Peccato

Informazioni generali

Il peccato è un male per teologica termine comportamento, individuale o aziendale.

Si tratta di essere distinto da criminalità, un termine giuridico applicato a una violazione delle norme che la società impone ai suoi membri, e dal vice, un morale termine applicato a una prassi o abitudine che è dannoso per una persona di natura morale. Sin riferisce specificamente Di condotta che comporta un atteggiamento sbagliato verso Dio e verso i risultati e alienazione da lui.

Tutte le principali religioni hanno un concetto di peccato, anche se sono molto diversi e la loro interpretazione del suo significato.

Induismo, per esempio, nella dottrina del Karma, presenta un sistema mediante il quale l'azione umana si lavora in punizione o una ricompensa di rinascita in un'altra esistenza.

Buona azione allenta la morsa del mondo dei sensi; cattiva azione degrada e lega la sua vittima più pienamente al ciclo del karma e la Trasmigrazione delle anime.

Finale liberazione dal ciclo delle rinascite viene solo quando l'anima cessa di desiderio o di agire e viene assorbito nella divina sorgente da cui ne è venuto.

CREDERE
Informazione
Religiosa
Fonte
sito web
CREDERE Informazione Religiosa Fonte
Il nostro Lista di 2300 Soggetti religiosi
E-mail
Ebraismo, islam e cristianesimo insegnano che il peccato è un'offesa nei confronti di un Dio personale. Nell'Antico Testamento, o ebraico biblico, il peccato è visto come trasgressione del comando o contro la legge di Dio.

Il primo peccato è stato commesso da Adamo ed Eva, e gli effetti del peccato, che hanno trasmesso ai loro discendenti.

In teologia cristiana questo peccato originale è capito di avere portato a un cambiamento nelle anime degli individui in modo che essi sono nati come peccatori e la tendenza al peccato è radicata nella loro natura.

Islamica insegnamento sul peccato deriva dal etici e religiosi ingiunzioni del Corano e della tradizione (hadith).

Ha molto in comune con l'Antico Testamento concetto di peccato.

L'Islam riconosce anche il potere di Dio di perdonare il peccatore pentiti attraverso la sua infinita misericordia.

Un peccato, nella teologia cristiana, non è solo un atto, ma anche un pensiero, disegni, o il desiderio in opposizione alla legge eterna di Dio.

Questo è illustrato dalla dottrina tradizionale dei sette peccati capitali: orgoglio, avarizia, lussuria, invidia, gola, la rabbia, e di lentezza.

Pride è considerato come il peccato che la maggior parte sicuramente un peccatore separa dalla grazia di Dio. Deliverance è possibile solo per mezzo di Gesù Cristo, la cui morte sacrificale redime il peccatore pentito della pena e la potenza del peccato.

Charles W Ranson

Bibliografia


B Harring, Figlio e secolari Age (1974); S Ilario, Modifica delle concezioni del peccato originale (1987); V Palachovsky e Vogel C, il peccato e la Chiesa ortodossa e nelle chiese protestanti (1966); CR Smith, La dottrina biblica Of Sin (1953).

Peccato

Informazioni avanzata

Il peccato è "qualsiasi desidera di conformità o fino alla trasgressione della legge di Dio" (1 Giovanni 3:4; Rom. 4,15), e il perfezionamento attivo abitudine di stato e l'anima, così come verso l'esterno e la condotta della vita , Sia di omissione o di commissione (Rm 6:12-17; 7:5-24).

Si tratta di "non una semplice violazione di legge della nostra costituzione, né del sistema di cose, ma un reato contro un legislatore personali e morali governatore, che rivendica il suo diritto di sanzioni.

L'anima che peccati è sempre consapevole che il suo peccato è intrinsecamente (1) vile e inquinanti, e (2) che giustamente merita la pena, e le chiamate verso i giusti ira di Dio.

Di conseguenza, il peccato porta con sé due caratteri inalienabile, (1) mal deserto, senso di colpa (reatus), e (2) l'inquinamento (macula). ", Hodge's Outlines. Il carattere morale di un uomo di azioni è determinato dal suo stato di morale Cuore. La disposizione al peccato, o l'abitudine di l'anima che conduce al peccatore atto, è di per sé anche il peccato (Rm 6:12-17; Gal. 5:17; James 1:14, 15). L'origine di Il peccato è un mistero, e deve rimanere tale per sempre con noi.

È chiaro che, per qualche motivo Dio, il peccato ha permesso di entrare in questo mondo, e questo è tutto quello che conosciamo.

Permettendo la sua è, comunque, in nessun modo rende Dio l'autore del peccato.

Il peccato di Adamo (Gn 3,1-6) consisteva nel suo cedere alla tentazione di assalti e di mangiare il frutto proibito.

