Preghiera del Signore, Padre nostro, Padre nostro

Informazioni generali

La Preghiera del Signore, o Padre nostro, è l'unica formula di preghiera attribuita a Gesù Cristo. Essa appare due volte nel Nuovo Testamento: a Matt.

6:9 - 13 e in una versione più breve in Luca 11:2 - 4.

In Matteo, la preghiera è composto di una invocazione e sette petizioni, i primi tre chiedendo glorificazione di Dio, per gli ultimi quattro chiedere aiuto divino e di orientamento.

Un'ultima dossologia, "Per tua è il regno...," Si trova in alcuni manoscritti antichi.

Protestanti abitualmente la dossologia includere nella loro recita della preghiera; non cattolici, anche se è aggiunto il nuovo ordine della Messa La preghiera, conosciuto in latino come il Pater Noster, è il principale catalizzatore di preghiera e di un vincolo di cristiani.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
LL Mitchell

Bibliografia


L Boff, La Preghiera del Signore (1983).

Preghiera del Signore

Informazioni avanzata

La Preghiera del Signore è il nome dato alla sola forma di preghiera Cristo ha insegnato ai suoi discepoli (Mt 6:9-13).

La chiusura dossologia della preghiera è omesso di Luca (11, 2-4), anche in RV

Di Matt.

6:13. Questa preghiera non contiene alcuna allusione alla espiazione di Cristo, né agli uffici dello Spirito Santo.

"Tutti preghiera cristiana è basata sulla Preghiera del Signore, ma il suo spirito è guidata anche da quello della sua preghiera nel Getsemani e la preghiera di Giovanni registrati 17. La Preghiera del Signore è il tipo di completa il più semplice e universale di preghiera".

(Easton Illustrated Dictionary)

Preghiera del Signore

Informazioni avanzata

Il significato di Gesù 'modello per la preghiera e Matt.

6:9-13 deve essere ricercata in un contesto più ampio delle unità 6:5-13 e 6:1-18.

La più grande unità di indicare che Gesù è in contrasto con la profondità di superficie lingua lingua nel culto di Dio.

La preghiera non è un insieme forma che egli stesso ha pregato e ha chiesto ai suoi discepoli a pregare, ma illustra il tipo di preghiera appropriata per la persona che adora profondamente senza ipocrisia.

L'intero discorso della montagna (Mt 5-7) prende spunto da Gesù 'nella dichiarazione 5:20: "Vi dico, a meno che la vostra giustizia supera quello dei scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli ".

Tre manifestazioni di vero e proprio culto sono in forma germinale e 6:1-18: (1) l'elemosina (2-4), (2) la preghiera (5-6, 7-15, come modello), e (3) il digiuno ( 16-18).

Il tema della 5:20 viene applicata a questi tre settori e si articola in avvertimento, "Beware di praticare la tua pietà davanti agli uomini per essere visti da loro, per poi lei non avrà alcuna ricompensa dal vostro Padre che è nei cieli" (6:1).

L'avvertimento è di agire prima di giocare contro un uomo pubblico; coloro che dare, pregare, o veloce superficialmente avranno la loro ricompensa (astenersi uno, ripetuta in 6:2, 5, 16).

Coloro che pregano veramente riceveranno la loro ricompensa da Dio, che vede a krypto it ", in segreto" (astenersi b, ripetuta in 6:3-4, 6, 17-18).

La frase, e il paragrafo flusso di 6:1-18 (con 6:19-21 come sintesi) porta il antitetica contrasti di superficie / profondità motivi e illustra il modello di Gesù dominical 'insegnamento che viene prelevato da Paolo nella sua contrasti di Kata sarka vivente ", secondo la carne", e la parola pneuma, "secondo lo Spirito" (ad esempio, Gal. 5:16-24).

Escatologico età e ha rotto con la venuta di Gesù, e ora la legge non è più iscritta in pietra, ma nel cuore (Jer. 31,33).

Vera preghiera è quello di essere una profonda e spontanea risposta a Dio, non è un gioco superficiale svolto in pubblico semplicemente per favore al curry con il mondo.

Il flusso di pensiero e la più grande unità di 6:1-18, con il riepilogo delle 6:19-21, rende evidente la grave contrasto di opposti in cui la Preghiera del Signore è quella di essere capito.

Luke's posizione del corrispondente preghiera (Luca 11:1-4) nel contesto immediato di Maria e di Marta ( "Marta, Marta, tu sei ansioso e turbato su molte cose; ... Maria ha scelto la parte migliore, che non Essere portato via da lei, "10:41-42) e il importuned amico e le relative parole (" Chiedete e vi sarà dato ", 11:9;" quanto più il Padre celeste dà lo Spirito Santo a coloro Che glielo chiedono ", 11:13) indica il suo simile comprensione del significato sottostante di Gesù 'ordinamento dei valori nella nuova era.

Viste nel contesto di Gesù 'escatologico contrasti, la Preghiera del Signore fornisce un modello per la sintesi di ordinazione correttamente le priorità del regno.

Entrambi Matt.

6:9-13 e Luca 11:2-4 preservare Gesù 'ordine: prima Dio, poi i bisogni umani.

Mentre Gesù fa uso di fonti ebraiche nel formare la preghiera, egli non è il design ad essere utilizzato come un insieme liturgica pezzo, ma come un modello per il cuore di rispondere in vista delle esigenze della nuova età.

La preghiera segue uno schema comune in entrambi Matteo e di Luca:

  1. Petizione al Padre per la sua gloria


  2. Indirizzo al Padre per i bisogni umani


La dossologia comunemente usati per concludere la preghiera non è ben attestata nel manoscritto tradizioni, ma è consonante con l'originale tema.

RG Gruenler

Bibliografia


J. Calvin, Istituti 3.20.34ff.; Chase F., La Preghiera del Signore e la Chiesa; R. Guelich, Il discorso della montagna; Jeremias J., La Preghiera del Signore; E. Lohmeyer, La Preghiera del Signore; W. Luthi, La Preghiera del Signore, un Exposition.

Preghiera del Signore

avanzate cattolica informazioni

Anche se il termine latino oratio dominica è la data di inizio, la frase "Preghiera del Signore" non sembrano essere state generalmente familiare in Inghilterra prima della Riforma.

Durante il Medioevo il "Padre nostro" è sempre stato detto in latino, anche da ignoranti.

Di conseguenza, è stato quindi più comunemente conosciuto come il Pater noster.

Il nome di "preghiera del Signore" non attribuisce ad esso, perché Gesù Cristo stesso utilizzato la preghiera (per chiedere perdono del peccato avrebbe comportato il riconoscimento di colpa), ma perché Egli ha insegnato ai suoi discepoli.

Molti punti di interesse sono suggerite dalla storia e di occupazione del Padre Nostro.

Per quanto riguarda il testo in lingua inglese adesso in uso tra i cattolici, si può notare che questo non è derivato dal Reims Testamento, ma da una versione imposto su Inghilterra e il regno di Enrico VIII, e occupato nel 1549 e 1552 le edizioni del "Libro Di preghiera comune ".

