Resurrezione

Informazioni generali

Il concetto di risurrezione dai morti è presente in diverse religioni, anche se è associato in particolare con il cristianesimo, perché la centrale di fede nella risurrezione di Gesù Cristo. Speranza di una risurrezione dai morti possono avere inserito il giudaismo da fonti persiano, anche se l'idea Ha radici più profonde e Yahwism Testamento, e il concetto di alleanza di Dio con Israele.

La risurrezione di vita è stato variamente concepito, ma il tipo di speranza, che passò nelle prime pensiero cristiano centrata sulla trasformazione della vita umana dai morti in una modalità di esistenza trascendentale.

Questa è stata espressa poeticamente come "splendente come le stelle in cielo" (Dan. 12,3) o diventare "come gli angeli" (Mc 12,25).

Dopo le esperienze di Pasqua, prima cristianesimo ha espresso la sua fede in ciò che era accaduto a Gesù come risurrezione nel senso trascendentale.

Questo concetto è nettamente distinto da rianimazione, o un ritorno a questa esistenza mondana, come narrato nel raisings di Lazzaro e altri attribuito a Gesù.

San Paolo concepito la risurrezione di Gesù come il primo esempio di un tipo apocalittico risurrezione ( "Cristo, il primo dei frutti," 1 Cor. 15:20, 23); a causa della risurrezione di Cristo, tutti i credenti la speranza per la resurrezione maggio presso la Seconda Venuta di Cristo.

Paolo indica che la risurrezione del corpo saranno nuovi e "spirituale" (1 Cor. 15:35 - 54), la maggior parte dei teologi di interpretare questo significa che sia la personalità che è risorto.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Ritiene inoltre che l'Islam e la risurrezione dei morti, come ha fatto il giudaismo tradizionale.

Reginald H Fuller

Bibliografia


RH Fuller, La formazione della Risurrezione Racconti (1971); SH Hooke, La risurrezione di Cristo come Storia e Experience (1967); P Perkins, risurrezione: Nuovo Testamento dei Testimoni di riflessione e Contemporanea (1984); N Perrin, La risurrezione secondo Matteo, Marco e Luca (1977).

Resurrezione

Informazioni avanzata

Che Gesù Cristo è morto e poi risorto dai morti è sia centrali della dottrina cristiana, la teologia e le principali realtà in una difesa dei suoi insegnamenti.

Questo è stato vero per la prima chiesa, e lo rimane ancor oggi.

La centralità della risurrezione

E 'la testimonianza del NT che la risurrezione di Gesù è il punto cardine della teologia cristiana e apologetica.

Paolo segnala un precoce "credo" in I Cor.

15:3 ff.

, Che comprende sia la risurrezione, come parte integrante del Vangelo e relazioni diversi testimoni oculari apparenze.

Poi Paolo si riferisce l'importanza di questo evento, perché, se Gesù non ha letteralmente risuscitare dai morti, allora l'intera fede cristiana è fallace (c. 14) e inefficace (c. 17).

Inoltre, la predicazione è di valore (c. 14), è falsa testimonianza cristiana (c. 15), non sono stati perdonati i peccati (c. 17), i credenti sono morti e senza alcuna speranza cristiana (c. 18).

La conclusione è che, al di là di questo evento, i cristiani sono i più miserabili di tutti gli uomini (c. 19).

Paolo afferma che anche senza la risurrezione dobbiamo "mangiare e bere, per domani si muore" (c. 32).

Se Gesù non è stato sollevato, i credenti non hanno alcuna speranza di risurrezione di loro e possono anche rivolgersi a edonistica filosofie di vita.

Egli ha così fortemente implica che si tratta di questo evento che separa il cristianesimo dalle altre filosofie.

Paolo insegna la centralità della risurrezione, in altri passaggi pure.

In un altro antico credo (Rm 1,3-4) recita una breve cristologia e afferma che Gesù ha dimostrato di essere il figlio di Dio, Cristo, Signore e con la sua risurrezione (cf. Rm. 14:9).

L'evento prevede anche la salvezza (Rm 10:9-10), e di garantire la risurrezione dei credenti (I Cor. 15:20; II Cor. 4:14; I Thess. 4,14).

Allo stesso modo, gli scritti di Luca riferiscono diversi casi in cui la risurrezione ha fornito la base per l'annuncio cristiano.

Gesù ha insegnato che la sua morte e risurrezione, è stato un messaggio centrale del OT (Luca 24:25-27).

Pietro ha dichiarato che i miracoli che Gesù compie, e la sua risurrezione, in particolare, sono state le principali indicazioni che Dio ha approvato dei suoi insegnamenti (Atti 2:22-32).

Paul's insegnamento frequentemente utilizzata la risurrezione come base del messaggio evangelico (cf. At 13:29-39; 17,30-31).

Altri scritti NT condividono la stessa speranza.

La sua risurrezione Gesù utilizzata come segno vindicating l'autorità del suo insegnamento (Mt 12,38-40).

Questo evento sia assicura il credente la salvezza (I Pet. 1:3), e fornisce i mezzi con cui Gesù serve come il credente il sommo sacerdote (Eb 7:23-25).

Anche questo un breve sondaggio indica la centralità della risurrezione, per il NT scrittori.

Chiaramente, i primi credenti, come Paolo capito che questo evento fornito alla rivendicazione centrale del cristianesimo.

Con essa il messaggio cristiano di vita eterna è sicuro, di riposo sulla realtà di Gesù 'la vittoria sulla morte.

Senza di essa, il messaggio cristiano è ridotto a quello di una delle filosofie.

I primi scritti postapostolic terrà questo stesso messaggio della centralità di Gesù 'risurrezione.

Per esempio, Clemente di Roma afferma che questo evento sia dimostra la veridicità del messaggio di Cristo (Cor 42), ed è un esempio del credente la risurrezione (24-26).

Ignazio insiste sulla facticity letterale di questo evento come un evento nel tempo (Mag. 11; Trall. 9; Smyr. 1), che è la speranza del credente (Trall., Introduzione), e un esempio della nostra risurrezione (Trall. 9) .

Egli sottolinea, inoltre, la convinzione che Gesù è stato 'carne, che è stata sollevata (Smyr. 3).

Quest'ultimo problema del fatto che sia stato Gesù 'carne che era risorto, come sostenuto da Ignazio e più tardi da Tertulliano, o se si è trattato di un corpo risorto non è composto di carne, come il campionato dalla scuola alessandrina e Origene, in particolare, è stata una grande questione Ai primi di teologia cristiana.

E 'stato l'ex posizione, o forme di essa, che divenne gradualmente la vista più ampiamente accettata e la chiesa medievale e anche dopo.

Per molti studiosi che oggi letterale accettare la risurrezione di Gesù, l'accento si è spostato a sottolineare Paolo concetto di "corpo spirituale" (I Cor. 15:35-50, ad esempio), sforzano di rendere giustizia ad entrambi gli elementi.

Così, Gesù è stata sollevata nell'ambito di un vero e proprio corpo, che era nuovo, spirituale qualità.

La risurrezione e la teologia contemporanea

Non vi è accordo virtuale, anche tra i più critici teologi, che la risurrezione di Gesù è la rivendicazione centrale del cristianesimo.

Willi Marxsen afferma che è ancora la questione decisiva nella teologia cristiana di oggi, per avere l'incertezza in merito a tale richiesta è di mettere a repentaglio tutta la cristianità.

Gunther Bornkamm d'accordo sul fatto che senza il messaggio di Gesù 'risurrezione non vi sarebbe alcuna chiesa, non NT, e non la fede cristiana anche a questo giorno.

Jurgen Moltmann afferma chiaramente che il cristianesimo sia sta o cade con Gesù 'risurrezione.

Ma qui è un grosso problema riguarda la questione di sapere se tutto ciò che è necessario è il messaggio della risurrezione, o letterale evento stesso.

Questo non è solo una controversia tra evangelici e superiore teologi critici, ma anche tra questi studiosi, critici stessi.

Il fatto fondamentale, riconosciuto come storico da praticamente tutti gli studiosi, è l'originale esperienza dei discepoli.

E 'quasi sempre ammesso che i discepoli ebbero esperienze reali, e che "qualcosa è successo."

Ma, mentre studiosi contemporanei raramente utilizzano le teorie alternative naturalistico, esistono diverse opinioni concernenti l'esatta natura di queste esperienze. A rischio di eccessiva e parziale ripetizione, almeno quattro importanti posizioni critiche possono essere descritte con riguardo a questa questione.

In primo luogo, i critici più radicali ritengono che la natura dei testimoni oculari originale 'esperienza non può essere accertata. Per esempio, Rudolf Bultmann ei suoi seguaci sostengono che la vera causa dei discepoli' la trasformazione è oscurata nel NT testo.

Indipendentemente da ciò, non è davvero importante per indagare su l'oggetto di queste esperienze.

Allo stesso modo, Marxsen ritiene inoltre che la costituzione di questi incontri non può essere conosciuto, e se la videro effettivamente discepoli Gesù risorto.

Paul van Buren ritiene che "qualcosa è successo", che ha cambiato la discepoli 'scoraggiamento da prospettive della fede.

Anche se queste esperienze sono state più di soggettivo e sono state espresse in termini di effettiva apparizioni di Gesù, che ancora non è in grado di giudicare la loro natura.

Un secondo gruppo di studiosi si distingue dalla prima, non solo esibendo un certo interesse nella natura dei discepoli 'esperienze, ma spesso con l'accettazione della risurrezione letterale stesso. Eppure, mentre la naturalistico teorie sono generalmente respinta, questo gruppo che ancora insiste L'evento può essere conosciuta soltanto attraverso la fede completamente a prescindere da qualsiasi verifica.

I teologi in questo secondo gruppo sono stati di solito influenzato da Soren Kierkegaard e, più recentemente, da Karl Barth, che ha dichiarato che la risurrezione possono essere accettate dalla fede come un vero evento, ma che non può essere verificato da qualsiasi indagine storica.

Barth ha respinto con forza le teorie e naturalistico affermato che empiricamente Gesù apparve ai suoi discepoli, ma questo evento si è verificato in un diverso ambito della storia, e quindi non possono essere verificate dalla storia.

Simili opinioni sono state tenute da neo-teologi ortodossi come Emil Brunner e di Dietrich Bonhoeffer, e sono anche più popolari e opere contemporanee.

Per esempio, Bornkamm rileva l'invalidità di teorie, ma ancora naturalistico, in un modo che ricorda Barth, afferma che questo evento può essere accettato solo per fede a parte storica esame.

La terza posizione è caratterizzata da un significativo interesse in più aspetti storico della risurrezione. Non solo naturalistico respinto le teorie di solito, ma il sepolcro vuoto è spesso considerato come un fatto storico.

Inoltre, questi studiosi procedere un passo ulteriore impostando via più o meno astratta ricostruzione della natura storica delle apparenze.

Tuttavia, è ancora constatare che la stessa risurrezione è un evento escatologico, e non è dimostrabile dalla metodologia storica, anche se alcuni ritengono che sarà verificabile in futuro.

Moltmann, che detiene i discepoli erano i destinatari delle apparizioni di Gesù risorto, che ha coinvolto messaggi parlati e ha commissionato il servizio di ascoltatori in tutto il mondo.

Questi eventi, che non sono strettamente verificabili, sono posti in escatologica storia e futuro sono soggetti a verifica.

Ulrich Wilckens conclude altresì che la storia non è in grado di decidere esattamente ciò che è accaduto.

Così, mentre naturalistico teorie può essere rifiutato e la facticity del sepolcro vuoto accolto, il loro apparizioni sono state le rivelazioni private, di indicazioni di un futuro escatologico esistenza.

Reginald Fuller rileva che i discepoli 'trasformazioni necessitano di una causa.