E 'coinvolto in esso, (1), il peccato della non credenza, rendendo praticamente Dio un bugiardo, e (2) la colpa di disobbedienza ad un comando positivo.

Da questo peccato egli divenne un apostata da Dio, un ribelle in armi contro il suo Creatore.

Ha perso il favore di Dio e la comunione con lui, tutto il suo carattere divenne depravato, e ha sostenuto la pena coinvolti nel patto di opere.

Peccato originale

"I nostri primi genitori, essendo la radice di tutti gli uomini, la colpa del loro peccato è stato imputato, e lo stesso peccato e della morte e corrotta natura sono stati trasportati a tutti i loro posteri, discendente da essi ordinaria generazione".

Adam è stato costituito da Dio federale di testa e rappresentante di tutti i suoi posteri, come è stato anche il loro capo naturale, e quindi, quando cadde sono diminuiti con lui (Rm 5:12-21; 1 Cor. 15:22-45) .

La sua prova è stata la loro prova, e la sua caduta la loro caduta. A causa del primo peccato di Adamo tutti i suoi posteri è venuto nel mondo in uno stato di peccato e di condanna, cioè, (1) uno stato di corruzione morale, e (2) di colpa, Come giudizialmente imputato a loro la colpa di Adamo, il primo peccato. "Peccato originale" e viene spesso usato per indicare correttamente solo la corruzione morale di tutta la loro natura ereditato da tutti gli uomini da Adamo.

Questo ereditato consiste nella corruzione morale, (1) la perdita della giustizia originale, e (2) la presenza di una costante predisposizione al male, che è la radice e la reale origine di tutti i peccati. Si chiama "peccato" (Rm 6 : 12, 14, 17; 7:5-17), la "carne" (Gal 5:17, 24), "lussuria" (Giacomo 1:14, 15), il "corpo del peccato" (Rm 6 : 6), "ignoranza", "cecità del cuore", "alienazione dalla vita di Dio" (Ef 4:18, 19).

E depraves influenze e tutto l'uomo, e la sua tendenza è ancora al ribasso per una più profonda e più profonda corruzione, non ci restanti elemento di recupero e l'anima.

Si tratta di un totale di depravazione, ed è anche universalmente ereditato da tutti i naturali discendenti di Adamo (Rm 3:10-23; 5:12-21; 8,7).

Pelagiani negare il peccato originale, e quanto l'uomo in quanto la natura sia moralmente e spiritualmente; semi-Pelagiani proposito di lui come moralmente malato; Agostiniani, o, come sono anche chiamati, calvinista, quanto l'uomo, come descritto sopra, spiritualmente morta (Ef 2: 1; 1 Giovanni 3:14).

La dottrina del peccato originale è dimostrato, (1.) Da: il fatto di universale peccaminosità degli uomini.

"Non c'è uomo che non sinneth" (1 Re 8:46; Isa. 53:6; Sal. 130: 3; Rom. 3:19, 22, 23; Gal. 3,22).

(2.) Dal totale depravazione dell'uomo.

Tutti gli uomini sono dichiarate di essere bisognosi di ogni principio di vita spirituale; uomo apostasia da Dio è totale e completa (Giobbe 15: 14-16; Gen. 6:5,6).

(3.) Dalla sua prima manifestazione (Sal 58:3; Prov. 22:15).

(4.) Si è dimostrato anche dalla necessità, assolutamente e universalmente, di rigenerazione (Giovanni 3:3; 2 Cor. 5,17).

(5.) Da: l'universalità della morte (Rm 5:12-20).

Vari tipi di peccato sono citati, (1). "Presumptuous peccati", o come reso letteralmente, "peccati sollevato con una mano", vale a dire, definitivamente gli atti di peccato, in contrasto con "errori" o "inadvertencies" (Sal 19 : 13).

(2.) "Secret", vale a dire, nascosto peccati (19,12); peccati che l'avviso di sfuggire l'anima.

(3.) "Il peccato contro lo Spirito Santo" (qv), o un "peccato fino alla morte" (Mt 12:31, 32; 1 Giovanni 5:16), che equivale a un dolo rifiuto della grazia.

Peccato

Informazioni avanzata

Nella prospettiva biblica, il peccato è non solo atto di illecito, ma uno stato di alienazione da Dio.

Per i grandi profeti di Israele, il peccato è molto di più che la violazione di un tabù o la trasgressione di un altro decreto.

Esso significa la rottura di un rapporto personale con Dio, un tradimento della fiducia che pone in noi.

Siamo diventati più consapevoli della nostra peccaminosità e la presenza del Dio santo (cfr Is. 6:5; Sal. 51:1-9; Lc 5,8).