Da questo nostro presente cattolica testo differisce solo in due elementi molto leggera: "Quale arte" è stata modernizzata in ", che l'arte", e "a terra" in "sulla terra".

La versione stessa, che piuttosto stretto accordi con la traduzione in Tyndale del Nuovo Testamento, senza dubbio la sua accettazione generale dovuto a un decreto del 1541, secondo la quale "la sua Grazia percepire adesso la grande diversità delle traduzioni (del Pater noster ecc) ha Voluto a tutti di essere ripreso, e invece di loro ha provocato un uniforme traduzione di detto Pater noster, Ave, Credo, ecc, al fine di essere enunciate, disposti tutti i soggetti sua amorevole per apprendere e utilizzare la stessa e straitly comandare tutte parsons , Vicari e vicari insegnare a leggere e lo stesso per i loro parrocchiani ".

Come risultato la versione in questione divenne universalmente noto a nazione, e se la Reims Testamento, nel 1581 1611, a condizione che un po 'diverse rendering di Matteo 6:9-13, la forma più vecchio è stato conservato per la loro Preghiere sia da protestanti e cattolici.

Come per la preghiera stessa versione in San Luca, xi, 2-4, donata da Cristo, in risposta alla richiesta dei suoi discepoli, differisce in alcuni dettagli minori dalla forma che san Matteo (vi, 9-15), introduce Nel mezzo del discorso della montagna, ma non vi è alcuna ragione per cui chiaramente queste due occasioni, dovrebbero essere considerati come identici.

Sarebbe quasi inevitabile che, se Cristo ha insegnato questa preghiera ai suoi discepoli Egli avrebbe ripetuto più di una volta.

Sembra probabile, dalla forma in cui appare il Padre Nostro e il "Didachè" (qv), che la versione di San Matteo, è stato quello che la Chiesa ha adottato sin dall'inizio per scopi liturgici.

Ancora una volta, grande importanza non può essere collegata al somiglianze che sono state rintracciate tra le petizioni del Signore e la preghiera di quelle che si trovano nelle preghiere di origine ebraica che erano in corso circa il tempo di Cristo.

Non vi è certamente alcun motivo per trattare la formula cristiana come un plagio, per, in primo luogo, la somiglianza, ma sono parziali e, in secondo luogo, non abbiamo alcuna prova sufficiente che l'ebraico preghiere erano veramente in data anteriore.

Al momento l'interpretazione della Preghiera del Signore, molto è stato scritto, nonostante il fatto che essa è così chiaramente semplice, naturale e spontaneo, e come tale eminentemente popolare adattato per l'uso.

In quasi-1564 in conformità con i decreti del Concilio di Trento, un commento su di elaborare la Preghiera del Signore è previsto che costituisce la base delle analisi del Padre Nostro in tutte cattolica Catechismi.

Molti punti degni di nota vi sono sottolineato, come, per esempio, il fatto che le parole "Sulla terra come in cielo" dovrebbe essere inteso qualificare non solo la petizione "sia fatta la tua volontà", ma anche i due precedenti, "Sia santificato il tuo nome" e "Venga il tuo Regno".

Il significato di questa ultima petizione è anche molto pienamente affrontato.

La più cospicua difficoltà nel testo originale del Padre Nostro riguarda l'interpretazione delle parole artos epiousios che, in conformità con la Vulgata di San Luca ci tradurre "il nostro pane quotidiano", San Girolamo, per una strana contraddizione, è cambiato il pre - Esistente parola quotidianum in supersubstantialem di San Matteo, ma a sinistra quotidianum a San Luca.

Il parere di studiosi moderni sul punto è sufficientemente indicato dal fatto che la versione riveduta ancora stampe "quotidiano" e il testo, ma suggerisce a margine "il nostro pane per i prossimi giorni", mentre il comitato americano ha voluto aggiungere "la nostra Necessario pane ".

Infine può essere osservato in genere ricevuto il parere che il rendering degli ultimi clausola dovrebbe essere "liberaci dal male", un cambiamento che giustifica l'uso di ", ma" invece di "e" e praticamente converte le ultime due clausole in Un solo e medesimo petizione.

La dossologia "per la Tua è il Regno", ecc, che appare in greco fotoricettore receptus ed è stato approvato nella successiva edizioni del "Libro della preghiera comune", è senza dubbio uno di interpolazione.

Nella liturgia della Chiesa, il Padre Nostro in possesso di un luogo molto cospicua.

Alcuni commentatori hanno erroneamente suppone, da un passaggio negli scritti di san Gregorio Magno (Ep., ix, 12), che egli credeva che il pane e il vino dell'Eucaristia sono stati consacrati in tempi apostolici dalla recita del Padre Nostro Solo.

Ma mentre questo non è probabile il vero significato del brano, ha affermato S. Girolamo (Adv. Pelag., Iii, 15) che "il nostro Signore stesso ha insegnato i Suoi discepoli, che ogni giorno nel sacrificio del suo Corpo che dovrebbe rendere grassetto dire ' Padre nostro ', ecc "

San Gregorio ha dato la sua attuale Pater posto nella Messa romana subito dopo la Canon e la prima frazione, ed era l'usanza di vecchi che tutti devono fare la congregazione risposta nelle parole "Sed libera nos pochi".

In greco liturgie un lettore la recita del Padre Nostro, ad alta voce, mentre il sacerdote e il popolo lo ripeto in silenzio.

Ancora una volta e il rituale del battesimo la recita del Padre Nostro è, fin dai primi tempi stata una cospicua funzione, e in essa il Divino Ufficio ricorre ripetutamente oltre ad essere recitato sia all'inizio e alla fine.

In molti regole monastiche, è stato ingiunto di fratelli laici, che non conosceva il latino, invece del Divino ufficio dovrebbe dire la Preghiera del Signore un certo numero di volte (spesso pari a più di un centinaio) giornaliere.

Per contare queste ripetizioni che hanno fatto uso di ciottoli o perline strung su un cavo, e questo apparecchio è stato comunemente conosciuto come "pater noster-", un nome che ha mantenuto anche quando tale stringa di perline è stato usato per contare, non Our Fathers , Ma Ave Maria e la Madonna recitando il salterio, o in altre parole, a dire il rosario.

Herbert Thurston

L'Enciclopedia Cattolica, Volume IX

Preghiera del Signore

Punto di vista ebraico informazioni

Nome dato da cristiano il mondo per la preghiera che Gesù ha insegnato ai suoi discepoli (Mt voi. 9-13; Luca xi. 1-4).

Secondo Luca l'insegnamento della preghiera è stato suggerito da uno di Gesù 'discepoli, che, vedendo lo svolgimento comunione con Dio nella preghiera, gli chiese anche di insegnare loro a pregare, come Giovanni Battista aveva analogamente ha insegnato ai suoi discepoli una certa forma di Preghiera.

Ovviamente, quindi, quest'ultimo è stato di carattere analogo.