Questa causa è Gesù 'apparenze, che sono storicamente definito come visionario esperienze di luce e di audizioni di significato comunicata al più presto testimoni oculari.

I messaggi sia proclamato che Gesù è risorto e impartita una missione per i suoi seguaci.

Tali fenomeni non erano visioni soggettive, ma reali esperienze.

Essi sono stati la fonte del messaggio di fede e di Pasqua, ma vengono rimossi dalla storica manifestazione.

Joachim Jeremias analogamente insegnato che le apparizioni di Gesù furono spirituale visioni di luce brillante da cui i discepoli di Gesù vissuta come il Signore risorto.

Il quarto approccio alla risurrezione è che gli elementi di prova disponibili storica dimostra la probabilità che Gesù era letteralmente risuscitato dai morti. Forse il più noto teologo ultimi accettare questa conclusione è Wolfhart Pannenberg, che sostiene sia contro naturalistico teorie e conclude che i fatti storici Dimostrare il sepolcro vuoto e le apparizioni di Gesù letterale.

Pannenberg sostiene ancora contro una risurrezione corporale corpo in favore di apparenze, che sono descritte in termini di un corpo spirituale che è stato riconosciuto come Gesù, che è apparso dal cielo, impartita uno audizione, e, almeno nel caso di Paolo, è stato accompagnato da un fenomeno di Luce.

AM Hunter utilizza indagine storica a concludere che Gesù 'risurrezione può essere dimostrato dai fatti.

JAT Robinson fa notare che gli studi storici non è in grado di accertare l'esatto dettagli, ma possono essere sufficienti per formulare un probabile caso, per la probabilità di questo evento.

Raymond Brown, dopo un approfondito studio dei dati testuali, supporta anche la verifica storica di Gesù 'risurrezione.

Inoltre, Hunter, Robinson, Brown e tutti favore il concetto di corpo spirituale.

È importante notare che di questi quattro posizioni critiche solo il primo è in genere caratterizzata da un rifiuto o agnostico di atteggiamento verso il letterale risurrezione di Gesù.

Così come è importante l'osservazione che la prima posizione non solo sembra perdere terreno, ma diverse posizioni che sostengono l'facticity della risurrezione sono attualmente molto popolare.

La risurrezione come la storia

Argomenti storici per la risurrezione sono stati tradizionalmente basato su due linee di sostegno. In primo luogo, naturalistico teorie non sono riusciti a spiegare via questo evento, soprattutto perché ciascuno è smentite dai fatti storici noti.

Inoltre, i critici stessi hanno attaccato ogni teoria.

Ad esempio, nel diciannovesimo secolo, David Strauss disarmato la teoria swoon mentre Theodor Keim e altri evidenziato le debolezze e le allucinazioni teoria.

Modulo di studi critici in seguito rivelato la futilità della leggenda teoria pubblicizzato dalla storia delle religioni scuola di pensiero.

Nel XX secolo, tanto diversi pensatori come Barth, Tillich, Bornkamm, e Pannenberg sono esempi di più elevata criticità teologi, che hanno respinto queste ipotesi alternativa.

In secondo luogo, testimonianze storiche, per la risurrezione sono spesso citati, come la testimonianza di Gesù, testimone oculare 'apparenze, la vite trasformate dei discepoli, la tomba vuota, l'incapacità dei leader ebraico a confutare tali affermazioni, e la conversione di scettici come Paolo e Giacomo, il fratello di Gesù.

Quando combinato con l'assenza di queste teorie alternative naturalistico testimonianze sono abbastanza impressionante.

Tuttavia, contemporanea apologetica si è spostata anche al di là di queste importanti questioni di altri argomenti in favore della risurrezione. Cruciale Un centro di attenzione è stata I Cor.

15:3-4, dove Paolo record materiale che egli aveva "ricevuto" da altri e quindi "consegnato" ai suoi ascoltatori.

E 'd'accordo con quasi tutti i teologi contemporanei che questo materiale contiene un antico credo che in realtà è molto prima di quanto il libro in cui è registrato.

I primi data di questa tradizione è indicato non solo da Paul's piuttosto termini tecnici per la ricezione e la trasmissione tradizione, ma anche dal contenuto un po 'stilizzato, la non-Pauline parole, l'uso di nomi di Pietro e Giacomo (cfr Gal. 1: 18-19), e la possibile semitico idiomi utilizzati.

Questi fatti hanno rappresentato per la critica come un accordo ai primi origine di questo materiale.

In realtà, Fuller, Hunter, e Pannenberg data Paul's ricezione di questo credo da tre a otto anni dopo la crocifissione. Questi dati sono molto significativi, in quanto ulteriore indicare che sia Paolo e gli altri testimoni oculari proclamato la morte e la risurrezione di Gesù ( I Cor. 15,11), subito dopo gli eventi stessi. Questo ancore loro relazione con fermezza nei primi mesi del testimone oculare testimonianza e non in leggendario rapporti derivanti più tardi.

Un altro argomento molto forte per la risurrezione è derivato dal noto fatti che sono ammessi come storico da quasi tutti i critici studiosi che hanno a che fare con questo argomento.

Eventi come Gesù 'morte di croce, la successiva disperazione dei discepoli, le loro esperienze, che hanno creduto di essere apparizioni di Gesù risorto, il loro corrispondente trasformazioni, e la conversione di Paolo a causa di una simile esperienza sono cinque fatti che sono criticamente stabilito E accettato dalla maggior parte degli storici studiosi.

Di questi fatti la natura dei discepoli 'esperienza è il più fondamentale. Storico Come afferma Michael Grant, storico indagine dimostra che i primi testimoni oculari erano convinti di aver visto Gesù risorto.

Carl Braaten scettici spiega che gli storici sono d'accordo con questa conclusione.

Uno dei principali vantaggi di questi fatti storici criticamente accettato è che si tratta direttamente con il rilascio di queste esperienze.

Su una scala più limitata, questi fatti sono in grado sia di sostenere con decisione nei confronti di ognuno dei naturalistico teorie alternative e di fornire alcune testimonianze forti per la letterale apparizioni di Gesù risorto, come riferito da testimoni oculari l'.

Non solo la storia della risurrezione può essere stabilito, su questa base, ma l'ulteriore vantaggio di questi fatti è che sono praticamente ammessi da tutti gli studiosi di storia conoscibile. Poiché un tale numero minimo di fatti storicamente, sono sufficienti per stabilire la risurrezione letterale come il migliore Spiegazione per i dati, questo evento non deve quindi essere respinto anche da coloro che non credono critica l'affidabilità della Scrittura.

Loro domande su altre questioni non confutare tale conclusione di base, che può essere stabilito dal critico e storico procedure.

Soprattutto quando visualizzate in combinato disposto con l'evidenza testimone oculare dai primi credo, abbiamo una forte duplice apologetico per la storicità di Gesù 'risurrezione.

Questo approccio integra anche il più tradizionale apologetica riassunte in precedenza, che storicamente uniscono per dimostrare il fatto che Gesù è risuscitato dai morti.

Come ha affermato Paolo in I Cor.

15:12-20, la risurrezione è il centro della fede cristiana e della teologia.

Questo evento segna il riconoscimento di Gesù 'insegnamenti (At 2,22-23) e, quindi, continua a fornire una base per la fede cristiana di oggi.

, Che garantisce la realtà della vita eterna per tutti coloro che la fiducia del Vangelo (I Cor. 15:1-4, 20).

GR Habermas


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


K. Barth, Chiesa Dogmatics, IV / 1, 334-52; D. Bonhoeffer, il Centro di Cristo, G. Bornkamm, Gesù di Nazareth; RE Brown, Il virginale Concezione e risurrezione corporale di Gesù; E. Brunner, Dogmatics, II , 366-72; R. Bultmann, Teologia del NT; DP Fuller, Pasqua Fede e Storia; RH Fuller, La formazione della Risurrezione Narratives; M. Grant, Gesù: Un storico della modifica dei Vangeli; GR Habermas, La risurrezione Di Gesù: An Apologetic; AM Hunter, Bibbia e Vangelo, J. Jeremias, NT Teologia; W. Marxsen, La risurrezione di Gesù di Nazaret, J. Moltmann, rivoluzione e futuro; Orr J., La risurrezione di Gesù; W . Pannenberg, Gesù, Dio e uomo; JAT Robinson, Can We Trust NT?

PM van Buren, Il Secolare Significato del Vangelo; U. Wilkens, risurrezione.

Resurrezione

Informazioni avanzata

La risurrezione è uno dei cardinali fatti e dottrine del Vangelo.

Se Cristo non è risorto, vana è la nostra fede (1 Cor. 15,14).

Tutto il Nuovo Testamento, la rivelazione poggia su questo come un fatto storico.

Il giorno di Pentecoste Pietro ha sostenuto la necessità della risurrezione di Cristo dalla previsione in Ps.

16 (Atti 2:24-28).

Nel suo discorso, inoltre, il nostro Signore, lascia intendere chiaramente la sua risurrezione (Mt 20:19; Mark 9:9; 14:28; Luca 18:33; Giovanni 2,19-22).

Gli evangelisti dare circostanziali conti dei fatti connessi con l'evento, e gli apostoli, anche, in larga misura il loro insegnamento pubblico di insistere su di esso.

Dieci diverse apparizioni del nostro Signore risorto sono registrate nel Nuovo Testamento. Essi possono essere organizzati come segue:


  1. A Maria di Magdala al sepolcro solo.

    Questo è registrata a lungo solo da Giovanni (20:11-18), e accennato da Mark (16:9-11).

  2. Per alcune donne, "l'altra Maria," Salome, Giovanna, e altri, come fecero ritorno dal sepolcro.

    Matteo (28:1-10) solo dà un conto di questo.

    (Comp Marco 16:1-8, e Luca 24:1-11).

  3. A Simon Pietro solo il giorno della risurrezione.

    (Vedi Luca 24:34; 1 Cor. 15:5).

  4. Per i due discepoli sulla strada di Emmaus il giorno della risurrezione, registrati pienamente solo da Luca (24:13-35. Comp. Marco 16:12, 13).

  5. Per i dieci discepoli (Thomas essere assente), e gli altri "con la loro", a Gerusalemme, la sera del giorno della risurrezione.

    Uno degli evangelisti rende conto di questo aspetto, Giovanni (20:19-24).

  6. Per i discepoli di nuovo (Thomas essere presenti), a Gerusalemme (Marco 16:14-18, Luca 24:33-40; Giovanni 20:26-28. Vedi anche 1 Cor. 15,5).

  7. Per i discepoli, quando la pesca presso il Mare di Galilea.

    Anche di questo aspetto Giovanni (21:1-23) solo dà un account.

  8. Per undici, e sopra di 500 fratelli in una sola volta, in un luogo designato in Galilea (1 Cor. 15:6; comp. Matt. 28,16-20).

  9. Per James, ma in quali circostanze non siamo informati (1 Cor. 15,7).

  10. Agli apostoli immediatamente prima l'ascensione.

    Essi lo hanno accompagnato da Gerusalemme a Mount Olivet, e non lo hanno visto salire "fino al rilascio di una nube di lui ricevuto dalla loro vista" (Marco 16:19; Luca 24:50-52; At 1:4-10).

È degno di nota che è nettamente correlate che per la maggior parte di queste occasioni, nostro Signore offerte amplest suoi discepoli la possibilità di testare il fatto della sua risurrezione. Egli conversed con loro faccia a faccia.

Essi hanno toccato (Matteo 28:9; Luca 24:39; Giovanni 20:27), e ha mangiato il pane con loro (Luca 24:42, 43; Giovanni 21:12, 13).

(11.) In aggiunta a quanto sopra, potrebbe essere fatta menzione della manifestazione di Cristo stesso a Paolo a Damasco, che parla di come un aspetto del Salvatore risorto (At 9:3-9, 17; 1 Cor. 15: 8; 9:1).