Peccaminoso atti hanno la loro origine in un cuore danneggiato (Gen. 6:5; Isa. 29:13; Ger. 17:9).

Per Paolo, il peccato (hamartia) non è solo un consapevole trasgressione della legge, ma uno stato di debilitazione in corso inimicizia con Dio.

Paul's e la teologia, il peccato diventa quasi personalizzata.

Esso può essere pensato come una maligna, che detiene il potere personale umanità nella sua portata.

La testimonianza biblica afferma anche che il peccato è universale.

"Tutti hanno peccato e sono la gloria di Dio", dichiara Paolo (Rm 3:23 RSV).

"Ci non è un uomo giusto sulla terra, che fa ciò che è giusto e mai peccati" (Eccles. 7:20 NIV).

"Chi può dire, 'ho mantenuto il mio cuore puro; io sono puliti e senza peccato'?"

(Prov. 20:9 NIV).

"Hanno tutti sviatie", il salmista si lamenta, "Sono tutti uguali corrotti; non vi è nessuno che fa il bene, no, non uno" (Sal 14:3 RSV).

In teologia riformata, il nucleo del peccato è la non credenza. Questa azienda ha il supporto biblico: in Gen 3, dove Adamo ed Eva fiducia la parola del serpente sopra la parola di Dio, nei Vangeli, dove Gesù Cristo è respinta da parte del leader del Ebrei, in Atti 7, dove è Stephen martirizzati per mano di un unruly folla, e Giovanni 20:24-25 dove Thomas arroganza congeda la risurrezione di Gesù.

Durezza del cuore, che è strettamente legato alla miscredenza (Marco 16:14; Rm. 2,5), anch'essa appartiene alla sostanza del peccato.

Vuol dire rifiutare di pentirsi e credere nelle promesse di Dio (Sal 95:8; Eb. 3:8, 15; 4,7).

Si connota sia testarda mancanza di volontà di aprire a noi l'amore di Dio (II Chr. 36:13; Ef. 4,18) e il suo corollario, insensibilità ai bisogni del nostro prossimo (Dt 15:7; Ef. 4:19 ).

Considerando che l'essenza del peccato è la non credenza o durezza di cuore, il capo del peccato manifestazioni sono l'orgoglio, la sensualità, e la paura.

Altri aspetti significativi del peccato sono auto-peccato, l'egoismo, la gelosia, l'avidità.

Peccato sia personale e sociale, individuale e collettivo.

Ezechiele ha dichiarato: "Ora, questo è stato il peccato di Sodoma tua sorella: Lei e le sue figlie sono state arrogante, overfed, e poco, ma non aiutare i poveri ei bisognosi" (16:49 NIV).

Secondo i profeti, non è solo a pochi individui che sono infettati dal peccato, ma l'intera nazione (Isa. 1:4).

Tra le forme collettive di peccato che gettò una piaga nel mondo di oggi sono il razzismo, il nazionalismo, l'imperialismo, agism, e il sessismo.

Gli effetti del peccato sono schiavitù morale e spirituale, la colpa, la morte, e inferno.

James ha spiegato: "Ogni persona è quando si è tentati e enticed attirati dal proprio desiderio. Desiderio Poi quando ha concepito dà origine al peccato, e il peccato quando è pieno cresciuto porta via la morte" (1:14-15 RSV) .

In vista di Paolo, "Il salario del peccato è la morte" (Rm 6:23 RSV; cfr. I Cor. 15:56).

Secondo la teologia paolina, la legge non è semplicemente un controllo sul peccato, ma un vero e proprio istigatore del peccato.

Così perverso è il cuore umano che la stessa divieti di legge che sono stati destinati a dissuadere peccato invece servire a suscitare il desiderio di peccato (Rm 7,7-8).

Fede biblica confessa anche che il peccato è insito nella condizione umana.

Noi non siamo semplicemente nato in un mondo di peccato, ma noi siamo nati con una propensione verso il peccato.

Come dice il salmista, "I malvagi è sviato dal grembo, che errare da loro nascita, sta parlando" (Sal 58:3; cfr. 51:5).

Tradizione della Chiesa parla del peccato originale, ma questo è destinato a trasmettere, non una macchia biologiche o deformità fisica, ma spirituale infezione che in alcuni misteriosi modo viene trasmesso attraverso la riproduzione.

Peccato non provengono dalla natura umana, ma si corrompe questa natura.

L'origine del peccato è davvero un mistero, ed è legato con il problema del male. La storia di Adamo ed Eva, non è davvero darci un razionalmente soddisfacente spiegazione di una delle peccato o il male (questa non era la sua intenzione), ma buttare Luce sul umani universali imbarazzo. Essa ci dice che prima del peccato c'era demoniaco peccato che fornisce l'occasione per la trasgressione. Teologia ortodossa, sia cattolici che protestanti, parla di una caduta degli angeli prima della caduta di uomo, e Questo è attribuito al uso improprio o abuso del dono divino della libertà.