Dal talmudica paralleli (Tosef., Ber. Iii. 7; Ber. 16b-17 bis, 29 ter; Yer. Ber. Iv. 7d), che possono essere apprese che era consuetudine per eminenti maestri breve a recitare le preghiere dei propri in aggiunta Per la regolare preghiere, e non vi è in effetti una certa somiglianza evidente tra queste preghiere, e che di Gesù.

Come le seguenti estratti della versione riveduta spettacolo, la preghiera in Luca è molto più breve di quella di Matteo, da cui si differenzia, anche, e di espressione.

Forse entrambi erano in circolazione tra i primi cristiani, quella di Matteo, invece, è di un secondo origine, come è indicato qui sotto:

Matteo

Luca

Padre nostro che sei nei cieli, Sia santificato il tuo nome.

Padre, Sia santificato il tuo nome.

Venga il tuo Regno.

Sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.

Venga il tuo Regno.

Dacci oggi il nostro quotidiano [greco: ripartito o necessario] pane.

Dacci di giorno in giorno il nostro quotidiano [attribuiti] pane.

E rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori.

E rimetti a noi i nostri peccati: per noi stessi anche perdonare ogni uno che è in debito con noi.

E non ci mettono in tentazione, ma liberaci dal male.

[Aggiunta, in molti manoscritti: Per la tua è il regno, e la potenza e la gloria, per sempre.

Amen.]

E non ci mettono in tentazione.

La preghiera è una splendida combinazione di selezione o di formule di preghiera in circolazione tra i Hasidæan circoli, e non vi è nulla in essa espressiva della fede cristiana che il Messia era arrivato nella persona di Gesù.

Al contrario, il primo e principale parte è una preghiera per la venuta del regno di Dio, esattamente come è il Ḳaddish, con la quale essa deve essere paragonata, per essere capito a fondo.

Forma e significato originale.

L'invocazione "Padre nostro" = "Abinu" o Abba (quindi in Luca semplicemente "Padre") è una comune nella liturgia ebraica (vedi Shemoneh 'Esreh, il quarto, quinto, sesto e benedictions, e comp. Specialmente nel Nuovo - Anno 's rituale, la preghiera "Padre nostro, il nostro re! Divulgare la gloria del tuo regno, noi rapidamente").

Più frequente nei circoli Hasidæan è stata l'invocazione "Padre nostro che sei nei cieli" (Ber. v. 1; Yoma viii. 9; Soṭah ix, 15; Abot v. 20; Tosef., Demai, ii. 9, e altrove: "Yehi raẓon mi-lifne abinu lei-bashamayim", e spesso nella liturgia).

Un confronto con la Ḳaddish ( "Possa il suo grande nome essere santificato nel mondo, che ha creato, secondo la Sua volontà, e può Egli stabilire il suo Regno... Rapidamente e ad un tempo vicino"; vedere Baer, " 'Abodat Yisrael, P. 129, nota), con il sabato "Ḳedushshah" ( "Tu Mayest essere ingrandito e santificato in mezzo a Gerusalemme... In modo che i nostri occhi può ecco Venga il tuo Regno"), e con la " 'Al Kol ha - "(Massek. Soferim xiv. 12, e-libro di preghiera:" ingrandita e santificato... Essere il nome del supremo re dei re e il mondo che ha creato, questo mondo e il mondo a venire, in conformità con la sua volontà ... E possiamo vedere Lui occhio a occhio quando Egli returneth alla sua abitazione "), mostra che le tre frasi," Hallowed essere Venga il tuo nome "," Venga il tuo Regno ", e che" sia fatta la tua volontà in terra come in cielo, "Originariamente idea espressa uno solo-la petizione che il regno messianico potrebbe apparire rapidamente, ma sempre soggetto alla volontà di Dio.

Il hallowing del nome di Dio nel mondo fa parte del aprendo e del suo regno (Ezek. xxxviii. 23), mentre le parole "sia fatta la tua volontà" si riferiscono al tempo della venuta, a significare che Dio stesso, ma nessuno conosce il Il suo tempo di "piacere divino" ( "raẓon"; Isa. Lxi. 2; Sal. Lxix. 14; Luca ii. 14).

Il problema per i seguaci di Gesù era quello di trovare una forma adeguata per questa petizione, dal momento che non poteva, come i discepoli di Giovanni e il resto del Esseni, pregare "Venga il tuo Regno maggio rapidamente", in considerazione del fatto che, per Loro il Messia era apparso nella persona di Gesù.

Il modulo riportato che sono stati raccomandati da Gesù è piuttosto vago e indefinito: "Venga il tuo Regno", e il Nuovo Testamento esegeti spiegare come riferimento per la seconda venuta del Messia, il tempo della perfezione del regno di Dio (comp. . Luca xxii. 18).

Nel corso del tempo l'interpretazione della frase "sia fatta la tua volontà" è stata ampliata, nel senso della presentazione di tutto alla volontà di Dio, e il modo di preghiera di R. Eliezer (1 ° sec.): "Fate la tua volontà Nel cielo sopra e dare riposo dello spirito di coloro che temono te sulla terra, e fare ciò che è buono e Tua occhi. Benedetto sia tu che hearest preghiera! "

(Tosef., Ber. Iii. 7).

L'attesa messianica di collegamento.

Il resto della preghiera, inoltre, è in stretta relazione alla messianica aspettativa.

Esattamente come R. Eliezer (Mek.: "Eleazar di Modin"), ha detto: "Colui che ha creato il giorno creato anche la sua prestazione; che colui che, pur avendo cibo sufficiente per il giorno, dice: 'Che cosa mangiare a indomani ? '

Appartiene agli uomini di poca fede, quali sono stati gli Israeliti a dare la manna "(Mek., Beshallaḥ, Wayassa ', ii.; Soṭah 48b), per cui Gesù disse:" Prendete nessun pensiero per la vostra vita, che cosa vi è Mangiare o... Bere..... O voi di poca fede.... Cercate prima voi il Regno di Dio,... E tutte queste cose vi saranno aggiunte a voi "(Mt voi. 25-34; Luke xii. 22-31; comp. B. Yoḥai anche Simeone, Mek. Lc; Ber. 35 ter; Ḳid. Iv. 14).

La fede è dunque la condizione di coloro che attendere il tempo messianico, è, dunque, loro a pregare, con le parole di Salomone (Prov. xxx. 8, Eb.; Comp. Beẓah 16 bis), "Dacci il nostro pane ripartito" ( " Leḥem huḳḳi "), che è, abbiamo bisogno il pane quotidiano.

Il pentimento è un altro presupposto della redenzione (Pirḳe R. El. Xliii.; Targ. Yer. E Midr. Leḳah Ṭob a Dt. Xxx. 2; Philo, "De Execrationibus", § § 8-9), una preghiera per il perdono dei Il peccato è necessario anche in questo contesto.

Ma su questo punto specifico è stato di stress da cui gli ebrei di vecchi saggi.

"Rimetti il tuo prossimo il male che lui ha fatto a te, il tuo modo di essere perdonati i peccati, anche quando tu prayest", spiega Ben Sira (Ecclus. [Siracide] xxviii. 2).

