Hanson, Grazia e la Verità (1975); M Hengel, il Figlio di Dio (1976); J Hick, ed., Il Mito di Dio incarnato (1976); J Jeremias, Le parabole di Gesù (1971); W Kasper, Gesù il Cristo (1976); LE Keck, Un futuro per il Gesù storico (1971); HC Kee, Gesù in Storia (1977) e What Can We Know su Gesù ( 1990); J Klausner, Gesù di Nazareth, la sua vita, Times e didattica (1925); JL Mays, ed., Interpretare i Vangeli (1981); W Pannenberg, Gesù: Dio e uomo (1977);

J Pelikan, Gesù attraverso i secoli (1987); P Perkins, come Gesù Maestro (1990); JM Robinson, The New Quest del Gesù storico (1959); JAT Robinson, Il Volto di Dio umani (1973); F Schleiermache, Vita di Gesù (1974); P Schoonenberg, Il Cristo (1971); Un Schweitzer, The Quest Storico di Gesù (1910) e Il mistero del Regno di Dio (1985); G Vermes, Gesù e la Ebreo: A Storico's Lettura dei Vangeli (1974); UN Wilder, Eschatology ed Etica nel Insegnamento di Gesù (1950).


Je'sus

Informazioni avanzata

Gesù è la vera e propria, come Cristo è ufficiale, il nome del nostro Signore.

Per distinguere gli altri sono chiamati, si è parlato di come "Gesù di Nazareth" (Giovanni 18:7), e "Gesù, il figlio di Giuseppe" (Giovanni 6:42).

Questa è la forma greca del nome ebraico Giosuè, che era stato originariamente Hoshea (Num. 13:8, 16), ma è cambiato da Mosè in Jehoshua (Num. 13:16; 1 Chr. 7:27), o Joshua.

Dopo l'esilio è assunto la forma Jeshua, da cui si forma il greco Gesù.

E 'stato dato al nostro Signore, per indicare l'oggetto della sua missione, per salvare (Mt 1,21).

La vita di Gesù sulla terra, può essere diviso in due grandi periodi, (1) che della sua vita privata, è stato fino a circa trenta anni di età, e (2) che della sua vita pubblica, che durò circa tre anni.

Nella "pienezza del tempo", egli nacque a Betlemme, durante il regno dell'imperatore Augusto, di Maria, che è stata promessa sposa a Giuseppe, un falegname (Mt 1,1; Luca 3:23; comp. John 7:42 ).

La sua nascita è stata annunciata ai pastori (Luca 2:8-20).

Saggi da est a Betlemme è venuto per vedere lui, che è nato "re dei Giudei", portando doni con loro (Mt 2,1-12).

Erode crudele gelosia portato a Giuseppe fuga in Egitto con Maria e il Bambino Gesù, dove sono rimasti fino alla morte di questo re (Mt 2:13-23), quando sono tornati e si stabilirono a Nazareth, nella Bassa Galilea (2:23 ; Comp. Luca 4:16; Giovanni 1:46, ecc.)

All'età di dodici anni si recò a Gerusalemme per la Pasqua con i suoi genitori.

Lì, nel tempio ", in mezzo ai dottori," tutto ciò che di lui sono state ascoltate "stupore per la sua intelligenza e le risposte" (Luca 2:41, ecc.)

Diciotto anni passano, di cui non abbiamo alcun record al di là di questo, che è tornato a Nazaret e "aumentato in sapienza e statura e grazia davanti a Dio e agli uomini» (Lc 2,52).

Egli è entrato sul suo ministero pubblico quando aveva circa trenta anni di età. E 'generalmente giudicata hanno esteso per circa tre anni.

Ciascuno di questi anni ha avuto caratteristiche peculiari della propria.


  1. Il primo anno può essere chiamato l'anno di oscurità, sia perché i record di essa che possediamo sono molto scarsi, e perché sembra che nel corso sono stati solo lentamente emergendo in pubblico preavviso.

    E 'stato speso per la maggior parte in Giudea.

  2. Il secondo anno è stato l'anno del favore del pubblico, durante il quale il paese era diventato completamente consapevoli di lui, la sua attività è stata incessante, e la sua fama telefonato attraverso il lungo e in largo il territorio.

    E 'stato quasi del tutto superato, in Galilea.

  3. Il terzo è stato l'anno di opposizione, quando il pubblico ebbed favore di distanza.

    Moltiplicato i suoi nemici e assalito con lui sempre più pertinacity, e finalmente cadde vittima al loro odio.

    I primi sei mesi di quest 'ultimo anno sono stati passati in Galilea, e gli ultimi sei in altre parti della terra.


(Da Stalker's Life di Gesù Cristo, p. 45).

L'unica fonte di informazioni affidabili per quanto riguarda la vita di Cristo sulla terra sono i Vangeli, che presentano in dettaglio le parole storico e l'opera di Cristo in tanti diversi aspetti.

(Si veda la presentazione di Cristo.)

(Easton Illustrated Dictionary)

Altre persone di nome biblico Je'sus

Informazioni avanzata

(1.) Joshua, il figlio di Nun (At 7:45; Eb. 4:8; RV, "Joshua").

(2.) Una ebraico cristiana surnamed Justus (Col 4,11).

(Easton Illustrated Dictionary)

Gesù Cristo

Informazioni avanzata

L'espressione è una combinazione di un nome, "Gesù" (di Nazareth), e il titolo di "Messia" (ebraico) o "Cristo" (greco), che significa "unto".

In Atti 5:42, dove si legge di "predicazione di Gesù il Cristo," questa combinazione di nome e il titolo è ancora evidente.

Progredito nel tempo, tuttavia, il titolo è diventato così strettamente associata con il nome che la combinazione è stata ben presto trasformato dalla confessione, Gesù (che è) il Cristo, in un confessionale nome, Gesù Cristo.

L'adeguatezza di questo titolo di Gesù fu tale che anche scrittori cristiani ebrei rapidamente di cui a Gesù Cristo, piuttosto che Gesù Cristo (cf. Mt. 1:1; Rom. 1:7; Eb. 13:8; James 1:1; I Pet. 1,1).

Fonti di informazione

Le fonti per la nostra conoscenza di Gesù Cristo può essere suddiviso in due gruppi principali: non-cristiane e cristiana.

Fonti non cristiane

Queste fonti possono essere nuovamente diviso in due gruppi: pagani ed ebrei.

Entrambi sono limitate nella loro valore.

Ci sono essenzialmente tre pagano solo le fonti di importanza: Plinio (Epistole x.96); Tacito (Annali xv.44) e Svetonio (Lives xxv.4).

Tutte queste data dal secondo decennio del secondo secolo.

Le principali fonti sono ebreo Flavio Giuseppe (Antichità xviii.3.3 e xx.9.1) e il Talmud.

La non-cristiane fonti meager fornire informazioni su Gesù, ma a stabilire il fatto che egli veramente vissuta, che egli discepoli riuniti, eseguita guarigioni, e che egli è stato condannato a morte da Ponzio Pilato.

Fonti cristiane

Le fonti nonbiblical cristiana consiste per la maggior parte dei vangeli apocrifi (150-350 dC) e la "agrapha" ( "non scritte detti" di Gesù, cioè, presumibilmente autentico detti di Gesù non reperibili nei Vangeli canonici).

Il loro valore è molto dubbia e che ciò che non è assolutamente fantastica (cfr Vangelo di Tommaso) o eretico (cfr Vangelo della Verità), è nel migliore dei casi, solo possibile e non dimostrabili (cfr Vangelo di Tommaso 31, 47).

Il biblico materiali possono essere suddivisi in Vangeli e atti attraverso la Rivelazione.

Le informazioni che possiamo imparare da At attraverso la Rivelazione è essenzialmente come segue: Gesù è nato un Ebreo (Gal 4,4) ed era un discendente di Davide (Rm 1,3); era dolce (II Cor. 10:1 ), Retti (I Pet. 3,18), senza peccato (II Cor. 5,21), umile (Fil 2,6), e si è tentati (Eb 2:18; 4,15), egli istituì il Signore Cena (I Cor. 11,23-26), è stata trasfigurata (II Pet. 1,17-18), è stato tradito (I Cor. 11,23), è stato crocifisso (I Cor. 1,23), è passato dal Morti (I Cor. 15:3 ff), e asceso al cielo (Ef 4,8).

Determinate parole di Gesù sono noti (cfr. I Cor. 7:10; 9:14; At 20,35), e le possibili allusioni alla sua detti si trovano anche (ad esempio, Rom. 12:14, 17; 13:7 , 8-10; 14,10).

Le principali fonti per la nostra conoscenza di Gesù sono i Vangeli canonici.

Questi Vangeli sono generalmente divisi in due gruppi: i Vangeli sinottici (il "look-alike" Vangeli di Matteo, Marco e Luca) e Giovanni.

I primi sono generalmente inteso a "look alike" a causa del loro rapporto con una letteraria.

La più comune spiegazione di questo rapporto è che letterario Marco ha scritto prima, e che Matteo e Luca, Marco e utilizzata un'altra fonte, ora perduta, che conteneva principalmente insegnamenti di Gesù (chiamato "Q") e che altri materiali utilizzati, come pure ( "M "= Il materiale trovato solo in Matteo;" L "= il materiale trovato solo in Luca).

Gesù di Nazareth

In Matteo e Luca, troviamo i conti della nascita di Gesù.

Entrambi i conti ricordare che Gesù è nato da una vergine con il nome di Maria nella città di Betlemme (Mt 1:18-2:12; Luca 1:26-2:7; tentativi di trovare allusioni alla nascita e la vergine Gal. 8:41 Giovanni 4:4 e sono abbastanza forzato).

Tenta di spiegare come questi conti paralleli di miti greci inciampare sulla mancanza di qualsiasi veramente sostanziale paralisi in letteratura greca e, soprattutto, dalla natura ebraica di questi conti.

Il ministero di Gesù è iniziata con il suo battesimo da Giovanni (Marco 1:1-15; Atti 1:21-22; 10,37) e la sua tentazione di Satana.

Il suo ministero coinvolto la selezione dei dodici discepoli (Mc 3,13-19), che simboleggiava il regathering delle dodici tribù di Israele; la predicazione della necessità di pentimento (Mc 1,15) e l'arrivo del regno di Dio in Il suo ministero (Lc 11,20); l'offerta di salvezza per gli emarginati della società (Marco 2:15-17; Luca 15; 19,10); la guarigione dei malati e demoniaca posseduto (cui si fa riferimento nel Talmud ebraico), e il suo ritorno glorioso per completare il regno.

Il punto di svolta in Gesù 'ministero è venuto a Cesarea di Filippo, quando, dopo essere stato confessato come Cristo da parte di Pietro, ha riconosciuto la correttezza di questa confessione e procedette a dire i discepoli della sua imminente morte (Marco 8:27-31; Matt. 16 :13-21).

Avanzando verso Gerusalemme, Gesù purificato il tempio e, così facendo, giudicata la religione di Israele (nota Mark's posizionamento del conto tra 11:12-14 e 11: 20-21, nonché il contenuto dei seguenti due capitoli).

In quella notte in cui veniva tradito, che ha istituito l'ordinanza della Cena del Signore, che fa riferimento alla nuova alleanza, sigillata dal sacrificio, il suo sangue e la vittoriosa regathering nel regno di Dio (Marco 14:25; Matt. 26:29; Luca 22:18; I Cor. 11,26).

Quest'ultimo fu arrestato nel giardino del Getsemani, ha provato davanti al Sinedrio, Erode Antipa, e, infine, Ponzio Pilato, che lo condannò a morte sulla politica oneri per la pretesa di essere il Messia (Marco 15:26; Giovanni 19:19).

Alla vigilia del giorno di sabato Gesù è stato crocifisso per i peccati del mondo (Mc 10,45), al di fuori della città di Gerusalemme (Giovanni 19:20), in un luogo chiamato Golgota (Marco 15:22) tra i due ladroni, che potrebbe essere stato Rivoluzionari (Mt 27:38).

Egli ha dato la sua vita prima del giorno di sabato è venuto, in modo che non vi era alcuna necessità di accelerare la sua morte da crurifragium, vale a dire, la rottura delle gambe (Giovanni 19:31-34).

Egli è stato sepolto nella tomba di Giuseppe d'Arimatea (Marco 15:43; Giovanni 19:38), alla vigilia del giorno di sabato.

Il primo giorno della settimana, che è stato il terzo giorno (venerdì a 6 giorni PM = 1; Venerdì 6 PM a sabato 6 giorni PM = 2; sabato 6 a domenica AM PM = 3 giorni), egli è risorto dai morti, Il sepolcro vuoto è stato scoperto, e si presentò ai suoi seguaci (Marco 16; Matt. 28; Luca 24; Giovanni 20-21).

Egli dimora quaranta giorni con i discepoli e poi asceso al cielo (At 1:1-11).

Sono concluse tre anni ministero (Giovanni 2:13; 5:1, 6:4; 13,1) di Gesù di Nazareth.

Il Cristo della fede

L'unica auto-comprensione di Gesù può essere accertata da due mezzi: la cristologia implicita rivelato da sue azioni e parole, e l'esplicita cristologia rivelato i titoli da lui scelto per descrivere se stesso.

Implicito cristologia

Gesù durante il suo ministero chiaramente agito come colui che possedeva un unico autorità.

Egli ha assunto per sé la prerogativa di pulizia del tempio (Marco 11:27-33), di portare gli emarginati nel regno di Dio (Lc 15), e di aver autorità divina di rimettere i peccati (Marco 2:5-7; Luca 7:48-49).

Gesù ha parlato anche come colui che possedeva l'autorità superiore OT (Mt 5:31-32, 38-39), di Abramo (Giovanni 8:53), Giacobbe (Giovanni 4,12), e il tempio (Mt 12 : 6).

Egli ha affermato di essere Signore del sabato (Mc 2,28).

Egli ha anche affermato che il destino di tutti gli uomini dipende da come hanno risposto a lui (Mt 10:32-33; 11:6; Marco 8: 34-38).

Esplicito cristologia

Insieme alla cristologia implicita del suo comportamento Gesù anche alcuni cristologica crediti mediante i vari titoli è utilizzato per se stesso.

Ha fatto riferimento a se stesso come il Messia o Cristo (Marco 8:27-30; 14:61-62), e la sua formale sentenza di morte per motivi politici (notare il superscription sulla croce) ha senso solo sulla base di Gesù ' Avendo riconosciuto che egli era il Messia.

Ha fatto riferimento a se stesso anche come il Figlio di Dio (Marco 12:1-9; Matt. 11,25-27), e un brano come Mark 13:32, in cui egli distingue chiaramente tra se stesso e gli altri devono essere autentico, per Nessuno nella chiesa avrebbe creato un modo di dire come questo in cui il Figlio di Dio sostiene di essere ignorante, come al tempo della fine.

Gesù 'preferito auto-designazione, per la sua nascondendo così come rivelando la natura, è il titolo di Figlio dell'uomo.

Gesù e utilizzando questo titolo chiaramente aveva in mente il Figlio dell'uomo di Dan.

7:13, come è evidente da Marco 8:38, 13:26, 14:62; Matt.

10:23, 19:28, 25:31.

Pertanto, invece di essere un titolo che sottolinea l'umiltà, è chiaro che questo titolo rivela l'autorità divina di Gesù possiede come il Figlio dell'uomo per giudicare il mondo e il suo senso di essere venuto dal Padre (cfr qui anche Marco 2:17 ; 10:45; Matt. 5:17; 10:34).

Molti tentativi sono stati fatti per negare l'autenticità di alcuni o di tutti il Figlio dell'uomo detti, ma tali tentativi fondatore sul fatto che questo titolo si trova in tutti gli strati Vangelo (Marco, Q, M, L, e Giovanni), e Soddisfa perfettamente il "criterio di dissomiglianza", in cui si afferma che se un proverbio o di un titolo come questo non poteva sorgere del giudaismo o fuori della chiesa primitiva, deve essere autentica.

La negazione del autenticità di questo titolo è quindi basato non tanto su questioni come esegetica razionalista su presupposti che, a priori, negare che Gesù di Nazaret potrebbe avere parlato di se stesso in questo modo.