È implicito nelle parole di Luca (At 1,3), che ci possono essere state altre apparizioni, di cui non abbiamo alcun record.

La risurrezione è parlato di come l'atto (1) di Dio Padre (Sal 16:10; At 2:24; 3:15; Rom. 8:11; Ef. 1:20; Col 2:12; Eb . 13,20), (2) di Cristo stesso (Giovanni 2:19; 10,18), e (3) dello Spirito Santo (1 Pietro 3:18).

La risurrezione è una testimonianza pubblica di Cristo, la liberazione dalla sua impresa come fideiussione, e di una prova di accettazione del Padre della sua opera di redenzione.

Si tratta di una vittoria sulla morte e la tomba di tutti i suoi seguaci.

L'importanza della risurrezione di Cristo si vedrà se si considera che, se egli si alzò il vangelo è vero, e se egli si alzò non è falsa. Sua risurrezione dai morti, che rende manifesto il suo sacrificio è stato accettato.

La nostra motivazione è stata assicurata con la sua obbedienza fino alla morte, e perciò egli fu risuscitato dai morti (Rm 4,25).

La sua risurrezione è una prova che ha fatto una completa espiazione per i nostri peccati, che il suo sacrificio è stato accettato come una soddisfazione per la giustizia divina, e il suo sangue il pagamento di un riscatto per i peccatori.

E 'anche un impegno serio e uno della risurrezione di tutti i credenti (Rm 8:11; 1 Cor. 6:14; 15:47-49; Fil. 3:21; 1 Giovanni 3:2).

Come egli vive, anche essi vivono.

Lui si è dimostrato di essere il Figlio di Dio, in quanto tutti i suoi crediti autenticato (Giovanni 2:19; 10,17).

"Se Cristo non ha luogo, l'intero sistema della redenzione è un fallimento, e tutte le previsioni e le anticipazioni del suo glorioso risultati per il tempo e per l'eternità, per gli uomini e per gli angeli di ogni ordine e grado, sono rivelati chimere. ' Ma ora è il Cristo risorto dai morti, e di diventare il primo frutto del loro che dormivano. '

Pertanto, la Bibbia è vero da Genesi a Rivelazione. Il regno delle tenebre è stato rovesciato, satana è caduto dal cielo, come un fulmine, e il trionfo della verità sulla errore, del bene sul male, della felicità più di miseria è garantito per sempre ". Hodge . Con riferimento alla relazione che i soldati romani erano corrotto (Mt 28:12-14) a circolare riguardante la risurrezione di Cristo ", i suoi discepoli vennero di notte e lui ha rubato via mentre abbiamo dormito", Matthew Henry nel suo "commento", Sotto Giovanni 20:1-10, opportunamente il commento, "La tomba-abbigliamento in cui Cristo era stato sepolto sono stati rinvenuti in ottimo ordine, che serve per una prova del fatto che il suo corpo non è stato 'rubato di distanza, mentre gli uomini dormivano.'

Ladri di tombe sono note da asporto 'i vestiti' e lasciare il corpo, ma nessuno ha mai lontano 'il corpo' di sinistra e gli abiti, in particolare quando sono stati 'ammenda lenzuola' e nuove (Marco 15:46).

Nessuno avrebbe invece scegliere di portare un cadavere nella sua vestiti di nudo.

O se essi che avrebbero dovuto rubato avrebbe lasciato la tomba-abiti dietro, ma non si può supporre che avrebbero trovato il tempo libero a 'piegare la biancheria.' "

(Easton Illustrated Dictionary)

Resurrezione

Da: Home Bibbia studio di commento da James M. Gray

Matteo Capitolo 28

Forse il più importante che possiamo fare un commento su questo capitolo sarà la fine dei dieci eventi del giorno di cui si parla.

(1) Le tre donne, Maria Maddalena, Maria, la madre di Giacomo e Salome, per avviare il sepolcro, seguita da altre donne con le spezie.

(2) Queste trovare la pietra rotolata via e Maria Maddalena, vale a dire i discepoli (Luca 23:55-24:9; Giovanni 20:1, 2).

(3) Maria, la madre di James, si avvicina la tomba e scopre l'angelo (Matteo 28:2).

(4) Si ritorna a soddisfare le altre donne subiscono le spezie.

(5) Pietro e Giovanni arrivano, e guardare e andare via.

(6) Maria Maddalena ritorna, vede le due angeli e Gesù (Giovanni 20:11-18).

(7) Si va a raccontare i discepoli.

(8) Maria, la madre di James, restituisce con le altre donne, tutte di vedere quale dei due angeli (Luca 24:4, 5; Marco 15,15).

(9) Essi ricevono il messaggio.

(10) Mentre cercano i discepoli sono soddisfatte da Gesù (Matteo 28:8-10).

Un altro commento di interesse è l'ordine delle apparizioni di Gesù in questo giorno.

(1) A Maria Maddalena (Giovanni 20:14-18), (2) Per le donne che ritornano dalla tomba con l'angelo del messaggio (Matteo 28:8-10); (3) Per Pietro (Luca 24:34; 1 Cor. 15,5); (4) Per i due sulla strada di Emmaus (Luca 24:13-31); (5) Per gli apostoli, in assenza di Thomas (Luca 24: 36-43; Giovanni 20:19 -24)).

E dividendo il capitolo abbiamo (1) Il narative della risurrezione con l'apparizione di Gesù alle donne (vv. 1-10), (2) La falsa invenzione degli ebrei (v. 11-15); (3) La raccolta e la Galilea (vv. 16-20).

Possiamo solo toccare le cose più importanti, uno dei quali è il riferimento a Cristo, i suoi discepoli come il suo "fratelli" (v. 10).

Per la prima volta non si usa questa parola in tale contesto, che mostra fino a che la sua morte e risurrezione, per loro conto, il rapporto non era diventato possibile.

(Confronta Sal. 22: 22 e Eb. 2:11, 12.)

Altra cosa importante è versetto 13, "Dite voi, suoi discepoli vennero di notte, e lui ha rubato via mentre abbiamo dormito".

Diamo estratti Gaebelein su questo versetto: "L'orologio da recuperare la loro paura, e alcuni di affrettare la città. Sicuramente qualcosa è accaduto o perché devono lasciare il loro posto a fare una relazione? Poi è strano che è andato al primo e sacerdoti Non il governatore romano. Questo è stato un procedimento irregolare, da cui abbiamo concludere che ciò che doveva relazione è stata di maggiore importanza per i sacerdoti di Pilato. Chissà, ma questi sacerdoti avevano incaricato la guardia che, se Egli dovrebbe emergono, essi sono stati a venire A loro prima di tutto?

Il loro rapporto è stato un testimone della risurrezione e che la tomba era vuota.

"Il Sinedrio era frettolosamente convocati per ricevere la relazione in un modo ufficiale. La semplice dichiarazione, in quanto gli uomini di addestramento militare sono apt di relazione, fatta dubbio circa la veridicità impossibile. Impeach Per loro sarebbe stato folle. Ma cosa accadrebbe se questa verità Sfuggita tra la gente? "La risurrezione deve essere negato che potrebbe essere solo da inventare una bugia.

L'unica possibile mentire suoi discepoli che è stato rubato il corpo.

La storia è incredibile.

E 'più facile credere Egli è nata dalla morte di credere a quello che gli ebrei inventato sulla sua risurrezione.

I discepoli avevano dimenticato la risurrezione promesso e sono stati sparsi, poveri, timidi sacco di gente.

Ma anche se fosse stato ansioso di rubare il corpo, come potrebbe aver fatto?

Qui è stata la compagnia di uomini armati.

Poi c'è stata sigillata, pesante pietra.

"Ma il lato umoristico della menzogna è uscito con la relazione, i soldati erano a circolare. I discepoli e venne rubato il corpo, mentre stavano dormendo! È incredibile che tutti questi uomini erano addormentati al tempo stesso, e così veloce Addormentato che la commozione di rotolare via la pietra e la carring via dei morti non disturbare.

Inoltre, dormire in un posto per la morte e il soldato romano.

Uno potrebbe avere assentiva e rischiato la propria vita, ma che tutti dormivano è un impossiblity.

Ma la relazione è sciocco, ma sono state dormendo, e mentre dormiva testimoniato come i discepoli rubato il corpo di Gesù!

E 'stato un miserabile bugia, ed è continuato fino ad oggi. "Potremmo citare qui la testimonianza di Giuseppe Flavio, che dice nella sua antichità:" Egli appariva loro vita, il terzo giorno, come il divino profeti avevano preannunciato questi e dieci Mille altre cose meravigliose in merito Lui ".

Una terza questione di importanza è la "Grande Commissione", come viene chiamato (vv. 19, 20).

Nota la parola "Nome", come indicativa della Trinità.

Non si tratta di nomi, ma "Nome".

"Padre, il Figlio e lo Spirito Santo è l'ultimo nome del Dio unico e vero. La collaborazione in nome di uno dei tre afferma l'uguaglianza e la unicità della sostanza."

Nota la peculiarità dei termini.

Questo è il Regno commissione, che esprime come un altro, il cristiano non commissione.

Quest'ultimo è in Luca, tipicamente il Vangelo Gentile, ma non qui, che è tipicamente ebraica Vangelo.

E questo è tanto più sorprendente perché in Luca, i discepoli sono comandato per andare alla ebrei (24,47), mentre, qui, sono comandato di andare a "tutte le nazioni".

Che esso punti alla fine del mondo, quando la commissione sarà effettuata dal resto dei fedeli ebrei hanno spesso parlato.

Non è stato ancora effettuato.

Il racconto degli Atti non è il suo compimento.

La sua realizzazione è stata interrotta, ma sarà presa prima il Signore viene a Israele di consegnare l'ultima.

Domande 1.

Ripetere l'ordine degli eventi il giorno della risurrezione.

2. Fare lo stesso con riferimento alle apparizioni di Gesù.

3. Dividere il capitolo in tre parti.

4. Come si può rispondere alla tesi secondo cui i discepoli rubato il corpo di Gesù?

5. Qual è il significato della parola "Nome" e il "Grande Commissione"?

6. Come si fa a distinguere la "Commissione" e da Matteo che in Luca?

Generale Resurrezione

Informazioni cattolica

È la risurrezione di risalire dai morti, la ripresa della vita.

Il Concilio Lateranense IV Concilio insegna che tutti gli uomini, se eleggere o reprobate, "salirà di nuovo con il proprio corpo, che essi portano ora circa con loro" (cap. "Firmiter").

Nella lingua dei simboli e delle professioni di fede, questo ritorno alla vita è chiamato risurrezione del corpo (resurrectio carnis, resurrectio mortuoram, anastasis tonnellate nekron), per un duplice motivo: in primo luogo, dal momento che l'anima non può morire, non si può dire per tornare Alla vita, secondo la tesi eretiche di Hymeneus e Philitus che le Scritture non risurrezione da denotare il ritorno alla vita del corpo, ma l'aumento dell 'anima dalla morte del peccato alla vita della grazia, deve essere esclusa.

(Si tratta della risurrezione di Gesù Cristo in un articolo separato; qui, in cui trattiamo solo della risurrezione generale del Corpo.) "Nessuna dottrina della fede cristiana", dice S. Agostino, "è così violentemente e così ostinatamente Opposti, come la dottrina della risurrezione della carne "(In Ps. Lxxxviii, ii discorso, n. 5).

Questa opposizione abbia avuto inizio molto tempo prima che il giorno di S. Agostino: "E alcuni filosofi del Epicureans e del Stoics", l'autore ispirato ci dice (Atti 17:18, 32) ", disputato con lui [Paul] ... E quando aveva sentito parlare di risurrezione dei morti, alcuni addirittura deriso, ma altri dissero: Noi ti senti nuovamente in merito a tale questione ".