"A chi è il peccato perdonato? Per colui che perdona pregiudizio" (Derek Ereẓ Zuṭa viii. 3; RH 17 bis; vedere anche Ebreo. Lett. Iv. 590, sv Didascalia).

Di conseguenza, Gesù disse: "Whensoever voi stanno pregando, perdonare, se siete aught contro uno; che anche il Padre vostro che è nei cieli perdonerà i vostri peccati" (Marco xi. 25, RV).

E 'stato questo precetto, che ha indotto la formula "rimetti a noi i nostri peccati [" ḥobot "=" debiti ", l'equivalente del"' awonot "=" peccati "] come abbiamo anche perdonare coloro che hanno peccato [" ḥayyabim "=" coloro Che sono indebitati "] contro di noi".

Direttamente collegati a questo è la preghiera "E non ci indurre in tentazione".

Questo è anche trovato in ebraico la preghiera del mattino (Ber. 60b; comp. Rab: "Mai un uomo dovrebbe portare in sé la tentazione di David come ha fatto, dicendo: 'Esaminare me, o Signore, e dimostrare di me' [Ps. Xxvi. 2 ], E incappati "[Sanh. 107a]).

E come il peccato è opera di Satana (James i. 15), c'è la preghiera finale ", ma liberaci dal male [Satana]".

Questa, con varianti, è il tema di molte preghiere Hasidæan (Ber. 10b-17a, 60b), "il maligno" essere ammorbiditi in "yeẓer ha-ra '" = "desiderio del male" e "male compagnia" o " Male incidente "; così" maligno "e la Preghiera del Signore fu più tardi le cose di cui al male (vedi commenti sul passaggio).

La dossologia aggiunto in Matteo, a seguito di una serie di manoscritti, è una porzione di I Chron.

XXIX.

11, ed è stato il canto liturgico con le quali la Preghiera del Signore è stato concluso nella Chiesa, che si verifica nel rituale ebraico inoltre, l'intero versetto di essere cantato in apertura del Arca della legge.

Su una più stretta analisi diviene evidente che la chiusura versi, Matt.

VI.

14-15, si riferiscono esclusivamente alla preghiera per il perdono.

Di conseguenza, il brano originale era identica con Mark xi.

25, e la Preghiera del Signore nella sua interezza, è l'inserimento in un secondo Matteo.

Forse l'intero è stato ripreso dal "Didachè" (viii. 2), che nella sua forma originale ebraico potrebbe essere contenuta la preghiera esattamente come "i discepoli di Giovanni" sono stati abitudine di recitare.

Kaufmann Kohler


Jewish Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:


FH Chase, La Preghiera del Signore e la Chiesa, in Studi e Testi, 3a ed., Cambridge, 1891; Charles Taylor, Proverbi dei Padri ebraico, 1897, pp.

124-130; A. Harnack, Die Ursprüngliche Gestalt des Vaterunser, in Sitzungsberichte der Königlichen Academie der scienze, Berlino, 1904.K.


Kaddish

Punto di vista ebraico informazioni

Nome della dossologia recitato, con congregazionale risposte, al termine delle preghiere nella sinagoga; originariamente, e ora spesso, dopo aver recitato Scrittura, letture e discorsi religiosi e scuola o sinagoga.

E ', con l'eccezione degli ultimi clausola, composto in aramaico.

La traduzione è la seguente:

"Ingrandita e santificati [comp. Ez. Xxxviii. 23] La sua grande Nome essere nel mondo che Egli ha creato secondo la Sua volontà. Egli maggio stabilire il suo Regno durante la vostra vita e le vostre giornate durante, e durante la vita di tutta la casa Di Israele, anche rapidamente e in un tempo vicino! Quindi voi dire 'Amen.' "

Risposta: "La sua grande Nome essere benedetto per sempre e fino tutta l'eternità!"

"Beati, lodato, e glorificato, esaltato, esaltata, e onorato, elevato e lodato, essere il nome del Santo, benedetto sia Lui! Sopra tutte le benedizioni e inni [benedictions e salmi], le lodi e le consolazioni [profetica Parole], che vengono pronunciate in tutto il mondo. Quindi voi dire 'Amen.' "

"Possano le preghiere e suppliche di tutta Israele essere accettato da loro Padre, che è nei cieli! Quindi voi dire 'Amen.'"

Ḳaddish di-Rabanan: «Su Israele, e la loro maestri e discepoli, ei discepoli dei loro discepoli, e su tutti coloro che si dedicano con la Torah, se in questo luogo o in qualsiasi altro luogo, la pace e la grazia venire, e Grazia e di misericordia, e di una vita lunga e abbondante sostentamento, e la redenzione, dal loro Padre, in cielo. Quindi voi dire 'Amen.' "

"Che ci sia abbondanza di pace dal cielo e vita [il portoghese inserti liturgia:" e abbondante, la salvezza e di consolazione, la redenzione e la guarigione, il perdono e il perdono, la libertà e la sicurezza "] per noi e tutto Israele! Quindi dire voi '" Amen!' "

Risposta: "Egli, che rende la pace nel suo Heights, può Egli fare la pace per noi e per tutto Israele! Quindi dire voi '" Amen!' "

Al posto del primo paragrafo, il Ḳaddish dopo la sepoltura ha recitato la seguente:

"Santificati essere ingrandita e il suo Grande Nome nel mondo, che è quello di essere creato di nuovo quando si vuole rivivere i morti ed aumentare in loro la vita eterna e, quando vuole ricostruire la città di Gerusalemme e di stabilire il suo tempio in mezzo, e Sradicare tutto falso culto da terra, e ripristinare il culto del vero Dio. Maggio il Santo, benedetto sia Lui! Regno e la sua sovranità e la gloria durante la vostra vita e nei vostri giorni, e nei giorni di tutta la casa di Israele , Rapidamente e in un tempo vicino. Quindi dire voi ' "Amen!'"

Origine.

Il Ḳaddish ha una storia singolare.

Originariamente, essa non ha avuto alcun rispetto verso le preghiere, e ancora meno per i morti.

E 'stata la dossologia recitato dal docente o predicatore alla fine del suo discorso, quando era atteso per chiudere l'assemblea con un'allusione alla speranza messianica, provenienti soprattutto da parte dei Profeti e Salmi.

Pertanto Ez.

XXXVIII.

23 è occupato, e come ultima redenzione di Israele è stato, come il primo, ha portato in connessione con il Santo Nome (v. Pes. 50 bis; Pesiḳ. 92 bis; Es. Iii. 15), l'accento è stato messo sulla congregazione risposta, "Possa la sua grande Nome essere apprezzata per tutta l'eternità!"

(Vedi Sifre, Dt. 306).

Così grande è stato il valore allegato alla presente risposta che il Talmud (Soṭah 49 bis) dichiara: "Dal momento che la distruzione del Tempio, il mondo è stato sostenuto dalla Ḳedushshah della liturgia e il 'yehe shemeh rabba' [Ḳaddish la risposta] del Haggadic discorso ".