THE NT Christology

All'interno del NT numerose richieste sono formulate in merito Gesù Cristo.

Attraverso la sua risurrezione Gesù è stato esaltato e ha dato signoria su tutto il creato (Col 1:16-17; Fil. 2:9-11; I Cor. 15,27).

L'uso del titolo di "Signore" per Gesù rapidamente portato l'associazione della persona e l'opera di Gesù con il Signore degli OT, cioè, il Signore.

(Cf. Rm. 10:9-13 con Joel 2:32; II Thess. 1:7-10, I Cor. 5:5 con Isa. 2:10-19; II Thess. 1:12 con Isa. 66 : 5; I Cor. Rev 16:22 e 22:20; Fil 2:11). La sua preesistenza di cui è a (II Cor. 8:9; Fil. 2:6; Col 1:15-16); Egli è indicato come creatore (Col 1,16), egli ha detto di essere in possesso è la "forma" di Dio (Fil 2,6) e di essere «immagine» di Dio (Col 1:15; cfr. Anche II Cor. 4,4).

Di cui egli è anche esplicitamente in una serie di luoghi come "Dio" (Rm 9:5; II Thess. 1:12; Tito 2:13; Eb. 1:5-8; I Giovanni 5:20; Giovanni 1 : 1; 20:28; anche se l'esegesi di alcuni di questi passaggi è discusso, è chiaro che alcuni di loro chiaramente riferimento a Gesù come "Dio").

The Quest per il Gesù storico

L'inizio della ricerca per il Gesù storico può essere datata al 1774-78, quando il poeta Lessing pubblicato postumo la conferenza note di Hermann Samuel Reimarus.

Queste note sfidato la tradizionale ritratto di Gesù nel NT e la chiesa.

Per Reimarus, Gesù non ha mai fatto alcuna rivendicazione messianica, mai istituito qualsiasi sacramenti, mai previsto la sua morte, né è risorto dai morti.

La storia di Gesù in realtà è stata una deliberata impostura dei discepoli.

In tal raffigurante Gesù, Reimarus sollevato la questione, "Che cosa è stato Gesù di Nazaret è veramente piaciuto?" E così la ricerca per trovare il "vero" Gesù è sorto.

Durante la prima parte del XIX secolo che domina il metodo di ricerca e la ricerca è stata razionalismo, e si è cercato di spiegare "razionalmente" la vita di Cristo (cfr K. H. VENTURINI 's A non-Supernatural Storia del Grande Profeta di Nazaret).

Un importante punto di svolta è stato quando DF Strauss La vita di Cristo è stato pubblicato nel 1835, per Strauss, nel sottolineare l'inutilità del razionalista approccio sostenuto che la miracolosa nei Vangeli doveva essere inteso come nonhistorical "miti".

Questo nuovo approccio è stato, a sua volta, è riuscito dalla interpretazione liberale della vita di Gesù, che trascurato e minimizzato il miracolo della dimensione dei Vangeli e la considerava come "buccia", che doveva essere eliminato in modo da concentrare sugli insegnamenti di Gesù.

Non sorprende che questo approccio trovati negli insegnamenti di Gesù liberale tali dottrine come la paternità di Dio, della fratellanza di uomo, e il valore infinito dell'anima umana.

La "morte" della ricerca è nato per diversi motivi.

Per uno di essi, è emerso, attraverso l'opera di Albert Schweitzer, il liberale che Gesù non è mai esistito, ma è semplicemente una creazione di wishfulness liberale.

Un altro fattore che ha contribuito fine, la ricerca è stata la realizzazione, che i Vangeli non sono stati semplici biografie obiettivo che potrebbe facilmente essere estratto per informazioni storiche.

Questo è stato il risultato del lavoro di William Wrede e la forma critica.

Ancora un'altra ragione per la morte di ricerca è stata la realizzazione che l'oggetto della fede, per la Chiesa nel corso dei secoli non è mai stato il Gesù storico del liberalismo teologico, ma il Cristo della fede, cioè, il soprannaturale di Cristo proclamato nelle Scritture.

Martin kahler è stato particolarmente influente in questo senso.

Durante il periodo tra le due guerre mondiali, la ricerca laici sospeso per la maggior parte a causa di disinteresse e di dubbi per quanto riguarda la sua possibilità.

Nel 1953 è nata una nuova ricerca su istanza di Ernst Kasemann.

Kasemann temuto che la discontinuità sia in teoria che in pratica, tra il Gesù della storia e il Cristo della fede è stato molto come i primi docetic eresia, che ha negato l'umanità del Figlio di Dio.

Come risultato egli sosteneva che era necessario per stabilire una continuità tra il Gesù storico e il Cristo della fede.

Inoltre ha sottolineato che il presente storico scetticismo circa il Gesù storico non era giustificata perché alcuni dati storici sono disponibili e innegabile.

I risultati di questa nuova ricerca sono stati un po 'deludente, e l'entusiasmo che ha salutato si può dire, per la maggior parte, sono a scomparsa.

Nuovi strumenti sono stati lappato durante questo periodo, tuttavia, che possono aiutare in questo compito storico.

Il problema principale che deve affrontare qualsiasi tentativo di arrivare a "Gesù storico" comporta la definizione del termine "storico".

In ambienti critici il termine viene generalmente inteso come "il prodotto del metodo storico-critico".

Questo metodo per molti assume una chiuso continuum di tempo e di spazio, in cui l'intervento divino, vale a dire, la miracolosa, non può intromettersi.

Una tale definizione, naturalmente, hanno sempre un problema, cercando di trovare la continuità tra il soprannaturale e il Gesù Cristo della storia, che da una tale definizione non può essere soprannaturale.

Se "storico": nonsupernatural, non vi potrà mai essere una vera e propria continuità tra il Gesù storico e il Cristo della ricerca della fede.

E 'evidente, quindi, che questa definizione di "storica" deve essere messo in discussione, e anche in Germania sono derivanti portavoce che parlano della necessità per il metodo storico-critico di assumere una apertura alla trascendenza, vale a dire, l'apertura alla possibilità di Miracolosa.

Solo in questo modo ci può sempre essere la speranza di creare una continuità tra il Gesù storico e il Cristo della ricerca della fede.

RH Stein


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


FF Bruce, Gesù e cristiana Origini Al di fuori del NT; D. Guthrie, A Shorter vita di Cristo; EF Harrison, Un breve vita di Cristo; GC Machen, La Vergine nascita di Cristo; GE Ladd, I Believe e la risurrezione di Gesù; TW Manson, L'insegnamento di Gesù; J. Jeremias, Le parabole di Gesù e il problema del Gesù storico; RH Stein, Il Metodo e Messaggio di Gesù 'e Insegnamenti Una Introduzione al parabole di Gesù; IH Marshall, Le origini di NT cristologia e mi creda in Gesù storico; RN Longenecker, La cristologia del Primo ebraica del cristianesimo; A. Schweitzer, The Quest del Gesù storico; M. Kahler, Il So-Called Gesù storico e il centro storico, biblico Cristo; H. Anderson, Gesù e origini cristiane; RH Stein, "Il 'Criteri' per autenticità," Vangelo e prospettive, I; DE Aune, Gesù e Vangeli sinottici.

Gesù di Nazareth

Punto di vista ebraico informazioni

- In Storia:

Fondatore del cristianesimo; nato a Nazareth circa 2 aC

(Iii secondo Luca. 23); eseguito a Gerusalemme del 14 Nisan, 3789 (marzo o aprile, 29 dC).

La sua vita, anche se indirettamente, in modo critico di un carattere, era molto poco diretta influenza sul corso della storia ebraica o di pensiero.

In contemporanea letteratura ebraica è la sua carriera di cui al solo nel passaggio (interpolata) di Giuseppe Flavio, "Ant".

XVIII.

3, § 3, mentre i riferimenti e il Talmud sono per la maggior parte come leggendari come quelli della vangeli apocrifi, anche se in una direzione opposta (vedere Gesù in ebraico Legend).

In queste circostanze non è necessario, in questo luogo, di fare di più di dare un riassunto delle principali eventi storici e la carriera pubblica di Gesù, con un tentativo di accertare la sua relazioni personali per giudaismo contemporaneo, per la sovrastruttura teologica, basata sulla sua vita E la morte, e di alcune concezioni mitologiche ad essi associati, vedere Ebreo.

Lett.

IV.

50 bis, SV

Cristianesimo.

Fonti della Vita.

Nel Nuovo Testamento, ci sono quattro "vangeli" professare a che fare con la vita di Gesù indipendente, ma è ormai quasi universalmente accettato che i primi tre di questi, conosciuto con il nome di "Matteo", "Mark", e "Luca ", Sono interdipendenti, corrispondente alle varie forme dell'arte contemporanea Baraitot, mentre il quarto, il Vangelo di Giovanni, è quello che i tedeschi chiamano un" Tendenz-romana ", in pratica un lavoro di immaginazione religiosa parere destinato a modificare in una determinata direzione.

Il soprannaturale reclamo effettuato a nome di Gesù si basano quasi esclusivamente sulle dichiarazioni del quarto Vangelo.

Dei primi tre Vangeli sinottici o il consenso del contemporaneo che riguarda l'opinione di Marco come la prima e come la fonte principale della storica dichiarazioni degli altri due.

Questo Vangelo, pertanto, essere utilizzati per la seguente conto quasi esclusivamente, i riferimenti al capitolo e versetto, quando il nome del Vangelo, non è dato, essendo a questa fonte.

Oltre l'originale del Vangelo di Marco, c'era un'altra fonte utilizzato in comune da entrambe Matteo e di Luca, e cioè la "logia", o staccato di dire, di Matteo e di Luca, e oltre a questi due documenti apocrifi "Vangelo Secondo gli Ebrei "Ha conservato, e il parere della critica, un paio di dichiarazioni di Gesù, che spesso passi vivida luce sulle sue motivazioni e dei pareri.

Molto industria e ingegnosità sono state dedicate da A. Resch per la raccolta di extracanonical dichiarazioni di Gesù, conosciuta come "agrapha" (Leipsic, 1889).

La prima di tutte queste fonti, l'originale del Vangelo di Marco, contiene riferimenti che dimostrano che essa è stata scritta poco prima o poco dopo la distruzione di Gerusalemme nell'anno 70 anni, in altre parole, quaranta anni dopo la morte di Gesù.

Come gli altri Vangeli, è stato scritto originariamente in greco, che i detti di Gesù sono state pronunciate in aramaico.

E 'quindi impossibile definire molto stress alla perfetta precisione dei registri degli eventi e delle dichiarazioni scritte quarant'anni dopo che si sono verificati o sono stati effettuati, e quindi in una lingua diversa da quella in cui tali dichiarazioni sono state pronunciate in origine (anche la Preghiera del Signore È stato mantenuto nella variante versioni; comp. Matt. Vi. 10-13; Luca xi. 2-4), ma è su questa base che slanciata alcuni dei più stupendi crediti sono stati sollevati.

Per i processi che le tradizioni come per la vita di Gesù sono stati convertiti in prove del suo super-carattere naturale, vedere Ebreo.

Lett.

IV.

51-52, SV

Cristianesimo.

Molti incidenti sono stati effettivamente inventato (soprattutto in Matteo) ", in modo che vi possa essere soddisfatta" in lui profezie relative alla aMessiah di un carattere del tutto diverso da quello di cui Gesù sia richiesto o è stato rappresentato dai suoi discepoli di essere.

Tuttavia, il soprannaturale e la vita di Gesù secondo i Vangeli è limitato alle più piccole dimensioni, che consiste principalmente di incidenti e le caratteristiche destinate a sostenere queste profezie e le posizioni dogmatiche del cristianesimo.

Ciò vale in particolare per la storia della vergine-nascita, una leggenda che è comune a quasi tutti i folk-eroi, come indica il loro superiorità verso il resto del loro popolo (cfr. CE Hartland, "La leggenda di Perseo", vol. I.).

Combinato con questa è la rivendicazione di incoerente davidico discesa attraverso Giuseppe, due alberi genealogici discrepant diffidato (Mt i., Luca iii.).

Forse la cosa più notevole della vita di Gesù, come presentato nei Vangeli è il totale silenzio sui suoi precedenti fasi.

Egli è stato piuttosto quello di una grande famiglia, quattro fratelli, Giacobbe, Jose, Simone, Giuda, oltre sorelle.

Si sa che la sua vita ha guadagnato da suo padre, il commercio, quello di un falegname; secondo Giustino Martire, plows gioghi e fatta da Gesù erano ancora in vigore alla sua (Justin's), circa l'anno 120 ( "Dial. Cum Tryph ". § 88).

È dubbio che egli ha ricevuto un preciso formazione intellettuale, il grande sistema di istruzione ebraica che non vengono trasportati in vigore fino a dopo la distruzione di Gerusalemme (cfr Istruzione).

È probabile, tuttavia, che egli poteva leggere, era certamente a conoscenza, tramite la lettura o per via orale di istruzioni, con gran parte del Vecchio Testamento, e il suo modo di argomentazione spesso assomiglia a quello dei rabbini contemporanea, il che implica che aveva frequentato il loro Società.

Nel difendere la sua violazione del sabato egli sembra aver confuso con Abiathar Ahimelech (ii. 25; comp. I Sam. Xxi. 1), se questo non è soltanto un errore del copista.

Sembra da interviste con il suo scriba (xii. 29-31; comp. Luca x. 27) e con il giovane ricco (x. 19), che era a conoscenza con la Didaché, nella sua forma ebraica, accogliendo il suo insegnamento come Riassumendo l'intera dottrina ebraica.

Solo un singolo episodio della sua primi giorni è registrata: il suo comportamento in merito ai tempi del suo bar miẓwah (o conferma), e il Tempio (Luca ii. 41-52).

E 'strano che un personaggio così magistrale mostrato alcun segno della sua eccezionale qualità prima che il punto di svolta di Gesù' di carriera.

Influenza di Giovanni il Battista.

La crisi in Gesù 'venuto con la vita di Giovanni Battista, la predicazione di pentimento e della vicinanza del regno di Dio.

Al primo Gesù rifiutato di presentare al battesimo da Giovanni.

Secondo una tradizione ben autenticata del "Vangelo Secondo gli Ebrei", ha chiesto in cui egli aveva peccato che era necessario per lui per essere battezzato da Giovanni.

Tuttavia la vista del segnate influenza esercitata da quest'ultimo evidentemente fatto una profonda impressione sulla natura di Gesù: Egli allora probabilmente sperimentato per la prima volta il potere di una grande personalità su folle di persone.

E 'in questo momento della sua vita cristiana, che la leggenda luoghi quella che è conosciuta come la tentazione di informazioni, per cui, dalla natura stessa del caso di specie, avrebbe potuto essere comunicate solo da Gesù stesso.

E il "Vangelo Secondo gli Ebrei" conto di questo dato è in forma: "Mia madre, lo Spirito Santo, mi ha or ora da uno dei miei capelli e mi ha condotto fino alla grande monte Tabor" (che era nelle vicinanze Della sua casa).

Come Jerome commento (Isa. Xl. 9), la forma di questa parola implica una ebraico (o meglio aramaico) originale ( "Ruḥa Ḳaddisha"), e per questo motivo, tra gli altri, il proverbio può essere considerato come un vero e proprio uno .

E 'significativo in quanto implica due cose: (1) la convinzione di Gesù in una speciale origine divina del suo spirito, e (2) la tendenza a estatica astrazione.

Questa tendenza è presente in altri grandi leader di uomini, come Socrates, Mohammed, e di Napoleone, che lo accompagna nella loro casi da allucinazioni; uditivo, nel primo caso (il "demone" di Socrates), e visiva negli ultimi due (Mohammed's colomba E Napoleone star).

Questi periodi di ecstasy tenderebbe a confermare in Oriental mente l'impressione che il soggetto di esse è stata ispirata (comp. l'originale significato di "nabi"; vedere Profeta), e aggiungo per la forza attrattiva di una personalità magnetica.

In Gesù 'famiglia e fra i suoi vicini di casa l'effetto sembra essere stato diverso.