Tra gli oppositori della Risurrezione ci troviamo naturalmente coloro che prima ha negato l'immortalità dell'anima, in secondo luogo, tutti coloro che, come Platone, considerato il corpo come l'anima di carcere e la morte come una fuga dalla schiavitù della materia, in terzo luogo la Sette degli Gnostici e Manichæans che hanno esaminato su tutta la materia come il male; quarto, i seguaci di questi ultimi sette il Priscillianists, il Cathari, e la Albigesi; quinto, il Rationalists, Materialists, e Pantheists di epoche successive.

Contro tutti questi ci sono prima stabilire il dogma della risurrezione e, in secondo luogo considerare le caratteristiche del corpo risorto.

A. DOGMA DELLA RISURREZIONE Il credenze e le professioni di fede e di definizioni conciliari non lasciare il dubbio che la risurrezione del corpo è un dogma o un articolo di fede.

Ci può presentare ricorso, per esempio, agli Apostoli 'Credo, il cosiddetto e Atanasiane Credo niceno, il Credo della XI Concilio di Toledo, il Credo di Leone IX, sottoscritto dal vescovo Pietro e ancora in uso presso la consacrazione dei vescovi La professione di fede sottoscritto da Michael Palaeologus nel Concilio di Lione, il Credo di Pio IV, e il decreto del Concilio Lateranense IV (c. "Firmiter"), contro la Albigesi.

Questo articolo di fede si basa sulla convinzione del Vecchio Testamento, su l'insegnamento del Nuovo Testamento, e sulla tradizione cristiana.

(1) Testamento Le parole di Marta e la storia della Machabees mostra il ebraico convinzione verso la fine degli ebrei economia.

"So", dice Marta ", che Egli rialzarsi, e la risurrezione nell'ultimo giorno" (Gv 11,24).

E il terzo dei martiri Machabee messo avanti la sua lingua e le sue mani tese, dicendo: "Le ho dal cielo, ma per le leggi di Dio, ora mi disprezzano: perché spero di ricevere nuovamente da lui" (2 Maccabei 12:11; cf. 9,14).

Il libro di Daniele (xii, 2; cf. 12) inculcates la stessa convinzione: "Molti di quelli che dormono nella polvere della terra, si svegliano: alcuni fino alla vita eterna, e altri fino alla rimprovero, per vedere la sempre".

La parola molti devono essere interpretate alla luce del suo significato in altri passaggi, ad esempio,

Is., Liii, 11-12; Matt., Xxvi, 28; Rom., V, I8-19.

Sebbene la visione di Ezechiele della risurrezione delle ossa aride si riferisce direttamente al restauro di Israele, una tale cifra sarebbe difficilmente Israele, una tale cifra sarebbe difficilmente comprensibile, ad eccezione dei lettori familiarità con la credenza in un letterale risurrezione (Ezechiele 37).

Il profeta Isaias preannuncia che il Signore degli eserciti "sono espressi capofitto giù la morte per sempre" (xxv, 8), e un po 'più avanti aggiunge: "Venga il tuo morti sono vivi, il mio è immolato rialzarsi... La terra deve rivelare la sua Sangue, e riguardano la sua ucciso non più "(xxvi, 19-21).

Infine, Giobbe, priva di tutti i comfort e la massima riduzione di desolazione, è rafforzata dal pensiero della risurrezione del suo corpo: "Io so che il mio Redentore vive, e in questi ultimi giorni mi sono fuori luogo della terra. E Sarò vestita di nuovo con la mia pelle, e nella mia carne, vedranno Dio. Chi sono io stesso vedere, e si vedranno i miei occhi, e non un altro, questa è la speranza di cui nel mio grembo »(Gb 19:25-27 ).

La traduzione letterale del testo ebraico si differenzia un po 'da quanto precede citazione, ma la speranza della risurrezione rimane.

(2) Nuovo Testamento La risurrezione dei morti è stato espressamente insegnata da Cristo (Giovanni 5:28-29; 6:39-40; 11:25; Luca 14,14) e difeso contro l'incredulità dei sadducei, che ha addebitato Con l'ignoranza della potenza di Dio e delle Scritture (Matteo 22:29; Luca 20:37).

St. Paul luoghi della risurrezione generale sullo stesso livello di certezza che della risurrezione di Cristo: "Se Cristo sia predicato, che egli si alzò di nuovo dai morti, come dicono alcuni tra voi che non c'è risurrezione dei morti? Ma se C'è risurrezione dei morti, allora Cristo non è risorto. E se Cristo non è risorto di nuovo, allora è vana la nostra predicazione, e la vostra fede è vana "(1 Corinzi 15:12 ss.).

L'Apostolo predicava la risurrezione dei morti come una delle dottrine fondamentali del cristianesimo, ad Atene, per esempio (Atti 17:18, 31, 32), a Gerusalemme (xxiii, 6), prima di Felix (xxiv, 15), prima di Agrippa (xxvi, 8).

Egli insiste sulla stessa dottrina nelle sue epistole (Romani 8:11; 1 Corinzi 6:14; 15:12 ss.; 2 Corinzi 4:14; 5:1 ss.; Filippesi 3:21; 1 Tessalonicesi 4:12 -- 16; 2 Timoteo 2:11; Ebrei 6:2), e in questo è d'accordo con l'Apocalisse (xx, 12 ss.).

(3) La tradizione non è sorprendente che la tradizione della Chiesa primitiva concorda con il chiaro insegnamento sia del Vecchio e del Nuovo Testamento.

Abbiamo già fatto riferimento a una serie di credenze e le professioni di fede, che può essere considerato come parte della Chiesa ufficiale di espressione della propria fede.

Qui abbiamo solo far notare un certo numero di passaggi patristica, in cui i Padri insegnare la dottrina della risurrezione generale, e più o meno esplicite.

San Clemente di Roma, I Cor., Xxv; S. Giustino Martire, "De resuscitare.", Vii ss.; Idem, "Dial. C. Tryph.", Lxxx; Atenagora, "De risurrezione. Carn." Iii; Tatian ", Adv. Graec.", Voi; St Irenæus, "Contra haer.", I, x, V, VI, 2; Tertulliano, "Contra Marcion.", V, ix; Idem, "De praescript . ", Xiii; Idem," De resuscitare. Carn. ", I, xii, xv, Ixiii; Minucio Felice", Octav. ", Xxxiv; Origene, tom.

XVII, e Matt., Xxix; Idem, "De principio.", Praef., V; Idem, "In Lev.", V, 10; Ippolito ", Adv. Graec."

E PG, X, 799; S. Cirillo di Gerusalemme ", cat.", XVIII, xv; S. Efrem, "De resuscitare. Mort." San Basilio ", Ep. Cclxxi", 3; S. Epifanio, "In ancor.", Lxxxiii sq, xcix; Sant'Ambrogio, De excessu frat. Sui Satyri ", II, lxvii, cii; Idem," In Ps. Cxviii ", serm.

X, N.

18; Sal.

Ambr. "De Trinit.", Xxiii, PL, XVII, 534; S. Girolamo ", Ep. Paolo annuncio" e LIII, 8; Rufino, "Nel simbolo.", Xliv sq; San Crisostomo (Sal Crisostomo), "Fragm. Nel libr. Lavoro" e PG, LV, 619; S. Pietro Crisologo, serm.

103, 118; "Esort. Constit.", VII, xli; S. Agostino "Enchirid.", 84; Idem, "De civit. Dei", XX, xx; Teodoreto, "De provvida.", O.

Ix; "Hist. Eccl.", I, iii.

La risurrezione generale difficilmente può essere dimostrata dalla ragione, anche se si può mostrare la sua congruità.

Come l'anima ha una naturale propensione per il corpo, la sua perpetua separazione dal corpo sembra innaturale.

Come il corpo è il partner è l'anima di crimini, e la compagna della sua virtù, la giustizia di Dio sembra di chiedere che il corpo sia l'anima partecipe della ricompensa e della punizione.

Come l'anima separata dal corpo è naturalmente imperfetta, la consumazione della sua felicità, dotato di ogni bene, sembra di chiedere la risurrezione del corpo.

Il primo di questi motivi sembra essere sollecitato da Cristo stesso e Matt., Xxii, 23, la seconda ricorda le parole di St. Paul, I Cor., Xv, 19, e II Ts., I, 4.

Oltre a sollecitare il argomentazioni che precedono, i Padri ricorso anche ad alcune analogie trovato nella rivelazione e nella natura stessa, ad esempio,

Jonas nel ventre della balena, i tre bambini nella fornace ardente, Daniel e leoni 'den, il trasporto via di Henoch e Elias, l'aumento dei morti, la fioritura di Aaron's rod, la conservazione dei capi degli Israeliti e Deserto, il chicco di sementi di morire e nascere di nuovo, l'uovo, la stagione dell 'anno, il susseguirsi di giorno e di notte.

Molte immagini di arte paleocristiana esprimere queste analogie.

Ma a dispetto di quanto precede congruities, teologi, più in generale, inclina il parere che, nello stato di natura pura non ci sarebbe stata alcuna risurrezione del corpo.

B. CARATTERISTICHE DEL CORPO RISORTO Tutto è risuscitare dai morti nella loro, nel loro intero, e in organismi immortale, ma il bene deve raggiungere la risurrezione di vita, i malvagi per la risurrezione di Sentenza.

Sarebbe distruggere l'idea stessa di resurrezione, se i morti sono stati a salire e non i loro corpi.

Ancora una volta, la risurrezione, come la creazione, deve essere numerato tra le principali opere di Dio; di conseguenza, alla creazione di tutte le cose sono perfette dalla mano di Dio, e così, alla risurrezione tutte le cose devono essere perfettamente restaurata dallo stesso onnipotente Mano.

Ma c'è una differenza tra la terra e il corpo risorto; risorto per la corpi di entrambi i santi e peccatori devono essere investiti di immortalità.

Questa ammirevole restauro della natura è il risultato del glorioso trionfo di Cristo sulla morte, come descritto in diversi testi della Sacra Scrittura: Is., Xxv, 8; Osee, xiii, 14; I Cor., Xv, 26; Apoc. Ii , 4.

Ma mentre il solo spettano un'infinita felicità e la totalità dei loro membri restaurato, il cattivo "si cercherà la morte, e non trovate, è il desiderio di morire, e la morte è volare da loro" (Apocalisse 9:6).

Queste tre caratteristiche, l'identità, interezza, e di immortalità, sarà comune a risorto corpi dei giusti e gli empi.

Ma i corpi dei santi saranno distinti da quattro trascendente dotazioni, spesso chiamato qualità.

Il primo è "impassibility", che li mette al di là della portata di dolore e di disagio.

"È seminato", dice l'Apostolo, "e la corruzione, ne aumento incorruption" (1 Corinzi 15:42).

La chiamata Schoolmen questa qualità impassibility ', non incorruption, in modo da segnare come una peculiarità del corpo glorificato; i corpi dei dannati saranno anzi incorruttibile, ma non impassible; saranno oggetto di calore e di freddo, e tutte le modalità Del dolore.

L'ordine del giorno è di qualità "luminosità", o "gloria", con il quale i corpi di santi sono brillare come il sole.

"È seminato in disonore", dice l'Apostolo, "ne aumento della gloria" (1 Corinzi 15:43; cfr. Matteo 13:43; 17:2; Filippesi 3,21).

Tutti i corpi dei santi deve essere egualmente impassible, ma essi devono essere dotati di diversi gradi di gloria.

Secondo St. Paul: "Una è la gloria del sole, un altro la gloria della luna, un altro la gloria delle stelle. Per differeth da star star nella gloria" '(1 Corinzi 15:41-42).

La terza è che la qualità di "agilità", per cui il corpo deve essere liberata dalla sua lentezza di movimento, e dotata di capacità di muoversi con la massima facilità e rapidità, ove l'anima piace.