"Partecipare ad alta voce e in sintonia e la congregazione di risposta 'yehe shemeh rabba' ha il potere di influenzare il decreto celeste in favore di uno o di ottenere il perdono per uno", affermano R. Joshua b.

Levi e R. Johanan (Shab. 119b; comp. Midr. Mishle x. 10, xiv. 4).

Quando Israele entra nella sinagoga o la scuola e risponde, "Lasciate che il suo nome sia lodato Grande!"

Il Santo, benedetto sia Lui!

Dice: "Beati i re che è così lodato nella sua casa!"

(Ber. 3a).

Il nome "Ḳaddish" per la dossologia si verifica nel primo Masseket Soferim xvi.

12, XIX.

1, XXI.

6; la Ḳaddish a funerali è menzionato i ter.

XIX.

12: corso rivolto a tutta l'assemblea, si è parlato in vernacolo babilonese (vedi Tos. Ber. 3a).

I due paragrafi che precedono l'ultimo, che è una tardiva, inoltre, sono stati inizialmente semplici formule di licenziamento da parte del predicatore (comp. M. Ḳ. 21a).

Il "Ḳaddish degli studenti" mostra ancora il suo originale legame con la scuola, ed è una preghiera per gli studiosi; occasionalmente, quindi, sono state inserite speciali preghiere per la "nasi" o il "resh galuta", o per illustri studiosi come Maimonide (Cfr. Ibn Verga, "Shebeṭ Yehudah", ed. Wiener; "Sefer Yuḥasin", ed. Filipowski, p. 219).

Il Ḳaddish per i morti è stato originariamente recitato al termine dei sette giorni 'lutto, con i religiosi e discorsi benedictions ad esso associati, ma, secondo Masseket Soferim xix.

12, solo per la morte di uno studioso; dopo, in modo da non mettere altri per vergogna, è stato recitato dopo ogni sepoltura (Naḥmanides, "Torat ha-Adam, p. 50; vedere lutto).

Nel corso del tempo il potere di riscattare i morti dalle sofferenze della Geenna venuto per essere attribuito, da alcuni, per la recita del Ḳaddish.

Poteri redentrice Ascribed al Ḳaddish.

In "Otiyyot de-R. 'Aḳiba," un lavoro del geonic tempo, si dice, sotto la lettera "zayin", che "al momento il Messia di Dio si riunisce in paradiso e consegnare un discorso sulla nuova Torah La prima assemblea dei pii e la angelico ospita, e che al termine del discorso Zorobabele aumenteranno e recitare il Ḳaddish raggiungere con una voce da un capo del mondo per gli altri, a tutti gli uomini, che risponderà ' "Amen.'

Tutte le anime degli ebrei e gentili e Geenna risponderà con 'Amen,' in modo che la misericordia di Dio sarà risvegliato ed Egli darà le chiavi della Geenna a Michael e Gabriel, il arcangeli, dicendo: 'Apri le porte, che una nazione che giusto Observeth la fede può entrare '[Isa. Xxvi. 2, "shomer emumim" essere spiegato come "uno che sayeth'" Amen ""]. Poi il 40000 porte della Geenna è aperta, e tutti i redenti della Geenna, i cattivi di quelli Israele, e il giusto delle genti è inaugurato in paradiso ".

Il seguente è la leggenda più tardi: Akiba ha incontrato lo spirito e le spoglie di un uomo che trasportano legno; quest'ultimo Akiba ha detto che il legno è stato per il fuoco e Geenna, in cui egli è stato bruciato al giorno in punizione per aver maltrattato i poveri, mentre sul collettore , E che egli sarebbe liberato dai suoi terribili torture se avesse un figlio a recitare il Bareku e la Ḳaddish adorare prima di una riunione che avrebbe risposto con la lode del nome di Dio.

L'apprendimento che il manhad assolutamente trascurato suo figlio, Akiba curato ed educato i giovani, in modo che un giorno egli stava nel montaggio e recitato il Bareku e la Ḳaddish e rilasciato da suo padre Geenna (Masseket Kallah, ed. Coronel, pp. 4b, 19b; Isacco di Vienna, "Or Zarua '", ed. Jitomir, ii. 11; Tanna deve Eliyahu Zuṭa xvii., Dove "R. Johanan b. Zakkai" si verifica invece di "R. Akiba"; "ha Menorat - Ma 'o, "i. 1, 1, 1; Manasse ben Israele", Nishmat Ḥayyim, "ii. 27; Baḥya ben Asher, commento Shofeṭim, alla fine; comp. Testamento di Abramo, A. xiv.).

L'idea che un figlio o nipote di pietà maggio esercitare un influsso redentore in nome di un padre o nonno partì è espresso anche in Sanh.

104 bis; Gen R. lxiii.; Tanna deve Eliyahu R. xvii.; Tanna deve Eliyahu Zuṭa xii.; Vedere anche "Sefer Ḥasidim", ed.

Wiztinetzki, n. 32.

Per riscattare l'anima dei genitori dalla tortura della Geenna, che si suppone ultimi dodici mesi ( 'Eduy. Ii. 10; RH 17 bis), il Ḳaddish era già recitato dal figlio durante tutto l'anno (Kol Bo cxiv. ).

Più tardi, questo periodo è stato ridotto a undici mesi, come è stato considerato indegno del figlio di intrattenere tali opinioni dei demerit dei suoi genitori (Shulḥan 'Aruk, Yoreh De'ah, 376, 4, Isserles' brillantezza; vedere Jahrzeit).

Il Ḳaddish è recitato anche sul Jahrzeit.

L'usanza del mourners recitando il Ḳaddish all'unisono è approvato da Jacob Emden, nella sua "Siddur", e che dovrebbe recitare insieme con il lettore è consigliato da Ẓebi Hirsch Ḥayot, in "Minḥat Ḳena'ot," vii.

1. Che la figlia, in cui non vi è alcun figlio, possono recitare la Ḳaddish è stato deciso da un contemporaneo di Jair Ḥayyim Bacharach, anche se non è stata approvata da quest'ultima (Responsa, n. 123; "Leḥem ha-Panim", p. 376) .

Un straniero, inoltre, possono recitare la Ḳaddish per il beneficio dei morti (Joseph Caro, in "Scommessa Yosef" per Yoreh De'ah, lc).

Per la riforma personalizzato e congregazioni vedere Riforma.

Bibliografia: M. Brück, Pharisäische Volkssitten e Ritualien, 1840, pp.

94-101; Hamburger, RBT ii.; Landshuth, seder Biḳḳur Ḥolim, 1853, pp.

Lix.-. 1892, pag

387.A. K.