Il suo popolo, anche lui considerato come fuori della sua mente (iii. 21), e che non sembrano essere state associate con lui o con il movimento cristiano fino a dopo la sua morte.

Gesù stesso sembra essere stato molto incensato a questo (comp. voi. 4), il rifiuto di riconoscere qualsiasi rapporto speciale anche a sua madre (iii. 33; comp. John ii. 4), e dichiara che il rapporto spirituale superato un naturale uno (Iii. 35).

Egli sentiva per forza cacciati in attività pubblica, e la febbrile eccitazione del successo epocale dieci mesi implica una tensione di spirito, che deve hanno confermato l'impressione di ispirazione.

Su tutto il soggetto v. O. Holtzman, "Guerra Ekstatiker Gesù?"

(Leipsic, 1902), che concorda sul fatto che ci deve essere stato anomali processi mentali coinvolti nella enunciati e il comportamento di Gesù.

La credenza nella sua Demonologia.

Invece, però, di rimanere nel deserto, come Giovanni, o come gli Esseni, con cui proprio le tendenze mostrano una certa affinità, è tornato al suo quartiere nativo e ricercata quelli che ha voluto influenza.

Tra l'altro ha sviluppato un notevole potere di guarigione; uno malato di una febbre (i. 29-34), un lebbroso (i. 40-45), un paralitico (ii. 1-12), e un epilettico (ix. 15 -- 29) di essere solidalmente guarito da lui.

Ma la sua attività in questo senso è stata dedicata soprattutto al "casting i demoni", vale a dire, secondo la folkmedicine del tempo, la guarigione delle malattie nervose e mentali.

Sembra che Gesù condivise nel corso convinzione degli ebrei nel noumenal esistenza di demoni o diavoli, e la maggior parte della sua guarigioni miracolose consisteva in una colata di loro, il che ha fatto con "il dito di Dio" (Luca xi. 20 ), O con "lo Spirito di Dio" (Mt xii. 28).

Sembra anche che egli considerate malattie come la febbre di essere dovuto alla presenza di demoni (Lc iv. 39).

Una delle principali funzioni trasmesso ai suoi discepoli è stato il "potere su di spiriti immondi, di gettare le loro" (Mt x. 1), e la sua superiorità ai suoi seguaci è stato dimostrato con la sua colata i demoni che avevano omesso di espulsione ( IX. 14-29).

Per quanto riguarda il miracolo in cui Gesù scaccio i demoni uno o più demoni, il cui nome era "Legione" in alcuni Gadarene suina (v. 1-21), esso è stato recentemente suggerito da ingegnosamente T. Reinach, che il nome "Legione" dato a Gli spiriti era dovuto al popolare confusione tra la Decima Legione (l'unica guarnigione romana della Palestina tra gli anni 70 e 135) e il cinghiale, che è apparso come le insegne sul proprio standard ( "REJ" xlvii. 177).

Da questo sembra che la leggenda è nata, in ogni caso, nella sua forma attuale, dopo la distruzione di Gerusalemme, in cui solo il tempo di confusione tra il titolo di "legione" e le insegne avrebbero potuto verificarsi.

Per un resoconto completo del soggetto cfr. FC Conybeare e "JQR"

VIII.

587-588, e confrontare Demonologia.

È difficile stimare quantità di ciò che esiste in verità i conti di queste cure, registrati circa quaranta anni dopo la loro comparsa, ma senza dubbio l'eccitazione mentale a causa della influenza di Gesù è stata spesso efficace in almeno parziale o temporanea cure di malattie mentali.

Ciò tende a confermare l'impressione, sia tra coloro che hanno testimoniato le cure e in mezzo ai suoi discepoli, del suo possesso di poteri soprannaturali.

Egli stesso di tanto in tanto deprecato l'esagerazione di tali cure, che naturalmente ha portato.

Ad esempio, nel caso di Giairo 'figlia (v. 35-43), ha espressamente dichiarato: "Non è morto, ma sleepeth" (39).

Nonostante questo, la sua rianimazione è stato considerato come un miracolo.

In Gesù essentials' insegnamento è stato quello di Giovanni Battista, e di cui l'accento su due punti: (1) il pentimento, e (2) il prossimo avvicinarsi del regno di Dio.

Un altro punto da rilevare è teologi cristiani come parte essenziale del suo insegnamento, cioè, su insistenza la paternità di Dio.

Questo è uno di questi luoghi comuni e la liturgia ebraica e nel pensiero ebraico, che è appena necessario sottolineare il suo carattere essenzialmente ebraico (v. Padre).

Per quanto riguarda il pentimento, la sua nota specificamente ebraico è stato recentemente sottolineato da CG Montefiore (1904), che sottolinea che il cristianesimo pone meno stress su questo lato della vita religiosa di ebraismo, in modo che in questa direzione è stato certamente Gesù Più ebraica che cristiana.

Per quanto riguarda la nozione di «regno dei cieli", il titolo stesso ( "malkut shamayim") è specificamente ebraico, e il contenuto del concetto è altrettanto sono (vedi Regno di Dio).

Gesù sembra aver condiviso la convinzione di alcuni suoi contemporanei, che in tutto il mondo catastrofe era a portata di mano e che questo regno sarebbe reintrodotta sulle rovine di un mondo caduto (ix. 1; comp. Xiii. 35-37 e Matt. X. 23).

Caratteristiche ebraico.

Quasi all'inizio della sua carriera evangelica di Gesù stesso differenziato da Giovanni Battista in due direzioni: (1) comparativo di trascurare la legge mosaica o rabbinica, e (2) personale atteggiamento nei confronti delle infrazioni.

In molti modi il suo atteggiamento è stato specificamente ebraico, anche in direzioni che sono generalmente considerati come segni di limitatezza giudaica.

Gesù sembra aver predicato regolarmente nella sinagoga, che non sarebbe stato possibile se le sue dottrine erano stati riconosciuti come sostanzialmente diversa da quella attuale Pharisaic credenze.

Nella sua predicazione ha adottato il metodo popolare di "mashal", o parabola, di cui circa trenta-uno esempi sono istanza nel Vangeli sinottici, formando anzi la più grande parte del suo registrati insegnamenti.

E 'ovvio che un tale metodo è passibile di fraintendimento; ed è difficile in tutti i casi di conciliare i vari punti di vista che sembrano essere alla base della parabole.

Una di queste parabole menzione speciale merita qui, come è stato cambiato, ovviamente, per motivi dogmatico, in modo da avere una funzione anti-ebraica.

Non c'è dubbio che è J. Halevy destra ( "REJ" iv. 249-255), e suggerendo che nella parabola del buon Samaritano (Lc x. 17-37), è stata l'originale contrasto tra il sacerdote, il levita, e Ordinaria israelita-che rappresentano le tre grandi classi in cui gli ebrei allora e adesso erano e sono divisi.

Il punto della parabola è contro la classe sacerdotale, i cui membri, infatti portato alla morte di Gesù.

Più tardi, "israelita" o "Ebreo" è stato modificato in "Samaritano", che introduce un elemento di contraddizione, in quanto non Samaritano sarebbe stato trovato sulla strada tra Gerusalemme e Gerico (ib. 30).

Mentre l'obiettivo di Gesù è stato per riscattare coloro che erano verteva dal sentiero battuto di moralità, egli ancora limitato la sua attenzione e quella dei suoi seguaci al perso figli di Israele (vii. 24).

Egli ha in particolare vietava i suoi discepoli a cercare heathens e samaritani (x. 5), e per lo stesso motivo in prima rifiutato di sanare le Syrophenician donna (vii. 24).

La sua scelta di dodici apostoli erano distinti riferimento alla tribù di Israele (iii. 13-16).

Egli ha considerato come cani e suina diabolica (Mt vii. 6).

La sua speciale preghiera è soltanto una forma abbreviata del terzo, quinto, sesto, nono e quindicesimo del Diciotto Benedictions (cfr. Preghiera del Signore).

Gesù indossava la Ẓiẓit (Mt ix. 20); andò dal suo modo di pagare l'imposta Tempio di due dracme (ib. xvii. 24-27), e il suo sacrificio offerto discepoli (v. ib. 23-24) .

Nel discorso della montagna ha espressamente dichiarato che non era venuto a distruggere la Legge, ma per dare compimento (ib. v. 17, citato in Shab. 116b), e che non annotare o tittle della legge dovrebbe mai passare Di distanza (ib. v. 18; comp. Luca xvi. 17).

Sarebbe anche che appaiono più tardi tradizione considerata come lui scrupolosi nel mantenere l'intera legge (comp. John viii. 46).

Atteggiamento verso la legge.

Eppure, in alcuni particolari Gesù rifiutato di seguire le indicazioni della legge, almeno come è stato interpretato dai rabbini.

Giovanni dove i seguaci di digiuno, ha rifiutato di farlo (ii. 18).

Egli ha ammesso i suoi seguaci a raccogliere il grano di sabato (ii. 23-28), e se stesso guarito in quel giorno (iii. 1-6), anche se il più severi rabbini consentito solo il risparmio di vita a pretesto la minima riduzione del sabato Il resto (Shab. xxii. 6).

In punti secondari, come la ablution dopo i pasti (vii. 2), ha mostrato una libertà dalla tradizionale consuetudine che implicava una rottura con le più rigorose regole del più rigoroso della legge aderenti a quel tempo.

Il suo atteggiamento verso la legge è forse meglio espresso in un incidente che, se registrato in un solo manoscritto del Vangelo di Luca (vi. 4, e il Codex Bezæ), porta i segni di genuinità interno.

Egli si è riferito di avere incontrato un uomo lavoratrici sul Sabbath-giorno-un peccato meritevole di morte per lapidazione, secondo la legge mosaica.

Gesù disse l'uomo: "L'uomo, se tu sai che cosa doest, Tu sei benedetta, ma se non sai, sei maledetto e un trasgressore della legge".

In base a questo, la legge dovrebbe essere rispettate se non interviene un principio più alto.

Pur affermando di non violare o di limitare la legge, i suoi seguaci di Gesù rivolte a pagare di più l'attenzione e l'intenzione motivo qualsiasi atto con il quale è stato fatto piuttosto che l'atto stesso.

Questo è stato in alcun modo un elemento di novità e di sviluppo religioso ebraico: i profeti e rabbini avevano continuamente e costantemente insistito sul movente interiore con cui pie opere devono essere eseguite, come i ben noti brani e Isa.

I.

E Michea VI.

Sufficiente indicare.

Gesù ha sostenuto che l'applicazione di questo principio è stata praticamente equivalente ad una rivoluzione nella vita spirituale, e di cui egli su di sottolineare il contrasto tra la vecchia e la nuova legge, in particolare nel suo discorso della montagna.

Nel fare queste pretese fu a seguito di una tendenza che al termine della sua carriera è stata particolarmente marcata nel Hasidæans Esseni e, se associati con i punti di vista esterno come per la purezza e la solitudine dal mondo, che la differenzia da Gesù.

Egli non sembra, tuttavia, hanno sostenuto che il nuovo spirito che comporta alcun cambiamento in particolare l'applicazione della legge.

Egli sembra aver suggerito che il matrimonio dovrebbe essere reso permanente, e che il divorzio non dovrebbero essere ammessi (x. 2-12).

Nel Talmud è anche affermato che ha minacciato di cambiare il vecchio diritto di primogenitura in uno con il quale i figli e le figlie devono ereditare simili (Shab. 116a), ma non vi è alcuna prova di tale affermazione e le fonti cristiane.

Oltre a questi punti, non cambia la legge è stata indicata da Gesù, anzi, egli ha insistito sul fatto che l'ebraico moltitudine quale ha affrontato dovrebbe fare ciò che gli scribi e farisei comandato, anche se non dovrebbero comportarsi come gli scribi agito (Mt xxiii. 3).

Gesù, tuttavia, non sembra aver preso in considerazione il fatto che la Halakah è stato in questo periodo solo diventando cristallizzato, e che esisteva molto variazione per quanto riguarda la sua forma definitiva; le controversie di Bet Hillel e Bet Shammai erano presenti al momento, Della sua maturità.

Si tratta, tuttavia, di considerare esagerate queste variazioni, come da prassi corrente eccezionalmente anormali all'inizio del primo secolo.

L'esistenza di una intera classe di 'Areẓ ha-Am, che Gesù può essere preso a rappresentare, dimostra che il rigore della legge non era ancora diffusa in tutto il popolo.

Si afferma (iii. 7), che, a causa della opposizione suscitato dalla sua azione di sabato, Gesù fu costretto a fuggire in heathen parti con alcuni dei suoi seguaci, tra cui due o tre donne che avevano attaccato a sua cerchia.

Questo non sembra affatto probabile, e anzi è contraddetta dal Vangelo conti, che lo descrivono, anche dopo la sua rottura con l'apparente rigidi requisiti della legge tradizionale, come gli alberghi e la festa con i farisei (Luca xiv.), La stessa Classe che avrebbe sollevato obiezioni al suo comportamento.

Autorità di tono.

Nulla di tutto questo e su insistenza lo spirito della legge, piuttosto che alla halakic di sviluppo si è necessariamente o essenzialmente anti-ebraica, ma il tono adottato nel raccomandare queste variazioni è stata del tutto romanzo in ebraico esperienza.

Profeti ha parlato con fiducia nella verità del loro messaggio, ma espressamente per il motivo che essi erano dichiara la parola del Signore.

Gesù ha adottato la parità di fiducia, ma ha sottolineato la propria autorità di là da qualsiasi vicaria o deputata potenza dall'alto.

Ma così facendo egli non ha, in ogni caso, pubblicamente-mai arrogarsi qualsiasi autorità come connessi alla sua posizione come Messia.

In effetti, l'unica prova in epoche successive di tale affermazione sembra basarsi su di una dichiarazione di Pietro, e si è intimamente connessa con la domanda di personale che apostolo di essere il capo della organizzazione istituita da o in nome di Gesù.

È espressamente affermato (Mt xvi. 20) che i discepoli sono stati ammoniti a non rendere pubblico il sinistro, se mai è stato fatto.

Peter's proprie pretese di successione e la leadership sembra essere basata su un mezzo-umoristica paronomasia fatta da Gesù, che trova un parallelo nella letteratura rabbinica (Mt xvi. 18; comp. Yalḳ., Num. 766).

Infatti, la più eclatante delle caratteristiche enunciati di Gesù, considerato come una personalità, sono stati il tono di autorità adottato da lui e che la richiesta di pace e di salvezza spirituale erano da ricercarsi nella semplice accettazione della sua leadership.

Passaggi del tipo: "Prendete il mio giogo sopra di voi... E troverete riposo fino vostre anime" (Mt xi. 29); "Chi perde la propria vita per causa mia,... Si salverà" (viii. 35) "In quanto avete fatto fino uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto fino me" (Mt xxv. 40), indicano un presupposto di potere, che è sicuramente unico in ebraico storia, e anche per i conti Molto di moderno ebraico antipatia a Gesù, per quanto essa esiste.

D'altro canto, vi è ben poco in uno qualsiasi di questi enunciati per mostrare che erano intende con l'altoparlante ad applicarsi a qualcosa di più di rapporti personali con lui, e che potrebbe benissimo essere che nella sua esperienza spirituale, che ha trovato sollievo è stato spesso offerte Da semplice umano fiducia nella sua buona volontà e il potere di direzione.

Ciò, tuttavia, solleva la questione se Gesù stesso considerato come in ogni senso un Messia righello o spirituale, e non vi è scarsa evidenza singolarmente nel Vangeli sinottici per effettuare tale richiesta.

Questi solo affermare che la richiesta è stata fatta ad alcuni dei discepoli, e quindi nell'ambito di un distinto pegno di segretezza.

Enunciati nella pubblica di Gesù non vi è assolutamente alcuna traccia di credito (tranne forse in uso l'espressione "Figlio dell'uomo").

Eppure, sarebbe quasi apparire che, in un certo senso della parola di Gesù stesso considerato come soddisfare alcune delle profezie che sono state prese contemporanea tra gli ebrei in quanto applicabili al Messia.

È dubbio che essa è stata in seguito la propria tradizione o dichiarazioni che lui identificato con il servo di Yhwh rappresentati in Isa.