L'Apostolo dice: "È seminato nella debolezza, deve salire al potere" (1 Corinzi 15:43).

La quarta qualità è "subtility", per cui il corpo diventa soggetto al dominio assoluto di l'anima.

Questo è deducibile dalle parole dell'Apostolo: "È seminato corpo naturale, che deve raggiungere un corpo spirituale" (1 Corinzi 15:44).

Il corpo e l'anima partecipa la più perfetta e di vita spirituale in misura tale che essa stessa diventa come uno spirito.

Vediamo questa qualità esemplificato nel fatto che Cristo è passato attraverso gli oggetti materiali.

Pubblicazione di informazioni Scritto da AJ

Maas. Trascritto da Donald J. Boon.

Dedicato al vescovo Andre Cimichella di Montreal, e alla Beata Kateri Tekakwitha L'Enciclopedia Cattolica, Volume XII.

Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 Giugno, 1911.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Resurrezione di Gesù Cristo

Informazioni cattolica

È la risurrezione di risalire dai morti, la ripresa della vita.

In questo articolo, si tratta solo della Resurrezione di Gesù Cristo.

(Il Generale della risurrezione del corpo sarà coperto in un altro articolo.) Il fatto della risurrezione di Cristo, le teorie contrari a questa realtà, le sue caratteristiche, e le ragioni della sua importanza deve essere considerata in paragrafi distinti.

I. IL FATTO DI CRISTO la risurrezione

Le principali fonti direttamente che attestano il fatto della risurrezione di Cristo sono i quattro Vangeli e le epistole di St. Paul.

Mattino di Pasqua è così ricca di incidente, e così affollato con persone interessate, che completa la sua storia presenta un tableau piuttosto complicato.

Non è sorprendente, perciò, che la parziale conti contenute in ciascuno dei quattro Vangeli sembrare a prima vista difficili da armonizzare.

Ma qualunque esegetici vista come la visita al sepolcro dalle pie donne e la comparsa degli angeli si può difendere, non possiamo negare il Evangelisti 'accordo sul fatto che il Cristo risorto apparve a una o più persone.

Secondo san Matteo, egli apparve a santa donne, e di nuovo sulla montagna, in Galilea; secondo S. Marco, è stato visto da Maria Maddalena, con i due discepoli di Emmaus, e il Undici prima della sua Ascensione al cielo; Secondo san Luca, ha camminato con i discepoli di Emmaus, apparve a Pietro e ai discepoli riuniti a Gerusalemme, secondo san Giovanni, Gesù apparve a Maria Maddalena, ai dieci Apostoli, la domenica di Pasqua, alle undici di una settimana Più tardi, e per i sette discepoli presso il lago di Tiberiade.

St. Paul (1 Corinzi 15:3-8) elenca un'altra serie di apparizioni di Gesù dopo la sua risurrezione, egli è stato considerato da Cefa, dal Undici, da più di 500 fratelli, molti dei quali erano ancora in vita al momento della Apostolo della scrittura, da James, da tutti gli Apostoli, e infine da Paolo stesso.

Ecco uno schema di una possibile armonia degli Evangelisti 'conto riguardanti i principali eventi della domenica di Pasqua:

Le sante donne che trasportano le spezie precedentemente preparato per iniziare il sepolcro, prima dell'alba, e si raggiunge dopo sunrise, ma sono preoccupati per la pesante pietra, ma non sanno nulla di ufficiale di guardia al sepolcro (Matteo 28:1-3; Mark 16 :1-3; Luca 24:1; Giovanni 20:1).

L'angelo spaventato le guardie per la sua luminosità, metterli in fuga, la pietra rotolata via, e non seduto su se stesso (autou ep), ma sopra (epano autou), la pietra (Matteo 28:2-4).

Maria di Magdala, Maria, la Madre di Giacomo e Salome approccio al sepolcro, e di vedere la pietra ribaltata, Maria di Magdala, il quale restituisce immediatamente ad informare gli Apostoli (Marco 16:4; Luca 24:2; Giovanni 20:1-2).

Le altre due donne entrano nel mondo del santo sepolcro, trovare un angelo seduto nel vestibolo, che mostra il sepolcro vuoto, annuncia la risurrezione, e le commissioni di dire la loro discepoli ea Pietro che essi vedere Gesù in Galilea (Matteo 28:5 -- 7; Marco 16:5-7).

Un secondo gruppo di donne sante, che consiste di Giovanna e le sue compagne, arriva al sepolcro, dove probabilmente hanno deciso di incontrarsi il primo gruppo, immettere il vuoto interiore, e sono ammoniti da due angeli che Gesù è risorto secondo la sua predizione ( Luca 24:10).

Non molto tempo dopo, Pietro e Giovanni, che sono state notificate da Maria di Magdala, arrivare al sepolcro e trovare il panno di lino in una posizione tale da escludere la supposizione che il corpo è stato rubato; laici perché semplicemente piatta sul terreno, mostrando che Il sacro corpo aveva sparì dalla loro senza toccarla.

Quando Giovanni avvisi questo egli crede (Giovanni 20:3-10).

Maria Maddalena ritorna al sepolcro, vede ai primi due angeli, e poi Gesù stesso (Giovanni 20:11-l6; Marco 16:9).

I due gruppi di pie donne, che, probabilmente, si è riunito il loro ritorno in città, sono favorì con la vista di Cristo sorte, che le commissioni di dire loro che i fratelli di lui, lo vedranno, in Galilea (Matteo 28:8-10; Mark 16 : 8).

Le sante donne riferiscono le loro esperienze agli Apostoli, ma non credo trovare (Marco 16:10-11; Luca 24:9-11).

Gesù appare ai discepoli di Emmaus, e il loro ritorno a Gerusalemme; Apostoli sembrano vacillare tra il dubbio e la fede (Marco 16:12-13; Luca 24,13-35).

Cristo appare a Pietro e, pertanto, Pietro e Giovanni crede fermamente nella risurrezione (Luca 24:34; Giovanni 20:8).

Dopo il ritorno dei discepoli di Emmaus, Gesù appare a tutti gli Apostoli salvo Thomas (Marco 16:14; Luca 24:36-43; Giovanni 20:19-25).

L'armonia delle altre apparizioni di Cristo dopo la sua risurrezione non presenta particolari difficoltà.

Brevemente, pertanto, il fatto della risurrezione di Cristo è attestata da più di 500 testimoni oculari, la cui esperienza, la semplicità, e di rettitudine di vita li reso incapace di inventare una favola simile, che ha vissuto in un momento in cui qualsiasi tentativo di ingannare avrebbe potuto essere facilmente scoperti , Che non aveva nulla in questa vita per ottenere, ma tutto da perdere la loro testimonianza, il cui coraggio morale esposti nella loro vita apostolica può essere spiegato solo da loro intima convinzione della verità oggettiva del loro messaggio.

Ancora una volta il fatto della risurrezione di Cristo è attestata con l'eloquente silenzio della Sinagoga, che aveva fatto di tutto per impedire l'inganno, che avrebbe potuto facilmente Scoperto l'inganno, se vi fosse stata una qualsiasi, che oppone solo dormire testimoni della testimonianza degli Apostoli, che ha fatto Non punire la presunta negligenza del funzionario di guardia, e che non hanno potuto rispondere alla testimonianza degli Apostoli, ad eccezione minacciando loro ", che non si parla più in questo nome ad ogni uomo" (At 4,17).

Infine le migliaia e milioni, entrambi ebrei e gentili, che hanno creduto alla testimonianza degli Apostoli, a dispetto di tutti gli svantaggi seguito da un tale convinzione, in breve l'origine della Chiesa, richiede per la sua spiegazione della realtà della risurrezione di Cristo, per la Aumento della Chiesa senza la Risurrezione sarebbe stato un miracolo maggiore rispetto alla stessa risurrezione.

II. OPPOSTE TEORIE

Con quali mezzi le prove per la risurrezione di Cristo da sconfitto?

Tre teorie di spiegazione sono state avanzate, anche se i primi due hanno quasi nessun aderenti ai nostri giorni.

(1) La Teoria Swoon

Vi è la teoria di coloro che affermano che Cristo non ha veramente morire sulla croce, che suppone la sua morte è stata solo una temporanea swoon, e che la sua risurrezione è stato semplicemente un ritorno alla coscienza.

Ciò è stato sostenuto da Paulus ( "Exegetisches Handbuch", 1842, II, p. 929) e in una forma modificata da Hase ( "Gesch. Jesu", n. 112), ma non sono d'accordo con i dati forniti dal Vangeli .

La flagellazione e la corona di spine, il trasporto della croce e la crocifissione, le tre ore sulla croce e il piercing Sofferente di parte non può avere portato su una mera swoon.

La sua vera morte è attestata da centurione e ai soldati, per gli amici di Gesù e dalla sua più amara nemici.

Il suo soggiorno in un sepolcro sigillato per trentasei ore, in un clima avvelenato dalle esalazioni di un centinaio di libbre di spezie, che sarebbe di per sé sufficiente a causare la morte.

Inoltre, se Gesù aveva semplicemente tornato da un swoon, i sentimenti del mattino di Pasqua sarebbero stati quelli di simpatia piuttosto che quelli di gioia e di trionfo, gli Apostoli sarebbe stato roused ai doveri di una camera di malati piuttosto che di lavoro apostolico, La vita dei potenti wonderworker sarebbe finita in solitudine e ignobile ingloriosa oscurità, e la sua famosa sinlessness avrebbe cambiato nella sua silenziosa approvazione di una menzogna, come la prima pietra della sua Chiesa.

Non c'è da stupirsi che poi i critici della Risurrezione, come Strauss, hanno cumulo disprezzo sulla vecchia teoria di un swoon.

(2) La Teoria Imposizione

I discepoli, si dice, ha rubato il corpo di Gesù dalla tomba, e poi annunciata agli uomini che avevano il loro Signore risorto.

Questa teoria è stata anticipata dagli ebrei, che "ha dato una grande somma di denaro per i soldati, dicendo: 'lei, i suoi discepoli vennero di notte, e lui ha rubato quando eravamo addormentata" (Matteo 28:12 sq).

Lo stesso è stato sollecitato da Celso (Orig., "Contra Cels.", II, 56), con qualche differenza di dettaglio.

, Ma di ritenere che gli Apostoli con un carico di questo tipo, su loro coscienze potrebbe avere predicato un regno di verità e di giustizia come uno grande sforzo della loro vita, e che per il bene di quel regno che possa aver sofferto fino alla morte, è Di assumere una di quelle morali impossibilities che può passare per un momento e il calore della polemica, ma deve essere respinto senza indugio e l'ora della buona riflessione.

(3) La Teoria Vision

Questa teoria, come generalmente inteso dai suoi sostenitori non permette visioni causato da un intervento divino, ma solo come sono il prodotto di agenzie umana.

Per se un intervento divino essere ammessi, come si può ben credere, per quanto concerne i principi, che Dio ha risuscitato Gesù dai morti.

Ma dove nel presente esempio sono le agenzie umani che potrebbero causare queste visioni?

L'idea di una resurrezione dalla tomba era familiare ai discepoli dalla loro fede ebraica, ma aveva anche vaga intimations e le profezie dell'Antico Testamento; infine, Gesù stesso aveva sempre associato con la sua risurrezione predizioni della sua morte.

D'altro canto, i discepoli 'stato d'animo è stato uno dei grandi emozioni, ma conservato la memoria di Cristo, con una predilezione, che ha reso quasi impossibile per loro credere che Egli era sparito.

In breve, tutta la loro condizione mentale è stato necessario, come solo l'applicazione di una scintilla per accendere la fiamma.

La scintilla è stata applicata da Maria Maddalena, e la diffusione di fiamma in una sola volta con la rapidità e la forza di una conflagrazione.