È il generale consenso tra i teologi ortodossi che il male morale (peccato) definisce la fase di male fisico (calamità naturali), ma esattamente come quella delle altre cause, probabilmente sempre rimanere un oggetto di speculazione umana.

(Elwell Evangelica Dictionary)


.

Peccato Mortale

Informazioni avanzata

Il peccato è peccato mortale causando morte spirituale.

L'insegnamento biblico è chiaro: ogni peccato è mortale, in quanto la sua intrusione nella esperienza umana è la causa di morte di ogni uomo (Rm 5:12, 6:23). Teologia morale cattolica romana vede il peccato come duplice: mortali e veniali . Mortal peccato spegne la vita di Dio e l'anima; peccato veniale indebolisce, ma non distrugge la vita.

In peccato veniale l'agente liberamente decide di compiere una determinata azione, ma in tal modo egli non scopo di diventare un certo tipo di persona.

In peccato veniale l'individuo compie un atto, ma dentro di se stesso egli anela ad essere il tipo di persona che si oppone a che l'azione.

Così, il peccato veniale e vi è una tensione tra l'azione e il singolo eseguendo l'atto.

Peccato mortale coinvolge totalmente l'agente.

Egli determina non solo di agire in modo specifico, ma in essa esprime il tipo di persona che vuole essere in e attraverso l'azione.

Il risultato è la morte spirituale.

Cristiani evangelici prendere sul serio il biblico valutazione della grave natura di alcuni peccati.

Nostro Signore ha parlato di «peccato che non ha il perdono" (Mt 12:31-32; Marco 3:28-30; Luca 12,10); Paolo insegna che coloro che partecipano a determinate peccati sono esclusi dal regno ( I Cor. 6:9; Gal. 5:21; I Thess. 4,6); Giovanni dà chiare istruzioni di preghiera per coloro che hanno commesso il "peccato fino alla morte" (Giovanni 5:16; cfr. Eb. 6 :4-6).

Questi passaggi non può essere respinto alla leggera, ma decisamente incidono sul nostro tema e per la chiamata più vicino esegetica attenzione.

FR Harm


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


J. Greenwood, Manuale di fede cattolica; RB McBrien, il cattolicesimo, II; NCE, XIII; L. Berkhof, Teologia sistematica; CC Ryrie, Lo Spirito Santo; AH Forte, Teologia sistematica; HC Thiessen, Lectures in Teologia sistematica; JT Mueller, Christian Dogmatics; F. Pieper, Christian Dogmatics, I, 571ff.; CFW Walther, la corretta distinzione tra Legge e Vangelo.


.

Sette Peccati Capitali

Informazioni avanzata

In una prima fase nella vita della chiesa, l'influenza del pensiero greco (con la sua tendenza a vista come un peccato necessario falla nella natura umana), ha reso necessario per la chiesa di determinare la gravità relativa dei vari difetti morali.

Questo in ultima analisi, ha dato origine a quella che viene comunemente denominato i sette peccati capitali, un concetto che occupa un posto importante nella ordine e la disciplina della Chiesa cattolica romana.

Questi peccati sono l'orgoglio, bramosia, lussuria, invidia, gola, ira, pigrizia. K.

E. Kirk sottolinea che devono essere intesi come "capitale" o "root" peccati piuttosto che "mortale" o "mortale" (viz., peccati che uno tagliare fuori dal suo vero fine ultimo).

Essi sono i "peccatori propensioni, che si rivelano, in particolare, gli atti di peccato".

L'elenco rappresenta un tentativo di enumerare gli istinti primari, che sono più suscettibili di dar luogo al peccato.

Anche se la classificazione originale potrebbe essere stato in origine monastica (cfr Cassiano, Collationes Patrum, c. 10), sotto l'influsso di Gregorio Magno (che ci ha dato la classica esposizione sul tema: Moralia su Giobbe, esp. XXXI .45) Il campo di applicazione è stato ampliato e, con sette virtù cardinali si è venuto a costituire il morale e test dei primi Chiesa cattolica.

Scolasticismo medievale e sono stati oggetto di notevole attenzione (cfr esp. D'Aquino, Summa Theologica, II.ii.).

RH Mounce


(Elwell Evangelica Dictionary)

Bibliografia


Fr. Connell, Baltimore nuovo Catechismo, J. Stalker, i sette peccati capitali; h. Fairlie, i sette peccati capitali oggi.

Questo oggetto la presentazione in originale in lingua inglese


Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a