Liii., Ma sembra che vi sia alcuna prova di qualsiasi concezione ebraica di un Messia attraverso la sofferenza e per il suo popolo, anche se non vi è stata forse una concezione di una sofferenza insieme con il suo popolo (cfr. il Messia).

Gesù stesso ha mai usato il termine "Messia".

Egli ha scelto per specifiche titolo "Figlio dell'uomo", che possono eventualmente sono stati connectedin la sua mente, con il riferimento e Dan.

VII.

13, ma che, secondo i teologi moderni, significa semplicemente l'uomo in generale.

Nella propria mente, anche questo può avere avuto qualche riferimento al suo ripudio per la sua famiglia.

In altre parole, Gesù stesso considerato come tipicamente umana, e ha sostenuto l'autorità in materia e che aspetto.

Egli ha certamente escluso qualsiasi applicazione a se stesso della concezione ordinaria del Messia, la discendenza davidica, di cui egli fa valere contro (xii. 35-57), il tutto in modo talmudica.

No New Organizzazione, Si.

È difficile decidere la questione se Gesù contemplato permanente organizzazione per portare avanti la sua ideali.

La tendenza di tutta la sua opera è contro l'idea stessa di organizzazione.

La sua pratica di accettazione della legge sembrerebbe implica l'assenza di qualsiasi rivale modo di vita, e la sua evidente convinzione in un quasi immediata di tutta la ricostruzione sociale e religioso che tendono a prevenire eventuali accordi formali per una nuova organizzazione religiosa.

L'opposizione tra i suoi seguaci e il "mondo", o costante e organizzato le condizioni della società, che sembrano inoltre implica che coloro che erano al lavoro nel suo spirito non ha potuto fare un altro "mondo" di loro con la stessa tendenza a conventionality e Spirituale della burocrazia.

In generale, si può affermare che egli non ha piani generali, ma trattata con ogni problema spirituale come è nata.

"Sarebbe sembra quasi come se egli non aveva la coscienza di una missione di qualsiasi tipo preciso, in modo che il contenuto fosse stato solo per far accadere le cose" (PE Gould, "San Marco", p. lxxv.): Questo è sicuramente il modo La sua carriera colpisce un osservatore esterno.

Egli è stato contenuto al anni l'influenza del suo carattere proprio lavoro su persone immediatamente circostante lui, e che essi dovrebbero trasmettere questa influenza in silenzio e senza organizzazione; di lavoro a titolo di fermento, come ci ha raccontato la sua parabola (Mt xiii.).

Il suo capo di lavoro e dei suoi discepoli, che consistevano nel consapevole tentativo di "salvare le anime".

Gesù era giustificata e pensare che questo nuovo punto di partenza che tendono a portare il dissenso, piuttosto che la pace nelle famiglie, dividendo figli e genitori (ib. x. 53).

Sul carattere, che, se designedly o di altro tipo, quali prodotti epocali influenza sulla storia del mondo, non è necessario in questo luogo a dilatarsi.

L'ammirazione reverenziale della maggior parte del mondo civilizzato è per un millennio e mezzo stato indirizzato verso il molto umano e simpatico figura del galileiano Ebreo come presentato nei Vangeli.

Per scopi storici, tuttavia, è importante notare che questo aspetto di lui è stato dimostrato solo per la sua immediata cerchio.

In quasi tutti i suoi enunciati pubblico è stato duro, severo, e nettamente ingiusto nel suo atteggiamento verso la sentenza e benestanti classi.

Dopo aver letto le sue diatribe contro i farisei, gli scribi, e la ricca, è a malapena ad essere chiesti a che questi erano interessati nel contribuire al silenzio di lui.

Va inoltre ricordato che nel suo pubblico enunciati raramente ha risposto direttamente ad una importante questione di principio, ma evase richieste da contro-query.

Nel considerare la sua carriera pubblica, per cui l'attenzione deve ora essere attivata, queste due qualità del suo carattere devono essere presi in considerazione.

Durante i dieci mesi trascorso tra la maturazione del mais giugno di circa 28 anni e la sua morte, nel marzo o aprile dell'anno successivo Gesù sembra aver vagato sulla sponda nord-occidentale del Lago di Gennesaret, fare escursioni di volta in volta Heathen in territori adiacenti, e dedicarsi ai suoi discepoli e alla diffusione di Giovanni il Battista, il messaggio della vicinanza del regno dei cieli e della necessità di pentimento per entrare.

I dettagli di questi pellegrinaggi sono molto oscuro, e non devono essere discussi qui (v. Briggs, "Nuova Luce sulla vita di Gesù", New York, 1904).

Il antinomianism di Gesù è diventato ancora più evidente per i governanti del popolo, e molti di più classi religiose evitato il contatto con lui.

Egli aveva fin da principio su cui sottolineare la difficoltà di associare la santità con ricchezze, e in questo ha adottato la quasi-socialistic vista della successiva Salmi, Sal.

Ix., X., xxii., Xxv., Xxxv., Xl., Lxix., Cix.

(Comp. I. Loeb, "La Littérature des Pauvres dans la Bibbia", Parigi, 1894).

Egli ha insistito nella massima misura sulla vista implicita in quei Salmi e in diversi enunciati dei Profeti, che la povertà e la pietà, ricchezze e antisociale avidità, erano praticamente sinonimo (comp. la forma delle beatitudini data in Luca vi. 20, 24 -26).

La parabola di Lazzaro e immersioni e il colloquio con il giovane ricco e mostra una spiccata tendenza unilaterale in questa direzione simile a quella degli Ebioniti più tardi; anche se, d'altro canto, Gesù è stato disposto a presentare con Zaechæus, un ricco Pubblicano (Luca xix. 2, 5).

In forma di colloquio con il giovane ricco e dato il "Vangelo Secondo gli Ebrei," simpatia sembra essere limitato ai poveri di Terra Santa: "Ecco, molti dei tuoi fratelli, figli di Abramo, ma sono rivestiti E sterco, e muoiono per la fame, mentre la tua casa è piena di molti beni, e lì non c'è una via aught da essa loro ".

Gesù in Gerusalemme.

Come la Pasqua di 29 anni si avvicinò, Gesù determinata a svolgere il provvedimento di legge che ha l'incombente di mangiare l'agnello sacrificale di Gerusalemme.

In un secondo momento sono state effettuate tradizione tentativi di trasmettere l'impressione che Gesù era consapevole del destino che lo attendeva a Gerusalemme: la prima, ma in forme (ix. 32, x. 32), è stato riconosciuto che i discepoli non hanno capito il vago accenno , Se fossero a tutti i dato, e vi è poco a dimostrare che la sua visita a Gerusalemme è stato un caso di suicidio sublime.

All'ultimo momento del Getsemani egli fece un tentativo di evitare l'arresto ( "Alzatevi, andiamo", xiv. 42).

Gerusalemme, in questo momento sembra essere stato, in una posizione molto sedimentata stato.

Un tentativo di rivoluzione sembra essere scoppiata in una barra di Gesù Abbas, che era stato catturato ed è stato in carcere, al momento (xv. 7).

Sembra essere stata la pratica di Ponzio Pilato a venire fino a Gerusalemme, ogni anno, a Pasqua, ai fini del controllo di tutte le rivolta che potrebbe scoppiare in quel periodo ricordando la redenzione di Israele.

E 'indicativo di temperare delle persone che, durante la prima metà del primo secolo si sono verificati diversi risings contro i romani: Varo contro, il 4 aC; Giuda sotto contro il Censimento, 6 CE; dai Samaritani contro Pilato e 38, e da Theudas contro Fadusin 45-indicando tutti continuamente sedimentata la condizione del popolo sotto dominazione romana.

Nel Tempio.

Per quanto possa essere giudicato, la sua ricezione è stato il più una sorpresa a Gesù come lo era per i suoi seguaci e al leader del popolo.

La sua reputazione come un miracolo-lavoratore aveva preceduto lui, e quando la piccola cavalcata di una ventina di persone che costituivano la sua scorta avvicina la Fontana Porta di Gerusalemme è stato salutato da molti dei visitatori della città, come se fosse a lungo sperato - Per liberatore dalla schiavitù.

Questo sembrerebbe essere stato il primo giorno della settimana e il 10 Nisan, quando, secondo la legge, è stato necessario che l'agnello pasquale deve essere acquistato.

È quindi probabile che l'entrata in Gerusalemme, è stato per questo scopo.

Nel fare l'acquisto di una controversia l'agnello sembra che sono sorti tra Gesù 'seguaci e il denaro dei cambiavalute che Preparato per tali acquisti, e questi ultimi sono stati, in ogni caso, per quel giorno, spinto dal Tempio impianto.

Sembra da talmudica riferimenti che questa azione non ha avuto alcun effetto durevole, se del caso, per Simon ben Gamaliel trovato molto simile stato di cose molto più tardi (Ker. i. 7), e alcune riforme effettuate (cfr. Derenbourg in "Histoire de la Palestina , P. 527).

L'atto pubblico ha richiamato l'attenzione su Gesù, che nel corso dei prossimi giorni è stato chiesto di definire la sua posizione verso le parti in conflitto a Gerusalemme.

Sembrava in particolare per attaccare il trattamento economico della classe sacerdotale, di conseguenza, che gli chiedeva di dichiarare da quale autorità aveva interferito con il sacrosanto regime del Tempio.

In un po 'enigmatica risposta ha collocato proprie rivendicazioni su un livello con quelle di Giovanni il Battista-in altre parole, si basa sul sostegno popolare.

Altre domande di ricerca da mettere a lui il Sadducces e gli scribi ricevuto un po 'più precise risposte.

Per l'ex chiedendo quali prove per l'immortalità egli deriva dal Vecchio Testamento, egli ha citato Es.

III.

6, e dedurre da essa che, in quanto Dio è il Dio della vita, di Abramo, di Isacco e di Giacobbe deve essere stata la loro vita dopo la morte di una deduzione del tutto nello spirito della tradizione talmudica Asmakta (comp. Sanh. 90b).

La prova della Tribute.

Per uno scriba chiedendogli (nello spirito di Hillel), per quanto unico comandamento tutta la legge potrebbe essere ridotta, egli ha citato la dottrina della Didachè, che dà i due comandamenti come il capo Shema '(Dt voi. 4) e " Tu amore tuo prossimo come te stesso "(Lev. xviii. 19), quindi essenziale che dichiara la propria solidarietà di opinioni con quelle del Vecchio Testamento e del giudaismo attuale, ma il più importante è stato sottoposto a test di lui da parte di alcuni degli aderenti Di Erode, che gli chiedeva se era lecito per rendere omaggio a Cæsar.

Anche in questo caso ha appena risposto direttamente, ma per chiedere il denaro del tributo, desunta dalla superscription l'immagine e la conclusione che essa dovrebbe essere restituiti fino Cæsar (Mt xxii. 21).

Una tradizione molto probabile, conservati in Tatian's "Diatessaron", dichiara che il colloquio con Peter registrati e Matt.

XVII.

24-26 si è verificato in questa occasione.

Né la risposta originale, né la sua ulteriore difesa di esso è stata soddisfacente per la zeloti, che erano ansiosi di una rivolta contro i Romani.

Egli aveva messo in chiaro che non aveva simpatia per il aspirazioni nazionalistiche della gente comune, anche se lui aveva accolto con favore l'impressione che stava per realizzare le loro speranze.

È solo questo incidente che rappresenta storicamente per il contrasto tra le acclamazioni della Domenica delle Palme e il ripudio sul successo venerdì.

Questo cambiamento di sentimento popolare ha spianato la strada per l'azione da parte della classe sacerdotale, che era stato offeso in entrambi orgoglio e tasca da Gesù 'azione e la compensazione purlieus del Tempio.

Essi possono avere anche un aumento del temuto veramente in Gesù, dopo aver tenuto conto del modo in cui era stata accolta la domenica precedente, anche se questo è stato probabilmente portato avanti solo come un pretesto.

Sembra che essi determinata a cogliere prima di lui la festa di Pasqua, quando il pericolo di insorgenza di un focolaio sarebbe a sua massima altezza e quando sarebbe impossibile per loro di tenere un giudice (Yom-Ṭob v. 2).

L'Ultima Cena.

Secondo i Vangeli sinottici, sembra che il giovedì sera della scorsa settimana della sua vita con i suoi discepoli Gesù entrò a Gerusalemme, per mangiare la Pasqua con loro in pasto sacro della città, in tal caso, i wafer e il vino della La massa o la comunione di servizio poi da lui istituiti come memoriale sarebbe unleavened il pane e il vino non fermentati il seder di servizio (cfr. Bickell, "Messe und Pascha", Leipsic, 1872).

D'altra parte, il Vangelo di Giovanni, di cui l'autore sembra avere avuto accesso ad alcune tradizioni affidabili circa gli ultimi giorni, rappresenta i sacerdoti come affrettano sul processo, al fine di evitare di prendere in azione il festival-che, secondo Per questo, hanno iniziato il venerdì sera, anche se questo punto di vista potrebbe essere stata influenzata dalla volontà di rendere la morte di Gesù simboleggiare il sacrificio della agnello pasquale.

Chwolson (1893) ingegnosamente ha suggerito che i sacerdoti sono stati guidati dagli anziani Halakah, in base al quale la legge della Pasqua ebraica, è stato considerato come superiore a quella del sabato, in modo che l'agnello Potrebbe essere sacrificato anche il venerdì notte e che Gesù ei suoi discepoli sembrerebbe hanno adottato la più rigorosa vista dei farisei da agnello pasquale, che dovrebbe essere sacrificato alla vigilia del 14 Nisan, quando il 15 coincide con il sabato ( Bacher e vedere "JQR", v. 683-686).

Sembra che da questo momento Gesù aveva la coscienza di intenzione di sommi sacerdoti a fare di lui un danno; dopo per la cerimonia seder egli stesso secreto nel giardino del Getsemani al di fuori delle mura della città, dove, però, il suo posto è stato nascondersi - Tradito da uno dei suoi immediati seguaci, Giuda, un uomo di Kerioth (vedi Giuda Iscariota).

Per quali motivi è stato arrestato Gesù non è chiaro.

Anche se aveva affermato di essere il Messia, che avrebbe commesso alcun reato in base alla legge giudaica.

Sembra che egli è stato preso per primo la casa del sommo sacerdote, probabilmente Anan's, che è stata senza le mura, e dove in una frettolosa consultazione l'unica prova contro di lui è stato apparentemente un'affermazione che egli potrebbe rovesciare il Tempio e sostituirla con una Fatta senza mani-in altre parole, con aspiritual regno.

Questo, secondo Holtzmann ( "Leben Jesu", p. 327), è stato equivalente a una richiesta di risarcimento per il Messiahship.

Gesù è nettamente riferito di avere fatto questa affermazione in risposta a una domanda diretta da parte del sommo sacerdote, ma i Vangeli sinottici variare su questo punto, xiv.

62 a farla, e Matt.

XXVI.

64 e Luca XXII.

69 rappresenta un evasione, che è stato più in accordo con la consueta pratica di Gesù, quando interrogati dagli oppositori.

Il strazianti dei suoi vestiti dal sommo sacerdote sembra piuttosto implica che il tributo è stato uno dei "gidduf" o blasfemia (Sanh. vii. 10, 11).

Non vi può essere questione di qualche cosa che corrisponde ad un processo in atto, in questa occasione, davanti al Sinedrio.

Qualunque inchiesta è stata effettuata deve avere il giovedì si sono verificati durante la notte e al di fuori di Gerusalemme (per l'ingresso alla città un prigioniero avrebbe dovuto essere somministrato fino alla guarnigione romana), e non può essere stata detenuta prima di un quorum di uno dei settantadue membri Del Sinedrio.

È più probabile che i venti-tre membri della sezione sacerdotale di quest'ultima, che aveva più ragione di essere offesi con Gesù 'azione di pulizia e il Tempio, ha incontrato informalmente, dopo che gli era stato sequestrato, e ha suscitato sufficiente a giustificare i loro Proprio parere nella fornitura di lui oltre ai Romani in quanto potrebbero causare problemi con la sua crediti o pretese per la Messiahship, il che, ovviamente, verrebbe da loro considerato come ribellione contro Roma.