Che cosa ha creduto che aveva visto, altri immediatamente creduto che devono vedere.

Le loro aspettative sono state soddisfatte, e la convinzione sequestrati i membri della Chiesa, che il Signore aveva veramente risorto dai morti.

Tale è la visione comunemente teoria recente difeso da detrattori della Risurrezione.

Ingegnosamente, ma tuttavia può essere elaborato, è del tutto impossibile, da un punto di vista storico.

È incompatibile con lo stato d'animo degli Apostoli; la teoria presuppone la fede e la speranza da parte degli Apostoli, mentre in punto di fatto i discepoli 'la fede e la speranza di seguire la loro visione del Cristo risorto.

E 'incompatibile con la natura delle manifestazioni di Cristo, che avrebbe dovuto essere collegato con la gloria celeste, o che dovrebbe avere continuato l'ex intima rapporti di Gesù con i suoi discepoli, mentre in realtà e si presenta piuttosto consistente in una nuova fase che non avrebbe potuto Previsto.

Essa non è d'accordo con le condizioni della primitiva comunità cristiana; dopo la prima emozione della domenica di Pasqua, i discepoli come un corpo sono noti per la loro fresca Deliberazione piuttosto che l'esaltato l'entusiasmo di una comunità di visionari.

È incompatibile con il periodo di tempo durante il quale le apparizioni durato; visioni, come i critici si supponga che non sono mai stati conosciuti per durare a lungo, mentre alcune delle manifestazioni di Cristo durò un considerevole periodo.

Non è coerente con il fatto che le manifestazioni sono state effettuate a numeri nello stesso istante.

Essa non è d'accordo con il luogo in cui la maggior parte delle manifestazioni sono state effettuate: visionario apparenze sarebbe stato previsto in Galilea, mentre la maggior parte delle apparizioni di Gesù avvenne in Giudea.

Non è coerente con il fatto che le visioni venuto per un improvviso fine il giorno della Ascensione.

Keim ammette che entusiasmo, nervosismo, agitazione e mentale da parte dei discepoli di non fornire una spiegazione razionale dei fatti connessi come nei Vangeli.

Secondo lui, le visioni sono stati concessi direttamente da Dio e Cristo glorificato, ma possono anche includere un "aspetto corporale" per coloro che temono che senza questo si perderebbe tutti.

Ma la teoria Keim soddisfa né la Chiesa, dal momento che abbandona tutte le prove di una risurrezione corporale di Gesù, né i nemici della Chiesa, dal momento che ammette molti dei dogmi della Chiesa, né ancora è coerente con se stessa, dal momento che Dio concede speciali Intervento e la prova della fede della Chiesa, anche se comincia con la negazione della risurrezione corporale di Gesù, che è uno dei principali oggetti della fede.

(4) Vedi Modernista

Il Santo Ufficio descrive e condanna nei trenta-trentacinque sesto e settimo proposizioni del decreto "Lamentabili", il punto di vista sostenuto da una quarta classe di oppositori della Risurrezione.

L'ex di queste proposizioni recita: "La risurrezione del nostro Salvatore non è propriamente un fatto di ordine storico, ma un fatto puramente di ordine soprannaturale né dimostrato né dimostrabile, che la coscienza cristiana ha a poco a poco dedurre da altri fatti".

È d'accordo con questa affermazione, ed è ulteriormente spiegato dalle parole del Loisy ( "Autour d'un petit livre", p. viii, 120-121, 169; "L'Vangelo et l'Eglise", pp. 74-78; 120-121; 171).

Secondo Loisy, in primo luogo, l'ingresso nella vita immortale di uno risorto dai morti non è soggetta ad osservazione, è una soprannaturale, iper-storico, infatti, non è in grado di prova storica.

Le presunte prove per la risurrezione di Gesù Cristo sono insufficienti, il sepolcro vuoto è solo un argomento indiretta, mentre le apparizioni di Cristo risorto sono aperti al sospetto a priori su motivi, essendo ragionevole impressioni di una realtà soprannaturale, e che sono di dubbia prove Da un punto di vista critico, in considerazione delle differenze nei vari racconti della Scrittura e il carattere eterogeneo del dettaglio collegato con apparizioni.

In secondo luogo, se si prescinde dalla fede degli Apostoli, la testimonianza del Nuovo Testamento non fornisce un certo argomento per il fatto della risurrezione.

Questa fede degli Apostoli è preoccupato, non tanto con la risurrezione di Gesù Cristo, con la sua vita immortale; è basata su apparizioni, che sono elementi di prova non soddisfacente da un punto di vista storico, la sua forza è apprezzato solo dalla fede stessa; essere un Sviluppo l'idea di un immortale Messias, si tratta di una evoluzione della coscienza cristiana, ma è al tempo stesso un correttivo dello scandalo della croce.

Il Santo Ufficio respinge questa prospettiva della Risurrezione, quando condanna il trenta-settima proposta nel decreto "Lamentabili": "La fede nella risurrezione di Cristo sottolineato all'inizio non tanto per il fatto della risurrezione, per quanto riguarda la immortale La vita di Cristo con Dio. "

Oltre al rifiuto autorevole vista di quanto precede, si possono presentare le seguenti tre considerazioni, che la rendono insostenibile: in primo luogo, la contesa che la risurrezione di Cristo non può essere dimostrato storicamente non è in accordo con la scienza.

La scienza non sa abbastanza circa i limiti e le proprietà di un corpo risuscitato dai morti alla vita immortale per giustificare l'affermazione che un tale organismo non può essere percepita dai sensi; nuovamente nel caso di Cristo, il sepolcro vuoto, con tutte le sue concrete Circostanze non può essere spiegato, ad eccezione di un intervento miracoloso Divino come nel suo carattere soprannaturale, come la risurrezione di Gesù.

In secondo luogo, la storia non ci consente di considerare la fede nella risurrezione come il risultato di una graduale evoluzione e la coscienza cristiana.

Le apparizioni non sono state una semplice proiezione dei discepoli 'di speranza e di attesa messianica; la loro speranza messianica e le aspettative dovevano essere ripresi dagli apparizioni.

Ancora una volta, gli Apostoli non iniziare con la predicazione della vita immortale di Cristo con Dio, ma ha predicato la Risurrezione di Cristo fin dall'inizio, hanno insistito su di essa come un fatto fondamentale e sono descritti anche alcuni dei dati collegati a questo fatto: Atti, Ii, 24, 31; iii, 15,26; iv, 10; a, 30; x, 39-40; xiii, 30, 37; xvii, 31-2; Rom., I, 4; iv, 25; vi , 4,9; viii, 11, 34; x, 7; xiv, 9; I Cor., Xv, 4, 13 ss.; Ecc terzo luogo, la negazione dello storico certezza della risurrezione di Cristo coinvolge numerosi errori storici: Domande la realtà oggettiva delle apparizioni senza motivi storici per una tale dubbio, che nega il fatto del sepolcro vuoto a dispetto di solide evidenze storiche al contrario, ma anche domande, il fatto di sepoltura di Cristo e Joseph's sepolcro, se questo fatto è Basato su una chiara e semplice unimpeachable testimonianza della storia.

III. CARATTERE DI CRISTO la risurrezione

La risurrezione di Cristo ha molto in comune con la risurrezione generale; anche la trasformazione del suo corpo e della sua vita corporea è dello stesso tipo di quella che attende i beati nella loro risurrezione.

Ma le seguenti peculiarità deve essere osservato:

La risurrezione di Cristo è necessariamente una gloriosa uno, che implica non solo la réunion di anima e di corpo, ma anche la glorificazione del corpo.

Il corpo di Cristo è stato quello di non conoscere la corruzione, ma è salito nuovamente poco dopo la morte, quando aveva trascorso un tempo sufficiente per lasciare alcun dubbio circa la realtà della sua morte.

Cristo è stato il primo a salire fino alla vita immortale; quelli sollevati davanti a Lui morì nuovamente (Colossesi 1:18; 1 Corinzi 15:20).

Come la forza divina che Cristo ha sollevato dalla sua tomba è stata proprio potere, Egli risuscitò dai morti con il suo proprio potere (Giovanni 2:19; 10: l7-18).

Poiché la risurrezione era stato promesso come la principale prova della missione divina di Cristo, ha una maggiore importanza dogmatica di qualsiasi altra circostanza.

"Se Cristo non è risorto di nuovo, allora è vana la nostra predicazione, e la vostra fede è vana" (1 Corinzi 15,14).

IV. Importanza della risurrezione

Oltre ad essere l'argomento fondamentale per la nostra fede cristiana, la resurrezione è importante per i seguenti motivi:

Esso mostra la giustizia di Dio, che ha esaltato Cristo a una vita di gloria, in quanto Cristo aveva umiliò se stesso fino alla morte (Fil, ii, 8-9).

La risurrezione completato il mistero della nostra salvezza e redenzione; con la sua morte Cristo ci libera dal peccato, e con la sua risurrezione Egli ha restaurato per noi il più importante dei privilegi perduti dal peccato (Romani 4:25).

Con la sua risurrezione di Cristo lo riconosciamo come il Dio immortale, la causa efficiente ed esemplare della nostra stessa resurrezione (1 Corinzi 15:21; Filippesi 3,20-21), e come il modello e il sostegno della nostra nuova vita di grazia (Romani 6:4-6; 9-11).

Pubblicazione di informazioni Scritto da AJ

Maas. Trascritto da Donald J. Boon.

Dedicato al vescovo Andre Cimichella di Montreal, e alla Beata Kateri Tekakwitha L'Enciclopedia Cattolica, Volume XII.

Pubblicato 1911.

New York: Robert Appleton Company.

Nihil Obstat, 1 Giugno, 1911.

Remy Lafort, STD, Censore.

Imprimatur. + Giovanni Cardinale Farley, Arcivescovo di New York

Resurrezione

Punto di vista ebraico informazioni

- Dati biblica:

Come tutti i popoli antichi, i primi Ebrei credevano che i morti scendere in quel sottobosco e vi abitano uno incolore esistenza (comp. Isa. Xiv. 15-19; Ez. Xxxii. 21-30).

Solo una persona occasionale, e ha uno particolarmente fortunati, come Enoch o Elia, potrebbe uscire da Sheol, e queste sono state prese al cielo per la dimora di Yhwh, dove divennero angeli (comp. slava Enoch, xxii.).

Nel libro di Giobbe il primo desiderio per una risurrezione è espresso (xiv. 13-15), e poi, se il testo può essere Masoretic di fiducia, un passaggio convinzione che un tale risurrezione si verificherà (xix. 25, 26).

Il vecchio ebraico concezione della vita della nazione sono considerate come un tutto unitario, che nessun individuo o di mortalità è stata considerata l'immortalità.

Geremia (xxxi. 29) e di Ezechiele (xviii.) aveva sostenuto che le singole unità è stata la morale, e spera di Giobbe, si sono basate su questa idea.

Un punto di vista diverso, che ha reso superflua una risurrezione, si è tenuto dagli autori di Sal.

XLIX.

E lxxiii., Che ha creduto a morte solo i malvagi sono andati a Sheol e che le anime dei giusti sono andati direttamente a Dio.

Anche questo, sembrano basate su opinioni analoghe a quelle di Geremia ed Ezechiele, e probabilmente non era molto diffusa.

Nel lungo periodo il vecchio punto di vista nazionale si affermò in forma di speranze messianiche.

Questi ha dato luogo a una credenza in una risurrezione, in modo che si possa condividere la gloria del regno messianico.

Questa speranza primo trova espressione in Isa.

XXVI.

19, un brano che Cheyne date circa 334 aC

La speranza è caro per fedeli israeliti.

E Dan.

XII.

1-4 (circa 165 aC) la risurrezione di "molti... Che dormono nella polvere" è atteso con ansia.