Ritual-Implementazione:

Ci sono cinque forme di Ḳaddish: (1) Ḳaddish di-Rabanan (Scholar's Ḳaddish); (2) Ḳaddish Yaḥid (individuale, o privata, Ḳaddish); (3) Ḳaddish de-Ẓibbur (congregazionale Ḳaddish; questa forma di Ḳaddish Ha due divisioni-la Ḥaẓi Ḳaddish [Semi-Ḳaddish] e la Ḳaddish Shalem [Full Ḳaddish]), (4) la Sepoltura Ḳaddish (Mourner's First Ḳaddish); (5) Ḳaddish Yatom (ORFANO Ḳaddish), o Ḳaddish Abelim (Mourner's Ḳaddish).

Forme di Ḳaddish e del loro utilizzo.

1.

Il Scholar's Ḳaddish viene recitato al completamento di una divisione del Mishnah o di un masseket del Talmud, o di una lezione dal rabbino o maggid.

Gli studenti dei vari yeshibot, studiosi o privati, sono spesso chiamati a recitare un capitolo della Mishnah, dopo di che, di norma, il baraita di R. Hananiah b.

'Akashya (fine del Makkot) viene letta, seguita da Ḳaddish di-Rabanan, per il riposo delle anime dei morti.

2.

Il Ḳaddish Yaḥid solito preceduto una supplica per la soddisfazione dei bisogni del mondo.

L'inizio della cosiddetta "Preghiera del Signore" è un esempio della formula utilizzata nei primi tempi, e assomiglia a quella contenuta nella Tanna deve Eliyahu Rabbah (ad esempio, nel cap. V. e xiv.).

Il Ḳaddish Yaḥid è stata anche una risposta alla Ḳaddish recitato dalla synagogal lettore.

Il libro di preghiera-Amram Gaon del nono secolo, contiene varie forme (pp. 3, 10, 12, 13, 14, e 18, ed. Varsavia, 1865).

La risposta della congregazione nel frattempo è stato ridotto a "Yehe Shemeh Rabbah".

3.

Il Ḳaddish de-Ẓibbur viene recitato dal ḥazzan alla preghiera pubblica.

Questo Ḳaddish consiste di Ḥaẓi Ḳaddish e Ḳaddish Shalem.

Il Ḥaẓi Ḳaddish, fino a "Titḳabbal", è detto il ḥazzan: (1) prima di "Bareku"; (2), dopo la mattina "Taḥanun" (prostrazione); (3), dopo la "Ashre" della "Minḥah" (Pomeriggio preghiera); (4) prima di "Wehu Raḥum"; (5) prima della " 'Amidah" (in piedi preghiera), la sera; (6), prima di "Wi-Yehi No'am", il sabato notte; ( 7) prima del "Musaf" preghiera; (8), dopo la lettura della Torah.

Il Ḳaddish Shalem è recitato: (1), dopo "U-ba-Ẓiyyon solo", presso la preghiera del mattino, (2) dopo il " 'Amidah" di "Minḥah"; (3), dopo la "' Amidah" per la sera; (4) prima di "Weyitten Leka", il sabato notte; (5), dopo il "Musaf" preghiera.

4.

La Sepoltura Ḳaddish, recitato subito dopo la sepoltura, è citato in Soferim xix.

(Fine).

Secondo Maimonide questo è il Rabanan Ḳaddish, e dovrebbe essere recitato dopo lo studio; questo è l'attuale pratica d'Oriente, ma ha riservato Western personalizzato per sepolture, in cui l'assemblea si unisce alla recita del mourners fino alla parola " Beḥayyekon "(Baer," seder 'Abodat Yisrael ", p. 588).

5.

Il Ḳaddish Yatom, come il normale mourner's Ḳaddish, è la piena Ḳaddish del ḥazzan (con l'eccezione del "Titḳabbal" frase), fino a "Yehe Shelama".

Il Ḳaddish dopo la " 'Alenu" è di solito recitato dalla orfani.

Il Ḳaddish Yatom è detto anche dopo "Piṭṭum ha-Ḳeṭoret", "An'im Zemirot", il Daily Salmo, e "Bame Madliḳin" (il venerdì sera).

Regole di precedenza.

Per quanto riguarda la priorità delle varie classi di mourners per quanto riguarda il diritto di dire Ḳaddish, vi è una differenza di opinione.

Il Ashkenazic personalizzato pronunciato la seguente ordine: (1) Jahrzeit; (2) i primi sette giorni di lutto; (3) i primi trenta giorni di lutto; (4) il primo anno, o meglio undici mesi di lutto meno uno giorni .

Il Jahrzeit mourner ha la precedenza su tutti per uno Ḳaddish.

Se più Jahrzeit mourners sono rappresentati, il Ḳaddishim sono divisi tra di loro, ad esclusione di altri.

Se ci sono più Jahrzeit mourners che ci sono Ḳaddishim al servizio, molti sono disegnati.

Dopo ciascuna delle Jahrzeit mourners ha recitato uno Ḳaddish il resto andare al di sette giorni mourners.

Se non ci sono sette giorni mourners, i trenta giorni mourners recitare.

Il primo anno mourner, in assenza di altre mourners, recita uno Ḳaddish dopo il Daily Salmo, e la Jahrzeit mourners tutto il resto.

Un minore che è un orfano ha la precedenza su una persona anziana.

Un residente o un Jahrzeit mourner è la preferenza per un nuovo arrivato, a meno che quest'ultimo sia un mourner di sette giorni, quando i loro diritti sono uguali.

Mourners i cui diritti di precedenza sono uguali tra di loro da decidere disegno lots.The sefarditi minhag, tuttavia, consente il mourners a recitare il Ḳaddish congiuntamente, ma sono così distribuiti nella sinagoga che la congregazione maggio distinguere le loro voci in diversi punti e rispondere " Amen ".

Questa usanza è progressivamente accettati dal Ashkenazic sinagoghe.

In seder R. Amram Gaon (pag. 4) è data una spiegazione di piegando l'usanza di cinque volte durante la recita del Ḳaddish-a parole (1) "yitgadal," (2) "ba-agala", (3) "Yitbarak," (4) "shemeh," (5) " 'assi shalom": i cinque inclinazioni corrispondono con i cinque nomi di Dio di cui Mal.

I.

11. I sette sinonimi di lode-"benedetta", "lodato", "glorificato", "esaltato", "celebrata", "onorato", e "sollevato" (la parola "lodato" è omesso)-significano i sette cieli sopra.

Vedi Jahrzeit.

Bibliografia:


Baer, seder 'Abodat Yisrael, pag

16, Rödelheim, 1868; Dembitz, Servizi ebraica nella sinagoga e Home, pp.

105-111 1898;

Landshuth, seder Biḳḳur Ḥolim, Introduzione, § 31, e pag

112, Berlin, 1867.A.

JDE

- La riproduzione del suono musicale:

Da la posizione della Ḳaddish a conclusione di ogni servizio, e più in particolare dal lavoro della sua forma più breve, "Ḳaddish Le'ela", come la marcatura off ogni sezione del servizio, la più importante è venuto per essere allegato alla particolare forma Della sua intonazione come accompagnamento varie circostanze, che è dovuta anche per la natura del dossologia e le risposte che richiedono la sua intonazione pubblico.