Nulla corrispondente a un ebreo processo si è svolto, anche se era l'azione dei sacerdoti che Gesù è stato inviato prima di Ponzio Pilato (cfr. Crocifissione).

I Vangeli parlano al plurale dei sommi sacerdoti, che lo condannava a un apparente contraddizione di legge giudaica, che potrebbero gettare dubbi sulla loro carattere storico.

Due, tuttavia, sono menzionate, Giuseppe Caifa e Anna (Hanan), il suo suocero.

Hanan era stato deposto da alta da Valerio Gratus sacerdozio, ma ha chiaramente mantenuto autorità e alcune prerogative del sommo sacerdote, in quanto la maggior parte di coloro che erano riusciti parenti di lui la sua, e così egli può avere intervenuto in una questione così quasi toccare Il potere dei sacerdoti.

Secondo il Talmud, Hanan's bazar erano sul Monte degli Ulivi, e quindi, probabilmente, anche la sua casa; questo avrebbero così diventare il luogo adatto per la sperimentazione da parte del Sinedrio, che in effetti solo su questo tempo aveva trasferito la sua sede di sessione thither ( Vedere Sinedrio).

La Crocifissione.

In consegna il loro prigioniero per il procuratore, Ponzio Pilato, l'ebraico funzionari rifiutato di entrare nel pretorium come terreno proibito per gli ebrei.

Essi quindi, in ogni caso, hanno dimostrato la loro fiducia e la condanna di Gesù da parte del potere romano.

Prima di Pilato l'unico responsabile potrebbe essere un tentativo di ribellione contro l'imperatore.

, In qualche modo, a quanto pare, la pretesa di essere il re dei Giudei (o eventualmente di un regno dei cieli) è stato fatto prima di lui, da Gesù stesso, come è dimostrato, con l'iscrizione in derisione inchiodato sulla croce.

A Pilato il problema è stato presentato in qualche modo simile a quello che si presenta a un funzionario indiano del giorno prima-di cui uno Mohammedan dovrebbe essere accusato di pretendere di essere il Mahdi.

Se palese atti in un quartiere disturbato aveva accompagnato la richiesta, il funzionario potrebbe evitare di passare a malapena sentenza di condanna, e Pilato ha preso lo stesso corso.

Ma egli sembra aver esitato: pur condannando Gesù, che gli ha dato una possibilità di vita.

Sembra essere stata la pratica di concedere al popolo ebraico il privilegio di perdonare un prigioniero nei giorni festivi; Ponzio Pilato e detenuto per la racaille circondano il pretorium (responsabile per la maggior parte dei capi delle famiglie deve essere stato in questo momento impegnate nella ricerca Per il fermento nelle proprie case), la possibilità di scegliere tra Gesù e gli altri Gesù (bar Abbas), che pure era stato accusato di ribellione.

La folla era naturalmente più simpatia per i ribelli dichiarato che per la persona che aveva raccomandato il pagamento del tributo.

Ha scelto Barabba e Gesù è stato lasciato a subire la punizione della crocifissione romana in compagnia di due malefactors.

Egli ha rifiutato con alcune parole non overkindly (Luca xxiii. 28-31) il deadening bevanda di frankincense, mirra, e aceto, che il signore di Gerusalemme erano abituati ad offrire a criminali condannati, in modo che essi possano passeranno in uno stato inconscio (Sanh . 43).

Qualunque fosse stato Gesù 'anticipazioni, egli portò i terribili torture, a causa del ceppo crampi e degli organi interni, con equanimità fino a quasi l'ultimo, quando ha pronunciato il grido disperato e patetico "Eloi, Eloi, lama sabactàni?"

(L'aramaico forma di Sal. Xxii. 1, "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?"), Che ha dimostrato che anche il suo spirito era stata decisa scoraggiati dalle calvario.

Questa è stata l'ultima parola in tutte le sue implicazioni per sé una confutazione delle pretese esagerate fatta per lui, dopo la sua morte dai suoi discepoli.

La stessa forma della sua pena sarebbe confutare tali crediti in ebraico occhi.

Messia, che gli ebrei non potevano riconoscere potrebbe subire una simile morte, per "Colui che si è bloccata è maledetto di Dio" (Dt xxi. 23), "un insulto a Dio" (Targum, Rashi).

Come finora nella sua mente Gesù sostituisce un'altra concezione del Messia, e come finora ha considerato se stesso come adempimento di questo ideale, rimangono tra le più oscure della storia problemi (vedi Messia).

Bibliografia: Delle enorme letteratura in materia di Gesù non è necessario far riferimento in questo luogo per più di un paio di opere più recenti, che danno nella maggior parte dei casi i riferimenti ai loro predecessori.

Sulle fonti il lavoro migliore, in ogni caso, in inglese, rimane ancora EA Abbott Vangeli in Encicl.

Brit. Sulla parallelismi con rabbinica fonti:

Lightfoot, Horœ Talmudieœ; (migliore ed., Oxford, 1854); A. WUENSCHE, Neue Beiträge zur Erlduterung aus der Evangelien Talmud und Midrasch, Göttingen, 1878; GH Dalman, Le parole di Gesù, Edinburgh, 1901.

Sulla vita di Gesù, il migliore e più recente lavoro critico è quello di O. Holtzmann, Leben Jesu, Leipsic, 1901 (ing. transl. Londra, 1904).

W. Sanday, a Hastings, Dict.

Bibbia, sv, presenta una moderata e sincera stima dei vari aspetti della vita dal punto di vista cristiano ortodosso, e fornisce una bibliografia critica di ogni sezione.

Una simile visione critica, con una più ampia della letteratura allegato a ogni sezione, è data da Zöckler in Herzog-Hauck, Real-Lett.

SV

Per quanto riguarda il rispetto della legge a Gesù, la visione cristiana è espresso da: Bousset, Jesu Predigt nel vostro contrariamente zum Judentum, Göttingen, 1892; GH Dalman, il cristianesimo e il giudaismo, Londra, 1901.

Di scrittori ebrei su Gesù può essere menzionata: G. Salomone, La Storia di Gesù, Londra, 1880; H. Weinstock, Gesù l'Ebreo, New York, 1902; J. Jacobs, a. Saw Come Lui, Londra, 1895.

Vedi anche Polemics.J.

In Teologia:

Perché i Vangeli, mentre contenenti materiale prezioso, sono tutte scritte in uno spirito polemico e per lo scopo di sostenere l'affermazione del carattere messianico e sovrumano di Gesù, è difficile presentare un imparziale storia della sua vita.

Né è il composito ofJesus foto tratte dalla Vangeli sinottici, come è presentato dalla moderna scrittori cristiani e in cui la miracolosa è ridotto al minimo, un ravvicinamento alla reale di Gesù.

La storia di Gesù come è stato ugualmente da remoto Paulinian antinomianism come da antagonismo al suo parente che è stato imputato a lui, i farisei aver avuto alcun motivo di odio e di perseguitare lui, né avevano dato alcun motivo di essere odiato da lui, anche Se il loro punto di vista diverso dal suo (cfr. il Nuovo Testamento).

Non era come l'insegnante di nuovi principi religiosi, né come un nuovo legislatore, ma come una meraviglia-lavoratore, che Gesù ha vinto fama e influenza tra i semplici abitanti di Galilea e la sua vita, e si è dovuto solo alla sua frequenti apparizioni dopo la sua Galileo morte a questi seguaci che la fede nella sua risurrezione e nel suo carattere messianico e divino è stata accettata e diffusa.

Il thaumaturgic escatologica e opinioni dei tempi deve essere pienamente in considerazione, e la leggendaria vita dei santi, come Onias, Ḥanina ben Dosa, Phinehas ben Jair, e Simeone ben Yoḥai e il Talmud, come pure la apocalittica e altri scritti del Esseni , Deve essere un vero rispetto prima stima di Gesù può essere formato.

Tuttavia, un grande storico movimento del personaggio e l'importanza del cristianesimo non può avere sorte senza una grande personalità chiamare all'esistenza e dargli forma e direzione.

Gesù di Nazaret aveva una missione da parte di Dio (cfr. Maimonide, "Yad", Melakim, xi. 4, e gli altri passi riportati in Ebreo. Lett. Iv. 56 e segg., Il cristianesimo sv), e deve aver avuto la spirituale Potenza e fitness ad essere scelto per questo.

La stessa leggende che circondano la sua vita e la sua morte fornire la prova della grandezza del suo carattere, e la profondità del l'impressione che ha lasciato su di persone tra le quali si è mosso.

Leggende sulla sua nascita.

Alcune leggende, tuttavia, sono artificiali, piuttosto che il prodotto naturale della fantasia popolare.

A questa categoria appartengono quelle riguardanti Gesù 'natale.

Il fatto che Nazaret era la sua città natale, dove-come il più antico figlio ha seguito suo padre falegname di commercio (Mark i. 9, vi. 3; comp. Matt. Xiii. 55; Giovanni vii. 41), sembrava di essere in conflitto Con il diritto per il Messiahship, che, secondo Michea v. 1 (AV 2) (comp. Giovanni vii. 42; Yer. Ber. Ii. 5 bis; Lam. R. i. 15), chiamati a Beth-lehem di Giuda come il luogo della sua origine; quindi, le due diverse leggende, uno in Luca i.

26, II.

4, e gli altri a Matt.

II.

1-22, dove il parallelo a Mosè (comp. Es. Iv. 19) è caratteristica.

A sostegno della pretesa messianica, inoltre, le due diverse genealogie sono stati compilati: l'uno, e Matt.

I.

1-16, il rintracciamento Joseph's pedigree attraverso quaranta-due generazioni ritornare ad Abramo, con una singolare attenzione su di peccatori e heathen ancestresses della casa di Davide (comp. Gen R. xxiii.,., Lxxxv.; Ruth R. iv . 7; Naz. 23b; Hor. 10b; Meg. 14b); gli altri, in Luca iii.

23-38, il rintracciamento di ritorno a Adamo come "figlio di Dio", in modo da includere anche la non-abramitiche mondo.

Incompatibili con queste genealogie, e di origine pagana (v. Boeklen, "Die Verwandtschaft Jüdisch-der Christlichen mit der Parsichen Eschatologie", 1902, pp. 91-94; Holtzmann, "Hand-Commentar zum Neuen Testament", 1889, p. 32 ; Soltau, in «Vierteljahrschrift für Bibelkunde", 1903, pp. 36-40), è la storia che rappresenta Gesù come il figlio della Vergine Maria e dello Spirito Santo (preso come maschile, Matt. I. 20-23; Luca I. 27-35).

Così anche la storia degli angeli e dei pastori provenienti il bambino nella mangiatoia (Lc ii. 8-20) tradisce l'influenza del Mithra leggenda (Cumont, "Die Mysterien des Mithra", 1903, pp. 97, 147; "Zeitschrift Für die Neutestamentliche Wissenschaft ", 1902, p. 190), mentre la leggenda riguardante la profezia dei due santi esseno, Simeone e Anna, e il bar miẓwah storia (Luca ii. 22-39, 40-50) hanno decisamente uno ebraico Carattere.

Da il "Vangelo Secondo gli Ebrei" (Girolamo, commento su Matt. Iii. 13, 16), sembra che Gesù è stato indotto da sua madre e fratelli di andare a Giovanni di essere battezzato, al fine di ottenere il perdono dei propri peccati ; La sua visione, inoltre, vi è descritto diversamente (comp. Giustino, "Dial. Cum Tryph." Lxxxviii., Ciii.; Usener, "Religionsgeschichtliche Untersuchungen", 1889, pp. 1, 47; e Spirito Santo).

Autenticamente ebraica è anche la leggenda che raffigura Gesù come spesa quaranta giorni con Dio tra i santi "ḥayyot" (non "belve", come Mark resi in i. 13), senza mangiare e bere (comp. Es. Xxxiv. 28; Dt . Ix. 9), e il suo incontro con Satana è simile a quello che Mosè aveva in cielo (Pesiḳ. R. xx. Basato su di Sal. Lxviii. 19; comp. Zoroastro's incontro con Ahriman [Zend Avesta, Vend., Fargard, xix. 1-9]) e al Buddha's con Mara (Köppen, "Die Religion des Buddha", 1857, i. 88, e R. Seydel, "Das Evangelium von Jesu", 1882, p. 156).

Come guaritore e Wonder-Lavoratore.

Quando, dopo la reclusione di Giovanni, Gesù ha assunto il lavoro del suo padrone, il pentimento e la predicazione di vista l'approccio del regno di Dio (Marco i. 14; Luca i. 79; comp. Matt. Iii. 2, iv. 16 -- 17), ha scelto come suo campo di operazioni di terra attorno al lago di Gennesaret, con Cafarnao come centro, piuttosto che la natura, e che aveva come seguaci di Pietro, Andrea, Giovanni, e gli altri, i suoi ex compagni (Giovanni i. 35-51; comp. Matt. Iv. 18; Mark i. 16 con Luca v. 1).

La sua principale attività consisteva nella guarigione quelli posseduti con spiriti immondi, che si sono riuniti presso le sinagoghe alla chiusura del sabato (Mc i. 32-34; Luca iv. 40).

Ovunque è arrivato nella sua erranza attraverso la Galilea e la Siria il popolo lo seguirono (Mt iv. 23-24; xii. 15; xiv. 14, 34; xv. 30; xix. 1; Mark iii. 10; Luca voi. 17 -19), Che ha portato a lui i malati, i demoniacs, epilettici, matti, e paralytics di essere guarito, e ha scacciato i spiriti immondi, "riprendere" (Mt xvii. 18; Luca iv. 35, 39, 41 ; Ix. 42; comp. "Ga'ar" e Zc. Iii. 2; Isa. 1. 2; Sal. Lxviii. 31 [AV 30]), con una certa magia "parola" (Mt viii. 8, 16; Comp. "Milla", Shab. 81 ter; Eccl. R. i. 8), anche lui come "rimproverato" il vento e disse al mare fermarsi (Mark iv. 35 e paralleli).

A volte ha guarito i malati con il semplice tocco della sua mano (Mark i. 25; Matt. Viii. 8, ix. 18-25), o da poteri provenienti da lui attraverso le frange del suo abbigliamento (ib. ix. 20 , Xiv. 36), orby l'uso di mettere su spittle colpite organismo, che accompagna l'operazione con un sussurro (Mark vii. 32, viii. 23; Giovanni ix. 1-11; comp. Sanh. 101 bis; Yer. Shab. Xiv. 14 quinquies: Loḥesh e Roḳ).

Con la stessa potenza exorcismal ha guidato tutta una legione di spiriti maligni, il 2000 e il numero di un maniaco che vivono in un cimitero (Giuseppe Flavio, "BJ" vii. 6, § 3; Sanh. 65b), e li fece entrare in una mandria di Suina essere annegato nel lago adiacente (Luca viii. 26-39 e paralleli; comp. Ta'an. 21b; Ḳid. 49b; B. Ḳ. Vii. 7).

E 'stato proprio questo Essenic pratica acquisita, che per lui il nome del profeta (Mt xxi. 11, 46; Luca vii. 16, 39; xxiv. 19; Giovanni iv. 19).

In realtà, da questi poteri soprannaturali del suo egli stesso ha creduto che Satana ei suoi soldati sarebbe sottoposto e il regno di Dio sarebbe portato (Luca ix. 2, x. 18, xi. 20), e di questi poteri è detto Di aver impartito ai suoi discepoli di essere esercitato solo in connessione con la predicazione del regno di Dio (Mt ix. 35-x. 6; Mark voi. 7; Luca ix. 1-2).

Essi sono per lui il principale prova del suo Messiahship (Mt xi. 2-19; Luca vii. 21-22).

Era come il guaritore di dolore fisico che Gesù stesso considerato "inviato alle pecore perdute della casa d'Israele", e nello stesso spirito egli mandò i suoi discepoli ad effettuare cure ovunque, ma sempre escluso il heathen da tali benefici (Matt . X. 6-8, xv. 22-28).