Questa risurrezione incluso sia giusto e malvagi, per alcuni si svegliano alla vita eterna, gli altri a "eterna vergogna e disprezzo".

In Extra-Canonical Apocalypses:

Nella prima parte del libro di Enoch Etiope (i.-xxxvi.) Vi è una grande anticipo sulle concezioni di Daniel, anche se il libro è di data anteriore.

Ch. XXII.

Contiene una descrizione di elaborare Sheol, raccontando come si è divisa in quattro parti, due delle quali due classi di ricevere giusti; gli altri, due classi di malvagi.

Di questi, tre sono le classi di sperimentare una resurrezione.

Una classe dei malvagi, è stato giudicato e ha ricevuto la sua punizione.

H Maccabei e la convinzione che tutti gli Israeliti saranno resuscitati trova espressione (comp. vi. 26, vii. 9-36, e xiv. 46).

Nel prossimo Enoch Apocalisse (Etiope Enoch, lxxxiii.-xc.), Composto pochi anni dopo Daniel, si è pensato che solo i giusti Israeliti si verifichi un risurrezione.

Che era quello di essere una risurrezione corporea, e il corpo sarebbe stato successivamente trasformato.

Questo scrittore ha capito che la terra non è un luogo adatto per Yhwh permanente regno, e così la concezione di una Gerusalemme celeste appare, di cui la città di Gerusalemme terrena, è il prototipo.

Contro queste alcune delle viste più tardi salmisti pronunciò una protesta, che dichiara che una risurrezione era impossibile (comp. Sal. Lxxxviii. 10, cxv. 17).

A dispetto di questa protesta, tuttavia, l'idea persistevano.

L'ordine del giorno Enoch Apocalisse (Etiope Enoch, xci.-civ.) Cercava una risurrezione dei giusti, ma solo come spiriti, senza un corpo (comp. ciii. 3, 4).

A più tardi Enoch Apocalisse (Etiope Enoch, xxxvii.-lxx.) Esprime la convinzione che sia giusto e il malvagio è innalzato (comp. di 1, 2; lxii. 15, 16), e che gli spiriti dei giusti sarà Essere vestita in un corpo di gloria e di luce.

L'autore del libro di Enoch slavo (Libro dei Segreti di Enoch, xxii. 8-10) creduto in una risurrezione di spiriti, senza un corpo.

Egli ha comunque creduto in un corpo spirituale, per i giusti egli descrive come vestita e la gloria di Dio.

Gli autori del Libro dei Giubilei e la Assumptio Mosis creduto in una resurrezione dello spirito solo, senza un corpo (comp. Giubilei, xxiii. 31 et al., E Assumptio Mosis, x. 9).

Tutti questi credeva che l'anima di dormire in Sheol fino alla sentenza, ma molti scrittori alessandrino circa l'inizio del comune era detenuto, come Sal.

XLIX.

E lxxiii., Che gli spiriti dei giusti è entrato in una immortalità beata immediatamente a morte.

Questo è stato il punto di vista della autore della Sapienza di Salomone (iii. 1-4; iv. 7, 10, et al.), Di Philo, e del IV libro dei Maccabei.

Infine, il campo di applicazione della risurrezione, scrittori, che nelle precedenti era stata limitata a Israele, è stato esteso nel Apocalisse di Baruch e II Esdras a includere tutto il genere umano (comp. Baruch, xlix.-li. 4; II Esd. Vii. 32-37).

Bibliografia: Charles, A Critical Storia della Dottrina di un futuro di vita in Israele, nel giudaismo e nel cristianesimo, Londra, 1899.E.

CGAB

Risurrezione è affermato in tutte le Apocryphal scritti di Pharisaic origine (comp. II Macc. Vii. 9-36, xii. 43-44), dove Sadducean argomenti contro Israele sono prescented (Libro dei Giubilei, xxiii. 30; Test. Patr. , Giuda, 25; Zebulun, 10; Benjamin, 10; Vita Adæ et Evæ, xiii.; Sibyllines, ii. 85; Enoch, che. 1-2; Ap. Baruch, xxx. 1-5, l.-li. : II Esd. Vii. 32; Salmi di Salomone, iii. 16, xiv. 13), e nel ellenistica scritti (vedi Sapienza iii. 1-9, iv. 7, v. 16, vi. 20; IV Macc. Ix. 8; xiii. 16; xv. 2; xvii. 5, 18; xviii. 23).

Immortalità dell 'anima prende il posto della risurrezione corporea.

Rabbinici argomenti in favore della risurrezione sono in Sanh.

90b-92b, da promesse fatte ai morti (Es. iv. 4; Dt. Xi. 9 [comp. Mark xii. 18]; Num. Xviii. 28; Dt. Iv. 4, xxxi. 16, xxxii. 39 ), E da espressioni simili, in cui il futuro è applicato alla vita futura (Es. xv. 1; Dt. Xxxiii. 6; Josh. Viii. 30; Sal. Lxxxiv. 5 [AV 4]; Isa. Lii. 8); anche in Ḥul.

142 bis, promesso da ricompense (cfr Dt 16, xxii. 17), che così spesso non sono soddisfatte nel corso di questa vita (Ber. 16b; Gen R. xx. 26).

Argomenti sono tratti dal chicco di grano (Sanh. 90b; comp. I. Cor. Xv. 35-38), da parallelismi storici-i miracoli di rilancio battuto da Elia, Eliseo, e Ezechiele (Lev. R. xxvii. 4 ) E da un necessario concezione della giustizia divina, anima e corpo, non essendo in grado, che si terrà per tener conto delle loro azioni e la vita a meno che, come il cieco e lo zoppo nella parabola, si sono di nuovo riuniti come sono stati Prima (Sifre, Dt. 106; Sanh. 91 bis, con riferimento al Sal. L. 4).

Il sadducei negato la risurrezione (Giuseppe Flavio, "Ant". Xviii. 1, § 4; idem "," BJ "ii. 8, § 14; At xxiii. 8; Sanh. 90b; ter. RN v.).

Tutti i più insistenza ha enunciare i farisei nella liturgia (Shemoneh 'Esreh, 2d benedizione; Ber. V. 2) la loro fede nella risurrezione come una delle loro convinzioni fondamentali (Sanh. x. 1; comp. Abot iv. 22; Soṭah IX. 15).

Entrambi i farisei e gli esseni credevano nella risurrezione del corpo, Josephus' filosofica costruzione della loro fede per soddisfare il gusto dei suoi lettori nonostante romana (vedere "BJ" ii. 8, § 11; "Ant". Xviii. 1, § 5; confrontare questi con la vera fonte di Flavio Giuseppe, e Ippolito ' "Refutatio Hæresium", ed. Duncker Schneidewin, ix. 27, 29, in cui l'originale ἀνάστασις [= "resurrezione"] getta una strana luce su Josephus' modo di Trattamento testi).

Secondo i rabbini, di lavoro e di Esaù negato risurrezione (BB 16 bis, lettera b).

Chi nega la risurrezione non avrà parti in esso (Sanh. 90b).

La risurrezione sarà raggiunto da Dio, il solo che possiede la chiave per esso (Ta'an. 2a; Sanh. 113 bis).

Allo stesso tempo, gli eletti, tra questi prima di tutto il Messia ed Elia, ma anche il giusto, in generale, sono di aiuto nella raccolta di morti (Pirḳe R. El. Xxxii.; Soṭah ix. 15; Shir ha-Shirim Zuṭa , Vii.; Pes. 68 bis; comp. "Bundahis," xxx. 17).

Universale o nazionale.

Per mezzo del "rugiada della risurrezione" (vedi Dew), i morti saranno suscitato dal loro sonno (Yer. Ber. V. 9b; Ta'an. I. 63d, con riferimento al Isa. Xxvi. 19; Ḥag. 12b . Con riferimento al Sal. Lxviii. 10 [AV 9]).

Per quanto riguarda la questione, che sarà sollevato dalla morte?

Le risposte che vengono date variano notevolmente e letteratura rabbinica.

Secondo R. Simai (Sifre, Dt. 306) e R. Ḥiyya bar Abba (Gen. R. xiii. 4; comp. Lev. R. xiii. 3), la risurrezione attende solo gli Israeliti; secondo R. Abbahu, Solo il giusto (Ta'an. 7a); qualche riferimento in particolare i martiri (ii Yalḳ.. 431, dopo Tanḥuma).

R. Abbahu e R. Eleazar confinare risurrezione a quelli che muoiono in Terra Santa; altri estendo a morire, come al di fuori della Palestina (Ket. 111a).

Secondo Jonathan R. (Pirḳe R. El. Xxxiv.), La risurrezione sarà universale, ma dopo la sentenza malvagi morirà una seconda morte, e per sempre, mentre i giusti saranno concesse la vita eterna (comp. Yalḳ. Ii. 428 , 499).

La stessa differenza di vista prevale anche tra gli scrittori del Nuovo Testamento; a volte solo "la risurrezione dei giusti" è parlato di (Luca xiv. 14, xx. 35); altre volte "la risurrezione dei morti" è, in generale, Menzionato (Giovanni v. 29; At xxiv. 15; xx Rev. 45).

Parte della speranza messianica.

Di fatto, la risurrezione faceva parte della speranza messianica (Isa. xxiv. 19; Dan. Xii. 2; Enoch, xxv. 5, che. 1, xc. 33; Giubilei, xxiii. 30).

In particolare sono stati quelli che sono morti martiri per la causa della legge prevede di condividere, in futuro, gloria d'Israele (II Macc. Vii. 6, 9, 23; Yalḳ. A Isa. Xxvi. 19; Midr.. Xvii 14. ; Sibyllines, ii. 85).

Il termine usato per esprimere l'idea di condivisione, in futuro, la vita è "ereditare la terra" (Ḳid. i. 10; Matt. V. 5, dopo Sal. Xxxvii. 11; Sanh. Xi. 1, con riferimento al Isa. Lx. 21).

La risurrezione, dunque, è stato creduto che avrà luogo esclusivamente in Terra Santa (Pesiḳ. R. i., dopo Sal. Cxvi. 9 [ "terra dei viventi", cioè, "la terra dove vivono ancora i morti" ]; O lxxiv R. Gen.: Yer. KET. Xii. 35 ter, con riferimento al Isa. Xlii. 5 [ "Egli dà respiro al popolo su di essa," è che, dietro la Terra Santa solo]).

Gerusalemme è la sola città di cui sono morti fiore via come l'erba (Ket. 111b, dopo Sal. Lxxii. 16).

Coloro che sono sepolti altrove, sarà pertanto costretto a insinuarsi nelle cavità attraverso la terra fino a raggiungere la Terra Santa (Pesiḳ. R. lc, con riferimento a Ez. Xxxvii. 13; KET. 111a).

Giorno del giudizio precede messianica.

La tromba soffiato a raccogliere le tribù di Israele (Isa. xxvii. 13) anche risvegliare i morti (Ber. 15b; Targ. Yer. Ad Es. Xx. 15; II Esd. Iv. 23; comp. I Cor. Xv . 52; I Thess. Iv. 16; vedere Enoch, x. 12 e segg., Xxv. 4 e segg., Xlv. 2, xc. 25, xci. 11, xcviii. 12; Test. Patr., Simeone, 61; Giuda, 25; Zebulun, 10; Benjamin, 10).

Le nazioni, insieme con i loro angeli custodi e le stelle, vengono espressi nella Geenna (Enoch, xc. 24-25).

Secondo R. Eleazar di Modi'im, al angelico principi di settantadue due nazioni che protesta perché, anche se ha peccato come il resto, Dio di Israele favori, Dio risponderà: "Lasciate ogni nazione passare attraverso il fuoco insieme Con la sua divinità custode ", poi tutte le nazioni saranno consumati in comune con le loro divinità, che non è in grado di scudo, ma Israele sarà salvato dal suo Dio (Cant. R. ii. 1; comp. Tan., Shofeṭim, ed . Buber, fine, dopo Isa. Lxvi. 14, Sal. Xxiii. 4, e Michea iv. 5).