In seguito, anche il fondamentale principio costruttivo di tutti i synagogal canti, ha spiegato Ḥazzanut sotto Cantillation e, di conseguenza, di cui lo stesso testo varia sia in tonalità e, in base alle linee melodiche l'importanza di occasione per l'estetica e di espressione ad esso associati, Ci sono gradualmente plasmato in ciascuna delle tradizionali utilizza un numero di tuneful rendering del Ḳaddish che sono diventati loro stessi e melodie tipiche del giorno o del servizio.

Già nel XV secolo, sono stati riconosciuti tali melodie, e la massima importanza è stata attribuita alla loro riproduzione fedele al punto nella liturgia con la quale esse erano diventate tradizionalmente associati (comp. MaHaRIL, ed. Sabbionetta, 43 ter, 49 bis, 61 bis, b , Ecc.)

Melodies fisso.

Queste sono state probabilmente le impostazioni del Ḳaddish, almeno in bozza, che ora sono più ampiamente accettata, ma la maggior parte di coloro che espongono le impostazioni di costruzione formale è più probabile introduzioni più tardi a causa della influenza della contemporanea folk-canzoni (vedi Musica, Synagogal) .

Infatti, in origine, il modello vocale frase che, quando amplificato e sviluppato per il testo della particolare 'Amidah (comp. Ḥazzanut) con il quale è stato associato, formata a cui l'intonazione che la preghiera è stata recitata, riprodotto anche in se stessa, che la Ḳaddish Immediatamente preceduto la preghiera.

Tale, infatti, sono ancora i intonations nel giorno ordinario week-servizi, in servizio il sabato pomeriggio, quelle alla chiusura dei Salmi, ecc, e la mattina del servizio, o quelle che prima del "Musaf" di Ṭal e Geshem o L'Espiazione Ne'ilah, nel Ashkenazic, così come la maggior parte dei sefarditi intonations in uso.

Altre impostazioni di questa classe continuare l'intonazione del passaggio immediatamente precedente la Ḳaddish, come quello per il sabato e la vigilia uso sefardita (9 1852), o quelle di Il Nuovo Anno e-Espiazione sera Ashkenazic il servizio in uso.

Altri, ancora una volta, come la potente, se fiorito, recitativo associati con la penitenziale "Musaf" (vedi musica), sono stati sviluppati indipendentemente dal materiale tradizionale del servizio associato.

Temi rappresentante.

Maggiori informazioni nella struttura formale, e quindi più quasi alleate per la melodia in base alle moderne concezioni, sono i più tardi, e più numerosi, le impostazioni del Ḳaddish che sono state adattate in modo da, o costruita su linee simili, contemporaneo, folk-songs.

Diversi sono lungi dal carattere solenne e, come, per esempio, nazionale o patriottica arie (1830), o di semplici sigle come il festival sera melodie Ancora utilizzata in Inghilterra (comp. Mombach, "Sacra Composizioni musicali", pp. 115, 117, London, 1881) o che spesso utilizzato in Germania, dopo il Festival della lettura della Legge (comp. Baer, "Ba'al Tefillah ", N. 825, Göteborg, 1877; Frankfort, 1883).

Altri, arricchito con ornamenti tipicamente ebraica, maestoso o patetica in se stessi, hanno a loro volta diventare rappresentante temi, come la preghiera, le motivazioni della ḥazzanut, typifying il sentimento di rilievo o in occasione di servizio a cui sono associati.

Quali, per esempio, sono, ovviamente, la spagnola aria tra Sephardim noto come "La Despidida", e cantato come un addio l'ultimo giorno di ogni festa, e le belle melodie occupati dopo la lettura della lezione dalla legge tra gli ebrei del nord (Vedi musica).

Un curioso e molto personalizzato unesthetic ex prevalso tra gli Ashkenazim di canto il Ḳaddish, dopo le lezioni sulla gioia di legge, ad un cento di frasi da melodie in uso in tutto il resto dell 'anno, la versione impiegata una volta a Londra (comp. . Mombach, "Sacra Composizioni musicali", p. 137) l'introduzione di frammenti di non meno di dodici arie tali.

Le risposte sono state originariamente congregazionale neutra, un semplice forte acclamano.

Sulzer è dovuto al di casting di essi in forma generalmente accettati.

Altri compositori hanno anche presentato adatto definito frasi melodiche.

La tendenza è corretto per il modello di risposte su tuneful il materiale del particolare Ḳaddish stesso (comp. Baer, "Ba'al Tefillah", passim, e Cohen e Davis, "La voce di Preghiera e Lode", pp. Xx. Et Segg., London, 1899).

Cyrus Adler, Kaufmann Kohler, Giuda David Eisenstein, Francesco L. Cohen


Jewish Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:


La maggior parte delle collezioni di synagogal melodie presenti una qualche forma di Ḳaddish le risposte o per esso, vedi in particolare quelle contenute nel Baer, Ba'al Tefillah.

Di particolare interesse, in aggiunta a quelli suindicati, sono: Consolo, Canti d'Israele, nn. 127, 302, Firenze, 1892; quale figura in Sulzer, Shir Ẓiyyon, n. 128, Vienna, 1840; Naumbourg, Aggudat Shirim , N. 15 1874; Baer, lc

N. 1466 (entrambe le forme polacco e tedesco); Marksohn e Wolf, Synagogal-Melodien., Nn. 11, 13, Leipsic, 1875; Naumbourg, lc

N. 23; Pauer e Cohen, tradizionale ebraico Melodies, n. 11, Londra, 1892; Braham e Nathan, Byron's Hebrew Melodies, n. 3, Londra, 1815; Naumann, Storia della Musica, Ing.

Ed, pag.

82 1886; Coppia Israele, i.

243, II.

104 e 152, Londra, 1898-99; H. Zivi, Der Jahrkaddisch für Simchasthora, Leipsic, 1902; Nowakowsky, Schlussgebet für Jom Kippur, No 1.A.

FLCḲADDISH (La Despidida)

Preghiera del Signore (in inglese, tradotto dal greco)

Chiesa ortodossa di testo

Padre nostro, che sei nei cieli,


Sia santificato il tuo nome.


Venga il tuo regno.


Sia fatta la tua volontà,


Sulla terra come in cielo.


Dacci oggi


Il nostro pane quotidiano;


E rimetti a noi i nostri debiti,


Come abbiamo perdonare coloro che violazione contro di noi;


E non ci indurre in tentazione,


Ma liberaci dal male.

La Preghiera del Signore

Informazioni cattolica

Anche se il termine latino oratio dominica è la data di inizio, la frase "Preghiera del Signore" non sembrano essere state generalmente familiare in Inghilterra prima della Riforma.

Durante il Medioevo il "Padre nostro" è sempre stato detto in latino, anche da ignoranti.

Di conseguenza, è stato quindi più comunemente conosciuto come il Pater noster.

Il nome di "preghiera del Signore" non attribuisce ad esso, perché Gesù Cristo stesso utilizzato la preghiera (per chiedere perdono del peccato avrebbe comportato il riconoscimento di colpa), ma perché Egli ha insegnato ai suoi discepoli.