Altri miracoli attribuiti a Gesù, come l'alimentazione del 5000 e del 4000 (Mark voi. 30-46, viii. 1-9, e paralleli), hanno probabilmente stato suggerito dalla miracoli di Mosè, e l'aumento dei morti (Luca vii. 11-17, viii. 40-56; Giovanni xi. 1-46) da quelle di Elia.

Come Helper dei Poveri e abbandonato.

Mentre gli esseni, in generale, sono stati non solo guaritori e chiedo-prevaricatori lavoratori, ma anche di opere di carità, si è suscitato in Gesù, a causa della sua costante contatto con l'umanità sofferente, una profonda compassione per i sofferenti e gli abbandonati (Mt xiv. 14, xv. 32).

Con questo ci è venuto a lui la coscienza della sua missione di portare la buona novella ai poveri (Lc iv. 16-30, vii. 22) e per abbattere la barriera che aveva eretto fariseismo tra i farisei come la migliore classe della società e La 'Am-Areẓ ettari, il pubblicani e quelli caduti (Mt ix. 10-13, xi. 19, e paralleli; Luca vii. 36-50).

Questo è stato un grande partenza da Essenism, che, al fine di raggiungere un livello più elevato di pharisaic santità, conservato i suoi aderenti oltre a tutto il mondo, in modo che essi non possano essere contaminati da esso.

Gesù, al contrario, la società ha cercato di peccatori e quelli caduti, dicendo ", che hanno bisogno di tutto, non sono un medico, ma che sono malati. Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori a ravvedimento" (v. Luca 31-32; comp. Paralleli).

Non stupisce il fatto che, quando si effettua una suoi miracoli, è stato creduto di essere in lega con Satana o Belzebù, lo spirito di uncleanness, piuttosto che di essere riempiti di Spirito Santo (Mark iii. 22 e paralleli).

Questo anti-Essenic linea di principio, una volta annunciato, incoraggiato lui per consentire alla stessa donna che aveva curato per accompagnare lui e ai suoi discepoli-in netto contrasto con tutte tradizione (Luca viii. 1-3), e hanno ripagato il suo proposito con profonda adorazione, E, successivamente, sono stati di rilievo presso la tomba e la risurrezione e la leggenda.

Un'altra partenza da pharisaic nonché Essenic pratica è stato il suo permesso ai suoi discepoli di mangiare con le mani unwashed.

Quando rimproverò ha dichiarato: "da quanta senza entereth in l'uomo non può defile lui, ma quello che proceedeth fuori l'uomo [male discorso], che defileth l'uomo" (Mark vii. 15 e paralleli)-un principio che a malapena implicita Paulinian l'abrogazione delle leggi alimentari, ma era probabilmente destinato a trasmettere l'idea che "il profano non può defile la parola di Dio" (Ber. 22a).

In un altro senso, inoltre, Gesù nella sua pratica come un medico è stato portato a opporsi alla rigoristi della sua giornata.

Il vecchio Hasidæan Sabbath leggi sono state estremamente grave, in quanto può essere visto da l'ultimo capitolo del Libro dei Giubilei; di questi il Shammaites aderito, il divieto di guarigione sul Sabbath.

Ma ci sono stati anche i Hillelites, che ha accettato le massime liberali, come ad esempio "Quando una vita è in gioco il sabato legge deve cedere il passo" e "Il sabato è consegnato a voi, non avete il sabato" (Mek., Ki Tissa ).

Gesù, a seguito di questi ultimi, eseguiti cure di sabato (Mark ii. 27, iii. 1-16, e paralleli; Luca xiii. 10-21, xiv. 1-8), ma che i farisei su questo account deve avere pianificato La sua distruzione, come i Vangeli record, è assurdo.

In realtà, i compilatori frainteso la frase "Il Figlio dell'uomo è signore del sabato"-come se questa abrogazione del sabato erano il privilegio del Messia-così come la storia della spiumatura di grano dai discepoli, che Luca (Vi. 1) solo ha conservato più correttamente.

Non era di sabato, ma il primo giorno di Pasqua alla seconda settimana (chiamato δετεροπρώτη dalla espressione biblica "l'indomani del sabato," Lev. Xxiii. 11-14), quando nessun nuovo mais è stato consentito di essere mangiati Prima alcuni erano stati offerti sull'altare, che i discepoli di Gesù passò attraverso il campo e pizzicato il nuovo mais, chiamato "ḥadash" nella letteratura rabbinica.

Nel difendere la loro azione a Gesù correttamente cui David, che ha mangiato pane dei santi perché era affamato (I Sam. Xxi. 5-7), un argomento che non a tutti i applica al sabato.

L'uomo del popolo; Non è un Riformatore.

Gesù ha parlato con la potenza di Haggadists-confrontare, per esempio, "gli uomini di poca fede" (Soṭah 48 ter); "l'occhio che passioni, la mano che peccati deve essere tagliato" (Nid. 13 ter); "no, ad eccezione del divorzio Per la fornicazione "(Giṭ. 90b);" purezza come quella di un bambino "(Yoma 22a), e non come gli uomini del Halakah (Luca iv. 32; comp. Matt. Vii. 29", non come gli scribi " ).

Egli spesso opposti alla legalismo del Halakists (Mt xxiii. 9; Mark vii. 6-23), ma ha affermato nella lingua forzato e inconfondibile l'immutabilità della Legge (Mt v. 17-19).

Il discorso della montagna, se questo è stato mai consegnato da lui, non è mai stata destinata a soppiantare la legge di Mosè, anche se il compilatore del Vangelo di Matteo cerca di creare tale impressione.

Né qualsiasi degli apostoli o le epistole di riferimento per il nuovo codice promulgato da Gesù.

Di fatto tutto il Nuovo Testamento, l'insegnamento è basato sulla ebraica Didaché (cfr. Seeberg, "Katechismus der Urchristenheit", 1903, pp. 1-44).

Il Regno di Dio.

Solo al fine di essere preparati per il regno di Dio, che egli dovrebbe entrare in immediatefuture e durante la durata del suo ascoltatori (Mt xvi. 28, xxiv. 42-44, xxv. 13), Gesù di cui especial regole Di condotta per i suoi discepoli, chiedendo loro di una maggiore giustizia ed una maggiore purezza e amore reciproco che i farisei praticato (cfr Mt 20, xviii. 4-5).

E 'stata la Essenic spirito che ha dettato una vita di povertà volontaria, di astinenza da matrimonio e vita domestica, e di ascesi (Mt xix. 12, 21-24, 29), come pure che il principio di non-resistenza al male che Il Talmud trova lodevole e "gli amanti di Dio", che "prendere insulto e non risentono" e nella vita a venire "brillare come il sole" (Shab. 88b).

Il regno di Dio di cui parla Gesù aveva un carattere decisamente politico, e tutti gli scrittori sono apocalittiche riguardo.

Il Messia con i dodici giudici delle dodici tribù era atteso a pronunciarsi sulla terra (Mt xvi. 27, xix. 28); la Judgment Day è stato che la sua torture della Geenna per i malvagi, e il suo banchetto in Paradiso per la Retti, di far precedere il tempo messianico (Mt viii. 11-12, xviii. 8-9; Luca xiii. 28-29, xiv. 15-24), la terra stessa era di produrre uve di abbondanza e di altri frutti meravigliosi Dimensioni a beneficio dei giusti, in base a Gesù 'propria dichiarazione di Giovanni (Papias, in Irenæus, "Adversus Hæreses", v. 33-34).

Spesso Gesù parla di "segreti" del regno di Dio e allegorie e di enigmi (non "parabole"; cfr. Mt. Xiii. 1-52; comp. Ii. 35), "scuro parole nascoste fin dalla fondazione del mondo ( Ps. Lxxviii. 2; Giovanni xvi. 25, 29), perché si fa riferimento al regno di Satana (Mt xiii. 39), che è, Roma-il cui fine era vicina. Naturalmente tali "segreti" erano poi trasformato in Spirituale misteri, troppo profondo anche per i discepoli a comprendere, mentre semplici parole per annunciare l'immediata vicinanza della fine sono stati modificati in frasi come "Il regno di Dio è dentro di voi" (Luca xvii. 21, per "voi"). D'altro canto, la rabbinici frase "il giogo del regno di Dio, che libera dal giogo del regno del potere mondano" (Ab. iii. 5) è parlato di come "il mio giogo sopra di voi" e ha dichiarato di essere "facile" ( Matt. Xi. 29), per l'allegoria della tares e il grano (Mt xiii.) Utilizzati per la heathen e gli ebrei nel Judgment Day, comp. Midr.. A Sal. Ii. 12.

Occasionalmente lotta politica, come un mezzo per realizzare la catastrofe, è approvato da Gesù (Luca xii. 51-53, xxii. 36; comp. Versetti 49-50).

La sua morte.

Come tutti gli Esseni del suo tempo (Tosef., Men. Xiii. 21-23), Gesù era un nemico giurato della casa del sommo sacerdote Hanan.

La sua indignazione nel vedere il Tempio collina trasformata in un pollame e bovini di mercato a vantaggio della gerarchia arrogante (Mark xi. 15-18) sparato contro di lui in azione questi "bazar del Hananites" (Derenbourg, "Histoire de la Palestina ", p. 466), che ha chiamato con Geremia (vii. 1)" una spelonca di ladri ", ha colto l'tavole dei cambiavalute e ha spinto i proprietari del Tempio.

Se poi in realtà aveva rivendicato per sé il titolo di Messia, al fine di essere autorizzato ad agire in tal modo, o se ha consentito la band dei suoi seguaci di chiamarlo così, è certo che egli ha dato alcun diritto per il Messiahship prima della sua entrata in Gerusalemme (cfr. Ebreo. Lett. Iv. 51, sv cristianesimo; Figlio dell'uomo).

Secondo la più autentica vecchi record (Mark viii. 31, x. 33, xi. 18, xiv. 43, e paralleli), è stato sequestrato dai sommi sacerdoti e il Sinedrio, ed è stato consegnato alla autorità romane per l'esecuzione .

I sommi sacerdoti temuto il prefetto romano (Giovanni xviii. 14), ma la gente clung a Gesù (Mt xxvi. 5; Luca xix. 48, xxi. 38, xxiii. 27), e lamenta la sua morte (Luca xxiii. 48).

Dopo "i farisei" sono stati aggiunti alla lista dei persecutori di Gesù (Mt xxii. 15; Mark xii. 13; Giovanni xviii. 3, e altrove), e la colpa di spargimento del suo sangue è stato posto sul gli ebrei, mentre Il sanguinario tiranno Ponzio Pilato era rappresentata come affermato Gesù 'innocenza (Mt xxvii. 24; Giovanni xviii. 28-xix. 16).

Il termine "heathen" o "romani" è stato modificato in "peccatori" o "uomini" (Mc ix. 31, xiv. 41, e paralleli), e l'accusa di ribellione contro Roma, con l'implicita istigazione a rifiutare il tributo (Luca Xxiii. 2), è stato messo in bocca delle autorità ebraiche, che Gesù è rappresentato come hanno dichiarato: "Il mio regno non è di questo mondo" (Giovanni xviii. 36) e "Render Cæsar per le cose che sono Cæsar's" (Marco Xii. 13-17 e paralleli).

La risurrezione.

Il racconto della risurrezione di Gesù è la naturale conseguenza della convinzione dei suoi seguaci nei suoi poteri miracolosi come subduer di Satana.

È, infatti, ha dichiarato che non è stato solo lui, che nasce dalla tomba, ma che molti santi si ebbe con lui (Mt xxvii. 52), così come molti santi in ebraico folk-lore vinto la morte (Shab. 55b; Mas. Derek Ereẓ, i.), e la risurrezione è la prova del gruppo di lavoro dello Spirito Santo (Soṭah xv. 15; Cant. R., Introduzione, 9; vedere Resurrezione).

I discepoli e le donne, che era stata la sua costante compagni quando era vivo beheld lui entrare nel loro stato di partecipazione dei loro pasti e sentito indirizzo per l'istruzione e la loro argomentazione (Mt xxviii. 9, 18-20; Luca xxiv. 27 -49; Giovanni xx. 15-xxi. 23).

Molte apparizioni di Gesù dopo la sua morte sono stati, nel corso del tempo correlato ad avere avuto luogo nel corso della sua vita.

Così la strana storia del suo camminare di notte come uno spirito su di un lago (Mt xiv. 24-36; Luca ix. 28-36 e paralleli), e della sua trasfigurazione colloquio con Mosè ed Elia (Mt xvii. 1 -13), E altri divenne corrente in quei momenti in cui credulous tutti gli Apostoli avevano le loro visioni e le comunicazioni dirette dal loro maestro, che si beheld come "il Figlio di Man e le nuvole" in attesa "il suo ritorno con miriadi di angeli" Prendere possesso di questa terra.

E così avvenne che, consapevolmente o inconsapevolmente, il pensiero cristallizzato di generazioni di Esseni e intere capitoli presi dai loro letteratura apocalittica (Mt xxiv.-xxv.) Sono stati messi in bocca di Gesù, l'acme e la più alta tipo di Essenism.

Non è stata la vita di Gesù, ma i defunti, che ha creato la Chiesa con Pietro come la roccia (Mt XVI, 18), mentre, secondo l'ebraico Aggadah, Abramo è stata fatta la roccia su cui costruire il suo regno di Dio (Yalḳ., Mostra . 766).

Vedi Preghiera del Signore; Cena del Signore.

Bibliografia: Grätz, Gesch.

4a ed., Iii.

281-314; F. Nork, Rabbinische Quellen Neu-Testamentlicher posti, Leipsic, 1839; agosto desideri, Neue Beiträge zur Erläuterung aus der Evangelien Talmud und Midrasch, Gättingen, 1872.K.

In ebraico Legenda:

Le leggende ebraiche in materia di Gesù si trovano in tre fonti, ognuna indipendente dalle altre-(1) e il Nuovo Testamento e Christian apocrypha polemico opere, (2) e il Talmud e del Midrash, e (3) e la vita di Gesù ( "Toledot Yeshu '"), che ha origine nel Medio Evo.

E 'la tendenza di tutte queste fonti di poco-di essere la persona di Gesù da ascrivere a lui illegittima la nascita, la magia, e una morte infame.

In considerazione del loro carattere generale, essi sono chiamati indiscriminatamente leggende.

Alcune delle dichiarazioni, come per magia, che si riferiscono, sono presenti tra gli scrittori pagani e cristiani eretici, e come il Ebioniti, o Judæo-cristiani, che per lungo tempo vissuto insieme con gli ebrei, sono anche classificati come eretici, le conclusioni possono essere Tratto da questo come l'origine di queste leggende.

Esso dovrebbe anche essere aggiunto che molte delle leggende hanno uno sfondo teologico.

Per scopi polemici, è stato necessario per gli ebrei di insistere sulla illegittimità di Gesù come contro la discendenza davidica sostenuto dalla Chiesa cristiana.

Magic maggio sono state attribuite nel corso contro di lui i miracoli registrati nei Vangeli; degradanti e il destino sia sulla terra che in seguito, di cui parlano le leggende possono essere semplicemente diretto contro le idee di assunzione e la risurrezione di Gesù.

Ebraica leggende relative a Gesù appaiono meno nemiche e carattere quando confrontato con il parallelo passaggi che si trovano in autori pagani e cristiani fonti, più in particolare, in quanto tale, le leggende sono fissi e spesso si verificano temi di folk-lore; immaginazioni e deve essere stata particolarmente lieti Dalla storica importanza che la figura di Gesù è venuto ad avere per gli ebrei.

La prima autenticato passaggio ascrivere illegittima nascita di Gesù è che in Yeb.

IV.

3. La misteriosa frase ( "che l'uomo"), citata in questo brano, come si verificano in una famiglia Simeone R. registro, che è ben Azza ha detto di aver trovato sembra indicare che ci si riferisce a Gesù (cfr. Derenbourg e "REJ" i. 293), E anche qui si verificano le due espressioni sono spesso applicato a Gesù e più tardi letteratura-(= "che anonimi", il nome di Gesù di essere evitati) e (= "bastardo", per il quale in seguito è stato utilizzato).

Tale registro una famiglia può essere stato conservato a Gerusalemme nel Judæo-comunità cristiana.