Un altro punto di vista è che l'abbagliamento del sole sarà la prova heathen la lealtà verso la legge che ha promesso di osservare, e che sarà gettata nel fuoco eterno ( 'Ab. Zarah). La concezione di Dio di entrare negli inferi per salvare Israele dalla Geenna ha dato Luogo alla concezione cristiana del Messia discendente in Ade per recuperare il proprio tra coloro che vi sono imprigionati (Test. Patr., Benjamin; Sibyllines, i. 377, viii. 310; Yalḳ. Ii. 359; Jellinek, "BH" Ii. 50 [comp. Pietro I iii. 19]; Ascensio Isaiæ, iv. 21, con riferimento al Isa. Ix. 16, lii.-liii.; Vedere Epstein, "Bereshit Rabbati", 1888, p. 31).

L'unico fine della sentenza del heathen è, secondo R. Eleazar di Modi'im (Mek., Beshallaḥ, 'Amaleḳ), la realizzazione del regno di Dio.

"Quando il Messia appare sul tetto del tempio di Israele, annunciando la redenzione, la luce proveniente da lui a causare la caduta nazioni prostrarsi dinanzi a lui e Satana stesso pelle d'oca, per il Messia verrà gettato nella Geenna lui, e della morte e del dolore è Fuggire per sempre "(Pesiḳ. R. 36; Sibyllines, ii. 167, iii. 46-72).

Risurrezione universale.

Come nel corso del tempo, la speranza con la sua nazionale nazionali e risurrezione finale giorno del giudizio non è più soddisfatto l'intelletto e il sentimento umano, la risurrezione di più assunto un carattere universale e cosmico.

E 'stato dichiarato di essere solo l'atto di Dio, il solo che possiede la chiave per sbloccare le tombe (Ber. 15b).

"Come tutti gli uomini nascono e muoiono, così che rialzarsi", spiega Eleazar ha-Ḳappar (Abot iv. 22).

Si credeva che la risurrezione si avrebbe alla fine dell'era messianica epoca (Enoch, xcviii. 10, ciii. 8, civ. 5).

Ciò è particolarmente sottolineato II Esd.

VII.

26-36: "Morte befall sarà il Messia, 400 anni dopo il suo 'regno, e tutti gli uomini e il mondo si estingue in silenzio primordiale per sette giorni, dopo di che la rinnovata via terra darà i suoi morti, e Dio giudicherà il mondo E assegnare il ingiusti ai vigili del fuoco di inferno e paradiso per i giusti, che si trova sul lato opposto ".

Inoltre, in base al siriaco Ap.

Baruch (xxx. 1-5; l.-lii.; Cxxxv. 15), la risurrezione si svolgerà dopo il Messia ha "restituito al cielo" e comprenderà tutti gli uomini, i giusti per soddisfare le loro ricompensa, e per gli empi Soddisfare le loro eterno castigo.

Questo duraturo castigo si chiama "seconda morte" (Dt Targ.. Xxxiii. 6; Targ. Isa. Xiv. 19; xxii. 14; lxv. 6, 15, 19; Ger. Li. 39; Rev xx. 6, 14).

Heathen non sono, ma la Wicked morire.

Né è la collera del giudizio creduto di essere più portato alla heathen esclusivamente come tali.

Tutti gli ingiusti che hanno bestemmiato Dio e la sua Legge, o agito unrighteously, si riuniranno con i loro punizione (Tos. Sanh. Xiii.; Midr.. Vi. 1, ix. 15).

Esso è diventato un oggetto di controversia tra la vecchia scuola, rappresentata dalla Shammaite R. Eliezer, e il Hillelites, rappresentata da R. Joshua, con o senza i giusti tra le parti heathen avere un mondo in futuro, l'ex interpretando il versetto , "I malvagi deve tornare a Sheol, anche tutte le genti che dimentica Dio» (Sal ix. 18 [RV 17]), a denunciare come malvagi tra gli ebrei e le genti, come hanno dimenticato Dio; quest'ultimo interpretando il versetto Come spedire Sheol solo a tali genti, come hanno effettivamente dimenticato Dio (Tos. Sanh. Xiii. 2).

La dottrina "Tutte le parti hanno un israeliti nel mondo a venire" (Sanh. xi. 1), basata su Isa.

LX.

21 (Eb), "Venga il tuo popolo di tutti i loro giusti erediteranno la terra", è quindi identico al Pharisaic insegnamento come affermato da Giuseppe Flavio ( "Ant". Xviii. 1, § 3; "BJ" ii. 8, § 14), che avrà luogo giusto per condividere la felicità eterna.

È come negazionisti dei fondamenti della religione che heathen, Samaritani, e eretici sono esclusi dal futuro di salvezza (Tos. Sanh. Xiii.; Pirḳe R. El. Xxxviii.; Midr.. Xi. 5).

Per quanto riguarda la pluralità di opinioni a favore della salvezza di giusti non ebrei, e le opinioni di coloro che seguono la nazionale di vista, vedere Zunz, "ZG"

Pp.

371-389. Legati alla più anziani, con vista è anche l'idea che l'alleanza abramitiche rilasci gli Israeliti dal fuoco della Geenna (Gen. R. xlviii.; Midr.. Vii. 1; 'Er. 19a).

A prima vista, sembra, la risurrezione è stata considerata come una miracolosa vantaggio concesso solo per i giusti (cfr. Test. Patr., Simeone, 6; Levi, 18; Giuda, 25; Zebulun, 10; Vita Adæ et Evæ, 13; comp. Luca xiv. 14, xx. 36).

In seguito venne a essere considerato come un atto di Dio, collegati con l'ultima sentenza, e quindi universale risurrezione dei morti è diventato una dottrina, come espresso nella seconda benedizione del Shemoneh 'Esreh (; Sifre, Dt. 329; Sanh. 92b ).

In siriaco Ap.

Baruch, xlix.-li.

È data una descrizione del modo in cui la retta presso la risurrezione sono trasformati in angeli splendente come le stelle, ecco che la bellezza del cielo "ḥayyot" sotto il trono di Dio, mentre i malvagi assumere la terribile aspetto della fossa di sotto tortura .

O meno il corpo alla risurrezione subisce lo stesso processo di crescita, come nel grembo al momento della nascita è una questione di disputa tra il Hillelites e la Shammaites (Gen. R. xiv.; Lev. R. xiv.).

Per quanto riguarda lo stato dell 'anima separata dal corpo con la morte, se si suppone ad abitare in cielo, o in una sorta di colomba-culla o di un colombario (= "guf") e Ade (Ap siriaco. Baruch, xxx . 2; II Esd. Iv. 35, 41; vii. 32, 80, 101), vedere Immortality of the Soul.

Credo ebrei o non?

La fede nella risurrezione è espresso in tutte le occasioni in liturgia ebraica, ad esempio, nella preghiera del mattino Elohai Neshamah, nel Shemoneh 'Esreh, e in servizi funebri.

Maimonide ha reso l'ultimo dei suoi tredici articoli di fede: "Credo fermamente che ci si svolgerà un rilancio dei morti in un tempo che piacerà al Creatore, sia benedetto il suo nome."

Saadia anche, nel suo "Emunot-De'ot noi" (in seguito Sanh. X. 1), ha dichiarato la fede nella risurrezione di essere fondamentali.

Ḥasdai Crescas, d'altro canto, ha dichiarato di essere una determinata dottrina del giudaismo, ma non uno degli insegnamenti fondamentali, che è vista prese anche da Joseph Albo nel suo " 'Iḳḳarim" (i., iv. 35-41, XXIII.).

La principale difficoltà, come è stato sottolineato da quest'ultimo autore, è quello di scoprire che cosa realmente la risurrezione convinzione implicita o composto, in quanto gli antichi rabbini stessi discordi sul fatto che la risurrezione è stato quello di essere universale, o il privilegio del popolo ebraico solo, o Solo dei giusti.

Questo a sua volta dipende dalla questione se era a far parte di theMessianic redenzione d'Israele, o se sia stata per inaugurare l'ultima sentenza.

Saadia vede nella convinzione e speranza della risurrezione nazionale, e si sforza di conciliare con la ragione attraverso il confronto con altri eventi miracolosi nella natura e nella storia registrata nella Bibbia.

Albo Maimonides e nel loro commento Sanh.

X.

1, Ḳimḥi nel suo commento Sal.

I.

5, Isacco Aboab nel suo "Menorat ha-Ma'or" (iii. 4, 1), e ben Baḥya Asher nel suo commento Gen xxiii.

Per estendere la risurrezione dei giusti.

D'altro canto, Isacco Abravanel nel suo "Ma'yene Yeshu'ah" (ii. 9) concede a tutte le Israele; Manasse ben Israele, e il suo "Nishmat Ḥayyim" (i. 2, 8), e altri, a Tutti gli uomini.

Maimonide, tuttavia (vedere il suo commento, lc, e "Yad", Teshubah, viii.), Ha preso la risurrezione figurato, e ha sostituito l'immortalità dell'anima, come ha dichiarato a lungo nel suo "Ma'amar Teḥiyyat ha-Metim "; Giuda ha-Levi, inoltre, nel suo" Cuzari, "ha figurato risurrezione (i. 115, iii. 20-21).

La fede nella risurrezione è magnificamente espressa nel vecchio Mattina Benedizione, tratto da Ber.

60b: "O Dio, l'anima che hai impostato in me è puro. Tu hai stile; Tu hai respirato in me, e Tu tenerla dentro di me e vuoi prendere da me e ripristinare a me in tempo per Venire. Fintanto che è dentro di me vorrei rendere omaggio a Te, o Maestro divino, Signore di tutte le bevande alcoliche, che concedi indietro l'anima di cadaveri ".

Questa benedizione, per il quale la forma più semplice è dato Yer.

Ber. IV.

7g, Pesiḳ.

R. 40, e Midr.

L'.

Xvii.: "Benedetto sia Tu che revivest morti", recitato da risveglio dopo la notte di sonno-getta luce su tutta la concezione della risurrezione.

Proprio come l'anima era creduto di lasciare il corpo nel sonno e ritorno al risveglio, per cui è stato l'anima, dopo aver lasciato il corpo e la morte, per tornare a "quelli che dormono nella polvere", al momento del grande risveglio.

In tempi moderni la fede nella risurrezione è stato molto scosso da filosofia naturale, e la questione è stata sollevata dalla Riforma rabbini e in conferenze rabbinica (cfr. Geiger, "Jüd. Zeit". Vii. 246) se le vecchie formule liturgiche esprimere la La fede nella risurrezione, non dovrebbe essere cambiato in modo chiaro, per dare espressione alla speranza di immortalità dell 'anima.

Ciò è stato fatto in tutti gli americani di riforma preghiera-libri.

Al rabbinici conferenza tenutasi a Philadelphia è stato espressamente dichiarato che la fede nella risurrezione dei corpi non ha alcun fondamento nel giudaismo, e che la fede nella immortalità dell 'anima deve prendere il suo posto nella liturgia.

Vedi Conferenze, Rabbinico; Preghiera-Libri; Riforma giudaismo.

Comitato Esecutivo del Comitato Editoriale, George A. Barton, Kaufmann Kohler


Jewish Encyclopedia, pubblicati tra il 1901-1906.

Bibliografia:


Hamburger, RBT SV

Auferstehung und Wiederbelebung der Todten; i ter.

SV

Belebung der Todten; Schürer, Gesch.

II.

3, 547-551; Volz, Jüdische Eschatologie; Weber, Jüdische Theologie, Index.E.

CK


Inoltre, si veda:


La risultante di Gesù

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a