Molti punti di interesse sono suggerite dalla storia e di occupazione del Padre Nostro.

Per quanto riguarda il testo in lingua inglese adesso in uso tra i cattolici, si può notare che questo non è derivato dal Reims Testamento, ma da una versione imposto su Inghilterra e il regno di Enrico VIII, e occupato nel 1549 e 1552 le edizioni di "Boo Di preghiera comune ".

Da questo nostro presente cattolica testo differisce solo in due elementi molto leggera: "Quale arte" è stata modernizzata in ", che l'arte", e "a terra" in "sulla terra".

La versione stessa, che piuttosto stretto accordi con la traduzione in Tyndale del Nuovo Testamento, senza dubbio la sua accettazione generale dovuto a un decreto del 1541, secondo la quale "la sua Grazia percepire adesso la grande diversità delle traduzioni (del Pater noster ecc) ha Voluto a tutti di essere ripreso, e invece di loro ha provocato un uniforme traduzione di detto Pater noster, Ave, Credo, ecc, al fine di essere enunciate, disposti tutti i soggetti sua amorevole per apprendere e utilizzare la stessa e straitly comandare tutte parsons , Vicari e vicari insegnare a leggere e lo stesso per i loro parrocchiani ".

Come risultato la versione in questione divenne universalmente noto a nazione, e se la Reims Testamento, nel 1581 1611, a condizione che un po 'diverse rendering di Matteo 6:9-13, la forma più vecchio è stato conservato per la loro Preghiere sia da protestanti e cattolici.

Come per la preghiera stessa versione in San Luca 11:2-4, donata da Cristo, in risposta alla richiesta dei suoi discepoli, differisce in alcuni dettagli minori dalla forma che san Matteo (6:9-15) e introduce Al centro del discorso della montagna, ma non vi è alcuna ragione per cui chiaramente queste due occasioni, dovrebbero essere considerati come identici.

Sarebbe quasi inevitabile che, se Cristo ha insegnato questa preghiera ai suoi discepoli Egli avrebbe ripetuto più di una volta.

Sembra probabile, dalla forma in cui appare il Padre Nostro e il "Didachè", che la versione di San Matteo, è stato quello che la Chiesa ha adottato sin dall'inizio per scopi liturgici.

Ancora una volta, grande importanza non può essere collegata al somiglianze che sono state rintracciate tra le petizioni del Signore e la preghiera di quelle che si trovano nelle preghiere di origine ebraica che erano in corso circa il tempo di Cristo, vi è sicuramente alcuna ragione per trattare il cristiano come una formula Plagio, per, in primo luogo, la somiglianza, ma sono parziali e, in secondo luogo, non abbiamo alcuna prova sufficiente che l'ebraico preghiere erano veramente in data anteriore.

Al momento l'interpretazione della Preghiera del Signore, molto è stato scritto, nonostante il fatto che essa è così chiaramente semplice, naturale e spontaneo, e come tale eminentemente popolare adattato per l'uso.

In quasi-1564 in conformità con i decreti del Concilio di Trento, un commento su di elaborare la Preghiera del Signore è previsto che costituisce la base delle analisi del Padre Nostro in tutte cattolica Catechismi.

Molti punti degni di nota vi sono sottolineato, come, per esempio, il fatto che le parole "Sulla terra come in cielo" dovrebbe essere inteso qualificare non solo la petizione "sia fatta la tua volontà", ma anche i due precedenti, "Sia santificato il tuo nome" e "Venga il tuo Regno".

Il significato di questa ultima petizione è anche molto pienamente affrontato.

La più cospicua difficoltà nel testo originale del Padre Nostro riguarda l'interpretazione delle parole artos epiousios che, in conformità con la Vulgata di San Luca ci tradurre "il nostro pane quotidiano", San Girolamo, per una strana contraddizione, è cambiato il pre - Esistente parola quotidianum in supersubstantialem di San Matteo, ma a sinistra quotidianum a San Luca.

Il parere di studiosi moderni sul punto è sufficientemente indicato dal fatto che la versione riveduta ancora stampe "quotidiano" e il testo, ma suggerisce a margine "il nostro pane per i prossimi giorni", mentre il comitato americano ha voluto aggiungere "la nostra Necessario pane ".

Infine può essere osservato in genere ricevuto il parere che il rendering degli ultimi clausola dovrebbe essere "liberaci dal male", un cambiamento che giustifica l'uso di ", ma" invece di "e" e praticamente converte le ultime due clausole in Un solo e medesimo petizione.

La dossologia "per la Tua è il Regno", ecc, che appare in greco fotoricettore receptus ed è stato approvato nella successiva edizioni del "Boo of Common Prayer", è senza dubbio uno di interpolazione.

Nella liturgia della Chiesa, il Padre Nostro in possesso di un luogo molto cospicua.

Alcuni commentatori hanno erroneamente suppone, da un passaggio negli scritti di san Gregorio Magno (Ep., ix, 12), che egli credeva che il pane e il vino dell'Eucaristia sono stati consacrati in tempi apostolici dalla recita del Padre Nostro Solo.

Ma mentre ciò non è probabilmente il vero significato del brano, ha affermato S. Girolamo (Adv. Pelag., Iii, 15) che "il nostro Signore stesso ha insegnato i Suoi discepoli, che ogni giorno nel sacrificio del suo Corpo che dovrebbe rendere grassetto dire ' Padre nostro ', ecc "

San Gregorio ha dato la sua attuale Pater posto nella Messa romana subito dopo la Canon e la prima frazione, ed era l'usanza di vecchi che tutti devono fare la congregazione risposta nelle parole "Sed libera nos pochi".

In greco liturgie un lettore la recita del Padre Nostro, ad alta voce, mentre il sacerdote e il popolo lo ripeto in silenzio.

Ancora una volta e il rituale del battesimo la recita del Padre Nostro è, fin dai primi tempi stata una cospicua funzione, e in essa il Divino Ufficio ricorre ripetutamente oltre ad essere recitato sia all'inizio e alla fine.

In molti regole monastiche, è stato ingiunto di fratelli laici, che non conosceva il latino, invece del Divino ufficio dovrebbe dire la Preghiera del Signore un certo numero di volte (spesso pari a più di un centinaio) giornaliere.

Per contare queste ripetizioni che hanno fatto uso di ciottoli o perline strung su un cavo, e questo apparecchio è stato comunemente conosciuto come "pater noster-", un nome che ha mantenuto anche quando tale stringa di perline è stato usato per contare, non Our Fathers , Ma Ave Maria e la Madonna recitando il salterio, o in altre parole, a dire il rosario.

Pubblicazione di informazioni scritto da Herbert Thurston.

Trascritto da Tomas Hancil.

L'Enciclopedia Cattolica, Volume IX.

Pubblicato 1910.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 ottobre 1910.

Remy Lafort, Censore.

Imprimatur. + John M. Farley, Arcivescovo di New York


Inoltre, si veda:


Society of Friends (Quakers)

Libro della preghiera comune

Rosario

Preghiera

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a