Nascita di Gesù.

Gli ebrei, che sono rappresentati come nemica di Gesù nel Vangeli canonici inoltre, lo ha portato ad essere legittimo e nasce in un modo del tutto naturale.

Una dichiarazione, in quanto contrario al loro atteggiamento si esprime per la prima volta nella sezione "Atti di Pilato" ( "Vangelo di Nicodemo", ed. Thilo, nel "Codex Ap. Novi Testamenti", i. 526, Leipsic, 1832; comp. Origene, "Contro Celso", i. 28).

Celso rende la stessa dichiarazione, in un altro passo, dove si fa riferimento anche ad una fonte scritta (ἀναγέγραπται), aggiungendo che il seduttore era un soldato con il nome di Panthera (lci 32).

Il nome "Panthera" qui si verifica per la prima volta, due secoli dopo che si verifica in Epifanio ( "Hæres." Lxxviii. 7), che attribuisce il cognome "Panther" di Jacob, un antenato di Gesù, e Giovanni di Damasco ( " De Orthod. Fide ". Iv., § 15), include i nomi di" Panther "e" Barpanther "nella genealogia di Maria.

È certo, in ogni caso, che le fonti rabbiniche anche riguardo Gesù come "figlio di Pandera" (), anche se è da notare che egli è chiamato anche "Ben Sṭada" (104 B) (Shab.; Sanh. 67a).

Sembra da questo passaggio che, a parte Pandera e Sṭada, la coppia Pappo b.

Giuda, il parrucchiere e Miriam sono state prese ad essere i genitori di Gesù.

Pappo non ha nulla a che fare con la storia di Gesù, ed è stato collegato solo con sua moglie, perché è accaduto ad essere chiamato "Miriam" (= "Maria"), ed era noto per essere un adultera.

Una dichiarazione in cui tutti questi confusi leggende d'accordo è quella che riguarda la nascita di Gesù.

Anche se questo è attribuito solo per gli ebrei, anche in Celso, gli ebrei non devono necessariamente essere considerati come i suoi autori, perché è possibile che sia nata tra eretici nemica di Gesù, come il Ophites e Cainites, di cui Origene dice "si pronunciò Inneggia tali accuse contro Gesù, come egli stesso ha Celso "(" Contro Celso ", iii. 13).

E 'probabile, inoltre, che l'accusa di illegittimità non è stato inizialmente considerato così grave, ma è stato attribuito alla maggior parte dei personaggi di spicco, ed è un motivo in piedi e folk-lore (Krauss, "Leben Jesu", p. 214).

La vicenda di Gesù riguardanti la controversia con gli scribi è stato copiato da fonti rabbiniche (Kallah 18b [ed. Venezia, 1528, fol. 41 quater]; comp. N. Coronel, "commento. Quinque, p. 3 ter, Vienna, 1864 , E "Batte Midrashot", ed. Wertheimer, iii. 23, Gerusalemme, 1895).

Tutti i "Toledot" edizioni contengono una simile storia di una controversia che Gesù ha portato avanti con gli scribi, che, per il motivo di tale controversia, ha dichiarato lui di essere un bastardo.

Analoghe a questa storia sono numerosi racconti di previsioni precoce da ragazzi.

Soggiorno in Egitto.

Il soggiorno in Egitto di Gesù è una parte essenziale della storia della sua giovinezza.

Secondo i Vangeli è stato in quel paese nella sua prima infanzia, ma Celso dice che egli è stato in servizio lì e imparò la magia e quindi non vi era ai primi di virilità.

Questa ipotesi può servire a gettare luce sul più oscuri della storia di Gesù, che il conto trovato nei Vangeli.

Il Talmud dice anche che Gesù era in Egitto nei primi mesi del virilità.

R. Joshua B.

Peraḥyah si dice che sono fuggiti con il suo allievo a Gesù di Alessandria, al fine di sfuggire alle persecuzioni del re ebraico Yannai (103-76 aC); al loro ritorno Gesù ha fatto un'osservazione sulla non perfetta bellezza della loro padrona di casa, il quale R. Joshua Scomunicato lui, e lui, quando Gesù si avvicinò di nuovo e non è stato ricevuto ha istituito un mattone per la sua divinità, e ha portato tutti in Israele apostasia (Sanh. 107 B; Soṭah 47 bis; Yer. Ḥag. 77d).

Questo account è integrata da una dichiarazione, fatta sulla base del presupposto che Ben Sṭada è identico con Ben Pandera, che Ben Sṭada magia portato da Egitto (Shab. 104 B).

La storia che Joshua B.

Peraḥyah, un contemporaneo di Simeone b.

Sheṭaḥ, è stato il maestro di Gesù, non è chiaramente indicato nelle varie "Toledot"; è saidmerely che Gesù è stato chiamato dopo il fratello di sua madre.

Il presupposto che Joshua B.

Peraḥyah è stato lo zio di Gesù è confermato dal Ḳirḳisani, su 937 che hanno scritto una storia di sette ebraiche (ed. Harkavy, § 1, San Pietroburgo, 1894; comp. "JQR" vii. 687).

I riferimenti alla Yannai, Salome Alexandra, e Joshua b.

Peraḥyah indicano che, secondo le leggende ebraiche l'avvento di Gesù ha avuto luogo solo un secolo prima della data storica; medievale e alcuni apologeti di ebraismo, come Naḥmanides e Salman Ẓebi, sulla base di questo dato di fatto che la loro affermazione "Yeshu '", di cui Il Talmud non era identico a Gesù; questo, tuttavia, è solo un sotterfugio.

Gesù come Mago.

Secondo Celso (in Origene, "Contro Celso", i. 28) e il Talmud (Shab. 104 B), Gesù ha appreso la magia in Egitto ed eseguito i suoi miracoli per mezzo di esso; quest'ultimo lavoro, e, inoltre, afferma che egli Tagliare le formule magiche per la sua pelle.

Esso non fa menzione, tuttavia, la natura della sua magia prestazioni (Tosef., Shab. Xi. 4; Yer. Shab. 13 quinquies), ma, come si afferma che i discepoli di Gesù guariva i malati ", in nome di Gesù Pandera" (Yer. Shab. 14 quinquies; 'Ab. Zarah 27b; Eccl. R. i. 8), si può ritenere che il suo autore ha tenuto i miracoli di Gesù sono stati anche di guarigioni miracolose.

Di natura diversa è la stregoneria attribuito a Gesù nel "Toledot".

Quando Gesù è stato espulso dal circolo di studiosi, avrebbe restituito segretamente dalla Galilea a Gerusalemme, dove è inserita una pergamena contenente la "dichiarata nome di Dio" ( "Shem ha-Meforash"), che è stata custodita nel tempio , Nella sua pelle, l'ha portata via, e poi, tenendo fuori della sua pelle, si è esibito suoi miracoli dal suo mezzo.

Questa formula magica quindi dovevano essere recuperati da lui, e Giuda il Gardener (un personaggio della "Toledot" corrispondente a Giuda Iscariota) ha offerto di farlo, ma Gesù e quindi impegnati in una battaglia aerea (preso in prestito dalla leggenda di Simon Mago ), In cui Giuda e Gesù rimase vincitore fuggiti.

L'accusa di magia è spesso portati contro Gesù.

Girolamo cita, cita gli ebrei: "Magum vocant Dominum et Judæi meum" ( "Ep. Lv., Ascellam annuncio", i. 196, ed. Vallarsi); Marcus, della setta dei Valentinians, è stato, secondo Jerome , Nativo di Egitto, ed è stato accusato di essere, come Gesù, un mago (Hilgenfeld, "Ketzergesch. P. 370, Leipsic, 1884).

Ci sono stati anche cristiani eretici che considerato il fondatore della loro religione, come un mago (Fabricius, in "Codex Apocr. Novi Testamenti", iii. 396), e l'opinione pubblica a Roma tutti i cristiani accusati di magia (WM Ramsay, "La Chiesa E l'Impero Romano Prima AD 170 ", pp. 236, 392, London, 1897).

Gli Apostoli sono stati considerati nella stessa luce ( "Acta et Andreæ Petri", ed. Bonnet, § 8).

Né questa accusa, né per quanto riguarda la nascita di Gesù si trova nel Vangeli canonici, ma si verifica nel apocrifi conti; ad esempio, "Gesta Pilati," ii.

1; "Acta Pilati", la versione B, ii.

3, III.

1; IB.

I.

1 (μαγεΊαι; comp. Γόης ἐστιν = "egli è un mago"); i ter.

E Ed.

Tischendorf, 2d ed., P.

216, "maleficus est", i ter.

P.

338 ( "Zeit. Für die Neutest. Wissenschaft", 1901, iii. 94), con la quale un "magia" = "poisoner" ( "Evang. Infantiæ arabo." Ed. Thilo, § 36).

Abbastanza diversa è l'accusa che Gesù imposti alle persone e li condusse in perdizione (comp. Bischoff, "Ein Jüdisch. Deutsches Leben Jesu, p. 20, Leipsic, 1895:, spesso anche, e in testi greci πλανός, λαοπλανός; Comp. Πλανᾷ τὸν ὅχλον = ", egli inganna il popolo"; Giovanni vii. 12).

Come Balaam, il mago e, secondo la derivazione del suo nome, "distruttore della gente", è stata da entrambi i punti di vista un buon prototipo di Gesù, quest'ultimo è stato chiamato anche "Balaam".

I discepoli di Gesù.

Celso (i. 62), afferma che vi sono stati dieci o undici apostoli.

Un brano del Talmud (Sanh. 43) attribuisce cinque discepoli di Gesù: "Matthai" (Matteo), "Nakai" (Luca), "Nezer" (Nazareno, una denominazione generale per l'antichità cristiana e), "Boni" (probabilmente Nicodemo il citato da Giovanni), e "Thoda" (Thaddæus).

I seguenti sono indicate nel "Toledot" (Huldricus, p. 35): "Simeone" (Peter), "Matthia" (Matteo), "Elikum" (Luca), "Mordecai" (Marco), "Thoda" (Thaddæus ), E "Johannos" (Giovanni), che è, più i quattro evangelisti Pietro e Thaddæus.

Paolo è ricordato in un altro contesto, e (p. 48) Giuda "il traditore": è da notare che l'ultima chiamata non si verifica in tutte le leggende e talmudica.

Dodici Apostoli sono menzionati in altre versioni di "Toledot" (ed. Wagenseil, p. 19; ed. Bischoff, p. 21), mentre le altre versioni ancora spesso citare un seguito di 300, 310, 320, 330 uomini.

È particolarmente sorprendente che tutti questi discepoli sono descritti come eminentemente saggia e imparato, mentre secondo Celso (i. 63, ii. 46), i discepoli di Gesù erano uomini comuni, toll-custodi e marinai, un presupposto che condivide in una certa misura Con i Vangeli canonici.

Dottrine di Gesù.

In tutte le edizioni del "Toledot" la dottrina di Gesù è riassunta nelle dichiarazioni che egli era il figlio di Dio, nato da una vergine madre, discendente di Davide e il Messia promesso; questo ha dimostrato da brani della Scrittura, - Rabbinica in modo talmudica.

In connessione con queste affermazioni egli è anche rappresentato come impegnarsi in dispute con studiosi ebrei.

L'unico specificamente menzionato dalla dottrina cristiana è il Talmud (Shab. 116a, b), che la legge di Mosè è stata annullata ei Vangeli mettere al suo posto-la ben nota dottrina cristiana di abolizione della legge; le parole di Gesù , "Io non sono venuto per togliere la legge di Mosè, ma per aggiungere ad essa," è anche citata (ib.).

Nella "Toledot" la dottrina della abrogazione è messo in bocca di Pietro, e la seconda, segretamente l'intenzione di separare i cristiani da parte della comunità e gli interessi degli ebrei, promulga le seguenti principi: Gesù ha sofferto il dolore e la pena di morte Per redimere l'inferno da coloro che credono in lui (comp. I Cor. Xv. 26, 55); credenti non ferire gli ebrei (comp. At iii. 26); uno che merita di essere accompagnato solo uno miglio è Accompagnato due miglia; entrambe le guance sono offerti guancia se uno è stato colpito (comp. Matt. V. 39-41); invece del sabato, la domenica deve essere tenuto santo; Pasqua sono invece di essere celebrato la Pasqua, Pentecoste, invece di La festa di settimane, ecc; circoncisione è abolita, e la dieta leggi annullata.

Tutti questi doctrinesare solo esterni, mentre i punti essenziali degli insegnamenti di Gesù sono appena accennato.

Gesù compie tutti i suoi miracoli per mezzo di magia, come sopra indicato.

Questi miracoli non sono specificati nel Talmud, ma sono in "Tole-dot", che sono in parte come sono menzionati nei Vangeli, come la guarigione del arrestare, ciechi, e lebbrosa, e sono un po 'diverse nella natura, Anche se basato sui Vangeli, come la storia di Gesù, camminando sul mare su una macina pesante ( "Toledot"-ed. Wagenseil, p. 14; ed. Huldricus, p. 43; ed. Bischoff, p. 25; MS. Adler, e Krauss, "Leben Jesu", p. 119; comp. Matt. Xiv. 25, xviii. 6).

Altri miracoli sono derivati da apocrifi conti, come la storia che Gesù stile uccelli da argilla o di marmo e di mettere in vita loro; questo si verifica anche in "Vangelo di Tommaso", e "Evang. Infantiæ arabi".

§ 36 (Thilo, i ter. I. 111), e nel Corano.

Queste leggende sono molto amplificati in un secondo momento "Toledot", anche se la sostanza rimane la stessa.

Processo e della morte di Gesù.

Il talmudica conto delle modalità di esecuzione di una persona colpevole di condurre il popolo traviato (Sanh. 67a), il segnale sarebbe di importanza storica se fosse sicuro che essa ha fatto riferimento a Gesù.

Il procedimento contro colui che inciti gli altri a negare la religione dei loro padri consiste nel condannare lui della sua colpevolezza per mezzo di testimoni nascosto, come segue: L'accusa è collocata in uno spazio interiore, con una luce, in modo che i testimoni a lui sconosciuti e guardando Lui da uno spazio esterno può vedere e sentire lui chiaramente.

Poi un compagno gli dice: "Dimmi ancora una volta quello che mi ha detto in confidenza [in materia di rinunciare nostra religione]."

Se lo fa, l'altra risponde: "Come potremmo lasciare il nostro Dio è nei cieli e servire idoli?"

Se egli recants ora, è bene, ma se egli dice, "E 'nostro dovere e dobbiamo farlo", quindi prendere il testimone al di fuori di lui in tribunale e si è lapidato.

"Così hanno fatto con Ben Sṭada a Lydda, che fu impiccato alla vigilia della Pasqua ebraica".

Questo brano si riferisce a Gesù solo se egli è considerato come identico a Ben Sṭada; questo difficilmente può essere assunta in considerazione del riferimento a Lydda.

Il frequentemente ripetuta affermazione che Gesù era stato condannato per incitamento per apostasia () è basato su Sanh.

43 bis; si è aggiunta la dichiarazione del tutto improbabile che quaranta giorni prima della condanna di Gesù araldo chiamato nessuno che potesse dire qualcosa in suo favore a venire avanti e testimoniare, ma che nessuno è apparso.

Il procedimento è legato in modo molto diverso "Toledot", anche se di diverse edizioni dello stesso differire in dettaglio, in sostanza, sono d'accordo.

I seguenti account è trovato in un po 'vecchia edizione (vedi Krauss, lc, pp. 43 e segg.).

Gli studiosi di Israele ha Gesù nella sinagoga di Tiberiade e lui legato ad un pilastro; suoi seguaci, quando è venuto a liberare lui, si è verificata una battaglia in cui il partito è stato ebraico worsted ei suoi discepoli lo ha portato ad Antiochia.

Alla vigilia della Pasqua ebraica è entrato a Gerusalemme cavalcando un asino (comp. Matt. Xxi. 4-17), dissimulata-secondo diverse edizioni, in modo che il suo ex discepolo Giuda doveva tradire lui, in modo da garantire il suo sequestro.

Egli è stato eseguito alla vigilia della festa della Pasqua ebraica, che era anche la vigilia del sabato.

I carnefici non sono stati in grado di lui pendono su di un albero, che aveva conjured per tutti gli alberi, per mezzo del nome di Dio, di non ricevere lui, e, pertanto, che tutti rotto; egli è stato infine ricevuto da un grande cabbagestalk (comp. Targ . Sheni di Esth. Vii. 9).

Egli è stato sepolto il giorno stesso, in conformità con la legge, e gli apostati, i suoi discepoli, pianse a sua tomba.

Secondo il "Toledot" ricercato per i suoi discepoli il suo corpo nel sepolcro, ma non essendo in grado di trovare l'incidente di aver utilizzato come prova prima Regina Elena che colui che era stato ucciso era asceso al cielo.

E 'quindi emerso che un uomo, a volte chiamato "Giuda il Gardener" (Giuda Iscariota), a volte, all'infinito, il "padrone del giardino"-aveva preso il corpo fuori dalla tomba, utilizzato come una diga per tenere fuori l'acqua Del suo giardino, e aveva inondato la tomba.

Poi c'è stata ancora una volta la gioia di Israele, il corpo è stata presa prima che la regina di Gerusalemme, e sono stati messi i cristiani.

Tre punti meritano avviso in questo account: (1) Il fatto che il corpo è stato rubato.

Secondo Matt.

XXVII.

64, i farisei chiesto a Pilato per custodire la tomba di modo che i discepoli non potrebbero rubare il corpo e dire che Gesù era asceso al cielo, ma quando la relazione è stata distribuita, tuttavia, che Gesù era salito, i farisei corrotto i soldati a dire che il corpo Era stato rubato dai discepoli (Mt xxviii. 13).

Il "Vangelo della Nikodemus", § 13 (Thilo, i ter. I. 616), aggiunge che gli ebrei ancora persistito in questa dichiarazione.

Una storia simile è conosciuto per Justin ( "Dial. Cum Tryph". § 108; comp. § 17) e Eusebio ( "Hist. Eccl." Ch. Iv. 18), mentre in pseudo-Clementina "Recognitiones" (i . § 42), questa affermazione è attribuita ad "altri" (probabilmente gli ebrei).

(2) La dichiarazione di furto del corpo e la dichiarazione del giardiniere che aveva paura che la moltitudine dei suoi discepoli potrebbe distruggere la lattuga-letti erano entrambi noti per Tertulliano ( "De Spectaculis", § 30).

(3) L'insulto al corpo offerto per le strade di Gerusalemme è accennato nel Corano (vedi sotto).

La risurrezione.

E 'chiaro, quindi, che la leggenda ebraica negare la risurrezione di Gesù; halakic l'affermazione che Balaam (vale a dire, il prototipo di Gesù), non ha avuto una parte, in futuro, anche la vita deve essere particolarmente osservato (Sanh. x. 2).

È inoltre ha detto: "Gli studenti del recreant Balaam ereditare l'inferno" (Abot v. 19).

Gesù è di conseguenza, nel seguente curiosa leggenda talmudica, il pensiero di soggiorno in un inferno.

Un certo Onḳelos B.

Ḳaloniḳos, figlio di Tito 'sorella, voluto abbracciare l'ebraismo, e richiamati da inferno per magia prima Tito, allora Balaam e, infine, Gesù, che sono qui considerati nel loro insieme, come i peggiori nemici del giudaismo.

Egli chiese a Gesù: "Chi è stimato che nel mondo?"

Gesù ha detto: "Israele".

"Shall uno unirvi a loro?"

Gesù gli disse: "Ulteriori loro benessere; fare nulla per loro discapito; chi li tocca tocca anche la mela dei suoi occhi."

Onḳelos poi chiesto la natura della sua punizione, e mi è stato detto che è stato il degradanti destino di coloro che deridono il saggio (Giṭ. 56b-57a).

Questo passaggio più sconcertante è stata applicata nel Medioevo Gesù a un altro (ad esempio, da R. Jeḥiel, nella disputa Parigi; "Wikkuaḥ, p. 4, Thorn, 1873).

Un parallelo con la storia si trova nello stato di "Toledot" Giuda che, quando non riusciva a trovare Gesù toccare in alcun modo l'antenna in battaglia, egli defiled lui.

Questa funzione, naturalmente, in particolare i cristiani arrabbiati (vedi Wagenseil, "Tela Ignea Satanæ, p. 77).

Secondo un passaggio in Zohar (Steinschneider, "Polemische Litteratur, p. 362) la stessa sorte è degradanti contro per entrambe Gesù e Maometto.

Leggende riguardanti Gesù si trovano in Mohammedan folk-lore.

Sebbene l'innocenza di Maria è più esplicitamente affermato, ci sono così eclatante paralleli agli ebrei leggende che questo materiale deve certamente sono state prese dal giudaismo nel Corano.

In questo lavoro, inoltre, si afferma che Gesù formò uccelli di argilla e dotato con la vita (sura iii. 43), sia il Corano e Jalal al-Din (in Maracci, "Refutatio Alcorani," fol. 114 ter, Patavii , 1698) si riferiscono alla peculiare indumenti indossati dai discepoli di Gesù, e in Ibn Said (Maracci, lc, fol. 113b), si trova l'affermazione che il corpo di Gesù è stato trascinato con le corde per le strade.

Karaites e Samaritani.

Il punto cardinale in ebraico leggende riguarda la nascita di Gesù.

La questione viene discussa da entrambi i Samaritani ( "Chronique Samaritaine", ed. Neubauer, p. 18, Parigi, 1873) e il Karaites, come può essere visto in una recente pubblicato il passaggio dal lavoro di Karaite Giuda Hadassi ( "JQR "Viii. 440).

Altri punti essenziali sono che Gesù compie i suoi miracoli da conjuring con il nome di Dio (ib. viii. 436), e la legenda allegata al "Toledot" edizioni per quanto riguarda il ritrovamento della croce (ib. viii. 438).

Il Karaites, tuttavia, ha avuto il proprio "Toledot".

Meswi al'Akkbari, il fondatore di una setta Karaite, impegnate in analoghe polemiche contro la dottrina cristiana ( "REJ" xxxiv. 182).

Leggende Anticristo.

La leggenda ebraica riferimento a Gesù non può essere considerato come originariamente puramente ebraica, perché il cristiano Anticristo leggende anche farne uso.

L'Anticristo è nato da una vergine errante, questi ultimi, secondo una versione, un Danitic, quindi, ebraico, la donna, mentre il padre appartiene alla razza latina (corrispondente al soldato romano Panthera).

Simili dettagli si trovano nella leggenda Armilus (Bousset, "Der Anticristo", p. 99, Göttingen, 1895; Krauss, "Das Leben Jesu", p. 216).

Joseph Jacobs, Kaufmann Kohler, Richard Gottheil, Samuel Krauss


Jewish Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:


Mehlführer, Gesù in Talmude, Altorf, 1699; Andr.

Conr. Werner, Gesù in Talmude, Stade, 1738; D'Herbelot, Bibliothèque, Orientale, ii.

349; Wagenseil, Tela Ignea Satanœ, Altorf, 1681 (dove la Confutatio della Toledot è separatamente paging); Eisenmenger, Entdecktes Judenthum, i.

105, 133, 249, passim; Von der Alm, Die Urtheile, Heidnischer e Jüdischer Schriftsteller über Gesù, Leipsic, 1864; Hoffmann, Das Leben Jesu nach den Apokryphen, i ter.

1851; G. Rosch, Jesusmythen, in Theologische Studien und Kritiken, 1873, pp.

77-115; Jüdische Sagen über das Leben Jesu, da Conard, in Neue Zeitschrift Kirchliche, pp.

164-176, Erlangen e Leipsic, 1901; Baring-Gould, Persi e Hostile Vangeli, 1875; Laible, Jesus Christus im Talmud (con l'appendice-Die Talmudischen Texte, di G. Dalman), Berlino, 1891 (è stato transl. In Inglese); Krauss, Das Leben Jesu nach Jüdischen Quellen, Berlino, 1902; R. Travers Herford, il cristianesimo nel Talmud e Midrash, pp.

1-96, London, 1903.G.

S. Kr.

Figlio dell'uomo

Punto di vista ebraico informazioni

In contrasto alla Divinità.

Il rendering per la ebraico "ben adam", applicato al genere umano, in generale, al contrario di e distinta da non-rapporto umano; esprimendo anche la più grande, illimitato implicazioni di umanità come differenziato da limitato (ad esempio, nazionale), le forme e gli aspetti dell'esistenza umana Vita.

Così, in contrasto con i "figli di Dio" ( "bene Elohim"), sono le "figlie degli uomini" ( "benot ha-adam"), le donne prese dal precedente, non umani o super-umano, come esseri mogli ( Gen voi. 2 e segg.).

Come esprimere la differenza da Dio, il termine si verifica e la benedizione di Balaam: "Dio non è un uomo, che egli deve spettare; né il figlio di uomo, che egli deve pentirsi" (Num. xxiii. 19).

Allo stesso modo, David appello a Saulo mette Yhwh oltre e contro i figli degli uomini (I Sam. Xxvi. 19).

Il castigo di Dio, inoltre, è in contrasto con quella dei "figli degli uomini", il primo essendo molto più grave, come appare dalla promessa solenne di David (II Sam. Vii. 14).

Dio solo conosce il cuore dei "figli dell'uomo" (II Chron. Vi. 29 e segg.).

Nella preghiera, in cui il pensiero si esprime, "uomo" e la distinzione è utilizzato per il "popolo di Israele", anzi "i figli degli uomini" sembra segnare un contrasto di "figli di Israele" nel Cantico di Mosè (Dt . Xxxii. 8, RV).

"Figlio dell'uomo" è un termine comune nei Salmi, usato per accentuare la differenza tra Dio e gli esseri umani.

Come in Ps.

VIII.

4 (AV 5), la frase implica la "mortalità", "impotenza", "transientness", contro l'onnipotenza di Dio e eternality.

Yhwh guarda dal cielo il suo trono e sul "bambini", o "figli", di "uomo" (Sal xi. 4, xxxiii. 13).

I fedeli non tra di loro (Sal xii. 2 [AV 1]); seme di Yhwh i nemici non rispettare tra i "figli degli uomini" (Sal xxi. 10).

"I bambini di uomini" è equivalente a "uomini" (Sal xxxvi. 8 [AV 7], lxvi. 5).

"Figli degli uomini," o "figli degli uomini", indica anche il slanderers e ingiusti in contrasto con la retta, che è, Israele (Sal lvii. 5 [AV 4], lviii. 2 [AV 1]) .

Essa si verifica più spesso, tuttavia, come sinonimo di "umanità", "il genere umano" (Sal xc. 3, cvii. 8, cxv. 16, cxlv. 12), ha in questo senso anche il passaggio in cui Si dice che la saggezza delizia con il "figli degli uomini" (Prov. viii. 31).

Job (xvi. 21) impiega l'espressione e il motivo per la sua appassionata diritti contrapposti, mentre egli è contro Dio e contro i suoi vicini.

Bildad, ma insiste sul fatto che il "figlio dell'uomo", che è un semplice worm, non può essere giustificato con Dio (Giobbe xxv. 4-6).

Nello stesso spirito il profeta (Isa. che. 12) stigmatizza Israele, per paura di essere "figlio di uomo, che deve essere effettuata in erba", quando Yhwh è il loro Consolatore; ma in Isa.

LVI.

2-3 il sabato è esaltata come rendere il "figlio dell'uomo" (vale a dire, ogni uomo, indipendentemente dalla nascita) benedetta, anzi, Dio ha suoi occhi "aperta a tutte le vie dei figli degli uomini: dare uno ogni secondo Per le sue vie "(Jer. xxxii. 19).

Il significato del termine come impiegata in questi passaggi non ammette dubbi, ma connota nella maggior parte dei casi, la mortalità dell'uomo, la sua dipendenza da Dio, mentre in pochi, serve a differenziare il resto della razza umana da Israele.

In Ezechiele, Daniel, e di Enoch.

In Ezechiele il termine si verifica in Yhwh di comunicazione come la forma prevalente di indirizzo per il profeta (ii. 1; iii. 1, 4, 10, 17; iv. 1 et al., In tutti i circa 90 volte).

Si è ritenuto che esso veicolato speciale idea che un ampio divario esiste tra Dio, l'oratore, e il profeta hanno affrontato, ma che implicita al tempo stesso Ezechiele, che è stato considerato il ideale uomo.

Questo punto di vista deve essere abbandonato come ingiustificata.

Il termine "ben adam" è solo un ingombrante, ma solenne e formale per sostituire il pronome personale, quali la sostituzione è dovuta, forse, per l'influenza di Assyro-babilonese di utilizzo (cfr. Delitzsch, "Wörterbuch", sv "Amelu"; comp. "Zir amiluti" e la relativa Adapa mito babilonese).

Allo stesso modo in aramaico, "figlio di uomo" è la consueta denominazione di "uomo", e si verifica nelle iscrizioni in siriaco, Mandaic, talmudica, e altri dialetti (v. Natanaele Schmidt e Cheyne e Nero ", Lett. Rif." Iv. 4707-4708).

E Dan.

VII.

13, il passaggio in cui si verifica in aramaico biblico, che certamente connota un "essere umano".

Molti vedere un significato messianico in questo versetto, ma con ogni probabilità il riferimento è a un angelo con un aspetto umano, forse Michael.

"Figlio dell'uomo" si trova nel libro di Enoch, ma mai in originale discorsi.

Si verifica, tuttavia, in Noachian interpolazioni (lx. 10, lxxi. 14), in cui chiaramente non ha altro scopo che "l'uomo", se, in effetti, Charles' spiegazione ( "Libro di Enoch", p. 16) , Che la interpolator abusato del termine, come lo fa tutti gli altri termini tecnici, è insostenibile.

In quella parte del libro di Enoch conosciuta come la "Similitudes" si è incontrato con il tecnico in senso soprannaturale di un Messia e giudice del mondo (xlvi. 2, xlviii. 2, lxx. 27); universale dominio e sono preesistenza Predica di lui (xlviii. 2, lxvii. 6).

Egli si siede sul trono di Dio (xlv. 3, che. 3), che è proprio il suo trono.

Charles se non ammetterlo, questi passaggi tradire cristiana redazione e correzione.

Tra gli ebrei il termine "figlio dell'uomo" non è stato utilizzato come titolo specifico del Messia.

Il Nuovo Testamento espressione ὅ ὑιὸς τοῦ ἀνθρόπου è una traduzione della aramaico "bar nasha", e come tale avrebbe potuto essere inteso solo come sostituto per un pronome personale, o come sottolineando la qualità umane di coloro ai quali esso è applicato.

Che il termine non compare in nessuna delle epistole attribuite a Paolo è significativo.

Salmo VIII.

5-7 è citato in Ḥeb.

II.

6 come riferito a Gesù, ma al di fuori dei Vangeli, Atti vii.

56 è l'unico versetto nel Nuovo Testamento, in cui il titolo è occupato, e qui può essere una libera traduzione del aramaico per "un uomo", oppure potrebbe essere stato adottato da Luca xxii.

69.

Nel Nuovo Testamento.

Nei Vangeli il titolo si verifica uno-ottanta volte.

La maggior parte dei recenti scrittori (tra i quali essendo II. Lietzmann) sono giunti alla conclusione che Gesù, parlando aramaico, non avrebbe mai potuto avere designato se stesso come "figlio di uomo" in una messianica, mistico senso, in quanto il termine aramaico mai questa implicita Significato.

Greco traduttori coniato la frase, che poi ha portato, sotto l'influenza di Dan.

VII.

13 e il Logos gospel, per la costruzione teologica del titolo, che è fondamentale per la cristologia della Chiesa.

Per questa costruzione in cui si fa riferimento nel suo controverso Abbahu dicendo in Ta'an.

65b. Infatti, l'esame di molti di thepassages mostra che nella bocca di Gesù, il termine è stato un equivalente per il pronome personale "I."

Emil G. Hirsch ebraico Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.


Inoltre, si veda:


Cristo


Dio


Bibbia


Cristianesimo


La risultante di Gesù

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a